Sei sulla pagina 1di 143

INTERNET BANKING

GUIDA UTENTE

1
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Documentazione destinata all’uso da
parte dei clienti Unipol Banca.

Riproduzione ed uso riservati

2
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Sommario
PROFILO BASE ................................................................................................. 6
PROFILO TRADING .......................................................................................... 7
PROFILO TRADING TOP .................................................................................. 7
CONSIGLI PER LA SICUREZZA ..................................................................... 16
IL MENU “IL MIO CONTO”.............................................................................. 21
Il sottomenu “Conti correnti” .................................................................................................................. 22
Lista Movimenti ....................................................................................................................................... 22
BILANCIO FAMILIARE................................................................................................................................ 23
Assegni Italia ............................................................................................................................................ 28
Estratto conto estero ............................................................................................................................... 28
Elenco Utenze SDD DOMICIliATE .............................................................................................................. 29
SCADENZIERE UTENZE .............................................................................................................................. 31
VERSAMENTO FRECCIA ............................................................................................................................ 32
Depositi a risparmio ................................................................................................................................. 37
Il sottomenu “Depositi” .......................................................................................................................... 37
Il sottomenu “Comunicazioni” ................................................................................................................. 38
Comunicazioni.......................................................................................................................................... 38
Il sottomenu “Carte”............................................................................................................................... 39
carta Prepagata Sottosopra &SI................................................................................................................ 39
Cartasi...................................................................................................................................................... 40

IL MENU “PAGAMENTI” ................................................................................. 41


Il sottomenu “Bonifici” ........................................................................................................................... 42
BONIFICO ................................................................................................................................................... 42
BONIFICO PER RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO........................................................ 45
bonifico continuativo ............................................................................................................................... 46
Il sottomenu “Pagamenti Vari” ............................................................................................................... 50
Pagamenti F24 ......................................................................................................................................... 50

3
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Pagamenti M.AV. ..................................................................................................................................... 54
Pagamento R.AV ...................................................................................................................................... 55
BOLLO ACI ................................................................................................................................................ 56
Pagamento Bollettini Freccia .................................................................................................................... 58
Pagamento Bollettini Postali .................................................................................................................... 59
Ricarica cellulare ...................................................................................................................................... 65
EFFETTI IN SCADENZA .............................................................................................................................. 66
CANONE RAI............................................................................................................................................. 68
CBILL ........................................................................................................................................................ 69
MYBANK .................................................................................................................................................. 76
Il sottomenu “ZAC TO PAY” ..................................................................................................................... 78
ZAC TO PAY .............................................................................................................................................. 78

IL MENU “VIRTUAL SHOP” ............................................................................ 85


RIBES ....................................................................................................................................................... 85

LISTINO PREZZI .............................................................................................. 96


DESCRIZIONE SERVIZI E DEMO ................................................................... 97
IL MENU “FINANZIAMENTI” ........................................................................... 98
IL MENU “FINANZA” ..................................................................................... 100
Il sottomenu Situazione ........................................................................................................................ 100
Situazione titoli ...................................................................................................................................... 100
Titoli in scadenza.................................................................................................................................... 101
Il sottomenu Trading ............................................................................................................................ 102
QUOTAZIONI .......................................................................................................................................... 107
Il sottomenu Fondi e Sicav .................................................................................................................... 111
SITUAZIONE FONDI E SICAV .................................................................................................................... 111
GESTIONE FONDI E SICAV ....................................................................................................................... 111

WEB COLLABORATION CON FIRMA DIGITALE ........................................ 116


Richiesta del certificato per la Firma Digitale......................................................................................... 116
Firma delle raccomandazioni impartite in Web collaboration ................................................................ 126

IL MENU “ UTILITA’ ” .................................................................................... 135


Il sottomenu Dati personali................................................................................................................... 135
Dati personali. ........................................................................................................................................ 135

4
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Rapporti ................................................................................................................................................. 135
Anagrafiche............................................................................................................................................ 135
Il sottomenu Sicurezza .......................................................................................................................... 136
Limiti operativi ....................................................................................................................................... 136
Alert SMS ............................................................................................................................................... 137
Gestione credenziali. .............................................................................................................................. 141
Il sottomenu Servizi accessori................................................................................................................ 142
Mappa sito ............................................................................................................................................. 143
Messaggi ................................................................................................................................................ 143

5
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il servizio Internet Banking di Unipol Banca è disponibile in tre versioni: Base, Trading e Trading Top.

Per l’assistenza il cliente può contattare il numero verde:

, scelta 1 dell’albero vocale.


Dall’estero 0521/1922032

PROFILO BASE

E’ dedicato a chi desidera accedere a una vasta gamma di servizi in qualsiasi momento e luogo. Il servizio infatti
ti offre la possibilità di gestire funzionalità informative e dispositive:

Funzioni Informative

• Visualizzare il saldo e movimenti dei conti correnti Italia e Estero


• Consultare i time deposit - vincoli
• Avere informazioni sullo stato degli assegni (data di rilascio e stato)
• Consultare lo storico dei bonifici inviati
• Consultare le utenze domiciliate
• Consultare le situazione dei finanziamenti
• Conoscere la situazione dei tuoi dossier titoli e dei titoli in scadenza
• Collegarsi in modo diretto e sicuro (senza digitare ulteriori codici di accesso) al portale Titolari
CartaSì per la gestione delle proprie carte di credito (CartaSì).
• Consultare le comunicazioni prodotta dalla Banca in formato PDF.

Funzioni Dispositive

• Bonifico Sepa
• Caricamento bonifici continuativi
• Pagamento F24
• Pagamento Bollettino Postale
• Pagamento MAV
• Pagamento RAV
• Ricarica Cellulari
• Pagamento Canone RAI
• Pagamento Bollettini Bancari (‘Freccia’)
• Pagamento RIBA
• Pagamento bollettino CBill
• Acquisti on line con MyBank
• Ricarica carta prepagata Sottosopra &SI di CartaSi
• Attivazione/variazione SMS Alert
• Ricarica Ribes (visure camerali e informazioni commerciali)
• Versamento Freccia (stampa bollettino Freccia per versamento su proprio conto Unipol Banca).

6
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
PROFILO TRADING

E’ dedicato a chi desidera operare nei mercati finanziari e utilizza correntemente gli strumenti informatici; alle
funzioni presenti nel profilo BASE si aggiungono quelle tipiche del trading.
E’ importante precisare inoltre che la piattaforma di negoziazione è quella di E-Class MILANO FINANZA

Consente l’inserimento ordini sui seguenti mercati:

• Mercato Azionario Italiano


• Mercato Obbligazionario Telematico
• Euro Mot
• Euro TLX
• Extra Mot
• Trading After Hours
• MTA International
• Mercato dei Covered Warrant
• NYSE Azioni
• NASDAQ Azioni
• XETRA Azioni
• Parigi Azioni
• Amsterdam Azioni
• Bruxelles Azioni

Offre inoltre:

• Quotazioni mercato azionario/obbligazionario Italiano in tempo reale in modalità push


• Quotazioni mercati azionari Esteri differito di 15 minuti in modalità push
• Valorizzazione portafoglio in tempo reale
• Watch List in tempo reale
• News Finanziarie

PROFILO TRADING TOP

E’ un profilo dedicato alla clientela trading con esigenze più evolute, perché offre la possibilità di visualizzare in
tempo reale, per ciascun titolo, il book a cinque livelli, vale a dire le cinque migliori offerte di acquisto e di
vendita presenti sul mercato, in ordine di prezzo.

Rispetto alle funzionalità già presenti profilo TRADING, però in modalità pull, si aggiungono quelle di :

• Analisi tecnica
• Book a 5 livelli.

7
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
I CODICI DI ACCESSO

I codici identificativi personali con cui accedere all’operatività via Internet sono i seguenti:

il “codice utente”, composto da dieci caratteri, non è segreto e resta invariato nel tempo. Viene inviato da
Unipol Banca all’indirizzo di posta elettronica indicato nel contratto di attivazione;

la “password”, composta da 8 caratteri, viene consegnata in filiale al momento della sottoscrizione del
contratto. Al primo accesso viene richiesta la modifica della password iniziale con una a propria scelta che potrà
avere una lunghezza fino a 30 caratteri.

Al primo collegamento, per ragioni di sicurezza, il programma richiede all’utente obbligatoriamente di cambiare
la password assegnata in occasione dell’attivazione del servizio; la lunghezza della nuova password può avere
una lunghezza minima di 8 caratteri e massima di 30.

Ogni utente può cambiare la propria password d’accesso in ogni momento e senza limiti di quantità di variazioni.
In ogni caso, per ragioni di sicurezza, dopo 180 giorni ne viene richiesta obbligatoriamente la variazione.
Inoltre ad ogni accesso, l’utente viene informato in merito al suo ultimo collegamento (precedente a quello in
corso) ed al numero totale di collegamenti effettuati.

Se il cliente è dotato di chiavetta Blucode e non ha optato per l’Easy login, per completare l’accesso verrà
richiesto all’utente, ad ogni collegamento, di inserire, dopo il codice utente e la password, anche il codice
numerico generato dal BluCode (Otp).
Se il sistema di sicurezza impostato è il Secure call, in occasione del primo accesso l’utente dovrà definire un
PIN numerico di 10 cifre che servirà per ogni successivo ingresso, durante il quale l’utente dovrà digitare 3
delle 10 cifre del PIN, in una sequenza casuale scelta diversamente ogni volta dalla piattaforma.

8
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Se invece il cliente ha optato per il Token software la procedura di accesso è quella veloce, cioè vengono
richiesti solo il codice utente e la passowrd.

I tre sistemi di sicurezza citati sono descritti diffusamente nella pagina successiva.

ACCESSO VELOCE (EASY LOGIN)

Easy Login è la nuova modalità di accesso al servizio Internet banking, riservata ai clienti che attualmente
utilizzano un sistema di accesso a tre livelli, con Codice utente, Password, chiavetta “Blucode”, e la conferma
delle disposizioni con la chiavetta “Blu Code”.

L’unte potrà invece scegliere di impostare l’accesso con i soli Codice Utente e Password, riservando l’utilizzo
della chiavetta “Blucode” esclusivamente alla fase dispositiva, per un utilizzo del servizio ancora più semplice e
veloce.

Se desidera optare per l’Easy login è sufficiente accedere dal proprio servizio internet banking alla sezione
“Virtual Shop ”, “Shop Banca”, selezionare la voce “Accesso veloce” e confermare la scelta.

NOTA: dal 2 Gennaio 2015, per facilitare l’utilizzo dei servizi telematici garantendo al contempo la massima
sicurezza, i NUOVI contratti di Internet Banking dotati di chiavetta Token Blucode richiederanno l’uso dell’OTP
solo nella fase dispositiva, prevedendo l’accesso esclusivamente con Codice Utente e Password.

GLI STRUMENTI DI AUTORIZZAZIONE DELLE DISPOSIZIONI

Al codice utente e password si aggiungono i seguenti strumenti di autentificazione delle disposizioni, in


alternativa fra di loro e scelti dal cliente.

1) Blucode: la chiave elettronica, piccola come un portachiavi, che genera una nuova password ogni 30
secondi (cosiddetta One Time Password, OTP). La password è ‘usa e getta’ e potrà essere impiegata
una sola volta.

Al momento dell’autorizzazione di una disposizione (ad esempio un bonifico) , l’utente dovrà inserire il
codice OTP generato dalla chiavetta Blucode e cliccare sul pulsante Autorizza, per perfezionare
l’operazione.

9
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
2) Token Software: si basa su una tecnologia d’avanguardia che integra il sistema di generazione del
codice temporaneo OTP all’interno dell’App di Unipol Banca disponibile per iPhone, iPad e dispositivi
smartphone e tablet Android. Affinché il dispositivo funzioni è necessario che il telefono cellulare abbia
una connessione di traffico dati.
Qualora il cliente opti per questo strumento, deve installare sul suo dispositivo mobile la APP di Unipol
Banca e seguire le istruzioni di configurazione del token software illustrate nell’apposita Guida di
installazione fornita a parte. Il token software potrà essere impiegato sia come sistema di
autentificazione delle disposizioni impartite da PC che dalla stessa APP Unipol Banca.
Schematizziamo qui alcuni aspetti che sono invece trattati più ampiamente nella Guida.
Innanzitutto il cliente deve installare, o aggiornare con l’ultima versione disponibile, l’APP di Mobile
Banking di Unipol Banca, scaricandola dall’App Store, per IPhone/Ipad, o da Google Play per dispositivi
Android. La versione in grado di gestire il Token Software è facilmente riconoscibile, in quanto presenta
nella parte pubblica l’icona Token Software.

Dopo aver seguito il semplice iter di configurazione del token software, che prevede la ricezione di una
mail contenente i link a questo scopo necessari, l’utente dovrà definire, all’interno della APP, un PIN di
4 cifre. Questo PIN dovrà essere digitato sul dispositivo mobile ogni volta che sarà necessario
autorizzare una disposizione.

10
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il cliente deve inserire il PIN sulla APP per generare l’OTP (la password usa e getta o ‘passcode’) che
poi utilizzerà per autorizzare la disposizione.

11
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Nota: se l’utente effettua le disposizioni tramite la APP di Unipol Banca (e non dal suo personal
computer) la digitazione del PIN innescherà l’autorizzazione automatica delle disposizioni (cosiddetta
modalità ‘silente’) come più diffusamente spiegato nella Guida all’utilizzo del token software.

3) Secure Call: questo sistema prevede che all’atto della convalida di una qualsiasi disposizione (bonifico,
F24,compravendita titoli, ecc..) il cliente debba chiamare un apposito numero verde indicato a video,
eseguendo la telefonata esclusivamente dal cellulare associato alla propria utenza di Internet
Banking.

Un “messaggio pop-up” - vedi sotto - attiva il processo di autenticazione (numero verde e codice di 4
cifre); in successione è necessario:

1) chiamare il numero verde indicato nella schermata (la barra di stato sottostante evidenzia la durata
residua del codice).;

2) digitare sul cellulare, quando il risponditore automatico lo richiede, il codice presente nel messaggio
pop-up

12
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per motivi di sicurezza, la chiamata al numero verde è consentita solo dal telefono mobile associato al
contratto telematico e solo dal territorio nazionale.
Il sistema verifica che la chiamata provenga dal numero di cellulare associato all’utente che sta firmando
la disposizione, se ciò non avviene la chiamata si interrompe con esito negativo.
Se il numero di cellulare viene riconosciuto, una voce registrata chiede all’utente di digitare le quattro
cifre generate dal sistema ogni volta in maniera casuale che vengono proposte nelle videata di firma.
Dopo la digitazione dell’ultimo codice la chiamata si chiude e l’ordine viene impartito in automatico.

AVVERTENZE SUI SISTEMI DI SICUREZZA E AUTO SBLOCCO PASSWORD

Qualora vengano effettuati cinque tentativi di accesso consecutivi (anche attraverso più collegamenti)
utilizzando una password errata, il servizio viene bloccato automaticamente. Per sbloccare il servizio, a partire
dal mese di Novembre 2015 verrà gradualmente rilasciata su tutti i clienti una nuova funzione di auto
sblocco che permetterà agli utenti di sbloccare in autonomia, e con la massima sicurezza, la password di
accesso al servizio Internet banking.
Fino ad allora, per lo sblocco sarà necessario contattare il numero 800-112114, scelta 1: qualora il cliente non
ricordi più la password dovrà chiederne anche il reset completo e potrà successivamente accedere con quella
provvisoria consegnatagli al momento dell’attivazione del contratto. Sarà poi necessario reimpostare la nuova
credenziale.
Se non ha conservato la copia della password iniziale l’utente potrà chiederne il reinvio via SMS alla sua filiale di
riferimento.

Una volta attivata invece la nuova funzione di auto sblocco, qualora il cliente abbia dimenticato o perduto la
sua Password di accesso, e la sua utenza risultasse bloccata per superamento del numero di tentativi errati,
potrà in autonomia, grazie alla funzione di auto sblocco da lui stesso impostata, resettare la Password o
sbloccare l’utenza senza contattare il Call Center.

Il cliente dovrà eseguire una tantum una semplice attività di inizializzazione.

Per attivare la nuova funzione di auto sblocco è necessario qualche istante. Dopo che l’utente sarà entrato nel
suo Internet Banking, la procedura gli richiederà di impostare tre risposte fra le cinque domande che verranno
proposte.

13
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Specifichiamo che non vi saranno mai quesiti inerenti a dati sensibili o di sicurezza (non saranno chiesti numeri
di carte di credito, password, codici utenti, numeri di telefono, coordinate IBAN, ecc…)
Le risposte, che l’utente dovrà digitare due volte per conferma, potranno essere lunghe fino a 30 caratteri.
Si noti che verranno considerate distinte le lettere maiuscole e quelle minuscole. Saranno ammessi anche spazi
e segni di punteggiatura.
Ricordi che dovrà memorizzate le risposte così come le ha scritte.

Esempio:

Dopo aver confermato le risposte con il sistema di sicurezza che ha in dotazione (Chiavetta Token Blu Code,
Token software o Secure call a seconda dei casi) la fase di inizializzazione sarà completata.

14
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Grazie alla funzione di auto sblocco impostata l’utente non dovrà contattare l’help desk per richiedere lo sblocco
dell’utenza e l’eventuale reset della password, in caso di blocco. Né dovrà recuperare la password iniziale.
Sarà infatti il suo Internet Banking, dopo i cinque errori ed il blocco del codice utente, ad indirizzarla
immediatamente alle tre domande di controllo.

Basterà cliccare sulla freccia posta accanto alla dicitura “Ti sei bloccato? Clicca qui”, come evidenziato
nell’esempio sotto

per essere rimandato ad apposita sezione dove verrà chiesto al cliente di rispondere alle tre domande di
controllo a suo tempo impostate.

Anche in questo caso, naturalmente, per garantire la massima sicurezza, l’utente dovrà confermare le risposte
tramite il suo sistema di sicurezza (chiavetta Token Blu code, Token software o Secure call).

Se le risposte che indicherà coincideranno esattamente con quelle che aveva configurato, l’auto sblocco si
completerà con successo e verrà chiesto di creare una nuova password di accesso che potrà utilizzare da
subito per entrare nel suo Internet Banking.

15
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Qualora il cliente sbagliasse per tre volte anche le risposte di controllo dovrà rivolgersi al numero verde 800
112114, scelta 1, per lo sblocco dell’utenza e il reset della password. Al successivo accesso dovrà ripetere la
fase di inizializzazione delle risposte.

Al medesimo numero potrà rivolgersi anche qualora desideri reimpostare ex novo le risposte di controllo.

_________________________________________________________________________________________

Si ricorda che la password di accesso e il Blucode sono strettamente personali e vanno custoditi con la
massima cura; vale la medesima accortezza per quanto riguarda il telefono cellulare nel caso di utilizzo di
Token Software o Secure Call.

Se il Blucode viene smarrito/sottratto o danneggiato, occorre rivolgersi alla Filiale o contattare l'Help Desk al
numero 800-112114 scelta 1.

Se il sistema di sicurezza è il Secure Call, l’eventuale sostituzione del numero di cellulare associato al contratto
potrà essere richiesta dal cliente alla sua filiale di riferimento.

CONSIGLI PER LA SICUREZZA

1. Effettuare l’accesso all’Internet Banking di Unipol Banca dal sito ufficiale di Unipol Banca
(www.unipolbanca.it). Non è consigliabile accedere dai ‘Preferiti’, ma è bene digitare a mano l’indirizzo
controllando con attenzione il nome del sito nella barra di navigazione. "
2. Se qualcosa non ti convince, non inserire i tuoi codici e chiama subito il servizio di assistenza al Numero
Verde 800.112.114 scelta 1. Dall’estero 0521/192032
3. Non cliccare su link presenti in e-mail sospette che potrebbero condurre a siti contraffatti, molto simili al sito
della banca.
4. Vi ricordiamo che in nessun caso Unipol chiederà dati personali al cliente via mail (utente o password).
Né tantomeno Unipol Banca invierà mail contenenti link che una volta selezionati richiedano all’utente la
digitazione dei codici di sicurezza dell’Internet Banking.
5. Durante la navigazione in internet, non permettere attività da remoto non autorizzate e acconsentire solo
all'installazione di programmi di cui si può verificare la provenienza.
6. Diffidare di qualsiasi messaggio (di posta elettronica, siti web, contatti di instant messaging, chat o peer-to-
peer) che inviti a scaricare programmi o documenti dei quali si ignorano la provenienza.
7. Fare attenzione ad eventuali anomalie rispetto alle abituali modalità con cui viene richiesto l'inserimento dei
dati personali sul sito.
8. La piattaforma Internet Banking di Unipol banca utilizza un avanzato sistema di crittografia identificato dal
protocollo https chiaramente visibile all’inizio dell’indirizzo. L’URL dei siti non protetto da crittografia iniziano
invece con http e non con https. Accanto all’indirizzo compare l’icona di un lucchetto dalla quale è visibile il
soggetto

16
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Cliccando sull’icona è possibile verificare come il certificato sia stato rilasciato da Cedacri:

9. Proteggi il computer:
o Installare e mantenere aggiornati software di protezione (antivirus e antispyware), ed effettuare delle
scansioni periodiche
o Aggiornare costantemente il sistema operativo e gli applicativi del computer, installando solo gli
aggiornamenti ufficiali disponibili sui siti delle aziende produttrici
o Effettua spesso la pulizia dei file temporanei (cache e cookies)

17
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
o evita il salvataggio automatico delle password sul browser tramite la funzione di "completamento
automatico".
o Proteggere il traffico in entrata e in uscita dal computer con programmi di filtraggio del flusso di dati
(firewall).
o Fare attenzione a qualsiasi modifica improvvisa delle impostazioni di sistema o ad eventuali
peggioramenti delle prestazioni generali (rallentamenti, apertura di finestre non richieste, ecc.) che
possono indicare infezioni sospette.

Requisiti minimi di sistema

Per utilizzare i servizi di Internet Banking è necessario rispettare i seguenti requisiti minimi:

o connessione analogica o digitale attiva


o personal computer con processore 486 o superiore
o 12Mbyte di memoria RAM disponibile e 10Mbyte su Hard disk disponibili
o sistema operativo Windows (versione Win 7 o superiore)
o browser:
o risoluzione video: 1024x768 (consigliata) e superiori.

Le configurazioni di Sistema Operativo e browser utilizzate devono inoltre supportare i seguenti requisiti di
sicurezza:

• Non supportare o avere disabilitati tutti i protocolli SSL;


• Supportare ed avere abilitati tutti i protocolli TLS (TLS 1.0, TLS 1.1, TLS 1.2);
• Supportare i certificati con chiave di cifratura di lunghezza pari o superiore a 2048;
• Supportare i certificati con firma SHA2;
• Supportare i certificati in modalità Extended Verification.

In base a questi requisiti sono utilizzabili le seguenti coppie di browser e Sistema Operativo:

Android 4.0.4 (tutti i browser)


Android 4.1.1 (tutti i browser)
Android 4.2.2 (tutti i browser)
Android 4.3 (tutti i browser)
Android 4.4.2 (tutti i browser)
Android 5.0.0 (tutti i browser)
Chrome 48 / OS X R
Firefox 31.3.0 ESR / Win 7
Firefox 42 / OS X R
Firefox 44 / OS X R
IE 7 / Vista
IE 8-10 / Win 7 R
IE 11 / Win 7 R
IE 11 / Win 8.1 R

18
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
IE 10 / Win Phone 8.0
IE 11 / Win Phone 8.1 R
IE 11 / Win Phone 8.1 Update R
IE 11 / Win 10 R
Edge 13 / Win 10 R
Edge 13 / Win Phone 10 R
Safari 5.1.9 / OS X 10.6.8
Safari 6 / iOS 6.0.1 R
Safari 6.0.4 / OS X 10.8.4 R
Safari 7 / iOS 7.1 R
Safari 7 / OS X 10.9 R
Safari 8 / iOS 8.4 R
Safari 8 / OS X 10.10 R
Safari 9 / iOS 9 R
Safari 9 / OS X 10.11 R
Oppure versioni successive

Configurazioni inferiori, pur se funzionanti per ihb.cedacri.it, non sono supportate e sono utilizzate a rischio e
pericolo dell’utente.

Per Assistenza e Segnalazioni


Per segnalare situazioni dubbie o sospette eventualmente legate a fenomeni fraudolenti e per qualsiasi
domanda, richiesta di supporto e comunicazione di anomalie riguardanti i pagamenti via Internet e relativi servizi
è a tua disposizione il numero verde 800.112.114 scelta 1 . Dall’estero 0521/1922032

19
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Riepilogo delle funzionalità del servizio di Internet Banking in base ai diversi profili

Funzione IBR Base IBR Trading IBR Trading Top


Gestione credenziali X X X
Messaggi X X X
Saldo/Movimenti conto corrente X X X
Italia
Assegni Italia X X X
Situazioni titoli X X X
Saldo/Movimenti conto corrente estero X X X
Saldo/Movimenti deposito risparmio X X X
Elenco Time Deposit X X X
Elenco SEPA Direct Debit (SDD) X X X
domiciliati
Documenti on line X X X
Bonifico SEPA X X X
Situazioni finanziamenti X X X
Pagamento F24 X X X
Pagamento C-BILL X X X
Pagamento My Bank X X X
Pagamento Bollettini postal X X X
Pagamento MAV X X X
Pagamento RAV X X X
Ricarica carta prepagata Sottosopra X X X
&SI
Ricariche telefoniche X X X
Pagamento bollettino freccia X X X
Attivazione/variazione SMS Alert X X X
Caricamento bonifico continuativo X X X
Titoli in scadenza X X
Quotazioni mercato azionario Italia in X X
tempo reale
Quotazioni mercati Esteri in tempo X
differito
Valorizzazione portafoglio in tempo X
reale
Valorizzazione "watch list" in tempo X
reale
News finanziarie X X
Negoziazioni titoli X X
azionari,obbligazionari Italiani e
azionari esteri
Analisi tecnica X
Book a 5 livelli X
Consultazione fondi e SICAV X X X
Switch, versamenti successivi, rimborsi X X
su fondi e SICAV

20
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
IL MENU “IL MIO CONTO”
Il menu Il mio conto contiene tutte le scelte relative alla interrogazione dei rapporti in essere.

Sono disponibili all’interno del menu “ Il mio conto”, quattro sottomenu.

Conti correnti
o Lista Movimenti (conti aperti in Italia)
o Assegni (di conti italiani)
o Estratto conto Estero
o Elenco utenze
o Depositi a risparmio

Versamento
o Versamento Freccia

Depositi
o Elenco Vincoli

Comunicazioni
o Comunicazioni
o Variazione canale comunicazioni

Carte

o Ricarica carta prepagata Sottosopra &SI


o CartaSì

21
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu “Conti correnti”

LISTA MOVIMENTI

Tramite la funzione Lista Movimenti è possibile visualizzare tutti i movimenti registrati nel mese corrente; nella
stessa pagina viene riportato anche il saldo contabile iniziale, il saldo contabile finale e quello disponibile.

E’ possibile consultare il dettaglio dei singoli movimenti cliccando con il mouse sulla freccia posta a sinistra
della descrizione del singolo movimento.
Per effettuare la ricerca di movimenti non compresi nel mese corrente è sufficiente selezionare il rapporto e
impostare il periodo temporale desiderato (sia inserendo direttamente le date nel formato gg/mm/aaaa sia
selezionandole dal calendario cliccando sull’icona calendario posta al fianco dei campi data iniziale e data finale)
e premere il pulsante Ricerca.

Le interrogazioni effettuate possono essere visualizzate e salvate in formato Microsoft Excel o Adobe PDF
cliccando sull’icona di esportazione (XLS o Acrobat): .

22
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
BILANCIO FAMILIARE

Mediante un raggruppamento in Voci dei Movimenti di Conto Corrente, la funzione consente di sintetizzare e
rappresentare i totali delle entrate e delle uscite di un determinato periodo di riferimento.

Il Cliente ha la possibilità di ottenere un Bilancio Familiare con una sintesi della proprie entrate/uscite:
• scegliendo il conto/i corrente/i su cui effettuare la visualizzazione.
• indicando il periodo di riferimento (massimo un trimestre).

Il Bilancio Familiare può essere poi salvato in locale in formato pdf e/o excel.

Nella prima colonna, sono indicate le singole voci, suddivise tra Entrate e Uscite, a cui sono ricondotti i
movimenti di conto corrente. Se per una voce nel periodo di riferimento, non si è registrato nessun movimento ,
non viene esposta.

Nelle colonne successive sono esposti i subtotali mensili e il totali relativi al periodo selezionato.

23
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Scelta del periodo:
Scelta del min: 1 mese – Max: 1 trimestre
rapporto/i

Cliccando sull’importo del


mese o del totale si
ottiene sotto forma di
grafico (torta) la
composizione delle voci

Cliccando sulla singola voce è possibile


ottenerne la rappresentazione sotto
forma di grafico (istogramma)

Cliccando sulla singola voce è possibile ottenerne l’andamento nel periodo sotto forma di grafico (istogramma),
esempio voce “Prelievi con Bancomat”:

24
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Cliccando sull’icona presente in alto sulla destra è possibile ottenere il relativo pdf

25
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Cliccando sul Mese o Totale del periodo si ottiene la rappresentazione grafica, della composizione delle voci di
raggruppamento delle Entrate o Uscite.

Cliccando sull’icona presente in alto sulla destra è possibile ottenere il relativo pdf

26
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
RACCORDO VOCI BILANCIO FAMILIARE – CAUSALI DI CONTO CORRENTE

Di seguito la tabella che sintetizza il raccordo tra le voci che compongono il Bilancio Familiare e le
causali a cui sono ricondotte e con cui vengo registrati i movimenti di conto corrente:

VOCI ENTRATE CAUSALI


Versamenti 78 84 79 80
81 75 TT BB
AI
Stipendio o Pensione 1I AX 27 U8
Bonifici e Giroconti BP L1 2R 48
3B OY 34 NB
OR 3D OO
Cedole e Dividendi XH XQ 14 6Q
Disinvestimenti titoli XC XK 6H 6J
0P YD 73 6N
6O
Altro Le altre causali

VOCI USCITE CAUSALI


Prelievi in contanti 52
Prelievi con Bancomat V2 0T T2 Y9
Pagamenti con Bancomat VH 0U Y4 V5
Bonifici e Giroconti 26 48 M6 M5
2R 3B J7 OY
NB OR 3D 27
M4 34 OO
Pagamenti con Assegni 84 75 13 IT
Pagamenti Vari LU ON ZV TB
Utenze e addebiti diretti U3 U4 U1 EZ
U5 8Z 6X U2
8Y 8K 3X UB
TE FE 8X U7
Ricarica carta prepagata 6C 2U 4J 0E
Ricarica cellulare 8U 2Z
Imposte, tasse e contributi previdenziali QO 9I OW FT
S6 S7 6U 6W
9J
Investimento titoli 6J 0P YK YB
YT 73 6N YD
Pagamenti rate Mutui, Finanziamenti, ecc P8 92
Altro Le altre causali

27
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
ASSEGNI ITALIA

Attraverso l’opzione Assegni è possibile verificare i carnet assegni rilasciati per il conto corrente selezionato:

Per ciascun carnet è possibile visualizzare lo stato di ogni singolo assegno, cliccando sulla freccetta il
corrispondenza al numero del libretto.

ESTRATTO CONTO ESTERO

Cliccando con il mouse sul menù Estratto Conto Estero (visibile solo se l’utente possiede conti di tale
tipologia), a video compare l’elenco movimenti del proprio rapporto estero, relativi al mese corrente; nella stessa
pagina viene riportato anche il saldo contabile iniziale, il saldo contabile finale e quello disponibile, in modo del
tutto analogo a quanto illustrato per i conti correnti Italia.

28
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per effettuare la ricerca di movimenti non compresi nel mese corrente è sufficiente selezionare il rapporto e
impostare il periodo temporale desiderato (sia inserendo direttamente le date nel formato gg/mm/aaaa sia
selezionandole dal calendario cliccando sull’icona calendario posta al fianco dei campi data iniziale e data finale)
e premere il pulsante Ricerca. Come per i conti correnti Italia è possibile salvare i movimenti anche in formato
file, Excel o PDF.

ELENCO UTENZE SDD DOMICILIATE

Mediante l’opzione Utenze SDD domiciliate, l’utente può consultare le utenze (Telefono, Luce, Gas, ecc…)
domiciliate tramite SEPA DIRECT DEBIT (SDD), lo strumento paneuropeo che ha sostituito dal 2014 il RID, su
ciascuno dei propri conti correnti.
Una volta selezionato il conto da interrogare, occorre cliccare sul pulsante Ricerca.
L’elenco visualizzato può essere salvato in formato Microsoft Excel cliccando sull’icona di esportazione (XLS) o,
in alternativa, in formato PDF. Il dettaglio di ogni singola utenza (codice riferimento del creditore, codice
mandato, ecc…) può essere interrogato accedendovi tramite la freccia posta a sinistra di ciascuna di esse.

29
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
30
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
SCADENZIERE UTENZE

Questa utile funzione espone, per ciascun rapporto selezionato, i movimenti SEPA DIRECT DEBIT (SDD) in
scadenza domiciliati sul conto corrente e in attesa di essere addebitati, con l’indicazione dell’importo, della data
di contabile pagamento e della descrizione dell’azienda creditrice.
I movimenti sono esposti sullo ‘scadenziere’ non appena pervengono dalle banche dei creditori.

Inoltre, sebbene non si tratta di SDD o di addebiti, in questa sezione vengono anche mostrati gli accrediti in
arrivo relativi alle pensioni INPS.

31
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
VERSAMENTO FRECCIA

E’ un servizio utile nel caso in cui si desideri versare del contante sul conto corrente di Unipol Banca, ma ci si
trovi lontano da una filiale Unipol Banca.

E’ possibile farlo compilando on line il bollettino Freccia precompilato dall’Internet Banking e recandosi poi, con il
bollettino stampato, direttamente allo sportello di una qualsiasi Banca in Italia (Unipol Banca esclusa,
ovviamente), o presso le Tabaccherie abilitate (l’elenco di queste ultime è presente sul sito della Banca dei
Tabaccai, https://www.bancaitb.it/trova).

I costi di incasso del bollettino sono definiti da ciascuna Banca.

Per ottenere il bollettino Freccia precompilato con i propri dati è sufficiente accedere alla sezione Versamento
Freccia del menù Il mio conto\Versamenti e compilare i campi richiesti, inserendo l’importo che si desidera
versare sul proprio conto. All’atto della conferma verrà prodotto un PDF (all’occorrenza è possibile riceverlo
anche via email) che andrà stampato e presentato alla Banca presso il quale verrà effettuato il versamento.

Dopo circa 3 o 4 giorni lavorativi dal versamento, l’importo verrà accreditato sul conto corrente.

Per creare il bollettino Freccia selezionare la voce “Bollettino Freccia” dal menù Il mio conto/ Versamento/
Versamento Freccia. Sarà quindi visualizzabile la maschera per l’inserimento della nuova richiesta.

Nella mappa è necessario compilare i seguenti campi:

32
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Inserire l’importo dei contanti da versare sul
proprio conto

“Versamento conto Unipol Banca”

Inserire la data in cui verrà presentato il


bollettino (es. data corrente)

• Rapporto accredito. Si tratta del conto corrente Unipol Banca su cui verrà effettuato il versamento delle
somme.
• I dati inerenti al versamento: IMPORTO del versamento, descrizione e data scadenza (data di
presentazione del bollettino).
• Vi è inoltre la possibilità di ricevere il bollettino precompilato tramite e-mail spuntando la casella ‘Inviami
il bollettino via mail’.

Cliccando su Procedi il sistema verifica la congruità dei dati inseriti. In assenza di anomalie si accede alla
schermata successiva in cui sono riepilogati i dati precedentemente inseriti da cui è possibile:

• Autorizzare la disposizione cliccando sul bottone Autorizza


• Annullare la disposizione cliccando sul bottone Annulla

Una volta autorizzata la disposizione è possibile procedere alla stampa del bollettino da consegnare alla Banca:

⇒ Aprendo il pdf in alto a destra, una volta autorizzata l’operazione:

33
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
⇒ Ricevendolo anche via email nel caso in cui si sia spuntata la casella “inviami il bollettino via email”.

Il beneficiario del bollettino è naturalmente l’intestatario del conto Unipol Banca che ha predisposto il
bolletrtino.

34
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Una volta stampato il bollettino è possibile recarsi in banca o in tabaccheria per pagare il bollettino ed effettuare
così il versamento.

35
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Tramite la voce “Elenco richieste” è possibile visualizzare tutti i bollettini predisposti selezionandone il dettaglio
dal menu “Elenco richieste” mediante il simbolo .

Se si desidera effettuarne la ristampa è necessario cliccare sull’icona del PDF.

36
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
DEPOSITI A RISPARMIO

Tramite la funzione Depositi Risparmio è possibile visualizzare tutti i movimenti registrati nel proprio deposito a
risparmio, selezionandolo dall’elenco rapporti.
Le modalità di inquiry sul dettaglio movimenti e di eventuale stampa degli stessi sono quelli già descritti per i
conti correnti

Il sottomenu “Depositi”

Mediante questa funzione è possibile consultare i vincoli (time deposit) in essere o estinti collegati ad un dato
conto corrente.

37
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu “Comunicazioni”

COMUNICAZIONI
Si tratta della sezione che permette con estrema facilità di consultare e salvare sul proprio computer, in formato
PDF, la documentazione a lei indirizzata (estratti conto, contabili, quietanza mutuo ecc…).

Vengono proposte le comunicazioni associate ai rapporti aperti in capo al cliente e quelli di cui risulta
cointestatario.

Vengono proposte le comunicazioni prodotte nell’ultimo mese. E’ possibile ricercare la corrispondenza per
rapporto di riferimento e naturalmente impostare uno specifico intervallo temporale di produzione.
Cliccando sulla freccia posta alla sinistra di ciascuna occorrenza viene generato il file in formato PDF relativo
alla comunicazione selezionata che sarà possibile poi visualizzare e salvare sul proprio PC.

38
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu “Carte”

CARTA PREPAGATA SOTTOSOPRA &SI

E’ une funzione dedicata alla gestione delle Carte Prepagate “Sottosopra &SI”.
In particolare è possibile effettuare:

o Una nuova ricarica


o Interrogazione del saldo carta

Ricarica Prepagata &SI

Tramite questa funzione è possibile ricaricare una carta prepagata Sottosopra &SI posseduta del titolare del
servizio di Internet banking o da un terzo.
Dopo aver inserito i dati richiesti, in particolare il Numero della carta da ricaricare e l’importo, cliccare su Procedi.
Viene presentata una videata riepilogativa, per finalizzare l’operazione tramite il sistema di sicurezza in
dotazione alla postazione e confermare.

39
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Saldo prepagata &SI

Propone l’importo disponibile sulla carta

CARTASI

Per i titoli di carta di credito a saldo CartaSì emesse da Unipol Banca è possibile collegarsi in automatico al
proprio account presente sul Portale Titolari di CartaS, cliccando sul Menu Cartasi dell’Internet Banking:

40
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
IL MENU “PAGAMENTI”

Il menu Pagamenti contiene tutte le funzionalità relative all’esecuzione ed alla consultazione di disposizioni sui
conti correnti dell’utente abilitati.

I sottomenu relativi sono:

Bonifici (la cui mappa viene proposta per default)


o Bonifico
o Bonifico Continuativo

Pagamenti Vari
o F24
o MAV
o RAV
o Canone Rai
o Bollettino Postale
o Ricarica Cellulare
o Bollettino
o Domiciliazione Utenze
o Effetti in Scadenza
o Cbill

Trattandosi di operazioni dispositive, per finalizzare le funzioni di pagamento disponibili in questa sezione in
sicurezza il cliente deve apporre la conferma tramite la one time password (OTP) generata per l’occasione dal
sistemate, come di seguito spiegato.

41
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu “Bonifici”

BONIFICO

Tramite questa funzione il cliente può disporre bonifici in Euro diretti in Italia e a beneficiari appartenenti a
paesi che fanno parte dell’area SEPA (Single Euro Payments Area).
L’elenco completo e aggiornato dei paesi aderenti alla SEPA è disponibile tra gli altri sul sito www.sepaitalia.eu,
al link http://www.sepaitalia.eu/welcome.asp?Page=2389&chardim=0&a=a&langid=1.

Se si desidera che il bonifico venga accreditato al cliente il giorno lavorativo successivo all’inserimento
della disposizione è necessario che l’utente lo autorizzi prima delle ore 16.00 dello stesso giorno di
inserimento.

Nella parte superiore della videata sono presenti quattro pulsanti:

• Elenco bonifici: consente la visualizzazione della lista dei bonifici disposti in precedenza.
• Rapporti estinti: consente di visualizzare la lista bonifici disposti in precedenza con addebito su rapporti di
conto corrente che nel frattempo sono stati estinti.
• Nuovo Bonifico, permette l’inserimento di una nuova disposizione di bonifico.
• Nuovo Giroconto deve essere utilizzato per effettuare dei giroconti (cioè disposizioni dirette ad un altro
conto Unipol Banca di cui il cliente è intestatario o cointestatario).

Per disporre un Nuovo Bonifico vanno valorizzati tutti i dati obbligatori che sono contrassegnati dall’asterisco (*),
la Denominazione e il Conto Corrente di accredito (Iban) del Beneficiario, l’Importo e la Descrizione
(Causale) del Pagamento.

42
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Dal 1 Febbraio 2016 anche per i bonifici SEPA diretti all’Estero non è più obbligatorio per il cliente ordinante
valorizzare il BIC Banca Destinataria, in quanto è l’applicativo che sulla base dell’Iban inserito lo determina in
automatico.
Per tale motivo, il BIC è stato eliminato dalla maschere di compilazione del bonifico.:

La Data Esecuzione Addebito è la data in cui viene addebitato il conto corrente, se non valorizzata è
determinata con la data del giorno di inserimento del bonifico.

La data di regolamento minima (che coincide con la data di accredito al beneficiario) è quella lavorativa
1
successiva (secondo il calendario Target ) a quella di inserimento.

Qualora il cliente inserisca il bonifico dopo le ore 16.00 il bonifico avrà data di esecuzione addebito pari al
giorno lavorativo successivo e data regolamento pari al secondo giorno lavorativo successivo a quello di
inserimento.

Al termine, cliccando sul pulsante Procedi, il bonifico passerà alla fase di autorizzazione.

1
Il calendario Target2 si riferisce ai giorni in cui è operativo il sistema di regolamento interbancario europeo Target2. Coincide in linea di
massima con il calendario lavorativo nazionale con alcune eccezioni. In particolare, oltre al Sabato e alla Domenica, sono considerate NON
lavorative per Target le giornate del: 1 Gennaio, Venerdì di Pasqua, Pasqua, Lunedì dell’Angelo, 1 Maggio, Natale e Santo Stefano.

43
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Nella schermata di autorizzazione della disposizione è possibile verificare i dati inseritI nella fase precedente e
Autorizzare o Annullare la disposizione preparata cliccando sul relativo bottone.

Cliccando su Autorizza viene innescato il processo finale di convalida della disposizione che deve essere
perfezionato, a seconda dei casi, utilizzando lo strumento di autorizzazione abbinato al proprio servizio
telematico (Blu Code, Secure Call, Token Software).

Una volta autorizzato il pagamento, la procedura riporta, nella videata successiva, un messaggio di conferma
inoltro, che informa anche della notifica via mail dell’operazione effettuata.

Per annullare la disposizione è sufficiente cliccare sul bottone Annulla.

Una volta autorizzato il pagamento, la procedura riporta, nella videata successiva, un messaggio di conferma
inoltro, che informa anche della notifica via mail dell’operazione effettuata.

44
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Fino a che il bonifico non viene immesso sul circuito interbancario il cliente ha la possibilità di revocarlo,
entrando nell’Elenco bonifici e cliccando sul pulsante Revoca.

BONIFICO PER RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO

E’ possibile inserire dei bonifici c.d per ristrutturazione edilizia e risparmio energetico per poter usufruire delle
relative agevolazioni fiscali.

Per disporre questa tipologia di bonifico è sufficiente utilizzare la funzione Bonifico aprendo il menù a tendina del
campo Motivazione Pagamento e selezionando la motivazione di proprio interesse.

A seguire dinamicamente vengono proposti i campi in cui inserire i riferimenti dei Dati fiscali.
Nei campi ‘Dati fiscali riferiti all’ordinante’ è obbligatoria l’indicazione del/i "CODICE FISCALE/Partita IVA” del/i
soggetto/i che usufruirà/anno dell’agevolazione fiscale.
Il campo ‘Dati fiscali riferiti al beneficiario’ deve essere indicato il "CODICE FISCALE/Partita IVA” del beneficiario
del bonifico.

Una volta compilati tutti i dati necessari, si può procedere all’autorizzazione della disposizione, come per un
bonifico ordinario.

45
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Dopo circa quattro giorni lavorativi dalla data di esecuzione del bonifico, nella sezione Comunicazioni sarà
disponibile la contabile in formato pdf che certifica la corretta esecuzione del bonifico e che potrà essere
utilizzata in sede di dichiarazione dei redditi.

BONIFICO CONTINUATIVO

Questa funzione permette di inserire un ordine di bonifico continuativo ad importo fisso, impostando un
piano di estrazione a scadenza fissa o variabile.

E’ utile impiegarla quando si ha la necessità di effettuare bonifici dello stesso importo a scadenze prestabilite
(es: pagamento di rate). In corrispondenza di ciascuna delle scadenze prescelte verranno infatti eseguiti
automaticamente i bonifici ed inviati al beneficiario, senza che l’utente sia costretto ogni volta a ricordarsi di
caricare il bonifico e di autorizzarlo.

Non è ammesso il caricamento di piani ad importo variabile: per impostare questa tipologia di piani l’utente dovrà
rivolgersi direttamente alla filiale.

La maschera di inserimento è molto semplice.

Caso 1: importo fisso e piano di estrazione a cadenza fissa.

L’utente dovrà inserire l’importo nel campo Importo Base e impostare la periodicità ‘Fisso’,

Quindi dovrà essere impostato il campo Data, indicando:

1) Se si opta per la data di addebito all’ordinante, o per la data di accredito al beneficiario;


2) Il giorno del mese prescelto per l’addebito (o l’accredito, se si è scelto tale tipo di data); in alternativa è
possibile selezionare la fine del mese.
3) La cadenza di estrazione, selezionandola fra quelle proposte dal menu a tendina (settimanale,
quindicinale, mensile, ecc…)
4) L’eventuale data di primo pagamento della rata.

Qualora la data accredito beneficiario impostata dal cliente ricada in una giornata festiva, la procedura
predisporrà il movimento con la prima data utile, cioè il giorno lavorativo immediatamente precedente.
Se invece il cliente ha scelto la data di addebito ordinante ed essa ricade in una giornata festiva, il movimento di
addebito sarà effettuato il primo giorno lavorativo immediatamente successivo.

46
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Avvertenza: per consentire l’estrazione automatica delle rate è necessario che la prima data di addebito
imposta dall’utente (o calcolata, se il cliente ha scelto la data di accredito al beneficiario) sia superiore di
almeno 2 giorni lavorativi alla data di inserimento dell’ordine permanente.
Il termine è di 1 giorno per i bonifici interni (Unipol Banca su Unipol Banca)
Es: se si inserisce l’ordine il giorno 16/4 (Giovedì), la prima data di addebito ammessa sarà il 20/4/2015 (Lunedì)
e la prima data di accredito al beneficiario il 21/4/2015. Se il bonifico è interno le date sono rispettivamente 17/4
e 20/4.

Se la data impostata non rispetta tali criteri la procedura avverte l’utente con un errore specifico.

Nel Tipo disposizione l’utente indica, agendo sull’apposito menu a tendina, se il piano dovrà proseguire fino a
quando l’utente non deciderà di revocarlo (‘a revoca’), oppure se la durata sarà limitata al numero di rate totali
impostabili nel campo successivo (‘per numero rate’) o se, infine, le estrazioni dovranno terminare in
corrispondenza di una specifica data, sempre impostata dal cliente (‘a scadenza’).

47
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Dopo aver impostato il piano, e aver cliccato sul tasto Procedi, l’utente potrà autorizzare il caricamento,
impiegando come di consueto il sistema di sicurezza previsto dal suo Internet Banking (Blucode, Token
Software o Secure Call a seconda dei casi).

Caso 2: importo fisso e piano di estrazione a scadenza variabile.

In alternativa al piano a periodicità fissa, l’utente può predisporre un ordine continuativo a periodicità variabile.

Comparirà una griglia con i mesi dell’anno che potranno essere selezionati per creare il piano desiderato.

La data di primo pagamento indicata nel campo omonimo può anche non appartenere ai mesi selezionati. In tal
caso verrà estratta comunque tale prima rata e successivamente partirà il piano con le successive mensilità
impostate. Ad esempio, se l’utente ha selezionato nel piano Luglio e Settembre, ed ha indicato come data primo
pagamento 20/5/2015, verrà estratta la rata del 26 Maggio 2015 e successivamente le rate del 20 Luglio 2015,
del 20 Settembre 2015, del 20 Luglio 2016, e così via.

Per il resto valgono le istruzioni indicate per il piano con periodicità fissa.

48
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
------------

Su un bonifico continuativo creato in precedenza l’utente può intervenire per:

1) Revocare il bonifico continuativo. Il piano verrà interrotto definitivamente, e le rate successive alla
revoca, non verranno più estratte. Non sarà possibile riattivare un bonifico continuativo revocato.

2) Modificare il bonifico continuativo. Gli unici campi modificabili sono quelli relativi a:

- importo;
- descrizione del bonifico;
- scadenza (solo se è stato impostato un piano a scadenza);
- IBAN del beneficiario, ma SOLO per i bonifici interni, cioè se il conto del beneficiario è
anch’esso di Unipol Banca (in tal caso verrà verificato l’intestatario dell’IBAN beneficiario: se
diverso dal precedente verrà automaticamente reimpostato col nuovo nominativo).

3) Sospendere il piano. Dalla data di sospensione (e fino alla eventuale riattivazione del piano) non verrà
più estratto alcun bonifico.

4) (Ri)attivare un piano in precedenza sospeso.

Il cliente può accedere alle funzioni di gestione del bonifico continuativo dal menu elenco.

I pulsanti di azione (Revoca, Sospensione, Modifica, Attivazione) saranno attivi solo se l’azione corrispondente è
possibile ancora (ad esempio, i pulsanti di attivazione, modifica e sospensione non saranno presenti su un
ordine revocato).

Solo la modifica e la ri(attivazione) di un piano richiederanno all’utente di confermare l’operazione tramite


Blucode, Token Software o Secure Call.

49
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
In circostanze eccezionali (es: cessazione delle coordinate IBAN del beneficiario) l’ordine potrebbe
assumere lo stato di ERRATO. In tal caso il bonifico non verrà lavorato e l’ordine continuativo dovrà essere
reinserito.

Il sottomenu “Pagamenti Vari”

Permette di eseguire un’ampia gamma di disposizioni:

PAGAMENTI F24

Questa opzione consente la presentazione in forma telematica dei modelli F24.

La delega unica F24 è il modello che va utilizzato per pagare:

Imposte sui redditi e ritenute alla fonte;


Iva;
Imposte sostitutive delle Imposte sui redditi e dell'Iva;
Irap;
Tari, Tasi, Imu
Addizionale Regionale o Comunale all'Irpef;
Contributi e premi Inps, Inail, Enpals, Inpdai;
Interessi in caso di pagamento rateale

Va utilizzata inoltre per pagare tutte le somme dovute (compresi interessi e sanzioni) in caso di:

Liquidazione e controllo formale della dichiarazione;


Avviso di accertamento;
Avviso di irrogazione sanzioni;
Accertamento con adesione (concordato);
Conciliazione giudiziale;
Ravvedimento.

Selezionando F24 dal menù Pagamenti Vari, la procedura si predispone per l’inserimento di un nuovo modello.
Sono disponibili: a) i modelli F24 standard, b) con elementi identificativi, c) semplificato e d) accise.

Il cliente deve autorizzare la disposizione F24 entro le ore 19.30 del giorno di scadenza

50
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
La compilazione di un nuovo modulo F24, prevede la digitazione dei campi delle pagine elettroniche
corrispondenti alle sezioni del modulo cartaceo F24 e rispondono alle regole del Ministero dell’Economia e delle
Finanze. Le icone a forma di cannocchiale servono per attivare la ricerca sui Codici Tributo, ecc…

Terminata la compilazione del modello, premendo sul pulsante Prosegui, la procedura esegue un controllo
completo del modulo presentato, come se l’utente fosse allo sportello e gli eventuali errori commessi durante la
compilazione, saranno evidenziati.
Nel caso di errori, non sarà possibile confermare la delega e portarla allo stato successivo, ma solo ritornare alla
compilazione del modulo F24.

Accanto al tasto Prosegui è presente anche il nuovo pulsante Salva in bozza che consente, in alternativa, di
salvare l’inserimento dei dati, senza necessità di procedere subito all’autorizzazione. In un secondo momento.
anche in giornate successive all’inserimento, l’utente potrà rientrare sull’F24 in stato di bozza, dal menu Elenco,
e procedere all’autorizzazione.

Nel caso di inserimento corretto, si passerà alla fase di autorizzazione; questa mostra il modulo compilato con il
calcolo dei totali parziali e di quello generale (nell’esempio viene richiesto l’OTP generato dal Blucode:
naturalmente la mappa cambierà a seconda del sistema di sicurezza associato al cliente, a seconda che si tratti
di tpken software, secure call o, appunto, blu code).

51
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Cliccando su Annulla, l’operazione termina e i dati inseriti cancellati.
Cliccando su Modifica, si ritorna alla videata precedente che permette la modifica di quanto già digitato.

Se invece il contenuto è corretto e si intende dare corso alla disposizione, va inserito, nel riquadro in giallo posto
vicino all’immagine del Blucode, il codice OTP e confermare l’operazione cliccando su Autorizza.

Una volta autorizzato il pagamento, la procedura riporta, nella videata successiva, un messaggio di conferma
inoltro, che informa anche della notifica via mail dell’operazione effettuata.

Se si clicca su Chiudi, verrà visualizzata la pagina contenente l’elenco dei pagamenti effettuati.

La scheda Elenco F24 propone i pagamenti eseguiti dal cliente: come di consueto viene proposto l’ultimo mese,
ma il cliente può naturalmente effettuare ricerche mirate su uno specifico intervallo temporale agendo sul
calendario posta a destra della data iniziale e finale. Il codice fiscale del contribuente può essere selezionato dal
menu a tendina che elenca quelli oggetto del pagamento.

52
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
L’elenco riporta, insieme ai dati principali, anche lo stato della delega, stato che il cliente deve accuratamente
monitorare.
Cliccando sulla freccia posta a sinistra della riga della singola delega è possibile accedere al dettaglio e alla
funzione di stampa (in formato PDF) della stessa.
Quando alcuni giorni dopo l’avvenuto pagamento, il Ministero delle Finanze invierà la quietanza elettronica alla
banca, essa verrà messa a disposizione del cliente e potrà essere visualizzata e stampata all’interno della
stessa sezione F24.

Dalla funzione di elenco è possibile, tramite pulsante apposito, una vecchia disposizione in modo da poterla poi
utilizzare per un diverso pagamento, modificando solo i dati necessari.

La delega assume lo stato di PAGATO solo dopo che è stata prodotta la quietanza, mentre fino a tale momento
lo stato, se la delega non presenta errori. è PRENOTATO. La deleghe salvate e non ancora autorizzate
assumono lo stato di BOZZA.

La funzione di pagamento F24 permette la revoca da parte dell’utente delle deleghe disposte: essa è
possibile solo fino alle ore 20.00 del giorno antecedente alla scadenza (20.00 del giorno di scadenza se
inserito nella stessa giornata di pagamento). Il bottone per la Revoca della delega singola si trova in fondo
alla mappa relativa alla singole disposizione a cui si accede dalla funzione di Elenco F24.
L’utente potrà anche rivolgersi alla filiale qualora desideri annullare il pagamento, non oltre comunque la stessa
giornata di addebito,

In tutti i casi l’addebito sul conto del corrente avverrà nella fase notturna del giorno di scadenza. Nel caso
particolare di pagamento effettuato nel giorno stesso di scadenza (c.d. pagamento immediato), entro il già
ricordato orario limite delle 19.30, l’addebito verrà effettuato nella fase serale successiva al giorno di scadenza
(es: pagamento scadenza 16 effettuato il 16, verrà addebitato il giorno 17).

53
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
PAGAMENTI M.AV.

Il M.AV (Pagamento Mediante Avviso) è un bollettino emesso da soggetti quali condomini o enti pubblici che
devono incassare somme in maniera rateale o frazionata.

Selezionando la voce MAV si può scegliere fra:

Elenco MAV
Nuovo pagamento MAV

Tramite il comando Nuovo pagamento MAV è possibile inserire i dati necessari per il pagamento di un nuovo
MAV, ed in dettaglio:

Rapporto addebito prescelto


Numero del MAV (è indicato nel bollettino cartaceo in possesso del cliente ed è composto da 17 o 18
cifre a seconda dei casi)
Data di pagamento MAV (è la data nella quale si desidera che venga addebitato il conto corrente e
pagato il MAV: può non coincidere con la data di scadenza del MAV)
Importo

Al termine dell’inserimento dei dati, selezionando il comando Procedi la procedura verifica i dati inseriti
(lunghezza e strutturazione del codice del pagamento, l’importo e le abilitazioni del rapporto scelto per
l’addebito); oltre ai dati digitati, la procedura espone la data di valuta e le eventuali commissioni, e se quanto
inserito è corretto il sistema chiede l’autorizzazione.

Cliccando su Autorizza viene innescato il processo finale di convalida della disposizione che deve perfezionato
utilizzando lo strumento di autorizzazione abbinato al proprio servizio telematico (Blu Code, Secure Call, Token
Software).

54
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il pagamento dei MAV è possibile fino alle 19.30 della data di pagamento indicata, Se il pagamento avviene
dopo tale orario l’utente deve indicare una data di pagamento successiva (ricordiamo che è consentito il
pagamento di bollettini MAV scaduti).
E’ possibile anche PRENOTARE un pagamento, cioè inserire un MAV con data di pagamento superiore alla
data di inserimento. L’addebito avverrà automaticamente il mattino del giorno di scadenza.

Una volta autorizzato il pagamento, la procedura riporta, nella videata successiva, un messaggio di conferma
inoltro, che informa anche della notifica via mail dell’operazione effettuata.
Tramite il pulsante posto in basso è possibile tornare all’elenco dei pagamenti MAV inoltrati.

Con la funzione Elenco MAV è possibile visualizzare i MAV pagati nel mese corrente o, agendo come già
illustrato, sull’icona calendario, in un intervallo temporale prescelto.

Nel caso di MAV prenotato l’utente può annullare il pagamento entro le ore 18.00 del giorno antecedente alla
data di pagamento, tramite il pulsante Annulla MAV.

Due giorni lavorativi dopo l’addebito verrà prodotta la quietanza di avvenuto pagamento, disponibile nella
sezione Comunicazioni, che potrà essere salvata sul PC e stampata.

PAGAMENTO R.AV

Il R.AV (Ruoli Mediante Avviso) è un tipo di bollettino utilizzato dai concessionari che trattano la riscossione di
somme iscritte a ruolo, come ad esempio le sanzioni per violazioni del codice della strada, le tasse sulle
concessioni governative, sulla nettezza urbana, l'iscrizione agli albi professionali.
Cliccando sulla voce di menu RAV, il sistema visualizza la pagina per l’inserimento di un nuovo pagamento

Le modalità di pagamento (e di consultazione dell’archivio storico delle disposizioni) sono del tutto simili a quelle
previste per il MAV.
Si ricorda che il codice identificativo è composto da 17 caratteri.

55
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il pagamento dei RAV è possibile nell’intera giornata. Nella serale e notturna potrebbero verificarsi dei brevi
periodi di interruzione del servizio.

BOLLO ACI

Questa funzionalità consente di pagare il bollo ACI in scadenza per l'anno in corso ai residenti nelle seguenti
regioni e province: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia,
Marche, Molise, Piemonte, Prov. Aut. Bolzano, Prov. Aut. Trento, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d'Aosta.

Per effettuare il pagamento occorre selezionare:


il conto corrente di addebito,
la tipologia di mezzo (autoveicolo o motoveicolo),
la provincia di residenza dell’intestatario del veicolo,
il numero di targa
il codice fiscale dell’intestatario. Il controllo sul codice fiscale permette di evitare di pagare per errore
un bollo riferito ad un numero di targa erroneamente digitato e associato ad altro proprietario.

Cliccando sul bottone Procedi vengono riepilogati i dati inseriti per il controllo finale e mostrato il costo di
esazione. Se presenti, vengono esposte anche le eventuali sanzioni e gli interessi di mora.

56
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per Autorizzare il pagamento disposizione occorre premere il pulsante Autorizza, utilizzando poi lo strumento di
autentificazione associato al contratto di Internet Banking (Blu Code, Secure Call o Token Software).

ATTENZIONE : prima della conferma finale invitiamo a verificare scrupolosamente i dati inseriti, in
quanto, una volta effettuata l’autorizzazione non è più possibile revocare il pagamento.

Una volta che l’operazione si è conclusa con successo viene prodotta l’attestazione di pagamento in
formato PDF che può essere immediatamente scaricata.

57
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
L’addebito sul conto corrente è on line, se viene effettuato prima delle 19.30; diversamente l’addebito avviene in
differita al mattino del giorno successivo.

Il pagamento dei bollettini è in teoria possibile nell’intera giornata. Tuttavia, in taluni momenti potrebbero
verificarsi interruzioni temporanee del servizio.

PAGAMENTO BOLLETTINI FRECCIA

Il bollettino bancario Freccia è uno strumento di incasso pagabile presso qualsiasi sportello bancario. Si tratta di
modulo standardizzato inviato al debitore da parte di aziende che, previo accordo con la loro banca, devono
ricevere ad esempio con una certa frequenza pagamenti di -medio importo, come spese condominiali, rette
universitarie, ecc…

Una volta eseguito il pagamento l’importo sarà accreditato sul conto corrente indicato dall’azienda creditrice, la
quale sarà avvertita dell’avvenuto pagamento dalla propria banca.

Cliccando sul menù Bollettini Freccia, la procedura presenta la maschera per l’inserimento di un nuovo bollettino

58
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Oltre al conto corrente prescelto per l’addebito, selezionabile dall’apposito menu a tendina, dovranno essere
indicati i seguenti dati reperibili dalla materialità del bollettino Freccia (che contiene anche i riferimenti del
creditore, del debitore e la motivazione del pagamento)

Codice identificativo del pagamento, composto dal codice azienda (5 caratteri alfanumerici)
e dal codice riferimento debitore;
Importo;
Coordinate IBAN del creditore;
Carattere di controllo (CIN) dell’ importo;
Cin Intermedio;
Cin Complessivo;
Carattere esenzione.

Una volta inseriti i dati richiesti, cliccando su Procedi si passa alla fase successiva di autorizzazione. La
procedura, oltre ai dati inseriti, evidenzia anche il beneficiario e le eventuali commissioni.

Cliccando su Autorizza viene innescato il processo finale di convalida della disposizione che deve perfezionato
utilizzando lo strumento di autorizzazione abbinato al proprio servizio telematico (Blu Code, Secure Call, Token
Software).

Una volta autorizzato il pagamento, la procedura riporta, nella videata successiva, un messaggio di conferma
inoltro, che informa anche della notifica via mail dell’operazione effettuata.
Con la funzione Elenco Bollettini Freccia è possibile visualizzare i Freccia pagati nel mese corrente. Se si
desidera effettuare una ricerca su altro c/c collegato o su un altro periodo è sufficiente selezionare, tramite gli
appositi filtri, quanto desiderato e cliccare sul tasto Ricerca.

Il pagamento dei Freccia è possibile dall’1.00 alle 19.30 circa. Tuttavia, nella serale e notturna potrebbero
verificarsi dei brevi periodi di interruzione del servizio

PAGAMENTO BOLLETTINI POSTALI

Con questa funzione è possibile effettuare il pagamento di:

59
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
• Bollettino Bianco (codice 123); (è ammesso il pagamento solo se l’intestatario dell’Internet Banking è una
persona fisica, escluse anche le società di persone, qualunque sia l’importo).

• Bollettino Premarcato (codice 896, se importo precompilato, o 674 se definito dall'utente); (se
l’intestatario dell’Internet Banking non è una persona fisica, il pagamento è ammesso solo fino a 1000 Euro).

Pagare i Bollettini Postali mediante addebito diretto sul proprio conto corrente con questa funzione è semplice e
intuitivo. La pagina del pagamento contiene l'immagine dei bollettini esattamente uguali a quelli reali, in
questo modo da facilitare la compilare dei campi.

Il pagamento avviene in tempo reale, tramite un colloquio diretto con Poste e consente di ottenere
immediatamente la ricevuta, in formato PDF, pronta per essere stampata o archiviata sul tuo pc.

ATTENZIONE : prima della conferma finale invitiamo a verificare scrupolosamente i dati inseriti,
in quanto, una volta effettuata l’autorizzazione non è più possibile revocare il pagamento. Per
eventuali richieste di storno l’utente dovtà contattare direttamente il soggetto creditore.

Selezionare la tipologia di bollettino che si intende pagare cliccando sul relativo bottone.

Dal pulsante Elenco è disponibile la lista dei bollettini postali pagati con la nuova funzionalità. Accedendo al
dettaglio del singolo pagamento, cliccando sull’icona Pdf presente in alto a destra è possibile stampare il
Bollettino Postale quietanzato attestante l’avvenuto pagamento.

Il pagamento dei bollettini è in teoria possibile nell’intera giornata. Tuttavia, in taluni momenti potrebbero
verificarsi interruzioni del servizio da parte di Poste italiane.

60
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
PAGAMENTO BOLLETTINO POSTALE BIANCO

Sono i bollettini bianchi che - negli uffici postali - vanno compilati a mano con i dati di chi effettua il pagamento e
di chi lo riceve.

Nella mappa è necessario valorizzare:


• il campo Rapporto addebito: è il rapporto di conto corrente su cui viene addebitato il pagamento;
• tutti i campi obbligatori (contrassegnati dall’asterisco) presenti sul bollettino.

Cliccando su Procedi il sistema verifica on line la congruità tra il numero di conto corrente postale digitato e la
relativa intestazione inserita nel campo “Intestato a” , in caso di incongruenza viene restituita la seguente
segnalazione

In assenza di anomalie si accede alla schermata successiva in cui sono riepilogati i dati precedentemente
inseriti e da cui è possibile:

• Autorizzare la disposizione, cliccando sul bottone Autorizza, utilizzando poi lo strumento di


autentificazione associato al contratto di Internet Banking (Blu Code, Secure Call o Token Software.

• Annullare la disposizione, cliccando sul bottone Annulla.

ATTENZIONE: dopo l’autorizzazione finale, come ricordato anche nella dicitura in rosso esposta
direttamente nella maschera, non è più possibile revocare il pagamento. Per eventuali richieste di storno
l’utente dovrà contattare direttamente il soggetto creditore.

61
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Una volta autorizzata la disposizione viene presentata una videata simile alla seguente.

Cliccando sull’icona Pdf presente in alto a destra è possibile ottenere la copia del Bollettino Postale quietanzato
attestante l’avvenuto pagamento.

62
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
PAGAMENTO BOLLETTINO PREMARCATO

Sono i bollettini pre-compilati dall'azienda che li emette e sono relativi a varie tipologie di pagamenti (per
esempio bollette di gas /acqua/luce).

Nella videata è necessario valorizzare:


• il campo Rapporto addebito: è il rapporto di conto corrente su cui viene addebitato il pagamento;

63
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
• tutti i campi obbligatori (contrassegnati dall’asterisco) presenti sul bollettino. Si invita a prestare attenzione
alla valorizzare del campo TD presente in basso a destra che può essere valorizzato con codice 896, se
importo precompilato, o 674 se definito dall'utente.

In assenza di anomalie si accede alla schermata successiva in cui sono riepilogati i dati precedentemente
inseriti e da cui è possibile:

• Autorizzare la disposizione cliccando sul bottone Autorizza, utilizzando poi lo strumento di


autentificazione associato al contratto di Internet Banking (Blu Code, Secure Call o Token Software.

• Annullare la disposizione cliccando sul bottone Annulla.

ATTENZIONE: dopo l’autorizzazione finale, come ricordato anche nella dicitura in rosso esposta
direttamente nella maschera, non è più possibile revocare il pagamento. Per eventuali richieste di storno
l’utente dovrà contattare direttamente il soggetto creditore.

In analogia a quanto indicato per il Bollettino Bianco, dopo l’autorizzazione della disposizione viene presentata
una videata riepilogativa in cui è presente l’icona Pdf dalla quale è possibile produrre e stampare il Bollettino
Postale quietanzato attestante l’avvenuto pagamento.

64
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
RICARICA CELLULARE

La scelta Ricarica cellulare apre la finestra di esecuzione nuova ricarica.

Dopo aver selezionato il rapporto d’addebito tramite l’apposita lista, vanno indicati il gestore telefonico alla cui
rete appartiene il cellulare da ricaricare (H3G (Tre), Tim, Vodafone, Wind, Coop Voce) e il numero telefonico su
cui deve essere accreditata la ricarica.
E’ possibile spuntare la casella ‘Salva numero’ in modo da poterlo richiamare velocemente in occasione di future
ricariche. Una volta inserite queste informazioni (tutte obbligatorie) si può proseguire nell’operazione cliccando
su Procedi.
Nella seconda pagina è necessario selezionare il taglio della ricarica (rammentiamo che l’ammontare dei tagli
minimi e massimi è stabilito dal gestore telefonico).

65
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Se si desidera non procedere con la ricarica sarà sufficiente cliccare su Annulla.
Per autorizzare la disposizione occorrerà impiegare lo strumento di autentificazione associato al contratto di
Internet Banking (Blu Code, Secure Call o Token Software); nell’esempio viene richiesto di inserire la password
temporanea generata dalla chiavetta Blucode.

ATTENZIONE: dopo l’autorizzazione finale non è più possibile revocare la ricarica.

La ricarica è possibile nell’intera giornata. Tuttavia, nella serale e notturna potrebbero verificarsi dei brevi
periodi di interruzione del servizio

EFFETTI IN SCADENZA

Questo menu permette di visualizzare il dettaglio delle ricevute bancarie (Ri.ba), di cui è debitore il cliente,
domiciliate su nostri sportelli e per le quali il codice fiscale/Partita Iva indicato dal creditore sulle Ri.ba da lui
presentate all’incasso coincide esattamente con quella dell’intestatario dell’Internet Banking.

Occorre selezionare la/le Riba di interesse e cliccare poi su Procedi, per poi effettuare l’autorizzazione con il
sistema di sicurezza associato al contratto (Blue Code, Secure Call o Token Software).

66
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
67
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il pagamento delle Riba è possibile dall’1.00 alle 19.30 circa. Tuttavia, nella serale e notturna potrebbero
verificarsi dei brevi periodi di interruzione del servizio.

CANONE RAI

Questa funzionalità permetteva agli utenti del servizio di Internet Banking, fino al 2015, di pagare il Canone
Radio Televisivo Italiano (RAI) mediante addebito diretto sul proprio conto corrente.

Dal 2016 l’addebito del canone Rai avviene all’interno della bolletta dell’elettricità.
La funzione ‘Canone Rai’ presente sull’IB contiene solo l’elenco dei pagamenti effettuati prima del 2016, mentre
la funzione di pagamento è stata disabilitata.

Nel caso di esito positivo della transazione, l’utente potrà procedere alla visualizzazione e stampa della
quietanza (scaricabile in formato PDF) con i dati riassuntivi dell’avvenuto pagamento, cliccando sul pulsante .

68
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
CBILL

Il CBILL è un innovativo e comodo servizio che permette agli utenti di effettuare dalla postazione Internet
Banking la consultazione e il pagamento di “bollette” (cioè di documenti che notificano ad un cittadino o ad
un’impresa l’importo dovuto a seguito dell’erogazione di un servizio o a fronte di un obbligo Amministrativo)
emesse da alcuni soggetti creditori, denominati “Biller” che hanno aderito a tale sistema di incasso.

Gli utenti Internet Banking di Unipol Banca, nel ruolo di debitori, potranno così pagare le proprie bollette, non
domiciliate sul conto corrente, a condizione, naturalmente, che il creditore/fatturatore abbia aderito al sistema
CBILL.

69
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il CBILL si propone quindi come alternativa al pagamento mediante Bollettino postale. I creditori possono essere
sia Aziende che pubbliche Amministrazioni.
L’elenco aggiornato dei fatturatori che accettano il pagamento tramite CBILL è pubblicato a cura del consorzio
CBI all’indirizzo internet.:

http://www.cbill.it/elenco-fatturatori/. Si segnala che anche Equitalia e Italriscossioni SRL sono biller


aderenti.

La piattaforma Internet Banking di Unipol Banca è costantemente aggiornata con l’elenco completo degli
aderenti.
La funzionalità di CBILL permette al debitore di effettuare pagamenti in tempo reale dalla sua postazione
telematica e di conoscerne in tempo reale l’esito, a costi contenuti.
Per effettuare il pagamento della bolletta o fattura cliccare sulla lentina per selezionare il codice Biller
dell’Azienda creditrice (è possibile attivare diversi filtri di ricerca: descrizione, codice biller, codice fiscale).

Per default la ricerca è ristretta agli eventuali biller preferiti impostati in precedenza dall’utente: per estenderla,
basta togliere il flag sulla casella ‘Cerca solo i Biller preferiti’.

70
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Selezionare quello di interesse cliccando sulla freccina posta accanto al biller (nell’esempio Enel servizio
elettrico):

Si apre la videata del pagamento con il codice biller e l’intestazione biller prevalorizzati.
Recuperare l’identificativo bolletta. riportata sul documento emesso dal biller.
Inserire l’importo, e cliccare poi su procedi

A puro titolo di esempio, nel caso di Enel l’informazione dell’ Identificativo Bolletta è riportata in un’apposita
sezione della fattura ricevuta dal cliente:

71
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Esempio Bolletta Enel Servizio Elettrico

La scelta innesca una chiamata on line attraverso il circuito CBI, diretta agli archivi dei CBILL emessi dal Biller
selezionato.

Viene quindi verificata la presenza, per tale Biller, di una bolletta con quell’identificativo e quell’importo.

Se la bolletta corrispondente a quell’indentificativo non viene trovata la procedura lo segnala immediatamente:

72
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Se invece il BILL viene individuato vengono reperiti anche gli altri dati: numero bolletta, riferimento, scadenza e
stato.

Se lo stato è pagabile il cliente ha quindi la possibilità di autorizzare la disposizione impiegando il


criterio di sicurezza associato al suo contratto (Blu Code, Token Software, Secure Call).

Attenzione: una volta effettuato, il pagamento NON è annullabile.

Cliccando sulla scheda Lista Pagamenti Autorizzati vengono elencati le bollette CBILL pagate dall’utente:

73
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
In alternativa alla modalità di pagamento appena descritta, è possibile utilizzare la funzione “Nuovo pagamento”,
che consente di accedere alla bollette di propria pertinenza senza conoscere l’identificativo della stessa, ma
solo se il biller ha scelto di esporre, in una sorta di bacheca virtuale, visibile ai soli utenti interessati, le bollette
da pagare.

Attenzione: questa seconda funzione viene qui esposta per completezza, ma al momento i principali
biller NON ne consentono l’utilizzo.

Cliccando sul pulsane Ricerca del (utilizzando nel caso i filtri per codice fiscale o per codice biller, in alternativa
alla descrizione), si accede al, o ai, biller interessati.

74
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Cliccando sul pulsante Da pagare, l’utente accede alle eventuali bollette, associate al suo codice fiscale,
pubblicate dal biller. Potrà poi effettuarne il pagamento, come già spiegato.

Come già ricordato, l’utente vedrà le bollette tramite la funzione Nuovo pagamento solo se il biller ha deciso di
pubblicarle in bacheca. Se il biller non si avvale di questa opzione, il Cbill sarà pagabile solo con la funzione
Pagamento e il fallimento della ricerca verrà segnalato con l’icona in corrispondenza del biller.

75
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
MYBANK

Il servizio MyBank consente di pagare con un bonifico gli acquisti on line effettuati sui siti di e-commerce,
usando il servizio di Internet Banking, in modo facile e sicuro, senza utilizzare altri strumenti di pagamento
(come, ad esempio, la carta di credito e carte prepagate) e con l'addebito degli importi direttamente sul conto
corrente.

NON è previsto un menu apposito sulla piattaforma di Internet Banking perché l’acquirente che intenda
effettuare un acquisto su un sito internet di e-commerce convenzionato con il servizio MyBank dovrà

semplicemente optare per questa opzione, facilmente individuabile dalla presenza dell’icona ,
direttamente sul sito del venditore.

Esempio:

Successivamente, verrà proposta al compratore la lista delle banche aderenti dalla quale, dopo aver selezionato
Unipol Banca, verrà automaticamente reindirizzato al proprio servizio di Internet Banking.

A questo punto, dopo aver effettuato l’accesso all’Internet Banking Unipol Banca con le consuete
modalità di autenticazione, l’utente/compratore verrà guidato in una pagina già pre-compilata dell’Internet
Banking con tutti gli elementi necessari per effettuare il bonifico a pagamento del prodotto/servizio
acquistato. Dopo aver verificato ancora una volta i dati, il Cliente potrà confermare l’esecuzione del bonifico, a

76
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
seguito del quale l’informazione dell’avvenuto pagamento verrà comunicata in tempo reale al venditore, che
potrà così dare seguito, nella certezza del pagamento avvenuto, alle fasi restanti del processo di vendita
(spedizione prodotto e/o erogazione del servizio).

Il pagamento avviene con un Bonifico irrevocabile: dopo l’autorizzazione finale da parte del Cliente non è quindi
più possibile annullare l’operazione di acquisto, né in autonomia, né da parte della Banca.

Il buon esito dell’operazione verrà confermato dal sito dell’esercente sul quale il Cliente verrà reindirizzato a
conclusione della transazione.

77
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu “ZAC TO PAY”

ZAC TO PAY

ll servizio denominato ZAC TO PAY consente di effettuare, attraverso l’APP MyUnipol – che deve essere
debitamente scaricata ed attivata sullo smartphone IOS o Android, operazioni di trasferimento in tempo reale
di piccole somme di denaro verso altri soggetti titolari di analogo servizio (clienti anche di altre banche
aderenti) utilizzando, quale identificativo unico ai fini dell’esecuzione dell’operazione di pagamento, il
numero di telefono cellulare del beneficiario.

Il servizio è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

La soluzione di trasferimento di denaro denominata ZAC è sviluppata e gestita dall’ICBPI – Istituto Centrale
delle banche Popolari S.p.A. La lista delle banche aderenti a ZAC è esposta nel sito istituzionale del servizio:
http://www.zac.eu/ .

Poiché ZAC è per sua natura destinato al trasferimento in tempo reale di piccole somme di denaro i limiti di
importo inderogabili sono i seguenti:

- € 100,00 per singola transazione;

- € 1.000,00 per cumulato mensile

78
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per poter utilizzare il servizio “ZAC to pay“ è necessario attivare preventivamente la funzionalità tramite
il servizio di Internet Banking Unipol Banca, previa la sottoscrizione del relativo Regolamento Titolari.

• È necessario indicare l’IBAN del conto di pagamento da abilitare alle operazioni di invio e ricezione del
denaro.

• Una volta confermato l’invio del denaro l’ordine è irrevocabile.

• Affinché il trasferimento di denaro vada a buon fine è necessario che siano iscritti al servizio ZAC sia
l’ordinante che il beneficiario.

• In caso di invio denaro a beneficiario non ancora iscritto al servizio ZAC lo stesso viene avvisato tramite
apposito SMS, ed invitato ad iscriversi al servizio. A prescindere dal fatto che egli provveda oppure no in
questo senso, comunque, ogni trasferimento di denaro in precedenza predisposto decade senza essere
recuperato.

Il trasferimento di denaro tramite ZAC avviene esclusivamente tramite l’App di mobile banking MyUnipol,
disponibile per smartphone e trablet IOS e Android

ADESIONE

Il cliente deve selezionare la voce Iscrizione al servizio” del menu ZAC TO PAY, e qui dichiarare:

- il nickname con cui sarà univocamente riconosciuto all’interno del circuito ZAC;
- il conto di regolamento dove verranno addebitate/accreditate tutte le disposizioni di pagamento
effettuate/ricevute, selezionandolo fra quelli collegati al servizio di Internet Banking.
Il numero di cellulare dell’ordinante è invece quello legato al servizio di Internet Banking, e non è modificabile.

79
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
L’effettiva iscrizione è subordinata alla conferma di presa visione del Regolamento Titolari del servizio e alla
digitazione, per accettazione, della password dispositiva collegata all’Internet Banking (generata dall’OTP o
Secure Call).

INVIO DENARO A TERZI

All’interno del menu “ZAC to pay” presente sulla APP MyUnipol selezionare la voce ZAC to pay Nuovo
trasferimento:

80
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Inserire il numero di cellulare del destinatario (recuperabile, se già censito, anche dalla rubrica telefonica

cliccando sull’icona ), l’importo e l’eventuale messaggio che accompagna il trasferimento, cliccando prima sul
tasto Procedi e poi, nella schermata successiva, su Autorizza per confermare l’operazione.

81
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Qualora il beneficiario non sia iscritto all’interno del circuito ZAC, la disposizione di trasferimento fondi NON si
concretizzerà, l’applicazione dell’ordinante restituirà l’apposita notifica ed il destinatario riceverà un sms di alert.

Qualora invece il beneficiario sia iscritto al servizio ZAC, il trasferimento si concretizzerà con effetto immediato e
quest’ultimo riceverà apposito sms di notifica.

ELENCO TRASFERIMENTI EFFETTUATI

All’interno del menu ZAC to pay selezionare la voce ZAC to pay Elenco Trasferimenti:

82
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
L’applicazione restituisce a questo punto i trasferimenti predisposti in ordine temporale: la nota “pre-autorizzato”
accanto ad uno qualunque di questi significa che il trasferimento fondi in parola non si è potuto ultimare, e che
dunque il beneficiario non ha ricevuto il denaro inviatogli.

83
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Le somme trasferite sono rese immediatamente disponibili al beneficiario e quindi “spendibili” mentre
contestualmente escono dalla disponibilità dell’ordinante. L’effettiva registrazione sul conto corrente,
dell’ordinante e del beneficiario avviene invece due giorni lavorativi successivi al trasferimento con causale 1J
sia in addebito che accredito e data valuta giorno del trasferimento.

84
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
IL MENU “VIRTUAL SHOP”

Il menu Virtual Shop contiene tutte le funzionalità relative al rilascio di ulteriori servizi per l’intestatario del
servizio o per l’eventuale cointestatario.

I sottomenu relativi sono:

o Banca Shop (attraverso il quale l’utente può richiedere l’attivazione di servizi come l’Easy Login, Token
Software, etc.),

o Vini Tenute del Cerro (attraverso il quale l’utente può acquistare i vini di Tenute del Cerro, società del
Gruppo Unipol, con scontistiche dedicate fino al 30%).

o Servizi Ribes (attraverso il quale l’utente può acquistare i servizi offerti da Ribes)

RIBES

Grazie ad una partnership tra Unipol Banca e Ribes SpA (Ricerche e Informazioni per Banche e Società), i
clienti di Unipol Banca titolari di un servizio di Internet Banking possono accedere ad una serie di servizi di
informazioni immobiliari e di natura commerciale.

Tali servizi sono utili per tutti i clienti che, per motivi finanziari o di altra natura, hanno la necessità di ottenere:

⇒ Informazioni Immobiliari per conoscere l’elenco dettagliato dei beni immobili intestati ad una persona fisica
o giuridica, con le relative caratteristiche.

85
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
⇒ Informazioni Commerciali – disponibili in tempo reale – di qualunque impresa italiana mediante la fornitura
di un unico documento che riassume tutte le informazioni dell’Azienda grazie all’integrazione dei dati ufficiali
riferiti alla storia dell’impresa, dei suoi soci e delle aziende collegate ed al controllo con gli eventi negativi
(pregiudizievoli, protesti, procedure concorsuali, ricorso alla cassa integrazione guadagni straordinaria) per
valutare in maniera preliminare un’impresa o una persona fisica e la sua solvibilità.

Per poter usufruire dei Servizi Informativi, il cliente deve innanzitutto effettuare la registrazione, gratuita, al sito
Ribes. Per accedere alla maschera di registrazione occorre selezionare la voce di menu Virtual Shop, Ribes,
Servizi.

86
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
L’utente viene in tal modo automaticamente indirizzato alla home page Ribes:

Da questa schermata è possibile tra l’altro:


registrarsi gratuitamente per poter acquistare i servizi Ribes;

scaricare in formato pdf le brochure dei prodotti Ribes;


scaricare in formato pdf gli esempi di alcuni prodotti (pdf),

87
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Maschera di registrazione:

Per poter completare la registrazione è necessario leggere ed accettare le Condizioni di fornitura dei servizi,
le clausole e l’Informativa e consenso privacy, riportate in calce alla maschera di registrazione.

Cliccando sul pulsante Invia si completa la registrazione.

Come acquistare

Una volta effettuata la registrazione, il cliente può acquistare, senza nessun ulteriore costo di attivazione:
dei crediti prepagati
il singolo prodotto di interesse.
L’importo acquistato viene addebitato direttamente sul conto corrente.
Se il cliente compra il singolo prodotto:
può acquistare altri prodotti singoli;
non può acquistare pacchetti prepagati, prima di aver utilizzato il singolo prodotto acquistato.
Se il cliente compra un pacchetto prepagato:
può acquistare altri pacchetti prepagati;
non può acquistare prodotti singoli, prima di aver utilizzato il pacchetto prepagato acquistato.
Il credito acquistato dovrà essere consumato entro 24 mesi dall’acquisto dell’ultima ricarica.
:

88
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Oltre a poter acquistare singoli servizi (Visura camerale, visura catastale, ecc…), il cliente può scegliere quattro
tipologie di pacchetto prepagato:
Prepagato 50 – il cliente paga € 50 (con iva € 61).
Prepagato 100 – il cliente paga € 100 (con iva € 122) ma ne avrà a disposizione € 120; € 20 netti in omaggio.
Prepagato 150 – il cliente paga € 150 (con iva € 183) ma ne avrà a disposizione € 170; € 20 netti in omaggio.
Prepagato 200 – il cliente paga € 200 (con iva € 244) ma ne avrà a disposizione € 250; € 50 netti in omaggio.

Per effettuare l’acquisto occorre selezionare il prodotto o il pacchetto desiderato, cliccare su Procedi ed infine
cliccare sul pulsante Autorizza, dopo aver inserito le credenziali dispositive generate dal il sistema di sicurezza
associato al contratto (Blue Code, Secure Call o Token Software).

89
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
90
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Una volta confermata, l’operazione di acquisto non è più annullabile,

91
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Dopo aver effettuato l’acquisto, il cliente può richiedere i servizi Ribes accedendo alla sezione “Servizi”.

Dalla home page del portale Ribes è ora infatti possibile:


√ richiedere i servizi Ribes;

√ consultare i prodotti richiesti nella mailbox;

√ consultare l’elenco delle ricariche effettuate;

√ verificare il proprio profilo;

√ chiedere assistenza a Ribes;

√ consultare il listino prezzi.

92
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per richiedere le Informazioni Commerciali ed Ufficiali l’utente deve cliccare sul link presente nella sezione
Servizi disponibili. Si aprirà la pagina di ricerca anagrafica che potrà variare a seconda del documento richiesto
e dei dati propedeutici all’evasione. Questa è, ad esempio, la mappa relativa ad una richiesta di visura catastale:

Cliccando sul pulsante Ricerca si ottiene la corrispondenza trovata negli archivi di consultazione:

93
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Se il soggetto è stato individuato correttamente, l’utente può confermare cliccando su Richiedi Visura,
diversamente può modificare la ricerca.
(Il campo ‘riferimento interno’ è facoltativo e permette di assegnare alla richiesta un codice utile per eventuali
ricerche successive nella mailbox).
Tutti i dati presenti nei servizi sono aggiornati in tempo reale.

Cliccando sul link Visualizza posto accanto all’indicazione “La visura è disponibile in mailbox” viene generato il
documento richiesto (nell’esempio la visura), disponibile in PDF per la visualizzazione, il salvataggio e la
stampa. Il risultato viene anche salvato nella sezione Mailbox.

Mailbox

Per consultare i prodotti acquistati e scaricati il cliente può consultare la propria Mailbox.

94
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Elenco ricariche

In questa sezione il cliente può vedere tutte le ricariche effettuate (sia pacchetti prepagati, sia prodotti singoli), la
data dell’acquisto, l’importo e può scaricare la fattura relativa in formato pdf.

Profilo

In questa sezione il cliente può invece modificare la propria mail e/o i dati per la fatturazione
.

95
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Assistenza

Per eventuali dubbi e/o problemi, il cliente può consultare le FAQ relative ai Servizi Ribes e alle modalità di
acquisto degli stessi, oppure scrivere direttamente da questo form al Customer Service di Ribes. E’ inoltre
disponibile un numero ‘nero’, sempre presidiato da Ribes, per eventuali ulteriori necessità.

Listino prezzi

In questa pagina il cliente può:


√ consultare il listino prezzi di tutti i servizi Ribes disponibili;

√ scaricare gli esempi dei prodotti (Demo servizi);

√ scaricare il contratto di fornitura.

96
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
DESCRIZIONE SERVIZI E DEMO
Nella home page di Ribes è possibile scaricare la brochure che descrive nel dettaglio i servizi offerti, cliccando
su ‘Descrizione Servizi’. Sono anche disponibili degli esempi di report (‘DEMO servizi’):

97
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
IL MENU “FINANZIAMENTI”
Dal menù Finanziamenti è possibile consultare lo stato dei propri finanziamenti, in primis il mutuo.
La situazione dei finanziamenti riguardanti il rapporto selezionato è aggiornata alla data della consultazione.
La finestra fornisce tutte le informazioni generiche del finanziamento: la tipologia, l’importo stipulato e la data di
stipulazione, il tasso, il capitale residuo e le rate residue con la prossima scadenza, eventuali scadenze in mora.
I dati sono stampabili sia in formato PDF sia EXCEL tramite le apposite icone.

Se si desidera visualizzare la situazione dei finanziamenti riguardanti un altro rapporto, è sufficiente selezionarlo
cliccando sulla freccia posta a destra della casella dell’elenco dei rapporti e cliccare sul tasto Ricerca.
Nel caso di un finanziamento non frazionato è possibile selezionare – tramite le apposite caselle – i dati relativi
a:
• Dati generali
• Piano di ammortamento
• Rate residue
• Rate in mora

Il dettaglio piano di ammortamento.

Cliccando sulla sezione Piano di ammortamento, vengono visualizzate le relative informazioni, e precisamente:
• lo stato (pagata, impagata...), il numero e la scadenza della rata;
• la quota d’interessi e di capitale che compongono ogni singola rata, le spese a carico del cliente e
l’importo totale a suo debito.

98
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Nella parte alta della videata sono visibili i seguenti dati di riepilogo:

• Rapporto
• Importo stipulato
• Interessi complessivi
• Importo complessivo
• Numero di frazionamento (=0, se non frazionato)
• Numero rate
• Oneri complessivi.

Il dettaglio rate residue.

Selezionando la sezione Rate residue, è possibile conoscere le seguenti informazioni, relative alle rate ancora
da pagare:
• il numero, la scadenza della rata e la divisa;
• la quota d’interessi e di capitale che compongono ogni singola rata, le spese a carico dell’utente e
l’importo totale a suo debito.

Il dettaglio rate in mora.

Scegliendo il pulsante Rate in mora, vengono visualizzati i seguenti dati di dettaglio, relativi a rate non pagate:

• il numero, scadenza della rata e la divisa;


• la quota d’interessi e di capitale che compongono ogni singola rata, le spese a carico dell’utente e
l’importo totale a suo debito.

99
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
IL MENU “FINANZA”
Sono disponibili all’interno del menu “Finanza”, i seguenti sottomenu:

SITUAZIONE
o Situazione Titoli
o Titoli in scadenza

TRADING
o Trading on line
o Quotazioni

FONDI E SICAV
o Situazione Fondi

Il sottomenu Situazione

SITUAZIONE TITOLI

Il menù Situazione Titoli presenta la situazione aggiornata on-line dei propri titoli e del proprio dossier.
E’ possibile selezionare il dossier di cui si vuole conoscere il dettaglio tramite l’apposito menù a tendina
denominato Rapporto; con la selezione del deposito titoli e dopo aver cliccato sul pulsante Ricerca la pagina si
aggiorna presentando la situazione del dossier desiderato.
Cliccando sulle icone poste in alto a destra si può salvare il risultato della ricerca alternativamente in formato
Excel, oppure Adobe PDF.

Sono visualizzati i dati relativi a:

• Codice ISIN del titolo


• Descrizione
• Quantità (valore nominale del titolo)
• Divisa in cui è espresso il valore del titolo
• Prezzo di acquisto o prezzo medio fiscale
• Prezzo corrente del titolo aggiornato on-line
• Controvalore, calcolato sul nominale espresso al prezzo corrente.

Cliccando sulla posta alla sinistra del singolo titolo è possibile visualizzare il dettaglio della movimentazione
del titolo stesso.

100
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
TITOLI IN SCADENZA

La voce di menù Titoli in scadenza permette di conoscere, relativamente al deposito titoli selezionato tramite il
menù a tendina, l’elenco degli eventi (come rimborso titoli, stacco cedole, pagamento dividendi ecc.) collegati ad
uno specifico titolo.
E’ possibile, cliccando alternativamente sulle icone poste in alto a destra, estrarre l’elenco delle informazioni in
formato .xls (Excel) oppure Adobe Pdf.

101
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu Trading

TRADING ON LINE

La pagina che si apre cliccando sulla voce di menù Trading On Line presenta le principali funzioni per eseguire
le attività di monitoraggio o compravendita titoli.
E’ divisa in cinque aree :
• La prima dall’alto, per la selezione del dossier titoli e l’intervallo di date entro le quali eseguire ricerche
sullo storico ordini.
• La seconda, per visualizzare, vendere o comprare titoli appartenenti al proprio portafoglio o acquistarne
nuovi.
• La terza, per visualizzare le ultime notizie e i principali indicatori di Borsa.
• La quarta, per inserire i titoli che si vogliono tenere sotto controllo.
• L’ultima, per visualizzare lo storico degli ordini eseguiti.

Situazione titoli per dossier.


Dalla voce di menù ‘Trading On line’, dopo aver selezionato il portafoglio desiderato dalla casella ‘Rapporto’
posta in alto a sinistra, la procedura mostra l’elenco dei titoli presenti nel dossier.

Attenzione: nel caso si disponga di più dossier o di una rubrica personale, è necessario innanzitutto selezionare
il dossier o la rubrica sul quale/sulla quale si vuole operare dal menu a tendina del rapporto, e cliccare sul
pulsante Ricerca posto alla sinistra. Diversamente, se si omette di cliccare sul pulsante Ricerca, non sarà
possibile accedere agli eventuali titoli in rubrica e non si potrà effettuare il caricamento degli ordini.

1 2

102
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Accanto alle informazioni riguardanti Descrizione, Quantità, Prezzo Medio di Carico, Percentuale di scostamento
tra controvalore e rendimento, Rendimento, Controvalore e Divisa, nella parte sinistra di ogni riga, sono presenti
i pulsanti per l’acquisto e la vendita del titolo relativo .
Il pulsante , permette di visualizzare il grafico dell’andamento titolo, mentre il pulsante propone la scheda
titolo secondo la normativa Mifid.

Acquisto titoli compresi nel proprio portafoglio.


Cliccando sul pulsante per l’acquisto di un titolo già presente a portafoglio , si apre una finestra di colloquio
divisa in tre sezioni, due di inserimento dati (Ordine e Parametri) e un’informativa (Quotazioni).

Nella sezione Ordine è obbligatorio indicare, nella casella Quantità, il numero dei titoli che si desidera
acquistare. Se si sceglie, tramite apposita casella, di indicare un limite di prezzo sopra il quale l’acquisto non
sarà eseguito, sarà obbligatorio indicare tale limite. Altrimenti potrà essere selezionato il prezzo “al meglio”,
ossia l’acquisto sarà eseguito al prezzo migliore della giornata.

Nella sezione ‘Parametri’ sono presenti quattro caselle tramite le quali meglio definire i cosiddetti "parametri di
negoziazione" che possono essere di tempo o di quantità.
• Esecuzione: può essere selezionato il tipo di esecuzione dell’ordine (se all’apertura della borsa o con
negoziazione continua).
• Quantità: o Esegui e cancella: prevede la conclusione dei contratti per la quantità disponibile al miglior
prezzo sul lato opposto del book e la cancellazione dell'eventuale saldo residuo;
• Tipologia Prezzo: non obbligatorio
• Validità: non obbligatorio, oppure si può impostare la validità temporale dell’ordine secondo questi criteri:
• Valido fino a cancellazione
• Valido fino alla data

La sezione Quotazioni ha carattere informativo e riporta i dati aggiornati, in base alla configurazione, per il titolo
interessato, insieme ai saldi di Quantità e Disponibilità.

103
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per coloro che hanno sottoscritto il profilo Trading Top che include il ‘Book a 5 livelli’, tale sezione espone le
cinque migliori offerte di acquisto e di vendita presenti sul mercato, in ordine di prezzo.

Completati tutti i criteri desiderati, cliccando su Procedi, si apre una finestra di riepilogo nella quale è possibile
controllare i dati inseriti e scegliere se procedere o annullare l’ordine .

Il sistema esegue anche i controlli sul titolo scelto in base ai requisiti del cliente.
L’esito dei controlli può portare:
• ad una segnalazione di attenzione (warning) sullo stato di adeguatezza e appropriatezza di acquisto del titolo
(Mifid): selezionando la casella corrispondente si procede alla conferma dell’inserimento dell’ordine;
• ad una segnalazione di attenzione (warning) su eventuali conflitti d’interesse: selezionando la casella
corrispondente si procede alla conferma dell’inserimento dell’ordine.

Cliccando su Annulla, il sistema si posiziona di nuovo sulla pagina iniziale.

Dopo aver validato la disposizione con il sistema di sicurezza associato alla postazione, Blue code (come
nell’esempio), Secure Call o Token Software, cliccando su Procedi si termina l’inserimento dell’ordine che sarà
inviato al mercato. L’utente riceverà poi conferma dell’avvenuto inoltro.

104
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Vendita titoli compresi nel proprio portafoglio.
La funzione di vendita di titoli compresi nel proprio portafoglio è assolutamente analoga a quella di acquisto.
Cliccando sull’icona relativa, si apre la stessa finestra di dialogo vista in precedenza, con l’unica differenza
consistente nella tipologia di ordine (in questo caso vendita).
Anche la scelta dei criteri è identica. Si differenzia, ovviamente, il riferimento del prezzo di vendita inserito che, in
questo caso, rappresenterà il limite sotto al quale l’ordine non sarà inviato.

Acquisto di un titolo non presente nel proprio portafoglio.


Dalla schermata iniziale del Trading On Line, cliccando sulla funzione ‘Ricerca titolo per inserimento ordine’,

si apre un riquadro di ricerca che può essere eseguita secondo questi parametri:
o Codice ISIN
o Descrizione
o Raggruppamento
o Mercato

Cliccando sul pulsante Ricerca Titoli, la procedura esegue un’interrogazione all’interno della procedura Titoli ed
espone i risultati.

105
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Una volta individuato il titolo desiderato, cliccando sul tasto della riga, la procedura esegue il suo inserimento
nella sezione dei ‘preferiti’, se invece si desidera acquistare direttamente il titolo è sufficiente cliccare sull’icona
di acquisto per entrare nella finestra d’inserimento dell’ordine.

Inserimento di un titolo nell’elenco dei preferiti.

Permette di memorizzare un elenco di titoli che si desidera tenere sotto controllo.


Oltre alle informazioni identificative di descrizione (Titolo), codice Isin e Mercato, la procedura mostra il prezzo
corrente, se disponibile e, tramite l’icona vista in precedenza, anche la visualizzazione grafica, aggiornata in
base alla configurazione, dell’andamento del titolo.
Se presente l’apposita icona di acquisto , è possibile in qualsiasi momento inviare l’ordine, secondo il processo
visto in precedenza.
Se si desidera eliminare un titolo dai preferiti si deve cliccare sull’apposita icona presente nella riga.
Per inserire un nuovo titolo tra i preferiti, si deve cliccare sulla lente posta in alto a sinistra.

Questo pulsante apre lo stesso riquadro di ricerca visto nella sezione relativa all’acquisto di titoli non presenti a
portafoglio. Trattandosi della medesima funzione, l’inserimento del titolo tra i preferiti e l’eventuale acquisto si
svolge nello stesso modo.

Visualizzazione dello storico degli ordini eseguiti.


L’ultima sezione è dedicata alla consultazione dello storico degli ordini inseriti.
Nella testata della sezione (va indicato l’intervallo di date di interesse (movimenti compresi da una certa data ad
un’altra data).

Cliccando sull’icona a sinistra di ogni riga si entra nel dettaglio dell’ordine.

106
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
La presenza della nella colonna ‘Revoca’ significa che l’ordine non è stato ancora eseguito ed è quindi
possibile revocarlo.

Cliccando su Annulla, si torna all’elenco dello storico movimenti; invece, cliccando su Conferma, il sistema
chiede un’ulteriore conferma e, se viene confermata l’intenzione di revocare, procede ad annullare l’ordine
inserito.
L’ordine di revoca si può eseguire anche cliccando semplicemente sulla di revoca presente nella riga stessa.
Anche in questo caso sarà chiesta conferma prima di procedere.

QUOTAZIONI
Dal menù Finanza -> Trading, cliccando sulla voce Quotazioni, è possibile ottenere le quotazioni di Borsa,
fornite da Milano Finanza all’interno di una nuova pagina del browser, contenente anche altre informazioni
correlate.

107
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Sempre da Quotazioni è possibile procedere all’acquisto di titoli su altri mercati esteri, digitando il nome o il
codice isin (codice alfanumerico) del titolo e selezionando il mercato, dalla tendina Strumenti finanziari, infine
confermando premendo su OK.

Non appena a video apparirà la finestra di caricamento ordine sarà possibile procedere all’acquisto, alla vendita,
all’inserimento nel portafoglio o nella watch list o avere ulteriori informazioni sui prezzi bid/ask.

Watch List

Dal menu quotazioni è possibile creare una o più watch list per tenere monitorato un gruppo di titoli e per i quali
è possibile aver un maggiore dettaglio informativo: Prezzo Lettera, Denaro, Variazione %, Ultimo prezzo,
Apertura, Riferimento, Grafici Storici.

Esempio di Watch List.

108
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Portafogli

La funzione permette di simulare un portafoglio (eventualmente multi valuta) e calcolarne il controvalore ed il


rendimento nel tempo.
E' possibile simulare l'acquisto dei titoli di diverse valute e calcolare il rendimento inserendo quantità, prezzo
d'acquisto, valore di cambio, nonché commissioni.

Esempio di Portafoglio: cliccando sull’icona D e possibile modificare la visualizzazione in formato estes


ottenendo ulteriori informazioni.

109
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
110
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu Fondi e Sicav

SITUAZIONE FONDI E SICAV

Tramite questa funzione si ha la possibilità di consultare i propri saldi, relativi ai dossier abilitati all’operatività in
fondi o Sicav, e di seguito l’elenco dei movimenti eseguiti su ogni singolo fondo (è sufficiente selezionare il fondo
del quale si vuole conoscere il dettaglio della movimentazione). Ogni informazione mostrata viene filtrata dalla
lista posta nella parte superiore dello schermo (menù a tendina), in cui l’utente seleziona preventivamente
l’opzione Fondi/Sicav e, nel relativo menù, la società di gestione.

Da questo elenco è poi possibile consultare i dettagli dei movimenti cliccando sulla descrizione del prodotto.
All’interno del dettaglio sono presenti informazioni quali lo stato del movimento, gli importi, le date caratteristiche
dell’operazione ed il canale utilizzato per l’operazione.

GESTIONE FONDI E SICAV

Con questa voce di menù è possibile effettuare, a partire dai Fondi/Sicav presenti nel proprio portafoglio:

• Versamenti aggiuntivi
• Switch
• Rimborso parziale – totale

111
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Le operazioni sopra citate, una volta inserite, vengono eseguite in modalità differita. La valorizzazione effettiva
dell’operazione sarà visibile dopo due giorni.

VERSAMENTI AGGIUNTIVI

E’ possibile inserire una disposizione di versamento successivo a partire dall’elenco dei propri saldi cliccando sul

bottone . Si presenta una videata simile alla seguente, nella quale è necessario inserire l’importo del
versamento aggiuntivo, indicare il conto corrente di addebito e l’origine dei fondi scegliendo tra le opzioni
presenti nel menù a tendina. Cliccare quindi su Conferma per procedere.

Viene quindi proposta una videata di dettaglio con i dati dell’operazione. E’ necessario cliccare sul bottone
Autorizza per inoltrare l’ordine di acquisto, previa autorizzazione con il sistema di sicurezza associato al
contratto, Blue code Secure Call o Token Software.

112
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
SWITCH

A partire dai saldi inerenti i fondi di cui si è in possesso cliccando sul bottone è possibile effettuare lo switch
verso un altro prodotto, diverso dal precedente, appartenente alla famiglia del fondo selezionato in partenza.

Viene quindi visualizzato l’elenco dei fondi che sono compatibili con quello scelto per una operazione di switch.

113
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
L’utente seleziona il fondo di destinazione per lo switch e sceglie le modalità di switch ammesse per i fondi
selezionati (per quote, totale, per importo). I campi di inserimento dati sono tutti obbligatori, tranne quelli
mutuamente esclusivi.

Confermando i dati inseriti è possibile visualizzare una maschera di riepilogo dei dati della disposizione inserita
dall’utente. Cliccare quindi sul bottone Autorizza per inoltrare l’ordine di acquisto previa autorizzazione con il
sistema di sicurezza associato all’utente.

114
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
RIMBORSO

A partire dalla posizione dei propri fondi/SICAV, cliccando sul bottone è possibile procedere ad una
disposizione di rimborso di una parte del saldo investito in un fondo.

Si presenta quindi la seguente videata, nella quale è possibile indicare se procedere a un disinvestimento totale,
oppure parziale. In quest’ultimo caso è disponile l’opzione per quote o per importo.

Viene inoltra proposto il conto corrente sul qiale verranno accreditate le somme disinvestite.

115
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Confermando i dati inseriti è possibile visualizzare una maschera di riepilogo dei dati della disposizione inserita
dall’utente. Cliccare quindi sul bottone Autorizza per inoltrare l’ordine di acquisto previa autorizzazione con il
sistema di sicurezza associato al contratto (Blue Code, Secure Call o Token Software).

WEB COLLABORATION CON FIRMA DIGITALE

Per Web Collaboration si intende la possibilità, da parte del cliente, di prendere visione, firmare digitalmente
e dare corso a ordini derivanti da raccomandazioni che vengono inviate direttamente sulla postazione di
Internet Banking del cliente dalla Filiale o dal Consulente Finanziario. Continuando ad avvalersi del supporto
della propria filiale o del proprio Consulente Finanziario, con la Web Collaboration e con la sicurezza della Firma
digitale, il Cliente potrà confermare le proprie scelte di investimento in autonomia da casa o dal proprio
ufficio tramite il servizio di Internet Banking Unipol Banca.

Il nuovo servizio consente al cliente di ricevere e firmare digitalmente proposte di investimento personalizzate
senza l’obbligo di recarsi fisicamente Filiale o dal Consulente Finanziario, in quanto le disposizioni
d’investimento proposte vengono inviate direttamente nella postazione di Internet Banking del Cliente, senza
scambio di carta, con evidenti vantaggi in termini di comodità, sicurezza, convenienza e, non ultimo, sostenibilità
ambientale.

Per poter usufruire della Web Collaboration Il cliente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

1) essere titolare di contratto di internet banking con profilo trading;

2) essere titolare di un contratto di deposito titoli a custodia e amministrazione

3) avere aderito sul proprio Internet banking al servizio di firma digitale, come illustrato di seguito.

Richiesta del certificato per la Firma Digitale

La firma delle raccomandazioni avverrà con l’utilizzo della cosiddetta firma digitale per la spendita della quale
il cliente deve innanzitutto dotarsi del certificato digitale personale ad essa associata, rilasciato dalla certification
authority INFOCERT S.PA.

L’attività di richiesta del certificato digitale, effettuata dal Cliente in piena autonomia tramite il proprio Internet
Banking richiede pochi minuti e deve essere eseguita una tantum. Il certificato, una volta rilasciato, ha infatti
una durata di tre anni ed in questo arco temporale potrà essere impiegato per firmare digitalmente tutti i
consigli impartiti tramite la Web collaboration.

La firma digitale deve essere attivata solo se si intende usufruire del servizio di Web Collaboration.

116
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il menu Firma digitale presente nella sezione Utilità dell’Internet Banking permette di effettuare questa
semplice operazione.

Per avviare la procedura occorre cliccare sul pulsante RICHIEDI CERTIFICATO.

Viene richiesta immediatamente la password dispositiva (otp generato dal token o secure call, a seconda del
sistema di autentificazione associato all’Internet Banking). Si noti che l’apposizione della credenziale serve in
questa fase solo ad innescare la fase di rilascio.

Non si tratta infatti ancora della conferma della richiesta del certificato, per la quale occorrerà successivamente
inserire le credenziali autorizzative nella fase finale del processo.

117
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
A questo punto si accede alla fase di iscrizione (‘enrollment’) vera e propria. L’ente certificatore accreditato che
rilascia il certificato personale, Infocert Spa, acquisisce innanzitutto automaticamente dall’anagrafe della banca
alcuni dati indispensabili ad associare il certificato al richiedente, inclusi il numero di cellulare e l’indirizzo mail, in
assenza dei quali il processo si interrompe.

Qualora i dati anagrafici non siano aggiornati o mancati il cliente deve rivolgersi alla Filiale per il loro
inserimento.

I dati necessari raccolti sono esposti nella videata.

118
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Nella parte inferiore di questa sezione sono presenti i documenti che devono essere visualizzati dall’utente
prima di proseguire:

a) Condizioni generali di certificazione

b) Manuale operativo Infocert

c) Istruzioni per l’utilizzo di certificati digitali

d) Contratti Infocert

Se lo si desidera, possono essere scaricati sul computer (o altro dispositivo) anche se saranno sempre
disponibili per la consultazione una volta rilasciato il certificato.

119
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per ognuno di essi deve essere espressamente confermata la presa visione, selezionando la casella di
accettazione posta accanto ad ognuno di essi (che risulterà attiva solo dopo che i PDF sono stati aperti).

120
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
1 2

L’utente deve poi procedere al completamento della richiesta del certificato, tramite approvazione esplicita di
tutte le clausule elencate.

Una volta che è stata completata questa fase viene attivato il pulsante RICHIEDI che innesca la fase finale
‘Visione e Firma contratto’.

121
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Viene mostrato il contratto Infocert di richiesta di registrazione e certificazione, incorporato (‘embedded’) nella
videata.

Dopo la lettura, la richiesta di registrazione e certificazione nonchè le clausule vessatorie di Infocert devono
essere approvate selezionando le caselle relative poste in calce ai due documenti.

122
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Cliccando infine sul pulsante CONFERMA si può procedere alla firma del contratto, apponendo nei due campi
appositi:

1) la password di accesso dell’Internet Banking (che assume la funzione di PIN di firma digitale);

2) l’OTP, generato dalla chiavetta fisica BluCode o dal token Software, o il Secure Call, a seconda del sistema di
autentificazione adottato sul contratto di Internet Banking.

123
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
A questo punto il processo è completato: un apposito messaggio sancisce che il certificato è stato
rilasciato (in gergo ‘staccato’) e può essere immediatamente utilizzato.

Per visualizzare le informazioni relative al certificato, richiederne la revoca o sospenderne l’uso


temporaneamente, occorre premere il pulsante DATI CERTIFICATO oppure, se lo si preferisce fare in un
secondo tempo, accedere al menu Utilità/Firma digitale.

124
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Si noti che nella sezione ‘Dati del certificato’ viene riportata la data di generazione e la data di scadenza del
certificato.

I documenti già visualizzati nel processo di richiesta del certificato sono disponibili, come già anticipato, per la
consultazione anche in questa sezione.

In ogni momento sarà possibile, se lo si desidera, sospendere temporaneamente (e poi riattivare, nel caso) o
revocare il certificato, avvalendosi degli appositi pulsanti SOSPENDI (RIATTIVA) e REVOCA.

Anche le operazioni di sospensione (ed eventuale successiva riattivazione) e di revoca del certificato richiedono
per conferma l’apposizione della password (otp/secure call).

Naturalmente la sospensione o la revoca del certificato impediranno la successiva firma delle eventuali
raccomandazioni impartite in Web Collaboration

125
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Firma delle raccomandazioni impartite in Web collaboration

Il menu dedicato alla Web Collaboration si trova nella sezione Finanza, sottomenu Consulenza.

Una volta che il certificato digitale è stato rilasciato secondo le modalità appena descritte, il cliente può
immediatamente utilizzarlo per firmare digitalmente le raccomandazioni impartite dalla filiale o dal consulente
finanziario tramite il servizio di Web Collaboration.

In ogni caso, se il certificato digitale non fosse stato rilasciato, o risultasse sospeso/revocato, il cliente
visualizzerebbe questo messaggio che lo invita ad attivare il certificato:

Se invece il certificato è attivo ed è stata inoltrata una raccomandazione in Web collaboration, compare la
seguente videata, dove, nella scheda ATTIVE, sono esposte le raccomandazioni in attesa di firma:

126
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Le raccomandazioni in Web collaboration sono costituite da uno o più ‘consigli’ e hanno una validità di 4
giorni. Il consiglio non è nient’altro che un’ordine di investimento, come ad esempio la sottoscrizione di
un fondo comune.

Qualora entro l’arco temporale di 4 giorni i consigli che compongono una raccomandazione non vengano firmati,
o vengano firmati solo parzialmente, la relativa raccomandazione decade automaticamente, nella sua interezza.

NB: non è possibile accettare e sottoscrivere parzialmente una raccomandazione.

Il Servizio di Web Collaboration è garantito dalle ore 8,00 alle ore 19,30 dei giorni feriali. Nelle fasce
successive, il servizio è comunque attivo.

NB. Nel caso in cui il cliente disponga di più dossier, per visualizzare la raccomandazione è necessario
selezionare dal menù a tendina il dossier sul quale essa è stata inviata, e selezionare il tasto RICERCA:

127
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Per accettare la raccomandazione e sottoscrivere i relativi consigli si deve selezionare il pulsante PROSEGUI
che permette di accedere al dettaglio della raccomandazione.

Occorre poi accettare i singoli ‘disclaimer’, aprendo innanzitutto il file Pdf della raccomandazione che contiene il
dettaglio della consulenza. Una volta aperto il documento, le caselle di spunta si attivano ed è possibile
selezionare ed accettare i singoli disclaimer.

In seguito a questa azione si attiva il pulsante “ACCETTA” che, una volta selezionato, permette di accedere ai
singoli consigli, presenti in raccomandazione, da sottoscrivere.

I consigli sono elencati nella parte inferIore di questa sezione.

128
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Occorre selezionare il tasto “PROCEDI” a fianco di ciascun consiglio, attraverso il quale è possibile visualizzare i
moduli che il cliente deve visionare ed accettare per procedere con la firma tramite certificato digitale dei moduli
di disposizione dell’operazione.

(Un caso particolare riguarda gli Switch, Attualmente tale operazione è spezzata in due consigli. E’ infatti
necessario effettuare la sottoscrizione del medesimo modulo sia per il consiglio di ‘switch in’ che per il consiglio
di ‘switch out’. L’operazione di switch rimane, ovviamente, una sola e il modulo da firmare sarà sempre il
medesimo).

Selezionato PROCEDI, viene mostrata la videata di dettaglio dell’ordine, dove il cliente deve visionare i file Pdf e
successivamente accettare i singoli disclaimer relativi alla documentazione precontrattuale. Il cliente può anche
scaricare il file relativo al modulo d’ordine tramite il tasto Download.

129
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Accettati tutti i disclaimer, per concludere la sottoscrizione del modulo d’ordine devono essere inserite 1) la
password di accesso dell’Internet Banking e 2) la password dispositiva (otp generato da token hardware o
software o secure call), esattamente come avviene per lo stacco del certificato digitale, ed infine selezionato il
tasto FIRMA.

130
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Completata la firma dell’ordine relativo al singolo consiglio, la procedura ritorna in automatico alla videata che
riepiloga tutti i consigli della raccomandazione. Lo stato del consiglio viene aggiornato in ‘Firmato’.

Lo stato della raccomandazione rimane invece “da firmare” fino a quando non sono stati firmati TUTTI
gli ordini relativi ai singoli consigli.

131
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
.

132
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Infine, completato il processo di firma su tutti i consigli che compongono la raccomandazione, l’Internet Banking
espone un messaggio di cortesia a conferma che la raccomandazione è stata accetta nella sua interezza.

Lo storico delle raccomandazioni ed il relativo dettaglio è contenuto nella scheda Archivio della Web
Collaboration, dove, selezionando l’icona a forma di freccia, è possibile esaminare le copie dei contratti firmati
digitalmente:

133
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
134
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
IL MENU “ UTILITA’ ”

Il sottomenu Dati personali


Questa sezione contiene i dati personali dell’intestatario del contratto, alcuni dei quali possono essere modificati,
mentre altri sono di sola lettura.

DATI PERSONALI.

Cliccando su ‘Dati personali’ il sistema espone i dati personali dell’utente già memorizzati in fase di attivazione
del servizio.

RAPPORTI

Attraverso la voce di menù ‘Rapporti’ il sistema visualizza la lista dei rapporti collegati alla postazione di Internet
Banking: è possibile accedere poi ad i dati di dettaglio degli stessi

ANAGRAFICHE

In questo sottomenu è possibile visualizzare le anagrafiche dei beneficiari di pagamenti pregressi e inserire
nuovi nominativi. Si tratta in altre parole della ‘rubrica’.
Nella schermata iniziale è presente l’elenco dei beneficiari già inseriti negli archivi del cliente. Cliccando sul
nominativo si apre il dettaglio anagrafico del singolo beneficiario

Selezionando la voce Nuova anagrafica è invece possibile inserire direttamente (cioè senza passare
dall’esecuzione di un ordine dispositivo) una nuova anagrafica .

Dal Luglio 2016 l’inserimento di una nuova anagrafica va confermato tramite il sistema di sicurezza in
dotazione all’utente (token o secure call).

E’ anche possibile modificare una anagrafica esistente (ad esempio, per caricare il nuovo IBAN di un fornitore
che ha cambiato conto), per mezzo del pulsante modifica, Anche per autorizzare questa azione è necessario il
token o la secure call, a seconda del sistema in dotazione all’utente.

135
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu Sicurezza
Il menù Sicurezza si divide nei seguenti sottomenù:

• Limiti operativi
• Alert SMS
• Gestione credenziali

LIMITI OPERATIVI
Con il click sulla voce di menù ‘Limiti operativi’, il sistema espone i massimali giornalieri e mensili disponibili per i
servizi elencati, insieme ai dati dell’utilizzato e del residuo disponibile.
I dati sono di sola lettura. L’eventuale modifica dei massimali deve essere richiesta in filiale.

136
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
ALERT SMS

E’ un servizio di indubbia utilità in quanto consente di tenere sotto controllo i movimenti del conto corrente e
delle carte bancomat. Poiché gli SMS inviati all’esecuzione della transazione contengono tutti i dettagli
dell’operazione (importo, data, luogo, etc.), nel caso ad esempio di ricezione di un SMS per una operazione
bancomat non effettuata dal titolare carta, è possibile procedere immediatamente al blocco della carta.
Il sistema si avvale di tecnologia “push”, intesa come invio dei messaggi SMS inoltrati al verificarsi di un
determinato evento prestabilito (es. prelievo ATM) superiori ad un certo importo (di seguito definito soglia di
“alert) preimpostato dal cliente.

137
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Cliccando sulla voce di menù ‘Alert SMS’, il sistema presenta una pagina iniziale dalla quale è possibile
scaricare la documentazione sulle condizioni contrattuali ed economiche del servizio.
Si noti che gli Alert relativi a prelievi/pagamenti tramite carte bancomat effettuati all’estero sono attivi per default
e sono gratuiti per la clientela in quanto fungono da sistema antifrode per limitare gli utilizzi fraudolenti elle
carte.
Per proseguire nell’attivazione è necessario spuntare la casella di presa visione dell’informativa inerente al
servizio e cliccare sul pulsante Accetto.

Nella maschera successiva il sistema consente di selezionare il rapporto sul quale addebitare il servizio e il
numero di cellulare interessato.

Proseguendo col tasto Avanti la procedura propone tutti i servizi per i quali si possono attivare le notifiche via
SMS.
L’utente, in base al servizio selezionato, troverà una serie di voci sulle quali, se lo desidera, potrà apporre la
spunta ai fini dell’attivazione. Per comodità di consultazione i vari alert sono suddivisi per tipologia omogena (ad
esempio, alert conti correnti, alert carte, alert ricariche, ecc…).

138
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Si noti come gli alert CARTE relativi ai prelievi/pagamenti Europay (circuito estero) siano già attivi.

139
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
La sezione Soglie notifica permette di impostare una soglia minima al di sopra della quale venga prodotto l’SMS
(i valore di default è 0,00).

Premendo il tasto Indietro la procedura riporta alla schermata di scelta dei dati.

Proseguendo con Avanti, invece, il sistema propone i rapporti per i quali attivare o disattivare gli alert.

Inserendo il codice OTP generato dal Blucode e cliccando sul pulsante autorizza si attiverà il servizio di Alert
secondo i criteri impostati in precedenza.

140
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il pulsante Modifica Contratto può essere utilizzato dal cliente qualora desideri eliminare o modificare gli Alert
precedentemente inseriti.

GESTIONE CREDENZIALI.

La funzione ‘Gestione credenziali’ permette di effettuare il cambio della propria password di sistema in completa
autonomia.

Cliccando su questa voce di menu, selezionando il tipo Password cliccando sull’icona freccia posta a sinistra, si
apre la videata nella quale inserire e confermare la nuova password.

141
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
Il sottomenu Servizi accessori.

Nel menù Servizi Accessori sono presenti i seguenti sottomenù:

142
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017
• Help
• Messaggi

MAPPA SITO

Dalla funzione che si apre cliccando sulla voce di menù ‘Mappa sito’ è possibile visualizzare l’alberatura
completa della postazione Internet Banking: si può entrare nel dettaglio cliccando sulla freccia accanto ad ogni
ramo.

MESSAGGI

Questa è la funzione tramite la quale è possibile accedere ai messaggi inviati al cliente dalla Banca.
Con il click sulla voce di menù ’Messaggi’ si apre la funzione di visualizzazione.
Gli eventuali messaggi compariranno ordinati per data.
I dati immediatamente visibili sono: il titolo, la data di inizio e la data di fine validità e la check box di stato ‘Letto’
che rimarrà spuntata dopo la prima lettura.
Cliccando sulla freccia posta a destra della riga di intestazione, si entra nel dettaglio del messaggio.
Oltre al testo completo del messaggio, da questa videata sarà possibile scaricare gli eventuali allegati, nonché
tornare alla lista della pagina precedente cliccando sul tasto apposito.

143
Guida Servizio Internet Banking - Versione Luglio 2017