Sei sulla pagina 1di 16

GAETANO

e-mail:lattualita@yahoo.it
SALVEMINI www.movimentosalvemini.blogspot.it
una vita per la libertà

Centomila salveminiani auspicano la demo-random-crazia


“GUTTA CAVAT LAPIDEM…” GRANDE SUCCESSO DEL NOSTRO SITO
Navigando in Rete e digitando
Alcuni mesi fa Beppe Grillo ha lanciato la proposta di introdurre il metodo del sorteggio
nell’attribuzione dei seggi parlamentari. A fine settembre il ministro della Giustizia, Bo- www.movimentosalvemini.blogspot.it
nafede, ha proposto il predetto metodo nella selezione dei componenti del Consiglio Su- potete documentarvi sulle proposte
periore della Magistratura al fine di abolire la perversa logica della lottizzazione
partitocratica. di riforma istituzionale avanzate dal
Il Movimento Salvemini accoglie favorevolmente tali proposte perché sono state auspicate Movimento Salvemini. Il sito è una
fin dal gennaio 2006 nell’editoriale di questo periodico. Quando il Movimento Cinque-
stelle veniva accusato di fare “antipolitica” io sostenevo, invece, che questa parola poteva mini-enciclopedia di Scienze politiche,
essere attribuita solo a coloro che non votavano e non partecipavano alla vita politica, non
a coloro che contestavano i politici incoerenti e corrotti. Affermavo, cioè, che “antipolitico” economiche, sociali, religiose, letterarie e
è l’assenteista, non chi critica i misfatti commessi dai detentori del Potere. Non è “antipo- artistiche: oltre 20.000 link. Potete anche
litico” chi stigmatizza l’arroganza degli oligarchi dell’Unione Europea (“i mercati inse-
gneranno agli italiani come votare”). Non mi offenderei se fossi definito populista perché esprimere via e-mail le vostre opinioni.
l’art. 1 della Costituzione sancisce che “la sovranità appartiene al popolo”. A chi dovreb- Il sito ha registrato
bero rispondere i politici se non agli elettori, cioè al popolo?
Diamo un’occhiata a ciò che sta avvenendo nel mondo. Da alcuni anni i docenti di Scienze finora circa 110.000 contatti.
Politiche della Stanford University (California) sostengono che i cittadini più ignoranti e
più avidi di potere entrano in politica. Propongono, perciò, di sperimentare la “random- Esaurita la 1a edizione di questo
cracy”. Hanno dimostrato che l’inefficienza del sistema rappresentativo ha provocato il libro. Per prenotare una o più
disgusto dei cittadini per la politica. Il vice presidente Al Gore auspicò la democrazia neo- copie della 2a, cell. 3470333846
ateniese. Il candidato alla Presidenza, Ross Perot, nel 1992, propose il “town meeting” af-
CONOSCERE IL DIRITTO AMBIENTALE
Sul quotidiano OnLine Varese NewS, redazione cultura del
fermando che gli americani erano stanchi di appaltare la sovranità ai politici di mestiere. 01/10/2018, leggiamo: “Il diritto ambientale è ormai diventato di
Manuel Fraga Iribarne, governatore della Galizia (Spagna) affermò che il “ritorno ad Atene”, grazie al risorgere te- dominio pubblico da qualche anno a questa parte. In passato un
lematico della Polis, porterebbe al governo i cittadini migliori, selezionati casualmente tra coloro che posseggono i re- vero e proprio concetto di normativa ambientale non esisteva:
quisiti stabiliti da una legge “ad hoc”. Credo che il sistema rappresentativo debba essere eliminato per tante ragioni, quando si verificavano situazioni di danneggiamento all’am-
soprattutto perché consente agli oligarchi dei partiti di sfruttare e tartassare le masse popo- biente, si ricorreva ad altre soluzioni come il diritto penale o il
lari. Credo che l’infrastruttura tecnologica dell’Informatica rende possibile il ritorno alla (segue a pag. 2) Cosmo G. S. Salvemini diritto amministrativo. Parlare di diritto ambientale fino a qual-
che decennio addietro era complicato, non avendo ancora tale ter-
mine una definizione effettiva. Non è caso che fino al 2001, non
TORNA STRENNE PICCANTI ROSSI PARAGONAVA abbiamo mai avuto in Italia leggi che riguardassero in maniera
esclusiva la sola regolamentazione ambientale. A partire da quel-
l’anno, per la prima volta il concetto di ambiente fu introdotto
E LA CAPITALE S’INFUOCA! SALVEMINI A SOCRETE nella nostra Costituzione. È però
a partire dagli anni ’80 che c’è (segue a pag. 2) Raffaele Vacca
Torna nella Capitale l’evento natalizio organizzato da Ipse Dixit, Dopo aver già scontato ben nove anni di carcere (dal 1930 al
la delegazione romana dell’Accademia del peperoncino, con 1939) a causa del suo antifascismo, Ernesto Rossi (1897-1967)
l’obiettivo di divulgare la cultura enogastronomica, la cono-
scenza, la coltivazione e la lavorazione del peperoncino, nonché venne pure confinato nell’isola di Ventotene. Qui, assieme ad Al-
tiero Spinelli (1907-1986) scrisse nel 1941 il famoso “Manifesto”
“CASO CUCCHI”: UN CARABINIERE
il corretto utilizzo in cucina e negli abbinamenti con vino, birra e
pietanze di diverso genere. La V edizione di “Strenne Piccanti” si
terrà a Roma nei giorni 24 e 25 novembre 2018, presso Villa Ri-
- portante l’omonimo nome dell’affascinante isola -, da cui deri-
verà poi il Movimento federalista europeo. Amico e seguace di
AMMETTE IL PESTAGGIO
Gaetano Salvemini, Rossi in una delle tante lettere che dal car- «Sto leggendo con le lacrime agli occhi quello che hanno fatto a
naldo all’Acquedotto, - Via Appia Nuova 1267. La struttura è do- mio fratello. Non so dire altro. Chi ha fatto carriera politica of-
tata di grandi spazi e di comodi parcheggi. IPSE DIXIT è cere andava indirizzando alla sua inseparabile moglie Ada (1899- fendendoci si deve vergognare. Lo Stato deve chiederci scusa.
divenuto il punto di riferimento maggiore nella Capitale per l‘Ac- 1993) una volta si soffermò proprio su Salvemini, che Deve chiedere scusa alla famiglia Cucchi»: lo scrive sul suo pro-
cademia italiana del Peperoncino che ha sede a Diamante (CS) e confidenzialmente chiamava lo “Zio”. La lettera, che fu scritta da filo Facebook Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, dopo le dichiara-
che vanta 92 delegazioni in Italia e numerose nel mondo; l’Ac- Regina Coeli, recitava così: “Non
cademia da quasi 30 anni svolge la sua attività di promozione puoi immaginare il desiderio che (segue a pag. 2) Luciano Masolini zioni del pm Giovanni Musarò nel processo che vede cinque
della cultura, conoscenza e divulgazione del peperoncino. Pro- carabinieri imputati per la
prio quest’anno si è costituita, nel corso del 26esimo Peperoncino morte del geometra romano de- (segue a pag. 6) Federica Sciorilli Borrelli
Festival che si è svolto a Diamante dal 5 al 9 settembre, la World
IL TASER È ARRIVATO,
Chilli Alliance, una organizzazione mondiale con a capo proprio
il prof. Enzo Monaco, presidente dell’Accademia italiana del pe-
peroncino. “Strenne Piccanti” ricalca le linee guida dell’Accade-
mia impartite proprio dal prof Monaco. E’ una manifestazione MANCANO LE RISORSE UMANE LE BASI DELLA LOTTA ALLA MAFIA
“Gli arresti e le condanne da soli non bastano, è necessario
complessa volta a promuovere e valorizzare il made in Italy at- Finalmente, anche in Italia, le forze dell’ordine avranno il tazer a colpire la mafia nei suoi interessi. Le deve essere sottratto il
traverso l’educazione enogastronomica e culturale. Nel corso delle disposizione per difendersi dalle aggressioni spropositate di denaro sporco“. Parole di Pio La Torre, uno che di lotta alla
due giornate, oltre alla presenza di selezionati produttori che portano gruppo, da individui armati di coltelli o bastoni e soprattutto per
a Roma le eccellenze regio- (segue a pag. 2) Antonio Bartalotta mafia ne sapeva più della maggior parte dei politici degli ultimi
nali, sono in programma ta- riportare a casa la propria pelle, peccato, però, che il numero esi- 20 anni di storia d’Italia. E Pio La Torre, colpevole, secondo la
guo di tali dispostivi – solo in undici città italiane – e a quanto mafia, di aver proposto per la prima volta un disegno di legge che
pare, solo qualche agente abilitato all’utilizzo, non crediamo cam- prevedeva il reato di associazione mafiosa (il famoso 416 bis che,
INCONSCIA FAME DI MAMMA
Se chi lotta per cambiamenti palingenetici sapesse che: fonda-
bierà di molto la situazione attuale. Già in dotazione alle forze di
polizia di circa 107 Paesi, a cominciare da Stati Uniti, Canada,
Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Kenya e, in Europa, Finlan-
dia, Francia, Germania, Repub- (segue a pag. 2)
nella totale ipocrisia della classe politica dell’epoca, venne in tutta
fretta approvato pochi mesi dopo il brutale omicidio del
sindacalista. I mandanti furono, tra gli altri, i vertici mafiosi Totò
Maurizio Inturri Riina e Bernardo Provenzano)
mentalmente e a sua insaputa, può essere mosso da fame di blica Ceca, Grecia e Regno aveva visto con intelligenza e (segue a pag. 4) Emiliano F. Caruso
mamma; sta cercando di soddisfarla con oggetti transizionali… In
ogni caso, il rivoluzionario rottamatore si trova a scontrarsi con
il consolidatissimo sistema di mercato e di potere i cui cerberi
sono, altrettanto inconsapevolmente, animati da analoghe spinte ATTACCO ALL’INFORMAZIONE SIMBOLI E CULTURA
psicopatologiche: “vittime”, anche questi, di conseguenze da ca-
renze e da traumi subiti sin dai primi tempi di vita che, “clinica-
mente”, si manifestano con coatte tendenze a posizioni di
E ALL’EUROPA POPOLARE
Ancora una volta è dimostrato come ogni sim-
prepotere ad accumulare denaro e beni senza limiti (v. le locu- Il potere politico è da sempre infastidito dai
zioni: fame di mamma e denaro e beni come oggetto transizio- media e dall’Informazione libera. Certo che bolo è sempre collegato con altri concetti o ele-
nale). Una volta che una forma mentis (v. su internet Gestalt e oggi, con il governo Lega&M5S, gli attacchi menti connessi in modo più o meno evidente. In
psicologia della forma) disturbata e distorta da carenze e traumi, sono sempre più aggressivi soprattutto nei con- questo senso il simbolo è un segno che non ha la
si sia ben anche nell’assetto socio-culturale e istituzionale, taci- fronti dei giornali. Ne ha fatto le conseguenze- sua origine in se stesso, ma essenzialmente nel-
tamente o ufficialmente, qualsiasi iniziativa, messaggio, pro- di recente- il Gruppo GEDI, che controlla Re- l’utilizzo e nella compartecipazione intercomu-
gramma ecc. che appare in contrasto, anche se riesce a eliminare pubblica e L’Espresso. Lo scontro tra Di Maio e nicativa messa in atto da migliaia di persone. In
gli attuali tenutari del sistema vigente, reagisce più o meno se- i giornalisti di Repubblica è stato forte e conti- effetti, allorquando si rende necessario un parti-
La tesi di Proudhon (“la pro- nuo in queste settimane e ha portato i giornali- colare impegno di militanza politica e sindacale
condo un ben collaudato algoritmo magistralmente espresso dal prietà è un furto”) non è con-
già più volte citato pensiero dell’autore di L’Uomo e la città, (pp. sti del gruppo a un vero atto di accusa. Di Maio il rinvio a questo simbolo condiviso è ricorrente,
98-99), Henri Laborit: “Quando una nuova etica, come quella di divisibile perché non fa che afferma che “ lui non ha il potere di negare giacchè permette ai vari soggetti di entrare in rap-
Cristo, fa la sua apparizione, la società tenta dapprima di soffo- distinzione, giuridicamente e il diritto di critica”. I giornalisti che rispondono porto fra loro in nome di un fine comune eviden-
carla e poi rapidamente la trasforma e la digerisce all’interno dei moralmente doverosa, tra la che “ci mancherebbe che qualcuno avesse il po- ziato dal segno-simbolo di riferimento comune.
suoi automatismi secolari per restituire una civiltà etichettata, re- piccola proprietà (frutto di tere di negarlo agli altri”. Il comitato di reda- Ad esempio citare durante una festa il nome di
pertoriata, dominatrice, sicura dei suoi valori cosiddetti eterni, onesto lavoro e quindi sacro- zione di Repubblica sostiene che il nuovo un personaggio non ha lo stesso potere scatenante
mentre si tratta ancora di quelli dei primi mercanti sorti dal Neo- santa) e la grande proprietà governo vuole chiudere i giornali liberi e di- della sua stessa presenza reale. Quando però que-
litico”. In effetti, contro il cristianesimo non hanno avuto tanto (accumulata in breve tempo e chiara di andare dritto fino in fondo “nel me- sta personalità ha raggiunto il livello di simbolo
successo le persecuzioni cruente… anzi… quanto, paradossal- quasi sempre in modo fraudo- stiere di raccontare la verità.” Di Maio che li collettivo sociale essa viene colta più facilmente
mente, le opere tese a impreziosire, specialmente mediante di- lento). Solo quest’ultima po- esorta, senza esclusioni di colpi, a non “fare le come presente. E’ messo in moto così un altro
verse geniali forme artistiche, ogni cosa e luogo relativi alla trebbe essere considerata alla vittime” perché non sono al centro del mirino meccanismo; quel certo personaggio riesce a far
evangelizzazione, a iniziare dal stregua di un furto. del governo. Queste parole, solo, per ricordare riportare alla mente idee, valori direttamente col-
suo più emblematico simbolo: la (segue a pag. 2) Pier Luigi Lando alcuni passaggi (segue a pag. 2) Lisa Biasci legati al perso- (segue a pag. 2) Liliana Speranza
L’ATTUALITÀ, pag. 2 N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018
(segue da pag. 1) “Gutta cavat lapidem...” (segue da pag. 1) Rossi paragonava Salvemini a Socrate

democrazia diretta ateniese. Come nell’antica agorà, oggi i avrei di trovarmi ancora con lo Zio; quanto bisogno ho del suo
cittadini possono riunirsi ininterrottamente nel ciberspazio.
Ci sono già esperimenti con esiti positivi. Nel Minnesota
aiuto! Io son troppo incerto; ho sempre troppi dubbi, troppe fi-
sime, per compicciar da solo qualcosa di buono. Ho bisogno
INFORMAZIONI AI LETTORI
(U.S.A.) è stato creato un “foro elettronico di politica” per d’aver vicino una persona più salda di me, più sicura della con- Quote associative annuali. Ordinaria: euro 60,00 (solo per recapito a
eleggere il governatore e i senatori; il regista di questo espe- venienza di scegliere una strada piuttosto che un’altra. E l’unico domicilio). Simpatizzante: euro 100,00 (per pubblicare un articolo per
in cui abbia completa fiducia e che riconosca intellettualmente numero). Benemerita: euro 180,00 (due articoli per numero). Sosteni-
rimento è Steven Clift. E’ la versione moderna del “metodo molto superiore a me, è lo Zio. In altri ho pure avuto ed ho fidu-
Pericle”, a costo zero per le casse dello Stato e con il van- cia completa, ma nessuno s’avvicina a lui per intelligenza. Qua-
trice: euro 360,00 (quattro o più articoli per numero).
taggio aggiunto di eliminare i costi di campagne elettorali lunque cosa scriva, chi non è stato in familiarità con lui non potrà Il versamento va effettuato tramite bollettino di c/c postale n°.
che favoriscono i candidati più ricchi. mai farsi un’idea, dai suoi scritti, di quello che vale come “semi- 1032746719 intestato a Movimento Gaetano Salvemini, Fonte Nuova
Con questo metodo la selezione dei legislatori e dei gover- natore d’idee”, della chiarezza con cui nelle discussioni imposta (Roma).
nanti avverrebbe in situazioni di “pari opportunità” tra cit- i problemi, andando subito al nocciolo delle questioni, dell’one- Consigli utili: 1) rileggere attentamente gli articoli prima di inviarli alla
tadini agiati e quelli disagiati. L’attuale plutocrazia verrebbe stà con la quale mette in rilievo le ragioni dell’avversario, ser- Direzione entro il 15 di ogni mese. 2) Gli articoli non devono superare
eliminata dalla democrazia elettronica. Il clientelismo elet- vendosene per approfondire il suo stesso pensiero. Molte volte, le 25 righe dattiloscritte e devono osservare la classica regola del Labo-
torale criminogeno (voti di scambio, mercato di poltrone, mentre discutevo con lui, guardando quella sua enorme fronte, ratorio di Giornalismo sui cinque interrogativi: chi, come, dove, quando
luminosa per la luce del pensiero che gli risplende negli occhi, ho e perchè. 3) confrontare il testo originario dei propri articoli con quello
appalti truccati) verrebbe spazzato via. Il perverso legame pensato che la stessa impressione, che lo Zio faceva a me, doveva
tra faccendieri-lobbisti e politicanti di mestiere verrebbe re- farla Socrate ai suoi discepoli. Anche Socrate - notatene il bellis- poi pubblicato con le necessarie correzioni e abbreviazioni, al fine di
ciso. Ogni cittadino, onesto e qualificato, potrebbe essere simo e veritiero parallelo, n.d.a. - parlava così semplicemente, non ripetere errori e prolissità negli articoli inviati successivamente. 4)
governato e governante, senza intermediari trasformisti e senza mai darsi arie, in modo da poter essere capito anche da un pubblicare almeno 80 articoli in 24 mesi consecutivi per chi vuole iscri-
disonesti. Finalmente, il metodo mercenario applicato fin contadino analfabeta; anche Socrate sgombrava subito, col suo versi all’Albo dei Pubblicisti. 5) rivolgersi al consulente Patrizio Ales-
dai tempi di Giovanni delle Bande Nere verrebbe messo buonsenso, tutti gli sterpi che ingombravano il cammino della ve- sandrini (via Monte Senario 14, Roma. Tel. 06.87195452) per far
fuori legge. La dipendenza di molti politici dal denaro delle rità, cercando l’intima essenza delle cose, dietro le ingannevoli calcolare le ritenute d’acconto da versare ogni quadrimestre all’Agenzia
lobby è un dato di fatto inconfutabile, documentato da molti parole; anche Socrate misurava fatti ed uomini, grandi e piccoli, delle Entrate. 6) Conservare ogni copia del giornale per poter compilare
anni dalle cronache giudiziarie. Certi politicanti si sono celebri ed ignoti, con la stessa scala di misura, senza riguardo per l’elenco degli 80 articoli da consegnare all’Ordine. 7) Presentare al-
alcuno, prendendo sempre per guida gli stessi principi morali e ri- l’Ordine la domanda d’iscrizione all’Albo firmata dal Direttore della te-
comportati come i Proci che occuparono la casa di Ulisse: scaldando ogni oggetto di pensiero col suo anelito verso una su-
usurpatori. Il Movimento Salvemini lo sta dicendo da oltre periore giustizia...”. Se pur nel breve spazio di una lettera, Ernesto stata. 8) Sono accettati solo testi dattiloscritti composti in RTF oppure
dieci anni e continuerà a dirlo. “Gutta cavat lapidem” (la Rossi sa ben cogliere i tratti salienti di Salvemini, evidenziandone WORD 4/5 e inviati per E-mail: lattualita@yahoo.it. Coloro che
goccia buca la pietra). La Rete potrà creare la democrazia appieno il perno stesso del suo sublime pensiero. Quegli splendidi entro il 20 di ogni mese non ricevono via mail la conferma di avve-
del futuro facendo risorgere il modello autentico dell’an- tratti che tanto lo contraddistinguono e lo rendono davvero unico. nuta ricezione in Redazione sono tenuti a reinviare gli articoli entro
tica Atene. Non resta che dare avvio alla nuova fase costi- Unico come tra l’altro lo è stato lo stesso Rossi, che incontriamo il 21 di ogni mese.
tuente. Cosmo G. Sallustio Salvemini pure tra i fondatori del Partito radicale. Due coscienze che con- Anche dopo l’iscrizione all’Albo è opportuno pubblicare almeno un ar-
viene tenere molto ben care. Vale senz’altro la pena di ricordarle ticolo su ogni numero e rinnovare la quota associativa annuale simpa-
(segue da pag. 1) Conoscere il diritto ambientale
molto più spesso. Luciano Masolini tizzante.
(segue da pag. 1) Il taser è arrivato, mancano le risorse umane
Il giornalismo non è solo arte; è anche passione vissuta con entusiasmo
stato qualche cambiamento, sulla base di alcuni concetti ripresi e con rettitudine morale. Il piombo, più che l’oro, ha modificato la Sto-
dalla CE e introdotti sommariamente nella nostra legislazione. Unito, come sempre siamo tra gli ultimi ad utilizzare uno stru- ria. E più che il piombo dei fucili, quello dei tipografi.
Oggi le cose sono cambiate, ed il diritto ambientale comprende in mento evoluto, preferiamo l’arma micidiale, non mi riferisco alla
sé tutte quelle norme volte a regolare la gestione dei rifiuti, la tu- pistola di servizio ma al corpo, il corpo di un agente delle forze
tela di aria ed acqua, la gestione degli scarichi, oltre a specifiche dell’ordine che prima deve essere preso come un bersaglio op-
tipologie di inquinamento...” Noi aggiungiamo che all’incisività
del diritto europeo nel riconoscimento di quelle fattispecie delit- pure vederlo sanguinare (sempre se gli va bene), e poi i nostri AVVISO AI COLLABORATORI
tuose da recepirsi negli ordinamenti penalistici di ciascuno Stato agenti potranno intervenire. Abbiamo speso 730 milioni di dollari
per 8 nuovi caccia bombardieri in questo 2018, che si aggiungono Gli articoli che superano le 30 righe dattiloscritte
membro si deve passare ai contenuti della direttiva europea, ov- agli altri 18 F-35 acquistati dallo scorso governo che le forze del-
verosia la 2008/99/CE e alla possibilità di un diritto penale di non vengono presi in considerazione
competenza europea. Il tutto prendendo come spunto di rifles- l’ordine possono contattare per la sicurezza pubblica! In un’epoca
caratterizzata da violenze di ogni tipo, non solo contro le forze per ovvie ragioni di spazio.
sione e punto di partenza, proprio la nozione di ambiente. Esso dell’ordine, ma anche verso noi comuni cittadini che spesso ci
costituisce una realtà composita difficilmente definibile in ma- troviamo in luoghi pubblici per passare qualche ora tranquilla,
niera unitaria. Pertanto, ci si deve soffermare a valutare l’oppor-
tunità di introdurre accanto alla tutela amministrativa, cioè,
all’azione della pubblica amministrazione, anche una forma di tu-
l’aggressione verso immigrati e minoranze linguistiche, sembra
aver preso il sopravvento, e non sembrano lontani gli avvenimenti
AVVISO UTILE AI PRATICANTI PUBBLICISTI
Non è necessario telefonare ogni mese al Direttore per chiedere
tela penale. Ancora, in particolare, ci si sofferma a rilevare il pro- di Napoli a discapito di alcuni studenti, per decretare una legge a
tolleranza zero verso qualsiasi arma da sparo o taglio per mettere le tematiche sulle quali poter scrivere gli articoli da pubblicare
cesso evolutivo del concetto di ambiente nel nostro Stato, per fine ed intimidire il delinquenzialismo comune. ai fini dell’iscrizione all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti.
stabilirne le fattispecie e le peculiarità che hanno preparato il no- Quante aggressioni e vittime vogliamo contare ancora, prima di Si consiglia di leggere le centinaia di rubriche postate sul sito
stro diritto a quella che sarebbe stata la più grande “Nuance” nella riesaminare i codici penali a riguardo? Aggressioni a danni di edu- web movimentosalvemini.blogspot.it e di trarre spunto anche
legislazione comunitaria. Ovverosia, la creazione di un vero e catori e docenti, infermieri e medici, forze dell’ordine, avvocati, dai libri di Cosmo G. Sallustio Salvemini postati nella voce
proprio diritto penale dell’ambiente mediante un intervento nor- giornalisti, familiari per futili motivi e tanti altri ancora, queste Rassegna libraria completa (nei sottotitoli del predetto web) e
mativo organico, assieme ad una seria politica preventiva, come alcune delle vittime che nel 2018 sono state aggredite e che po- dalle Recensioni giornalistiche su questi libri (lato a sinistra,
previsto dall’analisi del bene giuridico ambiente, nel Diritto del- tete trovare con una piccola ricerca nel grande mondo del web. guardando il portase).
l’Unione europea. Ma soprattutto, l’attenzione viene rivolta a Rimaniamo fiduciosi che i nostri articoli vengano letti e condi- Per organizzare i turni in Redazione telefonare al Direttore.
norme, principi, trattati e soprattutto direttive, con le quali l’or- visi dai nostri lettori. Maurizio Inturri
gano sovranazionale ha inteso porre il proprio “imprinting” alla
produzione normativa degli Stati membri. Premesso che esiste (segue da pag. 1) Inconscia fame di mamma
un’evidente incompatibilità tra la sovranità nazionale di ciascuno (segue da pag. 1) Simboli e cultura popolare
Stato membro dell’UE e la configurabilità di obblighi comunitari croce: Con la sua riproduzione in oro, la si è resa, strumental-
naggio in causa come simbolo. Questi tentativi sono però mino- mente, oggetto di mercato e simbolo di potere (avanzamento in
di tutela penale è necessario ricordare che dopo i Trattati di Maa- ritari, quasi elitari. La stessa realizzazione di un murale non ha carriera ecclesiastica). Peraltro, pare che lo stesso Marx si ram-
stricht del 1992 e di Amsterdam del 1997 il diritto penale è entrato tenuto conto delle attitudini e delle attese dei destinatari, degli in- maricasse, nel constatare la fine che avevano fatto le sue teorie
nell’oggetto di possibili strumenti di diritto europeo (in senso terpreti potenziali. In base alle risultanze della nostra osserva- economiche, affermando che egli non si riconosceva come mar-
lato), per realizzare l’obiettivo di un unico “spazio di libertà, si- zione partecipante e delle numerose interviste focalizzate, xista. In seno a un tale assetto sociale, chief complaints, come
curezza e giustizia“, combattendo le forme più gravi di crimina- condotte anche davanti ad uno stesso murale celebrativo, è dato quelli relativi alla sperequazione, corruzione, appropriazioni in-
lità che spesso hanno dimensione transfrontaliera. affermare che vi è stata in misura assai prevalente una parteci- debite (furti, rapine), sono attribuibile akka su menzionata fame
Ciò ha determinato una progressiva “europeizzazione” del diritto pazione diretta degli esecutori al contenuto simbolico del “mo- di mamma. Ovviamente tali presupposti potrebbero avere rica-
penale degli Stati membri, causata dalla crescente incidenza del numento”, senza però altrettanta partecipazione degli utenti dute su versanti operativi: ideologici, giuridici., ecc.
diritto comunitario sull’operato dei legislatori e dei giudici na- potenziali, i quali hanno quasi dovuto subire un’ulteriore espro- In definitiva, se intendiamo realisticamente promuovere un
zionali. Con una storica pronuncia della Corte di Giustizia UE priazione-manipolazione del loro patrimonio culturale. Probabil- nuovo corso della nostra storia, come direbbe Homr Khayyam:
del 2003, infatti, è stato riconosciuto il ricorso allo strumento pe- mente quest’ultima affermazione può suonare come un pesante “più vicino al desiderio del cuore umano”, tenuta presente la ci-
nale dell’Unione, per il perseguimento degli obiettivi comunitari. giudizio negativo di valore sull’intervento “culturale” messo in ceroniana affermazione: “Storia magistra vitae”, occorrerà mi-
Nonostante talune perplessità sollevate da Confindustria, il legi- atto dal Centro di arte pubblica popolare. Va perciò ribadito che rare ad armonizzare secondo le progettualità naturali i metodi di
slatore nazionale si apprestò comunque a recepire la direttiva con quanto affermiamo è un dato di fatto che scaturisce in modo pal- allevamento della prole umana. Ancora una volta si riporta il pen-
il D.lgs. 121/2011 ed in particolare con la Legge 68/2015 sugli mare dalla maggioranza delle testimonianze da noi raccolte. Al- siero di Tiziano Terzani (tra l’altro citato a capo dell’articolo
“Ecoreati”. Su tale Legge va citata la circostanza che a fronte di trimenti non sarebbe in alcun modo spiegabile la lunga teoria di “Mele Marce e che pare di mostri valido per problematici feno-
4.718 controlli, sono 947 i reati penali e le violazioni ammini- ambiguità, fraintendimenti, ribaltamenti, silenzi da noi registrati meni oltre quello del terrorismo”. Il problema del terrorismo non
strative accertati, 1.185 le persone denunciate e 229 i beni se- nel corso dell’indagine. Infatti non sono pochi i simboli, presenti si risolve uccidendo i terroristi, ma eliminando le ragioni che li
questrati per un valore complessivo di quasi 24 milioni di euro. in un murale, che vengono interpretati in modo ben lontano dalle rendono tali”. “Chi semina vento…”
Contestato in 118 casi il nuovo delitto di inquinamento e per 30 intenzioni degli autori. Un travisamento del messaggio simbo- Così si potranno spiegare pure i motivi del luogo comune: “Gli
volte il disastro ambientale. lico è sintomatico di un triplice ordine di situazioni: in primo animali sono migliori degli umani”. Pier Luigi Lando
È questo il bilancio dei primi 8 mesi di applicazione della nuova luogo è evidente lo stacco tra intenzione dell’emittente e ricezione
legge (che va dal 29 maggio 2015, giorno di entrata dell’utente; in secondo luogo appare chiara la costante dell’in- (segue da pag. 1) Attacco all’informazione e all’Europa
in vigore della norma, al 31 gennaio 2016). Il quadramento e dell’adattamento di ogni simbolo all’orizzonte cul-
2016, secondo la Presidente di Legambiente, turale, esperienziale ed esistenziale del fruitore; in terzo luogo, tra i due. Ma la querelle non si esaurisce certo qui: l’attacco al-
Rossella Muroni, ““è un anno strategico per una volta di più è dimostrata l’intrinseca ambiguità di tanti sim- l’informazione- va detto- s’inserisce in un’offensiva ad ampio
l’attività legislativa in campo ambientale per- boli, il cui contenuto è continuamente superato e vanificato nella raggio che arriva al cuore dell’Europa.
ché offre finalmente la possibilità di approvare stessa misura in cui non vi è stata una preliminare e diretta parte- Lo ribadiamo anche noi, che la democrazia esiste perché ci sono
nuovi provvedimenti a tutela e valorizzazione cipazione alla loro formulazione. A parte queste considerazioni, una serie di bilanciamenti tra il potere politico, l’informazione e
dell’ambiente con i quali dare concretezza alle giammai trascurabili, resta indubbiamente la forza emotiva ed l’autonomia della magistratura. Gli attacchi alla stampa, di
idee di sviluppo sostenibile ed economia legale. evocativa del complesso di un murale, che suscita rapporti dia- adesso, vanno letti in un contesto più ampio che vede il successo
Provvedimenti davvero urgenti... il perché lo sap- lettici fra l’opera d’arte ed il pubblico anche non solamente po- delle destre in Europa e l’aumento dei fenomeni d’intolleranza, di
piamo e lo vediamo! Raffaele Vacca polare. In realtà agisce sempre una densa carica emozionale che violenza social attraverso le piattaforme digitali più in voga in
attraverso bandiere, volti, oggetti di lavoro, evoca sentimenti di questo momento storico. La democrazia via Web come sosten-
(segue da pag. 1) Torna Strenne piccanti e la capitale si infuoca!
identificazione e di adesione rispetto ad un insieme di simboli sti- gono i nuovi governanti è “più forte dei giornali e delle televi-
molanti. Sembra mancare invece, una partecipa- sioni ormai-i primi- in una crisi di non ritorno, destinati per lo più
vole rotonde, convegni e momenti di studio dedicati all’alimenta- alla chiusura”. Parole che suonano come una minaccia. Parole in
zione, alla promozione del territorio ed alla valorizzazione delle espe- zione di tipo intellettuale sia sul piano collettivo libertà, secondo noi. E da qui, in poi, non c’è più la contestazione
rienze che hanno fatto la storia del nostro paese. Mai viene perso di che su quello individuale. Il deterioramento del
vista l’aspetto culturale attraverso la presentazione di libri, proiezioni simbolo si può far risalire ad una sostanziale delle idee degli altri ma c’è l’attacco personale, la delegittima-
di cortometraggi e tanto altro. In particolare, sono valorizzate l’eno- incapacità dei quadri sociali di riferimento, zione, l’insulto fondati spesso su cose non vere, come il finan-
gastronomia e la cultura delle regioni Calabria e Lazio, sia grazie alla disattenti nel considerare la funzione motrice ziamento pubblico dei giornali che non esiste più da anni. Anche
presenza di selezionati produttori calabresi, del Lazio ed altre speci- di un modello ideale che a lungo andare ha in Brasile, ha preso il 47% dei voti un candidato che è andato in
ficità locali che portano le eccellenze della tradizione. Tale valoriz- perso la sua potenzialità originaria. È evidente tv a dire “preferisco che mio figlio muoia piuttosto che diventi
zazione viene espressa attraverso tavole rotonde, convegni e momenti che la carenza funzionale del simbolo dura omosessuale”, e si è rivolto ad una signora dicendole che non
di studio dedicati all’alimentazione ed alla promozione del territo- “merita di essere stuprata”.
rio. L’evento quest’anno sarà dedicato alla sana alimentazione, il ormai da lungo tempo se solo ora emerge in forma Parole forti e tranchant che fino a ieri erano impronunciabili e
tema filo conduttore delle due giornate sarà “Educazione alimentare leggibile. Liliana Speranza che diventano legittimamente sdoganate, coprendo le prime pa-
e la riduzione degli sprechi”. gine dei giornali di tutto il mondo e rafforzando “l’idea di uomo
Resta immutato il format dell’evento e le caratteristiche che hanno fa- Caro lettore, ricordati di rinnovare forte al comando” che sta dilagando anche in tutta Europa.
vorito il successo delle precedenti edizioni. In trepidante attesa tutti la quota associativa a questo periodico
gli appassionati di peperoncino! Strenne Piccanti “Educazione ali- Questo è il vero allarme per tutti: con l’entrata in vigore della Bre-
mentare e riduzione degli sprechi” - Roma, 24 e 25 novembre 2018 che, essendo “super partes”, xit e il voto europeo del prossimo anno si rischia la messa in mora
- Villa Rinaldo all’Acquedotto – Via Appia Nuova, 1267. Per infor- intende restare un libero organo di stampa. della garanzia di pace e di sicurezza che è stata l’Europa in tutti
mazioni sull’evento comporre il n. 3484419644. Antonio Bartalotta questi anni. Lisa Biasci
N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018 TEMATICHE INTERNAZIONALI E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 3

VOLO IGNEO
UNIONE MONDIALE DEGLI STATI Le metafore possono riempirti
di temi./ Non sono parole vane/
perché se prendi il vino/ della
Governatore: S. E. Sen. Pietro Fratantaro tua invenzione, diventerà piog-
gia/ e acqua per l'arido deserto/
della tua anima./ Oltre a questo
Vice Governatore: Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini tu usi di nuovo/ i giochi d'infan-
zia/ uccidere la notte con la
paura/ che tormenta come
EDUCARE ALLA NON VIOLENZA DISSOLVERE un'avanguardia/ sete barocca o
una catarsi contorta/ stripping
Il 10 dicembre 1948 si verificò un evento memorabile: l’Assemblea generale dell’O.N.U., con sede
a New York (U.S.A.) emanò la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Una svolta epocale LA VIOLENZA nelle tue mani/ l'attrazione di migliaia di piaceri/ mai toccati
prima.../ Ma non mi interessa nulla di tutto ciò:/ Sono una balle-
rina senza musica/ Le mie pupille guardano il monitor/ e tutto ciò
nella Storia dell’umanità. A settant’anni di distanza è moralmente doveroso tentare un bilancio, sia
pure sintetico, su quanto è accaduto nel mondo. La Dichiarazione ha consentito alla famiglia umana CON LA MUSICA che vedo sono domande/ Non so come rispondere./ In un volo
igneo/ gli uccelli lirici lo tolgono dalla bocca/ e non c'è posto dove
di compiere un notevole progresso nella salvaguardia dei diritti fondamentali. Va detto, però, che Forse alcune persone non cre- andare. Teresinka Pereira (Traduzione di Giovanna Li Volti)
si tratta di un piccolo passo. Molta strada resta ancora da percorrere. Siamo lontani dal traguardo dono che la musica possa vera-
auspicato dalle organizzazioni che operano in questo campo. La storia dell’umanità è caratterizzata mente placare la paura, ma QUASI ADDIO
dal perenne scontro tra le forze del Bene e quelle del Male. Crediamo fermamente che, alla fine dei Karim Wasfi, direttore dell’Or-
tempi, le prime prevarranno sulle seconde. Nel frattempo, gli eredi di Caino continueranno ad uc- chestra Nazionale Sinfonica Ira- Con voce debole/ senza l'energia necessaria/ per dire non é vero/
cidere gli eredi di Abele. E’ ancora avvolta dal mistero la ragione per la quale il più violato tra i co- chena, ha dimostrato il né una bugia/ ma un difficile "addio"/ con lettere stressate/ grat-
mandamenti divini è “non uccidere”. A violarlo non sono soltanto singoli individui ma anche gli contrario. Il giorno dopo che le tarsi la gola, borbottando un "non so" e partendo dal sentiero
Stati. Ciò è inaccettabile. Sarebbe più opportuno punire i criminali obbligandoli ai lavori forzati a granate hanno scosso la popola- senza guardarsi indietro./ "Arrivederci" è sempre/ un assalto alla
vita (o ad un determinato numero di anni, proporzionato alla gravità dei crimini commessi). Ed in- zione di Baghdad, Karim Wasfi nostra/ emozione più intima./ È come fermarsi/ nel mezzo della
vece in molti Paesi è proprio la legge a violare il comandamento “non uccidere”. Di conseguenza, ha suonato il violoncello sul strada/ non sapendo dove andare. Teresinka Pereira
lo Stato (che dovrebbe educare al rispetto della vita umana) scende allo stesso livello dei criminali. luogo delle esplosioni come (Traduzione di Giovanna Guzzardi)
Istituzionalizzando la violenza (altro non è la pena di morte) lo Stato viene meno al dovere di edi- segno di resistenza alla guerra e
ficare una società di cittadini pacifici e onesti. al terrore. Lo scopo era quello di
La schiavitù e la tortura sono vietate dagli artt. 4 e 5 della Dichiarazione Universale. Nonostante que- mostrare che la musica e la cul-
tura sono molto importanti per-
VIGILANDO!
sto esplicito divieto le cronache quotidiane ci informano che, in ogni angolo del mondo, la dignità ché permettono alle persone di Imposible es vigilar/ los filtros del pensamiento. Sin embargo,
umana viene oltraggiata. Migliaia di donne vengono stuprate. Migliaia di bambini vengono abusati. concentrarsi sulla bellezza della hay una logica/ de prudencia que nos enseña/ a estar callados./
Solo un caso su cento viene giudizialmente punito. Domanda: a chi spetta il compito di educare alla vita e non pensare alla morte che Los mayores de la familia,/ los maestros, los vecinos, los acree-
non violenza? Dovrebbe spettare in primo luogo ai genitori ma molti di essi, purtroppo, non sono potrebbe sopraggiungere repen- dores nos están mirando/ desde el cielo, desde la esquina,/ .en
all’altezza del compito (per scarsa cultura) o si sottraggono volutamente a tale responsabilità. In as- tinamente. Dopo questa perfor- nuestros ojos y hasta/ en nuestras visceras./ ¿Donde ocultar nue-
senza di genitori e di enti statali, quel compito può essere svolto da associazioni private (“forma- mance, le immagini e i video stro pudor?/ La pupila de los celulares, de las plumas filmadoras/
zioni sociali” di cui parla la Costituzione). E’ arcinoto lo squallido fenomeno delle “spose bambine” sono diventati subito virali e y de los drones* nos matarán/ si no de vergüenza, efectivamente./
(che, in pratica, è pedofilìa mascherata da finti matrimoni). E’ arcinota anche la prassi dei “bambini Wasfi ha raggiunto la fama inter- Nuestro silencioso sueño/ no es ser transparente, sino). *Drones
soldati” (età media 12 anni). La Corte Penale Internazionale è riuscita a far catturare alcuni “si- nazionale creando il Centro per son los aviones americanos teleguiados. Teresinka Pereira
gnori della guerra” che arruolavano i bambini strappandoli ai genitori. la creatività e la pace attraverso
Un’altra domanda: come possiamo sperare che i diritti umani vengano rispettati se i clan malavi-
tosi continuano a spacciare droga, a sfruttare la prostituzione (anche minorile), ad estorcere il
le arti, un’organizzazione che
riunisce giovani di diverse etnie
POESIA
“pizzo” agli imprenditori ed ai commercianti? Vero è che la sicurezza dei cittadini continua ad es- con la voglia di suonare per il La poesia ha vita/ e futuro,/ è l'anima e la pelle,/
sere violata da una marea di delinquenti. Si vive in un clima di paura generato anche da fanatici (ka- grande pubblico. L’obiettivo del speranza e nostalgia./ Sospiro ogni minuto/ della
mikaze) che odiano i seguaci di religioni diverse dalla propria; seminare terrore è il loro principale centro è mantenere la pace attra- giornata/ guardando/ l'immensità/ del cielo/ lui ci
obiettivo. Organizzare attentati e fare strage di “nemici” è la loro “sacra” missione. Che fare? verso la musica. copre/ e io mi sento/ il padrone della notte.
Molto si può fare. Ciascuno di noi, avvalendosi del libero arbitrio (donatoci dal Creatore), può Antonella Vecchiariello Teresinka Pereira (Traduzione di Giovanna Guzzardi)
schierarsi al fianco di una delle organizzazioni benefiche operanti nel mondo; può, con l’esempio
della propria vita quotidiana, educare i giovani a rafforzare la volontà per respingere ogni sobilla-
zione malefica; può evidenziare il coraggio che ha caratterizzato l’impegno civico dei grandi Mae- LEZIONI
stri; può, infine, agire contro le canaglie di vario genere che si annidano perfino nei Palazzi
istituzionali, senza arrendersi. Mai. Cosmo G. Sallustio Salvemini UNIVERSITARIE STARTUP ITALIANE DI SUCCESSO
DI FELICITA’ Il sistema delle startup si potrebbe definire come un universo ar-
ticolato e complesso in cui accanto a piccole stelle vi sono co-
“CRYPTOGRAM: PRIVACY & BLOCKCHAIN” L’Università di Yale (USA) è fa-
mosa per i suoi eccellenti corsi
mete che sfidano il cielo. In questa salita verso l’alto una tappa
importante è rappresentata da ScaleIT. Essa è una piattaforma che
“Chi è Moreno Zucchetti?” Sono un imprenditore italiano che dal 1997 fa del suo meglio per la- accademici; uno di questi è “Psi- organizza nel mese di ottobre un evento a cui partecipano un nu-
vorare bene. Vivo a Malta da 13 anni, sono il titolare di diverse aziende, basta consultare il mio pro- cologia e buona vita” o, come lo mero ristretto e selezionatissimo di startup italiane e dell’Europa
filo Linkedin per capire la mia formazione e cosa faccio. La mia storia lavorativa è cominciata chiamano i quasi 1.200 studenti Sud-Orientale. Esse vengono presentate ad un pool di holding e
iscritti, “Felicità 101”. Il docente fondi internazionali che operano nel capitale di rischio. Il tutto
molto presto, a 16 anni già mi prestavo al lavoro, qualche anno dopo ho ripreso gli studi, la sera, di psicologia Laurie Santos inse-
con grande sforzo e dedizione. Devo ammettere però che la scelta di “mischiare” il lavoro con lo all’interno di un fitto programma pitch, keynote e meeting one-to-
gna agli studenti come vivere one. Tra i criteri da soddisfare per poter partecipare all’evento vi
studio, mi ha aiutato molto nella mia formazione imprenditoriale, in quanto mi ha insegnato il me- una vita più gratificante e soddi-
todo della formazione continua, chi come me fa del suo lavoro la sua vita, non si ferma mai di fronte sfacente. Il corso tratta aspetti sono, tra gli altri, la realizzazione negli ultimi 12 mesi di almeno
allo studio, studio che va ben oltre agli atenei ed ai corsi, le nuove tecnologie ed i sistemi com- positivi della psicologia, esplo- un milione di euro di fatturato o almeno un milione di utenti men-
plessi attuali, non si imparano frequentando corsi, ma leggendo tutto ciò che c’è da leggere, stu- rando le abitudini e le azioni che sili, una crescita che si avvicini al 100% annuo. Tra i finalisti di
diando ed applicando ciò che si è capito. Molti successi e qualche delusione hanno caratterizzato il portano a raggiungere la vera fe- questa prestigiosa competizione vi sono state ben tre startup ita-
mio percorso, solo la costanza e la determinazione mi hanno portato dove sono oggi. La cosa che licità. Lo scopo del corso non è liane della LVenture Group, una holding di partecipazioni quo-
mi caratterizza, me lo fanno notare tutti, è la totale assenza di paura di fallire, il fallimento fa parte solo quello di imparare a capire tata sul Mercato Telematico Azionario della Borsa Italiana che
della crescita non è nemico della crescita. Da notare, nessuna mia azienda è mai fallita o ha debiti, cosa ci rende felici ma, mettere opera nel settore del capitale di rischio. Le startup partecipanti
il mio ragionamento è relativo alla psicologia della persona, i più grandi fallimenti sono guidati in pratica delle strategie per rag- sono state: “Codemotion” e “Direttoo”, la prima è una piattaforma
giungere l’obiettivo. La prima per l’innovazine europea che offre servizi per professionisti IT e
dalla “paura del fare”. “Si dice che un buon imprenditore deve saper fare tre cose: innovare, parte del corso rivela idee errate
vendere, stringere relazioni. Che tipo di imprenditore si definisce?” Io mi ritengo innanzi tutto aziende attraverso eventi, formazione altamente professionale e
sulla felicità e le caratteristiche progetti di open innovation. Direttoo è una piattaforma digitale
un lavoratore come tanti altri, forse un po’ più ambizioso e staccanovista della norma, ma io non fastidiose della mente che ci por-
riesco mai a rinunciare ai miei sogni, poi un Imprenditore, nel senso che nelle mie attività mi as- tano ad avere pensieri nega- dove i ristoratori possono ricercare ed acquistare qualsiasi pro-
sumo sempre il rischio d’impresa, mi piace considerarmi un innovatore, dato che da sempre sposo tivi. La seconda parte invece si dotto con un semplice click, oltre che analizzare i dati. Entrambe
il concetto dell’essere atipico, diverso dagli altri, da qui il nome della mia azienda ATPC. “Cos’è e concentra su attività che hanno le imprese hanno partecipato nella sezione Scaleup, quella tradi-
cosa diverrà nel prossimo futuro Cryptogram” Cryptogram è il primo prodotto figlio del codice dimostrato come la felicità può zionale, con i requisiti più stringenti. La terza startup è stata in-
nato dalla collaborazione tra la Blockchain Agency e ATPC, dove Andrea Bruno e Moreno Zuc- aumentare mettendo in atto dif- vece “Insoore”, una piattaforma che mette in contatto aziende
chetti, hanno dato via alla creazione di un nuovo concetto di codice blockchain, un ecosistema ferenti schemi mentali. assicurative con una community che consente una documenta-
ibrido scalabile scritto in un linguaggio comprensibile a tutti (.Net). Cryptorgam è un sistema di co- Questo corso si chiama è anche zione certa di un veicolo e quindi la riduzione dei costi e delle
disponibile online all’indi- frodi nel campo assicurativo. Essa ha partecipato ad una novità
municazione privato che permette usando la blockchain, di fare un pre-ingresso nel percorso di au- rizzo: www.coursera.org della manifestazione: la sezione Earlier Stage, riservata alle star-
tenticazione del GDPR, di gestire la fatturazione elettronica e l’archiviazione sostitutiva, le notifiche Antonella Vecchiariello tup che hanno ottime possibilità di crescita con le loro idee di-
e le comunicazioni certe tipo la italianissima Pec. Cryptogram è un libro mastro dbless, è uno stru- rompenti nel breve periodo. Tra i bigdell’innovazione in
mento “facile” per la gestione della sicurezza che ha tantissime applicazioni, tutte da disegnare su portafoglio della Lventure Group si registra anche “Soundreef”.
misura e richiesta dei clienti. La conclusione dello sviluppo di Cryptogram sarà con la presentazione
di Cryptoxange, il software per exchange che gestiscono principalmente stable coin, ossia quei coin
VERSO IL DIVIETO Quest’ultima ha aumentato il proprio capitale della cifra record di
che gestiscono il proprio valore, non nel confronto con altre criptovalute, ma prendono come rife- DI PESTICIDI 3,5 milioni di euro destinati ad investimenti tecnologici. Infine, tra
le promesse dell’innovazione, si ricorda “Vikey”, una soluzione
rimento le valute FIAT (euro, dollaro, yen ecc…): quindi exchange di nuova generazione che ri-
spettano le leggi in un mercato regolamentato. “A chi ed a che cosa potrebbe essere utile
CHE UCCIDONO LE API che ha digitalizzato l’accoglienza e rivoluzionato il settore. Un
Una nuova valutazione del- esempio è la possibilità dell’apertura del portone dell’edificio,
Cryptogram?” Ogni professionista ha bisogno di Cryptogram, immaginiamo di inviare il nostro per i gestori degli appartamenti per vacanze, con l’uso dello smar-
biglietto da visita digitale, biglietto che sarà l’app del professionista, la quale non solo permetterà l’Unione Europea ha concluso
che gli insetticidi neonicoti- tphone da remoto. “Vicky” ha ottenuto oltre 500.000 euro da un
di identificare il professionista o l’impresa contenendo tutte le informazioni del professionista e pool di investitori tra cui il calciatore della S. S. Lazio Ciro Im-
dell’impresa, ma permetterà al cliente ed al professionista di comunicare privatamente, sempre al- noidi rappresentano un peri-
colo per tutte le specie di api e mobile tramite una propria fiduciaria. Fiorella Ialongo
l’interno della propria app, in totale riservatezza e nel pieno rispetto delle normative vigenti. Le
Università private e pubbliche, gli enti pubblici e privati in generale, hanno bisogno di prodotti, per questo motivo sono stati
banditi in tutta l’U.E. Il rap-
performanti ed a basso costo.
Cryptogram per le Università porto dell’Autorità Europea per
la sicurezza alimentare che si LA FRANCIA VIETERÀ LA VENDITA
AUGURI AL SEN. PAPANDREA ed i Comuni, abbiamo creato
un ambiente di sviluppo che
può generare App che fanno da
basa su un’analisi di oltre 1.500
studi ha dimostrato che questi
pesticidi sono nocivi per le api.
DI UOVA DA GALLINE IN GABBIA
sistema di comunicazione, no- Il rapporto ha inoltre concluso Il governo Francese ha annunciato che a partire dal 2022 in tutto
tifica, pagamento, archivio do- che gran parte del rischio de- il paese sarà vietata la vendita di uova provenienti da galline al-
cumentale ecc. ATPC riva dalla contaminazione del levate in gabbia. Le organizzazioni ambientaliste e di difesa dei
BLOCKCHAIN ECOSY- suolo e dell’acqua che a loro diritti degli animali hanno sempre protestato contro questo modo
STEM è l’applicazione scala- volta contaminano i fiori e le di allevamento che è estremamente crudele e dannoso per gli ani-
bile, il CMS blockchain, da cui colture varie. Questo rapporto mali che vivono in spazi ristretti, senza luce naturale e in un am-
nascono applicazioni come dell’U.E. è stato ben accolto da biente totalmente al di fuori del loro habitat naturale.
Cryptogram. “Quanto potrà molti studiosi del settore ed Ne consegue che le uova di galline allevate in minuscole gabbie
essere scalabile ed automatiz- ambientalisti che hanno lavo- non siano salutari per il consumo umano mentre, quelle prove-
zabile il prodotto Crypto- rato per anni per rafforzare le nienti da allevamenti all’aperto, potranno essere acquistate e con-
gram?” Attualmente non ci restrizioni sull’uso dei neoni- sumate. Alcune catene di supermercati hanno già anticipato
sono limiti alla scalabilità del cotinoidi in Europa. Questi pe- l’entrata in vigore di questa proposta ed hanno iniziato a vendere
sistema: l’unico limite che ri- sticidi danneggiano intere solo uova da allevamenti a “cielo aperto”.
conosciamo ad oggi, è la fanta- colonie di api ma la riduzione Nonostante l’impegno preso dal governo, le organizzazioni per i
sia dei nostri project manager e del loro uso non arreca perdite diritti degli animali sostengono che la produzione di massa non si
economiche all’agricoltura. fermerà completamente e che quella tipologia di uova e si conti-
sviluppatori. Liana Botticelli Antonella Vecchiariello nuerà a trovare nelle tavole. Antonella Vecchiariello
L’ATTUALITÀ, pag. 4 TEMATICHE ETICO-SOCIALI N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018

LEGGENDE DELLA CITTÀ DI MILAZZO IL DOVERE DEL PARLAMENTO RONCO SCRIVIA: IN RICORDO DI FALCONE,
Proverbi Siciliani: Attacca lu sceccu unni voli u patruni (Lega
l’asino dove vuole il padrone); Di cui sunni li figghi, si l’annaca
Nel tempo in cui tutta la politica, nei partiti e nel Parlamento, è as-
sorbita dalle questioni economiche e finanziarie, acuite dalla pre-
BORSELLINO E LE SCORTE
(Ciascuno deve accudire ai propri figli), dedicato a chi ama ancora parazione della legge di bilancio, non reputo affatto inattuale Ad un anno dall’inaugurazione della Piazza ai Giudici Falcone, Bor-
le favole… Il tempo ha intrecciato leggende e favole mitologiche ricordare a deputati e senatori il dovere di discutere e approvare sellino e gli uomini delle scorte, presso il Comune di Ronco Scrivia,
attorno a Milazzo… Si narra dell’esistenza di una bella e sfortu- la legge elettorale. Nelle ultime legislature l’Italia è stata costretta il coordinatore del Movimento Agende Rosse di Genova, prof. Giu-
nata fanciulla, una tale Elena Baele, di nobile casato, vissuta nelle ad assistere alla lotta invereconda dei partiti per approvare una seppe Carbone, e il Comune con la presenza del Sindaco Rosa Oli-
terre del Capo di Milazzo, tra i poderi degli ulivi antichi e le sco- legge elettorale non già allo scopo, ipocritamente dichiarato, di veri, vice sindaco,assessori, comandante della locale caserma
gliere a picco sul mare. La poverina si era perdutamente innamo- conseguire rappresentatività e governabilità, bensì di perseguire dell’Arma dei Carabinieri e cittadini, hanno voluto ricordare la me-
rata del figlio di uno dei contadini che lavoravano per suo padre. moria e l’insegnamento, al costo della vita, di questi semplici uomini,
l’interesse preminente dei capipartito e dei loro famigli alla sal- oggi eroi ed esempio di legalità nella lotta alla mafia e al crimine or-
I due giovani si amavano in segreto ed insieme, essendo due ca- vaguardia del seggio e della rielezione. Questa lotta non è nè pa-
vallerizzi provetti, facevano lunghe passeggiate tra le splendide ganizzato ancora diffuso dal nord al sud Italia. L’evento organizzato
triottica né costituzionale, perché intenzionalmente indirizzata a dalla piazza, si è spostato nella biblioteca del Comune, dove si è svolto
scogliere del Capo, là dove Milazzo si protende verso le isole manipolare il genuino voto elettorale, la sovranità popolare e per- un dibattito moderato dal prof. Giuseppe Carbone che aveva invitato
Eolie. Essendosi il padre della ragazza accorto di quanto succe- ciò il vero governo rappresentativo. Non è mai stata una contesa due ospiti particolari, da una parte un blogger e collaboratore giorna-
deva, pensò di porre fine a quella storia licenziando la famiglia del tra il bene e il male, ma la ricerca di scambievoli garanzie tra i listico, il dott. Maurizio Inturri, che si occupa di inchiesta e mafia a Si-
contadino. Elena, presa dallo sconforto, non trovando più il suo contendenti. Esiste una ragione intrinseca, ontologica, per la quale racusa (già vittima di aggressioni e minacce), dall’altra il dott. Paolo
amato, non riusciva a darsi pace e un giorno, in preda alla dispe- una legge elettorale non dovrebbe essere elaborata ed approvata Bellotti, scrittore e funzionario giuridico pedagogico presso il Mini-
razione, chiese il permesso di fare una cavalcata e galoppò fino da chi dovrà misurarvisi, ed è che solo un partito politico eroico stero della Giustizia, nonché educatore presso istituti penitenziari che
alle scogliere del Capo (dove si trovava sempre con l’innamo- sa spogliarsi della propria forza in vista della superiore salus rei ospitano collaboratori di giustizia appartenenti a diversi clan della
rato) e si gettò da una rupe (oggi chiamata “ u Sauto du cavaddu: publicae. Solo una volta nella storia, durante la Rivoluzione fran- criminalità organizzata. Bellotti, noto anche per aver contribuito al-
il salto del cavallo) finendo tra le spume di quel mare che aveva cese, l’Assemblea nazionale costituente decretò l’ineleggibilità l’operazione della DDA di Torino “Minotauro e Alba Chiara” che ha
da sempre ammirato. La leggenda narra che nelle notti d’estate il dei suoi membri alla successiva Assemblea legislativa. E’ stato portato all’arresto e alla condanna di diversi esponenti appartenenti
fantasma della sfortunata giovane cavalchi ancora tra le scogliere anche detto che, per ottenere davvero una legge elettorale rispet- alla ndrangheta calabrese insediatesi nel basso piemonte, parlando
in cerca del suo amato… Ma non è un fantasma che incute timore, del suo libro “Visti da dentro” ha messo in evidenza il percorso delin-
tosa di tutti, dovrebb’essere votata all’insaputa dei futuri conten- quenziale dei alcuni detenuti, responsabili anche di efferati delitti, trac-
e nessun pescatore che la scorge ha paura di lei, anzi si commuove denti, sotto il velo dell’ignoranza dei probabili o soltanto possibili
ascoltando i suoi singhiozzi… Nel museo di Milazzo è custodito ciandone il profilo criminale, sociale e personale. Ma andiamo per
conseguenti risultati. Purtroppo tutto questo pare irrealistico, al- ordine. L’esperienza che Bellotti racconta, circa la su citata operazione,
uno strano reperto archeologico del lontano 1928: una strana gab- meno alla luce delle ultime vicende italiane a riguardo. è da sé una testimonianza toccante se solo si pensa che ci riporta nel
bia metallica modellata su di un busto umano senza gambe e brac- Nel “Codice di buona condotta elettorale”, elaborato nel 2002 2011 e ad Alessandria. Ecco il suo racconto: quando ero consigliere
cia! Si è scoperto che la gabbia fu usata per torturare un traditore dalla Commissione europea per la democrazia e il diritto (c.d. comunale,mi accorsi di una speculazione edilizia che girava intorno
inglese, che tentò di disertare. Il povero soldato fu mutilato e rin- Commissione di Venezia) del Consiglio d’Europa, si possono leg- alla variante strutturale al Piano Regolatore della città di Alessan-
chiuso a morire in questa gabbia dai soldati francesi in segno di gere i seguenti paragrafi: dria e all’ennesima colata di cemento che si abbattuta sul comune a
esempio per chi volesse ancora pensare di disertare. Milazzo è 63. La stabilità del diritto è un elemento importante per la credi- Valle San Bartolomeo e durante una seduta del consiglio comunale
anche una terra di Santi, oltre che di poeti e navigatori! Si tro- bilità di un processo elettorale,ed è essa stessa essenziale al con- chiesi spiegazioni a Giuseppe Caridi, Consigliere comunale e presi-
vano qui le Chiese del SS. Crocefisso, con il crocifisso miracoloso solidamento della democrazia. Infatti, se le norme cambiano dente della Commissione Territorio del Comune di Alessandria,ma
di Frate Umile, che lacrimò nel 1798. La storia vuole che da tre spesso, l’elettore può essere disorientato e non capirle, special- con tutta risposta quest’ultimo gli scagliò una sedia addosso e la se-
mesi a Milazzo vi fosse siccità, per cui i fedeli si rivolsero al- mente se presentano un carattere complesso; A tal punto che po- duta fu interrotta;continuando, Paolo Bellotti, aggiunge che quello fu
l’Altissimo, impetrando il dono della pioggia. In tale occasione il trebbe, a torto o a ragione, pensare, che il diritto elettorale sia uno l’inizio di una scoperta impensabile come la “Ndrangheta al Nord”,
Crocefisso Miracoloso di S. Papino, accordò la grazia. Inoltre perché da quel momento in poi si ritrovò ad essere ascoltato da DDA
strumento che coloro che esercitano il potere manovrano a proprio e procure sui fatti accaduti e i procedimenti adottati dall’allora con-
visse ed operò a Milazzo S. Francesco da Paola, famoso per la favore, e che il voto dell’elettore non è di conseguenza l’elemento
bontà, umiltà e zelo e per la sua fede nel Signore che gli consentì siglio comunale. Un altro suo racconto, ha riguardato un passaggio
che decide il risultato dello scrutinio. preso dal suo ultimo libro “Visti da dentro”, e riguarda un colloquio
di operare il miracolo del passaggio dello Stretto di Messina sol- 64. La necessità di garantire la stabilità, in effetti, non riguarda, con un collaboratore di giustizia molto particolare, il suo nome è Fu-
cando le acque turbolente del mare sul suo stesso mantello. E in- tanto i principi fondamentali, la cui messa in causa formale è dif- schi ed è un ex agente del Sismi e del Sisde che stava scontando la
fine: Antichi Detti siciliani: “Futtitinni”. Vuol dire ficilmente immaginabile, quanto, alcune norme più precise del pena dell’ergastolo per undici dei quattordici omicidi che aveva con-
letteralmente fregatene ma il suo significato è diritto elettorale, in particolare del sistema elettorale propriamente fessato dopo essersi pentito e autodenunciato,quest’uomo – non si sa
molto più ampio e dietro questo semplice ter- detto, la composizione delle commissioni elettorali e la suddivi- come - durante un interrogatorio, chiede di andare in bagno e lì tenta
mine si nasconde una vera e propria filosofia sione delle circoscrizioni. Questi tre elementi appaiono di sovente il suicidio,proprio nel bagno della Procura di Torino sparandosi, resta
di vita. Futtitinni significa prendi la vita alla – a torto o a ragione – come determinanti per il risultato dello inquietante il fatto che l’uomo è potuto entrare negli uffici della Pro-
leggera, pensa solo alle cose più importanti, scrutinio, ed è opportuno evitare, non solamente le manipolazioni cura con un’arma, dove neanche uno spillo è ammesso senza oltre-
non sprecare tempo dietro alle cose futili. in favore del partito al potere, ma anche le stesse apparenze di passare i più rigidi controlli. Il dott. Maurizio Inturri ha parlato della
“Camurria”è facilmente traducibile in ita- manipolazioni. mafia e criminalità organizzata nel suo territorio, senza comunque tra-
liano con seccatura o noia. A voler essere più 65. Ciò che è da evitare, non è tanto la modifica della modalità di lasciare l’intera Sicilia, sempre in preda all’antistato, con estorsioni,
precisi il termine indica un fastidio ben preciso, minacce, collusioni e potere economico. Ricordando le parole del ma-
scrutinio, poiché quest’ultimo può sempre essere migliorato; ma, gistrato Paolo Borsellino ,ha detto: che significato e insegnamento
insistente che se non bloccato si può trasformare in la sua revisione ripetuta o che interviene poco prima dello scru-
uno stato di rabbia vero e proprio. Maria Rosa Nicastri alla legalità si può dare ai nostri figli e alle nuove generazioni parte-
tinio (meno di un anno). Anche in assenza di volontà di manipo- cipando alle commemorazioni delle stragi e poi lasciando soli magi-
lazione, questa apparirà in tal caso come legata ad interessi strati e forze dell’ordine? Avete dimenticato il senso di queste parole
congiunturali di partito. L’Italia ha violato smaccatamente, più lasciateci in custodia da Paolo Borsellino: “È un errore imperdona-
VALORA-ONLUS: UNA LOCOMOTIVA SOLIDALE volte, tale Codice, in special modo la prescrizione, politicamente
e logicamente inoppugnabile, secondo cui dev’essere evitata la
bile il pensare che tutto il peso della lotta alle mafie debba gravare
sulle sole spalle di magistratura e forze dell’ordine”.
Giovedì 4 ottobre presso i locali della Casa Internazionale delle revisione ripetuta della legge elettorale e comunque la revisione Continuando, lo stesso Inturri, ha esposto i dati relativi al 2017 pub-
Donne (via della Lungara 19, Roma) Gian Piero Bonfanti e la psi- che interviene meno di un anno prima dell’elezione, perché blicati dall’ EMCDDA (Osservatorio europeo delle droghe e delle tos-
cologa Rosa Luana Marra hanno presentato l’appena nata Valora- “anche in assenza di volontà di manipolazione, questa apparirà sicodipendenze),dove si evidenzia come l’Italia, se non la prima,sia
ONLUS. L’iniziativa nasce da esperienze di vita vissuta ed è stata il in tal caso come legata ad interessi congiunturali di partito”. Fi- fra le prime tre nazioni europee per consumo di sostanze stupefacenti
frutto di un non breve processo. Questa ONLUS vuole proporre per- guriamoci in presenza di siffatta volontà: esclusiva, concreta, ma- con 23,5 milioni di persone,che fattura alla mafia e criminalità orga-
corsi di recupero e di rimotivazione psicologica della persona rivol- nifesta, come dimostratasi nelle ultime tre leggi elettorali. nizzata circa 24 miliardi di euro, mentre le forze dell’ordine-sempre
gendosi soprattutto a persone che patiscono un certo disagio sociale Pertanto, è preciso e ineludibile dovere del Parlamento appena poche per unità, mezzi, strumenti e leggi all’avanguardia- nel 2017 ne
come chi vive situazioni difficili sul lavoro o chi il lavoro lo ha perso. ha sequestrati in tutto il territorio italiano 716 quintali La mafia e i
insediato riportare la legge elettorale nell’alveo della legalità co- killer Stiddari sono collusi con il potere – continua Maurizio Inturri-
Ma si rivolge anche a chi ha o ha avuto un vissuto lavorativo per vari stituzionale e della correttezza politica, restituendo lo scettro agli ed è per questo che in Sicilia alcuni Comuni sono e si stanno scio-
motivi non soddisfacente o a chi ha una vita lavorativa che sente elettori. Per attendere a tale compito, senza distrarre più del ne- gliendo per mafia, leggete cosa è avvenuto ultimamente al Comune di
come soffocante. Per far fronte a tutto ciò Valora propone quella che cessario il Parlamento dalla sua naturale attività, può istituirsi Vittoria, in provincia di Ragusa,grazie al contributo del giornalista
è stata chiamata una locomotiva solidale: si tratta di un percorso in- nella Camera o nel Senato una commissione speciale referente, Paolo Borrometi, questa è legalità, questa è informazione vera, ma
tegrato che vuole far emergere il potenziale dell’individuo attraverso che svolga il primo esame delle proposte presentate e rediga il non possiamo farcela senza la tutela dello Stato, non pos-
lavori di gruppo nei quali verranno dati degli strumenti per lavorare testo da sottoporre all’Assemblea. Questo è un dovere da assol- siamo farcela senza voi a nostro fianco.
su se stessi. Questa nuova ONLUS intende svolgere la propria mis- vere sùbito, sia per cancellare quel carattere di “oligarchia tem- Non vogliamo che seguite i nostri esempi, conti-
sione attraverso varie attività come, per esempio, seminari ed incon- nua Inturri, ma quanto meno denunciate silen-
tri, attività di orientamento nel mercato del lavoro, il recupero di perata dal voto” che il sistema ha assunto per effetto delle leggi
elettorali in questione, sia perché soltanto se approvata ad inizio ziosamente agli inquirenti il marcio che vi
antiche professioni, l’assistenza sociale, la gestione di mense e ostelli, circonda. Il sindaco ha chiesto espressamente al
la creazione di case-famiglia, la redazione e edizione di libri. In- di legislatura la legge è compromessa il meno possibile dalla “vo-
lontà di manipolazione”, sia perché l’incertezza sugli esiti futuri prof. Carbone, faccia arrivare a Salvatore Bor-
somma si tratta di una “locomotiva solidale su cui salire per riscoprire sellino il messaggio , di continuare sul territo-
i colori della vita”. Intanto sono partiti i primi seminari: il prossimo di lontane elezioni spinge naturalmente i partiti a comportarsi, fi- rio - il lavoro fin ora svolto dal Movimento
appuntamento è per il 23 novembre 2018 (ore 9;30 – 13;00) nella nalmente, con reciproca lealtà e, soprattutto, con assoluto rispetto Agende Rosse, affinché le giovani generazioni ne
sala riunioni della Casa Internazionale delle Donne. della sovranità spettante al popolo, non a loro stessi. Sarebbe prendano coscienza. Infine, ma non per ultimo,il rin-
Il tema sarà relativo al mobbing. Per chi voglia iscriversi e parteci- troppo chiedere al presidente della Repubblica d’inoltrare al Par- graziamento alla band NOWHERE Band di Genova,
pare o per chi voglia avere ulteriori informazioni è possibile telefo- lamento un messaggio di sollecito? che durante il dibattito ha intrattenuto tutti i presenti con musica e can-
nare al numero 3939092853 o scrivere una email all’indirizzo: Pietro Di Muccio de Quattro (dimucciodequattro@alice.it) zoni a tema. Maurizio Inturri
info@valoraonlus.it. Stefano Valente

A COSA SERVE…? “EUROPA CONTRO EUROPA”


(segue da pag. 1) Le basi della lotta alla mafia

lungimiranza che uno dei pochi veri punti deboli delle mafie, insieme alla febbrile ricerca del
consenso sociale (soprattutto in Sicilia) è il portafogli. Perché per capire bene da dove viene Il tradizionale appuntamento con Atreju ha avuto luogo a Roma dal 21
l’enorme potere delle mafie bisogna partire proprio da lì: dal denaro sporco, dalle immense quantità Un giorno, forse, verremo a co- al 23 settembre. La manifestazione della Destra italiana è nata nel 1997
di soldi fatti sparire e poi ripuliti grazie alla connivenza e alla complicità di colletti bianchi e politici noscenza dell’utilità dei confini ed è giunta alla ventunesima edizione. Atreju è il nome del protagonista
collusi. Un giro di centinaia di milioni all’anno. Un altro dei punti di forza delle mafie italiane, e nazionali e della voglia di con- del romanzo “La storia infinita” di Michael Ende, che combatte contro
quistare terre altrui. Scopri- le forze del Nulla, un nemico subdolo che distrugge il futuro, che an-
sul quale bisognerebbe lavorare molto, è che queste si sono sempre proposte come un’alternativa a nienta le energie migliori, che azzera i valori e le speranze. “Europa con-
uno Stato spesso assente, arretrato e pigro. Lo stesso meccanismo che ha portato, tanto per fare un remo a cosa serve alimentare tro Europa”, questo è il titolo dell’edizione 2018, con lo scopo di
esempio, allo strapotere delle organizzazioni criminali in Sudamerica o in Nigeria. Inutile quindi l’odio nei confronti di persone raccontare due visioni contrapposte dell’Unione Europea: da una parte
tentare di reprimere la mafia a forza di arresti e di sequestri che, per quanto importanti, non potranno che in passato, noi in primis, l’Europa tecnocratica ed elitaria, dominata dalla finanza e dalle lobby,
mai sconfiggere definitivamente i meccanismi che creano il territorio economico e sociale sul quale abbiamo schiavizzato e deru- dall’altra l’Europa dei popoli, che mette al centro l’identità e la sovranità
prospera la mafia. Si possono arrestare quanti boss si vogliono, ma ne sorgeranno sempre altri, si bato delle loro ricchezze. Riu- nazionale. Due visioni rappresentate nel manifesto della kermesse, in cui
possono sequestrare (come si fa ormai da anni) centinaia di milioni di euro in beni appartenenti alla sciremo a capire quale benefit vengono messe a confronto due skyline: in alto, il profilo stilizzato della
criminalità, ma la mafia ne guadagnerà sempre altri, e molti di più. Bisognerebbe ripartire dalle otteniamo andando a creare basilica di San Pietro, di una torre tipica dei borghi medioevali, della co-
problematiche riguardo que- lonna con la Vittoria alata, di un arco di trionfo, di una chiesa e di un an-
basi sociali: in Colombia, tanto per dirne una, finché un contadino locale guadagna dalla coltivazione fiteatro classico; in basso, gli edifici moderni che ospitano le istituzioni
di piante di coca una cifra giornaliera decine di volte superiore a quella che guadagnerebbe stioni futili. Saremo consci che europee a Bruxelles, Strasburgo e Francoforte. Una netta contrapposi-
coltivando in modo onesto verdure qualsiasi, i narcos troveranno sempre dei rifornitori e dei le politiche ambientali non de- zione che viene ripresa anche nei simboli inseriti all’interno delle parole
coltivatori fedeli, e gli sforzi degli Stati Uniti d’America di porre fine a questo perverso meccanismo vono avere l’obiettivo di met- “Europa”: in alto, il capitello classico e il rosone di una chiesa; in basso,
con arresti, sequestri e incendi delle coltivazioni di coca è una battaglia da Don Chisciotte contro i tere i bastoni tra le ruote ad il simbolo dell’euro e la bandiera della U.E. Simbolica anche la scelta
mulini a vento. Tornando in Italia, bisognerebbe per prima cosa che lo Stato italiano diventi una altre popolazioni, ma che sono della location: l’isola Tiberina in quel fiume che simboleggia la Città
presenza forte, costante e inflessibile in tutto il territorio, sud compreso. Anzi, soprattutto nel sud fondamentali per donare ai no- eterna, l’isola sulla quale sorge la basilica di San Bartolomeo, santuario
del paese. Solo così verrebbe a mancare quel consenso sociale che rinforza la mafia. Andrebbe poi stri figli un posto in cui poter dei martiri cristiani. Questa edizione di Atrju assume un significato par-
sognare. A cosa servono gli ticolare perché nel prossimo mese di maggio si voterà per rinnovare il
creato un mercato del lavoro solido e competitivo, eliminando, per quanto possibile, il problema Parlamento Europeo. Si aprirà una stagione politica decisiva per il fu-
della disoccupazione, ancora scandaloso e a livelli inaccettabili in un paese che pretende di far parte schieramenti, se non a creare turo dell’Unione Europea e per il ruolo dell’Italia nello scenario del vec-
dell’Europa. Solo in questo modo molti ragazzi avrebbero una seria alternativa alla vita criminale disagio e lotte interne? Pur- chio continente. Protagonisti dell’evento sono stati Giorgia Meloni,
e si toglierebbero molte braccia alla mafia italiana. Importante è anche la creazione di una stampa troppo tutto è importante, ma Vittorio Sgarbi, Steve Bannon e numerose altre personalità. I vari spazi
libera, non asservita ai poteri forti o alle lobby politiche che spesso vanno a braccetto con le mafie. nulla è indispensabile. Solo noi del villaggio hanno evidenziato il filo conduttore della manifestazione e
E servirebbero anche protezioni efficaci e serie per quei giornalisti che ogni giorno hanno il coraggio ed il nostro habitat, che non ci sono stati intitolati ad alcuni grandi personaggi della Storia: lo spartano
e la penna per denunciare la criminalità organizzata. Inutile lamentarsi della scarsità di giornalisti appartiene e (a detta di am- Leonida, l’imperatore Carlo Magno, la giurista Eleonora d’Arborea, il
coraggiosi, se poi lo Stato e la società fanno ben poco per tutelarli e sostenerli moralmente, bientalisti importanti) è preso patriota cecoslovacco Jan Palach, il Premio Nobel per la letteratura Alek-
in prestito dalle generazioni fu- sander Solzenicyn. Oltre 200 volontari, provenienti da tutta Italia, si sono
professionalmente e lagalmente. Solo così, partendo dalle basi, verranno a mancare quei pilastri impegnati per il successo dell’evento, con la presentazione di cinque
che da sempre costituiscono lo strapotere delle mafie: una pianta velenosa va eliminata dalle radici, ture. A cosa serve, dunque, libri, con tre mostre d’arte e con il conferimento di tre premi. Un pubblico
è inutile insistere nel tagliarle qualche ramo ogni tanto. Emiliano Federico Caruso tutto ciò? Bruno Bertucci elogio è moralmente doveroso. Maria Luisa Marcilli
N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018 INIZIATIVE CULTURALI L’ATTUALITÀ, pag. 5

IL Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini,


Vice Governatore dell’Unione Mondiale degli Stati,
resta alla guida dell’UN. I. A. C.
CAFFÈ DELL’ARTISTA - SALERNO
(Presidente: Prof.ssa Florinda Battiloro)
Associazione Culturale aderente all’UN.I.A.C.
«Bisogna dar vita ad una Alleanza di uomini illu- Sala Convegni dell’Ente Provinciale Turismo - Via Velia, 15
minati, esperti ed onesti che si uniscano al di sopra 5 novembre, lunedì, ore 17,30: Il Dr. Geppino Lauriello
dei partiti per accordarsi su problemi concreti e, di “Fatti non foste a viver
come bruti, ma per seguir presenterà: Cafè Chantant.
volta in volta, cerchino le forze necessarie per risol- virtute e conoscenza”. 9 novembre, venerdì, ore 18,00: Teatro delle Arti, via Gri-
verli» (Gaetano Salvemini, 1953) Dante Alighieri maldi 7, Salerno. Claudio Tortora (ideatore e organizzatore
del famoso Premio Charlot) e Francesco Grillo (giornalista
e direttore di Raitolibri) conferirenno il Premio per la diffu-
sione della Cultura all Prof. Florinda Battiloro (presidente
GRANDE SUCCESSO A “SPOLETO ART FESTIVAL LETTERATURA”
Presso la Biblioteca comunale “Giosuè Carducci”, Palazzo Mauri, Spo-
dell’Associazione Caffè dell’Artista) e alla Prof. Clotilde
Cioffi Baccaro (presidente dell’Associazione Parco Storico
Sichelgaita).
leto, il 29 settembre u.s. è stato conferito al prof. Cosmo G. Sallustio Sal- 27 novembre, martedì, ore 17,30: On. Dr. Guido Milanese,
vemini il prestigioso Premio Internazionale “Spoleto Art Festival neurologo e psicoterapeuta, parlerà delle cause della violenza
Letteratura 2018” per il recente libro “Non mollare è il nostro motto”, per sulle donne.
la sua poderosa carriera saggistica nella collana editoriale di Storia delle
dottrine politiche e per le varie iniziative realizzate nel campo delle riforme 3 dicembre, lunedì, ore 17,30: presentazione del giallo “I
istituzionali in qualità di leader del Movimento Gaetano Salvemini da oltre misteri di via Mercanti” di Marco Ferraiolo a cura di Licia
trent’anni. Di Stasio.
La Commissione giudicatrice era composta dal prof. Luca Filipponi (Pre- 13 dicembre, giovedì, ore 16,30. Teatro delle Arti, via.Gri-
sidente Spoleto Art Festival), dalla dott.ssa Paola Biadetti (Segretario Ge- maldi 7, Salerno. Evento culturale con il Patrocinio morale
nerale), dal Maestro prof. Sandro Trotti (Direttore Artistico) e dall’avv. Angelo Sagnelli, Cosmo G. Sallustio Salvemini (al quale è dell’Unione Mondiale degli Stati e dell’Unione Italiana As-
Angelo Sagnelli (Direttore Artistico). stato conferito il Premio Internazionale per la Saggistica sociazioni Culturali. Presentazione del libro di Don Aniello
La manifestazione è stata patrocinata dall’Unione Europea, dall’Associa- e il Gionalismo), Manuel Campus e Luca Filipponi. Manganiello “GESU’ E’ PIU’ FORTE DELLA CA-
zione culturale “Giovani Europei”, dalla Fondazione T.A.U., dall’Associa- MORRA”. Interventi: Eva Avossa (Vicesindaco), Claudio
zione Universitaria Studi Giuridici Europei (A.U.G.E.), dall’Istituto Tortora (Direttore Artistico), Florinda Battiloro (Presidente
Europeo per la Formazione e l’Orientamento, da “Insieme per comunicare Caffè dell’Artista), Andrea Manzi (giornalista), Cosmo G.
Sallustio Salvemini (giornalista), Corrado Lembo (Procu-
l’Europa”, dall’Unione Internazionale Arte e Istruzione, dalla Regione Um- ratore Capo della Repubblica, Salerno). Relazione conclusiva:
bria (Assemblea legislativa). Tra le personalità presenti all’evento da se- Don Aniello Manganiello.
gnalare il Maestro Manuel Campus (Presidente Associazione culturale “Il E’ prevista la partecipazione di Clotilde Cioffi Baccaro,
Casale”), la dott. Francesca Ferrara (public relations) la prof. Florinda Aniello Palumbo, Giovanni Nigro, Francesco Grillo, e nu-
Battiloro (Presidente dell’Associazione culturale Caffè dell’Artista di Sa- merose altre personalità del Giornalismo e della Cultura. In-
lerno), e numerosi altri esponenti del Giornalismo, dell’Arte e della Cultura. Sala convegni di Palazzo Mauri, Spoleto.
gresso libero.
17 dicembre, lunedì, ore 17,30: musica e poesia dei soci.
REDDITO DI CITTADINANZA: ITALIA: BUSINESS STUPEFACENTI Scambio di auguri per il Santo Natale.

RISCHIO O POSSIBILITÀ? IN AUMENTO DEL 117% EVENTO ARTISTICO A SALERNO


Dal 1992 l’Europa raccomanda all’Italia di introdurre sussidi Ha dell’incredibile, ma i dati parlano chiari, stando alla “Rela-
disoccupazione strutturati e a lungo termine. Nel testo della zione Annuale” della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga Lunedì 1° ottobre, giorno in cui ha avuto inizio l’anno sociale del
nota 92/441 CEE si legge che: “il Parlamento Europeo, nella della Polizia, in dieci anni il business degli stupefacenti è au- Caffè dell’Artista (presieduto dalla prof. Florinda Battiloro),
sua risoluzione concernente la lotta contro la povertà nella Co- mentato del 117%, e se consideriamo che il valore stimato di circa presso la sala-convegni dell’Ente Provinciale Turismo, via Velia
munità europea, ha auspicato l’introduzione in tutti gli Stati tra i 18 miliardi di euro calcolati dai rapporti italiani VS i 23 mi- 15, Salerno, si è esibito con grande successo di critica e di pub-
membri di un reddito minimo garantito, inteso quale fattore liardi di euro calcolati dal Gruppo Abele, ma non è tutto... Solo blico il gruppo musicale dell’Associazione “Estate classica” con
d’inserimento nella società dei cittadini più poveri; di ri- nel 2018, tra Calabria e Sicilia, sono state sequestrate ingenti sede in Vietri sul Mare, presieduta dalla prof. Nella Pinto. Il
conoscere, nell’ambito d’un dispositivo globale e coerente di quantitativi di piante di canape: a Vibo Valentia, a luglio, sono gruppo musicale, composto da giovani e talentuosi artisti, ha of-
lotta all’emarginazione sociale, il diritto fondamentale della state sequestrate circa 26.000 piante; a Palermo, a bordo della ferto uno spettacolo di altissimo livello, intitolato “La canzone
persona a risorse e a prestazioni sufficienti per vivere con- nave Remus (battente bandiera panamense), sono state seque- d’autore” (La villanella e il classico napoletano). I loro nomi me-
strate 20 tonnellate di hashish; ad Empoli, sono state sequestrate ritano di essere evidenziati: Antonella Ronca (flautista, sotto la
formemente alla dignità umana e di adeguare di conseguenza, guida del Maestro Pietro D’Amico è stata ammessa nel 2016 al
se e per quanto occorra, i propri sistemi di protezione sociale 756 kg di sostanza stupefacente di tipo hashish; mentre a settem-
bre un sequestro internazionale di oltre due quintali di cocaina Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli e sotto la guida
ai principi e agli orientamenti esposti in appresso”. Orbene del Maestro D. Del Monaco è stata ammessa al terzo anno del
pare che molti paesi europei adottino già da decenni questo pura è avvenuto nel porto di Gioia Tauro. Quantità abnormi di
stupefacenti che stavano per essere immessi sul mercato per fi- Corso di primo livello di canto classico), Annalaura Carda-
sistema di lotta alla povertà voluto nel Bel Paese dal movi- mone (pianista, ha partecipato all’incisione del cd “The voices
mento cinque stelle, stiamo parlano di Danimarca, Svezia, Ir- nanziare le attività illecite di tutte le mafie della penisola, con il
contributo di italiani dai 15 ai 50 anni – secondo le stime dell’ of Christmas”, è iscritta al terzo anno di Canto lirico presso il
landa, Regno Unito, Ungheria, Francia, Germania, Belgio ed EMCDDA (Osservatorio europeo delle droghe e delle tossico- Conservatorio “G. Martucci” di Salerno), Danilo Della Rocca
Olanda. dipendenze) - ,tra i consumatori, secondo la Direzione Centrale (iscritto al terzo anno di Canto lirico presso il Conservatorio “G.
Un sistema che all’estero funziona ma che pone qualche dub- per i Servizi Antidroga della Polizia , circa 90mila sono gli stu- Martucci” di Salerno, sotto la guida del Maestro F. Pipitone; di-
bio se trasferito da noi, addirittura il premio Nobel per la pace denti che riferiscono un uso pressoché quotidiano della cannabis rige la corale “Cantus Angelicus” e quella dell’Amalfi-Cava de’
2006, l’economista bengalese Muhammad Yunus afferma e quasi 150mila sembrano farne un uso problematico, insomma Tirreni; prende parte a diverse masterclass con il Maestro E. Di
che il reddito di cittadinanza è una tipica forma di assisten- una vera eutanasia voluta e ricercata ampiamente. Se si pensa, Matteo), Alessandro Di Domenico (si avvicina al canto lirico
zialismo occidentale che nega la dignità umana e uccide la che in Italia, tutto ciò è dovuto ad una legislazione assurda che sotto la guida del M° Roberta D’Alessio e nel 2017 viene am-
creatività, è la negazione dell’essere umano, l’uomo è chiam- differenzia lo spaccio dal consumo, e le droghe leggere da quelle messoal triennio di Canto lirico presso il Conservatorio Martucci
ato ad esplorare a cercare opportunità, non salari sganciati pesanti, vietando le prime e considerandole non un reato ma solo di Salerno), Ciro Marraffa (clarinettista, sotto la guida del M°
dalla produzione che fanno della persona un essere improdut- un illecito, cioè il possessore viene cioè punito non con delle pene A. Ronca; studia mandolino presso il Conservatorio Martucci di
tivo. Il dubbio è che forse in Italia si possa abusare del reddito ma con delle sanzioni amministrative, non penso che tale feno- Salerno sotto la guida del M° Mauro Squillante; è ideatore del re-
di cittadinanza, in fondo le Fiamme Gialle per l’anno 2018 ci meno e business a favore delle mafie si possa né fermare né di- cital “Verbum Dei”, con la regìa di Guido Mastroianni), Alfredo
mezzare. Esaminiamo le varie applicazioni di legge in alcuni Marraffa (diplomato in flauto traverso presso il Conservatorio
dicono che su 10 poveri 6 sono falsi e non hanno diritto ad Martucci di Salerno sotto la guida del M° Giusy Ledda; ha col-
agevolazioni di nessun tipo, per non parlare dei falsi invalidi Stati: in Svezia, ad esempio, tolleranza zero per tutti coloro che
utilizzano ogni tipo di droga, inclusa la marijuana. Il semplice laborato alla colonna sonora del film “Amiche da morire”; è un
e delle truffe degli isee falsi, anche il 90 % dei ticket sanitari cultore di flauti appartenenti alle varie etnie del mondo). Questi
non è in regola. possesso di droghe è ritenuto reato penale passibile di carcere e
non esiste alcuna distinzione tra droghe leggere e pesanti. Per i giovani e bravissimi artisti sono destinati a raccogliere ulteriori
Dati allarmanti che fanno riflettere su come procedere al con- brillanti successi in Italia e nel mondo.
trollo delle somme da erogare da parte dello Stato, un con- casi “minori” si prevede una multa e una reclusione fino a sei
mesi, mentre per i casi più gravi la pena può arrivare a 10 anni; Per ulteriori informazioni: cell. 3482495649.
trollo serrato che però è difficile operare su somme in Francia, l’uso o il possesso di droghe è un reato penale e la
presumibilmente percepite in nero e spese effettuate in con-
tanti. Il sistema reggerà? Chi vivrà vedrà. Arianna Paolucci
legge non distingue tra il possesso personale e spaccio, né tra dro-
ghe leggere e pesanti. Per il semplice possesso di cannabis (come
di ogni altra droga illegale) si rischiano pene detentive fino a un
MUSEO NAZIONALE DI LOCRI
Nell'ambito delle giornate Europee della Cultura, presso musei e
anno di carcere e multe fino a 3750 euro, aumentati a massimo
COMUNICATO STAMPA 5 anni di detenzione e 7500 euro di multa se oltre al possesso
viene contestato anche il trasporto della sostanza o se l’imputato
parco archeologico nazionale di Locri, Polo museale della Cala-
bria, MIBAC, è stata promossa l'iniziativa denominata incontro di
La Presidenza del Collegio Culturale di Fiamma Tricolore rende è un pubblico ufficiale; nel Regno Unito, Chi viene trovato in 'Acquarello'. Dimostrazioni, plein air, pittura, aperto ad artisti,
noto che il Prof. Giorgio Vitali, Membro del Collegio Culturale possesso anche di un solo spinello rischia una pena che può scuole, amatori. Hanno aderito i Maestri Angelo Gorlini, Ago-
di Fiamma unitamente ai firmatari Orazio Fergnani, Mario Do- raggiungere i 5 anni di carcere. Solitamente nelle prime due stino Caracciolo, Elio Cerchiara, Igli Arapi, Igor Sava, Massimi-
nati e Patrizia Alessandrini, ha inoltrato una particolareggiata De- occasioni in cui si viene trovati in possesso di derivati c’è una liano Iocco, Raffaele Ciccaleni, Robero Cariani, Roberto
nuncia Querela al Comando Stazione dei Carabinieri, alla Procura segnalazione alla polizia e il sequestro della sostanza, dal terzo Zangarelli. L'evento è parte degli appuntamenti che celebrano il
della Repubblica competente, alla Corte Penale internazionale fermo invece si va a processo. Fumare porta ancora automatica- ventennale del riconoscimento al Museo archeologico di Locri,
dell’Aia, contro i Presidenti della Repubblica d’Italia a comin- mente all’arresto in certe circostanze particolari, come il consu- quale Museo Nazionale. Ernesto Papandrea
ciare da Sergio Mattarella continuando a ritroso ai precedenti Pre- mare cannabis in pubblico o esserne in possesso all’interno o nelle
sidenti altresì contro i Presidenti del Consiglio a cominciare da immediate vicinanze di locali destinati all’infanzia.
Giuliano Amato continuando ai successivi sino al Presidente Mat-
teo Renzi e contro personalità istituzionali italiane come da ap-
Le pene per lo spaccio di cannabis possono raggiungere i 14
anni di carcere. Questi tre confronti sono stati estratti dal web,
PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO
posito elenco indicato in Atto. La Denuncia-Querela è motivata
per “lstituzionale sottrazione del Demanio pubblico dal Tesoro
per dimostrare che una legge valida e all’avanguardia anche in
Italia era possibile se fosse stata voluta e cercata come: il reddito
A REGINA SENATORE
dello Stato e conseguente dilapidazione dei Beni e di cittadinanza, il risparmio del suolo, i tazer alla polizia italiana A Regina Senatore (al centro
Risorse socio-economiche dello Stato”. ecc… Maurizio Inturri nella foto) è stato conferito il
La Denuncia Querela è estesa alle responsabilità Premio “Biennale di Arte con-
del crollo del Ponte Morandi di Genova riser- LUTTO temporanea”. Con la celebre
vando a tale proposito l’intervento come Parte artista si congratulano la Prof.
Civile. Il Testo integrale della Denuncia-Que- È recentemente deceduta la madre del Sen. Jean Claude
rela può essere richiesta direttamente al Prof Leroy, noto artista francese e consigliere diplomatico Florinda Battiloro e il nostro
Giorgio Vitali attraverso la sua email giorgiovi- dell’Unione Mondiale degli Stati. Direttore Cosmo G. Sallustio
tali.vitali1@gmail.com Il Direttore e i redattori di questo giornale, in Italia Salvemini.
Avv. Carlo Morganti e all’estero, formulano sentote condoglianze L’evento ha avuto luogo presso
(Presidente Collegio Culturale Movimento Sociale al Sen. Leroy e ai suoi familiari. gli splendidi saloni di Palazzo
Fiamma Tricolore) Fruscione di Salerno.
,
L’ATTUALITÀ, pag. 6 LETTERATURA E ATTUALITA VARIE N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018

EDITO-INEDITO CAPORALATO, TUTTI FANNO FINTA DI NIENTE !


Benché gli sforzi del governo sia graditi su tutta la penisola, in particolar modo nel sud, in particolar modo: Calabria e Sicilia, che la
direzione sia sembra spostata verso gli immigrati che vengono sfruttati. Tale situazione, non nuova nel DNA di alcuni italiani, viene
(a cura di Gianfederico Brocco) sottovalutata (ancora una volta da decenni) a discapito degli stessi italiani che a loro volta subiscono questo tipo di trattamenti e non
solo nell’agricoltura, ma anche in altri campi lavorativi e sotto l’occhio del grande fratello che si nasconde dietro il dito mignolo, ma
vediamo le risorse umane sfruttate al sud dove il campo dei controlli è off limits. Tra i vari lavoratori italiani, soprattutto giovani e
ri-occupati, troviamo: commessi, aiutanti e muratori nell’edilizia, guardie giurate e addetti al portierato, barman e banconisti, addetti
Cosmo G. Sallustio Salvemini - “Non mollare” è il nostro alle pulizie, addetti ai traslochi, aspiranti giornalisti, stagisti, tirocinanti e chi più ne ha, più ne metta...
motto” Ed. Movimento Salvemini A dirlo sono i numeri e non lo scrivente, basta dare un’occhiata ai conti dell’ente previdenziale (INPS) e quelli dei lavoratori occu-
Il nostro Direttore ci presenta un’“Analisi storica dei fatti avve- pati in tali settori, per verificarne i salari, e se ciò non bastasse, basterebbe incrociare dati INAIL e\o TRIAGE dei Pronto Soccorso
nuti in Italia da un secolo ad oggi. Riproposizione dei valori mo- per verificarne quanto il gioco messo in atto sia tutto a rischio e pericolo della vita. Purtroppo, basterebbe molto meno per uscirne o
rali contro la corruzione e la degenerazione della democrazia. dimezzare queste crepe alle soglie del 2019, affidare dopo un infortunio o malattia professionale le carte ad un ispettore del lavoro
Rilancio del modello ateniese fondato sul metodo Pericle.” Il per valutare possibili scenari di sfruttamento, fare una black list delle aziende o imprese che non pagano contributi e affidarli a ispet-
testo parte dal 1919 e percorre tutto il periodo fascista per giun- tori esterni, dare la possibilità di compilare un questionario ad ogni dipendente dimissionario, licenziato ecc. ... sull’azienda per cui
gere al dopoguerra arrivando a noi, e poi proporre un nuovo ha prestato servizio (tali questionari vengono da anni compilati dalle matricole universitarie). Se da un lato si potrebbero scongiurare
modo di intendere la democrazia e “auspicare l’avvento del terzo vittime da lavoro nero, caporalato, dipendenti non pagati, contributi non versati ed altro, dall’altro lato, una professione nuova e re-
risorgimento”. Il chiaro stile del prof. Salvemini e la sua acutezza munerativa per ridurre la disoccupazione a discapito dei giovani laureati che fuggono all’estero sarebbe un’ottima idea anche per in-
nel discernere ciò che è importante in un dato periodo rendono grossare i salvadanai dello Stato, sempre riempiti dalle buste paghe dei dipendenti, pensionati e tutti gli italiani che pagano le tasse
questo libro uno strumento indispensabile per capire e soprattutto anche per chi si ingrossa il portafoglio con i soldi degli altri, dipendenti sfruttati compresi! Maurizio Inturri
cambiare. Gli apporti di varie voci attraverso ampie citazioni
sono notevolissimi, da non perdere quelli sulla Costituzione Ita-
liana. Il libro si chiude con un’ampia bibliografia e con il libero
apporto di scrittori, saggisti, poeti del Movimento Salvemini, che A PROPOSITO DELLA RAI INNO ALLA CULTURA
citiamo: Elena Andreoli Grasso, Florinda Battiloro, Liana Botti- La RAI è la massima espressione della guerra non dichiarata ma
celli, Vincenzo Maio, Eugenio Morelli, Carlo Morganti, Augusta reale tra il potere politico-istituzionale + economico-editoriale da Si è svolta in giugno a
Poggialini e Ettore Benedetti, Mariannina Sponzilli. Questo testo una parte ed un popolo mollicone come quello italiano dall'altra Modica (Sicilia) la mani-
indica una via verso una gestione migliore della politica. che non riesce a concludere una giornata senza sciropparsi una festazione presieduta da
dose vomitevole di pubblicità ed una programmazione mental- Roberto Girasa Presi-
RIVISTE RICEVUTE mente letale fatta di violenza, sesso, falsità e suggestioni alienanti. dente e dalla Fondatrice
L'immagine colorata serve tuttora a svuotare la programmazione Lucia Tumino dell'Acca-
*Nuova Impronta, Direttore Filippo Chillemi, casella post. 7-233, demia Internazionale
- (00162) Roma. *Il Symposiacus, dir. resp. Pantaleo Mastrodo- di ogni contenuto che stimoli ed induca un salto di qualità posi-
tivo nella quotidianità degli italiani, ridotti ormai a contenitori ga- Contea di Modica con-
nato, via La Marina 51, 70052 Bisceglie (Bt) *Bacherontius, Dir. corso “Dedicato alla Cul-
Marco Delpino. via Belvedere 5, 16038 S.Margherita Ligure (Ge- strointestinali ed a replicanti con mere funzioni canine. Avevo
proposto un modesta e breve rubrica radiofonica e non mi hanno tura”. Obiettivo del
nova) tel. 0185.286167. *Presenza, diretta da Luigi Pumpo, via concorso e dell'accade-
Palma 89, 80040 Striano (Na). *Poeti nella Società, presidente Pa- nemmeno risposto servendosi di una fitta giungla parassitaria
dove i passaggi burocratici e la scala gerarchica professionale mia è quello di essere or-
squale Francischetti via F. Parrillo 7, 80146 Napoli cell. gogliosi di diffondere nel
347.5536446, email: francischetti@libero.it. *Verso il futuro, di- avrebbero fatto uscire di testa e dai gangheri anche il Presidente
della Repubblica se solo si fosse spacciato per cittadino qualun- mondo le opere degli artisti e di essere sempre al loro fianco. La
retto da Nunzio Menna, via Scandone 16, Avellino, tel. sottoscritta ha partecipato al concorso e onorata ne ha ritirato il
0825.38269. *Il Convivio, diretto da A. Manitta, via Pietramarina que nel vivere di persona l'attuale situazione italiana.
Eugenio Morelli premio alla cultura appunto classificandosi al terzo posto vin-
Verzella 66 95012 Castiglione di Sicilia. (Ct) *Fiorisce un Cena- cendo una bella coppa e apposito diploma. Il fine giustifica i
colo, fondato da Carmine Manzi 84085, Mercato S. Severino (Sa). (Coordinatore per il Veneto del Movimento Salvemini
e Vice Ministro per la Cultura dell’U.M.S.) mezzi, anche se viviamo in un mondo tecnologico, ci si dimentica
*Primo Piano, dir. resp. Andrea Italiano, via Madonna del Lume che siamo un popolo super geniale, acculturato ma, oggi trascu-
5 - 98057 Milazzo (Messina). *Emozioni 15 Via Doria 5 - 18100 (segue da pag. 1) “Caso Cucchi”: un carabiniere ammette il pestaggio riamo anche politicamente e istituzionalmente ciò che è il cuore
Imperia (cell. 329.4905854 - e.mail: gdonaudi@yahoo.it) del mondo, la cultura, l'arte, che apre le porte dei popoli abbrac-
ceduto nove anni fa nel reparto carcerario del nosocomio capito- ciando e scambiando tradizioni, usi e costumi diversi.
lino Sandro Pertini, sei giorni dopo essere stato arrestato per spac- Viviamo in un'epoca di crisi totale economica, pratica, dove l’in-
differenza è la padrona svuotando le menti e i cuori rendendole
VOLETE INVESTIRE I RISPARMI cio di droga. In sintesi, il pubblico ministero, davanti alla prima
Corte d’Assise, ha rivelato che in un interrogatorio dello scorso aride e povere. Ben vengano le Associazioni, le
Accademie che continuano e perserverano nel-
luglio Francesco Tedesco, uno dei tre carabinieri accusati di omi-
cidio preterintenzionale, ha presentato una denuncia contro ignoti l'obiettivo dei nostri avi diffondere la cultura
CON BUONI RENDIMENTI ? in cui attesta che, successivamente al decesso di Stefano Cucchi,
redasse una notazione di servizio, in seguito inviata alla stazione
nel mondo attraverso i nostri scritti, poesie, i
nostri saggi, allenando le menti verso l'oriz-
Appia dei carabinieri, ma tempestivamente sottratta al coman- zonte diversificato dal solito tran-tran quoti-
Il dott. Paolo Maria BONELLA dante di stazione dell’epoca, che non ha mai saputo spiegarne la
mancanza, e pertanto mai arrivata all’Autorità giudiziaria alla
diano. Dulcis in fondo vorrei elogiare una terra
ricca e bella come la Sicilia dove l’arte non
Promoter Finanziario è a disposizione dei lettori quale doveva essere invece indirizzata. Sulla base di questo, Te-
desco, ha indicato come autori del pestaggio due colleghi, Ales-
muore mai, con quell’atmosfera accogliente di
Modica dove l'autore si trova perfettamente a suo agio e dove il
sole non tramonta mai. Francesca Pagano
del periodico L’ATTUALITÀ per fornire sio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro, imputati insieme a lui
nel processo per omicidio preterintenzionale. Quanto segue sono
alcuni estratti della confessione fatta dal carabiniere Francesco
* Consulenze sul modo più sicuro di investire i risparmi Tedesco al pubblico ministero Giovanni Musarò. Era la notte tra
il 15 e il 16 ottobre del 2009 e tutto cominciò in stanza fotose- INTERVISTA A BIANCHI SULLA FUNZIONE
* Consigli sulla previdenza integrativa (Piani Pensione) gnalamento dove Cucchi in un primo momento si rifiutò di rila-
sciare le impronte dando così origine ad un serrato battibecco con PEDAGOGICA DELLA GIUSTIZIA
i due carabinieri. Battibecco che, si legge nel verbale, all’uscita (Prima parte) Le norme del codice penale, e più in generale le leggi dello
Per maggiori informazioni telefonare del fotosegnalamento, si fece sempre più acceso al tal punto che,
dopo un’altra serie di insulti tra i tre, partirono lo schiaffo di Di
Stato trovano il più sicuro fondamento del loro rispetto non nel timore
della sanzione, ma nella coscienza etica dei consociati. Il sistema pro-
Bernando a Cucchi e a seguire il vero e proprio pestaggio che Te- cessuale minorile si caratterizza per il costante rimando alle esigenze
educative del soggetto minorenne. Esigenze che, essendo ovviamente in-
ai seguenti numeri: 06/684341 - 06/68434360 desco nella sua deposizione descrive come «un’azione combi-
nata»: dapprima Cucchi perse l’equilibrio e cadde sul bacino, per dividuali e avendo a che fare dunque con la coscienza etica, implicano
un ampliamento virtuoso della discrezionalità del giudice nel nostro
il calcio di D’Alessandro e la violenta spinta di Di Bernardo, poi, Paese in direzione, direi, innanzitutto del fatto educativo. Prof. Bianchi,
mentre era quasi riverso a terra, D’Alessandro lo colpì con un cal- vorrei porle alcune questioni per quanto riguarda la funzione pedagogica
cio in testa. Il tutto mentre Tedesco, che non sembra abbia parte- della giustizia minorile nell’intervento socio-assistenziale in Italia, e non
cipato al pestaggio sebbene abbia visto tutto con i suoi occhi, solo in Italia visto che lei è uno studioso che si occupa di pedagogia e
cercava invano di fermare i due colleghi che arrivarono addirittura neuropsicoanalisi in area francofona e russofona. In modo particolare
CORSO DI GIORNALISMO INVESTIGATIVO a minacciarlo: «mi dissero fatti i c… tuoi». Dopo aver sporto de-
nuncia, Tedesco, è stato ascoltato tre volte dai magistrati, tra lu-
glio e ottobre, e durante gli interrogatori ha chiamato in causa gli
vorrei indagare insieme a lei quello che negli anni Novanta – con un vo-
stro gruppo di ricerca che faceva capo alla cattedra di Psicologia Giuri-
dica dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” - avete chiamato
Disponibile il corso di giornalismo investigativo altri due imputati nel processo, il maresciallo Roberto Mandolini, «lo speciale fine educativo del Nuovo Processo Penale Minorile». Lei
mi ha già spiegato come quel primo programma si sarebbe poi sviluppato
on line a cura della Free Lance International Press, accusato di calunnia e falso, e il carabiniere Vincenzo Nicolardi,
incriminato per calunnia. «Prima del mio interrogatorio mi disse
all’interno di “Giù le mani dai bambini!! Educazione e diritto – Educa-
zione ed arte”, che l’Accademia di Terra d’Arte organizza oggi con l’Uni-
aperto a giornalisti, studenti, lavoratori, operatori ‘Tu gli devi dire che stava bene, gli devi dire quello che è suc- versità Popolare Privata Hermes Ets di Roma come Dipartimento di
dell’informazione e a chiunque voglia intrapren- cesso, che stava bene e che non è successo niente, poi ci penso io,
non ti preoccupare», mi disse Mandolini che, tra l’altro, Tedesco
“Neuroscienze affettive e Studi inter-culturali”, in collaborazione con il
Dipartimento di “Pedagogia forense” della stessa Università e con il Di-
dere la strada del giornalismo d’inchiesta. Diret- conferma essere a conoscenza dei fatti fin dalla notte del pestag- partimento di “Pedagogia noosferica” della РАЕН, l’Accademia russa
tore del corso: Emiliano Federico Caruso. gio avendolo personalmente chiamato dopo aver aiutato Cucchi di scienze naturali di Mosca.
Qui lei lavora con Natalia V. Maslova nel settore neurobiologico e con
Presidente Free Lance International Press: Virgilio a rialzarsi. Mentre su Nicolardi dichiara: «quando testimoniò nel
primo processo, mentì perché sapeva tutto e ne aveva parlato in Marinella Mondaini nel settore più squisitamente letterario ma anche sul
Violo. Per maggiori informazioni: precedenza con lui». La dichiarazione di Tedesco conferma
piano della psicologia dell’arte e del nuovissimo settore da voi stabilito
che è quello della neurogeopolitica. Nell’ambito delle mie competenze
Cell. 324/6879903. Sito: http://mediaflip.org quanto già denunciato dall’appuntato scelto dei Carabinieri Ric-
cardo Casamassima che, riferendo quanto appreso dai colleghi,
giuridico-penali e criminologiche sto in effetti contribuendo sia con la
Maslova che con la Mondaini al volume di prossima pubblicazione che
fece riaprire il caso con il processo bis appoggiato nella sua te- sarà curato da lei e dall’economista Anna Rossi in “Hermes. Collana di
stimonianza dalla moglie Maria Rosati (dipendente dell’Arma studi e ricerche” della “PM edizioni”, con il titolo Giù le mani dai bam-
anche lei) che davanti ai giudici dell’assise confessò: «Mandolini bini!! Saggio di pedagogia geopolitica. All’interno della EEP, l’École
disse che era successa una cosa brutta, un casino con un ragazzo européenne de Psychanalyse di Parigi, in collaborazione con la cattedra
romana di Psicologia Giuridica uscì poi a sua firma – insieme a Mas-
che si chiama Cucchi, lo avevano massacrato e che
PRO LOCO FONTE NUOVA stavano cercando di scaricarlo, ma non se lo vo-
simo Termini - nella rivista mensile della SISEP (Sezione Italiana Scuola
Europea di Psicoanalisi), nel 1996 il saggio Giustizia minorile e servizi
www.prolocofontenuova.com leva prendere nessuno». Oggi declassato e tra- socio-sanitari: ‘sostegno’ e ‘posizione’ dell’operatore nell’intervento di
Tel/fax 06.90024555 sferito alla scuola allievi con Assistenza Domiciliare. Vorrei chiederle oggi, a più di vent’anni di dis-
demansionamento umiliante e consistente de- tanza, di illustrarcene le linee guida ed eventualmente di indicarcene l’at-
curtazione dello stipendio, Casamassima, si tualità e la connessione, se possibile, col suo lavoro più recente sulla
PROGRAMMA pedagogia dell’Accademia russa. Michelangelo Abbate Trovato
dice sereno per la scelta presa e si appella a
LUNEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo: ore tutte le cariche dello Stato affinché in futuro non
17:00.
MARTEDÌ ore 09.30 - Yoga: ore 18.00 - Computer.
accada più di subire trasferimenti, punizioni e
vessazioni in seguito ad una denuncia come quella PREMIO “G.A. BORGESE”
MERCOLEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo:
ore 16:30 - Bigiotteria
sporta da lui. Federica Sciorilli Borrelli PER LA SAGGISTICA E PER IL TEATRO
GIOVEDÌ ore 17.00 - Corso di pittura acquarello. L’Accademia Internazionale “IL CONVIVIO” bandisce il Premio
VENERDÌ ore 16:30 - Inglese: ore 18:00 - Ginnastica: Borgese articolato in due sezioni: Saggio inedito a tema libero e
Corso di taglio e cucito. COORDINATORI REGIONALI DEL MOVIMENTO SALVEMINI
Lombardia: Ferruccio Ciavatta. Piemonte: Augusto Foglietto. Liguria: An-
Opera teatrale inedita. Le opere, in 4 copie, devono pervenire, entro
il 20 dicembre 2018, alla Segreteria, Il Convivio, Premio Borgese,
00013 Fonte Nuova (Rm) - Via delle Mimose, 1 drea Monteverde. Trentino Alto Adige: Tullio Dallapiccola. Veneto: Eugenio
Morelli. Toscana: Roberto Manescalchi. Marche: Matteo Gentili. Lazio: Emi- via Pietramarina-Verzella 66 - 95012 Castiglione di Sicilia (Cata-
Tel. e Fax 06 90024555 - E-mail: prolocofontenuova@tiscali.it liano Caruso. Abruzzo e Molise: Leda Panzone Natale. Campania: Giovanni nia). E mail: giuseppemanitta@ilconvivio.org oppure enzaconti@il-
Nigro. Basilicata: Giustino Setteducati. Puglia: Natale Ventrella. Calabria: convivio.org. La partecipazione è gratuita per i Soci dell’Accademia.
Sono aperte le iscrizioni al Corso di Acquerello. Rivolgersi Michele Biafora. Sicilia: Adalgisa Biondi. Sardegna: Anna Maria Chirigoni.I Premiazione in primavera 2019. Il verdetto della Giuria è insindaca-
alla Pro Loco di Fonte Nuova (Roma), via delle Mimose 1 Soci del Movimento sono invitati a proporre le varie forme di collaborazione bile. Per il primo classificato di ciascuna sezione verrà pubblicata
ai predetti Coordinatori scrivendo alla e-mail lattualita@yahoo.it, con partico-
(tel. 06.90024555) ogni giovedì dalle ore 17 alle ore 19. lare riferimento agli eventi artistici e culturali del Maggio Uniacense. gratuitamente l’opera. All’Autore 30 copie omaggio. I premi vanno
ritirati personalmente.
N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018 LETTERATURA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 7

INVITO AGLI ARTISTI PREGEVOLE LIBRO SULLA POLITICA DI CRAXI


Nel bene e nel male Bettino Craxi fu uno dei protagonisti della storia della nostra prima Repubblica.

E AGLI OPINIONISTI
E’ in corso di stampa il nuovo libro di Cosmo G. Sallustio Salve-
Con lui si è chiusa una stagione i cui eventi hanno condizionato (e condizionano tuttora in modo
marcato)la vita politica. Questo libro, corredato in appendice dai discorsi più significativi dell’al-
lora leader socialista, riscopre la vita e l’operato di un “animale politico”, esponente di una classe
dirigente che, con tutti i suoi errori, si dimostrò comunque capace di assicurare un notevole pro-
gresso economico all’Italia, nonché un ruolo internazionale che garantì uno spazio autonomo in
mini “Epuloni e Lazzari” (Analisi storica dei fattori che determi- politica estera. Oggi, nel pieno della crisi finanziaria e di fronte all’attacco alla sovranità statale da
parte di potenti lobby mondiali, risulta quanto mai utile rivisitare, tra i chiaroscuri della sua perso-
nano le disuguaglianze economiche tra le persone e tra i popoli. nalità, le idee di un uomo che ha siglato la fine della prima Repubblica.
Proposta di ridurre il divario tra ricchissimi e poverissimi). Francesco Carlesi, nato a Roma nel 1985, è laureato magistrale in Scienze Politiche (Relazioni
Come avvenuto per le precedenti pubblicazioni, gli artisti e gli opi- internazionali) con lode. Ha conseguito due master in Europrogettazione (primo livello) e in Geo-
politica e Sicurezza globale (secondo livello). E’ redattore dei giornali on line “L’intellettuale dis-
nionisti possono inserire le loro opere e riflessioni, prenotando entro sidente” e “Il primato nazionale”. Ha pubblicato numerosi articoli per le riviste scientifiche “Nuova
il 20 dicembre una o più pagine del libro. Ciascuno degli inserzio- rivista storica” e “Rivista della cooperazione giuridica internazionale”.E’ autore del libro “Rivolu-
nisti avrà in omaggio almeno trenta copie. Il simbolico contributo- zione sociale” (2015). Ha scritto saggi per i libri “Corporativismo del terzo millennio” (2013),
“Neolingua” (2015) e “Rinascita di un impero” (2015). Merita di essere evidenziata qualche ri-
stampa è di euro quaranta per pagina, da inviare alla nostra flessione tratta dal suo libro “Craxi, l’ultimo statista italiano” (prefazione di Stefania Craxi), Edi-
redazione mediante bollettino di c/c postale, n. 1032746719, a fa- zioni Circolo Proudhon. “Sono tanti i giudici che non cercano la verità e la giustizia. Al loro posto
vore del Movimento Gaetano Salvemini. cercano soprattutto lo spettacolo e la popolarità per estendere e rafforzare un potere ben al di là
di quello disciplinato dalla legge…La giustizia è diventata una specie di spettacolo, con i suoi divi,
La data ed il luogo della conferenza-stampa per la presentazione del con i suoi eroi e i suoi dannati”. Maria Luisa Marcilli
libro verranno specificati nel numero di gennaio di questo giornale.

DUE SIGNORE IN PARADISO SE LE CHIAVI DI LETTURA SONO IMPROPRIE...


(Seconda parte) Il clamoroso successo di messaggi trasgressivi lanciati con il linguaggio della panza
(racconto) pare confermi l’impressione che una considerevole percentuale - elettoralmente significativa - della po-
polazione si trovi ancora allo stadio di Homo poteniazlmente sapiens, dando pure senso al ritornello di
“Mamma mia, queste scale non finiscono mai. Meno male che il tempo è buono”. Così Lina diceva una trasmissione radiofonica di domenica mattina dell’immediato dopoguerra: “Evviva il popolo che
a Tina. Due signore che essendo avanti con gli anni avevano perso gran parte del loro vigore. Erano applaudisce tutte le cose che non capisce”. Ragion per cui anche i messaggi salveminiani, come quelli
state donne molto attive. Avevano praticato attività sportive, una nel pattinaggio, l’altra nella danza. ecopsicosociali – che pur essendo trasgressivi – si rivolgono a nostri simili, presumibilmente dotati di
Avevano avuto famiglia, con marito e figli. Una aveva molto sofferto per la persecuzione razziale, cervello da Homo sapiens, rimangono non adeguatamente e sufficientemente recepiti? Sarà pure perché
l’altra aveva avuto preoccupazioni economiche restando a lungo disoccupata. Entrambe erano state detti messaggi non rispondono ai perentori requisiti, tacitamente, ma ricattatoriamente, esigiti dal vi-
belle. Una aveva capelli neri, l’altra con la chioma fulva. Erano simpatiche, salottiere. gente sistema di mercato e di potere? Certe conseguenze che, in età giovanile o “adulta”, preoccuperanno
Quando entravano nelle Ambasciate o in ambienti di èlite non passavano inosser- la collettività, potrebbero considerarsi di preavviso peculiari modalità infantili di particolare godimento,
vate. Lasciavano un segno. Amavano la gente. Erano salutate con affetto dalle allorché, sia pure per gioco (per finta), il grande mostri paura per le “aggressive minacce” del piccolo.
amiche. Il loro sorriso era meraviglioso. Pur caratterialmente diverse, erano en- Ancora di più quando, in occasione del Carnevale, il/la piccolo/la sceglie una maschera tra le più orri-
trambe generose, avevano un grande cuore. bili. In ogni caso, comportamenti incutenti paura appaiono tesi ad esportarla, pure a boomerang, con-
Sempre pronte a dare un consiglio alle amiche. Un giorno, però, Lina dovette tro chi, a suo tempo, le ha incusse con metodi di allevamento intimidatori, quindi mostrano quanto siano
partire, ma il suo cuore rimase accanto a loro. Non le avrebbe dimenticate mai più. controproducenti i su menzionati espedienti “educativi”- autoritari, sia pur rasentanti, quelli da:pedago-
Quella mattina di fine novembre si congedò da loro, con un caffè bevuto frettolo- gia nera. Una significativa reazione di amarissima sofferenza per atteggiamenti di privilegio da parte del
samente e con la promessa di rivederle presto per la gioia di riabbracciarle. Tra- padre per il fratellino si è manifestata durante una seduta di Training Autogeno, con la visualizzazione
scorsero molti anni e non le fu possibile rivederle. Una dopo l’altra si trasferirono nel di una montagna di peni recisi ((v. la locuzione: demonizzazione della parte per il tutto). Mi risulta che
regno dei cieli. Quella mattina di fine novembre, una bella giornata di sole, Lina si ricordò di loro siano alquanto frequenti analoghe reazioni da demonizzazione simbolica della parte per il tutto, che
donne cariche di risentimenti fantasticano nei confronti di figure maschili, espresse pure come voglia di
e immaginò che, sorridendo, curiosavano e spettegolavano sugli umani. Angela Libertini “affettare come un salame” il loro pene. Ciò che sottende le psicodinamiche di questi fenomeni appare
connesso con la naturale istanza del programma-persona di ogni essere umano e cioè quella dell’ auto-
affermazione. Reazioni ostentatamente provocatorie che iniziano sin dalla scuola materna si hanno in
NARCISISTE AMBIZIONI PARENTALI modi che vanno da quello dell’indisciplinato e dal bullo/a quelle, sul versante sociale; attuate con terri-
ficanti violenze in campi di sport, come pure, da infiltrati, in occasione di manifestazioni di massa, me-
(Seconda parte) Per quel che riguarda soggetti vittime di ambiziose pretese paterne, rilevo che, diante adesioni a sette e formazioni trasgressive, fuori legge ecc. Controproducenti e perniciosi per la
mentre per alcuni la reazione di tipo oppositivo e di esplicita ribellione rispetto alle desiderata ge- collettività rischiano di risultare reazioni moralistiche comunque di disapprovazione, in specie ove pre-
nitoriali per altri si hanno altrettanto devastanti effetti sulla propria salute grazie (si fa per dire) a vedano misure repressive giudiziarie, se vengono percepite come riconoscimento ufficiale del loro “mo-
una sua assoluta conformità (compliance) a dette attese (v. fenomeni da overloading) Tali figure ge- vimento” da parte di chi si trovi o venga percepito come figura rappresentativa del sistema vigente.
nitoriali pare abbiano come denominatore comune l’essere annoverabili, sia pure come borderline, Salutare consapevolezza circa nefaste conseguenze da improvvidi… provvedimenti la si potrebbe ac-
tra le “personalità bisognose di farsi valere”, secondo la classificazione di Kurt Schneider (v. “Le quisire da quelli raccontati da Edmondo De Amicis nel suo - almeno ai miei tempi - arcinoto libro Cuore.
personalità psicopatiche” Giovanni Fioriti editore). Ancora una volta ribadisco quanto più volte ho Ieri (7 settembre 2018), ancora una volta, mi è toccato rivedere, a RAI 3, nel programma “Storia”, le con-
affermato e cioè che una vera, ma incruenta rivoluzione culturale la potremo ottenere superando una seguenze dell’espulsione da tutte le scuole del Regno dell’allora studente di scuola media Licio Gelli (v,
visione individualista di ogni soggetto che presenti problemi di salute, specialmente di ordine com- su internet di Erving Goffman: L’identà negata). A proposito di reazioni moralistiche ricordo che il mio
portamentale, avviandoci verso quella di dinamiche trans-personali, a iniziare dai cosiddetti feno- compianto prof. di Clinica delle Malattie Nervose e Mentali, Mario Gozzano, le riteneva “sospette dal
meni di gruppo (V. ruolo del paziente designato come indicatore e amplificatore di problemi della punto di vista psichiatrico e morale”. In effetti, si tratta di uno degli espedienti (meccanismi di difesa)
psicodinamici come tentativo di liberarsi da sottostanti sensi si colpa, di cui si può essere inconsape-
coppia coniugale-genitoriale). Questi fenomeni, la cui conoscenza, sfuggita ai più eccellenti geni voli, proiettandoli su altri. Reazioni che si caratterizzano per la eccessiva veemenza. Incalcolabile il nu-
sia della filosofia sia del mondo scientifico, hanno iniziato a guadagnare terreno appena poco più mero di vittime che reazioni del genere hanno disseminato lungo il corso della storia umana! Ancora una
di mezzo secolo fa, precisamente dagli ultimi anni del 1950, a Palo Alto, ad opera di studiosi di volta emerge l’urgenza che conoscenze come quelle menzionate in questo scritto siano di pubblico do-
dinamiche di gruppo e, in particolare, del gruppo famiglia. Tra i più probabili motivi per cui ri- minio. Ne dovrebbe tenere ben conto, in specie, chi pensi a far fronte a problemi complessi mediante
mangono generalmente ignorati pare siano quelli attribuibili al fatto che l’acquisizione di consape- norme giuridiche. In effetti tanti deludenti risultati per problemi a dimensione sociale, non solo riman-
volezza circa le relative dinamiche risulterebbe estremamente ansiogena oltre che per i membri gono irrisolti, bensì pure ingravescenti, sono attribuibili alla mancata considerazione’di determinanti
del gruppo famiglia che abbia, come grattacapo, un componente, di solito un/a figlio/a, con problemi tecniche dei problemi che si era inteso risolvere con promulgazione di una o più leggi, mentre, chiavi di
specialmente comportamentali, pure sconvolgente, per i tradizionali provvedimenti istituzionali (v. lettura, specialmente di comportamenti esibiti come ideologici potrebbero finire per concedere ricono-
articolo: Il modello “contro l’altro” prevale ancora nel nostro sistema di contollo sociale?) Tali scimenti altrettanto impropri e indesiderati. Pier Luigi Lando
problemi, quando non vengono affrontati con metodi disciplinari (nella peggiore accezione intesi),
vengono “curati”, ricorrendo a specialisti, dallo psicologo al medico-psichiatra. Quindi persino me- Intervista a Michele Bianchi sulla funzione pedagogica della giustizia
diante la somministrazione di psicofarmaci come “bavaglio chimico”, grazie ai quali i reali pro-
blemi rimangono, con buona pace di tutti, nascosti e fonte di profitto da parte di chi campa sui
problemi di vittime delle su menzionate dinamiche. In effetti, per i familiari sapere che il/i loro pro-
UNO SPECIALE FINE EDUCATIVO
blema / i sia una componente sfortunatamente pecora nera o malato, sarà di gran lunga meno an- M. Abbate Trovato: La ricostruzione dei contenuti definitori del diritto all’educazione, all’interno del plura-
lismo delle fonti, ha ispirato l’analisi delle strutture del processo penale minorile, anche nella loro connes-
siogeno, mentre la consapevolezza circa il loro cop0involgiomento nella relativa dinamica, per cui sione con gli speciali profili della disciplina sostanziale. Si è partiti dalle ragioni di specializzazione della
si troverebbero nel ruolo di “mandanti”, risulterebbe sconvolgente. Proficuo risulterebbe pure per giurisdizione per verificare la tenuta del presupposto di capacità processuale del minore e gli esiti inerenti al-
gli operatori la cui professione è indirizzata sul singolo paziente, imputato ecc. Altrettanto van- l’incapacità assoluta di stare nel giudizio, cercando di dimostrarne l’incompatibilità con la sentenza applica-
taggiosi per chi il /i problema/ i di un tale soggetto (paziente o imputato che sia) possano essere af- tiva di una misura di sicurezza, sia pure provvisoria. Nella progressione del procedere il contatto tra giudice e
frontabili con mezzi già tradizionalmente noti e collaudati dall’uso. Pier Luigi Lando fatto ha spostato l’attenzione sulla delicata opera di contemperamento tra garanzie del giusto processo ed esi-
genza di fuoriuscita immediata del minore dal circuito penale.
M. Bianchi: La giurisdizione minorile tende ad una unitarietà, come si trattasse di un organismo vivente. Se
INTERVISTA A MICHELE BIANCHI SULLA FUNZIONE PEDAGOGICA facciamo riferimento alla sentenza della Corte Cost. n. 222 del 1983 senz’altro è alla tutela del minore che tutto
è finalizzato, e a nient’altro davvero che la tutela del soggetto minorenne. Il Tribunale dei minori, considerato
DELLA GIUSTIZIA NEL NUOVO PROCESSO PENALE MINORILE nel suo complesso possiede infatti attribuzioni ultra-penali: civili e amministrative. In tal senso ben può es-
sere annoverato tra quegli Istituti dei quali la Repubblica deve favorire lo sviluppo e il funzionamento, così
adempiendo al precetto costituzionale che lo impegna alla “protezione della gioventù”. La verità della deci-
(Seconda parte) M. Abbate Trovato: Come è noto e come il vostro gruppo di ricerca in psicologia sione e la realizzazione della pretesa punitiva dello Stato, due importanti finalità riconosciute dal sistema pe-
giuridica non mancò di sottolineare nello studio sul Nuovo Processo Penale Minorile (dPR nale generale, nel sistema penale minorile appaiono quasi secondarie. Leggendo il DPR 448 emanato cinque
448/1988), essendo i piani di sicurezza nell’“area socio-sanitaria” italiana su casi e problemi di cri- anni dopo, rileviamo al suo interno molto chiaramente due principali obiettivi, collegati all’«attitudine re-
minalità e devianza non più di esclusiva competenza delle strutture e dei servizi della giustizia dopo sponsabilizzante del processo e all’attenzione alla personalità del minore» (art. 9): a) il processo come occa-
la riforma penitenziaria del 1975 (soprattutto dopo il dPR 616/77), venne allora espressa in modo sione educativa; b) il processo come esperienza che non deve interferire sulla continuità educativa. Si può
prendere come esempio di ciò un provvedimento previsto dal 448, la «sospensione del processo e messa alla
molto chiaro e netto, rispetto al passato almeno, l’esigenza d’una continuità negli interventi educativi prova» (art. 28), dove il processo non viene annullato, ma solo sospeso fino a quando il giudice ritiene di dover
e terapeutici, per garantire una presa in carico globale del minore nei contesti familiari, scolastici valutare la personalità del minore all’esito della prova. L’estensione dell’iter processuale con un periodo di
e giudiziari da parte dell’Ente Locale. Dopo questa evoluzione legislativa le Regioni, le Province, “prova” si giustifica in base agli obiettivi di responsabilizzazione del minore, rispetto alle sue azioni (penal-
i Comuni, nell’ambito delle rispettive competenze, si confrontarono con l’esigenza d’attivare ser- mente rilevanti) e ai suoi processi di socializzazione (in accordo alla fase evolutiva attuale). È qui che entrano
vizi e interventi per la risposta sociale a tutte le forme di disagio e di disadattamento minorile che in gioco i Servizi delegati all’«attività di osservazione trattamento e sostegno» (co. 2), di cui all’art. 6. È a que-
non superassero la soglia della trasgressione penale (in relazione alla competenza civile e ammini- st’ultimo obiettivo - il “sostegno” - che il legislatore potrebbe riferirsi all’art. 12, luogo in cui si pone un’esi-
strativa del Tribunale per i minorenni), per la risocializzazione dei minori che entrano nel sistema genza primaria: «l’Assistenza affettiva e psicologica all’imputato minorenne è assicurata in ogni stato e grado
del procedimento». Una esigenza di sostegno e rieducazione che fosse la più pura possibile si rese quasi pun-
della giustizia penale (competenza penale del T.M. e delle strutture minorili della giustizia), e per gente dopo l’evoluzione legislativa di cui stiamo parlando. Michelangelo Abbate Trovato
il recupero dei minori tossicodipendenti con o senza problemi di giustizia penale (speciale compe-
tenza del T.M.).
M. Bianchi: Sì, questa esigenza si concretizzò in ambito giuridico-penale col dPR 448/1988 che “PORCACCHIA MULTISERVICE” …PARLIAMONE
ampliava il ruolo e le competenze dei Servizi Locali, determinando all’art. 6 che: «in ogni stato e Non credo possa esserci una testata giornalistica più qualificata dell’ ATTUALITA’ se si vuol parlare di meri-
grado del procedimento l’autorità giudiziaria si avvale dei Servizi Minorili dell’Amministrazione tocrazia e, dato che di meritocrazia voglio parlare, sono a dialogare con chi gradirà leggermi ed unirsi a me
della Giustizia e dei Servizi di Assistenza istituiti dagli Enti Locali». Tutto ciò in effetti - come lei nel congratularsi con i due fratelli che gestiscono la “Porcacchia Multiservice”. Consigliato da un amico, ho
Prof. Abbate Trovato ha bene espresso – produce un ampliamento della discrezionalità del giudice avuto modo, in occasione di un mio tanto impegnativo quanto difficoltoso trasloco, di conoscere questi due
in direzione di una partecipazione attiva del minorenne al progetto rieducativo in cui il Nuovo Pro- fratelli che, con la loro società, si occupano proprio di traslochi e che hanno meritato da subito la fiducia sia
mia che di mia moglie per l’attenzione, la rapidità ed una particolare esperienza che, mi hanno poi confidato,
cesso Penale Minorile, peraltro, sembra consistere. Questo ampliamento della discrezionalità del viene da un tempo lontano - circa 80 anni - e cioè da quando il nonno cominciò quel lavoro, che nel tempo si
giudice è la vera pietra dello scandalo del Nuovo Processo, come penso di poterle meglio dire in è sempre più e sempre meglio consolidato, occupandosi prima di case, poi di uffici, quindi di fiere e congressi.
seguito. Per ora vorrei sottolineare un punto decisivo sul quale siamo già d’accordo. Lei stesso col- Ho potuto constatare la loro perizia nell’imballare anche i colli più strani e sempre con la massima attenzione,
loca il fondamento stabile del rispetto della Legge non nel timore della sanzione ma nella coscienza come se quei mobili fossero i loro. Pesi e misure non creano loro problemi e, se non bastano i furgoni, ci sono
etica del soggetto. E le legittime esigenze di difesa sociale della collettività contro il crimine? Eb- i camion con i relativi autisti. Ho da subito notato che la loro mano d’opera è veramente specializzata, sia per
bene esse sembrano garantite – come ha osservato più di un giurista – dalla maturata consapevo- i mobili antichi che per i mobili moderni. La custodia ed i relativi documenti sono ineccepibili. Due giovani
lezza del ragazzo proprio all’interno del laboratorio del Nuovo Processo, maturazione spesso provata che, in un momento lavorativamente strano ed anomalo come l’attuale, mi hanno positivamente sorpreso per
aver dimostrato una tanto consolidata quanto seria esperienza e pronti a risolvere imprevisti, anche proble-
dalla capacità di uscire dalle pregresse difficoltà comportamentali. Le cose sono così semplici? Pro- matici, forti di una logistica degna di un militare di carriera. Per questi motivi ho sentito il dovere sociale di
babilmente no, ma mi sembra un buon punto di partenza per la nostra analisi. dire a questi ragazzi Bravi ad alta voce, Bravi nell’essere professionali e corretti e ...Bravi nell’onorare con tanto
Michelangelo Abbate Trovato impegno la memoria del loro nonno! Riccardo Giordani di Willemburg
L’ATTUALITÀ, pag. 8 MEDICINA E ATTUALITA’ VARIE N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018

MAKER FAIRE 2018: MINDUL EATING: GLI OSTEOPATI CHIEDONO AL GOVERNO


UN SALTO NEL FUTURO MANGIAMO CONSAPEVOLMENTE DI RISPETTARE GLI IMPEGNI
Anche quest’anno la Maker Faire è stata un evento da non per- A conclusione del Convegno nazionale
Mangiare è diventato un atto che conosciamo poco. Troppo presi degli Osteopati dell’Associazione Na-
dere. Si è svolta tra venerdì 12 ottobre a domenica 15 ottobre dalla frenesia del tempo, che sembra passare troppo in fretta e zionale Professionisti Osteopati
2018. Tre giorni pieni di eventi e contenuti. sfuggirci da sotto gli occhi, abbiamo trasformato il cibarci in un (A.N.P.O.) tenutosi nei giorni 6 7 8 otto-
Un salto in futuri possibili e immaginabili. Sette padiglioni della gesto meccanico, privo di significato. Non è mai troppo tardi per bre 2018, Villa Tuscolana – Park Hotel a
Nuova Fiera di Roma sono stati messi a disposizione dei visita- fermarsi a riflettere e fare pace con il cibo. Neanche quando la Frascati (RM), che sul tema “Nuove
tori potendo spaziare (e non è usato a caso questo termine) tra il bilancia ci dice che abbiamo accumulato almeno quaranta chili frontiere della medicina dopo la Legge
padiglione MAKER FOR SPACE/RESEARCH dedicato alla ro- in più rispetto al dovuto. Riscoprire una sana e gioiosa relazione Lorenzin”, hanno con convinzione chie-
botica, all’intelligenza artificiale, alle scienze, allo spazio, alla re- con il cibo non è una passeggiata, ma è lo scopo di Jan Chozen sto al Governo di rispettare gli impegni e
altà virtuale, a quello definito DESIGN/LIFE dove si parlava di Bays, e più precisamente del suo libro intitolato «Mindful Ea- in particolar modo i decreti attuativi del
agricoltura, cibo, salute, musica, sport, ma non è tutto; un padi- ting», in Italia recentemente edito da Enrico Damiani Editore. ddl sulle professioni non ordinistiche.
glione intero è stato dedicato all’ ECONOMIA CIRCOLARE. L’autrice, pediatra nonché maestra di meditazione, ci accompagna Oltre ai professionisti osteopati e gli ad-
Come l’anno scorso è stato dato molto spazio all’ELETTRO- passo passo verso consapevolezza. Cosa significa mangiare con- detti del settore, alla affollata assise
NICS/FABBRICATION con la possibilità di vedere materiali in- sapevolmente? Ad ognuno la propria risposta dopo aver letto que- hanno partecipato anche il sottosegreta-
novativi e le ultime generazioni di stampanti 3D. rio Claudio Durigon, (che ha dato lettura di un documento in cui si
sto agile ma significativo volume. Non si tratta di un percorso assicura l’interesse del governo a prendere a cuore il problema), il
Il padiglione DRONES/ KIDS & EDUCATION è stato un para- teorico. Ogni paragrafo è accompagnato da un esercizio da com-
diso di conoscenze per i bambini. Uno spazio enorme in cui met- Senatore Bruno Astorre, l’On Maria Spena, il senatore Emanuele
piere. A titolo di esempio, basti pensare che ci sono esercizi come Dessi, sindaci del territorio, esperti, studiosi responsabili della asl,
tersi alla prova, sperimentare, conoscere, guardare i livelli mangiare più lentamente del solito, domandarsi quanta fame ab-
raggiunti dalle scienze, e dalla tecnologia con l’House of Drones, della Regione e del Ministero. Il Presidente Nazionale dell’A.N.P.O.
biano le nostre mani o il nostro naso, riconoscere la fame del prof. Dr. Giuseppe Forestieri, D.O., ha introdotto il tema del con-
uno spazio recintato immenso dove poter vedere le acrobazie dei cuore, riflettere sui motivi per cui alcuni cibi ci piacciono di più vegno, ricordando i faticosi passi in avanti fatti dagli osteopati nel
nuovi modelli di droni. e coltivare la gratitudine per quanto si ha nel piatto. Jan Chozen corso degli anni, i quali hanno dovuto attraversare non pochi ostacoli,
Diverse isole di apprendimento ben organizzate in cui bambini e Bays, attraverso un cammino che tocca altresì ambiti come l’au- fino a quando la legge 4/2013 e per ultimo la legge 3/2018, non
ragazzi potevano sedersi e cimentarsi in laboratori di elevata pro- tobiografia e l’introspezione psicologica, fa in modo che il let- hanno finalmente avviato un percorso di regolamentazione. E questo
fessionalità. La scienza come divertimento, scoperta e meravi- tore possa sperimentare in prima persona quanto significato abbia è stato un evento caratterizzato da tanta castellanità. Catellana la lo-
glia. Poi c’era il padiglione YOUNG MAKERS dedicato ai il mangiare, il masticare, il cogliere i vari sapori che una vivanda cation, castellano il Presidente Forestieri, castellani i parlamentari
giochi, alla scuola, all’educazione robotica e il padiglione MA- può sprigionare. Acquisire consapevolezza della fame, sapere Spena, Dessì. Astorre, e tanti altri. Significativo è stato l’intervento
KERS ON STAGE dedicato alle performances e alle conferenze. quando abbiamo davvero fame, di cosa abbiamo bisogno e come dell’on. Maria Spena, la quale ha incoraggiato il lavoro dell’A.N.P.O.
Quel che di sicuro non poteva avvenire in questa fiera era il ri- poter (e dover) soddisfare la fame che ci coglie, sono i maggiori nel suo lavoro di tutela dei consumatori/pazienti, facendosi da por-
schio di annoiarsi. È consigliato ritornarci in più giorni. È diffi- fra gli obiettivi della mindful eating, l’alimentazione consape- tavoce in Parlamento al fine stimolare l’emanazione dei decreti at-
cile vederla tutta in un solo giorno, talmente sono interessanti i vole. Interessante e innovativo è il capitolo in cui l’autrice esplica tuativi della L. 3/2018. Di fondamentale importanza è stato
contenuti proposti, anche per coloro che non sono esperti. degli esempi fattibilissimi per proporre mindful eating ai bam- l’intervento dell’avvocato Claudio Senatra, che ha letto e com-
Estremamente importante è anche il contributo della scienza alla mentato la lettera dell’on. Claudio Durigon, Sottogretario di Stato
bini. In un paese dove l’obesità infantile inizia a diventare un pro- al lavoro e alle politiche sociali, il quale ha portato al convegno una
salute e alla qualità della vita, per chi ad esempio ha delle diffi- blema da non trascurare, questa potrebbe essere una soluzione da
coltà, che è utile che siano valorizzati e diffusi al grande pubblico. posizione chiara di incoraggiamento all’A.N.P.O. per il lavoro che
tenere in considerazione a casa e anche nelle scuole, una nuova sta svolgendo per quanto riguarda l’attenta valutazione dei percorsi
C’era ad esempio una nuova pasticca per chi è intollerante al lat- educazione alimentare. È nota la difficoltà del mettersi a dieta:
tosio, apparecchiature create per facilitare il movimento per chi è formativi degli osteopati, in linea con le direttive dell’OMS, nonché
mindful eating, e ancor di più il libro di Jan Chozen Bays, sono sulla necessità da parte del professionista di iscriversi ad un’asso-
affetto da SLA, giacconi e felpe per bambini con difficoltà mo- strumenti essenziali, perché danno un senso a quel regime ali- ciazione professionale che fornisca garanzia e tutela per coloro che
torie e molto altro; da oggetti di design, come la lampada ma- mentare che, agli occhi altrui, potrebbe apparire solamente un sa- intendono sottoporsi alle cure osteopatiche. Il Segretario e Tesoriere
gnetica con la lampadina che gravitava sospesa, a piccoli oggetti crificio, magari sterile perché un domani potresti avere ancora Nazionale Paolo Cola D.O., si è soffermato sul ruolo dell’associa-
per semplificarsi la vita, per non perdere più o ritrovare le proprie problemi con il cibo. E questo non solo per gli obesi, ma anche zione nella legge 4/2013, evidenziandone i due fondamentali obiet-
chiavi. per coloro che hanno sviluppato nel tempo delle problematiche tivi e relative azioni per raggiungerli, ossia quello di rilasciare - ai
Ci si poteva informare sui cibi e i loro nutrienti e anche acqui- con il cibo. Mangiare consapevolmente è alla base del nostro be- sensi dell’art. 7 della L.4/13 - un’attestazione di qualificazione pro-
stare del materiale per creare facilmente un piccolo orto privato nessere nel rapporto con il cibo. Sarà forse per questo che i nostri fessionale annuale, e quello di rappresentare, tutelare e valorizzare
o provare cibi nuovi come la spirulina. Gli elementi interessanti nonni ci facevano mangiare in silenzio, senza televisore e facendo l’attività autonoma professionale rientrante tra quelle “non regola-
erano molteplici e a diversi livelli. Ricercatori, professionisti, gio- attenzione alla porzione, che non fosse troppo abbondante, perché mentate”, quale funzione di rappresentanza sindacale e di categoria.
vani, bambini, appassionati o anche semplici curiosi si sono ri- non dovessero rimanere avanzi nel piatto o perché non mangias- L’avvocato Antonino Arizia, legale dell’A.N.P.O., si è soffermato
trovati in uno spazio e tempo dedicato per vedere insieme nuove simo senza fame, ma solo per voglia? Matteo Gentili invece sull’attuale validità della legge 4/2013 e su cosa dovrà se-
strade e nuove possibilità. Un evento da non perdere il prossimo guire dopo la legge 3/2018. A tal proposito, richiamando quanto già
anno. Per saperne di più visitate il sito https://2018.makerfaire- accaduto con i chiropratici nel 2007, se non si avvierà immediata-
rome.eu/it/ Laura Cardia mente l’iter per i decreti attuativi, si rischia di vanificare il lavoro
ALLARME “CUTTING” che il Parlamento ha fatto con il riordino delle professioni sanitarie.
L’avvocato si è soffermato sul caos che regna su internet per ciò che
IL FURBETTO DEGLI INTEGRATORI FRA I GIOVANI riguarda fantomatici riconoscimenti dei titoli per mezzo di norme
tecniche, che talune organizzazioni e società millantano tra gli
osteopati: ad oggi non esiste infatti la professione sanitaria di osteo-
È stato multato con quasi 500 mila euro dall’Antitrust il giorna- Si procurano tagli alle braccia e alle gambe per anestetizzare il pata perché non esiste ancora un percorso studi universitario di osteo-
lista prestato alla medicina che assicurava di vivere 120 anni. dolore del loro animo, per alleviare quel senso di malessere che patia. Esistono invece le associazioni professionali che rilasciano
Promesse a non finire per il pubblico della televendita che tuttora colpisce molti adolescenti dai 13 ai 18 anni. A volte lo fanno per l’attestazione di qualificazione professionale a tutela del consuma-
è in onda sulle reti regionali d’Italia. attirare l’attenzione degli adulti ma spesso è una valvola di sfogo tore. Per ciò che riguarda la formazione osteopatica, significativo è
Si tratta di un giornalista, tal Adriano Panzironi che in barba a che può sfociare nella depressione o nell’anoressia. Il fenomeno stato il contributo del prof. Francesco Manti (nella foto), Presidente
tutti i principi della medicina promette di guarire da tutte le ma- di cui stiamo parlando si chiama “cutting”, non è nuovo ma a tut- dell’Accademia di Medicina Osteopatica “Alessandro IV”, in qua-
lattie, diabete, psoriasi, autismo, morbo di crohn e chi più ne ha t’oggi colpisce l’opinione pubblica per il numero di casi in cre- lità anche di struttura tecnico-scientifica dell’A.N.P.O. per la for-
scendo. Il primario di neuropsichiatria del Bambin Gesù di Roma, mazione permanente, il quale ha rimarcato il ruolo dell’accademia
ne metta, praticamente un miracolo, a patto che si prendano degli in un quindicennio di formazione, in linea con le direttive del-
integratori molto costosi e si legga il libro scritto dallo stesso. il dottor Stefano Vicari afferma che: “i casi in questione sono l’OMS sull’osteopatia, seguendo con determinazione un preciso
Queste pastiglie a base naturale permetterebbero addirittura di passati nel nosocomio da 12 nel 2013 a 120 nel 2016 e spesso i e serio approccio di insegnamento di tipo universitario. Il presi-
guarire dall’alzheimer. “Pazzesco, - dice il dottor Maurizio Scas- genitori non si accorgono di nulla. Facendo questo mestiere ci si dente ha anche denunciato tutto ciò che nel mondo della forma-
sola, vice presidente degli ordine dei medici - un imbroglio che rende conto che gli adolescenti sono sempre più a rischio di di- zione osteopatica è opaco, mettendo a disposizione l’accademia
colpisce le persone fragili e malate, è una teoria criminale, una sturbo psichiatrico. L’impressione –continua Vicari – è che le so- come consulente tecnico per i tavoli che dovranno preparare i de-
truffa ai danni della salute dei pazienti che può portare alla morte; stanze stupefacenti facciano la loro parte , ad esempio il consumo creti attuativi alla L. 3/2018.
la tecnica è sempre quella, raccontare un sacco di fandonie per di cannabinoidi è sempre più precoce: ormai avviene in prima Per ciò che riguarda l’editoria osteopatica, il dr Brunetto Fan-
alimentare un grande business basato sofferenza della persone. media, quando il cervello ha grandi spinte di maturazione, che in tauzzi, che ha curato sapientemente e con grande dedizione la
Lo denunceremo in tutte le sedi.” L’ordine dei giornalisti sta in- questo modo rischiano di essere inibite”. parte giornalistica dell’evento, ha ricostruito le tappe che hanno
vece pensando di prendere provvedimenti che vanno dall’avver- Il fatto che maggiormente procura allarme sociale è che i ragazzi portato alla preparazione e divulgazione del convegno, ringra-
fotografano le ferite che poi pubblicano sui social amplificando ziando tutte le autorità presenti, e illustrando il nuovo giornale
timento fino alla radiazione dall’albo, è infatti divieto prestare il così il fenomeno dell’imitazione che a questa età è fortissimo; “L’Osteopata”, che si occuperà di approfondire tutte le tematiche
proprio nome e la propria immagine per messaggi pubblicitari. non avendo una personalità già affermata infatti si rischia di in- della categoria. A seguire, il senatore Bruno Astorre ha voluto
Anche Federconsumatori è sul piede di guerra, si tratta di pub- cappare in un circolo vizioso molto pericoloso per cui quello che dare la propria testimonianza dì paziente, affermando i benefici
blicità ingannevole in quanto si spaccia per curativo un semplice fa uno fanno tutti. A questo si aggiunge l’incapacità delle agenzie della medicina osteopatica su sé stesso, e incoraggiando l’asso-
integratore che nulla a che vedere con i farmaci. Giorni duri di educazione, la famiglia e la scuola di proteggere i ragazzi e a ciazione a continuare su questo percorso con tenacia e determi-
quindi per Panzironi che però è ancora in onda con la sua tra- compensare le loro difficoltà, la scuola ad esempio non assolve nazione. Per ciò che riguarda il pilastro fondamentale
smissione, gravi le affermazioni sulle guarigioni miracolose e sul- più la funzione educativa che aveva fino a non molti anni fa, la fa- dell’associazione, ossia quello dell’accertamento dei requisiti for-
l’inutilità di prendere farmaci che non servirebbero a nulla, in miglia addirittura non si è accorta di questo fenomeno in continuo mativi, il Presidente della Commissione Didattico-Scientifica
guardia alle truffe. Arianna Paolucci prof. dott. Don Error: Reference source not found , D.O, si è sof-
aumento. Arianna Paolucci fermato sul ruolo che lo statuto dell’associazione gli conferisce
nel vagliare attentamente il percorso formativo degli aspiranti
Intervista a Michele G. Bianchi sulla funzione pedagogica della giustizia. candidati iscritti dell’A.N.P.O., sulla formazione permanente dei
soci, ribadendo il proprio impegno nel perseguire gli obiettivi del-
TRA IL DIRE E IL FARE C’È DI MEZZO IL MARE
(Quarta parte) M. Abbate Trovato: Sulla questione art. 28 DPR 448 può secondo lei Professore ritenersi che
“L’ATTUALITÀ” l’associazione in tal senso. Per concludere, il Presi-
dente Forestieri, ringraziando tutti i presenti,
soprattutto i giovani studenti di osteopatia, ha
eventuali inosservanze non gravissime alle regole dell’intervento non solo non giustifichino la valutazione ne- dato lettura di un ordine del giorno che chiede
gativa della prova, ma vadano considerate connaturali al periodo di maturazione di un giovane imputato di un al governo l’avvio dell’iter previsto dalla legge
fatto criminoso? Ciò che mi pare importante da considerare non è il raggiungimento di un risultato predefinito
quanto l’impegno speso dal ragazzo al suo perseguimento. Così, se nel giudice c’è un dubbio sull’esito posi-
tivo della prova, il principio del favor rei non dovrebbe comportare comunque la soluzione assolutoria? Non
è sinonimo di Libertà. 3/2018 in materia di decreti attuativi, rivendi-
cando il ruolo determinante che le associazioni
professionali come l’A.N.P.O. e le rispettive
è forse qui che si gioca la questione “sanitaria”, “tutoriale”? Quali sono peraltro i suoi rischi? Intendo dire una
possibile spaccatura tra finalità giuridica e metodo sociopsicopedagogico. O se si vuole, tra buonismo perdo- Questo giornale non ac- strutture tecnico-scientifiche, dovranno avere
sui tavoli tecnici, proponendo una concertazione
nista e psicologia dell’occhio per occhio dente per dente? Non è forse quello che lei e Termini denunciavate?
Professore, mi parli dell’incidenza di questa evoluzione giuridica, direi tutta italiana, in ambito socio-sanita-
rio.
cetta pressioni chiara, trasparente e fattiva per il bene degli osteopati
e dei cittadini/pazienti. Mary Mazza
M. Bianchi: L’esigenza di sostegno e rieducazione il più pura possibile resasi quasi pungente dopo l’evolu-
zione legislativa di cui stiamo parlando, restando fermi al Lazio (dove sviluppammo la ricerca negli anno No- dai politici
vanta), si concretizzò certamente in diverse forme. Per esempio con l’approvazione del regolamento tipo
concernente l’organizzazione e il funzionamento delle UU.SS.LL. (delib. 1170/90), dove all’art. 35 co. 2 si di-
sponeva: «Il Servizio Materno Infantile opera in stretto collegamento con i Servizi Sociali degli Enti Locali,
né censure dalle lobby. AV V I S O
realizzando forme d’integrazione funzionale nel concorrere agli interventi a favore dei soggetti in età evolu- I lettori hanno il diritto
tiva richiesti dalla Magistratura minorile». Ora, come si dice, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare! In que-
gli anni la Regione Lazio produsse per esempio una circolare che diceva: «Sul territorio di Roma si manifesta
con sempre maggiore evidenza e virulenza un fenomeno di disagio della popolazione minorile, a cui è connessa di conoscere la verità UTILE
una crescente casistica giudiziaria» (circ. 672/91, 218/92). C’è sicuramente da aggiungere che al decentra-
mento amministrativo e al trasferimento di competenze agli Enti Locali ordinato dal DPR 616/77 non seguì per poter dare un voto Vuoi che il tuo messaggio
sull’intero territorio nazionale un’effettiva realizzazione degli obiettivi d’intervento pianificati poi dalle Re- culturale o commerciale
gioni. Così, a fronte di una perdurante assenza d’iniziative per la formazione di condizioni operative reali a ri-
guardo, in quella sede si avvertì «la pressante esigenza di reiterare la necessità di porre maggiore attenzione a elettorale venga letto
questa categoria di soggetti che costituisce la fascia esposta a maggior rischio di abuso, maltrattamento, ab-
bandono, emarginazione, sfruttamento e altre patologie specifiche». La Rip. VIII-Sicurezza Sociale di Roma consapevole da oltre 100.000 persone?
nel 1993 sottopose infine all’approvazione della giunta comunale un piano di «Istituzione di Unità Territoriali Chiama il cell.
Integrate e pluridisciplinari per la Prevenzione e il Trattamento dell’età evolutiva» [U.T.I.] (delib. 6100). Con
De Leo, Massimo Termini ed altri colleghi denunciammo il grave ritardo della psicologia accademica in ge- e responsabile. 347.0333846
nerale, e giuridica in particolare, rispetto alle sottigliezze e alle soluzioni del dPR 448. Oggi intendiamo ri-
prendere tali questioni su un altro piano. Michelangelo Abbate Trovato
N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018 ARTI FIGURATIVE E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 9

GEMELLAGGIO MAIO-MASTRONUNZIO “SCHEGGE MISTICHE” ANNA BUGLIA, L’INTERVISTA


I due artisti hanno esposto
nella Biblioteca Provinciale di Benevento DI DANILO MALATESTA Anna Buglia è nata a Monte
Porzio Catone nel 1942, e
Sabato 20 ottobre presso la Galleria Pietrosanti G. D. A. (via
Presso la Biblioteca Provin- Plauto 30, Roma) si è inaugurata la mostra dell’artista (nonché vive a Roma dove esercita la
ciale “Antonio Mellusi” di fotografo e regista) Danilo Malatesta intitolata: “Schegge misti- professione di pittrice con
Benevento, dal 1° al 5 otto- che. Dalla frantumazione del credo all’inviolabilità del simbolo”; olio su tela e su porcellana,
bre 2018, con il patrocinio mostra che tra l’altro ha ricevuto il patrocinio del MODeS Museo ed è anche acquarellista. La
della Provincia di Bene- della Sindone. Adoperando lo stesso banco ottico adoperato da sua pittura è rivolta alle bel-
vento, il fotografo Vincenzo Secondo Pia (colui che per la prima volta fotografò la Sindone) lezze naturali di paesaggi
Maio ed il pittore Antonio con la sua operazione artistica – che consiste nell’aver ricostruito dove sono curati i minimi
Mastronunzio (insieme con una serie di foto alcuni momenti della passione di Cristo fino particolari, e si è evoluta nel
nella foto) hanno esposto le alla ‘ostensione’ della traccia argentea lasciata sulla lastra foto- tempo verso la bellezza fem-
loro opere, riscuotendo suc- grafica dall’uomo della Sindone gloriosamente risorto – Malate- minile.Tra i premi più im-
cesso di critica e di pubblico. sta ci restituisce quello stesso stupore provato davanti alla portanti si ricordano: 2°
Il gemellaggio rappresenta la scoperta che il lenzuolo funebre, che secondo la tradizione ha av- premio alle Scuderie Aldo-
manifestazione e l’ espres- volto il corpo morto di Gesù Cristo, non era altro che una specie brandini di Frascati (2010), due menzioni speciali al Premio Ca-
sione di due forme diverse di di negativo fotografico. L’artista muove dalla riscoperta dell’an- pitolium di Roma, con “Donna e fiori” e “Donna con cappello”
arti visive. Maio, reduce dalle recenti mostre a Roma e a Milano, tica tecnica fotografica del Wet Plate Collodion per indagare il (2016-2017), diploma d’autore al Campidoglio di Roma (2018),
ha dichiarato che per lui è stato un motivo di orgoglio esporre nesso ancora non abbastanza esplorato tra fotografia e sacra Sin- diploma di merito alla Biennale di Roma (2018). E’ presente in
nell’amata e natia Benevento, dove nel lontano 1992 iniziò la sua done; nesso efficacemente espresso da Roland Barthes quando mostre personali e collettive in Italia e all’estero, ottenendo buoni
attività come fotoreporter e giornalista nelle pagine diocesane di scrisse che “la fotografia ha qualcosa a che vedere con la resur- giudizi di critica e di pubblico. Esegue ritratti su commissioni.
“Avvenire”, testimonianza del suo costante impegno nel mondo rezione: forse che non si può dire di lei quello che dicevano i Bi- Ecco l’intervista che ci ha rilasciato. A quale corrente artistica
cattolico. Il Direttore del Museo Modigliani prof. Alberto D’Ata- zantini dell’immagine del Cristo di cui la Sindone di Torino è appartiene? R. Il mio percorso artistico è sempre alla ricerca di
nasio ha scritto: “Vincenzo Maio è ciò che si può definire un cac- impregnata, e cioè che non era fatta da mano d’uomo, che era nuove ispirazioni, ma mi sono affacciata più spesso al realismo.
ciatore di bellezza. E la bellezza non si fa trovare da tutti. La acheiropoietos?” (La camera chiara, § 35). Il breve percorso della Come è nata la sua passione per l’arte? E’ una passione che ho
bellezza, quella rara, quella che univa interiore ed esteriore, soma mostra riassume quello di una via crucis: si passa davanti alle im- avuto fin da bambina, ma che ho potuto approfondire solo da
e psiche, immanente e trascendente, è rarissima, difficile da tro- magini fotografiche del volto, della mano trafitta, degli strumenti qualche anno. Quali sono i modelli a cui si ispira? Adoro i pae-
vare, complicata da comporre… Lui compone alla stessa maniera della passione – immagini interrotte da una piccola istallazione saggi e le nature morte, con tutti i loro colori. Ultimamente i miei
di Leonardo Da Vinci, di Raffaello, di Dante Gabriel Rossetti e di dove sono esposte in sospensione alcune delle schegge prodotte modelli sono rivolti alla bellezza femminile: le donne col cap-
John Waterhouse...” Mastronunzio è Maestro di arte pittorica e dalla frantumazione delle lastre vitree su cui sono inscritte le foto pello sono diventate la mia firma. In che modo è progredita nel
di scultura, uomo di grande e profonda cultura umanistica, raro – per poi accedere a quello che senza voler essere irriverenti po- tempo la sua tecnica? Ho fatto i primi passi da autodidatta, ma
conoscitore della storia dell’ arte e della tecnica. La sua passione tremmo chiamare il santo sepolcro, dove poter trepidanti con- ho capito ben presto che avrei dovuto accompagnare la passione
per l’ arte nacque da giovanissimo, a 13 anni, quando si iscrisse templare la Sindone. Stefano Valente alla tecnica. Così ho iniziato un percorso di miglioramento della
al liceo artistico. La giornalista e critica d’arte Catiusha Mini- tecnica con diversi Maestri che mi hanno insegnato molto negli
cozzi ha scritto: “L’opera di Antonio Mastronunzio parte da lon- anni. Che cosa si può fare per stimolare l’interesse del pub-
tano: la sua ispirazione è antica, sempre vivace, e la sua arte blico per l’arte? E’ una bella domanda. Secondo me bisogne-
fedele a sé stessa seppur nuova ogni volta; passando con disin-
voltura dalla pittura alla scultura, dal figurativo all’ astratto, egli
è uno di quegli artisti riconoscibile e sempre da ri-conoscere, cioè
Leda Panzone Natale rebbe parlarne di più nei programmi, nei luoghi d’aggregazione.
Poi conosco persone che sono appassionate di arte, ma che non
possono permettersi di gratificare l’artista anche con l’acquisto
conoscere di nuovo, poiché la sua cifra stilistica è sempre immu- perché tutto ha un costo molto alto: nel campo dell’acquarello,
tabilmente diversa… L’elemento religioso è sempre presente “Il faro” dell’olio e della porcellana, per esempio. Forme espressive che
nella sua pittura e le sue scene sacre sono quasi non scene, so- ho sperimentato io stessa. Secondo lei le capacità artistiche
spese in un tempo che potrebbe ancora arrivare; anche quando il (olio su tela,50x70) sono naturali o acquisite? Per me sono naturali. O si hanno o
soggetto non è religioso, l’ assenza di ogni temporalità ci induce no. Ma certamente nel tempo si possono affinare. Qual è il se-
ad un sentimento metafisico inspiegabilmente pregnante… L’ ar- Info: telefonare alla greto della sua creatività? Tanta passione e amore per l’arte.
tista, nella sua casa studio, ha creato un giardino fiabesco, abi- Programmi per il futuro… R. Devo dire che nell’ ultimo anno
tato da figure che spuntano tra gli alberi e giocano a nascondino Redazione di questo ho raggiunto degli obiettivi per me molto importanti. Continuerò
con i rami, svelando all’improvviso il loro vero volto, immerse e a migliorarmi per farmi conoscere di più.
a loro agio nel verde in cui hanno preso vita; una galleria fanta- giornale. Vincenzo Maio (cell. 347-3173288)
smagorica di volti e figure intere, verosimili o non, che danno la
misura di una fervida fantasia e di una visione fantastica della na-
tura…” Vincenzo Maio (cell. 347-3173288)
PREGEVOLE LIBRO Liana Botticelli
ORIGINALI PITTO-SCULTURE
DI TULLIO DALLAPICCOLA
SULLA PITTURA TROMPÈ L’OEIL
Voglio segnalare ai lettori un bellissimo libro edito da Martin Mo- “Paesaggio nevoso”
nestier, nel quale tra i protagonisti troviamo Henry Cadiou e
Paolo Intini, nato e a Monopoli (Bari) ma famoso in Francia in (olio su tela)
qualità di esponente della pittura Trompè L’Oeil, uno stile arti-
stico che consente al falso di mescolarsi al vero, tanto da far ap-
parire reale e quasi tangibile ogni cosa. Un grande artista come
Paolo Intini merita di essere meglio conosciuto e valorizzato Info:
anche in Italia. E’ auspicabile che il Ministero Beni Culturali as-
suma ogni iniziativa utile per far riammirare dal grande pubblico Tel. 06.66200020
le opere d’arte di Paolo Intini, che sono state esposte a Roma nel Cell. 339.4934678
lontano 1963 accanto alle opere di Picasso, Braque e Matisse.
Sono trascorsi cinquantacinque anni da quell’evento. E’ oppor-
tuno organizzare una riedizione che sia in grado di far conoscere
in modo appropriato i grandi artisti italiani contemporanei. Il Mo-
vimento Salvemini resta in fiduciosa attesa di gradito riscontro da
parte delle Autorità competenti. Franco Pichi Pietro Sarandrea
“Chiesa di san Francesco”,
Capranica (Viterbo)
“Concerto ad alta quota” (olio su tela)
Studio d’Arte: Studio d’arte
Via Due Laghi, 338042 - Baselga di Pinè (TN) Via S. Negretti, 50
Tel. 0461.557139 Cell. 339.1259386 00062 Bracciano (Roma)
E-mail: tullio.dallapiccola@virgilio.it E.mail: pietrosaran-
drea@gmail.com

ERWITT E LA COLLEZIONE
PERSONAE ALLA REGGIA DI VENARIA L’UOMO CHE HA VARCATO I CONFINI
170 immagini per raccontare Personae. Personae è il titolo della Assioma migliore non poteva essere usato, per decantare questo grande artista: se ami la Sicilia non puoi non
amare Melo Minnella che ci ha incantato e continua ad incantare con la sua arte fotografica. “Un musume-
prima retrospettiva delle fotografie dell’artista Elliott Erwitt. I lenso doc” come ama definirsi. Anche se la sua notorietà ha varcato da tempo i confini locali diventando un
suoi scatti in bianco e nero ormai famosissimi, sono dei cult della personaggio, perchè Minnella abita al piano alto: quello in cui la fotografia diventa arte e la realtà di ogni
fotografia internazionale. Il bianco e nero del fotografo rappre- giorno, attraverso l’obiettivo, si trasforma in immagini immortali. Al punto tale da pubblicare prima su “Il
sentano tutta la profondità e l’umanità della vita, delle persone, mondo” del radicale Mario Pannunzio e poi su altri autorevoli: Life, Stern, Schweizer Illustrierte Merian, Si-
dei cani: le loro emozioni, i frangenti e gli attimi a pieno respiro. cilia, riuscendo a conquistarsi un ruolo di primo piano nel panorama della fotografia siciliana ed italiana. E il
Uno dei temi che Erwitt ha spesso fotografato, infatti, nella sua successo fu consacrato quando, in occasione dei suoi ottanta anni il mondo politico, la cultura italiana, l’esta-
carriera sono i cani, i quali sono stati oggetto di quattro dei suoi blissement internazionale si inginocchiò davanti all’artista siciliano, considerandolo uno dei migliori ed im-
libri: Son of Bitch (1974), Dog Dogs (1998), Woof (2005) e Elliott portanti fotografi della vecchia guardia, quella per intenderci che include Enzo Sellerio, Ferdinando Scianna
e Peppe Leone. E’ nel 2017quando festeggia le 80 primavere e 60 di carriera proprio con un’antologica di no-
Erwitt’s Dogs (2008). Si tratta non solo di fotografie ma di vere tevole valore con un ciclo di esposizioni dal titolo “a ruota libera”. Melo ha un crescendo di successo quando
e proprie icone, di immagini che passano alla storia per la forza, ha iniziato ad interessarsi di fotografia nel dopoguerra, allorchè viveva a Mussomeli (suo paese natale), con gli amici Giovanni Russo e Giuseppe
ma soprattutto perché inimitabili. Messina ed in mezzo a personaggi che facevano tra i tanti mestieri anche i fotografi: i Palermo, Calogero Randazzo, Giovanni Raviotta. Partito
Questa volta, la sua produzione a colori, inedita, viene presen- dal piccolo centro della provincia siciliana, approdato a Palermo negli anni cinquanta, in un crescendo di pubblicazioni su importanti e presti-
tata alla Reggia di Venaria (TO). Atanasia Fabbricatore giose testate giornalistiche anche internazionali. L’impegno sociale del Minnella si e’ estrinsecato non solo con le collaborazioni a “Il Mondo”
e la collaborazione con Sciascia con lo scrittore Gesualdo Bufalino ed altri. E proprio Bufalino ci ricorda: “Vi è la Sicilia verde del carrubo, quella
bianca delle saline, quella gialla dello zolfo, quella bionda del miele, quella purpurea della lava”. Mirabili declinazioni letterarie della nostra terra
da oltre mezzo secolo raccontate anche attraverso gli innumerevoli scatti del grande fotografo Melo Minnella. Per lui parlano i numeri: ottanta

WHITE RADIO È UNA WEB RADIO


Si può ascoltare con un personal computer
le primavere, sessanta gli anni di carriera, oltre cento i libri pubblicati, centinaia le mostre in Italia e all’estero, milioni le fotografie scattate ai
quattro angoli del mondo. Nel 1971 pubblica il suo primo libro, Sicilia negli occhi, con un testo introduttivo di Leonardo Sciascia. Seguiranno,
negli anni fino ai nostri giorni, decine e decine di titoli e pubblicazioni. Tra i tanti, libri sulla Pasqua ed il Natale in Sicilia, sui Florio, su Ser-
potta, di cucina, su diverse città e paesi siciliani (Palermo, Alcamo, Caltagirone, Militello Val di Catania, Erice, Siracusa, Sferracavallo, Musso-
collegandosi al sito: www.whiteradio.it -
http://www.whiteradio.it cliccando su “ON meli e tanti altri ancora), sul barocco, sui castelli, ponti, barche, monumenti di ogni tipo, palazzi, parchi, musei ecc.
AIR” oppure con il proprio smartphone sca- Un’importante tappa della carriera di Minnella è segnata dalla pubblicazione (sul finire degli anni 70) in dieci volumi di Storia della Sicilia di-
ricando l’applicazione gratuita per Apple e retta da Rosario Romeo dove sono comparse decine e decine di foto in diversi volumi. Alcuni suoi libri sono stati tradotti anche in inglese, fran-
Android “White Radio”. cese, tedesco, spagnolo e giapponese. Sue fotografie sono apparse su Bell’Italia, Bell’Europa, Airone, TuttoTurismo, Kalòs, Traveller, Dove,
La trasmissione “TONI & motivi” è condotta Nuove Effemeridi, Ambiente 2000 ecc. Numerose sono state le sue mostre in diverse città italiane ed estere (Francia, Spagna, Canada ecc.).
da Antonio Bartalotta e va in onda ogni lu- Come aveva scritto Leonardo Sciascia, la fotografia di Minnella è un attimo di irripetibile equilibrio tra il fatto e il sentimento, tra il contenuto
nedì dalle 19,00 alle 21,00. e la forma. Ed è a Édouard Boubat (Parigi, 13 settembre 1923 – Montrouge, 30 giugno 1999) che Scianna associa Minnella, per il suo sguardo
tenero sui bambini, per la sua capacità di inserire con precisione ed armonia i personaggi del suo teatrino nell’ambiente naturale e nella scena
sontuosa dell’architettura siciliana, per il suo dono di stemperare l’aneddoto in momenti lirici e sereni. Mary Mazza
L’ATTUALITÀ, pag. 10 CINEMA, MODA E VARIE N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018

GALÀ DEL CINEMA E DELLA FICTION MODA E… NON SOLO “ROMA”: IL CAPOLAVORO DI CUARON
Decima edizione per il Galà del cinema e della fiction. Ideato e pro-
dotto da Valeria della Rocca, è diretto da Marco Spagnoli, in colla-
borazione con la Film Commission Regione Campania. Ed è infatti (a cura di Lucilla Petrelli)
UN FILM DI STRUGGENTE BELLEZZA
Il film “Roma” scritto e diretto da Alfonso Cuaron, vince il Leone d’oro
proprio la Campania ad ospitare annualmente il festival. Cinque gior- Lucille, style coach! alla 75ª Mostra internazionale del cinema di Venezia (2018). Il film è am-
nate con tantissimi appuntamenti, ospiti e tributi. Tra i più importanti, bientato negli anni 70 in un quartiere (Roma) di città del Messico. Rac-
di certo, quello a Carlo Vanzina, scomparso di recente, l’8 luglio FASHION NEWS conta un anno di vita di Cleo, una domestica di origine india e della
2018. Per omaggiarlo ci sarà la Proiezione del film “Caccia al tesoro”, Si va verso l’inverno con tante novità legate alla moda. In questa sta- famiglia borghese che accudisce, nel contesto storico di grandi eventi
alla presenza del fratello Enrico, ultimo film del regista, uscito sui gione il classico è sempre in auge ma con una buona dose di grinta. Via come le milizie paramilitari dei Falconi, la strage di Corpus Christi o
grandi schermi lo scorso anno, nel 2017. libera ai capospalla lunghi ed avvolgenti, quelli che non tramontano mai! l’elezione di Luis Echeverría. Un film visionario, girato in bianco e nero,
La pellicola è stata prodotta da International Video 80 e Medusa film, Spazio alla fantasia con rivisitazioni dalle linee di taglio maschile già recitato in parte in lingua indigena, dalle atmosfere struggenti.... dalla
nonché da quest’ultima distribuita nelle sale cinematografiche il 23 viste sulle passerelle di Givenchy ai colli in pelliccia di Ermanno Scer- fotografia perfetta, curata dallo stesso regista. Il film è un lavoro intimo
novembre 2017, tra i protagonisti Vincenzo Salemme, Serena Rossi, vino. Cappotti a quadri dove il colore rosso accende e contrasta il gri- e personale, ma anche una denuncia sociale, ripercorre un viaggio inte-
Max Tortora. Atanasia Fabbricatore giore invernale. Spazio anche per i caldi piumini, protagonisti della riore nel passato per tornare alle origini, alle radici della sua famiglia,
stagione invernale, (sempre oggetto del desiderio non solo per le giova- del suo Paese, all’ infanzia ed alla sua amata Tata (nel film Cleo); è un
nissime). Moncler Genius, un progetto che ha coinvolto ben 8 stilisti, dono che l’autore fa a sé stesso, alla Tata ed al pubblico. Cleo è una donna
BUBLÈ, IL GIALLO chiamati ad interpretare l’heritage della Griffe francese Chanel con 8
capsule dedicate appunto a questo capo. Il piumino si offre alle più sva-
semplice, emarginata e maltrattata per le sue origini indie e per essere
donna, ma diviene nel film un personaggio chiave ed emblematico, di
DELL’ADDIO ALLE SCENE riate rivisitazioni , come il marchio americano Woolrich, che sceglie il
colore giallo sgargiante per rallegrare l’umore. Peso piuma per i piumini
grande dolcezza ed amorevolezza, autenticamente capace di “amare”e di
“salvare”, mettendo la vita degli altri al di sopra della propria. Cuaron in
quest’opera celebra le donne che generano la vita, la amano e la difen-
Il famoso cantante canadese, probabile erede vocale di Frank Sinatra modello RRD (Roberto Ricci Design) che unisce la leggerezza al con-
fort. Rosso, arancio, verde e fucsia gli altri colori. Silhouette più aderenti dono fino alla fine, un potere salvifico che l’uomo, a suo avviso, non
in queste settimane ha suscitato molte domande nel pubblico tanto da per il brand Sealup con cappuccio e pelliccia in azzurro polvere. Per possiede anzi, spesso preda di forze distruttive, genera guerre per brama
mettere in subbuglio il mondo del pop mondiale. La notizie è di quelle l’abbigliamento cambio di rotta, se prima paillettes e bagliori erano ri- di soldi e di potere. Roma narra in modo sublime, poetico, con virtuosi-
che lasciano senza fiato, soprattutto i fan. "Questa è la mia ultima in- servati alla sera, ora, nuova tendenza, si andrà in giro luccicanti sin dal smi scenici di ciò che finisce e muore per rivivere in una nuova forma.
tervista, mi ritiro – dice Bublè - ho fatto il disco perfetto e posso la- mattino. Karl Lagerfeld per Chanel, opta per il bronzo e l’argento, Ci rivela la fine ed il nuovo inizio di una famiglia, di un Paese e di una
sciare ora che sono al top. Quello che è successo ha cambiato mentre Emporio Armani punta sulle micro applicazioni per la sera. giovane donna. Il film nasce da un mix di razionale ed irrazionale, dalla
totalmente il mio modo essere e la mia percezione della vita". L’an- Sacro e profano per Dolce&Gabbana con pietre e paillettes esagerate memoria, alla sperimentazione dell’inconscio. L’autore racconta un pe-
nuncio sarebbe motivato dal dolore per la malattia del figlio Noah di in oro e argento disseminati un po’ ovunque anche sugli occhiali. Piog- riodo storico e le sue criticità, utilizzando elementi di realismo, per pro-
5 anni che sta combattendo contro un tumore al fegato e comunque gia di strass anche per gli accessori come le pochettes rigide di Chanel ietarsi tuttavia in un una dimensione onirica.
per essere più presente in famiglia. La causa è assolutamente giusti- in resina marrone o pietre chandelier per quelle di Giorgio Armani. No- L’acqua, elemento ricorrente, carnale e nel contempo spirituale, pur nel
ficabile se non fosse che la carriera del cantante è all’apice, a 43 anni vità per le borse che riducono le dimensioni a beneficio della schiena! dramma testimonia la purificazione, la rinascita, la bellezza dell’amore
ha molta strada davanti tanto che i suoi manager arrabbiatissimi hanno Il modello forte è quello dalla forma un po’squadrata, con intarsi in pel- e della vita. Cuaron manifesta in questo lavoro una capacità catartica pro-
dato prontamente la smentita. "Le voci e i report sul ritiro di Michael liccia come quella di Fendi o la clutch di Armani nel nuovo colore viola pria solo delle vere opere d’arte. Roma ha in sé la linfa vitale di un ci-
– si legge sulla pagina ufficiale di Bublè -sono completamente false. delicato, oppure la Piquadro dalle multi tasche. E ancora, le borse im- nema che sà rinnovarsi, stupirci, entusiasmarci e forse renderci migliori.
Chiediamo a tutti di non condividere queste storie da tabloid e can- portanti come quelle pitonate con chiusura gioiello della Maison Bul- Il film è stato prodotto da Netflix e questo ha generato non poche pole-
cellare i post che sono già stati condivisi sui social”. gari; il caro vecchio modello a secchiello, intramontabile, riproposto in miche. Consigliamo di vederlo poichè uscirà in alcune sale cinemato-
L’unica cosa che per ora il cantante ha lasciato sono proprio i social pelle nera matelassè, la Hobo di Chanel; il color corallo proposto da grafiche selezionate già a dicembre e sarà presente anche sulla
media. La faccenda è da chiarire ma ci sono diverse supposizioni: è Hermès e la shopping della Tod’s in pelle liscia con inserti scamosciati, piattaforma streaming. Caterina Zonno
una immorale strategia di marketing per far parlare del suo decimo dai volumi più grandi. Da tenere presente che sono sempre valide le
album “Love” oppure è un errore che volontariamente fa il giornale shopper per chi nella borsa mette di tutto e di più! E per quanto riguarda
per vendere di più? Forse è realtà? Solo il tempo potrà dire cosa c’è le calzature, la novità è che si porteranno i sandali anche d’inverno, con Nel più piccolo teatro del mondo
dietro questa confusione di comunicati discordanti gli uni dagli altri. fascette dorate e pietre preziose, come quelli di Loriblu. Insomma sarà
una stagione all’insegna dell’oro ma anche dell’argento, del bronzo e di
Al tempo le risposte. Arianna Paolucci tutto ciò che brilla. Quindi ben vengano piogge di pietre e paillettes che
scivolano su pantaloni, vestiti, corone e coroncine anche sulla testa, so-
ESILARANTE SPETTACOLO TEATRALE
PREMIO PENISOLA SORRENTINA prattutto per le feste natalizie. Voglia di riflettere e farsi notare, una ten-
denza che piacerà soprattutto alle giovanissime! IMPROVVISATO DI VOLTA IN VOLTA
Nello scenario di Monte Castello di
NEWS BEAUTY Vibio, in provincia di Perugia in
In profumeria con tanto divertimento. Cosmetici dall’aspetto un po’ Umbria nel più piccolo teatro del
bizzarro visto che rappresentano gli eroi ed eroine dei fumetti. E così Mondo chiamato “ Concordia”, si è
troviamo l’Eau de Toilette “So Real Cheap & Chic “di Moschino con tenuta la kermesse teatrale intitolata
la sagoma di Olivia, moglie di Braccio di Ferro; la maschera tonifi- “Solo una prima”, recitata da dei ra-
cante per il viso “Caring Mask Black Space the Oozoo” di Sephora gazzi diversamente abili, voluta
a forma di orsetto alieno; ancora la sagoma di un fantasmino in silicone dalla Onlus Oggi per un domani.
per fare massaggi anticellulite sempre di Sephora; la spazzola da viag- L’evento ha suscitato clamore, per
gio, a forma di Minnie la moglie di Topolino; i rossetti dedicati alle la partecipazione massiccia di gran
eroine dei fumetti “Supergirl” in edizione limitata di Maybelline New parte dei Sindaci dei Comuni
York. Evviva i Cartoon, un inverno in allegria! Umbri, essendo un comune di soli
Prodotti irrinunciabili. Per le chiome lucenti un prodotto che esalta e 536 abitanti che hanno accolto l’in-
Roma, 10 ottobre, Teatro Eliseo. XXIII edizione Premio penisopla prolunga la brillantezza dei capelli colorati. Estratto di pomodoro orga- vito del Cav. Gianni Sandonà, Presidente di Oggi per un domani e per
Sorrentina Arturo Esposito. nico e aceto di lampone “Blush Spray Hydratant di David Mallett. Il l’occasione conduttore della serata, che ha coinvolto la prestigiosa pla-
Mascara snodabile dell’Orèal Paris per catturare le ciglia e separarle tea, con dei video emozionali. Madrina l’attrice Anna Mazzamauro
Tra i premiati Sandra Milo (nella foto), Danilo Rea, Maurizio Mi- con precisione. Geniale applicatore allungante e incurvante. Occhi scin-
cheli, Debora Caprioglio, Paolo Ruffini e anche la cantante pop e (nella foto), che delicatamente ha toccato il tema della diversità, gio-
tillanti con gli ombretti “Skies Prisme Quatuor” di Givenchy, madre- cando sulla sua personalità che la contraddistingue. La docente teatrale
di musica italiana Hiromi Maekawa (nella foto). Aurora Massimi perle cangianti sulle palpebre mai viste prima. Look spaziale. Labbra a di questi ragazzi, Claudia Perni, con professionalità, ha saputo tirar fuori
specchio con rossetti effetto lacca e colori ad alto impatto. Porpora me- da questi ragazzi, aspetti che hanno “donato” ai presenti, pillole di emo-
tallizzato e melanzana dalla collezione “Full Vinyl Lip Laquer” di
DIMENTICATO CRISTOFONO COLOMBO Nars. Labbra protagoniste per l’arrivo anche delle feste natalizie.
zione, commozione e riflessione, oltre a tanta allegria. Platea inusuale,
composta dalle molteplici fasce tricolori, che davano una cromia unica al
Teatro della Concordia, gioiello in stile napoleonico tenuto minuziosa-
Si è notato con vivo dispiacere che la RAI non ha accennato affatto a EVENTS mente in cura da Edoardo Brenci. È stata anche la serata, per presentare
Cristofono Colombo il 12 ottobre. Tutti sanno che il 12 ottobre ricorre la Bellissima mostra “Storia di Moda, Campari e lo stile” alla Galleria alcuni dei progetti della Onlus Oggi per un domani, che attiveranno ed
storica scoperta dell'America da parte di Colombo. Negli Stati Uiniti Campari di Sesto S. Giovanni – Milano fino al 9 marzo 2019. Bozzetti impegneranno i ragazzi diversamente abili, nell’imbottigliare olio extra-
nella capitale e in tante città americame è stato ricordato e celebtato so- pubblicitari, fotografie con abiti delle più prestigiose Maison, Musei e vergine di oliva, il recupero di bottiglie in plastica e lattine, da inserire in
lennemente Cristofono Colombo. Fondazioni, opere originali create per l’Azienda del Bitter da artisti appositi compattatori personalizzati e fatti dare dalla Onlus in comodato
Si sono svolte delle passeggiate festive in tante strade americane con come Depero, Munari e Dudovich che affiancano per affinità e tema- d’uso gratuito ai comuni e poi continuare con il teatro, proponendo lo
sventolio di bandiere americane e italiane. Ci auguriamo che l'anno pros- tiche le creazioni ed i bozzetti della Fondazione Gianfranco Ferrè con spettacolo “Solo una prima”, in tutti i teatri Umbri e non solo. Soddisfa-
simo la RAI non dimentichi il nostro grande Colombo, che è ricordato i suoi bozzetti, i vestiti scultura firmati Roberto Capucci, disegni e ve- zione del primo cittadino di Monte Castello di Vibio, che ha sottolineato
in tutto il mondo, perchè con la sua scoperta ha fatto cambiare i rapporti stiti ideati da Giorgio Armani. Da sempre arte e moda vanno a braccetto il sentito scopo sociale di questa iniziativa ed ha già concesso il teatro per
internazionali. Spero che almeno nella scuola si sia parlato di Colombo. ed anche il cinema ha il suo spazio in questa mostra con accessori dise- eventuali repliche future, chiedendo l’adesione anche alle altre istituzioni
Non dimentichiamo colui che ha dato alla nostra cara e bella Italia tanto gnati da grandi stilisti per i divi di Hollywood. presenti. In conclusione, buona la prima. Mary Mazza
onore e prestigio. Mario Coletti
Il teatro del ‘no’.
Il teatro del ‘no’: ascetismo e vuoto nella clinica dell’anoressia-bulimia.
LA NUDA VITA DEL SINTOMO IL TEATRO DEL ‘NO’, MISTERO DI COSCIENZA LA PERSONALITÀ E IL SUO ALTRO
(Terza parte) Genericità dannosa abbiamo detto. Perché dannosa? Per-
(Seconda parte) L’epistemologia evoluzionista consente oggi alle psico-
(Prima parte) Alla luce di alcuni studi tra i più importanti degli ultimi terapie di ancorarsi alla biologie ed anche alla neurobiologia, e attraverso ché difficilmente falsificabile secondo il costruttivismo epistemologico
dieci anni nel campo della ricerca specializzata sulla psicopatologia ano- la neuropsicologia cognitiva le dinamiche mentali finiscono per essere ri- esplicitamente richiamato dalla Selvini col libro di Popper del 1935 Lo-
ressico-bulimica e sulla valutazione della psicoterapia ad essa dedicata connesse a quelle cerebrali. È la coscienza quindi, non l’inconscio, il mi- gica della scoperta scientifica. Il carattere autocorrettivo della scienza.
potrà forse, una volta di più, essere utile mettere a confronto, sia pure a stero chiave d’oggi, e questo cambiamento di paradigma per alcuni autori Secondo questa prospettiva la scientificità di un asserto sarebbe «inse-
grandi linee, la più recente prospettiva cognitivo-evoluzionistica che en- si sarebbe reso possibile proprio per i successi della ricerca che si è oc- parabile dalla sua falsificabilità. Un concetto, un asserto, una teoria pos-
fatizza il ruolo dell’intersoggettività interattiva (l’essere-con-l’Altro), per cupata di indagare il funzionamento della mente, della consapevolezza sono essere considerati scientifici nella misura in cui la loro formulazione
molti ingenuamente realista, con la più classica prospettiva psicoanalitica come dei suoi livelli impliciti, ovvero inconsci, di funzionamento (Cfr. è sufficientemente inequivocabile per poter essere dimostrata erronea,
dell’intersoggettività (soggetto col soggetto) piegata, per molti in modo G. Liotti, La dimensione interpersonale della coscienza, NIS, Roma falsa» (M. Selvini Palazzoli, S. Cirillo, M. Selvini, A. M. Sorrentino, I
irritante ed erroneo, sempre e comunque alla struttura linguistica de- 1994, pp. 151-154; D. N. Stern, Il momento presente in psicoterapia e giochi psicotici nella famiglia, Cortina, Milano 1988, p. 287). Inoltre,
ll’intersignificanza (significante col significante). Chissà che le due parti, nella vita quotidiana, Cortina, Milano 2005, p. XIV). E qual è la fun- l’individuazione di quelli che sembravano molteplici fattori ambientali
da sempre l’un contro l’altra, non nascondano più d’una similitudine, no- zione della coscienza per questi autori dell’interazione? Regolare le di- indispensabili al prodursi nella famiglia di un sintomo anoressico sotto-
nostante la grande differenza ad un primo sguardo? Una terza prospettiva namiche emozionali incorporate nel corpo stesso come funzionamenti, lineava - agli occhi di questi ricercatori diretti dalla Selvini - la multidi-
deve però essere avanzata ora per rendere conto di alcuni dati della cli- dinamiche veramente cementate nel cervello dell’uomo ed attivate, in mensionalità della realtà antroposociale di cui tener necessariamente
nica che difficilmente sarebbero guadagnati attraverso le due prospettive noi, dall’Altro. Ora la coscienza è questa facoltà del rifiuto, questa ca- conto. Sullo sfondo del discorso c’è la fondazione sociale dell’autoco-
a cui s’è fatto cenno. Alcune esperienze singolari e le riflessioni più ori- pacità e possibilità di dire ‘no’ all’attivazione di un dato sistema moti- scienza, l’idea, cioè, che la persona (il Sé, il sentimento del Sé come
ginali e ardite che sono state prodotte in questo promettente campo cli- vazionale innato, per esempio il sistema dell’attaccamento, che senza la coeso, e non come vuoto) sia, nella sua stessa natura, per massima parte
nico ci consentono infatti di articolare in modo più complicato un coscienza sarebbe attivato in modo meccanico ed inesorabile per il fatto costruzione, ovvero costruzione sociale. In questa linea di pensiero lo
confronto classico. Da un lato la copia realtà-fantasma: realtà della rela- di aver ricevuto da un Altro un certo segnale emozionale interpersonale. psicologo americano Daniel N. Stern avrebbe descritto il mondo inter-
zione del soggetto con la sua figura di riferimento (intersoggettività) e Possiamo allora rifiutarci, e dire no. Possiamo sempre dire no, e questa personale del bambino esaminando il nascere dell’esperienza di Sé nel
fantasma di questa stessa relazione (intersignificanza). è la funzione della coscienza. Possiamo anche dire di no al sorriso di un contesto dei primi rapporti interpersonali. In altri termini, Stern avrebbe
Da un altro lato una più recente prospettiva psicoanalitica che dichiara- bambino, interrompere il sistema che reciproca l’attaccamento, ovvero la discusso i fondamenti teorici della dipendenza delle capacità metaco-
tamente si è impegnata nel compito di leggere la coda più difficile, dis- motivazione interna a prendercene cura. Potremo anche dire di no allo sti- gnitive dal contesto relazionale del momento. In questa forma del con-
tante ma anche, forse, la più promettente dell’intera cometa lacaniana, molo della fame (Cfr. G. Liotti, La dimensione interpersonale della co- testo che è forma di continua interazione non-verbale con gli altri sorge
quella che riguarda il problema dell’inconscio sorpreso, per così dire, nel scienza, op. cit., p. 54). Richiamiamo ora il lavoro ultra ventennale di
suo nudo nocciolo (l’essere-senza-l’Altro). Che non si tratti, allora, di follow up, pubblicato nel libro Ragazze anoressiche e bulimiche. Con tal primo sentimento, ma – ecco il punto sottolineato da spesso questi
una terza ingenuità, questa solitudine, questa mancanza sorpresa nel esso, nel 1998 il gruppo di Selvini-Palazzoli rifletteva sugli esiti della autori - le cose non cambiano poi più di tanto. Quando l’esperienza in-
cuore della relazione che quasi a tradimento ci colga alle spalle ancor più propria impostazione clinica storica allargandone il respiro attraverso il teriore viene riferita dal soggetto che la sperimenta, ad altri soggetti, ed
fortemente gettandoci nell’aporia insita in ogni forma di culto dell’irre- ricorso esplicito alla teoria dell’attaccamento di John Bowlby, al co- ora – naturalmente - col linguaggio, «ci si trova di nuovo di fronte ad un
lato e insomma della cosa stessa? L’interrogazione in tema di vuoto e struttivismo di Karl Popper, e implicitamente attraverso il richiamo agli processo che si rivela interattivo fino al livello della definizione del si-
ascetismo nella clinica che qui affrontiamo sembrano, però, indirizzarci allievi diretti più importanti di Bowlby. Mary Ainsworth e Mary Main gnificato delle parole usate. La tesi che i significati siano “nella testa” è
verso questa terza via, perché ci pare che abbracciando l’ipotesi di una di- per la messa a punto delle due più principali procedure per i tests sul- infatti facilmente confutabile: il significato è interazionale, nel senso che
mensione solitaria dell’inconscio possa dischiudersi meglio qualcosa l’attaccamento, quali la ‘Strange Situation’ e la ‘Adult Attachment In- ciò a cui si riferiscono le parole del parlante è frutto di una continua con-
della logica clinica stessa che forse è in gioco in quel che ci si figura, co- terview’. Vittorio Guidano e Giovanni Liotti per le straordinarie trattazione fra il parlante e il suo mondo». Veramente, per
munque, come un teatro, e precisamente come un teatro del rifiuto del- convergenze tra cognitivismo evoluzionista e teoria dell’attaccamento questi autori, la persona isolata dagli altri non esiste,
l’Altro, come un Teatro del No. Oggi, grazie alla ricerca empirica nel da un lato, e, da un altro lato, per quel che riguarda il richiamo al falsifi- perché non potrebbe mai una volta isolata essere un
campo del comportamento umano e della psicologia abbiamo una- cazionismo come fondamento epistemologico della stessa clinica. tutto organico, una concreta realtà vivente. Per que-
’enorme quantità di dati già a disposizione sul funzionamento di un am- Significativo, da questo punto di vista, il modo con quale lo stesso gruppo sti autori ogni voce individuale, ogni volta è come
bito che sembra sfugga alla presa di coscienza, ragion per cui è veramente di studio della Selvini, dieci anni prima, chiudeva il precedente libro I estratta da un dialogo (Cfr. G. Liotti, La dimensione
andare controcorrente sostenere qualcosa che, dell’inconscio, possa an- giochi psicotici nella famiglia pubblicato nel 1988, sostenendo come lo interpersonale della coscienza, op. cit., p. 18). La
cora essere considerato nei termini di un nocciolo duro non ulteriormente schema del processo anoressico nella famiglia, pur mantenendo un ca- verità del reale non potrebbe mai essere restituita da
spaccabile in due, o peggio d’un insondabile mistero. C’è chi ha parlato rattere generale (applicabile dunque a molte specifiche variazioni dello un semplice sguardo sul fenomeno. A questo livello
di nucleo metafisico della soggettività operante nelle transazioni ordina- stesso), aspirasse, attraverso precisazioni sulle sequenze dei fenomeni, a complesso, il nocciolo dell’inconscio, che da questi autori
rie degli individui, ma ne ha parlato in rapporto alla coscienza, non al- uscire da quella genericità dannosa dalla quale vari modelli delle scienze che privilegiano il piano dell’interattività più o meno armonica, è il mo-
l’inconscio. E la questione non è solo terminologica. Michele Bianchi umane non riuscirebbero, invece, a liberarsi. Michele Bianchi vimento stesso dell’inter-azione. Michele Bianchi
N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018 L’ATTUALITÀ, pag. 11

impetuoso: io l’ho affrontato,/ perché siete spariti/ e ciò mi fa sof-


L’ANGOLO DELLA POESIA
salvare./ Salisti in cielo, Beata e
anche per te./ E le mie lacrime/
doppie/ - anche per te -/ così il
buio/ così la tristezza così la paura/
tutto in abbondanza./ E forse/
frire nel non vedervi/ più sfrec-
ciare nell’aria d’insetti nutriti./ Le
rondini sono, purtroppo, dimi-
nuite/ e fanno i nidi nei locali di-
UN SOGNO D’AMORE ERRANTE
Santa accanto a Gesù Con il mio pensiero errante, sento il cuore fragile/ ma zingaro./
Liana Botticelli anche per te./ Non riconoscere ora/ susi/ con terre molto Cerca la mia amica poesia./ Lei, dispettosa, scava in fondo alla
il sorriso/ ma aspettalo con impa- ammorbidite./ Non s’ode più il fi-
zienza./ Anche le stelle/ rinascono schiettio del merlo/ dal becco mia anima/ risvegliando sentimenti d’amore./ Mi spinge a sognare
UNA CAREZZA un caldo abbraccio/ una mano leggera, che sfiora il mio viso/ in
Che cosa è una carezza?/ È un pe- puntuali/ nella notte./ E se/ qual- giallo e molto canoro,/ che mi ar-
che volta/ il dolore/ viene a guar- recava gioia e spesso amico vero. una dolce carezza./ Perdo il mio sguardo nel profondo di occhi
talo di rosa che sfiora il viso di un sognanti./ Si specchiano nei miei senza parlarci./ Emergerei tra
bimbo 1ppena nato./ È un soffio darti nel sonno/ tu grida forte./ Mario Coletti
leggero di vento tra i riccioli ri- Ricordagli che io non ho sofferto le spume del mare, tra le acque/ incorrotte, abbracciate al chiarore
belli di un bambino in lacrime./ È invano. Marina Giudicissi ACROSTICO delle/ nitide stelle. Nella notte, la luna sa stuzzicare i miei/ senti
lo sfiorare leggero di una mano sul Mai una parola fuori luogo, un menti nascosti per farmi sognare con la fan-
capo di un figlio/ alla sua prima PERCHÉ uomo eclettico/Anche se gli tasia./ Il mio cuore vagabondo, zingaro, cade
delusione amorosa./ È un volo di Tutta la vita/ sulla terra e nell‘uni- anni passavano/Niente era più nell’estasi d’amore./ Per un volto bruno,/
rondini sul viso della persona verso/ è mantenuta/ attraverso un importante della famiglia/Co- forse gitano, che cerco invano!/ Mi voglio de-
amata./ È un gesto d’amore sulle perpetuo atto/ d’attrazione e munque da giovane aveva stare dal sogno irreale; a piedi nudi/ capelli al
guance ancora belle della propria d‘amore./ Perché l’uomo do- vinto molte battaglie/Unico zio vento, rincorrere lui sulla riva del mare./
madre./ Una carezza è anche un vrebbe/ vergognarsi/ di essere che seguiva con arguzia figli e
uguale/ a tutte le altre creature./ nipoti/Silenzioso e saggio con Un’ombra, in lontananza... Cerco di afferrare
GRAZIE A CHI HA volo di farfalle,/ sul volto di chi ci un/ bruno sognante errabondo./ L’ombra sva-
CREDUTO IN UN SOGNO sta lasciando per sempre. L‘importante è che siano/ l’anima il suo sguardo penetrava nel-
Rita Amodio e il cuore a guidare i sensi/ che essi l’anima/Ora, dopo una vita ap- nisce lontano. I miei occhi perduti nel nulla./
Il vento soffia dentro e fuori il non seguano questi, mezzo e non pagante e coscienziosa/Raro Il cuore mi trasmette una gelida stretta pas-
cuore/ invisibili pensieri/ seguono fine/ del Creato che palpita. nella sua semplicità non si sot- sione./ E’stato un dolce sogno d‘amore, sva-
la scia dell’animo terso/ in un QUADRETTO LUNARE
mondo così effimero./ Esplosioni La luce manca de le stelle in cielo Maria Luisa Marcilli traeva di dare buoni consi- nito/ al sorgere del sole./ Riprendo il mio
di tormenti/ nella ricerca di giusti- mentre dal solitario nero ostello gli/Anche se era rimasto cammino errante./ Con il mio cuore zingaro
zia e libertà/ per uomini che rega- soffice sorge quel cirro novello/ ENGINEER ancorato alle sue tradizioni/Fe- sognante. Elena Andreoli Grasso
lano il tempo ad un’idea./ che lascia lentamente un bianco Non pavento le macchine:/ sono lice del successo dei figli che
Immensi progetti conducono/ al- velo/ e, nella candidissima sua fatte da e per l‘uomo/ con leggi e seguiva con tanto amore/Felice
tecniche di scienza e ildanno che di avere dei nipoti affet-
l’evoluzionismo dell’uomo/
chiuso nella folle quotidianità/
grazie all’utopia di pochi/ scopro
il senso della felicità di molti./ Su-
plaga,/ la luna disinvoltamente
vaga!
NATURALE APPRODO
Velio Cilano possono causare è meno del certo
beneficio/ e parte di un rischio cal-
colato.../ Molto più un mio simile
tuosi/Anche a Roma aveva
messo radici/E passava il
tempo tra la pittura e la lettera-
AFFETTUOSI AUGURI DI BUON COMPLEANNO
Le ali del mio spirito,/ trasportate temo: quello che ogni giorno ra- tura/Luceano gli occhi suoi ma Il 20 ottobre u.s. la celebre poetessa viterbese Elena Andreoli
perato il confine dell’omogeneità/ pina, sequestra, offende o uccide/ era già sera/E brillavano le Grasso ha festeggiato il suo genetliaco con i suoi figli, nipoti e
ora emerge il divenire umano/ gra- dal vento della speranza, vagano
zie a chi ha creduto in un sogno/ nel cielo turchino/ alla ricerca/ di per potere o barbara ingordigia ed stelle. Si addormentò e la sua pronipoti. Da oltre venti anni è redattrice di questo giornale, pub-
realizzato poi con la volontà di un naturale approdo,/ ove le acque i suoi orridi misfatti nasconde/ con stella ci indicherà la via. blicando poesie e racconti che sono letti e apprezzati da migliaia
molti. Florinda Battiloro lustrali dei fiumi/ alimentino fair-play gentile e riservato... Antonietta Mancuso di lettori. Il suo stile letterario contribuisce efficacemente ad edu-
mari d’amore. Gerardo Moscariello care le nuove generazioni, esortandole a promuovere valori mo-
Marcella Croce de Grandis DA GILDO rali intramontabili: legalità, solidarietà, onestà, amore per il
SOTTO L’ALBERO NATALE ER CACCIATORE
DI NATALE Natale./ Che bella festa rtappre- prossimo, aiuto economico e morale ai bisognosi. La signora
Accorrevano i pastori nella grotta SENTIRE Elena è anche un pilastro luminoso del Movimento Salvemini,
Sensazioni spiacevoli,/ parole senta la natività la sacralità/ la fa- Da “Gildo er Cacciatore” cè ‘n
dell’amore/ Ove li nascesti tù, miliarità, arduo pensare/ che sia bontempone/‘n cameriere occhia- testimoniandone gli ideali con l’esempio offerto nella vita quo-
dalle doglie di Maria oh dolcis- senza senso... percepite da chi tidiana. Fin dal 1992 è stata Socia Onoraria del prestigioso Cen-
guarda lontano/ e dice addio alla tutto qua,/ il consumismo acce- luto e burinaccio/car posto de la
simo Gesù,/ nelle braccia di cante l’ha trasformato/ in doni, panza pare che c’ha ‘n grosso tro Culturale degli Artisti presieduto da Maurizio e Alessia
Maria, ti scaldava l’asinello,/ con vita e a te. Non ti dolere, bambina!
Ho imparato a soffrire./ Sola nel viaggi,/ cenoni e giochi di società!/ straccio/ pè quanto la trippa s’ari- Bisantis. Per la sua ampia produzione letteraria le sono stati con-
il bue e San Giuseppe, e rimasto Chi il vero senso A questa festa ri- piega sott’ar pantalone/ Serve cò feriti numerosi Premi e riconoscimenti di vario genere.
nella storia il giorno di Natale. mio andare colgo... il nonsenso...
ma senza rancore./ È la vita, sai!/ pristinerà? Francesca Pagano spirito e diletto/ ma quanno quar- Il Direttore e i redattori, in Italia e all’estero, formulano alla si-
Liana Botticelli ch’educatina/ jè fa notà la sua per-
Imparerai anche tu a mitigare/ il gnora Elena affettuosi auguri, auspicando che la collaborazione
sapore di parole amare! VITA DISSOLUTA soncina…/ j’arisponne: - “Sà a a questo giornale prosegua per molti anni ancora.
L’ANGELO DEL SIGNORE Hai infranto la tua anima contro vorte nun connetto...”/ E continua:
Un giorno arrivasti sulla terra/ Pic- Virginia Di Filippo
scogli devastati/ dall’alta marea./ - “Fossi ‘n gran poeta signorina/
cola ancella dal cuor Divino/ Raccogli ora i pezzi della tua ve farebbe cento sonetti/ pè im-
Madre Teresa di Calcutta/ In te vi-
brava lo Spirito Santo./ Quanta
LORETTA
I petali bianchi/ di una margherita/ vita... dissoluta.
Leda Panzone Natale
mortalà que’la bocca corallina/
spêce quanno magna li spa-
HO VISTO UN ANGELO
elemosina cercasti in ogni dove/ interrogata cadono/ ad uno/ ad Stanotte rimirando l'universo, con l'animo intriso di mille pen-
uno./ Così/ le nostre illusioni./ Il ghetti!”/ ‘N que’ l’osteria uno se
Ragazze povere raccolte in SEI BELLA confonne/ se riordina er primo, se sieri, vidi una luce un grande riflesso, che intorno a me brillò di
strada,/ destinate ad un triste de- futuro/ mostra/ la schiena nuda/ e mille colori. Io non capivo quanto era bello, essere avvolto da co-
non accenna/ al minimo voltarsi./ Mamma/ tu sei bella/ più di quanto “bissa” cor seconno/ se ride pè
stino,/ tu le sfamasti, facendo na- si può pensare, sei tutta un amore/ tutti l’omini de ‘sto monno/ …ma tanta luce, era come se io dormissi in un castello, dove tanta
scere i loro bambini/ la nuova vita È già nell’aria/ la nostra prima-
vera/ la nostra estate tiepida./ Que- una gioia di splendore ./ Sei sem- occhio accome s’arisponne! magia a tutto conduce. D'un tratto in me tornai e fu così bello,
donasti loro, e in amore di DIO,/ pre serena e sorridente/ con gli Luca Berlenghini sentirmi preso di cotanto amore, che mi sfiorava con il suo man-
accogliesti il loro peccato, lo tra- st’anno è galoppato e già le
pratoline sviluppano/ le loro can- occhi splendenti/ e profondi più tello, asciugando il pianto mio e il mio dolore. Allora io capii,
sformarsi/ in amore divino,nel tuo del mare, sei buona e contenta/ ed ‘NA VORT
abito bianco/ Fra le strade cercavi zoni./ Io non so se riesci a sentire/ che era un angelo, che da lassù protegge tutti noi, come ogni
che anche l’autunno/ e l’inverno/ a perdonare il mondo sei sempre (omaggio a Trilussa) mamma al mondo protegge i figli suoi,
di donare il tuo amore/ Fino al- pronta./ Mamma/ io guardo il tuo ‘Na vorta ‘n poveraccio/ vide un
l’ultimo giorno della tua vita/ saranno con noi/ a strapparci ca- L'angelo era lei la dolce mamma, che col suo amore i nostri cuori
pelli./ Ma non voltarti/ al vento volto/ e mi sento de! mondo/ sorcio che magnava/ ‘n bel pezzo
Tutto quel che il tuo cuor voleva l’uomo più contento. di cacio-pecorino/ e disse:/ -Beato infiamma, e ci protegge anche da lassù da dove vive per sempre
Vittorio Pesca te/ che nun lavori mai manco pe’ ai piedi di Gesù. Antonio Morgante
magnà/ mentre io sudo p’avè/ al-

ARGUZIE POETICHE
INVIDIA
Passò/ sussurro malefico mi
sfiorò/ alito mefitico mi corrose
meno ‘n po’ de pane;/ figurete pe’
gustà / er cacio-pecorino!/ Caro
te,/ me lo posso pure annà a
ALLA MIA ADORATA LUISA
acido muriatico/ ma non mi uc- scordà!/ ‘N’atra vorta/ vide na Umile fiore di bellezza rara, dolce figura piena d'umiltà, moglie
COMITATO DI SALUTE PUBBLICA
cise. Grazia Maria Tordi gatta/ che co’ la lingua,/ sverta diletta di doti infinite, mamma dolcissima di rara bontà. Nonna
Venne creato in Francia nel 1793, durante la Rivoluzione. “Ne la
sverta,/ se stava a ricreà cor latte/ diletta di sei gemme pregiate, che hai cresciuto con baci e bontà,
NATALE 2018 dentro ‘na ciotola/ co’ su er su ora son grandi e tu sei malata, ma loro son lì accanto al tuo letto,
sua salute abitava la mia beatitudine” (Dante). “Rendendo l’uno Ogni anno con gioia festeggiamo/ nome: CINCILLA’./ Er poverac- a farti felice e a consumarti di baci, come a ridarti la gioia e
all’altro la salute che scrivendosi insieme eran taciute” (Boccac- la nascita del glorioso Gesù,/ per- cio disse:/ -Beata te che magni e l'amore che tu hai dato a loro quand'eran bambini. Luisa cara, è
cio), “Al Signor di Giudea - dice lo scritto - invia salute il Capi- ché tanto l’amiamo./ Un caro ri- bevi a sbafo,/du’ miagolii e ‘na il mondo che gira, spesso crudele ti toglie la gioia di esser felice
tan d’Egitto” (Tasso). “Passa per via adorna e sì gentile ch’abassa cordo vada/ ai milioni di giovani/ strusciata alle cosce/ der pa-
orgoglio a cui dona salute” (Guinizzelli), “Smise a cantare sotto- cui la vita via fu andata/ durante la drone…/ e er gioco è fatto…/ te insieme ai tuoi cari. Io prego il Signore che tutto vede, di darti
voce...una canonetta da Esercito della Salute” (Saba). “In forse è prima guerra mondiale,/ auguran- possino ammazzà!/ ‘N’atra vorta/ lassù la gioia, l'amore e la fede. Con infinito amore. Il tuo Nino
la civil salute” (Parini). “Vede perfettamente onne salute chi la doci che non più vi sia/ e lo spirito vide ‘n ghiro assonnachiato e
di pace sia cordiale./ Suiinano a disse:/ -Beato te che nun te piji
mia donna tra le donne vede” (Dante). Permangono sparsi Comi-
tati di Medicina tradizionale e consorziale. Mariannina Sponzilli festa le campane/ arrecando gioia
ai fedeli/ e le loro preci non siano
niente pe’ dormi/ io se nun me
sgargarozzo / almeno ‘na tisana/
IL MITO DI ERCOLE
TRA ENIGMI DI EMIGRANTI
Oid, negroscafista poliglotta musulmano tutelato da bambino dal
invane./ Apporti il caro e buon
Gesà/ lavoro ai giovani disperati/
e la loro futura vita incerta non pià.
sto sveglio pure pe’ ‘na settimana!/
‘N giorno però vide na serpe/ che
strusciava la panza/ su la terra
ALLA VENARIA REALE
generale Nardella e poi dalla sorella “pittrice” Anna Nardella. Ri- Mario Coletti
Il mito di Ercole arriva alla Reggia di Venaria con una mostra, vi-
zozza/ e disse:/ -Stavorta beato me sitabile dal 13 settembre 2018 al 10 marzo 2019, che rappresenta
visto per caso nel porto di Vieste (Foggia) tra commercianti / co’ tutte le disgrazie che m’ari-
la figura mitologica mediante una raccolta di dipinti e oggetti pro-
di...sopravvivenza mentre lascia la busta di limoni sulla bilancia AI RONDONI trovo/ la panza però nun l’ho stru-
e dice “Signora, Signora, aspetti”. Mi fermo e dico “Oid, sei tu?”. Bellissimi e veloci rondoni/ sciata mai./ Nun c’avrò gnente pe’ dotti nell’antichità classica e tra ‘500 e ‘700.
“Certo, Signora Mariannina, i suoi carissimi amici hanno siste- quanto mi mancate,/ perché di Fio campà/ ma almeno,/ a la fine de li La scelta di presentare una mostra del genere non è casuale, poi-
mato tutta la mia posizione da Lucera e da Foggia, la pratica mi- veri doni./ Sfrecciavate lungo le giochi,/ pur me rimane / ‘n po’ de ché contemporaneamente è in corso il restauro della “Fontana
litare che ha soddisfatto tutti. Posso rimanere a bordo fin quando pareti/ grigie della mia antica casa/ dignità. d’Ercole”, nucleo del progetto dei Giardini della Reggia. La mo-
emettendo suoni concerti./ Non so Marcella di Nallo Martino stra è lo sforzo artistico di presentare un personaggio così affa-
avrò vita”. Lo tranquillizzo “Caro Oid, l’enigma del tuo arrivo in scinante come quello di Ercole, declinato in diversi periodi
Puglia è con gli altri sulla casa galleggiante”. Tra scintillii di artistici insieme a tutta una produzione cinematografica risalente
sguardi ed un sorriso, il nostro abbraccio, sotto il volo di gab- agli anni ’60, e proveniente da Cinecittà. La mostra si intitola Et-
biani, all’essere umano divenuto studente in Medicina consoriale. tore e il suo mito. Atanasia Fabbricatore
Mariannina Sponzilli
NELL’UNIVERSO POETICO
“Poi che il ciel accende le sue stelle...” (Petrarca). “Fu detto non L’ALMA DI CRISTO
esser sotto le stelle una simile coppia a quella del Marchese e della
sua donna” (Boccaccio). “Lo mio fermo desir vien da le stelle” Scaraventa le bancarelle in aria,/
(Petrarca). “Scese in terra, tra l’acclamazioni che andavano alle di fronte al tempio del Padre./ È
stelle”. “Con gli occhi vaghi e scintillanti non altramenti che mat- l’ira del Dio fatto uomo./ Uo-
tutina” (Boccaccio). “Come si vide il successor d’Astolfo sopra mini che prendono in giro/ e la-
apparir quelle ridenti stelle” (Ariosto). “Vergine chiara e stabile in cerano l’agnello che piange a
eterno, di questo tempestoso mare stella, d’ogni fedel nocchier fi- causa loro./ Uomini, lupi degli
data guida” (Petrarca). “Ch’è pur desidera seguir sua stella e pur altri uomini,/ che fanno razzia
temenza il tiene” (Poliziano). Mariannina Sponzilli dell’agnello mite./ È così che il
Winston Churchill, “La seconda guerra mondiale” (Ed. Mon- Dio finisce in croce/ ed il ser-
dadori), sei volumi. pente in terra nuoce./ È così che
L’acquisto del libro fu stimolato dal rappresentante editoriale gli uomini finiscono nel male/
nella ex scuola di avviamento professionale di Vieste (Foggia) ed è così che gli uomini fini-
nel 1963 Preside de cuius prof. Mariani. Nata nel ‘39, come tanti scono male…
ignara di codesto passato tra enigmi tecnologici-scientifici- Fabiano Di Nuccio
elettronici. Divenuta, come tanti, europeista della U.E., priva con-
sorzialmente dell’euromare, situazione pesante nei Paesi costieri, Caro lettore, ricordati di rinnovare la quota associativa
con i riti tradizionali della raggiera vaticanense, con furbizie glo-
bali di presbiterianesimo. La laicità ammirevole di Winston Chur- a questo periodico che, essendo super partes,
chill, con padronanza di stile, unico nel suo essere di ovvietà
diplomatica nell’intesa perseverante, permane saggezza e monito intende restare un libero organo di stampa.
futurista. Mariannina Sponzilli Opera della Prof. Mariannina Sponzilli, artisticamente Anna.
L’ATTUALITÀ, pag. 12 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018

COME SALVARE IL CENTRO STORICO DAL TRAFFICO E DALL’INQUINAMENTO Dialogo tra finanza e uomo:
Il termine di centro urbano può indicare contemporaneamente un luogo geografico e un contenuto sociale, è uno spazio che gioca un il ruolo della consulenza
ruolo integratore e simbolico. Integratore per la sua caratteristica posizione che coordina le varie attività urbane, simbolico perché crea
una identificazione simbolica e ordinata di tali attività. Una visione simbolica del centro contiene l’idea di comunità urbana, cioè di Rubrica a cura di Giovanni Barnini
un organismo gerarchizzato, differenziato e integrato di rapporti sociali e di valori culturali. Il centro può essere inoltre elemento di
coordinazione e scambio delle attività decentrate, il cuore amministrativo, commerciale, finanziario e politico, la parte di città in cui LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE
sono insediati servizi che si indirizzano al maggior numero di consumatori e di utenti specifici e che pure non usufruiscono dei ser-
vizi offerti. E’ un certo tipo di unità che Labasse e Rochefort hanno definito “terziario superiore”. Esiste, poi, un altro modo di ca- VERSO L’INTEGRAZIONE EUROPEA
ratterizzare il centro. E’ il centro quale intreccio di divertimenti, concentrazione dei piaceri non solo visto sotto l’aspetto funzionale
degli spettacoli, ma come sublimazione dell’ambiente culturale stesso. Lo spazio che appartiene al centro urbano, ne deriva, deve es- La previdenza complementare facilita la mobilità dei lavoratori al-
sere organizzato in modo da rispondere alle esigenze degli abitanti sia del centro stesso, che della periferia e tali esigenze non pos- l’interno della comunità europea. Con il Decreto Legislativo numero
sono essere solo fisiche ma anche psicologiche, giuridiche, culturali. Un coordinamento delle funzioni del centro mi sembra 88 del 21 giugno 2018 l’Italia ha recepito la direttiva n. 2014/50/UE
indispensabile per raggiungere una concentrazione delle attività destinate a favorire le comunicazioni, l’accessibilità in rapporto al- che stabilisce le norme minime per la tutela dei diritti pensionistici
l’insieme dell’area urbana di cui il centro storico assume la centralità, la divisione interna degli spazi. Anche il rinnovo del centro sto- complementari dei lavoratori dipendenti che si spostano da un paese
rico è collegato a diverse istanze sociali di interazione o meglio di articolazione tra struttura urbana e i diversi modi di essere dei europeo all’altro (cd. lavoratori in uscita). Ma cosa prevede nel det-
rapporti sociali, perduti nel tempo. Il centro assume, così, una virtù carismatica di rinnovo sociale, di creazione di nuovi (o di antichi taglio il nuovo provvedimento? Quali sono gli obiettivi dello
ritrovati) tipi di rapporto, un potere di correlazione tra individui e gruppi eterogenei, qualitativamente diversa dalla semplice somma stesso? Al fine di accrescere la mobilità dei lavoratori tra gli Stati
degli elementi sociali che lo compongono. Per tali esigenze nasce lo studio del sistema circolatorio e la necessità di dissolvere l’in- membri e migliorare l’acquisizione e la salvaguardia dei diritti pen-
quinamento, gli ingorghi, i fiumi roboanti di macchine che impediscono il tranquillo svolgersi dei legami interni ed esterni dello spa- sionistici complementari dei lavoratori, la normativa in vigore viene
zio centrale. E il sistema circolatorio diventa automaticamente dibattito sui mezzi di trasporto. Il modo di gestione dei mezzi di integrata con le seguenti disposizioni: - riduzione, da cinque a tre
circolazione dipende dalle “viscosità” dello spazio storico in cui devono circolare e dall’esame dei flussi circolatori essenziali e de- anni, del termine di partecipazione alle forme pensionistiche com-
rivati dalle componenti generali della struttura urbana. Sarebbe opportuno andare alla radice del problema e chiedersi da quali fattori plementari, per i lavoratori il cui rapporto di lavoro in corso cessa
dipende la domanda di trasporto perché il traffico è evidentemente una manifestazione-effetto di cause che vanno molto al di là di per motivi indipendenti dall’acquisizione del diritto ad una pensione
una semplice regolamentazione di un flusso viario. complementare e che si spostano tra Stati membri dell’Unione euro-
L’assetto urbanistico della città e i diversi tipi di insediamento e la necessità di collegare tali insediamenti sono strettamente dipen- pea. Lo scopo è eliminare (o quantomeno alleggerire) gli ostacoli ri-
denti dal problema del trasporto,. In linea di massima le principali motivazioni sono: Trasferimenti per relazioni sociali; Spostamenti guardanti l’elargizione del trattamenti pensionistico complementare
verso passatempi naturali; Trasporto scolari; Spostamenti divertimento; Localizzazione di componenti di acquisto; Traffico merci; Tra- per quei soggetti lavoratori che hanno avuto carriere lavorative di-
scontinue e caratterizzate da diversi trasferimenti in Paesi UE per
sferimento per affari; Gestione industriale a distanza. Quali trasferimenti nel centro rappresentano la massa più importante? Quale la motivi di lavoro. Lo stesso discorso non può, invece essere fatto per
loro concentrazione nel tempo e nello spazio? Quale tipo di trasporto privilegiare? La risposta permette di individuare le contraddi- i lavoratori dipendenti nazionali, cioè che hanno lavorato solo in Ita-
zioni del sistema di circolazione nel centro e nel resto della città predisponendo la problematica della pianificazione per regolare i lia. Per questi ultimi, il termine rimane quello ordinario di 5 anni di
movimenti sociali suscitati dall’esperienza vissuta di tali contraddizioni. Agire sul traffico significa, quindi, razionalizzazione dei iscrizione (requisito minimo per maturare il diritto alla rendita). Man-
trasporti pubblici con mezzi di dimensioni adeguate alle strade del centro con motori silenziosi, contenimento progressivo delle sedi tenimento della posizione individuale maturata presso la forma pen-
per il transito privato, zone pedonali, dislocazione razionale ed economica dei parcheggi. Il problema del traffico ha sionistica complementare e il trasferimento ad altra forma
superato il livello “demagogico”. Oltre a quanto sopra evidenziato resta ancora da affrontare un argomento altret- pensionistica ove vengano meno i requisiti di partecipazione alla
tanto importante: l’inquinamento dell’aria. Il tasso di avvelenamento dell’aria che rende sempre più inabitabili forma pensionistica complementare, nonché gli obblighi di informa-
le strade del centro mettendo in pericolo la vita stessa di chi ci vive (pur con il ridotto numero di abitanti il cen- zione nei confronti degli iscritti attivi con riferimento ai diritti pen-
tro storico ha, fra la popolazione, il maggior numero di anziani delle altre zone della città). I tessuti edilizi sto- sionistici complementari. Non si tratta, quest’ultima, di una vera e
rici, nati prima dell’automobile, devono essere abitati, frequentati “vissuti” in condizioni quanto più possibile propria novità poiché diverse delibere Covip (l’Autorità ammini-
vicine a quelle originarie. Gli ultimi abitanti del centro storico sono giorno per giorno cacciati via dal traffico, strativa di vigilanza sui fondi pensione ) hanno già fissato l’obbligo
rumore e dall’inquinamento, cosicchè diventano facili le pressioni per installare uffici, rappresentanze, ma- del mantenimento della posizione individuale alle forme di previ-
gazzini e simili. Gli uffici intensamente frequentati e i grandi magazzini moltiplicano il traffico snaturando la denza complementari. La modifica si è resa necessaria per recepire
qualità della vita. Giova anche qui una tabella riassuntiva dei principali effetti deleteri suscitati dall’inquinamento, a livello legislativo disposizioni attualmente fissate solo a livello am-
dal traffico e dal rumore. Gli effetti di esaurimento da costrizione e gli effetti permanenti quali l’ipersensibilità ministrativo. A questo riguardo viene previsto altresì l’obbligo per le
sensoriale al rumore, modificazione dell’umore, irritabilità, psicosi reattive, non si contano più. Ne deriva: pertur- forme pensionistiche complementari di informare l’iscritto (confor-
bazione nella vita familiare e sociale, perturbazione sul lavoro, nel rendimento produttivo (assenteismo…) nell’attività intellettuale, memente alle istruzioni della COVIP) della facoltà di esercitare il
specie nei bambini. Quali mezzi, quali strumenti, quali obiettivi, quali Misure? Liliana Speranza trasferimento ad altra forma pensionistica complementare, ovvero di
richiedere il riscatto della propria posizione.
Un passo ulteriore per lo sviluppo e l’armonizzazione a livello co-
KARTING IN PIAZZA MESSAGGIO ALL’ILLUSTRE munitario della previdenza complementare , pilastro fondamentale
in un mercato del lavoro sempre più frammentato e discontinuo (con
E’ stato un evento
per la gioia dei più
SINDACO DI CAMPOBELLO DI MAZARA buchi previdenziali per i più giovani ) e in una società europea in cui
i sistemi di previdenza pubblica non sono più in grado di far fronte
alle trasformazioni demografiche (come l’invecchiamento della po-
piccini, “Karting in Per errore avevamo indirizzato il precedente messaggio al Sin- polazione). Un percorso già iniziato e che sta portando la Commis-
Piazza, l’ educazione daco di Mazara del Vallo. Rettifichiamo la richiesta di intestare, sione U.E. all’idea di lanciare dei fondi pensione europei uguali per
stradale fuori dalle una via della città allo Scultore “Vito Tosto” che ha lasciato alla tutti i Paesi , con lo scopo di incentivare i lavoratori a creare degli
aule scolastiche”, or- cittadina le sue opere, come “La Madonna delle Roccie” che si schemi pensionistici individuali. Una proposta volta a creare un mer-
ganizzato lo scorso trova nella villa Comunale di Campobello di Mazara. È stato un cato unico previdenziale, con trattamento fiscale omogeneo in tutta
10 e 11 ottobre 2018 grande della scultura siciliana e va ricordato ad onore della no- l’Unione europea. I PEPP ( Pan-European Personal Pension Product)
a Benevento, in stra bella Sicilia, carica di Storia e bellezze artistiche. infatti sono un classico prodotto di previdenza complementare, stu-
Piazza San Modesto, Il Direttore del giornale “L’Attualità” e i redattori chiedono diato però a misura di cittadino europeo (può essere facilmente tra-
dall’ Automobile all’’Onorevole sindaco, Giuseppe Castiglione, di accogliere la sferito da un paese all’altro, comporta il vantaggio di un mercato di
Club di Benevento, presente richiesta. Liana Botticelli riferimento su scala continentale ed ha un elevato livello di prote-
diretto dalla Presi- zione, in caso di default). I PEPP possono rappresentare una solu-
dente Rosalia La zione anche per disoccupati, imprenditori o autonomi senza un piano
Motta. Al fatidico IL TEATRO DEL ‘NO’. di previdenza. La proposta di regolamento PEPP è accompagnata da
una raccomandazione della Commissione sul trattamento fiscale dei
taglio del nastro
erano presenti anche altre autorità del capoluogo sannita, il Pre- IL NUCLEO METAFISICO prodotti pensionistici individuali, che incoraggia gli Stati membri a
fetto Vicario Ester Fedullo ed il Questore Giuseppe Bellassai.
“Karting in Piazza” è stato dedicato ai bambini tra i sei e i dodici DELLA MEMORIA PROCEDURALE riservare ai PEPP lo stesso trattamento fiscale (dovranno però essere
armonizzate anche le regole sugli sgravi fiscali). I vari Stati membri
anni, organizzato su una pista allestita in totale sicurezza, con l’ sono inoltre invitati a scambiare le migliori pratiche concernenti la
(Quarta parte) Il movimento dell’inter-azione resta in memoria al tassazione dei loro attuali prodotti pensionistici individuali, con
ausilio di personale qualificato. Ai piloti in erba sono stati affidati di là del piano semantico, in una forma che è detta procedurale.
kart omologati dalla federazione. l’obiettivo di favorire la convergenza dei regimi fiscali. Insomma la
Tuttavia ciò non fa mistero: è la coscienza si diceva, non l’incon- partita dell’ integrazione europea passa anche attraverso la previ-
Le piccole vetture erano elettriche, perché l’ evento ha voluto scio, il mistero chiave. Ne La dimensione interpersonale della co-
porre l’ accento anche sul rispetto per l’ ambiente. La dott.ssa La denza complementare.
scienza il bowlbiano Giovanni Liotti fa riferimento alla proposta
Motta ha dichiarato: “La manifestazione “Karting in Piazza” è del 1977 di Karl R. Popper e John C. Eccles per un interazionismo
stata un grande successo, dovuto anche alla collaborazione dell’ cervello-mondo (Sé-contesto relazionale) esposta ne L’io e il suo
Istituto diretto dal prof. Michele Ruscello, al quale devo ricono- cervello I. Materia, coscienza e cultura (Armando, Roma 1981), e
scere una sensibilità spinta a livello di epitelio tegumentario, alla tesi di Jerome Bruner del 1990 sulla ricerca del significato
un’intelligenza ed un amore per il suo ufficio e per i suoi bambini. (Cfr. J. Bruner, La ricerca del significato, Boringhieri, Torino
Devo anche ringraziare con tanto affetto le insegnanti di quella 1992), tesi ripresa anche da uno degli ultimissimi lavori di D. Stern,
scuola che sempre si sacrificano per dare ai loro bambini mes- Il momento presente in psicoterapia e nella vita quotidiana, del
saggi che aumentano la loro cultura”. Nel corso dell’evento è 2004. Importante ora sottolineare come il modello teorico di Gui-
stato distribuito, a cura dell’ACI, “Il Libro Gioco della Sicurezza dano e Liotti abbia influenzato direttamente l’ultimo decennio di
Stradale”. produzione teorica di Bowlby. Insomma, propria quando Bowlby,
Sono intervenuti rappresentanti del Comune di Bene- col suo gruppo di ricerca, si è preoccupato di dare corroborazione
vento, della Polizia di Stato, dell’Arma dei Cara- empirica alla sua ipotesi dei modelli operativi interni del sé e del-
binieri e dell’U.N.A.C. (Unione Nazionale l’Altro materno, sorta di rappresentazioni interne o piani d’azione
Arma Carabinieri). La presidente dell’ Auto- che si formano nei primi due anni di vita del bambino a contatto
mobile Club di Benevento ha concluso: “La con la madre. I libri di Guidano e Liotti Cognitive Processes and
manifestazione ovviamente è stata organiz- Emotional Disorders del 1983 e A Constructivistic Foundation for
zata dall’ACI per consolidare la cultura di una Cognitive Therapy del 1985 hanno presentato una teoria della na-
mobilità sempre più responsabile, che è stru- scita e dello sviluppo della conoscenza di sé che mostra come
mentale alla sicurezza stradale e alla sicurezza l’esperienza di unità e di continuità del sé possa essere frutto di un
anche delle famiglie allorquando inviano i loro processo epigenetico, riconducibile alle stesse leggi fondamentali
figli sulle vie del mondo”. Vincenzo Maio (cell. 347-3173288) dello sviluppo cognitivo ed esprimentesi continuamente in un con-
testo di interazioni reali. Questi autori hanno immaginato che la
conoscenza di sé si organizzi, durante lo sviluppo, analogamente
allo sviluppo di un programma di ricerca scientifico, secondo il
LA REALIZZAZIONE DELLE PROMESSE modello strutturale dei programmi di ricerca proposto da Lakatos
nel 1974 in La falsificazione e la metodologia nei programmi di AVVISO UTILE PER FAMIGLIE E AZIENDE
PREOCCUPA IL GOVERNO ricerca scientifica. Un programma di ricerca scientifico poggia su
un ‘nucleo metafisico’ irrinunciabile per il programma. Ora, se col
termine di “programma di ricerca” si pone lo “sviluppo” della rap-
* Ristrutturazione di appartamenti.
Tutti sono a conoscenza delle numerose promesse fatte dai due presentazioni delle prime relazioni dell’attaccamento (modelli ope- * Manutenzione straordinaria di edifici.
partiti che ora formano il Governo, durante la campagna eletto- rativi interni), queste stesse rappresentazioni andranno a costituire,
rale e di queste citiamo la Flat-Tax e il reddito di cittadinanza. Il del programma, quel “nucleo metafisico” che non può essere con- * Progetto e calcolo di strutture di nuova realizzazione.
Ministro dell'economia ha fatto presente ai Ministri Luigi Di futato da successivi “esperimenti di relazione” proposti dalla vita,
Maio e a Matteo Salvini che non ci sono i fondi per
poter realizzare tutte le promesse elettorali, ma
come non sono gli assunti del nucleo metafisico di un programma * Valutazione della vulnerabilità di strutture esistenti.
di ricerca scientifico confutati da successivi esperimenti scienti-
Di Maio ha insistito ed allora il suddetto Mini- fici. Agli occhi del bambino lo stile di accudimento dei suoi geni- * Progetto di impianti fotovoltaici (pannelli solari per produrre
stro Giovanni Tria ha detto che si potrà fare tori tende a manifestarsi stabile nel tempo, confermando così per
tutto ma gradualmente. Il Ministro del La- tutta l’infanzia e l’adolescenza le prime fondamentali rappresenta- energia elettrica a basso costo, usufruendo di incentivi statali)
voro, Di Maio ha precisato che il reddito di zioni che il bambino ha costruito all’inizio della sua vita. Così, il
cittadinanza sarà dato solo agli italiani. comportamento del bambino, guidato dalle prime rappresentazioni * Certificazione energetica di edifici. Per informazioni:
Di Maio ha detto anche che se non si realiz- che ha costruito, tenderà a confermare, dal punto di vista del geni-
zassero le promesse elettorali sarebbe meglio tore, le immagini che quest’ultimo ha di se stesso, del figlio e della Ing. Valentina Cerenza e-mail: vcerenza@unisa.it
andare a casa. Per il bene dei cittadini bisognosi relazione fra loro. E se poi una confutazione arrivasse la persona
mi auguro che realizzino riforme che il popolo italiano attende avrebbe come una nuova identità, e non sarebbe più la stessa. Così Cell. 345. 8843131 - Tel.-fax: 089.2967454
da molti anni. Mario Coletti come il programma, il paradigma. Michele Bianchi
N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI L’ATTUALITÀ, pag. 13

FIERA MAKER FAIRE MACCHINA FOTOGRAFICA SIRACUSA: IPOTESI MAFIOSE


…TRA ANTICO E MODERNO DIETRO I MANIFESTI DI LUTTO ABUSIVI PER NON DIMENTICARE
La creatività Italiana ci sor- Per molti il Maxiprocesso, svoltosi all’Ucciardone di Palermo, che con-
prende sempre, anche se è una dannò e doveva chiudere definitivamente chiudere i conti tra Stato e (a cura di Vincenzo Calò)
cosa normale per gli Italiani es- mafia negli anni ’90 doveva essere un avvertimento e monito a qualsiasi
organizzazione mafiosa e criminale, che lo Stato c’era ed era presente, ef-
sere creativi ed di inventarsi fettivamente fu solo un’illusione, infatti, ne scontarono, subito dopo, le LA PROPENSIONE AL PATETICO
cose nuove per cercare di supe- sentenze assassine i magistrati Falcone, Borsellino e tutti gli uomini delle CI RENDE SOCIALMENTE PASSIVI
rare le situazioni di un presente scorte, lo ricordiamo bene e non ce ne dimenticheremo mai. Da allora ad
faticoso. Abbiamo conosciuto oggi, le strategie malavitose solo in parte sono cambiate, ne abbiamo Se esponi un concetto oggi ti puoi distaccare di colpo dalla tua anima,
Massimiliano Acanfora (nella parlato in diversi articoli, ma il loro guadagno e potere economico non consolidando invece una posizione che assumi dentro un contesto ci-
foto), con la sua macchina foto- è cambiato. Nella provincia di Siracusa, nonostante le numerose opera- vile o, per meglio dire, catalogante. Si continua ad avere fede pas-
grafica, antica usando tecnolo- zioni condotte dalla DDA di Catania (Direzione Distrettuale Antimafia), sando il tempo in uno Stato discutibilissimo date le percettibili
oggi ad Avola iniziano ad apparire nuovamente manifesti di lutto abusivi distinzioni di genere, che non vuole fare i conti con un’indole pseu-
gie attuali. Un tuffo tra passato e senza timbri e loghi di imprese funebri, segno di un metodo mafioso già donazionalista al momento di eleggere dei rappresentanti. Escludendo
presente. Ci racconta come è ar- visto anche nelle province di Napoli. Ed è così, che con le immagini an- coloro che volenti o nolenti migrano, non vi sarà mai modo di condi-
rivato a realizzare e sviluppare cora fresche ed impresse nelle nostre menti, sotto lo sguardo incredulo, videre il benché minimo successo; quando piuttosto si deve ricomin-
la sua idea innovativa di successo. “vi spiego come sono riuscito di chi ha vissuto le stragi e ricorda le immagini dello spappolamento dei ciare dalla cordialità che comporta l’attenzione verso il Prossimo, e in
ad uscire fuori da una situazione che attualmente è normale che corpi martoriati dei magistrati e degli agenti delle forze dell’ordine, lo un crescendo di sensazioni il desiderio di assistere a uno e più eventi,
capita a molti Italiani, lo faccio sperando che sia di sprone a chi spaccio ingente di droga, hashish e mariujana, la realizzazione e l’aper- per poi attivarsi, convinti infine di appartenere a una questione trala-
vuole liberarsi del male del secolo…la disoccupazione… che ti tura di attività imprenditoriali come: onoranze funebri (da sempre fiore sciabile senza poter dare la colpa agli altri. Abbiamo in dote sbiadita
arriva all’improvviso e non pensavi che potesse capitare anche a a l’occhiello della criminalità per marchiare il territorio), attività edilizie della modestia nell’ammettere che possiamo fare di meglio, a forza di
te. A 47 anni puoi riciclarti in vari modi abbassando la testa de- per partecipare ad appalti pubblici, estorsioni a danni di imprenditori di
imprese di servizi ecologici anche per fare assumere i loro picciotti, usura complicare la ragione diffidando del diverso prima ancora che que-
professionalizzandoti (quindi perdendo il know-how acquisito in nei confronti di avversari del loro stesso settore di attività, senza dimen- st’ultimo rifletta sulle cose che lo circondano. Eppure la vita diventa
vari lavori) oppure puoi provare a seguire i tuoi sogni e cercare ticare le collusioni e appoggi durante le elezioni politiche (il 2017 e 2018 difficile se ci dimentichiamo d’appurare una motivazione che può ri-
di capire cosa potrebbe produrre, mettendo insieme ciò che hai ha visto sciogliere diversi Comuni per infiltrazioni mafiose), tutto con- guardare tranquillamente tutti quanti. La maleducazione insorge per
fatto fino a ieri. Nasco come figlio di geometra, quindi il mio la- tinua come se niente fosse accaduto! arrecare solitudine appena decidiamo di seguire più o meno un indi-
voro con maggiore esperienza è quello di disegnatore. La sua idea Inutili le interdittive antimafia a carico di attività imprenditoriali, so- viduo venato di quell’odio che si prova per la gente stessa. Ignari di
della macchina fotografica, come Le è venuta? Dopo otto mesi prattutto se manca la vigilanza da parte dei Comuni, infatti ,è da poco la come possa scattare un sentimento positivo, ci accontentiamo di no-
di disoccupazione mia e di mia moglie, durante le notte insonni, nostra scoperta che dimostra la presenza di manifesti di lutto abusivi tare che può arrivare il momento di unirsi tra esseri umani, aldilà dei
ho avuto una sorta di illuminazione, ho afferrato ciò che mi sfug- senza timbri comunali né indicazioni dell’impresa funebre nella città di piani strategici viene spontaneo insomma adeguarsi alle messinscene
Avola (SR) ormai sotto il controllo sfrenato del Clan Crapula colpito terrene, e cioè pensare per non impazzire. Gli ostacoli spuntano per
giva. La passione per la fotografia …ed ho iniziato ad elaborare. già in alcune attività, ma è ancora più assurdo leggere in alcune deter-
Una notte ho capito che quello che potevo provare a fare era met- poter raffinare delle capacità con tutta una mente per progredire, e
mine comunali, che l’amministrazione comunale di Avola patrocina, quindi con tutto uno stile per non passare indifferenti. Quelli che go-
tere insieme la passione per la fotografia, con qualche abilità ac- anche gratuitamente e quindi concorrendo alle spese, attività pubbliche dono nell’arrecarci dolore non si accorgono che in simultanea ci
quisita negli anni, quale per esempio quella di realizzare oggetti pro legalità e antimafia perché, si legge a corredo d’approvazione di al- danno modo di credere nell’elemento della solidarietà, che diventa
in legno e saper restaurare. Il mattino seguente avevo subito rea- cune manifestazioni “tali sono gli obiettivi condivisi da tale ammini-
strazione”. Ci sembra assurdo, che ancora oggi, i cittadini di questa città così necessario per vincere il domani, anche somigliando a degli anar-
lizzato su carta le mie idee. Parlando con un mio mentore in fo- chici, ma pretendendo stavolta rispetto, cortesia e progetti specie da-
tografia ci siamo detti: ma si proviamoci Mal che vada avremo un subiscano le malefatte delinquenziali e criminose di questi mafiosi, che
si chiudano in un silenzio di omertà assoluta, ma ci sembra ancora più as- gl’italiani, da una popolazione che sembra non richieda più un’ondata
banco ottico tutto pe noi che non potremmo altrimenti permet- surdo come l’amministrazione comunale non applichi il regolamento emotiva, bramosa di potere tanto da non riconoscersi nella realtà, in-
terci mai. Questa mia idea è stata realizzata artigianalmente, con sulle affissioni abusive, prestando più attenzione alle attività – già cono- giustamente, e cioè a scanso della meritocrazia (ecco perché le scon-
molto lavoro e molta soddisfazione, quando ho visto gli ottimi sciute e che fanno gola alla criminalità organizzata – collaborando con certanti vicende di cronaca si preferisce scandagliarle fino a decretare
risultati. La macchina è un apparecchio fotografico artigianale, le forze dell’ordine locali, quali:commissariato di P.S. e Caserma dei delle giustificazioni, favorendo dei perfetti criminali!). Per essere li-
l’avevo realizzata con amore, passione e molta precisione. Ero Carabinieri, e ispezionando gli spazi adibiti ai manifesti di lutto e cimi- beri bisogna responsabilizzarci, avere un coraggio tale per replicare
molto soddisfatto di quello che avevo realizzato, ora dovevo sco- teriali, dove l’accostarsi di attività sospette soprattutto alle mafie è sem- in base a quello che realizziamo. Nel caso cessasse la libertà di muo-
prire se anche agli altri potesse piacere. Tutto questo è stato ciò pre terreno fertile, soprattutto - visto e considerato – l’imponente lavoro versi, diventerebbe un gioco da ragazzi scaricare le proprie respon-
che mi ha tirato fuori dalla crisi finanziaria e dall’ansia , che mi che la DDA di Catania (Direzione Distrettuale Antimafia) già da tempo sabilità sugli altri… come se sospesi in un nulla di fatto, alla mercé
aveva creato la disoccupazione. La mia creatività, la mia voglia sta mettendo in atto sull’intero territorio della provincia di Siracusa, com- dell’istinto che noi stessi illuminiamo spegnendoci. Ma attualmente
presa Avola! Maurizio Inturri siamo nient’altro che alla ricerca di una concessione per fare ciò che
di uscire fuori da una situazione pesante ha fatto si che ero riu-
scito a stimolare quella parte del cervello che era si deve a tal punto da sentirsi in gabbia, cioè chiusi in un sogno stra-
ancora produttiva e che pensavo di non riuscire
ad utilizzarla ed invece ora sono qui alla Fiera
di Roma a Maker Faire e sto presentando la
LA SCACCHIERA: SCENA DELLA VITA vecchio qual è appunto la libertà, a mescolare e rimescolare concetti
basilari nel vuoto dell’onestà intellettuale. Sono le diversità che non
danno nell’occhio a sancire il più evidente tra i conflitti, avendo bi-
Arrivati dalla Cina e dall’India, gli scacchi, probabilmente inventati da sogno d’innumerevoli novità, ma da sistemare poi guarda caso per
mia idea. Ho riscontrato il consenso del pub- Sissa, un bramino, sono uno dei giochi dal simbolismo più marcato. Po-
blico e posso così divulgare la mia idea, che contemplare il mosaico del totale in cui siamo dapprima sprofondati.
trebbe sembrare una forzatura ma il ritrovare un uso simbolico della Sembra che siano capaci di attendere a lungo solamente coloro che
come me tutti sono in grado di uscire da si- scacchiera già nel Medioevo, nello specifico nella bandiera dei templari
tuazioni difficili con forza d’animo e creati- e uno più propriamente esoterico nel caso della scacchiera dipinta al cen- hanno perso con la Morte, e sono troppi coloro che si fanno atten-
vità. Confermo il lavoro svolto da Acanfora è tro dei templi massonici, ci consente molteplici paragoni. L’alternanza dere, senza contare che ci piace immaginare cos’avranno da raccon-
di quadrati, divisi in caselle bianche e nere è lo spazio in cui si affron- tare! Da qui si evince la propensione al patetico, che ci rende
creativo, si presenta con una linea essenziale, ot- socialmente passivi e soprattutto in mancanza di una passione collet-
time le foto e la tecnologia. Mi ha fatto venire la vo- tano le forze opposte, del bene e del male, ed è di conseguenza il sim-
bolo della battaglia da condurre. I quattro lati della scacchiera, tiva, cioè eterna! La banalità incombe politicamente, a forza di riba-
glia di usarla. Anna Maria Ballarati rappresentano le quattro direzioni e i quattro elementi. La scacchiera ri- dire da singoli individui un’opinione, impossibilitati a correggerci
prende il significato generale del quadrato (la terra) che rappresenta la rispettando le letture altrui, e cioè con l’attivismo. La serenità dipende
scena dell’avventura umana, e oppone lo yin e lo yang, maschile e fem- da un posto che va riqualificato scandendo idee per il bene comune,
PAUSA PRANZO: FINALMENTE minile, del positivo e del negativo, alla ricerca dell’equilibrio fonda-
mentale, visto come il fine spirituale della vita. La scacchiera assume
ricominciando doverosamente a vigilare tra gli eventi culturali alla
disperata ricerca di una sede apposita; come anche tra gl’istituti per
SI MANGIA A CASA… DI ALTRI una diversa dimensione macrocosmica rappresentando i vuoti dello spa-
zio e i pieni delle stelle e dei pianeti. Il gioco compare anche nei miti,
la pubblica istruzione, per un servizio da svolgere mischiando sempre
in allegria le nuove generazioni con le vecchie. Affinché accessori,
Abbiamo incontrato alla Maker Faire Luisa Galbiati che ci ha evocazione delle sfide che gli eroi o gli dèi raccolgono. Una leggenda esperienze e addirittura le più intime confessioni siano alla portata di
raccontato un’innovativa piattaforma denominata “So lunch”, che egizia narra che Thot, per permettere alla dea del cielo di partorire, vinse tutti, e specie delle creature in grembo possibilmente materno; che
propone una cucina diffusa, in cui ognuno nella propria abita- una partita a dama con la luna. Al termine della partita i pezzi tornano
nella disposizione iniziale e può ricominciare una nuova battaglia. Ri- trattasi perlopiù di persone che sognano di rientrarci una volta con-
zione può diventare chef. Un progetto sostenuto nella sua realiz- troviamo il concetto di ciclicità. Gli scacchi, con il loro svilupparsi in clamate delle diseguaglianze e provocate delle malattie ulteriori a
zazione da programmi di accelerazione delle imprese sociali, battaglia e il ritornare al termine di tutti i possibili sviluppi al punto di forza di andare oltre la natura terrena, disconoscendo un genere di
come quello della SDA Bocconi, che ha fornito nello specifico partenza, simboleggiano i cicli cosmici. Daisy Alessio ballo che piuttosto comincia riflettendo sull’armonia che risulta as-
un approccio più tecnico, più di business, specifico per le start-up. sente, ovvero sul più bel mistero da sciogliere.
So lunch è progetto sociale, ma si basa sul business model profit,
perché c’è bisogno di guadagnare per fare in modo che possa cre- INGIUSTA DIFFAMAZIONE DI PIO XII
scere e arrivare il più possibile alle persone. So lunch è una piat-
taforma che sfrutta il digitale per abilitare le relazioni one to one
I tempi “farraginosi” della giustizia sono sempre attuali. L’amnistia e la
prescrizione continuano ad essere “la panacea” per i colpevoli dei reati
STORIA LOCALE A SCUOLA
e mettere in contatto le persone che sono a casa tutti i giorni e cu- e ad offrire loro la “reiterata impunità”. Un esempio emblematico è rap-
cinano, con coloro i quali lavorano tutto il giorno fuori e non presentato dalla causa di diffamazione, intrapresa dagli eredi di Pio XII,
La storia locale è interessante per tanti aspetti. Lo è perché ci rende
hanno il tempo di tornare presso la loro abitazione per il pranzo. giustamente considerato il Pontefice più amato e vituperato nella storia consapevoli del territorio che ci circonda, perché ci aiuta a valoriz-
della Chiesa. L’opinione pubblica non è stata mai informata di questa zare gli spazi che ci circondano e a comprendere che il grande mo-
Con questa piattaforma è possibile offrire, prenotare, pagare e vo- saico della storia del mondo è fatto anche dal tassello della nostra
tare pranzi cucinati a casa. Per chi volesse sapere che vantaggi controversia legale e del suo esito, mentre dal recente libro: “Eugenio
Pacelli, Pio XII, il Pontefice più amato e vituperato nella storia della terra, per quanto piccolo possa apparire. La Storia è passata anche per
ha, l’ideatrice del progetto spiega che aprendo le cucine, che sono Chiesa” di Alberto De Marco e Duilio Paoluzzi, Edizioni Movimento le strade che percorriamo, per i paesaggi che il nostro occhio cerca
milioni attive all’ora di pranzo, si può contribuire a migliorare le Salvemini, è ampiamente trattata e documentata, unitamente ad una di- di abbracciare mentre ci rechiamo a lavoro, per i sampietrini che ogni
relazioni sociali e a far uscire le persone dall’isolamento in cui a samina della verità storica dell’intero periodo del Suo Pontificato. Il libro giorno, magari, calpestiamo senza rendercene conto. Studiare la sto-
volte si trovano nei nostri giorni. Un vantaggio per la società ha 336 pagine. Robert Katz, Carlo Ponti, George Cosmatos, furono citati ria locale non è meno dignitoso dello studiare i grandi avvenimenti,
anche in termini di diminuzione dei costi sociali. A riguardo ha al giudizio direttissimo del Tribunale di Roma per rispondere: il Katz, di anzi. Tante volte lo studio delle fonti per la storia locale può rivelarsi
menzionato, infatti, che diversi studi dimostrano che avendo re- diffamazione mediante offesa consistente nell’attribuzione di un fatto de- un’ottima attività propedeutica e una validissima scuola di ricerca.
lazioni sociali più ricche si innalza l’aspettativa di vita. I vantaggi terminato commesso col mezzo della stampa, per avere nel suo libro L’insegnamento della storia negli istituti secondari di primo e se-
poi sono sia per chi offre i pasti, sia per chi ne usufruisce: chi sta “Morte a Roma”, stampato a Roma nel 1967 ed in successive edizioni condo grado pone il docente davanti ad un gruppo di ragazzi che,
a casa ha la possibilità di avere dei vantaggi senza stravolgere la fino al 1973, offeso la memoria del Sommo Pontefice Pio XII, attri- seppur teoricamente attratti e interessati dalla storia, si presentano
propria vita, deve semplicemente aggiungere un piatto in più; chi buendogli di non avere fatto quanto avrebbe dovuto e potuto fare per cer- annoiati. I motivi sono molteplici: giocano un ruolo importante sia i
care di impedire l’eccidio delle Fosse Ardeatine, commesso da militari pregiudizi (come ad esempio quello per il quale lo studio della sto-
è obbligato a mangiare fuori tutti giorni ha il beneficio di fare un tedeschi con la condanna a morte di 335 uomini, il 24 marzo 1944. Con
pasto casalingo, può scegliere il luogo e il tipo di pasto. Le te- la sentenza del 27 novembre 1975, gli imputati furono dichiarati colpe-
ria che non sia recente è inutile) sia l’oggettiva distanza che i discenti
matiche alla base di questo progetto sono molte. Quella princi- voli dei reati loro ascritti, unificati nella continuazione nei confronti del sentono fra il loro vivere quotidiano e tutto quel mare di avvenimenti
pale è di contribuire a creare relazioni off line, non virtuali, ma Katz e condannati, con i benefici di legge, alla pena di 1 anno e 2 mesi che inonda il libro di testo. Ridurre la distanza che intercorre tra ge-
reali; migliorare gli stili di vita; diminuire l’impatto sull’ambiente, di reclusione, cinquecentomila lire di multa il Katz, e di 6 mesi di reclu- nerazione contemporanea e fatti antichi di secoli è possibile e, addi-
sione ciascuno il Ponti ed il Cosmatos, nonché tutti al risarcimento in rittura, più semplice di quanto si pensi. La storia locale può essere
sul clima e contrastare lo spreco alimentare. Il digitale quindi una efficacissima chiave di volta, un passe-partout che – giustamente
usato per abilitare le relazioni personali e migliorare la qualità forma generica del danno in favore della querelante, costituitasi parte ci-
vile, Elena Rossignani, nipote del defunto Pontefice. Il 1° luglio 1978 la e opportunamente utilizzato – può rinvigorire l’ardore e attrarre più
della vita. La piattaforma è on line dall’anno scorso e attualmente Corte d’Appello di Roma, in riforma della decisione del Tribunale, as- menti di quante non si possa immaginare. Personalmente, negli anni
sono circa 2000 gli utenti. La maggiore concentrazione è su Mi- solse il Katz dal primo reato, “trattandosi di persona non punibile per universitari, mi sono occupato molto di storia locale. Ho voluto ap-
lano, in quanto è la città da cui è partito il progetto, e nella quale avere agito nell’esercizio di un diritto”, e lo stesso Katz, il Ponti ed il profittare di quel tempo di relativa stasi per frequentare gli archivi del
è stato vinto il primo bando di crowdfunding civico indetto dal Cosmatos dalla seconda imputazione con la formula “perché il fatto non mio territorio, conoscere le fonti, conoscere le antiche istituzioni che
Comune di Milano, con una raccolta fondi pari a 40.000 euro che costituisce reato per mancanza di dolo”. Ha fatto seguito il ricorso pro- reggevano le sorti della mia terra, conoscere i frutti del lavoro degli
ha permesso al progetto di andare on line. Una caratteristica pe- posto dal Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Roma alla studiosi che mi hanno preceduto. Non solo. Mi sono anche sporcato
culiare di So lunch è che tutto è in forma di auto-gestione, nel Corte Suprema di Cassazione che l’ha accolto. La Suprema Corte di Cas- le mani, ho iniziato a ricercare, ad interpretare le mie fonti. Ho anche
senso che la persona che si iscrive decide quello che vuole cuci- sazione pertanto con la sentenza del 19 ottobre 1979, annullò la deci- pubblicato qualche saggio e partecipato a seminari di storia locale.
nare, quanto vuole chiedere come rimborso, e quante persone sione impugnata, con rinvio ad altra sezione della stessa Corte Ad una prima istanza poteva anche sembrare lavoro inutile, fine a sé
d’Appello,.La Corte d’Appello di Roma con sentenza del 2 luglio 1981, stesso. Poche opportunità lavorative, colleghi di studio non sempre
vuole ospitare. L’iscrizione è gratuita. Non c’è tran- pronunciata in sede di rinvio, ha confermato la decisione del Tribunale
sazione diretta di denaro, tutto viene gestito tra- con riguardo all’imputazione residua ascritta al Katz, determinando la disposti a darti consigli o indirizzarti.
mite la piattaforma che trattiene una pena in 1 anno ed 1 mese di reclusione e quattrocentomila lire di multa Qualche anno dopo, e in questi giorni oltremodo, sto invece sco-
percentuale per il servizio. Per maggiori in- per effetto della già dichiarata estinzione dell’altro reato. prendo che quelle ricerche sono state preziose. Oggi non spiego sto-
formazioni si può andare su www.solunch.it. Nel rocambolesco gioco dei ricorsi, “grazie ai tempi lunghi dell’iter pro- ria solo riportando, in maniera più o meno approfondita, quello che
I passi fondamentali per utilizzare questa ap- cessuale”, l’imputato ricorre per Cassazione, che con la sentenza del 29 già è scritto nel libro, bensì lo integro con le MIE esperienze di ri-
settembre 1983, annulla senza rinvio la sentenza impugnata in ordine al cerca, con quello che il territorio in cui viviamo può raccontarci del
plicazione sono semplici: registrarsi, scegliere reato di diffamazione aggravata, commesso con l’edizione italiana del periodo che stiamo studiando e quello che ne rimane, sia in termini
cosa mangiare e in quale cucina farlo e poi 1967 del libro “Morte a Roma”, perché estinto per amnistia, ferme le sta- di monumenti sia nelle polverose carte d’archivio. Li vedo i ragazzi.
pranzare insieme. Per chi vuole offrire il pasto, tuizioni concernenti gli interessi civili. Rigetta nel resto il ricorso, e con- Tanto attratti da questo strano supplente, che dice di fare lo storico
ci si registra, si propone il piatto del giorno, si danna il Katz al rimborso delle spese in favore della parte civile Elena locale nel tempo libero, che per ogni fatto ne racconta il riflesso nelle
esplicita il rimborso richiesto e anche in questo caso si Rossignani, che liquida in lire 450.000, di cui lire 430.000 per onorari di vite dei nostri antenati. La loro attenzione, il loro silenzioso stare a
conclude mangiando insieme. Laura Cardia difesa. Alberto De Marco sentire è la migliore delle ricompense. Matteo Gentili
,
L’ATTUALITÀ, pag. 14 EVENTI DI ATTUALITA N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018

ODIO-AMORE CONIUGALE, VIOLENZE ISTITUZIONALI, DEVIANZE SESSUALI NEL CLERO IO E I PIANETI DELLO ZODIACO
Cosa possono avere in comune questi fenomeni? Presumibilmente ciò che di rimosso e di represso, in condizioni di overloading,
preme per venir fuori dalla cassaforte o/e nella pattumiera dell’apparato neuro-psichico di chi abbia subito carenze affettive e traumi
psico-emotivi. I partner coniugali, potranno non averne consapevolezza, per cui, convinti di rispondere all’immagine di coppia se- (a cura di Isabella M. Affinito)
condo le attese proprie e degli altri con i quali tengono a mantenere rapporti affettivi, riusciranno a proseguire finché prevale il clima
da luna di miele. Il clamore suscitato dalla confessione, pare per crisi di coscienza, di uno dei cinque carabinieri imputati per la ter- TEMA NATALE DI PIETRO NIGRO, NATO L’11-7-1939
ribile fine di Stefano Cucchi, costituisce una scioccante minaccia per l’immagine della Benemerita. Il motivo del silenzio, sia dei AD AVOLA (SR) ALLE ORE 19,00
superiori, sia di quanti altri erano a conoscenza dell’efferato trattamento durante l’interrogatorio del giovane imputato, pare sia do-
vuto al timore che, la misura disciplinare nei confronti degli imputati appartenenti all’Arma, sia pure dovuta, venisse intesa come am- Fatta eccezione per tre pianeti, i più si trovano nella parte destra
missione di colpa. Conseguentemente ciò, oltre a nuocere all’immagine positiva che tradizionalmente buona parte della popolazione del Medio Cielo, il che fa pensare ad una componente di passi-
avrebbe mostrato pure il fianco a feroci attacchi da parte di tanti che, già sovraccarichi di odiosi risentimenti per torti, oggettivamente vità. Ma troviamo uno stellium intorno all’Imum Coeli e al Di-
subiti o soggettivamente vissuti come tali da parte di figure autoritarie nella famiglia paterna, ulteriormente risentiti per un sia pur scendente. Compaiono Luna e Saturno ravvicinati così all’Imum
legale provvedimento “subito” da forze dell’ordine, avrebbero colto l’occasione per regolare vecchi conti, scaricando le connesse ten- Coeli, che significano innanzitutto un modello comportamentale
sioni su bersagli percepiti come altrettanto autoritari. È presumibile che analoga preoccupazione per l’immagine l’abbiano i reli- da uomo “tutto d’un pezzo” che pensa ed agisce in maniera coe-
giosi, in specie quelli facenti parte del clero. Ciascuno di loro potrebbe trovarsi in una posizione relazionale analoga a quella del rente col proprio pensiero di vita, all’insegna dell’onestà, della
paziente designato del gruppo famiglia: i loro comportamenti trasgressivi e contrari alla propria vocazione ispirata ai principi evan- moderazione sotto tutti i punti di vista, del senso del dovere e
gelici e lo stile di vita regolato dalle norme cattoliche, per diversi anni inculcati, avrebbero analoga funzione di indicatore e am- della famiglia. Quella Luna cancerina così portata a sognare,
plificatore del represso (la sessualità) in seno alla comunità di appartenenza. In proposito si nota che analoghi fenomeni trasgressivi stando vicino a Saturno, però, diventa incline all’accortezza, fino
appaiono, come una costante, in altri contesti umani, oltre a quello appena menzionato della comunità clericale e a ciò che avviene a possibili isolamenti cercati allo scopo di autoprotezione. C’è
nel gruppo della famiglia nostrana, pure in famiglie regali, nonché in popolazioni in cui i rapporti interpersonali debbano essere con- una certa ‘lentezza’ nel proseguire l’ascesa nella vita, tutto è pon-
formi, non soltanto a ben precise norme ufficiali, bensì pure alle attese prevalenti dell’opinione pubblica. Ma quali potrebbero es- derato e controllato finanche l’emotività e questo con gli anni si
sere gli ingredienti del materiale nelle su menzionate cassaforte e pattumiera? evidenzia sempre di più. Giove in Casa Terza in Ariete dà ottimo
Una condizione di fondo pare risponda all’assunto eco-psicosociale, ossia che più o meno tutti siamo organismi inquinati e in ten- inserimento nella vita sociale grazie al senso di protagonismo e
sione: inquinati da materiale psico-emotivo rimosso e represso. La tensione psico-emotiva da overloading potrebbe esser dovuta d’eloquenza, che porta di sicuro a soddisfazioni dai propri scritti;
ad accumulo delle quote bioenergetiche non appropriatamente investite secondo le previsioni del bilancio dell’economia dell’orga- giacché la Casa Terza è per i viaggi, la corrispondenza, i mezzi di
nismo, nelle aree sottocorticali del cervello, quindi più direttamente in contatto con quella sentinella neuronale, l’amigdala, oggetto comunicazione, la cerchia dei parenti prossimi, le letture, gli studi
di un recente articolo uscito sul periodico del Movimento Salvemini: L’Attualità (pg.8 di settembre). La peculiarità dell’aggressività e la presenza qui del pianeta-simbolo della fortuna, del potere,
che, negli umani, si mostra più cruenta, quantitativamente e qualitativamente, rispetto a quella delle altre specie, è neuro-psico- dell’abbondanza, della loquacità, amplifica di molto il suddetto.
dinamicamente spiegabile in base a dati provenienti dalle neuroscienze, cioè all’ ulteriore sviluppo di strutture neuronali che, gra- Urano in Toro in Casa Quarta, il pianeta per eccellenza del dina-
zie all’evoluzione filogenetica, potranno accrescerla di gran lunga maggiore, una volta che, in seguito all’iperattivazione del sistema mismo, delle svolte drastiche, dei cambiamenti inaspettati stanno
d’allarme, i cervelli della nostra specie si siano “belvizzati”. nel campo della famiglia in cui si nasce e in riferimento alla fi-
In base a quanto, in questi ultimi decenni, è emerso riguardo ai fenomeni di gruppo, cioè alle dinamiche trans personali, si potranno gura paterna, il quale può avere valenze taurine come la testar-
capire i motivi per cui, in seno a una collettività umana, si possano manifestare fenomeni abnormi come quelli che una parte di essa daggine. Si ha come una predisposizione a ‘rivoluzionare’ il
svolge ruoli perversi,, come quello sopra menzionato dell’espressione del paziente designato. Pier Luigi e Andrea Lando proprio clan familiare con idee non convenzionali e a sorreggere
la tesi dell’individualismo. Venere in Casa Sesta vuol dire armo-
nia nell’ambiente di lavoro con colleghi, subalterni, persone che
ANCHE IL RAP È CAMBIATO CULTURALMENTE? LA MOSTRA DI REYCED A TORINO vivono in questo settore e, comunque, una possibile professione
venusiana ossia legata al pianeta per eccellenza dell’eleganza,
Il rap, questo movimento musicale nato in America e poi sviluppato in La mostra dal titolo La natura delicata di Enrico Reyced è dal 27 set- della bellezza, del gusto, la pittura e le arti in generale, persona
Europa, nasce prevalentemente come voce di protesta per sottolineare le tembre al 20 gennaio ospite a Torino presso la Fondazione Accorsi. La legata al mondo dello spettacolo, della musica, della diplomazia.
falle della società. Non per forza deve essere mosso da motivazioni po- mostra è affascinante perché si colloca come un percorso che ha come Un raggruppamento di pianeti lo vediamo nella Casa Settima oc-
litiche, ma anche solamente sociali. Veniva praticato da chi, magari, vi- protagonista il pittore torinese. Nato nel 1855, frequentò l’Accademia cupata dal Sole, Mercurio e Plutone. Mercurio porta al super-ra-
veva in un ghetto o in un quartiere particolare. Ovviamente, gli argomenti Albertina per poi trasferirsi a Parigi, tornato a Torino la produzione ar- gionamento in questione di unioni, associazioni, relazioni e
erano i crimini, le discriminazioni, la droga ed altri reati. Il tutto non ve- tistica divenne sempre più ampia, tanto che alcuni dei suoi lavori furono stando nel Segno del Leone si tende al comando, ad assurgere a
niva fatto per incentivare il tutto, ma solamente per descrivere uno stile acquistati dalla famiglia reale, in particolare da Umberto I e Vittorio
di vita che per forza di cose si incontravano. Non mancavano, anche, Emanuele II. Nel 1878 partecipò all’Esposizione universale di Parigi, un posto di primo piano con grandi discorsi, senso di grandezza
canzoni che parlavano di amore e di sentimenti. Come tutto, purtroppo, dove vide direttamente la pittura di Jean-Baptiste Camille Corot. La mo- e ruoli di prestigio. Plutone, governatore del regno sotterraneo,
quando una cosa aumenta il suo bacino di utenza, crescono gli affari in- stra rappresenta quanto il pittore riuscisse ad esprimere con i suoi qua- qui si trova nell’atmosfera leonina dove l’oro brilla ovunque e
torno ad essa e quindi si modifica il tutto con il fine di arricchirsi. At- dri un approccio stilistico definito, grazie alla sua originale individualità allora è un tipo plutoniano-leonino che riesce ad emergere in
tualmente osserviamo diversi cantanti rap, anche tra quelli definibili e personalità. Atanasia Fabbricatore campo politico o culturale e a creare una nuova fase esistenziale,
come “storici” che hanno modificato il loro stile ed i loro testi. Fortuna- mettendo da parte il ‘vecchio’ modo intellettivo non soltanto per
tamente ci sono anche rapper che sono rimasti fedeli alla vera essenza del sé stesso ma a livello universale. Il Sole in Casa Settima in Leone
rap ed è su di loro che si regge tutta la baracca Bruno Bertucci
OCCORRE CURARE I PARCHI ROMANI
Ogni romano o turista nota che i parchi romani sono davvero abbando-
rappresenta la realizzazione piena attraverso i legami col pros-
simo, alleanze con personalità importanti, società, associazioni,
LA RICCHEZZA DI ESSERE POVERI
Venendo a Roma i visitatori sono attratti dalla presenza di personaggi e
nati. Hanno bisogno i loro alberi di essere potati, bisogna tagliarvi l'erba,
installarvi nolte panchine epali con luce. Per fare un esempio il parco
ma soprattutto gli altri, così come fu necessario per Sigmund
Freud l’approfondimento delle relazioni interpersonali quale pas-
sione professionale che lo ha portato al successo. L’Ascendente
P.P.Pasolini, che è vicino alla parrocchia di S. Agapito nel quartiere di
monumenti di arte e di cultura. Spesso hanno già un programma di vi- Villa Gordiani è davvero abbandonato. Le piante di questo parco, ad ece- in Capricorno dà una notevole ambizione, programmata a svol-
site e di incontri, prima ancora di giungere nella Capitale. Dubito che zione dei pini potati nel dicembre 2010, le piante non sono state mai po- gersi per gradi nel corso dell’intera vita, ma deve restare equili-
la voce “barboni” entri nel loro programma , anche perché essi sono un tate da quando il valente Sindaco L. Petroselli, abbattendo le baracche brio fra cuore e cervello, fra sentimenti e calcolo.
po’ ovunque. Per molti è anche fastidioso incontrarli. Effettivamente la che avevano costituito il Borghetto Prenestino, vi fece piantare pini ed I lettori possono scrivere al seguente indirizzo:
loro presentazione non è delle migliori. Mi sono interessato a loro per- altre piante costituendo il Parco Pasolini. In questo parco dovrebbero anastasia22n@libero.it
ché mi è parso di scorgere in loro una ricchezza, in contrasto con con urgenza potere le piante, tagliarvi l'erba, installarvi pali con luce,
l‘aspetto esterno. Ricchezza che non saprei definire, ma che ho intravi- molte panchine, perchè gli anziani non trovano una panchina libera
sto, come di chi riesce a risolvere con assai poco i problemi di casa, di
vitto e vestito che nella società di oggi costituisce il problema più assil-
lante. Lo fanno con semplicità, senza voler insegnare niente ad altri.
anche perchè le panchine presenti sono utilizzabili soltanto tre.. Si voci-
fera che di notte nel parco si verificano spaccio di droga e prostituzione. INTERVISTA A CRISTINA E FABRIZIO
La polizia e i carabinieri dovrebbero ispezionare il suddetto parco. Spe- Inventarsi un nuovo lavoro, utilizzando la propria creatività, per
Penso che sarebbe assai difficile per loro uscire dalla condizione in cui riamo che le autorità comunali e quelle del quinto Municipio interven-
vivono per assumerne un’altra, come dire? Più dignitosa. Ma forse que- gano subito operando nel suddetto parco, realizzando quanto la
me questa è la carta vincente. Sono sempre più convinta che gli
sto aggettivo suona offesa per lo ro, quasi che non sia dignitoso superare popolazione attende da moltissimi anni. Mario Coletti Italiani nonostante il periodo storico e le difficoltà che incontrano,
quel livello di litigiosità e di sopraffazione e arrivismo di cui si è in molti sono in grado di farcela. Ho intervistato una giovane coppia che
casi colpevoli o vittime, nella cosiddetta società bene. I barboni che ho lavorano insieme a Cerveteri, con successo, tutto meritato. Come
avvicinato sono persone semplici e innocue che vivono alle soglie della
civiltà del benessere, che non partecipano a cortei, che vivono alla gior-
nata, soddisfatti di ciò che offre loro la vita, il che è ben poco se visto dal
SINODO DEI GIOVANI, RIVOLUZIONE COPERNICANA
La XV Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi (3-28 ottobre 2018),
vi è venuta l’idea di aprire un ristorante. Non è stata un’idea
ma, una occasione che ci è capitata e noi con ci siamo tirati in-
dietro, abbiamo pensato ok proviamoci. Comunque mio marito
nostro punto di osservazione. Sento di amarli, di considerarli amici, definita “Sinodo dei giovani”, costituisce un importante appuntamento doveva trovare per forza un lavoro e Bibbo (mio marito Fabri-
anche perché negli anni ‘50 ho fatto anch’io una tale esperienza e vi ecclesiale, con cui la Chiesa cattolica cerca di riannodare il rapporto con
posso assicurare che fu quello il periodo più significativo e, tutto som- zio). Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo messo tanta ener-
le nuove generazioni che, soprattutto in area occidentale, sembrano sem- gia, impegno e lavoro. (si avete fatto un ottimo lavoro di squadra
mato, anche il più felice della mia vita. Ben altra cosa sono quell’infinità pre meno attente alla dimensione religiosa. I “briefing” della Sala Stampa
di esseri umani che avevano un buon lavoro e che conducevano una vita vaticana offrono un aggiornamento sui lavori del Sinodo, dai quali estra- con risultati eccellenti). Con noi ora qualche volta, liberi dagli
agiata, che si trovano senza lavoro, che devono privarsi di tutte le co- poliamo la sintesi di alcuni interventi per dare conto di quello che non si impegni della scuola, lavorano anche i nostri figli. Da quanto
modità che l’attuale progresso obbliga ad avere. Questi si trovano nella presenta come un semplice dibattito ma come una riflessione sul futuro tempo lo avete aperto? Lo abbiamo aperto il 13 luglio 2013.
disperazione assoluta. E’ questo il motivo dell’aumento di suicidi, omi- della Chiesa. «La Chiesa sta mettendo in atto una “rivoluzione coperni- Come avete scelto il nome del vostro locale? E’ il soprannome
cidi, femminicidi e figlicidi. Gilberto La Scala cana”, ha detto Chiara Giaccardi, docente di sociologia all’Università di Fabrizio (Da BIBBO). Sia il carattere dell’insegna e i bigliet-
Cattolica del Sacro Cuore: «la creatività dei giovani è “fondamentale tini sono stati presi dalla sua grafia. (bello, si vede che c’è tra voi
PENSIONATI D’ITALIA IN FRATELLI D’ITALIA perché la Chiesa possa rigenerarsi». I giovani «sono molto critici verso
le nostre incoerenze», ha osservato mons. Carlos José Tissera, vescovo
una bella intesa). Quali sono i piatti più richiesti e le pietanze
più gettonate? I dolci e i primi sono le pietanze più gettonate.
Il 27 settembre a Montecitorio nella sala Aldo Moro gremita di parteci- di Quilmes (Argentina): «i più anziani hanno l’opportunità di ritrovare Ci sono clienti particolari a cui non va mai bene nulla? Ci sono
panti, si è svolto il convegno dei pensionati d’italia in Fratelli d’Italia dal la forza del Vangelo guardando all’entusiasmo e alla freschezza dei gio-
titolo “la terza età come valore nella costruzione di una società avanzata, vani». I giovani vanno visti come protagonisti attivi della Chiesa, di cui clienti che quando sono entrati per la prima volta, essendo noi
la salute e la dignità”. Sono intervenuti al dibattito gli onorevoli Fabio sono parte e che è la «loro casa», ha spiegato Paolo Ruffini, prefetto del tutti tatuati, ci hanno chiesto di coprire il tatuaggio. (ma tornano
Rampelli, Francesco Lollobrigida, Giovanbattista Fazzolari, Marco Silve- Dicastero delle Comunicazioni Sociali. Molti giovani – ha aggiunto – si ancora. Quindi, questo vi da il polso della situazione e vi con-
stroni, il dott. sandro Colaiuda e la senatrice nostra presidente Maria Bu- sentono «vittime della menzogna» della società dei consumi e deside- ferma che siete cosi bravi. La vostra bravura inizia da come cu-
rani. Un dibattito molto acceso sui tantissimi problemi dei pensionati, tutti rano impegnarsi nelle «attività sociali» ed essere coinvolti nella «ecolo- cina tuo marito Bobbo, da come vengono presentate le pietanze
gli intevenuti hanno messo in luce l’importanza dei “giovani” della terza gia integrale». Un altro punto menzionato da Ruffini riguarda il rapporto sul piatti, dalla creatività dei nuovi accostamenti dei vari ingre-
età, coloro che con fatica e con orgoglio hanno collaborato in modo si- con le nuove tecnologie: la Chiesa è chiamata a «parlare il linguaggio dei dienti, dal menu, dalla cortesia del cameriere, dal locale bello, ra-
gnificativo alla crescita di una italia uscita distrutta da una guerra mon- nativi digitali». Su questo tema si è espresso anche il cardinale Louis zionale, moderno, lindo. Si vi ho conosciuto appena avete aperto
diale. questi pensionati hanno voglia di far sentire la propria voce, la loro Raphael I Sako (Iraq), secondo il quale «i giovani cattolici vivono oggi
esperienza di vita è un insegnamento per le nuove generazioni. Troppo una “Fede 2.0”, senza confini né fisici né mentali. Dunque è da questo e l’unico problema che siete troppo bravi ed occorre prenotare.
spesso dimenticati dai vari governi, con pensioni che anno dopo anno con- fattore che occorre ripartire». Siete molto richiesti). Quindi quei clienti tornano nonostante l’av-
tinuano a perdere il potere d’acquisto creando sempre più poveri. L’attuale Bisogna avviare una pastore giovanile improntata sull’incontro, anche versione ai tatuaggi, pur di mangiare da voi. Mi togla un’altra
governo ha previsto l’aumento dell’assegno sociale e delle pensioni mi- internazionale, tra i giovani. Per fare ciò – ha proseguito il cardinale – è mia curiosità. Ci sono dei clienti deliziosi che siete felici di ri-
nime a 780 euro da gennaio 2019, quando si tratta di un aumento delle necessario seguire la strada più volte indicata da Papa Francesco, con vedere? Lo so è una domanda acetosa, però la trovo diver-
pensioni siamo tutti d’accordo, comunque è bene precisare che l’assegno parrocchie che non siano più centrate in se stesse, ma che diventino reti tente. Si ci sono le clienti storiche che vengono da quando
sociale è un contributo economico erogato dall’Inps a tutti coloro che di collegamento e promuovano incontri e azioni concrete, anche attra- abbiamo aperto Elma e Nicla. (se fai i loro nomi vuol dire che tra
hanno compiuto 65 anni (da gennaio 2019 a 67 anni)e che non hanno ef- verso organizzazioni umanitarie. Il «modello auspicato dal Concilio Va- voi è nata una vera amicizia). Elma è una cliente storica, ha un ca-
fettuato i pagamenti dei contributi previdenziali; la pensione minima viene ticano II, con il popolo di Dio al centro, ancora non si è pienamente
erogata ai lavoratori in pensione che hanno effettuato i contributi preve- incarnato nella storia», ha concluso padre Arturo Sosa Abascal, prepo- rattere estroverso. Lei è un’attrice. Ha lavorato con Alberto Sordi
denziali maturando tale diritto, per quest’ultimi è bene chiamarla pensione sito generale della Compagnia di Gesù, ma «la Chiesa è in cammino e i nel Film "Il medico della Mutua", (1968) di Luigi Zampa con Al-
e non “pensione di cittadinanza”. Bene l’aumento a 780 euro per l’assegno cambiamenti si stanno compiendo». Silvia Iovine berto Sordi, Evelyn Stewart, Bice Valori, Sara Franchetti, Nanda
sociale, mentre per le pensioni minime ritengo giusto aumentarle a 1000 Primavera. La considero il mio porta fortuna. La scelta di come
euro mensili non dimenticando coloro che percepiscono poco più di tale dividere i compiti nel ristorante, come è stata elaborata? Cu-
importo, quindi un aumento graduale per non creare “appiattimenti”. I pen- cinare era un sogno nel cassetto di tuo marito.
sionati sono circa 17.000.000, un terzo dell’elettorato, molti di loro stan- A lui piaceva cucinare da sempre… ma non pensavo fosse così
chi della politica o meglio stanchi di tantissimi politicanti hanno deciso di bravo ma non dirglielo (non posso non dirglielo, una confidenza
non votare. sono milioni di voti che “cercono casa”, noi siamo la loro casa.
da alcuni mesi abbiamo creato un dipartimento in fratelli d’italia, abbiamo cosi è troppo tenera). Vi conosco da quando avete aperto ed o no-
trovato un partito pronto a riceverci, ad ascoltarci e fare tesoro dei nostri tato da subito le vostre qualità vincenti. Anche questo che per gli
consigli e suggerimenti. in questi mesi come coordinatore nazionale, con altri sembra un dettaglio io lo trovo essenziale. Penso che lavo-
immenso piacere, ho rilasciato moltissime deleghe ai vari responsabili dei rare con qualità, serietà, armonia sia la carta vincente del vostro
pensionati e dei settori nei vari municipi di roma e nella provincia, ab- successo come ristoratori invece avete tirato fuori tutta la vostra
biamo presenze significative nel lazio, nella sardegna e nella sicilia, il no- grinta, serietà e professionalità. Nulla dentro il vostro locale è do-
stro obiettivo è quello di essere presenti in tempi brevi in tutte le regioni, vuto al caso, ma è tutto curato nei minimi particolari. Tutto que-
importante far sapere ai pensionati d’italia che noi siamo scesi in campo sto è un esempio per tanti Italiani che pensano che apparire sia più
per i loro diritti, coloro che per anni hanno lavorato versando regolarmente
i contributi all’Inps hanno diritto ad una pensione che gli permetta di vi- importante che essere. Secondo la mia modesta opinione, le vo-
vere con dignità e serenità la propria “vecchiaia”. I pensionati d’Italia in stre competenze hanno superato tutti gli ostacoli di chi si è riin-
Fratelli d’Italia non “mollano” il partito è con noi. Valfredo Porega ventato un lavoro. Anna Maria Ballarati
,
N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018 PROBLEMATICHE RELIGIOSE E DI ATTUALITA L’ATTUALITÀ, pag. 15

DIALOGO ECUMENICO GLI ANGELI ESISTONO LA RUBRICA DEL PADRE


SE RAFFAELE SORRIDE
L’arcangelo Raffaele in persona è stato distintamente visto da una in- (a cura di Pierluigi Vignola)
(a cura di Aurora Simone Massimi) fermiera inglese di nome Joi, che ha scritto un libro di enorme suc-
cesso. La donna racconta di come regolarmente le appaia un angelo GIOVANI IN…. “SINODO”
allegro è splendente dalla testa dei pazienti, gravemente ammalati. Il
VIAGGIO DI PAPA FRANCESCO suo braccio destro è sollevato, col dito rivolto verso l’alto un gesto di Uno dei mezzi con cui il Papa guida la chiesa è il sinodo dei vescovi.
Non è un parlamento permanente ma ogni tre anni riunisce una congrua
IN LITUANIA, LETTONIA ED ESTONIA speranza che, ogni volta, le annuncia la prossima guarigione del de-
gente. In più di un’occasione le previsioni della donna hanno sorpreso rappresentanza dei vescovi di tutto il mondo per una consultazione sui
gli stessi medici che avevano troppo frettolosamente formulato pro- temi che ritiene opportuno. L’ultimo sinodo è stato sulla famiglia che
Il 25esimo viaggio apostolico di Papa Francesco si è svolto in il Papa ha concluso col documento “Amoris laetitia”. Il sinodo dei ve-
Lituania, Lettonia ed Estonia dal 22 al 25 settembre 2018 ed è gnosi di irreversibile gravità.
scovi ha solo potere consultivo non legislativo: l’unico legislatore della
avvenuto durante il centenario dell’indipendenza di questi tre COLLEZIONISTA DI OPERE chiesa universale è il Papa. Questa volta il Papa ha riunito 267 tra ve-
Paesi, ottenuta di fatto nell’anno 1918. Un’altra opera simile è attribuita a una clarissa cappuccina rimasta ano- scovi e laici per consultarli sul tema “I giovani, la fede e il discerni-
Papa Francesco, nella giornata di Sabato 22 settembre è atterrato nima, dove si parla dell’angelo in questi termini: “Coraggio! Il tuo an- mento vocazionale”. Tra i partecipanti ci sono anche 34 giovani dai
a Vilnius dove, dopo essere stato accolto in modo caloroso dalla gelo custode raccoglie tutto e lo ripone nel granaio del paradiso, diciotto ai trentanove anni, ovviamente senza diritto di voto perché non
premier Dalia Grybauskaiterovà, ha visitato prima il palazzo pre- Nemmeno la minima sofferenza e la più piccola fatica passano inos- vescovi. Il tema è impegnativo. I giovani ha detto il Papa, sono una
sidenziale, dove ha incontrato le autorità per poi spostarsi nel po- servate: tutto è soppesato dall’onnipotenza e dalla saggezza del tuo sfida per la chiesa, sicuramente la loro evangelizzazione è il primo degli
meriggio, in visita al santuario Mater Miseriordiae. Qui, nella Dio”. (“Si tu m’ouvres la porte”, Editions du Parvis, Parigi). impegni. La qualità di una società si misura dall’investimento che fa
piazza antistante, ha pronunciato una preghiera ai giovani ai quali sulla educazione e l’oggetto principale dell’educazione sono i giovani.
ha detto: «Ogni generazione è chiamata a fare proprie le lotte e “LUI” È PIÙ FURBO DI ME La chiesa poi ha lo specifico di educare alla fede attraverso l’annuncio
Quando era in vita lo scrittore Charles Peguiy confidava al suo amico della Parola di Dio. “Come crederanno se non c’è chi annuncia?” dice
le realizzazioni del passato e onorare nel presente la memoria dei Joseph Lotte: “il mio angelo custode è più furbo di me! Mi tiene d’oc- San Paolo. Il primo problema sarà vedere che fine ha fatto quella edu-
padri. Non sappiamo come sarà il domani; quello che sappiamo chio e non c’è modo di sfuggire al suo controllo. Per tre volte l’ho sen- cazione che sarebbe dovuta derivare da anni di catechismo a cui l’ot-
è che ad ogni epoca compete conservare l’anima che l’ha edifi- tito afferrarmi mentre stavo per seguire alcune cattive inclinazioni. E tanta per cento dei ragazzi italiani hanno partecipato per la Prima
cata». Ha poi continuato dicendo che: «Non si può camminare possiede un repertorio di trucchi davvero straordinari. (da Myto, gruppo comunione e, anche se in numero minore, ma certamente non pochi, a
da soli. Non cedete – ha proseguito il Papa – alla tentazione di Editoriale Sirio). Liana Botticelli quello della Cresima. La fede è dialogo con Dio e con Dio si dialoga
concentrarvi su voi stessi, guardandosi la pancia. Di diventare della vita non delle nuvole per cui da questo dialogo deriva l’orienta-
egoisti o superficiali davanti al dolore, alle difficoltà o al suc- mento del proprio futuro, con Dio ogni uomo deve decidere cosa farà
cesso passeggero. Affermiamo ancora una volta che quello che da grande. Tra le cose da fare c’è anche la possibilità di seguire com-
succede all’altro, succede a me, andiamo controcorrente rispetto
a questo individualismo che isola, che ci fa diventare egocentrici
PAOLO VI È SANTO pletamente Gesù mettendosi a servizio della fede dei fratelli. Il Sinodo
si pone il problema delle vocazioni sacerdotali e religiose di cui final-
e vanitosi, preoccupati solamente dell’immagine e del proprio Il 14 ottobre scorso la Chiesa ha proclamato santo Papa Paolo VI (1897- mente si parla e si tratta, ma c’è da precisare che non è tanto quello
benessere. Siamo cristiani e vogliamo puntare sulla santità. Ma 1978), «un uomo di fede, preghiera, sacrificio», un Papa «umile» che è della mancanza di manodopera nella chiesa, quanto la diminuzione di
stato anche un «contemplativo e un mistico», ha detto il cardinale Angelo giovani che intendono seguire Cristo e fare di Lui l’unico riferimento
puntate sulla santità a partire dall’incontro e dalla comunione con Becciu, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Innalzato al della propria vita. La chiesa deve trovare il modo di evangelizzare la
gli altri, attenti alle loro necessità». soglio pontificio il 21 giugno 1963, Paolo VI – al secolo Giovanni Bat- vocazione alla sequela, che i giovani non sognano, ma devono ricevere
Domenica 23 settembre, il Papa ha raggiunto la città di Kaunas tista Montini – morì il 6 agosto 1978. Scrisse nelle sue meditazioni: «Mi attraverso una proposta formale della chiesa che annuncia la parola,
dove nel Parco Santakos, ha recitato l’Angelus. Durante la rilet- piacerebbe, terminando, d’essere nella luce». Ed è appunto in una di- che, se scende su terreno adatto, germoglierà. A questo livello la chiesa
tura del Vangelo, il Santo Padre ha concluso dicendo: «E non di- mensione di luce che viene oggi ricordato dai contemporanei, sia per i ri- si presenta veramente povera, i suoi seminari e i noviziati sono vuoti per
menticatevi di due cose: un’immagine, un’icona, e una frase, una sultati del suo pontificato, svoltosi in un periodo storico estremamente cui non c’è tempo da perdere, non ci resta che metter mano all’aratro
domanda. L’icona del giovane coraggioso che dà il poco che ha, difficile, sia per la sua grande testimonianza di fede («Se fossi Papa lo evangelico: “pregare il Padrone della messe che mandi operai nella
per sfamare una grande moltitudine. Abbiate coraggio, sempre. E canonizzerei», aveva dichiarato il cardinale Bergoglio poco prima d’es- sua messe” e annunciare formalmente, proporre la sequela di Cristo
la frase, che è una domanda, un esame di coscienza: cosa si fa a sere eletto Pontefice). Ecco dunque alcuni pensieri su Paolo VI, tratti come possibile realizzazione della vita; che seguire Cristo a tempo
casa con il cibo che avanza?» Nel pomeriggio il papa si è poi spo- dalle interviste e dai libri pubblicati in occasione della canonizzazione. pieno entri finalmente nei possibili progetti del futuro dei giovani. Qual
«Da vari storici è stato definito: “il timoniere del Vaticano II”; “l’uomo è il modo migliore per far questo? È l’interrogativo di questo sinodo.
stato al Museo delle occupazioni e lotte per la libertà, con una chiamato a guidare la Chiesa nell’epoca della contestazione”; “il Pastore La chiesa sta pregando perché lo Spirito Santo illumini i suoi rappre-
breve sosta di preghiera al Monumento delle Vittime del Ghetto. che ha attuato le riforme conciliari ma ha evitato pericolose sbandate”; sentanti convocati e con il Papa individuino le strade più adatte per
Un momento, ha sottolineato il portavoce vaticano Greg Burke, “il Pontefice del dialogo con la modernità”» (Renzo Allegri). «A 24 anni l’evangelizzazione della gioventù. Durante la prima settimana del si-
che cade nel 75° anniversario della distruzione del ghetto, il 23 Giovanni Battista lavorava già nella Segreteria di Stato vaticana, per que- nodo dei giovani abbiamo appreso dalla stampa che i giovani vogliono
settembre del 1943. Durante la visita nelle celle, il Papa si è com- sto in pubblico a volte appariva freddo e distaccato. Ma nella realtà aveva soprattutto essere ascoltati perché, giustamente anche attraverso di loro
mosso a causa delle atrocità e alle torture che il popolo Lituano un cuore tenerissimo, una capacità affettiva grandissima, era amante il Signore parla alla sua chiesa. Allora, grazie per l’attenzione che gli
ha dovuto subire. della musica, della poesia, della letteratura, della bellezza. Sempre desi- si concede. I giovani desiderano che la chiesa gli racconti soprattutto
Papa Francesco, nella giornata di lunedì 24 settembre, ha la- deroso di rendere felici gli altri» (Laura Montini, cugina di Papa Paolo
VI). «Nessuno lo sapeva a Milano, ma tutti i venerdì pomeriggio il car- Gesù Cristo, ovviamente che gli racconti non che gli insegni, perché di
sciato Vilnius per spostarsi a Riga. La cerimonia di benvenuto si dinale Montini, in gran segreto, usciva dall’Arcivescovado e si recava a scuola ne hanno piene le tasche. Sono curiosi di sapere se val la pena
è svolta nel cortile del Palazzo Presidenziale. Subito dopo, Ber- far visita ai poveri e agli infermi» (don Claudio Sorgi, sacerdote e gior- giocare la vita per Lui, se è possibile innamorarsi di Lui e scommettere
goglio si è trasferito al Monumento della Libertà dove ha depo- nalista). «Una delle idee fondamentali di mio zio è che chi voleva essere su di Lui. Sapere che cosa succede ad un giovane o ad una ragazza che
sto dei fiori e ha pronunciato una specifica cerimonia. La giornata veramente cattolico aveva l’obbligo di formare la sua coscienza e, lascia tutto e va in un seminario o in un convento come è capitato a
è poi proseguita nel Riga Doms dove si è svolta la preghiera ecu- quindi, di avere una cultura religiosa almeno pari alla sua cultura gene- qualcuno che conosciamo e che ci ha sconvolto con la sua scelta. Al-
menica. La Lettonia è il Paese con il più alto numero di prote- rale» (il nipote Fausto). «Un giorno Paolo VI venne a far visita nella mia cuni dicevano che: “...un gruppo di nostri amici sono partiti per il Tibet
chiesa. Notò un bambino che aveva gli occhi rossi di pianto. Gli chiese dove sono rimasti per alcune settimane a fare”, dicono loro, “una espe-
stanti, ed è qui che Papa Francesco «invita tutti i cristiani a non perché fosse triste. Il bambino rispose che quella mattina gli era morto rienza spirituale. Sono tornati entusiasti anche se non sono stati capaci
ridurre la propria tradizione cristiana ad un oggetto del passato, il cagnolino. Il Papa lo accarezzò e gli disse: “Se sarai sempre buono, un di spiegarci cosa sia loro successo se non quello che hanno fatto con
chiuso tra le pareti delle nostre chiese, a non nascondere la pro- giorno lo rivedrai nel mistero di Cristo”» (monsignor Mario Canciani, bi- quei monaci, alcune cose normali, altre originali. Perché la Chiesa non
pria fede ma a farla conoscere e risuonare in diversi ambienti blista e scrittore). Carmen Galoppo offre anche ai nostri giovani esperienze spirituali nei tanti monasteri
della società, perché tutti possano contemplare la sua bellezza e che sono in Italia”? I mali della Chiesa non li scandalizzano più di tanto,
essere illuminati dalla sua luce. Li esorta ad un ecumenismo in vivono immersi dalla mattina alla sera tra omosessuali, pedofili, fedi-
chiave missionaria, a smettere di guardare le ferite del passato ed
ogni atteggiamento autoreferenziale, ma di uscire e raggiungere
il cuore della nostra gente e delle culture, della società postmo-
ATTUALITÀ DEL PENSIERO DI DON GIUSSANI fraghi, ladri, mafiosi e ogni altro genere di malavita, figuriamoci se si
lasciano impressionare dal fatto che anche qualche prete ha combinato
guai. Quello che i giovani vogliono ascoltare sono le cose belle che
“L’avvenimento cristiano” di don Luigi Giussani è il primo libro della hanno spinto i tanti a seguire Gesù Cristo.
derna in cui viviamo». Nel pomeriggio il Papa si è poi spostato collana editoriale “I libri dello spirito”che la RCS Rizzoli ha pubblicato
al Santuario della Madre di Dio di Anglona, dove ha celebrato la nell’ambito dei Supersaggi della BUR. Nel 1980, con il libro “Il senso
messa, per poi ricevere, in tardo pomeriggio, il congedo proprio della nascita” di Giovanni Testori, ebbe inizio la collana “I libri della IL “MALE” FECE IL SUO INGRESSO
nell’aeroporto della città di Anglona. speranza”. Tutti i libri sono stati pubblicati in base a due criteri: qualità Il fenomeno della pedofilia sembra diventato il problema numero uno
Nell’ultimo giorno del suo viaggio nei Paesi Baltici, martedì 25 e vendibilità. La qualità è assicurata dall’autore, la vendibilità è orga- della Chiesa. È raro che passi giorno in cui il Papa non ne parli, i ve-
settembre, Papa Francesco si è trasferito a Tallin dove è stato ac- nizzata dall’editore. Entrando nel contenuto del libro di don Giussani va scovi non denuncino qualche caso e i giornalisti non facciano articoli
colto sempre nel palazzo presidenziale. Verso l’ora di pranzo si detto che le conversazioni con gli amici diventano di dominio pubblico. vedendo il fenomeno sotto i vari punti di vista: sociologico, pedago-
è svolto l’incontro ecumenico con i giovani nella Kaarli Luthe- Come diceva Platone, certe cose si possono dire solo tra amici intimi. Le gico, penale. Raramente si dispensano dal dare giudizi sulla situazione
ran Church, dove Papa Francesco ha fatto riferimento alle ten- osservazioni, una volta pubblicate, hanno inciso sulla vita di migliaia di e proporre soluzioni. Non ci risulta che qualcuno abbia ancora affron-
sioni diplomatiche tra questi Paesi, membri della Nato, e ha detto: persone. Don Giussani non è solo uno scrittore ma anche un grande co- tato il fenomeno sotto l’aspetto morale: è un grave peccato che offende
«alcuni misurano con parametri sbagliati la forza di un popolo. municatore. Le sue parole ruotano intorno ad una idea che afferma una Dio e l’uomo nella sua dimensione di maggiore fragilità: l’infanzia.
positività, che abbraccia il mondo sorreggendolo e correggendolo. Ecco Papa Benedetto l’undici giugno 2010, festa del Sacro Cuore di Gesù, a
C’è chi parla con un tono più alto, così che parlando sembra più conclusione dell’anno sacerdotale nella Sua omelia diede la chiave di
sicuro – senza cedimenti o esitazioni –; c’è chi, alle urla, ag- la novità. Rispetto al tradizionale pensiero cattolico che proponeva il rap-
porto “Noi e gli altri”, don Giussani introduce il rapporto “Io e tu”, “Io lettura del fenomeno della pedofilia. “Era da aspettarsi che al “ne-
giunge minacce di armi, spiegamento di truppe, strategie. Questo mico” questo nuovo brillare del sacerdozio non sarebbe piaciuto; egli
è colui che sembra più forte. Ma questo non è cercare la volontà e il mistero”, “Io e Dio”. Nel libro, la parola più ricorrente è “Io”. Il suo
pensiero è imperniato sul rapporto con i giovani, ai quali offre ciò che gli avrebbe preferito vederlo scomparire, perché in fin dei conti Dio fosse
di Dio, ma un accumulare per imporsi sulla base dell’avere. Que- è stato donato dal Creatore. spinto fuori dal mondo. Se l’anno sacerdotale avesse dovuto essere una
sto atteggiamento infatti nasconde in sé un rifiuto dell’etica e, Un’altra novità che emerge dal suo libro è il concetto di moralità intesa glorificazione della nostra personale prestazione umana, sarebbe stato
con essa, di Dio. Perché l’etica ci mette in relazione con un Dio come tensione che ogni umano dovrebbe coltivare. Egli, pertanto, non si distrutto da queste vicende”. Ecco un elemento da tener presente in
che si aspetta da noi una risposta libera e impegnata verso gli altri rivolge solo ai credenti. Nella pregevole collana della BUR c’è anche un questa avventura: la presenza attiva del demonio che insidia e suscita
e verso il nostro ambiente, una risposta che è al di fuori delle ca- bel libro su Madre Teresa di Calcutta. Il successo editoriale è da attri- il male nascondendosi dietro la debolezza umana. Crediamo che un in-
tegorie del mercato». buire al miglioramento del clima culturale rispetto a quello esistente, ad segnamento da trarre sia proprio questo: rilevare l’azione del demonio,
sempre all’opera per cui la vita del cristiano è sempre e continuamente
esempio, nel 1968. E’ compito degli adulti illuminati indicare ai giovani guerra dichiarata al “nemico”. Ben sappiamo che la caratteristica del
quei valori (amore per il prossimo, onestà, legalità, non violenza, rispetto demonio è di nascondersi, non farsi vedere e riconoscere per cui na-
delle opinioni altrui) che contribuiscono ad edificare una società di ga- scondersi dietro le debolezze della carne è quanto mai facile lavorare.
lantuomini e che, pertanto, sono intramontabili. Maria Luisa Marcilli Come agisce il demonio? Non direttamente ma attraverso le persone
con tutte le loro fragilità. Troppo semplice se si manifestasse diretta-
mente basterebbe esorcizzare tutti i pedofili; sono i potenziali pedofili
L'ARTE GENIALE DI ANDY WARHOL che devono lottare e resistere al demonio che si serve di loro per fare
del male e rovinarli. Purtroppo bisogna rilevare un certo pacifismo nella
Il 3 ottobre è stata inaugurata una retrospettiva di 170 opere dedicata chiesa che ha addirittura purgato anche i salmi che parlavano di guerra
all'artista Andy Warhol presso gli spazi del complesso del Vittoriano e di battaglia. E ci stupiamo come alcuni che hanno protestato per aver
(ala Brasini). La Mostra sarà in esposizione fino al 3 febbraio 2019. Le cambiato il rito della Messa fin da riottenere la riammissione del Vec-
opere raccontano la vita dell'artista, un personaggio eclettico, talentuoso chio rito non si siano mossi dinanzi alla Parola di Dio che è stata fatta
ed eccentrico che ha tracciato un profondo cambiamento non solo nel- a pezzi come Geremia. È innegabile che le mani devono essere “sem-
l'Arte e nella cultura del 900, ma anche nella musica, nella moda, nel ci- pre pronte alla guerra e le dita alla battaglia” perché il nemico ci “cir-
nema e nel design. Una rivoluzione estetica quella di Warhol, principale cuisce continuamente cercando chi divorare”. In Giuda abbiamo la
esponente della Pop Art, che ha trasformato il comune senso di perce- descrizione esatta di come avvengono le cose. Giovanni ci dice che
zione dell'Arte... A. Warhol attua una provocazione e forse una denuncia “Satana entrò in Lui.…….. E Giuda uscì subito. Era notte” (Gv 13,
nei confronti della società consumistica degli Usa, quando elegge ad og- 27). Ovviamente la prima lotta spetta all’interessato che è preso di mira
getti artistici semplici prodotti commerciali come scatole di zuppe o le da satana. È lui che deve lottare e vincere per primo. La chiesa può es-
lattine di coca cola. Egli testimonia in diverse opere quanto il “consumo sergli vicino con la preghiera, i sacramenti ed il consiglio. Questa lotta
di immagini” abbia invaso anche il mondo dell'Arte, ma questa realtà ha che si svolge tutta nel cuore dell’uomo è continua nel tempo e non fi-
degli aspetti positivi.... non solo un'elite, ma tutti possono fruire e go- nirà fino al ritorno del Signore. “La chiesa deve considerare quanto è
dere dell'oggetto artistico. The “Last Supper” (l'ultima zuppa), ultima avvenuto quale compito di purificazione,- conclude Papa Benedetto
Nella suggestiva cornice del quartier generale della Croce Rossa, in opera di Warhol, racchiude in sé l’essenza provocatoria e dissacrante
via Toscana, ha avuto luogo il 1° ottobre u.s. una tanto sobria quanto della sua poetica e si propone di demitizzare un ' opera d'Arte come nella succitata omelia - un compito che ci accompagna fino al futuro e
suggestiva cerimonia, con la sigla del gemellaggio tra il benemerito come l’Ultima cena di Leonardo Da Vinci, per dimostrare che al pari di che, tanto più ci fa riconoscere da amare il grande dono di Dio”. Papa
Corpo delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana e la Nor- altri oggetti, essa altro non è che.... ‘un prodotto’. Francesco, parlando ai nuovi vescovi, invece li ha esortati a “non la-
man Accademy, attraverso le figure apicali - rispettivamente - del- La Mostra, realizzata in occasione del novantesimo anniversario della sciarsi tentare da racconti di catastrofi o profezie di sciagure perché
l’Ispettrice generale sorella Monica Dialuce e del Gran Cerimoniere nascita di Andy Warhol è stata organizzata da Arthemisia e curata da quello che conta veramente è perseverare impedendo che si raffreddi
Matteo Bellenghi. Ricordiamo la tecnica della serigrafia che l'artista ha l’amore e tenere alto ed elevato il capo verso il Signore perché la chiesa
don Riccardo Giordani Duca di Willemburg. L’evento ha segnato non è nostra ma è di Lui! Lui c’era prima di noi e ci sarà dopo di noi”.
l’inizio di una organica collaborazione tra le due Istituzioni, nella con- ampiamente usato anche per la realizzazione della serie Campbell’s
Soup; segnaliamo anche le serie di ritratti di personaggi dello spettacolo Non possiamo negare lo stupore nel vedere alcune conferenze episco-
divisa finalità di fronteggiare nelle più diverse aree geografiche, emer- di Elvis, Marilyn e le lattine di Coca-Cola. Le opere di A.Warhol sono pali che addirittura commissionano studi di atti di pedofilia compiuti
genze sanitarie, culturali od economiche, cooperando in tal modo alla state le più comprate e vendute al mondo dopo quelle di Pablo Picasso. dal clero in decenni passati. La Chiesa i peccati li assolve e li ripara, non
causa del progresso dell’umanità, in spirito di fratellanza universale. Una Rassegna d'Arte imperdibile per coloro che vogliano approfondire li espone. L’umanità vive di perdono. La Chiesa continuerà a vivere
Avv. Prof. Tito Lucrezio Rizzo (Senato della Norman Accademy) la conoscenza di uno dei più eccentrici e geniali esponenti dell'arte del per sempre in questo atteggiamento di richiesta di misericordia e di per-
900. Caterina Zonno dono.
L’ATTUALITÀ, pag. 16 N. 11/12 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2018

L’ATTUALITÁ Comitato d’Onore COMUNITÀ ALLOGGIO PER ANZIANI


Editore: Movimento G. Salvemini, fondato nel 1962 Villa composta di tre piani di mq. 200 circa ciascuno, piano terra. Struttura per Comunità Alloggio
Direzione: Via Lorenzo il Magnifico 25
00013 Fonte Nuova (Roma)
del periodico “L’Attualità” per 12 anziani parzialmente autosufficienti, che necessitano di reciproca solidarietà e di vita in com-
pagnia, completamente autonoma rispetto al resto del fabbricato. L’immobile è sito nel Comune di
(in ordine alfabetico) Scandriglia (Ri), zona residenziale Poggio Corese, Via dei Tigli n.9, circondata da numerosi alberi
Direttore responsabile Dott. Antonietta Anzalone (pubblicista); On. Alfredo Arpaia (Pre- (magnolie, cipressi, pini, ecc.), ed è raggiungibile da Roma in circa 40 minuti percorrendo la Via
sidente Lega Italiana Diritti dell’Uomo); Prof. Giuseppe Bellisa-
Sen. Prof. C. G. S. Salvemini rio (cardiologo); Prof. Giorgio Bosco (Ambasciatore); Dott. Liana Salaria. La retta mensile è di € 1.300,00 (euro milletrecento/00), che comprende tutte le esigenze
(Vice Governatore Botticelli (Dama Comm. S. Sepolcro); Dott. Filippo Chillemi dell’anziano con alloggio, vitto, assistenza medica e compagnia.
(Dir. “Nuova Impronta”); Prof. Ferruccio Ciavatta (Docente uni- Di fronte all’immobile esiste un ampio parcheggio per le autovetture dei parenti, che intendono far
dell’Unione Mondiale degli Stati) versitario); Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni; Prof. Fran- visita ai propri cari in qualsiasi momento. La struttura è gestita dalla famiglia Lisena, che vanta
(cell. 347.0333846) cesco D’Episcopo (Doc. Università Federico II, Napoli); Prof.
Claudio De Rose (Presidente Emerito Corte dei Conti); Prof.
una grande competenza in materia. Per ulteriori informazioni rivolgersi telefonicamente: alla Sig.ra
Nina Lisena cell. 339-6157099, oppure alla Sig.ra Silvia Lisena cell. 338-5029150, oppure al pro-
Condirettore Francesca Ferragine (psichiatra-psicoterapeuta); Prof. Franco Fer- prietario, avv. Francesco Oliveti cell. 348-4411269.
Sen. Prof. Florinda Battiloro rarotti (sociologo); Sen. Pietro Fratantaro (Governatore del-
(Unione Mondiale degli Stati) l’U.M.S.); Sen. Diego Gattuccio; Don Riccardo Giordani (Duca
di Willemburg); Prof. Pierluigi Lando (psichiatra); Amm. Stefano
Vice direttori: Madonna; Prof. Alessandro Massimi (Doc. Dottrine giuridico-
economiche); Sen. Col. Giancarlo Martini; Dott. Carmelo Mo-
NON IMPORTA SE TREMI
PERCHÉ IL Molte
Adalgisa Biondi, volte le invenzioni migliori nascono quando c’è un biso-
Emiliano F. Caruso
Paolo Macali,
nello di Borsod (pubblicista); Dott. Eugenio Morelli (scrittore);
Sen. Gen. Prof. Stefano Murace (Marchese di Costaviola della
Magna Grecia); Gen. Enrico Muzi (Guardia di Finanza); Gen. C.
CALCIO PIACE? gno, ancor di più quando alla cognizione è unita l’emozione. Que-
sto è il caso di Tremor, brevettato dal progettista elettronico Vito
Liliana Speranza A. Rocco Panunzi; Comm. Dott. Rodolfo Ricottini (medico chi- Molti si interrogano sul reale Sindaco, che prima lavorava in campo militare e poi ha intrapreso
rurgo); Prof. Tito Lucrezio Rizzo (Consigliere Capo Servizi del motivo per cui il calcio piaccia lo studio di questo sistema per aiutare un padre che si è rivolto a
Capo redattore: Quirinale); Prof. Natale Santucci (neurochirurgo); Comm. Gian- a così tante persone. Questa at- lui disperato, con le lacrime agli occhi, perché aveva acquistato
Enrico Forlani carlo Serafini (Lions Roma Palatinum); Sen. Prof. Giustino Set- tività fisica, nata come gioco e per suo figlio, un ragazzo immobilizzato sulla sedia a rotelle, delle
teducati (U.M.S.); Gen. C.A. Bruno Simeone; Prof. Aurora divenuta vero intrattenimento
COMITATO DI REDAZIONE Simone Massimi (Cavaliere O.M.R.I. e giornalista); Prof. Giulio apparecchiature per aiutarlo, ma non riuscivano ad utilizzarle. È
Tarro (Scienziato, PhD-Md); Gen. CC. Raffaele Vacca; Dott. Sal-
ha una diatriba originaria sul nata così una consolle/pulsantiera di prossimità da tavolo che con-
Elena Andreoli, Antonio Bartalotta, luogo di nascita: c’è chi dice
Lisa Biasci, Liana Botticelli, Gianfederi- vatore Veltri (Direttore Attualita.it). sente a chi è affetto da deficit, ad esempio del controllo del mo-
co Brocco, Emiliano Caruso, Valentina nell’isola britannica e chi in vimento dell’articolazione muscolo-scheletrico o di forza fisica
Cerenza, Mario Coletti, Antonietta Del- Toscana (precisamente a Fi- residua, di impartire comandi per attivare in modo facile, preciso
renze). Fatto sta che il soccer
Bue Prencipe, Nicoletta Di Bello,
Michele Forte, Diego e Ignazio Gattuc-
cio, Marina Giudicissi, Fiorella Ialongo,
Andrea Lando, Antonluca Lando, Pier
LA RUBRICA DELLA SALUTE (così viene chiamato in Ame-
rica) riscuote molto successo
sostanzialmente per tre motivi:
e funzionale dispositivi o apparecchiature dotate di input ausi-
liare di comando. È molto importante per il benessere dell’indi-
viduo rendere la persona il più autonoma possibile. L’obiettivo
INVOLTINI PARTICOLARI di questa nuova apparecchiatura è di ridurre, migliorare o supe-
Luigi Lando, Giovanni Maggi, Alessan- l’uguaglianza, la competizione rare la loro condizione di svantaggio nell’accesso e nell’utilizzo.
dro Massimi, Eugenio Morelli, Maria Per 4 persone sbollentate quattro foglie di verza, fate friggere 200 e la semplicità del giuoco.
gr. di pane grattugiato nel burro con uno spicchio di aglio intero Per questo l’apparecchiatura è dotata di regolazione personaliz-
Rosa Nicastri, Lucilla Petrelli, Aurora Noto a tutti è il senso di appar- zabile che consente di poter essere modulata sulle reali capacità
Simone Massimi, Liliana Speranza, con tutta la camicia, ,quando è ben dorato in una terrina aggiun- tenenza che hanno gli “utenti” di chi lo utilizza, riuscendo ad escludere comandi di input repen-
Stefano Valente, Nico Valerio, Caterina gete 200 gr. di parmigiano 3 uova prezzemolo e noce moscata e di questo sport ed, infatti, non tini, ripetuti e involontari, nei casi ad esempio in cui la persona
Zonno, Leonardo Zonno. salate riempite le foglie con l’impasto fatto, legate gli involtini e conta se si è belli, brutti, bian- che lo usa è affetta da deficit del controllo del movimento del-
ripassateli in padella per 10 minuti con il burro, togliete l’aglio chi o neri, l’importante è avere l’articolazione fisica. Potendo scegliere il comando tra manuale/
Collaboratori Regionali poi unite 5 cucchiai di sugo di pomodoro coprite il tutto con del un pallone tra i piedi e collabo- impulsivo/automatico. Diversi LED colorati e controlli del si-
Lombardia: Ferruccio Ciavatta. brodo e lasciate cuocere per una mezzoretta. rare con i tuoi compagni per
Piemonte: Nino Nemo. stema permettono di azionare i comandi in modo controllato ed
garantire maggior spettacolo inibire i comandi involontari. Non è il classico sensore della tem-
Valle D’Aosta: Pietro Buttiglieri. possibile. Gioco che è spinto,
Trentino-Alto Adige:Tullio Dalla Piccola SEDANO E BIETOL inoltre, da una sorta di compe-
peratura, questo sistema riesce a rilevare l’arto e questo permette
Friuli-Venezia Giulia: Pietro Jacono Lo sapevate che il sedano rapa è ricco di vitamine A,B,C e di ni- un controllo efficace. Infatti anche avvicinandosi in modo veloce
tizione che spinge gli atleti a il sistema di elaborazione della scheda permette la discrimina-
Veneto: Eugenio Morelli. trati, è stimolante nelle funzioni digestive. Le bietole a costa dare sempre di più per essere i
larga oltre a essere rinfrescanti e lassative danno la possibilità a zione di comandi non voluti e indesiderati. Il classico sensore di
Liguria:Andrea Monteverde migliori. Ultimo, ma non per temperatura attiverebbe comandi all’avvicinamento dell’arto;
Emilia Romagna:Maurizio Bellavista fare un ricco contorno, sbollentate le coste fate dei pezzi di 7 o 8 importanza, è la semplicità
cm. Asciugatele, mettetele nell’uovo sbattuto dove avrete messo mentre questa apparecchiatura è stata programmata per non an-
Toscana: Grazia M. Tordi delle regole e della finalità: se- dare in tilt quando riceve molti comandi in simultanea.
Marche: Daisy Alessio del parmigiano gli odori che preferite, poi passatele al pangrattato gare più reti della squadra av- Se si premono 3 comandi la macchina va in protezione, analizza
Umbria: Cosimo Roberto Vento friggetele fatele asciugare, poi su ogni costa mettete della moz- versaria. Come vediamo la i dati per capire il comando e grazie a questi sistemi di elabora-
Lazio: Lucilla Petrelli, Antonio Bartalotta. zarella un filetto d’alice ricoprite con un'altra costa infilzate con semplicità e l’uguaglianza ten- zione elettronici interni permette il superamento del problema.
Campania: Florinda Battiloro. uno stecchino e passate al forno per 5 o 6 minuti. dono ad ampliare i consensi ed Un sistema facilitato di controllo studiato anche per bambini au-
Abruzzo: Maria Assunta dé Frassine. il bacino di utenza, chissà che i tistici; in questo caso si è utilizzato al posto dei segnali dei dise-
Molise: Leda Panzone Natale MARMELLATA DI POMODORI nostri politici non prendano gni ciò ha permesso ad un bambino con disturbo pervasivo dello
Puglia:Mariannina Sponzilli. Prima che finiscano quelli della stagione, ancora negli orti ci sono spunto proprio dal calcio… sviluppo ad esempio di guidare una macchinina telecomandata.
Basilicata: Giustino Setteducati. quelli verdi, su mezzo Kg. mettete 3 etti di zucchero, Bruno Bertucci Come ci ha spiegato Vito Sindaco noi come persone siamo un si-
Calabria:Antonio Bartalotta, Michele Biafora. tagliate a fette larghe i pomodori tipo da riso, in stema bio-elettro-chimico, siamo dei conduttori, siamo composti
Sicilia: Giuseppe Canale.
Sardegna: Annamaria Chirigoni.
una terrina che va nel microonde, coprite con lo “NIENTE BARBA da acqua ed impulsi elettrici ed ha aggiunto che come progettista
non ha fatto altro che sfruttare questa innata capacità del corpo
zucchero a strati e lasciate per una notte a ma-
CORRISPONDENTI DALL’ESTERO cerare, mettete a cuocere per 10 minuti nel mi- AL MONZA”: umano ed utilizzarla per il funzionamento della sua apparecchia-
tura. Penso che la sua frase siamo in connessione (attraverso le
Albania: Aubert Cecchini
Argentina: Rosa Cecconi
croonde, giratela e ancora 10 minuti e la vostra
marmellata sarà pronta, mi raccomando i pomo-
QUANDO LO STILE onde elettromagnetiche) con l’ambiente, sia qualcosa che ci do-
vremmo ricordare, alla De Saint-Exupéry “L’essenziale è invisi-
Belgio:Francis e Richard Dessart, Francoise Vercruysse
Canada: Susan Ye
dori che siano verdissimi, di uguale sistema la po- DIVENTA UNA bile agli occhi”. Laura Cardia
tete fare con quelli rossi è veramente squisita e
Costarica: Olga Coll
Croazia: Sania Mihalina salutare. Liana Botticelli QUESTIONE POLITICA
Federazione Russa e C.S.I.: Franco Pichi
Francia: Franco Pichi, Jean Claude Leroy
Non è la prima volta che chi ha
la barba, quella peluria che co-
steggia le gote e le guance, è
AGRICOLTURA PERIURBANA
Germania: Giancarlo Sordon Abbiamo parlato con Milvo Ferrara, creativo e imprenditore so-
Gran Bretagna: E. Caprarella, C. Di Massimo presa di mira da personaggi po- ciale, che ci ha narrato un progetto che si sta realizzando a Roma.
Moldavia: Aubert Cecchini litici di rilievo; questa volta è il Milvo ha sottolineando prima di tutto l’importanza di promuovere
Olanda: Teresa Van Der Hallen, Tosca Poggialini turno di Silvio Berlusconi, neo un’etica della possibilità, un modo di fare innovazione che faccia
Portogallo: Maria Rego patron del Monza. Secondo le convivere tanti centri e abbia una visione inclusiva e aperta al nuovo.
Romania: Giovanni Maggi indicazioni dell’ex presidente L’invito che rivolge a tutti è di diventare mediatori, catalizzatori e
Serbia: Dubravka Stegnjaic del Milan, i suoi giocatori non promotori di questa tipo di etica che può contribuire al miglioramento
Spagna: Maria Josè Vidal Vidal devono avere la barba, proprio della qualità della vita e accogliere una pluralità di visioni arric-
Thailandia:Alessandro Marmello come si usa negli uffici o nelle chendosene. La periferia, sottolinea, va sottratta al fatalismo e al vit-
Ucraina: Nataliya Kudryk banche. Ma perché questo? timismo. Spesso, dice, è proprio dalle periferie che vengono sguardi
Usa: Teresinka Pereira Da cosa nasce questo odio per innovativi. Bisogna quindi fare futuro avendo capacità di immagi-
Stampa: la barba? Il tutto è da far risa- nare, di nutrire e lasciar nutrire aspirazioni, non solo individuali, ma
digitaledigitale srl lire ai tempi del fascismo, comuni. È con queste basi che l’Associazione PSR Dicosimo, di cui
Via Emilio Salgari 14/16 - Roma quando si voleva chiudere i è il fondatore, vuole creare nella periferia romana, tra Rebibbia e Tor
ponti sulla cultura (probabil- Cervara, in circa 300 ettari, il progetto di Agricoltura PeriUrbana:
Attività editoriale di natura mente per avere più chance di
non commerciale una <<agricoltura praticata all’interno e intorno alla città, con la
(art. 4, D.P.R. 26/10/72, approvazione da parte della po- quale compete per le risorse (terra, acqua, energia, forza lavoro) e a
n 633 e successive modifiche) polazione). cui può fornire beni e servizi che soddisfino le richieste della popo-
Infatti gli studiosi, all’epoca, lazione cittadina>> (FAO-RUAF, 2007). Abbiamo chiesto caratteri-
Gli articoli firmati e le foto, inediti ed esenti avevano quasi tutto questo stiche e peculiarità di questo tipo di agricoltura. La più intuitiva è la
da vincoli editoriali, esprimono le opinioni
personali degli autori che ne assumono diret-
vezzo fisico e venivano allon- prossimità all’urbano, alla città di Roma nel caso di questo progetto.
tamente la responsabilità. La Direzione, in tanati e nominati “barboni” L’Agricoltura PeriUrbana in generale comporta una riduzione dei
base agli spazi disponibili, si riserva la facoltà
di selezionare ed abbreviare gli articoli perve-
nuti. In linea di massima la collaborazione è a
ANCHE SERVIZIO A DOMICILIO (per questo chi sta in strada
viene chiamato con questo ap-
costi di trasporto e anche di inquinamento, con una diminuzione
quindi di immissioni di CO2.
titolo gratuito. È prevista una retribuzione pellativo dispregiativo). Intelli- Inoltre, permette un rapporto diretto tra domanda e offerta. È impo-
solo per i praticanti pubblicisti e per i corri-
spondenti dall’estero.
Punto di distribuzione del periodico gentemente, i filosofi stata su un modello di multifunzionalità: è partecipata, produttiva,
dell’epoca non hanno accen- ambientale, sociale, culturale. Comporta di conseguenza anche una
Tiratura programmata: L’Attualità nato a tagliarla, anche perché la
loro cultura non dipendeva di
pluriattività dell’imprenditore. L’Associazione PSR Dicosimo sta so-
stenendo la nascita di 7 aziende agricole di giovani agricoltori al loro
100.000 copie certo da essa. Nel 2018 è as- primo insediamento. Proprio per questo sono stati premiati dalla Co-
surdo che l’immagine debba munità Europea con un finanziamento volto a sostenere l’azione pro-
essere un punto di discrimina- gettuale agricola, che si basa su di una visione ecosostenibile e
LEZIONI zione. condivisa del territorio al fine di promuovere una rivoluzione oli-
stica seguendo i principi dell’Enciclica “Laudato si’ ”di Papa Fran-
Apriamo gli occhi ed allonta-
PRIVATE niamo queste persone dalla no- cesco. Ciò in una modalità senza distinzioni di credo, di professione.
torietà. Bruno Bertucci Le differenze sono accolte come una ricchezza. Una comunità laica,
Paola Lamonica laureata in quindi, che pone al centro i valori, l’etica, la visione della Terra come
lettere (indirizzo Archeolo-
gia vicino Oriente) da oltre bene comune, come casa di tutti. L’associazione si è posta l’obiettivo
trent'anni si occupa d'arte,è di porre in stretta connessione il tema della giustizia sociale con
iscritta all'albo per l'exper-
tice,che esegue da anni su LA VERA RICCHEZZA quello dell’ecologia, in una visione olistica del Creato, garantendo
trasparenza, equità e solidarietà tra i soci. Coordinando e perse-
quadri, sculture e oggetti sia La vera ricchezza è di na-
antichi che moderni .Orga- guendo le finalità del progetto e costruendo relazioni tra il territorio
nizza mostre, corsi e semi- tura morale, non pecunia- e le comunità residenti. Promuovendo in contemporanea attività di ri-
nari,insegna privatamente ria. cerca, agricoltura inclusiva, agro welfare sociale, digitale, agro ener-
materie letterarie per ra- Pertanto, meritano più getica, agro abitativa, agro turistica, agro culturale. Un progetto
gazzi; aiuto compiti per i
più piccoli. Scrive articoli stima i poveri Lazzari one- ambizioso quindi, ma che si sta costruendo. Perché per cambiare bi-
culturali. sti che i ricchi Epuloni di- sogna prima sperare di poterlo fare, poi immaginare di farlo, iniziare
Per contatti 340/ 8909257 sonesti. a costruire il proprio sogno, lavorarci e continuare a credere nel pro-
prio progetto per superare le difficoltà che si incontreranno; ciò rende
un sogno realizzabile. Laura Cardia