Sei sulla pagina 1di 2

USUCAPIONE

L'usucapione è un modo di acquisto della proprietà a titolo originario basato sul perdurare
per un determinato periodo di tempo del possesso su di un bene

Caratteristiche dell’usucapione:
 Deve essere stato conseguito senza violenza o clandestinità (art. 1163 c.c.); il
clandestino non giova per l’usucapione se non dal momento in cui la violenza o la
clandestinità è cessato.
 Deve essere continuo e ininterrotto;
 Deve protrarsi per i periodi stabili dalla legge;

Il possesso è il requisito essenziale dell’usucapione: se qualcuno esercita su un bene altrui il


possesso corrispondente al contenuto della proprietà o di altro diritto reale, pur non avendo il
relativo diritto, diventa legalmente titolare del diritto stesso quando il possesso si sia
protratto per un determinato tempo stabilito dalla legge.
Il possesso deve essere palese e pacifico.

La continuità designa il costante esercizio del possesso che non deve essere occasionale o
saltuario. Il possesso inoltre non deve aver subito interruzioni a causa di terzi o eventi
naturali per la durata di più di un anno.

Il tempo per l’usucapione:


 Usucapione ordinaria:
1. La proprietà dei beni immobili e gli altri diritti reali di godimento sui beni
medesimi si acquistano in virtù del possesso continuato per venti anni (art.
1158)
2. L'usucapione di un'universalità di mobili o di diritti reali di godimento sopra la
medesima si compie in virtù del possesso continuato per venti anni. Nel caso
di acquisto in buona fede da chi non è proprietario, in forza di titolo idoneo,
l'usucapione si compie con il decorso di dieci anni (art. 1160)
3. Colui che acquista in buona fede da chi non è proprietario un bene mobile
registrato, in forza di un titolo che sia idoneo a trasferire la proprietà e che sia
stato debitamente trascritto, ne compie in suo favore l'usucapione col decorso
di tre anni dalla data della trascrizione. Se non concorrono le condizioni
previste dal comma precedente, l'usucapione si compie col decorso di dieci
anni (art. 1161).

 Usucapione abbreviata: Un caso particolare riguarda l'usucapione abbreviata


prevista dall'art. 1159 c.c. In questo caso l'usucapione si realizza su beni immobili, ma
invece di essere ventennale, è decennale “Colui che acquista in buona fede da chi non è
proprietario un immobile, in forza di un titolo idoneo a trasferire la proprietà e che sia
stato debitamente trascritto, ne compie col decorso di dieci anni dalla data della
trascrizione”.
L'abbreviazione dei termini si spiega per le particolari condizioni del possesso; per
aversi usucapione abbreviata è infatti necessario:
1. Che il possesso sia iniziato in buona fede
2. Che vi sia un titolo astrattamente idoneo a trasferire la proprietà, o altro
diritto reale di godimento Che il titolo sia stato trascritto
Oggetto dell’usucapione possono essere: l’enfiteusi, l’usufrutto, la superficie, l’uso e le servitù
tranne quelle non apparenti e coattive. Sono usucabili i titoli di credito, le universalità di
mobili

Non sono oggetto di usucapione le universalità di diritto ( es. l’eredità).