Sei sulla pagina 1di 2

Domande meccanica dei fluidi

1. Formulare e dimostrare/Derivare l’equazione di continuità nella sua forma indefinita e globale


2. Drag su corpi tozzi
3. Disegnare e spiegare in dettaglio l’abaco di Moody
4. Ricavare la soluzione analitica delle equazioni di Navier Stokes per il flusso piano di Poiseuille (flusso tra due
lastre piane parallele ferme in presenza di un gradiente di pressione)
5. Fornire ipotesi, enunciato e dimostrazione del teorema di Bernoulli
6. Formulare il legame costitutivo per un fluido newtoniano
7. Spinta idrostatica su superfici piane (determinazione modulo e punto di applicazione) – fluidi incomprimibili
8. Spinte idrostatiche su superfici gobbe a contatto con fluidi pesanti incomprimibili.
9. Enunciato e dimostrazione teorema . Svantaggi e vantaggi delle formulazioni adimensionali. Principali
gruppi dimensionali della Meccanica dei Fluidi e loro significato fisico.
10. Ricavare la distribuzione degli sforzi tangenziali nel moto di Poiseuille in condotta (flusso in condizioni di
moto laminare in condotta cilindrica a sezione circolare).
11. Significato fisico del tensore delle velocità di deformazione.
12. Strato limite su lastra piana indefinita parallela al flusso: definizione di strato limite e struttura del campo di
moto.
13. Definizione di potenza cinetica di una corrente e significato del coefficiente di ragguaglio.
14. Origine e significato del tensore degli sforzi di Reynolds
15. Applicazione alle correnti teo Bernulli
16. Ipotesi, enunciato e dimostrazione dell’equazione indefinita dell’equilibrio statico e della legge di Stevino
17. Analizzare i coefficienti di drag e lift per corpi affusolati e tozzi in funzione di scabrezza e reynolds
18. I fluidi come sistemi continui. Distribuzione degli sforzi in un mezzo continuo.
19. Legge di Stevin: su che principio fisico si basa ed ipotesi necessarie per la sua derivazione. Piano dei carichi
idrostatici relativo ed assoluto.
20. Riferimento euleriano e lagrangiano.
21. Equazione globale della statica dei fluidi pesanti incomprimibili: significato fisico dei termini presenti.
22. Derivazione della accelerazione secondo l’approccio Euleriano. Significato concettuale di derivata locale,
accelerazione convettiva, derivata sostaziale.
23. Equazione di continuità in una delle sue formulazioni (indefinita, globale, per correnti).
24. Equazione globale dell’equilibrio dinamico per fluidi reali: illustrare significato fisico dei termini.
25. Derivazione del teorema di Bernoulli (evidenziando le ipotesi necessarie per la sua derivazione). Fornire
l’interpretazione fisica.
26. Correnti in pressione in moto uniforme: azione di trascinamento di una corrente di fluido reale su una
condotta cilindrica a sezione circolare. Derivazione formale e commenti.
27. Caratteristiche generali del moto turbolento. Grandezze medie e fluttuazioni turbolente. Definizioni e
concetti.
28. Sforzi tangenziali viscosi e turbolenti in tubazioni circolari cilindriche: andamento qualitativo e commenti.
29. Profili di velocità laminari e (medie) turbolente in tubazioni circolari cilindriche: andamento qualitativo e
commenti.
30. Leggi di resistenza per tubazioni cilindriche a sezione circolare. Impostazione concettuale, rappresentazione
grafica (Abaco di Moody) e commenti.
31. Moto vario nelle condotte in pressione: colpo d’ariete ed oscillazione di massa. Illustrare la differenza tra i
due fenomeni di moto vario evidenziando e giustificando le ipotesi introdotte nella trattazione.
32. Azioni dinamiche fluido/struttura: concetti di lift e drag. Descrizione qualitativa, concetti di analisi
dimensionale ed introduzione di coefficienti di lift e di drag.
33. Caratteristiche di campi di moto di correnti fluide attorno ad oggetti affusolati: concetto di strato limite e
descrizione qualitativa nel caso di lastre piane, parallele alla direzione del moto della corrente fluida.
34. Caratteristiche di campi di moto di correnti fluide (fluidi reali) attorno ad oggetti di forma tozza: concetto di
strato limite e descrizione qualitativa nel caso di cilindri (e/o sfere), con asse perpendicolare alla direzione
del moto della corrente fluida.
35. Coefficiente di drag per una lastra piana parallela alla direzione del moto: dipendenza qualitativa da Re e
dalla scabrezza relativa della piastra.
36. Effetti del gradiente di pressione sullo strato limite che si sviluppa attorno a corpi tozzi (sfere o cilindri)
immersi in correnti di fluidi reali.
37. Il coefficiente di Drag dipende dalla forma, dal numero di Reynolds, dal numero di Mach e dalla scabrezza
relativa. Discutere almeno una di queste dipendenze.
38. Formula di dimostrazione della SPINTA
39. Teorema di Buckingham, (esempio proposto da Porta), + teoria sui modelli, similitudini e autosimilitudine.
40. Come misuri la viscosità? viscosimetro
41. Moto di Couette
42. Concezione Euleriana
43. es della goccia che cade, equilibrio con peso, spinta di archimede e resistenza aerodinamica
44. Grafici reynolds- coeff. di drag, es. pallina da golf + reynolds- coeff di drag per confrontare un profilo sottile e
un corpo tozzo
45. Parla del metodo iterativo
46. Cons. massa, quantità di moto e energia meccanica (fai bene i passaggi fondamentali, capisci perché ipotizzo
certe cose)

ULTIMO APPELLO

47. Ricavare le coordinate del centro di spinta statica


48. Ricavare l’andamento degli sforzi tangenziali nel caso di flusso piano di Poiseuille ecc.