Sei sulla pagina 1di 2

Acquaviva, lì 24.09.

2018

Al Sig. Sindaco di Acquaviva delle Fonti


Dott. Davide Carlucci

E p.c.

All’Assessore con delega alla Cultura



Dott.ssa Caterina Grilli

Interrogazione: concessione del patrocinio gratuito allo “Storico Gran


Concerto Bandistico Città di Acquaviva”

Premesso che:

- In data 15.11.2017 con decreto n.46 il Comune di Acquaviva ha concesso “il


patrocinio gratuito in favore dell’Ass. Giacomo Puccini di Noci per lo Storico Gran
Concerto Bandistico Città di Acquaviva delle Fonti” per “la stagione artistica
2018”;

- Il Comune di Acquaviva è capofila di una associazione di comuni che ha promosso


il progetto “Cuore di Banda” cofinanziato dalla Regione Puglia e di durata
triennale (2017-2019);

- La Banda musicale costituisce uno dei più ricchi patrimoni culturali e storici della
nostra comunità;

- Al momento non esiste un complesso bandistico (nella tipologia specifica della


banda da giro) che annoveri orchestrali acquavivesi e nasca da una realtà
associativa o culturale acquavivese;


- Non è chiaro se il patrocinio gratuito sarà rinnovato alla medesima associazione


Giacomo Puccini di Noci;

Si interrogano quindi il Sindaco e l’assessore competente, chiedendo:

- Di chiarire quali siano le intenzioni dell’Amministrazione in merito alla futura


attribuzione del nome “Città di Acquaviva” ad un complesso bandistico della
tipologia “banda da giro”;

- Se sia intenzione dell’Amministrazione approntare una manifestazione d’interesse,


rivolta ad associazioni musicali locali e non, per l’attribuzione della denominazione
“Città di Acquaviva” ad un complesso bandistico; manifestazione d’interesse che
preveda da parte del Comune degli impegni economici (rientranti e.g. nella
programmazione “Cuore di Banda”) e logistici (disponibilità di locali per prove,
deposito, etc.) e da parte degli interessati la definizione di una programmazione
artistica (almeno biennale o triennale) e un impegno per la promozione della
cultura bandistica nel nostro comune, prevedendo ad esempio l’obbligo di avere
fra gli orchestrali un certo numero di acquavivesi;

- Di valutare inoltre la possibilità di affidare ad una commissione di esperti


strettamente legati professionalmente al mondo della musica bandistica la
valutazione delle manifestazioni di interesse che dovessero pervenire all’Ente.

Più in generale si domanda al Sindaco e all’assessore competente di dare un chiaro


segno dell’indirizzo dell’Amministrazione ai fini della valorizzazione della musica
bandistica e della promozione della cultura di banda nella comunità acquavivese.

Ringraziando, porgo distinti saluti.

Dott. Francesco Colafemmina