Sei sulla pagina 1di 13

ALLEGATO A

Legge 15/2002, art 37, lettere A) ed E). Anno 2011.


Avviso pubblico
per la presentazione di progetti relativi a manifestazioni e iniziative di promozione delle
attività sportive.

1) OBIETTIVI E AZIONI PRIORITARIE

La Regione Lazio in conformità ai principi della L.R. n. 15/2002 intende promuovere e sostenere
la diffusione della cultura delle attività motorie e sportive tra tutti i cittadini, riconoscendone la
centrale funzione sociale.
A tale scopo in attuazione dell’art 37 della stessa L.R. n. 15/2002 con il presente avviso
pubblico, relativo all’anno 2011, si privilegeranno le seguenti azioni:
• Sostenere iniziative per la promozione della pratica sportiva dei giovani in età scolare e
delle persone diversamente abili o soggette a forme di disagio sociale;
• promuovere quelle realtà regionali dello sport dilettantistico che raggiungono risultati di
livello regionale, nazionale e internazionale contribuendo a promuovere l’immagine della
regione in Italia e nel mondo.

2) TIPOLOGIE DI INTERVENTO AMMISSIBILI

In relazione alle tipologie di interventi previsti dall’art 37 della L.R. n. 15/2002 e alle azioni
prioritarie suindicate le tipologie di intervento ammissibili al presente avviso pubblico sono:

2.1 Manifestazioni ed altre iniziative di rilevanza regionale (ai sensi della lettera A
dell’art. 37);

2.2 Manifestazioni ed altre iniziative ricorrenti di particolare rilievo internazionale o


nazionale organizzate sul territorio regionale (ai sensi della lettera E dell’art. 37);

3) CRITERI DI PRIORITÀ

In relazione alle tipologie di intervento ammissibili indicate al precedente paragrafo 2. si


specificano di seguito i criteri di priorità che verranno adottati nella valutazione delle domande
ammissibili:

3.1 La rilevanza regionale delle proposte progettuali presentate ai sensi della lettera A)
dell’art. 37 e di cui al precedente par. 2.1, verrà valutata in relazione ai seguenti criteri:
A) Livello di collaborazione tra più soggetti. Si darà priorità ai progetti che prevedano il
partenariato e la cooperazione tra uno o più soggetti sportivi e/o uno o più soggetti locali e
istituzionali del territorio di riferimento (associazioni sportive, enti di promozione sportiva, enti
locali, scuole, CONI, etc.)

B) Ambito territoriale di riferimento per lo svolgimento dell’iniziativa. Si darà priorità ai


progetti che riguardino territori più ampi del mero ambito locale: regionale, provinciale o
interprovinciale.

C) Carattere sociale dell’iniziativa


Il carattere sociale dell’iniziativa verrà attribuito alle manifestazioni ed iniziative riservate ad
una o più delle seguenti categorie sociali:
- Giovani in età scolare (11/18 anni);
- Disabili fisici e/o mentali;
- Persone soggette a forme di disagio sociale.

Sarà data particolare attenzione ai progetti di promozione degli sport minori, delle attività
motorie e sportive all’aria aperta e negli spazi verdi e dello sport come strumento di integrazione
sociale tra disabili e normodotati e dell’attività sportiva come strumento di integrazione sociale
per le categorie soggette ad altre forme di disagio.

3.2 Tra le proposte riguardanti Manifestazioni ed altre iniziative ricorrenti di particolare


rilievo internazionale o nazionale organizzate sul territorio regionale, di cui alla lettera E)
dell’art. 37, verrà data priorità ai progetti che prevedono:

- Manifestazioni che per le loro caratteristiche, per il loro notevole rilievo tecnico
sportivo agonistico, sociale, aggregativo, celebrativo o simbolico e per la loro ormai
consolidata ricorrenza rappresentano un appuntamento di alto livello per la Regione;
- Manifestazioni inserite nei calendari nazionali e/o internazionali delle Federazioni
Sportive, del Comitato Italiano Paralimpico e degli Enti di Promozione Sportiva,

I soggetti richiedenti dovranno allegare alla domanda copia dei calendari nazionali e/o
internazionali in cui è prevista la relativa manifestazione.
Qualora non sia espressamente prevista la redazione di calendari, è necessaria la deliberazione o
altro atto di approvazione collegiale da parte dell’organo nazionale della Federazione o dell’Ente
che attesti il livello della manifestazione.

4) CHI PUÒ RICHIEDERE IL CONTRIBUTO

4.1 Per le manifestazioni di cui al precedente punto 2.1 possono richiedere il contributo i
seguenti soggetti:
- CONI;
- CIP;
- Federazioni Sportive Nazionali;
- Associazioni e società sportive a carattere dilettantistico affiliate al CONI, al CIP o agli
enti di promozione sportiva;
- Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP;
- Soggetti giuridici privati specializzati nell’organizzazione di manifestazioni ed iniziative
di promozione della pratica sportiva;
- Enti locali;
- Scuole secondarie di primo e secondo grado del Lazio facenti parte del sistema pubblico
di istruzione.

4.2 Per le manifestazioni di cui al precedente punto 2.2 possono richiedere il contributo i
seguenti soggetti:
- Federazioni sportive nazionali;
- Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP;
- Associazioni benemerite.

5) MISURA DEL CONTRIBUTO REGIONALE

La Regione concorrerà alla realizzazione delle iniziative fino ad un massimo del 50% della
spesa ammissibile, compatibilmente con le risorse disponibili previste dal Bilancio di Previsione
2011.

6) QUALI SONO LE SPESE AMMESSE A CONTRIBUTO

Le voci di spesa ammissibili a contributo sono quelle riportate nello schema di preventivo
economico incluso nel modello di domanda allegato.

7) TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il presente Avviso riguarda le manifestazioni che si svolgeranno nel corso dell’intero anno
sportivo 2011, per la presentazione delle domande sono previste due sole scadenze: una per
ciascun semestre dell’anno in cui è previsto lo svolgimento della manifestazione.

Pertanto la domanda di contributo, in relazione al periodo di svolgimento della manifestazione,


dovrà essere trasmessa, a pena di inammissibilità, entro e non oltre le seguenti scadenze:

- per i progetti la cui realizzazione è prevista nei mesi da gennaio a giugno 2011 entro e non
oltre il 31 ottobre 2010;

- per i progetti la cui realizzazione è prevista nei mesi da luglio, a dicembre 2011, entro e non
oltre il 30 aprile 2011.

L’istanza compilata, utilizzando l’apposita modulistica allegata al presente atto (completo di


marca da bollo del valore di € 14,62 con esclusione dei soggetti esenti per legge), corredata della
documentazione di cui al successivo punto 6, e, interamente sottoscritta dal legale
rappresentante, potrà essere spedita a mezzo posta, nel qual caso farà fede la data del timbro
postale, al seguente indirizzo:

Regione Lazio - Dipartimento Sociale Direzione Regionale Cultura, Arte e Sport


Area 01 - Interventi per lo sport, Via R.R. Garibaldi, 7 – 00145 Roma.

La domanda potrà, altresì, essere consegnata a mano presso l’Ufficio


Spedizione/Accettazione della Regione Lazio – Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 Roma,
entro le ore 12 del giorno di scadenza del presente avviso.

Il plico chiuso dovrà recare la dicitura:


Avviso pubblico Per la presentazione di progetti relativi a manifestazioni e iniziative di
promozione delle attività sportive.
L.R. n. 15/2002, art 37, lettere A) ed E). Anno 2011.

Ciascun soggetto non potrà presentare più di un’istanza.

8) DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE:

- Istanza debitamente compilata e sottoscritta dal rappresentante legale;

- Fotocopia del documento d’identità del legale rappresentante;

- Per le manifestazioni di rilevanza regionale dovrà, inoltre, essere presentata la


seguente documentazione:
 forma documentata di collaborazione esistente o che si intende avviare con altri
soggetti (per esempio: convenzione, accordi di adesione, protocolli d’intesa
ecc.);

- Per le manifestazioni di particolare rilievo internazionale o nazionale:


 Copia dei calendari nazionali e/o internazionali che riconoscono la
caratterizzazione della manifestazione.

9) VERIFICHE DI AMMISSIBILITÀ

I competenti uffici regionali effettueranno le verifiche di ammissibilità delle domande


presentate, in base ai seguenti criteri:
- rispetto dei termini e delle modalità di presentazione delle domande;
- requisiti del soggetto proponente di cui al precedente paragrafo 4);
- coerenza del progetto con le tipologie di interventi ammissibili di cui al precedente
paragrafo 2).
10) COMMISSIONE DI VALUTAZIONE E CRITERI DI VALUTAZIONE

Le domande ammissibili verranno valutate nel merito da una apposita commissione che verrà
nominata con successivo atto del direttore del Dipartimento Sociale.
La commissione avrà a disposizione un massimo di 30 punti e stilerà una graduatoria dei progetti
ammessi, proponendo l’assegnazione delle risorse disponibili sul capitolo di bilancio G31502
per l’es. fin. 2011 fino ad esaurimento delle stesse (a parità di punteggio sarà data priorità ai
progetti che presentino il preventivo di spesa ammissibile più basso), in base ai seguenti criteri:

Criteri per la valutazione delle domande presentate ai sensi della lettera A) dell’art 37 L.R.
n. 15/2002:

Criteri Subcriteri Punt max

Livello di collaborazione
Numero e tipologia di soggetti sportivi e
istituzionali che collaborano alla 6
realizzazione dell’iniziativa

Coerenza del progetto in relazione Ambito territoriale interessato


alle azioni prioritarie previste Ampiezza del territorio interessato (più
dall’avviso comuni, ambito provinciale, 6
interprovinciale, regionale)

Carattere sociale
Giovani e/o disabili fisici e/o mentali; 6
Categorie soggette a disagio sociale
- Esperienza del soggetto proponente
Qualità del Piano finanziario - Livello di compartecipazione
relativo all’iniziativa finanziaria 5
- Congruità delle voci di spesa
- Presenza di sponsor e altri soggetti

- Caratteristiche di novità sia per il tipo


di evento che per i soggetti coinvolti;
- Capacità del progetto di promuovere
l’immagine della Regione;
Qualità della proposta progettuale - Manifestazioni di promozione di 7
sport minori;
- Attività motorie e sportive all’aria
aperta e negli spazi verdi;
- Sport come strumento di integrazione
sociale;
- Integrazione tra disabili e normodotati.

Totale 30
Criteri per la valutazione delle domande presentate ai sensi della lettera E) dell’art 37 L.R.
n. 15/2002:

Criteri Parametri Punt max

Livello di immagine.
- Prestigio dell’evento
- Rilievo tecnico sportivo, agonistico, 6
sociale, aggregativo, celebrativo o
simbolico.

Coerenza del progetto in relazione Ricorrenza


alle azioni prioritarie previste - Ripetitività negli anni della
dall’avviso manifestazione
- Risultati raggiunti 6
- Visibilità e risonanza da parte degli
organi di informazione

Manifestazioni inserite nei calendari 6


nazionali o internazionali

Qualità del Piano finanziario - Esperienza ed affidabilità del soggetto


relativo all’iniziativa (saranno proponente
valutati un insieme di fattori che - Livello di compartecipazione
influiscono sulla fattibilità del finanziaria
progetto, esperienza del soggetto - Congruità delle voci di spesa, 5
proponente, livello di - Presenza di sponsor e altri soggetti
compartecipazione finanziaria,
congruità delle voci di spesa, la
presenza di sponsor e altri soggetti
ecc)
- Capacità del progetto di valorizzare il
Qualità della proposta progettuale contenuto educativo e sociale dello sport
- Capacità del progetto di promuovere 7
l’immagine della Regione in Italia e nel
mondo

Totale 30

11) COMUNICAZIONE DELL’ESITO

Il Direttore del Dipartimento sociale provvederà all’approvazione della graduatoria dei


progetti e degli importi assegnati.
I soggetti ammessi a finanziamento saranno informati con comunicazione scritta del contributo
assegnato e delle modalità per accedere allo stesso.
L’esito dell’istruttoria sarà comunque pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio e
sul sito www.regione.lazio.it.

12) MODALITÀ DI LIQUIDAZIONE.

La liquidazione del contributo concesso avverrà a progetto realizzato previa presentazione,


entro 90 (novanta) giorni dallo svolgimento dell’iniziativa, della seguente documentazione:
- relazione descrittiva dell’evento corredata della documentazione comprovante l’avvenuto
svolgimento dello stesso;
- rendiconto a consuntivo delle spese sostenute con i relativi giustificativi contabili ai sensi
dell’art 21 del DPR 633/72 e s.m.i. debitamente quietanzate.

13) RIDUZIONE E REVOCA DEI CONTRIBUTI


Su almeno il 10% delle domande finanziate verranno effettuati controlli relativamente al
regolare svolgimento della manifestazione. Un esito negativo del controllo avrà come
conseguenza una revoca del contributo o una sua riduzione.

I beneficiari dei finanziamenti assumono impegni ed obblighi, in particolare per la realizzazione


degli interventi finanziati entro i termini stabiliti nei relativi provvedimenti di concessione.
Con la firma apposta in calce alla domanda, ai relativi allegati ed alla eventuale documentazione
integrativa, il richiedente si assume tutta la responsabilità. Restano ferme le responsabilità civili,
penali, amministrative e contabili dei soggetti ammessi a finanziamento. Per tutto quanto non
previsto, si fa riferimento alle disposizioni contenute nelle norme vigenti a livello comunitario,
nazionale e regionale.

I soggetti beneficiari del contributo regionale sui materiali pubblicitari dell’evento


dovranno obbligatoriamente citare la Regione Lazio come fonte finanziaria e apporre sugli
stessi il logo della Regione.

14) INFORMAZIONI SUL TRATTAMENTO DEI DATI

Ai sensi dell’articolo 13 del D.Lgs. 196/2003, la Regione Lazio informa che i dati personali
forniti saranno trattati nell’ambito del procedimento previsto per l’erogazione dei contributi alle
iniziative culturali previste dal presente bando.
I dati personali sono raccolti e trattati, manualmente e/o con l’ausilio di mezzi elettronici idonei
a garantire la sicurezza e la riservatezza, da personale della Regione Lazio.
Il conferimento dei dati richiesti è facoltativo. L’eventuale rifiuto comporta l’impossibilità di
istruire la pratica e di ottenere i contributi richiesti.
Ai soggetti interessati sono riconosciuti i diritti sanciti dall’articolo 7 del D.Lgs. 196/2003.
Titolare del trattamento dei dati è la Regione Lazio - Via Cristoforo Colombo, 212 – Roma.
15) NORME GENERALI

Per quanto non espressamente riportato nel presente avviso si fa riferimento alla normativa
vigente.
Per tutte le controversie che dovessero insorgere è competente il Foro di Roma

16) INFORMAZIONI E RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Il responsabile del presente procedimento è il funzionario Sandro Cordone dell’Area Interventi


per lo Sport.

Per avere informazioni ci si potrà rivolgere ai seguenti funzionari della competente Area
Interventi per lo sport :

• Sandro Cordone 06-51684063 e-mail scordone@regione.lazio.it


• Cristina Menale 06-51684126 e-mail cmenale@regione.lazio.it
• Patrizia Vincenzotti 06-51685081 e-mail pvincenzotti@regione.lazio.it

17) PUBBLICITÀ

Il presente avviso è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.

E’ reso disponibile anche sul sito www.regione.lazio.it; www.culturalazio.it, dove è possibile


scaricare il testo integrale con i relativi allegati.
DOMANDA DI CONTRIBUTO PER MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE DI
PROMOZIONE DELLA PRATICA SPORTIVA.
L.R. n. 15/2002 Art. 37 ANNUALITA’ 2011

ALLA REGIONE LAZIO


DIPARTIMENTO SOCIALE
DIREZIONE REGIONALE CULTURA,
ARTE E SPORT
AREA INTERVENTI PER LO SPORT 01
VIA R.R. GARIBALDI, 7
00145 ROMA

Il sottoscritto…………………………………………..nato
a………………………………………

Il………………………nella sua qualità di legale rappresentante


di……………………………….

la cui natura giuridica


è…………………………………………………………………………….

Codice fiscale
dell’Associazione……………………………………………………………………

Con sede legale


in……………………………………………………………………………………

Via………………………………………..

CAP………………………………………

Tel………………………………………..

Fax……………………………………….

E-
mail………………………………………………………………………………………………..

Sito
web……………………………………………………………………………………………...

Indirizzo per eventuali comunicazioni se diverso dalla sede legale:

……………………………………………………………………………………………………

Il referente del progetto è la/il


Sig.ra/Sig:……………………………………………………………
Cell:…………………………………..
Fax:………………………………………………………..

e-mail:………………………………………………………………………………………………

CHIEDE

Per una iniziativa promozionale sportiva la concessione di un contributo regionale per l’anno
finanziario 2011, pari a euro:

€ ……………………………………………………………………………………………………………

Il costo complessivo stimato della manifestazione è pari a euro:

€ ……………………………………………………………………………………………………

Per la realizzazione della seguente manifestazione sportiva

Titolo:

Specificare la tipologia dell’ iniziativa

 Manifestazioni ed altre iniziative di rilevanza regionale (ai sensi della lettera A dell’art 37);
In sintesi indicare:

- Soggetti che collaborano alla realizzazione dell’iniziativa


………………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………

- Ambito territoriale di riferimento (specificare comuni e province interessate):……………………


………………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………

- Carattere sociale (specificare se l’iniziativa è riservata ai giovani e/o ai disabili e/o ad altre
categorie soggette a disagio): ……………………………………………………..………………..
………………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………

 Manifestazioni ed altre iniziative ricorrenti di particolare rilievo internazionale o


nazionale organizzate sul territorio regionale (ai sensi della lettera E) dell’art 37);

 di carattere nazionale ( inserite nei calendari nazionali delle FSN, del CIP, degli EPS
 di carattere internazionale ( inserite nei calendari internazionali delle FSN, del CIP,
degli EPS

Specificare date e luoghi di svolgimento


Date previste di
svolgimento
Luoghi previsti di
svolgimento

Relazione descrittiva della manifestazione


Max 4000 caratteri

Curriculum del richiedente


Max 1000 caratteri

DICHIARA
(ai sensi dell'art. 46 D.P.R. n.445 del 28/12/2000)

Di essere in possesso di atto costitutivo e statuto vigente (solo per le associazioni)

Registrato il…………………………………………………
presso……………………………………………………...…………………………………….

2. Di essere Società o Associazione sportiva senza scopo di lucro (solo per le associazioni) 

3. Di essere affiliata per l’anno 2010-2011 (solo per le associazioni) a


…………………………………………………………………………………………

4. Di avere / non avere richiesto altri contributi allo stesso titolo alla Regione Lazio e/o a
altri Enti pubblici
(barrare una sola voce)
5. Di impegnarsi a pubblicizzare mediante manifesti, cartelloni, locandine, inviti,
depliants, ecc. che l’iniziativa è realizzata con il contributo della Regione Lazio,
Assessorato alla Cultura, Arte e Sport;
6. Di impegnarsi, nel caso che il contributo attribuito sia inferiore a quello richiesto, a
coprire con altre risorse l’ulteriore disavanzo tra contributo e costo totale dell’evento, o
eventualmente a rimodulare il progetto con conseguente contrazione delle voci di
bilancio del preventivo di spesa
Preventivo economico delle singole voci di spesa da compilare secondo lo schema seguente:

USCITE PREVENTIVO

1. Spese generali
(Max 30% del totale delle uscite)
1.1 tasse federali relative alla manifestazione
1.2 locazione impianti sportivi dell’evento
1.3 locazione attrezzature sportive
1.4 locazioni impianti (audio,di cronometraggio etc.)
1.5 altre spese ……………………………..
1. TOTALE SPESE GENERALI

2. Spese personale e assicurative


(Max 30% del totale delle uscite)
2.1 giudici di gara, arbitri, cronometristi
2.2 fonici, speakers, fotografi
2.3 collaboratori sportivi impiegati nell’organizzazione del
percorso o nell’allestimento del campo di gara
2.4 medico ed ambulanza presenti
2.5 copertura assicurativa degli atleti partecipanti
2. TOTALE SPESE PERSONALE E ASSICURATIVE

3. Spese promozionali
(Max 20% del totale delle uscite)
3.1 coppe, trofei, targhe, medaglie
3.2 t-shirt, pettorali (vestiario identificativo dell’evento)
3.3 pubblicità dell’evento
3.4 ristoro agli atleti
3.5 altro……………………………………………..
3. TOTALE SPESE PROMOZIONALI

4. Costi di trasporto e ospitalità


(Max 20% del totale delle uscite)
4.1 trasporto di attrezzature, palchi, mobilia
4.2 noleggio pullman per atleti partecipanti
4.3 ospitalità
4. TOT. COSTI DI TRASPORTO E OSPITALITA’

A. TOTALE USCITE
ENTRATE
Quote iscrizione atleti unitaria totale

Sponsorizzazioni
(descrivere)
Quote sociali

Biglietti d’ingresso

Contributi da altri enti

Altro (descrivere)

B. TOTALE ENTRATE

AI FINI DELLA VALUTAZIONE DELLA PROPOSTA PROGETTUALE DA PARTE


DELLA COMPETENTE STRUTTURA DELLA REGIONE LAZIO, IL PROPONENTE
DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ CHE I DATI E LE INFORMAZIONI
FORNITE ATTRAVERSO IL PRESENTE FORMULARIO RISPONDONO A VERITA’

Luogo, data e timbro

Il Legale rappresentante dell’Organismo___________________________________________