Sei sulla pagina 1di 5

ARENITE (o Arenaria) OSSIDIANA

FORMAZIONE : Roccia Magmatica di tipo effusivo, cioè


che si forma in seguito ad un eruzione o a una colata
FORMAZIONE : Roccia Sedimentaria di tipo clastico, lavica e pertanto subisce un raffreddamento molto
cioè costituita da detriti derivanti da degradazione
rapido.
meccanica e chimica di rocce preesistenti, di natura e
dimensioni diverse, cementati; cementazione di sabbie
varie.

GRANULOMETRIA : Intermedia, tra limo-argilla e


ARGILLA
ciottoli-ghiaia. Dimensione clasti: 1/16 a 2 mm.

COLORAZIONE : Giallo paglierino tipico della sabbia.

E’ MOLTO POROSA e quindi anche PERMEABILE.

COMPOSIZIONE : a contatto con acido cloridrico se la


roccia non va in effervescenza allora è presente in
maggiore quantità del materiale silicatico. Se invece si
verifica l’opposto vi è una presenza di materiale
carbonatico. In quest’ultimo caso se la quantità è >
50% la roccia prende il nome di Calcarenite (
Biocalcarenite o calcarenite organica se sono presenti
anche dei fossili).

FORMAZIONE : Roccia Sedimentaria di materiale


estremamente fine.

PLASTICA E COMPATTA , per la mancanza di pori.

GRANULOMETRIA MOLTO SOTTILE.

COLORAZIONE: a seconda delle impurezze contenute il


colore può essere bruno, giallastro, rossiccio, grigio,
ecc.

DIFFUSIONE : molto diffusa sulla superficie terrestre e


nei fondali marini tra i 4000 e i 6000 m di profondità.
COLORAZIONE : Se ricche di biotite, bruno scuro;
SCISTO Se ricche di muscovite, grigio e verdone; bianco
argento nelle rocce pure.

CALCARENITE MARNOSA
(Pietra Leccese)

FORMAZIONE : Roccia Metamorfica caratterizzata da


una tessitura scistosa abbastanza marcata, cioè
tendente a sfaldarsi facilmente in lastre sottili.

Lo scisto è il risultato della trasformazione


di argilla sottoposta ad alte pressioni e temperature FORMAZIONE : Roccia sedimentaria
nella quale i cristalli micacei (che rappresentano calcarea appartenente al gruppo delle
generalmente circa il 50% dello scisto) si ordinano in calcareniti marnose. E’simile alla calcarenite ma
una direzione precisa creando delle falde dette all’interno il materiale è più fine, argilloso, e chiudendo
appunto piani di scistosità. i pori la rende pietra leccese.

COMPOSIZIONE : piuttosto omogenea; è costituita


principalmente da carbonato di calcio (CaCO3) sotto
MICASCISTO forma di granuli di calcare (microfossili e frammenti
di fossili di fauna marina, risalenti a circa sei milioni di
anni fa) e di cemento calcitico, a cui si
legano glauconite,quarzo, vari feldspati e fosfati, oltre
a sostanze argillose finemente disperse
(caolinite, smectite e clorite), che, nelle diverse
miscele, danno origine a differenti qualità della roccia.

COLORAZIONE : colore dal bianco al giallo paglierino.

ROCCIA COMPATTA e di GRANA FINE.

DIFFUSIONE : affiora naturalmente dal terreno e si


ricava dal sottosuolo in enormi cave a cielo aperto,
profonde fino a cinquanta metri[1] e diffuse su tutto il
territorio salentino.
FORMAZIONE: Roccia Metamorfica con struttura
scistosa.

GRANA MEDIA e GROSSA con TESSITURA SCISTOSA


(piani di scistosità) a volte piana ma più spesso
ondulata ed irregolare per la presenza del quarzo.

COMPOSIZIONE : Quarzo, miche ( muscovite biotite,


paragonite) e talvolta feldspati.
"trasporto" non lungo che non ha permesso una
CALCARE buona classazione e un buon arrotondamento come
nei conglomerati.

PUDDINGA : Se i clasti hanno subito invece un


trasporto prolungato allora la breccia è una puddinga e
il suo aspetto, proprio per effetto del trascinamento in
FORMAZIONE : Roccia sedimentaria formatasi per
un fiume ad esempio, presenta clasti arrotondati.
deposizione del carbonato di calcio in ambiente
marino.

COMPOSIZIONE : Componente principale è la calcite,


minerale costituito da carbonato di calcio, circa il 90 % BASALTO
e il 10 % sono minerali (ossido di ferro e alluminio),
cioè le terre rosse (alterazione chimica di calcite e
calcari quando sono a contatto con acqua).

COMPATTA e STRATIFICATA .

ROCCE SEDIMENTARIE
CLASTICHE
(Breccia e Puddinga)
FORMAZIONE : Il basalto è una roccia effusiva di
origine vulcanica. Esso proviene da
un magma solidificatosi velocemente a contatto
dell'aria o dell'acqua ed è la principale roccia
costituente la parte superiore
della crosta oceanica. I magmi basaltici si formano per
fusione da decompressione del mantello terrestre.

COMPOSIZIONE : Il basalto è formato principalmente


da plagioclasio calcico epirosseni ; alcuni basalti
BRECCIA : Le brecce sono ruditi (ghiaia, classe di possono essere anche ricchi in olivina.
rocce sedimentarie, a grani spigolosi o arrotondati in
cui almeno il 30% degli elementi sono di taglia E’ una roccia pesante, conseguenza delle condizioni
superiore ai 2mm) : il loro sedimento, infatti, è formato litostatiche.
da ghiaia. Risultano ciottoli a spigoli vivi. Sono
caratterizzati da bassa maturità tessiturale in quanto i
granuli sono mal classati, e possiedono dimensioni
diverse tra loro. Questo potrebbe essere dovuto a un
Il colore del travertino dipende dagli ossidi che ha
MIGMATITE incorporato (cosa che accade abbastanza facilmente,
essendo di sua natura una pietra abbastanza porosa).
( = mescolanza) La colorazione naturale varia dal bianco latte al noce,
attraverso varie sfumature dal giallo al rosso. È
frequente incontrarvi impronte fossili di animali e
piante.

BOMBA VULCANICA

FORMAZIONE : Roccia composta perché è in parte


magmatica e in parte metamorfica.

Si forma a grande profondità nella crosta terrestre,


quando la temperatura delle rocce metamorfiche qui
Durante questo evento diversi frammenti di lava dotati
esistenti è così alta da innescare il processo di fusione
di una specifica viscosità vengono espulsi dal vulcano.
parziale, detto anatessi.
E’ una roccia porosa in quanto durante l’esplosione la
La parte rosa appartiene ad un granito con feldspati lava conteneva gas ( molto silice all’interno del
rosa (ortoclasio) , quella scura prima metamorfosata e magma).
poi è entrata in fusione.

CALCARE A NODULO di SELCE


TRAVERTINO

FORMAZIONE : Roccia sedimentaria calcarea Roccia sedimentaria in cui vi è una parte silicatica o
(carbonato di calcio) selce all’interno e un rivestimento carbonatico (parte
chiara). La silice precipita in ambiente acido fino ad
I pori all’interno sono dovuti a componenti organiche agglomerarsi poi per variazione di PH comincia a
che si disfanno e si decompongono lasciando un vuoto. depositarsi il carbonato di calcio in ambiente basico.
E’ una roccia metamorfica di derivazione, la roccia
GRANITO madre è il calcare, quindi composta prevalentemente
di carbonato di calcio. Vi è una completa
(Roccia Madre metamorfica) ricristallizzazione del carbonato di calcio e danno
luogo ad un mosaico di cristalli di calcite o
di dolomite (minerale). L'azione combinata della
temperatura e la pressione, durante la trasformazione
della roccia sedimentaria in marmo, porta alla
progressiva obliterazione delle strutture e tessiture
originariamente presenti nella roccia, con la
conseguente distruzione di qualsiasi fossile,
stratificazione o altra struttura sedimentaria presenti
nella roccia originaria.

FORMAZIONE : Roccia Magmatica di tipo intrusivo, con Il COLORE del marmo dipende dalla presenza di
grana che va da media a grossolana e occasionalmente impurità minerali (argilla, limo, sabbia, ossidi di ferro,
può presentare megacristalli. Il magma da cui deriva è noduli di selce), esistenti in granuli o in strati all'interno
di origine acida infatti la composizione del granito è in della roccia sedimentaria originaria. Nel corso del
gran parte silicea, inoltre questo magma è anche molto processo metamorfico tali impurità vengono spostate e
viscoso e ciò giustifica la formazione in grande ricristallizzate a causa della pressione e del calore. I
profondità del granito marmi bianchi sono esito della metamorfizzazione di
rocce calcaree prive di impurità.
il COLORE non è omogeneo: i cristalli sono infatti di
colore rosa (feldspati), bianco e nero (mica) e
trasparente (quarzo);

la SUPERFICIE della roccia è ruvida e fredda al contatto


a causa delle faccette cristalline.

COMPOSIZIONE : E’ formata da quarzo, feldspato


potassico, scarso plagioclasio e biotite. Talvolta è
presente la muscovite.

Per processi di subdizione in profondità va incontro a


temperature e pressioni diverse che danno luogo ad
isostrati da cui nasce un nuovo tipo di roccia
metamorfica (derivata) : GNEISS.

MARMO