Sei sulla pagina 1di 24

OG-AIM120 18/08/2002

Hughes/Raytheon
AIM-120 AMRAAM
Guida Operativa

Questa guida è scritta per Falcon 4.0 e SP3


Scritta da
Stephen “HotDogOne” French
Tradotta e aggiornata da
Fulvio “Mago” Bellando

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Tabella dei Contenuti

Introduzione...................................................................................................................3
Storia..............................................................................................................................4
Configurazione del Missile............................................................................................5
Varianti ..........................................................................................................................7
AIM-120B FCC Integration...........................................................................................8
Stores Management Integration......................................................................................8
HUD/Radar Integration................................................................................................10
HUD/Radar Integration – ASEC..................................................................................11
HUD/Radar Integration - Target Track Box................................................................12
HUD/Radar Integration – DLZ....................................................................................13
HUD/Radar Integration - Timer Cues .........................................................................14
HUD/Radar Integration - Radar Cues .........................................................................15
HUD/Radar Integration - Range Information..............................................................15
HUD/Radar Integration - Target Information..............................................................15
AIM-120B - Modi di Impiego........ .............................................................................16
AIM-120B - Boresight Mode.......................................................................................16
AIM-120B - Slaved Mode ...........................................................................................17
AIM-120B – Home-On-Jam........................................................................................18
AIM-120B - Tattiche di Impiego.................................................................................19
Weapon Engagement Zones ........................................................................................19
Massimizzare il Vostro Raggio di Tiro........................................................................20
A-Pole e F-Pole ...........................................................................................................21
Appendici.....................................................................................................................24

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Introduzione
L'AIM-120, anche chiamato AMRAAM (Advance Medium Range Air to Air Missile-
Missile Aria-Aria Avanzato a Medio Raggio)è largamente considerato come il miglior
missile aria-aria a medio raggio esistente al giorno d'oggi. Comunque forse è stato
anche, a suo tempo, il più sottovalutato. Il consorzio Hughes/Raytheon ne ha iniziato
lo sviluppo iniziale nel 1975.

L' AIM-120 è un missile BVR (beyond Visual Range – Oltre il Campo Visivo) ogni-
tempo; usa un sistema combinato di rilevamento del bersaglio che dipende dalle
circostanze in cui è sparato. Ha capacità di guida attiva, home-on jam e guida inerziale
che gli hanno permesso di godere di buona fama nell'ambito dei piloti. Dà una grande
capacità offensiva ad ogni aereo che può utilizzarlo. Attraverso vari aggiornamenti è
stato adattato ad essere montato su veicoli, in modo che le sue avanzate capacità
possano essere sfruttate anche negli ingaggi Terra-Aria.

L'Aim-120 è usato da molte nazioni come principale arma aria-aria, questi paesi
includono:

USA

UK (Royal Navy Sea Harriers)

Germania

Altri Paesi NATO come il Belgio e l'Olanda.

Questa guida è divisa in cinque sezioni, prima viene dato un breve cenno storico del
missile, quindi un viaggio di base tra le capacità e le differenti varianti dello
AMRAAM. Nella sezione Weapon System Integration verrà spiegata l'interfaccia
impiegata nell'uso dell'AIM-120, mentre nella guida di impiego verrà discussa la
tattica di uso dell'AMRAAM.

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Storia
L'AIM-120 fu sviluppato come seguito dell'AIM-7 “Sparrow”, lo scopo del progetto
era di creare il missile aria-aria più veloce, piccolo, leggero e mortale nell'impiego
dalle 7 alle 45 miglia nautiche di raggio. Lo sviluppo iniziò nel 1975 con uno studio
da parte del Dipartimento della difesa degli Stati Uniti e altre poche nazioni, questa
fase concettuale fu completata nel 1979, dove due delle cinque industrie in
competizione furono selezionate per continuare lo sviluppo.

La produzione dell'AMRAAM ha inizio nel 1987, con 200 unità prodotte da destinarsi
ai test operativi, che vengono eseguiti a Eglin AFB, White Sands Missile Range e
Point Muga. Le Initial Operational Capability furono ottenute dall'USAF nel 1991,
mentre la marina ricevette le proprie IOC nel 1993. I contratti per la consegna di 800
unità operativa furono firmati nel 1992.

Nel dicembre del 1992 , un F-16 dell'USAF reclama il primo Kill con un AMRAAM,
abbattendo un Mig-25 Foxbat durante uno scontro nel sud dell'Iraq. L'AMRAAM è
accreditato di un altro kill nel 1993 sempre nell'Iraq meridionale. Nel 1994 un altro F-
16 fa un abbattimento nei cieli della Bosnia, anche un F-16 olandese abbatte un Mig-
29 usando un AMRAAM, questa volta il primo giorno di operazioni delle Forze
Alleate.

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Configurazione del Missile


L'AIM-120 è attualmente costruito in due varianti, “B” e “C”. La prima serie
dell'AIM-120 è stata consegnata alla base aerea di Eglin per i test del 1988. Specifiche
sulle differenti varianti possono essere trovate più avanti in questa sezione.

L'AIM-120 si consiste in componenti di guida, propulsione, controllo e armamento


(vedi il diagramma qui sotto).

(Diagramma Cortesemente rilasciato da Raytheon System Company)

L'AIM-120 ha quattrro superfici mobili che forniscono il controllo direzionale (situate


sul retro del missile) e quattro ali fisse che forniscono la stabilità longitudinale al
missile durante il volo (situate a metà del corpo del missile). L'AIM-120 ha un motore
a propellente solido che usa combustibile in grado di fornire all'arma una elevata
capacità di boost per sostenere ingaggi a lungo raggio.

Il sistema di guida dell'AIM-120 (WGU) consiste di un radome, una testa cercante,


servo, rice-trasmittente, unità elettronica, unità di riferimento inerziale e Target
Detection Device (TDD). Tutti questi componenti possono essere visti nel diagramma
superiore. Il sistema di guida (con l'eccezione del TDD) è contenuto in una sezione
stivata nella parte frontale del missile. Questo facilita test indipendenti sul sistema di
guida quando si è a terra. Nei modelli B e C il WGU contiene anche la EEPROM
(Electrically Erasable Programmable Read Only Memory) che permette aggiornamenti
del software. Nel modello precedente “A” bisognava cambiare l'intero sistema di
guida per fare degli aggiornamenti.

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

L'AIM-120 consiste di una testata a frammentazione del peso di 45 libbre con spoletta
di prossimità. Questa testata è in grado di abbattere con un solo colpo la maggior parte
degli aerei di dimensioni simili a un caccia, comunque il colpo deve essere portato a
piena forza per fare ciò. La testata è parte della Weapons detonation Unit (WDU-
33/B), in questa unità si trocva anche il detonatore di sicurezza FZU-49/B ed il
booster Mk44 Mod1. Il detonatore da anche una indicazione esterna del suo stato in
modo da permettere all'equipaggio di terra di muovere in sicurezza il missile.

Il missile è controllato in volo dalla Weapons Control Unit (WCU 11/B). Che consiste
in superfici mobili, quattro batterie alluminio-litio, e un dispositivo di sicurezza il cui
uso è richiesto all'aereo che trasporta il missile. L'unità di controllo guida il missile
per mezzo delle sole superfici di controllo. Queste ricevono le informazioni dall'unità
di guida e le trasformano in informazioni di virata per mezzo degli attuatori.

Il radar attivo del l'AIM-120 è a monoimpulso, usa un sistema “hard-to-jam” a quattro


antenne ed un singolo emettitore di impulso.Questo tipo di radar è completametne
differente da quello che si trova nell'aereo. Il sistema di guida misura l'ampiezza dei
differenti segnali ricevuti dall'antenna, ed imposta la traiettoria del missile in modo
che l'ampiezza sia uguale per tutti e quattro i ricevitori, così il missile può seguire in
modo accurato il bersaglio.

L'AIM-120 è stato progettato per essere molto sicuro quando maneggiato


dall'equipaggio di terra. Molte nuove tecniche hanno avuto la loro prima
dimostrazione nello sviluppo dell'AIM-120. Questo include il Thermally Initiated
Venting System (TIVS) che è necessario al missile per soddisfare i recquisiti del
programma Insensitive Munitions (IM) (per maggiori dati vedere le appendici).
Il TIVS è disegnato per staccare il motore del razzo in caso di sparo, attivando una
piccola carica esplosiva tramite l'OOLD (Out of Line Device) che in pratica spezza in
due il missile permettendo al motore di proseguire da solo senza pericolo di
esplosioni.

L'OOLD fornisce anche una protezione da indesiderate accensioni del missile. Dal
canto suo l'AIM-120 ha una funzione che resetta il TIVS e l'OOLD quando il missile
viene lanciato (attivato dalla alta forza G laterale). Questo da la sicurezza che la
pressione del volo non faccia scattare per errore il sistema di sicurezza del missile ed
interferisca con l'AIM-120 in volo libero.

Con l'introduzione dell'AIM-120 sono stati progettati tre nuovi binari di lancio: il
LAU-127A/A che è usato in combinazione con il LAU-115 per l'uso sul F/A-18C/D,
il LAU-128A/A per l'F-15 e il LAU-129A/A sull' F-16. Questi MRL (Missile Rail
Launcher) sono conpatibili con l'AIM-9 Sidewinder Eccetto per i piloni delle
estremità alari del F/A-18C/D.

L'AIM-120 ha anche un Built-in test (BIT) che controlla la pienà operatività del
missile quando è montato sull'aereo. Il sistema riceve potenza attraverso la Electronci
Control Unit dell'AMRAAM

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Varianti
Ci sono attualmente quattro varianti dell' AIM-120

AIM-120A – Il primo modello prodotto, usava un vecchio sistema di hardware che


doveva essere cambiato integralmente ad ogni upgrade.

AIM-120B – Una variante migliorata che permette al missile di essere aggiornato


tramite EEPROM, ciò permette una modificazione del missile sul campo. E' stata
migliorata anche l'accuratezza del sistema di guida con un nuovo algoritmo di
processo del segnale.

AIM-120C – Più o ,meno identico al modello B, si distingue per essere disegnato


per il trasporto nella stiva dell'F-22. Ha gli attuatori più corti ed ha anche tutte le
nuove migliorie software.

AIM-120 P3I – Un nuovo progetto per dare al missile capacità più elevate.
Miglioramenti in raggio, letalità ma anche nella sicurezza degli equipaggi, attualmente
non è ancora in servizio attivo anche se si stanno già facendo test operativi.

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

AIM-120B FCC Integration

Questa sezione della guida spiega come il AIM-120 si integra con il sistema dell'F-16:
Il Fire Control Computer (FCC) sovraimpone le informazioni sia sul Heads-up
Display (HUD) che sullo schermo radar. Lo stato attuale dell'AIM-120 è disponibile
nello schermo Stores Management System (SMS).

Stores Management Integration

L'F-16 può trasportare fino a sei AIM-120B sui piloni numero 1,2,3,7,8,9 (vedi
diagramma sotto).

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Lo Store Management Screen (SMS) è il principale punto di riferimento per le


informazioni sulle configurazioni degli armamenti; ed anche per il AIM-120B le
informazioni relative ad esso sono visualizzate qui. Per maggior informazioni sullo
Store Management System vedere la guida operativa OG-F16BACSYS.

Il diagramma sottostante mostra lo Store Management Screen, è stato etichettato per


mostrarne le differenti componenti.

Numero e Tipo delle Armi

BORE/SLAV

Telemetry Link

Missile ID Stato del Missile

Piloni Caricati

Il numero ed il tipo di armi che sono selezionate appare in alto a destra dello schermo.
Il numero prima della sigla A-120B è il numero di missili che avete in carico. Lo
status del missile indica se l'arma è pronta a sparare (ready to fire – RDY), sicura (safe
– SAF) in modo simulato (SIM) o ha dei problemi di malfunzionamento (MAL). Se lo
stato è MAL allora non siete in grado di sparare.

Sul fondo dello schermo c'è il numero dei piloni (hard point) su cui sono caricati i
missili. Il missile attualmente selezionato è evidenziato (1 nell'esempio sopra). Questa
imformazione è molto importante in caso di malfunzionamento, essere in grado di
sapere quale missile è selezionato permette in caso di necessità di trovare più
facilmente un missile che funzioni usando il comando “missile step” (Shift /).

Lungo il lato sinistro dello SMS ci sono i controlli operativi. TM (Telemetry Link) è
una impostazione di test che non ha funzioni modellate nel gioco, cosi come la
selezione dei canali del data link del missile (ID, canali 1-4), funzione usata per il
deconflitto dei missili AMRAAM, sebbene si possa fare il ciclo dei canali il loro
funzionamento non è implementato. (L'opzione BORE/SLAVE è il vostro principale
controllo di lancio. Indica l'attuale modo di lancio (maggiori informazioni possono
essere trovate più avanti).

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

HUD/Radar Integration

Usando l'AIM-120B si hanno sovraimpresse delle indicazioni aggiuntive sullo HUD e


sul radar, capire queste sovraimpressioni è di vitale importanza per apprendere l'uso
del AIM-120B AMRAAM. Gli screenshot dell'HUD e del MFD qui sotto sono stati
etichettati per mostrarvi i nuovi componenti sovraimpressi. Non ne siate spaventati, li
esamineremo uno per uno più avanti in questa guida.

Velocità Target Velocità Indicatore


di Chiusura DLZ Aspetto

Timers ASEC Missile/Radar Distanza


Track Box Target

Il primo indicatore a cui prestare attenzione è quello della modalità del FCC, che si
trova sotto l'indicatore di airspeed sulla sinistra.Quando l'AIM-120B è selezionato il
testo cambia di conseguenza. Nell'esempio sopra potete vedere che l'arma è indicata
come MRM (Medium Range Missile – Missile a Medio Raggio). Come prefisso
abbiamo il numero di missili in dotazione, in questo caso 2.

10

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

HUD/Radar Integration – ASEC


Sull'HUD e replicato sullo schermo radar si trova l'ASEC (Allowable Steering Error
Cue – Curva Indicatore della Possibilità di Errore). Ha l'aspetto di un cerchio. Il
cerchio cambai di dimensione a seconda delle possibilità del missile di colpire il
bersaglio, ciò è basato sulla cinematica del missile, sull'aspetto del target e sulla linea
di visuale (Line of Sight – LOS) calcolata verso il bersaglio. L'ASEC è un indicatore
dinamico, ciò significa che i fattori di successo di un lancio du un missile possono
cambiare, e di conseguenza la grandezza dell'ASEC.
Quando l'ASEC è piccolo (vedi sotto), le possibilità di colpire il target sono molto
basse. Il cerchio piccolo di solito appare quando il bersaglio è fuori dalla portata del
missile, o si sta allontanando ad ad alta velocità. L'asec si restringe anche quando la
LOS ha un rate troppo alto per un lancio efficace, questo di solito accade nei
combattimenti a corto raggio.

L'ASEC è alla sua massima grandezza quando il contatto sta venendo verso di voi. Le
possibilità di successo del missile sono più alte quanto siete testa a testa con il target e
la rata di chiusura è alta.

11

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

L'ASEC incomincia a lampeggiare quando il FCC calcola che il bersaglio è nel raggio
di manovra e di campo visivo del missile. Quando l'ASEC lampeggia è un buon
indizio per sparare (in pratica il bersaglio si trova nella “staffa di destra della DLZ,
vedi più avanti).

Un'altra parte dell'ASEC è l'indicatore di Aspect. La piccola freccia che si muove


intorno al cerchio vi da una indicazione del vostro aspetto rispetto al bersaglio. Per
saperne di più su aspect e geometria di bersaglio vedere le appendici per una breve
guida.

Infine se il tempo di volo del missile eccede quello calcolato per


l'impatto verrà mostrata la scritta LOSE nel centro dell'HUD. Tale
scritta scomparirà non appena il bersaglio sarà nuovamente alla portata
del missile. Durante l'indicazione del LOSE il timer di volo cambierà da
T a L (vedi diagramma a lato).

Questa nuova funzione aggiorna Falcon 4.0 al modello Block 50 F-16C in quanto
originariamente il simulatore di casa Microprose era modellato sul modello Block 30
F-16C e quindi con un ASEC fissa. Ora l'ASEC così come nella realtà “respira” tra i
262mm e i 12mm.

HUD/Radar Integration – Target Track Box


Quando un bersaglio è agganciato dal radar, l'FCC calcola la sua
posizione nel campo visivo dell'HUD. Quindi disegna un quadrato (box),
indicando visivamente al pilota la posizione del contatto. In caso il
contatto sia al di fuori del campo visivo dell'HUD, apparirà come di
consueto la linea indicante la direzione del bersaglio con come fulcro la gun cross. Un
esempio del track box si può vedere qui a sinistra. Il FCC aggiunge anche un diamante
(rombo) quale indicatore missile e tracciamento, per il AIM-120B questo simbolo è
posizionato all'interno del box quando l'arma è in modalità slave, cosi come indicato
sempre nel diagramma a sinistra. Quando tutti e due i simboli appaiono sopra il
bersaglio significa che sia l'AIM-120B che il radar hanno un corretto tracciamento.

12

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

HUS/Radar Integration - DLZ


La Dynamic Launch Zone (DLZ – zona di lancio
dinamica) è un insieme di due staffe, un indicatore di
distanza, e un misuratore di chiusura. (Notate come la
DLZ appaia solo quando è selezionato un bersaglio). Il
diagramma a sinistra elenca le componenti della DLZ.

Le due staffe sono una opposta all'altra e rappresentano


due tipi diversi di raggio o portata. La staffa di sinistra
indica la portata o raggio massimo (Rmax1) e minimo
(Rmin1) per un missile contro un bersaglio non in
manovra. La sstaffa più piccola sulla destra mostra il
raggio massimo e minimo (Rmax2 e Rmin2) con un
target che sta manovrando. Lanci effettuati nell'aerea
compresa tra RMax2 e RMax1 sono molto meno
precisi di lanci effettuati nell'area tra Rmin2 e Rmax2.
La DLZ ha anche un indicatore del range. Il range della
DLZ è collegato a quello selezionato sul radar, così se
il radar è sulle 20 nm la DLZ rappresenta per la sua
lunghezza totale 20 nm. Notate comunque che se il
radar è su 40 nm, o peggio 80 nm, la staffa di sinistra
mostrerà sempre la massima distanza di ingaggio del missile, e non il range massimo
del radar. L'indicatore di range serve per sapere in che range siete e come esso sia
correlato alla zona di ingaggio del missile.In taluni casi di estrema vicinanza col target
è possibile che il range indicato sia di 5 nm ovvero la metà del range minimo del radar
che ricordiamo è di 10 nm
.Il diagramma a destra mostra cosa succede quando il radar è
impostato su un range maggiore di quello dell'arma.Notate
come, con il range impostato a 40nm, le due staffe siano ora
diventate più corte. L'indacatore di range “fluttua” ora sopra le
staffe, indica ancora il range (in questo caso circa 37 nm) ma il
bersaglio è parecchio oltre la zona di ingaggio, e l'AMRAAM
mancherà certamente il bersaglio se sparato ora.Il numero
vicino all'indicatore di range NON è il range. Questo numero
rappresnte la rata di chiusura del bersaglio in nodi. Se c'è un
segno meno “-” prima del numero, il bersaglio si sta
allontanando. Infine nella DLZ è indicato il AMRAAM Active
Range. Questo piccolo cerchietto vi da informazioni su dopo
quanta distanza il missile passerà dal tracciamento inerziale a
quello attivo (meglio specificato in seguito).

13

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

HUD/Radar Integration – Timer cues


L'FCC aggiunge una serie di timer sull'HUD e sullo schermo radar. Questi timers
hanno come prefisso una lettera che indica che tipo di conteggio stanno facendo.
Dovete ricordare che l'AIM-120B usa nel periodo di volo iniziale una guida inerziale
in caso di lanci oltre le 12 nm. Quando un AIM-120B è lanciato e sta usando il
sistema di gudia passivo, il timer mostra una A prima del tempo in secondi. Se il
missile usa il proprio radar il timer avrà il prefisso T.

Quando voi richiamate per la prima volta un AMRAAM, apparirà solo un timer.
Questo contatore mostrerà il tempo stimato che il missile impiega per raggiungere
l'attivazione radar o il bersaglio. Se il target è nel raggio del radar interno al AIM-
120B allora il prefisso sarà una T. Se il bersaglio è al di fuori del raggio di azione del
radar interno dell'AMRAAM allora il prefisso sarà A.

Quando lanciate un AIM-120, compare un altro timer. Questo timer rappresenta il


missile che avete appena sparato. Il timer visualizza il tempo restante, in secondi,
all'attivazione del radar dell'AIM-120 (se lanciato al di fuori della portata del radar del
missile) o il tempo mancante all'impatto (ricordate con il prefisso T). La linea in alto è
sempre quella relativa al primo missile da lanciare.

Il diagramma alla sinistra mostra


quattro differenti esempi di timer. Il
primo mostra che il prossimo
missile (in attesa di lancio)
impiegherà 25 secondi al punto di
attivazione (Linea in alto), e che
l'ultimo missile lanciato è a 12
secondi dall'attivazione.

Nel es. 2 il prossimo missile in


attesa di lancio impiegherà 8
secondi a raggiungere il target, ed il
missile utilizzerà immediatamente
dopo il lancio il proprio sistema di navigazione, il diagramma mostra anche che
l'ultimo missile che è stato sparato è a 2 secondi dall'impatto.

Nel caso 3 il timer indica che il prossimo missile lanciato impiegherà 9 secondi a
raggiugere il suo bersaglio, usando il proprio sistema di guida fin dall'inizio. Il missile
che è stato lanciato per ultimo, è a 18 secondi dall'attivazione del radar interno.

Nel set 4 il timer indica che il prossimo missile impiegherà 18 secondi a raggiungere
il punto di attivazione dove incomincierà ad usare il proprio radar per tracciare il
bersaglio. L'ultimo missile sparato è a 9 secondi dal suo bersaglio.

14

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

HUD/Radar Integration – Radar Cues


In aggiunta alle sovraimpresse ASEC e DLZ il FCC fornisce ulteriori aiuti sullo
schermo radar permettendovi un migliore impiego delle armi.

Questi sono sotto forma di simboli a codici colorati. Quando un


AIM-120B è sparato verso un contatto, il simbolo di quest'ultimo
diventa rosso, ed ha una “coda” (vedi il diagramma a sinistra, in
questo caso abbiamo una simbologia riferita alla EPAF patches. In
versione USAF il simbolo è un triangolo, per cui d'ora in avanti
parleremo di poligoni ogni volta che faremo riferimento ai simboli
dei contatti).

Quando l'FCC calcola che l'AIM-120B dovrebbe avere impattato


con il target (Un evento che è basato su una variabile di 0-3 secondi
da quando il timer è uguale a T0), appare una X sopra la traccia del
contatto sullo schermo radar, questo indica visivamente che il
missile dovrebbe aver raggiunto il bersaglio. Ciò accade anche in
caso di bersaglio mancato, per cui non è una “conferma di kill”. La
X di impatto rimane sullo schermo per 5 secondi quindi inizierà a
lampeggiare per poi scomparire. Il simbolo è un poligono giallo con
sovraimpressa una X rossa, così come in diagramma a destra.

HUD/Radar Integration – Range Information


La distanza dal bersaglio può essere desunta in due modi, il primo è di guardare sotto
la scala altitudine alla riga di Range to Target (F 12.9 nel diagramma a Pag. 11 in
basso a sinistra). Il secondo metodo e di fare riferimento al radar per stimare il range.
Per maggior informazioni su come usare il radar fare riferimento alla Guida Operativa
OG-APG68.

HUD/Radar Integration – Target Information


L'FCC mostra altre informazioni sul bersaglio nello schermo radar. Quando un
contatto è “Bugged” (selezionato) compare una riga sotto gli indicatori di modalità
radar che contiene quattro informazioni, da sinistra a destra sono: Aspetto del
bersaglio, Heading (Rotta), Velocità (Kts – nodi) e Chiusura (velocità di
avvicinamento o allontanamento). Per maggiori dettagli sull'Aspect fare riferimento
alle appendici, per il radar alla Guida Operativa OGAPG68.

15

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

AIM120B Modi di Impiego


L'AIM-120B AMRAAM può essere lanciato in due distinte modalità, Radar slaves e
Boresight. In aggiunta a queste modalità selezionabili, l'AMRAAM può operare in tre
distinti modi a selezione automatica, radar attivo, guida inerziale e home on jam.
Come pilota voi avete l'opzione di avere il missile agganciato al contatto radar
attualmente designato, o permettere all'AIM-120B di agganciarsi al primo contatto che
rileva con il proprio radar, usando la modalità Boresight.

L'AIM-120B può essere selezionato in modalità Dogfight tramite l'OSB 6.


Le differenti modalità di lancio sono descritte sotto.

AIM-120B – Boresight Mode


Questa modalità è essenzialmente un sistema instantaneo per agganciare un bersaglio
quando no avete il tempo necessario per passare attraverso il radar e designare un
target nei modi consueti (e sicuri...).Quando lanciate in Boresight l'AIM-120 vola
dritto e accende immediatamente il proprio radar. L'aim-120 quindi si aggancierà al
primo bersaglio che rileva con il suo radar. Questo è ottimo se dovete distrarre un
nemico, più che ottenere un kill certo. Non c'è nessuna garanzia che il missile traccerà
il bersaglio voluto.

Quando è questa la modalità di lancio, il “missile diamond” indicherà il campo visivo


(FOV) del'AIM-120 per l'ingaggio del bersaglio.

La contropartita di questa modalità e che il missile non è in grado di distinguere tra


contatti amici o nemici, così fate molta attenzione in quanto potrete essere
responsabili di fuoco amico. Ricordate, se ci sono aerei amici davanti a voi, NON
SPARATE in questa modalità, a meno che, non siate estremamente sicuri che l'aereo
nemico è il primo contatto che il radar del missile aggancerà.

HUD in modalità Boresight

16

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

AIM-120B – Slaved Mode


Quando il missile è in modalità slave usa il radar dell'aereo per puntare verso il
bersaglio corretto. L'AIM-120B ha la capacità di usare diversi metodi di tracciamento
del target, che dipendono dalla distanza del bersaglio e se quest'ultimo stia usando o
meno contromisure elettroniche (Electronic Counter-Measures ECM) per sfuggire ai
radar.

Quando il bersaglio è ad una distanza superiore alle 12 nm, l'AIM-120B usa il sistema
inerziale e quello data-link per dirigersi verso il punto in cui può attivare il proprio
radar. Durante il colo inerziale e nel caso sia lanciato da un F-16, il missile riceve
aggiornamenti sulla posizione del bersaglio da parte del Fire Control Radar (FCR).
Potete capire se il missile è in guida inerziale guardando il timer come indicato a pag.
14.

Una volta che l'AIM-120B raggiunge il punto dove può usare il radar di bordo, punta
nella ultmia posizione conosciuta del bersaglio e prova a rilevarlo. Se ha successo
l'AIM-120B si guiderà da solo verso il bersaglio nella speranza di un abbattimento.

Se l'AIM-120B fallisce nel trovare il bersglio quandodiventa attivo, cercherà per un


altro contatto da ingaggiare. Comunque, visto che l'AIM-120b NON HA la capacità di
distinguere tra amici e nemici, il missile potrebbe ingaggiare aerei amici.Anche se
l'AIM-120B può essere lanciato e “dimenticato”, è generalmente auspicabile guidarlo
per tutto il suotragitto verso il punto di attivazione. Eseguendo questo si riducono i
rischi di fuoco amico. Inadempienze a questo compito diminuiscono inoltre le
possibilità di kill effettivi (Pk).

Se l'AIM-120B è lanciato entro le 12 nm dal bersaglio, non userà il sistema di guida


inerziale ma attiverà immediatamente il sistema di tracciamento attivo. Il timer indica
quando un lancio è immediatamente “attivo” con il prefisso T davanti ai secondi.

Una volta che l'AIM-120B è attivo voi potete rompere il lock con il target e sparare ad
un altro contatto senza inficiare la Pk del missile precedente.

17

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

AIM-120B – Home On Jam


Se in ogni momento della TOF (Time of flight – tempo di volo) del missile il
bersaglio inizia ad usare contromisure elettroniche (ECM), l'AIM-120B può
commutare il suo sistema di tracciamento su home-on-jam. Quando ciò accade l'AIM-
120B si dirige verso il punto del jamming signal (segnale di distrurbo), guidandosi
verso il punto dove il radar interno riesce a passare “attraverso” (burns through) il
jamming a riacquisire il bersaglio. Quando il missile è in modlità home-on-jam
interlaccia l'impulso attivo del radar con la guida passiva dell'equipaggiamento home
on jam.

L'FCR dell'F-16 informa l'FCC che il bersglio sta disturpando il radar,


se questo è il caso il simbolo “HOJ” appare sullo HUD. Notate
comunque che non c'è comunicazione tra l'AIM-120B e l'aereo per
indicare questo fatto; è una funzione di parte dell'FCC del F-16.

La modalità, comunque, HOJ non fornisce la stessa Pk della normale guida attiva, ed
è possibile che le ECM in combinazione con manovre difensive portino l'AIM-120b a
mancare il bersaglio.

18

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

AIM-120B Tattiche d'Impiego

Weapon Engagement Zones

La prima cosa da capire quando si usa un'arma aria-


aria è il concetto di Weapon Engagement Zones
(WEZ – Area di Ingaggio dell'Arma). La WEZ è
l'area intorno al terget dove il missile può
raggiungere e distruggere il bersaglio. Il diagramma
a sinistra mostra un esempio di WEZ ber un
bersaglio non in manovra. L'AIM-120B ha un
massimo (Rmax) e minimo (Rmin) raggio di fuoco,
il diagramma rappresenta l'area fra questi due raggi
come una “nocciolina” verde.

Ogni area colorata in verde rappresenta la capacità


dell'AIM-120B di raggiungere il bersaglio. Notate come l'area non sia un cerchio,
davanti all'aereo l'area è molto più grande che dietro, questo perchè se state sparando
ad un bersaglio frontalmente, il bersaglio muovendosi verso di voi riduce il lavoro che
il missile deve fare per intercettare il target. Se invece state sparando posteriormente,
il misile deve inseguire il bersaglio per intercettarlo. A causa del più basso rate di
chiusura tra il target e l'AIM-120B il massimo raggio di sparo è più basso.

Il diagramma sopra mostra dunque la WEZ per un


aereo non in manovra, se il bersaglio sta manovrando
contro di voi la forma della WEZ cambia
drasticamente.
Il diagramma a destra mostra un esempio di wez per
un target in manovra che sta virando a sinistra. La
WEZ per un target in manovra cambia sempre a
seconda dell'aspect e dell'intensità delle manovre,
così il diagramma a destra è una “istantanea”.

La differenza principale tra le forme e che ora la


WEZ è molto più piccola su tre lati, comunque la WEZ si è esapansa dalla “hot side”
(parte calda) della virata. (hot side / cold side sono termini per indicare
rispettivamente se siete dalla parte della virata o dall'altra). Questo vuol dire che
l'AIM-120B ha migliori possibilità di intercettare il bersaglio se lanciato entro
quest'area. L'area frontale della WEZ è stata ridotta all'incirca come quella posteriore,
indicando che se il target sta virando da voi, il raggio massimo si deteriora molto
rapidamente.

19

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Massimizzare il Vostro Raggio di Tiro


La forza dell'AIM-120B proviene dalla sua capacità di raggiungere distanze fino a 40
nm. Comunque il raggiungere tali distanze non è comune nei normali ingaggi. Ci sono
metodi comunque da impiegare per aumentare il raggio dell'AIM-120B prima di
designare l'arma al bersaglio.

Ogni portata missilistica dipende dalla sato di energia del missile stesso, e dal suo
carburante. Il carburante è abbastanza intuitivo, più è tanto il combustibile più è la
distanza che il missile può volare. Lo stato di energia del missile è un po più difficile
da capire, ma in termini molto semplici è la sua capacità di muoversi nell'aria. L'AIM-
120B riceve la sua eneriga dalla spinta dei suoi motori, comunque una volta finito il
carburante il missile può scambiare l'energia che ha ricevuto per il movimento e le
manovre necessarie ad intercettare il bersaglio.

Ora non tutta l'energia che ha il missile viene fornita dai motori, come per gli aerei il
missile puoò trasformare l'altezza in velocità, guadagnando energia cinetica dalla
forza di gravità. La velocità dell'AIM-120B gli fornisce l'energia cinetica per viaggiare
più lontano.

Energia = Altitudine + Velocità = Raggio

Quindi cosa significa, bene, voi potte fornire una grossa quantità di energia (e quindi
raggio) al missile prima che esso lasci i binari di lancio, semplicemente volando più in
alto e più veloce. Questo fornisce al missile sia energia cinetica che energia
potenziale.

Ricordate comunque che l'aspetto del bersaglio gioca un ruolo molto importante nella
portata del missile, anche se state volando ai limiti dell'atmosfera e a Mach 10, se il
target sta allontanandosi da voi il raggio massimo di tiro sarà sempre piu corto di
quello che risulta se un target sta puntando verso di voi.(Ok avete capito ho un po
esasperato l'esempio).

Insomma il principio del massimizzare il raggio di tiro è il pane e burro delle tattiche
Beyond Visual Range (BVR – oltre il campo visivo) nei combattimenti F-Pole e A-
Pole. Questo verrà discusso nella prossima sezione.

Ricordate:

1. L'altitudine dà energia potenziale all'AIM-120B


2. La velocità dà energia cinetica all'AIM-120B
3. Andate ALTI e VELOCI per massimizzare il vostro raggio di tiro.

20

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

A-Pole e F-Pole
Esatto, qui non si sta parlando di pali del telegrafo, piuttosto del tipo di missili che il
vostro avversario trasporta. E' importante ricordare che, mentre voi state cercando di
sparare al bersaglio, molto probabilmente il bersaglio sta facendo la stessa cosa con
voi. Questo fattore influenza la tattica che usate, e le basi delle tattiche A-Pole ed F-
Pole tengono conto di questo.

Insomma cosa è l'A-Pole e l'F-Pole? Bene Pole significa semplicemente missile, la A


o la F descrivono il tipo di missile sparato. La A è riferita ad un missile a guida radar
attiva, come l'AIM-120B ed il russo AA-12. La F è riferita a missili a guida semi-
attiva, che richiedono un costante aggancio sul bersaglio, come gli AIM-7 Sparrow.
L'F-16 può montare questi ultimi solo con speciali modifiche a bordo.

A-Pole vs. A-Pole


Iniziamo a vedere l'A-Pole vs. A-Pole. In questa situazione entrambi gli antagonisti
hanno capacità “lancia e dimentica”, dopo un certo periodo non avete più bisogno di
supportare il vostro missile. L'altra importante considerazione è che il radar-warning
receiver (RWR – Ricevitore di Allarme Radar) del bersaglio non rileva un lancio di
missile fino a quando quest'ultimo non diventa attivo (quando il missile inizia ad
usare il proprio radar).

Lo svantaggio di questo e che il nemico può fare lo stesso con voi, vi può lanciare
contro un missile e voi non ne sarete a conoscienza fino a che il missile non diventerà
attivo. Ci sono tre principali missili in Falcon che sono classificati come A-Pole,
l'AIM-120, l'AIM-54 e l'AA-12. Le vostre azioni sono dettate a seconda di chi sia il
vostro avversario.

L'AIM-54 è un missile enorme, è disegnato per essere trasportato dagli F-14 Tomcat,
e può superare in raggio qualsiasi altro missile aria-aria, l'unico svantaggio e che la
testa cercante non è così avanzata come la maggior parte dei missili di moderno
design. Se voi state combattendo contro un F-14, questi sarà in grado di lanciare i suoi
missili molto prima di voi e di abbandonare il comabattimento prima di voi. Ciò vi
mennte in un pesante svantaggio. Voi avete due opzioni in questa situazione, potete
virare e fuggire via per combattere un altro giorno, o potete procedere con l'ingaggio.
Se avete deciso di scappare avete preso certamente una saggia decisione! Se decidete
di continuare, allora siate sicuri di seguire scrupolosamente le linee guida per
massimizzare la vostra portata e siate pronti a compiere azioni evasive.

Abbiamo poi l'AA-12 , anche conosciuto come Adder. Questo è l'equivalente russo
dell'AIM-120, leggermete più largo che l'AMRAAM; l'AA-12 ha un raggio poco più
lungo, permettendone il lancio prima del vostro. Comunque l'inferiorità dei sensori
usati dall'AA-12 ne sconsigliano l'uso a lungo raggio. L'aereo, inoltre, deve supportare
l'AA-12 per più tempo di quello necessario per l?AIM-120B. Ciò vuol dire che voi
siete in grado di rompere il lock ed iniziare le manovre evasive prima dell'altro aereo.
Ancora una volta dovrete cercare di massimizzre il vostro raggio volando più in alto

21

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

del target, questo tra l'altro riduce il range del missile avversario.

Infine, se vi trovate contro un AIM-120, tutto quello che potete fare è come al solito di
massimizzare il raggio e volare una buona difesa contro i missili quando l'AIM-120
lanciato contro di voi diventa attivo. O potete girare la coda ed andarvene da li per
combattere un altro giorno!

Dopo che avete sparato il vostro missile, cercate di rallentare intorno ai 430 kts,
questo abbassa il rate di chiusura, e costringe il missile avversario ad un maggior
lavoro. Potete anche ridurre ulteriormente la velocità, comunque è consigliabile non
scendere sotto i 400 kts, se il vostro missile sbaglia avrete un bersaglio molto
arrabbiato che si dirige velocemente verso di voi.

Vi ricordo due importanti punti che sono di vitale importanza da ricordare:

1 Ci sono possibilità che il bersaglio vi stia sparando


2 Non sarete certi che un missile a guida attiva sia stato sparato fino a che
esso non diventi attivo.

A-Pole vs. F-pole

In questa situazione voi avete di norma un buon vantaggio sul vostro bersaglio. Il
target deve supportare il missile fino al punto di impatto, dandovi la possibilità di
supportare il vostro missile fino al punto di attivazione, e quindi manovrare per
rompere il lock dell'avversario e far si che il suo missile sbagli.Massimizzare il raggio
in queste situazioni non è cosi importante come negli ingaggi A-Pole. Comunque può
essere vantaggioso essere più in alto del target.

I missili BVR SAHR in Falcon sono AIM-7M, AA-6 Acrid, AA-7 Apex e AA-10
Alamo (Modelli A e C). La maggiore minaccia proviene dalla serie AA-10, e
particolarmetne dall'AA-10C che è trasportato dai Su-27 Flanker. L'AA-10C supera in
porata l'AIM-120 permettendo al Su-27 di sparare molto prima. Fortunatamente voi
sarete a conoscienza del lancio in quanto il Su-27 deve supportare il missile. Il
problema del combattimento contro un AA-10C è che grazie al suo raggio molto più
ampio, se voi lanciate un AIM-120B al bersaglio, l'AA-10C probabilmente vi
raggiungerà prima che il vostro missile diventi attivo, rendendo molto difficile per voi
supportare efficaciemente il vostro missile. La manovrabilità dell'AA-10C è simile a
quella dell'AIM-7M.

L'AA-10A è la versione originale dell'Alamo, ha un raggio più corto che quello


dell'AIM-120B, comunque è un missile manovrabile che pone una seria minaccia se
sparato verso di voi. Dovreste guadagnare quanto più raggio possibile quando
ingaggiate un Su-27 od ogni altro aereo che può portare missili della serie AA-10.

L'AA-7 Apex è usato dai vecchi modelli di MIG, ed è della stessa classe dell'AIM-
7M. L'AA-7 comunque no è molto manovrabile, e perde energia molto velocemente.

22

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

E' sempre una minaccia ma non così seria. Si sconfigge facilmente con veloci e secche
virate a 6 G verso il missile. Quando rilevate un contatto che potrebbe trasportate
questo missile, volare alto ed estendere il vostro raggio potrà incrementare il vostro
vantaggio, comunque non è assolutamente necessario.

L'AA-6 Acrid è uno dei missili più veloci che potrete affrontare. Sotto buone
circostanze l'AA-6 ha un raggio solo leggermente più corto di quello dell'AIM-120B.
Il suo uso primario, comunque, è di attaccare grossi aerei, supersonici od ad alta quota
dove la velocità è la migliore caratteristica. L'AA-6 non è particolarmente
manovrabile, ma se ne dovete affrontare uno la quantità di tempo che avete a
disposizione per reagire è veramente poca, dovte essre molto consapevoli di ciò ed
intraprendere azioni evasive appena vi è stato sparato il missile. Il missile vi può
rggiungere parecchio prima che il vostro AIM-120B diventi attivo, per cui, ancora una
volta, volate alti e veloci.

Quanto sopa sono le basi che dovreste conoscere per impiegare con successo l'AIM-
120B. Discussioni sulle tattiche di ingaggio di gruppo sono al di fuori degli scopi di
questa guida, e perciò non vengono qui trattate, comunque se volete questo tipo di
informazioni, il manuale originale di Falcon 4.0 e la Guida Strategica di Pete Bonanni
sono ottimi posti dove iniziare.

23

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com


OG-AIM120 18/08/2002

Appendice

Bibliografia

Air Defense BrasseysGroup Capt. M B Elsam


Air Superiority Operations Brasseys Air Vice-Marshal J R Walker,
Air to Ground Operations Brasseys Air Vice-Marshal J R Walker,
eTeam 1.10 Dash1 eTeam Froglips, Snowman, Cooler
Falcon 4.0 Users Manual Microprose -
Federation of American Scientists (FAS) www.fas.org
Jane's F-15 Expert Flight Manual Electronic Arts -
Official Strategy Guide Prima Pete Bonnani
Vipers in the Storm McGraw Hill Keith Rosenkranz
Realism Patch 4 Manual RPG Group

Links

www.amvi.it Areonautica Militare Virtuale Italiana


www.haulingiron.com
www.frugalworld.com
www.delphi.com/falcon4 Falcon 4 forum on the Delphi message boards
eteam.frugalsworld.com Official eTeam website • run by Brownsnake
www.falcon40.com Excellent resource for all files falcon
www.falcon40.co.uk Jagstangs website, excellent artwork mods are located here

24

PDF created with FinePrint pdfFactory Pro trial version http://www.fineprint.com