Sei sulla pagina 1di 3

Donazione del Sangue

La donazione del sangue, è l'atto spontaneo di una persona che decide di donare una parte del
proprio sangue a chi ne ha bisogno a scopo medico.
Si stima che si abbia bisogno di quaranta donazioni di sangue ogni mille persone l'anno.
Il sangue prelevato viene analizzato in laboratorio e vengono i dati elaborati, vengono inviati al
donatore. Il sangue donato viene usato per effettuare trasfusioni nei soggetti che soffrono di
leucemie, tumori, intossicazioni; viene inoltre utilizzato negli interventi d'urgenza sopratutto quelli
dopo incedenti stradali. E' possibile donare 450 ml di sangue alla volta a lunghi intervalli.
Può donare chi ha dai diciotto ai sessantacinque anni, pesa 50 kg o più, ha dai 50 ai 100 battiti al
minuto, si deve essere in un buono stato di salute, non aver assunto antibiotici o altri farmici negli
ultimi quindici giorni, non aver subito interventi chirurgici, non fare uso di droghe leggere in
continuità o droghe pesanti, non aver partorito da poco.
Sintesi del Romanzo
Leo è un sedicenne innamorato, con i capelli lunghi e biondi, che suona la chitarra e ama stare con i
suoi amici: Niko e Silvia. E' innamorato pazzamente di Beatrice una ragazza dolce con la
carnagione chiara e i capelli rossi che ha un anno in più di lui. Il suo problema è non riuscire a
dichiarare il suo amore poiché si vergogna.
Leo ogni volta rischia di schiantarsi correndo sul suo “bat-cinquantino” per cercare di essere notato
davanti alla fermata del pullman da Beatrice. Niko e Leo giocano nella squadra di calcio della
scuola e si chiamano “I Pirati”. Leo, come ogni ragazzo, odia andare a scuola e quando arriva un
nuovo supplente non fa altro che combinarne di tutti i colori. Vede i professori come una “razza”
diversa da quella umana e da non imitare. Leo descrive la prof Argentieri, la sua prof di storia e
filosofia, come un mostro con capelli neri, occhi neri, giacca nera. Un giorno però a sostituirla
arriva un nuovo prof. Un professore che non insegna solamente nozioni ai propri alunni ma insegna
come giocarsi la vita. Dice ai suoi alunni che tutti hanno un sogno, anche chi non sa di averlo.
Leo ogni giorno cerca Beatrice, ma da un po di tempo nota che non c'è più a scuola.
Pensa che non sia successo nulla, una normale influenza. Leo parla spesso con il Sognatore per
cercare di capire quale sia il suo sogno e il prof, gli dice di leggere, interessarsi, studiare.
Il suo sogno poteva trovarsi in un qualunque posto. Silvia un giorno ha una brutta notizia per Leo:
Beatrice non ha una semplice influenza ma è malata di leucemia e si trova in ospedale.
Leo corre sul suo scooter e raggiunge in fretta l'ospedale. Beatrice ha bisogno di trasfusioni.
Leo non può donare il suo sangue perché c'è bisogno di un autorizzazione dei genitori visto che è
minorenne. Leo chiede il permesso ai suoi genitori ma la madre sembra non capire e rinvia la
decisione, mentre il padre, essendo stato anche lui innamorato da giovane, lo capisce benissimo e lo
accompagna all'ospedale dove effettua la donazione di sangue. Al bar i due parlano di quando il
padre di Leo è stato innamorato e come ha fatto a conquistare la madre.
Dopo la donazione Leo gioca una partita che finisce pari. Leo è stanco e non può dare il 100%.
Ha una discussione con Niko, arrabbiato per la partita giocata piuttosto male.
Beatrice torna a scuola magrissima e ancora più bianca di carnagione.
Leo decide di scriverle una lettera per dichiarare il suo amore, e dopo averla finita si dirige subito in
ospedale per consegnarla direttamente a Beatrice. Leo ha un incidente e finisce all'ospedale.
Va a trovarlo Niko e i due chiariscono, inoltre arriva anche il Sognatore e gli dice che i sogni veri
hanno tanti ostacoli; non manca la visita di Gandalf, il prof di religione e Silvia.
La mamma di Leo trova la lettera sporca di sangue nei jeans che aveva prima dell'incidente, Leo la
riscrive, ma quando va alla camera di Beatrice si dimentica di lasciargliela a causa di un infermiera
che lo distrae. La notte dopo prende una margherita e dopo una serenata, gliela da. Ma Beatrice è
sempre addormentata. Prima di andare via, il giorno di natale, Leo torna in camera di Beatrice e
scopre che è stata dimessa. Leo torna a casa e dispera perché Silvia non lo risponde al cellulare e
non si fa sentire da qualche giorno. Leo viene aiutato a rimettersi al passo con gli studi durante le
vacanze da Silvia. Poi insieme scrivono un altra lettera da consegnare a Beatrice e Leo rivà in
ospedale per cercarla e consegnargliela. Arriva in ospedale ma non riconosce più Beatrice sfigurata
in faccia, dimagrita e senza capelli. Leo scappa via e torna a casa tardissimo. Leo litiga con Silvia e
non si parlano per qualche giorno. Una sera qualcuno suona a casa di Leo : è il Sognatore.
I due vanno a prendere un gelato e parlano di ciò che sta accadendo a Leo. La conversazione finisce
con le lacrime di Leo che capisce che la sua vita non è finita e non deve reagire in modo negativo se
Beatrice sta molto male. Leo va a trovare Silvia e i due fanno la pace. Beatrice torna a casa
dall'ospedale, per lei non c'è nulla da fare e nessuna cura sembra essere efficace.
Leo e Silvia vanno a casa di Beatrice a trovarla.
La madre gli fa entrare e vanno nella camera di Beatrice. Leo e Beatrice dialogano felici fino a
quando Leo le dice di amarla, ma Beatrice risponde dicendo che la sua vita sta per finire e non ha
senso tutto questo. Leo esce chiedendo alla madre di Beatrice se può andare a trovarla di tanto in
tanto. Leo torna a casa e i genitori gli dicono che sta rischiando di perdere l'anno a scuola e perciò
non si deve assentare nemmeno un giorno e per punizione non può uscire a meno che non vada a
casa di Beatrice. Leo infatti va spesso a trovarla, quando non è troppo stanca per ricevere visite e le
suona qualcosa con la chitarra. Leo si accorge sotto consiglio di Beatrice che la vera persona che
ama è Silvia, quando tenta però di dirglielo Silvia gli dice che se Beatrice non ha mai risposto ai
suoi sms è perché lei le aveva dato il numero sbagliato poiché era gelosa. Leo rimane
profondamente deluso. Alcuni giorni dopo Beatrice muore. Leo al funerale legge le ultime parole
scritte sul diario di Beatrice per ricordarla davanti a tutti.
La scuola finisce tra la felicità di tutti. L'estate trascorre rapida e quando la scuola sta per riniziare,
Leo decide di suonare per Silvia sotto casa sua per cercare di riprende il rapporto. Leo perdona
Silvia e Silvia perdona Leo. Ormai arriva il primo giorno di scuola, Leo passa a prendere Silvia in
scooter e vanno insieme a scuola.
Leo è pazzamente innamorato di Silvia, e Silvia e pazzamente innamorata di Leo.
Leo ha trovato il suo sogno.

Potrebbero piacerti anche