Sei sulla pagina 1di 2

116

INFORMAZIONE

1 1 6 INF O RMAZ I ONE N ORMATIVA . Sicurezza nei cantieri, i principali
1 1 6 INF O RMAZ I ONE N ORMATIVA . Sicurezza nei cantieri, i principali

NORMATIVA.

Sicurezza nei cantieri, i principali adempimenti del responsabile dei lavori e dei coordinatori

UNA SCHEDA CON IL RIEPILOGO DELLE PRESCRIZIONI CONTENUTE NEL TITOLO IV DEL D.LGS. 81/08

Nell’ambito dell’attività della Commissione Sicurezza istituita presso il nostro Ordine, il gruppo presieduto da Alessandro Pedemonte e Valentina Angius ha completato il lavoro che richiama, attraverso un quadro riepilogativo, i principali adempimenti del Titolo IV del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., per la gestione della sicurezza nei cantieri, con particolare riferimento agli obblighi del responsabile dei lavori e dei coordinatori in fase di progettazio- ne ed esecuzione delle opere. L’obiettivo del lavoro è - oltre quello di costituire elemento di discus- sione e di confronto in sede di Commissione tra i colleghi che hanno manife- stato interesse per l’argomento - anche quello di fornire, a tutti i colleghi che operano nel settore, uno strumento di lavoro di immediata consultazione.

È importante precisare, in linea con l’obiettivo della Commissione, che tale documento è da considerare dinamico e verrà pertanto aggiornato in funzione dell’evoluzione normativa. A tale proposito si segnala la recente notizia di condanna dell’Italia, da parte della Corte di Giustizia delle Comunità Europee (procedimento C-224/09 del 7 ottobre 2010), riguardo l'elusione di alcuni aspetti relativi al recepimento della Direttiva Europea 92/57/CEE, in riferimento anche all’obbligo di nomina dei coordinatori. Fino a che tale indicazione sarà attuata con provvedimento legislativo nazionale, si ritiene che il presente lavoro possa comunque essere portato all'attenzione dei colleghi. Bruno Utzeri - Coordinatore della Commissione Sicurezza Gabriella Lena - Consigliere Referente della Commissione Sicurezza

   

Tipologia dei lavori

   

(a)

In caso di appalto di opera pubblica,

 

Tabella 1

Lavori pubblici / Lavori privati soggetti a permesso di costruire

Lavori privati

non soggetti

Lavori privati

non soggetti

l’assolvimento di tale obbligo è soddisfatto dalla messa a diposizione del piano a tutti i concorrenti della gara d’appalto.

(b)

Il fascicolo non è predisposto nel caso

 
 

a

permesso

a

permesso

di lavori di manutenzione ordinaria come definiti nel D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.

di costruire

di costruire

>

100.000

<

100.000

(c)

Il POS deve sempre e comunque essere

                   

presente in cantiere.

 
                   
 

numero imprese esecutrici

1

1

più

1

1

più

1

1

più

(d)

Le funzioni del coordinatore per la

imprese

imprese

imprese

progettazione sono svolte dal coordinatore per la esecuzione dei lavori.

 
 

entità lavori U/G

-200

+200

+/-200

-200

+200

+/-200

-200

+200

+/-200

 
 

principali

figura

                   

riferimenti

adempimenti

professionale

normativi

verifica documentale

                     

e

adempimenti

Responsabile

dei lavori

SI

SI

SI

SI

SI

SI

SI

SI

SI

Art. 90, comma 9, lettera a, lettera b Lettera a: arresto da due a quattro mesi o ammenda da • 1.000 a • 4.800

 

di cui alla tabella 2

notifica preliminare

Responsabile

                 

Art. 99, comma 1 sospensione del titolo abilitativo

e

aggiornamento notifica

dei lavori

NO

SI

SI

NO

SI

SI

NO

SI

SI

comunicazione

                   

Art. 90, comma 7 sanzione amministrativa pecuniaria da • 500 a • 1.800

nominativo Coordinatore alle imprese

Responsabile

dei lavori

NO

NO

SI

NO

NO

SI

NO

NO

SI

nomina Coordinatore

                   

Art. 90, comma 3 arresto da tre a sei mesi o ammenda da • 2.500 a • 6.400

progettazione

Responsabile

dei lavori

NO

NO

SI

NO

NO

SI

NO

NO

NO

nomina Coordinatore

                   

Art. 90, comma 4, comma 5 arresto da tre a sei mesi o ammenda da • 2.500 a • 6.400

esecuzione

Responsabile

dei lavori

NO

NO

SI

NO

NO

SI

NO

NO

SI

trasmissione documenti

                   

Art. 90, comma 9, lettera c sanzione amministrativa pecuniaria da • 500 a • 1.800

all’Amministrazione

Responsabile

dei lavori

SI

SI

SI

SI

SI

SI

SI

SI

SI

concedente

verifica operato

                   

Art. 93, comma 2

Coordinatori

Responsabile

dei lavori

NO

NO

SI

NO

NO

SI

NO

NO

SI

arresto da due a quattro mesi

o

ammenda da • 1.000 a • 4.800

trasmissione PSC alle imprese invitate

Responsabile

dei lavori

NO

NO

SI

NO

NO

SI

NO

NO

SI

Art. 101, comma 1 sanzione amministrativa pecuniaria da • 500 a • 1.800

a

presentare offerte (a)

redazione PSC

Coordinatore

                 

Art. 91, comma 1, lettera a, lettera b arresto da tre a sei mesi

e

Fascicolo (b)

progettazione

NO

NO

SI

NO

NO

SI

NO

NO

SI (d)

o

ammenda da • 2.500 a • 6.400

 

e

sospensione del titolo abilitativo

verifica POS (c)

Coordinatore

esecuzione

NO

NO

SI

NO

NO

SI

NO

NO

SI

Art. 92, comma 1, lettera b arresto da tre a sei mesi

o

ammenda da • 2.500 a • 6.400

paginapagina

12

SI Art. 92, comma 1, lettera b arresto da tre a sei mesi o ammenda da

INFORMAZIONE

116

INF O RMAZ I ONE 116 Il 20 agosto 2009 , con il D.Lgs. 106/09, erano
INF O RMAZ I ONE 116 Il 20 agosto 2009 , con il D.Lgs. 106/09, erano

Il 20 agosto 2009, con il D.Lgs. 106/09,

erano entrate in vigore le disposizioni correttive del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sui luoghi

di lavoro, che hanno introdotto alcune modifiche

anche in materia di sicurezza nei cantieri tempo- ranei e mobili, indicate nel Decreto Legislativo 81/2008 al Titolo IV, Capo I, dall’art. 88 all’art. 104, modificando alcuni obblighi relativi agli adempimenti previsti. In queste pagine riportiamo uno schema riepilogativo dei principali adempimenti documen-

tali relativi agli incarichi di Responsabile dei La- vori, di Coordinatore per la progettazione e di Coordinatore per l’esecuzione dei lavori. Per utilizzare la tabella 1 si entra dall’alto,

in base alla categoria di opere da eseguire:

• lavori pubblici o privati soggetti a per- messo di costruire (*);

• lavori privati NON soggetti a permesso

Si ottengono così gli adempimenti pre-

visti dalla normativa per il caso selezionato. Ad esempio: lavori privati NON soggetti a Per- messo di Costruire > importo lavori superiore

a 100.000 euro > numero 1 imprese > +200

Uomini-Giorno. Con questi dati si entra nella quinta colonna a partire da sinistra (area cen- trale, evidenziata in giallo) e gli adempimenti sono: verifica documentale, notifica prelimi- nare, trasmissione documenti all’Amministra- zione competente. La trattazione completa degli adempi- menti previsti dal Decreto 81/2008 è comples- sa. Si riportano in forma sintetica alcune consi- derazioni sui principali obblighi inseriti nello schema. Verifica documentale: l’elenco dei docu- menti richiesti per verificare l’idoneità tecnico pro-

fessionale dell’impresa prima dell’affidamento

guente redazione del Piano di Sicurezza e Coordi-

namento sono riportate negli art. 90, commi 3, 4, 5 e 11, art. 92, comma 2, del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.;

in particolare, nel caso di lavori privati non sog-

getti a permesso di costruire con la presenza di

più imprese, è previsto l’obbligo di nomina del

Coordinatore in fase di Esecuzione prima dell’af-

fidamento dei lavori (che deve redigere il PSC e il Fascicolo), ma non del Coordinatore in fase di Progettazione solo se l’importo dei lavori è infe- riore a 100.000,00 euro. Piano di Sicurezza e Coordinamento: i contenuti sono riportati al punto 2 dell’Allegato

XV del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., Viene redatto dal

Coordinatore in fase di Progettazione. Nel solo

caso dei Lavori Privati NON soggetti a Permesso

di Costruire con la presenza di più imprese ed

importo dei lavori inferiore a Euro 100.000,00, la redazione è a cura del Coordinatore in fase di

di

costruire con importo lavori superio-

dell’appalto e/o del subappalto, viene riportato

Esecuzione.

re

a 100.000,00 Euro;

nell’Allegato XVII del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; tale

Piano Operativo di Sicurezza: il POS deve

• lavori privati NON soggetti a permesso

di costruire con importo lavori inferiore

a (<) 100.000,00 Euro. Individuata la macrocategoria, si procede ad individuare la colonna che interessa in base alla combinazione numero di imprese / entità de-

gli uomini giorno. Si ricorda che gli Uomini-Gior-

no sono definiti all’art. 89, comma 1, lettera g come entità presunta del cantiere rappresentata dalla somma delle giornate lavorative prestate dai lavoratori, anche autonomi, previste per la realiz- zazione dell’opera.

onere di verifica grava sia sul committente e/o

responsabile dei lavori che sul datore di lavoro

dell’impresa affidataria. Nella tabella 2 si riporta- no i casi specifici. Notifica preliminare: i contenuti sono ri- portati nell’Allegato XII del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; si può notare come sia fondamentale il parametro dei 200 uomini-giorno, che quindi deve essere calcolato ed inserito nel PSC. Nomina Coordinatore: le condizioni che regolano gli obblighi di nomina del Coordinatore

in fase di Progettazione ed Esecuzione e la conse-

sempre essere presente in cantiere. L’obbligo del-

la sua verifica di idoneità e di coerenza col PSC è

a carico del coordinatore per l’esecuzione (art.

92, comma 1, lettera b). I contenuti minimi del

POS sono riportati al punto 3 dell’Allegato XV del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e deve essere redatto dal Datore di Lavoro dell’Impresa esecutrice.

(*) In ambito locale non viene rilasciato il per- messo di costruire, ma la concessione edili- zia. Si è verificato che la casistica contemplata dai due atti è sostanzialmente la stessa.

 

Tabella 2

Entità lavori U/G > 200 o lavori che comportano rischi particolari di cui all’allegato XI

Entità lavori U/G < 200 e lavori che non comportano rischi particolari di cui all’allegato XI

 
 

riferimenti

 

principali adempimenti

normativi

Autocertificazione requisito Allegato XVII

NO

SI

Art. 90, comma 9, lettera a / Allegato XVII arresto da due a quattro mesi o ammenda da • 1.000 a • 4.800

Iscrizione alla Camera di commercio, industria ed artigianato con oggetto sociale inerente alla tipologia dell’appalto

SI

SI

Art. 90, comma 9, lettera a / Allegato XVII arresto da due a quattro mesi o ammenda da • 1.000 a • 4.800

Documento di valutazione dei rischi (DVR) di cui

   

Art. 90, comma 9, lettera a / Allegato XVII arresto da due a quattro mesi o ammenda da • 1.000 a • 4.800

all’articolo 17, comma 1, lettera a) o autocertificazione

SI

NO

di

cui all’articolo 29, comma 5, del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

DURC - documento unico di regolarità contributiva “di cui al Decreto Ministeriale 24 ottobre 2007”

SI

SI

Art. 90, comma 9, lettera a / Allegato XVII arresto da due a quattro mesi o ammenda da • 1.000 a • 4.800 e sospensione del titolo abilitativo

Dichiarazione di non essere oggetto di provvedimenti

   

Art. 90, comma 9, lettera a / Allegato XVII arresto da due a quattro mesi o ammenda da • 1.000 a • 4.800

di

sospensione interdittivi

SI

NO

di

cui all’art. 14 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

Nominativo o nominativi dei soggetti della propria impresa, con le specifiche mansioni, incaricato per l’assolvimento dei compiti di cui all’articolo 97 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

SI

NO

Art. 90, comma 9, lettera a / Allegato XVII arresto da due a quattro mesi o ammenda da • 1.000 a • 4.800

Dichiarazione dell'organico medio annuo, distinto per qualifica, con gli estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), all'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro (INAIL) e alle casse edili

SI

NO

Art. 90, comma 9, lettera b

Dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti

SI

SI

Art. 90, comma 9, lettera b

paginapagina

13

più rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti SI SI Art. 90, comma 9, lettera b pagina pagina