Sei sulla pagina 1di 4

Lettura e scrittura dei numeri

I primi nove numeri (uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto e nove) costituiscono le
unità di primo ordine.

Aggiungendo un’unità al nove si ottiene il dieci. L’unione di dieci unità prende il nome di
decina o unità di secondo ordine.
Si prosegue contando per decine ripercorrendo quanto visto per le unità: una decina o dieci,
due decine o venti, tre decine o trenta, …, nove decine o novanta. I numeri compresi tra 10 e
99 si leggono dichiarando il numero di decine che contengono e aggiungendo il nome delle
unità che seguono:
65 si legge sessanta cinque;
27 si legge venti sette
Fanno eccezione i numeri compresi tra dieci e venti che sono espressi come undici, dodici,
tredici, quattordici, quindici, sedici, diciassette, diciotto e diciannove (non come dieci uno,
dieci due, …).
L’unione di dieci decine prende il nome di centinaia e sono unità di terzo ordine. I numeri
compresi tra 100 e 999 si leggono indicando il numero di centinaia che contengono e
aggiungendo il nome del numero minore di cento che li completano:
145 si legge cento quaranta cinque;
563 si legge cinquecento sessanta tre
Dieci centinaia compongono un migliaio e sono unità di quarto ordine. I numeri compresi tra
1000 e 9999 si leggono esprimendo in successione le cifre, con il loro valore posizionale,
iniziando da sinistra, con i nomi di migliaia, centinaia, decine e unità.
5626 si legge 5 migliaia 6 centinaia 2 decine 6 unità cioè cinquemila seicento venti sei
Dieci migliaia formano una decina di migliaia ovvero le unità di quinto ordine. Cento migliaia
sono le centinaia di migliaia che sono unità di sesto ordine. Mille migliaia compongono un
milione e sono unità di settimo ordine. Dieci milioni formano una decina di milioni ovvero le
unità di ottavo ordine. Cento milioni costituiscono le centinaia di milioni che sono unità di
nono ordine. Mille milioni formano un miliardo ovvero le unità di decimo ordine.
Per leggere o scrivere un numero che abbia più di quattro cifre, lo si divide mentalmente in
gruppi di tre cifre o classi iniziando da destra. Poi si legge ogni gruppo di cifre, partendo da
sinistra, attribuendo il nome della classe di appartenenza.
15 354 si legge 15 migliaia 3 centinaia 5 decine 4 unità cioè quindicimila trecento cinquanta
quattro
3 523 468 si legge tremilionicinquecentoventitremilaquattocentosessantotto.
26 622 038 si legge ventiseimilioniseicentoventiduemilatrentotto.
Per scrivere in cifre un numero, si scrivono in successione le cifre, iniziando da sinistra, inserendo
degli zeri al posto delle posizioni mancanti e badando che ogni classe sia sempre formata da tre cifre.

© Mondadori Education
È consuetudine utilizzare uno spazio o un punto come separatore delle classi, per agevolare sia la
lettura sia la scrittura dei numeri:
sedici milioni diciotto mila settecento due si scrive 16.018.702
Il separatore usato per le classi (i diversi gruppi di tre cifre), nelle calcolatrici e i paesi anglosassoni è
la virgola (comma) o lo spazio (space).

I numeri con la virgola


Un numero decimale è costituito da una parte intera e da una parte decimale.
7 , 25
parte intera virgola parte decimale
Il separatore decimale usato in matematica è la virgola. Nei paesi anglosassoni e nei sistemi
di calcolo e di programmazione la virgola è sostituita dal punto decimale.
Matematica e storia
La scrittura decimale posizionale dei numeri decimali fu proposta da Simon Stevin o Simone
di Bruges (Bruges, 1548 – L'Aia, 1620), matematico e ingegnere fiammingo.
Nel sistema di numerazione decimale ogni unità può essere suddivisa in dieci parti. Ognuna di
queste parti rappresenta un decimo, un’unità decimale di primo ordine.
Suddividendo un decimo in dieci parti uguali, ognuna di queste parti rappresenta un
centesimo dell’unità di partenza, unità decimale di secondo ordine.
Operando in questo modo si ottengono le unità decimali dei diversi ordini.
Gli zeri che seguono l’ultima cifra decimale sono ininfluenti e sono detti zeri non
significativi. Questi possono essere tralasciati nella scrittura del numero.
Esempio
quindici e 4 decimi si scrive 15,4 (oppure 15.4 in notazione anglosassone)
3 e 9 centesimi si scrive 3,09 = 3,090 (lo zero dei decimi è significativo, quello dei millesimi
no)
24 centesimi i si scrive 0,24
Per leggere un numero decimale si legge prima la parte intera, si fa seguire la parola “virgola”
oppure la congiunzione “e” e si legge la parte decimale, seguita dal nome della sua ultima
cifra.
Esempio
26,18 si legge 26 virgola (e) 18 centesimi

© Mondadori Education
Mettiti alla prova
Scrivi in cifre i seguenti numeri.
1.
Duecentoventiquattro =
Ottomilatre =
Novemilaquaranta e trentadue millesimi =
2.
Quarantamiladuecentosettantatre =
Duecentoquarantadue millesimi =
Un milione trecento quattordicimila cento venti due
3.
Tremiliardiduemilionicentotrentamila =
Undicimiliardiundici =
Sedicimiliaottocentoquattro =
4.
6 centinaia di migliaia 9 migliaia 4 centinaia e 2 decine
5 unità 5 migliaia 4 centinaia di migliaia
4 centinaia 2 milioni
5.
9 milioni 7 centinaia 3 decine
3 decine di milioni 4 centinaia di migliaia
4 miliardi e 7 milioni
Inserisci i separatori di classe nei seguenti numeri.
6.
10026904 12234567803 200466123
7.
5235788899 30000455482 72345667011
8.
123456,06 9985639,001 58233000445000,
9.
397538863,0001 412229956200784,03456 3854566000,065561
Scrivi in parole i seguenti numeri.
10.
1005=
11 011 =
1003 =
11.
10 907 =
0,8 =
0,06 =

© Mondadori Education
12. La scrittura corretta del numero trentaquattromilatre è
[] 34 300
[] 34 030
[] 34 003
[] 34 330
[] 34 033
13. La scrittura corretta del numero formato da sette centinaia e tredici unità è
[] 713
[] 73
[] 7013
[] 71,3
[] 713,1
14. Nel sistema di numerazione decimale 4 decina di migliaia corrisponde a
[] 400
[] 4000
[] 40 000
[] 40 000 000
[] 4 000 000 000
15. La scrittura corretta del numero formato da dodici centinaia e tre decine è
[] 12 030
[] 12 303
[] 12 300
[] 1230
[] 1203

© Mondadori Education