Sei sulla pagina 1di 3

La Cronaca

L UNEDI 11 OTTOBRE 2010 19

Lo Sport
8ª GIORNATA CREMONESE-SUDTIROL 0-0

Cremo, un Tirol... a salve


Finisce senza reti una gara dominata dai ragazzi di Baroni
Tante occasioni, ma gli altoatesini escono indenni dallo Zini
L’
abaco grigiorosso è da rot- duro dai compagni, ma soprattutto
tamare. Anche stavolta i una partita di sostanza con predi-
conti non tornano e sicco- sposizione alla sportellata. Le cose
me l’argomento è di assoluta so- migliori sono comunque arrivate
stanza, urge l’approfondimento. La dalle combinazioni a corto raggio di
Cremo crea tanto e conclude poco. Musetti e Nizzetto. Una sintonia, la
Era accaduto nel lunedì sotto i ri- loro, ad alto indice di spettacolarità
flettori del Bentegodi, si è ripetuto andata via via affinandosi a suon di
ieri. Ma se con il Verona – vuoi per palloni difesi con le unghie, tagli,
il blasone della corazzata Hellas ma accelerazioni, inserimenti, colpi di
soprattutto per quell’ultimo pallone tacco e di suola (entrambi spesi dal
che Martina Rini ha sparato a lato - centravanti sul disorientato Mirri).
il dubbio di non aver persi per stra- L’affinità di coppia è però rimasta
da due punti è parso a molti legitti- priva di un vero acuto. Un peccato
mo, il pareggio rastrellato con il Sud originale che ha finito con il cancel-
Tirol riempie all’orlo la boccia del lare gli sforzi della squadra, costret-
rimpianto. ta spesso ad abbassare i ritmi e ten-
I grigiorossi non hanno saputo tare la fortuna con conclusioni poco
cogliere l’attimo, piantando a metà precise dalla distanza (di Sambuga-
il lavoro quando ormai stava per so- ro e Fietta, tutte fuori target). Il
praggiungendo il tempo del raccol- corso degli eventi non è mutato

La squadra si esprime Musetti e Nizzetto


bene nel primo tempo inventano occasioni
poi cala nella ripresa manca però il cinismo
Il risultato è stretto al momento del tiro

to. Sono almeno cinque le pallegol neppure con l’ingresso nella ripresa
fiorite e sfiorite in un amen nei se- di Coda, forse il più confuso fra i
dici metri degli altoatesini. Occasio- grigiorossi scesi in campo. L’attac-
ni messe insieme marciando com- cante si è fatto notare più per i pal-
patti come i quarantaquattro gatti Tutto lo sconforto di Luca Nizzetto dopo che il portiere Zomer gli ha negato la gioia del gol (foto Rastelli) loni persi malamente che per il col-
senza padrone; togliendo respiro al- po di testa terminato a lato non di
la manovra ospite e stando attenti a molto al quarto d’ora. Il Sud Tirol
non porgere il fianco. Un gioco di no mancato il bersaglio da posizioni vità, riesce persino a divertire. Ma si senza troppi esiti Furlan e Cam- ha continuato la sua onesta partita
luce e controluce culminato nell’in- favorevoli. La madre di tutte le oc- ancora non ha superato il peso di li- po. Segno che gli altoatesini non in sbandata controllata e quando la
filzata di vis a vis che alla fine ha casioni, l’unica datata prima tempo, miti che ci relegano nel limbo delle hanno mai abbandonato l’idea del stanchezza ha preso il sopravvento,
premiato la bravura di Zomer e pu- l’ha vanificata intorno alla mezz’ora aspiranti grandi. colpo grosso. Abbottonati sulla pro- alle pillole di saggezza si sono sosti-
nito la freddezza di risulta dei no- Musetti mancando un aggancio al- Il riposizionamento di Vitofrance- pria trequarti e pronti al raddoppio tuite le randellate semigratuite (sei
stri. l’apparenza comodo sul pallone che sco sulla linea dei difensori e l’inse- costante in ogni zona del campo, gli gli ammoniti, cinque nell’ultima
Così, se Paoloni si è scomodato Stefani gli ha servito con il contagi- rimento sulla scacchiera di tre me- ospiti hanno prima pensato a tam- mezz’ora). Prima della fine gli ospiti
solo per deviare in corner l’esile cal- ri. diani garantiscono chiusure ermeti- ponare i grigiorossi e solo successi- hanno confezionato anche la prima
cio di punizione di Burato, il suo di- La strada che porta al gol per che e propensione a ripartire negli vamente ad offrire assistenza alle interessante trama palla a terra
rimpettaio si è esaltato mettendoci questa Cremonese resta dunque spazi. Sambugaro, Fietta e Tacchi- due punte, controllate senza proble- (Marchi in ritardo d’un soffio sul
il piede sul diagonale angolatissimo stretta come la cruna dell’ago. E l’a- nardi devono però imparare a gesti- mi da Bianchi e Gervasoni. Trovare cross radente di Campo), legitti-
di Nizzetto e la mano aperta a di- nemia da rete torna a riflettersi in re meglio le risorse. Esattamente spazi per la Cremonese non è stato mando il punto conquistato. Per noi
rottare altrove la sassata da media termini di classifica. Non che a Ba- come sette giorni fa a Verona, ai lo- facile. Ci ha provato con una certa lo zero a zero vale comunque il
distanza dello stesso esterno grigio- roni manchino le indicazioni positi- ro primi quarantacinque minuti ad disinvoltura anche Zerzouri, lancia- quinto risultato utile consecutivo.
rosso. Per il resto ha vigilato con at- ve. La sua è una squadra che conce- alta intensità ha fatto seguito una ri- to a sorpresa da Baroni. Per lui: un Un attestato di solidità che servirà a
tenzione sulla rasoiata di Musetti e de briciole agli avversari, sa stare in presa giocata spesso di rincorsa nel- sinistro fuori misura, qualche pre- far quadrare i conti.
il colpo di testa di Stefani che han- campo con sempre maggior incisi- le cui more hanno cercato di infilar- ziosismo anche censurato a muso Paolo Loda
La Cronaca dello Sport L UNEDI 11 OTTOBRE 2010

20
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA

Nella ripresa Zomer concede il bis


E’ Luca Nizzetto il più pericoloso: tiri in porta e assist
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
5’ Musetti allarga in
direzione di Nizzetto. L'e- 11’ Grande idea di
sterno converge dal lato Nizzetto per Musetti. L'at-
corto dell'area, supera in taccante entra in area dalla
dribbling Brugher e va al- destra e prova la battuta. Il
la conclusione. Il suo de- destro è potente ma poco
stro però viene “sporcato” preciso e termina a lato
da un difensore e arriva 14’ Cross dalla destra
docile tra le braccia di Zo- di Nizzetto. A centro area
mer Coda prende posizione e
16’ Una bella combi- gira di testa sfiorando il pa-
nazione tra Zerzouri e lo alla sinistra di Zomer
Tacchinardi libera Stefani 17’ Punizione dai venti
al cross. Palla arretrata al metri per l'Alto Adige. Bu-
limite. Arriva Sambugaro rato prova a sorprendere
che batte di prima inten- Paoloni sul primo palo, ma
zione trovando però l'op- il portiere grigiorosso ci
posizione di un difensore arriva in tuffo e mette in
26’ Grande azione Qui sopra l’occasione di Nizzetto al 26’ della ripresa. Nella foto al centro la conclusione di Musetti all’11’ corner
sull'asse centrale. Musetti 26’ Lancio perfetto di
scambia con Nizzetto nel- Tacchinardi per Nizzetto
lo stretto e mette un filtrante per Tacchinardi in area. Il traversone del che scatta in profondità con i tempi giusti sorprendendo la difesa altoate-
centrocampista viene però intercettato in presa da Zomer sina. L'esterno grigiorosso si presenta solo davanti a Zomer e prova a bat-
28’ Azione da corner per l'Alto Adige. Martin dalla sinistra mette al terlo con un diagonale sinistro, ma il portiere è abile e con la punta del
centro dell'area dove su tutti svetta Kiem. L'incornata però è imprecisa piede riesce a sventare la minaccia
31’ Grande lancio di Stefani per Musetti che arriva poco convinto su 29’ Cross basso di Campo verso l'area grigiorossa. Gervasoni con-
un pallone molto invitante a pochi passi dalla porta trolla su Marchi che non arriva in spaccata
33’ Ancora una splendida combinazione palla a terra dei grigigorossi: 37’ Colpo di tacco di Musetti per Nizzetto che dal limite lascia parti-
Nizzetto tocca per Musetti che fa sponda per Zerzouri. Il francese si re un gran sinistro al volo, deviato in calcio d'angolo da un grande inter-
smarca bene ma si sbilancia al momento del tiro e colpisce malamente vento di Zomer
38’ Vitofrancesco pericolosissimo su punizione. La barriera devia la 38’ Sugli sviluppi del corner Stefani ha una buona occasione: il di-
battuta del terzino, il portiere è spiazzato ma la palla si perde di pochissi- fensore svetta su tutti a centro area ma non riesce a schiacciare e la palla
mo a lato si perde alta sopra la traversa
45’ Botta dal limite di Zerzouri. Palla sui tabelloni 47’ Botta dai venti metri di Sambugaro. Palla fuori non di molto

Rammarico Baroni: “Una grande prova di equilibrio. Ci è mancato solo il gol”

“I ragazzi hanno dato il massimo”


“Il calo nella ripresa? Sapete la situazione. Ma presto saremo al completo”
“Ci è mancato solo il gol”. Che
non è poco in verità, ma ha ragione TRIBUNA VIP
Baroni a guardare il bicchiere co- LA GARA IN TV
munque mezzo pieno dopo il secon-
do pareggio consecutivo. Ancora più Stasera la differita
stretto, questo, rispetto a quello di
Verona, visto che senza correre rischi
alle 21 su Studio1
la Cremo è andata più volte vicinissi-
La gara disputata ieri tra
ma alla rete. “Purtroppo nel calcio gli
Cremonese e Alto Adige sarà
episodi sono tutto. Siamo arrivati tre
trasmessa in differita questa
volte davanti al portiere e se solo una
sera alle 21 sull’emittente te-
di queste occasioni fosse andata a
levisiva Studio1 con la tele-
buon fine ora parleremmo solo delle
cronaca di Mauro Maffezzoni
cose positive”. Invece viene fuori che
e il commento tecnico di
la Cremo, padrona del campo e per-
Claudio Bencina.
sino bella nel primo tempo, nella ri-
L’emittente ufficiale grigioros-
presa si è visibilmente involuta: “I ra-
sa è visibile sul digitale terre-
gazzi hanno fatto il massimo”, com-
L’ex tecnico di Napoli e Inter stre sui canali 14, 38, 40,
menta a caldo mister Baroni. “Molto
Ottavio Bianchi ha seguito ieri la gara 55, 57, 91 e 93 (a seconda
bene nel primo tempo, poi parados-
dalla tribuna dello Zini accanto delle zone, i canali potrebbe-
salmente nel secondo tempo, quando
a Domenico Casati, assistente di Baroni, ro subire alcune variazioni del
siamo andati un po’ a sprazzi, abbia-
suo storico collaboratore vostro telecomando)
mo avuto le occasioni più importanti.
Sono quelle partite in cui se ti gira
bene vinci, ma se ti gira male puoi
anche rischiare di perderle”. E invece
questa la Cremo l’ha pareggiata. “Sa- IL TECNICO DEGLI AVVERSARI
pevamo che l’Alto Adige è bravo a
portare molti uomini dietro la linea
della palla, che ha giocatori di qualità
in mezzo e in attacco. Dovevamo es-
“E’ un risultato giusto”
sere attenti. E questa è stata la partita
che mi aspettavo”. Qualcuno fa nota-
re che a volte i suoi si sono un po’ in-
Sebastiani elogia i suoi
testarditi nel fraseggio. Non era il ca- - mentre Nizzetto a sinistra perde lo remo al completo potremo fare quel- Dopo aver espugnato Ravenna e modificare l’assetto della propria
so di provare a sfondare qualche vol- spunto a convergere. Ma avevo visto lo che ho in mente. E non mi preoc- pareggiato a Verona, il Sudtirol squadra a causa dei diversi infor-
ta, risparmiando tempo e qualche bene in settimana Zerzouri. E anche cupo certo dei 3 o 4 punti di distac- torna dallo Zini con il terzo risul- tuni. “Questa situazione un po’
errore di appoggio che il pubblico lui ha fatto vedere buone cose. Ma co”. Ma finirà l’emergenza? “In un tato positivo nelle ultime tre tra- particolare permette a tutti i gio-
non ha gradito? “Beh, loro pressava- quello che più ho apprezzato è l’equi- paio di settimane conto di rivedere sferte. “E’ un risultato giusto – catori di sentirsi partecipi. Inoltre
no molto. Non è mai facile gestire il librio che la squadra ha saputo man- Colacone e Miramontes. Pradolin è commenta il tecnico Sebastiani – il merito della squadra è stato
pallone. E poi non abbiamo il lancio tenere”. Purtroppo però anche sta- quasi pronto. Poi anche Rossi e Zan- perché abbiamo dimostrato di sa- quello di adattarsi ai vari cambia-
lungo nelle nostre caratteristiche. volta la squadra ha finito in calando. chetta”. Intanto c’è la Coppa Italia a per rispondere colpo su colpo. Ini- menti che abbiamo fatto durante
Quando siamo costretti a farlo è per- “Conoscete la situazione. Stefani è metà settimana. “Sinceramente ne zialmente siamo stati costretti a la partita”. Prima di abbandonare
ché vogliamo giocare sulla seconda un centrale destro che si adatta a fare avrei fatto anche a meno - sorride contenere e restare equilibrati. la sala stampa Sebastiani elogia il
palla. Volevo pazienza e l’abbiamo il terzino sinistro. Sambugaro da tre Baroni - ma sarà l’occasione per os- Non era facile soprattutto sulla fa- proprio portiere, autore di un paio
avuta. Non dimentichiamo le oppor- settimane gioca senza allenarsi per servare Favalli, Degeri, Sales, lo stes- scia destra, ma i ragazzi sono stati di interventi assolutamente decisi-
tunità che abbiamo creato”. E anche un’infiammazione al tallone, Tacchi- so Zerzouri. E anche Coda. L’anno bravi a non concedere grosse op- vi. “Zomer è stato bravissimo nel
in bello stile a tratti. Segno che qual- nardi non aveva giocato fino a due scorso nessuno gli chiedeva niente e portunità, provando anche a pro- finale di partita quando si è fatto
che uomo di punta sta ritrovando settimane fa e ora deve dare fondo a lui si è espresso bene. Quest’anno porsi in un paio di situazioni”. Se- trovare pronto sui tentativi dalla
condizione e convinzione (Nizzetto e tutte le sue energie. E oggi mancava- sente un po’ di pressione. Dobbiamo bastiani, esattamente come il col- distanza della Cremonese”.
Musetti su tutti)? “Musetti sta bene no 6 giocatori importanti. E’ chiaro aiutarlo a ritrovarsi”. lega Baroni, è stato costretto a m.z.
in tutte le posizioni - riflette il tecnico che manca qualcosa, ma quando sa- Filippo Gilardi
L UNEDI 11 OTTOBRE 2010 La Cronaca dello Sport
21
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

CREMONESE SUDTIROL

0 0
4-3-3 4-4-2
1 PAOLONI 1 ZOMER

2 VITOFRANCESCO 2 BRUGGER
6 GERVASONI 5 KIEM
5 A. BIANCHI 6 MIRRI
3 MARTIN
3 STEFANI

7 CAMPO
4 FIETTA
4 M. ROMANO
8 SAMBUGARO
10 A. ROMANO
7 TACCHINARDI
(40’ PT 14 BURATO)
(37’ ST 14 BACHER)
8 FURLAN

11 ZERZOURI 11 VIRDIS
(8’ ST 17 CODA) (25’ ST 15 EL KADDOURI)
9 MUSETTI 9 MARCHI
10 NIZZETTO (34’ ST 18 SORRENTINO)

ALL.: BARONI ALL.: SEBASTIANI

ARBITRO
BERGHER DI ROVIGO. ASSISTENTI: RIDOLFI E PIGNATI

AMMONITI
STEFANI A.ROMANO
A. BIANCHI KIEM
BURATO
SORRENTINO

ANGOLI
7 4

NOTE
SPETTATORI 3.100 (abbonati 1.482). Incasso pari a 16.646 euro
RECUPERO: 1’ PT, 3’ ST

LE INTERVISTE
“Gara difficile. Ma da vincere”
Cattiveria o fortuna. Ecco cosa è mancato secondo i protagonisti
Luca Nizzetto ha fornito una prestazione Domenica prossima la Cremonese è attesa sono abituato. So però che ho davanti degli
generosa e di qualità, risultando al termine da un altro turno casalingo contro lo Spezia, ottimi giocatori e quindi voglio lavorare per
del match il migliore in campo tra i grigioros- una delle grandi deluse di questo avvio di sta- migliorare ancora”.
si. Nei suoi occhi però si legge il grande ram- gione. “Hanno una rosa costruita per fare co- Tra le note positive di giornata, va registra-
marico per non essere riuscito a sfruttare al se importanti e anche se non attraversano un ta l’ottima prestazione della difesa che per
meglio le occasioni che gli sono capitate sui periodo felicissimo, restano comunque una l’ennesima volta ha concesso solo le briciole
piedi nella ripresa. “Nel primo caso quando squadra pericolosa”. agli avversari. “Sapevamo che il Sudtirol non
ero a tu per tu con il portiere potevo cercare Quella di ieri è stata senza dubbio una gara era un avversario facile – commenta Gerva-
di andare più avanti, mentre nel secondo ho particolare per il centrocampista Bacher, soni – perché avevano corsa e ripartenze.
provato con un tiro da lontano, ma il portiere giunto l’estate scorsa proprio dal Sudtirol. Noi siamo stati bravi a chiudere tutto ed anzi
ci è arrivato con la punta delle dita. Nella pri- “Anche se ho giocato solo 10’, ho provato il rammarico maggiore è per le occasioni che
ma frazione – analizza l’esterno grigiorosso – sensazioni uniche. E’ stata una gara difficile, non abbiamo sfruttato”. Cos’è mancato alla
abbiamo giocato bene senza però creare oc- che però andava vinta. Loro hanno avuto po- Cremo? “Diciamo che bastava un po’ di for-
casioni, mentre nella ripresa quando c’è stato che occasioni – prosegue Bacher -, mentre a tuna in più. Poi nelle prossime settimane con
meno gioco, ci siamo resi molto più pericolo- noi è mancato soltanto il gol”. Puoi tracciare i rientri dei vari infortunati, avremo sicura-
si. Purtroppo negli ultimi metri ci è mancata un bilancio sui primi mesi a Cremona? “Per mente anche qualche soluzione alternativa”.
Una “partita speciale” per l’ex di turno Michel Bacher la cattiveria necessaria”. me non è facile giocare poco perché non ci Matteo Zanibelli

LE PAGELLE Musetti e Nizzetto, sale l’affinità di coppia IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 6: Una paratina sulla
punizione di Burato, qualche buona
uscita in presa alta ma anche la
FIETTA 6: Nel primo tempo pres-
sa e raddoppia su ogni pallone che
gravita dalle sue parti; poi perde
Marco
Baroni
6,5
Luca
Nizzetto 6,5 sensazione di non essere al massi-
mo della reattività

VITOFRANCESCO 6: Una domeni-


un po’ di lucidità e gestisce le for-
ze. Da dimenticare le conclusioni

SAMBUGARO 6: Anche per lui un


Tutto sommato
la sua è una
squadra saggia.
Solida nella fase
ca da onesto pedalatore. Controlla signor primo tempo fatto di sacrifi- difensiva e con
a turno Furlan e Campo, commette cio in chiusura e idee in fase di co- idee concrete
qualche errore di troppo in fase di struzione. Poi, anche perché me- nella trequar ti
appoggio nomato, cala vistosamente avversaria. L’or-
ganico ridotto a dispozione limi-
tano le scelte e condizionano i
A. BIANCHI 6: Non deve neppure TACCHINARDI 6: Tatticamente risultati
dannarsi l’anima per tenere a bada prezioso e utilissimo negli inseri-
Virdis. Concentrato fino alle fine menti in velocità rallenta nella ri-
trascorre una domenica di assolu- presa
ta tranquillità (BACHER sv: Pochi minuti) ALTO ADIGE
Zommer 7,5, Brugger 6, Kiem
6, Mirri 5, Martin 6, Campo
GERVASONI 6,5: Il mastino con- ZERZOURI 6: Per la prima volta in 6, A. Romano 6 (Burato 6),
cede nulla a Marchi e meno anco- campo dal primo minuto mette M. Romano 6,5, Furlan 6,5,
ra a Sorrentino. Guida la difesa stazza e numeri a disposizione del- Marchi 5,5 (Sorrentino sv),
L’amico ritrovato. Scatta, drib- con sicurezza e i risultati sono sot- la squadra positivo Virdis 5 (ElKaddouri sv). All.:
bla, tira, copre. Manca il colpo to gli occhi di tutti (CODA 5: Confuso) Sebastiani 6
del ko in un duello a due con
Zomer, ma la sua è energia pu- ARBITRO
ra che va ad alimentare il mo- STEFANI 6: Soffre la maggior ve- MUSETTI 6,5: Tiene sottotiro la
locità degli avversari, ma resiste. retroguardia del Sud Tirol con una Bergher 6 Tende a fischiare
tore grigiorosso. Continui così
In compenso illumina due volte serie di magie. Per due volte ha la troppo ma comunque non fa
e la Cremo riuscirà a mettere
palla che vale il match ma non rie- danni apparenti, fatta eccezione
le ali l’azione con aperture non sfruttate
per l’ammonizione a Stefani
dai compagni sce a concretizzarla