Sei sulla pagina 1di 9

SEZIONE 1 – Informazioni sull’ente richiedente

SEDE LEGALE
Indirizzo Via Bienca, 63
Città Chiaverano CAP 10010 Provincia TO

SEDE OPERATIVA (se diversa da quella legale)


Indirizzo Via Arsenale, 38
Città Torino CAP 10121 Provincia TO

Telefono Fax 0110704484

E-mail info@laterzaisola.it Sito web www.laterzaisola.it

Cod.Fis. 93032950011 P. Iva 09585410013

Anno di costituzione 2006 Anno di avvio dell’attività oggetto della richiesta


(se diverso dall’anno di costituzione)

PERSONA A CUI FAR RIFERIMENTO PER INFORMAZIONI SU ATTIVITA’ O PROGETTI


Cognome Cerlino Nome Rosaria
Funzione responsabile organizzazione Telefono 3498156128 Fax 0110704484
E-mail rosaria.cerlino@laterzaisola.it

AVVISO: si ricorda che la Fondazione non invierà alcuna comunicazione a mezzo posta ordinaria e che tutte le successive
comunicazioni della Fondazione saranno inviate in formato digitale a questo indirizzo di posta elettronica

NATURA GIURIDICA DELL’ENTE


Associazione X Cooperativa Sociale B

Fondazione Ente Morale

Comitato Altro Ente senza scopo di lucro

Cooperativa Sociale A Ente pubblico

Ente religioso

EVENTUALE RICONOSCIMENTO GIURIDICO


Autorità N. atto Data

CODICE IBAN (coordinate del conto che sarà utilizzato per l’accredito)
IT53M0200801051000040732345
AVVISO: in caso di concessione di un contributo, gli accrediti - con le tempistiche e modalità che saranno definite - saranno
effettuati sul conto corrente bancario intestato all’organizzazione richiedente, di cui qui sono fornite le coordinate.

ORGANI SOCIALI
Presidente/Legale Rappresentante Direttore/Segretario
Giacomo Giovanni Bottino (Presidente) Rosaria Cerlino (organizzazione)
STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

SEZIONE 2 – Informazioni generali sull’attività svolta dall’ente

BREVE DESCRIZIONE DELL’ATTIVITA’ SVOLTA DALL’ENTE


L’Associazione è specializzata nella produzione di spettacoli ed eventi teatrali e nella
programmazione e gestione operativa di stagioni e rassegne di spettacoli dal vivo. Alcune delle sue
produzioni sono state ospiti dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, del Teatro di Verdura di
Milano, di Bologna Estate. Tra le sue recenti produzioni, tutt'ora in tournée, lo spettacolo "Senso"
con Monica Guerritore e al pianoforte il maestro Antonio Ballista.
Ha inoltre al suo attivo alcune collaborazioni con la Rai: in particolare, per lo spettacolo "In un volto
che ci somiglia - viaggio nella Costituzione", con Monica Guerritore e Umberto Orsini, coprodotto da
Rai Due Palcoscenico in occasione del Sessantesimo anniversario della Costituzione, ha vinto il
Premio Persefone 2008, come migliore spettacolo di teatro televisivo dell'anno.
L’Associazione si avvale, per le proprie produzioni, di formazioni artistiche costituite sulla base di
progetti specifici, quindi di professionisti esterni all’Associazione stessa.
L’impostazione multimediale dei progetti dell’Associazione mira a consolidare e rafforzare la
partecipazione del pubblico. Collabora con diversi Comuni del territorio canavesano e in particolare
con Cuorgnè, Colleretto Giacosa e la Comunità Collinare “Piccolo Anfiteatro Morenico Canavesano”
(Strambino, Mercenasco,Perosa Canavese, Romano Canavese, San Martino Canavese, Scarmagno,
Vialfrè).
I tre elementi attorno ai quali ruota la sua progettazione sono il paesaggio, la memoria e la cultura;
dal loro intreccio derivano tre tipi di progetti:
a) progetti di sviluppo del territorio;
b) progetti di recupero della memoria collettiva e di teatro civile;
c) progetti di approfondimento culturale.

L'attività dell'Organizzazione è riconducibile da statuto principalmente all'ambito musicale, Sì X No


teatrale o coreutico?

Da quanti anno l'Organizzazione svolge in maniera consecutiva un'attività nell'ambito dello spettacolo? 8

Eventi principali svolti nei tre o più anni precedenti di attività dell'organizzazione
Anno Denominazione
2013 La scena in movimento.

2012 La scena in movimento.

2011 Parole antiche per pensieri nuovi.

2010 Officina H - una fabbrica di idee, spettacolo, cultura.

2009 Officina H - una fabbrica di idee, spettacolo, cultura.

NOTIZIE SULLE DIMENSIONI DELL’ENTE (Personale e soci)


Numero dei dipendenti 0 Numero dei collaboratori esterni 5

Numero dei volontari coinvolti 2 Numero totale dei soci 7

N.B.Allegare bilancio consuntivo esercizio 2012 e bilancio preventivo esercizio 2014

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 1


STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

SEZIONE 3 – Informazioni sul progetto o l’attività oggetto della richiesta

QUADRO A) DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROGETTO O DELL’ATTIVITA’


N.B.: LA COMPILAZIONE E’ OBBLIGATORIA, NON E’ CONSENTITO IL RIMANDO AD UN ALLEGATO
Guida alla compilazione. Contenuti richiesti
 denominazione del progetto
 Descrivere la motivazione che spinge a mettere in atto l'iniziativa e quali bisogni l'iniziativa vuole
soddisfare
 Indicare come sono stati identificati questi bisogni sul territorio
 In che modo il progetto risponde ai bisogni individuati?
 Quali azioni concrete sono poste in essere con il progetto?
 Come intendente comunicare l'iniziativa e favorire l'accesso da parte del pubblico?
 Definite in massimo 5 punti gli elementi per i quali secondo voi il progetto si distingue per qualità ed
originalità rispetto ad altre iniziative simili presenti sul vostro territorio
 Indicate , se presenti, gli aspetti che riguardano il coinvolgimento di giovani artisti nel progetto, e in che
modo questa partecipazione può essere utile per il loro ingresso nel circuito professionistico.
 Per la realizzazione del progetto è previsto l'impiego esclusivo di professionisti dello spettacolo o anche di
artisti amatoriali?

CONSONANZE tra poesia e musica


Il progetto nasce dall'oggettiva rilevanza internazionale di Giuseppe Giacosa (autore per Puccini dei libretti de "La
Bohème", "Tosca" e "Madama Butterfly") e del patrimonio storico-artistico conservato nella sua Casa di Colleretto,
patrimonio che ha carattere sia materiale (l'Archivio del poeta, che raccoglie manoscritti e fotografie; lo stesso
edificio, che testimonia i passaggi, le visite e i soggiorni di alcuni tra i più rilevanti personaggi del mondo teatrale,
musicale, letterario e politico tra Otto e Novecento: Sarah Bernhardt, Eleonora Duse, Giacomo Puccini, Arturo
Toscanini, Arrigo Boito, Giosuè Carducci, Gabriele d’Annunzio, Edmondo De Amicis, Antonio Fogazzaro, Giovanni
Pascoli, Giovanni Verga, Benedetto Croce, Luigi Einaudi). Personaggi che lasciarono una loro curiosa
testimonianza, apponendo la data della loro visita e la propria firma sulle colonnette della veranda della Casa. Il
fatto che questo luogo con le sue memorie sia ancora poco conosciuto è la ragione principale che spinge a
mettere in atto l'iniziativa, che ha la finalità di attrarre, attraverso una campagna di comunicazione adeguata,
flussi turistici regionali, nazionali e internazionali, trasformando i valori della storia e della tradizione locali in
prodotti culturali di alta qualità e soddisfacendo in tal modo la domanda di conoscenza legata soprattutto alla
straordinaria eredità lasciataci dal melodramma e dall'opera lirica.
Strategia: Incentrato sulla versante artistico di fama mondiale di Giuseppe Giacosa, vale a dire sui libretti delle
tre opere liriche di Giacomo Puccini, il progetto ha la potenzialità di attrarre in Canavese e, in particolare, nei
luoghi giacosiani, flussi turistici non di massa, ma comunque ingenti sul piano quantitativo, per una fruizione di
eventi artistici e culturali dai contenuti alti in luoghi di straordinaria suggestione.
A partire dal 2004, con il varo del Parco Culturale del Canavese, si è manifestato un crescente interesse relativo
alla storia locale, particolarmente riferito a fatti e momenti che hanno incarnato i valori di eccellenza del territorio.
In questo contesto, ha assunto una precisa configurazione il bisogno non solo di riscoprire i personaggi più
rilevanti, ma anche di scoprire i luoghi in cui questi ultimi hanno vissuto e/o lavorato. Soddisfare la curiosità e
l'interesse del pubblico locale ha permesso di focalizzare l'attenzione su personaggi e luoghi di valenza nazionale
ed europea. Sicuramente la vicenda industriale, ormai di grande popolarità, della famiglia Olivetti ha consentito
di identificare, anche nei secoli che l'hanno preceduta, figure e momenti di cui l'itinerario umano e creativo di
Giuseppe Giacosa rappresenta uno snodo artistico-culturale e di costume estremamente importante. Inoltre, il
processo di deindustrializzazione che ha colpito il Canavese ha fatto nascere l'esigenza di ridefinire la sua identità,
immaginando finalità da immettere sul mercato nazionale ed internazionale del turismo culturale. A riprova di
tutto ciò, la notevole adesione di pubblico agli spettacoli ed eventi proposti nel corso degli ultimi anni.
Il progetto propone: a) la decima edizione del Premio nazionale "Giuseppe Giacosa - Parole per la musica" (nelle
edizioni precedenti sono stati premiati Luciano Ligabue, Francesco Guccini, Mogol, Gino Paoli, Roberto Vecchioni,
Massimo Ranieri, Cristiano De André, Vittorio De Scalzi e Nico Di Palo dei “New Trolls”, Vittorio Nocenzi e
Francesco Di Giacomo del Banco del Mutuo Soccorso; b) lo spettacolo di teatro musicale "ButterFlight ovvero Il
volo della farfalla", dedicato all'esotismo di Puccini, Giacosa e Guido Gozzano (un altro canavesano, fondamentale
protagonista della storia letteraria italiana); c) il concerto "A Te" con l'esecuzione delle più intense e meno
conosciute romanze per voce e pianoforte e di una selezione dei più importanti brani per complesso da camera
del grande compositore di Lucca.
La diffusione del programma avverrà tramite locandine, volantini, inviti distribuiti sul territorio; tramite la
pubblicazione degli eventi sul sito dell'Associazione e su tutti i suoi principali social network; tramite le newsletter

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 2


STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

periodiche che raggiungono a cadenza mensile circa 6000 utenti piemontesi e valdostani; tramite adeguata
campagna stampa sui giornali, le radio, le televisioni locali e nazionali, sui siti di informazione di spettacolo e
turismo; tramite la pubblicazione delle notizie sui siti degli Enti locali (Comuni, Pro-loco). L'accesso del pubblico è
favorito dalla totale gratuità degli spettacoli, anche in considerazione del particolare momento economico che sta
attraversando il Paese e che colpisce le fasce di popolazione più svantaggiate.
Il progetto si distingue per i seguenti motivi:
- perché rappresenta la riscoperta di un grande esponente della letteratura e del teatro italiani come Giuseppe
Giacosa, il più importante drammaturgo della scena nazionale prima dell’affermazione di Luigi Pirandello;
- perché avviene a Casa Giacosa, luogo unico al mondo per i beni culturali che contiene: i manoscritti originali e le
bozze di lavorazione autografe de "La Bohème", "Tosca" e "Madama Butterfly";
- perché è un progetto che sottolinea la continuità artistica e creativa - attraverso i secoli fino alla
contemporaneità - tra melodramma, opera lirica e canzone d'autore: impostazione che non hanno altre consimili
iniziative;
- perché è finalizzato a mettere in luce, sulla base della ricerca storico-filologica delle fonti, la rilevanza culturale
del Canavese (territorio sul quale si incontrano tra Otto e Novecento alcune delle figure di maggior spicco della
scena artistica italiana e internazionale) e a trasformare i valori della storia e della tradizione in prodotti di qualità;
- perché è il punto di avvio una prospettiva finalizzata all'istituzione di una Fondazione intitolata a Giuseppe
Giacosa, con sede nella Casa natale del poeta a Colleretto, che potrà essere trasformata in Casa-Museo,
mettendo a disposizione degli studenti e degli studiosi i preziosi documenti dell'Archivio storico e i cimeli della
collezione fotografica, anche tramite apposito sito web.

Il progetto coinvolge giovani artisti, perché una sezione del Premio Giacosa denominata "Le nuvole" premia e
segnala giovani cantautori, parolieri e scrittori di teatro musicale. Inoltre, negli spettacoli programmati sono
tendenzialmente coinvolti per le parti principali giovani cantanti, attori e musicisti. Le contestuali azioni di
comunicazione avranno diffusione nazionale e quindi costituiranno un vantaggio competitivo per gli artisti
coinvolti.
Il progetto prevede il coinvolgimento esclusivo di professionisti del teatro, della musica, dell'entertainment
culturale, sia sul piano performativo che sul versante dell'organizzazione.
L’accesso all’iniziativa prevede: Gratuità completa/erogazione liberale

Costo per singolo utente: €: -

N.B. Allegare, ove esistenti, copie di convenzioni, accordi, patrocini, ecc…

SOGGETTI DESTINATARI
Tipologia numero
Spettatori generalmente interessati allo spettacolo dal vivo. 800
Studenti delle scuole medie superiori e dell'Università. 100
Soggetti aderenti a Università della terza età, sindacati e associazioni ricreative. 200
Soggetti svantaggiati per disabilità e/o condizione economica. 200

Numero persone fisiche che accederanno all’iniziativa 1300

PARTNERS DEL PROGETTO


Denominazione Codice Fiscale Forma giuridica Attività svolta nell’ambito
dell’iniziativa
Comune di Colleretto 01844710010 Ente pubblico Sostenitore istituzionale ed
Giacosa economico
Rotary Club Torino 97717320010 Ente pubblico Sostenitore economico e agente
Collina promozionale

PERSONALE INTERNO CHE SARA’ IMPEGNATO NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO


Numero persone Ore complessive Note mansione
2 1600 Organizzazione
1 300 Direzione artistica

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 3


STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

PERSONALE ESTERNO CHE SARA’ IMPEGNATO NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO


Numero persone Ore complessive Note mansione
2 24 Cantanti
1 5 Attrice
6 24 Musicisti
2 36 Tecnici

Se doveste definire il successo dell'iniziativa, quali dati, quali elementi intendereste considerare per
rispondere positivamente alla domanda: ha funzionato?; quali grandezze misurano la riuscita o
meno del progetto?

Innanzitutto andrà considerata, per una valutazione oggettiva della riuscita dell'iniziativa, la presenza numerica di
spettatori. A questo proposito, tuttavia, occorre sottolineare che, per quanto rivolti a un pubblico curioso e
motivato, gli appuntamenti in programma contemplano, soprattutto per quanto attiene al Premio Giacosa, anche
la presenza sul palcoscenico di personaggi di enorme popolarità e, quindi, in grado di attrarre un vasto pubblico.
L’attrattività dovrà, tuttavia, essere parametrata allo spazio del giardino di Casa Giacosa (massimo 600 posti) e
del Salone comunale "Piero Venesia" (massimo 350 posti).
Inoltre, sarà possibile trarre conclusioni sull'eventuale successo attraverso la somministrazione al pubblico di
questionari mirati a sondarne il livello di gradimento dell'offerta culturale. Da considerare naturalmente la ricaduta
mediatica degli eventi sugli organi di informazione sia locali che nazionali. In sintesi, il successo del progetto sarà
determinato da un mix di quantità e qualità di offerta artistica e di organizzazione/gestione degli eventi, di
visibilità sui media, di capacità di risvegliare le energie creative e imprenditive del territorio.

E' possibile misurare la ricaduta economica e/o sociale dell'iniziativa? in che modo? E' possibile
ipotizzare risvolti occupazionali per l'iniziativa?

Partendo dalla conclusione della domanda precedente e dal fatto che fare cultura significa lavorare alla
salvaguardia e all'incremento del bene comune, occorre precisare che il progetto si rende tanto più necessario
quanto più è visibile oggi il forte declino economico del Canavese, dovuto alla ben nota fase di
deindustrializzazione post-olivettiana (per quanto sia ancora significativo l’insediamento di piccola e media
impresa specializzata). Da questo punto di vista, il progetto si pone come proposta di valorizzazione della storia
culturale del territorio gestita con criteri di impresa e, quindi, con obiettivi strategici di marketing territoriale.
Trattandosi, perciò, di un progetto artistico orientato allo sviluppo economico e sociale, che ha l’obiettivo di
rappresentare il Canavese sulla palcoscenico del turismo culturale nazionale e internazionale, esso sarà anche
l’occasione per promuovere i prodotti enogastronomici e manifatturieri che hanno contribuito e contribuiscono
all'identità e alla riconoscibilità dell’area geografica. In questo senso, le ricadute economiche e sociali non sono al
momento misurabili, ma ragionevolmente ipotizzabili, mentre sul piano occupazionale è naturale conseguenza di
un progetto, che abbia la possibilità di crescere in termini di risorse finanziarie, il coinvolgimento di personale
specializzato nell'organizzazione e nella gestione di eventi e servizi. Inoltre, come avviene in modo macroscopico
in tutte le principali manifestazioni artistiche e culturali italiane ed europee, è ampiamente prevedibile un
incremento per l'indotto collegato alla ristorazione, all'ospitalità alberghiera, alla vendita di prodotti tipici.

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 4


STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

QUADRO B) DETTAGLI PROGETTUALI ED EVENTUALI PRECEDENTI

TEMPI PREVISTI PER LA REALIZZAZIONE O LA MESSA A REGIME DEL PROGETTO


Data inizio Data fine

Fase 1: pianificazione 28/02/2014 30/03/2014

Fase 2: organizzazione 01/04/2014 30/04/2014

Fase 3: realizzazione 30/04/2014 30/10/2014

Fase 4: consuntivazione 03/11/2014 31/12/2014

LOCALIZZAZIONE DEL PROGETTO


Provincia Comune

TORINO COLLERETTO GIACOSA

IL PROGETTO PRESENTATO HA PER OGGETTO:


Rappresentazioni teatrali o coreutiche o spettcaoli di musica eseguiti dal vivo Sì X No

Stagione teatrale, musicale o di danza con numero minimo di 5 rappresentazioni distinte Sì No X


(repliche escluse)

Premi o concorsi in ambito teatrale, musicale o coreutico a partecipazione gratuita Sì X No

ANALOGHI PROGETTI REALIZZATI NEGLI ULTIMI 5 ANNI

PRECEDENTI CONTRIBUTI DA FONDAZIONE CRT SUL BANDO NOT&SIPARI


ANNO DENOMINAZIONE INIZIATIVA IMPORTO
2012 La scena in movimento € 18.000,00

2011 Parole antiche per pensieri nuovi € 20.000,00

2010 Officina H - una fabbrica di idee, spettacolo, cultura € 20.000,00

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 5


STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

QUADRO C) QUADRO FINANZIARIO

SINTESI DEL PIANO FINANZIARIO

Costo complessivo del progetto € 13.600,00

Risorse proprie del soggetto richiedente € 5.000,00

Donazioni da parte di privati ed aziende € -

Contributo richiesto a Fondazione CRT € 5.000,00

DETTAGLIO DEI COSTI


Costo di personale e collaborazioni € 2.600,00
Costi per la comunicazione € 2.000,00
Altri costi - specificare € 0,00
cachet artisti € 7.000,00
assistenza tecnica € 1.500,00
siae € 500,00
€ 0,00
€ 0,00

PREVISIONI DI COPERTURA (non inferiori al 66% dei COSTI)


Acquisite Previste Totale
Risorse proprie € - € 5.000,00 € 5.000,00
Acquisiti Previsti Totale
Donazioni da privati € - €- €-
Acquisiti Previsti Totale
Sponsorizzazioni da aziende €- €- €-
Contributi da enti (esclusa Fondazione Acquisiti Previsti Totale
CRT) €- € 3.600,00 € 3.600,00

Contributi da Enti per il progetto:


Acquisito Tipologia CF Importo
Descrizione Previsto

1-Comune di Colleretto Previsto Contributo € 2.000,00

2-Rotary Previsto Contributo € 1.600,00

3- € 0,00

4- € 0,00

5- € 0,00

6- € 0,00

Totale
Contributo TOTALE € 8.600,00

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 6


STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

SEZIONE 4 – Contributo richiesto

COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE

€ 5.000,00

SEZIONE 5 – Documentazione già caricata in formato digitale

[X] Documento di identità del legale rappresentante in corso di validità


[X] Atto costitutivo**
[X] Statuto**
[X] Bilancio consuntivo per l`esercizio 2013 **
[X] Bilancio preventivo per l`esercizio 2014 **
[X] Relazione descrittiva del progetto
[X] Piano finanziario del progetto (Entrate/Uscite)
[ ] Decreto di riconoscimento giuridico (ove esistente)
[ ] Atti di iscrizione in pubblici registri/albi (ove esistenti)
[ ] Relazione sull'attività svolta dall'ente
[ ] Preventivi commerciali per attrezzature o servizi da acquistare
[ ] Convenzioni in essere per la gestione o realizzazione delle attività o progetti o iniziative oggetto della
richiesta
[ ] Altro (specificare)
[ ] Altro (specificare)
[ ] Documentazione attestante il conseguimento totale o parziale del cofinanziamento di cui alla riga 1 della
tabella "Previsioni di copertura"
[ ] Documentazione attestante il conseguimento totale o parziale del cofinanziamento di cui alla riga 2 della
tabella "Previsioni di copertura"
[ ] Documentazione attestante il conseguimento totale o parziale del cofinanziamento di cui alla riga 3 della
tabella "Previsioni di copertura"
[ ] Documentazione attestante il conseguimento totale o parziale del cofinanziamento di cui alla riga 4 della
tabella "Previsioni di copertura"
[ ] Documentazione attestante il conseguimento totale o parziale del cofinanziamento di cui alla riga 5 della
tabella "Previsioni di copertura"
[ ] Documentazione attestante il conseguimento totale o parziale del cofinanziamento di cui alla riga 6 della
tabella "Previsioni di copertura"

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 7


STAMPA DI CONTROLLO - NON INVIARE ALLA FONDAZIONE

NB: i dati e le informazioni forniti con la compilazione del modulo sul sito della Fondazione CRT devono
corrispondere a verità e i documenti inseriti in formato digitale in allegato alla richiesta devono essere conformi agli
originali in possesso dell’organizzazione richiedente.

Assoggettabilità alla ritenuta d’acconto IRES


Il contributo eventualmente assegnato all’organizzazione, ai sensi dell’art.28 del DPR 600/73:
[ ] E’ Soggetto alla ritenuta del 4% a titolo di acconto IRES
[ X ] Non è soggetto a ritenuta del 4% a titolo di acconto IRES

progetti@fondazionecrt.it - www.fondazionecrt.it Not&Sipari 2014- 8