Sei sulla pagina 1di 2

MOTO RETTILINEO UNIFORME

OBIETTIVO: verificare la velocitaà di 3 corpi che si muovono ipoteticamente con moto rettilineo
uniforme in un determinato spazio.

STRUMENTAZIONE

CRONOMETRO

METRO

SCHEMA

DATI

Ta Tb Tm S=8,40m v
9,10 8,57 8,8 \\ 0,95m\s
4,25 4,21 4,2 \\ 1,99m\s
3,40 3,13 3,26 \\ 2,6m\s

Dopo aver misurato con il metro lo spazio da percorrere, sono stati messi in posizione i tre
ragazzi che, uno alla volta, hanno percorso lo spazio determinato(ciascuno con andatura
diversa).Il tempo necessario per percorrere lo spazio eà stato calcolato da due cronometristi
posti alle due estremitaà del percorso. Per ridurre l’errore sistematico(dovuto allo strumento di
misurazione) e l’errore casuale (dovuto a fenomeni casuali) eà stato calcolato il tempo medio
(Ta+Tb\2). Successivamente eà stata calcolata la velocitaà v con la formula:v= Δs\Δt.
Il risultato finale eà stato quello di ottenere la velocitaà (ipoteticamente costante) di ognuno dei
tre ragazzi.Per verificare che il motodei ragazzi fosse certamente rettilineo uniforme eà stata
effettuata un’ulteriore misurazione con uno dei tre ragazzi e tre cronometristi,in modo tale che
lo spazio fosse diviso in due parti uguali oltre che ottenere una misurazione del Δt e della
velocitaà v per ogni parte del percorso.

S1 ΔT1 V1 S2 ΔT2 V2
4,20m 2,88 1,45m\s 4,20m 3,47 1,20

E’ stato verificato che il corpo non procede con moro rettilineo uniforme poicheé non mantiene
una velocitaà costante durante il tragitto. Difatti, se il corpo si fosse mosso di moto rettilineo
uniforme avremmo dovuto ottenere (per ciascuna porzione di spazio) due valori del tempo e
della velocitaà uguali.
Di conseguenza avremmo ottenuto questo grafico:

In base al coefficiente angolare m (che stabilisce l’inclinazione della retta), che corrisponde alla
velocitaà v,possiamo stabilire quanto velocemente si muova un corpo con moto rettilineo
uniforme guardando l’inclinazione della retta. Inoltre Δs\Δt eà un rapporto incrementale, che
corrisponde in geometria al coefficiente angolare di una retta secante. Essendo Δs\Δt un
rapporto incrementale ci si puoà calcolare il limite (eà possibile calcolare il limite in ogni
rapporto incrementale) facendo tendere Δt a 0. In questo caso il rapporto incrementale
coincide con il coefficiente angolare di una retta tangente.