Sei sulla pagina 1di 16

Guida pratica

alla SEO
PRINCIPI PER SCRIVERE SUL WEB

G Guida pratica
alla SEO
M MYPlace Communications
www.myp.srl
E Email
marketing@myp.srl
02
INDICE

Indice
03
INDICE

Indice

CA P I TO LO 6
Altre attività SEO 12

EBOOK GRATUITO © MYPlace Communications - 2018

Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza espressa autorizzazione dell’Autore.
04
L'AUTORE

Su di me
FORMATORE, COACH E CONSULENTE

Mario Alberto Catarozzo, l a u r e a t o i n G i u r i s p r u d e n z a , h a u n a l u n g a


esperienza come trainer, coach e consulente sui temi della
comunicazione, negoziazione, leadership, public speaking, crescita
personale e professionale.
Ha maturato le proprie basi professionali in oltre quindici anni di attività
come manager presso primarie strutture del mondo editoriale, della
comunicazione e dei new media dedicate al settore delle professionali
legali.

Collabora con Enti, Associazioni e Ordini professionali per la


formazione dei liberi professionisti su soft skills e competenze
m a n a g e r i a l i . C o m e Coach a f fi a n c a s t u d i p r o f e s s i o n a l i , l i b e r i
professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e
cambiamento sia come singoli che in team.
S v o l g e a t t i v i t à d i t r a i n e r i n c o r s i t e n u t i i n a u l a e p r e s s o Studi
professionali e aziende(p e r s a p e r n e d i p i ù : www.mariocatarozzo.it) .

P r e s s o l a N L P I t a l y C o a c h i n g S c h o o l h a c o n s e g u i t o l a q u a l i fi c a d i
Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler
(USA), con due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life
Coach Professionista.
Ha due livelli di specializzazione in PNL (Programmazione Neuro
Linguisti-ca), Practitioner e Master Practitioner.
Presso la STC Nardone Group si è formato in Problem Solving e
Coaching Strategico®.

Seguimi su Twitter
@MarAlbCat
05
PREMESSA

Introduzione
Essere presenti sul web con un proprio sito internet non
basta. Ci vogliono almeno altre due caratteristiche per poter
pensare di trarre benefici in ottica business da tale presenza:
la qualità del sito e la visibilità.

Per qualità del sito intendiamo la struttura del sito, la sua


usability (facilità di utilizzo), la sua completezza, lo stile.
Per visibilità, invece, ci riferiamo alla facilità con cui il sito e
i suoi contenuti sono facilmente “trovabili” dagli utenti
attraverso i motori di ricerca. In che modo, infatti, troveranno
il nostro sito - e di conseguenza, i servizi che offriamo -
nel mondo digitale? Sono due le strade possibili: i motori
di ricerca e i social network. Quanto al valore di essere
presenti sui social in modo mirato ed efficace dedicheremo
una intera guida pratica, mentre è possibile leggere gli ebook
che abbiamo già pubblicato in merito. In questa guida pratica
daremo alcune indicazioni per ciò che riguarda
il posizionamento del sito sui motori di ricerca, l a s u a
visibilità, in sostanza.

Anche per i professionisti e gli studi professionali, così come


per chiunque faccia business proponendo servizi e prodotti,
è necessario essere facilmente reperibili sul web per poter
essere scelti, ma anche perché la posizione indica il grado di
popolarità, affidabilità, reputazione che si ha in questo mondo
digitale. Google, in sostanza, fa da “garante” come terzo
imparziale della nostra reputazione on line. Siamo di fronte ad
un nuovo modello di passaparola, esercitato non più dal
conoscente, ma dal motore di ricerca che inserirà nel suo
rating il nostro sito in virtù di una serie di condizioni che ne
determineranno il posizionamento.

La SEO (Search Engine Optimization) consiste in


quell’insieme di tecniche che costantemente dovranno essere
utilizzare per valorizzare i propri contenuti ed essere
maggiormente visibili sui motori di ricerca.
Alcune di queste attività sarà utile che vengano compiute da
e s p e r t i (SEO Sp e c i a l i s t ) , m e n t r e a l t r e d e v o n o e s s e r e c o m p i u t e
da chi gestisce il sito e dai professionisti che scrivono
i contenuti. In questa guida ci rivolgiamo a questi ultimi.

Ringrazio Paola Zacchia per il contributo al presente eb o o k .

Buona lettura!
Mario Alberto Catarozzo
06
CAPITOLO 1
PRIMA DI INIZIARE... COSA TROVERETE IN QUESTA GUIDA

Prima di iniziare...
Cosa troverete
in questa guida
LE ATTIVITÀ SEO SPIEGATE PASSO PER PASSO

L a SEO ( Search Engine Optimization) è q u e l l ’ i n s i e m e


di strategie e pratiche volte ad aumentare la visibilità di
un sito internet migliorandone la posizione nelle
classifiche dei motori di ricerca, nei risultati non a
pagamento, detti risultati “organici” o “posizionamento
organico”.

Queste strategie sono molteplici e riguardano


principalmente:
- l’ottimizzazione della struttura del sito
- il codice HTML
- i contenuti testuali
- la gestione dei link (backlink) .

Per tale motivo è nata questa guida: per fare chiarezza


passo per passo su quanto le attività in ottica SEO
possano essere importanti e portare vantaggi al
proprio sito W eb e al proprio business.
07
CAPITOLO 2
QUALI SONO LE AZIONI PER MIGLIORARE LA SEO

Quali sono
le azioni per
migliorare la SEO
COSA OCCORRE SAPER FARE

Le azioni per migliorare la SEO sono principalmente almeno un link da un’altra pagina. Questo aspetto è di
due e sono basiliari per incominciare a rendere competenza del web master che strutturerà il sito.
ottimizzabile il proprio sito Web. Bisogna anche verificare ed eventualmente sistemare
la presenza di link non funzionanti all’interno del sito,
Le due azioni da seguire sono le seguenti poiché un numero eccessivo di “broken link” può far
supporre ai motori di ricerca che il sito sia
1. OTTIMIZZAZIONE DELLA STRUTTURA DEL SITO abbandonato. Il sito va tenuto sempre aggiornato.
L'attività SEO comprende diverse fasi: si parte dalla
scelta di keywords, ovvero le parole chiave che 2. CODICE HTML
pensiamo verranno utilizzate dagli utenti nelle ricerche. Ogni sito internet è formato da un codice sorgente
Questa fase è fondamentale per raggiungere il target di HTML che viene letto ed elaborato dal browser (Safari,
c l i e n t e l a d e s i d e r a t a e per posizionarsi adeguatamente Chrome, ecc.. ). L'ottimizzazione del codice è perciò
nei risultati di ricerca. l ' a t t i v i t à v o l t a a migliorare le parti ( invisibili)
all' utente, ma che incidono sul ranking (classifica) del
Un altro elemento importante per la SEO è la struttura sito. Di particolare importanza sono i TAG, ovvero quei
del sito stesso: l’albero di navigazione (menù e termini associati ad una informazione e utilizzati
sottomenù),le cui pagine devono essere organizzate in nell’espressione TAG H TM L (immagine, post, video,
modo che siano facilmente indicizzabili dai motori di font, titoli) che formano il codice, visibile nella parte
ricerca e nel quale ogni pagina del sito è collegata da alta del browser quando apriamo una pagina web.

TAG TITLE
Si tratta di una stringa di testo che specifica il titolo
di una determinata pagina web. Esso appare linkato al nostro sito
nella SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca) e in alto
a sinistra nel browser quando si visita una pagina web.

META TAG DESCRIPTION


Sono gli attributi HTML che forniscono spiegazioni concise dei
contenuti delle pagine web, sono comunemente usate dai motori
di ricerca nelle pagine dei risultati (SERP) per visualizzare
frammenti di anteprima di una determinata pagina.
08
CAPITOLO 2
QUALI SONO LE AZIONI PER MIGLIORARE LA SEO

Ricordiamoci che Google non vede ciò che vede aiuta gli spider a navigare il sito, perciò è opportuno
l’essere umano (parole, immagini, etc.), ma vede il che sia presente per permettere l’indicizzazione di tutte
codice HTML. È necessario per migliorare il SEO che le le pagine. Sarà il nostro webmaster a comunicare le
parole chiave siano inserite nel titolo dell’articolo, nei sitemap ai motori di ricerca.
sottotitoli, etc.
U n ’ a l t r a a z i o n e u t i l e p u ò e s s e r e q u e l l a d i a g i r e s u i TAG
Affinché sia ottimale questo TAG deve far capire HEADING ( h1, h2, h3… ) o v v e r o q u e g l i e l e m e n t i c h e
chiaramente sia agli utenti sia ai robot l'argomento servono a delimitare il testo in paragrafi con titoli e
trattato nella pagina. sotto-titoli, utili per permettere di trovare l’argomento
trattato sia agli utenti che ai motori. Questi TAG per noi
Un altro elemento su cui vanno fatte delle azioni a sono rappresentati dai titoli e sottotitoli di un testo.
l i v e l l o d i c o d i c e è l a META TAG DESCRIPTION ( v e d e r e Attraverso delle strategie e tecniche di indicizzazione
figura presente nella pagina precedente), l’attributo andremo ad utilizzare i TAG HEADING più opportuni
HTML che fornisce specifiche sul contenuto della volti a raggiungere l’obiettivo del cliente.
pagina web e che compare come anteprima nei risultati
ricerca. È consigliabile utilizzare una lunghezza Inseriremo,inoltre, un attributo all’interno delle
inferiore ai 155 caratteri d i m o d o c h e G o o g l e n o n t a g l i immagini per far sì che il browser sia in grado di
la frase a metà rischiando di farle perdere di significato leggere il testo contenuto in queste; è importante
Una sitemap (o mappa del sito) è una pagina Web che aggiungerlo per far capire ai motori di ricerca che cosa
elenca gerarchicamente tutte le pagine di un sito web;. rappresenta l’immagine.

COME STRUTTURARE UNA PAGINA CON I TAG HEADING


H1 - TITOLO 1: Titolo della pagina
P - PARAGRAFO: Testo relativo all’heading tag H1
H2 - TITOLO 2: Primo sottotitolo
P - PARAGRAFO: Testo relativo all’heading tag H2
H3 - TITOLO 3: Sottoparagrafo 1
P - PARAGRAFO: Testo relativo all’heading tag H3 </p>
H2 - TITOLO 2: Secondo sottotitolo
P - PARAGRAFO: Testo relativo all’heading tag H2
H3 - TITOLO 3: Sottoparagrafo 2
P - PARAGRAFO:Testo relativo all’heading tag H3
H4 - TITOLO 4: Sottoparagrafo 2.1
P - PARAGRAFO: Testo relativo all’heading tag H4
H5 - TITOLO 5: Sottoparagrafo 2.1.1
P - PARAGRAFO: Testo relativo all’heading tag H5
H6 - TITOLO 6: Note
P - PARAGRAFO: Testo relativo all’heading tag H6
09
CAPITOLO 3
L’IMPORTANZA ANCHE DELL’ URL

L’importanza
anche dell’ URL
COME SCRIVERE UN PERMALINK DI UNA PAGINA WEB

L ’ URL ( UNIFORM RESOURCE LOCATOR) è u n a Non dovremo, dunque, avere:


sequenza di caratteri che identifica univocamente http://www.miosito.it/scheda-prodotto?=3456722
l’indirizzo di una risorsa in Internet, come un
documento o un’immagine.
Risultano ottimali quando sono brevi, semplici, non
contengono maiuscole né caratteri di punteggiatura bensì:
(?, !, -) poiché non scansionabili da alcuni robot. http://www.miosito.it/sedie-da-ufficio.

NOTA BENE
Il termine URL viene chiamato anche PERMALINK. Come implicito
nel termine, un permalink è un link permanente che si riferisce ad Fondamentale sarà l’inserimento della parola chiave
una specifica risorsa (pagina) presente sulla rete, all'’interno del direttamente nell’URL stesso.
dominio. È necessario che il codice sia ben scritto e non
Il concetto di “Link permanente” è molto importante da contenga uso eccessivo di Javascript/Ajax, poiché i
comprendere: in realtà non è vero che non si possa modificare nel motori di ricerca prediligono pagine con rapporto
tempo un URL, è però vero che il farlo comporta seri problemi e testo/codice a favore del testo.
può causare una perdita di traffico guadagnato nel tempo.

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
10
CAPITOLO 4
OTTIMIZZAZIONE DEI CONTENUTI

Ottimizzazione
dei contenuti
CONTENUTI ESCLUSIVI E UNICI

I contenuti sono la parte più importante di una attività Google e gli altri motori di ricerca moderni utilizzano
SEO poiché solo i motori di ricerca evoluti come sistemi di analisi semantica del testo che comprendono
Google riescono a leggere i contenuti testuali di un la sinonimia e la correlazione tra termini.
documento capendone il significato ed attribuendo un
punteggio di qualità e pertinenza rispetto alle QUERY. L’attività di scrivere contenuti SEO è detta SEO
Per garantire la presenza di contenuti di qualità sul Copywriting, ed è l’arte di combinare la buona scrittura
proprio sito, è bene aggiornarlo aggiungendo nuovi con gli elementi dell’ottimizzazione. Noi vi assisteremo
testi con una certa frequenza. Aprire un blog aziendale durante l’azione di aggiornamento del sito e
integrato nel proprio sito, per esempio, è un modo per lavoreremo sui testi per poter ottimizzarne
ottenere un buon posizionamento duraturo nel tempo. l’indicizzazione.
È d i i m p o r t a n z a f o n d a m e n t a l e , i n o l t r e , avere contenuti
unici, q u i n d i n o n c o p i a t i d a a l t r i s i t i . G o o g l e s i a c c o r g e Vediamo alcune regole da seguire nello scrivere i testi
quando un contenuto non è originale e lo penalizza del sito e degli articoli:
drasticamente nei suoi risultati. 1. scrivere testi originali e non copiati
2. scrivere con frequenza (almeno settimanale)
Naturalmente, il contenuto dovrà includere le parole 3. inserire le parole chiave nei titoli, sottotitoli
chiave con cui si vuole essere trovati, ma in maniera 4. strutturare il testo con puntati e numerati
tale da non risultare innaturale per il visitatore. 5. inserire link in uscita verso altre pagine web

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
11
CAPITOLO 5
BACKLINK

Backlink
COME MIGLIORARE IL POSIZIONAMENTO
DEL NOSTRO SITO NEI MOTORI DI RICERCA

Agli occhi di Google, un collegamento a una pagina è


essenzialmente un “endorsement” per il suo contenuto,
in altre parole esprime la volontà di citare una risorsa
importante e degna di essere visitata dagli utenti
(passaparola).

La logica conseguenza di questa premessa è che uno


dei principali fattori che incide sulla classifica di
Google è il numero di link che puntano verso un sito;
detto in altro modo, questi siti citano il vostro come
fonte.

Google considera infatti anche l’importanza della


pagina di provenienza del link. Un link da una pagina
d i un sito autorevole vale più di uno da un sito di
scarsa qualità.

È quindi teoricamente possibile essere posizionati


meglio di un concorrente con un minor numero di link,
se questi sono di qualità sufficientemente alta.

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
12
CAPITOLO 6
ALTRE ATTIVITÀ SEO

Altre attività SEO


LA SEO E I SOCIAL

Tutte le attività citate sono svolte dai SEO Specialist e fattori, come il numero di citazioni (presenza di NAP:
possono riguardare ad esempio l'ottimizzazione delle nome azienda+indirizzo+telefono su altri siti e directory
immagini per Google Image Search, l'ottimizzazione locali) e il numero di recensioni degli utenti.
dei video per la ricerca su Youtube.
- SEO E SOCIAL
Altre attività di cui ci andremo ad occupare sono: Im p l e m e n t a r e d e i c o l l e g a m e n t i t r a l ’ a t t i v i t à S E O e i
social network può contribuire all'ottimizzazione per i
- LOCAL SEO motori di ricerca, aumentando ad esempio la possibilità
Un a b u o n a p a r t e d e l l e r i c e r c h e e s e g u i t e s u G o o g l e di ottenere link spontanei (link building).
mostra risultati per luoghi. L’occhio gravita Per facilitare la condivisione delle pagine sui social
pesantemente verso le inserzioni di Google My network (pulsanti di condivisione, come quelli in fondo
Business. a questo articolo) e il corretto uso degli stessi social
Per questo motivo, l’attività di ottimizzazione detta potrebbe contribuire in maniera indiretta
“Local SEO” ha oggi grande rilevanza. Si effettua all’ottimizzazione per i motori di ricerca, aumentando
attraverso l’ottimizzazione della pagina Google My ad esempio la probabilità di ottenere link spontanei.
Business – il servizio gratuito di Google a cui è È q u i n d i c o s a b u o n a p e r c h i f a S E O curare la presenza
necessario iscriversi per apparire nei risultati locali – sui social network e d i n c e n t i v a r e l a c o n d i v i s i o n e d e l l e
che si effettua principalmente utilizzando regole simili pagine.
al SEO “tradizionale”. Per questo motivo noi offriamo anche sviluppo,
Per il posizionamento local sono importanti anche altri assistenza e mantenimento dei social network.

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
CONCLUSIONE

IL SEO È UN’ATTIVITÀ COMPLESSA CHE SI SVOLGE SU UN ARCO TEMPORALE DI

"The users of the system are healthcare


ALMENO UN ANNO CON ATTIVITÀ QUOTIDIANE. SI COMPONE DI ATTIVITÀ CHE
DEVE SVOLGERE IL CLIENTE (PRODUZIONE DI CONTENUTI) E
workers consisting of nurses and doctors,
DI INNUMEREVOLI ATTIVITÀ CHE SVOLGONO I NOSTRI SEO SPECIALIST
CON as well as
L’OBIETTIVO the
DI DAR occasional
VISIBILITÀ encoder."
E DI POSIZIONARE NEI PRIMI POSTI
DEI RISULTATI DI RICERCA DI GOOGLE.
Piccolo
dizionario
SEO
SERP
“Search Engine Result Page”, tradotto letteralmente pagina dei risultati
del motore di ricerca, è una qualunque pagina di Google che compare
dopo che avete inserito il termine o i termini da cercare. L’immagine qui
sopra è un esempio di SERP.

QUERY:
È una qualunque ricerca effettuata sul motore. quando inserite una o
più parole nel campo di ricerca di Google, state eseguendo una query.

KEYWORDS
“parole chiave” (o chiave di ricerca), sono le parole che inserite nel
campo di ricerca quando eseguite una query. Per keyword si intendono
non soltanto singole parole ma anche stringhe di testo, ad esempio la
ricerca “web marketing Bologna” è una keyword.

ROBOT
Detto anche spider o crawler), è il software che i motori di rierca
utilizzano per analizzare tutti i siti della rete in modo automatico. I robot
girano continuamente per scandagliare tutta la rete, passando di
pagina in pagina per mezzo dei link. Effettuano una copia testuale di
tutti i documenti visitati e li inseriscono in un indice (vedi
indicizzazione). Il robot di Google si chama Googlebot.

INDICIZZAZIONE
È il processo mediante il quale il robot aggiunge il materiale al
d a t a b a s e d e l s u o m o t o r e d i r i c e r c a p e r r e s t i t u i r l o p oi , o r d i n a t o i n u n a
classifica (vedi ranking) in base alla pertinenza con la chiave di ricerca,
quano viene ettettuata una query.

RANKING
È la classifica dei risultati rispetto ad una determinata query. Quando
inseriamo una keyword, il motore di ricerca restituisce una SERP di
risultati ordinati in base alla pertinenza dei documenti indicizzati
r i s p e t t o a t a l e p a r o l a c h i a v e . R a n k i n g è i n o l t r e s i n o ni m o d i
posizionamento (vedi), in ambito SEO si dice “fattore di ranking” un
qualunque elemento, interno o esterno al sito, che influenza la
posizione in classifica.

OTTIMIZZAZIONE
In ambito SEO, ottimizzare significa facilitare il più possibile il lavoro dei
robot, fornendogli contenuti facilmente accessibili e rendendo più
facile la comprensione da parte del software dell’argomento trattato dal
do c u m e n t o .

POSIZIONAMENTO
Consiste nel migliorare la posizione di un sito/pagina web nel ranking
dei motori di ricerca in relazione a determinate keyword. Il
posizionamento (o il miglioramento di esso) è la conseguenza naturale
dell’ottimizzazione.
14
INFORMAZIONI

Seguiamo gli Studi professionali in ogni aspetto di


comunicazione e marketing per lo sviluppo del business,
offrendo soluzioni e strumenti che possano fare la differenza
sul mercato:

- Piano strategico di comunicazione e marketing


- Realizzazione del logo e immagine coordinata (biglietti da
visita, carta intestata, brochure)
- Realizzazione del sito Internet di Studio
- Posizionamento del sito Internet sui motori di ricerca (SEO)
- Gestione presenza sui Social media e Social network
- Formazione dei dipendenti di Studio sulle skills manageriali
- Organizzazione e gestione di eventi per lo Studio

www.myp.srl Scopri i nostri corsi marketing@myp.srl

SCRIVI QUALCOSA CHE VALGA LA PENA DI ESSERE LETTO O FAI


QUALCOSA CHE VALGA LA PENA DI ESSERE SCRITTO.

BENJAMIN FRANKLIN
GUIDA PRATICA ALLA SEO

MYPlace Communications
www.myp.srl
marketing@myp.srl