Sei sulla pagina 1di 31

Come aiutare i tuoi figli ad utilizzare i siti Web di social

networking in tutta sicurezza


Al giorno d'oggi, molti ragazzi fanno poca distinzione tra vita reale e vita online.
Utilizzano siti di social networking destinati a loro, come ad esempio Webkinz o
Club Penguin, oppure siti destinati agli adulti, come Windows Live Spaces,
YouTube, MySpace, Flickr, Twitter, Facebook e altri. Qualunque cosa facciano,
devono sapere che molte di queste pagine Web possono essere visualizzate da
chiunque abbia accesso a Internet.
I ragazzi possono utilizzare queste pagine per:
• Chattare
• Giocare
• Pubblicare e cercare foto
e video
• Scrivere blog
• Pubblicare un profilo
online
Purtroppo, alcune delle informazioni che i ragazzi pubblicano sulle loro pagine
possono renderli vulnerabili a fenomeni di phishing, cyber-bullismo e attirare
l'attenzione degli adescatori online. Di seguito sono riportati alcuni consigli per
aiutare i tuoi figli a utilizzare i siti Web sociali con maggiore sicurezza.
• Parla con i tuoi figli e fatti raccontare le loro esperienze. Incoraggia i tuoi
figli a dirti se qualcosa che hanno visto su Internet li ha turbati, spaventati o
minacciati. Mantieni la calma e ricorda loro che non verranno puniti per averti
segnalato queste situazioni. Fai capire loro che li aiuterai a risolvere
positivamente la questione.
• Stabilisci delle regole per l'utilizzo di Internet a casa. Quando i tuoi figli
iniziano a usare Internet da soli, sarebbe bene creare un elenco di regole per
l'uso di Internet su cui tutti siano d'accordo. In queste regole deve essere
specificato se i ragazzi possono utilizzare i siti Web di social networking e in che
modo. Per maggiori informazioni su come stabilire queste regole, leggi il
documento Make a pact (in inglese).
• Assicurati che i tuoi figli rispettino i limiti di età. L'età consigliata per
iscriversi ai siti Web di social networking è solitamente di 13 anni. Se i ragazzi
sono più piccoli, non autorizzarli a visitare questi siti. Non puoi fare affidamento
sul fatto che siano gli stessi servizi ad impedire ai ragazzi di età inferiore di
iscriversi.
• Informati sul sito. Valuta i siti che i tuoi figli intendono utilizzare e assicurati
che entrambi comprendiate l'informativa sulla privacy e il codice di condotta.
Cerca di scoprire se il sito monitora i contenuti pubblicati dagli utenti. Visita
periodicamente la pagina creata da tuo figlio.
• Raccomanda spesso a tuoi figli di non incontrare mai di persona
qualcuno con cui hanno comunicato solo online e insisti perché
contattino solo persone già conosciute di persona. Per i ragazzi è molto
pericoloso incontrare di persona sconosciuti con cui hanno comunicato solo
online. Puoi proteggere i tuoi figli incoraggiandoli a utilizzare questi siti solo per
parlare con i loro amici, ma non con estranei mai incontrati di persona.
Dire semplicemente ai figli di non parlare con gli sconosciuti potrebbe non
bastare, perché potrebbero non considerare estranea una persona "conosciuta"
online.
• Controlla che i tuoi figli non usino i propri nomi completi. Insegna ai
ragazzi a utilizzare solo il nome di battesimo o uno pseudonimo, che però non
dia adito a interpretazioni ambigue. Inoltre, verifica che i tuoi figli non usino i
nomi completi dei loro amici.
• Fai attenzione alle informazioni identificabili inserite nel profilo dei
ragazzi. Molti siti di social networking offrono ai ragazzi la possibilità di
partecipare a gruppi pubblici formati da tutti gli studenti che frequentano la
stessa scuola.
Fai attenzione se i tuoi figli rivelano queste o altre informazioni che potrebbero
essere utilizzate per identificarli, come ad esempio la mascotte della scuola, i
luoghi di lavoro, il nome della città in cui vivono. Troppe informazioni possono
rendere i ragazzi vulnerabili a cyber-bulli, adescatori, truffe online o furti di
identità.
• Considera la possibilità di utilizzare un sito non troppo pubblico. Alcuni
siti Web offrono la possibilità di proteggere la propria pagina con una password o
di utilizzare altri metodi per limitare l'accesso esclusivamente a persone che tuo
figlio conosce. In Windows Live Spaces, ad esempio, puoi impostare delle
autorizzazioni per la visualizzazione del sito, consentendola a tutti gli utenti di
Internet o solo alle persone da te selezionate.
• Controlla i dettagli delle fotografie. Spiega ai tuoi ragazzi che le foto
possono rivelare molte informazioni personali. Incoraggiali a non pubblicare foto
con dettagli identificabili, ad esempio, un cartello stradale, la targa della
macchina o il nome della scuola.
• Metti in guardia i tuoi figli sui rischi che comporta esprimere le proprie
emozioni ad estranei. Forse avrai già consigliato ai tuoi figli di non comunicare
con estranei direttamente online. Tuttavia, i ragazzi tendono a utilizzare i siti
Web di social networking anche per tenere diari o scrivere poesie in cui spesso
esprimono forti emozioni.
Spiega ai tuoi figli che ciò che scrivono può essere letto da chiunque abbia
accesso a Internet e che gli adescatori sono spesso alla ricerca di ragazzi
emotivamente fragili e vulnerabili.
• Informa i tuoi figli sul fenomeno del cyber-bullismo. Quando i tuoi figli
sono abbastanza grandi da utilizzare i siti Web di social networking, parla loro
del fenomeno del cyber-bullismo. Dì loro che se ritengono di essere vittime di
cyber-bulli, è importante segnalare queste informazioni a un genitore, un
insegnante o una persona fidata. È inoltre importante stimolare i ragazzi a
comunicare online con le persone così come farebbero di persona. Chiedi ai tuoi
figli di trattare gli altri nello stesso modo in cui vorrebbero essere trattati loro
stessi.
• Rimozione della pagina del minore. Se i tuoi figli si rifiutano di rispettare le
regole che hai stabilito per la tutela della loro sicurezza e hai già provato,
invano, a fargli cambiare atteggiamento, puoi contattare il sito Web in questione
e chiedere di rimuovere la pagina di tuo figlio. Potresti anche prendere in
considerazione gli strumenti di filtraggio Internet (come ad esempio Windows
Live Family Safety) come integrazione, ma non in sostituzione, del controllo
genitoriale.

Consigli per l'utilizzo in sicurezza dei blog


Studi recenti hanno dimostrato che gli autori di circa la metà dei blog presenti in
rete sono adolescenti: due ragazzi su tre indicano la propria età, tre su cinque
rivelano il proprio indirizzo e altre informazioni di contatto e uno su cinque
pubblica il proprio nome completo.
Condividere questo tipo di informazioni personali dettagliate può essere
potenzialmente rischioso. Inoltre, con l'aumentare del numero di coetanei autori di
blog, tende a crescere anche la competizione tra i ragazzi che cercano di attirare
l'attenzione. A volte questo fenomeno può portare i ragazzi a pubblicare materiale
non adeguato, ad esempio fotografie provocanti di se stessi o di amici.

Guida rapida sui blog per i genitori


Sebbene tenere un blog possa offrire molti vantaggi, ad esempio migliorare le
capacità di scrittura e comunicazione, è importante che i ragazzi ricevano una
formazione su Internet e i blog prima di iniziare a usarli, così come si frequenta
una scuola guida prima di mettersi da soli al volante di un'auto. Ecco alcuni
suggerimenti iniziali:
• Stabilisci delle regole per l'utilizzo di Internet con i tuoi figli e rimani
sempre attento.
• Vaglia il materiale che i ragazzi intendono pubblicare. Anche informazioni
apparentemente innocue, ad esempio la mascotte della scuola o la foto della
città, possono rivelare qual è la scuola frequentata dall'autore.
• Prova a chiederti (e istruisci i ragazzi a fare lo stesso) se una parte
qualsiasi del contenuto da pubblicare potrebbe risultare ambigua o non
appropriata a un estraneo. In caso di dubbio, elimina il materiale.
• Controlla il servizio di blog e scopri se offre blog privati e protetti da
password.
• Salva l'indirizzo Web del blog di tuo figlio e visitalo regolarmente.

• Visita altri blog per mostrare ai ragazzi esempi positivi da emulare.

Linee guida di base per i blogger


I suggerimenti che seguono rappresentano un buon punto di partenza per i ragazzi
interessati ai blog, ma l'elenco non può essere esaustivo. I genitori possono
aggiungere ulteriori linee guida che rispecchino le esigenze particolari della propria
famiglia. Le prime regole da comunicare ai propri figli dovrebbero essere:
• Non fornire mai informazioni personali, tra cui cognome, informazioni di
contatto, indirizzo di casa, numeri di telefono, nome della scuola, indirizzo di
posta elettronica, cognomi di amici o familiari, nomi di messaggistica istantanea,
età o data di nascita.
• Non pubblicare mai immagini provocanti di se stessi o di altre persone e
accertarsi che le immagini pubblicate non rivelino alcuna informazione
personale. Osservare con attenzione sempre anche lo sfondo della fotografia.
• Tenere presente che il materiale pubblicato sul Web è permanente.
Chiunque su Internet può stampare facilmente un blog o salvarlo su un
computer.
• Utilizzare i siti di provider di blog in cui le note legali siano chiaramente
spiegate e assicurarsi che la protezione mediante password sia valida anche
per i blog, e non solo per gli account utente. È tuttavia consigliabile pensare
sempre che chiunque può visualizzare i blog.
• Evitare di "strafare" o di competere con altri blogger.

• Adottare un approccio positivo nella redazione dei blog ed evitare di


utilizzarli per calunniare o attaccare altri utenti.

Come impedire che i ragazzi cadano vittima dei giochi


d'azzardo online
Molti ragazzi utilizzano il Web soprattutto per i giochi online.
Sfortunatamente, è possibile che, mentre cercano un nuovo sito
di giochi, trovino siti per scommesse o per il gioco d'azzardo.
Nonostante la maggior parte dei giochi e delle attività ricreative
dedicati ai minori sia legale, il gioco d'azzardo non lo è.
Le differenze principali tra questi due tipi di siti sono le
seguenti:
• Nei siti di giochi in genere è possibile trovare giochi di carte, da tavola, di
enigmistica, da sala giochi o puzzle con calcolo automatico del punteggio. Non ci
sono scambi di denaro, reale o fittizio.
• I siti di giochi d'azzardo in genere prevedono la vincita o la perdita di somme di
denaro reali.

Cosa possono fare i genitori?


È opportuno che i genitori stabiliscano quali tipi di giochi o di siti di giochi sono
appropriati per i loro figli.
Ad esempio, i criteri di scelta potrebbero essere i seguenti:
• tipo di gioco (esclusivamente giochi da tavola o di carte, oppure solo di
fantasia e di strategia),
• possibilità di giocare in modo interattivo con altri giocatori in linea,

• sito in cui si trova il gioco

• o caso per caso.

Altri possibili modi di intervenire sono:


1 Controllare i siti visitati e le attività in linea svolte dai ragazzi.
.

2 Stabilire regole chiare riguardo ai giochi che i ragazzi possono utilizzare e


. tenere i computer che dispongono di connessione a Internet in un'area aperta
della casa, non nella camera dei ragazzi.

3 Ricordare ai ragazzi che il gioco d'azzardo online è una pratica illegale (molti
. paesi vietano il gioco d'azzardo ai minori, per cui controllate le leggi in vigore
in merito).

4 Spiegare ai ragazzi come funziona il gioco d'azzardo. Le aziende di gioco


. d'azzardo online si propongono di ottenere un profitto. Il denaro che
incassano supera sempre quello che pagano al giocatore.

5 Assicurarsi che i ragazzi chiedano sempre il permesso prima di fornire il


. numero di carta di credito online. Il gioco d'azzardo online in genere richiede
l'uso di una carta di credito.

Se i ragazzi accumulano debiti online, potrebbero danneggiare la vostra


posizione creditizia e compromettere la propria in futuro.

6 Spiegare che il gioco d'azzardo online è una pratica che può creare
. dipendenza. Le persone arrivano a giocare per molte ore ininterrottamente
senza essere notate. Giocare da soli e utilizzare il credito può portare a una
forma di dipendenza.

7 Ricercare un software di controllo genitori come Protezione per la famiglia di


. Windows Live (in inglese) o il Controllo genitori incluso nel sistema operativo
Microsoft Windows Vista.
Insegna ai tuoi figli le regole di base per la protezione
online
Se sei genitore, puoi aiutare i tuoi figli ad utilizzare Internet in tutta sicurezza
insegnando loro alcune regole di base. Ecco alcune lezioni fondamentali che i
genitori possono trasmettere ai propri figli.

1. Insegna ai tuoi figli a tenere segrete le password


I ragazzi creano nomi utente e password online per la scuola, i siti Web di giochi, i
social network, la pubblicazione di foto, lo shopping e molto altro.
Secondo uno studio condotto da Teen Angels di WiredSafety.org, il 75 percento dei
bambini di 8-9 anni hanno condiviso la propria password con qualcun altro, mentre
il 66 percento delle ragazze delle scuole medie e superiori hanno affermato di aver
condiviso la propria password con qualcun altro.
Prima regola della sicurezza su Internet: tenere le password segrete. Insegna ai
tuoi figli a trattare le password con la stessa cura riservata ai loro segreti.
Ecco alcune regole che i minori dovrebbero conoscere e seguire sempre.
• Non rivelare ad altri le proprie password. Tieni nascoste le password, anche
dagli amici.
• Proteggere le password registrate. Fai attenzione a dove riponi le password
registrate o annotate. Non conservare le password in zaini o portafogli. Non
lasciare traccia delle password in luoghi in cui non si lascerebbero mai le
informazioni protette dalle stesse password. Non memorizzare le password in file
sul computer. È il primo posto in cui vanno a guardare i criminali.
• Non inviare la password tramite posta elettronica anche se in risposta a
una richiesta arrivata via e-mail. Eventuali messaggi di posta elettronica che
richiedono la password o richiedono di visitare un sito Web per verificare la
password possono rappresentare una truffa chiamata phishing.
In essa rientrano anche le richieste da siti affidabili solitamente visitati
dall'utente. I truffatori spesso creano false e-mail con loghi e linguaggio di siti
reali.
• Non inserire le password in computer sui quali non si ha il controllo. Non
utilizzare computer pubblici di scuole, biblioteche, Internet cafè o laboratori
informatici, a meno che la navigazione in Internet non avvenga in forma
anonima.
Non utilizzare tali computer per account che richiedono nome utente e
password. Gli utenti malintenzionati possono acquistare a costi minimi alcuni
dispositivi molto semplici da installare che registrano la sequenza dei tasti
digitati. Attraverso questi dispositivi, gli utenti malintenzionati possono
raccogliere da Internet le informazioni immesse su un computer.
2. Insegna ai tuoi figli come utilizzare i social network in tutta sicurezza
I tuoi figli potrebbero utilizzare siti di social networking destinati ai ragazzi, come
ad esempio Webkinz o Club Penguin, oppure siti destinati agli adulti quali Windows
Live Spaces, YouTube, MySpace, Flickr, Twitter, Facebook e altri.
I minori utilizzano i social network per entrare in contatto con utenti che vivono
all'altro capo del mondo o con gli amici che incontrano ogni giorno a scuola.
I minori devono sapere che molti di questi siti di social networking possono essere
visualizzati da chiunque abbia accesso a Internet. Di conseguenza, alcune delle
informazioni pubblicate possono renderli vulnerabili a fenomeni di phishing, cyber-
bullismo e attirare l'attenzione degli adescatori. Esistono vari metodi per
consentire ai minori di utilizzare i siti di social networking in sicurezza.
• Parla con i tuoi figli e fatti raccontare le loro esperienze. Incoraggia i tuoi
figli a dirti se qualcosa che hanno visto su Internet li ha turbati, spaventati o
minacciati. Mantieni la calma e ricorda ai tuoi figli che è GIUSTO segnalarti
queste situazioni. Fai capire loro che li aiuterai a risolvere positivamente la
questione.
• Stabilisci delle regole per l'utilizzo di Internet. Quando i tuoi figli iniziano
ad usare Internet da soli, sarebbe meglio stabilire delle regole. In queste regole
deve essere specificato se i ragazzi possono utilizzare i siti Web di social
networking e in che modo. Per maggiori informazioni su come stabilire queste
regole, leggi il documento Make a pact (in inglese).
• Assicurati che i tuoi figli rispettino i limiti di età. L'età consigliata per
iscriversi ai siti Web di social networking è solitamente di 13 anni. Se i ragazzi
sono più piccoli, non autorizzarli a visitare questi siti. Non puoi fare affidamento
sul fatto che siano gli stessi servizi ad impedire ai ragazzi di età inferiore di
iscriversi.
• Informati. Valuta i siti che i tuoi figli intendono utilizzare e assicurati che
entrambi comprendiate l'informativa sulla privacy e il codice di condotta. Cerca
di scoprire se il sito monitora i contenuti pubblicati dagli utenti. Visita
periodicamente la pagina creata da tuo figlio.
• Insegna ai tuoi figli che non bisogna mai incontrare di persona gli utenti
con cui si è comunicato solo online. Per i ragazzi è molto pericoloso
incontrare di persona sconosciuti con cui hanno comunicato solo online. Dire
semplicemente ai figli di non parlare con gli sconosciuti potrebbe non bastare,
perché potrebbero non considerare estranea una persona "conosciuta" online.
• Incoraggia i tuoi figli a comunicare con persone che già conoscono. Puoi
proteggere i tuoi ragazzi incoraggiandoli a utilizzare questi siti solo per parlare
con i loro amici, ma non con estranei mai incontrati di persona.
• Controlla che i tuoi figli non usino i propri nomi completi. Insegna ai tuoi
figli a utilizzare solo il nome di battesimo o uno pseudonimo, che però non dia
adito a interpretazioni ambigue. Inoltre, verifica che i tuoi figli non usino i nomi
completi dei loro amici.
• Fai attenzione alle informazioni identificabili inserite nei profili dei
ragazzi. Molti siti di social networking offrono ai ragazzi la possibilità di
partecipare a gruppi pubblici formati da tutti gli studenti che frequentano la
stessa scuola.
Fai attenzione se i tuoi figli rivelano informazioni in grado di identificarli, ad
esempio una mascotte della scuola, un luogo di lavoro, il nome della città in cui
vivono. Troppe informazioni possono rendere i ragazzi vulnerabili a cyber-bulli,
adescatori, truffe online o furti di identità.
• Considera la possibilità di utilizzare un sito non troppo pubblico. Alcuni
siti Web offrono la possibilità di proteggere la propria pagina con una password o
di utilizzare altri metodi per limitare l'accesso esclusivamente a persone che tuo
figlio conosce. In Windows Live Spaces, ad esempio, puoi impostare delle
autorizzazioni per la visualizzazione del sito, consentendola a tutti gli utenti di
Internet o solo alle persone da te selezionate.
• Controlla i dettagli delle fotografie. Spiega ai tuoi ragazzi che le foto
possono rivelare molte informazioni personali. Incoraggiali a non pubblicare foto
che ritraggono loro o gli amici e che contengono dettagli chiaramente
identificabili, ad esempio, un cartello stradale, la targa dell'auto o il nome della
scuola stampato su un capo di abbigliamento.
• Metti in guardia i tuoi figli sui rischi che comporta esprimere le proprie
emozioni ad estranei. Forse avrai già consigliato ai tuoi figli di non comunicare
con estranei direttamente online. Tuttavia, i ragazzi tendono a utilizzare i siti
Web di social networking anche per tenere diari o scrivere poesie in cui spesso
esprimono forti emozioni.
Spiega ai tuoi figli che chiunque abbia accesso a Internet può leggere quello che
scrivono e che gli adescatori vanno spesso in cerca di ragazzi emotivamente
vulnerabili.
• Informa i tuoi figli sul fenomeno del cyber-bullismo. Quando i tuoi figli
sono abbastanza grandi da utilizzare i siti Web di social networking, parla loro
del fenomeno del cyber-bullismo. Dì loro che se ritengono di essere vittime di
cyber-bulli, è importante segnalare queste informazioni a un genitore, un
insegnante o una persona fidata. È inoltre importante stimolare i ragazzi a
comunicare online con le persone così come farebbero di persona. Chiedi ai tuoi
figli di trattare gli altri nello stesso modo in cui vorrebbero essere trattati loro
stessi.
• Rimozione della pagina del minore. Se i tuoi figli si rifiutano di rispettare le
regole che hai stabilito per la tutela della loro sicurezza e hai già provato,
invano, a fargli cambiare atteggiamento, puoi contattare il sito Web in questione
e chiedere di rimuovere la pagina di tuo figlio. Potresti anche prendere in
considerazione gli strumenti di filtraggio Internet (come ad esempio Windows
Live Family Safety) come integrazione, ma non in sostituzione, del controllo
genitoriale.

3) Se i tuoi figli utilizzano dei blog, assicurati che non rendano pubbliche
troppe informazioni.
La pratica del blog, termine derivante da "Web log" (registro su Web) o diario
personale online, si è diffusa molto rapidamente, specialmente tra gli adolescenti
che spesso tengono un blog senza che i genitori o i tutori ne siano a conoscenza.
I social network hanno ormai superato i blog come passatempo preferito di gran
parte degli adolescenti; tuttavia, molti ragazzi utilizzano comunque i blog sui siti
Web di social networking. Studi recenti hanno dimostrato che gli autori di circa la
metà dei blog presenti in rete sono adolescenti: due ragazzi su tre indicano la
propria età, tre su cinque rivelano il proprio indirizzo e altre informazioni di
contatto e uno su cinque pubblica il proprio nome completo. Condividere
informazioni personali dettagliate può essere pericoloso.
Sebbene tenere un blog possa offrire molti vantaggi, ad esempio migliorare le
capacità di scrittura e comunicazione, è importante che i ragazzi ricevano una
formazione su Internet e i blog prima di iniziare a usarli, così come si frequenta
una scuola guida prima di mettersi al volante di un'auto. Ecco alcuni suggerimenti
iniziali:
• Stabilisci delle regole per l'utilizzo di Internet con i tuoi figli e rimani
sempre attento.
• Vaglia il materiale che i ragazzi intendono pubblicare. Anche informazioni
apparentemente innocue, ad esempio la mascotte della scuola o la foto della
città, possono rivelare qual è la scuola frequentata dall'autore.
• Prova a chiederti (e istruisci i ragazzi a fare lo stesso) se una parte
qualsiasi del contenuto da pubblicare potrebbe risultare ambigua o non
appropriata a un estraneo. In caso di dubbio, elimina il materiale.
• Controlla il servizio di blog e scopri se offre blog privati e protetti da
password.
• Salva l'indirizzo Web del blog di tuo figlio e visitalo regolarmente.

• Visita altri blog per mostrare ai ragazzi esempi positivi da emulare.

4) Fai attenzione alle truffe online


Secondo la Federal Trade Commission, il 31 percento delle vittime di furti di
identità sono giovani. Gli adolescenti rappresentano un obiettivo allettante in
quanto hanno una buona posizione creditizia e quasi nessun debito e tendono
inoltre ad essere meno attenti degli adulti in merito alla protezione delle
informazioni personali.
Alcune cose che i ragazzi devono sapere per essere consumatori intelligenti ed
evitare le truffe online:
• Non condividere mai le informazioni personali. Non divulgare informazioni
personali, ad esempio nome e cognome o la città di residenza, in un messaggio
istantaneo o una chat room a meno che non si è certi dell'identità della persona
con cui si sta chattando.
• Disconnettersi quando ci si trova in luoghi pubblici. Se utilizzi un
computer di una biblioteca o un Internet cafè, disconnettiti prima di
abbandonare il luogo. Non puoi mai essere sicuro dei software installati su questi
computer ed eventualmente se ci sono installati software in grado di tenere
traccia dei tasti digitati.
• Creare password protette e tenerle segrete. Per maggiori informazioni,
leggi l'articolo 1 riportato sopra.
• Utilizzare unicamente siti protetti. Se i tuoi figli fanno acquisti sul Web,
devono essere sicuri che l'URL del sito in cui immettono le informazioni di
pagamento inizi con la sigla https:// e che presenti l'icona di un lucchetto giallo
nell'angolo in basso a destra o una barra degli indirizzi di colore verde. Per
controllare il certificato di protezione del sito, possono fare clic sull'icona o sulla
barra degli indirizzi.
• Saper riconoscere e segnalare le truffe. Insegna ai tuoi figli quali sono i
segnali di avvertimento di una truffa di identità: offerte di carte di credito
preautorizzate, telefonate da parte di agenzie di credito oppure estratti conto
sospetti. Se tuo figlio sospetta un caso di truffa di identità, agisci
immediatamente per limitare i danni. Contatta la società di emissione della carta
di credito, le banche, le tre agenzie di tutela del credito e la polizia. Chiudi tutti i
conti che hanno subito la truffa e cambia le password di tutti gli account online.
Tieni traccia di tutte le misure adottate.

Minori e Internet: domande frequenti

D A che età posso consentire ai miei figli di esplorare Internet?


.

R I bambini si collegano a Internet in età sempre più precoci, tanto è vero che il
. segmento di utenti Internet che registra la crescita più rapida è proprio quello
dei bambini in età prescolare. Molti bambini utilizzano Internet a scuola già a 6
anni e questo significa che, con ogni probabilità, vorranno poter fare altrettanto
a casa intorno a questa età. Tuttavia, i bambini al di sotto dei 10 anni in genere
non hanno ancora sviluppato le capacità di pensiero critico necessarie per poter
esplorare il Web da soli. Pertanto, quando utilizzano Internet occorre che il
sostegno e l'attenzione dei genitori siano costanti e completi. Sedete insieme a
loro ogni volta che si collegano a Internet. Accertatevi che visitino solamente i
siti che avete appositamente scelto. Insegnate loro a non diffondere mai su
Internet le informazioni e i dati personali. Per ulteriori informazioni sulle possibili
azioni da intraprendere, leggere Guida del genitore alla protezione dei minori
collegati a Internet: età e fasi.

D Devo permettere ai miei figli di avere account di posta elettronica personali?


.
R I bambini dovrebbero condividere l'indirizzo di posta elettronica della famiglia,
. anziché disporre di account personali. Quando crescono, e richiedono una
maggiore indipendenza, è possibile impostare per loro indirizzi di posta
elettronica individuali. La posta elettronica potrà comunque risiedere nella
casella della posta in arrivo della famiglia, in modo da consentirvi di chiedere
informazioni su eventuali messaggi sospetti che dovessero arrivare. Chiedete al
provider di servizi Internet quali sono le opzioni disponibili per impostare
account di posta elettronica per le famiglie e utilizzate i filtri per la posta
indesiderata per prevenire la diffusione di spam, messaggi non richiesti e
messaggi di posta elettronica fraudolenti ideati per rubare dati personali.

D Quale regole dovrei stabilire per l'uso di Internet in casa?


.
R Negoziate con i vostri figli un accordo per i collegamenti a Internet, in cui
. vengono stabiliti diritti e limitazioni per l'uso del computer a casa. Fate in modo
che l'accordo stabilisca chiaramente:
• A quali siti si possono collegare e le attività che vi possono svolgere.
• Quanto tempo possono trascorrere collegati a Internet.
• Cosa fare se qualcosa che viene visualizzato li mette a disagio.
• Come proteggere dati e informazioni personali.
• Come proteggere la propria sicurezza negli ambienti interattivi.
• Come comportarsi responsabilmente, rispettando le norme di buon
comportamento mentre sono collegati a Internet.
• Come utilizzare i servizi di gruppi di chat, newsgroup e messaggistica
immediata.
Ricordate che le indicazioni che provengono dai vostri figli sono di fondamentale
importanza per l'efficacia e la buona riuscita dell'accordo. Stampatelo e tenetelo
bene in vista accanto al computer di famiglia per ricordare a tutti le regole.
Aggiornatelo periodicamente, in particolar modo per adeguarlo alla crescita dei
bambini. Per ulteriori informazioni sulle regole per l'uso di Internet in famiglia,
leggere Uso degli accordi di famiglia per proteggere i minori collegati a Internet.
D A che età mio figlio potrebbe utilizzare i servizi di messaggistica immediata
. come MSN Messenger?
R Ai minori di 13 anni occorre l'autorizzazione da parte dei genitori per utilizzare
. MSN Messenger, in quanto devono anche disporre di un account MSN Hotmail
per potersi registrare al servizio di messaggistica immediata, detto anche IM.
Infatti, ai minori di 13 anni che vivono negli Stati Uniti è richiesta
l'autorizzazione di un genitore per iscriversi a un account MSN Hotmail. Quando
i minori iniziano a utilizzare MSN Messenger, il ruolo di un genitore è di aiutarli a
capire e applicare le direttive per la sicurezza e la protezione della privacy,
nonché di favorire l'uso responsabile della tecnologia.
Di seguito vengono suggerite alcune regole per l'uso di MSN Messenger:
• Non compilare un profilo personale o un profilo in Member Directory, in
quanto potrebbero essere letti da chiunque utilizzi il servizio.
• Non parlare mai a nessuno collegato in linea che abbia un indirizzo di posta
elettronica o un nome per la messaggistica immediata sconosciuti. Da
genitore, controllare periodicamente l'elenco dei contatti dei propri figli per
accertarsi che conoscano tutti quelli con cui possono parlare tramite chat.
• Esaminare attentamente una nuova richiesta di iscrizione all'elenco degli
amici prima di accettare che il richiedente si unisca all'elenco degli amici
IM. Se non si intende aggiungere una persona, fare clic per bloccare il
contatto e impedire che entri a far parte dell'elenco degli amici.
• Non utilizzare mai la messaggistica immediata per diffondere voci,
pettegolezzi o messaggi che inneggiano all'odio.
Per ulteriori suggerimenti sulla protezione e la privacy, leggere 10 suggerimenti
per una messaggistica immediata più sicura.
Per ulteriori informazioni sui controlli genitori in MSN Messenger, leggere Use
MSN Messenger to stay up-to-date and in control.

D Posso leggere le conversazioni di messaggistica immediata di mio figlio in MSN


. Messenger?
R Sì, MSN Messenger è impostato automaticamente per il salvataggio delle
. conversazioni di messaggistica immediata in una cartella del computer.
Solitamente, la posizione predefinita della cartella è: C:\Documenti\. Per
individuare con esattezza la cartella, aprire MSN Messenger, fare clic sul menu
Strumenti, quindi su Opzioni e accedere alla scheda Messaggi.
Tenete presente che per i ragazzi è facile disattivare l'opzione che esegue il
salvataggio delle conversazioni di messaggistica immediata. In generale, un
dialogo sincero e aperto tra genitori e figli risulta molto più costruttivo delle
attività di "spionaggio". Anche perché quando si parla di nuove tecnologie, è
molto probabile che i più giovani siano sempre un passo più avanti rispetto agli
adulti. Occorre stabilire buone regole, confidare nel fatto che i vostri figli le
applichino e aggiornarle costantemente insieme a loro man mano che crescono.

D Come posso impedire la visualizzazione di popup sul computer?


.
R Il modo più semplice per bloccare la visualizzazione dei popup è utilizzare
. l'apposito software. Se disponete della versione più recente di Windows XP,
Internet Explorer, ovvero il browser Web, è già dotato di un'opzione di blocco
popup. Se non utilizzate Windows XP, è possibile scaricare una barra degli
strumenti gratuita che include tale opzione, come la barra degli strumenti di
MSN.

D Bambini e ragazzi possono diventare Internet-dipendenti?


.
R Internet è un magnifico strumento per i giovani, in particolare per quelli che
. hanno difficoltà nell'interazione con i coetanei. Su Internet, i ragazzi esperti di
computer riescono a brillare, perché l'aspetto e le doti atletiche non sono
importanti e questo contribuisce a rafforzare la loro autostima. Tuttavia, un uso
eccessivo del computer potrebbe isolare ulteriormente i più timidi dal gruppo
dei pari oppure togliere tempo ed energia da dedicare alle altre attività, come
ad esempio i compiti, l'esercizio fisico, il sonno o anche solo l'opportunità di
trascorrere tempo con gli altri. Spesso, genitori e insegnanti non rilevano
l'esistenza di un problema finché non si manifesta nella sua gravità. Questo
accade perché è facile nascondere le attività svolte in linea e perché la
dipendenza da Internet non ha ancora ricevuto la dovuta attenzione.
Concordate delle regole per l'uso del computer di casa, che occorre tentare di
bilanciare con una maggiore attività fisica. Inoltre, fate in modo che il computer
collegato a Internet si trovi in una zona aperta della casa, non nella stanza dei
vostri figli.
Infine, valutate il vostro uso di Internet. Passate ore collegati in linea? Se è così,
è probabile che i vostri figli seguano il vostro esempio. Per suggerimenti su
come aiutare bambini e ragazzi a stabilire un equilibrio sano tra uso di Internet
e altre attività, leggere I vostri figli sono Internet-dipendenti?

D Cosa devono sapere i miei figli dei virus informatici?


.
R Un virus è un programma creato allo scopo di arrecare danni e che infetta i file
. o le unità disco rigido del computer per poi riprodursi in molte copie. Molte delle
attività svolte in linea dai minori possono rendere i computer vulnerabili
all'attacco dei virus. Gli allegati di posta elettronica rappresentano i mezzi più
comuni per la diffusione dei virus, i quali però possono essere scaricati anche
utilizzando programmi di condivisione dei file e di messaggistica immediata.
Assicuratevi che i vostri figli capiscano bene quanto segue:
• Non aprire mai un allegato di posta elettronica che non era stato richiesto.
• Configurare il programma di messaggistica immediata in modo che non sia
possibile ricevere file da altri utenti.
• Quando si utilizzano programmi di condivisione dei file, non scaricare mai
file con l'estensione ".exe".
• Chiedere a un genitore prima di scaricare un programma da Internet.
È possibile proteggere il computer eseguendo sempre software antivirus e
firewall aggiornati ed eseguendo periodicamente sul computer l'apposita analisi
per la ricerca di spyware o altro software indesiderato, così da poterlo
rimuovere immediatamente.

D L'uso di Internet da parte dei miei figli mi crea delle preoccupazioni. Posso
. tenere traccia dei siti Web che visitano?
R Sì, esistono modi per tenere traccia dei siti Web che hanno visitato durante il
. collegamento in linea, ma tenete presente che i ragazzi esperti di computer
sanno come coprire le tracce delle loro esplorazioni su Internet. Pertanto,
risultano molto più efficaci la condivisione di regole chiare e concordate sull'uso
di Internet e una comunicazione aperta con i vostri figli.
Quando si esplora Internet, il browser Web, come Microsoft Internet Explorer o
Netscape Navigator, raccoglie informazioni sui siti visitati e le memorizza nel
computer.
Solitamente, i browser mantengono una cronologia dei siti Web visitati di
recente. La maggior parte delle versioni di Internet Explorer contiene il pulsante
Cronologia nella barra degli strumenti della parte superiore. Se il pulsante non è
visualizzato, o se siete un utente di Netscape Navigator, è sufficiente premere
contemporaneamente i tasti Ctrl (Control) e H per visualizzare l'elenco della
cronologia. Fare doppio clic su una voce dell'elenco per visualizzare il sito.
Inoltre, i browser creano copie temporanee delle pagine Web, note come file di
cache, e le memorizzano nel computer.
Per visualizzare i file temporanei in Internet Explorer:
1 In Internet Explorer, fare clic su Strumenti, quindi selezionare
. Opzioni Internet.
2 Nella scheda Generale, nell'area File temporanei Internet, fare
. clic su Impostazioni.
3 Nell'area File temporanei Internet, fare clic sul pulsante
. Visualizza file.
Viene visualizzato l'elenco delle pagine Web visitate di recente da voi o dai
vostri figli, oltre che delle immagini viste e dei cookie inseriti nel computer.
Esistono anche molti tipi di software che consentono il monitoraggio di varie
attività in linea. Ad esempio, il servizio MSN Premium offre una serie di controlli
genitori che consentono di filtrare Internet; inoltre, invia rapporti settimanali
delle attività in linea, in cui sono indicati dettagliatamente i siti Internet visitati
dai minori, le persone con cui hanno conversato in chat e altro ancora.
Un'alternativa possibile è visitare un negozio di computer ben fornito per
chiedere quali sono i prodotti consigliati.

D Cosa devo fare se mio figlio viene molestato quando è collegato a Internet?
.
R Questo è il problema dei cyber-bulli o del gioco scorretto (detto anche griefing),
. che è molto diffuso tra gli adolescenti. Se si verificano episodi di molestie,
potete bloccare le comunicazioni che provengono dalla persona che invia i
messaggi servendovi delle opzioni di blocco di cui dispongono molti programmi
di posta elettronica e di messaggistica immediata. Inoltre, salvate i messaggi di
posta elettronica contenenti le molestie e inoltrateli al provider del servizio di
posta elettronica. La maggior parte dei provider implementa apposite norme di
uso che vietano le molestie.
I ragazzi possono essere molestati da cyber-bulli anche quando utilizzano i
giochi in linea. Per ulteriori informazioni su come mantenere l'uso dei giochi in
linea sicuro e divertente, leggere 10 suggerimenti per affrontare i cyber-bulli e i
giocatori scorretti in linea.
Se le molestie consistono in commenti pubblicati su un sito Web, contattate il
vostro provider di servizi Internet e chiedete assistenza nella ricerca del
provider che ospita il sito in questione. A quel punto, potrete contattare tale
provider e portare alla sua attenzione la presenza dei commenti offensivi sul
sito Web. È opportuno contattare anche la polizia, in quanto le molestie si
configurano come reato, sia su Internet che nella vita reale. Infatti, è illegale
comunicare ripetutamente con qualcuno se il contenuto di tali comunicazioni
provoca timori per la sicurezza di chi le riceve o di quella di altri.

D Il software di filtraggio è efficace?


.
R Gli strumenti di filtraggio possono risultare utili in presenza di bambini piccoli,
. come integrazione alla supervisione da parte dei genitori e mai come loro
sostituto. Tuttavia, filtri e blocchi non sono infallibili e spesso non riescono a
filtrare materiale inadatto ai minori. Inoltre, possono anche bloccare molto
contenuto utile, del quale i bambini potrebbero aver bisogno per i compiti
assegnati a scuola.
Se da una parte i filtri possono risultare utili quando i vostri figli sono piccoli,
dall'altra è importante che i bambini maturino un comportamento sicuro e
responsabile quando sono collegati a Internet.

D Mio figlio adolescente vuole fare acquisti su Internet. Come posso avere la
. certezza che il sito Web è sicuro?
R Prima di consentire a un adolescente di utilizzare la carta di credito durante un
. collegamento a Internet, per mantenere le transazioni protette e sicure dovreste
dargli delle indicazioni chiare e precise sugli acquisti in linea e su cosa cercare.
Insegnategli quali sono gli elementi che deve riconoscere in un sito Web per
capire che si tratta di un sito sicuro a cui poter dare con fiducia le informazioni
relative alla carta di credito. Prima che faccia acquisti in un sito Web, deve
cercare:
• Il sigillo di garanzia di qualità Better Business Bureau, od organizzazione
analoga, che offra il collegamento all'apposito sito Web.
• L'icona di un lucchetto chiuso e integro nell'angolo inferiore della pagina,
che sta a indicare che soltanto l'utente e il sito Web possono visualizzare le
transazioni finanziarie.
• La stringa "https", dove la "s" indica "sicuro", contenuta nell'indirizzo del
sito Web visualizzato nella barra degli indirizzi del browser.
Tuttavia, poiché questi elementi possono essere contraffatti, è importante
incoraggiare i vostri figli a consultarvi prima di effettuare qualsiasi acquisto via
Internet, di modo che possiate esprimere il giudizio finale circa la sicurezza di un
sito Web. Accertatevi che il browser supporti la crittografia a 128 bit, così che il
numero della carta di credito venga automaticamente crittografato, o cifrato,
prima di essere inviato. Le versioni più recenti sia di Internet Explorer che di
Netscape Navigator supportano la crittografia a 128-bit. Per ulteriori
informazioni su come fare acquisti in linea in modo sicuro, leggere Ci si potrà
fidare di questo negozio in linea?

D A quali elementi devo fare attenzione nell'informativa sul trattamento dei dati
. personali di un sito Web riservata a un minore?
R L'informativa sul trattamento dei dati personali di un sito Web indica in che
. modo il sito utilizza, condivide e detiene le informazioni di carattere personale
che raccoglie. È importante che i genitori leggano tale informativa e che
mostrino ai loro figli cosa cercare al suo interno prima che questi trasmettano
ad altri dati e informazioni personali. A volte, le informative possono essere
lunghe, complesse e vaghe.
Se il sito Web non ne ha una, fate attenzione quando procedete a un acquisto o
fornite dati personali nel sito.
Quando leggete un'informativa sul trattamento dei dati personali volete sapere:
• Quali sono le informazioni che il sito raccoglie e di cui tiene traccia.
• In che modo il sito utilizza le informazioni raccolte; in particolar modo, se
verranno vendute a terzi.
• Se avrete la possibilità di modificare o eliminare le informazioni raccolte
tramite i vostri figli.
• Quali misure vengono adottate per proteggere i minori nelle attività di
gruppi di chat, bacheche virtuali e posta elettronica sul sito.
• Se il sito richiede o meno di ottenere il consenso verificabile da parte dei genitori
prima che un minore diffonda dati personali in linea.

Aiuta i tuoi figli a proteggersi dai cyber-bulli


I bulli sono noti per tormentare le loro vittime a scuola, durante il gioco o nelle
attività sportive. Ma adesso, con il fenomeno del cyber-bullismo (o bullismo online)
le vessazioni avvengono 24 ore su 24 tramite computer, telefoni cellulari, console
di gioco o altri dispositivi collegati a Internet.
• Parla ai tuoi figli del fenomeno del cyber-bullismo. Chiedi ai tuoi figli cosa
fanno quando sono online e incoraggiali a segnalarti eventuali fenomeni di
bullismo. Dì loro che intraprenderai le azioni necessarie per conto loro e
spiegagli cosa farai esattamente. Riassicurali che non li priverai dell'uso del
telefono o di Internet.
• Tieni il computer di famiglia in una posizione centrale. Se i tuoi figli usano
videogiochi, tieni le console di gioco collegate a Internet in un ambiente centrale.
Gli adolescenti dispongono di numerosi modi per accedere a Internet, quindi
sistemare il computer in ambienti centrali non è sempre efficace. Con i ragazzi
più grandi, è molto importante instaurare un dialogo aperto.
• Cerca eventuali segnali di bullismo online, ad esempio se tuo figlio sembra
infastidito quando è online o è riluttante ad andare a scuola.
• Non tollerare il cyber-bullismo in casa. Fai sapere ai tuoi figli che non
devono mai, in nessun caso, assumere atteggiamenti di bullismo verso chiunque.
Spiegagli chiaramente quali sarebbero le conseguenze.
• Segretezza delle password. Suggerisci ai tuoi figli di non condividere
password o altre informazioni che li possano rendere vittime di episodi di
bullismo o di non dare in prestito cellulari o computer portatili.
• Sprona i tuoi figli a fare amicizia e chiedi agli amici di stare in guardia. I
cyber-bulli rivolgeranno con meno probabilità le loro attenzioni verso persone
che hanno amicizie solide. Se una vittima ha amici che gli vengono in aiuto, il
bullo solitamente desisterà.
• Fatti aiutare dalla tecnologia. Attiva le funzioni di sicurezza disponibili su
numerosi programmi e servizi, come ad esempio quelle di Windows 7, Windows
Vista, Xbox LIVE e il lettore multimediale digitale Zune.

Cosa fare se tuo figlio è vittima di episodi di cyber-bullismo


Il migliore sostegno che puoi offrire a un ragazzo vittima di cyber-bulli è un
sostegno positivo, attivo, bene informato e che ispiri fiducia.
• Agisci immediatamente. Tuo figlio deve sapere che puoi e vuoi aiutarlo. Non
aspettare per vedere se gli abusi finiscono. Se credi che tuoi figlio corra rischi
fisici, chiama la polizia.
• Prova ogni modo per individuare il cyber-bullo e mettilo di fronte alle sue
responsabilità. Se il bullo è uno studente, considera l'opzione di segnalare
l'episodio alla direzione scolastica. Segnala l'episodio di bullismo al sito Web in
cui è avvenuto. Molti servizi si avvalgono di moderatori e di luoghi in cui
segnalare gli abusi, ad esempio abuse@microsoft.com. Chiedi alle compagnie
telefoniche di tenere traccia delle telefonate e adotta le misure necessarie.
• Dì ai tuoi figli di non reagire al cyber-bullo né di vendicarsi in quanto i bulli
cercano proprio una reazione da parte delle vittime. Non rispondere a telefonate
né a messaggi di testo o commenti (evitare perfino di leggerli).
• Blocca i cyber-bulli. Gran parte dei servizi Web ti consentono di bloccare
chiunque abbia un comportamento inappropriato o in qualche modo minaccioso.
Verifica come fare con il servizio in questione (social network, messaggistica
istantanea, telefono cellulare).
• Conserva le prove. Salva messaggi di testo, e-mail e altre prove di episodi di
cyber-bullismo nel caso in cui le autorità ne avessero bisogno.

Adescatori online: riduci al minimo i rischi


L'utilizzo di strumenti di comunicazione su Internet come chat room, e-mail e
messaggistica istantanea possono esporre i minori al rischio di incontrare
adescatori online.
L'anonimato offerto da Internet facilita il rapido sviluppo di sentimenti di fiducia e
intimità. Gli adescatori traggono vantaggio da questo anonimato per costruire
rapporti virtuali con giovani inesperti.
I ragazzi pensano di essere consapevoli del pericolo rappresentato dagli
adescatori, ma in realtà sono piuttosto ingenui in fatto di rapporti online.
I genitori possono tutelare i loro figli spiegandogli i rischi legati alle comunicazioni
online e al coinvolgimento in attività per ragazzi su Internet.

Come agiscono gli adescatori online?


Gli adescatori online:
• Trovano i ragazzi attraverso social network, blog, chat room, messaggistica
istantanea, e-mail, forum di discussione e altri siti Web.
• Attirano le loro vittime con attenzioni, manifestazioni di affetto, gentilezza e
perfino regali.
• Conoscono le ultime novità in fatto di musica e gli hobby che possono
interessare ai ragazzi.
• Ascoltano i problemi dei ragazzi e si mostrano solidali.

• Tentano di attenuare le inibizioni dei ragazzi introducendo gradualmente


contenuti sessuali nelle loro conversazioni o mostrando loro materiale dal
contenuto sessuale esplicito.
• Potrebbero anche valutare la possibilità futura di incontrare di persona i ragazzi
conosciuti online.

Come possono i genitori ridurre al minimo i rischi per i loro figli?


• Parla con i tuoi figli degli adescatori sessuali e dei potenziali pericoli online.

• Utilizza i software di controllo genitori attualmente integrati nei nuovi sistemi


operativi quali Windows 7 o Windows Vista o che puoi scaricare gratuitamente,
come Windows Live Family Safety Settings.
• Rispetta i limiti di età riportati sui siti Web di social networking. L'età consigliata
per iscriversi ai siti Web di social networking è solitamente dai 13 anni in su. Se i
ragazzi sono più piccoli, non autorizzarli a visitare questi siti.
• I bambini non devono assolutamente utilizzare le chat room in quanto i rischi
associati sono troppo elevati. Quando i tuoi figli sono un po' più grandi, indirizzali
verso chat room ben sorvegliate. Incoraggia anche i tuoi figli adolescenti ad
usare chat room sorvegliate.
• Se i tuoi figli partecipano a chat room, assicurati di sapere quali utilizzano e con
chi parlano. Controlla tu stesso le chat per scoprire che tipo di conversazioni
hanno luogo.
• Suggerisci ai tuoi figli di non abbandonare mai l'area pubblica delle chat room.
Molte chat room offrono aree private in cui gli utenti possono avere
conversazioni private e dove non è possibile monitorare le conversazioni. Queste
aree vengono spesse chiamate aree "whisper".
• Il computer domestico collegato a Internet dovrebbe trovarsi in un'area comune
della casa e mai nella camera dei ragazzi. Per un adescatore risulta molto più
difficile stabilire un rapporto con tuo figlio se lo schermo del computer è
facilmente visibile. Anche se il computer si trova in un'area comune della tua
casa, siedi accanto ai tuoi figli quando sono online.
• Se hai figli piccoli, questi devono condividere l'indirizzo e-mail della famiglia e
non avere un account di posta elettronica personale. Quando sono più grandi,
puoi chiedere al provider di servizi Internet (ISP) di configurare un indirizzo e-
mail differente per i tuoi figli, che però risiederà sempre nel tuo account.
• Insegna ai tuoi figli a non rispondere mai a messaggi istantanei o e-mail
provenienti da estranei. Se i tuoi ragazzi usano il computer in luoghi in cui non
puoi monitorarli, come biblioteche, la scuola o a casa degli amici, cerca di
scoprire che tipi di strumenti di protezione sono utilizzati in questi computer.
• Se tutte queste precauzioni non dovessero funzionare e tuo figlio cade vittima di
un adescatore online, non incolparlo. La piena responsabilità è sempre
dell'adescatore. Sii risoluto nell'impedire a tuo figlio di avere ulteriori contatti con
questa persona.

In che modo i minori possono ridurre al minimo i rischi di cadere vittime


di adescatori?
I minori possono adottare numerose precauzioni a questo scopo, tra cui:
• Non scaricare mai immagini da fonti sconosciute in quanto potrebbero avere un
contenuto sessuale esplicito.
• Utilizzare filtri nelle e-mail.
• Segnalare immediatamente a un adulto se si sentono a disagio o spaventati da
qualcosa che si è verificato online.
• Scegliere un nome neutro che non contenga parole allusive alla sfera sessuale e
che non riveli informazioni personali.
• Non rivelare mai informazioni personali (tra cui età e sesso) o informazioni sulla
famiglia a chiunque sia online e non compilare profili personali online.
• Interrompere qualunque comunicazione via e-mail, conversazione di
messaggistica istantanea o chat se qualcuno inizia a rivolgere loro domande
troppo personali o dal contenuto sessuale.
• Affiggere accanto al computer l'accordo stabilito in famiglia per l'uso di Internet
che ricordi loro di tutelare la privacy personale quando sono online.

Cosa puoi fare se tuo figlio viene preso di mira?


• Se tuo figlio riceve foto dal contenuto sessuale esplicito da un contatto online, o
se riceve richieste di tipo sessuale in e-mail, messaggistica istantanea o in altri
modi online, rivolgiti alla polizia. Conserva tutta l'eventuale documentazione, tra
cui indirizzi e-mail, indirizzi di siti Web e registri delle chat che mostrerai alla
polizia.
• Controlla se il tuo computer contiene file pornografici o qualunque tipo di
comunicazione a sfondo sessuale, in quanto questi rappresentano spesso segnali
di avvertimento.
• Monitora l'accesso dei tuoi figli alle comunicazioni elettroniche dal vivo, come
chat room, messaggistica istantanea ed e-mail.
Fonte: alcune delle suddette informazioni sono state adattate, previa
autorizzazione, dalla pubblicazione "A Parent's Guide to Internet Safety" del
Federal Bureau of Investigation statunitense.

I tuoi figli sono Internet-dipendenti?


Per molti genitori educare bambini e ragazzi a un sano equilibrio
tra il tempo dedicato ai media di intrattenimento e alle altre
attività è sempre stata una sfida difficile.
Internet ha reso, se possibile, questa sfida ancora più ardua.
Ecco alcuni suggerimenti per aiutare i tuoi figli a stabilire un
rapporto corretto tra l'uso di Internet e le altre attività.

Suggerimenti per bilanciare il tempo trascorso su Internet e quello


lontano dal computer
• Cerca i sintomi della dipendenza da Internet. Chiediti se l'uso di Internet ha
ripercussioni sulle prestazioni scolastiche, la salute e le relazioni con parenti e
amici di tuo figlio.
Cerca di stabilire tuo figlio quanto tempo passa collegato a Internet.
• Chiedi assistenza a uno specialista. Se tuo figlio mostra sintomi evidenti di
dipendenza da Internet, consulta uno specialista in materia.
L'uso compulsivo di Internet potrebbe essere un sintomo di altri problemi, come
depressione, rabbia e scarsa autostima.
• Analizza con attenzione le tue abitudini di utilizzo di Internet. L'utilizzo
che fai di Internet è sbilanciato rispetto alle altre attività possibili? Ricorda che i
genitori costituiscono sempre il modello più importante per i figli.
• Non proibire l'uso di Internet. Si tratta di una parte importante della vita
sociale della maggior parte dei ragazzi. Cerca, al contrario, di stabilire e
rispettare rigorosamente delle regole di famiglia per l'uso di Internet con cui
determinare a quali siti si possono collegare i ragazzi e le attività che sono
autorizzati a svolgere.
Le regole dovrebbero prevedere: un periodo limitato di collegamento a Internet
ogni giorno; niente esplorazioni del Web o messaggistica immediata finché i
ragazzi non hanno finito di fare i compiti; niente conversazioni in gruppi di chat o
visite a siti con contenuto riservato agli adulti.
• Tieni il computer ben in vista. Installa il computer in un'area della casa
aperta a tutti, non nella stanza dei ragazzi.
• Trova un equilibrio. Favorisci e sostieni la partecipazione di tuo figlio ad altre
attività, in particolare passatempi che coinvolgano altri bambini e l'esercizio
fisico.
• Aiuta tuo figlio a fare incontri nel mondo reale. Se tuo figlio è timido o
impacciato nelle relazioni con i coetanei, valuta l'opportunità di inserirlo in
attività che comportino contatti con gli altri.
Incoraggia le occasioni che portano il bambino a confrontarsi con altri coetanei
che condividono gli stessi interessi, ad esempio corsi di computer o gruppi con
hobby in comune.
• Controlla l'uso di Internet da parte dei bambini. Informati sul software che
consente di monitorare e limitare l'uso di Internet, come i controlli genitori offerti
dal servizio MSN Premium.
Gli strumenti che filtrano ed eseguono il monitoraggio sono di grande utilità, ma
ricorda che un utente esperto di computer è in grado di disattivarli.
L'obiettivo finale dovrebbe essere aiutare i tuoi figli a sviluppare autocontrollo,
disciplina e affidabilità quando si collegano a Internet.
• Suggerisci delle alternative. Se tuo figlio sembra interessato esclusivamente
a utilizzare i giochi in linea, tenta di trovare un collegamento nel mondo reale a
uno dei suoi giochi preferiti.
Ad esempio, se il bambino ama i giochi di ruolo fantasy, incoraggialo a leggere
libri di genere fantasy.
Come aiutare i ragazzi a distinguere i fatti dalle
opinioni su Internet
Internet offre delle magnifiche opportunità e risorse per
imparare, ma contiene anche una grande quantità di
informazioni che potrebbero non essere utili, né affidabili.
Poiché chiunque può pubblicare commenti o informazioni su
Internet, gli utenti devono sviluppare delle capacità di pensiero
critico per poter valutare l'accuratezza delle informazioni
trovate online.
Questo è vero in modo particolare per bambini e ragazzi, che tendono a credere
che "se è su Internet, allora deve essere vero".
Per tradizione, le fonti stampate hanno sempre avuto dei "controllori", ad esempio
revisori, correttori di bozze e verificatori di informazioni, al fine di eliminare errori,
bugie e informazioni inesatte. Tuttavia, in molti casi, Internet non dispone di filtri
che verifichino la validità delle informazioni pubblicate online.
Insegna a tuo figlio come funziona Internet e informalo del fatto che chiunque può
aprire un sito Web, senza che nessuno gli faccia domande. Abitua i tuoi figli ad
avvalersi di un'ampia gamma di fonti di informazione e a controllare, mettere in
discussione e verificare ciò che vedono su Internet.

Suggerimenti per aiutare i minori a identificare la disinformazione


• Inizia quando i bambini sono piccoli. Oggi, persino i bambini delle scuole
materne utilizzano Internet per ricercare informazioni, quindi è importante
insegnare loro quanto prima a saper distinguere i fatti dalle opinioni, nonché a
saper riconoscere pregiudizi, propaganda e siti che creano e utilizzano stereotipi.
• Chiedi ai tuoi figli di descrivere le informazioni che trovano in linea.
Qual è, ad esempio, lo scopo del sito? Serve a divertirsi? Serve a vendere? Il sito
contiene informazioni per contattare l'autore oppure la sezione "Chi siamo"?
Il sito è sponsorizzato da una determinata azienda o persona oppure è una
conversazione pubblica? Internet è il posto migliore per trovare le informazioni
che si stanno cercando?
• Accertati che i tuoi figli verifichino le informazioni raccolte in linea
confrontandole con altre fonti. Per verificare le informazioni, è necessario
confrontarle con quelle offerte da altri siti Web o media, ad esempio giornali,
riviste e libri. Incoraggiarli a consultare anche i genitori.
• Incoraggia i tuoi figli a utilizzare varie fonti di informazioni, non
soltanto Internet. Porta i tuoi figli in biblioteca oppure procurati una buona
enciclopedia su CD-ROM, come Microsoft Encarta (in inglese). In questo modo,
potranno accedere a fonti alternative di informazioni.
• Insegna ai tuoi figli dei metodi efficaci per cercare le informazioni in
linea. Questo porterà a sensibili miglioramenti della capacità di bambini e
ragazzi di trovare informazioni di qualità.
• Discuti con i tuoi figli di temi quali l'odio e il razzismo. I filtri software
possono contribuire a bloccare una parte di questo tipo di materiale.
I tuoi figli, tuttavia, dovrebbero essere informati sulle questioni razziali e sugli
eventi del mondo, in modo da poter riconoscere il contenuto che inneggia
all'odio. Per ulteriori informazioni a questo proposito, leggere Come aiutare i
minori ad affrontare il contenuto che inneggia all'odio su Internet.

Tempo di scuola: 7 suggerimenti agli studenti per la


protezione del computer
Questi suggerimenti possono aiutarti a proteggere da virus,
utenti malintenzionati, spyware e altri attacchi il computer che
utilizzi per la scuola.

1. Esegui la manutenzione di base per la protezione del computer


Prima di esplorare il Web, esegui le tre operazioni principali di manutenzione per
migliorare il sistema di protezione del computer. Visita la pagina Protect your
computer in 4 steps (in inglese) e segui le procedure online per:
• Utilizzare un firewall Internet.

• Aggiornare il computer.

• Utilizzare un software antivirus


aggiornato.
• Utilizzare un software
antispyware aggiornato.

2. Non aprire i file che ricevi da estranei


La posta elettronica e la messaggistica immediata (IM) rappresentano due possibili
veicoli di virus e worm. La maggior parte dei virus della posta elettronica viene
diffusa da persone che aprono inavvertitamente un file infetto.
Non aprire mai un file allegato a un messaggio di posta elettronica o a un
messaggio immediato, a meno che tu non conosca il mittente e prevedessi già
l'arrivo del file.
Per ulteriori informazioni su come evitare infezioni da virus, vedi Proteggi il tuo
computer dai virus informatici diffusi tramite posta elettronica, 5 reasons to use
Windows Live OneCare to help protect your computer (in inglese) e Suggerimenti
per garantire sicurezza e privacy nella messaggistica immediata.

3. Come combattere lo spamming e le frodi via Internet


Puoi utilizzare la tecnologia per combattere lo spamming e le frodi via Internet. Per
ulteriori informazioni, leggi Tieni la posta indesiderata lontana dalla posta in arrivo.
Il phishing è un'altra minaccia che potrebbe avere come conseguenza il furto di
numeri di carta di credito, password, informazioni relative agli account o altri dati
personali. Per proteggere le informazioni personali dal furto di identità, leggi Ciò
che occorre sapere sul phishing.

4. Scopri come proteggerti dallo spyware


Quando il browser Web sembra invaso da pubblicità popup oppure sono presenti
barre degli strumenti che non hai scaricato intenzionalmente, è probabile che il
computer abbia subito l'attacco di spyware.
Lo spyware è un software che raccoglie i tuoi dati personali senza autorizzazione o
a tua insaputa.
Puoi essere attaccato dallo spyware quando scarichi: musica o programmi di
condivisione di file, giochi gratuiti da siti non affidabili o altri programmi da un sito
Web sospetto. Sono disponibili ulteriori informazioni nell'articolo Cos'è lo spyware?

5. Prendi le debite precauzioni quando utilizzi reti wireless


Oggi molte scuole superiori e università dispongono di reti wireless, in modo che
gli studenti possano connettersi al Web in biblioteca, in mensa o in classe.
Si tratta di reti molto comode da utilizzare, ma che rappresentano un rischio per la
protezione. Se installi una rete wireless a casa, leggi Improve the secuirty of your
wireless home network with Windows XP (in inglese) con particolare riferimento
alla sezione sulla protezione delle reti wireless. Leggi anche i suggerimenti sulle
reti WiFi riportati nell'articolo Usare le reti pubbliche senza fili in maniera più
sicura.

6. Proteggi il computer con una password e bloccalo


Le password rappresentano la prima linea di difesa per proteggere il computer da
pirati, burloni o compagni di stanza incauti. Se non utilizzi una password per
accedere al computer, chiunque potrà accedervi e sbloccarlo.
Segui i suggerimenti proposti per proteggere le tue informazioni personali con
password complesse e accertati che il tuo computer sia bloccato quando non lo
usi.
Per "bloccare" il computer Windows, premi il "tasto del logo Windows + L". Quando
vuoi utilizzare di nuovo il computer, segui le istruzioni visualizzate sullo schermo
per sbloccarlo.

7. Esegui il backup dei dati importanti


La figura dello studente che ha perso il saggio di fine corso perché ha dimenticato
di crearne una copia di backup è diventata quasi un luogo comune. Eppure, molti
non trovano il tempo di eseguire il backup.
Se utilizzi Windows XP, puoi impostare l'utilità di backup in modo che esegua
automaticamente questa operazione. Per scoprire come, leggi Windows XP Backup
Made Easy (in inglese) oppure prova Windows Live OneCare che prevede alcune
facili funzionalità di backup e ripristino.

Proteggi i minori collegati a Internet: 4 accorgimenti


che puoi adottare
Segui questi punti per tutelare la privacy e la sicurezza dei tuoi figli quando
utilizzano il computer.

Punto 1. Decidi a quali siti Internet può accedere tuo figlio


Visitare alcuni dei siti appositamente destinati ai ragazzi potrebbe essere un
ottimo inizio. Presta particolare attenzione se i siti richiedono informazioni
personali.
Se non concordi sull'informativa sulla privacy di un sito, effettua una breve ricerca
per trovare un sito simile che non richieda informazioni personali.

Blocca il contenuto non adatto ai bambini


Uno dei metodi migliori per proteggersi dai contenuti non adatti ai bambini è di
bloccare tali contenuti. Il software Microsoft è dotato di alcune funzionalità che
consentono di mettere in atto difese di questo genere.

Controllo genitori di Windows 7 e Windows Vista


Windows 7 e Windows Vista includono entrambi una vasta serie di funzioni di
controllo genitori per aiutarli a monitorare, gestire e controllare l'uso del computer
da parte dei bambini e preservare la loro sicurezza. Per maggiori informazioni,
consulta il Controllo genitori di Windows 7 o il Controllo genitori di Windows Vista.

Windows Live Family Safety


Questo software ti consente di filtrare le informazioni in base all'età del bambino.
Puoi anche limitare le ricerche, bloccare o consentire la visualizzazione di
determinati siti Web e monitorare il comportamento dei tuoi figli online. Avrai
inoltre accesso a consigli su come aiutare i tuoi figli a utilizzare in tutta sicurezza le
comunicazioni online o su come informare i bambini sul corretto utilizzo del Web.
Per ulteriori informazioni, consulta Windows Live Family Safety.

Controllo genitori di Xbox


Xbox prevede un controllo genitori che consente di limitare le possibilità che i
bambini utilizzino sia giochi che filmati su DVD inadatti.
Per maggiori informazioni, leggi l'articolo Come funziona il filtro Web di Controllo
genitori.

Punto 2. Aumenta la protezione e la privacy.


Oltre a bloccare il contenuto inadatto, è opportuno bloccare anche i siti e i
download che potrebbero mettere a rischio la protezione e la riservatezza dei dati.
Imposta dei limiti per i download
Giochi e musica gratuiti, barre degli strumenti animate e altri download possono
esporre il tuo computer a spyware o ad altri software indesiderati. A seconda
dell'età dei tuoi figli, puoi insegnare loro a non scaricare software da fonti
sconosciute su Internet o a chiederti il permesso prima di scaricare qualunque
cosa. In questo modo terrai lontani i software indesiderati dal tuo computer.
Tuo figlio potrebbe accidentalmente infettare il tuo computer con spyware o altri
software indesiderati. Alcuni siti Web per ragazzi possono tentare di scaricare dei
programmi senza l'autorizzazione. Per evitare questo rischio, controlla i tuoi figli
quando sono collegati a Internet. Per ulteriori informazioni, consulta il Punto 3.

Utilizza software antivirus e antispyware come ad esempio Microsoft


Security Essentials
Security Essentials consente di individuare, disattivare o rimuovere virus, spyware
e altri software indesiderati. Puoi scaricarlo gratuitamente per Windows 7,
Windows Vista e Windows XP. Per maggiori informazioni, leggi l'articolo Help
protect your PC with Microsoft Security Essentials (in inglese).

Crea account utente diversi


Windows 7, Windows Vista e Windows XP consentono di creare più account utente
nel computer. Ogni utente accede con un profilo unico, con un desktop e una
cartella Documenti personalizzati. Puoi creare per te un account amministratore e
per i tuoi figli un account utente con limitazioni. Gli account amministratore
dispongono del controllo totale sul computer. Gli account utente con limitazioni
non possono modificare le impostazioni di sistema o installare nuovo hardware o
software, operazioni necessarie per la maggior parte dei giochi, lettori multimediali
e programmi di chat.

Configura le impostazioni di protezione del browser Web


Puoi proteggere i tuoi figli anche attraverso il browser Web. Internet Explorer
consente di controllare le preferenze di protezione e privacy, assegnando livelli di
protezione ai siti Web.

Punto 3. Controlla il comportamento dei tuoi figli quando sono collegati a


Internet
Potrebbe non essere sempre possibile essere presenti quando i tuoi figli sono
online. Tuttavia, si può controllare successivamente quali siti Web hanno visitato.
Esaminando l'elenco della cronologia di Internet Explorer, potrai scoprire tutti i siti
Web visitati dai tuoi figli. Per visualizzare la cronologia di Internet è sufficiente
scegliere il pulsante Cronologia nella barra degli strumenti del browser.
Windows Live Family Safety e il controllo genitori in Windows 7 e Windows Vista
possono aiutarti nel monitorare i siti visitati dai tuoi figli. Per maggiori informazioni,
Linee guida basate sull'età per l'utilizzo di Internet da
parte dei minori
Se i tuoi figli usano Internet a casa, sai quanto sia importante proteggerli da
contenuti e contatti inappropriati.
Windows Live Family Safety e il controllo genitori integrati in Windows 7 e
Windows Vista possono aiutarti a creare un ambiente online più sicuro per i tuoi
figli.
La American Academy of Pediatricians (AAP) ha aiutato Microsoft a sviluppare linee
guida basate sull'età per utilizzare Internet impostando le funzioni di protezione
della famiglia per entrambi i prodotti. È importante ricordare che sono solo linee
guida. Tu conosci tuo figlio molto meglio.

Fino a 10 anni
Sorveglia i bambini di età inferiore ai 10 anni. Puoi utilizzare gli strumenti di
protezione di Internet per limitarne l'accesso a contenuti, siti Web e attività e per
essere attivamente coinvolto nell'utilizzo che tuo figlio fa di Internet; Microsoft
consiglia di utilizzare Internet insieme a tuo figlio fino a quando compie 10 anni.
Di seguito, riportiamo alcuni consigli sulla sicurezza da tenere in considerazione
quando usi Internet con un bambino di età compresa tra i 2 e i 10 anni:
1 Non è mai troppo presto per promuovere una comunicazione aperta e
. positiva con i bambini. Parlare con loro di computer e mantenere un
atteggiamento aperto nei confronti delle loro domande e curiosità è un'ottima
idea.

2 Sii sempre presente quando un bambino di questa età usa Internet.


.

3 Stabilisci all'interno della famiglia le regole per l'utilizzo di Internet.


.

4 Raccomanda ai tuoi figli di non condividere informazioni personali come


. nome, indirizzo, numero di telefono o password con gli altri utenti di Internet.

5 Se un sito incoraggia i minori a rivelare il proprio nome per personalizzare i


. contenuti Web, aiuta i bambini a creare un soprannome che non riveli alcuna
informazione personale.

6 Usa gli strumenti per la protezione della famiglia per creare profili appropriati
. per ogni membro e filtrare i contenuti di Internet.

Per ulteriori informazioni, consulta Windows Live Family Safety, il Controllo


genitori di Windows 7 o il Controllo genitori di Windows Vista.
Proteggi i tuoi figli dalla visualizzazione di finestre popup offensive utilizzando
il blocco popup integrato in Internet Explorer.

7 Tutti i membri della famiglia dovrebbero agire come modelli di


. comportamento per i ragazzi che stanno iniziando a usare Internet.

Età compresa tra 11 e 14 anni


I ragazzi di questa età hanno una maggior consapevolezza della loro esperienza
Internet, ma ti consigliamo comunque di sorvegliare e monitorare l'utilizzo che
fanno di Internet per fare in modo che non vengano esposti a contenuti
inappropriati. Puoi utilizzare gli strumenti di protezione di Internet per limitare
l'accesso a contenuti e siti Web e visualizzare un report delle loro attività su
Internet. Assicurati che i ragazzi di questa età capiscano quali informazioni
personali non devono condividere via Internet.
Sorvegliare fisicamente i ragazzi di questa età durante l'utilizzo di Internet
potrebbe non essere possibile. Puoi comunque utilizzare strumenti come Windows
Live Family Safety, il Controllo genitori di Windows 7 o il Controllo genitori di
Windows Vista.
Di seguito, riportiamo alcuni suggerimenti sulla sicurezza da tenere in
considerazione quando usi Internet con un ragazzo di età compresa tra gli 11 e i
14 anni:
1 Promuovere una comunicazione aperta e positiva con i ragazzi è sempre
. un'ottima idea. Parla con loro di computer e mantieni un atteggiamento
aperto nei confronti delle loro domande e curiosità.

2 Stabilisci all'interno della famiglia le regole per l'utilizzo di Internet.


.

3 Raccomanda ai tuoi figli di non condividere informazioni personali come


. nome, indirizzo, numero di telefono o password con gli altri utenti di Internet.

4 Se un sito incoraggia i minori a rivelare il proprio nome per personalizzare i


. contenuti Web, aiuta i ragazzi a creare un soprannome che non riveli alcuna
informazione personale.

5 Usa gli strumenti per la protezione della famiglia per creare profili appropriati
. per ogni membro e filtrare i contenuti di Internet.

Per ulteriori informazioni, consulta Windows Live Family Safety, il Controllo


genitori di Windows 7 o il Controllo genitori di Windows Vista.

6 Imposta gli strumenti per la protezione della famiglia su un livello di


. protezione medio che applica una serie di limitazioni ai contenuti, siti Web e
attività.
7 Proteggi i tuoi figli dalla visualizzazione di finestre popup offensive utilizzando
. il blocco popup integrato in Internet Explorer.

8 Inoltre, incoraggia i ragazzi a spiegare se qualcosa o qualcuno in Internet li fa


. sentire a disagio o minacciati. Mantieni la calma e ricorda loro che non
verranno puniti per averti segnalato queste situazioni. Dimostra di apprezzare
il loro comportamento e incoraggiali a rivolgersi nuovamente a te se la
situazione dovesse ripetersi.

Età compresa tra 15 e 18 anni


Gli adolescenti dovrebbero avere un accesso pressoché illimitato a contenuti, siti
Web o attività. Hanno una maggiore consapevolezza di Internet, ma hanno ancora
bisogno che i genitori siano presenti per ricordare loro le linee guida appropriate in
materia di sicurezza. I genitori dovrebbero essere disponibili ad aiutare i figli
adolescenti a capire i messaggi inappropriati e ad evitare situazioni poco sicure.
Consigliamo ai genitori di ricordare ai figli adolescenti quali informazioni personali
non dovrebbero essere condivise via Internet.
Di seguito riportiamo alcuni consigli sulla sicurezza da tenere in considerazione per
fornire un valido aiuto agli adolescenti che utilizzano Internet:
1. Mantieni costantemente una comunicazione familiare aperta e positiva per
quanto concerne i computer. Parla liberamente di vita online, amici, attività,
proprio come faresti se ti riferissi ad amici e attività reali.

Incoraggia i ragazzi a spiegare se qualcosa o qualcuno in Internet li fa


sentire a disagio o minacciati. Se sei un adolescente e qualcosa o qualcuno
online non ti convince, parlane subito.

2. Crea un elenco di regole per l'utilizzo domestico di Internet. Assicurati che


l'elenco comprenda le tipologie vietate di siti, gli orari di utilizzo di Internet,
le informazioni condivisibili online e le linee guida per la comunicazione con
gli altri utenti online, compresi i siti di social networking.

3. Sistema i computer collegati a Internet in una zona aperta e non nella stanza
dei ragazzi.

4. Utilizza gli strumenti di filtraggio Internet (come Windows Live Family Safety,
il Controllo genitori di Windows o il Controllo genitori di Windows Vista) come
un complemento alla supervisione genitoriale.

5. Proteggi i tuoi figli dalla visualizzazione di finestre popup offensive


utilizzando il blocco popup integrato in Internet Explorer.

6. Informati sui siti Web visitati dai tuoi figli e sugli utenti con cui parlano.
Incoraggiali a utilizzare chat monitorate e raccomanda loro di utilizzare solo
chat pubbliche.

7. Assicurati che capiscano che non devono mai incontrare di persona un amico
conosciuto online.

8. Insegna ai ragazzi a non scaricare programmi, musica o file senza


autorizzazione. La condivisione di file e l'utilizzo di testi, immagini o
contenuti artistici dal Web può costituire una violazione delle leggi in materia
di copyright e può essere illegale.

9. Parla con i tuoi figli adolescenti dei contenuti online per adulti e della
pornografia e indirizzali verso siti adatti, dedicati alla salute e alla sessualità.

1 Aiutali a proteggersi dallo spam. Dì ai ragazzi di non condividere il proprio


0. indirizzo e-mail online e di non rispondere alla posta indesiderata, ma di
utilizzare filtri per e-mail

1 Informati sui siti Web frequentati dai tuoi figli adolescenti. Assicurati che i
1. ragazzi non visitino siti con contenuti offensivi né condividano informazioni
personali. Fai attenzione alle foto pubblicate dai ragazzi o dai loro amici.

1 Insegna ai tuoi figli un comportamento online etico e responsabile. Non


2. dovrebbero utilizzare Internet per diffondere pettegolezzi, rendersi
protagonisti di cyber-bullismo o minacciare altri utenti.

1 Assicurati che i ragazzi ti consultino prima di effettuare transazioni


3. finanziarie online come ordini, acquisti o vendita di articoli.

1 Parla con i ragazzi del gioco d'azzardo online e dei potenziali rischi di questa
4. attività. Ricorda ai ragazzi che alla loro età il gioco d'azzardo online è illegale.

Uso degli accordi di famiglia per proteggere i minori


collegati a Internet
Prima che i tuoi figli inizino a esplorare le nuove frontiere di
Internet, accertati che tutti capiscano cosa è consentito fare
durante i collegamenti in linea e cosa non lo è.
Una delle possibili soluzioni consiste nel redigere insieme un
accordo sul codice di condotta che tutti si impegneranno a rispettare.
Puoi creare un accordo diverso per ognuno dei tuoi figli, con regole per l'uso di
Internet definite in base all'età.
Ognuno dovrà firmare l'accordo che lo riguarda, per dimostrare di aver compreso
bene le regole che accetta di rispettare quando si collega a Internet per le sue
esplorazioni.
Di seguito viene suggerito un accordo sul codice di condotta della famiglia da
utilizzare per ciascuno dei tuoi figli.
Copia l'accordo, modifica le regole secondo le tue esigenze di famiglia e stampalo
per un uso personale.
Una volta che tutti i membri della famiglia hanno accettato le condizioni e hanno
firmato l'accordo, puoi esporre l'accordo di famiglia per l'uso di Internet bene in
vista accanto a ogni computer della casa, in modo da ricordare a tutti le regole
concordate.

Accordo per il codice di condotta durante i collegamenti a Internet


Mi impegno a:
• Parlare con i miei genitori per imparare le regole per l'uso di Internet, che
indicano i siti a cui posso accedere, le attività che posso svolgere, gli orari in cui
posso collegarmi a Internet e la durata consentita del collegamento (___ minuti o
___ ore).
• Non fornire mai, senza il permesso dei miei genitori, informazioni personali come
indirizzo di casa, numero di telefono, indirizzo o numero di telefono del posto di
lavoro dei miei genitori, numeri di carta di credito oppure nome e indirizzo della
mia scuola.
• Dire sempre immediatamente ai miei genitori se vedo o ricevo qualcosa via
Internet che mi fa sentire a disagio o minacciato; ad esempio, messaggi di posta
elettronica, siti Web o perfino qualcosa che arriva per posta ordinaria da parte di
amici conosciuti via Internet.
• Non accettare mai, senza il permesso dei miei genitori, di incontrare di persona
qualcuno conosciuto durante i collegamenti in linea.
• Non inviare mai, senza il permesso dei miei genitori, fotografie mie o di altri
membri della famiglia né tramite Internet, né con la posta ordinaria.
• Non fornire mai a nessuno (neanche ai miei amici) le mie password Internet, con
la sola eccezione dei miei genitori.
• Comportarmi bene durante i collegamenti a Internet e non fare mai niente che
possa offendere o far arrabbiare altre persone oppure che sia illegale.
• Non scaricare, installare o copiare mai niente dai dischi o da Internet senza il
permesso dei miei genitori.
• Non fare mai niente su Internet che richieda il pagamento di denaro senza il
permesso dei miei genitori.
• Comunicare ai miei genitori i miei nomi di chat e di accesso a Internet, che sono
riportati di seguito:
_____________________
_____________________
_____________________
_____________________
Nome (figlio) _______________________ Data ____________
Genitore _______________________ Data ____________