Sei sulla pagina 1di 5

Benedicti et llaudati

Lauda n. 46 (45) Laudario di Cortona - Cod 91 foglio: [123 - 131v]

Ripresa
   
          
e ne di cti e llau da ti

     
            
sem pre si a te a tut te l'o re,

  
            
san ti a po sto li be a ti,

      
     
ser vi del no stro Si gno re.

Stanza
    
               

San cti a po sto li, voi lau da mo

       
   
        

de bon co re no ctee di a, et a vö i

    
    
      
rac co man da mo tut ta no stra

Schola Gregoriana Buforum


   
                 

com pa gni a; man te ne ten 'en tal vi a

     

               
ke po ti am per se ve ra re a ser vi re

   
                 
et a lau da re Cri sto, no strp Re dem pto re.

2
Schola Gregoriana Buforum
Stanze 2 - 13
2e sequiste
Servi foste de Jesù Cristo
il suo viagio
8la Multa gente convertio
tua lingua benedicta
perravere quel dolz’aquisto e tornò a l’alto Dio
lo qual non trova paraggio. ed a sua lege diritta.
Tutti cum fermo coragio Quella gente maledicta
vo’ pregam cum reverenza per invidia te piglaro,
ké n’aitiati a la sententia la tua testa decollaro
ki non n’andiamo en quello ardore. cum grandissimo furore.

3nocte
Voi chiamam per avocati
e dì ogni stascione,
9sant’Andrea,
Te laudamo tutta via,
segnor beato;
apostoli glorificati, benedicta sia la dia
pieni de consolatione; ke da Dio fusti kiamato;
per la sancta passione tosto fusti aparekiato,
ke dal mundo receveste obedisti il suo comando,
en la sancta gloria geste de Lui visti predicando
a recevar grand’onore. e mostrando il suo valore.

4keNui avemo firma speranza


per vostra pregaria
10servo
Dai pagani fusti piglato,
de Dio, vera luce,
Cristo ne dia riposanza e da loro fusti ligato
culli sancti in compagnia, e moristi in sulla cruce.
e la virgine Maria Ti laudamo ad alta voce
en presente stia cum voi e pregànte umilimente
a pregare Dio per noi ké per noi devotamente
e per ogni peccatore. preghi Cristo salvatore.

5 Sancto Pietro, Deo t’à messo 11 Sancto Iacobo benigno,


ke possa signorigiare; figlolo de Zebedeo,
lu suo populo t’à commesso di virtude ben se’ degno,
ki puoi ascioglare e ligare: frate del figlolo de Deo;
or te placia perdonare collo predicare tuo
tutto ‘l nostro ofendemento convertisti multa gente,
per quello sancto tormento apostolo de Dio servente,
ke patisti per suo amore. de la fede amaistradore.

6 Per la fede predicare 12 Per lo tuo amaistramento


fusti e'lla cruce clavato. li pagani te piglaro;
Già non ce volesti stare fra lor feciaro statuto
commo Cristo, Dio beato; ed insieme s’acordaro;
a l’ingiù fusti voltato lu tuo capo te muzaro,
sì co'ffo tuo placemento; sì commo scripto se crede,
feciarte morire cum tormento però te kiamam mercede
quella gente pien d’errore. ké tu sia nostro aitatore.

7cheSancto Paulo, sia laudato


a Deo te convertisti;
13te San Iovanni evangelisto,
laudamo nocte e dia.
da lui fusti illuminato Nostro Segnor Iesù Cristo,
l’ora k’el sentisti; quando ‘lla croce pendea,
a li sue paravole credesti, la sua madre virgo pia
comenzasti a predicare; a te la racomandone,
or te piacia lui pregare in tua guardia la lassone
ké ne dia del suo dolzore. ké l’aitasse al suo dolore.

Schola Gregoriana Buforum


Stanze 14 - 25
14iusto,
Lo tuo corpo delicato,
sancto e benigno,
20nott’e
Per la fede compattisti
dì ogne stascione
da Lui fo da cielo kiamato e per essa sufferisti
enperciò ke n’era degno forte pena e passione.
de recevare quel regno Li pagani senza rascione
duv’è ioco ed alegranza; sulla croce te legaro,
or te piacia per pietanza manu e pei tanto tiraro
d’essar nostro avocatore. ke moristi inn amarore.

15noct’e
Sancto Tomasso, a Deo sirvisti
dì ogni stascione;
21enfra
Ti laudamo, sancto Matheo,
li altri evangelisti;
i'lla sua morte plangisti de Cristo, figlolo de Deo,
cum grande devotione; mult’evangeli sì facisti;
de la sua resurrectione culla tua manu scrivisti
fortemente dubitasti, la sua sancta passione,
fin ke ‘l lato no i cercasti la qual dà compuntione
non ne fosti credetore. ad ogne suo servidore.

16a laMulta gente convertisti


sancta fede pura,
22aiDepagani
la fide predicavi
con conforto;
l’idole cader faceste quando la missa cantavi
k’eran poste nelle mura. de coltello fusti morto.
Un pagan se moss’alora, Or n’aiuti a quello porto
del coltello te percosse; ké dannati non siamo;
alor l’anima se mosse a te ne raccomandamo
e di Dio prese sentore. ki sia nostro defensore.

17apostolo
Sancto Iacobo Alpheo,
glorioso,
23sempre
Miser san Bartolomeo,
te volem laudare.
predicare di l’alto Deo Per amore de l’alto Deo
molto fosti golorioso; te lassasti scortecare;
lu tuo parlare gratioso non te potero turbare,
dei pagani fe’ grande aquisto apostolo de Deo beato;
e tornar a Iesu Cristo, da lor fusti decollato
nostro padre e guidatore. cum grandissimo rumore.

18unMossese cum gran tempesta


pagano agnadiato,
24IesuPerCristo
la tua morte doglosa
sì t’à data
d’un bastone su'nnella testa quella gloria gaudiosa
fortemente t’ave dato; ki avea desiderata.
lo tuo corpo diligato L’anima tua glorificata
cadde morto encontenente. a tutt’ore sta presente
Apostolo de Deo servente, innanti il suo viso plagente
prega il nostro criatore. a vedere lu suo splendore.

19deSancto Filippo biato,


bon core nui te laudamo;
25dinanti
San Simone iusto e santo
a Dio glorificato,
apostolo da Dio kiamato, te laudamo cum dulce canto,
a te ne racomandamo; sancto apostolo bëato;
in tua storia trovamo tu andasti in omni lato
per escritto certamente predicando per lo mondo,
ke de la pagana gente l’idole caciando a fundo,
fosti gran convertitore. a lor facendo disinore.

4
Schola Gregoriana Buforum
Stanze 26 - 30

26queiInsieme se concordaro
pagani agnadiati;
quatro aguti aparechiaro,
lunghi e grossi esmisurati;
manu e piei te fuoro clavati
sulla croce strectamente;
Iesu Cristo omnipotente
si fo tuo consolatore.

27te Santo apostolo Tadeo,


laudamo devotamente.
Iuda fu lu nume tuo;
ben sapem veracemente
ke per quel falso fraudolente
traditor de l'Innocente
fusti kiamato Tadeo
da ogne predicatore.

28perSenpre visti predicando


la fide arditamente,
la scriptura demostrando
enfra la pagana gente;
da lor fusti certamente
preso e ferito e morto;
prega Dio nostro conforto
ke ne sia perdonatore.

29sempre
Apostolo sancto Mathia,
sia da nui laudato,
tu se’ ‘n quella compagnia
fra gl’apostoli kiamato;
Iuda per lo suo peccato
sì se volse desperare,
a Dio non volse tornare
perké gle fo traditore.

30keEd’amor
tu, apostolo Mathia,
fusti perfecto,
en quell’alta compagnia
in suo cambio fusti electo;
sempre stai ‘nnante ‘l cospecto
del figlolo di Dio beato;
te clamamo per avocato
e nostro defendetore.

5
Schola Gregoriana Buforum