Sei sulla pagina 1di 1

LICEO STATALE

“Ippolito Nievo”
Padova 12 settembre 2018
Cari Ragazzi e cari Ragazze

col vostro ingresso festoso, che riempie aule altrimenti vuote e silenziose, si apre un
nuovo anno di scuola, momento forte della vostra vita, occasione privilegiata per impara-
re.
Imparare è esperienza costitutiva del nostro essere persone, senza la quale non c’è cre-
scita, maturazione, realizzazione.

Nella scuola questa esperienza diventa totale, organizzata, sistematica.


Voi imparate dalle discipline di studio, ma anche dalla relazioni con compagni e adulti,
dalle attività ed eventi organizzati e dal vostro stesso modo di porvi.
Imparate contenuti e abilità nuove, ma anche a organizzare il vostro tempo e il vostro
studio, a ricercare un equilibrio fra i diversi impegni e il tempo per voi, a riscoprire ogni
mattina motivazioni per affrontare la giornata.
Imparate a rendere realistici i vostri obiettivi, a essere coraggiosi nell’affrontare sfide
nuove, prudenti nel valutare le conseguenze delle vostre azioni, generosi nell’impegno,
fiduciosi nelle vostre risorse e capacità, pazienti nel sopportare ostacoli e contrarietà.
Come nello sport cercate di accettare e imparare dalle sconfitte, a rendere forti voi stessi
e ad affrontare diversamente le situazioni e le prove, modificando atteggiamenti e com-
portamenti.

Anche coi compagni di classe e nei rapporti coi professori c’è molto da imparare, perché
non è facile né spontaneo accogliere, comprendere, rispettare, accettare, valorizzare le
diversità che ci connotano e ci distinguono.
Ma perché questa fatica di imparare, perché questa avventura meravigliosa, ma a volte
anche dolorosa?
Si impara perché non possiamo farne a meno, per continuare a crescere, per sviluppare i
nostri talenti, per conseguire le competenze funzionali a una professione, per realizzare
un progetto, per capire di più noi stessi e gli altri, per dare un senso pieno alla nostra
vita, per esprimere o testimoniare dei valori.

Imparare è la strada che ci rende umani, migliori, pienamente noi stessi: si possono rag-
giungere le mete più alte e importanti imparando poco o niente…Ma per imparare è ne-
cessario essere disponibili, saper mettere in discussione conoscenze e credenze, non
avere un’opinione troppo alta di sé, mantenere un atteggiamento di apertura e umiltà,
essere disposti a capire e a cambiare.

Solo imparando è possibile intraprendere un percorso di crescita, apprezzare la bellezza,


immaginare il futuro, coltivare un sogno: se la scuola è un luogo speciale dell’imparare,
essa è per eccellenza uno spazio per “giovani”, che, come voi, vivono con attesa, con
fiducia e con speranza il loro tempo.

A tutti buon anno di Scuola!

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
dr. Maurizio Sartori

Potrebbero piacerti anche