Sei sulla pagina 1di 2

CANALE INGUINALE.

È un tragitto posto tra il margine inferiore e le aponeurosi dei muscoli larghi dell'addome e il
legamento inguinale. Dà passaggio, nel feto, alla gonade maschile, nell'adulto al cordone
spermatico, nella femmina è attraversato dal legamento rotondo dell'utero. Nel maschio è più ampio
e lungo 4cm, nella femmina più lungo e stretto.

Ha due aperture:

-Anello inguinale superficiale


Formato dalla porzione inferiore del muscolo obliquo esterno dell'addome, le fibre che originano
dalla SIAS si dirigono verso il tubercolo pubico formando il pilastro laterale, quelle che
raggiungono la sinfisi pubica rappresentano il pilastro mediale.

-Anello inguinale superficiale


Dà passaggio ai componenti del cordone spermatico o al legamento rotondo, medialmente è
delimitato dal legamento interfoveolare.

E quattro pareti:
-SUP: Corrisponde ai margini dei muscoli obliquo interno e trasverso dell'addome.
-INF: Metà mediale del legamento inguinale, fatta a doccia per accogliere il cordone spermatico
-ANT: aponeurosi del muscolo obliquo esterno (aderisce al marg. ant. del legamento inguinale)
-POST: fascia trasversale che si fissa al marg. post. del legamento inguinale.

LACUNA DEI VASI


Situata medialmente alla benderella ileopettinea (arco ileopettineo) è attraversato dal ramo
femorale del n. genitofemorale laterlamente, più medialmente dall'arteria e ancora più medialmente
dalla vena femorale.

LACUNA DEI MUSCOLI


Situata lateralmente alla benderella ileopettinea (arco ileopettineo) è attraversata dal muscolo
ileopsoas, nervo femorale e nervo cutaneo del femore laterale.

TRIANGOLO DI SCARPA
Delimitato SUP dal legamento inguinale, LAT dal muscolo sartorio, MED dal muscolo adduttore
lungo, la parete posteriore è rappresentata dal muscolo ileopsoas lateralmente e pettineo
medialmente.

FOSSA ISCHIORETTALE.
È uno spazio di forma piramidale con base a tre lati, il cui apice punta verso la sinfisi pubica e la
base è diretta posteriormente. È delimitata SUPEROMEDIALMENTE dal muscolo elevatore
dell'ano, LAT dal muscolo otturatorio interno, INF dal muscolo trasverso profondo del perineo,
POST dal muscolo grande gluteo e dal legamento sacrotuberale.

TRIGONO UROGENITALE
Vedi perineo.

CUFFIA DEI ROTATORI.


È un complesso muscolare necessario per stabilizzare l'articolazione glenomerale, instabile data
l'esigua estensione della cavità glenoidea rispetto alla testa dell'omero.
È formata dai muscoli sopraspinato, sottospinato, piccolo rotondo e sottoscapolare. I primi tre sono
EXTRArotatori, il quarto è un INTRArotatore.
ZAMPA D'OCA
Per zampa d'oca (o, in latino, pes anserinus) s'intende l'inserzione dei muscoli sartorio, gracile e
semitendinoso sulla porzione superiore della faccia antero-mediale della tibia, che assume appunto
una forma che ricorda quella della zampa di un'oca.

CANALE DEGLI ADDUTTORI


Il canale degli adduttori (di Hunter) è un tragitto muscolo-membranoso situato nella parte infero-
mediale della coscia; dà passaggio ai vasi femorali e al nervo safeno. Medialmente esso è formato
dal muscolo grande adduttore e lateralmente dal muscolo vasto mediale; in superficie è chiuso
dalla fascia vastoadduttoria, una lamina fibrosa che passa a ponte fra i due muscoli suddetti.

TABACCHIERA ANATOMICA
Spazio di forma triangolare delimitato da un margine laterale ed uno mediale, si trova a livello del
polso e della mano. Il margine mediale è costituito dal tendine del muscolo estensore lungo del
pollice. Il margine laterale è costituito invece dai tendini dei muscoli estensore breve del pollice e
abduttore lungo del pollice.

TRIANGOLO DEGLI SCALENI


Spazio di forma triangolare compreso tra il muscolo scaleno anteriore, il muscolo scaleno medio e
con base rappresentata dalla prima costa, entro cui passano l'arteria succlavia ed il plesso brachiale.