Sei sulla pagina 1di 1

Abaco dei PORTALI

prospetto esterno caratteri costruttivi prospetto interno esempi

PORTALI ARCHITRAVATI IN VANO


PROPRIO INSERITI NEL CORPO DI
A architravati con tettoia

FABBRICA PRINCIPALE
Portali per l’accesso diretto alla corte
sempre protetti da una tettoia ad una o due
falde.
Il serramento a due ante in legno, a telaio e
tavolato, o rivestito in lamiera nella faccia
esterna (negli esemplari più recenti), ha
ricavato in un’anta, generalmente quella
destra, un’anta più piccola per l’accesso
pedonale.
Gli architravi sono in legno, ma negli
esemplari recenti o nelle manipolazioni
successive possono essere realizzati in cls
armato.
In vano proprio In vano proprio In vano proprio In vano proprio In vano proprio

PORTALI AD ARCO IN VANO PROPRIO


B ad arco con tettoia propria

Portali per l’accesso diretto alla corte


sempre protetti da una tettoia ad un’unica
falda rivolta generalmente verso la corte,
che nei casi più importati può essere celata
da un muretto d’attico che corona il prospet-
to elevato oltre il muro di cinta per enfatizzar-
ne il ruolo simbolico.
L’arco a tre centri o a tutto sesto può essere
realizzato in pietra, squadrata o a scaglie, o
in mattoni di laterizio.
Nei casi più elaborati vi è cura anche nella
realizzazione degli stipiti sempre sormontati
da pulvini in rilievo e del concio di chiave e vi
può essere l’inserimento di cornici e altri
elementi di decoro.
C inseriti nel corpo di fabbrica

PORTALI INSERITI NEL CORPO DI


FABBRICA PRINCIPALE

Nelle case a corte retrostante l’edificio


principale è posto su strada e talvolta ne
occupa tutto il fronte cosicché per accedere
alla corte è necessario attraversarlo. In
questi casi il portale è inserito nel corpo di
fabbrica collocandosi da un lato o nell’asse
di simmetria nel caso di palazzetti.
I portali sono generalmente ad arco, ma
fanno eccezione quelli inseriti successiva-
mente nell’edificio che presentano un
architrave in calcestruzzo armato.
Per quanto riguarda la geometria e i materia-
li costruttivi dell’arco, questi tipi seguon le
stesse regole dei casi precedenti.

Caratteri costruttivi degli edifici


PICCOLI PORTALI

ABACO DEI PORTALI


Per accedere alle corti di case minime o a
corti retrostanti nei tipi a doppia corte, non
essendo necessario l’accesso dei carri, il
portale si riduce di dimensioni e non è protet-
D portali minori

to da un vano coperto.
Negli esemplari più piccoli il serramento piò
essere una semplice porta a due ante.
I portali sono generalmente architravati, in
quanto l’apertura ha dimensioni ridotte, ma
vi sono anche casi di utilizzo di archi
fortemente ribassati.

7_2