Sei sulla pagina 1di 1

PUMS – PIANO URBANO MOBILITÀ SOSTENIBILE – DOCUMENTO DI PIANO

L’estesa stradale sopra indicata è calcolata considerando le lunghezza della linea


virtuale di mezzeria di ogni carreggiata stradale fisicamente separata. A titolo di
esemplificazione, una strada di 10 km composta da carreggiate separate per i due sensi
di marcia, indipendentemente dalle corsie di scorrimento e di sosta, avrà un’estesa di 20
km, mentre la stessa strada, a senso unico o a doppio senso di marcia ma composta da
una carreggiata unica, avrà un’estesa di 10 km.

4.1.2 Moderazione del traffico

Le caratteristiche delle aree cittadine urbane sono varie e di conseguenza si


contraddistinguono per la peculiarità degli spazi pubblici. Anche in virtù di queste
differenze, nel corso degli anni, sono stati promossi interventi per la moderazione del
traffico adeguati alle singolarità.
In base agli ambiti coinvolti, l’istituzione di nuove Aree Pedonali, Zone a Traffico Limitato
e Zone a Velocità Limitata ha assunto caratteristiche differenti a seconda degli ambiti
locali di intervento; l’intera città è stata comunque coinvolta in interventi di moderazione
del traffico di diverso tipo, con una notevole estensione, negli ultimi anni, delle aree
protette con interventi a favore della qualità degli spazi pubblici.
Nello specifico, a giugno 2014 le Aree Pedonali censite sono 437.000 mq (mentre nel
2011 erano 388.000 mq, con un incremento di 49.000 mq, pari al 13% circa).
Le superfici stradali sottoposte ad altre forme di moderazione del traffico sono pari a:

 152.000 mq in Zone a Traffico Limitato, con un incremento di 17.000 mq rispetto


al 2011 (+ 13%);
 360.000 mq in Zone a Velocità Limitata, con un incremento di 30.000 rispetto al
2011 (+9%).

4.1.3 Area C

In aggiunta agli interventi diffusi di moderazione del traffico, il Comune di Milano ha


istituito all’interno della Cerchia dei Bastioni, su un’area di 8,2 kmq, pari a circa il 4,5%
del territorio comunale, Area C, provvedimento di Congestion Charge, con l'obiettivo di
ridurre significativamente il traffico all’interno di quest’ambito territoriale nevralgico per la
città di Milano, incentivare il trasferimento modale verso mezzi a minor impatto,
migliorare il servizio di trasporto pubblico e ridurre il rischio legato all’incidentalità e
all’esposizione della popolazione alle emissioni di inquinanti. Il provvedimento, che ha
sostituito il precedente Ecopass (esempio di Pollution Charge) è stato introdotto in via
sperimentale nel gennaio 2012 e confermato come provvedimento strutturale di governo
della domanda di mobilità urbana nel marzo del 2013.
Area C si configura come una Zona a Traffico Limitato - ZTL Cerchia dei Bastioni - le
limitazioni alla circolazione sono applicate dalle ore 7:30 alle ore 19:30 dei giorni feriali
fra lunedì e venerdì3 e prevedono:

 il blocco della circolazione dei veicoli maggiormente inquinanti;


 l’accesso libero per i veicoli strettamente ecologici e per alcune categorie di
veicoli autorizzati;
 l’accesso e circolazione condizionata dal pagamento di un corrispettivo
giornaliero, per le restanti classi veicolari.

Gli effetti prodotti dal provvedimento, durante i primi 30 mesi di attuazione dal gennaio
del 2012 a fine giugno 2014, si possono così sinteticamente riassumere:

 una riduzione del traffico interno alla ZTL compresa fra il 28% e il 30%,
corrispondenti a -40.000 ingressi al giorno;

3
A partire dal settembre 2012, nei giorni di giovedì l’ora di termine del provvedimento è stata anticipata alle 18:00

28/362