Sei sulla pagina 1di 2

Edizione 6-09 I

C 2.9545
Valvola di sequenza NW 5
con sequenza temporale di operazioni,
pressione max. d’esercizio 250 bar

Vantaggi
 Realizzazione di sequenze di operazioni
indipendenti dalla pressione
 Risparmio di costi grazie ad un minor
numero di valvole di comando e di tubazioni
 Intervallo di regolazione più ampio
 Adduzione olio mediante canali forati
 Disponibile piastra di montaggio con
raccordo per tub
 Schema dei collegamenti analogo a quello
delle valvole di sequenza secondo tabella di
P A catalogo C 2.954
 Forma compatta a basetta

Impiego Dati tecnici


Questa valvola viene impiegata in particolare Modello Valvola a sede di tenuta con azionamento idromeccanico
quando nelle attrezzature di bloccaggio si de- Tipo di fissaggio Collegamento a flangia con viti 2 x M5
vono realizzare sequenze di operazioni non Canali forati con tenuta tramite O-Ring
legate alla pressione oppure quando occorre Adduzione olio Piastra di montaggio per raccordo per tubi (vedere accessori)
svolgere sequenze di operazioni con un ritardo Pressione max .d’esercizio [bar] 250
temporale definito. Pressione min. d’esercizio [bar] 30
Descrizione Flusso volumetrico ammesso [l/min] 8
Il ritardo di inserzione regolabile permette una Campo di regolazione del ritardo [s] ca. 1-10
sequenza di operazioni degli elementi idraulici Peso [kg] 1,5
in base ai tempi impostati, nell’ambito di un No. ordin. 2954-836
circuito idraulico, indipendentemente dalla
pressione idraulica.
In linea di massima la valvola deve essere Avvertenze importanti Esempio d’impiego
preimpostata inizialmente, in base ai rapporti
Riproducibilità del ritardo
idraulici relativi a pressione, viscosità e tempe-
1 2
ratura (vedere: Istruzioni per la regolazione, La riproducibilità della sequenza di operazioni
punto 2). impostata dipende da rapporti idraulici
E’ possibile un inserimento in parallelo o in se- costanti.
rie di più valvole. La struttura compatta facilita Una temperatura dell’olio troppo variabile può
il montaggio direttamente sull’attrezzatura di causare una variazione del tempo di ritardo im-
bloccaggio. postato. Pertanto occorre assicurarsi che la
1 ÷ 10 s
regolazione della valvola sia impostata e/o regi-
strata alla temperatura d’esercizio.
P A

Aumento della pressione


Funzionamento
Nella fase di ritardo tramite la regolazione dello
La valvola è costituita da un corpo di base con strozzamento sulla valvola (con strozzamento
un pistone idraulico integrato che aziona mec- elevato) la pompa idraulica può sviluppare la
canicamente la valvola di apertura. pressione piena e inviare così ad un pres-
Per l’impostazione della sequenza temporale sostato collegato il segnale „Bloccato“. 160 bar
delle operazioni vi sono due possibilità di regi-
strazione.
Una vite di strozzamento serve alla regolazione Caduta della pressione Sequenza di bloccaggio:
grossolana del tempo di reazione in base alla L’esempio a lato illustra un tipico caso d’im- 1. Il cilindro 1 procede senza pressione contro
pressione di sistema dell’impianto impostata. piego.
l’arresto.
Con una vite di regolazione posizionata frontal- Come descritto, all’apertura della valvola di se- 2. La pressione dell’olio sale fino a 160 bar.
mente viene effettuata la regolazione fine del quenza la pressione scende completamente
tempo di reazione. Non appena all’ingresso P sul cilindro 1. Solo dopo che il cilindro 2 viene 3. Al termine del tempo di ritardo impostato
è presente la pressione dell’olio, il pistone in- portato contro l’arresto, la pressione comincia la valvola di sequenza si apre ed il cilindro 2
terno si sposta di una corsa definita e apre di nuovo ad aumentare. Un possibile rimedio si sposta senza pressione contro l’arresto. Il
meccanicamente la valvola di apertura incor- viene descritto nei 3 esempi a pagina 2. cilindro 1 torna di nuovo ad essere pratica-
porata. Il flusso dell’olio è ora disponibile mente privo di pressione.
sull’uscita A per l’utenza idraulica. (rimedio, vedere pagina 2)
4. La pressione dell’olio di entrambi i cilindri
sale a 160 bar.

CAMAR S.p.A. · V. Genova 58/A · 10090 Cascine Vica-Rivoli (TO) · Tel. 011.959.16.26 (r.a.) · Fax 011.959.41.01 · info@camarspa.it Per gli aggiornamenti vedere www.roemheld.com
Rappresentante Generale Esclusivo per l’Italia I dati di cui sopra non sono impegnativi
Dimensioni
Istruzioni per la regolazione
Circuiti di esempio

Dimensioni Istruzioni per la regolazione


Taratura delle viti di regolazione
P La vite di strozzamento per la regolazione ap-
prossimativa può essere svitata solo fino al
A contrassegno rosso (posizione per strozza-
SW 13 mento ridotto). La vite di taratura per la
Dado di tenuta Ø 5,4 (2x) regolazione fine può essere svitata fino a sen-
tirne la resistenza (posizione per un ritardo
maggiore).

max. 59,5
Procedura per l’impostazione del

45
ritardo temporale

SW13
SW4
Ra= 0,8
In linea di massima le valvole sono preim-
postate per una pressione di sistema di
max. Ø 5 45 150 bar. Entrambe le viti di regolazione sono
fissate e sigillate con dadi di tenuta.
Accessori
45
Piastra di montaggio 17,5 Le regolazioni possono essere effettuate solo
118,5 No. ordin. 3534-475 in condizione di assenza di pressione.
max. 144,5 Passo 1:

11
Vite di strozzamento per 29,5
allentare il dato di tenuta della regolazione fine
SW13 4 P
la regolazione grossolana e avvitare completamente la vite di regolazione
SW4 17,5
grossolana. Serrare nuovamente il dado di
M5, passante

Vite di regolazione
tenuta.
9

per la regolazione
fine Passo 2:
A
allentare il dado di tenuta della regolazione
45
A
38

P
30

P
grossolana e impostare il tempo di risposta a
14,5

circa 1 secondo. Serrare nuovamente il dado


11

30,5
di tenuta.
37,5 Passo 3:
A
60 allentare il dado di tenuta della vite di regola-
22

11

zione fine e svitare la vite di regolazione, fino ad


G 1/4
ottenere il tempo di risposta desiderato.
24,5
Serrare nuovamente il dado di tenuta (se ne-
cessario questo passo deve essere ripetuto
Esempi per evitare una caduta di pressione. più volte).

1. Inserimento in serie con valvola di 2. Valvola di ritenuta pilotata 3. Inserimento in serie con valvola di
sequenza normale“ (tabelle di catalogo C 2.9511 e C 2.9512) ritegno e strozzamento
(tabella di catalogo C 2.954) (tabella di catalogo C 2.940)
1 2 1 2 1 2

A
1÷10 s 1÷10 s 1-10 s
Z
B
P A P A P A
P A A B

Regolazione Regolazione Regolazione


Poichè questa valvola di sequenza funziona Non necessaria. La valvola di ritenuta e strozzamento, nello stato
in base alla pressione, occorre impostarla sulla La pressione raggiunta sul cilindro 1 rimane di funzionamento dell’impianto viene chiusa tanto
pressione di apertura che non deve essere supe- costante quanto basta a fare sì che durante l’estensione
rata in difetto sul cilindro 1, mentre il cilindro 2 si del cilindro 2 la pressione della pompa (manome-
estende senza pressione. tro) non scenda al di sotto del valore desiderato.
Vantaggio Vantaggio Vantaggio
Combinazione di sequenze di operazioni dipen- Massima sicurezza contro la caduta di pressione. Ridotta spesa supplementare
denti dalla pressione con possibilità d’imposta-
zione del ritardo temporale.
Svantaggio Svantaggio Svantaggio
Spesa supplementare Il controllo idraulico deve offrire una fuzione a Regolazione dipendente dalla viscosità.
doppio effetto per l’apertura della valvola di ri- Nessuna sicurezza per il livello di pressione mi-
tenuta. nima sul cilindro 1.
L’estensione del cilindro 2 viene regolata.

2
C 2.9545 / 6-09 I I dati di cui sopra non sono impegnativi