Sei sulla pagina 1di 51

Utente eBay: exaurus

Email: djdany@email.it
Negozio eBay: http://centroinformazioni.135.it
Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net

presenta:

v.1.02

la risorsa (quasi ;-) gratuita per sapere tutto,


ma proprio tutto su come creare e gestire
un’Attività da casa con le Aste On-Line

Informazioni Copyright: Questa eBayPedia è stato creata dal Powerseller eBay exaurus
mettendo insieme le varie guide, sia gratuite, sia a pagamento, presenti su eBay e su
Internet, sia unendo le proprie esperienze maturate nel settore. Quest’opera non è
stata creata per fini di lucro (il costo serve solo a coprire le spese di eBay) ma per rispondere
alle tante richieste di assistenza avute in questi anni. Ritieniti libero quindi, di Rivenderle,
distribuirle, regalarle o consegnarle a tuo piacimento.
Nota: Questa Enciclopedia si trova on-line ed è aggiornata regolarmente grazie anche alle tue
richieste ed alle tue esigenze.

Suggerimenti per migliorare l’eBayPedia? Vuoi un capitolo apposito aggiunto per un argomento
che non conosci? Inviali all’ Assistenza Ufficiale e potranno essere incorporati nel prossimo
aggiornamento!

Introduzione!
Prenditi qualche minuto di relax ed immagina questa scena:

Te stesso tra qualche anno... rilassato sulla tua migliore poltrona... in una casa nuova come
l'hai sempre desiderata, con parcheggiata nel box l'auto o la moto che fino a qualche anno
prima potevi solo desiderare sfogliando le riviste... ti sei da poco svegliato... con calma...
senza nessuna sveglia che ti costringesse a farlo al sorgere del sole... un bel idromassaggio
tonificante ... ed ancora in accappatoio inizi a pensare al "duro" lavoro che dovrai svolgere per
qualche ora da li a poco... e così dopo un sano caffè gustato nella comodità della tua migliore
poltrona inizi a lavorare... poggi il notebook sulle tue gambe... lo accendi e con la connessione
wireless ti colleghi ad internet e digiti www.ebay.it ... inserisci il tuo user e pass e finalmente
puoi controllare quanto hai guadagnato durante la sera precedente... mentre tu eri a
spassartela ad una festa di amici !!!!

Credi sia un sogno bello ma impossibile da realizzare???? Mi spiace dirtelo, ma ti stai


sbagliando !!!!

Non ti dico che eBay potrebbe cambiarti la vita... ma ti posso assicurare che se ben sfruttato
eBay può diventare uno strumento eccezionale per trasformare molti dei tuoi sogni in realtà.
Ma sfruttare eBay non è facile e se pensi che eBay è una semplice piattaforma dove poter
vendere quattro cianfrusaglie o dove poter comprare ad un buon prezzo e rivendere ad un po'
di più... Beh mi spiace dirtelo di nuovo... ma stai sbagliando!!!

Forse ora ti stai chiedendo: "Ma questo qui chi si crede di essere?" La risposta è:
Nessuno...

Io ero due anni fa quello che tu sei oggi... un nuovo iscritto ad eBay, che comincia ad
interessarsi a questo sito, che inizia a vendere qualche cianfrusaglia che ha in casa, che cerca
qualche guida interessante su come vendere su ebay, che si illude di trovare buoni fornitori
comprando centinaia di liste di fornitori fittizzi... io ero tutto questo soltanto due anni fa ... ed
ora, dalla mia migliore poltrona, con il notebook sulle mie ginocchia, scrivo queste parole per
darti una strada... concreta... affinchè anche tu come me fra due anni potrai fare lo stesso.

Chi sono, la mia storia, che cosa ho creato e cosa sto creando puoi leggerlo sulla mia Pagina
Personale, ma non è questo lo scopo di questa enciclopedia... L'obiettivo è quello di dare a tutti
la chance di PROVARCI nel modo giusto. Purtroppo ho visto e sentito tanti nuovi aspiranti
venditori che provano senza nessuna conoscenza delle tecniche e dei segreti base di eBay a
vendere qualcosa e, dopo qualche settimana di invenduto, si demoralizzano e smettono
pensando che è eBay che non funziona... ed è invece proprio a loro che mi piacerebbe
comunicare che eBay è il più bel gioco in cui mi sono imbattuto nella mia vita, ma per giocare
una partita e vincerla devi prima di tutto conoscere le regole del gioco, studiare l'avversario,
testare il terreno del campo, preparare una tattica e quindi scendere in campo e solo allora,
quando sei padrone del gioco, quando conosci i trucchi, le scorciatoie ed i segreti che non
troverai mai su un piatto d’argento... solo allora potrai vincere la partita

Il Successo si può raggiungere grazie ad eBay se imparerai a sfruttare questo "giocattolo" non
soltanto come un semplice sito di vendite, ma come un vero e proprio Mezzo di
Comunicazione... un mezzo attraverso il quale ogni giorno si potrà trasformare in una nuova
opportunità, in un nuovo incontro, in una nuova occasione per crescere, guadagnare e
migliorare.

Da questo notebook appoggiato sulle mie gambe posso accedere a tutto il mondo, posso
conoscere persone dai quattro angoli del pianeta, posso conoscerne le loro storie, creare
sinergie ed accordi o semplicemente comprare o vendere. Da questa tastiera con pochi click
del mouse posso mettere in vendita i centrini fatti all'uncinetto da mia madre, in Italia come in
Cina in America come in Malesia e se scriverò le parole giuste, se la mia comunicazione sarà
efficace troverò chi li comprerà ed il prezzo probabilmente aumenterà anche.

eBay ci offre oggi l'opportunità di crescere e guadagnare senza limiti... o meglio con un unico
limite dettato da noi stessi, dal nostro tempo e dal nostro impegno. Purtroppo appena iniziai a
giocare con eBay mi resi ben presto conto che oltre un certo limite non si poteva crescere...
non si poteva perchè ERO DA SOLO !!! Ed è per questo che pensai di unire tutte le Guide che
io stesso ho acquistato, tutte quelle che si trovano sul sito di eBay, tutte le risorse che io
stesso ho scritto ed ho provato, testato ed inventato, per scrivere questo che, piu che un
semplice eBook, vuole essere la risorsa piu importante per chi vuole fare di eBay la propria
attività nella vita. Una vera e propria Enciclopedia, insomma.

Perchè perdere tempo a studiare e cercare se c'è qualcuno che può insegnarti .... perchè
perdere tempo a cercare dove comprare se hai già chi ti può vendere... ... perchè sperperare
denaro in commissioni se ci sono metodi per pagarne meno e vendere di più... perchè limitarsi
all'Italia quando abbiamo il mondo a disposizione... perchè fare poco da soli quando si può fare
molto di più in gruppo... Anche questo è eBay ...

Accendere il computer e trovarsi nella casella di posta una richiesta di una grande Azienda che
ci chiede di assisterla alle vendite ... scoprire che un venditore dell'altra parte del globo vuole
collaborare con noi nella crescita del nostro business ... trovare la mail della ragazza carina,
che ci ha comprato un oggetto qualche giorno prima e che accetta il nostro invito a cena ...
anche questo è eBay

Purtroppo questa introduzione mi limita nello spazio e nelle parole, ma spero che queste
poche righe ti abbiamo dato la voglia di provarci ... di continuare a leggere e studiare questa
enciclopedia... diventando magari parte dei RIvenditori che crescono e si espandono sempre di
più tramite i nostri servizi o restando da solo... non importa che strada sceglierai ...
l'importante è che tu sappia che la vita non è solo quella che hai vissuto fino ad oggi... che non
è fatta solo di un lavoro da dipendente che non ti piace... da un mutuo da pagare ... da una
macchina da riparare... da una relazione che sarebbe meglio terminare... la vita è fatta
anche... di sogni da realizzare !!!

Come registrarsi su Ebay ed evitare feedback negativi

Se vuoi iniziare un’attività su internet da casa PROPRIO ORA, non esiste opportunità più
grande di eBay.
Sono convinto che ti piacerebbe avere un’attività tutta tua dove TU decidi
-quando lavorare,
-quanto lavorare,
-dove lavorare,
-con chi lavorare
e ovviamente quanto guadagnare.

Queste condizioni erano concesse solo a pochi privilegiati non molto tempo fa, ma oggi grazie
a internet ed alla gigante rivoluzione del commercio su eBay, anche tu puoi godere della stessa
qualità di vita.

Se per caso credi che il successo su eBay è garantito solamente a chi ci arriva per primo o
solamente a chi è un esperto di computer, ti sbagli di grosso.

Non esiste un modo più facile ed accessibile per aumentare le tue entrate mensili.
Non mi credi?

Bene, apprezzo molto la tua prudenza, ma come può saturarsi un mercato che è diviso in oltre
20.000 categorie di articoli diversi?

Come può avere successo solo chi ci arriva per primo se AL GIORNO si registrano oltre 40.000
utenti nuovi?

Il mercato di Ebay sta letteralmente ESPLODENDO e diventa impossibile monopolizzarlo


completamente, quindi c’è spazio per tutti, sia oggi che fra 20 anni.
Cosa significa questo per te?

Significa che puoi registrarti immediatamente e incominciare a vendere oggetti a migliaia e


migliaia di clienti mirati e per di più a costi irrisori.

Un sogno per qualsiasi imprenditore intraprendente. Non hai bisogno di investire in pubblicità,
non occorre rincorrere clienti, ma vengono direttamente da te e non corri nemmeno il rischio di
fallimento per bilancio in rosso! ;)
Sembra incredibile, vero?

Eppure qualcuno sta in questo preciso istante ritirando i soldi dalla sua carta Postepay oppure
sta verificando la sua email con notifiche di pagamento da parte di Paypal!..magari il prossimo
potresti essere tu!!!

Ho verificato il fatto che in tanti dicono che è facile e veloce vendere su eBay e oggi posso
confermarlo.

E ti rendi conto che sei in possesso già del 90% degli strumenti per lavorare su eBay?

Eh, sì, ti basta un computer, un collegamento a internet e qualche importante dritta (anzi direi
fondamentale!) su come e cosa vendere.
Il prossimo passo è quindi la registrazione a eBay!

Potresti andare su www.ebay.it e cliccare su “registrati”, ma prima devi sapere alcune cose.

Nel mondo del commercio la reputazione è una delle fondamentali garanzie per poter svolgere
la propria attività a lungo nel tempo. Se vuoi apportare credibilità e fiducia agli acquirenti su
eBay DEVI salvaguardare il tuo feedback. Il feedback è il commento che l’acquirente rilascia di
volta in volta al venditore, e può essere sia positivo che negativo; e allo stesso modo si
esprime il venditore. Il punteggio del tuo feedback molto spesso DETERMINA la decisione di un
potenziale acquirente di mettere un’offerta sulla tua asta o meno perché è visibile a tutti.

Il sistema del rilascio del feedback è l’unico indicatore che permette di capire se si tratta di un
venditore serio e affidabile, ed è quindi un elemento di protezione fondamentale da eventuali
truffe.

Troppe volte leggo nei forum di eBay messaggi di persone che acquistano oggetti senza
leggere prima i feedback e poi si ritrovano a mani vuote ma con la pancia piena di rabbia!
(incredibile, ma vero)

Quindi ti consiglio sempre di verificare i feedback del venditore PRIMA di fare eventuali offerte
Se sei ambizioso e se sei intenzionato a guadagnare tanto in maniera autonoma, ti consiglio
vivamente di registrarti DUE VOLTE. La prima volta inserirai un tuo nome utente identificativo
(ID) a tua libera scelta: in questo caso non ha molta importanza quale nome scegliere perché
userai questo ID solamente per acquistare articoli (basta che non sia offensivo).
Perché?
È importante perché, come abbiamo detto in precedenza, ogni volta che compri o vendi devi
lasciare un feedback al compratore o al venditore.

Se per caso (sono casi rari) il venditore non ti manda l’articolo che hai già pagato, oppure non
sei soddisfatto per qualsiasi altro motivo, puoi lasciare un feedback negativo.

Calcola che con molta probabilità ne riceverai anche tu uno, ma ti danneggia molto meno
perché per te è molto più importante avere l’ID da venditore pulito che viene così preservato e
protetto.

Potrai inserire il nome ID da venditore nel momento che avrai già una chiara idea su cosa
vendere (consigliato) oppure puoi registrarlo subito e cambiarlo più tardi.

Attenzione. Il regolamento di eBay permette di iscriverti più volte, è sufficiente usare due o più
indirizzi e-mail diversi.

Puoi iscriverti qui: www.ebay.it e poi clicca in alto su registrati.

Questa tecnica di protezione ti darà la libertà e la tranquillità di rilasciare commenti negativi


(spero il meno possibile!) senza la preoccupazione di rovinare il tuo feedback.

A questo punto potresti chiederti:

Ma se tutti su eBay useranno questa tecnica, io come venditore rischio di ricevere più
facilmente un feedback negativo??

In parte hai ragione, ma se tu sarai un venditore onesto, veloce e serio, non correrai nessun
rischio in più. Inoltre con questo sistema i feedback dei venditori saranno ancora più veritieri,
poiché spesso succede che gli acquirenti, per paura di ricevere un commento negativo, lascino
uno positivo nonostante una parziale o totale insoddisfazione del prodotto o servizio ricevuto

Come Vendere su eBay con la Consegna Digitale

Gli e-book sono dei libri in formato digitale, possono essere scaricati subito,non hanno costi
aggiuntivi per la spedizione di conseguenza non dovremo materialmente impacchettare e
spedire gli e-book che possono essere prelevati autonomamente oppure inviati con appositi
programmi sempre in automatico.

In Italia il commercio di software e di e-book è ancora poco diffuso e a differenza dell' America
dove molte persone “lavorano da casa” traendone ottimi profitti grazie alla vendita di oggetti
digitali nella piattaforma ebay o tramite l’ausilio di siti web, su ebay.it la vendita di e-book non
è molto diffusa, infatti alla voce oggetti digitali troviamo un massimo di 350 - 500 oggetti, a
differenza di ebay.com che offre una grande disponibilità di oggetti digitali; infatti è sufficiente
inserire la voce “e-book” oppure “software” e troviamo migliaia di questi oggetti.
In Italia gli eBook piu diffusi e venduti sono di solito quelli relativi al Guadagno Online del
Centro informazioni exaurus (sembra scontato detto da me ma ti basterà fare una piccola
ricerca per capirlo ;) e si tratta di questi:

Al contrario di quello che crede la maggior parte delle persone non dovete essere maghi
informatici o avere abilità speciali per scrivere o per rivende un e-book.

In caso di acquisto

Ci sono molte guide per imparare a guadagnare, vendere, facili guadagni ecc.
Molti e-book promettono risultati immediati dopo l’acquisto, molte volte si ricevono
informazioni inutili pagate anche a caro prezzo e altre volte con una cifra irrisoria riceviamo
ottime informazioni, pertanto il mio consiglio e’ quello di non eccedere con la spesa di acquisto.

Rivendita e-book

Per vendere in formato digitale su eBay devi disporre di un Account business e soddisfare
tutti i requisiti per i venditori professionali su eBay (archiviazione partita IVA e l'offerta di
regole sulla restituzione).
Devi utilizzare il formato Compralo Subito o Oggetto del Negozio. In altre parole, non puoi
utilizzare il formato Asta on-line. Devi impostare un singolo prezzo Compralo Subito per
l'oggetto.
Devi richiedere il pagamento immediato e solo tramite PayPal , in modo che gli acquirenti
possano accedere all'oggetto immediatamente una volta acquistato.
Devi utilizzare un conto PayPal verificato di tipo Premier o Business e devi essere registrato
al programma del Codice di verifica con la carta di credito su Paypal.
Specifica un percorso per il file o un metodo di consegna alternativo per il tuo oggetto digitale.
Inoltre, devi confermare di essere autorizzato a vendere l'oggetto digitale. L'autorizzazione
deve essere valida per tutti i paesi dai quali desideri consentire l'acquisto del tuo oggetto.
Prima di mettere in vendita il tuo oggetto, vedi le regole eBay sui Media scaricabili e il
programma VeRO http://vero.ebay.it

Chiarisci nella descrizione che non stai vendendo un normale oggetto da spedire.
Gli utenti che acquistano oggetti digitali si aspettano di riceverli rapidamente perché non è
necessaria alcuna spedizione, per questo motivo fornisci un metodo di consegna efficace
(esempio, un indirizzo Web per il download di un file)

Come Acquistare su eBay risparmiando sulle Aste

Probabilmente ti sei già iscritto a eBay e hai avuto modo di farti un giro per le varie categorie
di articoli. In caso di difficoltà, puoi sempre inserire il nome dell’oggetto che cerchi (o le parole
chiavi che lo descrivono meglio) nel motore di ricerca di eBay.

Hai già la bava per qualche acquisto in asta? ;-)

È normale, ma fai attenzione perché questo impulso febbricitante potrebbe indurti a spendere
molto più di quanto, in realtà, sia stato il tuo desiderio iniziale!

Innanzitutto devi decidere quanto sei disposto a pagare per un articolo e subito dopo devi
stabilire di NON oltrepassare MAI quella cifra. Anche se non avrai vinto quell’asta, non
preoccuparti perché nel 90% dei casi lo stesso articolo riapparirà su eBay un paio di ore più
tardi.

Ogni asta ha un momento preciso di inizio e di fine. Colui che farà la offerta più alta prima
della scadenza dell’asta avrà vinto l’oggetto.

Allora, credi di essere pronto per fare offerte?

Beh, forse ci sono ancora un paio di cosette da sapere, ad esempio che il 95 % degli ebayer
commettono un GROSSO ERRORE quando fanno le loro offerte.

Come è possibile??!!?

Stai per scoprire il primo segreto delle offerte con una semplice domanda: che vantaggio hai
se metti un’offerta 5 giorni prima della fine dell’asta?

Ti assicuri per caso la vincita?


No.

Rischi per caso di attirare altre offerte e di far lievitare il prezzo di parecchio?
SI!!!

Ascoltami, quello che ti sto per rivelare è importante perchè eBay non te lo dirà MAI in quanto
perderebbe molti soldi.

Non hai NESSUN beneficio nel fare offerte da subito perché è stato ampiamente dimostrato che
più offerte riceve un’asta, più attira visitatori e quindi ha maggiori possibilità di vendere
l’articolo ad un prezzo più alto.

Interessante, no?

Questa situazione si chiama la guerra delle offerte e sarebbe buona cosa che tu la evitassi.

Il segreto sta nel fare l’offerta solamente allo SCADERE DELL’ASTA!!

L’ultimo minuto prima della fine dell’asta è quello più intenso. Tutti gli acquirenti aumentano il
prezzo finale e tu devi inserire la tua offerta proprio durante gli ultimi 30 secondi.

Negli Stati Uniti questa tecnica si chiama sniping e se vuoi vincere le aste senza pagarle
troppo, ecco cosa devi fare:

1. Clicca sull’oggetto che ti interessa e che sta per scadere;


2. Apri un’altra finestra internet (finestra del browser) sulla stessa pagina
dell’asta precedente;
3. Vai alla fine della pagina del secondo browser e inserisci la massima offerta
che sei disposto a pagare;
4. Clicca su Continua per vedere la tua offerta e sarai portato ad un’altra pagina,
ti chiederà il tuo nome utente e password, ma NON cliccare su invia;
5. Continua ad aggiornare la pagina nel primo browser per verificare il tempo;
6. Quando mancano solo 15-20 secondi clicca su invia nel secondo browser. Se
hai una connessione adsl o T1 puoi farlo anche 5 secondi prima. I secondi dipendono
dalla velocità di connessione del tuo computer.

Ora sai come fare lo sniping manualmente, ma esiste un metodo ancora più semplice e
comodo che sono i servizi di sniping.

Il vantaggio nell’usare un servizio di sniping è che puoi programmare in anticipo le seguenti


cose:

quando fare le offerte;


quale articolo comprare;
stabilire la cifra massimale che sei disposto ad offrire;

Il programma esegue per te lo sniping anche se hai il computer spento e addirittura anche
mentre dormi!

Ecco l’unico servizio di sniping in italiano:


www.auctionsniper.com
Puoi avere 3 sniping gratis, gli altri sono a pagamento.

Inoltre esistono programmi, scaricabili su internet e installabili su pc, che fanno la stessa cosa,
ma non tutti sono affidabili.

Nonostante questa tecnica sia molto efficace, è naturale che verrà usata da sempre più utenti
su eBay con la conseguenza che comunque l’offerta piu’ alta avra’ la meglio...quindi se hai gia’
in mente un prezzo massimo..inserisci quello ed aspetta la fine dell’asta senza stressarti gli
ultimi secondi di un’asta.

Il Segreto delle Offerte di eBay

Questo secondo Segreto sulle Offerte, puoi praticamente considerarlo come un buono
sconto del 30% su qualsiasi acquisto su eBay perché è la minima percentuale di denaro che
risparmierai su ogni oggetto comprato.

Provalo appena puoi!

L’eccezione della regola vale se ti ritrovi a desiderare un articolo dove il prezzo sale come a
Wall Street a causa di ebayer quasi ipnotizzati dal voler vincere l’asta a tutti costi!!
In questo caso la guerra delle offerte è inevitabile, anzi è già in atto. Meglio ritirarsi?
A meno che il budget che hai stabilito di spendere per l’oggetto non sia stato ancora superato,
SI.

Ma se il prezzo finale si avvicina molto al tuo budget nonostante il primo segreto delle offerte,
qualche volta puoi rischiare di perdere l’asta.
È proprio qui che diventa di inestimabile valore il secondo segreto delle offerte.

Una volta mi è capitato su eBay USA di voler comprare un dvd. Ormai ero già a conoscenza
del primo segreto, quindi con l’acquolina in bocca, assaporavo già la vittoria e confermai la mia
offerta durante gli ultimi 10 secondi.
..ma niente da fare, ho perso. Niente di male, vero?
Sì, ma non se perdi l’asta per un misero centesimo!!!!
Hai capito qual è il secondo segreto delle offerte. Si chiama la tecnica del centesimo e
basta seguire i 6 passi del primo segreto delle offerte e poi alla fine, se il tuo budget è di 20.00
euro, aggiungi ancora un centesimo.

Ma attenzione!
Potrebbe capitarti che ci sia anche qualcun altro che usa la stessa tecnica e in quel caso tu devi
sempre giocare di anticipo! Inserisci un’offerta di 20.02 o 20.03 per aumentare ancora di più la
possibilità di vincita. ;)
Non tutti i servizi automatici di sniping permettono di usare la tecnica del centesimo, ma quello
in italiano ( www.auctionsniper.com ) è abilitato per inserire offerte con centesimi.

L’Importanza del Negozio e come Gestirlo

95% degli utenti eBay hanno aperto un negozio per poter organizzare al meglio le proprie
inserzioni, le proprie modalità di pagamento, di spedizione, ecc.... La forma BASE di un
negozio (la più gettonata vista l'economicità delle tariffe) è perfetta anche per un venditore
professionale!!!

Come aprire un negozio:

Vai su http://stores.ebay.it/ e clicca a destra su "APRI UN NEGOZIO" (il pulsante arancione)

Segui le istruzioni che ti vengono fornite passo passo da eBay e completa l'opera inserendo già
qualche inserzione.

Attenzione a quando cliccate sul formato di vendita per l'apertura di un'inserzione: se


selezionate OGGETTO DEL NEGOZIO l'articolo avrà si durata più lunga, ma meno visibilità.

Come gestire il negozio:

Il negozio ha tantissime funzionalità: puoi addirittura creare nuove pagine come preferisci
(solo testo, testo + immagini, inserzione in evidenza, ecc....), decidere quali di quelle pagine
personalizzate mettere come homepage, segnalare i tuoi periodi di assenza in vacanza e molto
altro...!

Clicca sulla Home del negozio (l'icona della porta rossa accanto al tuo ID utente) e scorri poi la
pagina fino in fondo: vai sul link VENDITORE, GESTISCI IL NEGOZIO.

Ora devi solo sbizzarrirti col creare nuove pagine, nuove funzionalità, i volantini da
distribuire...

SONO TROPPE LE FUNZIONALITA' DA ELENCARE MA E’ FONDAMENTALE ESPLORARLE


TUTTE!

A questo riguardo, esistono oggi dei servizi, che permettono la gestione da parte di terzi, della
gestione di un Negozio professionale, delle vendite, e delle Inserzioni, tramite gestione di
Negozi eBay in Franchising chiavi in mano come questo gestito direttamente da me:
Il Segreto della Pubblicità Quasi Gratuita

Questo Capitolo ti darà in realtà una DUPLICE opportunità: avere una forma alternativa di
GUADAGNO SENZA praticamente far nulla (dovrai soltanto visitare dei siti internet) e farti
ottenere una GRANDE visibilità per il tuo Negozio eBay.

Per prima cosa ti consiglio di creare un ReDirect per il tuo negozio eBay. In questo modo avrai
un vero e proprio indirizzo Internet invece di usare quello predefinito eBay. Un ottimo redirect
gratuito lo trovi su www.135.it

Un esempio della sua funzionalità?


http://stores.ebay.it/Centro-Informazioni-exaurus
www.centroinformaizoni.135.it

Quale ti piace di piu? ;-)

La prossima cosa da fare dopo la creazione del proprio indirizzo di riferimento, è cliccare in
questo Sito Internet: ADBUX.ORG

Questo sito è fondamentale per ricevere 100 Visite in poco tempo nel proprio negozio (io
stesso lo uso regolarmente).

Ma andiamo a scoprire cos’è è come funziona.

AdBux è una una società che pubblicizza siti internet allo scopo di renderli piu visibili. Molti siti
fanno gia questa cosa, ma questa nuova società offre anche la possibilità di guadagnare
visitando i siti che pubblicizza. Tu ti iscrivi, i dati che ti chiedono sono una username,una
password e paypal per RICEVERE i pagamenti (che avvengono ogni 5 dollari maturati).
Con i dati accedi al tuo pannello di controllo dove trovi una lista di siti internet. Ne clicchi quanti
ne vuoi, ( quindi tutti ;-), e guadagni per ogni sito visitato. Quando apri un sito si apre anche
un countd-down di 15 secondi:
quando arriva a 0 puoi chiudere il sito e passare al successivo perchè i soldi
sono gia stati accreditati e puoi andare immediatamente a verificare tutto in tempo reale.
Devi aprirne uno alla volta.
Di siti da cliccare ce ne sono moltissimi, bisogna controllare ogni giorno perchè ne appaiono di
nuovi in blocchi e ne spariscono altri, è un continuo movimento. Comunque morale: guadagni
per ogni sito. In piu guadagni il 100% in piu per ogni tuo referral (utente ke fai iscrivere),
quindi con un referral i guadagni sono gia duplicati, con 2 referral sono triplicati e cosi via.
Il link per l'iscrizione è questo: ADBUX.ORG
Nota infine che il payout è molto basso, e si raggiunge davvero in fretta.
Anche fare nuovi referral è semplicissimo perchè puoi capire quanto sia facile
trovare persone che vogliono guadagnare senza investire un solo misero euro!

Ok hai imparato un utile metodo di guadagno: Ma come posso farlo diventare anche
un metodi di pubblicità?

Semplice, facendo diventare il tuo Negozio eBay uno di quei siti cliccati (tieni presente che molti
italiani lo usano quindi non avrai problemi, ma se nella tua pagina iniziale del negozio, scrivi
due righe in Inglese, ed effettui spedizioni in tutto il mondo, vedrai aumentare le tue vendite
MOSTUOSAMENTE)

Tutto quello che dovrai fare sarà cliccare su ADVESTISE e compilare il seguente modulo:

Your PayPal Name: Il tuo nome di registrazione su PayPal


Your PayPal E-mail: Il tuo indirizzo PayPal per acquistare le visite
Choose Plan: Sceglieremo il numero di visitatori acquistati. Pensa, 100visitatori costano
SOLTANTO circa 3 EURO. Un ottima pubblicità per la nostra Struttura eBay.
Site URL (include http://): l’indirizzo del tuo negozio eBay con il tuo redirect: (ad esempio
http://www.centroinformazioni.135.it)
Site Title/Description (80 chars max): una breve descrizione che invogli il tuo visitatore a
cliccare (puoi farla in italiano tranquillamente ma in inglese è meglio ovviamente)
Site Category: Sceglieremo Shopping & Spendine
Please copy the security code: dovrai semplicemente copiare il codice che vedi.
Clicca su Pay Now per pagare tranquillamente con PayPal

Come vedi questo sito è ottimo ed ha un duplice scopo: Guadagnare qualcosina subito, ma
soprattutto a lungo termine investire quei pochi euro per portare centinaia di persone nel
proprio negozio, da TUTTO il mondo.

Buon lavoro… e buon guadagno ;)

Quali Prodotti Vendere

Ecco una domanda di interesse generale:


“Con che prodotti mi consigli di partire avendo un budget tra i 350-600 mensili senza
voler avere grossi volumi di vendita?”
Innanzitutto suggerisco prima di porsi delle domande diverse e chiedersi:

"Cosa mi piacerebbe vendere?"


"Di cosa sono appassionato?"
“A chi o a quale nicchia di mercato voglio vendere?”

E poi cimentarsi con la ricerca di mercato.


È importante verificare sempre il mercato, perchè sulla strada del successo si possono trovare
ostacoli con problemi da risolvere, delusioni e qualche volta si possono perdere anche dei soldi,
soprattutto se si lavora malvolentieri e con fatica, mentre invece se stai trattando un prodotto
che ti piace, puoi avere molta più facilità ad affrontare le eventuali sfide che ti vengono
incontro.

Torniamo alla domanda su come partire avendo un budget di 350-600 euro mensili senza
impantanarsi con grossi volumi di vendita.

Esistono due modi per evitare grossi volumi di vendita: il primo consiste nell’inserire poche
aste alla volta e il secondo modo consiste nel vendere pochi oggetti di alto valore (p.es.
automobili) o di difficile reperibilità (p.es. collezionismo).
(Ricordo comunque che il guadagno su eBay è più facile realizzarlo con grossi volumi di
vendita.)

Comunque dalla domanda di origine posso dedurre che si desideri iniziare con un guadagno
non altissimo oppure che sussista la difficoltà o l’impossibilità di seguire grossi volumi di
vendita.

Ad ogni modo se p.es. 500 euro di budget mensili, sembrano pochi, prova ad immaginare di
vendere i tuoi prodotti aumentando il margine di profitto:
esempio, se hai comprato un trenino da modellismo per 50 euro, per guadagnare il 50% del
tuo investimento devi venderlo a 75.
Se vuoi realizzare il 100% di profitto, devi venderlo a 100 euro, e così via.

In questo modo il mese successivo potresti avere un budget più alto da re-investire!

Il 50% di margine di profitto dovrebbe essere la media, ovvero l’obiettivo di guadagno su ogni
oggetto venduto. Se il tuo margine di profitto è più basso dovresti avere un grosso volume di
vendita che avrebbe come conseguenza un investimento maggiore di lavoro e di tempo.
Ovviamente vanno considerati i pro e i contro di ogni azione.

Per quanto riguarda la gestione dei tuoi volumi di vendita ti consiglio di iscriverti al Gestore
delle Vendite Plus e alle Analisi delle Vendite Plus dove tutto diventa più facile perché puoi
automatizzare gran parte del tuo lavoro.

La fonte di Guadagno “nascosta” di eBay

Lasciami cominciare dicendo che eBay realizza denaro praticamente su tutto !


Fanno soldi quando un Venditore lista un oggetto in Asta, e guadagnano quando una
commissione quando un oggetto viene venduto.

Sto per mostrarti come realizzare il 40% delle commissioni eBay, su ogni asta a cui decidi di
fare riferimento e si conclude con la vendita!

E’ importante come primo punto sapere che le aste piu alte forniranno una maggiore
percentuale per te. Questo puo sembrare ovvio ma vale la pena ricordarlo.

Capito questo, dai un’occhiata alle aste che promuovo regolarmente ...

Aste Fiat

Aste DvD

Aste Anelli con Diamante

Aste Cellulari

Aste Abbigliamento

e cosi via ... puoi fartene un idea !!

Noterai che questi esempi sono di articoli generalmente molto richiesti e che terminano con un
valore economico quasi sempre ottimo ...
Questo significa che riesco ad ottenere una piu grande percentuale su quello che eBay prende
!!

Una volta che ti mostro come eliminare il 40% di quello eBay fa , devi soltanto capire quali
oggetti promuovere che possono portarti ad avere una piu alta percentuale possibile!

Puoi tranquillamente promuovere anche le aste con un valore piu piccolo per attrarre piu
acquirenti, per poi sperare che vincano anche oggetti piu costosi.

Andiamo ad analizzare insieme il Sistema...

Qui troverai gli unici programmi di cui hai bisogno per far funzionare questo Sistema ...

Per primo, registrati al Programma di Affiliazione eBay americano

(In eBay Italia non è ancora prevista una commissione sulle vendite ma solo sulle iscrizioni)

Nota: eBay ha cominciato recentemente ad usare Commission Junction come azienda patner
per I loro affiliati, quindi dovrai registrarti anche li. Anche se il programma è in Inglese non
preoccuparti, anzi puo essere un vantaggio in quanto non avrai mai una altissima concorrenza
e in questo manuale spiego passo passo il processo di registrazione in fondo a questa pagina!
*

Secondo, dovrai prendere familiarità con l’Ebay Flexible Destination Tool.


Questo programma serve per reindirizzare tramite un link I tuoi acquirenti alle inserzioni che
TU scegli (come la mia ad esempio!)
Devi solamente inserire il tuo PID number di CJ (è il numero che si trova nel tuo link di CJ,
compare ogni volta che esegui il Log In nella tua barra degli indirizzi), la pagina dove vuoi che i
tuoi visitatori vadano, e il testo del messaggio che comparirà.

Terzo, puoi cominciare ad attirare gli ospiti nelle inserzioni che deciderai di promuovere!

Lascia che ti mostri un esempio su come funziona praticamente tutto questo ...

Esempio
Recentemente ho inserito un messaggio sul popolare sito di annunci gratuiti
www.vivastreet.alice.it

Il titolo era "Metto in asta un favoloso anello con diamante, ottimo regalo per Natale ...
Offerta Base SOLO un cent ... inviatemi EMAIL per info."

All’interno erano contenuti la descrizione e la foto (entrambi presi dall’inserzione che stavo
promuovendo)

Le email sono cominciate a piovere, in quanto gli articoli regalo per natale sono un tema CHE
TIRA in questo periodo!

Quando rispondo, di solito uso una risposta preordinata dicendo che l’oggetto è disponibile
tramite il link . (e aggiungo quello che mi ha fornito eBay ovviamente).. "Grazie per avermi
scritto puoi trovare altre mie offerte interessanti a un centesimo su ..." e inserisco un
secondo link contenente una pagina di ricerca sempre creata con l’Ebay Flexible Destination
Tool, contenente TUTTI gli anelli con diamante.

Pensa che puoi usare il flexible destination tool per promuovere QUALSIASI PAGINA pagina
di eBay **

Puoi farlo su QUALSIASI SITO o FORUM tu conosca che accetti annunci del genere (hai idea di
quanti ce ne sono su Internet??)
Per esempio, puoi promuovere, articoli da collezione se ti va.

O magari puoi promuovere Fotocamere Digitali nuove o usate se pensi possano essere un buon
business!

O magari ti piacerebbe promuovere qualche Cd Musicale ?

Qualsiasi cosa tu decida di promuovere, guadagnerai denaro quando un offerente che entra
tramite i tuoi link acquista o vince un asta!

E spesso nemmeno importa molto se l’offerente a cui faccio riferimento vince l’asta!

Spesso dirigo I miei link degli annunci o dei miei siti Internet direttamente alla Home Page di
eBay cosi che la persona puo comprarsi quello che vuole.

E la parte piu bella di tutto questo, è che eBay rintraccerà il vostro ospite fino a 45 giorni in
modo che anche se oggi non vincerà una determinata asta, potete stare tranquilli di ricevere
una commissione se acquisterà qualsiasi oggetto entro 45 giorni dalla volta che l’avete fatto
entrare !!

Inoltre, se ospitate qualcuno che non è registrato su eBay e quella persona si crea un account,
guadagnerete fino a 10,00 € per la sua registrazione al di fuori del suo eventuale acquisto!!

** Attenzione ... Non si possono promuovere le proprie inserzioni!!


eBay bloccherà la vostra affiliazione se lo fate.
E vi assicuro che riescono a capirlo.
Sono un azienda da un miliardo di dollari con software avanzati che permettono di tracciare
qualsiasi vostro comportamento scorretto in questo senso !!

Come hai potuto vedere, è veramente facile realizzare un enorme profitto con questo metodo!

Ti basta registrarti come affiliato e cominciare a guidare tramite qualsiasi sito o forum adatto,
le persone interessate a una qualunque asta e ce ne sono milioni su eBay che proprio ora sono
on line.

Tutte le aste vanno bene tranne le proprie.

E non essere spaventato di indirizzare I tuoi ospiti su inserzioni dei tuoi concorrenti se ne hai.
Ti basta ricordare che guadagnerai dei soldi se uno dei tuoi 'click' vince un asta.
In questo caso quindi tu vuoi che la tua concorrenza abbia successo;) !!

Io stesso guadagno regolarmente con la mia concorrenza !!

Come riconoscere ed evitare le Truffe su eBay

Credo che eBay sia un luogo dove si possono fare dei buoni affari ma che nessuno a questo
mondo regali nulla. Quando l’affare è troppo buono divento sospettoso e penso che magari sto
per prendere una buona fregatura... allora cerco di essere prudente.

LEGGO GLI ULTIMI FEEDBACK E ANCHE I PRIMI


Prima di fare un’acquisto leggo gli ultimi feedback che il venditore ha ricevuto e anche i primi.
Ho visto venditori che avevano ricevuto i primi 100 feedback in 3 giorni, acquistando o
vendendo ebook che costavano 0,01 euro e che servono solo per fare feedback. Di solito sono
feedback in inglese (un italiano con 100 feeback in inglese mi puzza) oppure sono del tipo
<<::S::>> <<::T::>> <<::A::>> <<::R::>> <<::S::>> e poi sono tanti (troppi) in poco
tempo...
VERIFICO DA QUANTO TEMPO L’UTENTE E’ ATTIVO
Penso che i truffatori agiscano pochi mesi dopo aver aperto l’account e che difficilmente
aspettino un anno prima di attivare le truffe. Un venditore serio che in 2/3 anni si è costruito
una rispettabilità ricevendo 3/400 feedback, difficilmente si “venderà” per un centinaio di euro.

GUARDO ANCHE I FEEDBACK CHE IL VENDITORE HA LASCIATO


Se vedo che un venditore ha ricevuto 500 feedback ma ne ha lasciati solo 300 agli altri utenti,
penso che tenda a dimenticare troppo in fretta i suoi clienti ...penso che se non trova 10
secondi per lasciare un feeback (anche standard, del tipo “tutto ok, grazie per il suo acquisto”)
difficilmente troverà 10 minuti per risolvere un problema con l’oggetto che acquisterò.

PRIMA DI PAGARE CERCO INFORMAZIONI SUL VENDITORE


Quando vi siete aggiudicati un oggetto ricevete da eBay una mail con i dati del venditore.
Andate su Google e fate una ricerca digitando il suo “nome cognome” tra virgolette...
Nel febbraio 2006 avrei dovuto pagare 399 euro per un Nokia (che in negozio costava il
doppio) ricaricando la postepay di una signorina dal nome strano. Da google era venuto fuori
che quello era il nome di una pornostar russa e ho ritirato la mia offerta; pochi giorni dopo
quell’utente veniva cancellato da eBay e sul forum cominciavano ad apparire le lamentele dei
truffati

PER POCHI EURO PREFERISCO I VENDITORI ITALIANI


Se acquistando un oggetto in Cina risparmio 3 euro, preferisco comprarlo a Milano: il viaggio è
più breve e magari è più facile che non si rovini durante il tragitto. Ricordatevi che secondo
l’articolo 1510 del codice civile, la merce viaggia sempre a rischio e pericolo dell’acquirente.

GUARDO MOLTO ATTENTAMENTE L’INSERZIONE


Io leggo con attenzione quello che il venditore scrive (cover per Nokia 9500 non significa cover
ORIGINALE per nokia 9500) e cerco di cogliere tutti i dettagli, le sfumature.
Non mi fido dei venditori che non fanno una foto all’oggetto che vendono; di quelli che vendo
un nokia 9500 e ti mettono la foto presa dal sito Nokia (bella e senza sfondo). Penso sempre
che potrebbero anche non avere quello che vorrebbero farmi comprare

NEL DUBBIO MANDO UNA E-MAIL


Mai all’indirizzo che eventualmente compaia nell’inserzione, ma sempre cliccando su “contatta
l’acquirente” ...in questo modo il venditore riceve una email sul “mio eBay” e anche nella
casella di posta che eBay ha già verificato. A volte capita che un truffatore riesca ad accedere
all’account di un ebayer ignaro ma difficilmente riesce anche ad intercettare la sua posta.
E poi un venditore che risponde (velocemente) è certo meglio di uno che ignora i suoi clienti.

VOGLIAMO PARLARE DELLE ASTE DI UN GIORNO?


Non dico che tutte nascondano qualcosa, ma dico che è strano non voler utilizzare tutto il
tempo che è concesso da eBay... maggiore è il tempo che un oggetto rimane in vendita e
maggiori sono le persone che possono vederlo e quindi fare un offerta. Perchè svendere un
LCD in 24 ore?

PREFERISCO LE SPESE DI SPEDIZIONE CHIARE


Se un venditore non specifica chiaramente i costi di spedizione divento diffidente e penso che
magari è poco serio. Poi divento diffidente con quei venditori che mettono spese di spedizione
troppo alte solo per fregare eBay e non pagare le commissioni... penso che se vogliono fregare
eBay magari potrebbero anche pensare di fregare me.

La creazione della prima Inserzione

Questo capitolo contiene utili consigli per vendere i tuoi oggetti in sicurezza,
soddisfando entrambe le parti.
E' rivolta soprattutto a chi si accinge ad effettuare la sua PRIMA VENDITA.

Se hai oggetti che non usi più e ritieni che forse potrebbero in qualche modo essere ancora utili
a qualcun altro, allora è il momento di metterli in vendita su eBay. Forse già ci avevi pensato,
ma ti sei chiesto:"Come si fa?"

Intanto premetto che eBay, fra l'altro, mette a disposizione una semplicissima procedura
guidata di messa in vendita; quindi, niente di più semplice.

Non parlerò di prezzi che possono variare nel tempo e che comunque mentre mettete in
vendita il vostro oggetto li trovate ben chiari nella procedura guidata di eBay.

Ecco un elenco di suggerimenti da seguire:

1. Leggi prima di iniziare a vendere il più possibile; chiarisciti ogni dubbio consultando il
regolamento di eBay, i Forum dove gli utenti mettono a disposizione le proprie
esperienze, leggi le guide (magari le mie).... Ciò che tu sai ti tien largo dai guai, ciò
che tu ignori ti tien stretto ai dolori.
2. Registrati come venditore; a tale scopo puoi inserire i dati della tua carta di credito,
oppure utilizzare il servizio postale, a mezzo del quale ti verrà inviato un codice da
inserire per diventare utente verificato.
3. Assicurati che l'oggetto che stai per vendere sia consentito da eBay e che tu goda
dei diritti per venderlo.
4. Ora sei pronto.
5. Procurati una o più foto del tuo oggetto. L'immissione della prima foto (400x300 pixel)
è gratuita; l'inserimento di altre foto è a pagamento, così come il formato gigante. La
foto deve ben descrivere l'oggetto, deve essere nitida e soprattutto deve far capire
che è il tuo oggetto, che lo hai effettivamente. Non utilizzare foto da internet o da
rivista; usa le tue.
6. Scegli un titolo accattivante, magari prendendo spunti tra le altre inserzioni simili; dal
titolo uno decide se entrare nella tua pagina, per cui devi essere convincente e devi
mettere le parole giuste che permettono di trovarlo facilmente. Fai lo stesso per
decidere la categoria dove meglio venderlo, prendendo spunto dalle altre inserzioni.
7. Crea una descrizione chiara e completa, mostrando non solo i pregi, ma anche i
difetti. Questi in genere non allontanano gli acquirenti; anzi così facendo guadagni la
loro fiducia. Dopotutto se l'oggetto è graffiato, macchiato, bucato... perchè
nasconderlo? Tanto quando l'acquirente lo riceve se ne accorge da solo, e poi
cominciano i dolori. Patti chiari....
8. Metti ben chiari i costi di spedizione. Questi devono comprendere gli effettivi
costi: l'affrancatura, i materiali come lo scotch, la scatola, eventuali stampe... Stai
però attento a non renderli troppo alti, poichè allontanano gli acquirenti. Cerca di
mettere più possibilità, soprattutto inserisci spedizioni tracciabili (come la
raccomandata o il pacco celere) e nella descrizione informa che chi opta per spedizioni
non tracciabili (più economiche), lo fa a proprio rischio e pericolo. Offri poi
anche l'assicurazione come scelta facoltativa (vedi la mia guida sulle spedizioni).
Uomo avvisato....
9. Scegli il formato di vendita che più si addice all'oggetto e alle tue esigenze. Esiste la
normale "asta" (anche se eBay la definisce altrimenti, io la chiamo così per
intenderci), ma anche il "compralo subito".Con l'asta sai in anticipo l'ora esatta in cui
ci sarà, se ci sarà, il vincitore per regolarti approssimativamente sul giorno in cui
dovrai fare la spedizione; non conosci però in anticipo il prezzo finale, per cui potresti
svenderlo o magari no. Con il compralo subito per tutta la durata dell'inserzione in
ogni istante potrà esserci l'acquisto, quindi ti puoi regolare di meno sulla spedizione;
hai però il vantaggio di conoscere in questo caso già il prezzo finale di vendita, se
vendita ci sarà. Esistono però delle opzioni in merito; ad es. con l'asta puoi vendere
l'oggetto a partire da un prezzo di partenza minimo che decidi tu; naturalmente
più è alto e più paghi l'inserzione e meno acquirenti attiri. Per questo c'è il prezzo di
riserva per l'asta; parti da un prezzo basso per attirare persone, ma vendi l'oggetto
al prezzo che preventivamente hai deciso, senza doverlo svendere; naturalmente è un
servizio che paghi. Per il compralo subito c'è poi la proposta d'acquisto; metti un
prezzo compralo subito; se l'acquirente lo trova alto ti fa una proposta che sei libero di
accettare o meno o fare una controproposta; naturalmente il numero di proposte per
ogni acquirente è limitato, per cui se le rifiuti tutte, poi se è ancora interessato deve
per forza comprare col compralo subito; ciò per scoraggiare le proposte "indecenti" o
meglio indicibili. Naturalmente puoi vendere anche combinando asta e compralo
subito.
10. Raccomandazione importante: se hai pochi Feedback, non mettere in vendita i tuoi
oggetti a partire da prezzi bassissimi. Normalmente i prezzi con cui si concludono le
inserzioni sono direttamente proporzionali al numero dei feedback che ha il venditore.
Per questo motivo, se hai meno di 10 feedback (ma sono ancora pochi per oggetti di
valore) metti in vendita a partire dal prezzo da cui sei disposto a cedere l'oggetto,
oppure utilizza il prezzo di riserva. In caso contrario, il rischio è di svendere
fortemente il proprio oggetto. Ricordati che su eBay chi fa un'offerta è tenuto ad
acquistare quell'oggetto, mentre chi mette in vendita l'oggetto si impegna a venderlo
appunto, come da regole.
11. Oltre la tariffa d'inserzione ci sono i costi delle opzioni di vendita: foto in galleria,
sottotitolo, evidenziatore, grassetto, più foto, prezzo di riserva... Questi costi vengono
addebitati anche se non vendi l'oggetto; se poi lo vendi, in base al prezzo finale hai
spese ulteriori in addebito, appunto le cosidette commissioni sul valore finale di
vendita!
12. Nell'inserzione indica chiaramente quali tipi di pagamento accetti, ricordandoti quelli
proibiti, come la postepay, che ti fanno annullare l'inserzione su segnalazione.
Venduto l'oggetto, contatta l'acquirente; dagli spiegazioni, mostrati disponibile,
magari vuole fare, vuole pagare, ma si trova in difficoltà per inesperienza, nonostante
la tua impeccabile e minuziosa inserzione. Non aprire quindi subito una controversia
per oggetto non pagato, e non lasciargli istantaneamente un feedback negativo; prima
cerca sempre una soluzione con il dialogo, e poi se proprio non c'è nulla da fare
procedi come meglio credi.
13. Se non vendi l'oggetto al primo tentativo, rimettilo in vendita, magari cambiando
titolo, descrizione, categoria, prezzo... nel caso, e ripeto solo nel caso, in cui dovessi
vendere al secondo tentativo l'oggetto, ti verrebbero riaccreditate le tariffe
d'inserzione della rimessa in vendita, ma non le opzioni di vendita.
14. Spedisci solo dopo che hai effettivamente riscosso il pagamento con il metodo
concordato e spedisci nella modalità che l'acquirente ha scelto e pagato. Se paga una
raccomandata, non spedire mai con prioritaria; l'acquirente potrebbe aprire una
controversia contro di te per oggetto non ricevuto, non solo nel possibile caso che
andasse perso durante il trasporto, ma anche nel caso in cui, pur avendo ricevuto
tutto, dovesse negare di aver ricevuto il pacco. Come potresti dimostrare di aver
spedito? Lui ti direbbe di mostrargli il codice per la tracciatura di cui non
disporresti. Spedisci con un metodo non tracciabile solo se ti viene espressamente
richiesto, se no tutelati e conserva le ricevute. Puoi anche spedire prima che ti venga
pagato, ma ti consiglio di farlo con contrassegno, da utilizzarsi però solo per cifre alte,
poichè è piuttosto costoso. Se ha scelto una spedizione tracciabile, comunicagli anche
i codici per la tracciatura, così tramite internet può monitorare la propria spedizione e
stare più tranquillo in caso di eventuali ritardi.
15. Ricevuto l'oggetto, chiedigli se è soddisfatto. In caso affermativo puoi lasciare il
feedback, ma ti consiglio di farlo solo dopo aver ricevuto il suo; non si sà mai, magari
poi lui se ne dimentica o chissà cos'altro ancora. Se ci sono problemi, cercate insieme
di risolverli e di concordare una possibile soluzione venendovi incontro a vicenda,
sempre dialogando appunto. Scambiatevi e-mail, numeri di telefono... Se proprio poi
non si può far niente, allora si procederà con la solita controversia, feedback negativo,
insomma come uno meglio crede.
Come crearsi il proprio Mercato

Adesso parliamo della RICERCA DI MERCATO che rappresenta la base del tuo successo su eBay
o per qualsiasi attività online o offline.
La ricerca di mercato deve innanzitutto saper rispondere con chiarezza alla seguente
fondamentale domanda:

Cosa vuole le gente?

La prima cosa che devi imparare è come cercare un oggetto. La maggioranza di utenti
inserisce una parola o un titolo nel motore di ricerca interno di eBay e poi su una sottopagina
appare la lista di tutti gli oggetti che avevano nel titolo la parola chiave.
Per es. scrivo la parola orologio e eBay mi visualizza 2047 aste con la parola orologio nel titolo.
Non è male.
MA, se clicco su quella piccola casella, che si trova su tutte le pagine di ricerca (tranne che
sulla homepage) sotto lo spazio per l’inserimento delle parole chiave, che si chiama Cerca nel
titolo e nella descrizione, mi appaiano ben 5071 aste con orologi!
Se devo spiare i venditori, ovvero la concorrenza, è vitale conoscere TUTTE le attività su eBay
con orologi.
La casella che ho menzionato ti permette di trovare tutte le aste che contengono la parola
orologio sia nel titolo sia nella descrizione dell’oggetto. Se non sei mai stato su eBay,
immagina il titolo dell’asta come il titolo di un articolo su un giornale, mentre la descrizione
dell’oggetto comprende il prezzo, il modello, caratteristiche, tempi di consegna, il colore, ecc.
Ricordati, soprattutto nel capitolo successivo, quando parleremo di come creare un titolo
accattivante per l’asta, che non bisogna mai contare sulla ricerca con la casella perché oltre
l’80% di ebayer non la usa, quindi è meglio sfruttare il titolo con il maggior numero di parole
chiave possibile.
Passiamo ora alle strategie avanzate di ricerca..
Sulla homepage di eBay oppure sulle sottopagine trovi sempre il link ricerca avanzata.
Sulla pagina che si apre puoi spiare in svariati modi, ma prendiamo in considerazione soltanto
quello più importante:

Per venditore.

Basta scrivere il nome utente che ti interessa e eBay ti mostrerà tutte le inserzioni del
venditore in atto e anche quelle già SCADUTE.
Questo per te significa che puoi capire:
- il valore medio dell’oggetto,
- i titoli dell’asta più usati quindi i più efficaci,
- in quale categoria vende,
- quali e quante fotografie usa,
- quante informazioni offre nella descrizione,
- quanto costa di media la consegna, ecc.

Lo spionaggio ti mostrerà esattamente come costruire un’asta e potrai calcolare il tuo margine
di guadagno.
Puoi anche fare l’inverso: prova la ricerca secondo gli acquirenti. mentre prima spii i venditori,
ora prova a osservare cosa stanno comprando oppure cosa HANNO comprato gli utenti su
eBay.
Non è mai stato così facile capire cosa vuole la gente.

Trovare Merce Sotto Costo per Rivenderla

Ci sono due ottimi metodi per trovare merce sotto costo:

Acquistare dalle Aste Fallimentari o trovare Stock di Merce.


Aste Fallimentari

L’anno scorso sono cambiate molte cose in tema di aste fallimentari giudiziarie.
Nel senso che prima colui che aveva la concessione per gestire un asta giudiziaria IVG ( istituto
vendite giudiziarie ) ( di solito si trova una in ogni provincia ) sequestrava la merce di privati e
aziende per i quali un giudice aveva dato direttive di sequestro, metteva in vendita la merce
quando il giudice ne dava l'autorizzazione :
1) prima volta a prezzo di stima ( valore pieno ) ( PRIMO ESPERIMENTO )
2) Passato un determinato periodo -50% della stima ( SECONDO ESPERIMENTO )
3) Passato un determinato periodo : base d'asta ZERO ( migliore offerente ) ( TERZO
ESPERIMENTO )

Qui si facevano ottimi affari.

Oggi invece è cambiato tutto e nemmeno i curatori, i giudici e i concessionari degli IVG ne
capiscono molto, ma non si arriva più al prezzo base zero.
A Ogni ESPERIMENTO viene abbassato un 30% e poi il prezzo si blocca al 30% del valore di
stima. Se non viene venduto prima o poi torna al proprietario del bene. Questo se viene messa
in pratica la normativa così com'e' ma ancora molti IVG praticano la vecchia normativa e si può
comprare anche a base zero.
Se c'è poca gente fate buoni affari!

In definitiva è possibile ancora fare buoni affari.

Ecco il ilsito ufficiale delle aste IVG. http://www.ivgonline.it/

Selezionando la vostra zona e poi scaricando il bollettino ( che obbligatoriamente le aste


devono pubblicare periodicamente ) vedrete la lista della merce in vendita e il prezzo base
d'asta dal quale si parte.

Per partecipare non serve nulla. Potete comprare sia da privati che da azienda con partita iva.
Quando vi recate sul posto ( presso la sede degli IVG o dove è conservato il bene ) partecipate
senza registrarvi ad alcun asta, alzate la mano e offrite. Se vi aggiudicate qualcosa vi verrà
chiesto un documento e finite tutte le aste del giorno dovrete pagare ( IN CONTANTI ) e
portarvi via l'oggetto o gli oggetti.
In questo periodo si trovano molti stock di profumeria e abbigliamento quindi datevi da fare.
Nella zona di Bologna / Emilia si trovano molti stock di elettronica e audio video.
Nel sud ci sono molte automobili e nel nord si trovano molti stock di editoria, informatica e
abbigliamento.

Stock di Merce

Nella mia carriera di eBayer ho iniziato a vendere su internet per gioco. Ora gestisco diversi
negozi e ho diversi account che gestisco conto terzi come assistente alle vendite.
Il miglior modo per iniziare è sicuramente vendere ciò che si ha in casa ormai inutilizzato, ma
ben presto quando questa merce superflua svanisce, volendo continuare ad ottenere un
guadagno è necessario trovare merce a buon prezzo.

In Italia, ma così in tutto il mondo, ci sono persone che si adoperano per trovare merce a buon
prezzo per conto di altre persone commercianti.
Queste persone si chiamano : Procacciatori d'affari, mediatori d'affari, intermediatori
commerciali, brocker di commercio, stockisti, rilevatori fallimentari, ecc.

Questi individui, inviano periodicamente a coloro che ne fanno richiesta, le informazioni sulla
merce che hanno reperito.
In molti casi è possibile ottenere stock e lotti di merce a prezzi decisamente bassi.

Ovviamente difficilmente troverai firme come Prada, Armani, Valentino o Dolce & Gabbana, ma
comunque potrai trovare merce pronto moda ( cioè senza una griffes famosa ).
Esistono poi gli stock e i lotti di merci presenti su eBay.
Puoi dare un’occhiata se vuoi anche al servizio di Stock che io stesso offro:

In questi casi è possibile guadagnare e anche molto su EBAY.


Chi da gioco vuole passare a lavoro può farlo quindi:
E' sconsigliabile invece mettersi a fare concorrenza a un mercato ormai saturo, come il Drop
Ship o drop shipping = Vendere per conto di altri merce che ti rende una piccola percentuale.
Questo perchè è vero che si occupa di tutto un altra persona, ma è anche vero che le spese di
inserzioni e commissioni te le assorbi tu e calcolando gli invenduti alla fine non ti rimane niente
e la persona che ti ha dato merce da vendere senza comprarla ha venduto guadagnando ( e tu
no, ma questo lo analizziamo piu tardi ).

Compra e vendi se vuoi guadagnare.


Inizialmente fallo da privato ma se vedi che inizi ad avere un buon giro, regolarizzati.
Prendi un piccolo magazzino dove puoi imballare e spedire, apri la partita iva (non
preoccuparti, anche di questo parleremo piu avanti) e ti sei fatto la tua attività.
Fatti fare preventivi dai corrieri perchè le spedizioni costano e se puoi risparmiare qualcosa è
meglio.

Vendere prodotti senza Investire e senza Magazzino

Con questo capitolo analizzeremo come si può vendere prodotti che non si posseggono.
Ottenendo ottimi risultati, se ci si affida a un'azienda seria... a patto di trovarla!

Ho già parlato di alcuni metodi di guadagno acquistando stock di merce nel capitolo
precedente.

E fin qui ci siamo!

Con quello di prima, prettamente orientato ai venditori, inizia una serie di capitoli che
sviscererà questi argomenti. Quello in questione è dedicato a chi già vende su eBay, ma non è
detto che non interessi anche a coloro che hanno voglia di iniziare.

Il punto di partenza

Uno dei "segreti" che i manuali offerti a caro prezzo (o anche a poco, come per alcuni Video
Corsi) è quello della vendita senza fare magazzino, ovvero senza investire denaro.

Iniziare è infatti la cosa più difficile. Servono soldi. Infatti, se volete vendere, dovete avere gli
oggetti che intendete proporre. Si può cercare di lavorare sul venduto, cioè di vendere e poi di
acquistare i prodotti una volta ricevuti i soldi. Come vedremo in questo capitolo è una pratica
comune, se fatta bene, ma se improvvisata porta solo feedback negativi.

Per i più il passo è sempre quello. Comprare per poi rivendere. Del resto è il mercato che
funziona così, se acquistate il detersivo nel supermarket dietro casa, il proprietario quel
detersivo lo ha a sua volta acquistato dal grossista, che lo ha preso dal distributore, che lo
acquista dalla fabbrica o dall'importatore ufficiale.

Nel Capitolo precedente ho parlato dell'ingrosso, che non significa a priori "comprare a poco
prezzo" ma bensì "comprare tanti pezzi" ed è per questo che si ottiene uno sconto.

Fare magazzino di prodotti da rivendere vuol dire, quindi, comprarne tanti, ovvero investire
molti soldi.

Comprare carica batterie per cellulare a 3 Euro, che poi si rivendono a 6 Euro, è un buon
business. Per averli a 3 Euro però è necessario comprarne almeno 1.000. Questo vuol dire che
si dovranno investire 3.000 Euro. A cui poi andranno aggiunti i costi per comprare le buste
imbottite con cui spedirli, che se si vogliono pagare poco vanno anch'esse acquistate a pacchi
da qualche centinaio, sempre all'ingrosso. E, per finire, i costi per inserire il prodotto su eBay,
o su altri portali di e-commerce che si fanno pagare per la pubblicazione.

Non tutti hanno la possibilità di fare questi investimenti, almeno inizialmente. Altri ne hanno la
possibilità ma esiste sempre l'incognita "e se poi il mio prodotto non vende?". In effetti uno
che se ne fa di 1.000 carica batteria per i cellulari? Deve comprare 1.000 cellulari per usarli?
Non conviene.

Ecco allora che le guide e i Video Corsi ti svelano il grande segreto:

Vendere senza avere il magazzino

Ovvero, vendere prodotti che qualcun'altro, il grossista, tiene in magazzino per te e che ti invia
o, meglio ancora, invia per conto tuo al cliente finale, una volta venduti e incassato il
pagamento.

Come tipologia di servizio esiste eccome. Si chiama: DROP SHIPPING.

Si stima che negli Stati Uniti oltre il 50% del business fatto su eBay e sugli altri siti di
commercio elettronico avvenga per mezzo di Drop Shipper.

Un Drop Shipper è un distributore o un grossista che ha fatto la scelta di allargare il proprio


giro d'affari offrendo servizi logistici aggiuntivi. In pratica offre la possibilità di acquistare da
lui, inviando il prodotto direttamente al cliente finale.

Ecco come funziona:

• si identifica il grossista con cui si vuole lavorare, lo si contatta e si stipula un accordo di


fornitura che, se il grossista è serio (o meglio se è reale e non un falso intermediario
che si spaccia per tale) non prevede alcun costo di avviamento;
• all'interno del catalogo del grossista, si identificano i prodotti che si vogliono vendere e
si preparano le inserzioni, avendo ben chiaro quale sarà il prezzo di acquisto e, quindi,
quale prezzo si deve proporre per ottenere il guadagno che ci si è prefissati;
• si effettua la vendita sulla base dei prodotti scelti, usando e-commerce classico, aste o
qualsiasi altro metodo (lecito);
• una volta effettuata la vendita e incassato il pagamento, si contatta il grossista e si
ordina il prodotto, si paga e si indica al grossista l'indirizzo a cui spedire lo stesso;
• il grossista spedirà il prodotto al cliente finale e invierà a voi la fattura, che sarà da voi
pagata, trattenendo il vostro guadagno;

Con questo sistema, va da se che si può iniziare a vendere una gran quantità di prodotti senza
doverli prima acquistare, cioè senza dover fare magazzino. Se, poi, un prodotto proprio non si
vende, avrete speso solo i soldi dell'inserzione e avrete fatto esperienza, ma non avrete un
oggetto in magazzino da dover svendere per liberarvene.
Come e quanto si paga

Il costo del prodotto è determinato da tre fattori:

• Il prezzo di acquisto;
• I costi di imballaggio;
• I costi di spedizione

Questo sono i tre elementi.

Il prezzo di acquisto è quello che il fornitore propone a tutti i suoi clienti. Ovviamente,
trattandosi di un distributore o di un grossista, il prezzo sarà più basso rispetto al mercato
normale.

I costi di imballaggio sono quelli che i fornitori stranieri chiamano Handling, letteralmente
maneggiamento (poco italiano credo ma non mi viene altro). Questo è in pratica il compenso al
fornitore per il servizio aggiuntivo che vi offre, ovvero di preparazione e di spedizione
dell'oggetto direttamente al cliente finale.

Infine, i costi di spedizione, che di solito sono offerti senza particolari ricarichi, se non i costi
amministrativi e finanziari. Uno dei vantaggi è che i fornitori, facendo molte spedizioni, hanno
di solito prezzi scontati per queste ultime.

Supponiamo, quindi, che il vostro fornitore applichi una tariffa di imballaggio di 3 Euro e abbia
una convenzione con un corriere per un costo pari a 7 Euro per spedizione.

Il prodotto da 100 Euro avrà un costo complessivo di 100 + 3 + 7 = 110 Euro inclusa la
spedizione. Questo sarà il costo di cui dovete tenere conto quando formulerete la vostra
offerta.

Potete scegliere di offrire la spedizione al costo, 7 Euro, e di ricaricare le spese di imballaggio


sul prezzo del prodotto, oppure di tenere il prezzo del prodotto più basso e caricare le spese di
imballaggio sulla spedizione, offrendola a 10 Euro. Questa è una vostra scelta.

E' tutto fantastico ma...

Peccato non sia così realizzabile

Almeno in Italia.

Già, perché quello che le guide non vi dicono, o meglio, che vi dicono solo dopo che le avrete
acquistate, è che il Drop Shipping in Italia è ben lontano da essere una realtà.

Ci sono aziende che lo offrono, soprattutto nel settore informatico. Forse non si rendono
neanche conto di farlo, e non lo chiamano Drop Shipping, perché non si rivolgono a un mercato
allargato ma ai già loro clienti, che sono perlopiù negozi di informatica. Analizzeremo queste
realtà più avanti.

Il problema, dicevamo, è che i fornitori di questo genere di servizi, ovvero i famosi "grossisti" o
le accattivanti "fabbriche" di cui cercano di vendervi l'elenco, sono in tutto il mondo, fuorché in
Italia.

Ecco quali sono i principali ostacoli a cui si va incontro nel cercare di avviare questa pratica:

• I drop shipper sono in giro per il mondo e, quindi, spediscono in Italia a costi
internazionali, cioè alti, e con tempi lunghi;
• Le realtà italiane richiedono di possedere almeno la partita IVA, perlopiù
registrata nel settore in cui operano (ad esempio se siete idraulici non vi
accetteranno nel magazzino all'ingrosso di informatica);
• Chi offre il servizio di Drop Ship in Italia lo fa con margini veramente bassi,
direi basissimi, quindi per guadagnare bisogna vendere tanto;

Analizziamo un settore

Prendiamo ad esempio il settore Hi Tech, che conosco bene.

Ho approcciato il drop shipping la prima volta poco più di un anno fa, unendomi ad un Team
gestito da un venditore eBay che offriva appunto, servizi di Drop-Ship.

Conoscevo già bene la realtà americana e volevo approfondire quella italiana e, così è stato.
Ho fatto i miei pensieri e immaginavo che il posto giusto per questo tipo di attività fosse
proprio eBay, e così ho fatto. Non solo lavoro nel settore eBay, ma ho provato anche
personalmente questo tipo di commercio. Per questo, come sempre, vi parlo di argomenti che
un po' conosco.

Approfondiamo allora un settore, quello dell'informatica, dal punto di vista del nostro mercato.

Vi cito due grossi distributori di informatica che offrono ai loro clienti il servizio di spedizione
all'utente finale, che potremmo definire drop shipper, anche se non lo sono apertamente.

La prima è la CDCPoint S.p.A. ( www.cdcpoint.it ) che altro non è che la divisione all'ingrosso
del gruppo CDC, proprietario della famosa catena Computer Discount.

La seconda è la Esprinet ( www.esprinet.com ) che dopo la quotazione in borsa e alcune fusioni


con concorrenti, è forse il più grosso distributore di informatica in Italia.

Entrambi richiedono, per accedere ai servizi, la registrazione e la presentazione di una visura


della camera di commercio che dimostri che siete operatori professionali nel settore
dell'informatica. Se avete deciso di fare business online, questo è un passaggio obbligato.

Una volta che vi si saranno aperte le porte del magico mondo dell'informatica a basso prezzo,
aimé, scoprirete la grande verità.

NON SI GUADAGNA NULLA!!!

Già, infatti il settore informatico è uno dei meno remunerativi in assoluto. I guadagni possono
andare da un medio 7/8% a un fantasmagorico 15/18%, fino ad arrivare, ma solo per alcune
promozioni speciali, a un supercalifragilistichespiralidoso 22/23%!!!

Si, tutto qui.

Comprate un lettore MP3 a 40 Euro e lo rivendete a 49. In mezzo dovete aggiungere le spese
di pubblicazione dell'offerta, le tariffe sulla vendita e le commissioni per il sistema di
pagamento.

Facciamo un esempio concreto usando eBay:

• Acquisto del prodotto: 40 Euro + 10 di imballaggio e spedizione


• Inserzione Compralo Subito a 49 Euro (10 di spedizione) + galleria + grassetto = 0,80
+ 0,15 + 0,95 = 1,90 Euro
• Commissione per la vendita 4,5% di 49 Euro = 2,20 Euro
• Commissione PayPal per il pagamento 3,9% di 59 Euro + 0,35 = 2,30 + 0,35 = 2,65
Euro
Totale del costo di acquisto e dei servizi di vendita: Euro 46,75

Prezzo di vendita: Euro 49

Guadagno netto: Euro 2,25, pari al 4,6% del prezzo di vendita!

Già, avete letto bene, meno del 5% di guadagno netto.

Questo vuol dire che per guadagnare 500 Euro al mese extra, è necessario vendere 222 di
questi lettori, pari a 7/8 al giorno.

Vi sembrerà pazzesco, ma questo è il mercato. Lo stesso vale per il negozio di informatica


all'angolo. Nel settore dell'Hi Tech è così, si guadagna sui grandi numeri.

Ovviamente se i numeri si fanno consistenti, anche la capacità di acquisto diventa maggiore.

La concorrenza è tosta

Il mercato però è decisamente popolato. Cosa succede, quindi? Succede che coloro che hanno
la possibilità di accedere a questi extra sconti, invece che tenerseli come guadagno, li rigirano
pari pari sul prezzo all'utente finale, vendendo per esempio a 47 Euro invece che 49, al fine di
conquistare maggiori quote di mercato.

Questo è quanto ad esempio accade con i negozi veri e propri che approdano anche su un sito
di aste come eBay. Hanno già la capacità di acquisto derivata dal business che fanno con la
normale attività e, quindi, aggiungendo un canale di vendita, non possono che amentare nei
vantaggi ottenuti.

Senza parlare poi della concorrenza derivata dalla globalizzazione.

Parlo ad esempio delle realtà che operano da un Paese come la Cina.

Guadagnare 2$ su un prodotto da 50, a voi può sembrare da suicidio. Vendendone 10 al


giorno, si guadagnano 600$ al mese.

Una miseria, come potreste vivere con 500 Euro al mese?

Già, questo in Italia. In Cina un appartamento di buon livello, all'ultimo piano di un palazzo
recente, in centro città, di 70mq, costa meno di 300 Euro al mese. La spesa del mese si fa con
meno di 100 ecc. Quindi quel tipo di guadagno che per l'italiano sarebbe proibitivo, in un paese
come la Cina permette di garantire una vita di livello superiore alla media. Come se in Italia si
guadagnassero 3.000 Euro al mese, per intenderci.

Sogno o realtà?

Abbiamo quindi visto che, oltre a esservi margini ridotti, il problema è che in Italia non ci sono
neanche gli operatori.

Certo, c'è sempre la possibilità di rivolgersi ai fornitori stranieri. Ma questo è poco compatibile
con la mentalità italiana.

Infatti è tipico dei nostri connazionali volere sia l'uovo che la gallina. Ovvero, lo voglio pagare
poco ma lo voglio adesso!

Di aspettare 20 giorni un prodotto, pur di avere il 20% di sconto, non se ne parla proprio.

Per esempio, la maggiorparte dei clienti che usano i servizi di drop shipping da Hong Kong, non
vendono in Italia. Il Brasile è il mercato dominante. Lì possono aspettare anche due mesi,
senza lamentarsi, pur di pagare meno. Da noi, in Italia, checché se ne dica la crisi economica
non si è ancora fatta sentire abbastanza.

In conclusione, parlare di business fatto senza avere il magazzino oggi, in Italia, è qualcosa
come parlare di un sogno.

Per trasformarsi in realtà ci vorrà una maggiore capacità, da parte dei distributori, di
riconoscere l'opportunità di questo tipo di business ma, chi vieta loro di inserirsi direttamente
sull'utente finale vendendo in prima persona?

Guadagnare con i Prodotti Digitali


La Vendita di ebook su eBay è un vero e proprio mercato commerciale che puo fornire una
grande occasione di successo sia per il venditore che per il compratore. Uno degli aspetti piu
interessanti degli eBook è che spesso vengono venduti con i Diritti di Rivendita. Cosa significa
questo e come può aiutare il compratore e il rivenditore?

I Diritti di Rivendita sono rilasciati dall'autore di un eBook (o di qualsiasi altro prodotto digitale)
e permettono la rivendita dei loro prodotti a chi acquista da loro. A sua volta, il compratore
puo girare questi diritti rivendendo gli eBook e guadagnando il 100% del profitto generato da
queste vendite. Non ci sono commissioni o royalty da pagare all'autore. (Ricordate però che
il copyright rimane di proprietà dell'autore originale. I Copyright non sono trasferibili, si
possono solo distribuire i prodotti.)

Quindi, tutti hanno il proprio guadagno dai Diritti di Rivendita.

I prodotti Digitali, come gli eBook, sono facili da vendere. Ecco un esempio del perchè vendere
eBook può portare reali benefici:

1. Molto spesso, l'autore dell'ebook provvede sempre una copia della pagina grafica
di vendita o una pagina web gia impostata in modo da poterla adattare facilmente
con le vostre info di contatto e il link per poter far scaricare direttamente il file ai
futuri clienti.

2. Non è richiesta nessuna spedizione se il prodotto sarà distribuito solamente


tramite Internet. Alcuni venditori scelgono di masterizzare i propri eBook su CD e spedirli
per Posta ai loro acquirenti. (Facendo questo però il venditore perde molto del guadagno
calcolando le spese di imballaggio,spedizione e supporto CD.) E' molto importante notare a
questo punto che se state decidendo di vendere gli eBook consegnandolo tramite un link da
scaricare, è CONTRO le regole di eBay aggiungere i costi di spedizione per quelle inserzioni.
Molti venditori di eBook caricano comunque le spese di imballaggio e spedizione ma a mio
avviso è sempre meglio attenersi a a tutte le regole. Mantenendo il vostro account pulito
avrete sempre un accresciuta reputazione su eBay.

3. Vendere prodotti Digitali non richiede tempo. All'inizio ovviamente, ci si dovrà


occupare di diversi aspetti, come caricare tutti gli ebook sul proprio server, o personalizzare le
pagine di vendita e creare delle inserzioni per eBay e listare i prodotti. Ma quando avrete
automatizzato il tutto tramite eBay e le consegne digitali, potrete spendere solo qualche ora al
giorno per rispondere ai messaggi e sviluppare rapporti con i vostri acquirenti o potenziali
compratori. Queste poche ore saranno utilizzate ovviamente anche per controllare le proprie
vendite, sviluppare nuovi eBook e studiare i prodotti invenduti.

Il nuovo sistema per la Consegna Digitale di eBay ha realmente facilitato ed esteso le vendite
per quanto riguarda prodotti di questo tipo. Anche se ha dei relativi svantaggi, trovo che
comunque nel complesso è il modo migliore per distribuire il vostro prodotto al cliente. Per
avere altre informazioni sulla Consegna Digitale vi rimando alla pagina informativa fornita da
eBay, che abbiamo accennato qualche capitolo fa:

http://pages.ebay.it/help/sell/selling-digital-items.html

Con questa nuova funzione di distribuire direttamente il link di download ai clienti, i venditori
potranno risparmiare molto tempo in quanto eviteranno di inviare i loro prodotti via email.
Quando la PAGINA di Download sarà visibile all'acquirente, non avrete piu bisogno di
preoccuparvi che le vostre email non arrivino o che avrete sbagliato l'indirizzo di posta
elettronica. Appena il pagamento con PayPal sarà completato, la pagina con il link sarà
sbloccata per il download. Inoltre, gli acquirenti avranno accesso a quella pagina in qualsiasi
momento, anche piu volte eseguendo questi comandi:

1. Entrare nel proprio Account di eBay con relativi nick e password.


2. Entrare nel "Il
Mio eBay"
3. Visualizzare gli "Oggetti Aggiudicati."
4. Aprire il Menu a tendina che si trova vicino a quell'oggetto..
5. Selezionare l'opzione: "Mostra Consegna Digitale."

Il sistema di Consegna Digitale di eBay ha anche alcuni svantaggi di cui accennavo prima e che
penso sarà utile e corretto informarvi:

1. Dovrete avere delle precise qualifiche per poter vendere oggetti in Formato
Digitale, le stesse che avete trovato nel link prima inviato.

2. Gli acquirenti DEVONO usare soltanto PayPal e DEVONO effettuare il pagamento


immediato. Niente ordini, prodotti Postali o Bancari per il pagamento!

3. Ogni oggetto digitale deve essere acquistato individualmente, non si potranno


combinare piu acquisti. Questo significa che il venditore dovrà pagare le commissioni
PayPal per ogni singola vendita.

4. I prodotti digitali non possono essere messi in vendita tramite Asta Online.
Dovrete per forza vendere a prezzo fisso o Compralo Subito. Inoltre, avrete la restrizione di
vendere i prodotti solo in determinate categorie.

In ogni caso c'e anche da dire che avere un grande Stock di eBook da vendere è molto facie, si
trovano dappertutto su Internet. A questo riguardo, credo che il piu affermato è di sicuro
successo sia il Pacchetto PowerSeller, che consente al Rivenditore di ottenere una tra le piu
importanti collezioni di eBook al momento disponibili su eBay.
Per vendere questi ebook pronti per l'uso, non hai bisogno di conoscere molto circa le leggi sul
copyright. Tuttavia, se create i vostri ebook, forse sarà utile leggere qualcosa circa le leggi sui
diritti d'autore, spece se decidete di citare o scrivere frasi prese da qualcuno.

Ora, parliamo delle possibile concorrenza. Molta gente mi chiede la natura degli eBook con i
Diritti di Rivendita. "Non promuovi troppa concorrenza, se poi molti acquirenti
vendereanno il tuo stesso prodotto?" Si, in definitiva è cosi. Ed è proprio quello che
voglio. Le ragioni sono che, cosi facendo si alimenta il mercato di prodotti del genere,
aumentando le possibili vendite, affiliazioni ecc.

L'idea principale da tenere presente è: l'eBook è considerato un prodotto "virale" di vendita


perchè si espande velocemente anche se si tratta dello stesso identico prodotto.

Inoltre il mercato degli eBook è abbastanza grande per tutti noi. Quello che il venditore
immette nel mercato non è altro che parte di un immenso e splendido mercato di cui farne
parte. Ogni venditore e autore di eBook è differente. Ognuno ha dei prodotti diversi, differenti
prospettive di vendita, e diversi livelli di esperienza. E' meglio considerare ogni venditore di
eBook come un socio piuttosto che concorrente. Se lo vedrete in questa ottica, avrete
sicuramente dei benefici a lungo andare da un buon rapporto con loro invece di cercare di
sabotarvi a vicenda.

E' con l'aiuto e l'assistenza che darete l'uno all'altro che potrete guadagnare ulteriormente. :)

Cosi,ecco alcuni utili consigli:

Date ai vostri acquirenti tutti quello di cui hanno bisogno per rivendere il prodotto. Sviluppate
dei rapporti collaborativi con altri venditori seri di eBook.

Purtroppo, come ogni industria, esistono anche quelli che ne vogliono approfittare vendendo
false informazioni, pensando comunque di realizzare un grande guadagno con la vendita
incondizionata di tutto quello che trovano in giro. La vendita di ebook è un vero e proprio
lavoro e come tale richiede del tempo per fare una buona ricerca di mercato, capendo le
informazioni che la gente cerca e assicurandosi che quelle vendute siano corrette. Questa è
un'altra buona ragione per sviluppare rapporti con altri venditori di eBook. Sicuramente
possono darvi un grande aiuto per superare gli ostacoli piu comuni in questo Business.

Personalmente spendo diverse ore al giorno per fare questo. Non tutti i venditori di eBook ne
hanno bisogno avendo acquisito una certa esperienza. Io stesso sono un venditore che si
guarda spesso intorno per riuscire a sviluppare ulteriormente il proprio business. Potrete
REALMENTE guadagnare vendendo eBook, sviluppando una piacevole e originale forma
alternativa di guadagno. Come tutte le cose della vita, tutto quello che riuscirete ad ottenere
sarà proporzionale agli sforzi che impiegate. :-)

Inoltre, per essere ancora piu corretti, ci sono ancora alcune cosa da sapere prima di vendere
eBook:.

1. Dovrete spendere dei soldi prima di guadagnarne altri. Investire in un lotto di eBook
operativi e di successo, come il Pacchetto PowerSeller ad esempio è fondamentale. Se invece
siete interessati alla creazione di vostri eBook potreste aver bisogno di acquistare qualche
programma che vi permetta di farlo, magari che vi crei una grafica, dei template per
pubblicizzarli anche attraverso un proprio sito internet.
2. Le regole di eBay alle volte possono essere un pò confusionarie, ma provare a
seguirle sempre sarà la cosa migliore da fare per acquistare credibilità e affidabilità
nella community.

3. Dovete tenere in ordine i vostri eBook. Una volta che avrete cominciato a collezionarli,
vi raccomando di creare una cartella nel vostro PC che farà da inventario, da consultare di
continuo anche per eventuali aggiornamenti.

Vi prego di tenere presente che non mi ritengo un esperto assoluto nella vendita di eBook
Imparo qualcosa di nuovo riguardo a questo business ogni giorno. Ma ho cominciato tuttavia
a vendere eBook su eBay da diverso tempo ormai, ed essendo uno dei primi sostenitori di
questo business in Italia, ho appreso una certa conoscenza a riguardo, specialmente su come
farlo qui eBay, quindi per qualsiasi info ti invito a contattarmi.

Le Frodi relative alle Liste di Grossisti e fornitori

Quante volte avete visitato inserzioni in cui si vendono liste di siti per comprare oggetti
elettronici e non, come: Tv LCD, Play Station 2, Cellulari, Nike shox e air,.... il tutto a prezzi
stracciati?

Beh, ascoltate il mio consiglio: non acquistate mai queste liste. Perchè? Ora ve lo spiego
elencandovi i vari motivi:

Primo: dovete pagare un tot di euro al venditore che vende la lista. Di solito i prezzi si
aggirano dai 5-20 euro. Questi soldi sono sprecati, perchè i siti che vi vengono forniti sono
tranquillamente rintracciabili su qualsiasi motore di ricerca internet.

Secondo: In molti casi nei siti che vi vengono forniti, non si ha la certezza di ricevere
realmente il prodotto desiderato, in quanto si paga una quota di iscrizione, sicuramente
superiore ai 30 euro, solo per iscriversi ad una lista di migliaia di persone tra le quali solo le
prime 10 o 15 ricevono il prodotto, secondo incomprensibili criteri.

Terzo: A volte vengono venduti prodotti che ancora dovranno uscire sul mercato. Per
esempio,mesi fa vidi che era possibile avere la nuova Play Station 3, con soli 50 euro. QUESTO
é IMPOSSIBILE, perchè la PS3 è uscita solo ora e costa tra i 499-599 euro.

Quarto: Nella maggior parte dei casi, qualora fosse possibile ricevere veramente i prodotti con
prezzi scontati (tipo 40% sconto al massimo), e non stracciati (70% o + di sconto), bisogna
comprarli in grandi quantità (da 20 pezzi in su) e da paesi stranieri.

Quindi se volete il mio consiglio non acquistate mai queste liste, anche se ve le danno GRATIS,
poiché potrebbero anche condurvi in SITI NERI, molto pericolosi.

Inoltre se incappate in queste inserzioni segnalatelo subito ad eBay, che provvederà a


sospenderle immediatamente.

Spero di esservi stato utile!!!

Come Inserire illimitate Foto nelle tue Inserzioni Gratis


Troppo spesso su ebay vedo nelle inserzioni un gran numero di immagini aggiuntive inserite
con il crea inserzione messo a disposizione da ebay (ovviamente a pagamento). In questo
capitolo impareremo ad inserire un numero illimitato di immagini nella descrizione senza
spendere neanche un centesimo.

Sono tanti i siti che offrono gratuitamente questo servizio, ma nel capitolo seguente farò
riferimento a quello a mio avviso più efficace.

Per prima cosa andiamo sul sito http://www.imageshack.us/ ed effettuiamo la registrazione.


Riceveremo una mail in cui è presente un link e più precisamente:

YOUR REGISTRATION LINK:


http://reg.imageshack.us/setlogin.php?login=_Vostro_codice_identificativo

Attraverso questo link potremo gestire le nostre foto ed è l'unico modo per farlo quindi è
preferibile conservare l'e-mail che lo contiene. Non è fondamentale per l'inserimento ma è
comodo per cancellare le immagini che non ci servono più o recuperare il link di quelle che
abbiamo inserito. Cliccando sul link ci troviamo nuovamente nel sito e cliccando sulla rana
gialla in alto a sinistra andiamo alla home. Adesso possiamo inserire tutte le immagini che
vogliamo senza nessun limite.

Nella pagina in cui ci troviamo, cliccando su Scegli..

In questo modo accedete alle cartelle presenti sul vostro pc. Una volta selezionata l'immagine
desiderata cliccate su apri e vi ritroverete il percorso della vostra immagine nell'apposito spazio
vicino al pulsante Scegli.. A questo punto non vi resta che cliccare su "host it!" ed attendere.
Adesso che abbiamo caricato l' immagine sui server del sito non ci resta che copiare il link
evidenziato nella foto seguente ed incollarlo nella sezione dedicata alla descrizione durante la
creazione dell'inserzione.

Per visualizzare l'immagine rimpicciolita, che con il clic del mouse diventa grande, basta
copiare il codice evidenziato in rosso. Se invece si vuole semplicemente visualizzare l'immagine
nell'inserzione basta copiare il codice evidenziato in verde ed aggiungere <img src=" prima del
link e "/> dopo il link.
Quindi nel nostro caso:

<img src=" http://img404.imageshack.us/img404/1002/immaginediesempio.jpg "/>

E' più facile farlo che spiegarlo.. spero di essere stato abbastanca chiaro e soprattuto di aiuto.

Creare Aste e Inserzioni in HTML Professionali

Lo scopo di questo capitolo è quello di insegnare agli utenti come si crea un'inserzione con un
bell'aspetto grazie ad un layout HTML e ad'un'intestazione grafica. Se non avete un minimo di
conoscenze html e non avete mai usato uno dei tanti programmi di grafica esistenti, non
disperate e continuate a leggere, in quanto fornisco alternative valide per chi non ha tali
conoscenze.

Layout HTML
Per prima cosa vi do un consiglio banale ma necessario per poter creare una buona inserzione.
Attualmente le risoluzioni del monitor più diffuse sono:

• 800x600 pixels
• 1024x768 pixels

in genere si usa lasciare circa 40-50 pixels come margine di tolleranza, quindi, le due
dimensioni utilizzate sono all'incirca 760 pixels oppure 960 pixels. Sulla scelta della larghezza
da utilizzare, c'è da dire che un layout pensato per una determinata risoluzione risulta
decisamente poco professionale se visualizzato con una risoluzione minore. Provate a
visualizzare a risoluzione 800x600 un qualsiasi sito che riporta la dicitura "Sito ottimizzato per
una risoluzione di 1024x768". La pagina per essere consultata necessiterà di uno scrolling
orizzontale, che personalmente ritengo molto fastidioso.
A questo punto il mio consiglio è impostare la larghezza del contenitore principale a 760 pixels.
Altro consiglio è centrare sempre il contenitore principale in modo che i pixels di tolleranza si
distribuiscano automaticamnte ai lati del contenitore stesso.
Una possibile impaginazione potrebbe essere la seguente:

<body style="background-color:#bfbfbf; text-align:center;" >


<div id="main" style="width:760px; margin: 0px auto; background-color:#ffffff;
border:1px solid;" >
<div id="menu">
<a href="http://stores.ebay.it/nome_vostro_negozio">
<img src="http://img82.imageshack.us/img82/757/senzatitolo1jh6.jpg" />
</a>
</div>
<div id="descrizione" style="padding:20px;">
<h2>Descrizione</h2>
<p style="text-align:justify;">
Questo spazio è destinato alla descrizione. Questo spazio è destinato alla descrizione.
Questo spazio è destinato alla descrizione. Questo spazio è destinato alla descrizione.
Questo spazio è destinato alla descrizione. Questo spazio è destinato alla descrizione.
Questo spazio è destinato alla descrizione. Questo spazio è destinato alla descrizione.
Questo spazio è destinato alla descrizione. <br/>
Questo spazio è destinato alla descrizione. Questo spazio è destinato alla descrizione.
Questo spazio è destinato alla descrizione. Questo spazio è destinato alla descrizione.
</p>
</div>
</div>
</body>

Vi consiglio di copiare il codice, aprire il Blocco note di Windows, incollare il codice, cliccare su
File/Salva con Nome; nella voce Nome file: mettete "inserzione.html"; nella sezione Salva
come: invece, selezionate "Tutti i file". In questo modo potrete visualizzarlo con qualsiasi
browser web. E per apportare le modifiche che desiderate vi basterà aprirlo di nuovo con
Blocco note o con qualsiasi programma di editor html.

<a href=".."> <img src=".." /> </a> serve per indirizzare il logo al vostro negozio quindi al
posto di nome_negozio mettete il nome del vostro negozio (N.B. se il negozio non è in ebay.it
non funziona e bisogna cambiare tutto il link tra apici).
Per l'inserimento dell'immagine vi invito a guardare il capitolo precedente che parla di come
inserire infinite foto nelle inserzioni gratuitamente.
Tutto il resto riguarda: sfondo, margine, bordo ed altre cose che non penso siano difficilissime
da comprendere, ma che comunque a noi non interessa in quanto vi basterà copiare tutto il
codice, personalizzare descrizione e logo per addattarlo alle vostre esigenze ed usarlo nelle
inserzioni.
Ovviamente questo è solo un esempio, quindi non badate tanto alla grafica del logo.

E questo è il risultato che otteniamo:

L'intestazione
Se volessimo paragonare una pagina web ad un libro, l'intestazione ne sarebbe la copertina, ed
è per questo che a mio avviso è di fondamentale importanza. Dalla copertina di un libro si
capiscono tante cose; è vero che l'abito non fa il monaco, ma sfido chiunque a preferire un
libro con una bella copertina colorata ad un libro in cui la copertina neanche c'é. Per
l'intestazione vale lo steso discorso e sono almeno 3 i motivi che rendono necessario
l'inserimento di un'intestazione nelle inserzioni:

1. Personalizza l'inserzione, la rende unica! inoltre aiuta il nome del negozio (se ne
avete uno) ad essere ricordato con più facilità.
2. Incuriosisce il cliente, che trovandosi di fronte ad un logo piacevole alla vista, legge
con più interesse l'inserzione.
3. Da sicurezza all'acquirente. Ovviamente non basta guardare la grafica di
un'inserzione per capire se un venditore è affidabile o meno.

Ma passiamo ai consigli:
l'intestazione in genere si estende orizzontalmente per tutto lo spazio a disposizione del layout.
In verticale invece, dipende da quello che contiene l'immagine. Se è un semplice logo non
dovrebbe superare gli 80-100 pixels. Se funge anche da menù, in modo da poter raggiungere
più velocemente un punto dell'inserzione, 100 pixels non sono più sufficienti. È diffusa la
pratica che l'header, oltre ad essere un'immgine, sia anche un link che al click del mouse punta
al negozio con href di cui parlavo prima. La pesantezza dell'immagine infine non deve essere
eccessiva, in quanto, anche se ormai l'ADSL è largamente diffusa, sono ancora troppi gli utenti
che utilizzano un normalissimo modem 56K per collegarsi. Per la creazione del logo è
necessario un buon programma di grafica.. Tra le possibili alternaltive personalmente
preferisco Adobe Photoshop CS2 che però è a pagamento. Tra quelli gratuiti che meritano di
riguardo segnalo Gimp.Purtroppo non posso spiegarvi come si utilizzano i programmi perhè
sono troppe le cose da dire, ma sul web si trovano tantissime risorse e servizi appositi per la
realizzazione di Loghi Professionali come ad esempio: Questo qui (gestito personalmente da
me).

Ma lo scopo primario di questo capitolo come ho già detto all'inizio è quello di insegnare agli
utenti come creare delle belle inserzioni, ma soprattutto invogliarli, spronandoli e fornendogli
un codice già pronto che bisogna solo adattare a se stessi per rendere le inserzioni più
piacevoli.
Tutto questo perchè sono stanco di vedere le inserzioni tutte uguali. Pagine bianche con una
semplice scritta colorata, template standard di ebay, descrizioni difficili da leggere, che non
finiscono mai e non dicono niente di utile, e se siamo fortunati che hanno una sola foto
dell'oggetto presente nell'inserzione.

Come riconoscere le Inserzioni illecite ed evitarle

Molte volte ci è capitato di finire su un inserzione che violava le regole di ebay, e noi? Non ce
ne siamo nemmeno accorti, e magari abbiamo anche acquistato, abbiamo pagato, ricevuto la
merce, e abbiamo anche rilasciato il feedback positivo; intendiamoci, in questi casi siamo
portati a soprassedere, ma impariamo a riconoscere quando un asta apparentemente
"normale" in realtà andrebbe segnalata allo staff di ebay...

Es.1) spamming

stiamo cercando un telefono nokia 6630 e immesso il termine di ricerca capitiamo in un


inserzione dove l'utente sta vendendo un nokia 6600 *ARGH!!!!*

-perchè succede?

succede a causa dello spamming con parole chiave, molte volte infatti i venditori per
aumentare la visibilita' della proprio inserzione, immettono nel titolo della stessa, parole non
pertinenti all'oggetto in vendita, in questo caso ad esempio ci troveremo di fronte al seguente
titolo "vendo nokia 6600 (NO NOKIA 6630)" ecco come l'utente ha assicurato alla sua
inserzione, il doppio della visibilità!

-come agire

recarsi in fondo alla pagina e accedere in "SPAZIO SICUREZZA" e successivamente portarsi


su "VIOLAZIONE DELLE REGOLE SUGLI OGGETTI IN VENDITA" > "SPAMMING" >
"USO INAPPROPRIATO DELLE PAROLE CHIAVE" poi contattare l'assistenza, e segnalare il
numero di inserzione, lo staff provvederà in giornata alla rimozione dell'oggetto.
se non riuscite cliccate direttamente qui: USO INAPPROPRIATO DELLE PAROLE
CHIAVE successivamente portatevi su "invia una domanda"

Es.2) cosa ci fa una bionda tra i cellulari??

stiamo cercando sempre questo benedetto telefono, e osservando le foto lungo la carrellata di
inserzioni, una più di tutte, attira la nostra attenzione e ci porta a cliccare, nostro malgrado..
Sarà per il prezzo basso? Acqua... siamo appena stati presi "per la gola" dall'immagine di una
stupenda ragazza tra un mare di foto sterili di cellulari, farebbe venire la vista ad un non
vedente, lo sappiamo, e lo sà anche il venditore, che in questo caso si trova ancora a violare le
regole più elementari di ebay, ed ad assicurare alla sua inserzione, ancora una volta, una
visibilità immeritata!

-come agire

ancora una volta rechiamoci in fondo alla pagina dove ad attenderci troveremo "SPAZIO
SICUREZZA" e successivamente portarsi su "VIOLAZIONE DELLE REGOLE SUGLI
OGGETTI IN VENDITA" > "SPAMMING" > "USO INAPPROPRIATO O ECCESSIVO DI
LOGHI O PERONAGGI FAMOSI" poi contattare l'assistenza, e segnalare il numero di
inserzione, lo staff provvederà in giornata alla rimozione dell'oggetto.

se non riuscite cliccate qui: USO INAPPROPRIATO DI LOGHI O PERSONAGGI


FAMOSI successivamente portatevi su "invia una domanda"

Ci sono molti altri casi di inserzioni illecite, ma imparare a riconoscerle significherebbe non
comperare nemmeno; io ho volutamente affrontato solo questi due casi, perchè è grazie a
queste due violazioni che, sempre più spesso il venditore ottiene un incremento notevole di
guadagno, ottenendo anche un feedback positivo, eludendo però delle regole scritte, che, nel
momento in cui, ha effettuato la registrazione, ha dichiarato di accettare.

Facciamo il nostro dovere e, oltre ad evitare come la peste questi metodi, segnaliamo anche
quello che, apparentemente non Vi reca danno, ma che colpisce i venditori onesti.

Metodi di Pagamento: Quali sono i migliori e quali evitare

Con questo capitolo vorrei dare una sintesi dei metodi più diffusi di pagamenti che
generalmente sono praticati sulle compravendite.

__________________________________________________________

BONIFICO BANCARIO

Questo sistema di pagamento può essere effettuato da una qualsiasi Banca, ed è


particolarmente conveniente se l’acquirente ha già avete un Conto presso una banca.

La ricezione di questo tipo di pagamento é generalmente di 3-4 giorni lavorativi.

Il costo di un bonifico é variabile (varia da 0,5 a 6 Euro), ed é funzione in genere della


tipologia di conto corrente e convenzioni che si hanno con la Banca.

Considerazioni: Il bonifico bancario è un metodo di pagamento raccomandabile per importi


elevati di pagamento. I tempi di ricezione del bonifico sono relativamente veloci e grazie alla
possibilità di inserire la causale di pagamento non ci sono di solito problemi nel riconoscimento
da parte del venditore del pagamento che riceve.

Quando si paga con questo metodo, è importante inserire sulla causale di pagamento sempre il
numero dell’asta ( o delle aste vinte) e il nome utente. Queste informazioni aiuteranno il
venditore a rintracciare subito la transazione e quindi potrà provvedere subito alla spedizione
della merce ordinata.

Consiglio utile: Se il pagamento viene fatto da un’altra persona è sempre consigliabile


informare il venditore comunicando il nominativo della persona che ha effettuato il pagamento.

Quando non conviene pagare con Bonifico Bancario. Se non si ha un conto bancario, di solito le
spese di commissioni che richiedono le banche per un pagamento su un conto corrente sono
relativamente elevate. In questo caso è consigliabile effettuare un pagamento su conto
corrente postale o un vaglia postale.

__________________________________________________________

CONTO CORRENTE POSTALE

Questo sistema di pagamento puó essere effettuato da un qualsiasi Ufficio Postale e/o online
se si ha un Conto Corrente Postale abilitato.

La ricezione di questo tipo di pagamento varia generalmente da 2 a 4 giorni.

È da notare che la ricezione del pagamento varia dai 2 ai 4 giorni, ma i documenti di


pagamento vengono recapitati dopo ca. 10-15 giorni. Questo vuol dire che il venditore sarà in
grado di contabilizzare il pagamento solo dopo aver ricevuto i documenti con i dati della
persona che ha effettuato il pagamento con la relativa causale di versamento.

Il costo di un pagamento su conto corrente postale è di 1 Euro (+1 Euro che verranno
addebitati al venditore).

Considerazioni: Il pagamento su Conto Corrente Postale è relativamente economico e possibile


da qualsiasi sportello postale. È ideale per coloro che non sono titolari di un conto bancario.
L’unico problema è la ricezione del pagamento! Se il venditore non è in grado di associare i
pagamenti che si vede sul conto corrente (e questo succede spesso quando i volumi di vendita
sono elevati) deve necessariamente aspettare che le Poste gli consegnano i documenti di
pagamento con i dati della persona che ha effettuato il pagamento con la relativa causale di
versamento.

Quando non conviene pagare con Conto Corrente Postale. Se si ha una certa urgenza nel
ricevere la merce, allora è conveniente utilizzare un altro tipo di pagamento, come ad esempio
paypal o vaglia postale online.

__________________________________________________________

POSTAGIRO

La ricezione di questo tipo di pagamento non supera 1 giorno.

Il costo di un pagamento con postagiro è inferiore ad 1 euro.

Considerazioni. Pagare con postagiro è il metodo di pagamenti ideale per tutti coloro che
hanno già un conto bancoposta. L’immediatezza nella ricezione del pagamento, ed il costo
estremamente basso lo rendono “attrattivo”. L’unico problema è che sia l’acquirente che il
venditore devono avere un conto bancoposta!

__________________________________________________________

VAGLIA POSTALE

La ricezione di un vaglia postale é generalmente di 3-4 giorni lavorativi.

Il costo di un pagamento con vaglia postale è di 2,58 euro (per pagamenti inferiori a 50 Euro)

Considerazioni. Il vaglia postale è il metodo classico di pagamento per tutti coloro che non
hanno nessun conto bancario e/o postale. È un metodo sicuro di pagamento ed è possibile
effettuarlo presso qualsiasi ufficio postale.

__________________________________________________________

VAGLIA POSTALE ONLINE

La ricezione di un vaglia postale online é praticamente immediata.

Il costo di un pagamento con vaglia postale online è di 10,33 euro.

Considerazioni. Il vaglia postale online permette di far pervenire il pagamento


immediatamente, ma i costi che bisogna sostenere per questo tipo di pagamento non lo
rendono “attrattivo”. Ci sono altri metodi di pagamento molto più economici!

__________________________________________________________

PAYPAL

Se sei registrato, puoi effettuare il pagamento in sicurezza con PayPal. Questo sistema di
pagamento ha alcuni vantaggi non trascurabili: é immediato nel pagamento ed economico.
La ricezione di questo tipo di pagamento è praticamente immediato.

Il costo di un pagamento con paypal per l’acquirente è gratuito, mentre per il venditore il costo
è di ca. 3-5% sul totale.

__________________________________________________________

POSTEPAY

Questo metodo di pagamento non è più consentito sulla piattaforma Ebay.

Comunque è possibile effettuare un pagamento tramite postepay utilizzando i servizi offerti da


paypal.
In pratica bisogna accedere al portale di paypal e procedere o alla registrazione su paypal
inserendo come carta di credito di riferimento quella di postepay, oppure pagare direttamente
tramite paypal senza registrarsi ed utilizzando sempre come riferimento di carta di credito la
carta postepay.

__________________________________________________________

CASH / DENARO CONTANTE


Sconsigliamo vivamente di utilizzare questo tipo di pagamento. Oltre ad essere un sistema
costoso (spedire una lettera con il denaro dentro con raccomandata ha un costo relativamente
elevato), è anche altamente insicuro. Non c’é alcuna garanzia che la lettera venga consegnata
con il suo contenuto.
In alternativa a questo metodo di pagamento consigliamo di effettuare un vaglia postale. Ha gli
stessi tempi di ricezione del pagamento, non costa tanto e soprattutto è un metodo sicuro di
pagamento.

__________________________________________________________

ASSEGNO

La ricezione di un assegno é generalmente di 3-4 giorni lavorativi. Comunque una volta


ricevuto l’assegno, bisogna versarlo su un conto corrente, ed i tempi per benestare un assegno
da parte della banca variano dai 3 ai 7 giorni. In totale per poter venir riconosciuto il
pagamento con assegno variano da 7 a 14 giorni (a volte i tempi possono essere anche
superiori)

Il costo che bisogna sostenere per inviare un assegno sono i costi per una raccomandata.

Considerazioni. I tempi di attesa per incassare un assegno, i costi che bisogna sostenere per
inviarlo (oltre alla possibilità che l’assegno venga smarrito) non lo rendono lo strumento ideale
di pagamento. In questo caso è preferibile effettuare un pagamento con vaglia postale

__________________________________________________________

CONTRASSEGNO

Con questo tipo di pagamento il venditore può inviare subito la merce in quanto non deve
aspettare nessun pagamento anticipato

Il costo per inviare la merce in contrassegno sono di ca. 5 euro che il venditore generalmente
aggiunge al totale del valore della merce acquistata e delle spese di spedizione normale.

Considerazioni. Inviare la merce in contrassegno con il rischio che per qualche motivo non
venga ritirato da parte dell’acquirente lo rendono non interessante da parte dei venditori. Per
questo motivo la maggior parte dei venditori non accettano di inviare la merce in
contrassegno.
Molti acquirenti chiedono di pagare in contrassegno perché vogliono essere sicuri di ricevere la
merce! Inviare la merce con pacco celere o con corriere è un metodo sicuro. Se per qualche
motivo la merce non viene consegnata, i corrieri rimborseranno il valore della merce (per il
valore assicurato)

A questo riguardo tengo a fare una piccola precisazione, una nota di approfondimento per cosi
dire, sulla situazione PayPal/PostePay
Come ormai tutti sappiamo,da un pò di tempo a questa parte,su questo sito è vietato inserire
la POSTEPAY come metodo di pagamento accettato sulle inserzioni.Il motivo per cui non
possiamo più farlo è principalmente uno:la ricarica su carta POSTEPAY non è un metodo sicuro
di pagamento,soprattutto se fatta online,così dice eBay,e così dobbiamo fare tutti quanti noi,se
vogliamo continuare a vendere e a comprare su questa piattaforma.

Non ho bisogno di dirvelo,ma quasi tutti,(privatamente)continuano ad usarla,anche se non è


scritto nelle inserzioni.E i motivi sono molto semplici:

La carta POSTEPAY è la più diffusa carta di credito tra i giovani.(e non solo)

La carta POSTEPAY non ha bisogno di conto corrente,è ricaricabile,(come fosse la carta di un


telefonino)ed è semplicissima da usare,oltre ad avere tutte le funzioni di un vero e proprio
BANCOMAT.

Puoi controllare il tuo saldo,i movimenti,inviare e ricevere denaro comodamente seduto davanti
al tuo pc.

I costi sono molto ridotti,1 euro per effettuare un pagamento non penso siano
molti,soprattutto paragonato al costo di un vaglia postale(fino a 5,16 euro) o ad un bonifico
bancario,forse meno costoso ma comunque scomodo da effettuare,devi comunque fare la fila
in banca e perdere chissà quanto tempo per farlo.

Non comporta nessun costo per chi riceve il pagamento. (Mentre sappiamo tutti che
PAYPAL non è GRATIS per chi riceve denaro...)

E allora,se è così comoda e conveniente,se è ancora così diffusa,perchè non possiamo usarla
sul nostro sito preferito?Ebay non potrebbe fare qualche accordo con la poste italiane per
migliorarne la sicurezza?(eBay i mezzi li ha,eccome se li ha...)

Sono d'accordo che è capitata qualche truffa ai danni di titolari di POSTEPAY,ma i furbi ci sono
dappertutto,proviamo ad escluderli dal sito,un metodo ci sarà...perchè ci dobbiamo rimettere
tutti?è anche vero che la POSTEPAY si può associare ad un conto PAYPAL,ma ripeto,PAYPAL è
tutt'altro che conveniente per chi riceve pagamenti.E oltretutto,i soldi che si accumulano sul
proprio conto PAYPAL,visto che non sempre si possono prelevare,(perchè non tutti hanno un
conto in banca,)come li utilizzerai questi soldini?Semplice,li spenderai su eBay facendo acquisti
!!!! Quindi perchè dovremmo abbandonare la POSTEPAY che è tanto vantaggiosa?E cosa
fondamentale di tutta la faccenda: a eBay cosa importa quale metodo di pagamento
accettiamo?Tanto le tariffe e le commissioni sul prezzo finale se le intasca comunque,no?Loro il
guadagno ce l'hanno assicurato,giusto?

E visto che i pagamenti online non sono sicuri,perchè PAYPAL invece lo è?Non è forse un
pagamento online?

Sarà forse perchè PAYPAL appartiene al gruppo eBay? O sarà mica perchè eBay con PAYPAL ci
guadagna parecchi soldini?

mah,chi lo sà...............?????

Oppure sarà perchè da quando è in circolazione la POSTEPAY,i conti PAYPAL sono diminuiti?
boh..................................?????

Dunque, alla fine di questa considerazione il mio consiglio è: usate PayPal in ogni caso, anche
perche, nonostante i costi, è pur sempre un metodo immediato e utilizzato dalla maggior parte
delle persone, ma continuate parallelamente ad usare anche la PostePay, magari su richiesta,
aggiungendo nelle vostre descrizioni la parola ALTRO come metodi di pagamento. ( nel gerco
comune di eBay la parola ALTRO ormai è un sinonimo di: “non hai PayPal? Non
preoccuparti, contattami e ti do i dati della mia PostePay” ;)

Spedizione degli Oggetti con un Imballo Perfetto e Gratuito

Consiglio la lettura di questo capitolo soprattutto ai venditori.

Un cliente che riceve l'oggetto accuratamente imballato è già


soddisfatto al 90%.

I materiali da poter utilizzare per confezionare un pacco perfetto sono:

• scatole (se non le volete acquistare recatevi in un negozio di scarpe, o di abbigliamento


o in qualche supermercato e chiedetele ai responsabili: loro le buttano sempre!)
• carta da pacchi marrone ( se fate molti pacchi forse vi conviene acquistare in rotolo,
altrimenti si trova in fogli piuttosto grandi e a poco meno di un euro nelle cartolerie)
• scotch da imballo marrone o trasparente (anche questo non costa poi tanto ma se ne
fate un largo uso conviene comprarlo quando ci sono particolari promozioni)

Per imbottire i pacchi si possono utilizzare:

• striscioline di carta (vanno benissimo quelle ottenute con la distruggi documenti da


ufficio)
• carta di giornali, riviste, quotidiani appallottolata (potete chiederli al dentista, o al
giornalaio.. ;-)) e buste di carta del pane.
• fiocchi di polistirolo (avete presente le vaschette in polistirolo bianco o colorato che si
usano per la frutta nei reparti dei supermercati? lavatele, prendete un taglierino e ...
fatele a pezzettini!! unico inconveniente è che ci si impiega un pò di tempo e, per
riempire uno scatolone ci vogliono parecchie vaschette ma i risultati sono otttimi!)
• buste/sacchetti di plastica trasparente e/o normali appallottolate (le riutilizziamo anche
per la pattumiera no?)
• paglietta (questa si trova generalmente nei cestini natalizi)
• nastri e stoffe (potete chiedere a qualche sarta gli "avanzi", in genere hanno tanti
piccoli pezzi di stoffe inutilizzabili ma adatte al ns. scopo!)
• plastica millebolle (viene venduta al metro o la trovate nei prodotti nuovi e confezionati:
suggerisco di conservarla perchè prima o poi torna utile)

Ora siete pronti per impacchettare l'oggetto.

Se si tratta di un oggetto non molto grande, che non corre grossi rischi di potersi rompere,
potete inserirlo in una busta trasparente, gonfiarla fino alla grandezza desiderata e chiuderla.
Poi la inserite nella scatola e riempite con materiale da imballo.

Se gli oggetti sono fragili bisogna curare ancor più l'imbottitura tramite questi passaggi:
1. preparare uno spesso strato di fiocchi di polistirolo o carta nella scatola, inserire
l'oggetto abbondantemente avvolto in stoffe o millebolle (ad esempio, un oggetto
elettronico, un notebook o una scheda video di un pc) ricoprire ai lati e sopra ancora
con polistirolo o carta e chiudere la scatola. Per una maggiore sicurezza, e/o a
seconda del valore dell'oggetto, suggerisco di inserire la scatola con l'oggetto
"imballandola" (cioè inserendo ancora una volta fiocchi di polistirolo o giornali) in
un'altra scatola in modo tale che eventuali urti si ripercuotano sulle scatole e non
sull'oggetto. In poche parole, doppio imballo, doppia sicurezza!
2. preparare uno spesso strato di fiocchi di polistirolo o carta nella scatola, inserire
l'oggetto avvolto in carta di giornale o millebolle e tenuta ferma da nastro adesivo. Se
l'oggetto è formato da piccoli particolari avvolgete prima il particolare cercando di
riempire gli spazi vuoti (ad esempio, per la statuetta di un cavaliere con la spada
avvolgete prima la spada e poi il cavaliere, riempiendo gli spazi vuoti che si
formeranno senza forzare). A questo punto, potete procedere come al punto
precedente, imballandolo ancora in stoffe o millebolle e adagiandolo in una scatola
dove ci sia già uno strato di imbottitura. Chiudete la scatola e inseritela in una più
grande, sempre piena di carte o fiocchi di polistirolo.
3. ricordatevi di far presente a chi riceverà il pacco di usare altrettanta cura nello sballare
l'oggetto, facendo attenzione soprattutto all'uso di forbici se è stato usato del nastro
adesivo. Meglio tagliare pezzi piccoli poco x volta piuttosto che strappare tutta la carta
rischiando di tirare qualche particolare e romper l'oggetto.
4. se la scatola è colorata dovete avvolgerla in carta da pacco marrone e bordare i lati
con scotch da imballo. Io generalmente non lascio spazi "apribili" facendo combaciare
la "congiuntura" della carta da pacco con uno dei bordi del pacco stesso.

Come vedete, potete preparare con poca spesa o addirittura gratuitamente dei pacchi perfetti!
I miei esempi si basano su oggetti che io ho spedito ma se volete ulteriori spiegazioni o
suggerimenti o anche volete darmi idee (tutte le idee su "riciclo e risparmio" sono ben accette!
;-)) contattatemi pure indicandomi la vs. email: basta cliccare sul mio nickname e, nella
schermata successiva, in alto a destra, appare un tastino "contatta l'utente".

Come proteggersi dagli Offerenti non paganti

Su eBay diciamo subito che gli utenti, sia acquirenti che venditori, non sono tutelati in alcun
modo.
Ebay ha tutto l'interesse che ci siano ONP (Offerenti Non Paganti) perchè in questo modo fa
cassa, addebitando a voi istantaneamente le commissioni.
Inoltre si calcola che ben il 70% delle commissioni non dovute vengano poi perse dagli stessi
utenti, semplicemente perchè moltissimi non riescono mai a completare la procedura di
riaccredito (estremamente complessa).

Se eBay ha messo a punto questo meccanismo infernale per intascarsi comunque le


commissioni, sia che la vendita vada a buon fine sia che no, allora chi vende è davvero
spacciato se incappa in un ONP?

No! Esiste un'unica via d'uscita, che vi permetterà non solo di proteggere le vostre aste, ma di
fregare nientemeno chi pensava di fregare voi fin dall'inizio: si chiama "Approva gli offerenti"

Usate il link: + Aggiungi un nuovo oggetto con offerenti approvati, quindi inserite il numero
dell'oggetto (asta) che volete proteggere.

Con questa opzione se attivata, nessuno potrà cliccare se prima voi non lo avrete approvato.
L'utente vi contatterà in email per essere approvato, ma a questo punto potete chiedergli
qualsiasi garanzia (numero di telefono fisso, di spedirvi un fax, ecc.), e al limite tentare di
venderglielo senza passare per eBay (proponetegli pure uno uno sconto se accetta di comprare
fuori, così sarete in grado anche di evitare la rapina delle pseudo-commissioni).

Come regolarizzare la propria posizione Fiscalmente con la


P.Iva

Semplici ma essenziali passaggi per scandire il vostro percorso verso la legalita' : mi limitero'
per brevita' a elencare in modo scolastico tutto cio' che occorre fare un poter iniziare
un'attivita' e diventare imprenditori di se stessi grazie a ebay e alle sue potenzialita'. Ricordo
che questo capitolo non ha lo scopo di illudervi proponendovi stratosferici guadagni , vuole
essere semplicemente un mezzo per valutare se, nelle vostre attuali condizioni lavorative , si
possa considerare la scelta di un'attivita' in proprio tramite il sito ebay . Io stesso ho affrontato
questo percorso riuscendo a sviluppare il mio business con successo , legalmente , e
direttamente da casa, senza alcun bisogno di spese per un negozio e per la sua esosa gestione
!

I risultati ? La mia attivita' e' in continuo aumento !

Volete diventare anche voi venditori professionali ? Ecco cosa fare :

1) Iscrizione partita iva all'agenzia delle entrate comunicando l'attivita' che si vuole svolgere
(vendita online , o per corrispondenza, prevede diversi codici a seconda della categoria
merceologica e dovrete scegliere tra questi)

2) Dia , ovvero dichiarazione inizio attivita' : necessita della consegna del modello 6 bis (circa
9 pagine) che va fatta al comune dove si intende svolgere l'attivita' in oggetto , con specifica
del sito web dove verra' effettuata la vendita ( e attenzione, questo distingue i venditori
professionali che vendono SOLO online dagli altri, in quanto gli altri si sono limitati a inserire la
p.iva del negozio fisico e non ricevono nessun controllo su quello online non avendolo
comunicato in camera di commercio e non avendo effettuato il dia che e' invece conditio sine
qua non per l'attivita' di commercio elettronico)

3) Attesa di 30 giorni superati i quali si compie il "silenzio assenso" che il dia prevede : entro
questo termine se non siete stati contattati dal comune o dai vigili urbani per qualche
inesattezza o problema inerente il locale siete a posto

4) Iscrizione alla camera di commercio con pagamento (sara' la prima cosa che pagherete,
ma non l'ultima !) di circa 90 euro.

5) Iscrizione all'inps

6) Ricerca di un commercialista capace e aggiornato ,e magari non troppo esoso

7) SI PARTE !!! Se avete completato i precedenti punti potete iniziare la vostra attivita' di
vendita online legalmente, pagando l'iva allo stato e versando nelle casse dell'inps quanto
occorre per maturare i vostri sudatissimi contributi .

Importare dalla Cina e da Hong Kong: Affare o Truffa?

Comprare dalla Cina e da Hong Kong... SI o NO?


.
Lo scopo di questo capitolo non è quello di pubblicizzare (come ho fatto prima), qualche mio prodotto o
qualche servizio. Voglio provare ad essere d'aiuto, per chi ha troppi dubbi e anche per chi ne ha fin troppo
pochi.

Partiamo dall'inizio:

La Cina

Un paese di un miliardo e mezzo di persone, di cui oltre la metà lavorano. Un paese immenso, il terzo stato
più grande del Pianeta, ma sicuramente il più popolato. Gli Stati Uniti d'America sono più grandi (di pochi
kmq ma lo sono) della Cina, eppure sono popolati solo da un quinto degli abitanti di questo Paese.

Perché i prodotti cinesi costano così poco?

Coloro che non sanno (qualcuno direbbe gli ignoranti) solitamente dicono che è perché qui la gente viene
sfruttata, i bambini vengono fatti lavorare per 15 ore al giorno in cambio di una ciotola di riso, ecc ecc. Certo,
non è facile immaginarla in modo diverso quando sciocchi giornalisti occidentali, pur di fare tiratura e di
vedere il proprio nome letto da più persone possibili, raccontano le cose come piace alla gente che vengano
raccontate, non sempre correttamente e non sempre tutte.

I prodotti cinesi costano poco perché TUTTO in Cina costa poco. Se pensate che un operaio cinese, che
prende 150 Euro al mese di stipendio, sia sfruttato, faccia la fame e venga fustigato, allora dovete sapere
che questo operaio paga di affitto 30 Euro (e molto spesso non lo paga perché l'azienda gli offre il posto
dove vivere), fa la spesa con altri 30 Euro e il mezzo pubblico per recarsi al lavoro lo paga 10 centesimi di
Euro. Alla fine del mese l'operaio non solo avrà fatto una vita normale con uno stipendio da 150 Euro, ma
avrà anche avuto la possibilità di mettere via dei soldi.

Ecco perché i prodotti cinesi costano così poco, perché tutto, dalle materie prime alle ore lavorative, dai
trasporti alle infrastrutture per le aziende, costano poco.

Perfino il conto bancario. Quanto pagate voi all'anno per la tenuta del conto bancario? In Cina, per legge
dello Stato, le banche non possono richiedere denaro per apertura, gestione e chiusura dei conti bancari,
quindi il conto in banca è gratis.

Hong Kong

Hong Kong merita un discorso a parte. E' un pezzo di Cina, nel senso che ne fa parte come territorio ma,
fino al 2047 godrà di uno statuto speciale che di fatto la mantiene autonoma quasi come quando era colonia
inglese.

Hong Kong è paradiso fiscale. Non ci sono tasse doganali ne in entrata ne in uscita (a parte per petrolio,
tabacco e alcolici), non ci sono tasse sulle rendite e le tasse sui profitti sono del 17,5%, una miseria rispetto
alla media occidentale del 35/40%.

Hong Kong non ha più fabbriche, o quasi, da anni ormai. Quindi, quando qualcuno vi dice che compra a
Hong Kong, o che vende da Hong Kong, non fatevi strane idee... trasformate pure la parola Hong Kong in
CINA!

Comprare dagli utenti eBay in Cina e Hong Kong

I dubbi principali relativi all'acquisto su eBay di oggetti, perlopiù tecnologici, dalla Cina o da
Hong Kong sono due:

1. se mi fregano?
2. la dogana in Italia?

Prima di approfondire queste due tematiche, vorrei chiarire un concetto.


Quando qualcuno vi dice che vi vende qualcosa da Hong Kong, ricordate quanto poco sopra?
Semplicemente NON CREDETECI!!!

Nessuno, o quasi, fa questo da Hong Kong. Sono tutti in Cina. Perlopiù in città del sud, come
Shenzhen, che confina con Hong Kong. Ma è decisamente improbabile che siano a Hong Kong.
Questo semplicemente perché Hong Kong, in tutto, costa il triplo della confinante Shenzhen.

Certo, gli oggetti che vi saranno inviati partiranno da Hong Kong, ma questo non significa che:

• tali oggetti provengano da Hong Kong, solitamente sono portati lì dalla Cina,
spesso in modo illegale;
• tali oggetti siano garantiti da aziende di Hong Kong, nella maggior parte dei
casi (tutti direi) sono aziende cinesi;
• chi invia l'oggetto sia un venditore di Hong Kong, quasi sicuramente è cinese;
• chi invia l'oggetto è chi ve lo ha venduto, quasi mai è così.

Quest'ultimo punto merita di essere speigato meglio, lo farò più avanti.

Ora voglio approfondire i due punti elencati precedentemente.

Se mi fregano?

Personalmente credo che le possibili fregature siano relativamente basse, e vi spiego perché.

Forse la maggior parte delle persone che mi leggono sono acquirenti (almeno per ora ;) e non
venditori. Avete quindi usato, magari molto, eBay e PayPal per comprare ma non per vendere.

Non avete idea di quanti e quali controlli queste due aziende (che poi sono una sola) facciano
sui venditori.

Se usate un conto PayPal per vendere, incassati i primi pagamenti cominceranno a chiedervi
prima di tutto di mandare via fax documenti personali, certificati di residenza ecc. Quando
raggiungerete cifre maggiori, vi chiederanno ulteriori documenti, sempre più complessi.

PayPal può arrivare (con me lo ha fatto) a chiedervi di prendere visione delle fatture dei vostri
fornitori e, magari, mentre lo fa vi tiene un conto bloccato per una settimana o anche più.
Qualcuno (io sono fra quelli) potrebbe pensare che è lesivo per la privacy. Ma certamente è
una garanzia di sicurezza nei confronti degli acquirenti.

Ne consegue che un venditore che ha raggiunto, mettiamo, i 100 o 200 feedback accettando
pagamenti con PayPal, ha passato una serie di controlli di sicurezza decisamente fitta e quindi
può essere considerato attendibile.

Ma oltre a questo, c'è da considerare un secondo fattore. Avete idea di quanto sia difficile e
costoso fare vendite fino a quando non si sono raggiunti i 100 o 200 feedback? Soprattutto per
un venditore internazionale.

Il sistema di feedback, unito ai controlli che fanno eBay e PayPal, è uno strumento
potentissimo.

Di fatto anche un vendtore internazionale, se gli va bene, non ha più di una settimana o 10
giorni di tempo per fregare la gente. Dopodiché inizieranno a partire i feedback negativi e i
controlli di eBay e PayPal e questo venditore avrà chiuso.

Ne consegue che, in una settimana, si possono fare molte vendite, e quindi molti soldi, solo se
si ha una cospicua dote di feedback positivi alle spalle. Ma se si è lavorato magari un anno per
costruire 1.000 o 2.000 feedback, vale la pena di buttare tutto per cercare di fregare 2 o 300
persone? Secondo me no.

Ecco perché penso che il concetto sia: un venditore, di qualunque parte del mondo, che ha
raggiunto un buon numero di feedback (qualche centinaio) non è uno che ti rifila una
fregatura, quindi penso di poter dire che ci si può fidare.

Il primo dubbio, a mio parere, è da considerare come troppa paura di mettere il naso fuori di
casa.

Esiste però il secondo problema.

La dogana

Chi compra dalla Cina o da Hong Kong, lo fa per risparmiare, molto spesso per risparmiare
davvero tanto. Fino al 50%. Solitamente un 30%.

E' chiaro che se, quando arriva il prodotto in Italia, bisogna pagare i dazi doganali e l'IVA, se
ne può partite un 25%, che rende il risparmio inutile.

Parliamoci chiaro. Non pagare le tasse di importazione significa eludere il fisco.

Va da se che l'Italia è il paese dei furbi.

Ecco quindi che nessuno si scandalizza all'idea di comprare qualcosa senza pagare l'IVA o
qualche altro balzello. D'altronde il nostro è il Paese dove il primo a non pagare le tasse è...
lascio a voi qualsiasi conclusione.

Quando si compra dalla Cina (ormai non aggiungo anche Hong Kong, tanto credo abbiate
capito che sono la stessa cosa) il rischio dogana c'è sempre. In alcuni casi è maggiore, in altri
è minore.

Piccoli pacchetti, contenenti ad esempio un lettore MP3, hanno un'altissima probabilità di


passare inosservati.

Un televisore al plasma da 60 pollici che vi arriva con un valore dichiarato di 30 dollari...


diciamo che fanno bene a mettervi in galera, se non altro perché avete voluto essere davvero
troppo furbi ;-)

Come vengono spediti i pacchetti dalla Cina

Solitamente le spedizioni viaggiano con le poste di Hong Kong. Più che altro perché costano un
poco meno. E poi perché in Cina si paga l'IVA del 17%, a Hong Kong no.

Quindi i prodotti vi sono venduti da utenti eBay cinesi, che lavorano dal computer in Cina, ma
spediti da magazzini di Hong Kong, che quasi mai sono dello stesso utente che ha fatto la
vendita.

Ma questo non avviene solo in Cina. Negli Stati Uniti si stima che il 50% del business online
avvenga in questo modo. E' legale, è regolare e anche sicuro, oltre che conveniente.

I pacchi viaggiano solitamente in modo anonimo, con una semplice etichetta d'indirizzo, spesso
scritta a mano. Nella maggior parte dei casi, solo il vostro indirizzo sarà scritto in caratteri
occidentali, tutto il resto in cinese.

Questo purtroppo è il primo problema. Un pacco con tutte le scritte in cinese, indirizzato a un
italiano, si nota di più che un pacco scritto in caratteri occidentali.
Solo in alcuni casi si può avere una spedizione che da meno nell'occhio, ovvero fatta da un
occidentale.

La cosa più importante del pacco che vi arriva (oltre al contenuto) è una piccola etichetta
adesiva verde, che si chiama modulo CN22. Questa etichetta è la dichiarazione doganale. Le
caratteristiche salienti di questa etichetta, oltre alle altre informazioni che riporta, sono la
tipologia di spedizione e il valore.

I prodotti dalla Cina sono sempre spediti come REGALO (GIFT). Quindi un pacco da questo
paese vi verrà inviato come regalo. I regali non prevedono pratiche doganali e non devono
essere accompagnati da fattura.

Attenzione! La responsabilità di dichiarare l'oggetto come regalo è del mittente. Quindi se


qualcuno vi contesta il fatto che non crede sia un regalo, non è con voi che deve parlare ma
con il mittente. Questo è scritto chiaramente sul modulo doganale.

L'altra cosa importante è il valore. Vi sono convenzioni internazionali che prevedono che un
valore dichiarato sotto i 50$ non paghi dazi d'importazione. Non mi risulta che in Italia sia
sempre rispettata questa convenzione. Qualche volta per ignoranza dei funzionari che la
dovrebbero applicare, la maggior parte delle volte per ignoranza dei destinatari che non lo
sanno e quindi non fanno valere le proprie ragioni.

La cosa importante è che, se qualcuno contesta la possibilità che abbiate effettivamente


ricevuto un regalo, voi potete con fermezza sostenere che si tratta di un regalo, magari
accennando a un amico o amica conosciuti su Internet a cui voi a vostra volta avete mandato
un regalo tempo prima, per esempio, e che le eventuali contestazioni vanno riportate a chi ha
spedito.

L'altra cosa importante da considerare è che più e grande l'oggetto che ricevete e più da
nell'occhio, questo è chiaro.

Un piccolo discorso va fatto per le spedizioni assicurate. Proprio per non pagare le tasse, non
va acquistata merce con spedizione in assicurata che valga più di 50$, perché l'assicurazione è
sul valore dichiarato e se si dichiara 100$ di valore, per avere la copertura assicurativa, allora
è ovvio che ci si troverà con maggiori potenzialità di pagare le tasse, anche se la spedizione
come regalo non dovrebbe esserne soggetta.

Mai farsi spedire qualcosa a un indirizzo d'uffiicio, negozio ecc. Verrebbe interpretata come
campionatura o come prodotto commerciale che si cerca di far passare extra dogana, quindi
paga anche la multa oltre ai dazi.

Le spedizioni con corriere

Sono le più sicure, ma convengono poco.

Il problema non è di costi, ci sono modalità di spedizione con corriere che non garantiscono la
consegna i due giorni ma che costano decisamente poco.

Il fatto è che i principali corrieri, come DHL, TNT, UPS ecc, operano i servizi di importazione
adottando un sistema particolare di esenzione dai controlli.

In pratica queste società non fanno passare la merce dagli uffici doganali ma fanno loro stesse
da doganieri. Ovvero, per ogni spedizione che hanno in ingresso, sono loro a calcolare e far
pagare ai clienti le tasse, girando poi il ricavato allo Stato.

Proprio per poter mantenere questa condizione di beneficio, che permette loro di garantire
servizi nei tempi contrattuali, cosa che non sarebbe possibile se ti trovi un doganiere che si è
svegliato con la luna di traverso, queste compagnie non sono molto propense a supportare
felicemente il transito di merce dalla Cina all'occidente in modo quantomeno dubbio.

E' quindi preferibile aspettare venti giorni una spedizione di tipo pacchetto via aerea, piuttosto
che avere la quasi certezza di costi aggiuntivi quando il corriere si presenterà per la consegna.

I costi di spedizione
Spedire dall'oriente costa carissimo!

In Cina costa meno mangiare un'aragosta da 2Kg che spedire qualsiasi cosa che persi 2 Kg in
Italia.

Vi faccio degli esempi. L'equivalente del nostro pacco celere, in Cina si chiama EMS. Lo trovate
qui: http://www.ems.com.cn/ems/English/index.jsp

Ecco i prezzi per l'Italia:

Meno di 500 grammi: 22 Euro


Otre i 500 grammi, primi 500 grammi 28 Euro, ogni 500 grammi in più 7,5 Euro.
Assicurazione il 2,5% del valore dichiarato.

Un pacco normale, invece, ovvero l'equivalente del pacco ordinario, costa 2,5 Euro ogni 100
grammi. A cui vanno aggiunti 2 Euro di registrazione e il 2% per l'assicurazione.

Quando quindi vi viene da pensare che le spedizioni dalla Cina facciano ricarichi sulle spese,
ricredetevi. Costa davvero caro. Il concetto è che chi spedisce in giro per il mondo sta facendo
guadagni, e quindi non è giusto che paghi poco. La maggior parte dei venditori ha convenzioni
e sconti, come anche noi possiamo avere in Italia con le poste, se facciamo tante spedizioni,
ma spedire via aerea costa caro.

Capita spesso, quasi sempre, che la spedizione costì più dell'oggetto acquistato. Tutti e due
messi insieme, però, meno dello stesso oggetto comprato in Italia.

I falsi

Scarpe false, orologi falsi, borse false.

Non c'è dubbio che questi prodotti attraggano il cliente occidentale. La Cina è un mercato
fiorente per queste cose. Un Rolex fatto benissimo può costare 20 Euro. Una borsa di Gucci
perfetta anche solo 15 Euro.

NON FATELO!!!

Oltre che illegale è immorale. Ma su questo abbiamo detto che gli italiani, a parte la domenica
mattina in quel quarto d'ora dell'Angelus, sono disposti a chiudere un paio d'occhi su tutto (o
quasi, diciamo tutto tranne la Mamma).

Non è la stessa cosa per lo Stato. Infatti importare un oggetto contraffatto non comporta solo
la multa per i dazi, l'IVA o cose simili. E' un reato penale.

Nella maggior parte dei casi non se ne accorge nessuno ma quella volta che lo sf...ortunato di
turno siete voi, si spende molto più del valore di un orologio o di una borsa in avvocati
penalisti (che sono cari) e in notti insonni pensando che sarete processati, davanti a un
giudice, in un tribunale vero, come tutti i criminali, ovvero come chi commette un crimine,
cosa che in effetti avete fatto. Non pensate di dire che non lo sapevate... la legge non
ammette ignoranza!
Quindi, comprare prodotti elettronici a buon prezzo: SI ... comprare firme contraffatte: NO!

I prezzi

Occhio ai prezzi!

Troppo bassi, ovvero tanto bassi da non sembrare veri... non sono veri!

I falsi in Cina non sono solo borse od orologi.

Ne sa qualcosa per esempio la Sandisk, uno dei più grandi produttori al mondo di memorie per
macchine fotografiche digitali. Le memorie della Sandisk, proprio perché le più famose, sono le
più contraffatte.

Vi chiedete come si fa a contraffare una memoria? Semplice, si prendono gli scarti di fabbrica,
che non hanno passato i controlli di qualità e andrebbero mandati al macero, si confezionano
con finte scatole e finte etichette, e si vendono a 1/3 del prezzo dell'originale. Potrebbero
funzionare, potrebbero ogni tanto perdere i dati. Lo scoprirete solo usandole.

Questo è un esempio, lo stesso può succedere per molti prodotti.

Un giorno la venditrice di un'azienda mi ha fatto questa proposta: noi siamo costruttori per il
famoso marchio ******. Lo stesso prodotto lo vendiamo anche con il nostro marchio oppure
possiamo mettere il tuo marchio. Però se vuoi, paghi il 5% in più e noi vendiamo ufficialmente
il prodotto senza marchio a un'azienda, che poi lo rivende a te con il marchio (quello famoso) e
in realtà noi ti diamo il prodotto uguale a quello che mandiamo ai magazzini del marchio
famoso.

Ovviamente non ho accettato, ma questo vi può far capire come si possono trovare sul
mercato prodotti di marca anche a prezzi decisamente bassi. Non arrivano dai magazzini della
casa famosa, ma da quelli del suo produttore, che sotto banco vende la sovraproduzione di cui
ogni azienda cinese è capace.

Il prodotto in questo caso è perfetto, uguale all'originale. Di fatto è l'originale. L'unico


problema è che in caso di guasto, contattando il centro assistenza della casa dal marchio
famoso, il vostro prodotto non sarà riconosciuto come fabbricato da loro e quindi non
supportato. Ma se non si guasta, allora è un prodotto originale.

Conclusioni

In conclusione io penso che l'acquisto dalla Cina sia al 98% sicuro, a patto di non essere
sf...ortunati e di rispettare alcune regole:

• Comprare da utenti eBay che abbiano già ottenuto la fiducia di altri acquirenti; è brutto
da dire ma, se l'esperienza la fa qualcun'altro prima è meglio, anche se questo va un
po' a scapito della nascita di nuovi venditori... se sono seri, onesti e sanno fare il
mestiere, ci riusciranno di sicuro.
• Pagare solo con strumenti sicuri, come il bonifico bancario, la carta di credito ecc.
PayPal è uno strumento sicuro, anche troppo a volte.
• Interagire con il venditore, prima dell'acquisto, dopo l'acquisto prima del pagamento e,
infine, dopo la ricezione del prodotto (con il feedback lasciato il prima possibile).
• Fare attenzione a quello che si compra.

Quindi la mia pesonale risposta è:


Comprare dalla Cina? SI, grazie.

Conclusione

Qualcuno mi appioppò l'appellativo di "ESPERTO di eBay Italia"... Sinceramente mi reputo una


persona comune, che ha abbandonato il proprio lavoro, che rendeva bene per dedicarsi
esclusivamente ad eBay. Avvicinatomi per caso due anni fa, come puoi leggere dalla mia
Pagina Personale, oggi vivo e guadagno esclusivamente grazie ad eBay ed a cio che si è
venuto a creare attorno, quindi agli eBook, agli Stock, al Franchising ed a tanto altro che ti ho
spiegato in questa enciclopedia....

Lo scopo di questa “Conclusione” è di dare una "Forma Mentis" reale e funzionale a chi, come
me, vuole crearsi la propria attività indipendente di vendita su eBay, sfruttando tutte le
piattaforme mondiali e con una preparazione e formazione che ad oggi sono in pochi ad avere.
Ma veniamo al punto di base: eBay.it conta oltre 3,3 milioni di iscritti (questo è cio che
dicono le fonti ufficiali di eBay) in realtà meno del 5% sono venditori e di questo 5% sono in
pochissimi quelli rimangono venditori e crescono creando una vera e propria attività di
commercio su eBay.

Di sicuro sono migliaia gli utenti che iscrittisi per curiosità, un po' come feci io, decidono di
tentare la strada della vendita, magari per disfarsi di qualche oggetto che si ha in casa... e poi
motivati dalle prime offerte iniziano a farsi prendere dalla voglia di vendere sempre di piu, di
cercare sempre piu oggetti da proporre, di scovare nei mercatini locali qualche nuova
occasione per poi listare tutto sul proprio account ... ma senza conoscere le regole ed i trucchi
di base del funzionamento di eBay e senza l'esperienza necessaria per creare inserzioni
Efficaci si vedono le loro aste deserte, i propri oggetti invenduti, mentre la casa si riempie di
cianfrusaglie invendibili. Da li a demotivarsi il passo è breve, ma ancor peggio è la convinzione
che può nascere dentro queste persone che "eBay non funziona" ... e purtroppo quegli utenti,
che erano partiti con il piede giusto, che se solo avessero avuto le giuste conoscenze e
formazione, se solo fossero stato guidati e portati mano a mano per la giusta strada, sarebbero
potuti diventare leaders di vendita... purtroppo quegli utenti, nel momento in cui si
convinceranno che è "eBay a non funzionare" ... abbandoneranno i loro account per sempre...
e sono questi dati che eBay non ci darà mai... Pubblicano il numero di utenti iscritti, ma mai
quelli realmente attivi!!!!! Chiediamoci il perchè!!!

Mi piacerebbe tanto poter parlare con questi utenti e chiedergli: "Se tu avessi deciso di
acquistare ... non so... un orologio per esempio... da chi lo compreresti... da un tizio
che ti si avvicina per strada e che tirandolo fuori dalla tasca e mostrandotelo
velocemente cerca di convincerti che il suo è perfetto ed è un affare... oppure in un
negozio reale, dove vieni accolto da un servizio cortesia, dove hai decine di scaffali
pieni di prodotti tra cui scegliere, dove hai una garanzia di qualità e di soddisfazione,
dove puoi provarli, sceglierli, informarti...pagare come preferisci e se vuoi anche
avere dilazioni... da chi lo compreresti l'orologio???"

E sempre se avessi la fortuna di poter parlare con qualcuno di questi utenti mi piacerebbe
chiedergli: " Se mai un giorno tu decidessi di voler aprire un negozio reale, sul corso
principale della tua città cosa faresti prima di alzar su la serranda? Ti occuperesti
prima dell'arredamento, delle vetrine, di dare un immagine di serietà e di fiducia, poi
riempiresti gli scaffali di prodotti in modo che il cliente che entra possa trovarsi
nell'imbarazzo della scelta e nello stesso tempo provare lo stupore di trovare tanti
oggetti interessanti ed originali tutti nello stesso posto, cureresti le vetrine meglio
che puoi perche sai che sono il biglietto da visita del negozio e ciò che il potenziale
cliente vede per prime e che devono spingerlo ad entrare.... oppure alzeresti la
serranda, con le pareti vuote, le vetrine vuote che lasciano intravedere te all'interno
seduto su uno sgabello con un banchetto davanti e qualche cianfrusaglia messa li
sopra alla rinfusa??? Cosa faresti???"
Ma allora siamo ancora sicuri che è eBay a non funzionare???

eBay è un sito... è un locale vuoto sul corso centrale del Mondo Intero, che ci viene
dato in affitto a pochi euro al mese ... poi se noi quel locale lo rendiamo un Centro
Commerciale a 30 piani, oppure una bottega da 4 soldi... eBay non ha colpa!!!

Ora, tu che stai leggendo potresti star pensando: " Belle parole, belle teorie, ma in pratica
io che sono appena entrato in eBay che speravo di iniziare quadagnando un po di
soldini vendendo la mia vecchia collezione di fumetti o le cianfrusaglie che ho in
cantina in quel baule abbandonato in un angolo da anni e poi magari crescere pian
pianino fino a crearmi una vera e propria attività... io che non conosco in modo
approfondito eBay, che non ho anni di esperienze, che non ho mai venduto sulle le
altre piattaorme eBay del mondo, che conosco poco la computer grafica, che non ho
mai fatto corsi di marketing e vendite... che non conosco i segreti della
comunicazione persuasiva e che soprattutto non so che cosa vendere e non ho
fornitori seri per rifornirmi... io che che sono solo un utente alle prime armi...
quindi...posso avere speranza?" ... la risposta è SI, la speranza ce l' hai e quando deciderai
di trasformare questa speranza in AZIONE potrai apprendere tutto cio che ti manca in pochi
giorni e creare il tuo Mega Centro Commerciale sul sito di vendite online più potente al mondo
in meno di una settimana proponendo centinaia di articoli e decine di settori.... il tutto senza
rischi!!!!

Impossibile? Beh forse qualche minuto fa si, quando esistevano solo utenti singoli, quando la
formazione era una parola sconosciuta, quando FRINCHISING sembrava una parolaccia,
quando l'acquisto di stock era possibile solo a grandi aziende con grossi capitali... ma
fortunatamente le cose cambiano e cambiano grazie agli utenti stessi.

Oggi è possibile formarsi con veri e propri eBook e Corsi come questo, al costo ridicolo di un
tramezzino al bar, che ti daranno, in poche ore di studio, la formazione necessaria per aprire
in modo professionale un negozio eBay, scoprire i segreti delle inserzioni efficaci, entrare a far
parte dei più grandei venditori eBay ed allo stesso tempo accedere ai benefici dei SERVIZI IN
STOCK, ovvero un magazzino con centinaia di prodotti che potrai utilizzare per riempire gli
scaffali del tuo Mega Store e prepararti ad "alzare la serranda" del tuo nuovo negozio, senza
svenarsi, in quanto tali proposte verranno formulate in maniera oculata.

Potrai decidere invece di partire vendendo non oggetti reali, ma entrando in un Business
originale ed innovativo come quello delle informazioni, RIVendendo quindi eBook e senza avere
costi di magazzino.
Potrai accedere ad aggiornamenti gratuiti, ed all'interscambio di informazioni tra i vari
RIvenditori. Inoltre far parte di una Community come eBay vuol dire moltiplicare le possibilità
di guadagno e di vendita, in quanto tu stesso potrai proporre agli altri l'acquisto di qualche
stock molto grande nel caso per te da solo fosse troppo oneroso da poter gestire.... vuol dire
crescere come Assistente alle Vendite ed avere un supporto da chi fa questo lavoro da anni,
con consigli su tempi, modi, contratti e supporto legale... e tanto altro ... Tutte esperienze che
un utente singolo (come lo fui io 2 anni fa) avrebbe bisogno appunto di non meno di 2 anni di
lavoro quotidiano ed esclusivo per acquisirle.... ed oggi ...invece... hai la fortuna di poterle
avere ORA ed essere operativo gia dalla settimana prossima, anche perché no, grazie a questa
eBay-pedia!!!!

Ma... e c'è sempre un ma... esiste un rovescio della medaglia ... dopo oltre 500 clientii ai miei
eBook e corsi mi sono reso conto che, mentre molti di loro partono con il piede giusto creando
un vero e proprio Centro Commerciale con le giuste tecniche, sfruttando le potenzialità degli
Stock o degli eBook anche per rendere ancora piu visibili gli oggetti di loro proprietà,
diventando sempre più bravi iniziando a prendere gestioni come Assistenti, e pian piano
crescono sempre di piu fino, per alcuni, a trasformare questa attività nel loro lavoro
prevalente; molti altri invece, partono motivati, aprono su la serranda magari spinti dalla foga
di partire subito, dimenticando le nozioni imparate, dimenticando di allestire gli scaffali...
dimenticando di utilizzare le tecniche base che hanno appena imparato... aprono su la
serranda, si siedono su uno sgabellino con un tavolino davanti... mettono su quel tavolino
qualche oggeto sparso alla rinfusa e sperano di vender tutto la prima settimana!!!! Questo
ovviamente non accade per i motivi che ormai sono ovvi... ma purtroppo molti di essi dopo
questa prima esperienza, durata forse 10 giorni soltanto, si convincono che "eBay non
funziona" e chiudono tutto e spariscono... ed è anche a loro che mi piacerebbe chiedere :" Ma
tu entreresti a comprare in un negozio vuoto, senza arredamento, senza vetrine,
senza scaffali e con 4 oggetti sparsi alla rinfusa su un tavolino????"

Chissà magari, da qualcuno di loro, riceverò prima o poi una risposta!!!

*questa è una copia ufficiale dell’eBay-Pedia del centro informazioni exaurus, se hai
acquistato questo e-book da qualcuno che non sia l’utente eBay exaurus, è un mio
rivenditore, un utente che ha sperimentato di persona i metodi qui indicati, ed ha
deciso di condividerli con te.

Daniele
www.centroinformazioni.net
djdany@email.it
www.centroinformazioni.135.it ~ Per favore visita il mio negozio. Troverai molti eBook e informazioni utili
per il tuo business on-line!

Vuoi cominciare a guadagnare seriamente con


Internet Oggi stesso?
Realizzo oltre 1.500,00 € usando eBay, Google e altri siti internet. E la cosa piu bella, è che tutto questo
funziona in automatico!
Tutti I miei oggetti sono GARANTITI AL 100%! I miei feedback eBay dimostrano che I metodi e gli e-Book
funzionano. Unisciti ai tanti clienti soddisfatto che gia stanno guadagnando dal web!