Sei sulla pagina 1di 20

GliAudacidellaMemoria.

com

Ciao,

e congratulazioni per aver scaricato questo PDF.

Imparerai infa; a prendere appun= in una maniera per te nuova, tanto


semplice quanto efficace: il Metodo Cornell.

Si traAa di uno strumento sviluppato negli anni ’50 da Walter Pauk, professore
alla Cornell University di New York, uno dei campus universitari più pres=giosi
del mondo.

Numerosi studi scien=fici condo; su gruppi di studen= nei decenni successivi


hanno sistema0camente dimostrato la maggior efficacia del metodo Cornell
rispeAo al metodo tradizionale.

E la cosa bella è che non solo è veramente semplice da usare, ma anche


decisamente intui=vo.

Ora, prendere appun= bene è fondamentale: poiché infa; devi passare molto
tempo in classe, più lo fai rendere bene meno avrei da fare a casa.

Ma come spiego nel mio ar=colo su come prendere appun=, la maggior parte
degli studen= commeAono errori e distrazioni che gli costano un sacco di
tempo.

Col Metodo Cornell invece si inizia ad imparare già in classe.

Il punto chiave del metodo è che invece di scrivere sul foglio come fai
normalmente, devi dividerlo in questo modo:


Prendere appunti con il Metodo Cornell
GliAudacidellaMemoria.com

Area “A”

Area “B” Area “C”

Area “D”


Prendere appunti con il Metodo Cornell
GliAudacidellaMemoria.com

• Una Banda superiore (A), dove vengono registra= da0 “anagrafici” come
giorno, data, professore, materia, etc.

• Sezione di sinistra (B) in cui vengono registrate le parole chiave rela=ve al


contenuto della sezione destra.

• Sezione di destra (C), che è quella in cui vengono presi gli appun0 veri e
propri

• Banda inferiore (D), dove in una riga si riassume il contenuto della pagina e
si annotano domande di deAaglio

Fra poco approfondiremo un po’ di più alcuni aspe; di come u=lizzare


ciascuna delle par=; ma intanto magari = chiederai:

“Perché questo metodo Cornell è così efficace?”

Secondo me ci sono due mo=vi principali:

• Durante la lezione, = costringe all’ascolto aFvo, favorendo la


concentrazione mentale e costringendo= da subito a fare una prima
rielaborazione dei da=.

• Dopo la lezione, permeAe il ripasso a tre livelli di deHaglio differen=:


quello dei riassun=, quello delle parole chiave, quello del totale degli
appun=, con ciascun livello che può essere ripassato separatamente o
insieme agli altri.

Non solo quindi impari di più mentre prendi gli appun3, ma hai anche uno
strumento di studio/ripasso più stru8urato e veloce.


Prendere appunti con il Metodo Cornell
GliAudacidellaMemoria.com

Alla fine la parte peggiore e più noiosa del metodo Cornell è dividersi i fogli con
ma=ta e righello, e allora ho creato questo PDF anche per far= risparmiare un
po' di tempo.

Potrai infa; stampare i fogli che ho incluso alla fine, e cominciare a prendere
appun= col Metodo Cornell oggi stesso.

Prima di vedere i fogli di esempio, approfondiamo un po’ come li dovrai


u=lizzare:

Nella banda superiore, come = ho an=cipato, meAerai semplicemente la


“anagrafica”: data, materia, professore.

La colonna grande a destra è quella invece dove prendi gli appun0 veri e
propri, usando le seguen= regole:

• Riscrivi con parole tue, = aiuta a conceAualizzare


• Scrivi liste con bullet point, = aiuta a dare ordine e gerarchia alle info
• Sinte=zza come fossi su twiAer, = aiuta a cogliere l’essenza
• Abbrevia le parole come se scrivessi un sms, perché = obbliga a pensare alla
parola che scrivi
• Usa delle frecce, per evidenziare i rappor= logici
• Fai disegnini esplica=vi, s=molano la parte "visiva" e crea=va della tua
corteccia
• Commenta ogni tanto quello che scrivi con note “emo=ve” (“Che schifo!”
“Interessante!” “Bello!”)
• Varia il caraAere usando corsivo, stampatello, maiuscolo, minuscolo,
soAolineato etc.


Prendere appunti con il Metodo Cornell
GliAudacidellaMemoria.com

Non esagerare però con colori e caraAeri, non deve diventare un quadro
cubista.

La colonna di sinistra la riempirai con delle parole chiave che = richiamano i


conce; della colonna di destra.

La banda inferiore conterrà un riassunto di una riga dell’intera pagina (la “main
idea”) e qualche domanda di deAaglio.

Vedrai che u=lizzare gli appun= divisi in questo modo = riuscirà facile da quasi
subito, e probabilmente arriverai nel tempo a fare ulteriori personalizzazioni
sia della grafica che dell’u=lizzo; è normale, fortunatamente condividiamo solo
il 99,9% del nostro DNA e non il 100%!

Io stesso nel mio metodo di studio apporto un paio di lievi variazioni per
u=lizzare meglio il metodo con le tecniche di memoria.

Ti suggerisco però per il momento di par=re da uno schema classico di u=lizzo,


e che è faAo di 7 semplici passi:

• Prendere gli appun= nella colonna di destra durante la lezione, u=lizzando


le 8 regole che abbiamo visto sopra

• ConceAualizzare e comprimere quanto scriAo inserendo nella colonna di


sinistra le parole chiave. Per quanto possibile farlo già durante la lezione e
terminare a casa, lo stesso giorno, quello che si è lasciato indietro

• Riassumere l’intero contenuto di ogni pagina in una riga, nella banda


inferiore, se possibile già a lezione, se no a casa.

• A casa, ripetere con parole proprie il contenuto della colonna di destra dopo
averlo coperto con un foglio, aiutandosi con le parole chiave annotate a
sinistra.


Prendere appunti con il Metodo Cornell
GliAudacidellaMemoria.com

• A casa, annotare per ogni pagina una o due domande di deAaglio, nella
banda inferiore soAo al riassunto.

• RifleAere sul materiale ponendosi domande come “Qual è l’importanza di


queste nozioni?” “Su che principi si basano?” “Come si relazionano con altri
aspe; della materia?”.

• RifleAere sul materiale ponendosi domande come “Qual è l’importanza di


queste nozioni?” “Su che principi si basano?” “Come si relazionano con altri
aspe; della materia?”.

• Ripassare una volta lo stesso giorno che prendi gli appun= (1 ora per ogni 5
ore di lezione); e poi tu; gli appun= della se;mana nel week end, in non
più di 3-4 ore.

Adesso passa all’azione: stampa qualche pagina e domani stesso prova a


prendere appun= con il metodo Cornell.

All’inizio farai un po’ fa=ca, ma non = scoraggiare: ricorda che è stato


dimostrato scien=ficamente che il metodo funziona alla grande, e quindi vale
la pena fare un po’ di sforzo all’inizio per impararlo.

Un’ul=ma cosa: dopo questa sezione troverai i fogli di esempio da stampare.

Un saluto

Armando Elle



Prendere appunti con il Metodo Cornell
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto:
Nome:

Materia:

Data:

Parole Chiave Note

Riassunto: