Sei sulla pagina 1di 77

Per il conseguimento di patenti A e B

Pag. 1
INDICE
01 - Definizioni stradali e di traffico (pag. 4) 16 - Fermata sosta e arresto (pag. 48)
 Definizioni stradali  Fermata
 Altri elementi che fanno parte della strada  Sosta
 Classificazione dei veicoli
 Comportamenti corretti alla guida 17 - Triangolo, circolazione e traino (pag. 50)
Norme relative al traino
02 - Segnali di pericolo (pag. 10 ) Altri rischi particolari della circolazione

 Segnaletica stradale 18 - Dispositivi di illuminazione (pag. 54)


 Luci
03 - Segnali di precedenza (pag. 15 )  Spie

 Segnali di prescrizione 19 - Sistemi di ritenuta (pag. 56)


 Cinture di sicurezza
04 - Segnali di divieto (pag. 17)  Seggiolini
 Airbag
05 - Segnali di obbligo (pag. 20)   Casco
 Abbigliamento motociclistico
06 - Segnali di indicazione (pag. 22 )
20 - Patenti (pag. 57)
07 - Pannelli integrativi (pag. 26)   Tabella delle patenti
 Patenti A
08 - Segnali verticali, complementari, di cantiere (pag.  Patenti B
28)  Sanzioni e provvedimenti
 Limitazioni neopatentati
09 - Segnalazioni semaforiche, agenti del traffico (pag.
31) 21 - Incidenti (pag. 62)
10 - Segnaletica orizzontale (pag. 35) 22 - Assicurazione, responsabilità (pag. 63)
  R.C.A.
11 - Pericolo ed intralcio alla circolazione (pag. 38)
 Kasko
 Fondo di garanzia
 Limiti
 Premio
  Contrassegni
 Bonus malus
 Comportamenti corretti in relazione a velocità
 Massimali
e situazioni di pericolo
 Responsabilità civile
12 - Spazio totale di arresto, distanza di  Responsabilità civile e penale
sicurezza (pag. 40 )  Responsabilità penale
 Tempo di reazione  Rischi specifici della circolazione stradale
 Spazio di frenatura
23 - Primo soccorso (pag. 64)
 Distanza di sicurezza
24 - Elementi costitutivi del veicolo (pag. 65)
13 - Norme sulla circolazione dei veicoli (pag. 42)
 Cambiamento di direzione
25 - Inquinamento e consumi (pag. 67)
 Altre manovre
 Uso corretto della strada

14 - Incroci (pag. 45)

15 - Sorpasso (pag. 46)


 Norme che regolano il sorpasso

Pag. 2
01 - DEFINIZIONI STRADALI E DI TRAFFICO

ARGOMENTI RELATIVI AL PRIMO CAPITOLO - Quando si viaggia in fila…

ELEMENTI DELLA STRADA - Corsia di decelerazione


- Strada - Centro abitato
- Carreggiata CLASSIFICAZIONE DEI VEICOLI - Spostare la segnaletica
- Corsia - Ciclomotori - Competizioni e scommesse
- Attraversamento ciclabile - Quadricicli leggeri - Imbrattare la strada
- Attraversamento pedonale - Motocicli - Sporgenze dai veicoli a 2 ruote
- Comportamenti alla guida

- Incroci a livelli sfalsati - Tricicli a motore - MontaBisognati usareinternimaggiore prudenza…


- Incroci a raso - Autoveicoli
- Zona a traffico limitato - Autovetture -
- Area Pedonale - Autobus - Anziani
- Salvagente - Caravan (roulotte) - Non vedenti
- Isola di traffico - Autocaravan (camper) - Regole in presenza di
- Marciapiede - Rimorchi attraversamenti pedonali
- Banchina - Macchine agricole - Bambini
- Passaggi a livello - Macchine operatrici - Scuolabus
- Passo carrabile - Pannelli 302, 303, 304, 305 - Taxi
- Strada extraurbana principale - Strisce retroriflettenti per autocarri - Ciclisti
- Autostrada - Lasciare liberi… - Donne incinta
- Corsia di accelerazione COMPORTAMENTI CORRETTI

Pag. 3
DEFINIZIONI STRADALI

STRADA:
La strada è l'area ad uso pubblico destinata alla circolazione dei pedoni, dei veicoli e degli animali.
Essa può essere a senso unico o a doppio senso di circolazione e comprende i marciapiedi, le piste ciclabili e le
banchine. Può essere suddivisa in più carreggiate se separate da spartitraffico e ognuna a sua volta può essere
suddivisa in una o più corsie di marcia.

CARREGGIATA:
La carreggiata è la parte della strada destinata normalmente alla circolazione dei veicoli e degli animali,
delimitata da linee di margine. Può essere suddivisa in corsie e può essere a senso unico o a doppio senso di
circolazione. Essa comprende corsie di marcia e sorpasso ed attraversamenti ciclabili e pedonali, mentre tutti
gli altri elementi, (piste ciclabili, marciapiedi, piazzole di sosta ecc.) non ne fanno parte. Tra di esse le
carreggiate sono separate dallo spartitraffico.

CORSIE:
La corsia è una parte della carreggiata delimitata da strisce continue o discontinue, che consente il transito di
una sola fila di veicoli (vieta di norma le file parallele, ovvero due veicoli che viaggiano affiancati) per questo
motivo può essere esclusivamente a senso unico di marcia. Alcune corsie possono vietare o riservare il
transito ad alcune categorie di veicoli.
In base al loro utilizzo esistono diversi tipi di corsie:

Marcia
Sono le corsie che permettono il transito, si trovano a destra.
Sorpasso
Sono corsie che vietano la marcia normale e permettono di usarle solo in fase di sorpasso. Si trovano al centro o
a sinistra, più interne rispetto a quelle di marcia.
Confluenze
Corsie che permettono di immettersi (corsia di accelerazione) o di uscire (corsia di decelerazione) da una
strada di maggiore importanza, ad esempio un'autostrada, adeguando la velocità in base alla strada che stiamo
imboccando. Si possono trovare in presenza di aree di servizio autostradali, ma non per accedere alle piazzole
di sosta. Queste corsie vietano la sosta, la fermata ed il sorpasso.
Specializzata nella svolta
Corsie che, in base alla segnaletica orizzontale, ci consentono di scegliere la direzione da prendere.
Riservata
Delimitate da linee gialle, sono riservate a particolari utenti della strada, come taxi, autobus o biciclette.
Di emergenza
Corsie riservate al transito di veicoli in servizio di emergenza. Vietano la marcia normale ma consentono la
sosta di emergenza fino ad un massimo di tre ore.

Pag. 4
ALTRI ELEMENTI CHE FANNO PARTE DELLA STRADA

INTERSEZIONI (incroci):
A raso: due o più strade che si incrociano allo stesso livello. Può essere regolato da semaforo e richiede di fare
attenzione ai veicoli provenienti dalle strade che si incrociano. Non è presente in autostrada o su extraurbane
principali.

A livelli sfalsati: è un incrocio munito di infrastrutture (rampe, sovrappassi, sottopassi) per il collegamento fra
strade poste a livelli diversi. Esso facilita la circolazione, perché esclude l'incrocio diretto fra i veicoli, per questo
motivo può essere presente in autostrada o su extraurbane principali e non è regolata da semafori.

Banchina
È la parte della strada, situata oltre la linea bianca continua di margine della carreggiata, non consente, di
norma, il transito ai veicoli.

Marciapiede
È una parte della strada, rialzata o delimitata in altro modo, riservata esclusivamente ai pedoni. Esso consente
la sosta dei veicoli solo in presenza di apposite strisce di parcheggio.

Isola di traffico
È una parte della strada delimitata da strisce bianche continue, può essere a raso o in rilievo (rialzata), che
serve a facilitare l'incanalamento dei veicoli verso varie direzioni. Viene evidenziata mediante zebrature di
colore bianco, su di essa è vietato il transito, la sosta e l'inversione di marcia a tutti i veicoli.

Salvagente
È una parte della strada che serve a facilitare la salita e la discesa dei passeggeri da tram, filobus o autobus o,
se posto in corrispondenza di attraversamenti pedonali, serve anche al riparo o alla sosta dei pedoni che
attraversano la strada. Può essere segnalato da colonnine luminose a luce gialla fissa.

Passo carrabile
Consente ai veicoli di accedere alle proprietà private laterali alla strada (garage, cortili, ecc.). Esso deve
essere corredato da apposito segnale, che riporti l'ente e il numero di autorizzazione. Vietano la sosta ma non
la fermata.

Attraversamento pedonale
È una parte della carreggiata, segnalata con strisce bianche parallele, in cui i veicoli devono dare la precedenza
ai pedoni che attraversano. Vieta la sosta e la fermata sulle strisce.

Area pedonale
Una zona che consente il transito ad alcune categorie di veicoli, come pedoni, biciclette, i veicoli al servizio di
persone diversamente abili, i veicoli ad emissione zero (elettrici), se espressamente consentito, i veicoli della
polizia o dei vigili del fuoco, se con sirena e luce lampeggiante blu in funzione.

Zona a traffico limitato


È un'area delimitata da appositi segnali di inizio e fine, in cui può essere limitata la circolazione dei veicoli solo
in alcune ore ed in cui possono circolare solo i veicoli autorizzati.

Passaggio a livello
Si tratta di una zona particolarmente pericolosa, adibita all'attraversamento dei treni. Può essere con barriere,
semibarriere o senza barriere. In sua vicinanza possiamo trovare luci rosse, pannelli distanziometrici, croci di
S. Andrea e dispositivi di segnalazione acustica.

STRADE PARTICOLARMENTE PERICOLOSE STRADE PIU' SICURE


-Strade a due corsie, a doppio senso -Strade a più carreggiate separate
-Strade a tre corsie, a doppio senso -Strade con più corsie per sensi di marcia
-Strade a senso unico
Su queste strade è vietato il sorpasso in condizioni di scarsa
visibilità e in punti pericolosi, come dossi o curve. Queste strade consentono il sorpasso anche in caso di scarsa
visibilità o in presenza di dossi e curve.

Pag. 5
TIPI DI STRADE
AUTOSTRADE

Strade a carreggiate indipendenti o


separate, prive di incroci a raso, dotate di
apposite corsie per l'ingresso è l'uscita dei
veicoli.
Su queste strade è vietato il transito di
alcune categorie di veicoli (ad esempio
possono circolarvi motocicli con cilindrata
di almeno 150, ed è vietato il transito alle
macchine agricole).
L'autostrada deve essere lateralmente
recintata.

EXTRAURBANE PRINCIPALI

Strade a carreggiate separate, segnalate da


cartelli di inizio e fine, dotate di apposite
aree di sosta e corsie di accelerazione e
decelerazione.
Sono sprovviste di incroci a raso, ma è
possibile trovarvi incroci a livelli sfalsati.
Possono essere dotate di pannelli a
messaggio variabile (non sono obbligatori).
Su queste strade è vietato il transito di
alcune categorie di veicoli.

EXTRAURBANE SECONDARIE

Strade con una carreggiata, si


trovano fuori città.

URBANE

Strade senza
particolari caratteristiche di
costruzione, si trovano in città.

550 552 562


-Strada a una carreggiata e due corsie per -Strada a una carreggiata e tre corsie per -Strada a tre carreggiate e otto corsie.
senso di marcia, a doppio senso di senso di marcia, a doppio senso di
circolazione. circolazione. -Nella strada rappresentata le carreggiate
laterali sono, di norma, a senso unico, e la
-In una carreggiata extraurbana del tipo -Nella strada rappresentata, per ogni senso carreggiata centrale è, di norma, a doppio
rappresentato le corsie interne sono, di di marcia, le corsie di centro e di sinistra senso di circolazione.
norma, riservate al sorpasso, è vietata sono dedicate, di norma, al sorpasso.
l'inversione di marcia, la marcia per file -In base al nostro senso di marcia possiamo
parallele è concessa solo in particolari casi. marciare sulla corsia di destra e di centro.

-Questo tipo di carreggiata permette il -La strada rappresentata consente, di


sorpasso in curva (solo da sinistra, e non se norma, il sorpasso anche in curva, ma vieta
il conducente che sta dietro ha iniziato la l'inversione di marcia.
stessa manovra)

Pag. 6
CLASSIFICAZIONE VEICOLI
VEICOLI SENZA MOTORE:
A braccia
A trazione animale
Velocipedi (biciclette, comprese le biciclette con pedalata assistita, dotate di motore elettrico ausiliario di potenza massima fino a 0,25 kW)

CICLOMOTORI MOTOVEICOLI
I ciclomotori sono veicoli, con motore termico fino a 50 cm3 di Sono veicoli con cilindrata superiore a 50 cm3 di cilindrata.
cilindrata e velocità massima di 45 km/h . Possono avere:
Possono avere: 2 ruote (motocicli)
2 ruote 3 ruote (tricicli a motore, non leggeri)
3 ruote (tricicli leggeri) 4 ruote (quadricicli a motore, non leggeri)
4 ruote (quadricicli leggeri)
I tricicli a motore sono veicoli a motore a tre ruote simmetriche e
I quadricicli leggeri a motore con motore Diesel hanno potenza pari cilindrata superiore a 50 cm3, con velocità massima per
o inferiore a 4 kW costruzione superiore a 45 km/h.
La potenza dei quadricicli non leggeri è sempre inferiore o uguale a
15 kW
Nella parte posteriore del quadriciclo deve essere apposto un
segnale che indica la velocità massima consentita su strade
extraurbane di 80 km/h

Domande false sui quadricicli


AUTOVEICOLI - possono essere guidati senza patente
Gli autoveicoli sono veicoli a motore con almeno quattro ruote, esclusi
- per condurli è sufficiente essere in possesso del
i quadricicli. certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori
- la loro guida è consentita già al compimento del
Vengono classificati autoveicoli: quattordicesimo anno di età
Rimorchi e
-autovetture - i quadricicli non leggeri a manubrio e con carrozzeria
Motrice semirimorchi aperta possono essere condotti senza casco
-autocarri
oltre 3,5t, oltre 3,5t,
-autobus trasporto trasporto
merci merci
Autovetture Altri veicoli
Sono veicoli a motore facenti parte degli autoveicoli, con Autocaravan (camper)
quattro ruote, destinato al trasporto di massimo nove persone, Sono veicoli (non rimorchi) attrezzati permanentemente con una
compreso il conducente. Le autovetture possono avere motore speciale carrozzeria per essere adibiti al trasporto ed all'alloggio
elettrico e possono trainare carrelli-appendice o rimorchi. al massimo del numero di persone indicato nella carta di
circolazione. Sulle autocaravan non è possibile viaggiare in piedi,
Autocarri nemmeno per brevi tratti.
Durante la circolazione, gli autocarri con massa massima a Caravan (roulottes)
pieno carico superiore a 3,5 tonnellate devono essere segnalati Sono rimorchi muniti di targa, attrezzati per essere adibiti ad
posteriormente con pannelli retroriflettenti e strisce alloggio, ma solo con veicolo fermo
retroriflettenti di colore bianco o giallo e rosso o giallo (queste
strisce si trovano esclusivamente su veicoli per trasporto merci) T.A.T.S
I rimorchi T.A.T.S. sono destinati al trasporto di attrezzature che
Autobus: non devono costituire oggetto di commercio, ma essere
Veicoli per trasporto di persone. impiegate solo per il tempo libero
Fanno parte degli autobus anche gli autosnodati, che non
sono considerati rimorchi. Macchine agricole
Altri veicoli per trasporto persone sono i filobus ed i tram -le macchine agricole a ruote o a cingoli possono circolare su
alcune strade per il trasporto di prodotti agricoli per conto
Rimorchi delle aziende agricole e forestali, esse possono essere
I rimorchi o i semirimorchi sono veicoli privi di motore semoventi o trainate e possono circolare ad una velocità di 40
e silenziatore, destinati ad essere trainati. km/h, se gommate o 15 km/h se cingolate.
Durante la circolazione, i rimorchi e i semirimorchi per Per condurre alcune macchine agricole (non eccezionali) si deve
trasporto di cose con massa massima a pieno carico superiore a conseguire la patente A
3,5 tonnellate devono essere segnalati posteriormente con -le macchine agricole operatrici possono essere dotate di
pannelli retroriflettenti speciali attrezzature per l'esecuzione di operazioni agricole -le
macchine operatrici possono essere, ad esempio,veicoli
-i rimorchi leggeri sono quelli di massa massima a pieno sgombraneve. Hanno un massimo di tre posti e gli stessi limiti
carico fino a 750 kg di velocità delle macchine agricole. Anche loro possono essere a
-I carrelli appendice non sono considerati rimorchi ruote o cingolate, semoventi o trainate.
Per condurre alcune macchine operatrici (non eccezionali) si
-gli autotreni sono autocarri che trainano un rimorchio -gli deve conseguire la patente B
autoarticolati sono trattori stradali collegati ad un
semirimorchio (dotato di impianto frenante)

Inoltre:
Tutti i veicoli ed i rimorchi sono sottoposti a revisione dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, poi ogni 2.
Gareggiare in velocità e scommettere, sono comportamenti puniti con la reclusione.
E' assolutamente vietata qualsiasi tipo di modifica di ogni parte di ciclomotori, quadricicli, rimorchi o veicoli di qualsiasi tipo
Pag. 7
TIPI DI VEICOLI

Pag. 8
COMPORTAMENTI CORRETTI ALLA GUIDA

LASCIARE LIBERI QUANDO SI VIAGGIA IN IN UN CENTRO ABITATO


FILA…

PER EVITARE DI IMBRATTARE LA


STRADA
SI SI SI SI
- incroci - porre attenzione anche in - può cambiare spesso la - e' vietato lanciare mozziconi di
- passaggi a livello lontananza precedenza agli incroci sigaretta
- binari del tram - mantenere la distanza di - pedoni e ciclisti si mescolano - e' vietato spargere fango sulle
- attraversamenti sicurezza maggiormente con il traffico strade con le ruote sporche
- sbocchi delle strade laterali motorizzato - se si sporca notevolmente la
NO NO strada, si può incorrere in
NO - tenere sempre accese le luci di - sostare in una sanzione amministrativa
- cavalcavia emergenza corrispondenza di incroci non
- gallerie - spostarsi il più possibile a regolati NO
- abitazioni private sinistra - sempre consentita marcia per - su una strada ricoperta da
- sottopassaggi - spostarsi al centro della file parallele brecciolino il conducente può
carreggiata circolare a velocità sostenuta
- sorpassare subito un veicolo
che solleva molta polvere

COMPORTAMENTI ALLA USARE PRUDENZA GLI ANZIANI: IN PRESENZA DI


GUIDA VERSO: ATTRAVERSAMENTI:
SI SI - potrebbero non fare attenzione - i pedoni possono tornare
- si deve usare la massima - diversamente abili attraversando improvvisamente indietro
prudenza, anche quando si ha la - anziani - potrebbero fermarsi - i bambini sono imprevedibili
precedenza - bambini improvvisamente - i pedoni possono fermarsi
- non si deve fare sempre - conducenti con guida incerta - non reagiscono prontamente improvvisamente
affidamento sul comportamento - biciclette - sono esposte a maggiori
degli altri - donne incinta e carrozzine pericoli - i pedoni NON devono fare
- non si può pretendere di - non bisogna avvicinarsi troppo cenni prima di attraversare
passare per primi quando si è in NO - se il pedone si ferma NON vuol
dubbio - patente estera dire che ha rinunciato al diritto
- veicoli elettrici di passare
NO - taxi
- un veicolo di grandi - tricicli a motore
dimensioni ha la precedenza su - esclusivamente pedoni con
un veicolo più piccolo bastone bianco
- il conducente di un veicolo
pesante può tenere un
comportamento che è causa di
insofferenza negli altri

IN VICINANZA DI TAXI: IN PRESENZA DI CICLISTI IN PRESENZA DI DONNE PANNELLI PRESENTI


INCINTA NEL CAPITOLO
SI SI SI
- bisogna rallentare ed - sorpassando mantenere - si deve consentire ad una
eventualmente fermarsi se vi un'adeguata distanza di donna incinta di attraversare la
sono pedoni che attraversano la sicurezza laterale strada senza metterle fretta
strada - è consigliabile suonare il - è vietato ostruire eventuali
- non si può sostare nei posteggi clacson prima di sorpassarli scivoli del marciapiede per
riservati ai taxi - il conducente di un veicolo non impedire il passaggio di
deve tener conto di eventuali carrozzine
NO sbandamenti dei ciclisti in caso
- si deve dare la precedenza ai di sorpasso NO
taxi - una donna in stato di
NO gravidanza attraversa la I pannelli gialli e rossi in figura, segnalano
- si deve mantenere una carreggiata velocemente veicoli, sia singoli che rimorchi, insieme a
distanza laterale di almeno 2 - bisogna darle la precedenza strisce retroriflettenti posteriori e laterali.
Possono trovarsi su autocarri, trattori
metri solo se attraversa da sinistra a stradali, autotreni e autoarticolati.
destra

Pag. 9
SEGNALETICA STRADALE

Il codice della strada prevede la presenza di diversi tipi di segnalazioni stradali.


In ordine di importanza:
-Segnalazioni di agenti del traffico
-Segnalazioni luminose e semaforiche
-Segnalazioni verticali
-Segnalazioni orizzontali

I segnali verticali si suddividono in:


-Pericolo
-Prescrizione (Precedenza, Divieto, Obbligo)
-Indicazione

Inoltre possiamo trovare


-Delineatori, segnali complementari e di cantiere
-Pannelli integrativi

I segnali sono generalmente posti sul lato destro e possono essere accompagnati da uno o più pannelli integrativi posti
in basso.

02 - SEGNALI DI PERICOLO
Per tutti i segnali di pericolo occorre ricordare generalmente che sono di forma triangolare, sono posti a 150 mt ed in
loro presenza si deve sempre moderare la velocità e procedere con prudenza. Se a fondo giallo si trovano in presenza di
lavori in corso.
Dal momento che non rientrano nei segnali di prescrizione non danno ordini o divieti, ma servono a
preannunciare determinate zone pericolose per gli utenti della strada.

STRADA DEFORMATA
DOSSO

Il segnale raffigurato, è un segnale di pericolo che


Il segnale raffigurato, è un segnale di pericolo posto prima
preannuncia un tratto di strada deformata o dissestata,
di un dosso. Preannuncia un tratto di strada con
con pavimentazione irregolare o in cattivo stato.
variazione di pendenza (salita seguita da una discesa) che
Impone di moderare particolarmente la velocità. Può
limita la visibilità
essere associato ad un segnale di limite massimo di
Sono vietate la sosta, fermata e inversione di marcia.
velocità o integrato con un pannello che indica la
Su una strada a doppio senso è vietato il sorpasso sul
lunghezza del tratto di strada deformato.
tratto in salita.
Se a fondo giallo viene usato in presenza di
Si può tuttavia sorpassare su strade a senso unico, a più
cantieri stradali.
corsie per ogni senso di
Bisogna prevedere il possibile sbandamento di marcia o a carreggiate separate.
veicoli provenienti dal senso opposto e circolare a
Può indicare la presenza di dossi artificiali.
velocità moderata se si trainano rimorchi.

Pag. 10
CUNETTA nello spazio visibile, Sono vietate la sosta, fermata e
inversione di marcia.
Il sorpasso è vietato solo su strade a due corsie e doppio
senso, in questi casi bisogna mantenersi vicino al margine
destro.
Può essere integrato con pannelli che ne specifichino l
estensione o la distanza e pannelli indicanti tornanti.
Il segnale raffigurato, è un segnale di pericolo che
preannuncia una cunetta (tratto di strada con variazione
di pendenza formato da una discesa seguita da una DOPPIA CURVA PERICOLOSA A DESTRA O SINISTRA
salita). Moderare la velocità per evitare incidenti
E consentito il sorpasso, poiché abbiamo piena visibilità.
Bisogna fare attenzione ad un eventuale allagamento con
fenomeno di aquaplaning.

CURVA PERICOLOSA A DESTRA E SINISTRA Indica una doppia curva o una serie di curve pericolose.
Per curva si intende un tratto di strada non rettilineo che
limita la visibilità. Può essere integrato con il pannello
tornanti e con numero progressivo, ma anche con
pannelli che indichino la lunghezza del tratto di strada
interessato (un numero compreso tra due frecce).
Moderare la velocità in relazione al raggio di curva,
Il segnale raffigurato preannuncia un pericolo per curva all usura del battistrada, all uso di ruotino di scorta, per
(tratto di strada non rettilinea che limita la visibilità) poter arrestare il veicolo nello spazio visibile, Sono
pericolosa a destra o sinistra. Moderare la velocità in vietate la sosta, fermata e inversione di marcia.
relazione al raggio di curva, all usura del battistrada, all Il sorpasso è vietato solo su strade a due corsie e doppio
uso di ruotino di scorta, per poter arrestare il veicolo senso, in questi casi bisogna mantenersi vicino al margine
destro.

PASSAGGIO A LIVELLO CON BARRIERE O SEMIBARRIERE, PASSAGGIO A LIVELLO SENZA BARRIERE

Il segnale raffigurato è un segale di passaggio a livello custodito (se con barriere o semibarriere), o incustodito (senza
barriere) che può essere munito di un segnalatore acustico e delle luci rosse collocate a destra della strada (una luce rossa
fissa quando le barriere sono intere, due luci rosse lampeggianti, quando ci sono le semibarriere) per segnalare la
chiusura delle barriere.
Sono vietate la sosta, la fermata e il sorpasso, è vietato passare tra una semibarriera e l altra se sono abbassate.
Si può sorpassare entro la semicarreggiata, per affiancarsi ai veicoli in sosta.
In base al tipo di passaggio a livello troviamo diverse segnalazioni:

BARRIERE SEMIBARIERE SENZA BARRIERE


Segnale Segnale Segnale
150 mt 150 mt 150 mt
Pannelli distanziometrici Pannelli distanziometrici Pannelli distanziometrici
150 100 -50 mt 150 100 -50 mt 150 100 -50 mt
Segnaletica orizzontale (PL)
Sul posto
Segnaletica orizzontale (PL)
Sul posto
Segnaletica orizzontale (PL)
Sul posto

– – –
Segnalazione acustica Segnalazione acustica Segnalazione acustica
Sul posto Sul posto Sul posto
Una luce rossa fissa Una luce rossa doppia Una luce rossa doppia
Sul posto lampeggiante alternativamente lampeggiante alternativamente, o
Sul posto STOP
Sul posto
-- -- Croci St Andrea
Sul posto

Pag. 11
CROCI DI ST ANDREA E DOPPIE CROCI DI ST ANDREA
Il segnale raffigurato è un segnale di pericolo posto nei passaggi a livello senza barriere, nelle immediate vicinanze dei
binari del treno, se singole indicano un solo binario, se doppie indicano due o più binari. Si usano col segnale di passaggio a
livello senza barriere.

PANNELLI DISTANZIOMETRICI
Sono posti prima di un qualsiasi passaggio a livello, rispettivamente a 150, 100 e 50 mt, prima di eventuali croci di St Andrea.
Il pannello a tre barre rosse si trova a 150 mt e può trovarsi anche in presenza di ponti mobili.

ATTRAVERSAMENTO TRAMVIARIO DISCESA PERICOLOSA E SALITA RIPIDA

Il segnale raffigurato preannuncia una linea tranviaria Indica un tratto di strada pericolosa per l eccessiva
che incrocia o riduce la strada. Moderare quindi la pendenza, che viene riportata sul segnale.
velocità perché poco più avanti si potrebbe incrociare un
TRAM (che ha la precedenza). Nella discesa è consigliabile inserire una marcia bassa,
Bisogna prestare attenzione alle rotaie che, in caso per sfruttare l azione frenante del motore, ed evitare di
di pioggia diventano estremamente scivolose. percorrerla col freno azionato, con il cambio in folle o a
E ammesso circolare sui binari, senza intralciare motore spento (a motore spento non funzionano
la marcia del tram. dispositivi elettronici come servofreno, servosterzo e
Ricordiamo che il tram si può sorpassare: airbag).
A DESTRA Occorre distanziarsi maggiormente dai veicoli che
-Se è in marcia e vi è lo spazio necessario. precedono e moderare la velocità, soprattutto se la strada
-Se è fermo deve essere presente il salvagente per la è bagnata. In discesa lo spazio di frenatura aumenta.
salita e discesa dei passeggeri. Nella salita occorre usare una marcia bassa per sfruttare
A SINISTRA l elevata potenza del motore, bisogna far attenzione ad
-Se fermo e se si resta nella propria corsia. eventuali autocarri che potrebbero avere difficoltà
salendo. In salita lo spazio di frenatura diminuisce.

ATTRAVERSAMENTO PEDONALE E CICLABILE

STRETTOIA SIMMETRICA, ASIMMETRICA A SINISTRA O


A DESTRA

Indicano una zona della carreggiata adibita


all attraversamento da parte a parte della
strada per pedoni o ciclisti, che in questo caso hanno
la precedenza.
Sono usati su strade extraurbane, ma si possono
Il segnale di pericolo raffigurato presegnala un possibile
trovare anche in città.
incrocio difficoltoso con i veicoli provenienti dal senso
Non dare precedenza ai pedoni o ciclisti può condurre
opposto, dovuto al restringimento della carreggiata, per
alla sottrazione di punti dalla patente.
ostacoli, muretti o altro. Salvo diversa segnalazione tutti e
E vietato sorpassare veicoli che si arrestano per
due i veicoli incrocianti hanno l'obbligo di moderare la
far passare pedoni e ciclisti.
velocità e all'occorrenza fermarsi.
Se a fondo giallo preannuncia una strettoia per lavori in
corso.
Può essere seguita dai segnali dare precedenza o diritto di
precedenza nei sensi unici alternati.

Pag. 12
PONTE MOBILE Bisogna rallentare e, se necessario, fermarsi e non
sorpassare veicoli fermi per consentire l attraversamento
dei bambini, inoltre non suonare il clacson per evitare di
spaventare gli animali.

DOPPIO SENSO DI CIRCOLAZIONE


Il segnale raffigurato è un segnale di pericolo che
presegnala un ponte mobile o una struttura stradale
comunque manovrabile. E integrato con gli orari di
manovra, con il pannello distanziometrico a tre barre
rosse (150mt) e con due luci rosse lampeggianti, che,
quando sono in funzione, impongono ai conducenti
di fermarsi. Il segnale raffigurato è un segnale di pericolo che avverte i
conducenti che una carreggiata a senso unico, diventa a
doppio senso di circolazione. Bisogna usare prudenza
BANCHINA CEDEVOLE perché proseguendo, si incrociano veicoli che marciano
nella parte opposta.
Da non confondere con un dare precedenza nei sensi
unici alternati .

PREAVVISO DI ROTATORIA

Questo segnale preannuncia una strada con banchina


pericolosa, con pericolo di cadere nella cunetta laterale,
per questo si consiglia di non avvicinarsi troppo al
margine destro.
Preavvisa un incrocio di due o più strade con circolazione
rotatoria.
STRADA SDRUCCIOLEVOLE Di norma usato su strade extraurbane, ma si può trovare
anche in città.

SBOCCO SU MOLO O ARGINE

Il segnale raffigurato è un segnale di pericolo che


presegnala un tratto di carreggiata che normalmente o
in particolari condizioni ambientatali, (pioggia, neve,
ghiaccio, fango, foglie cadute), specificate da appositi
pannelli integrati, può presentare una superficie Indica il pericolo di caduta in acqua in vicinanza di
particolarmente sdrucciolevole. Aumentare quindi, la un molo, una banchina portuale o
distanza di sicurezza. un fiume (non un ponte mobile). Bisogna prestare molta
In base alle condizioni atmosferiche l aderenza degli attenzione di notte per manovre come la retromarcia.
pneumatici può diminuire, aumentando lo spazio di Può essere integrato con due luci rosse alternate.
frenatura.
Occorre rallentare ed evitare brusche manovre. MATERIALE INSTABILE SULLA CARREGGIATA

BAMBINI, ANIMALI DOMESTICI O SELVATICI

Indica la presenza di pietrisco che può essere lanciato e


che potrebbe colpire persone o
veicoli. Bisogna procedere con attenzione, in presenza di
pedoni, anche se fuori dalla carreggiata, moderare la
velocità, aumentare la distanza di sicurezza e prevedere la
Posti rispettivamente presso scuole, allevamenti o possibile perdita di aderenza sul terreno.
boschi, indica la possibile presenza
di bambini che possono correre imprudentemente e di
animali domestici o selvatici sulla strada.

Pag. 13
CADUTA MASSI A SINISTRA O DESTRA FORTE VENTO LATERALE

Indica la possibilità di frane o di trovare massi già caduti


sulla strada. Prestare attenzione alle eventuali brusche In prossimità di ponti o all uscita di gallerie indica il
frenate di altri veicoli, ed evitare lunghe soste sul tratto pericolo di sbandare dato dal forte vento, si rivolge
di strada interessato. principalmente a veicoli a due ruote, telonati o con
rimorchi. Consiglia di tenere il manubrio con stretta più
salda.
SEMAFORO

PERICOLO DI INCENDIO

Indica la presenza di un semaforo orizzontale o


verticale Il segnale stesso può avere al centro una luce
gialla lampeggiante.
La presenza di questo segnale è obbligatoria su Indica la presenza di un bosco o una zona soggetta a
strade extraurbane. rischio di incendi (non di esplosioni).
E' integrato da un pannello che ne indica la lunghezza,
non vieta comunque il transito ai veicoli che trasportano
materiale infiammabile.
Invita a non lanciare mozziconi di sigaretta dal veicolo.
AEREOMOBILI
PERICOLO GENERALE

Posto in vicinanza di aeroporti, indica la possibilità


di essere distratti dal forte rumore
o dalle luci di aeroplani a bassa quota.
Questo segnale, opportunamente integrato con altri
panelli indica un pericolo
particolare, diverso da quelli visti in precedenza.
Se usato senza pannelli integrativi, indica un pericolo
generico, in caso di emergenza.

Pag. 14
03 - SEGNALI DI PRECEDENZA
Segnali di prescrizione
I segnali di prescrizione indicano comportamenti da tenere, obbligatori per tutti i veicoli ai quali il segnale è rivolto.

I segnali di precedenza sono raccolti assieme ai segnali di obbligo e divieto nella categoria dei segnali di prescrizione.
Tutti i segnali di precedenza triangolari e con disegno nero sono posti a 150 mt, gli altri si trovano sul posto, salvo diversa
indicazione.

PREAVVISO STOP-DARE PRECEDENZA


INTERSEZIONE CON PRECEDENZA A DESTRA

Il segnale di prescrizione raffigurato indica di rallentare


e al prossimo incrocio (tra 150 mt) dare la precedenza a Indica la presenza alla distanza indicata, rispettivamente
destra (non precede segnali di STOP o dare precedenza) di uno STOP e di un dare
precedenza (obbligatorio su strade extraurbane),
preannunciano di rallentare per potersi fermare in tempo,
DARE PRECEDENZA può indicare incroci a T o strade senza diritto di
precedenza.

INTERSEZIONE CON STRADE DI MINORE IMPORTANZA

Il segnale raffigurato è un segnale di dare precedenza, in


sua presenza dobbiamo rallentare e all' occorrenza
fermarci (ma non obbligatoriamente) dando precedenza a
tutti i veicoli a destra e sinistra; può essere posto su
strada secondaria che non ha il diritto di precedenza, Il segnale raffigurato preannuncia un incrocio con strade
sulle corsie di accelerazione, si trova su tutti i tipi di (non confluenze) di minore importanza, senza diritto di
strada, ma su strade extraurbane è preceduto dal segnale precedenza. Noi abbiamo sempre la precedenza rispetto
PREAVVISO DI DARE RECEDENZA. alle strade che incroceremo. Il segnale comporta la
Si trova sul posto. presenza del segnale di dare precedenza, posto sulla
strada che incroceremo. Il segnale raffigurato perde la sua
STOP efficacia in presenza di agente che regola il traffico. Può
essere preceduto dal segnale DIRITTO DI PRECEDENZA

IMPORTANTE: Questo segnale comporta la presenza del


dare precedenza sulla strada che incroceremo.

INCROCIO CON CONFLUENZE A DESTRA E SINISTRA


Il segnale raffigurato obbliga a fermarsi in
corrispondenza della striscia trasversale di arresto e a
dare la precedenza a destra e a sinistra, anche in presenza
di semaforo a luce lampeggiante gialla; si può trovare
all'incrocio con una strada con diritto di precedenza, nei
passaggi a livello senza barriere o in genere in presenza di
incroci con scarsa visibilità. Fuori dei centri abitati è
preceduto dal relativo segnale di preavviso. A DESTRA
Il segnale di precedenza raffigurato, posto a 150mt,
IMPORTANTE: Questi tre segnali non possono mai preannuncia una immissione da destra con corsia di
trovarsi assieme accelerazione, può trovarsi sulle autostrade, invita ad
usare la massima prudenza al fine di evitare incidenti, in
questo caso abbiamo la precedenza sui veicoli che si
immettono da destra. In presenza del segnale raffigurato,
sulla rampa di raccordo è posto il segnale di DARE
PRECEDENZA.

Pag. 15
A SINISTRA
Il segnale di precedenza raffigurato preannuncia una DIRITTO DI PRECEDENZA NEI SENSI UNICI ALTERNATI E
immissione da sinistra con corsia di accelerazione, può DARE PRECEDENZA NEI SENSI UNICI ALTERNATI
trovarsi sulle autostrade, invita ad usare la massima
prudenza al fine di evitare incidenti, in questo
caso abbiamo la precedenza sui veicoli che si immettono
da sinistra. Si trova solo su carreggiate a senso unico In
presenza del segnale raffigurato, sulla rampa di raccordo
è posto il segnale di DARE PRECEDENZA Viene posto
a 150 mt
DIRITTO DI PRECEDENZA:Il segnale raffigurato indica il
diritto di precedenza nei sensi unici alternati. Si trova su
DIRITTO DI PRECEDENZA E SUA FINE una strada a doppio senso che, solo per un tratto,
presenta difficoltà di incrocio con altri veicoli, impone
quindi il transito dei due sensi di marcia alternatamente.
Con questo segnale noi abbiamo la precedenza sugli altri
veicoli, possiamo quindi passare, sempre con prudenza ed
essendoci accertati che gli altri ci diano la precedenza. In
presenza del segnale ed altre segnalazioni, come vigile o
semaforo dobbiamo dare ascolto prima di tutto al vigile,
Indica l inizio di una strada con diritto di precedenza, può poi al semaforo (a meno che non sia spento od a luce
essere ripetuto ad ogni incrocio anche in formato più lampeggiante) e infine al segnale stesso
piccolo.
Il segnale raffigurato è un segnale di precedenza DARE PRECEDENZA: Preannuncia una strettoia per lavori
(prescrizione) che indica diritto di precedenza. In sua in corso con difficoltà di incrocio con altri veicoli dove la
presenza dobbiamo comunque procedere con prudenza circolazione non può svolgersi contemporaneamente nei
assicurandoci che gli altri ci diano la precedenza. In due sensi, ed in presenza di questo segnale bisogna
presenza del segnale raffigurato bisogna comunque dare fermarsi e dare la precedenza.
la precedenza ai veicoli che hanno in funzione il Una strada a SENSO UNICO ALTERNATO è una strada a
lampeggiante blu e sirena. Comporta la presenza, sulle doppio senso in cui, solo
strade che incroceremo, dei segnali stop o dare per un tratto, il passaggio contemporaneo dei due sensi di
precedenza. Può essere ripetuto dopo ogni incrocio e si marcia risulta difficoltoso,
può trovare su strade urbane, extraurbane e statali. La in questo caso passa un senso prima e l altro senso dopo,
sua fine ripristina la norma generale sulla precedenza a alternativamente, si chiama
destra. infatti senso unico ALTERNATO.

Pag. 16
04 - SEGNALI DI DIVIETO
DIVIETO DI TRANSITO Può essere integrato con un pannello che ne indichi la
continuazione (doppie frecce)

DIVIETO DI SORPASSO PER VEICOLI CON MASSA A


PIENO CARICO SUPERIORE A 3,5 T E SUA FINE

Il segnale di prescrizione raffigurato è un DIVIETO DI


TRANSITO per tutti veicoli, in entrambi i sensi.
Vieta sia l entrata che l uscita di veicoli nella strada in cui
è posto, ma consente
il transito ai pedoni.
Può essere provvisto di barriere su entrambi i lati, o di un Il segnale di prescrizione e divieto raffigurato indica un
pannello integrativo che indica validità limitata nel tempo divieto di sorpasso per i veicoli superiori a 3,5T per
trasporto merci, di sorpassare veicoli a motore. Si
riferisce quindi esclusivamente a veicoli per trasporto
merci particolarmente pesanti (oltre 3,5T), i quali devono
DIVIETO DI TRANSITO PER PARTICOLARI CATEGORIE inoltre distanziarsi di 100 mt tra di loro.
DI VEICOLI

DISTANZA MINIMA DI SICUREZZA

Vieta il transito alle categorie rappresentate (nell'esempio


autotreni ed autoarticolati). Il segnale di prescrizione e di divieto rappresentato
Tutti gli altri veicoli possono transitare. obbliga a mantenere una distanza di almeno 70 metri dal
veicolo che precede, vale per tutti i veicoli, a qualsiasi
velocità.
SENSO VIETATO

LIMITE MASSIMO DI VELOCITA E SUA FINE

Vieta l entrata in una strada, accessibile invece dall altro


lato, si trova su strade a senso unico.
Il segnale di prescrizione e di divieto rappresentato vieta
DIVIETO DI SORPASSO E SUA FINE di superare la velocità indicata, vale per ogni veicolo, si
può trovare su ogni tipo di strada ed ha validità subito
dopo di esso

DIVIETO DI SEGNALAZIONI ACUSTICHE

Il segnale di prescrizione raffigurato è un divieto di


sorpasso per i veicoli a motore. Vieta il sorpasso di tutti
i veicoli a motore ad eccezione di ciclomotori e
motocicli. Il segnale si può trovare su ogni tipo di strada.
Vieta il sorpasso anche su strade a senso unico, a più Il segnale di prescrizione e divieto raffigurato indica il
carreggiate o più corsie per ogni senso di marcia, anche divieto di usare il clacson, salvo casi di immediato
nel caso in cui il veicolo che ci precede stia svoltando o pericolo, è sempre valido
se, durante il sorpasso, si resta entro la propria
semicarreggiata. DIVIETI DI TRANSITO SPECIFICI

Pag. 17
che trasportano acqua o ad innaffiatrici stradali, e non
preannuncia presenza di acqua sulla strada)

LIMITAZIONI NELLA SAGOMA

Vieta il transito ai veicoli che superano rispettivamente la


larghezza, altezza e lunghezza indicate; le limitazioni si
riferiscono alle dimensioni effettive al momento del
transito.
Non si riferiscono alla misura di una eventuale strettoia,
ne all'altezza di un passaggio.

LIMITAZIONI NEL PESO


I segnali di prescrizione e divieto raffigurati indicano
un divieto di transito specifico per le categorie
rappresentate, consentendo il transito a tutti gli altri
veicoli. Valgono sempre, sia dentro che fuori i centri
abitati, a qualsiasi orario del giorno e della notte.
Rappresentano rispettivamente divieti per:
-pedoni
-velocipedi Vieta il transito ai veicoli che superano il peso effettivo al
-veicoli a trazione animale (consente il transito a veicoli momento del transito (opportunamente integrato può
a braccia e a motore) vietare il transito contemporaneo di più veicoli) o il peso
-veicoli a braccia, come ad esempio carretti a mano relativo all asse (coppia di ruote) maggiormente caricato
-motocicli superiori a 50cm di cilindrata, anche se (può trovarsi anche prima di un ponte)
con cellula di sicurezza
-autoveicoli, compresi autobus e taxi, tricicli e VIA LIBERA
quadricicli a motore (consente il transito a veicoli senza
motore, ciclomotori e motocicli)
-autobus di qualsiasi massa, compresi autobus
turistici e scuolabus (consente il transito a tutti gli altri
veicoli, compresi autovetture, autocaravan ecc.)
-veicoli superiori a 3,5 t per trasporto merci, con
massa a pieno carico, indicata sulla carta di
circolazione -veicoli superiori a 6,5 t(o altro peso Il segnale di prescrizione e di divieto raffigurato è un via
indicato), per trasporto merci libera: indica la fine delle prescrizioni precedentemente
-veicoli a motore trainanti un rimorchio (autotreni, imposte (precedenza, divieto, obbligo), riguarda tutti i
autoarticolati, caravan, rimorchi T.A.T.S. ecc) veicoli.
-macchine agricole semoventi e trainate, gommate e DIVIETO DI SOSTA
cingolate (non vieta il transito alle macchine operatrici)

DIVIETO DI TRANSITO A VEICOLI CHE TRASPORTANO


MERCI PERICOLOSE

Il segnale di prescrizione e di divieto raffigurato indica un


divieto di sosta (consente la fermata) esclusivamente nel
tratto di strada successivo e vale per tutti i veicoli.
Sulle strade urbane vale dalle ore 8.00 alle ore 20.00,
I segnali di prescrizione e divieto rappresentati vietano salvo diversa indicazione, sulle extraurbane è sempre
il transito (a qualsiasi ora del giorno e della notte) a valido.
veicoli che trasportano diversi tipi di merci pericolose, e Può essere integrato da pannelli per indicarne l'inizio, il
rispettivamente: proseguimento o la fine e cessa di validità ad ogni
-merci pericolose in generale, come autocisterne che incrocio se non ripetuto.
trasportano benzina (non si riferisce a veicoli alimentati Vieta la sosta esclusivamente sul lato in cui è posto, salvo
a GPL) diversa indicazione.
-merci esplosive o infiammabili (non si riferisce all Non indica rimozione forzata, salvo presenza di esplicito
alimentazione del veicolo) pannello integrativo.
-merci che possono contaminare l’ acqua, vele sia per Non vi sono integrazioni che vietano la sosta in doppia
motrici che per rimorchi (non si riferisce ad autocisterne fila. Non è posto nei luoghi ove per regola generale vige il
divieto di sosta

Pag. 18
DIVIETO DI FERMATA Può indicare anche la targa del veicolo per cui è riservato
quello spazio.

REGOLAZIONE FLESSIBILE DELLA SOSTA IN CENTRO


Il segnale di prescrizione e di divieto raffigurato indica ABITATO
un divieto di sosta e fermata esclusivamente nel tratto di
strada successivo e vale per tutti i veicoli, ha validità per
tutte e 24 ore, su tutti i tipi di strade.
La rimozione forzata è sempre presente.
Non vi sono integrazioni che vietano la sosta in
doppia fila.

DIVIETO DI SOSTA TEMPORANEO


Il segnale di prescrizione e divieto raffigurato
Il segnale raffigurato preannuncia un divieto di sosta rappresenta una regolazione della sosta, consente la sosta
limitato a specifici giorni ed orari, per le operazioni di dalle ore 9.00 alle 17.00 e dalle ore 20.00 alle ore 7.00 ; la
pulizia meccanica della strada. Può indicare la presenza vieta dalle ore 17.00 alle 20.00 e dalle ore 7.00 alle ore
di macchinari adibiti a questo scopo, ma non di macchine 9.00 Non indica rimozione forzata, ne impone l uso del
sgombraneve. disco orario.

PASSO CARRABILE PARCHEGGIO

Indica un parcheggio autorizzato a tempo indeterminato,


può essere integrato con
Il segnale di prescrizione e di divieto raffigurato è un pannelli che indicano la distanza, limitazioni di tempo, le
passo carrabile: indica la zona per l'accesso dei veicoli categorie di veicoli riservate o escluse, costi, orari e
alle proprietà laterali adibite alla sosta e vieta la sosta disposizione veicoli.
(non la fermata) nel luogo in cui è posto. Per essere valido Non può indicare dimensioni del parcheggio, numero di
deve essere munito di autenticazione. Non comporta una posti disponibili o l'obbligo di lasciare le chiavi nel
perdita di punti. quadro.
Uscendo dal parcheggio bisogna sempre dare precedenza
ai veicoli in transito.
SOSTA CONSENTITA A PARTICOLARI CATEGORIE DI
VEICOLI
PREAVVISO DI PARCHEGGIO

Il segnale di prescrizione e di divieto raffigurato è un divieto Il segnale di prescrizione e di divieto raffigurato è


di sosta per tutti, ad eccezione di veicoli al servizio di preavviso di parcheggio: preannuncia che a 300 metri
persone invalide munite dell'apposito contrassegno nella direzione della freccia vi è un parcheggio

Pag. 19
05 - SEGNALI DI OBBLIGO

DIREZIONE OBBLIGATORIA
ROTATORIA

I segnali raffigurati sono segnali di prescrizione e di Il segnale raffigurato è un segnale di prescrizione e di


obbligo, posti in corrispondenza di un incrocio per obbligo che è posto in vicinanza di una piazzola di
indicare l'unica direzione che è consentita rotatoria (non sulla piazzola) ed obbliga i conducenti a
(rispettivamente: obbligo di proseguire dritto, svoltare a circolare secondo il verso indicato dalle frecce. Su strade
destra o sinistra). E' quindi vietato proseguire su una extraurbane deve essere preceduto dal relativo segnale di
direzione diversa da quella indicata dalla freccia. pericolo.
Possono essere integrati con pannelli che indichino
distanza ed estensione (non indicano passaggio
obbligatorio o senso unico). LIMITE MINIMO DI VELOCITA E SUA FINE

DIREZIONI CONSENTITE

Il segnale raffigurato è un segnale di prescrizione e di


obbligo che indica la velocità minima alla quale bisogna
marciare (non vieta di superarla), vieta quindi il transito
I segnali raffigurati sono segnali di prescrizione e di ai veicoli che non riescono ad arrivare alla velocità
obbligo, posti in corrispondenza di un incrocio per indicare
indicata.
le direzioni consentite. Possono essere integrati con
pannelli che indichino distanza ed estensione.
CATENE DA NEVE OBBLIGATORIE

PREAVVISO DI SVOLTA OBBLIGATORIA

Il segnale raffigurato è un segnale di prescrizione e di


obbligo, indica un tratto di strada da percorre con
I segnali raffigurati sono segnali di prescrizione e di particolare prudenza e prescrive di circolare con catene o
obbligo, posti prima di un incrocio per indicare l'unica pneumatici invernali, vieta il transito ai veicoli a due
direzione che è consentita (obbligo di svoltare a destra o ruote.
sinistra). E' quindi vietato su una direzione diversa da
quella indicata dalla freccia. Possono essere integrati
con pannelli che indichino distanza ed estensione.
Precedono un segnale di DIREZIONE OBBLIGATORIA.

PASSAGGIO OBBLIGATORIO

I segnali raffigurati sono segnali di prescrizione e di


obbligo, posti in corrispondenza di un ostacolo
(salvagente, spartitraffico, cantiere stradale, isola di
traffico ecc), obbligano ad aggirarlo nella direzione
della freccia, lasciandolo dalla parte opposta. Non può
essere preceduto dal segnale di rotatoria

Pag. 20
CIRCOLAZIONE RISERVATA A DETERMINATE PERCORSO PEDONALE E CICLABILE (MISTO)
CATEGORIE DI UTENTI E LORO FINI Indica l' inizio di un percorso unico per pedoni e ciclisti. Il
transito è riservato solo a pedoni e biciclette.

La fine di uno di questi obblighi non vieta comunque il


transito alla categoria
rappresentata.

OBBLIGO SPECIFICO

PEDONI
Indica l' inizio di un viale (percorso) pedonale. Consente
il transito esclusivamente ai pedoni, lo vieta anche alle
biciclette (a differenza del segnale AREA PEDONALE)
Vale anche di giorno Da non confondere con i segnali di divieto, indicano di
fermarsi rispettivamente:
BICICLETTE
Indica l' inizio di una pista ciclabile. Consente il Alla dogana (frontiera), anche se non si hanno merci da
transito esclusivamente alle biciclette. dichiarare. il segnale si trova solitamente al confine con
un paese extracomunitario.
QUADRUPEDI DA SOMA O SELLA
Indica l'inizio di un percorso riservato agli animali da sella. Il Ai posti di blocco della polizia (dobbiamo fermarci
transito è vietato a tutti gli altri utenti della strada. comunque, anche se non veniamo fermati da una
segnalazione degli agenti), può essere ripetuto all'altezza
PISTA CICLABILE AFFIANCATA (CONTIGUA) del posto di blocco.
AL MARCIAPIEDE
Indica l' inizio di una pista ciclabile accanto al Agli accessi autostradali controllati (caselli autostradali),
marciapiede, affiancati. Il transito è riservato solo in vicinanza dei quali dobbiamo rallentare per le
a pedoni e biciclette. operazioni di pedaggio.

Pag. 21
06 - SEGNALI DI INDICAZIONE
I segnali di indicazione forniscono indicazioni utili per la guida e l individuazione di itinerari, località ecc…

Sono distinti in base ai colori di fondo (gli stessi segnali possono trovarsi con diversi colori di fondo):

VERDE autostrade
BLU strade extraurbane
BIANCOstrade urbane

Altri colori utili da riconoscere possono essere:

MARRONE località turistiche


NERO zone industriali

SEGNALI DI PREAVVISO DI INCROCIO

Contengono lo schema dell incrocio, mostrando, tramite l uso di frecce ed eventuali segnali come divieti di transito, passaggi
a livello o eventuali rotatorie, tutto ciò che potremmo trovare andando avanti lungo quel percorso.

SEGNALI DI PRESELEZIONE

Quando la carreggiata è divisa in più corsie questi segnali ci consentono di scegliere la corsia da impegnare in base
alla direzione da prendere.

Pag. 22
SEGNALI DI IDENTIFICAZIONE STRADALE SEGNALI DI CONFERMA

Indicano rispettivamente:
-itinerario internazionale Indicano le località raggiungibili con le relative distanze.
-identificazione dell autostrada Il primo segnale si trova su strade urbane, prossime alla
-identificazione strada statale fine del centro abitato.
-identificazione strada comunale

LOCALIZZAZIONE ED INFORMAZIONI TURISTICHE


SEGNALE DI ITINERARIO EXTRAURBANO

Indica la distanza che ci separa dal prossimo svincolo


di uscita.
(nell esempio in questione: ci troviamo su una Indica punti di interesse turistico, il primo un fiume
extraurbana principale ed a 500 mt ci sarà l uscita per attraversato da un ponte, il secondo un centro di
Frosinone, da li si potranno raggiungere Ceccano e le informazioni turistico-alberghiere.
altre località sul fondo blu Non indica zone soggette ad allagamento, ne hotel nelle
vicinanze.
PROGRESSIVA DISTANZIOMETRICA

SENSO UNICO FRONTALE O LATERALE

Indica a sinistra la distanza in km già percorsa dal luogo


di origine, e a destra quella da percorrere per
raggiungere la località indicata.

INIZIO E FINE DI CENTRO ABITATO

Viene posto su una strada a senso unico, frontale o


laterale, indica che è possibile percorrere la strada solo in
quella direzione.
Non indica svolta obbligatoria
SOS

Indica l inizio o la fine di un centro abitato, con tutti i


limiti e i divieti correlati, come ad esempio il divieto di
segnalazioni acustiche.
Non vieta di entrare a Taranto.

Indica la presenza di un telefono per soccorso stradale.

SCUOLABUS

Pag. 23
Si può trovare presso un marciapiede nelle vicinanze di Vieta il transito a tutti i veicoli senza motore.
una fermata di scuolabus o direttamente affisso su uno
di essi, invita a prestare attenzione ai bambini, ma non
obbliga a dare la precedenza. GALLERIA E PONTE

ATTRAVERSAMENTO PEDONALE E CICLABILE

Si trovano all inizio delle gallerie e sopra i ponti, indicano


di fare attenzione ad eventuali raffiche di vento.
Preceduti dal segnale di pericolo, sono posti in
corrispondenza di attraversamenti pedonali e
ciclabili non regolati.
INVERSIONE DI MARCIA

STRADA SENZA USCITA E PREAVVISO DI STRADA SENZA


USCITA A DESTRA

Indica la presenza di una struttura adibita all inversione


di marcia.

Posti in corrispondenza di un vicolo cieco, indicano


che non è possibile uscire da quella strada, non vietano SVOLTA A SINISTRA SEMIDIRETTA ED INDIRETTA
tuttavia l inversione di marcia. Non valgono per i
pedoni.
Non indicano un divieto di accesso.

VELOCITA CONSIGLIATA E SUA FINE

Preavvisa la obbligatorietà di manovre alternative per


svoltare a sinistra quando, alla intersezione successiva,
vige il divieto di svolta a sinistra, predisponendo il
conducente a eseguire una svolta di tipo indiretto.

PIAZZOLA DI SOSTA
Indica la velocità che si consiglia di non superare.

Indica la vicinanza di una piazzola di sosta.

STRADA RISERVATA AI VEICOLI A MOTORE E SUA FINE

Pag. 24
AREA PEDONALE E ZONA A TRAFFICO LIMITATO SEGNALI DI VARIAZIONE CORSIE

Indicano rispettivamente un aumento o una diminuzione


di corsie sulla stessa carreggiata.

DEVIAZIONE E PREAVVISO DI DEVIAZIONE


CONSIGLIATA o OBBLIGATORIA PER AUTOCARRI

AREA PEDONALE indica un tratto di strada riservato a


pedoni, biciclette, veicoli ad emissione zero, ed ogni
veicolo segnato nel pannello integrativo (in questo
caso disabili, polizia, carico e scarico merci).
ZONA A TRAFFICO LIMITATO ha lo stesso
significato, introducendo anche limitazioni di tempo.

SEGNALI DI TRANSITABILITA Indicano delle svolte consigliate o obbligatorie per tutti i


veicoli rappresentati.

LIMITI GENERALI

Specificano se il tratto di strada è accessibile e la necessità


o meno di utilizzare catene da neve o pneumatici
invernali, in caso di strada chiusa indicano la localitaà fin Il pannello indica i limiti massimi da mantenere sulle
dove si può arrivare. varie strade, salvo diversa segnalazione. Possono
variare da stato a stato.
INIZIO E FINE DI AUTOSTRADA
CONFINE DI STATO CON PAESE UE

Indicano l inizio o la fine di autostrade o strade


extraurbane. Indica il confine con uno stato estero.
Non obbliga ad arrestarsi per il controllo doganale.
SEGNALI DI USO CORSIE

Indicano il numero delle corsie, le limitazioni o i divieti


vigenti per ognuna di esse e se sono riservate a particolari
categorie di veicoli.

Pag. 25
ALTRI SEGNALI DI INDICAZIONE

Rispettivamente: Auto al seguito:


Assistenza meccanica: Indica la vicinanza di una grande stazione ferroviaria
Indica un'officina meccanica per veicoli. con possibilità di trasporto di autovetture al seguito del
Telefono pubblico: viaggiatore (se il treno è in marcia è vietato restare a
Indica un posto di telefono pubblico nelle vicinanze. bordo del veicolo).
Rifornimento: Area attrezzata con scarico:
Non si tratta di officina, area di sosta, raffineria, Indica un area attrezzata per lo scarico degli impianti
nè esclusivamente GPL. igienico-sanitari di autocaravan.
Fermata autobus: Pronto soccorso:
Indica una fermata di autobus di pubblico trasporto Indica la direzione per entrare nel pronto soccorso.
extraurbano, può essere abbinato ad un pannello che Ospedale:
riporta gli orari di partenza degli autobus extraurbani. Invita a non causare rumori molesti.
Campeggio: Taxi:
Indica un'area da campeggio con tende e sosta Indica un'area di sosta per i taxi in servizio,
per caravan ed autocaravan. contrassegnata da strisce gialle con la scritta TAXI. Non
Parcheggio di scambio con linee di autobus: Indica la indica telefoni per chiamare taxi, né ha luce propria.
presenza di un parcheggio in cui è possibile lasciare la Polizia stradale:
macchina e prendere l autobus, i numeri 8 e 45 indicano il Indica l'indirizzo ed i numeri telefonici del più vicino
numero dell autobus da prendere). comando della polizia stradale.

Pag. 26
07 - PANNELLI INTEGRATIVI
I pannelli integrativi si utilizzano assieme ai normali segnali verticali per completarne il significato.

DISTANZA INIZIO, CONTINUAZIONE, FINE

Indica la distanza tra il segnale e l inizio del pericolo.


TRA

ESTENSIONE
Indicano rispettivamente:
Il punto di inizio del pericolo o prescrizione (ad esempio
in relazione ad un divieto di sosta potremo parcheggiare
prima del segnale)
Indica l estensione del pericolo stesso. La continuazione (non possiamo parcheggiare ne prima
ne dopo)
PER
La fine (possiamo parcheggiare solo dopo)

LIMITAZIONI NEL TEMPO


INTEGRAZIONI AL PERICOLO GENERICO

Indicano rispettivamente:
Ogni giorno per tutte le 24 ore
Orario definito, dalle 7,30 alle 19,00
Giorni feriali (o lavorativi)
Giorni festivi SEGNALETICA ORIZZONTALE IN RIFACIMENTO
ICIDENTE– (indica che l incidente è già avvenuto)
consiglia– di utilizzare un percorso alternativo
LIMITAZIONE
CODA (possibilità di incontrare traffico intenso,
consiglia l uso di percorsi alternativi)

ATTRAVERSAMENTO DI BINARI
Limita la validità del segnale alla categoria rappresentata.
SOLO LORO

ECCEZIONE
In presenza di scali merci o stabilimenti industriali
preannuncia la presenza di binari di manovra.
Non indica passaggio a livello, stazione ferroviaria o
attraversamento tramviario.
Autorizza un eccezione alla prescrizione per la categoria
di veicoli rappresentata. MACCHINA SGOMBRANEVE IN AZIONE
PER TUTTI TRANNE LORO

Indica la presenza di macchina sgombraneve (o


spargisale) al lavoro, si deve mantenere una distanza di
sicurezza dalla macchina sgombraneve di almeno 20 mt.

Pag. 27
MEZZI DI LAVORO IN AZIONE

AUTOCARRI IN RALLENTAMENTO

Indica la vicinanza di cantieri stradali con


macchine operatrici al lavoro,
Non indica una distanza di sicurezza specifica.

STRADA SDRUCCIOLEVOLE PER PIOGGIA O GHIACCIO Si trova assieme al segnale salita ripida , indica di
prestare attenzione agli autocarri che potrebbero avere
difficoltà in salita.

Utilizzato assieme al segnale di strada sdrucciolevole PULIZIA MECCANICA DELLA STRADA


indica condizioni particolarmente pericolose che
possono favorire lo slittamento.
In presenza di pioggia bisogna fare attenzione al
fenomeno dell acquaplaning, che è però minore su strade
a forte pendenza laterale.
In presenza di ghiaccio bisogna evitare le zone d ombra,
dove il ghiaccio non è riuscito a sciogliersi.
In caso di affossamento su neve (o su sabbia) bisogna
cercare di posizionare qualcosa sotto le ruote che Viene posto solitamente in presenza di divieto di sosta,
faccia attrito, e se non si riesce a partire con la prima si indica i giorni e gli orari della pulizia stradale. Non
può provare con una marcia più alta. indica una distanza di sicurezza fissa

ZONA SOGGETTA AD ALLAGAMENTO RIMOZIONE FORZATA (COATTA)

Usata col segnale di pericolo cunetta indica una cunetta In presenza di divieto di sosta indica che i veicoli dei
che può riempirsi d acqua, con possibilità di trasgressori verranno rimossi o bloccati.
acquaplaning. Non si trova con il divieto di fermata, in quanto in esso è
già inclusa la rimozione forzata.

SEGNALE DI CORSIA

Indica la corsia al quale un segnale di indicazione sta


TORNANTE E NUMERO PROGRESSIVO facendo riferimento.

ANDAMENTO DELLA STRADA PRINCIPALE

Usato insieme al segnale curva pericolosa indica una o più


curve particolarmente strette, ad ogni curva viene posto il
numero progressivo.
Indica l incrocio della strada principale con strade
secondarie, si può per tanto trovare integrato al segnale
intersezione con diritto di precedenza.

Pag. 28
08 - SEGNALI VERTICALI COMPLEMENTARI E DI
CANTIERE

DELINEATORI NORMALI DI MARGINE DELINEATORI DI CURVA

Sono posti ai lati della carreggiata e servono


a visualizzarne meglio l andamento
Se rossi e bianchi sono posti su strada a doppio senso,
se gialli a senso unico
Si usano per segnalare l andamento rispettivamente di:
DELINEATORI PER GALLERIE CURVE A SINISTRA
CURVE A DESTRA
INCROCI A T
CURVE TEMPORANEE
L ultimo è un delineatore modulare di curva, utilizzato
per segnalare il lato esterno di una curva pericolosa.

DELINEATORE SPECIALE DI OSTACOLO

Si trovano all interno di gallerie o in presenza di strettoie o


deviazioni, gialli per strade a senso unico, bianchi e rossi a
doppio senso.

DELINEATORE PER STRADE DI MONTAGNA

Viene posto all’ interno della carreggiata per segnalare


un isola di traffico o un ostacolo. Riflette la luce, non
gode di luce propria.

LAVORI IN CORSO

Posto ai lati di una strada con neve, ne rende più visibile


il bordo.
Non indica strade su cui nevica spesso.

Preannuncia la presenza di cantieri, depositi temporanei


o macchinari sulla strada.

Pag. 29
SEMAFORO TEMPORANEO CHIUSURA DELLA CORSIA DI DESTRA

Preavvisa un impianto semaforico in vicinanza di Indica un restringimento della carreggiata per lavori in
un cantiere stradale, si può trovare su strade corso, può essere integrato con la distanza dalla corsia
urbane ed extraurbane ed il disco al centro è a luce chiusa.
gialla lampeggiante

DIREZIONE CONSIGLIATA E DIREZIONE OBBLIGATORIA CONO (O CHIODI)


TEMPORANEA

Delimitano le zone di lavoro o la separazione provvisoria


dei sensi di marcia
Indicano una direzione (o svolta, a seconda del tipo per lavori inferiori a dieci giorni.
di freccia) consigliata ed obbligatoria, per tutti i
veicoli raffigurati.
PREAVVISI DI DEVIAZIONE
USO CORSIE DISPONIBILI

Preavvisano l interruzione di una strada per lavori in


Indica il tipo di veicoli che possono transitare su corso, indicano rispettivamente la lunghezza della
ognuna delle corsie raffigurate. deviazione(non dei lavori in corso), e una deviazione per
i veicoli che superano le 7 tonnellate.

PRESEGNALAZIONE DI CANTIERE MOBILE CON


STRETTOIA BARRIERA NORMALE

Indica la diminuzione delle corsie utilizzabili, può essere Delinea l area interessata da cantieri stradali, può essere
corredato da luci gialle lampeggianti o installato su di un integrato da una luce rossa fissa
veicolo. Può essere usata al posto delle barriere guaste dei
passaggi a livello.

PASSAGGIO OBBLIGATORIO PER VEICOLI OPERATIVI

Pag. 30
SEGNALETICA A MESSAGGIO VARIABILE

Costituita da indicazioni luminose su pannelli posti in


alto, si trova su autostrade e principali (la sua presenza
non è però obbligatoria), può dare indicazioni di pericolo
o prescrizione.

Installato su veicoli per lavori stradali fermi o in lento


movimento ed indicano il lato da cui devono essere
superati

09 - SEGNALAZIONI SEMAFORICHE E DEGLI


AGENTI DEL TRAFFICO
Di norma ogni semaforo ha luci disposte in orizzontale o verticale (nei semafori sistemati in verticale la luce rossa si trova in alto, in quelli
posti in orizzontale si trova a sinistra), di tre colori diversi, che si accendono una per volta:

Rosso:
Impone l arresto prima della striscia trasversale di arresto, può avere dimensioni maggiori delle alte luci.

Giallo:
La luce gialla fissa si accende appena si spegne il verde e prima che si accenda il rosso. Essa obbliga chi ha già impegnato l'incrocio a
liberarlo al più presto o, se si è ancora lontani dall incrocio, obbliga a fermarsi prima del punto di arresto, purché lo si possa fare senza
creare pericolo.
È possibile trovare la luce gialla lampeggiante quando le altre sono spente, in questo caso si può attraversare l incrocio, con molta
prudenza, facendo riferimento alla segnaletica stradale, poiché il semaforo è guasto.

Verde:
Indica il via libera, quando è accesa la luce verde del semaforo è possibile svoltare a sinistra, dando la precedenza ai veicoli che arrivano di
fronte, andare dritto e a destra. Ovviamente è possibile impegnare l'incrocio, soltanto avendo la certezza di poterlo sgomberare prima
dell'accensione della luce rossa, infatti avvicinandosi ad un semaforo, che già da molto tempo ha la luce verde accesa, occorre proseguire
con prudenza, pronti eventualmente a fermarsi se, quando si accende la luce gialla, non si è ancora impegnato l'incrocio.

I semafori possono avere forme e luci differenti, a seconda dello scopo a cui sono destinati

SEMAFORO PER VEICOLI SEMAFORI VEICOLARI DI CORSIA

Questi semafori regolano la circolazione dei veicoli


Questo semaforo si trova in corrispondenza di un limitatamente alle direzioni indicate dalle frecce.
normale incrocio e regola il passaggio di tutti i -le frecce verdi accese indicano le direzioni verso le quali
veicoli. Se spento o guasto si accende una luce gialla si può proseguire
lampeggiante. -le frecce rosse accese indicano che non si può proseguire
nelle direzioni indicate
- le frecce gialle fisse accese indicano di liberare l'incrocio,
qualora sia stato già impegnato, o di arrestarsi in
condizioni di sicurezza
-le frecce gialle lampeggianti accese indicano di
attraversare l'incrocio con particolare prudenza

Pag. 31
SEMAFORI VEICOLARI PER CORSIE REVERSIBILI

La luce di tipo A si può trovare sia da sola che


lampeggiante sui semafori. Indica generalmente di
procedere con prudenza o che il semaforo è spento
o rotto.
La luce circolare gialla lampeggiante (tipo A di figura) è
un segnale di pericolo generico
Le luci di tipo B e C, poste affianco alla luce verde di un
Questi semafori regolano l accesso e la circolazione di semaforo veicolare, indicano che è possibile svoltare ma
tutti i veicoli su carreggiate con almeno 3 corsie o con dando la precedenza a pedoni e biciclette.
accesso a caselli stradali.
Valgono anche per le biciclette.
La luce rossa vieta di impegnare la corsia
perché controsenso.
La luce gialla impone di abbandonare la corsia
per spostarsi su una con luce verde.
La luce verde consente di transitare sulla corsia da SEMAFORI DI ONDA VERDE
essa indicata.

SEMAFORI PER ATTRAVERSAMENTI CICLABILI E


PEDONALI

I semafori in figura regolano il passaggio di pedoni e di Si trovano su strade con più incroci ed indicano la
ciclisti negli incroci. presenza di semafori sincronizzati.
La luce verde accesa del semaforo Si accende una luce per volta ed indica una velocità
permette l'attraversamento CONSIGLIATA, utile per trovare tutti gli altri semafori
La luce gialla fissa accesa, impone ai pedoni o ai ciclisti verdi.
che hanno già occupato l'attraversamento di liberarlo
rapidamente
La luce rossa accesa impone di non attraversare DOPPIE LUCI ROSSE ALTERNATE

SEMAFORI PER TRASPORTO PUBBLICO

Semafori rivolti a veicoli per trasporto pubblico di


persone, come tram, autobus, filobus, indicando anche Segnalano la presenza di passaggi a livello con
le direzioni verso le quali è consentito procedere. Le tre
semibarriere o senza barriere, ponti mobili, pontili di
luci sono bianche, e coincidono in base alla
imbarco, uno sbocco su molo o argine. Con il dispositivo
posizione con le luci rossa, gialla e verde. in funzione ci si deve arrestare prima della linea
-impone l'arresto ai veicoli in servizio di linea per trasversale.
trasporto di persone quando è accesa la barra bianca in
Le luci in figura, posizionate sul lato destro della strada,
alto
quando sono accese vietano il passaggio di veicoli e
-consente ai veicoli di trasporto pubblico di persone di pedoni. Esse entrano in funzione poco prima dell'arrivo
proseguire quando in basso è accesa la barra bianca del treno, subito prima dell'inizio dell'abbassamento
delle semibarriere, e rimangono accese fino alla fine del
LUCE GIALLA LAMPEGGIANTE DEI SEMAFORI suo passaggio

Pag. 32
SEGNALAZIONI DEGLI AGENTI DEL TRAFFICO

Gli agenti del traffico vengono riconosciuti da: Il conducente è obbligato ad esibire, su richiesta degli
-uniforme agenti:
-paletta bianca e rossa -carta di circolazione
-segnale distintivo -patente di guida
-certificato di assicurazione
Il suono prolungato del fischietto degli agenti del -triangolo mobile di emergenza
traffico indica che tutti si devono arrestare per
consentire il passaggio dei veicoli di emergenza. NON è tenuto a mostrare:
In altre circostanze un suono prolungato intima l alt al -certificato di proprietà
trasgressore, due suoni brevi ripristinano la normale -bollo
circolazione. -valigetta di pronto soccorso
-codice fiscale

Una regola utile per interpretare le indicazioni del vigile è quella di osservarne le mani. Se il palmo o il dorso sono diretti verso
la nostra direzione dobbiamo fermarci, se vediamo le punte possiamo passare.

Le tre posizioni rappresentate indicano rispettivamente:

-vigile a braccia distese perpendicolarmentealla nostra direzione di marcia – equivale al semaforo rosso e prescrive
l arresto a tutti i veicoli che provengono di fronte o alle sue spalle
-vigile a braccia aperte parallelamente alla nostra direzione di marcia - equivale al semaforo verde e consente il
transito ai veicoli che scorrono paralleli alle sue braccia
-vigile con il braccio alzato – equivale al semaforo giallo e prescrive a tutti i veicoli di arrestarsi in condizioni di

sicurezza, se non si è già impegnato l incrocio

VIGILE CON BRACCIA AD ANGOLO RETTO

Quest ultima posizione indica che gli unici a poter passare sono i veicoli provenienti dalla sinistra del vigile.

Ricordiamo inoltre che i veicoli che possono passare, in presenza di vigile, possono andare verso tutte le direzioni.

Pag. 33
10 - SEGNALETICA ORIZZONTALE
La segnaletica orizzontale serve a regolare la circolazione, guidare i conducenti e fornire indicazioni ed istruzioni utili alla guida.
Salvo diversa segnalazione può avere valore prescrittivo.

La segnaletica orizzontale è composta in maggior parte da strisce longitudinali che scorrono lungo l asse della carreggiata.
Esse possono essere:
- Singole o doppie
- Continue o discontinue
- Centrali (di mezzeria) o laterali

Le strisce continue si trovano esclusivamente su strade a doppio senso, indicano generalmente il divieto assoluto di essere oltrepassate
per effettuare sorpassi o svolte, mentre le strisce discontinue permettono manovre del genere, possono essere infatti oltrepassate.

Le strisce doppie si trovano esclusivamente su strade a doppio senso, poiché danno indicazioni diverse in base al senso di marcia.
In questo caso subito prima di un pericolo il nostro senso di marcia non potrà sorpassare e la striscia vicino a noi sarà continua; viceversa,
subito dopo il pericolo sarà possibile sorpassare e la striscia sarà discontinua.

Le strisce centrali suddividono la carreggiata in più corsie e delimitano i sensi di marcia, mentre le strisce laterali segnano i limiti
della carreggiata e la separano da tutto ciò che si trova al suo esterno, come corsie di emergenza e piste ciclabili.

STRISCIA CENTRALE (O DI MEZZERIA) SINGOLA


(CONTINUA-DISCONTINUA)

STRISCE CENTRALI DOPPIE (PRIMA E DOPO PERICOLO)

In presenza di questa segnaletica bisogna posizionarsi più vicino possibile al margine destro della carreggiata in vicinanza di un dosso.

STRISCE LATERALI CONTINUE E DISCONTINUE

Pag. 34
ISOLA DI TRAFFICO LINEE TRASVERSALI DI ARRESTO

Le isole di traffico sono dipinte con strisce oblique


bianche e possono essere rialzate o a raso.
Non permettono la marcia, sosta o fermata sopra di esse
e servono ad incanalare il traffico nelle corrette direzioni.
Se le strisce sono discontinue possono essere
oltrepassate, permettendo ai veicoli di svoltare in più La striscia bianca trasversale indica il punto in cui
direzioni. dobbiamo fermarci solo in caso di segnalazione di
arresto o di necessità.
In presenza di segnale di STOP la striscia trasversale sarà
corredata dalla scritta STOP sulla pavimentazione
stradale.
La linea di arresto che si trova in presenza del segnale
DARE PRECEDENZA invece è formata da una serie di
triangoli bianchi e può essere integrata con un triangolo
STRISCE DI GUIDA NEGLI INCROCI disegnato sulla strada.

ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E CICLABILI

Gli attraversamenti sono segnalati da strisce bianche,


continue se pedonali, discontinue se ciclabili, parallele al
senso di marcia. In questo caso pedoni e ciclisti che
attraversano hanno la precedenza.
Le strisce di guida sono strisce discontinue curve
bianche, ci permettono di effettuare la svolta STRISCE GIALLE A ZIGZAG
correttamente, evitando di imboccare la strada
contromano. Generalmente le strisce devono sempre
essere lasciate, in caso di svolta, alla sinistra del veicolo.
Nella seconda figura le strisce guidano il traffico
prioritario nell attraversamento di un incrocio.

La segnaletica in figura indica un divieto di sosta, prima


e dopo attraversamenti pedonali o fermate dell autobus,
per facilitarne le manovre.
Anche in caso di assenza di strisce gialle a zig zag la sosta
è vietata a:
- 5 mt prima e dopo gli attraversamenti pedonali
- 15 mt prima e dopo la fermata dell autobus

Pag. 35
STRISCE DI DELIMITAZIONE PER GLI STALLI DI SOSTA
Le frecce direzionali bianche segnate sulla strada
segnalano le direzioni possibili da prendere al prossimo
incrocio, invitando i conducenti ad imboccare la corsia con
la freccia rivolta verso la direzione da prendere.
Il cambio di corsia può essere effettuato soltanto in
presenza di striscia longitudinale discontinua.
Possono essere completate da scritte sulla strada che
indicano le località raggiungibili.
In mancanza di frecce direzionali tutte le corsie ci
consentono di andare dritto, mentre per svoltare a destra
Le zone in cui è possibile parcheggiare sono useremo la corsia di destra e per svoltare a sinistra quella
evidenziate mediante strisce che possono avere colore di sinistra.
diverso a seconda del significato:
- bianco (sosta non a pagamento)
- azzurro (sosta a pagamento) DIVIETO DI SOSTA
- giallo (sosta riservata a particolari categorie di utenti)

CORSIE SPECIALIZZATE E FRECCE DIREZIONALI


Posto sulla parte verticale del marciapiede indica il punto
in cui vige un divieto di sosta.

SEGNALAZIONI VARIE

Indicano rispettivamente:
- dosso artificiale
- rallentamento ottico
- velocità consigliata
- parcheggio riservato ad invalidi
- passaggio a livello

Pag. 36
11 - PERICOLO ED INTRALCIO ALLA CIRCOLAZIONE
LIMITI DI VELOCITA

CITTA’ EXTRAURBANE EXTRAURBANE AUTOSTRADE


SECONDARIE PRINCIPALI
Ciclomotori 45 45 -- --
Quadricicli Leggeri
Quadricicli 50 80 -- --
NON Leggeri
Macchine Agricole 40/15 40/15 -- --
Macchine Operatrici
(gommate/cingolate)
Veicoli Con Rimorchio 50 70 70 80
Autoveicoli oltre 3,5t 50 80 80 100
Autoveicoli fino a 3,5t 50 90 110 130
Motocicli

CASI PARTICOLARI

Velocità massima in caso


di condizioni favorevoli 70 -- -- 150
Maltempo -- -- 90 110
Neopatentati -- -- 90 100
Nebbia (visibilità -- -- 50 50
inferiore a 100 mt)

Veicoli Con Rimorchio: Autoveicoli Oltre 3,5T: Autoveicoli Fino 3,5T:


-Autotreni -Autocarri -Autovetture
-Autoarticolati -Trattori stradali -Autovetture trainanti un carrello
-Autovetture trainanti un carrello -Autobus appendice
leggero -Autosnodati -Autocaravan fino a 3,5t
-Caravan -Autocaravan superiori a 3,5t -Autocarri fino a 3,5t
-Motocicli

I segnali in figura sono posti sul retro di alcuni veicoli (ad esempio alcuni
autobus), indicano le velocità massime consentite al veicolo sul quale sono applicati.

NON sono posti su:


- motocicli di cilindrata superiore a 150cm
- autocaravan fino a 3,5 t
- autocarri fino a 3,5 t

Pag. 37
COMPORTAMENTI CORRETTI IN RELAZIONE A VELOCITA' E SITUAZIONI DI PERICOLO
BISOGNA REGOLARE LA E' OBBLIGATORIO REGOLARE LA E' OBBLIGATORIO REGOLARE LA
VELOCITA' E, ALL'OCCORRENZA
VELOCITÀ: VELOCITA':
FERMARSI:
- in relazione alle caratteristiche, allo - in modo da mantenere sempre il - quando riesce malagevole l'incrocio
stato e al carico del veicolo controllo del veicolo, riuscendo ad con altri veicoli
arrestarlo in condizioni di sicurezza
- in relazione alle proprie condizioni - in prossimità degli attraversamenti
psicofisiche - nei tratti di strada a visibilità non pedonali
libera, come curve ed intersezioni
- in relazione alle caratteristiche e - quando i pedoni, che sono sul
condizioni della strada e del traffico - in caso di traffico misto (presenza di percorso, tardano a scansarsi o danno
veicoli lenti e veloci, animali e pedoni) segni d'incertezza
- in relazione alle condizioni
atmosferiche - in zone pericolose, come forti discese, - quando gli animali che si trovano sulla
passaggi stretti e ingombrati, su strade strada danno segni di spavento
- in modo da non costituire pericolo di innevate, ghiacciate, in presenza di
danno alle persone, alle cose o alla nebbia o forte vento laterale - quando si rimane abbagliati
circolazione
- nelle ore notturne (non subito dopo il - negli incroci, per far passare i veicoli
- rispettando le limitazioni imposte tramonto del sole), entrando in centri cui spetti la precedenza
abitati, in tratti di strada fiancheggiati
Inoltre: da edifici, scuole o luoghi frequentati
Quando si viaggia per file parallele e da bambini
quando il traffico risulta canalizzato, è
possibile che nella corsia di destra si - quando risulta difficoltoso l'incrocio
circoli ad una velocità superiore a con altri veicoli, o se, in mancanza di
quella di sinistra marciapiede, i pedoni occupano la
carreggiata

- in presenza di lavori in corso, o se si


incontra sulla strada il segnale di
veicolo fermo (triangolo mobile di
pericolo)

ALTRE INFORMAZIONI UTILI PER UNA SITUAZIONI DI PERICOLO IN PRESENZA DI


GUIDA CORRETTA: PASSAGGI A LIVELLO:
- attraversando l'incrocio a forte velocità, anche avendo la - ai passaggi a livello occorre usare la massima prudenza e
precedenza, in caso di incidente non si esclude il concorso di moderare la velocità, per evitare situazioni di pericolo che
colpa comportino il danneggiamento delle attrezzature o la
collisione con le barriere del passaggio stesso
- i limiti di velocità non sono identici in tutti gli stati
d'Europa - attraversare un passaggio a livello con manovra azzardata
per guadagnare tempo, può essere un pericolo per molti:
- se si percorre una lunga discesa con il cambio in folle e a oltre che per il conducente, si può infatti mettere in pericolo
motore spento, diventa difficoltoso muovere lo sterzo se il l incolumità di chi viaggia sul treno
veicolo è dotato di servosterzo e frenare se il veicolo è
dotato di servofreno, aumentando il rischio di incidenti - in caso di arresto forzato di un veicolo sui binari di un
passaggio a livello, bisogna spostarlo, spingendolo quanto
- in un centro abitato, se si vede un pallone rotolare sulla prima fuori dai binari, anche facendosi aiutare da altri utenti,
carreggiata, bisogna diminuire subito la velocità per potersi se non è possibile, bisogna far scendere immediatamente
fermare se necessario, bisogna prevedere anche il possibile tutte le persone che si trovano a bordo, e avvisare la stazione
attraversamento della strada da parte di un bambino. ferroviaria
Bisogna inoltre rallentare progressivamente, per evitare di
essere tamponati dal veicolo che segue - in caso di arresto forzato del veicolo sui binari ferroviari di
un passaggio a livello, bisogna fare in modo che i conducenti
- passare molto vicino ad un'auto parcheggiata, a bordo della dei veicoli su rotaie siano avvisati in tempo utile del pericolo
quale si trovano ancora persone, può essere pericoloso, per
la possibile apertura imprudente delle portiere o perché - nel caso in cui, a un passaggio a livello, ci si trova ancora sui
potrebbero impedire la vista di un disabile in carrozzella o di binari col proprio veicolo quando le barriere cominciano a
un pedone che spinge un passeggino per bambini, che sono chiudersi, occorre sgomberare in qualunque modo la sede
in procinto di attraversare ferroviaria, se necessario anche sfondando le barriere

Pag. 38
12 - SPAZIO TOTALE DI ARRESTO

Tempo di reazione
Lo spazio percorso nel tempo di reazione è quello percorso dal momento della
percezione di una situazione di pericolo a quello di inizio della frenata. E' di circa un
secondo e dipende esclusivamente dalle condizioni e dai riflessi del conducente.

Spazio di frenatura
Lo spazio di frenatura è quello percorso dall'inizio della frenata all'arresto del veicolo.
Dipende esclusivamente da fattori esterni, come condizioni della macchina o della strada.
Aumenta se:
- la strada è innevata o bagnata
- la strada è in discesa
Diminuisce se:
- la strada è in salita

Se la velocità aumenta lo Spazio di Frenatura Velocità


spazio di frenatura aumenta di 4 2
conseguenza e sarà sempre il 9 3
quadrato della velocità 16 4

Spazio totale di arresto


Lo spazio totale di arresto è pari allo spazio percorso nel tempo di reazione più quello
percorso durante la frenata, dipende sia dal conducente che da fattori esterni, ad
esempio dipende da:
- velocità
- usura dei pneumatici
- condizioni dell'asfalto–
- Se diminuisce percorreremo meno spazio per frenare, la frenata sarà più sicura
- Se aumenta percorreremo più spazio per frenare, la frenata sarà più pericolosa

Calcolo del tempo di reazione


Per calcolare il tempo di reazione bisogna dividere la velocità per dieci e
successivamente moltiplicarla per tre
(Le velocità indicate nei quiz ministeriali sono 30, 50, 100, 130 e 150 km/h)
– –

Pag. 39
DISTANZA DI SICUREZZA
La distanza di sicurezza è la distanza da mantenere dal veicolo che precede (anteriore), in modo tale
da riuscire a fermarsi in tempo, evitando collisioni (non serve ad evitare scontri frontali o laterali).

Deve essere almeno uguale o maggiore del tempo di reazione, quindi viene calcolata di volta in volta
con lo stesso calcolo usato in precedenza. –
50 km/h 14 mt
Non è quindi mai una distanza fissa a parte due casi:

-Divieto di sorpasso per autocarri (tra di loro gli autocarri devono distanziarsi di almeno 100 mt)
-Macchina spazzaneve o spargisale (la distanza da mantenere è di 20 mt)

Bisogna aumentare la distanza di sicurezza se:


-Il veicolo che precede trasporta carichi sporgenti poco stabili
-Si marcia in colonna
-La visibilità è scarsa
-In qualunque caso sia difficile valutare il comportamento dei conducenti che precedono

Dipende da:
-velocità del veicolo di cui è alla guida Non dipende da:
-lo spazio percorso nel tempo di -alimentazione del motore
reazione -la propria prontezza di riflessi -cilindrata del veicolo
-concentrazione del conducente - -potenza del motore
condizioni del traffico -ampiezza della carreggiata
-andamento planoaltimetrico della -larghezza del veicolo di cui si è alla guida o
strada (variazione di pendenza) - del veicolo che precede
condizioni atmosferiche -numero di corsie della strada
-tipo di veicolo di cui si è alla -presenza del servosterzo
guida -stato di efficienza del -tipo di veicolo che segue
veicolo -entità del carico -limite di velocità riportato sul retro del veicolo
-velocità DEL veicolo che precede che ci precede
-efficienza dei freni (in particolare dal freno -freno di stazionamento
di servizio) -numero di marce del cambio di velocità
-condizione dei pneumatici -numero di ruote del veicolo -tipo di
-condizioni psicofisiche del conducente - servosterzo utilizzato
aderenza degli pneumatici

La distrazione del conducente può essere causa di incidenti, anche se si limita a pochi secondi.
Causa di distrazione può essere:
-Accensione del cellulare
-Accensione di una sigaretta
-Ricerca dei comandi della radio o di altri apparecchi elettronici

Pag. 40
13 - NORME SULLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI

L'uso corretto della strada comporta in particolare che i Ricordiamo che non dobbiamo azionare l'accensione simultanea
veicoli procedano ad una velocità adeguata alle condizioni della di tutti gli indicatori di direzione, non possiamo accostarci sulla
strada e del traffico, che siano osservate le norme di destra e fermarci fino alla fine della colonna di veicoli dietro di
comportamento e quelle dettate dalla comune prudenza. noi, né retrocedere, anche se con prudenza, fino alla fine delle
Per non costituire pericolo o intralcio per la circolazione, è strisce continue. Il cambio di corsia è vietato anche una volta
necessario unire all'applicazione delle fondamentali norme sulla arrivati al semaforo.
circolazione un forte senso civico.
Ci si deve affrettare a sgombrare l'incrocio, quando compare sul Bisogna ricordare che se durante la guida ci si imbatte in un
semaforo la luce gialla fissa e non si è in grado di arrestare il corteo dobbiamo fermarci sulla destra ed attendere che esso sia
veicolo in sicurezza prima della striscia di arresto. transitato completamente, evitando di suonare il clacson o di
In un centro abitato si devono utilizzare i proiettori retrocedere se ciò ostacola il flusso della circolazione. E'
anabbaglianti, anche nelle ore notturne. possibile imboccare una strada laterale, purché la manovra
possa essere fatta in maniera corretta.
Quando, ad un incrocio ci accorgiamo di aver sbagliato la
corsia di preselezione dobbiamo seguire la direzione Se, ad un incrocio urbano, al segnale di via libera, il veicolo
consentita dall'eventuale segnaletica orizzontale, dando le che precede tarda a riprendere la marcia, è opportuno
dovute precedenze, evitando, sia di effettuare cambiamenti di attendere pazientemente la ripresa della marcia, evitando di
corsia, sia di arrestarci bruscamente. Non possiamo, inoltre suonare il clacson con insistenza e di superarlo con manovre
fermarci a chiedere informazioni (nemmeno ai vigili). pericolose, per non provocare una situazione di intolleranza
Se non si è in grado di capire subito chi ha la precedenza, bisogna negli altri automobilisti. E' opportuno, se c'è bisogno ed è
procedere con prudenza e accortezza. possibile farlo senza pericolo, prestare aiuto all'automobilista
rimasto fermo.

In presenza di pedoni che attraversano sugli


attraversamenti pedonali, bisogna sempre dargli la
precedenza, se invece attraversano fuori dalle strisce e non
accennano a darci la precedenza, è necessario ridurre la
Specchio retrovisore centrale:
velocità e, occorrendo, fermarsi per non investirli, è possibile
- riduce al minimo la distorsione Specchio retrovisore laterale:
avvertirli con un breve colpo di clacson, in caso di pericolo
della distanza dei veicoli che - falsa la percezione della distanza e
immediato. seguono della velocità dei veicoli
- deve garantire una buona visione sopraggiungenti
Gli specchi retrovisori contribuiscono alla visione
ed inquadrare il lunotto posteriore, -deve inquadrare nel terzo di destra
panoramica del conducente, devono essere utilizzati dal
si deve regolare dopo la regolazione la coda del veicolo, negli altri due
conducente per un controllo della strada dietro al veicolo, ad
del sedile di guida terzi la strada
esempio per controllare, prima di svoltare o prima di iniziare
- ha una posizione antiriflesso da - deve essere utilizzato prima di
una manovra di parcheggio in retromarcia o di sorpasso, che
utilizzare nelle ore notturne, che iniziare una manovra di cambio
non sopraggiungano veicoli da dietro. serve a ridurre il fastidio agli occhi corsia verso sinistra, di sorpasso o
causato dai proiettori accesi dei svolta a sinistra
Allorché di notte, su strada extraurbana, incrociamo un
veicolo con fari a luce abbagliante accesi, occorre procedere veicoli che seguono - ha un angolo cieco molto ampio
con prudenza, usando le luci anabbaglianti per non abbagliare a nostra volta e distogliendo lo sguardo. Se necessario bisogna rallentare
adeguatamente ed eventualmente fermarsi, poiché dobbiamo tener conto della ridotta visibilità nel nostro comportamento di guida.

In caso di traffico intenso il conducente deve regolare la propria E' VIETATO, IN QUANTO CHI GUIDA UN VEICOLO,
velocità uniformandola il più possibile a quella della corrente di COSTITUISCE PERICOLO PER ANCHE SE AD ELEVATE
traffico che scorre lungo la corsia occupata, mantenendo sempre LA CIRCOLAZIONE: PRESTAZIONI:
la distanza di sicurezza. Bisogna evitare di suonare il clacson, di
SI SI
cambiare ripetutamente corsia di marcia o di occupare le corsie
- tenersi sul margine - non deve, comunque,
riservate alla marcia dei veicoli in servizio pubblico.
sinistro per svoltare a superare i limiti di velocità
Giungendo in vicinanza di un incrocio, soprattutto se previsti dalla legge
destra
extraurbano, bisogna predisporsi ad osservare le norme di
- deve evitare di costituire
precedenza, ci si deve spostare per tempo sulla corsia destinata alla - sostare sui binari
direzione che si intende prendere, segnalando sempre la manovra. pericolo per gli altri utenti della
In vicinanza o in corrispondenza degli incroci non è mai consentito tramviari
procedere a zig zag, cambiare improvvisamente la direzione di strada, dare la precedenza a
marcia, effettuare la sosta o la fermata, né sorpassare biciclette, se - effettuare un cambiamento tutti i veicoli provenienti da
per farlo si invade la corsia opposta. di direzione senza segnalare destra ai crocevia, deve
la manovra con sufficiente guardare nello specchietto
Se un autotreno intende svoltare a destra in una strada stretta, i anticipo retrovisore prima di segnalare
conducenti degli altri veicoli debbono tener presente che potrebbe - gareggiare in velocità l'intenzione di cambiare corsia
diminuire notevolmente la velocità e che nella manovra si sposti a
- deve tenersi il più vicino
sinistra(si allarghi). Non bisogna stargli troppo vicino, per non - circolare a velocità troppo
essere d'intralcio, in caso sia necessaria la manovra di retromarcia, ed possibile al margine destro
occorre rinunciare a sorpassarlo, perché potrebbe impedire la vista bassa senza giustificato
di segnali o di veicoli provenienti lateralmente della carreggiata, quando
motivo effettua una svolta a destra

NO NO
- deve fermare - deve tenere in funzione gli
momentaneamente un abbaglianti di giorno anche in
città
veicolo lungo il margine condizione di traffico, purché
senso unico non ci sia il segnale di divieto
- può sorpassare in ogni
destro di una carreggiata a

Pag. 41
CAMBIAMENTO DI DIREZIONE
Svolta a destra Svolta a sinistra
Effettuando una svolta a destra bisogna: La svolta a sinistra si effettua in due modi diversi:
-Mantenersi più vicino possibile al margine destro -Su strade a doppio senso bisogna inserirsi nelle
della carreggiata corsie che consentono di proseguire in tale direzione, avvicinarsi
-Segnalare in anticipo la manovra con le frecce il più possibile all asse della carreggiata (centro), occupando
-Immettersi nella corsia che consente di eseguire tale l'area sinistra dell'incrocio, ed effettuare la svolta vicino al
manovra -Moderare la velocità per non creare intralcio centro, lasciandolo alla nostra destra. Si deve dare precedenza a
destra.
-Su strade a senso unico bisogna avvicinarsi il più possibile al
margine sinistro della carreggiata, lasciando il centro dell
incrocio alla nostra destra.

MANOVRA CORRETTA DI SVOLTA A MANOVRA ERRATA DI SVOLTA A MANOVRA DI SVOLTA A SINISTRA CON
SINISTRA SINISTRA ROTATORIA (H CORRETTA)

Svolta a sinistra in presenza di rotatoria In presenza di rotatoria:


Svoltando a sinistra, in presenza di obbligo di rotatoria bisogna:
-Girare intorno all isola spartitraffico La segnaletica raffigurata indica di dare
-Dare la precedenza ai veicoli provenienti da sinistra, solo se vi è il segnale dare precedenza solo a destra (ha la precedenza chi
precedenza -In assenza di specifico segnale, vale la regola generale di dare la precedenza a si immette)
destra -Lasciare il centro dell incrocio a sinistra

Prima di immettersi è opportuno moderare la velocità ed usare la massima


prudenza, controllando nel contempo il comportamento degli altri utenti. La segnaletica raffigurata indica di dare
In presenza di rotatoria, se non si deve svoltare nella prima traversa di destra è precedenza a destra e sinistra (i veicoli in entrata
consigliato circolare sulla corsia più interna. danno la precedenza a quelli già circolanti
nell'anello)

ALTRE MANOVRE

Cambio di corsia -assicurarsi di poter effettuare la manovra senza creare pericolo


Chi intende cambiare corsia deve: o intralcio agli altri utenti della strada
-controllare che la corsia che vuole occupare sia libera davanti -tenere conto della posizione, distanza, direzione degli altri
per un tratto sufficiente utenti della strada
-controllare che il veicolo che sta davanti non abbia -azionare l'indicatore di direzione per segnalare con sufficiente
segnalato l'inizio della stessa manovra anticipo l' intenzione di effettuare tale manovra
-controllare che la striscia che divide le corsie sia -dare la precedenza ai veicoli in transito
tratteggiata -segnalare la manovra in anticipo, tramite
l'indicatore di direzione Il conducente di un autoveicolo che parte dal margine della
-non creare intralcio o pericolo per chi percorre la corsia che carreggiata e si immette nel flusso della circolazione deve
vuole impegnare allacciare la cintura di sicurezza salvo che non sia esentato ed
accertarsi che la strada sia libera, guardando anche negli
Inversione di marcia specchietti retrovisori
Chi intende effettuare l'inversione di marcia su una strada
a doppio senso deve: Il conducente di un motociclo che parte dal margine della
-dare la precedenza ai veicoli che sopraggiungono carreggiata e si immette nel flusso della circolazione deve
-rinunciare a compiere la manovra, qualora vi sia indossare ed allacciare il casco ed accendere il proiettore
traffico intenso e continuo o se vi è scarsa visibilità - anabbagliante
azionare l'indicatore di direzione
-non deve creare pericolo o intralcio agli altri utenti della strada Il conducente che intende fermarsi sul margine destro della
carreggiata deve:
Nelle strade a doppio senso di circolazione non è -effettuare la manovra senza creare pericolo o intralcio agli altri
consentito effettuare l'inversione del senso di marcia: utenti della strada
-in vicinanza o in corrispondenza di curve -tenere conto della posizione, distanza, direzione degli altri
-in vicinanza o in corrispondenza degli incroci utenti della strada
-in vicinanza o in corrispondenza di dossi -in -evitare di creare pericolo ai conducenti di veicoli a due
tutti i casi di scarsa visibilità ruote sopraggiungenti
-segnalare con sufficiente anticipo la sua intenzione di effettuare
Immissione nel flusso della circolazione tale manovra
Il conducente che intende immettersi nel flusso della - evitare brusche frenate, per garantire la sicurezza degli altri
circolazione deve: utenti della strada
Pag. 42
USO CORRETTO DELLA STRADA
Sistemazione del carico Precedenza agli incroci
Sui motocicli: Se ad un incrocio giungono contemporaneamente da strade
-è consentito il trasporto di animali se custoditi in diverse due veicoli:
apposita gabbia -l'obbligo di dare la precedenza spetta, di norma, al
-il carico deve essere sistemato in modo da non conducente del veicolo che arriva da sinistra
sporgere lateralmente di oltre 50 cm -entrambi hanno l'obbligo di moderare la velocità, per evitare
Sugli autoveicoli: incidenti
-il carico deve essere sistemato in modo da non diminuire la -bisogna essere prudenti e tolleranti nei confronti di chi, pur non
visibilità del conducente o impedire la libertà di movimenti nella avendo la precedenza, passa ugualmente per primo
guida
-il carico deve essere sistemato in modo da evitarne la caduta - Uscendo con un veicolo da una proprietà privata:
in modo da non sporgere dalla parte posteriore per più dei tre -bisogna procedere con prudenza
decimi della lunghezza del veicolo -bisogna dare la precedenza agli eventuali pedoni
-non deve superare la portata indicata nella carta di circolazione -bisogna procedere lentamente, specie se in retromarcia
Se in una strada a forte pendenza, il passaggio tra veicoli non
File parallele è facilmente possibile, in genere spetta al conducente che
La marcia per file parallele: procede in discesa arrestarsi ed eventualmente fare retromarcia,
-è ammessa quando viene autorizzata dagli agenti del traffico a meno che uno dei due veicoli non si trovi vicino ad una
-è ammessa su strade a due corsie per senso di marcia ad un piazzola di scambio.
incrocio regolato da semaforo, o in presenza di traffico intenso
-è ammessa in condizioni di traffico intenso su carreggiata a Bisogna attenersi alle segnalazioni di pericolo o alle
senso unico a tre corsie prescrizioni che appaiono, con scritte luminose, sui veicoli
-consente di cambiare corsia per effettuare manovre di della polizia:
svolta -è vietata se si utilizzano le corsie riservate agli -se un'auto della polizia, con sirena in funzione, vi sorpassa
autobus e ai veicoli in servizio pubblico ponendosi davanti e sul tetto ha un display con la scritta
- Durante la marcia per file parallele i motocicli non luminosa "ACCOSTARE", avete l'obbligo di arrestarvi -
possono procedere passando tra i veicoli affiancati "ALT POLIZIA", solo voi avete l'obbligo di arrestarvi -
"INCIDENTE", bisogna diminuire la velocità

502 536 550 552


Su una strada a due corsie a Su strada a doppio senso di Su strada a due corsie per Su carreggiate a tre corsie per
doppio senso di marcia: marcia con due corsie: ogni senso di marcia: senso di marcia:
-i veicoli devono circolare nella -i veicoli che percorrono il tratto -percorrendo una curva non si -i veicoli a motore devono,
corsia di destra, impegnando in salita di un dosso devono può marciare oltrepassando la di norma, percorrere la corsia
solo quella di sinistra per il tenersi il più possibile vicino al linea discontinua, nemmeno se più libera a destra
sorpasso margine destro della carreggiata la strada è libera -la marcia per file parallele non
-è vietata la marcia per file -i ciclomotori a due ruote non è obbligatoria
parallele possono circolare sulla corsia di
sinistra, neanche in caso di
intenso traffico
- qualora il traffico sia intenso, si
può viaggiare per file parallele

554 558 559 562


Su una strada a tre corsie a In una strada divisa in due Su una strada a due Su una strada divisa in tre
doppio senso di marcia: carreggiate separate: carreggiate separate: carreggiate separate:
-si deve impegnare quella -i veicoli devono, di -si deve restare sempre sulla -veicoli devono, di norma,
centrale solo per il sorpasso norma, circolare sulla carreggiata di destra, non è circolare sulla carreggiata
-è vietata la marcia per file carreggiata di destra rispetto possibile invadere quella di centrale o su quella di destra
parallele, a meno che la alla propria direzione di marcia sinistra rispetto alla propria direzione
carreggiata in figura sia a senso -i veicoli che percorrono un di marcia
unico dosso devono tenersi vicino al
margine destro della carreggiata
PRECEDENZE MANCATO RISPETTO
DELLE NORME
572 676
Viaggiando su semicarreggiata Il conducente, muovendosi in E' obbligatorio dare la Il mancato rispetto delle norme
a tre corsie: retromarcia per immettersi precedenza a destra e a prescritte per immettersi nel
- per svoltare a sinistra si deve nella circolazione: sinistra: flusso della circolazione
utilizzare la corsia di sinistra -deve assicurarsi che la strada -quando da fermi, ci si immette comporta, tra l'altro, la perdita
- Il veicolo in figura, non può sia libera ed eseguire la nella circolazione di punti dalla patente (non sono
svoltare a destra manovra con prudenza - quando si effettua l'inversione 4 punti)
-deve azionare le frecce del senso di marcia o la
-muovendosi in retromarcia per retromarcia
immettersi nella circolazione, - quando si esce da un passo
deve dare la precedenza a carrabile
destra e sinistra - in presenza del segnale STOP
-deve fare attenzione agli
eventuali pedoni in transito -i tram hanno sempre la
dietro di esso precedenza agli incroci

Pag. 43
14 - INCROCI

604 - R - D - A 634 - A - C - L 655 - S - A - E - R


606 - E - C - M 636 - T - A - S 659 - R - A - C
607 - T - P - M 637 - L - (C - A insieme) - D 660 - H - D - B
608 - B - H - C 639 - T - B - A - C 661 - E - C - L
610 - T - (L - A insieme) - C 640 - R - D - B 662 - A - E - B
613 - T - O - A 643 - H - D - B - L 663 - R - B - D - T
614 - R - A - T 644 - P - D - B - L 664 - S - B - L - D
615 - R - A - C 646 - D - C - A - H 665 - A - E - V - H - C
616 - B - T - S 647 - (H - L insieme) - B - O 667 - C - A - P
618 - L - C - H 648 - T - G - P - B 668 - S - N - C
620 - P - B - C 650 - L - E - N - R 669 - C - A - L - R - E
631 - R - D - F 651 - D - (E - S insieme) - A 617 - (N al centro) - R - A - N
632 - D - P - B -N 652 - H - A - F - L 638 - (B al centro) - R - (N - D insieme) - B
633 - N - A - R 654 - C - R - A - H 642 - T - (A al centro) - O - M - A

Pag. 44
15 - SORPASSO
Sorpasso
Il sorpasso è la manovra con la quale un veicolo supera un altro, in movimento o fermo.
Si può articolare in 4 fasi:

1 – Valutazione delle condizioni


Il conducente che intende sorpassare deve 3 – Esecuzione del sorpasso
accertarsi che: Il sorpasso si effettua:
- la visibilità sia tale da consentire la manovra - tenendo una adeguata distanza laterale dal veicolo che si
- la manovra possa compiersi senza costituire intralcio sorpassa
- il conducente che lo precede nella stessa corsia non - regolando la velocità in relazione a quella del veicolo da
abbia segnalato di voler compiere analoga manovra sorpassare (non per forza doppia a quella del veicolo da
- il conducente che lo segue sulla stessa carreggiata superare)
non abbia iniziato il sorpasso - è consentito segnalare la manovra ai veicoli che
- la larghezza della carreggiata consenta la manovra in precedono lampeggiando con i proiettori abbaglianti
condizioni di sicurezza - è vietato superare anche momentaneamente i limiti di
- nessun segnale verticale vieti la manovra velocità
- la strada sia libera per consentire la
completa esecuzione del sorpasso 4 – Rientro
-abbia valutato la differenza di velocità tra il Dopo aver effettuato una manovra di sorpasso il
proprio veicolo e quello da sorpassare conducente del veicolo deve:
- riportarsi a destra appena possibile senza creare
2 – Preparazione della manovra pericolo o intralcio
Prima di iniziare una manovra di sorpasso occorre: - evitare di stringere o di tagliare la strada al veicolo
- azionare l'indicatore di direzione sorpassato
- è consigliabile usare il clacson o il lampeggio degli
abbaglianti, per avvertire i ciclisti del nostro sorpasso

Obblighi di chi viene sorpassato:


Il conducente del veicolo che viene sorpassato deve:
- agevolare la manovra di sorpasso e non accelerare, non gareggiando in velocità
- nelle strade ad una corsia per senso di marcia, deve tenersi il più vicino possibile al margine destro
- fermarsi appena possibile per far defluire il traffico se guida un veicolo molto lento
- evitare di portarsi al centro della carreggiata
- se si viene sorpassati mentre sopraggiunge un veicolo dal senso opposto, occorre spostarsi il più vicino possibile al
margine destro della carreggiata e rallentare
- se si viene sorpassati ed avviene un incidente, si può avere una parte di responsabilità, se non si è fatto il possibile
per facilitare la manovra di sorpasso

Mentre, non deve:


- azionare la segnalazione luminosa di pericolo (lampeggio simultaneo di tutte le frecce) per segnalare che la strada è
sgombra
- ridurre sempre la propria velocità
- usare obbligatoriamente marce più basse per facilitare il sorpasso

Sorpasso da destra:
La manovra di sorpasso deve essere eseguita a destra se:
- il conducente del veicolo da sorpassare ha segnalato l'intenzione di voler svoltare a sinistra
- su strada a senso unico, il conducente del veicolo da sorpassare ha segnalato l'intenzione di voler accostare a sinistra
- è consentito il sorpasso a destra nelle intersezioni regolate da semaforo, se il veicolo da sorpassare ha indicato di
voler svoltare a sinistra ed ha iniziato la manovra

La manovra di sorpasso del tram in marcia può effettuarsi su ambo i lati se la strada è a senso unico e la larghezza
della carreggiata lo consente, se il tram o il filobus sono fermi la manovra di sorpasso può effettuarsi a destra solo se
esiste il salvagente.

Inoltre:
- dopo aver eseguito una prima manovra di sorpasso, in strade ad almeno due corsie per senso di marcia, è
possibile eseguirne un' altra senza rientrare a destra, se non si crea intralcio

Pag. 45
NORME CHE REGOLANO IL SORPASSO

E' VIETATO IL SORPASSO: E' CONSENTITO IL SORPASSO:


- se lo spazio visibile risulta insufficiente - in prossimità o in corrispondenza di passaggi a
- se la carreggiata non è sufficientemente larga livello senza barriere o delle intersezioni se
- in caso di scarsa visibilità regolate dai semafori o agenti del traffico
- sulle corsie di accelerazione o di decelerazione - nelle intersezioni se la strada è a precedenza purché
- di un veicolo che ne stia superando un altro se ciò a due carreggiate separate e le corsie siano
impone di spostarsi sul lato riservato all'altro senso di delimitate dall'apposita segnaletica orizzontale
marcia - in corrispondenza delle intersezioni se si supera un
- di veicoli fermi o in lento movimento ai semafori, veicolo a due ruote non a motore e non si invade il lato
ai passaggi a livello o in caso di congestione della riservato al senso opposto
circolazione, se bisogna impegnare la semicarreggiata - sul tratto discendente di un dosso in una strada a
opposta due corsie a doppio senso di marcia
- di un veicolo che abbia rallentato o che si sia - di un'auto della Polizia o di ambulanza, se non è in
arrestato in corrispondenza di un passaggio servizio di emergenza e non vi sono altri tipi di
pedonale per consentire l'attraversamento di pedoni impedimenti
- se si deve valicare la striscia longitudinale bianca - se nevica, in corrispondenza di passi carrabili,
continua semplice o doppia ospedali e stazioni di servizio
- su strade a due corsie a doppio senso di marcia, in - di autobus in servizio pubblico di linea
prossimità di curve o dossi (se la strada è a due - anche se di notte, nei centri urbani con pubblica
carreggiate separate con almeno due corsie per illuminazione insufficiente
ogni senso di marcia, il sorpasso è consentito sia in - anche quando sulla carreggiata è tracciata la linea
curva che sui dossi) tratteggiata di mezzeria

IL SORPASSO IN PROSSIMITÀ DI UN DOSSO È LA PERICOLOSITÀ DEL SORPASSO È


CONSENTITO: DETERMINATA:
- sulle strade e carreggiate a senso unico - dal rischio di urtare altri veicoli che
- sulle strade a due corsie per senso di marcia manifestano l'intenzione di compiere la stessa
- sulle strade a due carreggiate separate manovra
- dal rischio di collisione, in fase di avvicinamento e di
Su carreggiate a due corsie e a doppio senso in rientro, con il veicolo da sorpassare
prossimità di un dosso, non è consentito: - dal rischio di urto frontale con un veicolo che
provenga dal senso contrario
- sorpassare veicoli a trazione animale - dalla ridotta larghezza della carreggiata
- sorpassare nella scia del veicolo che precede

DURANTE IL SORPASSO IN AUTOSTRADA, PUÒ LO SPAZIO NECESSARIO AL SORPASSO AUMENTA:


ESSERE MOTIVO DI INCIDENTE:
- la scarsa attenzione posta ai veicoli che seguono - se il veicolo da sorpassare accelera
- l'insufficiente distanza di sicurezza - in relazione alla maggiore lunghezza del
- l'improvviso veicolo da sorpassare o che sorpassa
spostamento sulla corsia di sorpasso di uno dei veicoli - se vi è poca differenza di velocità tra i
che precedono veicoli
- mantenersi troppo a lungo sulla corsia di sorpasso
- accodarsi ad un veicolo che sta sorpassando
- il forte vento laterale

Pag. 46
16 - FERMATA, SOSTA E ARRESTO

La fermata di un veicolo è la temporanea


sospensione della marcia per esigenze di La sosta è la sospensione della marcia del veicolo
brevissima durata, come ad esempio per chiedere protratta nel tempo, con possibilità del
informazioni agli agenti del traffico o per consentire conducente di allontanarsi.
la salita o la discesa delle persone.
La sosta di emergenza è l'interruzione della
L'arresto è l'interruzione della marcia del marcia nel caso in cui il veicolo deve arrestarsi per
veicolo dovuta ad esigenze della circolazione, malessere fisico del conducente o di un passeggero
come ad esempio ad un semaforo rosso. e avaria del veicolo.

Fermata
La fermata non deve arrecare intralcio alla circolazione.
Durante la fermata il conducente deve:
-comportarsi in modo da non costituire pericolo agli altri utenti della strada
- essere sempre presente e pronto a riprendere la marcia -
adottare le opportune cautele atte ad evitare incidenti
- non deve impedire con il proprio autoveicolo il normale flusso del traffico
-in caso di fermata, ove non esista marciapiede rialzato, il conducente deve lasciare uno spazio non inferiore ad un metro
per il transito dei pedoni
Inoltre:
- non è consentito fermarsi per chiedere informazioni agli agenti del traffico, quando ciò possa causare intralcio
o rallentamento alla circolazione
- non è consentito allontanarsi, nemmeno lasciando il motore acceso

Sosta
Durante la sosta il conducente:
-può allontanarsi dal veicolo
-deve adottare le opportune cautele atte ad evitare incidenti ed impedire l'uso del veicolo senza il suo
consenso -non è necessario che lasci in ogni caso accese le luci di posizione -deve lasciare il veicolo con il
motore spento

Durante la sosta è opportuno che il conducente:


-azioni il freno di stazionamento ed inserisca il rapporto più basso del cambio di velocità
-adotti accorgimenti atti a garantire l'immobilità del veicolo, indipendentemente dal grado di pendenza della strada
-nelle strade a forte pendenza, azioni il freno di stazionamento, inserisca il rapporto più basso del cambio di velocità e lasci il
veicolo con le ruote sterzate verso il marciapiede

Sosta nei centri abitati:


Salvo diversa segnalazione il conducente, in caso di sosta nei centri abitati, deve collocare il veicolo il più vicino possibile al
margine destro della carreggiata, parallelamente ad esso e secondo il senso di marcia, purché esista il marciapiede rialzato.
In caso di sosta ove non esista marciapiede rialzato, il conducente deve lasciare uno spazio non inferiore ad un metro per il
transito dei pedoni. Nelle strade urbane a senso unico di marcia, la sosta è consentita anche lungo il margine sinistro della
carreggiata, purché rimanga uno spazio non inferiore a tre metri di larghezza per il transito dei veicoli.

Fuori dei centri abitati, il conducente che deve fermarsi o sostare ha l'obbligo di:
-collocare il veicolo, ove possibile, fuori della carreggiata, ma non sulle piste ciclabili, né sulle banchine, salvo
diversa segnalazione
-in caso di impossibilità a collocare il veicolo fuori della carreggiata, il conducente deve sostare il più vicino possibile
al margine destro della carreggiata
Inoltre:
-nelle zone predisposte per la sosta, il conducente deve collocare il veicolo nel modo prescritto dalla segnaletica: nelle zone
nelle quali gli spazi di sosta sono delimitati da segnaletica orizzontale, il conducente deve sempre sistemare il proprio veicolo
entro uno degli appositi spazi(stalli), senza invadere quelli contigui.
-è opportuno che il conducente di un autoveicolo in sosta sul lato sinistro in una strada urbana a senso unico, ricordi al
passeggero di prestare particolare attenzione ai veicoli che sopraggiungono, prima di aprire la portiera, o, se a destra, di
fare attenzione ai pedoni.

Sosta con parchimetro:


Se si parcheggia in una zona regolamentata con parchimetro, occorre esporre l'apposito tagliando, in modo che sia ben
visibile l'orario di arrivo. Non occorre utilizzarlo se ci si ferma soltanto per far salire o scendere un passeggero. I veicoli al
servizio di persone diversamente abili non sono obbligati a rispettare il limite di tempo stabilito per la sosta.

Pag. 47
Prima di iniziare a guidare un veicolo è opportuno:
-regolare il sedile e il poggiatesta, secondo la propria
statura -regolare gli specchi retrovisori interni ed esterni
-bisogna avere con sé tutti i documenti necessari per la guida (carta di circolazione, certificato di
assicurazione, patente ecc.), e in corso di validità
-bisogna essere certi che la categoria di patente posseduta ne consenta la
guida -bisogna essere certi del perfetto stato di efficienza del mezzo
-accertarsi che gli oggetti trasportati siano sistemati in modo da evitarne la caduta o dispersione
-bisogna controllare che non sia compromessa la visibilità posteriore e laterale, per la presenza di passeggeri o
per il carico mal posizionato
-bisogna individuare i comandi (leve e pulsanti) necessari per la guida e comprenderne bene il
funzionamento -bisogna controllare che i passeggeri abbiano regolarmente allacciato le cinture di sicurezza

LA SOSTA E' VIETATA: LA SOSTA E LA FERMATA SONO VIETATE:


-allo sbocco dei passi carrabili -in corrispondenza o in prossimità dei passaggi a livello
-se si impedisce l’accesso ad altro veicolo già regolarmente -sui binari di linee ferroviarie o tranviarie o così vicino ad
in sosta essi da intralciare la marcia dei veicoli su rotaia
-dovunque venga impedito lo spostamento di veicoli in -nelle gallerie, salvo diversa segnalazione
sosta -nei sottovia, sotto i sovrapassaggi, sotto i fornici e i
-in seconda fila, salvo che si tratti di veicoli a due ruote portici, salvo diversa segnalazione
-negli spazi riservati allo stazionamento e alla fermata degli -sui dossi
autobus, dei filobus e dei veicoli circolanti su rotaia, ma -fuori dai centri abitati e sulle strade urbane di
anche a meno di 15 metri da essi, qualora gli spazi di scorrimento, anche in prossimità dei dossi
stazionamento non siano delimitati -nelle curve e, fuori dei centri abitati e sulle strade urbane di
-negli spazi riservati allo stazionamento dei veicoli in scorrimento, anche in loro prossimità
servizio di piazza -in prossimità e in corrispondenza di segnali stradali e
-sulle aree destinate al mercato e ai veicoli per il carico e lo semaforici in modo da occultarne la vista
scarico di cose, nelle ore stabilite -in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione
-sulle banchine, salvo diversa segnalazione e lungo le corsie di canalizzazione
-negli spazi riservati alla fermata o alla sosta dei veicoli per -in corrispondenza e in prossimità delle aree di
persone invalide o in corrispondenza degli scivoli o dei intersezione, e a meno di 5 metri da esse
raccordi tra i marciapiedi e la carreggiata utilizzati dai -sugli attraversamenti pedonali
veicoli per persone invalide -sulle piste ciclabili
-nelle corsie o carreggiate riservate ai mezzi pubblici -sui marciapiedi, salvo diversa segnalazione
-nelle aree pedonali urbane
-nelle zone a traffico limitato per i veicoli non autorizzati La fermata è consentita:
-negli spazi destinati a servizi di emergenza o di igiene -allo sbocco di passi carrabili
pubblica indicati dalla apposita segnaletica -davanti i cassonetti dei rifiuti
-davanti ai cassonetti dei rifiuti urbani -per i motocicli in seconda fila
-limitatamente alle ore di esercizio, in corrispondenza dei -in alcuni casi nelle ore notturne
distributori di carburante, e in loro prossimità sino a 5
metri prima e dopo
-di un rimorchio staccato dalla motrice, salvo diversa
segnalazione

Inoltre:
Nel caso in cui la sosta è espressamente vietata da una
norma del codice stradale, l'osservanza di tale divieto non è
condizionata dalla presenza di cartelli segnaletici.
La sosta nelle corsie o carreggiate riservate ai mezzi
pubblici, o altre infrazioni legate alla sosta, comportano tra
l'altro, la sottrazione di punti dalla patente (non la
sospensione della patente)

Pag. 48
17 - TRIANGOLO, CIRCOLAZIONE E TRAINO
Ingombro della carreggiata per caduta accidentale Esso deve essere posto:
del carico -dietro al veicolo o all'ostacolo da segnalare, ad almeno
Nel caso di ingombro della carreggiata per 50 metri
caduta accidentale del carico il conducente - visibile ad almeno 100 metri dai veicoli
deve provvedere a rimuovere il carico, per rendere sopraggiungenti
sollecitamente libero, per quanto possibile, il transito. Se -sulla corsia occupata dal veicolo fermo o dal carico
ci si trova su strada extraurbana bisogna presegnalare caduto
l'ostacolo mediante il segnale di veicolo fermo -ad almeno un metro dal bordo esterno della
(triangolo) Chiunque non abbia potuto evitare la caduta carreggiata
o lo spargimento di materie viscide, infiammabili o -nel caso di intersezione a distanza inferiore a 50
comunque pericolose, deve, tra l'altro, oltre a metri, deve essere posto dietro al veicolo nella posizione
presegnalare la zona con il segnale mobile di pericolo più idonea ad essere avvistato
anche in mezzo alla carreggiata, eseguire segnali manuali
per impedire il transito dei veicoli dalla parte dove non è Fuori dei centri abitati (non si è obbligati ad usarlo in
stato posto il segnale mobile di pericolo e spargere sul città), il triangolo si usa:
terreno, se possibile, sabbia, terra, segatura o altro Di notte, quando mancano o sono insufficienti le luci
materiale idoneo a ripristinare l'aderenza posteriori di posizione o di emergenza.
Di giorno, quando l'ingombro non può essere visto
Ingombro della carreggiata per avaria del veicolo In nettamente a 100 metri di distanza.
caso di ingombro della carreggiata per avaria del
veicolo, il conducente deve spingere il veicolo stesso Giubbotto o bretelle
fuori della carreggiata o, se ciò non è possibile, Durante le operazioni di presegnalazione con il segnale
collocarlo sul margine destro della carreggiata mobile di pericolo, anche se si trova sulle corsie di
emergenza o sulle piazzole di sosta, il conducente deve
In ogni caso è necessario informare l'ente obbligatoriamente indossare il giubbotto o le bretelle
proprietario della strada o un organo di polizia retroriflettenti ad alta visibilità (hanno entrambi la
stessa utilità).
Triangolo di emergenza Essi devono essere di tipo approvato, vengono utilizzati
Il segnale mobile triangolare di pericolo fa parte insieme al triangolo, non possono sostituirlo in nessun
dell'equipaggiamento obbligatorio degli autoveicoli. modo. Possono essere di diversi colori, è necessario che
sul veicolo ce ne sia almeno uno. Attenzione, il giubbotto
non protegge il conducente da rischi chimici, calore,
fuoco ed elettricità.

SULLE AUTOSTRADE E STRADE SULLE CARREGGIATE, SULLE RAMPE E SUGLI


EXTRAURBANE PRINCIPALI È VIETATA LA SVINCOLI DI AUTOSTRADE E STRADE
CIRCOLAZIONE DI: EXTRAURBANE PRINCIPALI:
-velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a E' vietato:
150 cm3 -richiedere o concedere passaggi
-autovetture che non sono in grado di sviluppare per -svolgere attività commerciali non autorizzate
costruzione la velocità in piano di almeno 80 km/h -campeggiare, se non si è nelle aree a ciò destinate e per il
-circolazione di macchine agricole periodo stabilito dall'ente proprietario della strada
-la circolazione di veicoli con carico disordinato o -invertire il senso di marcia e attraversare lo spartitraffico,
sporgente oltre i limiti consentiti anche all'altezza dei varchi
-veicoli a tenuta non stagna e con carico scoperto, se -percorrere la carreggiata o parte di essa nel senso di
trasportano materiali che possono disperdersi marcia opposto a quello consentito
- veicoli le cui condizioni di uso, equipaggiamento e -effettuare la retromarcia
gommatura possono costituire pericolo per la circolazione -nelle autostrade con carreggiate a tre o più corsie, ai
conducenti di complessi di veicoli di lunghezza totale
Inoltre: superiore a 7 metri, è vietato impegnare altre corsie
- è vietata la circolazione di pedoni e animali, ad eccezione all infuori delle due più vicine al bordo destro della
delle aree di servizio e delle aree di sosta (gli animali devono carreggiata
essere debitamente custoditi)
-lungo le corsie di emergenza delle autostrade i pedoni Si deve:
possono transitare solo per raggiungere i punti per le -dare la precedenza ai veicoli in circolazione sulle corsie di
richieste di soccorso marcia, quando si percorrono corsie di accelerazione
- il traino di veicoli in avaria su carreggiate, rampe, -uscendo dalla carreggiata, impegnare per tempo la corsia
svincoli, aree di servizio o di parcheggio è consentito solo ai di destra, e quindi immettersi nella corsia di decelerazione
veicoli di soccorso autorizzati dal suo inizio
-usare i proiettori anabbaglianti anche di giorno
-segnalare tempestivamente il cambiamento di corsia

Pag. 49
Sosta in autostrada In caso di ingorgo su strade extraurbane
Corsia di emergenza principali o autostrade:
Sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli delle autostrade è -se la corsia di emergenza manca o non è sufficiente
consentito sostare solo in situazioni di emergenza dovute a alla circolazione dei veicoli di polizia o di soccorso,
malessere del conducente o dei passeggeri e ad inefficienza del il conducente del veicolo che occupa la prima corsia
veicolo. Si può sostare anche per una telefonata urgente, se non si ha di destra deve disporsi il più vicino possibile alla
il viva voce. Per la sosta si può utilizzare la corsia di emergenza, ma striscia di sinistra
non per più di tre ore.
E' consentito circolare sulle corsie per la sosta di emergenza -In caso di ingorgo il conducente può transitare
esclusivamente per arrestarsi per avaria del veicolo. sulla corsia per la sosta di emergenza solo per
Altri luoghi in cui è permessa la sosta sono le piazzole di sosta, in uscire dall'autostrada, a partire dal cartello di
cui si può sostare senza limiti di tempo, e le aree di servizio, in cui la preavviso di uscita posto a 500 metri dallo svincolo
sosta è limitata a 24h

Informazioni sui veicoli


Le autovetture sono omologate per 9 posti (compreso il conducente), il numero massimo di posti sulle autovetture è
indicato sulla carta di circolazione. Tutti i passeggeri dei veicoli a motore devono prendere posto in modo da non limitare la
libertà del conducente e da non impedirgli la visibilità. E' consentito il trasporto di un animale domestico, a condizione di non
costituire impedimento o pericolo per la guida. Se gli animali sono più di uno devono essere custoditi in gabbia o nel vano
posteriore, appositamente diviso da rete.
Sui motocicli è possibile trasportare un passeggero solo se il conducente ha compiuto sedici anni
ed il posto per il passeggero è previsto sulla carta di circolazione. Sui motocicli è vietato il trasporto di minori di anni
5. Sui motocicli è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati e che impediscano o limitino la
visibilità al conducente

Il carico dei veicoli deve essere sistemato in modo da non diminuire la visibilità al conducente
né impedirgli la libertà dei movimenti nella guida, bisogna inoltre evitarne la caduta o la
dispersione e non compromettere la stabilità del veicolo. Inoltre il carico non deve mascherare Il pannello raffigurato
dispositivi di illuminazione e di segnalazione visiva né le targhe di riconoscimento e i segnali indica il trasporto di merci
fatti col braccio. pericolose.

Sporgenze dai veicoli PANNELLO PER CARICHI SPORGENTI


Il carico trasportato non deve superare il limite di sagoma stabilito per ogni tipo di POSTERIORI
veicolo, se il carico sporge oltre la sagoma del veicolo, il conducente deve adottare
tutte le cautele idonee ad evitare pericolo agli altri utenti della strada.
Sui motoveicoli il carico può sporgere un massimo di 50 cm per ogni lato, con
nessuna sporgenza anteriore.
Sugli autoveicoli il carico può sporgere longitudinalmente dalla parte posteriore,
se costituito da cose indivisibili, fino ai 3/10 della lunghezza del veicolo (nel caso
di complessi di veicoli si tiene conto solo della motrice).
La sporgenza lateralmente fuori della sagoma del veicolo non può essere più di 30 Il pannello raffigurato deve essere
centimetri dalle luci di posizione anteriori e posteriori (comunque entro i limiti messo all'estremità del carico che
massimi di sagoma) sporge dietro al veicolo.
E' vietato trasportare o trainare cose che strisciano sul terreno, anche se in -deve essere retroriflettente
parte sostenute da ruote. -va usato anche se la sporgenza è
-la sporgenza longitudinale del carico, fino ai 3/10 della lunghezza del veicolo, poca
deve essere segnalata mediante uno o due pannelli quadrangolari -deve essere sistemato all'estremità
-se il carico sporge longitudinalmente per l'intera larghezza della parte posteriore del del carico sporgente dal veicolo, in
veicolo, i pannelli devono essere due, posti trasversalmente alle due estremità del carico modo che sia sempre ben visibile

I veicoli con massa superiore a 3,5T per trasporto merci, devono essere appositamente segnalati tramite pannello
posteriore e strisce laterali (bianche o gialle) e posteriori (rosse o gialle)

Motrice Rimorchio e semirimorchio


oltre 3,5t oltre 3,5t (autotreni o autoarticolati)

Traino di veicoli per avaria


Un veicolo che rimane bloccato per avaria può essere trainato, ove non espressamente vietato,
a meno che non sia un veicolo a due ruote.
Il traino di emergenza deve soddisfare i seguenti requisiti:
-si deve utilizzare un cavo di acciaio, una sbarra, una fune resistente od una
catena -il collegamento deve essere opportunamente segnalato
-il veicolo trainato deve essere segnalato tramite le quattro frecce, il triangolo o il pannello per carichi
sporgenti -il veicolo trainato deve essere guidato da un conducente in possesso di patente
La trasgressione ad uno o più di queste norme porta alla sottrazione di 2 punti dalla patente
Pag. 50
NORME RELATIVE AL TRAINO
Informazioni e cautele nel traino di un rimorchio: marcia, non si verifichino spostamenti, rovesciamenti,
- trainando un rimorchio leggero, bisogna considerare cadute o sfregamenti
che è maggiore la forza ribaltante esercitata dal vento - nei caravan, per ridurre il rischio di ribaltamento in
- trainare un rimorchio su strade con forti salite curva, occorre sistemare il carico degli oggetti pesanti in
fa aumentare la temperatura del liquido di modo da mantenere il baricentro il più basso possibile (il
raffreddamento del motore più possibile equilibrato tra lato destro e sinistro)
- se si traina un rimorchio aumenta lo spazio
di frenatura Organi di traino:
- nella svolta a destra con rimorchio bisogna fare - gli organi di traino devono essere di tipo omologato,
particolare attenzione a non salire con la ruota non possono essere riparati con saldature, nemmeno se
posteriore sul marciapiede presso officina specializzata
- quando si traina un rimorchio, bisogna considerare che - le parti meccaniche in movimento degli organi di traino
nelle curve strette la fascia di ingombro è maggiore di un autoveicolo e di un rimorchio devono essere
- prima di trainare un rimorchio, è opportuno accertarsi mantenute pulite e adeguatamente lubrificate
che gli impianti di illuminazione e di segnalazione - gli organi di traino di un veicolo non devono presentare
funzionino regolarmente e che dagli specchi giochi, deformazioni o incrinature
retrovisori che la visibilità sia adeguata - gli organi di traino di un veicolo devono consentire
- alla guida di un veicolo con rimorchio, nello svoltare a sufficienti oscillazioni in senso verticale tra motrice e
destra, bisogna fare particolare attenzione a non rimorchio, in modo da poter compensare le diverse
investire, con la ruota posteriore destra, eventuali inclinazioni dei veicoli dovute ai dislivelli stradali
pedoni che si trovino vicino al marciapiede - quando si traina un rimorchio occorre verificare che il
- trainando un rimorchio nelle forti discese, occorre carico verticale gravante sul gancio non ecceda il limite
tener conto della forza di spinta esercitata dal indicato dal costruttore su un'apposita targhetta
rimorchio sulla motrice applicata sul gancio di traino
- prima di effettuare qualsiasi manovra con il rimorchio - quando il gancio di traino non viene utilizzato, perché
agganciato è bene accertarsi che non vi siano cose e/o non si sta trainando un rimorchio, la sua parte sporgente
persone nel raggio di manovra del complesso dalla sagoma posteriore del veicolo deve essere sfilata,
- nelle curve il rimorchio tende a stringere perché smontata o ripiegata
percorre una traiettoria circolare con raggio inferiore alla
motrice Freni del rimorchio:
- trainare un rimorchio comporta un aumento - i rimorchi trainati da autovetture sono muniti, in genere,
dei consumi di carburante di freno ad inerzia
- i rimorchi devono avere targa propria - la frenatura del rimorchio dotato di freno a inerzia non
- nei veicoli dotati di sensori di parcheggio è avviene simultaneamente a quella della motrice, in
possibile agganciare un rimorchio quanto l'azionamento si ha solo dopo che il rimorchio ha
- nei centri abitati il conducente non deve lasciare in esercitato una spinta sulla motrice. L effetto della frenata
sosta un rimorchio staccato dalla motrice, salvo avviene quando il rimorchio si avvicina alla motrice, essa
diversa segnalazione frena circa un secondo prima del rimorchio
- in caso di prolungata inattività del rimorchio è - nei rimorchi con freno a inerzia, dopo un prolungato
consigliabile, se non è possibile sollevarlo da terra, periodo di inattività, i freni potrebbero aver perso
aumentare la pressione di gonfiaggio degli pneumatici efficienza a causa della ruggine
e cambiare periodicamente la loro superficie di - nel rimorchio è presente un dispositivo di sicurezza
appoggio, in modo da evitare la loro ovalizzazione che, in caso di sganciamento accidentale, aziona
- la pressione degli pneumatici del rimorchio non automaticamente il freno di stazionamento
deve essere uguale a quelli della motrice - quando si lascia un rimorchio in sosta occorre azionare
- occorre effettuare il collegamento elettrico fra la leva del freno di stazionamento e, in caso di strada in
motrice e rimorchio pendenza, è opportuno applicare dei cunei di arresto alle
ruote
Carico del rimorchio: - alla guida di un veicolo con rimorchio, durante una
- per una maggiore sicurezza, è consigliabile che nel frenata in marcia rettilinea, il carico trasportato tenderà a
rimorchio il carico venga sistemato in modo che gli spostarsi in avanti, durante una brusca accelerazione si
oggetti pesanti si trovino il più vicino possibile al suo sposterà all’indietro
asse
- quando si traina un rimorchio, specie se carico, si ha Rapporto di traino:
una sensibile riduzione della capacità di accelerazione Il rapporto di traino indica un rapporto di dimensioni tra
(ripresa) del veicolo motrice e rimorchio.
- trainando un rimorchio occorre verificare che il - il rapporto di traino per rimorchi dotati di freno di
carico gravante sul gancio non alteri l’assetto del servizio, fino a 3,5t è di 1
veicolo e l inclinazione del fascio luminoso dei fari - il rapporto di traino per rimorchi senza freno è di 0,5
- il conducente di un veicolo con rimorchio deve
sistemare la merce trasportata in modo che, durante la

Per marciare con un rimorchio dobbiamo dotarci di due assicurazioni, una intestata alla motrice, che vale durante la
marcia, ed una intestata al rimorchio, per il rischio statico, che vale mentre il rimorchio è fermo.

Pag. 51
ALTRI RISCHI PARTICOLARI DELLA CIRCOLAZIONE
Il conducente di un'autovettura deve considerare i rischi che, sulla strada, sono legati
alla presenza di veicoli con sagoma ridotta, come velocipedi, ciclomotori a due o tre ruote, o sagoma troppo ingombrante, come autobus ed
autocarri, dal momento che risulta maggiormente pericolosa la collisione tra veicoli dotati di masse (dimensioni) molto diverse tra loro.

MONTANTI INTERNI
Campo di visibilità
Nonostante le caratteristiche costruttive del veicolo rendano possibile un adeguato campo
di visibilità, durante la guida il conducente deve attentamente visualizzare l'area
antistante e limitrofa. Il campo di visibilità può essere ridotto sia da uno dei poggiatesta
sia da elementi della carrozzeria della propria autovettura che possono impedire
accidentalmente l'avvistamento di altri utenti della strada (ad esempio i montanti interni).
Per consentire una adeguata visibilità è vietato applicare pellicole adesive sul parabrezza e sui vetri
laterali anteriori dei veicoli.

Velocipedi
Bisogna prestare particolare attenzione alla presenza nel traffico di velocipedi utilizzati da
conducenti giovanissimi e inesperti o da anziani, questi ultimi eseguono con difficoltà e lentezza la
torsione del busto a causa dell'età avanzata.
Ricordiamo che per un ciclista che si accinge ad effettuare una manovra è molto difficile valutare la
velocità di avvicinamento dei veicoli a motore presenti nel traffico, specie durante la svolta a sinistra.

Ciclomotori
Il conducente di un'autovettura deve costantemente ricordare il rischio derivante dalla presenza nel traffico
di ciclomotoristi dotati di limitata esperienza di guida a causa della giovane età.
La manovra di svolta a sinistra è particolarmente pericolosa per un ciclomotore che deve interferire con
la traiettoria di una o più colonne di veicoli più veloci sopraggiungenti nella stessa direzione.
E' compito del conducente di un'autovettura, valutare in relazione alla propria velocità, la distanza che lo separa da
un ciclomotorista che si accinge a svoltare, prevedere manovre improvvise, come il procedere a zig-zag, rispettare la
distanza di sicurezza laterale, evitare deviazioni trasversali, anche modeste, del proprio veicolo.

Ciclomotori a tre ruote


Il conducente di autovettura deve conoscere i rischi derivanti dalla presenza, soprattutto su strade extraurbane, di
mezzi particolarmente lenti, come ciclomotori a tre ruote: per un'autovettura che procede a velocità sostenuta, infatti,
pur rispettando i limiti su strada extraurbana a due sole corsie, un ciclomotore a tre ruote costituisce un potenziale
pericolo, soprattutto se effettua manovre improvvise.

Fuoristrada (Suv)
Il conducente di un fuoristrada (Suv) deve guidare con la massima prudenza, PARAURTI "BULL BARS"
consapevole che l'altezza e la massa del proprio veicolo costituiscono un potenziale
pericolo per pedoni, ciclisti e autovetture di modeste dimensioni. Bisogna considerare
i gravi danni che i paraurti sporgenti e rafforzati (Bull Bars) del proprio mezzo
possono determinare nel caso di impatto con veicoli più piccoli.
Per tanto a guida di tale veicolo è particolarmente impegnativa in città e che richiede particolari
cautele soprattutto nelle manovre di emergenza.

Autocarri
La limitata visuale offerta dal parabrezza degli autocarri nella zona immediatamente antistante il veicolo rende
pericolosa la fermata di tali mezzi in colonna, qualora siano presenti pedoni o mezzi a due ruote, pertanto il
conducente di un autocarro fermo al semaforo deve prevedere la presenza di pedoni e ciclisti il cui
avvistamento è precluso dalla sagoma del proprio veicolo.

Circolando dietro ad un veicolo che trasporta un carico instabile


Circolando dietro ad un veicolo che trasporta un carico in pericolo di cadere, bisogna stare attenti,
soprattutto quando frena o svolta, per la possibile caduta della merce trasportata, la segnalazione di svolta infatti
potrebbe essere resa poco visibile dalla merce penzolante. E' opportuno aumentare la distanza di sicurezza, specie se
si è in salita, e sorpassare appena possibile. E' bene avvertire il conducente del pericolo (se possibile).

Pag. 52
18 - DISPOSITIVI DI ILLUMINAZIONE
La maggior parte delle informazioni necessarie per una guida corretta e sicura vengono veicolate tramite segnali
luminosi, per tanto è necessario che l impianto di illuminazione del veicolo sia sempre omologato e mantenuto in
perfetta efficienza.
Le principali luci di cui è dotato il veicolo sono:
Luci di posizione: -Durante la marcia, in caso di scarsa visibilità per
Servono a segnalare l ingombro del veicolo su strada, condizioni atmosferiche (neve, pioggia, nebbia), è
per tanto non illuminano la strada, ma illuminano il obbligatorio tenere accese le luci di posizione e quelle
veicolo, per renderlo sempre il più possibile visibile. anabbaglianti. In caso di nebbia con visibilità inferiore a
Sono di colore bianco se anteriori e rosso se posteriori. 50 metri, bisogna usare la
Non si possono sostituire ai catadiottri o alle luci luce posteriore per nebbia, se il veicolo ne è dotato
anabbaglianti, che hanno una funzione diversa. -Di notte, nei centri abitati, il veicolo in sosta al margine
Ricordiamo infine che queste luci sono slegate dall della carreggiata, può essere segnalato con le luci di sosta
illuminazione interna dello specchietto. (luci non obbligatorie che indicano la sosta di un veicolo
nei centri abitati)
Luci anabbaglianti:
Illuminano la strada per una certa distanza senza Altri dispositivi di illuminazione
abbagliare, possono essere regolate in altezza, tramite un
comando interno al veicolo. Sono luci direzionate, in Catadiottri:
basso e a destra per evitare di dare fastidio a chi procede I catadiottri sono dispositivi che riflettono la luce (non
nel senso opposto, per questo un orientamento errato hanno luce propria), hanno la funzione di indicare, se
può causare abbagliamento per i conducenti di fronte a illuminati dalle luci degli altri utenti della strada, la
noi. Possono essere sostituite dalle LUCI DI MARCIA presenza e l'ingombro dei veicoli su cui sono applicati,
DIURNA, che garantiscono un minor consumo. rendendo, ad esempio, più visibile un veicolo guasto, nel
caso in cui non funzionino le luci di posizione posteriori.
Luci abbaglianti: Vengono installati su veicoli e rimorchi. Ricordiamo che
Luci di profondità, illuminano la strada e possono non possono sostituire luci di posizione o indicatori di
abbagliare chi viene di fronte. Si usano fuori dai centri direzione.
abitati in caso di scarsa illuminazione, mentre sono
vietate in città, incrociando altri veicoli o se si segue un -I catadiottri installati nella parte posteriore dei veicoli
veicolo a breve distanza. E consentito l uso intermittente sono di colore rosso
dei proiettori di profondità (a luce abbagliante), dentro e -I catadiottri installati nella parte posteriore di rimorchi e
fuori città, sia di giorno che di notte, per dare carrelli-appendice sono di colore rosso e di forma
avvertimenti utili al fine di evitare incidenti (ad esempio triangolare
per avvertire di un sorpasso). -I catadiottri installati sulla parte davanti di rimorchi e
carrelli-appendice sono di colore bianco
Uso degli abbaglianti:
-L uso dei proiettori a luce abbagliante è vietato, Luci di targa:
di norma, durante la marcia nei centri abitati La targa posteriore di un autoveicolo viene illuminata da
-L uso dei proiettori a luce abbagliante è necessario, queste luci bianche, per consentire una facile lettura dei
fuori dei centri abitati, quando l illuminazione pubblica è caratteri che la compongono. L uso di queste luci è
insufficiente e non si incrociano altri veicoli, ma vanno obbligatorio, insieme a quelle di posizione ed
sostituiti con i proiettori a luce anabbagliante quando si anabbaglianti.
incrociano altri veicoli o pedoni
Indicatori di direzione (frecce):
Uso delle luci: L’uso delle frecce è obbligatorio per segnalare:
-Nei centri abitati, è obbligatorio tenere accese le luci -qualsiasi cambio di corsia, su qualsiasi tipo di strada
anabbaglianti, le luci di posizione e quelle di targa, da -tutti i tipi di svolta, su qualsiasi tipo di strada -
mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del fermate
suo sorgere, fuori dai centri abitati è obbligatorio fare -operazioni di immissione nella circolazione
uso di queste luci , sia di giorno che di notte. -quando ci si vuole spostare sulle corsie di decelerazione
delle autostrade
Inoltre: -per accedere a passi carrabili
-E' obbligatorio accendere i proiettori anabbaglianti, -in tutte le fasi del sorpasso (non si devono mantenere in
anche di giorno, quando si transita in galleria funzione per 500mt dopo aver concluso il sorpasso)
-Durante la marcia nelle ore notturne, l'uso delle luci -in tutti i casi di parcheggio, anche a sinistra, su strade a
anabbaglianti è obbligatorio anche se l'illuminazione senso unico
pubblica è sufficiente -durante la retromarcia

Pag. 53
Spie delle luci: batteria (in questi casi non si tratta di batteria
scarica, sovraccarica, e non obbliga a sostituire
la batteria o invertire i morsetti)

Il simbolo raffigurato è posto sul comando di


accensione dei proiettori di profondità, la spia è
di colore blu Una spia di colore rosso contrassegnata dal simbolo
di figura, se accesa durante la marcia, indica
insufficiente pressione dell’olio di lubrificazione
del motore. In questo caso occorre arrestare il
veicolo il prima possibile (non da informazioni sulla
temperatura, densità o sul consumo dell olio, inoltre
Il simbolo raffigurato è posto sul comando di
non ci richiede di cambiare l olio).
accensione dei proiettori anabbaglianti, la spia
è di colore verde

Una spia di colore rosso contrassegnata dal simbolo


Il simbolo raffigurato si trova sulla spia a luce verde di figura, se accesa durante la marcia, può segnalare
lampeggiante dell'indicatore di direzione azionato il funzionamento difettoso di una parte
dell’impianto frenante (ad esempio eccessiva
usura delle guarnizioni degli elementi frenanti o
scarso livello del liquido idraulico dei freni). La spia
ci indica di provvedere rapidamente a una
manutenzione o riparazione dell impianto frenante
Il simbolo raffigurato indica il comando per (la spia non da informazioni circa il tagliando, la
azionare la segnalazione luminosa di pericolo, revisione, la centralina elettronica o l impianto
esso provoca l'accensione contemporanea di tutti elettrico, ne tantomeno riguardo l estintore o la
gli indicatori di direzione. E posto su una spia di chiusura delle portiere).
colore rosso.

Il simbolo raffigurato è posto su una spia di colore


Una spia accesa di colore rosso, contrassegnata dal rosso ed indica che il conducente o un passeggero
simbolo di figura, indica un eccessivo riscaldamento non hanno indossato le cinture di sicurezza, se
del motore, causato dall’eccessiva temperatura del accesa durante la marcia, è in genere abbinata ad un
liquido di raffreddamento del motore (non da segnale acustico in funzione. Questa spia non può
informazioni circa il livello del liquido, o sull olio di essere disattivata.
lubrificazione)
Altre spie sono:
-spia delle luci fendinebbia, gialle se posteriori,
verdi se anteriori
-spia del dispositivo per sbrinare o disappannare il
parabrezza o il lunotto posteriore, di colore giallo
Una spia di colore rosso contrassegnata dal simbolo di
figura, se accesa durante la marcia, indica che il
generatore di corrente (alternatore) non carica la

Pag. 54
19 - SISTEMI DI RITENUTA

Cinture di sicurezza bambino che possono accogliere, devono sempre essere


Le cinture di sicurezza hanno il compito di mantenere il corpo omologati e non possono MAI essere costruiti artigianalmente
attaccato al sedile, proteggendolo da urti contro le parti interne (nemmeno se approvati da esperto ASL).
del veicolo o con il parabrezza, limitando i danni in caso di -I bambini inferiori a 1,50 mt di altezza devono usare un
incidente. seggiolino.
Devono essere di tipo approvato e devono essere indossate da -I bambini di età inferiore a a 3 anni non possono viaggiare senza
TUTTI i passeggeri oltre che dal conducente. Eventuali modifiche, seggiolino.
alterazioni o ostacoli alla cintura di sicurezza vengono punite con -I bambini di età superiore ai 3 anni possono viaggiare sui sedili
sanzioni. anteriori di un autovettura sprovvista di sistemi di ritenuta,
solo se la loro statura supera 1,50 metri e indossano le cinture
Sono esentati da tale obbligo: di sicurezza.
-Polizia e Forze Armate, in servizio -I bambini di età superiore ai 3 anni possono viaggiare sui sedili
-Istruttori di guida, durante lo svolgimento della loro posteriori di un autovettura sprovvista di sistemi di ritenuta, solo
professione -Donne in stato di gravidanza, particolarmente al se accompagnati da un adulto.
rischio, in possesso di certificato -Se ci sono bambini che viaggiano sul sedile anteriore,
-Persone che soffrono di particolari malattie, con utilizzando un seggiolino con lo schienale rivolto verso il
apposito certificato parabrezza, dobbiamo assicurarci che l airbag venga disattivato
tramite apposito comando. Se il veicolo non possiede tale
Le cinture devono essere allacciate in qualunque situazione, comando allora è vietato posizionare il seggiolino in questo
per qualsiasi tratto di strada, a qualsiasi velocità. modo.
La presenza dell airbag non ci esenta dal loro uso. E necessario
un controllo periodico della loro efficienza e del loro stato di Airbag
usura. L airbag è un dispositivo di sicurezza costituito da un cuscino
Le persone obese non possono usare strumenti che non tengano gonfiabile di nylon o di altro materiale sintetico, che entra in
la cintura aderente al corpo. funzione in caso di incidente stradale con urto violento.
L efficacia delle cinture è integrata dall uso del poggiatesta, che, Viene gonfiato in pochi millisecondi dai gas di scarico prodotti da
se correttamente regolato, aiuta a prevenire il colpo di frusta. un esplosione, azionata da un sensore, per questo motivo può
Non è possibile disabilitare la spia che indica il mancato essere pericoloso se si attiva mentre non si indossa la cintura di
agganciamento delle cinture sicurezza.
Inoltre: le domande contenenti le parole arrotolatore Non possiamo tarare il sensore a nostro piacimento, ne effettuare
e pretensionatore, sono sempre false. prove di efficienza dell airbag stesso.
L efficacia dell airbag è garantita solo se abbinata all uso delle
Seggiolini cinture di sicurezza.
I seggiolini sono sistemi di ritenuta per bambini, classificati
in gruppi, in funzione del peso del

Casco Abbigliamento motociclistico


Il casco evita l urto della testa in caso di incidente. Ne esistono L abbigliamento per uso motociclistico dovrebbe essere
diverse tipologie (apribile, integrale, jet, demi-jet) e deve essere sempre comodo, garantire protezione da urti, cadute ed
sempre omologato, perfettamente integro, di taglia adatta e ben intemperie e rendere il più possibile visibile il conducente.
allacciato, per garantirne la massima efficacia, meglio se corredato
di visiera, per proteggerci dall'impatto con insetti. Giaccone e pantaloni:
Il casco integrale è utile anche se usato sui ciclomotori o su Devono proteggere da urti, abrasioni e strisciamento, meglio se
zone ad alta densità di circolazione. corredati da inserti rigidi protettivi delle articolazioni. Sono
Il suo uso è obbligatorio per ogni tipo di motociclo o sottoposti a prove di resistenza ad abrasione ed impatto (non
ciclomotore, a parte queste eccezioni: al lavaggio).
-ciclomotori e motoveicoli a 3 o 4 ruote dotati di
carrozzeria chiusa I guanti:
-ciclomotori e motocicli a 2 o 3 ruote dotati di cellula di Devono essere omologati, possono avere diverse imbottiture a
sicurezza e appositi sistemi di ritenuta seconda della stagione, proteggono il dorso ed il palmo della
Il casco subisce un processo di invecchiamento legato a luce mano senza pericolo di essere sfilati, grazie a speciali sistemi di
e calore, per tanto è necessario cambiarlo dopo alcuni anni. aggancio. Garantiscono una corretta sensibilità ed una presa
E' necessario sostituirlo dopo forti urti, anche se non sicura sui comandi.
mostra deformazioni sulla calotta esterna
Non deve essere pulito con benzina o solventi corrosivi, non Gli stivali
devono esservi applicati vernici o adesivi, che potrebbero Sono omologati secondo norme internazionali, vengono
compromettere la robustezza della calotta esterna, la visiera progettati liberi da stringhe e lacci, per non dare impedimento e
deve essere sempre pulita e garantire la massima visibilità. Il non essere scalzati in caso di urto, proteggono da abrasioni,
sistema di aerazione del casco limita il pericolo di distorsioni e freddo. Inoltre non sono realizzati in acciaio o
appannamento della visiera, i fori dovrebbero restare interamente in gomma ignifuga e non proteggono fin sopra il
sempre aperti. ginocchio. Non è possibile sostituirli con calzature sportive, da
Non indossare il casco porta alla perdita di punti. trekking, caccia, pesca o alpinismo.
Pag. 55
20 - PATENTI

Età A B
14 AM
Ciclomotori
2-3-4 ruote
50cm
4kw
Per guidare in Europa bisogna avere 16 anni
16 A1 B1
(Permette la guida di AM) (Permette la guida di AM)

125cm Quadricicli Non Leggeri


2 ruote 11 kw 400 kg (trasporto persone)
550 kg (trasporto merci)
3 ruote – 15 kw

15 kw
18 A2 B
(Permette la guida di AM+A1) (Permette la guida di AM+B1 e A1 solo in Italia)

2 ruote 35 kw Si possono guidare complessi di veicoli (motrice e


3 ruote – 15 kw rimorchio) fino a 3,5T
– 3 ruote 15 kw (oltre 15 bisogna avere 21 anni)
(Non si possono guidare veicoli derivati da una
versione dello stesso modello che sviluppi oltre B96
il doppio della potenza (Si può conseguire contemporaneamente alla B)
massima)
Si possono guidare complessi di veicoli (motrice e
rimorchio) fino a 4,25T

BE
(NON si può conseguire contemporaneamente alla
B)

Si possono guidare complessi di veicoli composti da


motrice fino a 3,5T e rimorchio fino a 3,5T
20 A (accesso graduale)
(Permette la guida di AM+A1+A2)

Solo se si è in possesso di patente A2


Si possono guidare tutti i motocicli di
qualsiasi cilindrata
3 ruote 15 kw (oltre 15 bisogna avere 21 anni)
24 A (accesso diretto)
(Permette la guida di AM+A1+A2)

Se non si è in possesso di A2
Si possono guidare tutti i motocicli di
qualsiasi cilindrata
3 ruote 15 kw (oltre 15 bisogna avere 21 anni)

Con patenti di cat, A è possibile guidare Macchine Agricole Non Eccezionali entro i limiti
di sagoma
Con patenti di cat, B è possibile guidare Macchine Operatrici Non Eccezionali (entro i limiti di sagoma) e
Macchine Agricole anche Eccezionali

Pag. 56
PATENTI A
AM A1
La patente AM si può conseguire a 14 anni di età, A La patente di categoria A1 può essere conseguita da
seguito di esame teorico e pratico, anche se si è chi ha almeno 16 anni di età.
maggiorenni.
Con la patente di categoria A1 si possono condurre:
Con la patente di categoria AM si possono condurre :  i motocicli (con o senza carrozzetta) di
 i ciclomotori a due ruote cilindrata fino a 125 cm3, potenza non
 i ciclomotori a tre ruote superiore a 11 kW e rapporto potenza/peso
 i quadricicli leggeri non superiore a 0,1 kW/kg
 i tricicli a motore di potenza non superiore a
La patente AM abilita alla guida di ciclomotori con 15 kW
motore termico non superiore a 50 cm3 e potenza  le macchine agricole che rientrano nei limiti
non superiore a 4 kW di sagoma e di massa previsti per i
motoveicoli
Per condurre i ciclomotori in tutti i paesi dell Unione
Europea è necessario aver compiuto 16 anni La patente di categoria A1 abilita anche alla guida dei
veicoli che si possono condurre con la patente AM

Non diventa automaticamente A2, trascorsi due anni.


A2 A
La patente di categoria A2 può essere conseguita da Con la patente di categoria A si possono condurre:
chi ha almeno 18 anni di età, anche se non si era in  tutti i motocicli (con o senza carrozzetta)
possesso di patenti inferiori.  tutti i tricicli a motore (se di potenza
superiore a 15 kW, il conducente deve avere
Con la patente di categoria A2 si possono condurre: almeno 21 anni di età)
 i motocicli (con o senza carrozzetta) di
potenza fino a 35 kW, rapporto potenza/peso La patente di categoria A può essere conseguita, con
non superiore a 0,2 kW/kg purché non siano accesso diretto, da chi non è già titolare di patente
derivati da una versione dello stesso modello A2 da almeno 2 anni, solo se ha compiuto 24 anni di
che sviluppi oltre il doppio della potenza età (senza ulteriori esami per guidare all'estero),
massima oppure può essere conseguita a 20 anni di età, con
 macchine agricole che rientrano nei limiti di accesso graduale, da chi è titolare di patente A2 da
sagoma e di massa dei motoveicoli almeno 2 anni

La patente di categoria A2 abilita anche alla guida dei La patente di categoria A abilita anche alla guida dei
veicoli che si possono condurre con le patenti A1 e AM veicoli che si possono condurre con le patenti A1, A2 e
AM
La patente di categoria A2 consente al titolare di
trasportare un passeggero solo se il posto del
passeggero è previsto sulla carta di circolazione del
veicolo

Il titolare di patente di categoria A2 da almeno due


anni, può conseguire la patente A che abilita alla guida
di tutti i motocicli, anche se ha meno di 24 anni

Pag. 57
PATENTI B
B1 B
La patente di categoria B1 può essere conseguita a 16 La patente di categoria B abilita a condurre:
anni di età.  gli autoveicoli di massa massima autorizzata
non superiore a 3,5 tonnellate destinati al
La patente di categoria B1 abilita a condurre: trasporto di non più di otto persone oltre al
 i quadricicli non leggeri di massa a vuoto conducente
non superiore a 400 chilogrammi (550  le autovetture, anche se trainanti un
chilogrammi per veicoli destinati al trasporto rimorchio leggero (massa fino a 750
merci), esclusa la massa delle batterie per i chilogrammi) purché la massa massima
veicoli elettrici, e con potenza massima non autorizzata del complesso non superi 3,5
superiore a 15 kW, tonnellate
ad esempio quadricicli non leggeri con  gli autocaravan di massa massima
manubrio (quad) autorizzata non superiore a 3,5 tonnellate
 le macchine agricole, comprese quelle
La patente di categoria B1 NON abilita anche alla definite eccezionali
guida dei veicoli che si possono condurre con la  le macchine operatrici non eccezionali
patente A1  i veicoli che si possono condurre con la
patente A1, ma solo sul territorio nazionale
Il titolare della patente di categoria B1 che intende (Italia)
conseguire la patente di categoria B NON dovrà  la guida dei veicoli che si possono condurre
sostenere un esame teorico, si tratta invece di un con le patenti AM e B1
esame pratico  i tricicli a motore di potenza superiore a 15
kW (se si hanno più di 21 anni e solo in Italia)
 autocarri di massa massima autorizzata non
superiore a 3.500 chilogrammi anche se
trainanti un rimorchio leggero (massa fino a
750 chilogrammi)
 tutti i tipi di quadricicli a motore

B96 BE
La patente di categoria B con codice armonizzato 96, La patente di categoria BE abilita a condurre:
consente di guidare:  complessi di veicoli composti da un
 autoveicoli trainanti un rimorchio non autoveicolo di massa massima autorizzata
leggero (oltre 750 chilogrammi), purché la fino a 3.500 chilogrammi e da un rimorchio
massa massima autorizzata del complesso di massa fino a 3.500 chilogrammi, anche se
non sia superiore a 4.250 chilogrammi la massa del complesso veicolare è superiore
 un'autovettura che traina un rimorchio non a 4.250 chilogrammi
leggero (oltre 750 chilogrammi), con massa  un’autovettura che traina un rimorchio di
massima autorizzata del complesso massa massima autorizzata di 2.000
superiore a 3.500 chilogrammi ma non chilogrammi e massa massima autorizzata
superiore a 4.250 chilogrammi del complesso veicolare pari a 4.500
chilogrammi
La patente di categoria B con codice armonizzato 96,  autotreni composti da un autoveicolo di
può essere conseguita contestualmente o massa massima autorizzata fino a 3.500
successivamente al conseguimento della patente di chilogrammi e da un rimorchio di massa fino
categoria B, superando una prova di guida su specifico a 3.500 chilogrammi
veicolo  un autoveicolo di massa massima autorizzata
pari a 3.500 chilogrammi che traina un
rimorchio di massa massima autorizzata di
1.000 chilogrammi

La patente di categoria BE abilita anche alla guida dei


veicoli che si possono condurre con le patenti di
categoria AM, B1, B e B con codice armonizzato 96

La patente di categoria BE NON si può conseguire


contestualmente alla patente di categoria B

Pag. 58
SANZIONI E PROVVEDIMENTI
Infrazioni che comportano la perdita di punti:
RITIRO
E un provvedimento applicato per problemi alla documentazione. -Superare di oltre 10 km/h il limite di velocità
La patente viene immediatamente ritirata dalle forze dell’ordine, viene restituita -Mancato rispetto delle norme per l immissione nel
quando si dimostra di aver risolto il problema che ha causato il provvedimento flusso della circolazione
-Mancato rispetto delle norme che regolano il sorpasso
VERO FALSO - L'uso di telefono cellulare senza auricolare durante la
-Circolazione con carico sistemato male -Passeggero in stato di ebbrezza guida
-Patente scaduta -Circolare con una patente estera - Circolare senza casco o con lo stesso mal allacciato
-Non presentarsi ad esame di revisione -Pneumatici di dimensioni diverse - Il mancato rispetto della distanza di sicurezza,
-Violazioni con sanzioni accessorie alla -Ogni volta che si perdono punti con conseguente incidente
sospensione -Non avere con se carta di circolazione o - Il mancato utilizzo o l uso improprio delle luci durante
-Guida in stato di ebbrezza certificato di proprietà la guida
-Incidente con danni gravi a persone - Il trasporto in sovraccarico o sovrannumero del veicolo
- L omesso uso di lenti durante la guida
- Gareggiare in velocità su strade pubbliche
SOSPENSIONE - Circolare sulla corsia di emergenza in autostrada
La sospensione è una sanzione accessoria che deriva dalla violazione di alcuni - Guidare sotto l effetto di sostanze stupefacenti
articoli del codice della strada.
Viene proposta dalle forze dell ordine, ma viene confermata in seguito dal prefetto, NON comporta perdita di punti:
comporta l annullamento temporaneo della patente, che viene segnata come sospesa,
ma rimane al conducente, il quale può utilizzarla dopo un determinato periodo di - Sostare di fronte ad un passo carrabile
tempo prestabilito. - Circolare senza patente, carta di circolazione,
certificato di proprietà
VERO FALSO - Circolare con la revisione del veicolo scaduta
- Gareggiare su piste private
-Neopatentato che supera i limiti di -Circolare con patente sospesa
- Guidare il veicolo di un altro proprietario
velocità -Perdita dei requisiti psicofisici o morali
- Circolare in giorni festivi con autocarri fino a 3,5t
-Se si supera di oltre 40 km orari il limite -Azzeramento punti
- Guidare un autovettura con la patente C
massimo vigente -Superare di oltre 20 km/h i limiti
-Se si guidano veicoli per cui non si ha la -Guidare senza patente o con la stessa - Circolare su strade principali avendo conseguito
la patente da sei mesi
patente deteriorata
-Se si circola sulla corsia di emergenza -Non avere con se il triangolo di
quando non consentito emergenza
-Omissione di soccorso -Sostare sugli spazi riservati a disabili
-Se si circola con veicolo sequestrato -Non aver pagato il bollo
-Se si circola senza assicurazione o se la
stessa è stata modificata
-Guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di
stupefacenti (o per rifiuto di sottoporsi ai
test)

REVISIONE
La revisione della patente di guida può essere disposta quando sorgono dubbi che il
conducente sia ancora in possesso dei requisiti fisici e psichici prescritti. Può essere disposta dall’Ufficio Motorizzazione civile o
dal Prefetto e consiste nell obbligo di sottoporsi a visita medica e/o ad esame di idoneità tecnica.
Il conducente che non supera l esame di revisione della patente, subisce la revoca della patente stessa.

VERO FALSO
-Dubbi sull idoneità tecnica -Perdita accertata di requisiti psicofisici e
-Azzeramento punti morali
- Quando il titolare incorre, per tre volte in -Se si incorre per DUE volte in infrazioni
un anno, in un infrazione che comporta la con perdita di 5 punti
perdita di almeno 5 punti -Revisione scaduta
-Guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di -Circolazione su auto storica
stupefacenti -Guida senza patente
-Incidente con lesioni gravi a persone

REVOCA
La patente viene ritirata definitivamente per la perdita permanente ed accertata dei requisiti psicofisici.
La revoca viene imposta da prefetto o motorizzazione.

VERO FALSO
-Guida con sospensione -Patente scaduta
-Bocciatura ad esame di revisione -Guida senza lenti
-Guida contromano in autostrada -Perdita temporanea dei requisiti
-Per cambio patente con una estera -Guida senza patente

Pag. 59
LIMITAZIONI NEOPATENTATI
(Si è neopatentati per i primi 3 anni)

Per i primi 3 anni ci si deve attenere alle limitazioni di velocità (90-100)


Per il primo anno si possono guidare autoveicoli fino a 55kw e autovetture fino a 70 kw

VALIDITA PATENTI PATENTE A PUNTI

ETA ANNI La patente viene rilasciata con 20 punti,


che possono essere aggiunti o decurtati,
18-50 10 fino ad un massimo di 15 complessivamente
50-70 5
Ogni due anni se non commettiamo
70-80 3 infrazioni guadagniamo punti
80- 2
B Speciale -Se abbiamo 20 o più punti guadagniamo
due punti ogni due anni fino ad un massimo di 30
18 – 70 5
-Se abbiamo meno di 20 punti ci
vengono ricaricati tutti i punti

Se si è neopatentati si ricevono 3 punti, ma


possono esserne decurtati il doppio del
normale
Il corso in autoscuola abilita
al recupero massimo di 6 punti

TARGHE DI IMMATRICOLAZIONE
Gli autoveicoli devono essere muniti, anteriormente e posteriormente di una targa identificativa con i dati
di immatricolazione sempre ben leggibili.

Rimorchi:i motoveicoli e i rimorchi devono essere muniti di una targa posteriore con i dati di immatricolazione; sulla
targa dei rimorchi è riportata in rosso la parola RIMORCHIO.

Carrelli appendice: quando sono agganciati ad una motrice devono essere muniti posteriormente di una
targa ripetitrice dei dati della motrice stessa; tale targa è di colore giallo con una lettera R in rosso.

Targa prova:i veicoli che circolano su strada per prove tecniche, dimostrazioni o trasferimenti possono essere
autorizzati alla circolazione di prova su strade pubbliche, purché espongano la targa prova posteriore.

Principiante:gli autoveicoli usati per le esercitazioni di guida devono essere muniti, sia anteriormente che posteriormente,
di appositi pannelli retroflettenti recanti la lettera P.

USO DI LENTI E DI DETERMINATI APPARECCHI DURANTE LA GUIDA

E vietato al conducente di far uso durante la marcia di cellulari o di usare cuffie sonore; è consentito l uso di apparecchi
a viva voce o dotati di auricolare.

Si debbono usare gli occhiali da vista o le lenti a contatto se sulla patente è indicato tale obbligo, mediante l inserimento
del codice armonizzato 01. L obbligo vale per tutte le 24 ore, su ogni strada e qualunque siano le condizioni di visibilità.

Pag. 60
21 - INCIDENTI
Il conducente coinvolto in un incidente stradale ha l'obbligo di fermarsi e di prestare assistenza agli eventuali feriti. Deve fornire le
proprie generalità e gli estremi della patente, della targa e dell'assicurazione del veicolo alle persone danneggiate, ed evitare che
vengano modificate le tracce, se occorre sarà così possibile ricostruire la dinamica dell'incidente. Il conducente può inoltre avvalersi, per la
denunzia all'assicurazione, degli appositi moduli prestampati, forniti dalla propria assicurazione.

I tamponamenti stradali avvengono principalmente per la forte velocità, per il mancato rispetto della distanza di sicurezza e per la
disattenzione del conducente.
La causa principale di incidenti è di norma, quindi, il comportamento umano. In alcuni casi però entrano in gioco anche altri fattori.

Causa probabile di incidenti dovuti alla struttura  su una strada innevata l'aderenza del veicolo non è
della strada può essere: minore rispetto ad una strada ghiacciata
 ristrettezza della strada
 mancata segnalazione degli incroci In caso di infossamento su neve o sabbia:
 mancanza di segnaletica orizzontale  non riuscendo a spostare il veicolo, è consigliabile
 fondo stradale deformato o scivoloso inserire sotto la ruota che slitta qualcosa che faccia
 presenza di strettoie non segnalate  attrito (pezzi di legno, tappeti del veicolo, ecc.)
 non riuscendo a partire con la prima marcia è
In caso di pioggia occorre: opportuno innestare una marcia superiore
 ridurre la velocità
 tenere in funzione i tergicristalli In presenza di tratti di strada ghiacciati è opportuno:
 aumentare la distanza di sicurezza  procedere a velocità moderata
 evitare l'appannamento dei vetri   aumentare la distanza di sicurezza
 manovrare con prudenza lo sterzo  distanziarsi dalla traiettoria dei veicoli che si
 incrociano
Non occorre invece:  in discesa, procedere con marce basse
 coprire il radiatore con l'apposita mascherina   evitare brusche accelerazioni
 frenare energicamente  usare maggiore attenzione nel transito su zone in
 utilizzare le quattro frecce  ombra
 procedere con il pedale della frizione abbassato  innestare la doppia trazione, se il veicolo ne è
provvisto
Il fenomeno dell'aquaplaning:
 fa scivolare le ruote sullo strato di acqua, In caso di nebbia fitta è opportuno:
diminuendo l'aderenza  lasciarsi guidare dalla segnaletica orizzontale

 inizia a velocità più bassa se il pneumatico è  procedere ad una velocità adeguata alla visibilità
molto consumato   fermarsi, se necessario, fuori dalla carreggiata
 si verifica più facilmente nei veicoli più leggeri  se si è costretti a fermarsi sulla carreggiata, usare la
 si verifica più facilmente ad alta velocità segnalazione luminosa di pericolo (quattro frecce
 diminuisce nelle carreggiate a forte pendenza laterale  lampeggianti simultaneamente)
 dipende dallo spessore e dal disegno del battistrada  evitare di fermarsi sulla carreggiata, se non per cause
 di forza maggiore
Su strade coperte di neve occorre:  accendere i proiettori fendinebbia o, in mancanza,
 moderare la velocità ed aumentare la distanza quelli anabbaglianti
di sicurezza  guidare con la massima prudenza e concentrazione
  evitare brusche manovre, frenate o accelerazioni
 montare pneumatici invernali su tutte le ruote oppure
catene sulle ruote motrici

Percorrendo un lungo tunnel o traforo: -in caso d'incendio, bisogna abbandonare velocemente il veicolo,
-in caso di formazione di lunghe file di seguendo le istruzioni vocali del personale di servizio o dei vigili
VIE DI FUGA
veicoli, è opportuno aumentare la distanza di del fuoco e la segnaletica che porta alle vie di fuga o ai luoghi
sicurezza, per scongiurare, in caso sicuri protetti da porte tagliafuoco
d'incendio, il rapido propagarsi delle fiamme
-in caso di formazione di lunghe file di -è opportuno che vi sia il controllo di un adulto, durante la
veicoli, è opportuno aumentare la distanza di ESTINTORE salita e discesa di un bambino
sicurezza, per scongiurare, in caso
d'incendio, il rapido propagarsi delle fiamme Veicoli a due ruote:
-in caso d'incendio, bisogna abbandonare velocemente il veicolo, -sono sempre meno visibili, data la ridotta sagoma
seguendo la segnaletica che porta alle vie di fuga o ai luoghi sicuri -durante la circolazione su strada, per rendersi maggiormente
protetti da porte tagliafuoco visibili, i motocicli devono tenere accesi i proiettori anabbaglianti
-in caso d'incendio, bisogna attenersi alle istruzioni vocali anche di giorno
del personale di servizio o dei vigili del fuoco, per evitare di -nell'attraversamento degli incroci o in caso di traffico intenso, si
incamminarsi nella direzione sbagliata deve sempre considerare la possibilità che sopraggiunga, senza
che sia visibile a distanza, un veicolo a motore a due ruote che ha
Quando bisogna far salire o scendere un passeggero: sorpassato i veicoli fermi
-è opportuno che ciò avvenga dal lato del marciapiede o, in
mancanza, dal lato opposto al traffico Punti pericolosi per la circolazione dei veicoli a due ruote, su
-bisogna aprire la portiera solamente quando non si strada a fondo bagnato:
causa pericolo agli altri utenti della strada -rotaie del tram
-bisogna farlo attendere fino a che il veicolo sia -strisce pedonali dipinte sulla carreggiata
completamente fermo -tombini presenti sulla carreggiata
Pag. 61
22 - ASSICURAZIONE, RESPONSABILITA CIVILE E PENALE
R.C.A.
L'assicurazione obbligatoria RCA è un contratto obbligatorio, valido in tutti i paesi dell Unione Europea, che copre i danni subiti dai
terzi trasportati in aree pubbliche o aperte al pubblico, se il veicolo è autorizzato al trasporto di persone.
Copre esclusivamente la responsabilità civile, non quella penale o eventuali sanzioni amministrative, e mai per danni superiori
ai massimali.
Quando l'assicurazione per la responsabilità civile auto è scaduta di validità si incorre in una sanzione o nella confisca del veicolo, se si
circola o si lascia in sosta il veicolo sulle strade pubbliche (non si può nemmeno scegliere di risarcire personalmente eventuali danni
causati). Per rimettere il veicolo in circolazione, dopo che l assicurazione è scaduta, non è necessario un collaudo del veicolo stesso.

L’assicurazione deve rilasciare:


-l'attestato di rischio
-il certificato di assicurazione (da tenere sempre a bordo)

Risarcimento diretto
Il risarcimento diretto nei sinistri stradali si applica se vi sono danni al veicolo e lesioni di lieve entità al conducente, consiste nel
rivolgersi, per il risarcimento, direttamente alla propria compagnia assicurativa. La procedura di risarcimento diretto non è applicabile
se vi sono più di due veicoli coinvolti e non necessita di fotografie obbligatorie.

Kasko
Assicurazione facoltativa che copre i danni per incidente, furto, incendio (intenzionale e casuale) ed atti vandalici subiti dal nostro
veicolo. Il risarcimento non può essere superiore al valore del veicolo e non prevede un vitalizio. In caso di incidente all estero bisogna
ripetere la denuncia in Italia. Non è condizionata dalla presenza di staccabatterie o antifurto.

Fondo di garanzia per le vittime della strada


Fondo stanziato dalla CONSAP, che copre i danni derivati da incidenti provocati da veicoli non assicurati o da conducenti non
identificati (non conducenti minorenni). Non garantisce un vitalizio e non si tratta di una convenzione facoltativa o di un premio.

Premio di assicurazione
Costo dell assicurazione, da pagare affinché ci risarcisca.

Bonus malus
Tipo di contratto assicurativo valido per tutti i veicoli e rimorchi, che consiste in una variazione del premio in base al numero di incidenti
causati, in relazione ad una classe di merito. Non viene automaticamente annullato se si commettono più incidenti. Il contratto bonus malus
non viene stabilito dal giudice.

Massimali
Importi massimi pagati dall assicurazione, possono essere aumentate ma non diminuite oltre il limite di legge. Non aumentano ogni anno
e non vengono restituite se non si commettono incidenti.

La responsabilità civile connessa al sinistro stradale: Chi è penalmente e civilmente responsabile di un


-consiste nell'obbligo di risarcire i danni causati sia alle sinistro stradale:
persone che alle cose -è soggetto alle pene previste dal Codice Penale
-ricade sul proprietario e sul conducente del veicolo (a -è tenuto al risarcimento dei danni
meno che il proprietario non dimostri che il veicolo era -qualora abbia violato norme del Codice della strada è
guidato contro la sua volontà anche soggetto alle relative sanzioni
-obbliga il responsabile al risarcimento del danno -può incorrere (in alcuni casi, non sempre) in
-è indipendente dalla responsabilità penale e sospensione, revisione o revoca
dalla responsabilità amministrativa -non si è soggetti ad arresto preventivo (tranne in caso
-è basata sul principio che ogni danno causato deve di omissione di soccorso)
essere risarcito
-non è aggravata dalla mancata copertura assicurativa La responsabilità penale connessa al sinistro
-non grava sull impresa assicuratrice per danni stradale sorge:
superiori ai massimali -qualora esso provochi lesioni gravi a persone
-anche in caso di omicidio colposo
Chi è civilmente obbligato a risarcire i -vengano violate norme contemplate dal Codice Penale
danni provocati da un sinistro stradale: -nei confronti del solo conducente del veicolo
-si libera dall'obbligo (non dalla responsabilità penale)
se risarcisce il danneggiato La responsabilità penale connessa al sinistro
-può accordarsi con il danneggiato circa il valore stradale è esclusa:
del risarcimento -quando il fatto non sia considerato un reato
-può far riparare il proprio autoveicolo -quando il fatto dipende da causa di forza maggiore
-può farsi assistere da un consulente
d'infortunistica stradale

Pag. 62
23 - PRIMO SOCCORSO

Soccorrere un infortunato della strada è non solo dovere morale, ma anche obbligo di legge. Interventi di primo
soccorso possono salvare la vita al ferito, evitando che subisca ulteriori danni fisici.
Il fine del primo soccorso è quello di cercare di mantenere in vita il ferito con semplici e immediati interventi, in attesa
che arrivi il soccorso medico.
Dopo un incidente stradale, il soccorritore che interviene deve valutare bene la situazione, per proteggere gli infortunati da
altri pericoli. Bisogna assistere gli infortunati al meglio delle proprie possibilità, senza però prendere iniziative di specifica
competenza medica.
Inoltre:
Durante la guida, si devono usare gli occhiali da vista o le lenti a contatto (per qualsiasi durata del tragitto e a qualsiasi velocità) se
nella patente è stato inserito il codice armonizzato "01"

L'idoneità alla guida può essere compromessa: L'assunzione di alcool:


-se si fa uso di alcuni farmaci sedativi -può causare uno stato di euforia, con conseguente
-se si fa uso di farmaci antidepressivi sottovalutazione del pericolo
-se si fa uso di allucinogeni (LSD, ecstasy, ecc.) -rende meno sicura la guida, perché può rallentare i riflessi e
-se si fa uso di bevande alcoliche provocare sonnolenza
-dall assunzione di hashish o di marijuana -modifica pericolosamente la capacità di concentrazione e
-dall assunzione di eroina o di cocaina attenzione
-da uno stato emotivo alterato -E' necessario che trascorrano alcune ore affinché un
conducente che abbia assunto una quantità eccessiva di
Inoltre: bevande alcoliche recuperi l'idoneità alla guida, specie se ha
-L'alimentazione con cibi di difficile digestione può assunto anche dei farmaci.
provocare una diminuzione dell'attenzione e un aumento dei
tempi di reazione Il limite del tasso alcolico è generalmente di 0,5g/l
-E' opportuno, per il conducente che accusa segni di Deve essere pari a 0 per:
stanchezza, raggiungere la più vicina piazzola di sosta e - Neopatentati
riposare - Guidatori di professione
-Chi guida in stato di ebbrezza alcolica rischia l'arresto - Chi guida veicoli superiori a 3,5T

Lo stato di shock è molto pericoloso per la salute e -se è presente una ferita visibile e profonda, bisogna
può essere causato da: comprimerla subito con un panno pulito
-un forte dolore -bisogna assisterlo fino all'arrivo del soccorso medico
-una forte emozione (gioia, rabbia)
-una forte perdita di sangue Se un infortunato della strada ha una ferita sanguinante:
-un forte trauma -la si deve coprire con materiale sterile o quanto più possibile
pulito, per bloccare il sanguinamento
Lo stato di shock si manifesta con: -se sporca di terra, bisogna lavarla quanto prima con acqua pulita
-brividi, pelle molto pallida e sudorazione fredda alla -se sono presenti corpi estranei conficcati , non bisogna toglierli
fronte -improvvisa pronuncia di frasi e parole senza senso dalla ferita

Un ferito in stato di shock: Se ad un infortunato della strada è entrato un corpo


-va messo a terra e, se possibile, con le gambe sollevate estraneo in un occhio (scheggia di
-va coperto come meglio possibile, per evitare che si raffreddi vetro, legno o altro):
-non bisogna dargli piccoli schiaffi sulle guance -non bisogna -bisogna bendarglielo, senza procedere ad altre manovre
somministrargli superalcolici -bisogna consigliargli di non toccare l'occhio danneggiato,
per evitare danni maggiori
Se un ferito della strada è in stato di incoscienza: -non bisogna costringerlo a tenere gli occhi chiusi o aperti e non
-bisogna verificare se respira ancora, mettendo una mano bisogna massaggiarli
sulla parte laterale bassa del torace o sull'addome
-se fa fatica a respirare, bisogna liberare subito il naso e la Se un ferito della strada si è ustionato e sono ancora
bocca da eventuali ostruzioni presenti delle residue fiamme:
-può essere mosso solo se si è certi che non abbia traumi -bisogna spegnerle , soffocandole, ad esempio, con una coperta
alla colonna vertebrale -è consigliabile non togliere i vestiti rimasti attaccati alla pelle
-bisogna controllare spesso le sue condizioni di salute bruciata
fino all'arrivo dell'ambulanza -conviene coprire eventuali ferite al busto con materiale pulito,
possibilmente sterile
Se un infortunato della strada ha riportato fratture agli arti:
-non bisogna muovere gli arti fratturati Se un infortunato della strada ha un'abbondante
-bisogna bloccarglieli, senza procedere ad altre manovre emorragia esterna:
-bisogna coprire le eventuali ferite con materiale pulito -bisogna tamponare la ferita e chiamare subito i soccorsi
-se necessario, bisogna attuare le normali misure anti-shock -si deve tamponare subito la ferita, facendo pressione con del
materiale pulito o possibilmente sterile
Se un infortunato della strada è cosciente, ma ha avuto -è opportuno, se possibile, mettere il ferito in posizione seduta o
un trauma della gabbia toracica: sdraiata, in attesa che arrivino i soccorsi
-bisogna cercare di facilitargli la respirazione mettendolo semi-
seduto
Pag. 63
24 - ELEMENTI COSTITUTIVI DEL VEICOLO

Dispositivi di frenatura
SERVOFRENO SERVOSTERZO
Dispositivi elettronici che facilitano
Freno di servizio:
la guida. Non funzionano a motore
Freno a pedale (si usa in caso di normale frenata)
Freno di stazionamento: spento.
Freno a mano (si usa per bloccare l auto in sosta, non viene azionato però con
comando manuale)

ABS (Sistema Antibloccaggio Ruote)


Dispositivo elettronico che impedisce il bloccaggio e lo slittamento delle ruote, consentendo di usare la massima forza aderente, anche se gli
pneumatici sono usurati o su strada bagnata, permettendo di modificare la traiettoria della frenata. Agisce su tutte e 4 le ruote e quando
entra in azione bisogna premere il freno con forza.

-Manutenzione-
Con freni squilibrati si può incorrere in usura irregolare e non omogenea del battistrada, consumo di guarnizioni, tamburi e dischi,
bloccaggio delle ruote di un lato e conseguente sbandamento.

Una frenatura squilibrata può essere causata da:


-presenza di bolle d aria o vapore nel liquido dei freni
-differente pressione di gonfiaggio delle ruote di uno stesso asse
-surriscaldamento delle guarnizioni frenanti
-carico eccessivo
-frenate brusche e ripetute
-NON rientrano tra le cause di una frenatura squilibrata insufficiente lubrificazione, eccessivo gioco della frizione o uso di
pneumatici invernali

Inoltre
-bisogna effettuare prove di frenatura dopo lavaggio o manutenzione ai freni
-non si deve usare lubrificante sui freni
-negli impianti di frenatura, l energia cinetica dell autoveicolo viene trasformata in
calore grazie all attrito, il calore danneggia in particolare le guarnizioni

Ruote e pneumatici
Le ruote devono essere omologate ed è necessario che quelle
montate sullo stesso asse siano dello stesso tipo e gonfiate
Camera d’aria:
con la stessa pressione, comunicata dalla casa costruttrice.
Si sgonfiano subito
In commercio possiamo inoltre trovare schiume riparatrici
Tubeless:
per gli pneumatici tubeless che rallentano lo sgonfiaggio,
Si sgonfiano lentamente senza tuttavia riparare definitivamente la ruota.
Spessore Battistrada
• 0,5mm CICLOMOTORI
1,00m m


MOT OV EICOL I

–AUTOVEICOLI
• 1,60mm

Pressione•–Di Gonfiaggio
Bisogna controllare la pressione con il manometro, si deve controllare a freddo, deve essere pari a quella indicata dalla casa
costruttrice.

Pressione bassa si consumano prima i bordi


si consuma prima il centro CATENE
• Pressione alta – - si montano sulle ruote motrici o sterzanti (4x4)
Sostituzione• Della– Ruota - si deve evitare l uso su zone non innevate
-posizionarsi in una zona pianeggiante e far scendere i passeggeri - devono sempre essere omologate
-azionare il freno di stazionamento
-posizionare cric vicino alla ruota da sostituire, evitando di posizionarsi sotto il veicolo PNEUMATICI INVERNALI
-allentare i bulloni - si montano su tutte le ruote
-sollevare la macchina -si possono usare anche d estate (si ha maggiore
-svitare e sostituire la ruota usura), non si hanno particolari disturbi in frenata
- stringere i bulloni e fissarli solo a veicolo abbassato
-il ruotino può arrivare al massimo ad 80km/h PNEUMATICI CHIODATI
- non adatti a strade non innevate
-Manutenzione- - limitazioni di velocità (90-120)
I pneumatici sono soggetti ad usura e vanno sostituiti dopo alcuni anni. - si montano su tutte le ruote
Bisogna controllare periodicamente: - si usano limitatamente ad un periodo dell anno
-presenza di eventuali lesioni, soprattutto ai fianchi
-corretta pressione di gonfiaggio
(non necessariamente uguale a quella del rimorchio)
-se opportuno invertire la disposizione delle ruote
Pag. 64
Sospensioni ed ammortizzatori

Le sospensioni sono un insieme di organi, posti tra il telaio e le ruote, atti a rendere più confortevole e sicura la guida, ammortizzando
le asperità del terreno e mantenendo le ruote aderenti al fondo stradale.
Gli ammortizzatori all interno delle molle ne riducono e smorzano le oscillazioni. Servono a garantire una migliore tenuta di strada e devono
essere per questo controllati periodicamente.

Con sospensioni inefficienti si possono verificare: Le sospensioni si possono danneggiare per:


-minore tenuta di strada -usura
-minore confort di marcia -sovraccarico
-comportamento anomalo in frenata -urti troppo forti
-anomalo orientamento delle luci
-usura non uniforme del battistrada

Organi di sterzo, manutenzioni e cautele varie

In questi casi:
-è facile che le ruote slittino
-lo spazio di frenatura aumenta -
è opportuno ridurre la velocità -
è pericoloso frenare
bruscamente
In generale bisogna ricordare che: In caso di rischio di incendio:
-non si devono posizionare oggetti sotto il sedile, che potrebbero incastrarsi tra i -spegnere il quadro elettrico
pedali -gettare sabbia sulle fiamme o soffocarle con una
-è vietato usare un cellulare senza un impianto viva voce coperta bagnata
-in presenza di bambini sul veicolo è opportuno bloccare le portiere -il rischio di incendio è minore se il veicolo è dotato di
-è opportuno usare il climatizzatore per sbrinare il parabrezza interruttore inerziale, che blocca l afflusso di benzina
-evitare di chiudere i fori di aerazione al motore
-non si devono applicare adesivi o ciondoli al parabrezza, che deve essere sempre -non bisogna per nessun motivo svuotare il serbatoio
pulito per garantire la piena visibilità di carburante
-bisogna controllare periodicamente l usura delle spazzole tergicristallo e la presenza del liquido
detergente per vetri Il ribaltamento in curva è
favorito da:
Cautele riguardanti gli organi di sterzo -carico posto in alto
-il volante si può regolare in altezza -carico non fissato
-il volante non va tenuto con le mani sotto le razze -ridotta distanza di ruote dello
-non debbono esistere giochi anomali nello sterzo stesso asse
-far controllare periodicamente la convergenza delle ruote -ridotto raggio di curvatura
-lo sterzo più duro può dipendere da pneumatici anteriori sgonfi -aumenta all aumentare della
-in caso di foratura la macchina tende a girare nel verso della ruota sgonfia velocità
-il servosterzo aiuta in caso di foratura dello pneumatico

La forza aderente
-consente il movimento, permettendo di mantenere la traiettoria voluta
-è opposta allo slittamento esterno della curva Il coefficiente di aderenza diminuisce:
-se eccessiva non comporta il surriscaldamento dei freni -se l asfalto è bagnato
-dipende dallo stato degli pneumatici -in presenza di foglie, ghiaccio o fango
-un basso coefficiente di aderenza non comporta un minor consumo di carburante -in presenza di olio
Cenni sui veicoli a due ruote: verifica livelli dei liquidi
Catena di trasmissione
Nei veicoli a due ruote la catena di trasmissione collega il pignone motore alla corona,
deve quindi essere ben lubrificatae se ne deve verificare la corretta tensione
(non è infatti autolubrificante o provvista di autotenditore), poiché la sua rottura può causare il blocco delle ruote.

Inoltre
I veicoli a due ruote sono provvisti di interruttore di emergenza posto sul manubrio, utile per spegnere il veicolo senza staccare le mani dal
manubrio.

Verifica dei livelli


E necessario un controllo periodico dell olio motore e del liquido idraulico dei freni: il veicolo deve essere posto in piano (non su cavalletto),
con le ruote a terra ed il motore spento da alcuni minuti. L olio si controlla tramite una finestrella posta sulla coppa motore, il liquido dei
freni tramite una vaschetta trasparente.

Inoltre
-i veicoli raffreddati ad aria non hanno liquido di raffreddamento da controllare

Pag. 65
25 - INQUINAMENTO E CONSUMI
I tipi di inquinamento da evitare durante la circolazione sono 3: atmosferico, acustico e da cattivo smaltimento dei rifiuti.

Inquinamento atmosferico:
L’ inquinamento atmosferico diminuisce se:
Questo tipo di inquinamento dipende in maggior parte dai gas di scarico
emessi (non dall umidità dell aria), danneggia le vie respiratorie e gli -diminuisce il peso del veicolo
occhi ed aumenta le piogge acide e l effetto serra. -si utilizza un veicolo elettrico, a metano o GPL
Per l emissione di troppi gas di scarico inquinanti si può essere puniti -se si spegne il motore in caso di arresto
con sanzioni amministrative e con il ritiro della carta di circolazione. prolungato
La classificazione Euro prevede che i veicoli Euro 0 siano i più -se non si usa il veicolo per brevi percorsi
inquinanti, mentre quelli con numero maggiore inquinino di meno. -NON diminuisce usando marce basse (che
inquinano maggiormente), se si cammina col
L’inquinamento atmosferico dipende: cambio in folle o con la frizione abbassata
-dal funzionamento irregolare del motore
-dallo stile di guida che, può diminuire consumi ed inquinamento
-dall intasamento del filtro dell aria
-NON dipende da frizione, differenziale o ammortizzatori

Per diminuire l’ inquinamento atmosferico bisogna:


-evitare di accelerare bruscamente
-evitare di mantenere marce basse troppo a lungo
-sostituire la marmitta se danneggiata
-sostituire il filtro dell aria se intasato
-nei veicoli a motore diesel, controllare gli organi di alimentazione (pompa di iniezione, iniettori)
-NON bisogna mantenere il motore al massimo numero di giri, sostituire il filtro antipolline o dell olio ad ogni cambio di
stagione, ne sostituire il filtro antipolline
Marmitta (Silenziatore)
Inquinamento acustico:
La marmitta è un organo predisposto allo smaltimento dei gas di
Per diminuire l’ inquinamento acustico bisogna: scarico che, oltre a ridurre la rumorosità, ne abbassa tossicità,
-controllare ed eventualmente far sostituire la marmitta da un temperatura e pressione prima di farli fuoriuscire.
officina specializzata La marmitta catalitica entra in funzione dopo essersi riscaldata,
-evitare di usare clacson o trombe se non in casi di immediato quindi a freddo inquinerà di più.
In generale la marmitta deve essere sempre perfettamente efficiente
pericolo
e di tipo approvato, è vietato modificarla in ogni modo, con fori, tubi
-evitare brusche frenate o di accelerare a vuoto
di diametro diverso, saldature o altro, in tal caso si potrebbe
-far controllare i freni se stridono incorrere in pesanti sanzioni amministrative
-mantenere sempre uno stile di guida corretto

L’ inquinamento acustico aumenta:


-se si circola con la marmitta rovinata
-per lo strisciamento degli pneumatici che percorrono una curva a forte
velocità -per i forti sobbalzi dei rimorchi scarichi

Inquinamento da cattivo smaltimento dei rifiuti:


Per diminuire l’ inquinamento da cattivo smaltimento Per limitare i consumi bisogna:
dei rifiuti bisogna: -scegliere strade il più possibile pianeggianti
-evitare di scaricare il liquido antigelo nelle fognature -mantenere una velocità costante
-consegnare la batteria vecchia al rivenditore dopo -evitare di accelerare a vuoto o col motore ancora
averla cambiata, evitando di abbandonarla per strada freddo -diminuire il peso trasportato
-la rottamazione di un veicolo deve essere effettuata in un -assicurarsi che la pressione di gonfiaggio delle ruote
centro di raccolta per la messa in sicurezza sia corretta
-evitare che l olio motore entri in contatto con la pelle -evitare di collocare bagagli sul tetto o di circolare con
-lo scarico delle acque sporche di caravan ed autocaravan finestrini e tettuccio aperti, per ridurre l attrito con l aria
deve avvenire in appositi impianti igienico-sanitari -evitare di circolare con la neve sul tetto
-l abbandono sul terreno di rifiuti pericolosi può essere causa di -tenere presente che tutti gli apparecchi elettronici
forti sanzioni (radio, luci, lunotto termico) consumano benzina
-tenere presente che la circolazione con rimorchio aumenta
i consumi
Pag. 66
Versione 3.1
A cura di Paolo Infurna
Tutti i diritti riservati a Wow Patente

Tutti i diritti riservati


Vietata ogni riproduzione, parziale, totale, su qualunque supporto (fotocopie, cartaceo in generale, magnetico, ottico, ecc)
2016 Ag Wow Patente

Pag. 67