Sei sulla pagina 1di 4

ARCHITETTURA DEGLI ELABORATORI- CArcMOOC – Unit 01.

01

General vs. Special Purpose

The broader the range of applications o fan automatic equipment

- The larger its market


- The lower its prize
- The larger the number of executions

Using a general purpose equipment has two main advantages:

- Lower costs reduce the break even point


- Broader applicability makes it easier to reach it

 C’E’ UN VANTAGGIO NEL CONCEPIRE OGGETTI CHE SODDISFANO ESIGENZE DIVERSE


per fare quel determinato compito piuttosto che un altro, bisogna che quell’oggetto venga
CONFIGURATO.
OGGETTI RICONFIGURABILI:
dispositivi che svolgono una funzione – e quindi li uso per fare
quello per cui in quel momento sono configurati – ma prima di riutilizzarli posso
decidere di riconfigurarli e fargli fare qualcosa di diverso;
C’è QUINDI UNA FASE DI CONFIGURAZIONE E UNA FASE DI UTILIZZO (due fasi
distinte)
 OGGETTI PROGRAMMABILI: dispositivi che sono concepiti per ACCETTARE, INTERPRETARE ed
ESEGUIRE ISTRUZIONI.
non è fatto per “fare qualcosa” – come i configurabili – ma è fatto per eseguire istruzioni.
 Senza istruzioni non fa nulla.

LA SUA PROGRAMMABILITA’ LO RENDE PIU’ GENERALE DEGLI OGGETTI CONFIGURABILI.


(per il REPERTORIO di istruzioni che quel dispositivo è in grado di accettare, interpretare ed
eseguire).

 I DISPOSITIVI PROGRAMMABILI PER ANTONOMASIA SONO I COMPUTER.

I PILASTRO SU CUI SI BASA IL FUNZIONAMENTO DEI CALCOLATORI:


Teoria dell’informazione (cenno): ogni informazione – ogni concetto – può essere rappresentato con degli
0 e degli 1.

Rappresentare un concetto: attribuirgli una parola; frutto di una convenzione,


un codice: alfabeto basato su due simboli: 0 e 1.
Es.

Info Representation
ON 1
OFF 0

Es.

Info Representation
0 0000
1 0001
2 0010
3 0011
4 0100
5 0101

 OGNI INFORMAZIONE PUO’ ESSERE RAPPRESENTATA COME UNA SEQUENZA DI NUMERI FINITA
DI CIFRE BINARIE (chiamati anche caratteri) CHE PRENDONO VALORE 0 E 1,
AL COSTO DI UNA POSSIBILE APPROSSIMAZIONE* frase questa che verrà spiegata e approfondita
in seguito.

II PILASTRO SU CUI SI BASA IL FUNZIONAMENTO DEI CALCOLATORI:

Logica (o algebra) di Boole:

Nell’alfabeto di simboli 0 e 1, questi due valori binari possono anche assumere i valori di vero e falso.

In questo alfabeto, sono definiti questi tre operatori:

AND OR NOT
(che sono anche gli operatori della logica preposizionale)

 Questi operatori mettono in relazione le singole proposizioni tra di loro , per ottenere qualcosa di
più.
 Ci possiamo costruire una funzione che attribuisca un simbolo a ciascuna delle proposizioni.

Es.

Luce accesa = finestra chiusa OR notte


f a OR b

Legame funzionale tra


aeb
che sono condizioni
sulle quali io non ho (VARIABILI
INDIPENDENTI) dalle quali farò dipendere f, una nuova azione (VARIABILE DIPENDENTE).
Posso rappresentare questo legame con una tabella di verità (in questo caso di OR):

a B F
0 0 0
0 1 1
1 0 1
1 1 1

III PILASTRO SU XUI SI FONDA IL FUNZIONAMENTO DEI CALCOLATORI:

Reti di interruttori:

f
b

 Tramite questo tipo di circuiti, possiamo far prendere decisioni agli oggetti in maniera automatica,
solo impostando il valore delle proposizioni.

NB: E’ fondamentale il legame che c’è tra la logica di Boole e la rete di interruttori perché ci dà la chiave
per realizzare fisicamente degli oggetti che svolgono per noi l’elaborazione di quelle funzioni logiche.
POSSIAMO USARE RETI DI INTERRUTTORI PER IMPLEMENTARE UNA QUALUNQUE FUNZIONE LOGICA

la tecnologia a cui si farà riferimento è quella dei CIRCUITI INTEGRATI:

consente di realizzare degli interruttori miniaturizzati che sono


direttamente fabbricati su un solo componente invece che essere
fabbricati ciascuno come un componente discreto.

TRANSISTORS => “fettine” di SILICIO MONOCRISTALLINO a cui


viene applicato – tramite una “maschera” – un “disegno”, che
penetra e fa “prendere vita” al dispositivo (dispositivo attivo) -
tramite reazioni chimico-fisiche – che ha delle proprietà.

SVOLGE LA FUNZIONE DI UN INTERRUTTORE

Perché INTEGRATI? Perché con quel processo posso disegnare tanti fori (INTERRUTTORI)
ma anche i collegamenti tra di loro (CIRCUITO)
Ci si è accorti nel tempo che riducendo le dimensioni delle maschere NON venivano alterati i risultati.
=> dispositivi sempre più piccoli => MINIMUM FEATURE SIZE: il dettaglio più piccolo impresso / imprimibile
sul disco
ha raggiunto i 10 nanometri
(1 NANOMETRO = MILIARDESIMA PARTE
DEL METRO)

le cellule del nostro organismo sono 100/1000 volte più grandi

RISOLVERE UN PROBLEMA DI AUTOMAZIONE SIGNFICA:

- Scegliere il MICROPROCESSORE giusto


- Scrivere un programma di controllo.

THE ORIGIN OF COMPUTER SYSTEMS:

- Computer systems are truly general purpose information processing systems


- Using a general – purpose computer system to solve a specific problem entails writing a specific
program

NB: l’hardware è trascurabile; il software è il fulcro dell’automazione.

ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Main topics:
- Digital representation of information
- Logic networks (reti logiche)
- Computer systems
- CPU (Central Processing Unit – è l’unità principale di elaborazione)
- Memory (fondamentale per un computer avere una memoria evoluta quanto il computer stesso)
- Communication

Il computer prende dalla memoria le istruzioni


da ACCETTARE, INTERPRETARE ED ACCETTARE

Memoria poco evoluta/computer


evoluissimo:
sprecare tutta la potenzialità di calcolo del
computer.