Sei sulla pagina 1di 2

della Pontificia Accademia Cultorum Martyrum

Città del Vaticano gennaio 2007

COMMEMORAZIONE DI S.SILVESTRO PAPA

Catacombe di Priscilla – Via Salaria che hanno condotto il paganesimo dell'impero romano
verso Dio.
L'OSSERVATORE Nel pomeriggio i sodali hanno celebrato «il ritorno»
ROMANO Sabato 6 dell'Eucaristia nelle
Gennaio 2007 Catacombe di Priscilla
La giornata di partecipando alla
solenne processione
studio della snodatasi all'interno di
Pontificia questo antico cimitero
Accademia «Cultorum Martyrum» cristiano.
L'attualità della testimonianza dei primi Il celebrante, recando
martiri - Bruno Luti la Sacra Particola
«La Basilica di San Silvestro I ci accoglie oggi, nella nell'ostensorio, preceduto dalla Croce e dal tintinnare
memoria liturgica del titolare, con i tanti Martiri che qui dei campanelli che annunzia la Presenza del Signore, al
hanno trovato sepoltura e dove noi della Pontificia canto delle Litanie dei Santi e seguito da un lungo
Accademia "Cultorum Martyrum" rendiamo loro onore. corteo, ha percorso tutto l'intinerario catacombale.
In particolare ricordiamo proprio Papa Silvestro che Infine, risalito in Basilica, dopo il canto del «Te Deum»
volle erigere questa Basilica nella quale anch'egli trovò di ringraziamento, ha impartito la Benedizione
sepoltura. Così il sodale della «Cultorum Martyrum», Eucaristica a conclusione di questa giornata di ascolto e
don Giovanni Roseo Vittori, ha iniziato l'omelia della di preghiera per tutti gli accademici convenuti a fare
Santa Messa che ogni anno — il 31 dicembre — apre «tesoro» di questo prezioso «bagaglio» spirituale.
l'ormai tradizionale giornata di La giornata è stata anche
preghiera, di studio e di arricchita dall'intervento
riflessione per tutti gli della corale della
accademici. Santissima Trinità di
Proseguendo nella sua omelia Collepalme di Cave,
— divenuta anche preziosa diretta dal maestro Alvaro
lezione storica sui primi anni Renzi, anch'egli sodale,
della Chiesa — il celebrante che ha curato la perfetta
ha ricordato come il esecuzione dei canti che
significato della parola hanno accompagnato sia
«Martire» voglia indicare una la Santa Messa come la
testimonianza che qui viene Processione e la
riferita alla fede dei Santi Martiri che, con lo Benedizione Eucaristica.
spargimento del loro sangue e attestando la loro fede in Fin dalle origini del cristianesimo, e in particolare
Cristo, sono stati seme di nuovi cristiani. Infatti proprio nell'antica Roma, la Chiesa mettendo in atto
con il Pontificato di Papa Silvestro iniziò una nuova era l'insegnamento evangelico di Cristo Buon Pastore che
del cristianesimo, sia mai abbandona le sue
con la costruzione di pecorelle (Gv 10, 11-16)
almeno quaranta chiese istituì diffusi centri di
in Roma, come per la culto come i tituli
trovata convergenza sui (assimilabili alle odierne
valori della fede da parte parrocchie), i cimiteri
dell'autorità imperiale comunìtarì per la
che riuscì così ad sepoltura dei poveri e,
animare la legislazione come scrive Tertulliano,
civile. favorendo anche
Concludendo, don Vittori ha invitato a ringraziare il iniziative assistenziali
Signore per averci concesso di celebrare presso le (Apologeticum 39, 6).
tombe di questi martiri e Papi: tutte «linfe spirituali» A volte alcuni membri
più abbienti di quelle
comunità cristiane
lasciavano in eredità alla Chiesa i loro possedimenti per effettuate in questo cimitero di cui gestiscono anche
la collocazione di cimiteri che conservavano ancora la l'importante archivio.
denominazione dei donatori, proprio come accadde per Sopra la Catacomba di Priscilla insisteva la Basilica
le Catacombe di Priscilìa, cimitero fondato lungo la via voluta da San Silvestro I Papa, a proposito della quale si
Salaria su di una proprietà degli Acilii Glabrioni ricorda quello che gli antichi pellegrini leggevano
probabili parenti di Priscilla. Tutto questo è venendo a Roma per venerare le tombe dei Martiri
testimoniato dalle iscrizioni funebri trovate nel XIX «Postea ascendens eadem via s. Silvestri ecclesìam; ibi
secolo all'interno di questa Catacomba dal grande multitudo sanctorum pausat; primus Silvester sanctus
archeologo Giovanni Battista de Rossi, uno tra i primi papa et confessor et ad pedes ejus s. Syricus
fondatori del Collegiutn Cultorum Martyrum. papa...Philippus et Felìx martyres et multitudo
In questo scenario catacombale trovarono sepoltura sanctorum sub altare majore...». La Basilica viene citata
oltre 365 martiri uccisi durante le grandi persecuzioni. nell’«Index oleorum» così «Coemerium Priscilla ad s.
Alcuni di questi sono stati Silvestrum via Salaria».
identificati nei luoghi di La Pontificia Accademia «Cultorum Martyrum»,
sepoltura:: Crescenzione, la sempre attenta a
cui tomba è ubicata in conservare,
spelunca, Prisca, Fimite, promuovere e far
Pudenziana, Prassede, Paolo, conoscere la storia
Mario, Semetrio, Felice e antica ed attuale dei
Filippo i due figli di Santa martiri, ha così voluto
Felicita. Similmente concludere l'attività
all'interno delle Catacombe di dell'anno trascorso
Priscilla vennero sepolti presso questa
alcuni Pontefici oltre a Catacomba con il proposito di voler sempre più
Silvestro I (314-335). Si ricordano Marcellino (296- intensificare il programma del suo lavoro nello spirito
304) e Marcello I (308-309), vittime delle persecuzioni dettato dagli insegnamenti della Chiesa.
di Diocleziano e Galerio, come attestato dalle iscrizioni
volute da Papa Damaso, Siricio (384-399), Celestino I
(422-432) e Virgilio (537-555). COMMEMORAZIONE DI S. AGNESE
Le parti più antiche del complesso catacombale di Domenica 28 gennaio 2007.
Priscilla sono le più suggestive strutturalmente e sono
un omaggio alla capacità e alla bellezza costruttiva Come da una ormai consolidata tradizione, i Sodali ed i
romana. Gli ambienti, ricchi di decorazioni formate da loro familiari si sono incontrati presso la Basilica di
festoni, ghirlande dipinte, motivi di flora e di fauna, S.Agnese fuori le mura per la commemorazione della
illustrano l'arte più fine di quel tempo. Santa.
L’iconografia del Buon Pastore, la più frequente delle In questa occasione l’Ab Epistulis ha presentato al
pitture catacombali, spicca sulla volta del cubicolo della pubblico la dott. Benedetta Iannicelli, autrice di un
Velata. interessante volume dal titolo “Società e grandi eventi:
Qui il tema il Giubileo piano”, che ha tenuto una piacevole
della conversazione sul tema “Pio IX – il Giubileo del
Risurrezio 1875”. La conferenza, arricchita da diapositive
ne domina esclusive, è stata attentamente seguita da tutti gli
tutta la intervenuti che alla fine hanno calorosamente
decorazion applaudito per manifestare il loro gradimento.
e di questa Subito dopo si è svolta, accompagnata dal canto delle
parte che, litanie, una processione nelle sottostanti Catacombe e la
dopo il manifestazione si è chiusa con una solenne
restauro Celebrazione Eucaristica officiata dal Sacerdos Mons.
eseguito Pasquale Iacobone.
dal Naldoni e dal Tautsching, offre uno degli esempi
più significativi dell”arte delle catacombe”.
Inoltre, nella parte più antica di questa Catacomba, sul
soffitto di una nicchia, è affrescata quella che si ritiene STAZIONI QUARESIMALI
essere la prima immagine della Madonna (inizio III Mercoledì 21 febbraio 2007.
secolo) motivo di stile pompeiano. Il suo recente
restauro ha reso così di nuovo meglio leggibile questo Nella basilica di S. Sabina all’Aventino il Santo Padre
dipinto, uno dei documenti iconografici cristiani più presiederà la Liturgia della Prima Stazione. I sodali che
antichi e suggestivi. desiderano parteciparvi possono prenotarsi in segreteria
Occorre ricordare che la custodia della Catacomba è per il rilascio dei biglietti di accesso.
affidata da tempo alle religiose Benedettine che, tra
l'altro, hanno avuto anche il compito di organizzare e
catalogare il materiale fotografico delle scoperte ( A cura di P.L.Imbrighi, M.Marocco, A.Migliorini)