Sei sulla pagina 1di 1

Esercitazione 1 – Gruppo 6

Si abbia un bacino di caratteristiche:

 S = 24.8 Km 2 superficie del bacino;

 L = 23.88 Km lunghezza dell’asta principale;

 H med = 525 m altezza media del bacino;

 H sez = 0 m altezza della sezione di chiusura del bacino.

Si ipotizzi che in tale bacino si abbia una precipitazione uniformemente distribuita nello spazio e che siano
state misurate, a partire dall’istante t = 0, le intensità di pioggia p [mm/h] e le portate specifiche (rapportate
cioè alla superficie del bacino) q [m 3s-1/km2] nella sezione di chiusura del bacino, come riportato nella
tabella sottostante.

t / Dt p q t / Dt p q t / Dt p q

0–1 0 0.07 11 – 12 3.8 1.94 22 – 23 0 0.76

1–2 0 0.07 12 – 13 2.2 1.63 23 – 24 0 0.58

2–3 0 0.07 13 – 14 5.5 1.35 24 – 25 0 0.32

3–4 0 0.07 14 – 15 11.6 1.03 25 – 26 0 0.24

4–5 3.2 0.07 15 – 16 18.2 1.09 26 – 27 0 0.16

5–6 5.8 0.16 16 – 17 10.4 1.54 27 – 28 0 0.09

6–7 7.3 0.42 17 – 18 7.6 1.86 28 – 29 0 0.07

7–8 12.5 0.72 18 – 19 5.3 1.73 29 – 30 0 0.07

8–9 22.5 1.05 19 – 20 3.8 1.65 30 – 31 0 0.07

9 – 10 10.4 1.68 20 – 21 3.1 1.32 31 – 32 0 0.07

10 – 11 6.8 2.12 21 – 22 2.5 1.01

Tab. 1 – Dati di pioggia e di portata misurati nel bacino in esame.

Tc
Si ipotizzi, infine, Dt = , con Tc tempo di corrivazione ottenibile con la formula di Giandotti.
6

Dopo aver effettuato la separazione fra deflussi superficiali e profondi ed aver determinato l’entità della
pioggia netta, si interpreti la trasformazione afflussi meteorici – deflussi superficiali utilizzando il modello
del serbatoio lineare e confrontando l’idrogramma calcolato con quello reale.