Sei sulla pagina 1di 4

Avvento - Natale - Epifania 2018/2019 Comunità di Piumazzo

Mercoledì 5 dicembre ore 21.00 lectio divina sulla Pentecoste Casa B.V. Grazie
Sabato 8 dicembre Solennità Immacolata Concezione
Parrocchia San Giacomo
S. Messe ore 10.00 e 11.00 con infiorata www.parrocchiapiumazzo.com
1° Anniversario della consacrazione della parrocchiaal Cuore Immacolato di Maria
Tra le due messe cioccolata in tazza per tutti i bambini nel teatro N°351 Anno 48°

AVVENTO 2018 – TEMI E SEGNI


1° Domenica 2 dicembre Luce viola -PIETA’ Silenzio
2° Domenica 9 dicembre Luce verde - GIUSTIZIA Offertorio per i poveri Divagazioni sulle luci
di Natale
3° Domenica 16 dicembre Luce rosa - SOBRIETA’ Partecipazione con gesti e parole
4° Domenica 23 dicembre Luce rossa - FEDE Benedizione dei Gesù Bambini

Domenica 9 dicembre ore 17.30 CONCERTO DI NATALE In questo anno dello Spirito Santo, ispira riprendere a
Coro S. Giacomo di Piumazzo e I Ragazzi Cantori di S. Giovanni -Leonida Paterlini “
Natale il simbolo biblico delle fiammelle di fuoco. E’ un se-
Sabato 15 dicembre cena di comunità’ pro asilo parrocchiale
gno quasi scomparso dal nostro quotidiano tecnologico, anzi
NOVENA DI NATALE PER BAMBINI E ADULTI sovente sintomo di pericolo, in boschi, case, luoghi di lavoro e convi-
Per i bambini dal 18 al 19 dicembre ore 16.30 venza. Ma ci sono alcuni ambiti, dove la viva fiammella rimane significativa,
Per gli adulti da lunedì 17 a venerdì 21 con S. Messa ore 20.00 in Cripta cercata, suggestiva, come quando si va in chiesa, ad accendere una cande-
Confessioni e comunioni ai malati, da lunedì 17 a venerdì 22 dicembre al mattino la, o a ristorante, nei locali di atmosfera. Da questa esperienza, compren-
Giovedì 20 dicembre Confessioni per i ragazzi (IV e V elementare) diamo un poco il rapporto fra Spirito Santo e Natale. Anche in questa festa
Mercoledì 19 dicembre Adorazione Eucaristica In Chiesa Ore 20.30 è immancabile il simbolo della piccola luce, magari non più viva fiammella,
ma sostituita da lampadine led, che minuscole, moltiplicate all’infinito, sor-
Confessioni di Natale tiscono lo stesso effetto, con l’aggiunta di algida e tecnologica sicurezza.
Sabato 22 dicembre: ore 9.00 – 11.30 Le candele della chiesa, sui tavoli del ristorante, o le luminarie del Natale, han-
Lunedì 24 dicembre: ore 8.30 - 11.30 e 14.30 - 16.30 no tutte un significato di intimità. Luci non per guardare fuori, ma piuttosto
per guardare dentro, al proprio cuore, in chiesa; al proprio affetto, al risto-
LUNEDì 24 DICEMBRE VIGILIA DI NATALE
rante; al mondo che ci circonda, nel Natale. Luci per uno sguardo interiore,
ore 17.00 S. Messa prefestiva della Vigilia
S. Messa ore 24.00 S. Messa di Mezzanotte di simpatia, protezione, contenuta letizia. Frutti dello Spirito sono il conforto,
la tenerezza, l’umiltà, valori di cui abbiamo tanto bisogno, e che sono anche
25 DICEMBRE S. NATALE DEL SIGNORE quelli del Natale: un amore che si rivela, non solo nel prodigio del Dio-Uomo,
ore 9.30 – 11.00 S. Messe del Giorno ma in tutta la bontà che effonde. Concludiamo con un omaggio a piccole “luci
viventi” che rischiarano la nostra comunità, candide, forti, minime, da novanta
MERCOLEDì 26 Dicembre SANTO STEFANO anni costantemente accese, fondamento e bellezza del nostro universo, che
Ore 10.00 S. Messa con Battesimi noi chiamiamo suore di S Clelia.
Ore 16.30 Concerto di Natale della banda in teatro Ad esse e a tutti i parrocchiani,

BuonNatale
Lunedì 31 Dicembre 2018
ore 16.00 Adorazione e vespri - ore 17.00 S.Messa di Ringraziamento
Martedì 1 Gennaio 2019 don Remo
Ore 10.00 S. Messa Maria Madre di Dio
Ore 17.00 S. Messa della Pace
Giovedì 3 Gennaio 2019 Ore 10.00 Santa Messa per anziani e malati

Domenica 6 Gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE


Ore 10.00 S. Messa con l’arrivo dei Magi e Calza della Befana all’ Asilo
Ore 14.30 Grande Tombola con estrazione della lotteria pro Asilo Casa B.V. Grazie

Domenica 13 Gennaio Battesimo di Gesù S. Messa ore 10.00 e 11.00


Echi della Prima Assemblea di Zona Pastorale Festa del Ringraziamento 2018
Domenica 4 novembre si è 11 novembre, festa di S. Mar-
svolta a Gaggio di Piano la Pri- tino ma quest’anno, per la
ma Assemblea della nostra Zona Parrocchia di Piumazzo, anche
Pastorale. La partecipazione di Festa del Ringraziamento. Già
tanti rappresentanti delle Parrocchie del dal giorno precedente, chi passava nei
territorio del nostro comune che fanno parte pressi della Chiesa, notava un “viavai” di
della Zona ci hanno fatto sentire “un cuore solo persone che portavano ceste, fiori, torte e sca-
e un’anima sola” già dal nostro arrivo a Gaggio. tole misteriose ben chiuse. Quando qualcouno
Nella bella atmosfera del teatro parrocchiale ci di loro si incontrava, la frase scambiata era la
ha accolto il presidente dell’assemblea Rita Bovo stessa: “Speriamo che domani non piova e che
e il moderatore nominato dal vescovo don Re- tutto funzioni.” Domenica mattina il tempo si
migio Ricci che ha guidato la preghiera introdut- è comportato bene e la piazza si è rimpita di
tiva. Mentre tutti i presenti e il coro ,per l’occa- trattori rumorosi che segnalavano l’inzio della
sione composto dai rappresentanti di tutti i cori festa. La Chiesa, splendidamente ornata all’in-
parrocchiali della zona,cantavano “INVOCHIAMO LA TUA PRESENZA”, ogni comunità ha portato terno, si è rimpita di fedelie durante la celebrazione della Messa alcuni momenti sono stati
la lampada accesa del proprio altare davanti all’ Evangeliario aperto, segno del cammino di animati dagli agricoltori, che tengono molto a questa festa. In piazza, a conclusione, c’è stata
comunio- ne che si fonda sulla Parola. La lettura proclamata dagli Atti,2 sulla la Benedizione alla macchine agricole. In teatro e in oratorio, intanto, si svolgeva la vendita dei
Pente- coste è il testo scelto per riflettere e pensare insieme un nuovo prodotti tipici e torte per le missioni, arrivando, a mezzogiorno, al tutto esaurito!
modo di vivere la chiesa e la comunione tra noi come au- La festa è continuata nel pomeriggio con caldaroste, vin brulè e gelato all’aceto balsamico.
spicato anche dal nostro Arcivescovo Matteo Zuppi nel suo Molti genitori e molti bambini erano presenti e questi ultimi, per tutto il pomeriggio, hanno
videomessaggio alle neocostituite Zone Pastorali che è partecipato a giochi organizzati per loro.
stato fatto vedere ai presenti (visibile all’indirizzo ht- Quando è calata la sera è iniziata la cottura di carne alla griglia e ovunque si è sparso un profu-
tps://www.youtube.com/watch?v=9Qo8R9DrzVs). mo appetitoso. Infine, nel buio, sono state liberate in cielo lanterne luminosre, alle quali, sicu-
Per il lavoro di gruppo sono stati suggeriti quattro ramente, i presenti hanno affidato i loro desideri segreti. Il fatto che nessuno avesse voglia di
ambiti: liturgia,catechesi,giovani e carità. tornarnsene a casa è stata la prova del successo della festa.
Agli otto gruppi, due per ogni ambito, hanno parteci- Mi permetto di ringraziare tutti coloro che hanno lavorato ed offerto i loro prodotti per la riusi-
pato gli incaricati delle parrocchie e in circa un ora di cta della giornata. Un grazie anche voi che state leggendo e che, con la vostra presenza, avete
confronto ha messo in luce alcune criticità e soprat- contribuito alla festa. Arrivederci al prossimo anno.
tutto portato tante proposte che poi daranno indi- Daniela
cazioni per il prossimo passo da compiere in questo
cammino comunitario.
Alla fine è stata consegnata a tutte le parrocchie l’i-
cona con immagine di Pentecoste scelta dall’Arcivesco- La santità e i frutti dello Spirito
vo per la sua nota
pastorale “Ciascu- In questo anno dello Spirito, che viviamo bene anche solo invocandolo un poco più spesso: “Vie-
n o li udiva parlare nella ni Spirito Santo!” ispira condividere alcuni pensieri sul tema della “santità”. Perché dello Spirito
propria lingua” (il testo è stato direttamente è impossibile parlare, ma dei suoi effetti sì, e il più bello è la santità: quel qualcosa,
donato a tutti partecipanti dell’As- che ci rende così belli, di una particolare bellezza, che ci fa “somigliare a Dio”. Per capirci bene
semblea ed è scaricabile dal sito della diocesi). occorre aver davanti delle persone concrete, non tanto i santi ufficiali, come santa Clelia, la cui
Questa Icona sarà esposte in tutte le parrocchie a par- altezza spesso ci abbaglia e dunque ci confonde, ma quella santità che lo Spirito non solo susci-
tire dalla Solennità di Cristo Re, domenica 25.novembre ta, ma fa riconoscere, in chi ci sta accano, e, in qualche istante, anche nella nostra vita. Nessuno
2018. Diciamo Grazie al Signore per questa “partenza” puòdire “sono santo!”, ma ciascuno può dire: questa cosa che mi è successa che ho fatto, per la
del nostro cammino verso la costruzione di una “rete di pace e la gioia e che mi ha dato, e che ha dato ad altri, è una opera di Dio, è qualcosa di divino. Il
comunione” e di fraternità. segreto della vita è inanellare una serie continua di questi gesti “perfetti”, fino a che diventino il
Affidiamo questo cammino a Maria ,Madre di Spe- nostro abito, del quale ad un certo livello di amore e umiltà, neppure più ci si rende
ranza e della Divina Provvidenza. conto. Sono venute fuori due caratteristiche, (amore e umiltà) ma vogliamo
Jasmin elencarle tutte. Facendo la verifica di quanto, noi o gli altri, le viviamo, capiamo
se siamo e quanto siamo santi. Si chiamano i “frutti dello Spirito”: amore,
gioia, pace, pazienza, umiltà, tenerezza, fedeltà, mitezza e purezza”. Buon
esame di vita, e buona raccolta di frutti dello Spirito.
Don Remo
Una comunità in ascolto Un Natale speciale: Gesù ci dona pace e amore
della Parola Raccontare il Natale che arriva è sempre qualcosa di magico che coinvolge
pienamente ed emotivamente adulti e bambini di qualsiasi età. E’ la festa
La Missione è azione dello Spirito (Pente- della famiglia , dello stare insieme , del “ ritroviamoci” perché siamo nati per
coste) e si attua avvicinandosi a ciascuno, amarci e volerci bene. Anche quest’anno nella nostra scuola abbiamo pensato
esprimendo la maternità della Chiesa. a diversi momenti speciali per vivere l’attesa del Natale: i bambini di 5 anni diven-
La missione ci costringe a cambiare teranno protagonisti per narrare la storia ai più
il modo di comunicare il vangelo, il piccoli; creeremo il presepe vivente, al quale i
linguaggio. bambini si avvicineranno giocando; infine i no-
stri nonni ci racconteranno come festeggiava-
SERATE:
no il Natale ai loro tempi, mostrandoci anche
Mercoledì 5 Dicembre 2018 ore 20,45 a Casa delle Grazie
qualche fotografia; infine il nostro percorso sarà
LECTIO DIVINA su Atti Apostoli Capitolo 2 LA PENTECOSTE
scandito dall’arrivo di don Remo, tutti i lunedì
testo guida di tutto l’anno pastorale
mattina, che accenderà le candele della corona
Mercoledì 23 Gennaio 2019 ore 20,45 a Casa delle Grazie
d’Avvento, e ci racconterà come anche lui ha vis-
LECTIO DIVINA su altro testo di Atti Apostoli
suto il Natale da piccolo, ragazzo, in seminario e
Lectio guidate da Stefano Tampieri, Lettore
da parroco. Non è finita: il 16 dicembre i nostri
bimbi con loro genitori e i nonni verranno per la
festa di Natale, dove sperimenteremo l’amore e
la pace che Gesù bambino dona ad ogni cuore.

Inizio lavori per la riapertura del nostro Santuario Novena di Natale


Come sempre ci incontreremo prima di Natale per una piccola preparazione del nostro cuore:
Mentre è in preparazione questo bollettino di questo momento si chiama Novena (nome tradizionale). È bello ricordare il significato: novena
Natale stanno iniziando le operazioni di allesti- significa nove giorni anche se noi faremo 3 giorni 18,19 e 20 dicembre con i bambini del ele-
mento del cantiere per gli interventi di ripara- mentari. Quest’anno ci sarà una piccola variante…come sempre tutti aspettano la novità! E’
zione post sisma 2012 del Santuario della Beata vero? Allora vedrete! Vi aspettiamo per rinnovare insieme il nostro cuore per accogliere Gesù
Vergine della Provvidenza. Come sapete a se- Bambino.
guito del terremoto le volte in muratura a sof- Sr Theresa
fitto della chiesa hanno riportato gravi lesioni
con la conseguente dichiarazione di inagibilità
dell’edificio che custodisce la cara Immagine
di Maria. Durante tutti questi anni sono state
sospese tutte le celebrazioni liturgiche all’in-
Concerto di Natale 9 dicembre
terno e l’accesso è avvenuto soltanto da par- Domenica 9 dicembre alle ore 17.30 si terrà il Tradi-
te di poche persone per prelevare e ricollocare zionale Concerto di Natale del Coro S. Giacomo di
l’Immagine in occasione dell’Ottavario e della Piumazzo, manifestazione inserita nella rassegna
visita alla parrocchia di Calcara. Sentiamo da “Musica in Festa“ del Comune di Castelfranco Emilia.
tempo il bisogno di poter ritornare a pregare Maria nel luogo in cui è iniziato il suo culto nel Ospiti della serata saranno “ I Ragazzi Cantori di S.
lontano 1817 ed ora è giunto il tempo per iniziare i lavori di consolidamento; parte di queste Giovanni - Leonida Paterlini“, un coro rinomato per la
opere sarà finanziata dalla Regione Emilia Romagna, trattandosi di un edificio compreso nel loro qualità vocale e la loro eccezionale interpretazio-
programma della ricostruzione dei Beni Culturali danneggiati dal sisma, e parte dai fondi del- ne, tanto da raggiungere facilmente i primi posti nei
la polizza assicurativa. L’inverno non ostacolerà le operazioni di cantiere in quanto si tratterà numerosi concorsi canori nazionali e internazionali
prevalentemente di lavori nel sottotetto che vedranno l’applicazione di rinforzi con reti in cui hanno partecipato. I Ragazzi Cantori svolgono
fibra di vetro sulla superficie delle volte e la loro riparazione oltre alla realizzazione anche un encomiabile servizio liturgi-
di un cordolo in acciaio e di catene anti-ribaltamento del timpano di facciata per co presso la chiesa collegiata di S.
migliorare la sicurezza complessiva della chiesa. Prevediamo di concludere le Giovanni in Persiceto, sotto la gui-
lavorazioni entro i primi mesi del 2019 così da poter festeggiare solennemen- da attenta del M° Marco Arlotti.
te la riapertura del Santuario in occasione del 145°Ottavario in onore di Siamo orgogliosi che questo coro così eccezionale rappresenti la nostra
Maria, madre della Divina Provvidenza. terra emiliana nel mondo!
Stefano Lauro e Teresa
Il Sinodo dei Giovani
Il fine ottobre scorso si è concluso a Roma
il Sinodo dei Giovani, dal greco “cammina-
re insieme”, con a tema “I giovani, la fede e
il discernimento vocazionale. Era da tempo
che la Chiesa voleva accogliere le specificità e le pre-
rogative dei suoi componenti più dinamici e il lavoro di mesi
ha portato alla redazione di un documento finale. Il Papa ci
esorta a mantenere lo sguardo fisso su Gesù e essere membri
attivi, aprendoci allo Spirito Santo, e a ringiovanire la Chiesa e
a lasciarci guidare da lei nel cercare di comprendere la nostra
vocazione in questi anni di forte cambiamento. Lo strumento

Il Grande Presepe
del discernimento è fondamentale per capire i piani che il Si-
gnore ha per noi; dobbiamo perciò metterci in ascolto, capire
i vari modi in cui poterlo servire e infine scegliere la nostra strada nella Sua volontà. Durante il
Sinodo si è parlato della difficoltà di essere giovani oggi, in una società lontana dai valori cristia-
ni, dominata dalla cultura dello scarto (anche nelle relazioni) e in cui la precarietà rende spesso
impossibile compiere delle scelte di qualità. Si è parlato del ruolo della famiglia, della scuola, Domenica Dicembre apertura straordinaria
delle istituzioni e del posto specifico che i giovani devono avere nella Chiesa, del ruolo dei social ore 10.00 - 12.00 e 14.30 -19.00
media e delle attività liberamente scelte. La giovinezza è, poi, indicata come età privilegiata in Da domenica dicembre
cui il vigore fisico e la voglia di fare rendono propositivi e in grado di percorrere sentieri nuovi. a Domenica gennaio 2018
La Chiesa, aperta e accogliente, deve quindi accompagnare i più giovani nelle scelte, nei mo- il presepe sarà visitabile tutti i giorni
menti di sconforto e paura e deve essere luogo di relazioni autentiche e specchio della gioia di festivi ore 10 - 12 ore 14.30 - 19
seguire Cristo. Infine, nella parte conclusiva si ricorda di come la chiamata alla santità sia anche feriali solo pomeriggio ore 15 - 18
per i giovani che, infatti, vengono chiamati ad essere santi e testimoni. info@presepepiumazzo.it
Beatrice Bompani

Il gruppo Medie
L’inizio del catechismo è coinciso an-
La Mostra
che con l’inizio del dopo cresima, che
quest’anno si compone in 2 gruppetti: a cura degli amici del Presepe “Giovanni Santunione
i ragazzi di prima si trovano il marte-
dì sera mentre i ragazzi di seconda la
domenica mattina prima della messa.
Non mancano però le occasioni per
fare qualche attività insieme, come la
pizzata fatta per la festa dei santi dove
abbiamo riflettuto e giocato sulla vita
dei santi e ancora la gita che faremo
insieme a Verona il 2 dicembre. A tal
proposito ringraziamo la comunità che ha contribuito all’autofinanziamento fatto durante la
festa del ringraziamento con la vendita di profumatori per ambienti e portatovaglioli realiz-
zati dai ragazzi con tanto impegno! I ragazzi ci donano sempre tanta gioia ed energia,
offrendoci mille spunti su cui riflettere. C’è sempre un bel clima fraterno tra noi
che rende davvero piacevole stare insieme. Siamo molto contente di poter intra-
prendere con loro questo percorso educativo e ringraziamo i genitori della
collaborazione e dell’entusiasmo che dimostrano nell’accogliere le nostre
proposte!
Le catechiste delle medie