Sei sulla pagina 1di 14

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL

TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

Proprietà materiali (Fondamenti di tecnologia del legno)

Marco Togni
Firenze, 2011

La massa volumica del legno

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

1
La massa volumica del legno

Densità del legno

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

La massa volumica del legno


La parete cellulare in tutti i legni ha una densità
pressoché costante:

• tolta acqua e lumi cell.= 1530 kg/m³

• Ma le densità del legno ampiamente variabili


• rapporto vuoti e pieni, determinante
(viene usato il parametro porosità per indicare la percentuale di
vuoti presenti nel volume di legno)
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

2
Massa volumica
• estrema variabilità

• da un minimo di circa 150 kg/m3 (Balsa)

• a un massimo circa 1350 kg/m3 (Guaiaco)

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

Massa volumica
• Differenze da specie a specie

• Differenze importanti anche all'interno della


stessa specie (coeff. var. 20÷30%)

• variabile anche all'interno della stessa pianta

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

3
Alcuni valori medi indicativi di densità
• Pioppo 400 kg/m³
• Abete rosso 420 kg/m³
• Aniegrè 550 kg/m³
• Castagno 580 kg/m³
• Tiglio 650 kg/m³
• Acero 660 kg/m³
• Noce 720 kg/m³
• Faggio 730 kg/m³
• Paduk 760 kg/m³
valori medi indicativi, riferiti a Umidità=12%
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

Altri valori (da Bonamini)

• valori medi indicativi,


riferiti a Umidità=12%
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

4
Densità di alcuni dei legni detti legni-ferro
(pesantissimi)

• Tipo di legno densità [kg/m³]


min media max
• Azobè (Lophira alata Banks) 844 1050 1256
• Pau rosa d’Africa (Swartia fistuloides Harms) 804 1000 1196
• Guaiaco (Guaiacum sanctum L.) 965 1200 1435

• valori medi indicativi, riferiti a Umidità=12%

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

Densità in funzione dell’Umidità


• Con U da 0 a 30%
cresce: peso del legno e volume del legno
quindi modesto aumento della densità
• Con U oltre il 30%
aumenta solo il peso
quindi importante aumento della densità

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

5
Le caratteristiche meccaniche

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

Le caratteristiche meccaniche
• Spiccata anisotropia
• Non omogeneità
• Forte effetto di difetti e anomalie
• Influenza della umidità (nel campo igroscopico)
• Una certa influenza della temperatura
• Materiale viscoelastico + comportamento mecanosorbitivo
• Amplissima variabilità

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

6
Le caratteristiche meccaniche
• Forte influenza
della
deviazione
della fibratura

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

Le caratteristiche meccaniche
• La densità è
sempre
direttamente
correlata con
tutte le
prestazioni
meccaniche

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

7
Le caratteristiche meccaniche
• Prestazioni migliori alle sollecitazioni di breve durata
(sisma, azioni dinamiche ...)

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

Elasticità
• Modulo elastico L 9.000 ÷15.000 N/mm²
6.000 ÷18.000 N/mm²

• Modulo elastico R e T 1/15 ÷ 1/30 di L


molte volte meno rigido

valori medi indicativi del legno a Umidità= 12%


INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

8
Modulo di scorrimento
• Considerato in direzione assiale
• G <1.000N/mm²

• Circa 1/12 - 1/16 Modulo elastico L

valori medi indicativi del legno a Umidità= 12%


INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

Le caratteristiche
meccaniche
• Provini piccoli e
netti
• Nelle diverse
direzioni anatomiche
• a compressione

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

9
Le caratteristiche meccaniche
Provini piccoli netti Segati in dimensione d’uso
• possibile comportamento • tipicamente
quasi duttile comportamento elastico
lineare sino a rottura
= fragile

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

Prestazioni meccaniche
Legno netto (provini piccoli)
• Trazione assiale = Massima resistenza
• Resistenza a compressione assiale circa la metà
• Resistenza a trazione ortogonale da 1/70 a
1/100 di quella assiale
• Resistenza a compressione ortogonale, stabilita
convenzionalmente (circa 1/10 di quella assiale)
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

10
Prestazioni meccaniche
Legno netto (provini piccoli)
• Trazione assiale 80-100MPa
• Trazione ortogonale <1MPa
• Compressione assiale 40-50MPa
• Compressione trasversale (8-10MPa)stabilito in
modo convenzionale
• Flessione 60-90MPa
• Taglio (rispetto ai piani LR o LT) ca. 8 MPa
• Modulo elastico (L) = 14000 - 15000 MPa
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

Rigidezza e
resistenza
• Differenza sostanziale tra
piccoli provini e legname in
dimensione d'uso

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

11
segati per uso strutturale

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

Prestazioni meccaniche
Legno in dimensioni d’uso
• Trazione assiale = difficoltà di applicazione molto
sensibile ai difetti
• Resistenza a compressione assiale meno
sensibile ai difetti
• Resistenza a trazione ortogonale la minima
• Resistenza a compressione ortogonale, circa
1/10 di quella assiale
• Flessione = sensibile ai difetti (nella zona tesa)
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

12
Prestazioni meccaniche
Legno in dimensioni d’uso
• Trazione assiale 10-40 MPa
• Trazione ortogonale 0,5 - 0,6 MPa
• Compressione assiale 25-40 MPa
• Compressione trasversale (8-10 MPa)stabilito in
modo convenzionale
• Flessione 15-40 MPa
• Taglio (rispetto ai piani LR o LT) 2-4 MPa
• Modulo elastico (L) = 10000 - 13000 MPa
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO


Corso di aggiornamento professionale

13
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso di aggiornamento professionale

qualche riferimento bibliografico


• Tecnologia del legno - Giordano - UTET
• Antologia del legno - Giordano - Legnolegno
• Tecnica delle costruzioni in legno - Giordano, Ceccotti, Uzielli -
Hoepli
• Elementi di Tecnologia del legno - Bonamini, Uzielli, Zanuttini
• Il Manuale del legno strutturale - Uzielli - Mancosu ed.
• The enciclopedia of wood - Sterling
• Science and technology of wood - Tsoumis - VNR
• Principles of wood science and tech. - Kollmann- Springer Verlag
INGEGNERIA NATURALISTICA E MANUTENZIONE DEL TERRITORIO
Corso d i aggiornam ento p rofessionale

14