Sei sulla pagina 1di 1081

Chimica Organica

per il CdS in Farmacia

1
Gian Piero Spada

Dipartimento di Chimica Organica “A. Mangini”


via San Giacomo 11,
40126 Bologna

Tel. 051 209 5687


Fax 051 209 5688

GianPiero.Spada@unibo.it

www.unibo.it/docenti/gianpiero.spada
Via
San
Giac
omo

Ingresso
Finalità del corso – Il corso di Chimica Organica intende fornire i principi
fondamentali della chimica organica. Verranno presentati i composti del
carbonio, sia di origine naturale che sintetica, illustrando le principali
metodologie di sintesi, i meccanismi attraverso i quali i composti organici si
formano e si trasformano (sia in laboratorio che nei sistemi naturali e
ambientali), le relazioni struttura-reattività e accennando alle possibili
interazioni supramolecolari. Particolare attenzione sarà riservata al chimismo
dei gruppi funzionali, alla stereochimica e ai principali sistemi carbociclici ed
eterociclici.

Conoscenze di base richieste – Per seguire con profitto il corso è necessario


avere acquisito le conoscenze fondamentali relativamente a: struttura atomica,
legame chimico, proprietà periodiche degli elementi, cinetica e termodinamica
delle reazioni chimiche, equilibri chimici.

Programma dettagliato del corso – Disponibile nel sito web istituzionale


www.unibo.it/docenti/gianpiero.spada
Ricevimento studenti: Per appuntamento.

Testi consigliati:

W. H. Brown, C. S. Foote, B. L. Iverson, E. V. Anslyn, Chimica Organica,


4a Ed., EdiSES

P. Yurkanis Bruice, Chimica Organica, EdiSES, 2005

J. Gorzynski Smith, Chimica Organica, McGraw-Hill, 2007


Esame finale – è diviso in due parti, scritta e orale.
Modalità d’esame a partire dall’AA 2009/10

Prova scritta: consiste in una serie di 15 domande, di norma a risposta multipla. Mentre
la risposta corretta comporta l’attribuzione di 2 punti e la non risposta di 0 punti, la
risposta errata comporta la detrazione di 1 punto. Per essere ammessi all’orale occorre
avere ottenuto un punteggio di almeno 16/30. Tale punteggio costituirà la base del voto
finale. La prova scritta mantiene la sua validità per 60 giorni. La partecipazione ad una
nuova prova scritta durante il periodo di validità della precedente comporta la rinuncia al
risultato precedentemente acquisito.

Prova orale: vengono proposti quesiti di carattere più generale e teorico che di norma
prendono spunto dagli esercizi del compito. L’esito della prova orale comporta la
variazione del voto di ammissione nell’intervallo da –5 a + 5.

L’esito dell’esame è determinato dal risultato delle due prove. In caso di esito negativo
dell’esame, la prova scritta non dovrà essere ripetuta nel periodo della sua validità.

La prova orale non può essere ripetuta prima che siano trascorsi 20 giorni dall’esito
negativo del precedente orale.
Esercizi o problemi (risolti) tipo quelli oggetto della prova scritta sono
reperibili:

• sul sito web (libero accesso) di alcuni libri di testo come, ad esempio:
(Bruice) http://wps.prenhall.com/esm_bruice_organic_4
(McMurry 6th) http://www.thomsonedu.com/
(Vollhardt) http://bcs.whfreeman.com/vollhardtschore4e/default.asp

• su siti web istituzionali, come ad esempio:


http://www.chemistry.ohio-state.edu/organic/flashcards/
http://www.chem.uic.edu/web1/OCOL-II/WIN/HOME.HTM
http://www.molecularmodels.ca/molecule/molecule_index.html

Propedeuticità – Per sostenere l’esame di Chimica Organica occorre avere


superato l’esame di Chimica Generale ed Inorganica.

Iscrizione all’esame scritto – Esclusivamente per via informatica tramite


UNIWEX/Almaesami (https://uniwex.unibo.it/uniwex/index.do). Non è
necessario iscriversi all’esame orale, ma è sufficiente presentarsi di persona
nella data e ora fissate per l’inizio dell’appello.
Chimica e democrazia

“Quello che mi allarma di più nella diffusa ignoranza della chimica sono due
cose.

Se non conosciamo i comportamenti basiliari della realtà che ci circonda


diventiamo alienati. L’alienazione […] ci fa sentire impotenti, incapaci di
agire. Non comprendendo il mondo possiamo inventarci misteri o nuovi
dèi.

L’ignoranza della chimica pone una barriera allo sviluppo democratico. Io


credo profondamente che la gente comune debba essere preparata a
prendere decisioni sull’ingegneria genetica come sulle discariche, sulla
pericolosità e sicurezza delle varie fabbriche come su quali dovrebbero
essere controllate o permesse. […] La responsabilità di prendere decisioni
non spetta agli esperti, bensì ai cittadini e ai loro rappresentanti. I cittadini
hanno il dovere di studiare la chimica abbastanza bene da poter resistere
abbastanza bene alla seduzione degli esperti che possono essere assoldati al
servizio di qualsiasi attività nefanda.”
Roald Hoffmann
Premio Nobel per la chimica
“Come accade spesso nello sviluppo della
scienza, la comprensione nasce da concetti
semplici che sono all’opera appena sotto la
superficie della realtà, e costituiscono la vera
realtà”
Peter Atkins
La tavola periodica

La tavola periodica è forse il concetto più importante della chimica, sia in linea
di principio che in pratica. (…) E’ una dimostrazione notevole del fatto che gli
elementi chimici non sono una accozzaglia casuale di entità, ma presentano
andamenti regolari. (…)

Una consapevolezza del significato della tavola periodica è essenziale per


chiunque desideri sbrogliare il mondo e capire come esso sia costruito a partire
dai mattoni fondamentali della chimica, gli elementi. E chiunque voglia
avvicinarsi alla visione che hanno del mondo gli scienziati deve conoscere gli
aspetti generali della tavola periodica, perché essa fa parte della cultura
scientifica.

Peter Atkins

(Da Il regno periodico, Zanichelli 2008)


Per approfondire le proprietà degli elementi: http://www.periodicvideos.com/index.htm (in inglese)
Non informazioni, ma formazione

Applicare i principi fondamentali (per


prevedere la reattività) e non fare un puro
esercizio di memorizzazione di quanto visto o
sentito

Filo conduttore: gruppo funzionale e


meccanismi di reazione
Superquark
“Pregiudizio della chimica”
In onda il 28/8/2008
http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiUno-Superquark%5E18%5E124188,00.html
Legame covalente e
geometria molecolare
La chimica organica

9 Lo studio dei composti del carbonio


9 Più di 10 millioni di composti identificati
• circa 1000 nuovi al giorno al giorno!
9 C è un piccolo atomo
• Forma legami semplici, doppi e tripli
• Ha una elettronegatività moderata (2.5)
• Forma legami forti con C, H, O, N, e alcuni metalli
Rappresentazione schematica di un atomo

• Un piccolo e denso nucleo,


diametro 10-14 - 10-15 m, che
contiene i protoni carichi
positivamente e concentra la
maggior parte della massa
dell’atomo
• Uno spazio extranucleare,
diametro 10-10 m, che ospita gli
elettroni carichi negativamente
10-10 m = 1 Å = 0,1 nm
Configurazione elettronica

9 Elettroni confinati in regioni di spazio chiamati gusci


• Ogni guscio può ospitare 2n2 elettroni (n = 1, 2, 3, 4, ...)
Configurazione elettronica
9 I gusci sono suddivisi in sottogusci chiamati orbitali, identificati
dalle lettere s, p, d, f,........
• s (one ogni guscio)
• p (tre per il guscio 2 e successivi)
• d (cinque per il guscio 3 e successivi) .....
Configurazione elettronica

9 Principio di Aufbau:
• Gli orbitali si riempiono in ordine crescente di energia a
partire da quello ad energia minore
9 Principio di esclusione di Pauli:
• Solo due elettroni possono occupare un orbitale e il loro
spin deve essere appaiato
9 Regola di Hund:
• Quando sono presenti orbitali degeneri, si aggiunge un
elettrone ad ogni orbitale vuoto prima di aggiungerne un
secondo ad un orbitale parzialmente occupato
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Strutture di Lewis a punti

9 Gilbert N. Lewis
9 Guscio di valenza:
• Il guscio più esterno occupato da elettroni
9 Elettroni di valenza:
• Elettroni nel guscio di valenza: coinvolti nei legami chimici e
nelle reazioni
9 Struttura di Lewis a punti:
• Il simbolo dell’elemento rappresenta il nucleo e gli elettroni
dei gusci interni
• I punti rappresentano gli elettroni di valenza
Strutture di Lewis a punti
Modello di legame di Lewis

9 Gli atomi si legano in modo tale che ciascuno


acquisisce la stessa configurazione elettronica del gas
nobile più vicino.
• Un atomo che acquista elettroni diventa un anione
• Un atomo che perde elettroni diventa un catione
• L’attrazione tra cationi e anioni porta alla formazione dei
solidi ionici
• Un atomo può condividere elettroni con uno o più atomi
per completare il guscio di valenza: legame covalente
• Legami parzialmente ionici e covalenti sono chiamati legami
covalent polari
Electronegatività
9 Electronegatività:
• Misura la attrazione di un atomo per gli elettroni che
condivide in un legame chimico
9 Scala di Pauling
• Generalmente aumenta da sinistra verso destra lungo un
Periodo
• Generalmente aumenta dal basso verso l’alto lungo un
Gruppo
Formazione di ioni
9 ioni si formano se la differenza di elettronegatività è 1.9 o
maggiore (indicativamente):

esempio: sodio (en 0.9) e fluoro (en 4.0)

Freccia ricurva a mezza punta (ad “amo”) per mostrare il


trasferimento di un elettrone da Na a F
•• ••
+ -






Na + F
••
Na F
••

Per formare Na+F-, un elettrone 3s dal Na è trasferito al


guscio di valenza parzialmenteoccupato del F
N a(1s22s 22p 63s1 ) + F(1s 22s2 2p5 ) N a+ (1s2 2s22p 6) + F-(1s2 2s2 2p6 )
Legame covalente

9 Esempio più semplice in H2


• I singoli elettroni di ciascun atomo di H si combinano per
formare una “coppia di elettroni”
H• + •H H-H ΔH 0 = -435 kJ (-104 kcal)/mol
• La “coppia” è condivisa dai due atomi e riempie il guscio di
valenza di ciascun atomo

9 Numero di coppie condivise


• 1 coppia forma un legame semplice
• 2 coppie formano un legame doppio
• 3 coppie formano un legame triplo
Legami covalenti polari e non polari

9 Per quanto tutti i legami covalenti prevedano condivisione di


elettroni, il grado di condivisione può variare
9 I legami covalenti possono essere lclassificati in
• Legami covalenti non polari
• Legami covalenti polari
Legami covalenti polari e non polari

• Esempio di legame covalente polare: H-Cl


• Differenza di e.n. tra Cl e H: 3.0 - 2.1 = 0.9
• Si indica la polarità con I simboli δ+ e δ-, o utilizzando una
freccia con la punta orientata verso la estremità negativa e il
segno + sulla coda all’estremità negativa

δ+ δ-
H Cl H Cl
Legami covalenti polari
9 Momento dipolare di legame (μ):
• Una misura della polarità di un legame covalente
• Prodotto della carica (q) su ciascun atomo e la distanza (d)
che separa i nuclei
(unità di misira: debye; 1 D = 3,34 10-30 C m)
Strutture di Lewis

9 Come scrivere strutture di Lewis


• Determinare il numero di elettroni di valenza
• Determinare la disposizione degli atomi
• Legare gli atomi con legami semplici
• Posizionare i rimanenti elettroni in modo tale che ogni
atomo abbia il guscio di valenza completo
• Rappresentare le coppie di elettroni di legame con un
trattino (—)
• Rappresentare le coppie non condivise (doppietti solitari,
elettroni di non legame) con una coppia di punti ( : )
• Legame semplice: una coppia condivisa; leegame doppio:
due coppie condivise; legame triplo: tre coppie condivise
Strutture di Lewis

9 Ricorda che, quando non portano cariche):


• H forma 1 legame
• C 4 legami e nessuna coppia solitaria
• N 3 legami e 1 coppia solitaria
• O 2 legami e 2 coppie solitarie
• Alogeni 1 legame e 3 coppie solitarie
Carica formale
9 Carica formale: la carica presente su un atomo di una
molecola o di uno ione poliatomico

1. Scrivere una struttura di Lewis corretta


2. Assegnate ad ogni atomo tutti i suoi elettroni non condivisi
e una metà degli elettroni di legame (condivisi)
3. Confrontare tale numero con il numero di elettroni di
valenza dell’atomo neutro (non legato): tavola periodica!

N umber of
Formal All One h alf of
= valence electrons un shared + all sh ared
charge in th e neutral,
un bonded atom electrons electrons
Carica formale

6 – (4 + ½ 4) = 0

O
1 – (0 + ½ 2) = 0

H O N O

6 – (6 + ½ 2) = – 1
5 – (0 + ½ 8) = + 1
Strutture di Lewis – Carica formale

9 Esercizio: Disegnare le strutture di Lewis e dire su


quale atomo è localizzata una carica formale

- - 2-
(a) NH2 (b) HCO3 (c) CO3

+ - -
(d) CH3 NH3 (e) HCOO (f) CH3 COO
Eccezioni alla regola dell’ottetto

9Molecole con atomi del gruppo 3A (13) in


particolare boro e alluminio
6 electrons in the
:

:
: F: valence shells of boron : Cl :
and aluminum

: :
: :

:F B : Cl Al
:F: : Cl :
:

:
Boron trifluoride Aluminum chloride
Eccezioni alla regola dell’ottetto

9Molecole con atomi del terzo periodo. Hanno


orbitali 3d e possono espandere il loro guscio di
valenza per contenere più di 8 elettroni
• Il fosforo può avere 10 elettroni di valenza

:
: : : : : Cl : :O:

: : : :
: Cl Cl :
:

: :

:
CH3 -P- CH 3 P H- O-P- O-H

:
CH3 : Cl Cl : O-H

:
Trimethyl- Phosphorus Phosphoric
phosphine pentachloride acid
Eccezioni alla regola dell’ottetto

• Lo zolfo (3° periodo) forma composti in cui il


guscio di valenza ospita 8, 10, o 12 elettroni

: O: : O:
:

:
H-S- H CH 3 -S-CH 3 H-O- S-O-H
:

:
:
:O :

Hydrogen Dimethyl Sulfuric


sulfide sulfoxide acid
Gruppi funzionali

9 Gruppo funzionale: un atomo o un gruppo di atomi


all’interno della molecola con una caratteristica serie di
proprietà fisiche e chimiche
9 Importanti perchè sono:
1. l’unità strutturale che consente di classificare I composti
organici in classi
2. il sito ove avvengono le reazioni chimiche caratteristiche
3. la base per la nomenclatura dei composti organici
Alcoli
9Alcoli contengono un gruppo -OH (ossidrile)
ossidrile
H H
:

-C-O-H H-C-C-O-H
:

H H
Fu nctional Ethan ol
group (an alcohol)

9L’etanolo può essere scritto anche con una formula


di struttura condensata

CH3 -CH2 -OH or CH3 CH2 OH


Alcoli

• alcoli sono classificati come primari (1°), secondari


(2°) o terziari (3°) a seconda del numero di atomi di
carbonio legati al carbonio che porta il gruppo -OH

CH3 H CH3
CH3 -C-OH CH3 -C-OH CH3 -C-OH
CH3 CH3 CH3
A 1° alcohol A 2° alcohol A 3° alcoh ol
Alcoli

• Ci sono 2 alcoli (isomeri) con formula molecolare


C3H8O

HHH
H-C-C-C-O-H or CH3 CH2 CH2 OH
H HH a 1° alcohol

H
HOH OH
H C-C-C-H or CH3 CHCH3
HH H a 2° alcohol
Ammine
9Ammine contengono un gruppo ammino; ammino un
azoto ibridato sp3 legato a 1, 2 o 3 atomi di C
• una ammina può essere 1°, 2° o 3°

:
:

CH 3 N H CH 3 N H CH 3 N CH 3
H CH 3 CH 3
Methylamine Dimethylamine Trimethylamine
(a 1° amine) (a 2° amine) (a 3° amine)
Aldeidi e Chetoni

9Contengono un gruppo carbonilico o carbonile


(C=O)
O O O O
C H CH3 -C-H C CH3 -C-CH3
Fu nctional A cetaldeh yd e Fu nctional Aceton e
group (an aldehyde) group (a ketone)
Acidi carbossilici

9Contengono un gruppo carbossilico o


carbossile (-COOH)

O :O:

:
C O H CH3 -C-O-H or CH3 COOH or CH3 CO2 H

:
Fu nctional Acetic aci d
group (a carboxy li c acid )
Esteri (carbossilici)

9 Estere: un derivato degli acidi carbossilici in cui


l’idrogeno del carbossile è sostituito da un
atomo di C

O : O:

:
C O CH3 -C-O-CH2 -CH3
:
Fun ctional Ethyl acetate
group (an ester)
Ammidi (carbossiliche)

9 Una ammide (carbossilica) è un derivato di un acido


carbossilico in cui il gruppo -OH del carbossile è
sostituito da un gruppo amminico

O O
C N CH3 -C-N-H
H
Fu nctional Acetamid e
group (a 1° amid e)
• I 6 atomi del gruppo funzionale delle ammidi giacciono nel
piano con un angolo di legame di ca. 120°
Geometria molecolare - VSEPR
9 Il modello “Valence Shell Electron Pair Repulsion”
è basato sul fatto che:
• gli atomi sono circondati da regioni ad alta densità
elettronica
• regioni di densità elettronica si respingono
Geometria molecolare
Geometria molecolare
Geometria molecolare - VSEPR

9 Esercizio: prevedere gli angoli di legamee per queste


molecole o ioni

( a ) N H4 + ( b ) CH3 NH 2 ( d ) CH3 OH
( e ) CH 3 CH = CH 2 ( f ) H 2 CO 3 ( g ) HCO 3 -

( h) CH3 CH O ( i) CH 3 COOH ( j ) BF4 -


Molecole polari e non polari

9Per prevedere se una molecola è polare occorre


sapere
• se la molecola ha legami polari
• la disposizione spaziale dei legami
9 Momento di dipolo molecolare (μ): la somma
vettoriale dei momenti di dipolo di legame in
una molecola (espresso in debye, D)
Molecole polari e non polari

9Queste molecole possiedono legami polari, ma


hanno un momento di dipolo nullo

F Cl

O C O B F C
F Cl Cl
Cl
Carbon dioxide Boron trifluoride Carbon tetrachloride
μ=0D μ=0D μ=0D
Molecole polari e non polari
9Queste molecole hanno legami polari e sono
polari:
• acqua
Molecole polari e non polari

• ammoniaca
Molecole polari e non polari

• formaldeide

direction O
of dip ole C
moment H H
Formaldehyde
μ = 2.33 D
Risonanza
9 Per molte molecole (o ioni) una singola struttura di Lewis non
fornisce una rappresentazione accurata
Risonanza

9Linus Pauling – (anni ’30)


• Molte molecole o ioni sono meglio descritte da 2 o
più strutture (di Lewis)
• Ciascuna struttura di Lewis è chiamata “struttura
limite”
• Le strutture limite sono collegate da una freccia a
doppia punta (freccia di risonanza)
• La molecola (o ione) è un ibrido delle diverse
strutture limite
• L’ibrido è più stabile di ciascuna struttura limite
Risonanza
9 Examples: equivalent contributing structures

:
:

:O: - O: : O :- O:
:N :N CH3 C CH3 C
O: :O :- O: : O :-
:

:
:
:

N itrite ion A cetate ion


(equivalent con trib uting (equ ivalen t contributin g
s tru ctures) s tru ctures)
Risonanza

9 Frecce ricurve: usate per rappresentare la


redistribuzione degli elettroni di valenza
9 Sono permessi due tipi di redistribuzione di elettroni:
• Da un legame add un atomo adiacente
• Da un atomo ad un legame adiacente

9 Comprendere ed effettuare lo spostamento di elettroni


con l’uso delle frecce ricurve è vitale nello studio della
chimica organica
• Imparatelo bene!!
Risonanza

9 Tutte le strutture limite devono


1. Avere lo stesso numero dielettroni di valenza
2. Obbedire alle regole del legame covalente:
• massimo 2 elettroni nel guscio di valenza di H
• massimo 8 elettroni nel guscio di valenza di elementi del 2°
periodo
3. Differire solo per la distribuzione degli elettroni di valenza; la
posizione dei nuclei è inalterata
4. Avere lo stesso numero di coppie di elettroni e di elettroni
spaiati
Risonanza – importanza delle strutture limite

9 Preferenza 1: gusci di valenza riempiti


• Strutture in cui tutti gli atomi hanno i gusci di
valenza riempiti (ottetti completi) contribuiscono di
più di strutture con un guscio (o più) solo
parzialmente riempito
+ •• +
CH3 O C H CH3 O C H
•• ••

H H
Greater contribution; Lesser contribution;
both carbon and oxygen have carbon has only 6 electrons
complete valence shells in its valence shell
Risonanza – importanza delle strutture limite

9 Preferenza 2: maggior numero di legami


covalenti
• Strutture con un maggior numero di legami
covalenti contribuiscono di più di strutture con un
numero minore di legami
+ •• +
CH3 O C H CH 3 O C H
•• ••

H H
Greater contribution Lesser contribution
(8 covalent bonds) (7 covalent bonds)
Risonanza – importanza delle strutture limite

9 Preferenza 3: assenza di separazione di cariche


(opposte)
• Strutture con separazione di cariche di segno
opposto contribuiscono meno delle strutture prive
di separazione di carica
:

:
O: :O: -
CH3 -C- CH3 CH3 -C- CH3
Greater contribution Lesser contribution
(no separation of (separation of unlike
unlike charges) charges)
Risonanza – importanza delle strutture limite
9 Preferenza 4: carica negativa (positiva)
sull’atomo più (meno) elettronegativo
• Strutture ccon carica negativa sull’atomo più
eelettronegativvo contribuisconi di più di strutture
con carica negativa sull’atomo meno elettronegativo

O O O
(1) (2)
C C C
H3 C CH3 H3 C CH3 H3 C CH3
(a) (b) (c)
Less er Greater S hould n ot
con trib ution contribu tion be d raw n
Meccanica Quantistica

9 Albert Einstein: E = hν (energy is quantized)


• light has particle properties
9 Louis deBroglie: wave/particle duality
h
λ = mν

9 Erwin Schrödinger: wave equation


• wave function, ψ: a solution to a set of equations that
depicts the energy of an electron in an atom
• each wave function is associated with a unique set of
quantum numbers
• each wave function occupies three-dimensional space and is
called an orbital
• ψ 2 is the probability of finding an electron at a given point
in space
Orbitali 1s and 2s
Orbitali 2p
Teoria dell’Orbitale Molecolare

9Electrons in atoms exist in atomic orbitals


9Electrons in molecules exist in molecular
orbitals (MOs)
9Using the Schrödinger equation, we can
calculate the shapes and energies of MOs
Teoria dell’Orbitale Molecolare

9 Rules:
• combination of n atomic orbitals (mathematically adding
and subtracting wave functions) gives n MOs (new wave
functions)
• MOs are arranged in order of increasing energy
• MO filling is governed by the same rules as for atomic
orbitals:
• Aufbau principle: fill beginning with LUMO
• Pauli exclusion principle: no more than 2e- in a MO
• Hund’s rule: when two or more MOs of equivalent energy are
available, add 1e- to each before filling any one of them with 2e-
Teoria dell’Orbitale Molecolare

9Terminology
• ground state = lowest energy state
• excited state = NOT lowest energy state
• σ = sigma bonding MO
• σ* = sigma antibonding MO
• π = pi bonding MO
• π* = pi antibonding MO
• HOMO = highest occupied MO
• LUMO = lowest unoccupied MO
Orbitali Molecolari

9Sigma 1s: MO di legame e antilegame


Orbitali Molecolari

• MO energy diagram for H2: (a) ground state and (b)


lowest excited state
Orbitali Molecolari

• computed sigma bonding and antibonding MOs for


H2
Orbitali Molecolari

9pi greco: MO di legame e antilegame


Orbitali Molecolari

• computed pi bonding and antibonding MOs for


ethylene
Orbitali Molecolari

• computed pi bonding and antibonding orbitals for


formaldehyde
Orbitali ibridi

9 Il problema:
• Utilizzando per formare i legami orbitali atomici 2s e 2p si
dovrebbero osservare angoli di legame di ca. 90°
• Invece si osservano angoli di ca. 109.5°, 120° e 180°
9 Una soluzione
• Ibridazione degli orbitali atomici
• Gli elementi del 2° periodo usano orbitali ibridi sp3, sp2 e sp
per formare legami
Orbitali ibridi

9 Ibridazione degli orbitali (L. Pauling)


• La combinazione di 2 o più OA genera un nuovo set di OA
chiamati orbitali ibridi
9 Tre tipi fondamentali di orbitali ibridi
sp3 (1 orbitale s + 3 p)
sp2 (1 orbitale s + 2 p)
sp (1 orbitale s + 1 p)
9 La sovrapposizione di orbitali ibridi può formare due
tipi di legame a seconda della geometria della
sovrapposizione:
legami σ per sovrapposizione diretta (collineare)
legami π bonds per sovrapposizione parallela
Orbitali ibridi sp3

• Ogni orbitale sp3 ha due


lobi di diversa dimensione
• Il segno della funzione
d’onda è opposto nei die
lobi
• I 4 orbitali sp3 sono diretti
verso i vertici di un
tetraedro regolare con
algoli di 109.5°
Orbitali ibridi sp3
Orbitali ibridi sp2

• Gli assi dei 3 orbitali ibridi sp2 giacciono su un piano e


puntano verso i vertici di un triangolo equilatero
• L’orbitale non ibridato 2p giace perpendicolare al piano degli
orbitali ibridi
Legame nell’etilene
Legame nella formaldeide
Orbitali ibridi sp
• Gli assi dei 2 orbitali ibridi sp2 formano un angolo di 180°
• I due orbitali non ibridati 2p sono perpendicolari tra loro e
rispetto agli assi degli orbitali ibridi sp
Legame nell’acetilene, C2H2
Orbitali ibridi
Lunghezza e forza di legame
Alcani
e
cicloalcani
Idrocarburi

9 Idrocarburo: un composto formato solo da


carbonio e idrogeno
9 Idrocarburo saturo: un idrocarburo che
contiene solo legami semplici
9 Alcano: un idrocarburo saturo i cui carboni
formano una (o più) catene aperte o chiuse a
ciclo (cicloalcani)
9 Idrocarburo alifatico = Alcano
Idrocarburi
Struttura
9 Formula generale CnH2n+2 (non cicloalcani!)
9 Geometria
• Carbonio tetraedrico (sp3)
• Angoli di legame di (ca.) 109.5°
Rappresentazione degli alcani

9 Formule a scheletro (zig-zag o linea-angolo)


• Modo abbreviato e rapido per rappresentare formule di
struttura
• Ogni vertice ed estremità di segmento rappresenta un atomo
di C
Ball-and -
stick
mod el

Line-an gle
formula

Structu ral CH3 CH2 CH3 CH3 CH2 CH2 CH3 CH3 CH2 CH2 CH2 CH3
formu la
Propane Butan e Pentan e
Isomeria di struttura
9 Isomeri di struttura (o costituzionali): composti con la
stessa formula molecolare, ma diversa connettività dei
loro atomi
• esempio: C4H10

Alcano lineare
(non ramificato) Alcano ramificato
CH3
CH3 CH2 CH2 CH3 CH3 CHCH3
Butane 2-Methylpropane
(bp -0.5°C) (bp -11.6°C)
Isomeria di struttura
• Un altro esempio:

CH3 5 CH3 4
CH3 4
5 3
CH3 CHCH42 CH 2 4
and CH3 CH2 CHCHCH3 5 3
2
1 2 3 1 3 5 2 1 1
CH3 CH3

Alcani ramificati
Isomeria di struttura

Molecular Constitutional
Formula Isomers
CH4 1
World population
C5 H1 2 3
is about
C1 0 H2 2 75 6,000,000,000
C1 5 H3 2 4,347
C2 5 H5 2 36,797,588
C3 0 H6 2 4,111,846,763
Nomenclatura - IUPAC
Alcani non ramificati
9 La terminazione -ano identifica un alcano
9 Il prefisso (radice) indica il numero di atomi di carbonio
Nomenclatura - IUPAC
Alcani ramificati
Nomenclatura - IUPAC

9 Catena principale (o base): la catena più lunga di atomi


di C
9 Sostituente: un gruppo legato alla catena principale
• Gruppo alchile: un sostituente che deriva dalla rimozione di
un H da un alcano; si indica con R-. La terminazione –ano
diventa –il(e): Met-ano Æ Met-il(e)

Alkane Name Alkyl group Name


CH 4 Methane CH3 - Methyl group

CH 3 CH3 Ethane CH3 CH2 - Ethyl group


Nomenclatura - IUPAC
Alcani ramificati
Nomenclatura - IUPAC

1. Identificare la catena principale (che definisce il nome


dell’alcano non ramificato progenitore)
2. Identificare il (o i) sostituente(i)
3. Ad ogni sostituente è assegnato un nome e un numero (che
indica la posizione lungo la catena principale) che vengono
premessi al nome dell’alcano progenitore
CH3
2
CH3 CHCH3 1 3

2-Methylprop ane
4. Se c’è un solo sostituente, la catena principale è numerata
dalla estremità più vicina al sostituente
CH3 4 2
5 3 2 1 1 3 4 5
CH3 CH2 CH2 CHCH3
2-Methylpen tane (not 4-meth ylp entane)
Nomenclatura - IUPAC

5. Se ci sono 2 o più sostituenti identici, si numera la catena a


partire dalla estremità più vicina ad un sostituente
• Il numero dei sostituenti (identici) è indicato dal prefisso di-,
tri-, tetra-, etc.
• Un virgola separa i numeri di posizione

6 4 2 1 3 5
5 3 1 2 4 6
2,4-Dimethylhexan e (n ot 3,5-d imethylhexan e)
Nomenclatura - IUPAC

6. Se ci sono 2 o più sostituenti diversi,


• Si elencano in ordine alfabetico (ciascuno con il suo numero
di posizione) davanti al nome dell’alcano progenitore
• Si numera la catena a partire dalla estremità più vicina ad un
sostituente.
• Se sono presenti sostituenti in posizione equivalente rispetto
alle due estremità, il numero più basso viene attribuito al
spstituente che precede nell’ordine alfabetico,
2 4 6 6 4 2
1 3 5 7 7 5 3 1

3-Ethyl-5-methylh eptane (n ot 3-methyl-5-ethylheptane)


Nomenclature - IUPAC

7. I prefissi di-, tri-, tetra-, etc. non vanno considerati ai fini


dell’ordine alfabetico

4 6
1 3 5
2
4-Ethyl-2,2-dimethylh exane
(not 2,2-dimethyl-4-eth ylh exane)
Nomenclatura comune
9 Il numero di atomi di carbonio di un alcano ne
determina il nome
• Tutti gli alcani con 4 atomi di C sono butani, quelli con 5 C
pentani, etc.
• iso- indica che la catena termina in -CH(CH3)2;
• neo- che termina in -C(CH3)3
CH3
CH3 CH2 CH 2 CH3 CH3 CHCH3
Butane Is ob utane

CH3 CH3
CH3 CH2 CH2 CH2 CH 3 CH3 CH2 CHCH3 CH3 CCH3
CH3
Pentan e Is op entane N eopentan e
Nomenclatura comune
9 Si applica anche ai gruppi alchile (R-)
Classificazion di C e H
9 Primario (1°): un C legato a un altro C
• un H legato a un C 1°
9 Secondario (2°): un C legato a due altri C
• un H legato a un C 2°
9 Tertiary (3°) C: un C legato a tre altri C
• un H legato a un C 3°
9 Quaternary (4°) C:
C un C legato a quattro altri C
Cicloalcani
9 General formula CnH2n
• Anelli a 5 o 6 termini sono i più comuni
9 Nomenclatura
• Si premette al nome del corrispondente alcano lineare (con
lo stesso numero di C del ciclo) il prefisso ciclo-. Il nome di
eventuali sostituenti viene posto davanti.
Cicloalcani

• Se è presente un solo sostituente, non occorre numero


CH2 CH3
C
C C H2 C
C C CH CH
C H2 C
C C CH2 CH3
Isopropilciclopentano
C8 H1 6
o
(1-metiletil)ciclopentano

• Se vi sono 2 sostituenti, si numera il ciclo a partire dal C che


porta il sostuituente che precede alfabeticamente
• Se vi sono 3 o più sostituenti, si numera in modo da usare la
combinazione più piccola di numeri
Cicloalcani

9 Esercizio: quale è il nome dei seguenti cicloalcani?

(a) (b)

(c) (d)
Bicicloalcani

9 Bicicloalcani: un alcano che contiene due anelli

Bicyclo[4.4.0]decane Bicyclo[4.3.0]nonane Bicyclo[2.2.1]heptane


(Decalin) (Hydrindane) (Norbornane)
IUPAC - Generale
9 prefisso-infisso-suffisso
• prefisso indica il numero di C della catena principale
• infisso indica la natura dei legami carbonio-carbonio
• suffisso indica la classe del composto

Suffisso Classe
Natura dei legami carbonio- -o / -e idrocarburo
Infisso carbonio nella catena base
-olo alcol
-an- Tutti legami semplici aldeide
-ale
-en- 1 o più doppi legami -ammina ammina
-in- 1 o più tripli legami -one chetone
(acido) -oico acido carbossilico
IUPAC - Generale
CH 3 CH2CH3
prop-an-o
an = propano CH 3 CH=CH 2
prop-en-e
en = propene
CH 3 CH 2 OH
et-an-olo
an = etanolo O
but-an-one
an = butanone CH3 CCH2 CH 3 O
but-an-ale
an = butanale CH3 CH2 CH2 CH
acido pent-an-oico
an = acido pentanoico O

ciclo-es-an-olo
an = cicloesanolo CH 3 CH 2 CH 2 CH 2 COH
OH
et-in-o
in = etino HC CH
et-an-ammina
an = etanammina
CH3 CH2 NH 2
Conformazioni

9 Conformazione: ogni disposizione tridimensionale di


atomi che risulta dalla rotazione attorno a legami
semplici

9 Proiezione di Newman: una rappresentazione di una


molecola vista lungo un legame semplice carbonio-
carbonio
Conformazioni

9 Conformazione sfalsata: atomi o gruppi su un atomo


di C sono il più lontano possibile da atomi o gruppi sul
C adiacente
Conformazioni

9 Conformazione eclissata:
atomi o gruppi su un
atomo di C sono il più
vicino possibile a atomi o
gruppi sul C adiacente
Conformazioni
9 Tensione torsionale
• Tensione che origina quando atomi non legati tra loro e
separati da 3 legami sono costretti a passare da una
conformazione sfalsata ad una eclissata
• La tensione torsionale nell’etano è ca. 12.6 kJ (3.0 kcal)/mol

+12.6 kJ/mol
Conformations
9 Angolo diedro (Θ):
(Θ) angolo cretao tra due piani che si
intersecano
Conformations
9 Energia potenziale in funzione dell’angolo diedro
nell’etano
Conformations
9 Origine della tensione torsionale nell’etano
• Repulsione tra nuclei di idrogeno eclissati
• oppure, repulsione tra nubi elettroniche dei legami C-H
eclissati

(in realtà calcoli teorici QM indicano che la spiegazione è un


pò più complessa ed esula dagli scopi di questo corso)
Conformations
Butano
9 Conformazione anti CH 3
H H

H H
CH 3

CH 3
H CH 3

H H
H
Conformazioni
• Conformazioni del butano
Conformazioni
9 Tensione sterica
• La tensione sorge quando atomi separati da 4 o più legami
sono costretti a stare più vicini di quanto il loro raggio
atomico consenta
Ciclopropano
• Tensione angolare: tensione che
nasce quando un angolo di legame è
aumentato o ridotto rispetto al suo
valore ottimale

Nel ciclopropano c’è tensione


angolare: l’angolo C-C-C è
compresso da 109.5° a 60°
C’è anche tensione torsionale: ci
sono 6 coppie di H eclissati.

La tensione totale è 116 kJ (27.7


kcal)/mol
Ciclobutano
• “puckering” della struttura riduce la tensione
torsionale ma aumenta quella angolare

• Tensione totale ca. 110 kJ (26.3 kcal)/mol


Ciclopentano

• Tensione totale ca. 42 kJ (6.5 kcal)/mol


Cicloesano
9 Conformazione a sedia: la più stabile conformazione
ripiegata del cicloesano
• Tutti gli angoli di legame C-C-C sono di 110.9° (no
tensione angolare)
• Tutti i legami su carboni adiacenti sono sfalsati (no tensione
torsionale)
Cyclohexane

9 Nella conformazione a sedia 6 H sono equatoriali e 6


H assiali
Cicloesano

9Nel cicloesano ci sono 2 conformazioni a sedia


equivalenti interconvertibili
• Titti i C-H equatoriali in una sedia sono assiali
nell’altra e viceversa
Cyclohexane
9 Conformazione a barca: una conformazione ripiegata ove i
carboni 1 e 4 sono rivolti dalla stessa parte
• Ci sono 4 coppie C-H eclissati e una interazione ad “asta di bandiera”
• Meno stabile della conformazione a sedia di 27 kJ (6.5 kcal)/mol
Metilcicloesano

9Conformazioni (a sedia) con il metile assiale o


equatoriale CH3
+7.28 kJ/mol
CH3
Cicloesani monosostituiti
• Dalla differenza di energia tra le conformazioni (e quindi
anche equatoriale-assiale) è possibile calcolarne il
rapporto tramite la seguente espressione:
ΔG 0 = -RT ln Ke q
Stereoisomeri
9 Stereoisomeri: composti che hanno
• Stessa formula molecolare
• Stessa connettività
• Una diversa orientazione dei loro atomi nello spazio
Isomeria cis-trans
9Isomeri cis-trans
•Stereoisomeri che sono il risultato della presenza di un
anello (questo capitolo) o di un doppio legame carbonio-
carbonio
cis : dalla stessa parte
trans : da parti opposte

1,2-Dimetilciclopentano H H
H H H H
H H H H H H3 C
H H H H
CH3 CH3 CH3 H

cis-1,2-Dimethyl- trans-1,2-Dimethyl-
cyclopentane cyclopentane
Legami a cuneo
H
H H H
H H
H H H
H HH3 C
H H
H H
CH3 CH3
CH3 H

Diretto lontano
dall’osservatore Diretto verso
l’osservatore

H3 C CH3 H3 C CH3

Nel piano
cis-1,2-Dimethyl- trans-1,2-Dimethyl-
cyclopentane cyclopentane
Isomeria cis-trans

91,4-Dimetilcicloesano

H CH3 H H

H3 C H H3 C CH3
CH3 CH3

H3 C H3 C
t rans-1,4-D imethyl- cis-1,4-D imethyl-
cyclohexane cycloh exane
Isomeria cis-trans
9trans-1,4-Dimetilcicloesano
• La conformazione a sedia metil-diequatoriale è più
stabile di ca. 2 · 7,28 = 14,56 kJ/mol
CH3 H
H H3 C
H CH3
CH3 H
(less stable) (more stable)
Isomeria cis-trans
9cis-1,4-Dimetilcicloesano
H H
CH3 H3 C
H H

CH3 CH3
conformation s are of equal s tability
9Decalina
H H

A B
H H
trans-Decalin

H
H

A B H
H
cis-Decalin
Steroidi

9Il nucleo degli steroidi C D


A B

9Colestanolo
CH3
CH3 H
H
H H HO
H
H H
HO
H

Choles tanol
Proprietà fisiche

9Alcani a basso peso molecolare (metano Æ


butano) sono gassosi a t.a.
9Alcani a peso molecolare superiore (pentano Æ
eptadecano) sono liquidi a t.a.
9Alcani a peso molecolare molto alto
(ottadecano Æ…) sono semi-solidi o solidi a
t.a.
9Sono insolubili in acqua
Proprietà fisiche
Proprietà fisiche
9 Tipiche forse intermolecolari
• ione-ione (Na+ e Cl- in NaCl), non opera tra molecole di
alcano
• ione-dipolo (Na+ e molecole di acqua), non opera tra
molecole di alcano
• dipolo-dipolo (e ponti H), non opera tra molecole di alcano
• dispersion forces (attarzione elettrostatica molto debole tra
dipoli temporanei)
Proprietà fisiche
9 L’interazione (attrattiva) aumenta con l’area di contatto che
dipende dalla forma molecolare, dalla dimensione e dalla
polarizzabilità
• Maggiore è il peso molecolare (la dimensione) maggiore è l’attrazione (il
punto di ebollizione)
• Isomeri di struttura hanno diversi proprietà chimico-fisiche
Combustione degli alcani

9L’ossidazione è alla base del loro uso come


fonte di energia
• Calore di combustione: calore svolto quando 1 mol
di una sostanza nel suo stato standard è ossidato a
CO2 e acqua ΔH
0

kJ(k cal)/mol
CH4 + 2 O2 CO2 + 2 H2 O -890.4 (-212.8)
Methan e
CH3 CH2 CH3 + 5 O2 3 CO2 + 4 H2 O -2220 (-530.6)
Propane
Calori di combustione e stabilità relativa
9 Isomeri di struttura
Calori di combustione e stabilità relativa

• Tensione nei cicloalcani (differenza tra calore di


combustione del cicloalcano e del corrispondente alcano
lineare)
Fonte naturali di alcani

9Gas naturale
• 90-95% metano

9Petrolio

9Carbone
(fonte indiretta tramite il
gas di sintesi)
Benzina

9 Numero di ottano: la percentuale di 2,2,4-


trimetilpentano (isoottano) in una miscela di isoottano
e eptano che fornisce le stesse proprietà antidetonanti
della benzian in esame

Hep tane 2,2,4-Trimeth ylp entane


(octane rating 0) (octane rating 100)

pessimo antidetonante ottimo antidetonante


Stereoisomeria
e chiralità
Isomeri
9 Stereoisomeri: composti che hanno
• Stessa formula molecolare
• Stessa connettività
• Una diversa orientazione dei loro atomi nello spazio
Chirality
9 Chirale: dal greco, cheir, mano
• Un oggetto non sovrapponibile alla propria immagine
speculare
9 Achirale
• Un oggetto privo di chiralità, sovrapponibile alla propria
immagine speculare
Elements of Symmetry
9 Elementi di simmetria
• plane of symmetry: an imaginary plane passing through an
object dividing it so that one half is the mirror image of the
other half
• center of symmetry: a point so situated that identical
components are located on opposite sides and equidistant
from that point along the axis passing through it
La presenza di tali elementi di simmetria porta alla
conclusione che l’oggetto è achirale
Elements of Symmetry
9Plane of symmetry (cont’d)
mirror
plane

HO OH
Chiral Center
9 Centro chirale: La causa più comune (non la sola!) di
chiralità nelle molecole organiche è la presenza di una
atomo tetraedrico (comunemente il C) legato a 4
diversi gruppi, ossia un centro chirale (o centro di
chiralità, o carbonio asimmetrico).
9 Tutti i centri chirali sono stereocentri (centri
stereogenici), ma non è vero il contrario
• Uno stereocentro è un atomo in cui lo scambio di due
gruppi ad esso legati genera un altro stereoisomero

Un centro chirale
9 Enantiomeri: stereoisomeri immagini speculari l’uno
dell’altro (e quindi chirali)
Enantiomers
92-Butanolo
• Ha 1 centro di chiralità
• Diverse rappresentazioni dello stesso enantiomero
OH H OH
H OH OH
C H C
H3 C H3 C CH2 CH3
CH2 CH3
(1) (2) (3) (4)
• Con riferimento a (4) due diverse rappresentazioni
dell’ enantiomero opposto
OH OH OH

(4) representations for th e


enan tiomer of (4)
Enantiomers
9The enantiomers of lactic acid
• drawn in two different representations

O OH HO O
C C

C C
H OH HO H
CH3 CH3

O O

OH HO
OH OH
Enantiomers

92-Chlorobutane
Cl
CH3 CHCH2 CH3
H Cl Cl H
Enantiomers

93-Chlorocyclohexene
Cl Cl
Enantiomers
9A nitrogen chiral center

+ +
N N
H3 C CH2 CH3 CH3 CH2 CH3
A pair of enantiomers
Descrizione della configurazione: R,S

1. Disporre i gruppi (atomi) legati al centro di chiralità in ordine di


priorità
Descrizione della configurazione: R,S
2. Orientare il gruppo a priorità minore (4) lontano
dall’osservatore

Direzione oraria = configurazione R

Direzione antioraria = configurazione S

3. Seguire l’andamento dei tre gruppi berso l’osservatore


partendo da quello a priorità maggiore. Se la direzione è
oraria la configurazione è R, se antioraria, S
Descrizione della configurazione: R,S
9 Regole di priorità
1. Each atom bonded to the chiral center is assigned a priority
based on atomic number; the higher the atomic number, the
higher the priority
(1) (6) (7) (8) (16) (17) (35) (53)
-H -CH3 -N H2 - OH - SH - Cl - Br -I
Increasing priority
2. If priority cannot be assigned per the atoms bonded to the
chiral center, look to the next set of atoms; priority is
assigned at the first point of difference
(1) (6) (7) (8)
- CH 2 -H - CH 2 -CH 3 - CH 2 -N H2 - CH 2 -OH
Increasing priority
R,S Convention

3. Atoms participating in a double or triple bond


are considered to be bonded to an equivalent
number of similar atoms by single bonds
C C
is treated as
-CH=CH2 -CH-CH2

O O C
is treated as
-CH C O
H
C C
is treated as
C CH C C H
C C
1

2
3

(S)-2-bromobutano
2 2

R
3
4

1 1
4 3
(R)-2-bromobutano

Quindi questo centro chirale è S


(S)-2-bromobutano
Proiezioni di Fisher

c c c
a b a C b C d
d d a b

1
Cl
3 2
CH3CH2 CH2CH2CH3
(R)-3-cloroesano
4 H
Naming Chiral Centers
• (R)-3-Chlorocyclohexene

Cl 3
1
H
2
R

• (R)-Mevalonic acid
1
1 4
HO CH3 O R

3 2
HO OH
3 2
Enantiomeri e diastereoisomeri

9Molecole con 1 centro chirale: 2 stereoisomeri


(i due enantiomeri) sono possibili
9Molecole con 2 centri chirali: fino a 4
stereoisomeri sono possibili
9In generale, per molecole con n centri chirali,
sono possibili fino a 2n stereoisomeri
Enantiomers & Diastereomers
* *
9 3-cloro-2-buranolo CH3CHCHCH3
• two chiral centers
• 22 = 4 stereoisomers exist; two pairs of enantiomers Cl OH

OH OH OH OH

Cl Cl Cl Cl
9 Diastereoisomeri: stereoisomeri che non sono enantiomeri
Enantiomers & Diastereomers

9 2,3-Dihydroxybutanedioic acid (tartaric acid)


• two chiral centers; 2n = 4, but only three stereoisomers exist
COOH COOH COOH COOH

H C OH HO C H H C OH HO C H

H C OH HO C H HO C H H C OH

COOH COOH COOH COOH


A meso compound A pair of enantiomers
(plane of symmetry)
9 Meso compound: an achiral compound possessing
two or more chiral centers that also has chiral isomers
Enantiomers & Diastereomers

92-Methylcyclopentanol
CH3 OH HO H3 C

H H H H
cis- 2-Methylcyclopentanol
(a pair of enantiomers) diastereomers

CH3 H H H3 C

H OH HO H
trans- 2-Methylcyclopentanol
(a pair of enantiomers)
Enantiomers & Diastereomers

H
Questi due gruppi * H
Sono diversi
*
Br
CH3

H H H H
H H CH3 CH3

Br Br Br Br
CH3 CH3 H H
Una coppia di enantiomeri Una coppia di enantiomeri
cis-1-bromo-3-metilcicloesane trans-1-bromo-3-metilcicloesane
Enantiomers & Diastereomers
Isomers

rotatio n ab ou t
Com po un ds w ith the sin gle b on ds
sam e mo lecu lar f o rm ula
Con fo rmatio ns
sam e d iff eren t
co nn ectiv ity co nn ectiv ity rotatio n
restricted

Stereo iso mers Co nstitu tion al Co nf orm ation al


Iso m ers Iso m ers
s tereo iso m ers
bu t no ch iral centers w ith ch iral centers
Atro piso m ers
Cis,T ra ns m o re than
(E,Z ) Iso mers on e chiral cen ter o ne ch iral center
(can b e called ach iral ch iral
diastereo mers)
m irror En antio mers
no t m irror
M eso imag es
imag es
Co mp ou nds

D iastereo mers En antio mers


Properties of Stereoisomers

9Enantiomers have identical physical and


chemical properties in achiral environments
Properties of Stereoisomers
9Diastereomers have different physical and
chemical properties
Optical Activity
9 Gli enantiomeri sono otticamente attivi; ruotano il piano di
polarizzazione della luce

9 Gli enantiomeri (R e S) mostrano attività ottica opposta


9 I composti achirali sono otticamente inattivi; non ruotano il
piano di polarizzazione della luce
Optical Activity
9 Il polarimetro misura la “rotazione ottica” di un campione

9 Ogni composto chirale ha un suo valore caratteristico di


rotazione ottica
CH2OH CH2OH
C C
H3C H H CH3
CH2CH3 CH2CH3

(R)-2-metil-1-butanolo (S)-2-metil-1-butanolo

[α] 20
D = +5,75°
[α] 20
D = -5,75°
Optical Purity

9 Optical purity: a way of describing the composition of


a mixture of enantiomers
[α ]s am p le
Percent optical purity = x 100
[α ]p u re en an tio mer

9 Enantiomeric excess: the difference between the


percentage of two enantiomers in a mixture
[R] - [S ]
Enan tiomeric exces s (ee) = x 100 = %R - %S
[R] + [S ]

• optical purity is numerically equal to enantiomeric excess,


but is experimentally determined
Resolution

9 Racemic mixture: an equimolar mixture of two


enantiomers
• because a racemic mixture contains equal numbers
of dextrorotatory and levorotatory molecules, its
specific rotation is zero
9 Resolution: the separation of a racemic mixture
into its enantiomers
Resolution

9One means of resolution is to convert the pair


of enantiomers into two diastereomers
• diastereomers are different compounds and have
different physical properties
9A common reaction for chemical resolution is
salt formation
+ - +
RCOOH :B RCOO HB
(R,S)-Carboxylic (R)-Bas e (R,R)-Salt + (S,R)-S alt)
acid

• after separation of the diastereomers, the


enantiomerically pure acids are recovered
(S)-base
(R)-acido (S)-acido (R,S)-sale (S,S)-sale
enantiomeri diastereoisomeri

(R,S)-sale (S,S)-sale
HCl HCl

(S)-baseH+ (S)-baseH+
+ +
(R)-acido (S)-acido
Resolution
• racemic acids can be resolved using commercially
available enantiopure chiral bases
NH2 NH2

(S)-1-Ph enylethan amin e (R)-1-Phenylethan amin e

• racemic bases can be resolved using commercially


available enantiopure acids such as
OH O O H3 C CH3
HO HO HOOC COOH
OH OH
CH3
O OH O OH
(2R,3R)-(+)-Tartaric acid (S)-(-)-Malic acid (1S,3R)-(+)-Camp horic acid
Chirality in the Biological World

• proteins are long chains of amino acids covalently


bonded by amide bonds formed between the
carboxyl group of one amino acid and the amino
group of another amino acid
R O R O
H H
N N -
H3 N N O
H n
O R O R

for mos t protein s, n= 10-750


O
sid e chain
H3 N
O-
R
Ionized or zw itterion
form of an amino acid
Chirality in the Biological World

9Except for inorganic salts and a few low-


molecular-weight organic substances, the
molecules of living systems are chiral
9Although these molecules can exist as a number
of stereoisomers, generally only one is
produced and used in a given biological system
9 It’s a chiral world!
Chirality in the Biological World

9Consider chymotrypsin, a protein-digesting


enzyme in the digestive system of animals
• chymotrypsin contains 251 chiral centers
• the maximum number of stereoisomers possible is
2251
• there are only 238 stars in our galaxy!
Chirality in the Biological World

9Enzymes are like hands in a handshake


• the substrate fits into a binding site on the enzyme
surface
• a left-handed molecule will only fit into a left-
handed binding site and
• a right-handed molecule will only fit into a right-
handed binding site
• enantiomers have different physiological properties
because of the handedness of their interactions with
other chiral molecules in living systems
Chirality in the Biological World

• a schematic diagram of an enzyme surface capable


of binding with (R)-glyceraldehyde but not with (S)-
glyceraldehyde
Resolution
9Enzymes as resolving agents
O OEt EtO O

CH 3 H3 C
+
H3 CO OCH3
Ethyl ester of (S)-nap roxen Ethyl ester of (R)-nap roxen
(n ot affected b y th e esterase)
1. esterase NaOH, H2 O
2 . HCl, H2 O

O OH

CH3

H3 CO
(S)-N ap roxen
Chirality in the Biological World
Acidi e basi
Acidi e basi - Definizioni
9 Arrhenius
• acido: una sostanza che produce ioni H3O+ in soluzione
acquosa
• base: una sostanza che produce ioni OH- in soluzione
acquosa

9 Brønsted-Lowry
• Acid: a proton donor
• Base: a proton acceptor
H H
+ +

:
:

H O H + :N H H O: + H N H
H H H H
Proton Proton
donor acceptor
Acidi e basi coniugati di Brønsted-Lowry
coniugata la specie che si forma da un acido quando
• Base coniugata:
questo dona un protone a una base
• Acido coniugato: la specie che si forma da una base quando
questa accetta un protone da un acido
• Reazione acido-base: una reazione di trasferimento
protonico
• Coppia acido-base coniugata: ogni coppia di molecole/ioni
che può essere interconvertita
con jugateper trasferimento
acid-bas e pair protonico
con jugate acid-bas e pair

+
HCl(aq) + H2 O( l) Cl-( aq) + H3 O (aq)
Hyd rogen Water Chlorid e Hydronium
chloride ion ion
(acid ) (base) (conju gate (conjugate
b ase of HCl) acid of H 2O)
Acidi e basi coniugati di Brønsted-Lowry

• La definizione di Brønsted-Lowry non richiede l’acqua


come reagente

conju gate acid -base p air


conju gate acid -base p air

CH3 COOH + NH3 CH3 COO- + NH4 +


A cetic acid Ammonia Acetate Ammonium
ion ion
(acid ) (base) (conju gate b ase (conjugate acid
acetic acid ) of ammonia)
Acidi e basi coniugati di Brønsted-Lowry

• Si possono usare le frecce ricurve per mostrare il


flusso di elettroni nel trasferimento protonico

:O: H :O: H
: :

: :
-
CH3 -C-O H + :N H CH3 -C-O: + H-N-H
H H
A cetic acid Ammonia Acetate ion Ammonium
(proton d on or) (p roton acceptor) ion
Gli elettroni pi greco come siti basici

‹ Glielettroni pi greco del 2-butene reagiscono con HBr per


proton-transfer per formare un nuovo legame C-H

+ H -
CH3 -CH=CH-CH3 + H-Br CH3 -C-C-CH3 + Br
HH
2-Butene sec-Butyl cation
(a 2° carb ocation )

‹ Siha la formazione di un carbocatione,


carbocatione una specie in cui un
carbonio ha solo 6 eelettroni nel guscio di valenza e carica
+1
Composti con più siti basici
9 Molti composti organici hanno due o più siti che
possono fungere da accettori di protoni
‹ In queste molecole il sito di protonazione favorito è quello
in cui la carica dell’acido coniugato è più delocalizzata
‹ Domanda: quale ossigeno dell’acido carbossilico (che si
comporta da base) viene protonato?
+ H
O O O
+ -
CH3 -C-O-H + H2 SO4 CH3 -C-O-H or CH3 -C-O-H + HSO4
H
A B
(p roton ation (p roton ation
on th e on the
carbonyl oxygen) h yd roxyl oxygen )
Composti con più siti basici

‹ Per protonazione dell’ossigeno carbonilico…

+ H H H
O O O
+ +
CH3 -C-O-H CH 3 -C-O-H
-C CH3 -C=O-H
A-1 A-2 A-3
(C an d O have (C h as incomplete (C an d O have
comp lete octets) octet) comp lete octets)

‹ A-1 e A-3 sono le strutture più significative (tutti gli atomi


con l’ottetto completo)
‹ La carica positiva è delocalizzata su 3 atomi e soprattutto sui
2 ossigeni equivalenti
Composti con più siti basici

‹ Per protonazione dell’ossigeno ossidrilico …


O O
+ +
CH3 -C-O-H CH3 -C-O-H
+
H H
B-1 B-2
(ch arge sep aration an d
ad jacen t positive charges)
‹ B-2 dà un trascurabile contributo per la separazione di carica
e la presenza di cariche positive adiacenti
‹ La carica positiva è poco delocalizzata e pertanto la
protonazione avverrà preferenzialmente sull’ossigeno
carbonilico
La forza di acidi e basi
9 La forza di un acido (e della sua base coniugata) è
espressa da una costante di equilibrio. Per un generico
acido HA si ha:
- +
HA + H2 O A + H3 O
+ -
Keq = [H3 O ] [A ]
[ HA][ H2 O]
‹L’acqua è il solvente e la sua concentrazione è costante (ca.
55.5 mol/L)
‹Queste due costanti possono essere combinate per dare una
nuova costante, Ka, chiamata costante di dissociazione acida
+ -
K a = Keq[ H2 O] = [H3 O ][A ]
[HA]
La forza di acidi e basi

9 L’equilibrio favorisce la reazione dell’acido più forte


con la base più forte per dare l’acido e la base più
deboli
Struttura molecolare e acidità (basicità)

9 Il principio fondamentale per determinare le stabilità


relative di acidi organici (non carichi) è la stabilità
dell’anione, A-, che si forma per deprotonazione.
‹ Più stabile è A-, più acido è HA
9 L’anione è maggiormente stabilizzato se la carica
negativa è
‹ su un atomo più elettronegativo
‹ su un atomo più grande
‹ delocalizzata tramite risonanza
‹ delocalizzata per effetto induttivo
‹ su un orbitale con maggior carattere s
Struttura molecolare e acidità (basicità)
A. Electronegatività dell’atomo con carica negativa
• All’interno di un periodo, maggiore è l’elettronegatività
dell’atomo con la carica negativa, più fortemente gli elettroni
sono trattenuti, più stabile è l’anione A- e più forte è l’acido
HA
Acid Conjugate base

Methanol CH3 O H CH3 O Methoxide ion
pK a 16

Methylamine CH3 N H CH3 N – Methylamide ion


pK a 38 H H
H H
Ethane CH3 C H CH3 C – Ethyl anion
i

pK a 51 H H
Struttura molecolare e acidità (basicità)
B. Dimensione dell’atomo con carica negativa
• Entro un Gruppo, acidità è in relazione alla dimensione
dell’atomo che porta la carica negativa
• La dimensione dell’atomo aumenta dall’alto al basso
• Più grande è l’atomo con carica negativa, più la carica è
dispersa, maggiore è la stabilità di A-
– –
CH3 S H + CH3 O CH3 S + CH3 O H
Methan ethiol Meth oxid e Methan ethiolate Methanol
p Ka 7.0 ion ion p Ka 16
(stronger acid ) (stronger bas e) (w eaker base) (w eaker acid)
Struttura molecolare e acidità (basicità)

C. Delocalizzazione per risonanza della carica in A-


• Tanto più delocalizzata è la carica tra strutture limite e tanto
più equivalente è il contributo di queste, tanto più stabile è
l’anione
• Si confronti l’acidità di alcoli e acidi carbossilici
O
CH3COH CH3CH2OH
pKa = 4.76 pKa = 15.9
acetic acid ethanol
• La ionizzazione di O-H in un alcol genera un anione per il
quale non si ha stabilizzazione per risonanza, ma…
Struttura molecolare e acidità (basicità)

• … la ionizzazione di un acido carbossilico genera un anione


stabilizzato per risonanza

O O
H3C C H 3C C
O O

• Gli acidi carbossilici sono acidi più forti degli alcoli per la
forte stabilizzazione per risonanza dell’anione acrbossilato
(due strutture limite equivalenti)
Struttura molecolare e acidità (basicità)
D. Effetto induttivo elettron-attrattore
• Polarizzazione della densità elettronica per la presenza di un
elemento elettronegativo che disperde la carica di A-

H F
H C-CH2 O-H F C-CH2 O-H
H F
Ethanol 2,2,2-Tri fl uoroethano l
pK a 15.9 pK a 12.4
Struttura molecolare e acidità (basicità)
• L’effetto induttivo si riduce drasticamente aumentando la
distanza trà l’elemento elettronegativo e l’atomo con la
carica negativa

O O Cl O O
Cl
OH OH OH OH
Cl
Bu tanoic 4-Ch lorob utan oic 3-Ch lorobutan oic 2-Chlorob utanoic
acid acid acid acid
pK a 4.82 p Ka 4.52 pK a 3.98 pK a 2.83
Struttura molecolare e acidità (basicità)
E. Ibridazione
• Maggiore è il carattere s dell’orbitale ibrido dell’atomo
carico, più trattenuti (vicini al nucleo) sono gli elettroni, più
stabile è l’anione A- e più acido HA

sp

sp2
sp3
Acidi e basi di Lewis
9 Acido di Lewis: ogni molecola o ione che può formare un
nuovo legame covalente accettando una coppia di elettroni
9 Lewis base: ogni molecola o ione che può formare un nuovo
legame covalente donando una coppia di elettroni

- +
A + :B A B new covalent bond
Lewis Lewis formed in this Lewis
acid base acid-base reaction

9 Prescinde dal trasferimento protonico


Acidi e basi di Lewis
• esempi

:
H H : Br :
+

: :
CH3 -C C- CH3 + : Br : - CH3 -C C- CH3
H H H H
sec-Butyl cation Bromide 2-Bromobutane
(a carbocation) ion
Alcheni:
stuttura e nomenclatura
Idrocarburi insaturi
9 Idrocarburi insaturi: contengono uno o più doppi o tripli
9 Alchene: contiene un doppio legame carbonio-carbonio e ha
formula generale CnH2n (in assenza di cicli)

H H
C C
H H
Ethylene
(an alkene)

9 Alchino: contiene un doppio legame carbonio-carbonio e ha


formula generale CnH2n-2 (in assenza di cicli)
H-C C-H
Acetylene
(an alkyne) .
Idrocarburi insaturi

9 Areni: il benzene e i suoi derivati

H
H C H
C C C6 H5 - Ph-
C C
H C H
H
Alternative rep res entations
Benzene
for th e ph enyl grou p
Struttura degli alcheni
9 Un doppio legame consiste di
• Un legame σ formato dalla sovrapposizione di orbitali ibridi
sp2 e un legame π formato dalla sovrapposizione di orbitali
2p paralleli
• I 2 C del doppio legame e i quattro atomi legati a loro
giacciono in un piano con angoli di legame di ca. 120°
Struttura degli alcheni

• La rottura del legame π dell’etilene (ovvero la rotazione di


un C di 90° rispetto all’altro cosicché non ci sia più
sovrapposizione tra orbitali 2p) richiede ca. 264 kJ (63
kcal)/mol
Isomeria cis-trans negli alcheni
9 Isomeri cis,trans: stessa connettività ma differente
orientazione degli atomi nello spazio per la presenza di
anelli o di doppi legami
Ma, attenzione!
Nomenclatura IUPAC
1. Si numera la catena più lunga di atomi di C che contiene il
doppio legame nella direzione che attribuisce al doppio
legame il numero più basso
2. Si localizza il doppio legame con il numero del suo primo
carbonio
3. Si denomina la catena base usando la terminazione –ene
4. Si identificano e denominano i sostituenti
Nomenclatura IUPAC
•I sostituenti vanno elencati in ordine alfabetico

•Se il doppio legame è equidistante dalle estremità, si numera la


catena dalla estremità più vicina al primo sostituente
Nomenclatura IUPAC
Nomi comuni: alcheni

9 Alcuni alcheni, soprattutto di basso peso molecolare,


hanno nomi comuni con cui sono quasi
esclusivamente noti.

Ad es.:
CH3
CH2 = CH 2 CH3 CH= CH 2 CH3 C= CH2

IUPAC: Ethene Propene 2-Methylpropene


Common: Ethylene Propylene Isobutylene
Nomi comuni: gruppi alchenilici

• I nomi comuni metilene, vinile e allile sono


comunemente utilizzati (al posto dei nomi IUPAC
metilidene, etenile e propen-3-ile)

Alk enyl Common IUPA C N ame


Grou p N ame Exam ple (Common name)

CH 2= Methylene H2 C Methylidenecyclopen tane


(Methylenecyclopentan e)
Methylidene

CH 2=CH- Vin yl CH 2 =CH Eth enylcyclop entane


(Vin ylcyclopen tane)
Eth enyl

CH 2=CHCH 2 Allyl CH 2 =CHCH2 (3 -Propenyl)cyclopentane


(Allylcyclopentane)
3-Propenyl
Nomi speciali
Nomenclatura cis,trans

9 La configurazione (cis o trans) è determinata dalla


orientazione degli atomi della catena principale

H CH2 CH3 H CH3


2 3
C C C C
1 4
CH3 CH2 H H3 C CH( CH3 ) 2

trans -3-Hexene cis -3,4-D imethyl-2-penten e


Nomenclatura E,Z

• Definire la priorità tra i due gruppi legati al medesimo atomo di


carbonio (le stesse regole del sistema R/S)
• Se i gruppi a priorità maggiore sono dalla stessa parte, la configurazione
è Z (dal tedesco, zusammen)
• Se i gruppi a priorità maggiore sono da parti opposte, la configurazione
è E (dal tedesco, entgegen)
Nomenclatura E,Z
Nomenclatura E,Z

C(O,H,H) C(C,C,H)

C(C,C,C) C(C,H,H)

X
C X C X
Y Y
Nomenclatura E,Z

9 Esercizio: quale è la configurazione del doppio legame


nei seguenti composti

Cl
(a) (b)

Cl
Cl
(c) (d)
Br
Dieni, trieni e polieni

9Alcheni con 2 o più doppi legami, cambiano


l’infisso -en-
en in -adien-,
adien -atrien-,
atrien etc.
• Gli alcheni con molti doppi legami sono chiamati
genericamente polieni

• Dieni:

1,4-Pen tadien e 2-Methyl-1,3-bu tadiene 1,3-Cyclop entadien e


(Isoprene)
Dieni, trieni e polieni
• Per alcheni con n doppi legami, in cui tutti
originano isomeria cis,trans, sono possibili fino a 2n
• Ad es.: ci sono 22 = 4 cis,trans isomeri per il
2,4-eptadiene
1
2 3 2
4 5 4

D oub le bond 6 7

C2 -C3 C4 -C5 (2E,4E)-2,4-Heptadien e (2E,4Z)-2,4-Hep tadiene


tran s tran s 2 2
tran s cis
4 4
cis tran s
cis cis
(2Z,4E)-2,4-Heptad iene (2Z,4Z)-2,4-Hep tadiene
• Ma, ci sono 3 cis,trans isomeri per il
2,4-esadiene

2 4 6 2 3
1 3 5 4 5

2 3
4 5
5 4

3 2
Dieni, trieni e polieni

• vitamin A, a biologically important compound for


which a number of cis,trans isomers is possible
• there are four double bonds about which cis,trans
isomerism is possible, for 24 = 16 stereoisomers.
Solo uno di questi è la vitamina A!

CH2 OH

V itamin A (retinol)
Proprietà fisiche
9 Gli alcheni sono
composti non polari
(come gli alcani)
9 Le sole forze
intermolecolari attrattive
sono le forze di
dispersione (come per gli
alcani)
9 Le proprietà fisiche
(solubilità, p.e., …) sono
simili a quelle dei
corrispondenti alcani
Alcheni tra le sostanze naturali: terpeni

Mircene α-Pinene Limonene


(alloro, verbena, …) (trementina) (limone, arancia)
Reazioni
degli alcheni
Meccanismi di reazione

9 Un meccanismo di reazione descrive come una


reazione procede
• Quali legami vengono rotti e quali formati
• L’ordine e le velocità relative dei diversi passaggi in cui si
formano/rompono legami
• Il ruolo del solvente (se presente)
• Il ruolo del catalizzatore (se presente)
• La posizione di tutti gli atomi e la variazione dell’energia del
sistema durante l’intera reazione
Termodinamica e cinetica
Termodinamica e cinetica

9 Variazione di energia libera (di Gibbs), ΔG0:


una funzione termodinamica che mette in
relazione entalpia, entropia e temperatura
ΔG 0 = ΔH 0 –TΔS0
• Entalpia (ΔH°): calore emesso o consumato
durante la reazione

• Entropia (ΔS°): grado di disordine; una misura


della libertà di movimento del sistema

• Se ΔS° è piccolo ΔH°, ΔG° ~ ΔH°


Termodinamica e cinetica

9 Diagramma di energia:
mostra la variazione di

Energy
energia che si osserva
durante una reazione
9 Coordinata di reazione: Reaction
esprime l’avanzamento coordinate
della reazione; misura la
variazione di posizione
degli atomi durante la
reazione
Termodinamica e cinetica
ΔG = -RT ln Keq
0

Reazione esoergonica: l’energia Reazione endoergonica: l’energia


libera dei prodotti è inferiore a libera dei prodotti è superiore a
quella dei reagenti; l’equilibrio è quella dei reagenti; l’equilibrio è
spostato verso i prodotti spostato verso i reagenti
Termodinamica e cinetica

9 Variazione di entalpia (calore di reazione), ΔΗ0:


rappresenta la differenza di energia di legame tra
prodotti e reagenti
• a measure of bond making (exothermic) and bond breaking
(endothermic)
• exothermic reaction: a reaction in which the enthalpy of the
products is lower than that of the reactants; a reaction in
which heat is released
• endothermic reaction:
reaction a reaction in which the enthalpy of
the products is higher than that of the reactants; a reaction
in which heat is absorbed
Termodinamica e cinetica
Termodinamica e cinetica

La cinetica si occupa della velocità delle reazioni


chimiche e dei fattori che le influenzano

Rate of a reaction =
number of collisions fraction with fraction with
x x
per unit time sufficient energy proper orientation

–Ea/RT
k = Ae Ea = ΔH‡ + RT
Termodinamica e cinetica

9 Stato di transizione:
• Una specie a massimo di energia che si forma durante una
reazione
9 Energia libera di attivazione, ΔG‡: la differenza di
energia libera tra stato di transizione e reagenti
• if ΔG‡ is large, few collisions occur with sufficient energy to
reach the transition state; reaction is slow
• if ΔG‡ is small, many collisions occur with sufficient energy
to reach the transition state; reaction is fast
Termodinamica e cinetica

• a one-step reaction with no intermediate


Legame parziale Legame parziale
(in fase di rottura) (in fase di rottura)
Termodinamica e cinetica
9 A two-step reaction with one intermediate
Termodinamica e cinetica

Costanti di velocità e costante di equilibrio

k1
A B
k–1

k1 [A] = k–1 [B] Keq = k1/k–1 = [B]/[A]


Perché studiare i meccanismi di reazione?

• Rappresentano (assieme al concetto di gruppo


funzionale) lo schema logico per organizzare la
chimica descrittiva
• Sono lo strumento che consente di prevedere o
comprendere caratteristiche delle reazioni
Reazioni di addizione
Reazioni di addizione (elettrofila)

In linea generale
ΔH<0
(1) Addizione di HX

9 Tra reagenti puri o in solventi polari (acido acetico)


Br H H Br
CH3 CH=CH2 + HBr CH 3 CH-CH2 + CH3 CH-CH2
Propene 2-Bromoprop ane 1-Bromopropane
(not obs erved)
9 La reazione è regioselettiva e segue la regola di
Markovnikov
• Reazione regioselettiva: reazione in cui uno (o alcuni) dei
possibili isomeri di struttura si forma di preferenza rispetto a
tutti gli altri
• Regola di Markovnikov: in una addizione di HX, H2O o
ROH a un alchene, H si addiziona al carbonio del doppio
legame che già possiede il maggior numero di H
(1) Addizione di HX
9 Meccanismo (2 passaggi)
Step 1: proton transfer from HBr to the alkene gives a carbocation
intermediate
slow , rate
δ+ δ− determining H
CH3 CH=CHCH3 + H Br CH3 CH-CHCH3 + Br
s ec-Butyl cation
(a 2° carbocation
intermediate)
Step 2: reaction of the sec-butyl cation (an electrophile) with bromide ion (a
nucleophile) completes the reaction
Br
fast
Br + CH3 CHCH2 CH3 CH3 CHCH2 CH3
Bromide ion sec-Butyl cation 2-Bromobu tane
(a nu cleophile) (an electrophile)
(1) Addizione di HX
9 Il diagramma di energia per la addizione elettrofila (in due
passaggi) di HBr al 2-butene
• Reazione esoergonica/esotermica
Stato di transizione
a energia più elevata:
Passaggio lento
Carbocationi

9 Carbocatione: una specie in cui un C ha solo 6


elettroni nel guscio di valenza e una carica positiva

• Classificati come 1°, 2° o 3° a seconda del numero


di C (1, 2 o 3) legati al C con carica positiva
• Electrofili; cioè che cercano, amano gli elettrono
(sono elettron poveri)
• Acidi di Lewis
Carbocationi
• Angoli di legame di ca. 120°
• Ibridazione sp2 del C+; gli orbitali sp2 formano I legami
sigma con i tre atomi legati
• L’orbitale non ibridato 2p giace perpendicolare ai tre orbitali
ibridi e non contiene elettroni
Carbocationi

• Stabilità relativa

• I carbocationi di metile e primari sono così instabili che non


sono mai stati osservati in solution
Carbocationi

Stabilità
• I gruppi alchilici legati a un carbonio con carica
positica sono elettron-donatori e pertanto
delocalizzano la carica poisitiva del catione
• (1) the inductive effect
• (2) hyperconjugation
Carbocationi
Effetto induttivo
• Il C+ polarizza gli elettroni sigma adiacenti
• La carica positiva è così delocalizzata sugli atomi adiacenti
• Maggiore è il volume su cui la carica positiva è delocalizzata, più
stabile è il catione
Carbocationi
Effetto iperconiugativo
• Implica la parziale sovrapposizione di un orbitale σ (di
legame) di un C-H o C-C adiacente con l’orbitale vuoto 2p
• L’effetto è la delocalizzazione della carica positiva
Carbocationi
La sovrapposizione di orbitali non
completamente pieni stabilizza il
sistema
Il legame σ di H2 (1s-1s) Iperconiugazione (2σ -2p)
(1) Addizione di HX

Torniamo alla regola di Markovnikov

Un carbocatione
piu stabile
Carbocationi: trasposizioni

9I carbocationi possono trasporre


9 Trasposizione: variazione della connettività
9La forza guida che rende possibile le
trasposizioni è la trasformazione di un
carbocatione meno stabile in uno piùà stabile
Carbocationi: trasposizioni

Shift-1,2 di idruro a more stable


carbocation
Carbocationi: trasposizioni

Shift-1,2 di metile
a more stable
carbocation
Carbocationi: trasposizioni
(2) Addizione di H2O

• idratazione
• L’idratazione è acido-catalizzata
• L’idratazione è regioselettiva (segue Markovnikov)
• Si possono avere prodotti di trasposizione
OH H
H2 SO4
CH3 CH=CH2 + H2 O CH3 CH-CH2
Propene 2-Propanol
CH3 CH3
H2 SO4
CH3 C=CH2 + H2 O CH3 C-CH2
HO H
2-Methylprop ene 2-Methyl-2-propanol
(2) Addizione di H2O
• Step 1: proton transfer from H3O+ to the alkene
slow, rate
+ determining +

:
:
CH3 CH= CH 2 + H O H CH3 CHCH 3 + :O H
H A 2o carbocation H
intermediate
• Step 2: reaction of the carbocation (an electrophile) with
water (a nucleophile) gives an oxonium ion
+
fast
CH3 CHCH 3 + :
: O- H CH3 CHCH 3
H O+
H

:
H
An oxonium ion
• Step 3: proton transfer to water gives the alcohol
fast +

:
CH3 CHCH 3 CH3 CHCH 3 + H O H
H O+ : OH
:

O: H
H
:

:
H
H
(3) Addizione di Cl2 e Br2

• Tra reagenti puri o in un solvente inerte come CH2Cl2


Br Br
CH3 CH=CHCH3 + Br2 CH3 CH-CHCH3
CH2 Cl2
2-Buten e 2,3-D ib romob utane
• L’addizione di bromo (o cloro) a un cicloalchene genera un
trans-dialogenoalcano
Br Br
+ Br 2 +
CH2 Cl2
Br Br
Cyclohexen e
trans-1,2-D ibromocyclohexane
(a racemic mixture)
L’addizione è anti stereoselettiva:
stereoselettiva i due atomi di alogeno si
addizionano sulle facce opposte del doppio legame
(3) Addizione di Cl2 e Br2
(3) Addizione di Cl2 e Br2

• Step 1: formation of a bridged bromonium ion intermediate

Br
Br
Br Br Br
-
C C C C C C C C + Br

Thes e carbocation s are major The bridged bromoniu m


contribu ting s tru ctures ion retains the geometry
(3) Addizione di Cl2 e Br2
• Step 2: attack of halide ion (a nucleophile) from the
opposite side of the bromonium ion (an electrophile)
opens the three-membered ring to give the product
Br Br

C C C C
Br
-
Br
A nti (cop lan ar) orie ntation
of ad ded b rom ine atom s

Br Br

C C C C
Br
-
Br A nti (cop lan ar) orie ntation
of ad ded b rom ine atom s
(3) Addizione di Cl2 e Br2

• Per i cicloalcheni, l’addizione anti comporta la formazione


dell’isomero trans
• Poiché lo ione bromonio si può formare su entrambe le
facce del doppio legame, entrambi gli enantiomeri trans si
formeranno (miscela racemica)

Br
Br
Br
(1S,2S)-1,2-D ibromo-
Br cyclohexan e
+ Br2
Br

Br
Br
Br (1R,2R)-1,2-D ibromo-
cyclohexane
(4) Addizione di HOCl e HOBr

9 Il trattamento di un alchene con Br2 o Cl2 in acqua


forma una aloidrina
9 Aloidrina: un composto che possiede gruppi -OH e -X
su carboni adiacenti

HO Cl
CH 3 CH=CH2 + Cl2 + H2 O CH3 CH-CH2 + HCl
Propene 1-Chloro-2-p ropanol
(a ch loroh yd rin )
(4) Addizione di HOCl e HOBr

• La reazione è sia regioselettiva (OH si lega al carbonio più


sostituito) che anti stereoselettiva

Br2 / H2 O OH OH
+ + HBr
Br Br
H H
1-Methylcyclop entene
2-Bromo-1-meth ylcyclopen tanol
( a racemic mixtu re )

• Il seguente meccanismo (in tre stadi) rende conto della


regio- e stereo-selettività…
(4) Addizione di HOCl e HOBr

Br Br Br
C C C C C C
(4) Addizione di HOCl e HOBr
Regioselettività
• Il legame C-X sul carbonio più sostituito è più lungo di quello sul
carbonio meno sostituito
• Il carbonio più sostituito ospita meglio la carica positiva (ricordate la
stabilità dei carbocationi!) ed è quindi più carbocatione-simile e più
elettrofilo

a nucleophile
(5) Ossimercuriazione/riduzione

9 La ossimercuriazione seguita da riduzione è


equivalente a una idratazione

1. Hg(OAc) 2, H2O/THF
CH3CH CH2 CH3CH CH2
2. NaBH4 OH H
(5) Ossimercuriazione/riduzione
• Non si osservano trasposizioni
• E’ regioselettiva (idratazione secondo Markovnikov)

1 . Hg(OAc) 2 , H2 O
2 . NaBH4
OH
3,3-D imeth yl-1-b utene 3,3-D imeth yl-2-b utanol

• La ossimercuriazione è anti stereoselettiva

Hg(OAc) 2 NaBH4
OH H OH H
H2 O
H H
H HgOAc H H
Cyclop entene (Anti ad dition of Cyclopen tanol
OH and HgOA c)
(5) Ossimercuriazione/riduzione
• Step 1: dissociation of mercury(II) acetate

• Step 2: formation of a bridged mercurinium ion intermediate; a


two-atom three-center bond
(5) Ossimercuriazione/riduzione
• Step 3: stereo and regioselective attack of H2O (a
nucleophile) on the bridged intermediate opens the three-
membered ring

• Step 4: reduction of the C-HgOAc bond


(5) Ossimercuriazione/riduzione

9 Anti stereoselective
• we account for the stereoselectivity by formation of the
bridged bromonium ion and anti attack of the nucleophile
which opens the three-membered ring
9 Regioselective
• of the two carbons of the mercurinium ion intermediate, the
more substituted carbon has the greater degree of partial
positive character (the C-Hg bond to the more substituted
carbon of the bridged intermediate is longer than the one to
the less substituted carbon)
(6) Idroborazione/ossidazione

9 La idroborazione seguita da ossidazione è equivalente


a una idratazione

(anti-Markovnikov)

(secondo Markovnikov)
(6) Idroborazione/ossidazione

9 Idroborazione: l’addizione di borano, BH3, a un


alchene; si genera un trialchilborano

H CH2 CH3
H B + 3 CH2 = CH2 CH3 CH2 B
H CH2 CH3
Borane Triethylborane
(a trialkylborane)

6 elettroni nel guscio di valenza


Elettrofilo, acido di Lewis
(6) Idroborazione/ossidazione

9 L’idroborazione è
• regioselettiva (il boro si lega al carbonio meno sostituito e
meno ingombrato): idratazione anti-Markovnikov
• sin stereoselettiva

+ BH 3 H H3 C
H CH 3
BR2 H
1-Methylcyclopentene (Syn addition of BH 3)
(R = 2-methylcyclopentyl)
(6) Idroborazione/ossidazione
• L’idroborazione comporta la addizione concertata,
regioselettiva e sin-stereoselettiva di B e H al doppio legame
C=C
δ− δ+ H
H B H
H H B H
CH3 CH2 CH2 CH= CH2 CH3 CH2 CH2 CH-CH 2

• Il monoalchilborano reagisce con una seconda molecola da


alchene per dare un dialchilborano e questo con una terza
molecola di alchene e genera il trialchilborano.
• L’ossidazione con perossido di idrogeno alcalino fornisce un
alcol e sodio borato
R3 B + H2 O2 + NaOH 3 ROH + Na3 BO3
A trialkyl- An alcohol
borane
Ossidazioni e riduzioni

9 Ossidazione: perdita di elettroni


• Aumenta il numero di ossidazione
9 Riduzione: acquisto di elettroni
• Diminuisce il numero di ossidazione
Ossidazioni e riduzioni

-1 -2
H3C H H H
rid
C C H3C C C CH3
ox
H CH3 H H
+1 -1
O H
rid
C H3C C OH
H3C H ox
H
Non è una reazione redox!

-1 -1 0
-2 H H
H 3C H
C C H 3C C C CH3
H CH3 H OH
(7) Ossidazione con OsO4

9 OsO4 ossida un alchene a glicole,


glicole un composto con
gruppi OH su carboni adiacenti (vicinali)
• La reazione globale è una diossidrilazione
• sin stereoselettiva

O O OH
OsO4 NaHSO3
Os
H2 O
O O OH
A cyclic osmate cis-1,2-Cyclopentan ediol
(a cis glycol)
(7) Ossidazione con OsO4

• Poiché OsO4 è costoso e molto tossico, è utilizzato in


quantità catalitiche assieme ad un altro ossidante che
riossida la sua forma ridotta e, quindi, ricicla OsO4

H 2O2
OsO4
(8) Ossidazione con O3

Ozonolisi
9 Il trattamento con ozono (seguito dall’aggiunta di un
blando riducente o un altro ossidante) provoca la
scissione del doppio legame C=C con formazione di
due gruppi carbonilici
(8) Ossidazione con O3
(8) Ossidazione con O3

• the initial product is a molozonide which rearranges


to an isomeric ozonide
(8) Ossidazione con O3
(9) Ossidazione con KMnO4

KMnO4 basico e freddo ossida gli alcheni a dioli

KMnO4 basico a caldo o in condizioni acide provoca la scissione


ossidativa del composto
(10) Riduzione con H2
Idrogenazione catalitica
9 Gli alcheni reagiscono con H2 in presenza di un metallo di
transitione (catalizzatore) per dare alcani
(10) Riduzione con H2

9Meccanismo
Calore di idrogenazione
9 La riduzione di un alchene ad alcano è esotermica
• Conversione netta di un legame π in un legame σ
9 ΔH0 depende dal grado di sostituzione
• Maggiore è la sostituzione, più basso ΔH°, più stabile l’alchene
Calore di idrogenazione

9 ΔH0 di un alchene trans è inferiore di quello dell’isomero cis


• Un alchene trans è più stabile di uno cis
Stereochimica delle reazioni

9 In several of the reactions presented in this chapter,


chiral centers are created
9 Where one or more chiral centers are created, is the
product
• one enantiomer and, if so, which one?
• a pair of enantiomers as a racemic mixture?
• a meso compound?
• a mixture of stereoisomers?
9 As we will see, the stereochemistry of the product for
some reactions depends on the stereochemistry of the
starting material; that is, some reactions are
stereospecific
Stereochimica delle reazioni: una anti addizione

9 We saw that bromine adds to 2-butene to give 2,3-


dibromobutane Br Br
CH3 CH=CHCH3 + Br2 CH3 CH-CHCH3
CH2 Cl2
2-Buten e 2,3-D ib romob utane

• two stereoisomers are possible for 2-butene; a pair of


cis,trans isomers
• three stereoisomers are possible for the product; a pair of
enantiomers and a meso compound
• if we start with the cis isomer, what is the stereochemistry of
the product?
• if we start with the trans isomer, what is the stereochemistry
of the product?
Stereochimica delle reazioni: una anti addizione
• reaction of cis-2-butene with bromine forms
bridged bromonium ions which are meso and
identical
Stereochimica delle reazioni: una anti addizione
• attack of bromide ion at carbons 2 and 3 occurs
with equal probability to give enantiomeric
products as a racemic mixture
Stereochimica delle reazioni: una anti addizione

• reaction with bromine forms bridged bromonium


ion intermediates which are enantiomers
Stereochimica delle reazioni: una anti addizione
• attack of bromide ion in either carbon of either
enantiomer gives meso-2,3-dibromobutane
Stereochimica delle reazioni: una anti addizione

9Given these results, we say that addition of Br2


or Cl2 to an alkene is stereospecific
• bromination of cis-2-butene gives the enantiomers
of 2,3-dibromobutane as a racemic mixture
• bromination of trans-2-butene gives meso-2,3-
dibromobutane
9 Stereospecific reaction: a reaction in which the
stereochemistry of the product depends on the
stereochemistry of the starting material
Stereochimica delle reazioni: una sin addizione

• OsO4 oxidation of cis-2-butene gives meso-2,3-


butanediol
H H
H3 C
2 3 CH3
C C
HO OH
H 2 3 H OsO4 id entical;
(2S,3R)-2,3-Butanediol
C C a meso
H3 C CH3 ROOH compoun d
cis-2-Butene HO OH
2 3
(achiral) C C
H
H CH3
H3 C
(2R,3S)-2,3-Butanediol
Stereochimica delle reazioni: una sin addizione

9 OsO4 oxidation of an alkene is stereospecific


• oxidation of trans-2-butene gives the enantiomers of 2,3-
butanediol as a racemic mixture (optically inactive)
H CH3
H3 C
2 3 H
C C
HO OH
H 2 3 CH3 OsO4 a pair of
(2S,3S)-2,3-Butaned iol enantiomers;
C C
H3 C H ROOH a racemic
HO OH mixture
trans-2-Buten e
2 3
(achiral) C C
CH3
H H
H3 C
(2R,3R)-2,3-Butaned iol
• and oxidation of cis-2-butene gives meso 2,3-butanediol
(also optically inactive)
Stereochimica delle reazioni

9 We have seen two examples in which reaction of


achiral starting materials gives chiral products
• in each case, the product is formed as a racemic mixture
(which is optically inactive) or as a meso compound (which
is also optically inactive)
9 These examples illustrate a very important point about
the creation of chiral molecules
• optically active (enantiomerically pure) products can never
be produced from achiral starting materials and achiral
reagents under achiral conditions
• although the molecules of product may be chiral, the
product is always optically inactive (either meso or a pair of
enantiomers)
Stereochimica delle reazioni

9 Next let us consider the reaction of a chiral starting


material in an achiral environment
• the bromination of (R)-4-tert-butylcyclohexene
• only a single diastereomer is formed
redraw as
a chair
Br2 Br
con formation
Br

Br Br
(R)-4-t ert -Bu tyl-
cyclohexene (1S,2S,4R)-1,2-D ibromo-4-t ert -b utylcycloh exane
• the presence of the bulky tert-butyl group controls the
orientation of the two bromine atoms added to the ring
Hydroboration/Oxidation
9Hydrogen peroxide oxidation of a
trialkylborane
• step 1: hydroperoxide ion (a nucleophile) donates a
pair of electrons to boron (an electrophile)
R R
R B + O-O-H R B O O H
R R
A trialk ylb orane Hydrop eroxide ion
(an electroph ile) (a nu cleophile)
• step 2: rearrangement of an R group with its pair of
bonding electrons to an adjacent oxygen atom
R R
-
R B O O H R B O + O-H
R R
Hydroboration/Oxidation

• step 3: reaction of the trialkylborane with aqueous


NaOH gives the alcohol and sodium borate

( RO) 3 B + 3 NaOH 3 ROH + Na3 BO3


A trialkylborate Sodiu m b orate
Reaction Stereochemistry
9Finally, consider the reaction of an achiral
starting material in an chiral environment
• BINAP can be resolved into its R and S
enantiomers

(S)-(-)-BIN AP
PPh2 [α]D 2 5 -223
PPh2
(R)-(+)-BINA P
BIN AP [α]D 2 5 +223
Reaction Stereochemistry
• treating (R)-BINAP with ruthenium(III) chloride forms a
complex in which ruthenium is bound in the chiral
environment of the larger BINAP molecule
• this complex is soluble in CH2Cl2 and can be used as a
homogeneous hydrogenation catalyst

(R)-BIN A P + RuCl3 (R)-BIN A P-Ru

• using (R)-BINAP-Ru as a hydrogenation catalyst, (S)-


naproxen is formed in greater than 98% ee
CH2 CH 3

COOH (R)-BIN AP-Ru COOH


+ H2
press ure
H3 CO H3 CO
(S)-N aproxen
(ee > 98%)
Reaction Stereochemistry

• BINAP-Ru complexes are somewhat specific for


the types of C=C they reduce
• to be reduced, the double bond must have some
kind of a neighboring group that serves a directing
group
(S)-BIN A P-Ru
OH
H2 (R)-3,7-D imethyl-6-octen-1-ol
OH
(E)-3,7-D imethyl-2,6-octadien -1-ol (R)-BIN A P-Ru
(Geraniol) OH
(S)-3,7-D imethyl-6-octen-1-ol
Alchini
Struttura
Formula generale: CnH2n–2 (aciclici); CnH2n–4 (ciclici)

H C C CH2CH2CH2CH3

CH3CH2 C C CH2CH3
Struttura

Un triplo legame è formato da un legame σ e da due legami π


Nomenclatura
9 IUPAC: l’infisso -in-
in indica la presenza di un triplo
legame carbonio-carbonio
4
2 1 7 1 7
3 2 3 4 6 6
2 4
5 3 5
1
3-metil-1-butino 6,6-dimetil-3-eptino 1,6-eptadiino

9 Nomi comuni: si premette il nome dei sostituenti sul


triplo legame alla parola acetilene

IUPAC name: 2-Butyne 1-Buten-3-yne


Common name: D imethylacetylene Vinylacetylene
Nomenclatura

Cl Br
3-bromo-2-cloro-4-ottino
CH3CHCHC CCH2CH2CH3 non 6-bromo-7-cloro-4-ottine
1 2 3 4 5 6 7 8

CH3
1-bromo-5-metil-3-esino
CH3CHC CCH2CH2Br non 6-bromo-2-metil-3-esino

6 5 4 3 2 1
Cicloalchini
9Il ciclononino è il più piccolo cicloalchino
isolato
• the C-C-C bond angle about the triple bond is
approximately 155°, indicating high angle strain

sp sp

Cyclon on yne
Proprietà fisiche
9 Simili ai corrispondenti alcani e alcheni
Acidità
9 Il pKa degli alchini terminali è ca. 25; sono pertanto
acidi più forti di alcani e alcheni, oltre che
dell’ammoniaca (ma più deboli degli alcoli e dell’acqua)

• Acidità di un idrogeno legato a un carbonio sp

HC CH H 2C CH2 CH3CH3
pKa = 25 pKa = 44 pKa = 50
Acidità
• Acidità relative di idrogeni legati ad elementi del 2° periodo

-
CH3CH2- > H2C CH > H2N-
> HC C-
> HO -
> F -

La base La base
più forte più debole
Acidity

• Gli alchini terminali possono essere convertiti in anioni


alchuinuro (acetiluri) con NaNH2, NaH o LDA.
+ [( CH3 ) 2 CH] 2 N– Li+
Na+NH2- Na H–
Sodio ammide Sodio idruro Litio diisopropil ammide
(LDA)

• Poichè l’acqua è un acido più forte degli alchini terminali, lo


ione idrossido non è sufficientemente basico per
deprotonare l’alchino.
HC CH + OH - HC C- + H2 O Keq = 10-9. 3
p Ka 25 pK a 15.7
W(eaker acid) (Stronger acid )
(1) Preparazione: alchilazione degli acetiluri
9 Gli acetiluri sono basi forti e buoni nucleofili
• Prendono parte alle sostituzioni nucleofile (vedremo questa
reazione più avanti) con gli alogenuri alchilici primari per
formare un nuovo legame C-C: alchilazione

HC C - Na+ + + Na+ Br-


Br
Sodium 1-Bromob utane 1-Hexyne
acetylid e
• alkylation can be repeated and a terminal alkyne can be
converted to an internal alkyne

CH3 CH2 C C- Na+ + CH3 CH2 -Br


Sodiu m bu tyn ide Bromoethan e
CH3 CH2 C CCH2 CH3 + Na+ Br-
3-Hexyne
(2) Preparazione dagli alcheni
9 Il trattamento di un dibromoalcano vicinale con 2 eq
di base (sodio ammide), causa due successive
deidroalogenazioni (una reazione di eliminazione -
vedremo questa reazione più avanti)
avanti con formazione
di un alchino

CH3 CH=CHCH3 + Br2


2-Buten e

CH2 Cl2

Br Br NH3 ( l)
CH3 CH-CHCH 3 + 2 NaNH2 CH3 C CCH3 + 2 NaBr + 2 NH3
-33o C
Sodiu m 2-Bu tyn e
amid e
La reattività degli alchini

9 Addizioni elettrofile
(come gli alcheni)
• Un alchino è meno reattivo di un alchene
Stabilità relative dei carbocationi
(1) Addizione di HX

9 Gli alchini subiscono una addizione regioselettiva di


1 o 2 molecole di HX, a seconda del rapporti molare
alchino/HX

Br Br
HBr HBr
CH3 C CH CH3 C= CH 2 CH3 CCH 3
Br
Propyne 2-Bromopropene 2,2-Dibromopropane
(1) Addizione di HX

• L’intermedio è il carbocatione vinilico più stabile


(Æ regioselettività)
+
CH3 C CH + H-Br CH 3 C=CH2 + Br
A 2° vin ylic
carbocation

• Il catione vinilico (elettrofilo) reagisce con l’anione


alogenuro (nucleofilo) per dare il primo prodotto

Br
+
CH3 C=CH2 + Br CH3 C=CH2
2-Bromopropen e
(1) Addizione di HX
• Se è disponibile altro HX, si protona il doppio legame per
formare un carbocatione
• Dei due possibili carboicationi si forma quello più stabile
(Æ regioselettività)
H
s low er +
Br CH3 C CH2
H Br
1° Carb ocation
CH 3 C CH2
Br
Br
H H Br
faster +
CH3 C CH2 CH3 C CH2 CH3 CCH3
Br
Br + Br
Resonance-stabilized 2° carbocation
(2) Addizione di X2

9 Gli alchini addizionano 1 o 2 molecole di X2 per dare


un dibromoalchene o un tetrabromoalcano

• La addizione di 1 mol mostra anti stereoselettività

H3 C Br
CH3 COOH, LiBr
CH3 C CCH3 + Br2 C C
an ti ad dition
Br CH3
2-Bu tyne (E)-2,3-D ibromo-2-b utene
(2) Addizione di X2

• L’intermedio è uno ione bromonio a ponte


(Æ stereoselettività)
Br
Br

H3 C C C CH3

Br Br H3 C Br
C C C C C C
H3 C CH3 H3 C CH3 Br CH3
Br
(2) Addizione di X2

9 L’addizione di 2 moli forma un tetrabromoalcano

Br Br Br
Br2 Br2
CH3C CH CH3C CH CH3C CCH3
CH2Cl2 CH2Cl2
Br Br Br
(3) Idroborazione/ossidazione

9 L’addizione di borano ad un alchino interno seguita


da ossidazione comporta la addizione di acqua
(idratazione; cfr. reazione con alcheni)
• L’ addizione è sin stereoselettiva

• L’ idroborazione forma trialchenilborani che non


addizionano ulteriormente borano
(3) Idroborazione/ossidazione

9 Per prevenire la diidroborazione del triplo legame


(idroborazione di alchenilborani) negli alchini
terminali è necessario usare al posto di BH3 un
dialchilborano stericamente impedito come (sia)2BH

B-H

D i-sec-isoamylboran e
[(sia)2 BH]

• La reazione di (sia)2BH con alchini terminali è stereo e


regioselettiva H
+ ( sia ) 2 BH B( sia ) 2
H
1-Octyne An alkenylborane
(3) Idroborazione/ossidazione: Tautomeria

9 Il prodotto iniziale dell’ossidazione con H2O2 in


NaOH acquoso dell’alchenilborano è un enolo
O OH
tautomeria
RCH 2 C R RCH C R
Tautomero chetonico Tautomero enolico

• enolo: un composto che contiene un gruppo OH (-olo)


legato a un carbonio vinilico (-en-)
• un enolo è in equilibrio con una forma chetonica un
isomero in cui un H cambia di posizione da O a C e il
doppio legame migra da C=C a C=O
• Le forme chetoniche predominano (in genere) all’equilibrio
• Le forme chetoniche ed enoliche sono tautomeri e la loro
interconversione è detta tautomeria
(3) Idroborazione/ossidazione
9 Quindi
• il prodotto di idroborazione/ossidazione di un alchene
interno è un chetone
O
1 . BH 3
2 . H 2 O2 , NaOH
3-Hexyne 3-Hexanone

• il prodotto di idroborazione/ossidazione di un alchino


terminale è una aldeide
1 . ( sia) 2 BH

2 . H2 O2 , NaOH
1-Octyne
OH O

H H
H
A n enol Octanal
(4) Addizione di H2O: idratazione

9 In presenza di H+ e Hg(II) (catalizzatori), gli alchini


addizionano acqua regioselettivamente (sec.
Markovnikov)
OH O
H2 SO4
CH3 C CH + H2 O CH3 C= CH 2 CH3 CCH 3
HgSO 4
Propyne 1-Propen-2-ol Propanone
(an enol) (Acetone)
(4) Addizione di H2O: idratazione
Confronto: idratazione – idroborazione/ossidazione

Idratazione
secondo Markovnikov

Idratazione
anti-Markovnikov
(5) Riduzione con H2

9 L’idrogenazione in presenza di metalli di transizione


come catalizzatori, comunemente Pd, Pt o Ni,
converte alchini in alcani
(5) Riduzione con H2

9 Con il catalizzatore di Lindlar (un catalizzatore


“avvelenato”), la riduzione si ferma allo stadio di
alchene (1 eq. H2)
• La reazione è sin stereoselettiva
(6) Riduzione per idroborazione/protonolisi
9 (alchini interni)
• L’idroborazione sin stereoselettiva forma trialchenilborani

+ BH3 THF
H B
3-Hexyne R R
A trialkenylboran e
(R = cis-3-hexen yl group )

• Il trattamento di trialchenilborani con acido acetico provoca


la sostitizione di B con H
O
+ 3 CH3 COH + ( CH3 COO) 3 B
H B H H
R R
A trialkenylborane cis -3-Hexene
(7) Riduzione con metalli

9 Il trattamento di una alchino con Na o Li in


ammoniaca liquida lo converte in un alchene con anti
stereoselettività

H
2 Na
NH3 ( l)
H
4-Octyn e trans -4-Octen e
(7) Riduzione con metalli

Meccanismo
(7) Riduzione con metalli

Perchè anti stereoselettiva?


Alogenoalcani e
reazioni radicaliche
Struttura

9 Alogenoalcani (alogenuri alchilici): un composto con


un alogeno covalentemente legato a un C ibridato sp3:
RX
9 Alogenoalcheni (alogenuri vinilici): un composto con
un alogeno covalentemente legato a un C ibridato sp2
9 Alogenoareni (alogenuri arilici): un composto con un
alogeno covalentemente legato a un anello benzenico:
ArX

• (considereremo ora solo gli alogenoalcani)


Nomenclatura
9 IUPAC:
IUPAC Si denominano come gli alcani ramificati e X è
considerato alla stregua di R
3
Cl 4 Br
Br 2

4 1 5
2 OH
5 3 1 6
2-Bromo-4-meth yl- trans -2-Chloro- 4-Bromo-
pen tan e cyclohexanol cyclohexen e

9 Nomi comuni: il nome del gruppo alchilico è seguito (o


preceduto) dal nome dell’alogenuro: alchil alogenuro o
alogenuro di alchile
Br
Cl Cl

2-Bromobu tane Cnh loroethene 3-Chloroprop ene


(sec-Butyl bromide (Vinyl chlorid e) (Allyl chloride)
Nomenclatura

• Alcuni alcani polialogenati sono solventi comuni


generalmente denominati con un loro nome comune
particolare
CH2 Cl2 CHCl3
D ichloromethane Trich lorometh ane
(Methylene ch loride) (Chloroform )

• Gli idrocarburi in cui tutti gli H sono sostituiti da X sono


chiamati peralogenoalcani (peralogenoalcheni)
Cl Cl F F F Cl Cl
Cl C C Cl F C C C F C C
Cl Cl F F F Cl Cl
Perchloroeth ane Perfluoropropane Perchloroethylene
Momento dipolare

9 Momento dipolare di RX
• L’intensità delle cariche parziali (differenza di e.n. tra C e X)
• separazione (lunghezza di legame C-X)
Forze di van der Waals

9 L’interazione attrattiva tra molecole di alogenoalcani


(in fase liquida) è dovuta alle forze di van der Waals
9 Forze di van der Waals: comprendono
• Interazioni dipolo-dipolo
• Interazioni dipolo-dipolo indotto
• Forze di dispersione (dipolo indotto-dipolo indotto)
Raggio di van der Waals
• Le forze di van der Waals sono tanto più forti quanto più
vicine sono le molecole
• Al di sotto di una certa distanza intermolecolare, le forze
attrattive di van der Waals sono contrastate dalla repulsione
tra nubi elettroniche di molecole vicine
• Il sistema raggiunge un minimo di energia tra questi due
contributri contrastanti per una certa distanza
intermolecolare
• Queste distanze possono essere misurate e a ogni atomo o
gruppo può essere assegnato un raggio di van der Waals
• Atomi (non legati) in una molecula non possono avvicinarsi più della
isomma deidiloro
loro raggi vanraggi di van senza
der Waals der Waals senza una
introdurre introdurre unasterica
tensione tensione
Punto di ebollizione

9 Un alogenoalcano ha un punto di ebollizione più


elevato di un alcano di analoga forma e dimensione
(eccezione: fluoroalcani)

CH3 CH3 CH3 Br


bp -89°C bp 4°C
Punto di ebollizione

9 Perché?

• Gli elettroni di valenza dell’alogeno (in particolare le 3


coppie non condivise) sono molto più polarizzabili delle
coppie di legame C-C e C-H

• polarizability: a measure of the ease of distortion of the


distribution of electron density about an atom in response
to interaction with other molecules and ions; fluorine has a
very low polarizability, iodine has a very high polarizability
Punto di ebollizione: isomeri ramificati

• among constitutional isomers, branched isomers


have a more compact shape, decreased area of
contact, decreased van der Waals attractive forces
between neighbors, and lower boiling points

Br Br

1-Bromob utane 2-Bromo-2-methylbutan e


b p 100°C bp 72°C
Punto di ebollizione: fluoroalcani

• boiling points of fluoroalkanes are comparable to those of


hydrocarbons of similar molecular weight and shape
CH3 F
CH3 CHCH3 CH3 CHCH3
2-Methylprop ane 2-Flu oroprop ane
MW 58.1, bp -1°C MW 62.1, bp -11°C

F
Hexan e 1-Fluoropentan e
(MW 86.2, bp 69°C) (MW 90.1, b p 63°C)

• the low boiling points of fluoroalkanes are the result of the


small size of fluorine, the tightness with which its electrons
are held, and their particularly low polarizability
Densità

9 Gli alogenoalcani sono più densi degli alcani paragonabili


• a halogen has a greater mass per volume than a methyl or
methylene group
9 I bromoalcani e iodoalcani sono più densi dell’acqua
9 Tutti i di- e poli-alogenoalcani sono più densi dell’acqua
Lunghezza e forza di legame

9 C-F bonds are stronger than C-H bonds; C-Cl, C-Br,


and C-I bonds are weaker
(1) Alogenazione di alcani

9 Se una miscela di alcano e cloro (o bromo) è tenuta al buio, non


avviene alcuna reazione, ma…
9 Se la miscela viene riscaldata o esposta a radiazione UV si ha
una sostituzione

9 Sostituzione: una reazione in cui un atomo o gruppo è


sostituito da un altro atomo o gruppo
(1) Alogenazione di alcani

• Se si opera in eccesso di alogeno, si ha una miscela di


prodotti di mono e polisostituzione.

h eat
CH 3 Cl + Cl2 CH2 Cl2 + HCl
Chloromethane Dichloromethane
(Methyl chlorid e) (Methylene chloride)
Cl2 Cl2
CH2 Cl2 CHCl3 CCl4
heat heat
Dichloromethane Trichloromethane Tetrachloromethane
(Methylene chloride) (Chloroform) (Carbon tetrachloride)
(1) Alogenazione di alcani: meccanismo
9 Radicale (libero): una specie che contiene uno o più elettroni
spaiati
• La rottura omolitica di un legame genera radicali
(1) Alogenazione di alcani: meccanismo

9 Fase di propagazione:
• Rende conto della stechiometria
• Rende conto del ΔH0 ΔH 0, k J/mol
(kcal/mol)
CH3 CH2 -H + • Cl CH3 CH2 • + H-Cl -9 (-2)
+422 -431
(+101) (-103)

CH3 CH2 • + Cl-Cl CH3 CH2 -Cl + • Cl -108 (-26)


+247 -355
(+59 (-80)
CH3 CH2 -H + Cl-Cl CH3 CH2 -Cl + H-Cl -117 (-28)
(1) Alogenazione di alcani: meccanismo

• Fluorurazione e iodurazione radicaliche non sono


praticabili

La fluorurazione è troppo violenta

Gli alcani non subiscono la iodurazione


(1) Alogenazione di alcani: regioselettività

9 La alogenazione radicalica è regioselettiva: la


quantità dei prodotti non è quella attesa in termini
statitici

Atteso in termini probablistici: 6/10 = 60% 4/10 = 40%

9 Reattività degli H: 3° > 2° > 1°


• Per la bromurazione 3°:2°:1° ca. 1600:80:1
• Per la clorurazione 3°:2°:1° ca. 5:4:1
(1) Alogenazione di alcani: regioselettività
La quantità relativa dei prodotti dipende sia dal fattore
probabilità che dal fattore reattività

• probabilità: numero di idrogeni estraibili che porterà alla


formazione di un particolare prodotto
• reattività: la velocità relativa di estrazione di un particolare
idrogeno
(1) Alogenazione di alcani: regioselettività

9 Entalpie di dissociazione
(1) Alogenazione di alcani: regioselettività
(1) Alogenazione di alcani: regioselettività

9 La regioselettività di clorurazione e bromurazione


trova spiegazione nella stabilità relativa dei radicali
alchilici (3° > 2° > 1° > metile)

9 Ma perchè la bromurazione è molto più regioselettiva


(1600:80:1) della clorurazione (5:4:1)?
Postulato di Hammond

9 Postulato di Hammond: la struttura dello stato di


transizione di una reazione …
• esotermica somiglia più ai reagenti che ai prodotti
• endotermica somiglia più ai prodotti che ai reagenti
(1) Alogenazione di alcani: postulato di Hammond

• L’idrogeno-estrazione (il
passaggio cineticamente
determinante) è

• esotermico per la
clorurazione

• endotermico per la
bromurazione
(1) Alogenazione di alcani: postulato di Hammond

9 clorurazione:
• s.t. somiglia all’alcano (e Cl)
• c’è scarso carattere radicalico sul C nello s.t.
• regioselettività scarsa (poco influenzata dalla stabilità dei
radicali)
(1) Alogenazione di alcani: postulato di Hammond

9 bromurazione:
• s.t. assomiglia al radicale alchilico (e HBr)
• c’è un elevato carattere radicalico sul C nello s.t.
• regioselettività elevata (molto influenzata dalla stabilità dei
radicali)
(1) Alogenazione di alcani: stereochimica

9 Quando la alogenzazione produce un centro chirale o


ha luogo su un centro chirale, si ottiene una miscela
racemica del prodotto.
heat Br
CH3 CH2 CH2 CH3 + Br2 or light CH3 CH2 CHCH3 + HBr
Butane (R,S)-2-Bromobu tane
(1) Alogenazione di alcani: stereochimica

• Nei radicali alchilici, il C è ibridato sp2 e l’elettrone


spaiato è ospitato sull’orbitale 2p
(1) Alogenazione di alcani: allilica

9 Carbonio allilico: un C adiacente a un C=C


9 Idrogeno allilico: un H su un C allilico

350°C
CH2 = CHCH 3 + Cl 2 CH2 = CHCH 2 Cl + HCl
Propene 3-Chloropropene
(Allyl chloride)
(1) Alogenazione di alcani: allilica
• Un legame C-H allilico è più debole di un C-H alchilico e
vinilico
H H
H
H C
+464 kJ (111 kcal)/mol C C
+372 kJ (89 kcal)/mol
H H
(1) Alogenazione di alcani: bromurazione allilica

9 Si usa generalmente NBS invece di Br2


• Per la bassa concentrazione di Br2 e HBr non si ha
addizione al doppio legame
Il radicale allilico

9 I radicali di tipo allilico sono un ibrido di due strutture


equivalenti (o quasi)

• •
CH 2 CH CH2 CH2 CH CH2
(Equivalent contributing structures)
(1) Alogenazione di alcani: allilica

• Attenzione quindi alla possibile isomeria strutturale!

2 2
N BS 3 1 3 1 Br
+
CH2 Cl2 Br
1-Octen e 3-Bromo-1-octen e 1-Bromo-2-octen e
(racemic, 17%) (83%)
Autoossidazione radicalica
9 Autoossidazione: oxidation requiring oxygen, O2, and no other
oxidizing agent X•
R1 H H R2
H H
H H

R1 H R2 R1 1 H 2 R2 H H H
1 2
H H H H H H
H H H H H H

H–R
R1 H R2 R1 H R2
O O
O O
H H H H
H H H H
Peroxy radical R1 H R2
O H
O + R•
H H
H H
A h yd roperoxid e
(2) Addizione radicalica di HBr ad alcheni

9 L’addizione di HBr (ma non HI o HCl) agli alcheni


fornisce sia prodotti di addizione secondo Markovnikov
che anti Markovnikov a seconda delle condizioni di
reazione.

• Sec. Markovnikov: quando sono assenti radicali (addizione


elettrofila già discussa in dettaglio)

• anti-Markovnikov: in presenza di perossidi o altre fonti di


radicali
(2) Addizione radicalica di HBr ad alcheni
no
peroxid es
Mark ovnikov + HBr Br
ad dition
2-Methyl- 2-Bromo-2-
propene methylprop ane

• Addizione polare (elettrofila) regioselettiva: Br si lega


al C più sostituito

N on-Markovn ikov p eroxides Br


+ HBr
addition
2-Methyl- 1-Bromo-2-
propene methylp ropan e
• Addizione radicalica regioselective: Br si lega al C
meno sostituito
(2) Addizione radicalica di HBr ad alcheni

Step 1: R-O O-R R O + O R


A dialkyl Tw o alkoxy radicals
Iniziazione peroxide

Step 2: R O + H Br R O H + Br
Bromin e
radical

Br
Step 3: + Br

A 3° radical
Propagazione
Br Br
Step 4: Br H + H + Br

1-Bromo-2-
methylpropan e
CFC e buco dell’ozono

• I clorofluorocarburi sono stabili in atmosfera fino a quando


raggiungono la stratosfera…

Cl hν Cl
F C Cl F C + Cl
F F
• Gli atomi di cloro sono responsabili della distruzione dell’ozono

Cl + O3 ClO + O2
ClO + O3 Cl + 2 O2
Sostituzione nucleofila e
β-eliminazione
Sostituzione/Eliminazione

• Reazione di sostituzione: un atomo (o gruppo) è sostituito da un


altro atomo (o gruppo)

• Reazione di eliminazione: un atomo (o gruppo) è eliminato


assieme ad atomo (generalmente un idrogeno) che si trova su un
carbonio adiacente

• L’atomo (o gruppo) che è sostituito o eliminato nel corso di


queste reazioni è chiamato gruppo uscente (Lv; X: Alogeno)
Sostituzione nucleofila

δ+ δ − nucleoph ilic
㊀ Lv㊀
subs titution
Nu:
-
+ C Lv C Nu +

Nu cleophile Leaving
grou p

9 Sostituzione nucleofila: ogni reazione in cui un


nucleofilo ne sostituisce un altro su un carbonio
tetravalente
9 Nucleofilo: una molecola (o ione) che dona una
di elettroni ad un’altra molecola (o ione)per formare
un legame covalente (una base di Lewis)
Sostituzione nucleofila
Solventi: protici/aprotici

9 Solvente protico: un solvente che è un donatore di


ponti H
• I più comuni contengono il gruppo –OH

δ− δ+
X H
X = O, N, F

9 Solvente aprotico: un solvente che non è un donatore


di ponti H
• Non vi sono H legati ad atomi ad elevata e.n.
Solventi: polari/apolari

9 Solventi classificati come polari e apolari…


apolari
• … sulla base della loro costante dielettrica

9 Costante dielettrica (εr): misura la capacità di un


mezzo (solvente) di separare cariche di segno opposto
• Maggiore è εr, minore è la attrazione elettrostatica tra ioni di
carica opposta (nel vuoto εr = 1)
• Solventi polari: εr > 15 Legge di Coulomb
• Solventi apolari: εr < 15 F= -k q Q/(ε r2) r
k: costante di Coulomb
Solventi
Solventi
Sostituzione nucleofila: meccanismi

9Due meccanismi limiteper la sostituzione


nucleofila
• Si differenziano per la diversa sincronia nella
formazione e rottura dei legami
• Denominati SN2 e SN1

δ+ δ − nucleoph ilic
㊀ Lv㊀
subs titution
Nu:
-
+ C Lv C Nu +

Nu cleophile Leaving
grou p
Sostituzione nucleofila: SN2

δ+
9 La rottura del δ- C-X e la formazione del legame
legame
RCH2 X X= F, Cl, Br, I
Nu-C avvengono in modo concertato: SN2

Nu:- + C X C Nu + X-
δ+ δ-

• S = sostituzione
• N = nucleofila
• 2 = bimolecolare (due specie sono coinvolte nel passaggio
cineticamente determinante: l’unico passaggio in questo
caso)
Sostituzione nucleofila: SN2

• Entrambi i reagenti sono coinvolti dello stato di


transizione

H
H H
δ- δ-
:

: :

:
:

: :

: :
-
HO: + C Br : HO C Br : HO C + :Br :

:
:

H
H H
H H H
Tran sition state w ith simultan eou s
bond b reak ing an d bond forming
Sostituzione nucleofila: SN2
Sostituzione nucleofila: SN1

9 Il legame C-X si rompe completamente prima che inizi


a formarsi il legame C-Nu: SN1

C X C+ + X-
δ+ δ-

Nu:- + C+ C Nu

• S = substitution
• N = nucleophilic
• 1 = monomolecolare (solo una specie è coinvolta nel
passaggio cineticamente determinante)
Sostituzione nucleofila: SN1
CH3 CH3
H 3C C Br + H 2O H3C C OH + HBr
CH3 CH3

• Step 1: ionizzazione di C-X


per dare un carbocatione
intermedio (stadio lento)

• Step 2: il carbocatione
(electrofilo) reagisce con l’acqua • Step 3: reazione
(nucleofilo) per dare uno ione acido-base
ossonio
Sostituzione nucleofila: SN1

E(s.t.1)>E(s.t.2)
Sostituzione nucleofila

1. Quale relazione tra velocità di una SN e …


a) concentrazione dei reagenti (equazione cinetica)?
b) struttura del nucleofilo?
c) struttura del gruppo alchilico (di R-Lv)?
d) struttura del gruppo uscente (di R-Lv)?
e) solvente?

2. Quale risultato stereochimico se il gruppo uscente fa


parte di un centro chirale?

3. In quali condizioni si osservano trasposizioni?


1a: cinetica SN1
9 SN1
• Reazione in due stadi; il primo lento
-
C X C+ + X
δ+ δ-
• Nello stadio lento (formazione del carbocatione) solo
l’alogenoalcano è coinvolto (e non il nucleofilo)
• Quindi: la reazione è del primo ordine
CH3 CH3
CH3 CBr + CH3 OH CH3 COCH3 + HBr
CH3 CH3
2-Bromo-2- Methanol 2-Methoxy-2-
methylprop ane meth ylpropane

Rate = - d[ (CH3 ) 3 CBr] = k[( CH3 ) 3 CBr]


dt
1a: cinetica SN2

9 SN2
• Reazione in un singolo stadio
• Nell’unico stadio sia alogenoalcano che nucleofilo sono
coinvolti
• Quindi: la reazione è del secondo ordine (primo ordine in
alogenoalcano e primo ordine in nucleofilo)

CH3 Br + N a+ OH - CH3 OH + N a + Br-


Bromomethane Methanol
d[ CH 3 Br] -
rate = = k[ CH 3 Br] [ OH ]
dt
1b: Nucleofilicità

9 Nucleofilicità: una proprietà cinetica che esprime la


velocità a cui Nu provoca una SN in condizioni
sperimentali standardizzate.

9 Basicità: una proprietà termodinamica che


posizione dell’equilibrio in una reazione acido-base

9 I nucleofili sono anche basi, ma che relazione c’è tra


le due proprietà?
1b: Nucleofilicità
1b: Nucleofilicità

9La nucleofilicità (relativa) degli ioni alogenuri è


diversa in solventi polari aprotici e protici

9Perché?
1b: Nucleofilicità

9 Più “libero” è il nucleofilo, maggiore è la sua


nucleofilicità
9 I solventi polari aprotici (DMSO, acetone,
acetonitrile, DMF)
• sono solventi efficienti per I cationi, ma non altrettanto per
gli anioni;
• se gli anioni sono scarsamente solvatati, partecipano
facilmente alle SN e …
• l’ordine di nucleofilicità segue l’ordine di basicità:
F- > Cl- > Br- > I-
1b: Nucleofilicità

9 Nei solventi polari protici (acqua,


alcoli)
• Gli anioni sono fortemente solvatati da
ponti H con il solvente
• Più concentrata è la carica negativa (F-),
più fortemente saranno trattenute le
molecole di solvente
• Il nucleofilo deve “liberarsi” del guscio di
solvatazione per partecipare a una SN
• L’ordine di nucleofilicità è opposto
all’ordine di basicità: I- > Br- > Cl- > F-
1b: Nucleofilicità
9 Generalizzazione:
• Se l’atomo nucleofilo è lo stesso, o appartiene al medesimo
periodo, tanto più basico è il composto, tanto più è
nucleofilo
(…)
(…)
1b: Nucleofilicità
9 Generalizzazione:
• Se l’atomo nucleofilo appartiene a diversi periodi, diventano
rilevanti altri fattori come solvatazione e polarizzabilità che
vanno in senso opposto alla basicità
2: Stereochimica: SN1

9 For an SN1 reaction at a chiral center, the R and S enantiomers


are formed in equal amounts, and the product is a racemic
mixture
2: Stereochimica: SN1
2: Stereochimica: SN2

9For SN2 reactions at a chiral center, there is


inversion of configuration at the chiral center
2: Stereochimica: SN2

La configurazione del prodotto


è invertita rispetto a quella del
reagente
1c: Struttura di RX
9SN1 reactions: governed by electronic factors
• the relative stabilities of carbocation intermediates
9SN2 reactions: governed by steric factors
• the relative ease of approach of a nucleophile to the
reaction site
1c: Struttura di RX

• Effect of β-Branching
• Effect of β-Branching
1c: Struttura di RX
• Allylic Halides

9 Allylic cations are stabilized by resonance


delocalization of the positive charge
• a 1° allylic cation is about as stable as a 2° alkyl cation

+ +
CH2 = CH- CH 2 CH2 -CH = CH 2
Allyl cation
(a hybrid of two equivalent contributing
structures)
• 2° & 3° allylic cations are even more stable
+ +
CH2 =CH-CH-CH3 CH2 =CH-C-CH3
CH3
A 2° allylic carbocation A 3° allylic carb ocation
• as also are benzylic cations

CH 2 + C6 H 5 -CH2 +

Benzyl cation The benzyl cation is also written


(a benzylic carbocation) in this abbreviated form
• adding these carbocations to those from Section 6.3

2° al kyl 3° alky l
3° all yli c
methy l < 1° alky l < 1° al lyl ic < 2° ally li c < 3° benzyl ic
1° ben zy lic 2° benzyli c
Increasi ng stabili ty of carbocatio ns
1d: The Leaving Group

9 Tanto più la base è debole (stabile), tanto meglio si


comporta da gruppo uscente

rarely fun ction as


leaving groups
Reactivity as a leaving group O
I- > Br- > Cl- > H2 O >> F- > CH3 CO- > HO- > CH3 O- > NH2 -

Stability of anion; strength of con jugate acid


1e: Solvente - SN2

9 Spesso nelle SN2 il nucleofilo è carico negativamente


(così come il gruppo rimosso):
negative ch arge disp ers ed negatively charged
negatively charged
in the transition state leaving group
nu cleophile

δ− δ−
Nu:- + C Lv Nu C Lv Nu C + Lv

Tran sition state

• Riducendo la solvatazione di Nu aumenta la velocità della


S N2
1e: Solvente - SN2
-
SN 2
Br N3 + -
+ N3 Br
solvent
1e: Solvente - SN1

9 Nelle SN1 generalmente is creano cariche opposte


nello stadio cineticamente determinante

C+ +
-
C X X
9 La velocità della reazione dipenda dalla capacità del
solvente di separare le cariche e solvatare sia l’anione
che il catione
9 I solventi polari protici (acido formico, acqua, alcoli)
sono i più efficienti nelle SN1
1e: Solvente - SN1
1e: Solvente

In sintesi:

Se uno o più reagenti dello Se nessuno dei reagenti dello


stadio cineticamente stadio cineticamente
determinante sono carichi determinante è carico

l’aumento della polarità del solvente

diminuisce aumenta
la velocità della reazione la velocità della reazione
3: Trasposizioni nelle SN1

9Il carbocatione formatosi inizialmente può


trsporre in uno più stabile…

+ -
+ CH3 OH OCH3 + CH3 OH + Cl
Cl CH3 OH
H
2-Chloro-3- 2-Methoxy-2-phenylbutane
phenylbutane
3: Trasposizioni nelle SN1

(1) + : Cl
Cl +

A 2° carbocation

(2) H +
+ H

A 3° benzylic carbocation

H H
(3) +
+ + : O-CH3 O
CH3

An oxoniu m ion
Sommario di SN1 & SN2
Competizione tra SN1 & SN2
Competizione tra SN1 & SN2

Se un alogenuro può subire sia la SN1 che la SN2, il meccanismo


prevalente sarà determinato da:

• concentrazione del nucleofilo,


• reattività del nucleofilo,
• solvente della reazione

Una reazione SN2 è favorita da una alta concentrazione di un


buon nucleofilo in un solvente aprotico

Una reazione SN1 è favorita da una bassa concentrazione di


nucleofilo o da un nucleofilo scadente in un solvente protico
SN1/SN2 Problems

• Problem 1: predict the mechanism for this reaction,


and the stereochemistry of each product
Cl OH OCH3

+ CH3 OH/ H2 O + + HCl


(R)-2-Ch lorobutane

• Problem 2: predict the mechanism of this reaction

Br + N a+ CN- CN + N a+ Br -
D MSO
SN1/SN2 Problems

• Problem 3: predict the mechanism of this reaction


and the configuration of product
Br SCH3
+ CH3 S- Na+ acetone
+ Na+ Br-
(R)-2- Bromob utane

• Problem 4: predict the mechanism of this reaction


and the configuration of the product
O O
Br + CH3 COH OCCH3 + HBr
acetic acid
(R)-3-Bromo-
cyclohexen e
SN1/SN2 Problems

• Problem 5: predict the mechanism of this reaction

+
Br + ( CH3 ) 3 P P( CH3 ) 3 Br -
toluene
β-Eliminazioni

9 β-Eliminazione: una reazione in cui una


molecola (come HX o HOH) è espulsa
(eliminata) da due carboni adiacenti
H
β α
C C + CH3 CH2 O-Na+
CH3 CH2 OH
X
A haloalkan e Bas e

C C + CH3 CH2 OH + Na+ X -

A n alken e
β-Eliminazioni: regioselettività

9 Regola di Zaitsev: il prodotto prevalente di una


β-eliminazione è l’alchene più stabile (il più
sostituito)
Br CH 3 CH2 O - Na +
+
CH3 CH2 OH
2-Bromo-2- 2-Methyl-2-butene 2-Methyl-1-butene
methylbutane (major product)

Br CH3 O - Na +
+
CH3 OH
1-Bromo-1-methyl- 1-Methyl- Methylene-
cyclopentane cyclopentene cyclopentane
(major product)
β-Eliminazioni: meccanismi

9Due meccanismi limite:


9 E1: la rottura del legame R-Lv per dare un
carbocatione è completa prima che la base rompa il
legame C-H
• solo R-Lv è coinvolto nello stadio cineticamente
determinante
9 E2: la rottura dei legami R-Lv e C-H sono concertate
• sia R-Lv che la base sono coinvolte nello stadio
cineticamente determinante
β-Eliminazioni: E1

1. ionization of C-Lv gives a carbocation intermediate


2. proton transfer from the carbocation intermediate to the
base (in this case, the solvent) gives the alkene
β-Eliminazioni: E1

Il prodotto principale di una reazione di


eliminazione E1 è l’alchene più stabile
β-Eliminazioni: E2
β-Eliminazioni: E1

Il prodotto principale di una reazione di


eliminazione E1 è l’alchene più stabile
β-Eliminazioni: cinetica

9 E1 mechanism
• reaction occurs in two steps
• the rate-determining step is carbocation formation
• the reaction is 1st order in RLv and zero order is base
d[RLv]
Rate = = k[ RLv]
dt

9 E2 mechanism
• reaction occurs in one step
• reaction is 2nd order; first order in RLv and 1st order in
base d[RLv]
Rate = = k[ RLv][ Base]
dt
β-Eliminazioni: regioselettività

9 E1: il prodotto principale è l’alchene più stabile


9 E2: il prodotto principale è l’alchene più stabile
• …tranne che con basi stericamente ingombrate in cui
prevale l’alchene meno sostituito
β-Eliminazioni: regioselettività
Perchè l’alchene più stabile?
• double bond character is highly developed in the
transition state (sia E1 che E2)
• thus, the transition state of lowest energy is that
leading to the most stable (the most highly substituted)
alkene
β-Eliminazioni: regioselettività

Se la base è stericamente ingombrata si ottiene in prevalenza


l’alchene meno stabile …

… perchè la base rimuoverà preferenzialmente l’idrogeno più


accessibile
β-Eliminazioni: gruppo uscente

Tanto più debole è una base,


tanto meglio si comporta come gruppo uscente
β-Eliminazioni: gruppo uscente

Tanto più debole è una base,


tanto meglio si comporta come gruppo uscente
β-Eliminazioni: alogenuri
β-Eliminazioni: alogenuri
β-Eliminazioni: trasposizioni E1

Poichè la reazione E1 prevede la formazione di un intermedio


carbocationico, occorre considerare la possibilità di
trasposizioni
β-Eliminazioni: stereochimica E2

9E2 is most favorable (lowest activation energy)


when H and Lv are oriented anti and coplanar
-
CH3 O: CH3 O
H H
C C
C C
Lv
-H an d -Lv are anti and cop lanar Lv
(dih edral an gle 180°)
β-Eliminazioni: stereochimica E2

Il carbonio beta
ha 2 idrogeni

E2: stereoselettiva

L’alchene con i gruppi più ingombranti posizionati ai lati


opposti del doppio legame si formerà in maggiore quantità
perché è più stabile.
β-Eliminazioni: stereochimica E2
β-Eliminazioni: stereochimica E2
β-Eliminazioni: stereochimica E2

E2: stereospecifica, il particolare alchene che si


ottiene dipende dalla configurazione del reagente.

Il carbonio beta
ha 1 idrogeno
β-Eliminazioni: stereochimica E1

E1: Reazione stereoselettiva ma non stereospecifica:


β-Eliminazioni: stereochimica
Competizione tra E2 e E1

Una reazione E2 è favorita da


alta concentrazione di una base forte
solvente polare aprotico

Una reazione E1 è favorita da


base debole
solvente protico
Competizione tra E2, E1, SN2 e SN1

Gli alogenuri alchilici possono dare SN2, SN1, E2 e E1

Stabilire se le condizioni favoriscono SN2/E2 o SN1/E1

•SN2/E2 favorite da una alta concentrazione di


nucleofilo o da una base forte

•SN1/E1 favorite da un cattivo nucleofilo o da una base


debole
Competizione tra E2, E1, SN2 e SN1

Condizioni SN2/E2
Competizione tra E2, E1, SN2 e SN1

L’uso di una base stericamente impedita


favorisce la eliminazione sulla sostituzione
Competizione tra E2, E1, SN2 e SN1

Una base debole favorisce la


sostituzione sulla eliminazione

Cl OCH2CH3
+ CH3CH CH2 + CH3CH2OH
CH3CHCH3 + CH3CH2O- CH3CHCH3
+ Cl-
strong
base
O
Cl O OCCH3
CH3CHCH3 + CH3C O- CH3CHCH3 + Cl-
weak
base
Competizione tra E2, E1, SN2 e SN1

Condizioni SN1/E1
Competizione tra E2, E1, SN2 e SN1
Alcoli
e tioli
Struttura

9 Gruppo funzionale:
funzionale gruppo
-OH legato a un C sp3
ssigeno è ibridato sp3
o è ibridato sp3
hybrid orbitals form
gma bonds to carbon and
and hydrogen
aining two sp3 hybrid
itals each contain an unshared
Nomenclatura

9IUPAC
• La catena base è la più lunga catena di C che porta
il gruppo OH
• La catena è numerata in moodo tale da assegnare il
numero più basso al C che porta il gruppo OH
• Si sostituisce il suffisso -o dell’alcano con -olo
9Nomi comuni
• La parola alcol è seguita dal nome del gruppo
alchilico legato all’ossigeno
Nomenclatura

OH
OH OH
1-Propanol 2-Propan ol 1-Bu tanol
(Propyl alcohol) (Isoprop yl alcoh ol) (Bu tyl alcoh ol)

OH
OH OH

2-Butanol 2-Meth yl-1-p ropan ol 2-Meth yl-2-p ropan ol


(s ec-Butyl alcohol) (Isobutyl alcohol) (tert -Butyl alcohol)

3 2
1
4 OH
5 6

cis-3-Methylcyclohexan ol
Nomenclatura

9Composti con più di un gruppo OH sono


denominati dioli, trioli, etc.

CH2 CH2 CH3 CHCH2 CH2 CHCH2


OH OH HO OH HO HO OH
1,2-Ethanediol 1,2-Propanediol 1,2,3-Propanetriol
(Ethylene glycol) (Propylene glycol) (Glycerol, Glycerine)
Nomenclatura

9Alcoli insaturi
• La presenza di un doppio (triplo) legame è indicata
con l’infisso -en- (-in-) al posto di -an-

1
HO 2 3 6
4 5

(E)-2-esen-1-olo
Proprietà fisiche

9 Alcoli, composti polari

• interagiscono fortemente tra di


loro (o con altre molecole polari,
ad es. solvente) mediante
interazioni dipolo-dipolo
• Interazione dipolo-dipolo:
attrazione tra la estremità positiva
di un dipolo e quella negativa di
un altro
Proprietà fisiche

9 Legame a idrogeno:
idrogeno un caso particolare di interazione dipolo-
dipolo particolarmente forte; l’estremità positiva di un dipolo è
un H legato a elementi molto elettronegativi (F, O, N)
• the strength of hydrogen bonding in water is approximately 21 kJ (5
kcal)/mol
Proprietà fisiche

9 Etanolo e dimetil etere sono isomeri di struttura.


9 I loro p.e. sono molto diversi
• Etanolo forma legami H intermolecolari che aumentano le
forze attrattive tra le molecole (alto p. e.)
• Nel dimetil etere non c’è possibilità di ponti H: deboli
interazioni intermolecolari, basso p.e.

CH 3 CH 2 OH CH 3 OCH 3
Etanolo Dimetil etere
bp 78°C bp -24°C
Proprietà fisiche
9 In confronto agli alcani di dimensione e peso molecolare
confrontabile, gli alcoli
• hanno elevati p.e.
• sono molto solubili in acqua

La presenza di più
gruppi -OH aumenta
ulteriormente solubilità
in acqua e p.e.
Acidità degli alcoli

9Gli alcoli sono acidi deboli

+

CH3 O H + :O H CH3 O: + H O H
H H
- +
[ CH3 O ] [H3 O ]
Ka = = 1 0 - 15 .5
[ CH3 OH]
pKa = 1 5 .5
Acidità degli alcoli
Acidità degli alcoli

9 La differenza tra la acidità dei diversi alcoli dipende


principalmente dal grado di solvatazione dell’anione
alcossido
• L’O carico negativamente in metossido e etossido è
altrettanto accessibile al solvente di quello di idrossido:
metanolo e etanolo hanno circa la stessa acidità dell’acqua
• Con l’aumento di dimensione del gruppo alchilico
diminuisce la capacità dell’acqua di solvatare l’anione e la
acidità dell’alcol diminuisce.
Acidità degli alcoli

9 Gli alcoli sono convertiti in alcossidi per reazioni con basi più
forti degli ioni alcossidi (ovvero i cui acidi coniugati siano acidi
più deboli degli alcoli) come
• sodio idruro (NaH)
+ - - +
CH3 CH2 OH + Na H CH3 CH2 O Na + H2
Ethanol Sodiu m Sodium ethoxide
hydride

• LDA (Litio diisopropil ammide, LiN(i-Pr)2)


• Sodio ammide (NaNH2)
Reazione con metalli

9 Alcoli reagiscono con Li, Na, K (e altri metalli attivi)


per formare alcossidi metallici e liberare idrogeno
gassoso

2 CH3 OH + 2 Na 2 CH3 O- Na+ + H2


Sodium methoxide
- +
(MeO N a )
Trasformazione in alogenuri alchilici: reazione con HX

• Reazioni di sostituzione degli alcoli con acidi alogenidrici


Trasformazione in alogenuri alchilici
Reazione con HX

• Gli alcoli e gli eteri devono essere “attivati” prima di


poter subire una reazione di sostituzione o
eliminazione

• La “attivazione” converte un gruppo uscente


fortemente basico (OH– o RO–) in un buon gruppo
uscente

• Possono essere utilizzati solo nucleofili debolmente


basici
Reazione con HX

• Gli alcoli secondari e terziari danno reazioni SN1 con gli acidi
alogenidrici
Reazione con HX

• Gli alcoli primari danno reazioni SN2 con gli acidi alogenidrici
Reazione con HX

ZnCl2 viene usato per catalizzare la reazione SN2 con l’acido


cloridrico (Cl- è un cattivo nucleofilo)
Reazione con HX

• Occorre considerare la possibilità di trasposizioni nelle reazioni


SN1 (di alcoli secondari o terziari).
Trasformazione in alogenuri alchilici: reazione con PX3

9 Un metodo alternativo per la sintesi di R-X 1° e 2° comporta la


reazione (attivazione) di alcoli con trialogenuri di fosforo (PBr3,
PCl3, PI3)

OH + 0° Br
PBr 3 + H3 PO 3
2-Meth yl-1-p ropan ol Phosph orus 1-Bromo-2-methylprop ane Phosp horous
(Isobutyl alcohol) trib romide (Is ob utyl bromide) acid

9 meccanismo a good leaving group

•• +
R-CH2 -O-H + Br P Br R-CH2 O PBr2 + Br
Br H

+ SN 2
- R-CH2 -Br + HO-PBr 2


Br + R-CH2 O PBr2

H
Trasformazione in alogenuri alchilici: reazione con SOCl2

9 Un metodo alternativo per la sintesi di R-Cl 1° e 2° comporta la


reazione (attivazione) di alcoli con cloruro di tionile (SOCl2)
Alchil solfonati

• Trasformazione degli alcoli in esteri solfonici


(alchil solfonati)
Alchil solfonati

• Diversi cloruri di solfonile sono disponibili per la


“attivazione” dei gruppi OH
Alchil solfonati: reazioni SN2

9 Gli anioni solfonati sono basi molto deboli (basi coniugate di


un acido molto forte) e quindi ottimi gruppi uscenti per le SN2
9 La conversione di un alcol in un solfonato trasforma un cattivo
gruppo usnte (OH-) in un buon gruppo uscente

Eccellente gruppo uscente


pKa (HOTs) ~ -1
Alchil solfonati: reazioni SN2

9 Conversione in due passaggi di (S)-2-ottanolo in (R)-2-


ottil acetato
Step 1:
OH OTs
+ TsCl pyrid ine + HCl
(S)-2-Octanol Tosyl (S)-2-Octyl tosylate
ch loride
Step 2:
O
O OTs O
- + SN 2 + -
O Na + + Na OTs
ethanol
S od ium (S)-2-Octyl tos ylate (R)-2-Octyl acetate
acetate
Conversione di alcoli in substrati per SN2
• Trasformazione degli alcoli in alogenuri alchilici

HX o
PX 3 o R X
SOCl2 Nu-

R OH R Nu

O O
Nu-
R' S Cl R' S O R
O O
• Trasformazione degli alcoli in esteri solfonici
Disidratazione di alcoli

9 Gli alcoli eliminano acqua in unareazione acido


catalizzata per dare alcheni (una β-eliminazione)
H2SO4
o
H3PO4
CH3CH2CHCH3 CH3CH CHCH3 + H2O
Δ
OH
• 1° alcohols must be heated at high temperature in the
presence of an acid catalyst, such as H2SO4 or H3PO4
• 2° alcohols undergo dehydration at somewhat lower
temperatures
• 3° alcohols often require temperatures at or slightly above
room temperature
Disidratazione di alcoli

• 1° alcohols must be heated at high temperature in the presence of


an acid catalyst, such as H2SO4 or H3PO4
H2 SO4
CH 3 CH 2 OH CH 2 = CH 2 + H2 O
180°C

• 2° alcohols undergo dehydration at somewhat lower


temperatures
OH
H2 SO 4
+ H2 O
140°C
Cyclohexanol Cyclohexene

• 3° alcohols often require temperatures at or slightly above room


temperature
CH 3 CH 3
H2 SO 4
CH 3 COH CH 3 C= CH 2 + H 2 O
50°C
CH 3
2-Methyl-2-propanol 2-Methylpropene
(tert- Butyl alcohol) (Isobutylene)
Disidratazione di alcoli
Disidratazione di alcoli

• where isomeric alkenes are possible, the alkene


having the greater number of substituents on the
double bond (the more stable alkene) usually
predominates (Zaitsev rule)
rule

OH
8 5 % H 3 PO 4
CH 3 CH 2 CHCH3
heat
2-Butanol
CH 3 CH= CH CH 3 + CH3 CH2 CH= CH 2 + H2 O
2-Butene 1-Butene
(80%) (20%)
Disidratazione di alcoli

• Disidratazione di alcoli secondari e terziari

veloce lento

veloce
Disidratazione di alcoli
• Disidratazione di alcoli primari
Disidratazione di alcoli

9 La disidratazione di alcoli 2° (e a volte anche 1°) è spesso


accompagnata da trasposizione

H2 SO4
+
OH 140 - 170°C
3,3-Dimethyl- 2,3-Dimethyl- 2,3-Dimethyl-
2-butanol 2-butene 1-butene
(80%) (20%)
Disidratazione di alcoli

9 meccanismo:

H+
-H2 O +
OH
3,3-D imethyl- A 2° carbocation H2 O
+ H3 O+
2-butan ol intermed iate
2,3-D imethyl-
2-bu tene
+

A 3° carbocation + H3 O+
intermed iate H2 O
2,3-D imethyl-
1-bu tene
Disidratazione di alcoli

9 acid-catalyzed dehydration of 1-butanol gives a mixture of three


alkenes

H2 SO 4
OH + +
140 - 170°C
1-Butanol trans- 2-butene cis- 2-butene 1-Butene
(56%) (32%) (12%)

H+
Disidratazione di alcoli
9 Acid-catalyzed alcohol dehydration and alkene hydration are
competing processes
9 Principle of microscopic reversibility: the sequence of transition
states and reactive intermediates in the mechanism of a reversible reaction
must be the same, but in reverse order, for the reverse reaction as for the
forward reaction
Reazioni redox

Numero di ossidazione

-1 -2
H3C H H H
rid
C C H3C C C CH3
ox
H CH3 H H
+1 -1
O H
rid
C H3C C OH
H3C H ox
H
Reazioni redox

Non è una reazione redox!

-1 -1 0
-2 H H
H 3C H
C C H 3C C C CH3
H CH3 H OH
Ossidazione di alcoli

C O C O
H H

9Oxidation of a primary alcohol gives an


aldehyde or a carboxylic acid, depending on the
experimental conditions
Ossidazione di alcoli

9A common oxidizing agent for this purpose is


chromic acid, prepared by dissolving
chromium(VI) oxide or potassium dichromate
in aqueous sulfuric acid
H2 SO4
CrO3 + H2 O H2 CrO 4
Chromium(VI) Chromic acid
oxide

H2 SO4 H2 O
K2 Cr 2 O7 H2 Cr 2 O7 2 H2 CrO 4
Potassium Chromic acid
dichromate
Ossidazione di alcoli

9Oxidation of 1-octanol gives octanoic acid


• the aldehyde intermediate is not isolated
O
H2 CrO4
OH H
H 2O, aceton e
1-Hexan ol Hexan al
(not isolated)
O
OH
Hexan oic acid
Ossidazione di alcoli

92° alcohols are oxidized to ketones by chromic


acid
OH O 3+
+ H2 CrO4 + Cr
aceton e

2-Isoprop yl-5-methyl- 2-Is op ropyl-5-methyl-


cycloh exanol cycloh exanone
(Men thol) (Men thone)
C O C O
H H

9Alcoli terziari non si ossidano


(non ci sono H sul C-OH)
Ossidazione di alcoli

• Step 1: formation of a chromate ester O


O fas t and
OH revers ible O-Cr-OH
+ HO-Cr-OH + H2 O
O
H H
Cycloh exanol O
An alkyl chromate
• Step 2: reaction of the chromate ester with a base, here
shown as H2O
chromiu m(V I) chromiu m(IV)
O
slow , rate -
H O
O Cr-OH determining +
O + O H + Cr-OH
O
H H O
Cyclohexan on e
O
H H
Ossidazione di alcoli

• chromic acid oxidizes a 1° alcohol first to an


aldehyde and then to a carboxylic acid
• in the second step, it is not the aldehyde per se that
is oxidized but rather the aldehyde hydrate
fas t and OH
O O-CrO3 H
revers ible H2 CrO4
R-C-H + H2 O R-C-OH R-C-OH
H
H
An ald ehyde An ald ehyde H2 O
hydrate
O
R-C-OH + HCrO3 - + H3 O+
A carb oxylic
acid
Ossidazione di alcoli

9 Pyridinium chlorochromate (PCC): a form of Cr(VI)


prepared by dissolving CrO3 in aqueous HCl and
adding pyridine to precipitate PCC as a solid
pyrid inium ion
chlorochromate ion
-
CrO3 + HCl + ClCrO3
N N
H
Pyrid ine Pyrid inium ch lorochromate
(PCC)
• PCC is selective for the oxidation of 1° alcohols to
aldehydes; it does not oxidize aldehydes further to
carboxylic acids
Ossidazione di alcoli
• PCC oxidizes a 1° alcohol to an aldehyde

O
PCC
OH H
Geraniol Geranial

• PCC also oxidizes a 2° alcohol to a ketone

OH PCC O

Men thol Men thone


Ossidazione di glicoli

9Glycols are cleaved by oxidation with periodic


acid, HIO4

OH
CHO
+ HIO 4 + HIO 3
CHO
OH
cis- 1,2-Cyclo- Periodic Hexanedial Iodic
hexanediol acid acid
Oxidation of Glycols
9The mechanism of periodic acid oxidation of a
glycol is divided into two steps
Step 1: formation of a cyclic periodate
O O
C OH C O
+ O I OH I OH + H2 O
C OH C O
O O
A cyclic period ate
Step 2: redistribution of electrons within the five-
membered ring
O O
C O C O
I OH + I OH
C O C O
O O
Tioli

9 The functional group of a thiol is an


-SH (sulfhydryl)
sulfhydryl group bonded to an
sp3 hybridized carbon

9 The bond angle about sulfur in


methanethiol is 100.3°, which
indicates that there is considerably
more p character to the bonding
orbitals of divalent sulfur than there
is to oxygen
Tioli
9 IUPAC:
• La catena base è la più lunga che contiene il gruppo -SH
• il suffisso -o dell’alcano è sostituito dal suffisso -tiolo
• quando -SH è un sostituente, è denominato gruppo sulfanile

9 Nomi comuni:
• Il nome del gruppo alchilico legato allo zolfo è seguito dalla
parola mercaptano;
mercaptano -SH come sostituente, è denominato
mercapto-
HS OH
SH SH
1-butantiolo 2-metil-1-propantiolo 2-sulfaniletanolo
butil mercaptano isobutil mercaptano 2-mercaptoetanolo
Tioli

9 Per la minor polarità del legame S-H, i tioli sono molto meno
associati da ponti H e sono meno solubili in acqua dei
corrispondenti alcoli

• the boiling points of ethanethiol and its constitutional isomer dimethyl


sulfide are almost identical
CH3 CH2 SH CH3 SCH3
Ethaneth iol D imeth yl s ulfide
(bp 35°C) (b p 37°C)
Tioli

9 Low-molecular-weight thiols
• the scent of skunks is due primarily to these two thiols
SH
SH
2-Buten e-1-th iol 3-Meth yl-1-b utanethiol
(Isopen tyl mercaptan)
• a blend of low-molecular weight thiols is added to natural
gas as an odorant; the two most common of these are

SH SH

2-Methyl-2-propan ethiol 2-Propan eth iol


(t ert -Bu tyl mercaptan) (Isoprop yl mercaptan)
Tioli

9 Preparazione: si sfrutta la nucleofilicità dello ione idrosolfuro


(solfidrato), HS-

+ - SN 2 + -
CH3 (CH 2 ) 8 CH2 I + Na SH CH 3 (CH2 ) 8 CH2 SH + Na I
ethan ol
1-Iod od ecane S od ium 1-D ecan ethiol
h yd rosu lfid e
Tioli

9 I tioli sono acidi più forti degli alcoli (come l’acido


solfidrico è più acido dell’acqua)
- +
CH3 CH2 OH + H2 O CH3 CH2 O + H3 O pK a = 15.9
-
CH3 CH2 SH + H2 O CH3 CH2 S + H3 O+ pK a = 8.5

• when dissolved an aqueous NaOH, they are converted


completely to alkylsulfide salts

+
CH3 CH2 SH + Na OH
- CH3 CH2 S- Na+ + H2 O
pK a 8.5 p Ka 15.7
(Strong er aci d) (Weak er acid )
Tioli

9 The sulfur atom of a thiol can be oxidized to several


higher oxidation states
[O]
R-S-S-R
A disu lfid e
R-S-H
O O
A th iol [O] [O]
R-S-OH R-S-OH
O
A s ulfinic A s ulfon ic
acid acid
• the most common reaction of thiols in biological systems in
interconversion between thiols and disulfides, -S-S-

2 RSH + 1 O RSSR + H 2 O
2 2
A thiol A disulfide
Eteri ed epossidi
Struttura
9 Gruppo funzionale: un atomo di
ossigeno legato a due carboni

• Negli eteri dialchilici, l’ossigeno è ibridato


sp3 con angoli di legame vicino a 109.5°.

• In eteri diversi dai dialchilici, l’atomo di


ossigino, ibridato sp2 è legato a un
carbonio sp2
CH3 CH2 -O-CH=CH 2
Ethoxyethene
(Ethyl vinyl ether)
Nomenclatura: eteri

9IUPAC: la catena più lunga è la catena base


• Si denomina il gruppo -OR come alcossi
9 Nomi comuni: alla parola etere di premette (o si fa
seguire) il nome dei gruppi alchilici legati all’ossigeno

OH CH3
CH3 CH2 OCH 2 CH3 CH3 OCCH3
OCH2 CH3 CH3
Etossietano trans- 2-Etossi- 2-Metossi-2-
(Dietil etere) cicloesanolo metilpropano
(tert- Butil metil etere)
Nomenclatura: eteri ciclici

• prefisso oss- indica ossigeno nell’anello


• suffisso -irano,
irano -etano,
etano -olano e -ano indica la
dimensione del ciclo saturo a 3, 4, 5 e 6 termini,
rispettivamente
• Molto diffusi i nomi comuni
2 3 O

1O O O O O
ossirano ossetano ossolano ossano 1,4-diossirano
Ossido di etilene Tetraidrofurano Tetraidropirano
Proprietà fisiche
9Per quanto polari, esistono solo deboli
interazioni dipolo-dipolo
• P.e. più bassi degli alcoli di PM confrontabile
• P.e. simile a quello degli idrocarburi di PM paragonabile
9
Proprietà fisiche

9 Gli eteri sono accettori di legami a idrogeno


• Più solubili in H2O degli idrocarburi
Preparazione degli eteri - 1

9 Sintesi di Williamson: reazione SN2 di alogenuri


o solfonati con alcossidi

CH3 CH3
- + SN 2 + -
CH3 CHO N a +
CH3 I CH3 CHOCH3 + Na I
Sodium Iodomethane 2-Methoxypropane
isopropoxide (Methyl iodide) (Isopropyl methyl ether)
Preparazione degli eteri - 1
• Rese elevate con alogenuri di metile e 1°,
• Rese scarse con alogenuri 2° (compete β-eliminazione)
• Rese nulle con alogenuri 3° (solo β-elimination)

CH3 CH3
- + SN2
CH3 CO K + CH3 Br CH3 COCH3 + K+ Br-
CH3 CH3
Potass ium Bromometh ane 2-Meth oxy-2-meth ylp ropan e
t ert-bu toxid e (Meth yl b romid e) (t ert -Bu tyl methyl ether)

CH3 CH3
- + E2 + -
CH3 CBr + CH3 O Na CH 3 C=CH2 + CH3 OH + Na Br
CH3
2-Bromo-2- Sodium 2-Methylprop ene
methylprop ane methoxide
Preparazione degli eteri - 2

9 Disidratazione acido catalizzata degli alcoli

• Esempio di una reazione SN2 in cui un cattivo


gruppo uscente (OH-) è convertito in un buon
gruppo uscente (H2O)

H2 SO4
2 CH3 CH2 OH CH3 CH2 OCH2 CH3 + H2 O
140°C
Ethanol D iethyl eth er
Preparazione degli eteri - 2

• Step 1: proton transfer gives an oxonium ion


fas t and
O reversib le + O
CH3 CH2 -O-H + H-O-S-O-H CH3 CH2 -O-H + - O-S-O-H
O H O
An oxon ium ion

• Step 2: nucleophilic displacement of H2O by the


OH group of the alcohol gives a new oxonium ion
+ SN2 +
CH3 CH2 -O-H + CH3 CH2 -O-H CH3 CH2 -O-CH2 CH3 + O-H
H H H
A new oxonium ion
Preparazione degli eteri - 2

Step 3: proton transfer to solvent completes the


reaction
proton
+ tran sfer +
CH3 CH2 -O-CH2 CH3 + O-H CH3 CH2 -O-CH2 CH3 + H O-H
H H H
Preparazione degli eteri - 3

9 Addizione di alcoli acido-catalizzata ad alcheni

• Rese alte con alcheni che formano carbocationi


stabili (e alcoli che non disidratino facilmente in
ambiente acido)
CH3 acid CH3
catalyst
CH3 C= CH2 + CH3 OH CH3 COCH3
CH3
2-Methoxy-2-methyl
propane
Preparazione degli eteri - 3
• Step 1: protonation of the alkene gives a
carbocation
CH3 + CH3
CH3 C=CH2 + H O CH3 CH3 CCH3 + O CH3
+
H H

• Step 2: reaction of the carbocation (an electrophile)


with the alcohol (a nucleophile) gives an oxonium
ion CH
CH 3 3
CH3 CCH3 + HOCH3 CH3 CCH3
+ +
O
H CH3
Preparazione degli eteri - 3

Step 3: proton transfer to solvent completes the


reaction
CH3 + CH3
CH3 O H + CH3 CCH 3 CH3 O H + CH3 CCH3
+
O H O CH3
H CH3
(1) Scissione (cleavage) degli eteri

9Eteri sono scissi da HX in un alcol e un


alogenoalcano

R-O-R + H-X R-O-H + R-X

• cleavage richiede sia un acido forte che un buon


nucleofilo; è pertanto limitato a HI (57%) e HBr
(48%) concentrati
• cleavage con HCl concentrato (38%) è meno
efficace, per la ridotta nucleofilicità di Cl- in acqua
rispetto a I- or Br-
(1) Scissione (cleavage) degli eteri

“Attivazione” dell’etere mediante protonazione


(2) Scissione (cleavage) degli eteri

9Eteri 3°, allilici e benzilici sono


particolarmenete sensibili alla scissione con HX

“Attivazione” dell’etere mediante protonazione


(3) Ossidazione

9 Ethers react with O2 at a C-H bond adjacent to the


ether oxygen to give hydroperoxides
• reaction occurs by a radical chain mechanism
O-O-H
O + O2 O
D iethyl ether A h yd roperoxide

+ O2 O-O-H
O O
D iisopropyl ether A hydroperoxid e

9 Hydroperoxide: a compound containing the OOH


group
Epossidi
9 Epossido: un etere ciclico a tre termini
Sintesi degli epossidi - 1

9 (1) Ossidazione degli alcheni con peracidi (acidi


perossicarbossilici)

O O
COOH COOH O
2+ CH 3 COOH
Mg
-
CO Peroxyacetic acid
Cl O 2 (Peracetic acid)
meta- chloroperoxy- Magnesium
benzoic acid monoperoxyphthalate
(MCPBA) (MMPP)
Sintesi degli epossidi - 1

9Es.: epossidazione del cicloesene

H
O O
+ RCOOH O + RCOH
CH2 Cl2
H
Cycloh exene A p eroxy- 1,2-Ep oxycyclohexan e A carboxylic
carboxylic acid (Cycloh exene oxide) acid
Sintesi degli epossidi - 1

9L’epossidazione è stereospecifica:
• dal cis-2-butene solo cis-2,3-dimetilossirano
• dal trans-2-butene solo trans-2,3-dimetilossirano

H CH3 O
H CH3
H3 C H C C
C C RCO3 H C C + H CH 3
H3 C H O H3 C H
trans-2-Buten e t rans-2,3-D imethyloxirane
(a racemic mixture)
Sintesi degli epossidi - 1

9 Meccanismo

R R
O C O C
3
2 O O
H H
O
4 O
1
C C C C
Sintesi degli epossidi - 2

9 Sintesi via aloidrine


Cl2 , H2 O OH O
NaOH, H2 O
CH3 CH=CH2 CH3 CH-CH2 CH 3 CH CH2
SN 2
Cl
Propene A chlorohydrin Meth yloxiran e
(racemic) (racemic)

• the second step is an internal SN2 reaction

O O
internal S N 2 C C
C C + Cl
Cl
A n epoxide
Sintesi degli epossidi - 2

• La formazione delle aloidrine da alcheni e la loro


conversione in epossidi è stereospecifica
• …pertanto il processo nel suo insieme è stereospecifico

9 Da cis-2-butene solo cis-2,3-dimetilossirano

H H
H H H3 C CH 3
1 . Cl 2 , H 2 O C C
C C
H3 C CH 3 2 . NaOH, H O
2 O
cis- 2-Butene cis- 2,3-Dimethyloxirane
Reazioni degli epossidi

9Gli eteri non sono normalmente suscettibili di


attacco da parte di nucleofili, tuttavia …
9… per la tensione associata al ciclo a 3-termini,
gli epossidi danno facilmente reazioni di
apertura del ciclo
Nu

C C + HN u : C C
O
HO
Apertura d’anello acido catalizzate

9
• in the presence of an acid catalyst, such as sulfuric
acid, epoxides are hydrolyzed to glycols

H+ OH
O + H2 O HO
Oxirane 1,2-Ethanediol
(Ethylene oxide) (Ethylene glycol)
Apertura d’anello acido catalizzate

Step 1: proton transfer to oxygen gives a bridged oxonium ion intermediate


Step 2: backside attack by water (a nucleophile) on the oxonium ion (an
electrophile) opens the ring
Step 3:proton transfer to solvent completes the reaction
Apertura d’anello acido catalizzate

9 L’attacco del nucleofilo è anti-stereoselettivo

+ OH OH
H
O + H2 O +
OH OH
1,2-Epoxycyclop entan e trans-1,2-Cyclop entaned iol
(Cyclopen tene oxide) (a racemic mixtu re)
(achiral)
9La stereochimica di formazione dei glicoli

H OH OH
+
RCO3 H H
O +
H2 O
OH OH
H
t rans-1,2-Cyclopen tanediol
(formed as a racemic mixtu re)
OH
OsO4 , t-BuOOH

OH
cis -1,2-Cyclopentan ediol
(ach iral)
Apertura d’anello acido catalizzate

9 L’attacco del nucleofilo è regioselettivo


Apertura d’anello in ambiente basico

9 L’attacco del nucleofilo è regioselettivo


Quando un nucleofilo attacca un epossido non
protonato, la reazione è una SN2
Reazioni degli epossidi
• L’utilità sintetica degli epossidi deriva dalla varietà di
nucleofili utilizzabili per l’apertura d’anello

CH3
CH3 HOCH2 CHOH CH3
HSCH2 CHOH A glycol HC CCH2 CHOH
A β-mercaptoalcohol A β-alk yn ylalcoh ol
+
H2 O/ H3 O
- +
+ -
Na SH / H2 O CH3 1 . HC C Na
H2 C CH 2 . H2 O

O
Na+C N- / H2 O NH3
Methyloxiran e
CH3 CH3
N CCH2 CHOH H2 NCH2 CHOH
A β-hydroxynitrile A β-aminoalcohol
Reazioni degli epossidi

9Riduzione con LiAlH4


• the nucleophile attacking the epoxide ring is
hydride ion, H:-

1 . LiAlH4
CH CH 2 CH- CH 3
2 . H2 O
O OH
Phenyloxirane 1-Phenylethanol
(Styrene oxide)
Eteri corona
9 Crown ether: a cyclic polyether derived from ethylene
glycol or a substituted ethylene glycol
Eteri corona
9 The diameter of the cavity created by the repeating
oxygen atoms is comparable to the diameter of alkali
metal cations
• 18-crown-6 provides very effective solvation for K+
Tioeteri
9 Gli analoghi solforati degli eteri
• IUPAC: il sostituente contenente zolfo di denomina
alchilsulfanile
• Nome comune: come gli eteri, sostituendo la parola
solfuro a etere

S S
Etilsulfaniletano 2-Etilsulfanilpropano
Dietil solfuro Etil isopropil solfuro

9 Disolfuro: contiene il gruppo -S-S-


S
S
Ethyldis ulfanylethane
(D ieth yl d isulfide)
Preparazione di tioeteri

9Solfuri simmetrici

2 RX + N a2 S RSR + 2 N aX
A sulfide
SN 2 + -
+ Na2 S + 2 Na Cl
Cl Cl S
1,4-D ichlorob utane Th iolan e
(Tetrahydrothiophen e)
Preparazione di tioeteri

9Solfuri non-simmetrici: variante della sintesi di


Williamson degli eteri

- + SN2
CH3(CH2)8CH2S Na + CH3I
Sodium 1-decanethiolate

CH3(CH2)8CH2SCH3 + Na+ I-
1-Methylsulfanyldecane
(Decyl methyl sulfide)
Composti
organometallici
Composti organometallici
• Composti che contengono un legame carbonio–metallo

δ+ δ− δ− δ+
C Z C M

Elettrofilo Nucleofilo
Reagenti di Grignard
9 Reagenti di Grignard:
un composto di organomagnesio
• preparato per aggiunta di un alchil, aril o alchenil
alogenuro a Mg metallico in dietil etere o THF
Reagenti di organolitio

9Reagenti di organolitio
• preparato per aggiunta di un alchil, aril o alchenil
alogenuro a Li metallico
esano
CH3CH2CH2CH2Br + 2 Li CH3CH2CH2CH2Li + LiBr
1-bromobutano butillitio

esano
Cl + 2 Li Li + LiCl

clorobenzene fenillitio
RMgX e RLi
9 RMgX and RLi are valuable in synthesis as
nucleophiles
• the carbon bearing the halogen is transformed from an
electrophile to a nucleophile

δ+ δ− δ− δ+
C Z C M

Elettrofilo Nucleofilo
• their most valuable use is addition to the electrophilic
carbon of C=O groups of aldehydes, ketones, carboxylic
esters, and acid chlorides to form a new carbon-carbon
bonds
RMgX e RLi

9 Reazione con acidi protici


• RMgX e RLi sono basi forti

δ− δ+ δ− δ+
C Li + O H C H + O- Li+

• Reagiscono rapidamente con


R2 NH RC CH ROH HOH ArOH RSH RCOOH
pK a 38-40 p Ka 25 p Ka 16-18 pK a 15.7 pKa 9-10 p Ka 8-9 pK a 4-5
1° an d 2° Termin al Alcoh ols Water Phen ols Thiols Carboxylic
A min es alkynes acids
RMgX e RLi

9 Reazione con epossidi


• … seguita da protonazione forma un alcol primario
con 2 atomi di C in più della catena originaria

MgBr + O

Butylmagnesiu m Ethylen e
b romide oxid e
+
O MgBr OH
A magnesiu m 1-Hexanol
alk oxide
RMgX e RLi
• Reazione regioselettiva
(RMgX o RLi attacca – SN2 – il carbonio meno
impedito)
MgBr
+
O
Phenyl- Meth yloxirane
magnesium (Propylene oxide)
b romide (racemic)

HCl
O-MgBr+ H2 O OH
A magnes ium 1-Phenyl-2-propanol
alkoxide (racemic)
Reagenti di Gilman
9 Reagenti di Litio diorganorame (Gilman reagents)
reagents o
dialchilcuprati di litio
• prepared by treating an alkyl, aryl, or alkenyl lithium
compound with Cu(I) iodide

e.n.= 1.0 e.n.= 1.8


Un composto organometallico subisce transmetallazione se viene
aggiunto ad un alogenuro metallico in cui il metallo sia più
elettronegativo di quello del composto organometallico
Reagenti di Gilman

9 Reazione di accoppiamento con alogenuri


alchilici, alchenilici (vinilici) o arilici
d iethyl eth er
R'Br + R2 CuLiBr R'-R + RCu + LiBr
or THF

• esempi
Reagenti di Gilman

9Reaction with epoxides


• regioselective ring opening
O OH
1 . ( CH 2 =CH) 2 CuLi
2 . H2 O, HCl

S tyrene oxide 1-Ph enyl-3-buten-1-ol


(racemic) (racemic)
Aldeidi
e
chetoni
Gruppo carbonilico

9Gruppo carbonilico, C=O


• Aldeidi e chetoni
• Acidi carbossilici
• Derivati funzionali degli acidi carbossilici
• Enolati
• C=O
• Un legame sigma (sovrapposizione di orbitali sp2) e un
legame pi greco (sovrapposizione di orbitali paralleli 2p)
• Es.: formaldeide:

Orbitale π Orbitale π*
Struttura

• Aldeidi: al carbonile è legato (almeno) un H


• Chetoni: al carbonile sono legati due C

O O O
HCH CH3 CH CH3 CCH3
Methanal Ethanal Propanone
(Formaldehyde) (Acetaldehyde) (Acetone)
Nomenclatura: aldeidi

9 IUPAC:
• La catena base è la più lunga che contiene il gruppo
funzionale
• Cambiano il suffisso -o dell’alcano in -ale
• Aldeidi insature: l’infisso -an- diventa -en-
• Per molecole cicliche ove -CHO è legato all’anello si usa il
suffisso –carbaldeide
9 Comune
• for an aldehyde, the common name is derived from the
common name of the corresponding carboxylic acid
Nomenclatura: aldeidi

O
C R CHO [R = R, Ar, H]
R H
Nomenclatura: aldeidi
Nomenclatura: chetoni
9IUPAC
• Catena principale: la più lunga che contiene il
carbonile
• Il suffisso -o diventa -one
• La catena si nulera dalla estremità che porta ad
attribuire il numero più piccolo al C(=O)
9Comune
• for a ketone, name the two alkyl or aryl groups
bonded to the carbonyl carbon and add the word
ketone
Nomenclatura: chetoni

O
C [R, R' = R, Ar]
R R'
Nomenclatura: chetoni
Nomenclatura

• Se sono presenti due (o più) gruppi funzionali, quello a priorità


più alta è indicato con il suffisso, mentre l’altro (gli altri) con un
prefisso.
Proprietà fisiche
9 L’ossigeno è più elettronegativo del carbonio (3.5 vs
2.5) e pertanto il gruppo C=O è polare (e
polarizzabile)

9 interazioni dipolo-dipolo:
• they have higher boiling points and are more soluble in
water than nonpolar compounds of comparable molecular
weight
Reattività

9One of the most common reaction themes of a


carbonyl group is addition of a nucleophile to
form a tetrahedral carbonyl addition compound

addizione nucleofila
Se il nucleofilo è un gruppo in cui Z non è elettronegativo (es.
H e C): il prodotto di addizione tertraedrica è stabile

Se il nucleofilo è un gruppo in cui Z è elettronegativo (es. O e


N): il prodotto di addizione tertraedrica non è stabile e subisce
una disidratazione
Stereochimica
della addizione nucleofila

• often the tetrahedral product of addition to a carbonyl is a


new chiral center
• if none of the starting materials is chiral and the reaction
takes place in an achiral environment, then enantiomers will
be formed as a racemic mixture
Ap proach from
the top face Nu Nu
O OH
R +
R
- R R' H3 O R'
Nu C O + +
R' R R
R' R'
O OH
Nu Nu
A pproach from A n ew chiral A racemic mixture
the bottom face cen ter is created
Reazioni di composti carbonilici con
nucleofili al carbonio
(1) Reazione con i reattivi di Grignard

9 Given the difference in electronegativity between


carbon and magnesium (2.5 - 1.3), the C-Mg bond is
polar covalent, with Cδ- and Mgδ+
• in its reactions, a Grignard reagent behaves as a carbanion
• I reattivi di Grignard reagiscono con aldeidi, chetoni,
derivati degli acidi carbossilici (e anidride carbonica)
O
H3O+
C CH3CH 2 MgBr CH3CH2CH2O-[MgBr]+ CH3CH2CH2OH
H H

Alcol primario
formaldeide
(2) Reazioni con ioni acetiluro
O
HO CCH3
H2 O α
H2 SO4 , HgSO4
HO C CH
An α-hydroxyketone
O
α
HO CH2 CH
1 . (sia) 2 BH
β
2 . H2 O2 , NaOH
A β-h yd roxyaldehyde
(3) Reazioni con acido cianidrico
In ambiente basico, una cianidrina è trasformata nel
composto carbonilico
9 Trasformazioni delle cianidrine
• acid-catalyzed dehydration of alcohol gives an alkene
OH acid
catalyst
CH3 CHC N CH 2 = CHC N + H2 O
2-Hydroxypropanenitrile Propenenitrile
(Acetaldehyde cyanohydrin) (Acrylonitrile)

• catalytic reduction of the cyano group gives a 1° amine


OH OH
CHC N + 2 H2 Ni CHCH2 NH2

Ben zaldeh yd e 2-Amino-1-ph enylethanol


cyanohydrin (racemic)
(racemic)
(4) Reazione di Wittig
9 The Wittig reaction is a very versatile synthetic method
for the synthesis of alkenes from aldehydes and
ketones
P C P C
Preparazione della ilide di fosfonio
• Examples:

O + Ph3 P + Ph 3 P=O

Acetone 2-Methyl-2-hepten e

O + Ph + Ph3 P=O
Ph + Ph3 P Ph
H (Z)-1-Ph enyl-2- (E)-1-Phen yl-2-
Phen yl- b utene b utene
acetald ehyde (87%) (13%)

H O O
Ph + Ph3 P Ph + Ph 3 P=O
O OEt OEt
Phen yl- Eth yl (E)-4-phen yl-2-b utenoate
acetald ehyde (only the E is omer is formed)
Reazioni di aldeidi e chetoni con
nucleofili all’ossigeno

(5) Addizione di H2O


9 Addizione di acqua (idratazione) al carbonile di una
aldeide o chetone dà un diolo geminale.
geminale
• (chiamati anche idrati)
(6) Addizione di alcoli

• Formazione di acetali

O H+ OR'
C + 2 R'OH R C R (H) + H2O
R R (H)
OR'
Acetale
acid or
base OH
O + H-OEt
OEt
A hemiacetal

+
OH H OEt
+ H-OEt + H2 O
OEt OEt
A h emiacetal A d iethyl acetal
I chetali sono stabili in soluzioni basiche e in ambiente
nucleofilo
Dean-Stark Trap
• with ethylene glycol and other glycols, the product
is a five-membered cyclic acetal

+ O
HO H
O + OH + H2 O
O
Cyclic acetal
• Formazione di emiacetali
• L’equilibrio di formazione degli emiacetali (1 eq di alcol) è
sfavorevole eccetto che quando si formano anelli a 5 o 6
termini
acid or
base OH
O + H-OEt
OEt
A hemiacetal

O
4
1 H 4 1
OH + 4 1
OH
O O
OH
(S)-4-Hyd roxypentanal Cyclic hemiacetals
(major forms present at equ ilibriu m)
6 CH2 OH 6 CH2 OH
OH OH O
HO HO anomeric
HO 6 4 2 4 5 O 4 5 O carbon
5 3 1 H 3 2 1 + 3 2 1
OH OH HO OH HO OH
OH OH
D -Glucos e β A nomer of D -glucos e α Anomer of
(open chain form) cyclic hemiacetal D -glu cos e cyclic
(p red ominates h emiacetal
at equ ilibrium)
• at equilibrium, the β anomer of glucose predominates
because the -OH group on the anomeric carbon is
equatorial
6 CH2 OH OH
redraw as 6 anomeric
HO anomeric a chair 4 carb on
4 5 O O
5
carb on con formation HO
3 2 1 HO
HO OH 2
OH (eq uatorial)
3 1
OH OH
β An omer

6 CH2 OH redraw as OH
6 anomeric
HO anomeric a chair 4 carb on
4 5 O O
5
carb on con formation HO
3 2 1 HO
HO OH 3
2 1
OH HO OH (axial)
α A nomer of
• Acetali come gruppi protettori
Reazioni di aldeidi e chetoni con
nucleofili all’azoto
(7) Addizione di ammine

R NH2 H
una immina
C N
H (base di Schiff)
R

C O

C R
R NH C N un’ enammina
R R
Aldeidi e chetoni reagiscono con le ammine primarie per
formare immine

Reazione di addizione nucleofila-eliminazione


(il pH della reazione deve essere controllato)
9Rodopsina

11
12
+ H2 N-opsin

Rhodops in N-opsin
11-cis-Retin al H O (V isual p urple) H
Aldeidi e chetoni reagiscono con le ammine secondarie
per formare enammine
(8) Addizione di idrazine
Acidità di α-idrogeni

T yp e of Bond p Ka
9 Gli H in alfa a un carbonile sono CH3 CH2 O-H 16
più acidi degli H di alcani, O
CH3 CCH2 -H
alcheni, alchini ma meno acidi 20
CH3 C C-H
degli H ossidrilici degli alcoli CH2 =CH-H
25
44
CH3 CH2 -H 51
9 L’anione enolato è stabilizzato per
1. Risonanza (delocalizzazione della carica negativa)
2. Effetto induttivo elettron-attrattore dell’ossigeno
elettronegativo

O O O-
CH3 -C-CH2 - H + :A- CH3 -C CH2 CH3 -C=CH 2 + H-A
Resonance-stabilized en olate anion
(9) Tautomeria cheto-enolica

• protonation of the enolate anion on oxygen gives


the enol form; protonation on carbon gives the
keto form

O O-
-
CH3 - C-CH2 CH3 - C= CH2
Enolate anion
H- A H- A
O OH
-
A - + CH3 - C-CH3 CH3 - C= CH2 + A
Keto form Enol form
Il tautomero enolico è,
nella maggior parte dei
casi, molto meno stabile
del tautomero chetonico,
tuttavia …
9 l’enolo è la specie dominante all’equilibrio quando
questa è più estesamente coniugata o stabilizzata da
ponti H
(10) Ossidazione di aldeidi

9 Aldeidi sono ossidate da Cr(VI) o Ag(I) ad acidi


carbossilici
9Aldeidi sono ossidate da O2 in una reazione
radicalica a catena
• Le aldeidi liquide sono così sensibili all’aria che
devono essere conservate sotto N2
O O
2 CH + O2 2 COH

Benzaldehyde Benzoic acid


(11) Ossidazione di chetoni

• I chetoni non sono ossidati da Cr(VI)


• Sono ossidati sono in condizioni molto energiche da
ossidanti molto forti; es.

O OH O
HNO 3 HO
OH
O
Cyclohexanone Cyclohexanone Hexanedioic acid
(keto form) (enol form) (Adipic acid)
(12) Ossidazione di Baeyer–Villiger
Riduzioni

• Aldeide ---- alcol 1° Idruri metallici,


• Chetone --- alcol 2° idrogenazione
Clemmensen,
• C=O ---- -CH2-
Wolff-Kishner

Can Be Can Be
Aldehydes Reduced to Ketones Reduced to
OH
O RCH2 OH O RCHR'
RCH RCR'
RCH3 RCH2 R'
(13) Riduzione con idruri metallici

9 NaBH4 (Sodio Boro Idruro) e LiAlH4 (Litio


Alluminio Idruro, LAH)
• Fonti di ioni idruro, H:-, un ottimo nucleofilo

H - H -
H Al H Li+ H B H Na + H:
H H Hydride ion

Lithium aluminum Sodium


hydride (LAH) borohydride
Reazioni di composti carbonilici con
idruro (idrogeno nucleofilo)
Riduzione con NaBH4

• Riduzione con NaBH4 condotta in alcol o miscele


alcol/acqua
• 1 mole di NaBH4 riduce 4 moli di aldeide o chetone

O
4 RCH + NaBH4 methanol

- + H2 O
( RCH2 O) 4 B Na 4 RCH2 OH + borate
A tetraalkyl borate salts
9 Passaggio chiave della riduzione con idruri metallici è il
trasferimento di uno ione idruro al gruppo C=O
group con formazione del composto tetraedrico di
addizione al cabonile
This H comes from w ater
du rin g hydrolys is
+
H O O BH3 Na O-H
+ H2 O
Na H-B-H + R-C-R' R-C-R' R-C-R'
H H H
This H comes from the
hydride reducing agen t
Riduzione con LiAlH4

• A differenza di NaBH4, LiAlH4 reagisce


violentemente con acqua, alcoli e altri solventi
protici
• Riduzione condotta in eteri
O OH
ether - + H2 O
4 RCR + LiAlH4 ( R2 CHO) 4 Al Li 4 RCHR + aluminum
H+ or OH- salts
A tetraalk yl
alu min ate
(14) Idrogenzazione catalitica

9T = 25° - 100°C, P = 1 - 5 atm H2

O OH
Pt
+ H2
25 oC, 2 atm
Cyclohexanone Cyclohexanol

O
2 H2
H Ni OH
trans-2-Butenal 1-Butanol
(Crotonaldehyde)
9 Nelle condizioni di riduzione del C=O, anche I doppi legami
C=C si riducono
O
2 H2
H Ni OH
trans-2-Butenal 1-Butanol
(Crotonaldehyde)
• Scegliendo opportunamente le condizioni di reazione, si può ridurre
selettivamente il C=C in presenza di C=O
O O
Rh
RCH=CHCR' + H2 RCH2 CH2 CR'

• ma anche il C=O in presenza di C=C

O OH
1 . NaBH4
RCH=CHCR' RCH=CHCHR'
2 . H2 O
(15) Riduzione di Clemmensen

• Riscaldamento a riflusso di una aldeide o un


chetone con amalgama di zinco in HCl concentrato
porta alla deossigenzazione del carbonile
C=O → CH2

OH O OH
Zn( H g) , HCl
(16) Wolff-Kishner Reduction

• Riscaldamento a riflusso di una aldeide o un


chetone con idrazina in KOH porta alla
deossigenzazione del carbonile
C=O → CH2
O
+ H2 NN H2 KOH
diethylene glycol
Hydrazine (reflux)

+ N 2 + H2 O
O
NH2NH2
C CH3 CH2 CH3
OH , Δ
-
α-Halogenation

9α-Halogenation: aldehydes and ketones with at


least one α-hydrogen react at an α-carbon with
Br2 and Cl2
O O
Br
+ Br2 + HBr
CH3 COOH
Acetop henone α-Bromo-
acetoph enone

• reaction is catalyzed by both acid and base


(17) α-alogenazione acido-catalizzata
O O
H+
CH3 C + Br2 CH2 C + HBr
Br
In condizioni acide, un solo idrogeno a viene sostituito

Un enolo è un
nucleofilo migliore
di un alchene
• introduction of a second halogen is slower than the first
• introduction of the electronegative halogen on the α-carbon
decreases the basicity of the carbonyl oxygen toward
protonation
(18) α-alogenazione promossa dalle basi
O OH- Br O
CH3 CH2 C + Br2 CH3 C C + 2 Br -
eccesso
Br
In condizioni basiche, tutti gli idrogeni a vengono sostituiti

• each successive halogenation is more rapid than the


previous one
• the introduction of the electronegative halogen on the α-
carbon increases the acidity of the remaining α-hydrogens
and, thus, each successive α-hydrogen is removed more
rapidly than the previous one
• La protonazione avviene di preferenza all’ossigeno

• Con altri elettrofili è il cabonio a comportarsi da nucleofilo


(19) Reazione aloformio

• Conversione di un metilchetone in acido carbossilico


Acidi carbossilici
Struttura

9Gruppo finzionale: il gruppo carbossilico

O O
C COOH CO2 H
O H O H
Alternative rep res entation s for a carboxyl grou p

• Acido carbossilico alifatico: RCOOH;


• Acido carbossilico aromatico: ArCOOH
O O

C C
R
carbonile acile

O O O
C C C
R H R R R L
aldeide chetone derivato degli acidi
carbossilici

gruppo che non può essere gruppo che può essere


sostituito da un nucleofilo sostituito da un nucleofilo
Nomenclatura
9 IUPAC: il suffisso -o dell’alcano progenitore è
sostituito dal suffisso -oico e a tale termine è premessa
la parola acido
O
HCOOH CH3 COOH OH
Acido metanoico Ethanoic acid 3-M ethylbutanoic acid
(acido formico) (Acetic acid) (I sovaleric acid)
• La presenza di un doppio legame è indicata dall’infisso -en-
en
in vece di -an-
an
O
O O
OH
OH OH
Acido propenoico trans-2-Butenoic acid trans-3-Phenylpropenoic acid
(acido acrilico) (Crotonic acid) (Cinnamic acid)
Nomenclatura
Nomenclatura

9 Il gruppo carbossilico ha la priorità rispetto alla


maggior parte di gruppi funzionali

OH O O O O
H2 N
OH OH OH
(R)-5-Hydroxyhexanoic 5-Oxohexanoic acid 4-Aminobutanoic acid
acid
Nomenclatura

• Acidi dicarbossilici: il suffisso -o dell’alcano progenitore


è sostituito dal suffisso -dioico e a tale termine è premessa la
parola acido
O
O O
HO
OH
HO OH
O
Ethanedioic acid Propanedioic acid
(Oxalic acid) (Malonic acid)

O O O O
HO HO
OH HO OH OH
O O
Butanedioic acid Pentanedioic acid Hexanedioic acid
(Succinic acid) (Glutaric acid) (Adipic acid)
Nomenclatura
• Se il gruppo carbossile è legato ad un anello si denomina
l’anello e si utilizza il suffisso –carbossilico
2
3
1 COOH
HOOC COOH

2-Cyclohexen ecarboxylic t rans-1,3-Cyclopentan edicarboxylic


acid acid

COOH
COOH COOH COOH
OH COOH

COOH
Benzoic 2-Hydroxyben zoic 1,2-Benzenedicarb oxylic 1,4-Ben zenedicarboxylic
acid acid acid acid
(Salicylic acid ) (Ph thalic acid ) (Tereph thalic acid )
Nomenclatura

• Con i nomi comuni si utilizzano le lettere greche


the letters α, β, γ, δ, etc. per localizzare i sostituenti

O
O O
δ γ β
α H2 N OH
5 3 1 OH OH
4 2 NH2
4-A min ob utanoic acid (S)-2-Aminopropanoic acid
(γ-A min obu tyric acid, GABA) [(S)-α-Aminop ropionic acid;
L-alanine]
Proprietà fisiche
9Allo stato liquido e solido sono associati in
dimeri
Proprietà fisiche

9 P.e. più elevato di ogni altro composto di confrontabile


PM
• Polari; associati con ponti H
9 Più solubili in acqua di eteri, alcoli, aldeidi, … di
confrontabile PM
• Ponti H con acqua
Proprietà fisiche

• La solubilità in acqua diminuisce con l’aumento


della frazione idrofobica
Acidità

9 Acidi deboli
• pKa in genere tra 4 e 5
9 La maggior acidità di acidi carbossilici rispetto a alcoli
è dovuta alla stabilizzazione per risonanza dell’anione
carbossilato.

O O

O O
Acidità

• Effetto induttivo sulla acidità

Formula: CH3 COOH ClCH2 COOH Cl2 CHCOOH Cl3 CCOOH


Name: Acetic Chloroacetic D ich loroacetic Trich loroacetic
acid acid acid acid
pKa : 4.76 2.86 1.48 0.70
Increasin g acid strength
Reaction with Bases
9 Reagiscono con NaOH, KOH (e altre basi forti) o
NH3 per dare Sali solubili in acqua

- +
COOH + N aOH COO Na + H2 O
H2 O
Benzoic acid Sodium benzoate
(slightly soluble (60 g/100 mL water)
in water)

- +
COOH + NH 3 COO NH4
H2 O
Benzoic acid Ammonium benzoate
(slightly soluble (20 g/100 mL water)
in water)
Reaction with Bases

9 Reagiscono con bicarbonato (o carbonato) di sodio


per formare acido carbonio che decompone in
anidride carbonica e acqua

- +
CH3 COOH + NaHCO3 CH3 COO Na + H2 CO3
H2 CO3 CO2 + H2 O
- +
CH3 COOH + NaHCO3 CH3 COO Na + CO2 + H2 O
Preparazione

9Il metodo più generale è la carbonatazione dei


reattivi di Grignard

O O
O C O H3O+
CH3CH2 MgBr CH3CH2 C CH3CH2 C
- +
O [MgBr] OH

anidride carbonica Acido carbossilico


Reattività

• La sostituzione nucleofila acilica


La reattività dei composti carbonilici dipende dalla
polarità del gruppo carbonilico: il carbonio
carbonilico è elettrofilo e sarà attaccato dai nucleofili
(1) Riduzione
9 Non è ridotto per idrogenazione catalitica (che riduce
facilmente aldeidi, chetoni, alcheni e alchini) e da NaBH4

9 LiAlH4 riduce un acido carbossilico ad alcol primario


• (in solventi aprotici non reattivi come eteri)

O
COH 1 . LiAlH4 CH2 OH + LiOH + Al(OH) 3
2 . H2 O
4-Hydroxymeth yl-
cyclopenten e

O O OH O
Pt
OH + H2 OH
25°C, 2 atm
5-Oxohexanoic acid 5-Hydroxyhexan oic acid
(racemic)

O O OH O
1 . NaBH4
C6 H5 OH C6 H5 OH
2 . H2 O
5-Oxo-5-ph enylp entanoic acid 5-Hyd roxy-5-phenylpen tanoic acid
(racemic)
(2) Esterificazione di Fischer

9 Gli esteri possono essere preparati trattando un


acido carbossilico con un alcol in presenza di un acido
come catalizzatore (H2SO4, ArSO3H, o HCl gassoso)

Reazione di equilibrio!
• Intermedio chiave è la formazione del composto
tetraedrico di addizione al carbonile

H TCAI
O
R C OCH3
O
H
+
H + H
O O
R C OH + HOCH3 R C OCH3 + HOH
(3) Formazione di cloruri acilici

O O O
- C- X CH3 CCl C-Cl

Functional group A cetyl Benzoyl


of an acid halide chloride chloride

• Preparati comunemente trattando un acido


carbossilico con cloruro di tionile

O O

OH + SOCl2 Cl + SO2 + HCl


Bu tanoic acid Th ionyl ch loride Butanoyl chlorid e
1. La reazione con SOCl2 trasforma il cattivo gruppo uscente
OH in un gruppo clorosolfito, un buon gruppo uscente

O O O O
R-C-O-H + Cl-S-Cl R C O S Cl + H-Cl
A chloros ulfite
grou p
2. L’attacco dello ione cloruro genera l’intermedio
tetraedrico di addizione al carbonile che “collassa” per
dare il cloruro acilico

O O O:- O O
R C O S Cl + Cl - R C O S Cl R-C-Cl + SO2 + Cl -
Cl
A tetrahedral carbonyl
addition intermediate
(4) Decarbossilazione
9 La maggior parte degli acidi carbossilici è resistente amoderato
riscaldamento e fonde (o addirittura bolle) senza
decarbossilazione
O
decarb oxylation
R-C-OH R-H + CO2
heat

9 Eccezioni sono gli acidi carbossilici con un carbonile in beta al


gruppo carbossilico
O O O
warm
β α OH + CO2
3-Oxobu tan oic acid Acetone
(Acetoacetic acid)
O O O
140-150°C
HOCCH2 COH CH3 COH + CO2
Prop anedioic acid
(Malon ic acid )
• La decarbossilazione termica comporta un riarrangiamento
di di 6 elettroni in uno stato di transizione ciclico a 6 termini
Derivati funzionali
degli acidi
carbossilici
Derivati degli acidi carbossilici
Derivati degli acidi carbossilici
Una carrellata tra i derivati funzionali (e analoghi)

1 - Alogenuri acilici (di alcanoile)

O O O
Cl Cl
C Cl
H3C Cl O
Benzoyl chloride H exanedioyl chloride
(Adipoyl chloride)
cloruro di etanoile
cloruro di acetile

O
CH3
bromuro di 3-metilpentanoile
C
bromuro di β-metillvalerianile
CH3CH2CHCH2 Br
Sulfonil cloruri

O O
CH3 SOH CH3 SCl
O O
Methanes ulfon ic Methanes ulfonyl ch loride
acid (Mesyl ch loride, MsCl)

O O
H3 C SOH H3 C SCl
O O
p-Toluen esulfon ic p-Toluen esulfon yl chloride
acid (Tosyl chlorid e, TsCl)
2 - Anidridi degli acidi

O O O O

C C C C
H3C O CH3 H3C O H
anidride etanoica
(una anidride mista)
anidride acetica
(una anidride simmetrica)
9 Anidridi cicliche

O O O

O O O

O O O
Succinic Maleic Phthalic
anhydride anhydride anhydride
Anidridi fosforiche

O O O O
- -
HO- P- O- P- OH O- P-O- P- O
OH OH O- O-
Diphosphoric acid Diphosphate ion
(Pyrophosphoric acid) (Pyrophosphate ion)

O O O O O O
- -
HO- P- O- P- O- P- OH O- P-O- P- O- P- O
O- O- O- O- O- O-
Triphosphoric acid Triphosphate ion
3 - Esteri

O O
O OEt
EtO
O
Isopropyl D iethyl butanedioate
benzoate (D iethyl succinate)
9Esteri ciclici (lattoni)
lattoni

O α O
α O β 2
2
β3
1 α 1
O
3 1
O 2
γ 4 O
H3 C 3 4 5 6
β γ δ ε
3-Bu tanolactone 4-Bu tanolactone 6-Hexan olacton e
(β-Butyrolactone) (γ-Bu tyrolacton e) (ε-Cap rolactone)
Esteri fosforici

• phosphoric acid forms mono-, di-, and triesters

CHO CHO O O
O -
HO C-H O HO CH2 O-P-O- CO O
CH3 OPOH -
CH2 -O-P-O- O
- C O P O
OCH3 O- H3 C N CH2 O-
D imethyl Glyceraldeh yd e Pyridoxal phosp hate Phosphoenol-
phosp hate 3-phosph ate pyruvate
4 - Ammidi

O O H O CH3
CH3 CNH 2 CH3 C-N H-C-N
CH3 CH3
A cetamide N-Methylacetamide N ,N-D imethyl-
(a 1° amide) (a 2° amid e) formamid e (DMF)
(a 3° amide)
9Ammidi cicliche (lattami)
lattami

α
β O
α O 3
2
1
2
β3
1
γ 4 NH
NH 5 6
H3 C δ ε
3-Butanolactam 6-Hexan olactam
(β-Butyrolactam) (ε-Caprolactam)
Penicilline, cefalosporine
HO O
The penicillin s H H
differ in the NH S
grou p bond ed H2 N
to the acyl carb on N
β-lactam O
COOH
Amoxicillin
(a β-lactam an tib iotic)

The cephalosporins d iffer in the


group bonded to the acyl carbon an d
the s ide chain of the thiazin e rin g

O
H H
S
N
NH2 H N
O Me
β-lactam COOH
Cep halexin
(Keflex)
Immidi

• succinimmide e ftalimmide sono immidi cicliche

O O

NH NH

O O
Succinimide Phthalimide
5 - Nitrili

9Gruppo funzionale: ciano


• alcanonitrile

CH3 C N C N CH2 C N

Ethanen itrile Benzon itrile Phenylethan enitrile


(A cetonitrile) (Phenylacetonitrile)
Acidità del legame N-H

• Amides are comparable in acidity to alcohols


• Sulfonamides and imides are more acidic than
amides
O O
O
O
SNH2 NH NH
CH3 CNH2
O
O O
Acetamide Ben zenesu lfonamide Succinimide Phth alimide
pKa 15-17 pK a 10 p Ka 9.7 p Ka 8.3
• Imides are more acidic than amides because

1. the electron-withdrawing inductive of the two adjacent C=O groups


weakens the N-H bond, and
2. the imide anion is stabilized by resonance delocalization of the negative
charge
O O O

N N N

O O O
A resonance-stabilized an ion
3. imides readily dissolve in aqueous NaOH
O O
- +
NH + NaOH N Na + H2 O

O O
pKa 8.3 pKa 15.7
(stronger (stronger (weaker (weaker
acid) base) base) acid)
Sostituzione nucleofila acilica

9 Sostituzione nucleofila acilica: una sequenza di


addizione-eliminazione che comporta la
sostituzione di un nucleofilo con un altro
-
O :O O
C + :Nu- C C + :Y-
R Y R Nu R Nu
Y
Tetrah edral carbonyl S ubs titu tion
addition in termediate p rodu ct
• in the general reaction, we showed the leaving group as an
anion to illustrate an important point about them: the
weaker the base, the better the leaving group

Tanto più debole è la base legata al gruppo acilico, tanto più


facilmente avranno luogo entrambi gli stadi della reazione
δ− O O O O
δ+ C C C L
L L L Nu
• Lo ione alogenuro è la base più debole e il migliore gruppo
uscente; gli alogenuri acilici sono i composti più reattivi nella
SNAc
• Lo ione ammide (ammiduro) è la base più forte e il peggior
gruppo uscente; le ammidi sono i composti meno reattivi
nella SNAc
Meccanismo generale della SNAc

Con nucleofilo carico Nu:- (es.: OH-)

L’intermedio tetraedrico
elimina la base più debole
Meccanismo generale della SNAc

Con nucleofilo neutro HNu: (es.: H2O)

L’intermedio tetraedrico
elimina la base più debole
(1) Reazione con H2O: (a) cloruri acilici

• low-molecular-weight acid chlorides react rapidly


with water

O O
CH3 CCl + H2 O CH3 COH + HCl
Acetyl chlorid e
(1) Reazione con H2O: (b) anidridi

• low-molecular-weight acid anhydrides react readily


with water to give two molecules of carboxylic acid

O O O O
CH3 COCCH3 + H2 O CH3 COH + HOCCH3
Acetic an hydrid e
(1) Reazione con H2O: (c) esteri

9 Esters are hydrolyzed only slowly, even in boiling


water
• hydrolysis becomes more rapid if they are heated with
either aqueous acid or base

9 Acid-catalyzed ester hydrolysis

O +
OH + O
H H
C + H2 O C C + CH3 OH
R OCH3 R OH R OH
OCH3
Tetrahed ral carbonyl
ad dition intermed iate
• Gli acidi aumentano la elettrofilia del carbonile e
diminuiscono la basicità del gruppo uscete

OH H OH
OCH3 OCH3
Nu Nu
Reazione inversa della esterificazione
di Fisher

Non ci sono specie cariche


negativamente!
Un eccesso di acqua sposta l’equilibrio verso destra (Le
Châtelier)

La rimozione dell’alcol per distillazione (se ha il p.e. più


basso di tutti i composti in miscela) sposta l’equilibrio verso
destra
9 Hydrolysis of an esters in aqueous base
(saponification)
• each mole of ester hydrolyzed requires 1 mole of base
• for this reason, ester hydrolysis in aqueous base is said to be
base promoted
O O
H2 O - +
RCOCH3 + NaOH RCO Na + CH3 OH

• hydrolysis of an ester in aqueous base involves formation of


a tetrahedral carbonyl addition intermediate followed by its
collapse and proton transfer
• hydrolysis of an ester in aqueous base involves formation of
a tetrahedral carbonyl addition intermediate followed by its
collapse and proton transfer
• Lo ione idrossido aumenta la velocità di formazione
dell’intermedio tetraedrico (e del suo collasso)

La reazione è irreversibile!
(1) Reazione con H2O: (d) ammidi

9 L’idrolisi di una ammide in acidi o basi acquose


richiede 1 mole di acido o base per mole di ammide
• La reazione è portata a completezza dalla ionizzazione
dell’ammina (in acido) o dell’acido carbossilico (in base)
(1) Reazione con H2O: (e) nitrili

9 The cyano group is hydrolyzed in aqueous acid to a carboxyl


group and ammonium ion
O
H2 O + -
Ph CH2 C N + 2 H2 O + H2 SO4 Ph CH 2 COH + NH4 HSO4
heat
Phenylacetonitrile Ph enylacetic Ammoniu m
acid hydrogen s ulfate

• protonation of the cyano nitrogen gives a cation that reacts


with water to give an imidic acid; keto-enol tautomerism
gives the amide

+
OH O
R-C N + H2 O H R-C NH R-C-NH2
A n imidic acid An amide
(en ol of an amide)
• hydrolysis of a cyano group in aqueous base gives a
carboxylic anion and ammonia; acidification converts the
carboxylic anion to the carboxylic acid

O
NaOH, H2 O - +
CH3 ( CH2 ) 9 C N CH3 ( CH2 ) 9 CO Na + NH3
h eat
Un decan enitrile S od ium und ecanoate

HCl H2 O

O
CH3 ( CH2 ) 9 COH + NaCl + NH4 Cl
Und ecanoic acid
• hydrolysis of nitriles is a valuable route to
carboxylic acids

O
KCN H2 SO4 , H2 O
CH3 ( CH2 ) 8 CH2 Cl CH3 (CH2 ) 9 C N CH3 ( CH2 ) 9 COH
ethan ol, heat
1-Ch lorod ecan e Und ecanen itrile Und ecanoic acid
w ater
(2) Reazione con alcoli: (a) cloruri acilici

9 I cloruri acilici reagiscono con gli alcoli per dare gli


esteri
• Sono molto reattivi (non è richiesto catalizzatore)
• Se l’alco o l’estere sono sensibili a HCl che si forma, la
reazione è condotta in presenza di una ammin 3° che
neutralizza l’acido

O O

Cl + HO O + HCl
Butanoyl Cyclohexan ol Cyclohexyl butan oate
chloride
(2) Reazione con alcoli: (b) anidridi

9 Le anidridi aciliche reagiscono con gli alcoli (senza catalisi) per


dare una mole di estere e una di acido carbossilico

O O O O
CH3 COCCH3 + HOCH2 CH3 CH3 COCH2 CH3 + CH3 COH
Acetic anhydride Ethanol Ethyl acetate Acetic acid

O
O
O
O +
HO OH
O O
Phth alic 2-Butan ol
anh yd rid e (sec-Butyl alcohol) (s ec-Bu tyl h yd rogen
phth alate
• aspirina

COOH
OH O O
+ CH COCCH
3 3
Acetic
2-Hydroxybenzoic anhydride
acid
(Salicylic acid) COOH
O CH 3 O
+ CH 3 COH
O
Acetylsalicylic acid Acetic acid
(Aspirin)
(2) Reazione con alcoli: (c) esteri

9 Gli esteri reagiscono con gli alcoli in presenza di un


acido (catalizzatore) in un areazione di equilibrio detta
transesterificazione
(3) Reazione con ammine: (a) cloruri acilici

9 Gli alogenuri acilici reagiscono con ammoniaca,


ammine 1e e 2e (ma non 3e) per formare ammidi.
• Sono necessarie 2 moli di ammina (una è consumata dalla
neutralizzazione di HCl formato) o la aggiunta di almeno 1
eq di ammina 3a non reattiva.
(3) Reazione con ammine: (b) anidridi

9 Si comportano approssimativamente come i cloruri


acilici
• (necessarie 2 moli di ammina)

O O O O
- +
CH3 COCCH3 + 2 NH3 CH3 CNH2 + CH3 CO NH4
Acetic Ammon ia Acetamid e Ammon ium
anh yd rid e acetate
(3) Reazione con ammine: (c) esteri

9 Gli esteri reagiscono con ammoniaca, ammine 1e e


2e (ma non 3e) per formare ammidi
• (meno reattivi di alogenuri e anidridi aciliche)
(4) Reazione con carbossilati: (a) cloruri acilici

9 I cloruri acilici reagiscono con carbossilati per dare


anidridi
O O O O
+
CH3 CCl + N a - OC CH3 COC + N a+ Cl -

Acetyl Sodium benzoate A cetic benzoic


chloride anhydride
Interconversioni
(5) Reazione con reattivi di Grignard
• Trattando un estere dell’acido formico con 2 moli di reattivo
di Grignard (o di organolitio) e successiva idrolisi si ottiene
un alcol 2°
O magnesium OH
H2 O, HCl
HCOCH3 + 2 RMgX alkoxide HC-R + CH 3 OH
salt R
An ester of A 2° alcohol
formic acid

• Trattando ogni altro estere con 2 moli di reattivo di


Grignard (o di organolitio) e successiva idrolisi si ottiene un
alcol 3°
O magnesium OH
H2 O, HCl
CH3 COCH3 + 2 RMgX alk oxide CH3 C-R + CH3 OH
salt R
An ester of any acid A 3° alcohol
other than formic acid
O 1. O-[MgBr]+ 2. O
C CH3CH2 MgBr CH3 C OCH3 (Cl) C
CH3 OCH 3 (Cl) CH3 CH2CH3
CH2CH3
estere
(cloruro acilico)

CH3CH2 MgBr 3.

OH H3O + O-[MgBr] +
CH3 C CH2CH3 CH3 C CH2CH3
CH2CH3 4. CH2CH3

Alcol terziario

1. addition of 1 mole of RMgX to the carbonyl carbon gives a TCAI


2. collapse of the TCAI gives a ketone (an aldehyde from a formic ester)
3. reaction of the ketone with a 2nd mole of RMgX gives a second TCAI
4. treatment with aqueous acid gives the alcohol
(6) Reazioni con reagenti di Gilman
9 I cloruri acilici reagiscono (a -78°C) con i
dialchilcuprati di litio per dare chetoni
• under these conditions, the TCAI is stable, and it is not until
acid hydrolysis that the ketone is liberated
O O
1 . ( CH3 ) 2 CuLi, ether, -78°C
Cl 2 . H O
2
Pentanoyl chloride 2-Hexanone

• Gilman reagents react only with acid chlorides (do not react
with acid anhydrides, esters, amides, or nitriles under the
conditions described)
O
1 . ( CH3 ) 2 CuLi, eth er, -78°C
H 3 CO
Cl 2 . H O
2
O O
H 3 CO
O
(7) Riduzione degli esteri

9 LiAlH4
• esters are reduced by LiAlH4 to two alcohols
• the alcohol derived from the carbonyl group is
primary

O Ph
Ph 1 . LiAlH4 , et her OH + CH3 OH
OCH 3
2 . H 2 O, HCl
2-Phenyl-1- Methanol
Methyl 2-phenyl- propanol
propanoate
9NaBH4 does not normally reduce esters, but it
does reduce aldehydes and ketones
9Selective reduction is often possible by the
proper choice of reducing agents and
experimental conditions

O O NaBH4 OH O

OEt EtOH OEt


(racemic)
9 DIBAL-H (Diisobutylaluminum hydride) at -
78°C selectively reduces an ester to an aldehyde
• at -78°C, the TCAI does not collapse and it is not
until hydrolysis in aqueous acid that the carbonyl
group of the aldehyde is liberated
(7) Riduzione delle ammidi

9LiAlH4
• Si ottengono ammine 1e, 2e o 3e a seconda del tipo
di ammide di partenza
O
1 . LiAlH4
NH2 NH2
2 . H2 O
Octanamide 1-Octanamine

O
NMe2
NMe 2 1 . LiAlH4
2 . H2 O
N,N -D imethylben zamide N ,N-D imeth ylb enzylamine
(7) Riduzione dei nitrili

9LiAlH4
• Il gruppo ciano è ridotto a ammina 1a
1 . LiA lH4
CH3 CH= CH( CH 2 ) 4 C N
2 . H2 O
6-Octenenitrile

CH3 CH= CH ( CH 2 ) 4 CH2 N H2


6-Octen-1-amine
Interconversioni

O
Ph
Cl

(a) (b ) (c)

O O
O (e)
Ph (d ) Ph
OH Ph NH2
OMe
Ph enylacetic
acid (g) (h )

(f) Ph
Ph NH2
OH
Enolati
Formazione di un enolato

9 Gli enolati si ottengono trattando un composto


carbonilico con un idrogeno in alfa con una base
opportuna
Reattività di enolati
9Gli enolati sono nucleofili in reazioni SN2 e di
addizione al carbonile
O
n ucleophilic O
– R s ubstitu tion
R + R' Br + Br
R R'
R SN 2 R R
An en olate A 1° h aloalkan e
anion or su lfonate

O O nu cleophilic O O
R'
– + add ition
R R R R'
R' R'
R R R
An enolate A ketone A tetrahedral carbonyl
an ion ad dition intermed iate
Reazione aldolica

9La più importante reazione degli enolati è la


reazione aldolica,
aldolica l’addizione nucleofila al
carbonile di un’altra molecole dello stesso o un
diverso composto

• La reazione è catalizzata dalle basi (e dagli acidi)


9 Il prodotto di una reazione aldolica è un aldolo, ovvero

• una β-idrossialdeide

• o un β-idrossichetone

9 La reazione aldolica è reversibile e spesso poco aldolo è


presente all’equilibrio, soprattutto partendo da chetoni
9 Reazione aldolica base-catalizzata
1. formazione di un anione enolato da una aldeide (chetone)
2. addizione nucleofila dell’enolato al carbonile elettrofilo di
un’altra molecola di aldeide (chetone) con formazione di
TCAI
3. trasferimento protonico
Dididratazione degli aldoli

• Gli aldoli dididratano facilmente per generare


composti carbonilici α,β-insaturi

• Questa reazione è praticamente quantitativa e porta


alla conversione pressoché totale di
aldeide/chetone in in prodotto di condensazione
Reazione aldolica incrociata
9In a crossed aldol reaction, one kind of
molecule provides the enolate anion and
another kind provides the carbonyl group
O O O
NaOH
CH3 CCH3 + HCH CH3 CCH2 CH2 OH
4-Hyd roxy-2-b utanone

• Solo uno dei reagenti ha α-idrogeni e quindi può


formare l’enolato e
• l’altro reagente ha il carbonile più reattivo o viene
mantenuto in eccesso
addizionato lentamente

O
CHO CHO CHO
HCH O
Formald ehyde Benzaldehyde Furfural 2,2-D imethylprop anal
• intramolecular aldol reactions are most
successful for formation of five- and six-membered
rings
O O O
α3 α1
-H2 O
KOH

O HO
(formed)
2,7-Octanedione
O O
O
α1 -H2 O
α3 KOH
OH
O (n ot formed)
Condensazione di Claisen
9Gli enolati degli esteri partecipano a una
sostituzione nucleofila acilica.
acilica
O 1. CH3CH2O-
O O
2. HCl
2 CH3CH2COCH2CH3 CH3CH2C CHCOCH 2CH3 + CH2CH2OH
CH3

• Il prodotto di condensazione di Claisenè un β-


chetoestere O O
β α
C C C C OR

A β -ketoest er
1. formation of an enolate anion
2. attack of the enolate anion on a carbonyl
carbon gives a TCAI
3. collapse of the TCAI gives a β-ketoester and
an alkoxide ion
4. an acid-base reaction drives the reaction to
completion
• Condensazione di Claisen intramolecolare
(condensazione di Dieckman)

O - +
Et O 1 . Et O Na
OEt
2 . H2 O, HCl
O
Diethyl hexanedioate O O
(Diethyl adipate)
OEt + Et OH

Ethyl 2-oxocyclo-
pentanecarboxylate
Condensazione di Claisen incrociata

• Si ottiene un solo prodotto se un solo estere ha


idrogeni alfa (e può generare l’enolato), e l’altro è
mantenuto in eccesso
Condensazione di Claisen nei sistemi biologici

9Carbonyl condensations are among the most


widely used reactions in the biological world for
formation of new carbon-carbon bonds in such
biomolecules as
• fatty acids
• cholesterol, bile acids, and steroid hormones
• terpenes
9One source of carbon atoms for the synthesis
of these biomolecules is acetyl coenzyme A
(acetyl-CoA)
Enammine
9 Le enammine si formano per reazione di ammine 2°
con aldeidi o chetoni
O +
H
+ N
N -H2 O
H

9 L’importanza delle enammine dipende dal fatto che il


carbonio β è nucleofilo
• Alchilazione delle enammine
• Le enammine subiscono una SN2 con alogenoalcani
primari o di metile
• Il risultato globale è la alchilazione del chetone
• Acilazione delle enammine
• Le enammine danno una SNAc con alogenuri acilici
(o anidridi)
• Il risultato globale è la acilazione del chetone
“Sintesi acetacetica”

9Consente di ottenere metilchetoni (acetoni


mono o disostituiti)
disostituiti

O Acetone
CH3 CCH2 R monosostituito
O O
CH3 CCH2 COEt
O
Ethyl acetoacetate Acetone
(Acetoacetic ester) CH3 CCHR
disostituito
R'
“Sintesi malonica”

9Consente di ottenere acidi acetici mono o


disostituiti.
disostituiti

O Acido acetico
RCH2 COH monosostituito
O O
EtOCCH2 COEt
Diethyl malonate R O
(Malonic ester) RCHCOH Acido acetico
disostituito
Acidi carbossilici con due alchili
legati al carbonio α
Composti carbonilici α,β-insaturi

9 Addizione nucleofila di carbonili α,β-insaturi


• Enolati stabilizzati per risonanza, enammine e Gilmann
danno prodotti di addizione 1,4 (coniugata)
• Reattivi di organolitio e di Grignard danno in prevalenza
prodotti di addizione 1,2 (diretta)
- +
O Ph O Li Ph OH
H2 O
PhLi +
HCl
Phenyl- 4-Methyl-3- 4-Methyl-2-phen yl-
lithiu m pen ten-2-one 3-penten -2-ol
Reazione di Michael
9 Addizione coniugata di un enolato (o di enammine, o
di reagenti di Gilman) a un composto carbonilico α,β-
insaturo
O
N 1 . CH2 =CHCN CN
+ + -
2 . H2 O, HCl N Cl
H H
(racemic)
Pyrrolidin e enamine
of cycloh exanone

O O

1 . ( CH3 ) 2 CuLi, eth er, -78°C


CH3
2 . H2 O, HCl
CH3 CH3
3-Methyl-2- 3,3-D imethyl-
cyclohexenone cyclohexanone
Meccanismo
• proton transfer to the base
• addition of Nu:- to the β carbon of the α,β-unsaturated
carbonyl compound
• proton transfer to HB gives an enol and tautomerism of
the less stable enol form to the more stable keto form
Sistemi
coniugati
Dieni coniugati
• Stabilità

• Dai calori di idrogenazione…


• conjugation of the double bonds in 1,3-butadiene gives an
extra stability of approximately 17 kJ (4.1 kcal)/mol
Perchè un diene coniugato è più stabile
di un diene isolato?
1° fattore: la ibridazione

Quanto più gli elettroni sono vicini al nucleo,


tanto più corto e forte è il legame
2° fattore: la delocalizzazione (risonanza)

H2C CH CH CH2

H2C CH CH CH2 H2C CH CH CH2

Strutture limite

CH2 CH CH CH2
Altri sistemi coniugati

• systems containing conjugated double bonds, not


just those of dienes, are more stable than those
containing unconjugated double bonds

O O

2-Cyclohexenone 3-Cycloh exenone


(more s table) (less s table)
Addizione-1,2 e -1,4

9 L’addizione di 1 mol di HBr a un diene coniugato dà


una miscela di due isomeroi di struttura

9 Come si spiega?
• L’intermedio chiave è un carbocatione allilico
stabilizzato per risonanza
9 Anche la addizione di Br2 dà una miscela di isomeri

-15°C
CH 2 = CH- CH= CH2 + Br 2
1,3-Butadiene
Br Br Br Br
CH 2 - CH- CH = CH 2 + CH 2 - CH= CH- CH 2
3,4-Dibromo-1-butene 1,4-Dibromo-2-butene
(54%) (46%)
(1,2-addition) (1,4-addition)
• Variando la temperatura cambia la distribuzione dei
prodotti

Reazione a controllo cinetico

Reazione a controllo termodinamico


9 Controllo cinetico: la quatità relativa dei prodotti è
determinata dalla loro relativa velocità di formazione
• Neella addizione di HBr o Br2 a un diene coniugato, la
addizione-1,2 è più veloce della addizione-1,4
+ +
CH2 = CH-CH-CH3 CH2 -CH=CH-CH3
a 2° allylic carb ocation a 1° allylic carbocation
(greater contribu tion ) (less er con trib ution)
δ δ
CH2 CH CH CH2 CH2 CH CH CH2
H Br-
Η Br
δ δ−

lo ione Br- è più vicino al


C-2 che al C-4
9 Controllo termodinamico: la quantità relativa dei prodotti è
determinata dalla loro stabilità relativa
• Nella addizione di HBr o Br2 al butadiene, il prodotto di
addizione-1,4 è più stabile del prodotto di addizione-1,2

Br BrCH 2 H
BrCH2 CHCH=CH2 + C C
H CH2 Br
3,4-D ibromo-1-bu tene (E)-1,4-D ib romo-2-b utene
(less stable alk ene) (more stab le alkene)
Non sempre il prodotto di addizione-1,4 è il
prodotto termodinamico …

prodotto cinetico
prodotto termodinamico
Benzene e
aromaticità
Benzene: la risonanza
9 Il sistema π del benzene
• carboni ibridati sp2 e coplanari
• sovrapposizione dei 6 orbitali 2p paralleli a formare un
toroide sopra e uno sotto il piano dei carboni
9 Energia di risonanza: la differenza di energia tra
l’ibrido e la più stabile delle strutture limite
• Si può stimare confrontando il calore di idrogenazione di
benzene e cicloesene
Benzene
Aromaticità

9 L’elevata energia di risonanza (particolare stabilità) del


benzene è attribuita alla aromaticità

9 Criteri per la aromaticità (Erich Hückel)


Il composto deve:
• essere ciclico
• Avere un orbitale p su ogni atomo di carbonio dell’anello
• Essere planare (o quasi planare) in modo da creare una
sovrapposizione continua di tutti gli orbitali p
• Ospitare (4n + 2) elettroni π nell’arrangiamento ciclico di
orbitali p
Non aromatico Aromatico Non aromatico
4n elettroni Non planare,
4n elettroni
Non aromatico Non aromatico
Ha un carbonio sp3 Aromatico Ha 4n elettroni π
Nuvola π interrotta
sp3 sp3
cicloeptatriene ciclopentadiene
Non aromatico Non aromatico
Ha un carbonio sp3 Ha un carbonio sp3
(Nuvola π interrotta) (Nuvola π interrotta)
Idrocarburi policiclici aromatici

Anche i sistemi policiclici possono essere aromatici

Aromatici

Nuvola ciclica ininterrotta di 4n+2 elettroni π


Composti eterociclici aromatici

Un composto eterociclico è un composto ciclico in


cui uno o più atomi dell’anello sono diversi dal
carbonio
• La piridina

4
3 5

2 6
1 N
• Pirrolo
• Furano
O CH3 CH2 CH 2 NH 2
H3 C N HO
N

O N N N
CH3 H
Caffeine Serotonin
(a neurotransmitter)
Benzeni monosostituiti
9 Monosubstituted alkylbenzenes are named as derivatives of
benzene
• many common names are retained

Br C2H5 NO2 CH3 OH NH2

bromobenzene etilbenzene nitrobenzene toluene fenolo anilina

OCH3 CO2H CHO CH2

anisolo acido benzoico benzaldeide 2-fenilbutano fenile benzile


sec-butilbenzene
Benzeni disostituiti

La posizione relativa dei due sostituenti è indicata


con numeri oppure con prefissi
Se i due sostituenti sono diversi, si elencano in
ordine alfabetico
Se uno dei sostituenti può essere incorporato nel
nome, quel nome viene utilizzato come base e al
sostituente incorporato si assegna il numero 1

NH2 OH

Cl CH2CH3

CH3

NO2

2-clorotoluene 4-nitroanilina 2-etilfenolo


orto-clorotoluene para-nitroanilina orto-etilfenolo
Alcuni benzeni disostituiti hanno nomi che
incorporano entrambi i sostituenti
Benzeni polisostituiti

L’anello sarà numerato nel verso che consente di utilizzare


i numeri più piccoli possibili

4
Fenoli

9 Gruppo funzionale:
funzionale gruppo -OH legato ad un
anello benzenico

OH OH OH OH
OH

CH3
OH
Phenol 3-Methylphenol 1,2-Benzenediol 1,4-Benzenediol
(m- Cresol) (Catechol) (Hydroquinone)
• Acidità dei fenoli

9 I fenoli sono significativamente più acidi degli alcoli

- +
OH + H2 O O + H3 O pK a = 9.95

- +
CH3 CH2 OH + H2 O CH3 CH2 O + H3 O pK a = 15.9
• La maggior acidità (rispetto agli alcoli) è dovuta alla
maggior stabilità del fenossido (rispetto
all’alcossido) ion

O O O O O
H H

H
These 2 Kekulé These th ree con trib utin g s tru ctures
s tru ctures are delocalize th e negative charge
equivalent on to carb on atoms of th e rin g
9Alchili e alogeni presenti sull’anello influenzano
la acidità per effetto induttivo
• I gruppi alchilici sono elettron-donatori
• Gli alogeni sono elettron-attarttori

OH OH OH OH OH

CH3 Cl
CH3 Cl
Phen ol m-Cres ol p-Cres ol m-Chlorop henol p-Chororophen ol
pK a 9.95 p Ka 10.01 pK a 10.17 pK a 8.85 p Ka 9.18
9Il nitrogruppo aumenta la acidità dei fenoli sia
per effetto induttivo elettron-attrattore che di
risonanza (mesomero)
OH OH OH

NO2
NO2
Ph e no l m - N itrop h e n ol p- N itrop h e n ol
p K a 9.95 p K a 8.28 p K a 7.15
• -NO2 in orto e para delocalizza la carica negativa

O O
delocalization of n egative
charge on to oxygen fu rth er
increases the resonance
stabilization of phen oxid e ion

– N+ –
N+ –
O O O O
• water-insoluble phenols dissolve in NaOH(aq)

OH + NaOH O- Na+ + H2 O
Ph en o l Sod iu m Sod iu m W ater
p K a 9.95 h ydroxid e p hen o xi de pK a 15 .7
(s tronger aci d) (we ak er acid )
• most phenols do not react with weak bases such as
NaHCO3; they do not dissolve in aqueous
NaHCO3

OH + NaHCO3 O- Na+ + H2 CO3


Ph en o l Sod iu m Sod iu m Ca rbo n ic acid
p K a 9.95 bi carbon ate p hen oxi de p K a 6.36
(w eak er aci d) (stronge r acid )
Chinoni

9Because of the presence of the electron-


donating -OH group, phenols are susceptible to
oxidation by a variety of strong oxidizing
agents
OH O
H2 Cr O 4

O
Phenol 1,4-Benzoquinone
(p-Quinone)
OH O
OH K2 Cr2 O7 O

H2 SO4
1,2-Benzen ediol 1,2-Benzoquin on e
(Catechol) (o-Qu inone)

OH O
K2 Cr2 O7
H2 SO4
OH O
1,4-Ben zenediol 1,4-Benzoquin on e
(Hydroquin on e) (p-Qu inone)
9 Perhaps the most important chemical property of
quinones is that they are readily reduced to
hydroquinones
O OH
Na2 S2 O4 , H2 O
(reduction )
O OH
1,4-Benzoqu inone 1,4-Benzen ediol
(p-Qu inone) (Hydroq uinone)

O OH
MeO MeO
reduction
MeO H oxidation MeO H
n n
O OH
Coenzyme Q Coenzyme Q
(oxid ized form) (redu ced form)
Alogenazione benzilica
• Sostituzione nucleofila dell’alogeno in posizione benzilica
• Eliminazione di acido alogenidrico
Ossidazione benzilica
9 Benzene is unaffected by strong oxidizing agents such as
H2CrO4 and KMnO4
• an alkyl group with at least one hydrogen on its benzylic carbon is
oxidized to a carboxyl group
Reazioni del benzene e
dei suoi
derivati
Halogenation:
Sostituzione elettrofila aromatica
Fe Cl 3
H + Cl 2 Cl + HCl

Chlorobenzene
Nitration: 9 La reazione più
H + HN O 3
H2 S O 4
N O2 + H2 O caratteristica dei
Nitrobenzene composti aromatici è
Sulfonation: la sostituzione di un
H2 S O4
H + S O3 S O3 H idrogeno dell’anello
Benzenesulfonic acid
Alkylation:
AlX3
H + RX R + HX

An alkylbenzene

Acylation:
O O
RCX AlX3 CR + HX
H +

An acylbenzene
9 Sostituzione elettrofila aromatica, SEAr: un idrogeno
dell’anello è sostituito da un elettrofilo

H E
+ +
+ E + H

9 Vedremo
• i più comuni elettrofili,
• come si generano e
• il meccanismo con cui sostituiscono l’idrogeno
9 Meccanismo generale:
s low , rate +
+ determin ing H
Step 1: H + E
Electro- E
Res on ance-s tabilized
phile cation intermed iate
+
H fas t +
Step 2: E + H
E

H H H

E E E
9 Perchè sostituzione e non addizione elettrofila?
Alogenazione

Analogamente la clorurazione si effettua con Cl2/FeCl3


Nitrazione
O

H 2SO4 N
O
+ HNO 3 + H 2O
9A particular value of nitration is that the nitro
group can be reduced to a 1° amino group
COOH COOH

Ni
+ 3 H2 + 2 H2 O
(3 atm)
NO2 NH2
4-N itroben zoic acid 4-Aminoben zoic acid
Solfonazione
O
OH
Δ S
+ H2SO4 O + H 2O
La solfonazione è una reazione reversibile
Alchilazione di Friedel-Crafts

9 Si forma un nuovo legame C-C tra l’anello aromatico e


il gruppo alchilico

AlCl3 R
+ RCl + H2O

(eccesso)
Formandosi carbocationi, c’è la possibilità di trasposizioni
Alchilazione del benzene con un alchene
La alchilazione di Friedel–Crafts non consente di ottenere un
alchil benzene con un gruppo alchilico lineare con buone rese.
Acilazione di Friedel-Crafts

Almeno un equivalente di AlCl3


Meccanismo della acilazione di Friedel-Crafts

R Cl + AlCl3 R C O R C O + AlCl4-

O
O
C R
C
H R +
+ R C O +HB
+ B

Lo ione acilio non traspone


La acilazione di Friedel–Crafts seguita da riduzione consente di
ottenere alchil benzeni con gruppo alchilico lineare

Non si deve usare un eccesso di benzene


Metodiche di riduzione del carbonile a metilene
Effetti dei sostituenti sulla reattività

Elettrondonatore Elettronattrattore

1. Effetto induttivo
2. Effetto mesomero (di risonanza)
La donazione di elettroni di elettroni attraverso un legame σ
è chiamata donazione elettronica per effetto induttivo (+I)

Es.: un gruppo alchilico è più elettron donatore di un


idrogeno a causa dell’iperconiugazione

L’attrazione di elettroni di elettroni attraverso un legame σ è


chiamata attrazione elettronica per effetto induttivo (-I)

Es.: un gruppo NH3+ è più elettron attrattore di un


idrogeno a causa della maggior elettronegatività
Se l’atomo direttamente legato all’anello aromatico
possiede una coppia di elettroni solitaria, questa può
essere delocalizzata all’anello: donazione elettronica per
effetto mesomero (+M)

-NH2, -OH, -OR, -Cl, …


Se l’atomo direttamente legato all’anello aromatico è a sua
volta legato con un legame multiplo ad un elemento più
elettronegativo, gli elettroni π dell’anello possono essere
delocalizzati sul sostituente: attrazione elettronica per
effetto mesomero (-M)

CO, CN, NO2, …


Sostituenti attivanti (elettron donatori):
rendono l’anello benzenico più reattivo nella reazione di sostituzione
elettrofila aromatica

Sostituenti disattivanti (elettron attrattori):


rendono l’anello benzenico meno reattivo nella reazione di
sostituzione elettrofila aromatica
Donano elettroni per risonanza e richiamano elettroni per effetto
induttivo: l’effetto di risonanza è dominante (+M > -I)
Donano elettroni per risonanza e richiamano elettroni per effetto
induttivo: l’effetto di risonanza è dominante (+M > -I)
(+I)
Donano elettroni per risonanza e richiamano elettroni per effetto
induttivo: l’effetto induttivo è dominante (+M < -I)
Richiamano elettroni sia per effetto mesomero che induttivo:
(-M, -I)
(-I)
Richiamano elettroni sia per
effetto mesomero che induttivo:
(-M, -I)
Effetti dei sostituenti sulla orientazione
Il sostituente già presente sull’anello determina la
posizione del nuovo sostituente

Tutti i sostituenti attivanti e gli alogeni (deboli disattivanti)


sono orto–para orientanti

Tutti i sostituenti più disattivanti degli alogeni sono


meta orientanti
Il percorso di reazione seguito (orto-para o meta) è
determinato dalla stabilità relativa dei carbocationi
che si formano per attacco dell’elettrofilo.
Ogni sostituente che esercita solo un effetto induttivo
elettron donatore è un orto-para orientante
Ogni sostituente che esercita un effetto mesomero elettron
donatore (compresi gli alogeni) è un orto-para orientante
Ogni sostituente elettron attrattore (eccetto gli alogeni) è
un meta orientante
Alcune considerazioni particolari
• I gruppi alcossi e idrossi sono così fortemente
attivanti che la alogenzazione non richiede acido di
Lewis
• Un anello benzenico sostituito con un gruppo meta
orientante non dà nessuna delle reazioni di Friedel-
Crafts

NO2

AlCl3
+ CH3CH2Cl Nessuna reazione
• Le aniline e le aniline N-sostituite non danno le
reazioni di Friedel-Crafts
Sintesi di benzeni disostituiti
9 Nel preparare benzeni disostituiti, occorre valutare:

• l’ordine in cui i sostituenti vengono introdotti…


(il nitrobenzene non dà la acilazione di Friedel-Crafts)
• Quando trasformare un sostituente in un altro…
Sintesi di benzeni trisostituiti
Il gruppo più fortemente attivante prevale nel
determinare la orientazione
Sostituzione nucleofila aromatica, SNAr

9Gli alogenuri arilici sostituzioni nucleofile


attarverso i meccanismi SN1 o SN2
9Danno sostituzione nucleofila attraverso due
possibili meccanismi peculiari
• Le sostituzioni nucleofile aromatiche sono
comunque meno comuni delle sostituzioni
elettrofile aromatiche
SNAr – Addizione/eliminazione

Molti sostituenti possono essere introdotti usando gli opportuni nucleofili.

Unica limitazione:
Y- deve essere una base più forte di X-
È richiesta la presenza di uno o più gruppi
fortemenete elettron attrattori in orto e/o para
rispetto all’alogeno
- +
Cl O Na
H2 O
+ 2 NaOH + NaCl + H2 O
o
press ure, 300 C
Ch loro- Sodium
benzen e ph enoxide
SNAr – via benzino
Il benzino è una specie altamente reattiva
Ammine
Struttura e classificazione

9Ammine sono classificate


• 1e, 2e o 3e a seconda del numero di idrogeni di
NH3 sostituiti da gruppi alchilici o arilici

CH 3
:

:
CH 3 - NH 2 CH 3 - NH CH 3 - N :
CH 3 CH 3
Methylamine Dimethylamine Trimethylamine
(a 1° amine) (a 2° amine) (a 3° amine)
9Ammine sono classificate in alifatiche,
aromatiche o eterocicliche:
• alifatiche: l’azoto è legato a gruppi alchilici (C sp3)
• aromatiche: l’azoto ò legato ad almeno 1 gruppo
arilico (C sp2)

CH 3 CH 3
:

NH 2 N- H
:
CH 2 - N- CH3

:
Aniline N-Methylaniline Benzyldimethylamine
(a 1° aromatic amine) (a 2° aromatic amine) (a 3° aliphatic amine)
• eterocicliche: l’azoto è parte di un anello

N N N N
H H H
Pyrrolidine Piperid ine Pyrrole Pyridine
(h eterocyclic alip hatic amines) (h eterocyclic aromatic amin es)
Nomenclatura

9Ammine alifatiche: il suffisso -o dell’alcano


progenitore è sostituito dal suffisso -ammina
NH2

NH 2 H2 N
NH2
2-Propanamine (S)-1-Phen yl- 1,6-Hexanediamine
ethanamine
9Aniline

NH 2 NH 2 NH 2 NH 2

OCH 3
NO2 CH3
Aniline 4-Nitroaniline 4-Methylaniline 3-Methoxyaniline
(p- Nitroaniline) (p-Toluidine) (m-Anisidine)
OH OH
H2 N H2 N COOH
NH2
2-A min oeth anol (S )-2-Amin o-3-methyl- 4-A minoben zoic acid
1-bu tanol
9Nomi comuni: si elencano i gruppi alchilici e si
aggiunge il suffisso -ammina

H
CH3 NH 2 NH2
N Et 3 N
Meth ylamine tert -Butylamine D icyclopen tylamine Triethylamin e
9Sali di ammonio

-
Cl
+ - +
Me4 N Cl NCH2 ( CH2 ) 1 2 CH3 -
Ph CH2 NMe3 OH
Tetramethy Tetrad ecylpyrid inium ch loride Benzyltrimeth yl-
ammonium (Cetylp yridin ium chloride) ammoniu m
chloride hydroxid e
Chiralità
• an amine with 3 different groups bonded to N is chiral and
exists as a pair of enantiomers and, in principle, can be
resolved

• in practice, however, they cannot be resolved because they


undergo pyramidal inversion, which converts one
enantiomer to the other
• pyramidal inversion is not possible with quaternary
ammonium ions, and their salts can be resolved

-
Cl Cl-
N N
Et Et
Me Me
S Enan tiomer R Enan tiomer
Proprietà fisiche

9 Composti polari; ammine 1° e 2°


formano ponti H

• N-H- - -N hydrogen bonds are


weaker than O-H- - -O hydrogen
bonds because the difference in
electronegativity between N and H
(3.0 - 2.1 =0.9) is less than that
between O and H (3.5 - 2.1 = 1.4)

CH 3 CH 3 CH 3 NH 2 CH 3 OH
MW (g/mol) 30.1 31.1 32.0
bp (°C) -88.6 -6.3 65.0
Basicità
9Le ammine sono basi deboli
H H
+ - O-H
CH3 -N + H-O-H CH3 -N-H
H H
Methylamine Methylammoniu m h yd roxide
• È conveniente discutrere la basicità con riferimento
alla acidità dell’acido coniugato
+
CH3 NH3 + H2 O CH3 NH2 + H3 O+
+
[ CH3 NH2 ] [H3 O ]
Ka = + = 2.29 x 10-1 1 pK a = 10.64
[CH3 NH3 ]
• using values of pKa, we can compare the acidities of
amine conjugate acids with other acids

+ -
CH3 NH2 + CH3 COOH CH3 NH3 + CH3 COO pK eq = -5.88
pK a 4.76 pK a 10.64 Ke q = 7.6 x 105
(s tronger (w eak er
acid) acid )
Alifatiche

Aromatiche
• Le ammine aromatiche sono basi
significativamente più deboli di quelle alifatiche

+ -
NH2 + H2 O NH3 OH pK a = 10.66

Cycloh exylamine Cyclohexylammonium


hydroxid e

+ -
NH2 + H2 O NH3 OH pK a = 4.63

A niline A niliniu m h yd roxide


9 Aromatic amines are weaker bases than aliphatic amines
because of two factors
• La stabilizzazione per risonanza della base libera è persa per
protonazione
H H+ H H + H H + H
N H N N N

• Maggiore effetto induttivo elettron-attrattore del C ibridato sp2 di


una ammina aromatica rispetto al C sp3 di una ammina alifatica

.
H . H un hybridized 2p orb ital of N
. . ..
H
H . . N
H
nitrogen is sp 2 h yb rid ized
H H
9 La presenza di gruppi elettron-donatori sull’anello aromatico,
aumenta la basicità
9 La presenza di gruppi elettron-attrattori sull’anello aromatico,
diminuisce la basicità

O2 N

NH2 O2 N NH2

3-N itroanilin e 4-N itroaniline


pK a 2.47 pK a 1.0
de localiz ation of th e n itrog en
lon e p air on to th e oxyg en atom s
of th e n itro grou p

O - O

+N NH 2 +N NH2 +
O
- -O
9Heterocyclic aromatic amines are weaker bases
than heterocyclic aliphatic amines

N
N N
N
H H
Piperidine Pyridin e Imid azole
p Ka 10.75 pK a 5.25 pK a 6.95
. . H an sp 2 h yb rid orbital; th e electron
H . p air in this orbital is n ot a
.
p art of the aromatic s extet
H . . N :

H H nitrogen is sp 2 h yb rid ized

• pyridine is a weaker base than heterocyclic aliphatic


amines because the free electron pair on N lies in
an sp2 hybrid orbital (33% s character) and is held
more tightly to the nucleus than the free electron
pair on N in an sp3 hybrid orbital (25% s character)
9Imidazole
This electron pair Aromaticity is
is not a part of the maintained when
aromatic sextet imidazole is protonated
H

:
This electron N N+
pair is a part + H2 O + OH-
:

:
of the aromatic N N
sextet
H H
Imidazole Imidazolium ion
9All amines, whether soluble or insoluble in
water, react quantitatively with strong acids to
form water-soluble salts
OH OH
HO NH2 HO NH3 + Cl-
H2 O
+ HCl
HO HO
(R)-N orepinep hrine (R)-N orepinep hrine h yd roch loride
(on ly s ligh tly s olu ble in w ater) (a w ater-s olu ble salt)
Metodi di preparazione

9Già illustrati
• Apertura degli epossidi con ammoniaca o ammine
• Riduzione delle immine
• Riduzione delle ammidi
• Riduzione dei nitrili
• Riduzione dei notroderivati aromatici
Alchilazione di ammine
9Alchilazione di ammine o ammoniaca (SN2)
SN 2 CH3 NH 3 + Br -
CH3 Br + N H3
Methylammonium
bromide

• unfortunately, such alkylations give mixtures of


products through a series of proton transfer and
nucleophilic substitution reactions
CH3 Br + NH3

+ - + - + - + -
CH3 NH3 Br + (CH3 ) 2 NH2 Br + (CH3 ) 3 NH Br + (CH3 ) 4 N Br
Preparazione via azidi

9 Alchilazione dello ione azide e riduzione


dell’alchilazide
+ +

:
- -:
:

:
N3 N N N: - RN 3 R N N N: -
Azide ion An alkyl azide
(a good nucleophile)

+ -
K N3 1 . LiAlH4
Ph CH2 Cl Ph CH2 N3 Ph CH2 NH2
2 . H2 O
Benzyl ch loride Ben zyl azid e Benzylamin e
Reazione con HNO2

NaNO2, HCl

+ -
HNO2 + H 2 O H 3 O + NO2 pK a = 3.37

Generazione dello ione nitrosonio


Ammine aromatiche primarie
Ammine alifatiche primarie

(lo ione diazonio ottenuto da ammine alifatiche primarie decompone


immediatamente per perdita di azoto e formazione di una miscela di prodotti di
sostituzione e eliminazione)

Cl
(5.2%)
OH
NH 2 NaNO2 , H Cl + OH
0-5o C (13.2%) (25%)

+
(25.9%) (10.6%)
Ammine aromatiche e alifatiche secondarie
Ammine aromatiche terziarie
Reazioni dei sali di diazonio

9 The -N2+ group of an arenediazonium salt can be


replaced in a regioselective manner by these groups

H2 O
Ar-OH
HBF4 Sch ieman n
Ar-F
reaction
HCl, CuCl Ar-Cl
(-N2 ) HBr, CuBr San dmeyer
Ar-Br reaction
KCN, CuCN
Ar-CN
KI
Ar-I
H3 PO2
Ar-H
Anche CuCN
N N Cl- I

+ KI + N2 + KCl

N N Cl- OH

H+/Δ
+ H2O + N2 + HCl

N N Cl- H

+ H3PO2 + N2 + HCl
Eliminazione di Hofmann
9 Eliminazione di Hofmann: decomposizione
termica di un idrossido di ammonio quaternario
per dare un alchene
CH 3 OH-
+ 160°
CH2 -N - CH 3
CH 3
(Cyclohexylmethyl)trimethyl-
ammonium hydroxide

CH 2 + ( CH3 ) 3 N + H2 O

Methylene- Trimethylamine
cyclohexane
β-eliminazione bimolecolare (è una E2)

Il gruppo uscente ha all’incirca la stessa tendenza ad uscire


di un gruppo amminico protonato senza possedere idrogeni
acidi che possano reagire con il nucleofilo basico
9 Reazione regioselettiva
Il prodotto principale è l’alchene meno sostituito:
regola di Hofmann (anti-Zaitsev)

CH3CHCH2CH2CH 3 Δ
CH2 CHCH2CH2CH3 + CH3CH CHCH2CH 3 + N(CH3) 3 + H2O
+ -
N(CH3) OH
prodotto principale
HO -
H HOH
H H
E2 reaction H H
C C C C
H + (concerted CH3 CH 2 H
N ( CH3 ) 3 elimination)
CH3 CH 2 N ( CH3 ) 3

• the regioselectivity of Hofmann elimination is determined


largely by steric factors, namely the bulk of the -NR3+
group
• hydroxide ion preferentially approaches and removes the
least hindered hydrogen and, thus, gives the least substituted
alkene
• bulky bases such as (CH3)3CO-K+ give largely Hofmann
elimination with haloalkanes
conversione di alogenuro in idrossido

CH3 CH3
CH3CH2CH2N+ CH3 + Ag2O + H2O CH3CH2CH2N + CH3 + 2 AgI
CH3 I- CH3 OH-
Eliminazione di Cope
9 Cope elimination: Decomposizione termica di un ossido di
ammina terziaria per dare un alchene.
1: ossidazione della ammina terziaria
-
O
+
CH2 N-CH3 + H2 O2 CH2 N-CH3 + H2 O
CH3 CH3
An amin e oxid e
2: se vi è almeno un β-H, dà una β-eliminazione termica di una
idrossilammina
-
H O
+ 100-150°C
CH2 N-CH3 CH 2 + (CH3 ) 2 NOH
CH3 N,N-D imethyl-
Meth ylen e-
cyclohexane hydroxylamine
• Sin stereoselettività
Carboidrati
• Carboidrati (saccaridi, zuccheri)
• “Idrati di carbonio”: I composti più semplici hanno
formula molecolare Cn(H2O)n

• Sono poliidrossialdeidi o poliidrossichetoni (carboidrati


semplici) o composti che li generano per idrolisi
(carboidrati complessi)
Carboidrati semplici: monosaccaridi

Carboidrati complessi: due o più unità saccaridiche


legate
• disaccaridi
• oligosaccaridi
• polisaccarid

Poliidrossi aldeidi: aldosi

Poliidrossi chetoni: chetosi


• La notazione D e L è usata per descrivere la
configurazione dei carboidrati (e degli
amminoacidi)

• La desinenza in italiano è –osio (e non –oso!)


Configurazione degli aldosi
CHO CHO
H OH HO H
CH2OH CH2OH
D-gliceraldeide L-gliceraldeide
enantiomeri
Gli aldotetrosi hanno due carboni asimmetrici e
quattro stereoisomeri

enantiomeri enantiomeri
• I monosaccaridi diastereomeri che differiscono
per la configurazione di un solo carbonio
asimmetrico sono detti epimeri
• I chetosi hanno uno stereocentro in meno degli aldosi
corrispondenti e pertanto presentano meno stereoisomeri
Reazioni redox dei monosaccaridi
• Il carbonile degli aldosi e dei chetosi può essere
ridotto dai riducenti che generalmente riducono
i carbonili (si ottengono gli alditoli)
• Il gruppo aldeidico (ma non quello chetonico!)
può essere ossidato dal Br2 (si ottengono gli
acidi aldonici)
• Sia aldosi che chetosi sono ossidati ad acidi
aldonici dal reattivo di Tollens (Ag+, NH3, OH-).

• Il reattivo di Tollens non ossida i chetoni, tuttavia


in soluzione basica, i chetosi sono in equilibrio
con i corrispondenti aldosi
• HNO3 (un forte ossidante) può ossidare sia la
funzione aldeidica che quella alcolica primaria
(si formano gli acidi aldarici)
Formazione di osazoni

• Aldosi e chetosi reagiscono con tre eq. di fenilidrazina

• Gli epimeri al C-2 formano lo stesso osazone


La struttura ciclica dei monosaccaridi
La formazione di emiacetali

anomero α anomero β
• La rotazione specifica di α-D-glucosio o β-D-
glucose cambia nel tempo fino al raggiungimento
dell’equilibrio (mutarotazione)
• Le strutture cicliche degli zuccheri sono meglio
rappresentate dalle proiezioni di Haworth

• Le proiezioni di Haworth consentono di


apprezzare la orientazione relativa dei gruppi OH
• Anche i chetosi esistono prevalentemente nella
forma ciclica
• Il β-D-glucosio è più stabile dell’anomero α e predomina
all’equilibrio
Acilazione dei monosaccaridi

• I gruppi OH dei monosaccaridi mostrano la tipica


reattività degli alcoli…
Alchilazione
Formazione di acetali (glicosidi)

• Gli acetali degli zuccheri sono chiamati glicosidi


meccanismo
Zuccheri riducenti e non riducenti

Un carboidrato avente un gruppo aldeidico, chetonico o


emiacetalico (quindi in equilibrio con un gruppo aldeidico o
chetonico) è uno zucchero riducente (riduce il reattivo di
Tollens)

Es: tutti i monosaccaridi visti finora

Un carboidrato che non ha uno di questi gruppi è uno


zucchero non riducente (non riduce il reattivo di Tollens)

Es.: i glicosidi
Disaccaridi
• Costituiti da due unità di monosaccaride unite
insieme da un legame acetalico

• Nel maltosio due unità di D-glucosio sono legate da


un ponte α-1,4’-glicosidico
• Nell’ α-maltosio, il gruppo OH legato al carbonio anomerico è assiale

• Il maltosio è uno zucchero riducente


• Nel cellobiosio due unità di D-glucosio sono legate
da un ponte β-1,4’-glicosidico

• Il cellobiosio è uno zucchero riducente


• Nel lattosio, due differenti unità sono legate da un
ponte β-1,4’-glicosidico

• Il lattosio è uno zucchero riducente


• Il più comune disaccaride è il saccarosio:

D-α-glucosio

D-β-fruttosio

• Il saccarosio è uno zucchero non riducente


Polisaccaridi
Amilosio (un componente dell’amido)
Amilopectina (un altro componente dell’amido) è
un polisaccaride ramificato
Lipidi
• I lipidi sono composti organici presenti negli
organismi viventi e solubili in solventi organici non
polari
• Essi hanno una molteplicità di strutture e funzioni
Acidi grassi
(acidi carbossilici a lunga catena)

omega-3

configurazione
“cis”

poliinsaturi
(non coniugati)
Trigliceridi
O O
CH2 OH R1 C OH CH2 O C R1
O O
CH OH
R2 C OH CH O C R2
CH2 OH
O O
R3 C OH CH2 O C R3

glicerolo acidi grassi un trigliceride


(un grasso o un olio)
Grassi: triacilgliceroli solidi (o semisolidi) a
temperatura ambiente

In larga parte costituiti da


acidi grassi saturi (o al
massimo monoinsaturi)

In genere di origine
animale
Oli: triacilgliceroli liquidi a temperatura ambiente

In larga parte costituiti da


acidi grassi insaturi

In genere di origine
vegetale
Grassi idrogenati
Ossidazione dei grassi (e oli) poliinsaturi

acido butirrico
degradazione
ossidativa
Fosfolipidi
Sono i maggiori componenti delle membrane cellulari
I più comuni fosfogliceridi hanno un secondo legame
fosfoestereo
I fosfoacilgliceroli formano membrane organizzandosi
in un doppio strato

• Gli acidi grassi saturi riducono la fluidità della membrana


cosi come la presenza di colesterolo
Sfingolipidi
Prostaglandine

O H O H
COOH
COOH

HO H HO H
OH OH
PGE1 HO H PGE2
COOH

HO H
OH
PGF2n
L’ aspirina inibisce la sintesi delle prostaglandine
Terpeni
• Idrocarburi, ma anche alcoli, chetoni, aldeidi,
con un numero di carboni multiplo di 5

La regola isoprenica
Squalene, un triterpene, è un precursore degli steroidi
Carotenoidi (tetraterpeni)
Steroidi
Gli anelli B, C e D sono fusi in trans

Gli anelli A e B sono comunemente, ma non sempre,


fusi in trans
Il colesterolo è il più abbondante steroide
Esempi di steroidi di sintesi

anabolizzanti
progestinico
Amminoacidi, peptidi e
proteine
Peptidi e proteine sono polimeri di amminoacidi uniti
attraverso legami ammidici

O
R CH C OH
NH2

Attenzione! In italiano: amminoacidi, ammidi, …


La configurazione degli amminoacidi
Le proprietà acido–base degli amminoacidi

Un amminoacido non può esistere in una forma


non carica, indipendentemente dal pH
O
R CH C OH
NH2
• Alcuni amminoacidi hanno idrogeni ionizzabili
nella loro catena laterale
• Il punto isoelettrico (pI) di un amminoacido è il pH
al quale non ha carica netta
O O O
CH3 CH C OH CH3 CH C O- CH3 CH C O-
NH3+ NH3+ NH2
• Il pI di un amminoacido con un gruppo ionizzabile
in catena laterale è dato dalla media dei pKa dei
gruppi che ionizzano in maniera simile
Separazione degli amminoacidi per elettroforesi
(sulla base del pI)

a pH = 6
Separazione degli amminoacidi per cromatografia
(sulla base della polarità)
Risoluzione enzimatica degli amminoacidi
I peptidi
Il legame peptidico
Il legame disolfuro

I disolfuri possono essere ridotti a tioli


Il ponte disolfuro contribuisce alla forma globale delle
proteine
La struttura secondaria delle proteine
(conformazione di segmenti di una proteina)

Stabilizzata da legami idrogeno


L’ α-elica
I foglietti β
La struttura terziaria delle proteine
(arrangiamento tri-dimensionale di tutti gli atomi della proteina)
Carbossipeptidasi A
La struttura quaternaria delle proteine
(disposizione delle diverse catene peptidiche)

Emoglobina
Nucleosidi,
nucleotidi,
e
acidi nucleici
Acidi nucleici
Negli acidi nucleici, il gruppo fosfato è un fosfodiestere
Le basi
• Nucleoside = base + zucchero
• Nucleotide = base + zucchero + fosfato
Il carattere ad “alta energia” del legame fosfoanidridico

1. Maggior repulsione elettrostatica nell’ ATP


2. Maggior solvatazione dei prodotti
3. Maggior stabilizzazione per risonanza dei prodotti

O O O O
P +
P P P
-O O- O -O -O OH
O- O- O-
Accoppiamento di basi complementari nel DNA
La doppia elica del DNA
Hydrogen bonding and base stacking interactions hold
the DNA helix together
La sequenziazione del DNA
Compito di Chimica Organica – 29 Gennaio 2008 – A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

Una delle seguenti affermazioni riguardanti il Cosa si ottiene per reazione del nitrobenzene con
fruttosio è falsa. Quale? C2H5Cl e AlCl3?
Presenta un gruppo alcolico primario o-cloronitrobenzene
Ha 6 atomi di carbonio m-cloronitrobenzene
Presenta tre gruppi alcolici secondari p-cloronitrobenzene
Presenta un gruppo chetonico o-cloronitrobenzene e
Presenta tre carboni asimmetrici p-cloronitrobenzene
Non avviene nessuna reazione
Quale tra i seguenti composti genera una
enammina per addizione al ciclopentanone? Quale è il prodotto principale della disidratazione
Ammoniaca acido catalizzata del seguente composto?
Ioduro di tetrametilammonio OH

Dietilammina
Trietilammina
Metilammina
3-metil-1,4-cicloesadiene
4-metil-1,3-cicloesadiene
Quale composto si ottiene attraverso la “sintesi
malonica” usando l’1-bromopropano come agente 1-metil-1,4-cicloesadiene
alchilante? 4-metilencicloesene
CH3COOH 1-metil-1,3-cicloesadiene
CH3(CH2)4COOH
CH3(CH2)2COOH Una delle seguenti affermazioni è falsa. Quale?
CH3(CH2)3COOH Tutti i composti con 2 centri di chiralità
hanno più di due stereoisomeri
CH3CH2COOH
Tutti i composti con solo un centro di
Quale tra i seguenti composti è un emiacetale? chiralità hanno due stereoisomeri
CH3CH2CH(OH)OCH3 Tutti i composti con centri di chiralità
sono chirali
CH3CH2CH(CH3)2
Una miscela racemica non mostra
CH3CH2CH(OH)CH3
rotazione ottica
CH3CH2CH(OCH3)2
Un composto meso non ruota il piano
CH3CH2OCH(OCH3)CH3
di polarizzazione della luce
Quale è il corretto ordine di reattività dei derivati
Quale dei seguenti composti fornisce un solo
acilici nei confronti di un nucleofilo?
chetone per idroborazione/ossidazione?
Cloruro>anidride>ammide>estere
3-ottino
Cloruro>ammide>anidride>estere
4-ottino
Cloruro>anidride>estere>ammide
3-eptino
Cloruro>estere>ammide>anidride
2-esino
Cloruro>estere>anidride>ammide
2-pentino
Quale tra i seguenti composti non può essere
Come sono ibridati gli atomi di carbonio del
preparato dal cloruro di benzendiazonio?
benzene?
Toluene 2 3
3 carboni sp e 3 carboni sp
Benzonitrile 2
3 carboni sp e 3 carboni sp
Fenolo
tutti sp3
Bromobenzene
tutti sp
Fluorobenzene
tutti sp2
Quale delle seguenti caratteristiche riduce il
contributo di una struttura limite all’ibrido di Quale alogenuro alchilico è il più reattivo in una
risonanza? reazione E1?
(a) Carica negativa sull’elemento più 2-cloro-2-metilbutano
elettronegativo 2-iodo-2-metilbutano
(b) Carica positiva sull’elemento meno 2-bromo-3-metilbutano
elettronegativo 2-bromo-2-metilbutano
(c) Separazione di carica 2-iodo-3-metilbutano
(d) Carica negativa sull’elemento
meno elettronegativo Quale atomo di carbonio viene protonato nel
Sia (c) che (d) primo passaggio della reazione di
3-metil-2,4-eptadiene con 1 eq. di HBr?
Quale è la equazione cinetica della SN2? (Nu: C-1
nucleofilo; L: gruppo uscente) C-2
v = k [Nu]2 C-3
v = k [RL]2 C-4
v = k [Nu] C-5
v = k [RL]
v = k [Nu][RL]
Compito di Chimica Organica – 29 Gennaio 2008 – E
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

Una delle seguenti affermazioni è falsa. Quale? 4-toluidina (= 4-metilanilina)


D- e L-gliceraldeide sono enantiomeri
Il chetotrioso più semplice ha un Cosa si forma quando il p-metilfenolo reagisce
carbonio asimmetrico con Br2 e FeBr3?
La D-gliceraldeide è la Principalmente 3-bromo-4-metilfenolo
(R)-gliceraldeide Principalmente 2-bromo-4-metilfenolo
L’aldotrioso più semplice ha un Principalmente 3,4-dibromobenzene
carbonio asimmetrico Principalmente 4-(bromometil)fenolo
Gliceraldeide e 1,3-diidrossiacetone Principalmente p-dibromobenzene
sono isomeri di struttura
Quale è il prodotto principale ottenuto dalla
Quale tra le seguenti affermazioni è falsa? reazione del seguente composto con metossido di
Il boroidruro di sodio riduce un sodio in metanolo?
chetone ad alcol secondario
La idrogenazione catalitica trasforma
un acido carbossilico in un alcol O
La idrogenazione catalitica riduce un 2-metossi-2-metil-1-propanolo
alchene ad alcano 1-metossi-1-metil-1-propanolo
Un nitrile è ridotto ad ammina dal Litio 2-metossi-1-metil-2-propanolo
Alluminio Idruro 2-metossi-2-metil-2-propanolo
La riduzione di un alchino con sodio e 1-metossi-2-metil-2-propanolo
ammoniaca liquida fornisce un
alchene Quanti stereoisomeri (configurazionali) sono
possibili per l’1,3-pentadiene? (si consideri la
Quale prodotto si forma quando l’1-bromobutano isomeria cis/trans)
è utilizzato nella “sintesi acetacetica”? 1
2-esanone 2
acido eptanoico 3
2-pentanone 4
2-eptanone 5
acido esanoico
Quale affermazione descrive meglio la geometria
Come si chiama un composto che presenta il e ibridazione di un radicale al carbonio?
doppio legame carbonio-azoto? Planare e sp
3

enammina Planare e sp
composto carbonilico Tetraedrico e sp3
immide Piramidale e sp3
immina Planare e sp2
ammide
Quale affermazione descrive più correttamente
Cosa succede alla ibridazione del carbonio di un ciò che accade quando il metano è combinato con
carbonile per addizione di un nucleofilo? F2 in presenza di luce?
L’ibridazione non cambia Una lenta reazione esotermica
2 3
Cambia da sp a sp Una lenta reazione endotermica
3
Cambia da sp a sp Nessuna reazione
Cambia da sp a sp3 Una veloce reazione endotermica
Cambia da sp3 a sp2 Una reazione esotermica esplosiva

Quale tra i seguenti composti è il più basico?


4-nitroanilina
4-metossianilina
anilina
4-cloroanilina
Che cosa si ottiene per eliminazione bimolecolare
del 2-bromopentano con ione etossido (in
Quale tra le seguenti espressioni descrive lo etanolo)?
stadio cineticamente determinante della idrolisi Esclusivamente (Z)-2-pentene
del bromuro di terz-butile? Sia (Z)-2-pentene che (E)-2-pentene
Reazione del carbocatione con lo ione con prevalenza del secondo
bromuro Sia (Z)-2-pentene che (E)-2-pentene
Dissociazione dell’alogenuro alchilico con prevalenza del primo
in carbocatione e ione bromuro Esclusivamente (E)-2-pentene
Addizione di acqua al carbocatione Uguali quantità di (E)-2-pentene e (Z)-
Deprotonazione del prodotto di 2-pentene
addizione di acqua al carbocatione
Perdita di acqua dal carbocatione Quale prodotto si forma per reazione del
3-metil-1-butene con BH3 e quindi con NaOH,
H2O2/H2O?
3-pentanolo
2-pentanolo
1-pentanolo
3-metil-2-butanolo
3-metil-1-butanolo

Quale è il gruppo a più elevata priorità nel sistema


R/S?
-CH2CH2OH
-CH2CHO
-CH2OH
-CH2OCH3
-CHO
Compito di Chimica Organica – 19 Febbraio 2008 – A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

Quale prodotto si forma quando l’1-bromopropano Che cosa si ottiene per eliminazione bimolecolare
è utilizzato nella “sintesi acetacetica”? del 2-bromopentano con ione etossido (in
2-eptanone etanolo)?
acido eptanoico Esclusivamente (Z)-2-pentene
2-pentanone Sia (Z)-2-pentene che (E)-2-pentene
2-esanone con prevalenza del secondo
acido esanoico Sia (Z)-2-pentene che (E)-2-pentene
con prevalenza del primo
Come si chiama un composto che presenta il Esclusivamente (E)-2-pentene
doppio legame carbonio-azoto? Uguali quantità di (E)-2-pentene e (Z)-
enammina 2-pentene
ammina
immide Quale prodotto si forma per reazione del
immina 3-metil-1-pentene con BH3 e quindi con NaOH,
ammide H2O2/H2O?
3-esanolo
Cosa succede alla ibridazione del carbonio di un 2-esanolo
carbonile per addizione di un nucleofilo? 1-esanolo
L’ibridazione non cambia 3-metil-2-pentanolo
2 3
Cambia da sp a sp 3-metil-1-pentanolo
3
Cambia da sp a sp
Cambia da sp a sp3 Quale è il gruppo a più elevata priorità nel sistema
Cambia da sp3 a sp2 R/S?
-CH2CH2OH
Quale tra i seguenti composti è il più basico? -CH2CHO
4-nitroanilina -CH2OH
4-metossianilina -CH2OCH3
anilina -CHO
4-cloroanilina
4-toluidina (= 4-metilanilina) Quale tra i seguenti composti ha il carbonio con il
più basso stato (numero) di ossidazione?
Quale è il prodotto principale ottenuto dalla CH4
reazione del seguente composto con metossido di CO2
sodio in metanolo? HCOOH
CH3OH
HCHO
O
2-metossi-2-metil-1-propanolo Quale prodotto si ottiene per condensazione
1-metossi-1-metil-1-propanolo aldolica dell’acetone (considerando anche la
2-metossi-1-metil-2-propanolo disidratazione)?
2-metossi-2-metil-2-propanolo 4-metil-3-penten-2-one
1-metossi-2-metil-2-propanolo 3-metil-3-penten-2-one
2-metil-2,4-pentandiolo
Quanti stereoisomeri (configurazionali) sono 4-metil-4-penten-2-one
possibili per il 2,4-esadiene? (si consideri la 2,4-pentandione
isomeria cis/trans)
1 Quale tipo di composto si ottiene quando un
2 gruppo alcolico secondario di un aldoso reagisce
3 con il proprio gruppo aldeidico? (Si consideri con
4 attenzione il nuovo gruppo funzionale)
5 lattone
emiacetale
acetale
lattame 1,1-dicloro-1-feniletano
etere 1-cloro-2-feniletano
1,1-dicloro-2-feniletano
Quale reagente di Grignard è necessario per
convertire il 2-pentanone in 3-metil-3-esanolo? Quale prodotto si forma per reazione del
bromuro di pentilmagnesio ciclopentano con HBr?
bromuro di etilmagnesio Non avviene alcuna reazione
bromuro di butilmagnesio 3-bromociclopentene
bromuro di propilmagnesio bromociclopentano
bromuro di metilmagnesio ciclopentene
1,2-dibromociclopentano

Quale composto, tra i seguenti, è il più reattivo


nelle sostituzioni elettrofile aromatiche?
feniletano
1-cloro-1-feniletano
Compito di Chimica Organica – 19 Febbraio 2008 – E
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

Quale prodotto si forma quando l’1-bromopropano Che cosa si ottiene per eliminazione bimolecolare
è utilizzato nella “sintesi malonica”? del 2-bromopentano con ione etossido (in
acido pentanoico etanolo)?
acido esanoico Esclusivamente (Z)-2-pentene
2-pentanone Sia (Z)-2-pentene che (E)-2-pentene
2-esanone con prevalenza del secondo
acido butanoico Sia (Z)-2-pentene che (E)-2-pentene
con prevalenza del primo
Come si chiama un composto che presenta il Esclusivamente (E)-2-pentene
gruppo C=C-N? Uguali quantità di (E)-2-pentene e (Z)-
enammina 2-pentene
ammina
immide Quale prodotto si forma quando il
immina 3-metil-1-pentene è sottoposto a
ammide ossimercuriazione-demercuriazione?
3-esanolo
Cosa succede alla ibridazione del carbonio sede 2-esanolo
dell’attacco in una SN2? 1-esanolo
L’ibridazione non cambia 3-metil-2-pentanolo
Cambia da sp2 a sp3 3-metil-1-pentanolo
Cambia da sp3 a sp
Cambia da sp a sp3 Quale è il gruppo a più elevata priorità nel sistema
Cambia da sp3 a sp2 R/S?
-CH2CH2OH
Quale tra i seguenti composti è il più basico? -CH(CH3)2
Acido 4-nitrobenzoico -CH2Cl
Acido 4-metossibenzoico -CH2CH2Br
Acido benzoico -CHO
Acido 4-clorobenzoico
Acido 4-toluico (= ac. 4-metilbenzoico) Quale tra i seguenti composti ha il carbonio con il
più alto stato (numero) di ossidazione?
Quale è il prodotto principale ottenuto dalla CH4
reazione del seguente composto con metanolo in CO2
ambiente acido? HCOOH
CH3OH
HCHO
O
2-metossi-2-metil-1-propanolo Quale prodotto si ottiene per condensazione
1-metossi-1-metil-1-propanolo aldolica del propanale (considerando anche la
2-metossi-1-metil-2-propanolo disidratazione)?
2-metossi-2-metil-2-propanolo 2-metil-2-pentenale
1-metossi-2-metil-2-propanolo 3-metil-3-penten-2-one
2-metil-3-pentenale
Quanti stereoisomeri (configurazionali) sono 4-metil-4-penten-2-one
possibili per il 2,4-eptadiene? (si consideri la 2,4-pentandione
isomeria cis/trans)
1 Quale tipo di composto si ottiene quando un
2 gruppo alcolico secondario di un aldoso reagisce
3 con il proprio gruppo aldeidico? (Si consideri con
4 attenzione il nuovo gruppo funzionale)
5 lattone
emiacetale
acetale
lattame
etere
1-cloro-2-feniletano
Quale reagente di Grignard è necessario per 1,1-dicloro-2-feniletano
convertire il 2-butanone in 3-metil-3-pentanolo?
bromuro di pentilmagnesio Quale prodotto si forma per reazione del
bromuro di etilmagnesio ciclopentano con H2O2?
bromuro di butilmagnesio Non avviene alcuna reazione
bromuro di propilmagnesio 3-ciclopentenolo
bromuro di metilmagnesio ciclopentanolo
ciclopentene
1,2-ciclopentandiolo
Quale composto, tra i seguenti, è il più reattivo
nelle sostituzioni elettrofile aromatiche?
feniletano
1-bromo-1-feniletano
1,1-dibromo-1-feniletano
Compito di Chimica Organica – 21 Aprile 2008 – A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

Una delle seguenti affermazioni riguardanti il Quale tra i seguenti composti non può essere
fruttosio è falsa. Quale? preparato dal cloruro di benzendiazonio?
Presenta un gruppo alcolico primario Toluene
Ha 6 atomi di carbonio Benzonitrile
Presenta tre gruppi alcolici secondari Fenolo
Presenta un gruppo chetonico Bromobenzene
Presenta tre carboni asimmetrici Fluorobenzene

Quale tra i seguenti composti genera una Cosa si ottiene per reazione del nitrobenzene con
enammina per addizione al ciclopentanone? C2H5Cl e AlCl3?
Ammoniaca o-cloronitrobenzene
Ioduro di tetrametilammonio m-cloronitrobenzene
Dietilammina p-cloronitrobenzene
Trietilammina o-cloronitrobenzene e
Metilammina p-cloronitrobenzene
Non avviene nessuna reazione
L’ozonolisi (in condizioni riducenti) di un alchene
fornisce acetaldeide e 3-esanone. Quale è Quale è il prodotto principale della disidratazione
l’alchene di partenza? acido catalizzata del seguente composto?
2-etil-2-esene OH
2-etil-1-pentene
3-metil-2-esene
3-etil-3-esene
3-metil-1,4-cicloesadiene
3-etil-2-esene
4-metil-1,3-cicloesadiene
Quale composto si ottiene attraverso la “sintesi 1-metil-1,4-cicloesadiene
malonica” usando l’1-bromopropano come agente 4-metilencicloesene
alchilante? 1-metil-1,3-cicloesadiene
CH3COOH
CH3(CH2)4COOH Una delle seguenti affermazioni è falsa. Quale?
CH3(CH2)2COOH Tutti i composti con 2 centri di chiralità
CH3(CH2)3COOH hanno più di due stereoisomeri
CH3CH2COOH Tutti i composti con solo un centro di
chiralità hanno due stereoisomeri
Quale tra i seguenti composti è un emiacetale? Tutti i composti con centri di chiralità
CH3CH2CH(OH)OCH3 sono chirali
CH3CH2CH(CH3)2 Una miscela racemica non mostra
rotazione ottica
CH3CH2CH(OH)CH3
Un composto meso non ruota il piano
CH3CH2CH(OCH3)2
di polarizzazione della luce
CH3CH2OCH(OCH3)CH3
Quale dei seguenti composti fornisce un solo
Quale è il corretto ordine di reattività dei derivati
chetone per idroborazione/ossidazione?
acilici nei confronti di un nucleofilo?
3-ottino
Cloruro>anidride>ammide>estere
4-ottino
Cloruro>ammide>anidride>estere
3-eptino
Cloruro>anidride>estere>ammide
2-esino
Cloruro>estere>ammide>anidride
2-pentino
Cloruro>estere>anidride>ammide
Come sono ibridati gli atomi di carbonio del Quale alogenuro alchilico è il più reattivo in una
benzene? reazione E1?
3 carboni sp2 e 3 carboni sp3 2-cloro-2-metilbutano
3 carboni sp e 3 carboni sp2 2-iodo-2-metilbutano
tutti sp3 2-bromo-3-metilbutano
tutti sp 2-bromo-2-metilbutano
tutti sp2 2-iodo-3-metilbutano

Quale è la equazione cinetica della SN2? (Nu: Quale atomo di carbonio viene protonato nel
nucleofilo; L: gruppo uscente) primo passaggio della reazione di
v = k [Nu]2 3-metil-2,4-eptadiene con 1 eq. di HBr? (Nota: la
v = k [RL]2 numerazione è quella prevista dalla IUPAC per la
v = k [Nu] catena principale)
v = k [RL] C-1
v = k [Nu][RL] C-2
C-3
C-4
C-5
Compito di Chimica Organica – 23 Giugno 2008 – A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in HCN? 7. Quale dei seguenti alogenati alchilici è più
Non è ibridato reattivo in una reazione SN1?
sp 2-bromobutano
sp2 bromometano
sp3 2-bromo-2-metilpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale tra le seguenti specie non è nucleofila?
metilammina 8. Quale tra le seguenti è la base più forte?
ione idrossido Ione ioduro
ione bromuro Ione fluoruro
atomo di bromo Ione bromuro
acqua Ione cloruro
Ione idrossido
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi promossa
CH3CH2CH(NHCH2CH3)CH2CH2CH3 dall’idrossido di sodio dell’acetato di etile?
N-metil-2-esanammina Acido acetico e etanolo
N-etil-3-esanammina Acetato di sodio e etanolo
N-(3-esil)etanammina Acido acetico e etossido di sodio
N-etil-2-esanammina Acetato di sodio e etossido di sodio
N-metil-3-esanammina Acido butanoico

4. Si scriva qui di seguito una proiezione di 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
Newman della conformazione gauche del butano più alto stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acido formico
Metanolo
Formaldeide

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


sistemi ciclici a 5 termini?
5. Cosa si forma per addizione di HBr a Pirrolo, tiofene, metilciclopentano
2-metilpropene (in assenza di iniziatori radicalici)? Pirimidina, furano, ciclopentano
(CH3)2CHCH2Br Pirrolo, benzene, piridina
(CH3)2CBr2 Ciclopentadiene, piridina, benzene
CH3CH2CHBrCH3 ciclopentene, furano, cicloesene
(CH3)3CBr
CH3CH2CH2CH2Br 12. Quale tra le seguenti affermazioni riferite al
fruttosio è falsa?
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per E’ chirale
reazione del pentano con Cl2 (in una reazione di E’ un aldoesoso
sostituzione radicalica) sono chirali?
E’ uno zucchero riducente
1
Ha tre gruppi alcolici secondari
2
E’ un monosaccaride
3
4 13. Quale è la equazione cinetica della SN2? (Nu:
0 nucleofilo; L: gruppo uscente)
v = k [Nu]2
v = k [RL]2
v = k [Nu]
v = k [RL]
v = k [Nu][RL]
14. Quale è il prodotto principale della
bromurazione della benzaldeide?
o-bromobenzaldeide
non avviene alcuna reazione
p-bromobenzaldeide
bromuro di benzoile
m-bromobenzaldeide

15. Si rappresenti qui di seguito una proiezione di


Fisher dell’ (R)-2-bromobutano
Compito di Chimica Organica – 23 Giugno 2008 – B
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in HCOOH? 7. Quale dei seguenti alogenati alchilici è più
Non è ibridato reattivo in una reazione SN2?
sp 2-bromobutanoano
sp2 bromometano
sp3 2-bromo-2-metiulpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale tra le seguenti specie non è nucleofila?
metanolo 8. Quale tra le seguenti è la base più debole?
ione idrossido Ione ioduro
dimetilammina Ione fluoruro
ione idronio Ione bromuro
acqua Ione cloruro
Ione idrossido
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi acido
CH3CH(NHCH2CH3)CH2CH2CH3 catalizzata dell’acetato di etile?
N-metil-2-pentanammina Acido acetico e etanolo
N-etil-2-pentanammina Acetato di sodio e etanolo
N-(2-pentil)etanammina Acido acetico e etossido di sodio
N-etil-4-pentanammina Acetato di sodio e etossido di sodio
N-etil-3-esanammina Acido butanoico

4. Si rappresenti qui di seguito la conformazione 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
più stabile del metilcicloesano più basso stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acido formico
Metanolo
Formaldeide

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


sistemi ciclici a 6 termini?
Pirrolo, piridina, metilciclopentano
Pirimidina, furano, ciclopentano
pirimidina, benzene, piridina
5. Cosa si forma per idratazione acido catalizzata Ciclopentadiene, piridina, benzene
del 2-metilpropene? metilcicloesano, furano, cicloesene
(CH3)2CHCH2OH
(CH3)2C(OH)2 12. Quale tra le seguenti affermazioni riferite al
CH3CH2CH(OH)CH3 glucosio è falsa?
(CH3)3COH E’ chirale
CH3CH2CH2CH2OH E’ un aldoesoso
E’ uno zucchero riducente
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Ha tre gruppi alcolici secondari
reazione dell’ esano con Cl2 (in una reazione di E’ un monosaccaride
sostituzione radicalica) sono chirali?
1
2
3
4
0
13. Quale è la equazione cinetica della SN1? (Nu: 14. Quale è il prodotto principale della
nucleofilo; L: gruppo uscente) bromurazione del nitrobenzene?
v = k [Nu]2 o-bromonitrobenzene
v = k [RL]2 non avviene alcuna reazione
v = k [Nu] p-bromonitrobenzene
v = k [RL] anilina
v = k [Nu][RL] m-bromonitrobenzene

15. Si rappresenti qui di seguito l’ (R)-2-


bromobutano con il formalismo dei legami a
cuneo/tratteggio
Compito di Chimica Organica – 23 Giugno 2008 – C
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in HCHO? 7. Quale dei seguenti alogenati alchilici è più
Non è ibridato reattivo in una reazione E2?
sp 2-bromobutanoano
sp2 bromometano
sp3 2-bromo-2-metiulpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale tra le seguenti specie non è nucleofila?
metano 8. Quale tra le seguenti è la base più forte?
ione idrossido Sodio ammide
ione bromuro Fenato sodico (= fenossido di sodio)
metantiolo Butillitio
acqua Acetato di sodio
Idrossido di sodio
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi promossa
CH3CH2CH2CH(OH)CH2CH3 dall’idrossido di sodio dell’acetammide?
4-esanolo Acido acetico e ammoniaca
3-esanolo Acetato di sodio e ammoniaca
4-idrossiesano Acido acetico e sodio ammide
3-idrossiesano Acetato di sodio e sodio ammide
idrossido di esile Acido acetico e idrossido di ammonio

4. Si scriva qui di seguito una proiezione di 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
Newman della conformazione anti del butano più alto stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acido metanoico
Alcol metilico
Metanale

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


eterocicli a 6 termini?
Pirrolo, piridina
Pirimidina, furano
5. Cosa si forma per idroborazione/ossidazione pirimidina, benzene
del 2-metilpropene? piridina, benzene
(CH3)2CHCH2OH metilcicloesano, cicloesene
(CH3)2C(OH)2
CH3CH2CH(OH)CH3 12. Che relazione c’è tra D-fruttosio e L-fruttosio?
(CH3)3COH Sono anomeri
CH3CH2CH2CH2OH Sono epimeri
Sono enantiomeri
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Sono diastereoisomeri
reazione del metilciclopropano con Cl2 (in una Sono isomeri di struttura
reazione di sostituzione radicalica) sono chirali?
1
13. Quale è la equazione cinetica della E2? (B:
2
base; L: gruppo uscente)
3
v = k [B]2
4
v = k [RL]2
0
v = k [B]
v = k [RL]
v = k [B][RL]
14. Quale è il prodotto principale della metilazione 15. Si rappresenti qui di seguito una proiezione di
di Friedel-Crafts del nitrobenzene? Fisher corretta dell’ acido (R)-2-idrossipropanoico
o-nitrotoluene
non avviene alcuna reazione
p-nitrotoluene
toluene
m-nitrotoluene
Compito di Chimica Organica – 23 Giugno 2008 – D
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in CH3OH? 7. Quale dei seguenti alogenati alchilici è più
Non è ibridato reattivo in una reazione E1?
sp 2-bromobutanoano
sp2 bromometano
sp3 2-bromo-2-metiulpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale tra le seguenti specie non è nucleofila?
metilammina 8. Quale tra le seguenti è la base più debole?
ione idrossido Sodio ammide
ione bromuro Fenato sodico (= fenossido di sodio)
sodio ammide Butillitio
acido solforico Acetato di sodio
Idrossido di sodio
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi
CH3CH2CH2CH(COOH)CH2CH3 dell’acetammide catalizzata dall’acido cloridrico?
acido 2-propilbutanoico Acido acetico e ammoniaca
acido 3-esanoico Acetato di sodio e ammoniaca
4-carbossiesano Acido acetico e sodio ammide
3-carbossiesano Acetato di sodio e sodio ammide
acido 2-etilpentanoico Acido acetico e cloruro di ammonio

4. Si rappresenti la conformazione a barca del 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
cicloesano evidenziandone i legami assiali più basso stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acido metanoico
Alcol metilico
Metanale

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


eterocicli a 5 termini?
Pirrolo, piridina
Pirimidina, furano
pirimidina, benzene
piridina, tiofene
5. Cosa si forma per addizione di Br2 al 2- tiofene, furano
metilpropene?
(CH3)2CHCH2Br 12. Che relazione c’è tra α-D-glucosio e β-D-
(CH3)2CBr2 glucosio?
CH3CHBrCHBrCH3 Sono anomeri
(CH3)3CBr Sono epimeri
(CH3)2CBrCH2Br Sono enantiomeri
Sono lo stesso composto
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Sono isomeri di struttura
reazione del 2-metilbutano con Cl2 (in una
reazione di sostituzione radicalica) sono chirali?
1
2
3
4
0
13. Quale è la equazione cinetica della E1? (B: o- e p-dimetilbenzene
base; L: gruppo uscente) non avviene alcuna reazione
v = k [B]2 m-dimetilbenzene
v = k [RL]2 etilbenzene
v = k [B] benzoato di metile
v = k [RL]
v = k [B][RL] 15. Si rappresenti qui di seguito l’acido (R)-2-
idrossipropanoico con il formalismo dei legami a
cuneo/tratteggio
14. Quale è il prodotto principale della metilazione
di Friedel-Crafts del toluene?
Compito di Chimica Organica – 21 Luglio 2008 – A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in HCHO? 7. Quale dei seguenti alogenati alchilici è più
Non è ibridato reattivo in una reazione E2?
sp 2-bromobutanoano
sp2 bromometano
sp3 2-bromo-2-metiulpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale tra le seguenti specie non è nucleofila?
metano 8. Quale tra le seguenti è la base più forte?
ione idrossido Sodio ammide
ione bromuro Fenato sodico (= fenossido di sodio)
metantiolo Butillitio
acqua Acetato di sodio
Idrossido di sodio
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi promossa
CH3CH2CH2CH(OH)CH2CH3 dall’idrossido di sodio dell’acetammide?
4-esanolo Acido acetico e ammoniaca
3-esanolo Acetato di sodio e ammoniaca
4-idrossiesano Acido acetico e sodio ammide
3-idrossiesano Acetato di sodio e sodio ammide
idrossido di esile Acido acetico e idrossido di ammonio

4. Si scriva qui di seguito una proiezione di 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
Newman della conformazione anti del butano più alto stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acido metanoico
Alcol metilico
Metanale

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


eterocicli a 6 termini?
Pirrolo, piridina
Pirimidina, furano
5. Cosa si forma per idroborazione/ossidazione pirimidina, benzene
del 2-metilpropene? piridina, benzene
(CH3)2CHCH2OH metilcicloesano, cicloesene
(CH3)2C(OH)2
CH3CH2CH(OH)CH3 12. Che relazione c’è tra D-fruttosio e L-fruttosio?
(CH3)3COH Sono anomeri
CH3CH2CH2CH2OH Sono epimeri
Sono enantiomeri
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Sono diastereoisomeri
reazione del metilciclopropano con Cl2 (in una Sono isomeri di struttura
reazione di sostituzione radicalica) sono chirali?
1
13. Quale è la equazione cinetica della E2? (B:
2
base; L: gruppo uscente)
3
v = k [B]2
4
v = k [RL]2
0
v = k [B]
v = k [RL]
v = k [B][RL]
14. Quale è il prodotto principale della metilazione 15. Si rappresenti qui di seguito una proiezione di
di Friedel-Crafts del nitrobenzene? Fisher corretta dell’ acido (R)-2-idrossipropanoico
o-nitrotoluene
non avviene alcuna reazione
p-nitrotoluene
toluene
m-nitrotoluene
Compito di Chimica Organica – 21 Luglio 2008 – B
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in CH3OH? 7. Quale dei seguenti alogenati alchilici è più
Non è ibridato reattivo in una reazione E1?
sp 2-bromobutanoano
sp2 bromometano
sp3 2-bromo-2-metiulpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale tra le seguenti specie non è nucleofila?
metilammina 8. Quale tra le seguenti è la base più debole?
ione idrossido Sodio ammide
ione bromuro Fenato sodico (= fenossido di sodio)
sodio ammide Butillitio
acido solforico Acetato di sodio
Idrossido di sodio
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi
CH3CH2CH2CH(COOH)CH2CH3 dell’acetammide catalizzata dall’acido cloridrico?
acido 2-propilbutanoico Acido acetico e ammoniaca
acido 3-esanoico Acetato di sodio e ammoniaca
4-carbossiesano Acido acetico e sodio ammide
3-carbossiesano Acetato di sodio e sodio ammide
acido 2-etilpentanoico Acido acetico e cloruro di ammonio

4. Si rappresenti la conformazione a barca del 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
cicloesano evidenziandone i legami assiali più basso stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acido metanoico
Alcol metilico
Metanale

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


eterocicli a 5 termini?
Pirrolo, piridina
Pirimidina, furano
pirimidina, benzene
piridina, tiofene
5. Cosa si forma per addizione di Br2 al 2- tiofene, furano
metilpropene?
(CH3)2CHCH2Br 12. Che relazione c’è tra α-D-glucosio e β-D-
(CH3)2CBr2 glucosio?
CH3CHBrCHBrCH3 Sono anomeri
(CH3)3CBr Sono epimeri
(CH3)2CBrCH2Br Sono enantiomeri
Sono lo stesso composto
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Sono isomeri di struttura
reazione del 2-metilbutano con Cl2 (in una
reazione di sostituzione radicalica) sono chirali?
1
2
3
4
0
13. Quale è la equazione cinetica della E1? (B: o- e p-dimetilbenzene
base; L: gruppo uscente) non avviene alcuna reazione
v = k [B]2 m-dimetilbenzene
v = k [RL]2 etilbenzene
v = k [B] benzoato di metile
v = k [RL]
v = k [B][RL] 15. Si rappresenti qui di seguito l’acido (R)-2-
idrossipropanoico con il formalismo dei legami a
cuneo/tratteggio
14. Quale è il prodotto principale della metilazione
di Friedel-Crafts del toluene?
Compito di Chimica Organica – 1 Settembre 2008 – A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in C2H2? 7. Quale dei seguenti alogenuri alchilici è il meno
Non è ibridato reattivo in una reazione E2?
sp 2-bromobutano
sp2 2-bromopentano
sp3 2-bromo-2-metilpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale è la specie più nucleofila tra le seguenti?
metano 8. Quale tra le seguenti è la base più forte?
ammoniaca Sodio ammide
etilene Fenato sodico (= fenossido di sodio)
metanolo Metillitio
acqua Acetato di sodio
Idrossido di sodio
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi promossa
CH3CH2CH2CH2CH(OH)CH2CH3 dall’idrossido di sodio dell’acetato di etile?
5-eptanolo Acido acetico e etanolo
3-eptanolo Acetato di sodio e etanolo
5-idrossieptano Acido acetico e sodio etossido
3-idrossieptano Acetato di sodio e sodio etossido
idrossido di sec-eptile Acido acetico e idrossido di sodio

4. Si scriva qui di seguito una proiezione di 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
Newman della conformazione gauche del butano più alto stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acetilene
Etene
Metanale

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


eterocicli a 6 termini?
Tiofene, piridina
Pirimidina, furano
5. Cosa si forma per pirimidina, benzene
ossimercuriazione/demercuriazione del 2- piridina, pirimidina
metilpropene? metilcicloesano, cicloesene
(CH3)2CHCH2OH
(CH3)2C(OH)2 12. Che relazione c’è tra D-fruttosio e L-fruttosio?
CH3CH2CH(OH)CH3 Sono anomeri
(CH3)3COH Sono epimeri
CH3CH2CH2CH2OH Sono enantiomeri
Sono diastereoisomeri
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Sono isomeri di struttura
reazione del butano con Cl2 (in una reazione di
monosostituzione radicalica) sono chirali?
13. Quale è la equazione cinetica della SN2? (Nu:
1
nucleofilo; L: gruppo uscente)
2
v = k [Nu]2
3
v = k [RL]2
4
v = k [Nu]
0
v = k [RL]
v = k [Nu][RL]
15. Si rappresenti qui di seguito una proiezione di
14. Quale è il prodotto principale della acilazione Fisher corretta dell’ acido (R)-2-idrossibutanoico
di Friedel-Crafts con cloruro di acetile del
nitrobenzene?
o-nitroacetofenone
non avviene alcuna reazione
p-nitroacetofenone
acetofenone (= acetilbenzene)
m-nitroacetofenone
Compito di Chimica Organica –1 Settembre 2008 – B
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in HCOOH? 7. Quale dei seguenti alogenuri alchilici è il meno
Non è ibridato reattivo in una reazione E1?
sp 2-bromobutano
sp2 2-bromopentano
sp3 2-bromo-2-metilpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale è la specie più nucleofila tra le seguenti?
metilammina 8. Quale tra le seguenti è la base più debole?
ione idrossido Sodio ammide
ione bromuro Fenato sodico (= fenossido di sodio)
sodio ammide Metillitio
acqua Acetato di sodio
Metossido di sodio
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi dell’acetato di
CH3CH2CH2CH2CH(COOH)CH2CH3 etile catalizzata dall’acido cloridrico?
acido 2-butilbutanoico Acido acetico e etanolo
acido 3-eptanoico Acetato di sodio e etanolo
5-carbossieptano Acido acetico e sodio etossido
3-carbossieptano Acetato di sodio e sodio etossido
acido 2-etilesanoico Acido acetico e cloruro di sodio

4. Si rappresenti la conformazione a sedia del 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
cicloesano evidenziandone i legami assiali più basso stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acetilene
Etilene
Metanale

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


eterocicli a 5 termini?
Pirrolo, piridina
Pirimidina, furano
pirimidina, piridina
piridina, tiofene
5. Cosa si forma per addizione di HBr al 2- tiofene, furano
metilpropene?
(CH3)2CHCH2Br 12. Che relazione c’è tra α-D-glucosio e β-D-
(CH3)2CBr2 glucosio?
CH3CHBrCHBrCH3 Sono anomeri
(CH3)3CBr Sono epimeri
(CH3)2CBrCH2Br Sono enantiomeri
Sono lo stesso composto
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Sono isomeri di struttura
reazione del 2-metilpentano con Cl2 (in una
reazione di sostituzione radicalica) sono chirali?
1
2
3
4
0
13. Quale è la equazione cinetica della SN1? (Nu: o- e p-metilacetofenone
nucleofilo; L: gruppo uscente) non avviene alcuna reazione
v = k [Nu]2 m-metilacetofenone
v = k [RL]2 acetofenone (= acetilbenzene)
v = k [Nu] benzoato di metile
v = k [RL]
v = k [Nu][RL] 15. Si rappresenti qui di seguito l’acido (R)-2-
idrossibutanoico con il formalismo dei legami a
cuneo/tratteggio
14. Quale è il prodotto principale della acilazione
di Friedel-Crafts con cloruro di acetile del toluene?
Compito di Chimica Organica – 22 Settembre 2008 – A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione dei carboni 1 e 3 nel 5. Cosa accade nella seguente reazione se la
seguente composto? concentrazione di NaOCH3 viene raddoppiata?
Cl OCH3
NaOCH3
CH3OH
C1 sp3, C3 sp3 La velocità della reazione raddoppia
C1 sp2, C3 sp3 La velocità della reazione dimezza
C1 sp3, C3 sp2 La velocità della reazione non varia
C1 sp2, C3 sp2 Prevale il prodotto di eliminazione
C1 sp, C3 sp3
6. Quali prodotti si ottengono nel corso della
2. Quale tra le seguenti basi è in grado di seguente reazione?
deprotonare il fenolo (pKa 10) in modo
quantitativo?
I MeOH
(a) sodioammide, (b) idrossido di sodio, (c)
ammoniaca, (d) acetato di sodio
Solo (a)
OMe
Solo (c)
(a) e (b)
(c) e (d) a b c d
Solo (b) a
a+c
3. Quale proiezione di Newman non corrisponde a+b+c+d
al seguente composto (1-cloro-2-metilpropano)? a+c+d
Cl c+d

H MeCl MeH Cl 7. Quale è il nome IUPAC del seguente


Me Me H Me
composto?
H H
Cl H H H H Cl Me H
Me Me
H
a b c H
d OH
a
b
c
4-isopropil-1,1-dimetil-1-pentanolo
d
5-isopropil-1,1-dimetil-2-esanolo
corrispondono tutte
1,1,4,5-tetrametil-1-esanolo
4. Che relazione esiste tra le seguenti strutture? 2,5,6-trimetil-2-eptanolo
O O 5-isopropil-2-metil-2-esanolo

8. Quale/i prodotto/i si forma(no) nella seguente


reazione?
+
OH H3O /H2O
? + H2O
Δ
isomeria strutturale
enantiomeria a b c
diastereoisomeria
identità (stessa molecola) a+b
c
a+c
b+c
b
13. Quale tra i seguenti composti non è un
9. Quale tra i seguenti alcani forma più di un derivato degli acidi carbossilici?
prodotto di monoalogenazione per reazione con O O O O O
Cloro (e Δ oppure hν)?
2,2-dimetilpropano
ciclopropano
a O
b Cl
c dO e NH

etano
2,3-dimetilbutano O
metano a
b
10. Quale tra i seguenti carbocationi è il più c
stabile? d
e
a b c d e 14. Quale è il prodotto principale della seguente
reazione aldolica?
O
a 1) NaOH/H2O
b
?
2) H3O+/Δ
c
d O O O OH O O
e
OH
11. Quale/i è(sono) il/i prodotto/i della seguente
reazione?
a b c d
NO2
a
Br2 b
? c
FeBr3 d
orto e para-bromonitrobenzene a+d
orto e meta-bromonitrobenzene
meta e para-bromonitrobenzene
solo para-bromonitrobenzene 15. Il D-mannosio è l’epimero al C2 del D-
solo meta-bromonitrobenzene glucosio. Quale delle seguenti strutture
rappresenta il β-D-mannosio?
12. Che cosa si ottiene trattando l’alcol benzilico
OHOH H OH
(PhCH2OH) con clorocromato di piridinio (PCC)? HO HO
Benzofenone (= difenilmetanone) H HO
HO OH HO OH
H OH H OH
Acido benzoico H H H H
Benzaldeide
Benzil cloruro a b
Nessuna reazione H OH H OH
HO OH
HO O
OH HO
H HO OH
H OH H H
OH H H H

c d
a
b
c
d
Compito di Chimica Organica – 22 Settembre 2008 – B
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione dell’azoto e carbonio 5. Quale composto di formula generale CH3CH2X


adiacente (C2) nella piridina? può dar luogo efficacemente alla seguente
reazione?
NaCN + CH3CH2X Æ CH3CH2CN + NaX
CH3CH2OH
N CH3CH2F
N sp3, C2 sp3 CH3CH2NH2
N sp2, C2 sp3 CH3CH2I
N sp3, C2 sp2 CH3CH2SH
N sp2, C2 sp2
N sp, C2 sp3 6. In una reazione E2 come viene modificata la
velocità della reazione se la concentrazione del
2. Quale è l’ordine di acidità crescente corretto nucleofilo viene raddoppiata?
per i seguenti composti? La velocità di reazione si raddoppia
OH OH OH OH La velocità di reazione si dimezza
La velocità di reazione si quadrupla
La velocità di reazione non cambia
a b c d 7. Che cosa si ottiene quando l’ (R)-2-butanolo è
trattato con cloruro di p-toluensolfonile (Ts-Cl) ?
NO2 (R)-2-butil tosilato
c<b<a<d (S)-2-butil tosilato
c<a<b<d (±)-2-butil tosilato (ossia racemico)
d<a<b<c (±)-2-butanolo (ossia racemico)
b<a<d<c
b<d<a<c 8. Quale/i prodotto/i si forma(no) nella seguente
reazione?
Et
3. Quale delle seguenti strutture corrisponde al H3O+/H2O
trans-1,2-dimetilcicloesano? OH ? + H2 O
Δ

a b c d a b c
esclusivamente a
a+b
a
a+b+c
b
b+c
c
esclusivamente b
d
nessuna 9. Quale è il prodotto principale della reazione del
2-metilbutano con Br2/hν?
4. Quale è il nome IUPAC del seguente 1-bromo-2-metilbutano
composto?
2-bromo-2-metilbutano
Br Br 2-bromo-3-metilbutano
1-bromo-3-metilbutano
Non avviene alcuna reazione
(3R,5S)-dibromoesano
(2R,4R)-dibromoesano
(2R,4S)-dibromoesano
(2S,4R)-dibromoesano
(3R,5R)-dibromoesano
d<b<c<a
10. Quale tra i seguenti carbocationi è il meno b<c<a<d
stabile?
14. Quale è il prodotto della seguente addizione
a b c d e aldolica?
O
NaOH/H2O
a
?
b HO
OH
HO
c HO
O
d O
O O
e
a b c d
11. Quale/i è(sono) il/i prodotto/i della seguente a
reazione? b
Br c
d
Br2 a+d
?
FeBr3 15. Il D-galattosio è l’epimero al C4 del D-
orto e para-dibromobenzene glucosio. Quale delle seguenti strutture
orto e meta-dibromobenzene rappresenta il β-D-galattosio?
meta e para-dibromobenzene
OHOH H OH
solo para-dibromobenzene
HO HO
solo meta-dibromobenzene H HO
HO OH HO OH
H OH H OH
H H H H
12. Quale composto fornisce per ozonolisi
acetaldeide e benzofenone (= difenilmetanone)?
1,2-difenilpropene
a b
1,1-difenilpropene H OH H OH
2-fenil-2-esene HO OH
O
HO HO
1,2-difenil-2-esene H
H
OH HO OH
OH H H
1,1-difenil-1-esene OH H H H

13. Mettere in ordine di reattività crescente i c d


seguenti derivati degli acidi carbossilici. a
O O O O O
b
O O N Br c
a b c H d d
a<b<c<d
c<b<a<d
a<b<d<c
Compito di Chimica Organica – 26 Novembre 2008 – FUORI CORSO
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : __________________ Anno di frequenza: 2007 2006 2005 <2005

1. Quale è la ibridazione del carbonio in C2H2? 7. Quale dei seguenti alogenuri alchilici è il meno
Non è ibridato reattivo in una reazione E2?
sp 2-bromobutano
sp2 2-bromopentano
sp3 2-bromo-2-metilpropano
s 2-bromopropano
1-bromopropano
2. Quale è la specie più nucleofila tra le seguenti?
metano 8. Quale tra le seguenti è la base più forte?
ammoniaca Sodio ammide
etilene Fenato sodico (= fenossido di sodio)
metanolo Metillitio
acqua Acetato di sodio
Idrossido di sodio
3. Quale è un nome corretto per il seguente
composto? 9. Quali sono i prodotti della idrolisi promossa
CH3CH2CH2CH2CH(OH)CH2CH3 dall’idrossido di sodio dell’acetato di etile?
5-eptanolo Acido acetico e etanolo
3-eptanolo Acetato di sodio e etanolo
5-idrossieptano Acido acetico e sodio etossido
3-idrossieptano Acetato di sodio e sodio etossido
idrossido di sec-eptile Acido acetico e idrossido di sodio

4. Si scriva qui di seguito una proiezione di 10. In quale dei seguenti composti il carbonio ha il
Newman della conformazione gauche del butano più alto stato di ossidazione?
Metano
Anidride carbonica
Acetilene
Etene
Metanale

11. Quale tra le seguenti serie è costituita solo da


eterocicli a 6 termini?
Tiofene, piridina
Pirimidina, furano
5. Cosa si forma per pirimidina, benzene
ossimercuriazione/demercuriazione del 2- piridina, pirimidina
metilpropene? metilcicloesano, cicloesene
(CH3)2CHCH2OH
(CH3)2C(OH)2 12. Che relazione c’è tra D-fruttosio e L-fruttosio?
CH3CH2CH(OH)CH3 Sono anomeri
(CH3)3COH Sono epimeri
CH3CH2CH2CH2OH Sono enantiomeri
Sono diastereoisomeri
6. Quanti degli isomeri di struttura ottenuti per Sono isomeri di struttura
reazione del butano con Cl2 (in una reazione di
monosostituzione radicalica) sono chirali?
13. Quale è la equazione cinetica della SN2? (Nu:
1
nucleofilo; L: gruppo uscente)
2
v = k [Nu]2
3
v = k [RL]2
4
v = k [Nu]
0
v = k [RL]
v = k [Nu][RL]
15. Si rappresenti qui di seguito una proiezione di
14. Quale è il prodotto principale della acilazione Fisher corretta dell’ acido (R)-2-idrossibutanoico
di Friedel-Crafts con cloruro di acetile del
nitrobenzene?
o-nitroacetofenone
non avviene alcuna reazione
p-nitroacetofenone
acetofenone (= acetilbenzene)
m-nitroacetofenone
Prova scritta di Chimica Organica – 16 Dicembre 2008 - A
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : ___________________________ Anno di frequenza: 2007 <2007

Per ogni risposta corretta +2, per ogni risposta errata –1


Punteggio minimo per essere ammessi all’orale 16/30

1. Quale è l’acido più forte? 7. Quale tra i seguenti composti è il più reattivo in una
HF eliminazione bimolecolare di deidroalogenazione?
CH3COOH 2-bromo-4-ottene
Ph-OH 7-bromo-3-ottene
CF3COOH 7-bromo-2-ottene
HI 7-bromo-1-ottene
8-bromo-1-ottene
2. Quale tra le seguenti è una ammina secondaria?
Etilmetilammina 8. Quale tra i seguenti composti non può essere
Isopropilammina preparato per sostituzione elettrofila aromatica del
Metilammina benzene?
Trimetilammina toluene
Terz-butilammina 2-fenilbutano
acido benzensolfonico
3. Quanti stereoisomeri sono possibili per il 2,4- bromobenzene
eptadiene? fluorobenzene
1
2 9. Quale tra le seguenti coppie di nomi non si riferisce
3 allo stesso composto?
4 Etanammide / acetammide
5 4-bromobutanammide /
γ-bromobutirammide
4. Cosa si ottiene per reazione del 2-pentino con sodio acido formico / acido etanoico
(in ammoniaca liquida)? etilacetato / etanoato di etile
cis-2-pentene acetone / propanone
trans-2-pentene
1-pentene 10. In quale dei seguenti composti il C ha il più basso
cis-2-pentene e trans-2-pentene in stato di ossidazione?
quantità equivalente CH4
pentano CO2
HCOOH
5. Quanti isomeri di struttura possono essere ottenuti CH3OH
per reazione dell’esano con Cl2 (in una reazione di HCHO
sostituzione radicalica)?
2 11. Quale è il prodotto di addizione aldolica del
3 propanale?
4 2-metil-3-idrossipentanale
5 4-idrossiesanale
6 3-idrossiesanale
2-metil-4-idrossipentanale
6. Quale tra le seguenti affermazioni è falsa? Gli 4-idrossi-3-esanone
alogenuri alchilici primari per reazione con …
- 12. Che relazione c’è tra β-D-glucosio e β-D-galattosio?
… RS formano tioli
- Sono anomeri
… RO formano eteri Sono epimeri
-
… NH2 formano ammine Sono enantiomeri
- Sono isomeri di struttura
… RCC formano alchini
- Sono sinonimi
… OH formano alcoli
13. Quale alchene forma come prodotti di ozonolisi (in 15. Quale è il prodotto principale di β-eliminazione
condizioni riducenti) acetone e acetaldeide? (promossa da etossido di sodio) del 3-bromo-2-
2-metil-1-butene metilpentano?
2-metil-2-butene
3-metil-1-butene
1-pentene
2-pentene

14. I valori di pKa dei gruppi ionizzabili dell’α-


amminoacido cisteina (catena laterale: -CH2-SH) sono:
2,05 (-COOH), 8,00 (-SH) e 10,25 (-NH3+). Quale è la
specie prevalente a pH=9?
dicatione
catione
molecola neutra (zwitterione)
anione
dianione
Prova scritta di Chimica Organica – 16 Dicembre 2008 - B
COGNOME: ____________________________ Nome: ____________________________

Matr. N. : ___________________________ Anno di frequenza: 2007 <2007

Per ogni risposta corretta +2, per ogni risposta errata –1


Punteggio minimo per essere ammessi all’orale 16/30

1. Quale è l’acido più debole? 7. Quale tra i seguenti composti è il più reattivo in una
HF eliminazione bimolecolare di deidroalogenazione?
CH3COOH 4-bromo-1-ottene
Ph-OH 5-bromo-1-ottene
CF3COOH 6-bromo-1-ottene
HI 7-bromo-1-ottene
8-bromo-1-ottene
2. Quale tra le seguenti è una ammina terziaria?
Etilmetilammina 8. Quale tra i seguenti composti non può essere
Isopropilammina preparato dal cloruro di benzendiazonio?
Metilammina toluene
Trimetilammina benzonitrile
Terz-butilammina fenolo
bromobenzene
3. Quanti stereoisomeri sono possibili per l’ 1,3- fluorobenzene
eptadiene?
1 9. Quale tra le seguenti coppie di nomi non si riferisce
2 allo stesso composto?
3 Etanammide / acetammide
4 4-bromobutanammide /
5 γ-bromobutirammide
acido formico / acido butanoico
4. Cosa si ottiene per reazione del 2-pentino con H2 in etilacetato / etanoato di etile
presenza del catalizzatore di Lindlar? butanale / aldeide butirrica
cis-2-pentene
trans-2-pentene 10. In quale dei seguenti composti il C ha il più alto
1-pentene stato di ossidazione?
cis-2-pentene e trans-2-pentene in CH4
quantità equivalente CO2
pentano HCOOH
CH3OH
5. Quanti isomeri di struttura possono essere ottenuti HCHO
per reazione del 3-metilpentano con Cl2 (in una
reazione di sostituzione radicalica)? 11. Quale è il prodotto di condensazione di Claisen del
2 propanoato di etile?
3 2-metil-3-ossopentanoato di etile
4 2-metil-4-ossopentanoato di etile
5 4-ossoesanoato di etile
6 3-ossoesanoato di etile
2-ossoesanoato di etile
6. Quale tra le seguenti affermazioni è falsa? Gli
alogenuri alchilici primari per reazione con … 12. Che relazione c’è tra β-D-glucosio e α-D-glucosio?
- Sono anomeri
… RS formano solfuri
- Sono epimeri
… RO formano eteri
- Sono enantiomeri
… NH2 formano ammine Sono isomeri di struttura
- Sono sinonimi
… RCC formano alcheni
-
… OH formano alcoli
13. Quale alchene forma come prodotto di ozonolisi (in 15. Quale è il prodotto principale di β-eliminazione di
condizioni riducenti) esclusivamente acetone (come Hofmann del seguente sale di ammonio?
unico composto organico)?
2-metil-2-pentene N
2,3-dimetil-2-butene OH
2-metil-1-pentene
2-metil-3-pentene
3-esene

14. I valori di pKa dei gruppi ionizzabili dell’α-


amminoacido cisteina (catena laterale: -CH2-SH) sono:
2,05 (-COOH), 8,00 (-SH) e 10,25 (-NH3+). Quale è la
specie prevalente a pH=5?
dicatione NHCH3
catione
molecola neutra (zwitterione)
anione NH2
dianione
Prova scritta di Chimica Organica del 28/1/2011 – Compito A Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente O


molecola. Evidenziare la catena principale e la
corretta numerazione della stessa. La molecola
presenta dei centri di chiralità o elementi di
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri (4) Come si può ottenere il feniletene a partire dal
sono possibili per una struttura con la connettività benzene? Si rappresentino i passaggi chiave e i
riportata? reattivi necessari. Si commenti brevemente la
Br CHO sequenza delle reazioni. (Attenzione: la
trasformazione richiede la successione di diverse
reazioni).

(5) Si rappresenti la formula di struttura della


OH
specie presente in maggior concentrazione (ossia
si rappresenti correttamente lo stato di
(2) Scrivere il prodotto di di-ossidrilazione e di
ionizzazione dei gruppi ionizzabili)
addizione di bromo del seguente composto (quale
dell’amminoacido L-Lisina a pH 7. L’ α-
è il suo nome IUPAC?). Si indichino i reagenti
amminoacido in questione ha come catena
necessari per le due reazioni. Nello scrivere i
laterale il gruppo –CH2-CH2-CH2-CH2-NH2 e i pKa
prodotti si faccia attenzione agli aspetti
dei gruppi ionizzabili sono: -COOH 2,18; α-NH3+
stereochimici, regiochimici o alla possibilità di
8,95; Catena laterale (…-NH3+): 10,53
trasposizioni, se rilevanti.
(6) Il seguente composto è il prodotto di una
reazione di addizione aldolica. Quale è il
composto di partenza e in quali condizioni si
forma il prodotto? Si illustrino i passaggi del
meccanismo di reazione.
(3) Sfruttando una reazione di sostituzione CHO
nucleofila si indichi come può essere ottenuto il
seguente composto. Si rappresenti lo schema di
reazione riportando i reattivi necessari e
precisando il meccanismo della reazione.
OH
Prova scritta di Chimica Organica del 28/1/2011 – Compito B Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente


molecola. Evidenziare la catena principale e la (4) Come si può ottenere il fenolo a partire dal
corretta numerazione della stessa. La molecola benzene? Si rappresentino i passaggi chiave e i
presenta dei centri di chiralità o elementi di reattivi necessari. Si commenti brevemente la
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li sequenza delle reazioni. (Attenzione: la
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri trasformazione richiede la successione di diverse
sono possibili per una struttura con la connettività reazioni)
riportata?
OH O (5) Si rappresenti la formula di struttura della
specie presente in maggior concentrazione (ossia
si rappresenti correttamente lo stato di
ionizzazione dei gruppi ionizzabili)
dell’amminoacido L-Lisina a pH 12. L’ α-
amminoacido in questione ha come catena
(2) Scrivere il prodotto di epossidazione e di laterale il gruppo –CH2-CH2-CH2-CH2-NH2 e i pKa
addizione di acido bromidrico del seguente dei gruppi ionizzabili sono: -COOH 2,18; α-NH3+
composto (quale è il suo nome IUPAC?). Si 8,95; Catena laterale (…-NH3+): 10,53
indichino i reagenti necessari per le due reazioni.
Nello scrivere il prodotto si faccia attenzione agli
(6) Il seguente composto è il prodotto di una
aspetti stereochimici, regiochimici o alla possibilità
reazione di condensazione di Claisen. Quale è il
di trasposizioni, se rilevanti.
composto di partenza e in quali condizioni si
forma il prodotto? Si illustrino i passaggi del
meccanismo di reazione.

COOC 2H5

(3) Sfruttando una reazione di sostituzione


nucleofila si indichi come può essere ottenuto il
seguente composto partendo dal propino. Si O
rappresenti lo schema di reazione riportando i
reattivi necessari e precisando il meccanismo
della reazione.
Prova scritta di Chimica Organica del 28/1/2011 – Compito C Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente


molecola. Evidenziare la corretta numerazione
della catena di atomi di carbonio. Ad ogni centro
di chiralità presente si attribuisca il corretto
descrittore di configurazione (specificando la O
priorità relativa dei gruppi). Quanti stereoisomeri
sono possibili (compreso quello sottoriportato)? (4) Prevedete il prodotto o i prodotti di
O (mono)nitrazione del seguente composto e
motivate sinteticamente la risposta (illustrate
Br l’effetto orientante dei gruppi presenti)

O
OH

(5) Si rappresenti la formula di struttura della


(2) Da quali alcheni possono essere ottenuti i specie presente in maggior concentrazione (ossia
seguenti composti? Mediante quali reazioni (quali si rappresenti correttamente lo stato di
reattivi sono necessari?)? Nello scrivere i ionizzazione dei gruppi ionizzabili)
composti di partenza si faccia attenzione agli dell’amminoacido L-Tirosina a pH 7. L’ α-
aspetti stereochimici, regiochimici o alla possibilità amminoacido in questione ha come catena
di trasposizioni, se rilevanti. Si commenti laterale il gruppo sotto riportato e i pKa dei gruppi
brevemente. ionizzabili sono: -COOH 2,20; α-NH3+ 9,11;
OH Catena laterale (…-OH): 10,07

OH
OH R= OH
(1) (2)

(6) Realizzate la sintesi del seguente composto a


(3) Scrivere il prodotto della reazione del partire dall’estere malonico (si rappresentino i
seguente epossido con CH3MgBr (e successiva passaggi chiave e i reattivi coinvolti)
aggiunta di H+/H2O). Si faccia attenzione agli O
aspetti stereochimici o regiochimici, se rilevanti, e
si precisi il meccanismo della reazione. Quale è il
nome IUPAC del prodotto finale? OH
Prova scritta di Chimica Organica del 28/1/2011 – Compito D Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente (4) Prevedete il prodotto di (mono)nitrazione del
molecola. Evidenziare la catena principale e la seguente composto e motivate sinteticamente la
corretta numerazione della stessa. Ad ogni centro risposta (illustrate l’effetto orientante dei gruppi
di chiralità presente si attribuisca il corretto presenti)
descrittore di configurazione (specificando la
priorità relativa dei gruppi). Quanti stereoisomeri O
sono possibili (compreso quello sottoriportato)? O

NH2
(5) Si rappresenti la formula di struttura della
(2) Da quali alcheni possono essere ottenuti i specie presente in maggior concentrazione (ossia
seguenti composti? Mediante quali reazioni (quali si rappresenti correttamente lo stato di
reattivi sono necessari?)? Nello scrivere i ionizzazione dei gruppi ionizzabili)
composti di partenza si faccia attenzione agli dell’amminoacido L-Tirosina a pH 7. L’ α-
aspetti stereochimici, regiochimici o alla possibilità amminoacido in questione ha come catena
di trasposizioni, se rilevanti. Si commenti laterale il grupposotto riportato e i pKa dei gruppi
brevemente. ionizzabili sono: -COOH 2,20; α-NH3+ 9,11;
OH Catena laterale (…-OH): 10,07
OH
Br
R= OH
(2)
(1)

(6) Realizzate la sintesi del seguente composto a


(3) Scrivere il prodotto della reazione del
partire dall’estere acetacetico (si rappresentino i
seguente epossido con metanolo in ambiente
passaggi chiave e i reattivi coinvolti)
acido (acido solforico). Si faccia attenzione agli
aspetti stereochimici o regiochimici, se rilevanti, e O
si precisi il meccanismo della reazione. Quale è il
nome IUPAC del prodotto finale?

O
Prova scritta di Chimica Organica del 16/2/2011 – Compito A Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente molecola di partenza e dei prodotti finali
molecola. Evidenziare la catena principale e la (trascurando i descrittori stereochimici).
corretta numerazione della stessa. La Br
molecola presenta dei centri di chiralità o
elementi di stereoisomeria geometrica? In
caso affermativo li si evidenzi opportunamente.
Quanti stereoisomeri sono possibili per una
struttura con la connettività riportata? Se ne
rappresenti uno in particolare e se ne indichino (4) La preparazione del m-clorofenolo prevede
gli appropriati descrittori di configurazione l’uso di un sale di diazonio come intermedio.
giustificando la attribuzione. Indicate una sequenza sintetica conveniente (e
OH i reattivi necessari) a partire dal benzene. Si
commenti brevemente la sequenza delle
reazioni. (Attenzione: la trasformazione
richiede la successione di diverse reazioni).

OH (5) Si rappresenti la struttura lineare (Fisher) e


ciclica (Haworth o conformazionale) del D-
(2) Da quale alchino può essere ottenuto con glucosio (anomero β nella struttura ciclica) e il
buona regioselettività il seguente composto (si prodotto che si ottiene trattandolo con NaBH4.
riporti struttura e nome IUPAC)? Mediante Si commenti brevemente la reazione.
quale reazione (quali reattivi sono
necessari?)? Si commenti brevemente la
trasformazione. (6) Quale è il prodotto principale della seguente
reazione? Si commenti brevemente il
meccanismo di reazione. (Fate attenzione alla
natura dei reattivi indicati!)
O
O
(3) Si rappresentino tutti i possibili prodotti di Br2 / OH-
eliminazione E2 a partire dal seguente
alogenuro alchilico e si indichi quello
predominante. Si scriva il nome IUPAC della
Prova scritta di Chimica Organica del 16/2/2011 – Compito B Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente Br


molecola. Evidenziare la catena principale e la
Br
corretta numerazione della stessa. La
molecola presenta dei centri di chiralità o
elementi di stereoisomeria geometrica? In
caso affermativo li si evidenzi opportunamente.
Quanti stereoisomeri sono possibili per una
struttura con la connettività riportata? Se ne
rappresenti uno in particolare e se ne indichino
(4) La preparazione del m-clorobenzonitrile
gli appropriati descrittori di configurazione
prevede l’uso di un sale di diazonio come
giustificando la attribuzione.
intermedio. Indicate una sequenza sintetica
conveniente (e i reattivi necessari) a partire dal
CHO benzene. Si commenti brevemente la
sequenza delle reazioni. (Attenzione: la
trasformazione richiede la successione di
diverse reazioni).
(2) Da quale alchino può essere ottenuto il
seguente composto (si riporti struttura e nome (5) Si rappresenti la struttura lineare (Fisher) e
IUPAC)? Mediante quale reazione (quali ciclica (Haworth o conformazionale) del D-
reattivi sono necessari?)? Nello scrivere il galattosio (anomero β nella struttura ciclica) e
composto di partenza si faccia attenzione agli il prodotto che si ottiene trattandolo con
aspetti regiochimici. Si commenti brevemente Etanolo/H+. Si commenti brevemente la
la trasformazione. reazione.
O
(6) Quale è il prodotto principale della seguente
(3) Si rappresentino i possibili prodotti di reazione? Si commenti brevemente il
eliminazione E2 a partire dai seguenti meccanismo di reazione. (Fate attenzione alla
alogenuri alchilici e si indichino quelli natura dei reattivi indicati!)
predominanti. Si commenti la risposta data.
O
Br2 / H+
Prova scritta di Chimica Organica del 16/2/2011 – Compito C Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente possibilità di trasposizioni, se rilevanti. Si


molecola. Evidenziare la catena principale e la rappresentino i diversi passaggi del
corretta numerazione della stessa. La meccanismo di reazione e si commenti
molecola presenta dei centri di chiralità o brevemente la trasformazione.
elementi di stereoisomeria geometrica? In OH
caso affermativo li si evidenzi opportunamente.
Quanti stereoisomeri sono possibili per una
struttura con la connettività riportata? Se ne
rappresenti uno in particolare e se ne indichino
gli appropriati descrittori di configurazione (4) Come si può ottenere il cloruro di benzile a
giustificando la attribuzione. partire dal benzene? Si rappresentino i
passaggi chiave e i reattivi necessari. Si
commenti brevemente
O

(5) Si rappresenti la struttura ciclica (Haworth o


(2) Da quale alchene si ottiene esclusivamente il conformazionale) degli anomeri β dei seguenti
seguente composto (si riporti struttura e nome composti e si dica se sono “riducenti” o “non
IUPAC)? Mediante quali reazioni (quali reattivi riducenti” il reattivo di tollens (si commenti
sono necessari?)? Nello scrivere i composti di brevemente la risposta):
partenza si faccia attenzione agli aspetti
stereochimici, regiochimici o alla possibilità di D-glucosio e il suo metil glicoside (ovvero
trasposizioni, se rilevanti. Si commenti l’acetale con metanolo)
brevemente la trasformazione.
(6) Quale è il prodotto principale della seguente
reazione? Si commenti brevemente il
OH meccanismo di reazione
O
(3) Scrivere il prodotto (prevalente) di C2H5O-
disidratazione del seguente alcol (quale è il
suo nome IUPAC?). Si faccia attenzione agli O
aspetti stereochimici, regiochimici o alla
Prova scritta di Chimica Organica del 16/2/2011 – Compito D Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente diversi passaggi del meccanismo di reazione e
molecola. Evidenziare la catena principale e la si commenti brevemente la trasformazione.
corretta numerazione della stessa. La
molecola presenta dei centri di chiralità o
elementi di stereoisomeria geometrica? In
caso affermativo li si evidenzi opportunamente.
Quanti stereoisomeri sono possibili per una
struttura con la connettività riportata? Se ne OH
rappresenti uno in particolare e se ne indichino
gli appropriati descrittori di configurazione (4) Come si può ottenere l’acido benzoico a partire
giustificando la attribuzione. dal benzene? Si rappresentino i passaggi
COOH chiave e i reattivi necessari. Si commenti
brevemente.

(5) Si rappresenti la struttura ciclica (Haworth o


conformazionale) degli anomeri β dei seguenti
(2) Da quale alchene si ottiene il seguente composti e i dica se sono “riducenti” o “non
composto (si riporti struttura e nome IUPAC)? riducenti” il reattivo di tollens (si commenti
Mediante quali reazioni (quali reattivi sono brevemente la risposta):
necessari?)? Nello scrivere i composti di
partenza si faccia attenzione agli aspetti D-galattosio e il suo metil glicoside (ovvero
stereochimici, regiochimici o alla possibilità di l’acetale con metanolo)
trasposizioni, se rilevanti. Si commenti
brevemente la trasformazione. (6) Quale è il prodotto principale della seguente
reazione? Si commenti brevemente il
Br meccanismo di reazione

OH-
(3) Scrivere il prodotto principale di disidratazione
del seguente alcol (quale è il suo nome O
IUPAC?). Si faccia attenzione agli aspetti
stereochimici, regiochimici o alla possibilità di
trasposizioni, se rilevanti. Si rappresentino i
Prova scritta di Chimica Organica del 3/5/2011 – Compito A Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente


molecola. Evidenziare la catena principale e la
corretta numerazione della stessa. La molecola
presenta dei centri di chiralità o elementi di
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri
sono possibili per una struttura con la connettività (4) Come si può ottenere l’ 1-bromo-1-feniletano a
riportata? Se ne rappresenti uno in particolare e di partire dal benzene? Si rappresentino i passaggi
questo si indichi il descrittore di configurazione chiave e i reattivi necessari. Si commenti
(R/S) di uno degli stereocentri. brevemente la sequenza delle reazioni.
(Attenzione: la trasformazione richiede la
Br
successione di diverse reazioni).

NH 2 (5) Si rappresenti la proiezione di Fisher della


specie zwitterionica dell’amminoacido L-alanina.
Br L’ α-amminoacido in questione ha come catena
laterale il gruppo –CH3. Dello stesso amminoacido
(2) Scrivere il prodotto di di-ossidrilazione e di si rappresenti anche la rappresentazione
addizione di bromo del seguente composto (quale linea/angolo con la corretta rappresentazione
è il suo nome IUPAC?). Si indichino i reagenti dello stereocentro.
necessari per le due reazioni e si riporti, se noto, il
meccanismo. (6) Il seguente composto è il prodotto di una
reazione di addizione aldolica. Quale è il
composto di partenza e in quali condizioni si
forma il prodotto? Si illustrino i passaggi del
meccanismo di reazione.
CHO
(3) Sfruttando una reazione di eliminazione si
indichi come può essere ottenuto il seguente
composto. Si rappresenti lo schema di reazione
riportando i reattivi necessari e precisando il OH
meccanismo della reazione.
Prova scritta di Chimica Organica del 3/5/2011 – Compito B Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente


molecola. Evidenziare la catena principale e la
corretta numerazione della stessa. La molecola
presenta dei centri di chiralità o elementi di
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri
sono possibili per una struttura con la connettività (4) Come si può ottenere l’acido benzoico a
riportata? Se ne rappresenti uno in particolare e di partire dal benzene? Si rappresentino i passaggi
questo si indichi il descrittore di configurazione chiave e i reattivi necessari. Si commenti
(R/S) di uno degli stereocentri. brevemente la sequenza delle reazioni.
(Attenzione: la trasformazione richiede la
OH successione di diverse reazioni)

(5) Si rappresenti la proiezione di Fisher della


specie zwitterionica dell’amminoacido L-leucina.
L’ α-amminoacido in questione ha come catena
laterale il gruppo isobutile. Dello stesso
(2) Scrivere il prodotto di epossidazione e di amminoacido si rappresenti anche la
addizione di acido bromidrico del seguente rappresentazione linea/angolo con la corretta
composto (quale è il suo nome IUPAC?). Si rappresentazione dello stereocentro.
indichino i reagenti necessari per le due reazioni.
Nello scrivere il prodotto si faccia attenzione agli (6) Il seguente composto è il prodotto di una
aspetti stereochimici, regiochimici o alla possibilità reazione di condensazione di Claisen. Quale è il
di trasposizioni, se rilevanti. composto di partenza e in quali condizioni si
forma il prodotto? Si illustrino i passaggi del
meccanismo di reazione.

COOC2H5

(3) Sfruttando una reazione di eliminazione si


indichi come può essere ottenuto il seguente
composto. Si rappresenti lo schema di reazione
O
riportando i reattivi necessari e precisando il
meccanismo della reazione.
Prova scritta di Chimica Organica del 3/5/2011 – Compito C Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente meccanismo della reazione. Quale è il nome
molecola. Evidenziare la corretta numerazione IUPAC del prodotto finale?
degli atomi di carbonio. Ad ogni centro di chiralità
presente si attribuisca il corretto descrittore di
configurazione (specificando la priorità relativa dei (4) Prevedete il prodotto o i prodotti di
gruppi). Quanti stereoisomeri sono possibili (mono)nitrazione del seguente composto e
(compreso quello sottoriportato)? motivate sinteticamente la risposta (illustrate
O mediante le opportune strutture l’effetto orientante
dei gruppi presenti)
Br
Br O

(5) Si rappresenti una formula di struttura del β-D-


glucosio e della forma aciclica con cui è in
(2) Da quali alcheni possono essere ottenuti i equilibrio. Quale è il prodotto che si ottiene per
seguenti composti? Mediante quali reazioni (quali reazione con metanolo in ambiente acido?
reattivi sono necessari?)? Nello scrivere i
composti di partenza si faccia attenzione agli
aspetti stereochimici, regiochimici o alla possibilità
di trasposizioni, se rilevanti. Si rappresenti il
(6) Realizzate la sintesi del seguente composto a
meccanismo di reazione.
partire dall’estere malonico (si rappresentino i
Br passaggi chiave e i reattivi coinvolti)
OH O

OH
(1) (2) OH

(3) Scrivere il prodotto della reazione del


butanoato di etile con due equivalenti di CH3MgBr
(e successiva aggiunta di H+/H2O). Si illustri il
Prova scritta di Chimica Organica del 3/5/2011 – Compito D Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente (4) Prevedete il prodotto di (mono)nitrazione del
molecola. Evidenziare la corretta numerazione seguente composto e motivate sinteticamente la
degli atomi di carbonio. Ad ogni centro di chiralità risposta (illustrate mediante le opportune strutture
presente si attribuisca il corretto descrittore di l’effetto orientante dei gruppi presenti)
configurazione (specificando la priorità relativa dei O
gruppi). Quanti stereoisomeri sono possibili
(compreso quello sottoriportato)? N O
O

(5) Si rappresenti una formula di struttura del β-D-


NH2 galattosio e della forma aciclica con cui è in
equilibrio. Quale è il prodotto che si ottiene per
(2) Da quali alcheni possono essere ottenuti i reazione con H2/Pt?
seguenti composti? Mediante quali reazioni (quali
reattivi sono necessari?)? Nello scrivere i
composti di partenza si faccia attenzione agli
aspetti regiochimici o alla possibilità di (6) Realizzate la sintesi del seguente composto a
trasposizioni, se rilevanti. Si rappresenti il partire dall’estere acetacetico (si rappresentino i
meccanismo di reazione. passaggi chiave e i reattivi coinvolti)
OH O

Br
(2)
(1)

(3) Scrivere il prodotto della reazione della


formaldeide con CH3MgBr (e successiva aggiunta
di H+/H2O). Si illustri il meccanismo della reazione.
Quale è il nome IUPAC del prodotto finale?
Prova scritta di Chimica Organica del 16/6/2011 – Compito A Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente b) HI (a caldo)


molecola. Evidenziare la catena principale e la c) PBr3
corretta numerazione della stessa. La molecola d) SOCl2 (in piridina)
presenta dei centri di chiralità o elementi di e) K2Cr2O7, H2SO4, H2O (a caldo)
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri (4) Prevedete quale sarà il prodotto o i prodotti
sono possibili per una struttura con la connettività principali della reazione di ciascun composto sotto
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S riportato con HNO3/H2SO4. Si commenti l’effetto
ad uno dei centri di chiralità (se presenti) orientante dei sostituenti.
illustrando il processo logico adottato.
OCH3 NO2 CH3
CHO
CH3
Br
NO2
(2) La reazione del 2-metil-2-pentene con
ciascuno dei seguenti reagenti è regioselettiva. OH
Disegnare le formule di struttura del prodotto di
ciascuna reazione e dare una spiegazione della (5) Si rappresentino le proiezioni di Fisher dei
regioselettività osservata illustrando il composti che si ottengono nella reazione del D-
meccanismo di reazione, se noto. glucosio con i seguenti reagenti e si dica se i
a) HI prodotti ottenuti sono otticamente attivi o meno.
b) H2O in presenza di H2SO4 a) NaBH4 in H2O
c) Br2 in H2O b) HNO3 a caldo
c) Br2/H2O
(3) Scrivere le equazioni per le reazioni dell’1-
butanolo con i reagenti sotto riportati e le si
commenti
a) Na metallico
Prova scritta di Chimica Organica del 16/6/2011 – Compito B Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente a) Na metallico


molecola. Evidenziare la catena principale e la b) HI (a caldo)
corretta numerazione della stessa. La molecola c) PBr3
presenta dei centri di chiralità o elementi di d) SOCl2 (in piridina)
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li e) K2Cr2O7, H2SO4, H2O (a caldo)
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri
sono possibili per una struttura con la connettività (4) Ognuna delle seguenti molecole contiene due
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S anelli aromatici. Quale anello, in ciascuna di esse,
ad uno dei centri di chiralità (se presenti) subisce più velocemente la sostituzione elettrofila
illustrando il processo logico adottato. aromatica? Perché? Scrivete il prodotto o i
prodotti principali ottenuti per nitrazione.
COOH
H3CO NO2

O
H
(2) La reazione del 2-metil-2-pentene con C N
ciascuno dei seguenti reagenti è regioselettiva.
Disegnare le formule di struttura del prodotto di
ciascuna reazione e dare una spiegazione della (5) Si rappresentino le proiezioni di Fisher dei
regioselettività osservata illustrando il composti che si ottengono nella reazione del D-
meccanismo di reazione, se noto. galattosio con i seguenti reagenti e si dica se i
a) HBr prodotti ottenuti sono otticamente attivi o meno.
b) Hg(OAc)2 seguito da trattamento con a) NaBH4 in H2O
NaBH4 b) HNO3 a caldo
c) BH3 seguita da ossidazione con H2O2/OH- c) Br2/H2O

(3) Scrivere le equazioni per le reazioni del 2-


butanolo con i reagenti sotto riportati e le si
commenti
Prova scritta di Chimica Organica del 16/6/2011 – Compito C Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente Qualora non avvenga alcuna reazione, se ne dia
molecola. Evidenziare la catena principale e la una spiegazione.
corretta numerazione della stessa. La molecola OH + H CrO
2 4
presenta dei centri di chiralità o elementi di
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri
sono possibili per una struttura con la connettività OH + SOCl2
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S
ad uno dei centri di chiralità (se presenti) OH
illustrando il processo logico adottato.
+ H2CrO4
Br

(4) Sistemate i composti delle seguenti tre serie in


ordine di reattività decrescente nei confronti di
una sostituzione elettrofila aromatica.
Commentate la risposta sulla base dell’effetto dei
gruppi presenti
a) NHCOCH3 CONHCH3
(2) La terpina è preparata commercialmente per
idratazione acido catalizzata del limonene:
b) CH3 CF3

H2SO4
+ 2 H2O C10H20O2 c) NH2 C N

(5) Si scriva la proiezione di Fischer dell’ L-


glucosio. Che relazione stereochimica presenta
con il D-glucosio? Quanti centri di chiralità
a) Proporre una formula di struttura per la
presenta?
terpina e un meccanismo per la sua
formazione
b) Quanti isomeri cis/trans sono possibili?

(3) Completate le seguenti equazioni e


commentate, se noto, il meccanismo di reazione.
Prova scritta di Chimica Organica del 16/6/2011 – Compito D Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente OH


molecola. Evidenziare la catena principale e la
+ HBr
corretta numerazione della stessa. La molecola
presenta dei centri di chiralità o elementi di
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri HO
sono possibili per una struttura con la connettività OH + HBr
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S (in eccesso)
ad uno dei centri di chiralità (se presenti)
illustrando il processo logico adottato. OH
+ H2CrO4

(4) Sistemate i composti delle seguenti tre serie in


ordine di reattività decrescente nei confronti di
una sostituzione elettrofila aromatica.
Commentate la risposta sulla base dell’effetto dei
gruppi presenti
a) OCOCH 3 COOCH3

(2) Il tranquillante meparfinolo ha la formula di


struttura sotto riportata. b) CH3 C N

c) Cl OCH3

OH
a) quale è il nome IUPAC di questo (5) Si scriva la proiezione di Fischer dell’ L-
composto? galattosio. Che relazione stereochimica presenta
b) Viene ottenuto a partire da acetilene e 2- con il D-glucosio? Quanti centri di chiralità
butanone; si proponga lo schema di presenta?
reazione più in dettaglio e se ne illustri
meccanismo di reazione

(3) Completate le seguenti equazioni e


commentate, se noto, il meccanismo di reazione.
Qualora non avvenga alcuna reazione, se ne dia
una spiegazione.
Prova scritta di Chimica Organica del 15/7/2011 – Compito A Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente (3) Mostrate come è possibile preparare i seguenti
molecola. Evidenziare la catena principale e la alcoli da un composto organoalogenato e un
corretta numerazione della stessa. La molecola ossirano (= epossido) e si commentino le reazioni
presenta dei centri di chiralità o elementi di coinvolte. Attenzione: un composto
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li organoalogenato NON reagisce direttamente con
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri un ossirano!
sono possibili per una struttura con la connettività HO
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S
ad uno dei centri di chiralità (se presenti)
illustrando il processo logico adottato. OH

(4) Prevedete quale sarà il prodotto o i prodotti


principali di nitrazione di ciascun composto sotto
O O riportato. Si commenti l’effetto orientante dei
sostituenti.
(2) Scrivete le formule di struttura di tutti i
cloroalcani che subiscono deidroalogenazione O O
quando vengono trattati con KOH dando, come
prodotto principale, ciascuno dei seguenti alcheni C OCH3 O C CH3
(Nota: in alcuni casi due sono i cloroalcani che
possono essere trasformati negli alcheni
desiderati quali prodotti principali). Commentate la (5) Si rappresentino le formule di struttura ed il
risposta. nome IUPAC o comune di:
a) una aldeide alifatica
b) un alchene terminale
c) un alcol terziario
d) una ammina secondaria
e) un acido carbossilico aromatico
Prova scritta di Chimica Organica del 15/7/2011 – Compito B Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente


molecola. Evidenziare la catena principale e la (3) Il 2-fenil-2-butanolo può essere preparato per
corretta numerazione della stessa. La molecola reazione di un reagente di Grignard e di un
presenta dei centri di chiralità o elementi di chetone. Sono possibili tre diverse combinazioni
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li chetone/Grignard; le si rappresenti tutte. Si
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri commenti la reazione.
sono possibili per una struttura con la connettività
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S (4) Prevedete quale sarà il prodotto o i prodotti
ad uno dei centri di chiralità (se presenti) principali delle reazione di solfonazione dei
illustrando il processo logico adottato. seguenti composti. Si commenti l’effetto
orientante dei sostituenti.
OH
OH OH

NO2

Br
NO2
(2) Prevedere se ciascuna delle seguenti reazioni
procede prevalentemente come sostituzione o (5) Si rappresentino le formule di struttura ed i
come eliminazione. Scrivete le formule di struttura nomi IUPAC o comune di:
del (dei) prodotto(i) principale(i) e commentate la a) una chetone aromatico
risposta. b) un alchino interno
Cl c) un alcol primario
80°C d) una ammina terziaria
+ NaOH e) un acido carbossilico alifatico
H2O

30°C
+ (C 2H 5)3N
Br CH2Cl2
Prova scritta di Chimica Organica del 15/7/2011 – Compito C Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente (3) L’idrolisi di un acetale in in soluzione acida
molecola. Evidenziare la catena principale e la genera un gruppo aldeidico o chetonico e due
corretta numerazione della stessa. La molecola gruppi alcolici. Disegnate le formule di struttura
presenta dei centri di chiralità o elementi di dei prodotti di idrolisi dei seguenti acetali. Si
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li commenti.
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri
sono possibili per una struttura con la connettività OCH3 O
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S H3CO OCH3
ad uno dei centri di chiralità (se presenti)
OCH3
illustrando il processo logico adottato.

(4) Prevedete quale sarà il prodotto o i prodotti


principali delle reazione di solfonazione dei
seguenti composti. Si commenti l’effetto
orientante dei sostituenti.
CH3 Br
OH

(2) Prevedete il (i) prodotto(i) principale(i) di β-


eliminazione che si formano quando ciascuno dei
seguenti bromoalcani viene trattato con etossido CH3 CH3
di sodio in etanolo. Se si ottengono più prodotti,
prevedere quale sarà il prodotto principale. (5) Si rappresentino le formule di struttura ed i
Commentate la risposta. nomi IUPAC o comune di:
a) una chetone simmetrico
b) un alchene interno
Br c) un alogenoalcano primario
d) una ammina aromatica
e) una ammide primaria
Br
Prova scritta di Chimica Organica del 15/7/2011 – Compito D Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Assegnare il nome IUPAC alla seguente (3) Scrivere la formula di struttura della immina o
molecola. Evidenziare la catena principale e la della enammina che si formano in ciascuna delle
corretta numerazione della stessa. La molecola seguenti reazioni. Si commenti.
presenta dei centri di chiralità o elementi di NH2 H+
stereoisomeria geometrica? In caso affermativo li O +
- H2O
si evidenzi opportunamente. Quanti stereoisomeri
sono possibili per una struttura con la connettività
riportata? Si attribuisca il corretto descrittore R/S
ad uno dei centri di chiralità (se presenti) H+
+ H N
illustrando il processo logico adottato. - H2O
CHO

OH
(4) Prevedete quale sarà il prodotto o i prodotti
principali delle reazione di solfonazione dei
seguenti composti. Si commenti l’effetto
orientante dei sostituenti.
OH CH3 Br

(2) Scrivete il (i) prodotto(i) atteso(i) di


sostituzione per ciascuna reazione e prevedete il
meccanismo attraverso cui ciascun prodotto si
forma. Si faccia attenzione agli aspetti
COOH
stereochimici.
Cl OCH3
+ CH3OH

(5) Si rappresentino le formule di struttura ed i


nomi IUPAC o comune di:
I
a) una etere non simmetrico
+ CH3COONa b) un alchene terminale
DMSO c) un alogenoalcano terziario
d) una ammina aromatica secondaria
e) un estere
Prova scritta di Chimica Organica del 1/9/2011 – Compito A Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Si rappresenti la formula di struttura del (4) Prevedete quale sarà il prodotto o i prodotti
seguente composto. Si giustifichi il processo principali di nitrazione di ciascun composto sotto
logico adottato anche in riferimento agli aspetti riportato. Si commenti l’effetto orientante dei
stereochimici. sostituenti.

(R)-cis-2-etil-5-eptenoato di etile O

O CH3 O C CH3
(2) Si scrivano tutti i possibili prodotti della
reazione sotto riportata. Per ciascuno di essi si
riporti il nome IUPAC e si indichi se è chirale o
meno. Si commenti il meccanismo di reazione e (5) Si rappresentino le formule di struttura e, per i
su questa base si dica quale è il prodotto composti a-d, il nome IUPAC o comune di:
prevalente. a) un alchene interno
b) una ammide secondaria
c) una aldeide aromatica

+ Br 2
Δ d) un alogenuro allilico
e) una immina

(3) Scrivere la formula di struttura dei prodotti che


si formano in ciascuna delle seguenti reazioni. Si
commenti il meccanismo di reazione.
O
H2O/H+
O

O
C2H5ONa/C2H5OH
O
Prova scritta di Chimica Organica del 1/9/2011 – Compito B Voto

COGNOME: ___________________________

Nome: ____________________________

(1) Si rappresenti la formula di struttura del (4) Prevedete quale sarà il prodotto o i prodotti
seguente composto. Si giustifichi il processo principali delle reazione di solfonazione dei
logico adottato anche in riferimento agli aspetti seguenti composti. Si commenti l’effetto
stereochimici. orientante dei sostituenti.

(R,R)-cis-5-bromo-6-decen-2-olo OCH3 OCH3

(2) Prevedere se ciascuna delle seguenti reazioni SO3H


procede prevalentemente come sostituzione o
come eliminazione. Scrivete le formule di struttura
del (dei) prodotto(i) principale(i) e commentate il SO3H
meccanismo di reazione.
Cl (5) Si rappresentino le formule di struttura e il
80°C
+ NaOH nome IUPAC o comune di:
H 2O a) un alchino terminale
b) un chetone alifatico
30°C c) un alogenuro acilico
+ C2H5NH 2 d) un alogenuro vinilico
Br CH2Cl2 e) una aloidrina

(3 Scrivere la formula di struttura dei prodotti che


si formano in ciascuna delle seguenti reazioni. Si
commenti il meccanismo di reazione.
O
H2O/OH-
O

O
(1) LiAlH4
O
(2) H+ /H2O