Sei sulla pagina 1di 1
la Pazie Cose di casa GLI STUDI LEGALI TORINESI, OVVERO MOLTI ATOMI E QUALCHE BIT? @ costante accelerazione dell’evoluzione tecnologi- ‘ca comportamutamenti sempre maggiori nella vita quotidiana di ognuno. Indipenden- temente dalla nazionalita e dal sistema di common law o civil law in cui ope- riamo come avvocati, tutti noi viviamo ‘ogni giorno la sfida portata dalla tec- rnologia al diritto nel senso di richiede- reall’ordinamento e a tutti gli operato~ rile soluzioni per é problemi inediti posti quasi quotidianamente dalle tec- nologie moderne. D'altro canto, biso- ‘gna rendersi conto che oggi parlare di evoluzione tecnologica non significa solo affrontareil problema di aggiorna- re Vordinamento ma anche di aggior- nare gli stessi avvocatie i loro studi professionali": ‘A due anni dal saggio citato, la quan- tita di documentazione giuridica dispo- rile sia su CD-ROM che in Internet & accresciuta costantemente, anche con il notevole coniributo della PA. E non solo l'aggiomamento normativo e giu- risprudenziale, ma la stessa ricerca di precedente la ricostruzione della nor- mativa in relazione a determinate pro- blematiche diventano possibili in breve {tempo ¢ con maggior efficacia se com- piuti con tecnologie informatiche. ‘Anche per il professionista che deve documentarsi per esigenze di ricerea o per la redazione di interventi a conve~ ‘gn, 'wtilizz0 di cospicui archivi biblio- grafici consultabili gratuitamente su Riccardo bid, p14 Intemet (per es. Varchivio DOGI sul sito dell"IDG-CNR ci Firenze) permet- te la rapida selezione di cid che ¢pert- nente 'E quini con stupore che continuo a non vedere tra gli insegnamenti dell’Ateneo torinese!'informatica gin- ridica, ma anche a registrare da parte dei giovani praticanti che frequentano Ja biblioteca in cui opero da molt anni lndificoltaaorientarsi nell'utilizz0 de var archivi eletronic E anche coloro che nel corso degli studi universtari hanno potuto frequen tace seminari ad hoe 0% brevicorsi che negli ulti anni la Facolt i giurispra- denza organizza, non possono in segui- to avvantaggiarsi delle strategic i ricerca che hanno appresso_perché spess0 si trovano asvolgere la praticain ambienti ancora fortemente stradizio- nal cx dipende cosi oggi in tuto it ‘mondo dal cto forense avere @ meno la capacta di integrarsi con l'inevtabile progresso tecnologico, di per sé certo nné buono nécattvo, riuscendo a trarme vaniaggio per migliorare la propria professionalita senza subirlo come una ‘condanna>(2) Ono? Carla Crivello (Responsabile Ufficio banche dati | Universita di Torino, Biblioteca Francesco Ruffini) agsion «Ciberiito, Come ustlo? in Informatica e divin, 1997 fse.2, p12