Sei sulla pagina 1di 20

Edwards, padre della fecondazione assistita ottiene ilNobel

ma il Vaticano protesta: vuole anche l’imprimatur sulla scienza y(7HC0D7*KSTKKQ( +"!=!z!"!,


www.ilfattoquotidiano.it
V ENEZIA
11|13
OTTOBRE
2010

V F ESTA DELLA C ITTÀ CHE A PPRENDE

V F ESTA DELLA C ITTÀ


CHE A PPRENDE
VENEZIA
11|13 OTTOBRE 2010

Martedì 5 ottobre 2010 – Anno 2 – n° 260 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

COME TI DISTRUGGO FINI Chiamate le guardie


di Marco Travaglio

I
n certi bar di periferia c’è sempre un vecchietto
che entra a una cert’ora e comincia a molestare i
Ricostruita l’operazione-Lavitola contro il presidente della clienti millantando imprese amatorie immaginarie,
infastidendo la cassiera con approcci sconci,
Camera: faccendieri e ministri caraibici al servizio di un raccontando barzellette che non fanno ridere
intervallate ogni tanto da un bestemmione. A quel
oscuro giornalista con alte protezioni e che non bada a spese punto il titolare lo prende con le buone: “Senti,
fenomeno, o te ne vai oppure chiamo le guardie”. Le
quali, sottopostolo alla prova del palloncino e
Obiettivo: constatato che è ancora sobrio, lo avviano nel più
SVILUPPO x Nomina dopo 154 giorni fabbricare
vicino centro di igiene mentale per il Tso, il trattamento
sanitario obbligatorio. Ecco, all’Italia manca un titolare

Il ministro la prova
che incastri
che prenda l’iniziativa e faccia visitare il presidente del
Consiglio da uno bravo: più che una commissione
parlamentare, infatti, ci vorrebbe un consulto di
che Napolitano il “cognato”
Tulliani sulla casa
psichiatri per esaminare le sue ultime parole ed
escandescenze. L’altro giorno è uscito da Palazzo
Grazioli e ha incontrato un gruppetto di fans.
di Montecarlo
non voleva Formigli, Casadio pag. 2-3 z
All’improvviso, ne ha apostrofato uno: “Tu sei un
giudice? No, sui giudici voglio dirvi una cosa perché
abbiate la consapevolezza di quello che succede…”.
Figurarsi la sorpresa del malcapitato. Ormai il
CATTIVERIE pover’ometto vede giudici dappertutto, appena esce di
casa. E, avendo mangiato pesante e dormito anche
Diffuso un video in cui Berlusconi peggio, consegna al primo che passa di lì i suoi incubi
bestemmia. Finalmente un po’ di più recenti: “Visto che il processo Mills sta arrivando
autocritica www.spinoza.it Nel gruppo, Valter Lavitola mentre scende a St Lucia da un Cessna privato
alla prescrizione, il pm De Pasquale s’è inventato la
seguente storia: il reato di corruzione c’è quando il
corruttore dà i soldi al corrotto”. Capìta la bizzarria di
PALERMO x Sul Presidente l’ombra di una indagine sulla mafia
questo pm? S’è fatto l’idea che la corruzione scatti
quando il corruttore paga la mazzetta al corrotto. Pare

SCHIFANI, IL PROCURATORE addirittura che sia convinto, nella sua mente malata, che
la rapina scatti quando uno entra in banca a mano
armata e si fa aprire il caveau dal cassiere; e che lo
scippo si configuri quando il ladro strappa la borsetta

Il giuramento del nuovo ministro dello Sviluppo


economico, Paolo Romani (FOTO EMBLEMA)
E LA CENA INOPPORTUNA alla signora. Di questo passo, chissà dove andremo a
finire. Ma “la cosa tragica” è che nel processo Mills “tre
diversi collegi – primo, secondo grado, cioè l’appello e
terzo, la Cassazione – hanno asseverato la tesi” del pm,
Su Paolo Romani il Quirinale INTELLIGENCE x “dimostrando che c’è un accordo fra i giudici di sinistra
Bocchino pedinato per sovvertire il risultato delle elezioni ed eliminare
aveva posto un veto per il suo colui che è stato eletto dagli elettori”. Il poveretto ce
clamoroso conflitto d’interessi. Chiuso l’ha con le sentenze a carico di Mills, ritenuto colpevole
Perché adesso sì? di corruzione giudiziaria in tutti e tre i gradi di giudizio,
Di Blasi pag. 7 z
il contro anche se in Cassazione la condanna a 4 anni e mezzo di

spionaggio primo e secondo grado è caduta in prescrizione.


Dunque la prova del complotto sta nel fatto che una
Commissione d’inchiesta
Renato Schifani (FOTO LAPRESSE) e il procuratore Francesco Messineo (FOTO ANSA) “abusivo” sentenza viene confermata in tutti e tre i gradi di
giudizio. Se ne desume che: se uno viene condannato in
Magistrati contro B.: di Benny Calasanzio La scoperta tribunale e poi assolto in appello, o condannato in
appello e assolto in Cassazione, c’era un complotto dei
dopo la denuncia
sovverte le istituzioni alermo, caserma “Cangialosi” della Guardia di Finan-
Pcancelli
za di via Cavour. Sono le 23:45 e all’apertura dei del deputato Fli:
pm ai suoi danni; se viceversa i giudici lo ritengono tutti
colpevole, c’è un complotto ai suoi danni lo stesso. Ora,
dall’interno iniziano a defluire una decina di nelle carceri italiane ci sono oltre 45 mila detenuti (su
di Sara Nicoli
auto blu con lampeggiante. Ci sono quelle delle au-
doveva sparire 69 mila) che scontano una pena definitiva. E tutti hanno
quando le difficoltà sono più forti e il ner- due anni fa
È vosismo è alle stelle che i toni si esaspe-
rano fino a minacciare di “sovvertire” gli
torità, alcune con i vetri oscurati e quelle di scorta.
pag. 5 z Barbacetto pag. 8 z
avuto la condanna confermata in tribunale, appello e
Cassazione: dunque – secondo il teorema B. – sono
tutte vittime innocenti di “un accordo fra i giudici di
equilibri dello Stato. pag. 4 z sinistra per sovvertire il risultato delle elezioni”. Ergo
vanno liberati tutti con tante scuse. L’illustre infermo dà

A
il meglio di sé a proposito del “famigerato” pm Fabio De

IN LA Io, disabile, non voglio più essere italiana Pasquale che, guarda caso, è il pm dei suoi tre processi

R
congelati dal legittimo impedimento (Mediaset,
È CO Mediatrade e Mills). Sarebbe lui il colpevole del suicidio

U
aggiunto, non è proprio un valo- seguenza reale ? A voi tanti che

DI di Anita Pallara
re. È solo una condizione. Non parlate di “selezione genetica”: io
di Gabriele Cagliari, il presidente craxiano dell’Eni che

T
prendeva mazzette a tutto spiano. Naturalmente, come
i chiamo Anita Pallara e sono
E M una ragazza di 21 anni affetta
voglio parlare di solidarietà e
nemmeno di sensibilità. Io parlo
non sono disposta a subire questa
ignoranza nel 2010. Se non ci sa-
hanno già appurato gl’ispettori ministeriali, il ministro

A
Conso, il Pg della Cassazione, i pm e i giudici di Brescia,
da atrofia muscolare spinale, una di diritti. Il diritto all’istruzione ranno delle forti prese di posizio- non è vero niente: Cagliari si tolse la vita per la vergogna
malattia neurodegenerativa e to- ce lo garantisce la Costituzione. ne da parte delle istituzioni e dei di quel che aveva fatto. Ma il vecchietto, giù di

N
talmente invalidante. In parole Le sue parole, professore, sono media, io mi recherò alla Prefet- memoria, insiste. Si è persino convinto che alla
povere, sono handicappata. Mi vergognose, pericolose, razziste tura di Bari e consegnerò la mia Consulta si annidino ben “11 giudici di sinistra” su 15
rivolgo al professor Joanne Maria e illegali. Ma che valore ha tutto carta d’identità e il mio passapor- (in realtà quelli nominati dal centrosinistra sono due, gli
Pini che vorrebbe buttare me e ciò nel nostro Paese? A parte le to, rifiutando così la cittadinanza altri sono di destra o apartitici e su ben 6 garantiva la
quelli come me dalla Rupe Tar- ovvie reazioni di sdegno e le con- italiana. Non posso essere citta- P3). Chi può, per pietà, chiami le guardie. O almeno
rivistanatura.it pea: la disabilità non è un valore danne morali, quale sarà la con- dina di uno Stato di questo tipo. l’ambulanza.
pagina 2

I
DOSSIER E VELENI

l 29 luglio scorso il Giornale pubblica il primo Tulliani. Fini, quando inizia il tormentone, è stato già
Quei 55 metri quadri articolo sulla casetta di Montecarlo e dà inizio espulso dal Pdl: Berlusconi è furioso con lui per i
al balletto di rivelazioni. Ad ispirare lo scoop ripetuti attacchi che l'alleato da mesi gli
del quotidiano di Paolo Berlusconi è un esposto alla rivolge. Come mai Tulliani junior alloggia
monegaschi al centro Procura di Roma di due esponenti della Destra di nel tricamere di Montecarlo? È la domanda
Storace, secondo i quali ad abitare nell'appartamento che ci inseguirà sulle spiagge. Il “cognato” si
di Boulevard Princesse Charlotte 14 - lasciato in difende sostenendo di essere soltanto un
della politica italiana eredità ad An dalla contessa Colleoni - è Giancarlo affittuario. Sarà lo stesso Fini, una settimana

Piano di volo
A destra nel
documento
dell’aereo che ha
trasportato Lavitola
c’è solo la partenza
e non l’arrivo

L’ISOLA AL CENTRO DEGLI INTRIGHI


Haiti Dominican British
Republic Virgin Is.
Anguilla
Santo Virgin Is.
Domingo Puerto Rico Antilles Antigua e Barbuda
St. Kitts and Nevis
Guadaloupe
Castries
Marie-Galante
Dominica
Martinique
Mar dei Caraibi
St. Lucia

Aruba St. Vincent and Barbados


Oranjestad the Grenadines
Bonaire Grenada ST. LUCIA

COLOMBIA

VENEZUELA

A FINI CI PENSA LAVITOLA


Un viaggio misterioso a St. Lucia, un ministro assai solerte
e un giornalista troppo affaccendato. Storia di un complotto
di Corrado Formigli bene da proteggere in un paradiso fiscale. cendiere che a questo punto è già entrato in cam- vato sull’isola Valter Lavitola?
e Andrea Casadio Intanto, nessuno sa quando tornerà il primo mi- po. È possibile ipotizzare che vi sia un canale di co- È un caso, un lampo, un istinto. Succede questo:
nistro King, immortalato in una tristissima foto municazione preferenziale tra Francis e Lavitola. Di siamo in macchina, stiamo andando a trovare Nin-
lunedì 27 settembre il giorno della verità. A appesa al muro. E nessuno sa neppure dove si tro- Lavitola sapete già tutto. In estrema sintesi, è uno valle per rivedere il video della gaffe di Francis. La

È St Lucia fa un caldo così fradicio che sudi


prima ancora di uscire dalla doccia. C’è
un’aria strana al Windjammer Resort, da pa-
radiso tropicale in svendita. Coppiette di pensio-
nati della Florida salgono in terrazza a far cola-
vi il ministro degli Esteri Rufus Bousquet. Chie-
diamo al gigantesco portavoce di Francis, il rude
Leborne, quando potrà riceverci il ministro.
Niente da fare, ci invita ad andarcene. Un po’ di
tigna e becchiamo Francis mentre cerca di svi-
strano uomo d’affari che si muove tra Brasile e Cen-
troamerica. Editore dell’Avanti! e ottimo amico di
Silvio Berlusconi, che lo ha ricevuto a Palazzo Gra-
zioli pochi giorni dopo la pubblicazione della “let-
tera confidenziale”di Francis su Tulliani. Voleva co-
strada che porta all’ufficio di Pete corre parallela
alla pista dell’aeroporto George F.L. Charles di Ca-
stries. All’improvviso un potentissimo Cessna Ci-
tation compare sul filo dell’orizzonte, ruote poste-
riori già a terra, potenti fari di profondità accesi. Chi
zione in ciabatte e bermuda a fiori e scrutano de- gnarsela. Dieci minuti di inseguimento sempre noscere – racconta Lavitola – gli sviluppi della si- è che plana a St Lucia di lunedì? Un magnate? Un
lusi l’orizzonte: anche oggi pioverà, come ogni con le stesse domande: cosa ha provocato l’in- tuazione. Con Valter c’è grande confidenza, è lui ministro? Il Citation manovra e si ferma, noi ripren-
maledetto giorno da un mese. Immaginate un pa- vestigazione su Timara e Printemps? Quali prove che ha organizzato per il premier la festa con lap diamo la scena. Sei persone scendono dalla scalet-
radiso tropicale clamoroso cresciuto male, in ha Francis che dietro la palazzina verde salvia di dancer e ballerine di samba a San Paolo durante la ta. A occhio nudo non puoi riconoscerli. Solo più
fretta, coi resort con le torrette, le fontanelle in Manoel street 10 si celi proprio il cognato di Fini? visita ufficiale in Brasile. Ed è sempre lui che ha ac- tardi, ingrandendo le immagini, avremo la confer-
marmo finto e tutto il lusso a buon prezzo per E che rischio rappresentano per l’industria compagnato il premier a Panama. L’editore ma.
coppiette della Virginia in luna di miele. Poi, in off-shore dell’isola queste due scatole vuote che dell’Avanti è infatti buon amico del presidente dello La tappa successiva è uno squillo. Leborne, l’uomo
pochi anni, un altro paradiso ci cresce sopra, si si sono passate l’un l’altra un appartamento mo- Stato del canale, Ricardo Martinelli. di Francis, chiama: conferenza stampa alle 16.30.
sovrappone a quello dei Pitons, le stupende roc- negasco venduto a 300 mila euro? Il ministro non Lavitola è arrivato a Santo Domingo dall’Italia. È lì
ce vulcaniche simbolo dell’isola. È il paradiso dei risponde, rimandando al comunicato stampa di che aspetta di entrare in campo. In Repubblica do- Walfenzao, Corallo
soldi neri, sporchi, evasi. Di trustees, fiduciarie, tre giorni prima. Gioca coi tasti del suo Blackber- minicana ha coperture politiche e amici nei gior- e le società off-shore
schermi riflettenti, caselle postali dai nomi eso- ry, l’assedio delle telecamere non lo smuove. Ha nali. Aspetta un segnale da St Lucia. Con lui c’è José
tici e canaglieschi. Arrivano quattrini nuovi. Così un piano in mente? Non può bruciare i tempi che Torres, il cronista sul cui tavolo è arrivato per primo
sul lungomare di Castries, la capitale dell’isola, sono già stati stabiliti? il documento su Tulliani, dirottato lì da un’oscura A QUELL’INCONTRO, tenuto sempre nell’uf-
crescono le quattro facciate a vetri dei ministeri e fonte del Guatemala. Da Torres, il documento è poi ficio di un primo ministro sparito nel nulla, arrive-
della Bank of St Lucia. Intorno baracche e casinò Una strana conferenza stampa arrivato sul tavolo di Dagospia, quindi su Libero e Il rà, del tutto inatteso, Valter Lavitola col suo codaz-
tirato su a spanne e qualche insegna pretenziosa E i giornali italiani Giornale. Torres è sul libro paga di Lavitola. zo a libro paga: Torres, un misterioso interprete
di studi d’affari. L’appuntamento è per le 9.30 alla Mentre l’editore dell’Avanti attende, Francis è sem- che schiva accuratamente le telecamere, una bella
conferenza stampa di Rudolph Francis per i gior- pre più nervoso. Nella conferenza stampa con i ragazza dominicana e un cameraman. Per tre volte
nalisti locali. Proveremo a imbucarci. Francis è il SONO LE 10.45 di lunedì. Gli orari a questo pun- giornali locali ha fatto una stupidaggine: all’unica Annozero, Corriere e Stampa provano a chiedere a
ministro di Giustizia di St Lucia, un armadio di un to diventano cruciali. Perché è a quest’ora che le domanda posta sulla vicenda italiana, ha risposto Francis le prove che inchiodano Tulliani. Per tre
metro e novanta fasciato in abiti scuri nonostante scelte del Guardasigilli si velano di ambiguità. Stret- così: “Ho avviato l’indagine su quelle società dopo volte Francis scuote le testa: top secret. A questo
l’isola alle nove sia già un hammam. Per darsi un to all’angolo dai cronisti italiani, continua incredi- le notizie su St Lucia uscite sui giornali italiani punto sbuca, sapientemente citata da Lavitola, la
tono ha mollato il suo ufficio per piazzarsi in quel- bilmente a prendere tempo. Quella che segue non tre-sei mesi fa”. Un errore madornale: il primo ar- famosa mail fra James Walfenzao e Michael Gor-
lo del primo ministro, che non c’è. Per arrivarci è la verità ufficiale, ma un’ipotesi dettata dal buon ticolo sulla casa di Montecarlo esce su Il Giornaleil 28 don, i due architetti di Timara e Printemps. Walfen-
ha percorso cento metri a piedi, tanto distano i senso, dal concatenarsi logico degli eventi e dalle luglio scorso. Meno di due mesi prima. Francis pro- zao e Gordon conoscono chi c’è dietro quelle due
due palazzi. Oggi l’aitante Guardasigilli si lamenta stesse ammissioni di Valter Lavitola, l’editore fac- babilmente si accorge della gaffe, qualcuno gliene società, avendole costruite loro come schermo del
della fuga di notizie che ha reso pubblica la sua chiede conto, il vi- beneficial owner.
lettera confidenziale sulle società off-shore Tima- deo della conferen- Walfenzao è una specie di ologramma, un’entità
ra e Printemps. Che bisogno c’era di usare la po- za stampa è già a di- senza volto. Vive tra Montecarlo, Curacao e Miami,
sta interna quando un’informativa così scottante Il direttore dell’Avanti! sposizione di Anno- amministra la Corpag Ltd, fabbrica ombre. Control-
avrebbe potuto consegnarla direttamente nelle molto vicino a Silvio Berlusconi zero: Pete Ninvalle, la per conto di Francesco Corallo parte del capitale
mani del capo del governo? Prima domanda sen- direttore della tv lo- del colosso Atlantis – casinò e alberghi a Santo Do-
za risposta. Ma di stranezze, in questo lunedì chia-
ve dei misteri ce ne sono molte. Innanzitutto que-
sta conferenza stampa mattutina dalla quale ve-
niamo tenuti fuori. L’impressione è che a que-
st’ora – sono le dieci – Francis non possa ancora
“ Lunedì 27
settembre: Francis,
cale Dbs, ce lo ha
passato. A questo
punto Francis po-
trebbe subito con-
vocare una confe-
mingo e St Maarten, un gigantesco buisiness di slot
machine in Italia – amministra e sposta capitali
sommersi in mezzo mondo. È un uomo potente,
custodisce segreti e identità. Come Corallo, il cui
padre, Gaetano, è stato condannato per associazio-
parlare con gli italiani. Pochi giorni prima ha fatto
un comunicato stampa, nel quale motiva la sua
Guardasigilli dell’isola, renza stampa con gli
italiani per chiarire
ne a delinquere, sospettato di essere vicino al clan
Santapaola e a lungo latitante in Centroamerica.
indagine su Timara e Printemps con la necessità
di chiarire se ci fosse rischio di un danno per l’in-
dà la sua versione tutto. Invece trac-
cheggia. Perché
Francesco Corallo, incensurato ma prudentemen-
te alla larga dall’Italia, ha il cuore del suo impero a
dustria off-shore dell’isola. Motivazione risibile,
C’è l’editore italiano aspetta? Non può Saint Maarten, Antille olandesi, dove Amedeo La-


visto che la segretezza dei “beneficial owners”, Valter Lavitola nella convocare gli italia- boccetta, ex finiano passato armi e bagagli con Ber-
gli effettivi proprietari delle fiduciarie, è il primo direzione di “Avanti!” ( A )
NSA ni prima che sia arri- lusconi, ha portato in vacanza Fini nel 2004. Co-
Martedì 5 ottobre 2010

DOSSIER E VELENI

dopo, a rivelare che il signor Tulliani ha avuto un 7 agosto viene convocato dal procuratore Ferrara che appartiene a Tulliani, mi dimetto dall'incarico di Printemps e Timara - che hanno acquistato, a distanza
qualche ruolo di intermediario nella vendita ha già avviato un'inchiesta. Intanto sui giornali la vicenda presidente della Camera”. Evviva. Intanto i riflettori si di tre mesi, l'appartamentino c'è proprio il signor
dell'alloggio, avvenuta nel 2008, ovvero avrebbe si complica. I cronisti danno la caccia al commesso di un sono accesi sull'isoletta di Santa Lucia, alla ricerca della Tulliani. Un documento lo testimonia.
indicato una società off-shore, con sede nell'isola mobilificio sull'Aurelia, pronto a sostenere, di aver pistola fumante, che ormai pullula di giornalisti, Ma i finiani insorgono. Perché mai il ministro di un
caraibica di Santa Lucia, intenzionata ad acquistarla. venduto la cucina ad Elisabetta, lì accompagnata dallo faccendieri e 007 “italiani, russi e libici”. E questa volta a paese che tutela le società off-shore rivela l'identità
Insomma il problema c'è ed è lo stesso Francesco stesso Fini. Ma l'onda di fango non si arresta. Sarà sorpresa lo “scoop” lo facciamo noi. È a Marco Lillo di un cliente? Dietro quali pressioni e oscure
Pontone, amministratore di An, a definire “circostanza proprio Fini il 27 settembre a pronunciare le parole che il ministro della Giustizia di Santa Lucia, Lorenzo manovre ciò avviene? È Italo Bocchino a fare il nome
singolare” la sua presenza nell'appartamento quando, il fatidiche: “Se sarà accertato che l'appartamento Rudolph Francis, conferma che dietro le due società - la di Lavitola, direttore dell'Avanti. Rita Di Giovacchino

QUELL’INTERCETTAZIONE rivelatrice
“denunciata” in diretta da Lucia Annunziata
ucia Annunziata domenica scor- tata perché era curioso che fosse E quando si sente ribadire la sua
LGenchi
sa In Mezz’ora ospite Gioacchino
ha detto di aver ascoltato
avvenuta 5 anni prima che scop-
piasse il caso Montecarlo e me ne
autenticità, esclama un “mah”.
Alla fine, però, dopo averci pensato
un’intercettazione del 2005 in cui il sono servita per chiedere a Genchi: su, declina l’invito perché ha un al-
direttore de L’Avanti, Valter Lavitola, dunque se c’è una macchina del tro appuntamento inderogabile:
parlava con un attuale esponente fango che lavora con Lavitola, parte deve andare a caccia. Questa volta,
del governo di Silvio Berlusconi di dal 2005?” dunque, le vittime saranno i poveri
come rendere l’Avanti una voce ef- Così le facciamo notare che, in real- uccellini.
ficace. Apriti cielo! Lavitola dichia- tà, ha detto di averla ascoltata non Sandra Amurri
ra di aver dato mandato al suo av- di averla letta e non è proprio la
vocato di querelarla chiedendosi stessa cosa. “Dovendomi riferire a
perché una giornalista “custodisca un’intercettazione - prosegue la
per cinque anni un’intercettazione giornalista - mi è venuto spontaneo
di cui è venuta in possesso in ma- dire l’ho ascoltata mentre ne sono
niera trasparente” venuta a conoscenza”. Domande
Il direttore de Il Giornale Alessandro banali ma obbligate: con chi parlava
Sallusti, lo definisce addirittura un Lavitola? E chi l’ha mostrata?
messaggio in stile “mafioso”. Ecco “Questo appartiene al segreto pro-
la versione dalla viva voce di Lucia fessionale, ogni giornalista ha le sue
Annunziata: “Non ho assolutamen- fonti riservate”. Invitato alla pros-
te detto di aver appreso dell’esi- sima puntata di In Mezz’ora, Lavitola
stenza di questa intercettazione nel ne approfitta per chiedere a Lucia
2005 ma di averla trovata preparan- Annunziata se la notizia è una pa-
do la puntata di domenica. L’ho ci- tacca.

roporto La Romana di Santo Do- Autorizzando così il sospetto che quello che è suc- care con ambiguità il ruolo del cronista investiga-
mingo. Lavitola è in attesa di una cesso lunedì: la conferenza stampa, la mail di Wal- tivo per spostare l’attenzione dei media sulla pro-
chiamata. I giornalisti italiani a St fenzao, perfino l’incontro successivo di Lavitola prietà della casa di Montecarlo. Ma a seguire il suo
Lucia premono. La credibilità di con i giornalisti italiani all’Auberge Seraphine, fac- gioco si rischia di perdere di vista il quadro nel qua-
Francis vacilla: la sua versione cia parte di un piano accurato per lanciare l’ultima le quella verità viene costruita.
sull’indagine governativa fa ac- bomba contro Fini. “Ho detto al collega Corrado Ammesso che Tulliani sia infatti il padrone del
qua, perfino l’ex primo ministro Formigli di Annozero che ero arrivato con un volo di pied-à-terre monegasco, non è meno importante
dell’isola Kenny Anthony confer- linea in quanto non volevo alimentare ulteriori leg- capire come si arriva alla diffusione del suo nome
ma: “L’identità di un beneficial gende: non sapevo fosse un peccato mortale farsi attraverso la famosa “lettera confidenziale” di Fran-
owner può essere indagata solo in prestare da un amico un aereo per 4 ore”. Così scri- cis.
caso di reati, riciclaggio di dena- ve Lavitola sull’Avanti!. Interpellato da noi, il coman-
ro sporco o accordi bilaterali sul- dante del Cessna Citation 560 XL ci ha spiegato che Mi chiamo Valter
le tasse fra Stati: e in ogni caso ser- l’aereo è del miliardario spagnolo Pablo Pinero, e risolvo i problemi
ve la richiesta di un giudice”. Nes- proprietario della catena alberghiera Bahia Princi-
suno di questi casi riguarda Tima- pe, che ha interessi a Santo Domingo, Giamaica e
ra e Printemps, l’inchiesta gover- Cancun (lui lo chiama “il mio boss”) e del leader del LE VIE POSSONO essere diverse: Lavitola è in
nativa appare estemporanea e az- Partito Rivoluzionario dominicano Maldonado, ex grado di arrivare al presidente panamense, a Mal-
zardata. Ecco allora la conferenza ministro delle infrastrutture, politico potente invi- donado, forse a Corallo (quindi a Walfenzao). Ma a
stampa convocata in orario co- schiato nella tangentopoli dominicana ribattezzata St Lucia si espone in prima persona. Almeno secon-
modo per una trasvolata in Ces- dai giornalisti spagnoli “Operazione Malaya”. Il co- do David.
sna di oltre mille miglia che porta mandante non cita Oruna, racconta che il jet è stato Chi è David? Per ora, una voce e nulla più. Telefona
Valter e i suoi cinque accompa- imprestato grazie all’amicizia dei passeggeri con due volte alla nostra redazione, la prima mentre sia-
gnatori davanti a Francis. Quindi, Maldonado e che quel regalino – 4 ore di volo – vale mo in diretta con la puntata di Annozero e ci occu-
il riferimento alla mail che accu- 15 mila dollari. Quali siano le società che scherma- piamo del caso Fini. La seconda dopo aver visto –
serebbe Tulliani: Walfenzao se- no i reali proprietari qui poco importa: il pilota sa dice lui – l’inchiesta che abbiamo realizzato a St Lu-
gnala preoccupato a Gordon che perfettamente chi sono i suoi capi e chi gli paga lo cia mostrando il jet di Lavitola. Sostiene di essere
le due off-shore stanno attirando stipendio. Sa anche che la sua missione a St Lucia è molto vicino alla moglie del ministro degli Esteri di
rallo è in attesa di un rinnovo delle licenze per le sue l’attenzione della stampa italiana per il fatto che la delicata e tiene il jet coi motori accesi sulla pista di St Lucia Rufus Bousquet. Questa è la sua testimo-
slot machine italiane, quindi anche di un bel cer- sorella del cliente ha un legame con uno dei due St Lucia per ore, pronto a partire in ogni istante. nianza: “Qualcuno ha fabbricato un documento fal-
tificato antimafia. In questa fase ha bisogno di ot- politici italiani in conflitto fra di loro. Insomma, il Quello stesso aereo, che la Us Federal Aviation Ad- so sulla casa di Montecarlo. Falso perché non pro-
timi rapporti col nostro governo: l’amicizia con La- fabbricante di ombre si angoscia per il proprio ministration attribuisce alla società Inversiones Iz- viene dal governo di St Lucia. Noi abbiamo visto il
boccetta torna preziosa, i contatti coi giornalisti in- buon nome e decide di scaricare Tulliani. È vero mir S.A, è al centro da qualche anno di piroette so- documento i primi di giugno e ci siamo chiesti: co-
vece da evitare come la peste. Quando lo chiamia- che di questi tempi perfino un professionista ca- cietarie per nascondere i veri padroni: oltre a Pi- sa diavolo sta succedendo? Chi l’ha fatto? Il nostro
mo, si barrica dietro un inglese con forte accento raibico dei fondi neri considera la politica italiana nero e Maldonado, anche il costruttore dominica- primo ministro ha fatto un sacco di telefonate in
meridionale. troppo sporca e vischiosa, ma lo scrupolo sembra no Sanchez, destinatario di generose licenze edi- giro, a Santo Domingo e altrove. È proprio allora
Ma torniamo alla conferenza stampa di Francis. La- un po’eccessivo. La tesi di Lavitola è semplice: Wal- lizie da parte dell’ex ministro delle Infrastrutture. che compare mister Lavitola. Lui dice a Bousquet
vitola fa riferimento a questa mail fra Walfenzao e fenzao, per evitare schizzi di fango, allerta Gordon, Quindi abbiamo l’editore dell’Avanti! ben piazzato che questo documento deve venire autenticato,
Gordon (il referente di Walfenzao sull’isola, co- il quale a sua volta soffia a Francis il nome di Tulliani con alcuni dei padroni di Santo Domingo (Il centro garantito come vero dal governo di St Lucia, perché
struttore di scatole vuote con sede a Manoel street per liberarsi da pressioni e sospetti. Così il cerchio degli interessi anche di Corallo, ricordate?). Quan- se non fosse stato autenticato, l’isola avrebbe po-
10) e chiede al ministro se l’abbia letta. Insomma, si chiude e, magari, l’Ocse promuove St Lucia nella do la credibilità di Francis comincia a barcollare, il tuto subire ingenti danni economici perché l’Italia
se sia quella una delle prove a carico di Tulliani. A lista dei paesi collaboranti. jet parte alla volta di Castries per l’ultimo atto del ha molto denaro custodito a St Lucia”.
questo punto Francis, con telecamere a favore e piano: l’arma letale, la mail del padrone delle om- Le parole di David vanno prese con un certo scet-
sorriso accomodante, conferma. Un sì che è un te- Bugie, omissioni e un aereo bre Walfenzao. Il Citation è così totalmente a ser- ticismo, non trovando per ora riscontri oggettivi.
soro inestimabile per la macchina del fango co- privato con i motori accesi vizio di Lavitola che è in grado di partire senza alcun Tranne che su un punto: effettivamente Lavitola ar-
struita attorno agli appetiti del giovane furbetto preavviso: è quello che accade la mattina di lunedì riva sull’isola i primi di giugno. E’ il facilitatore stes-
Tulliani. La trappola è scattata. Serviva una nuova 27 settembre, quando il jet lascia Santo Domingo so a confermarlo ai microfoni di Annozero: “A giu-
prova per inchiodare Tulliani-Fini alla casa mone- UNO SCENARIO che appare un po’ troppo co- senza neppure consegnare il piano di volo, obbli- gno sono venuto a seguire questo caso”. Poi si ri-
gasca? Eccola, servita in pompa magna con una struito. Gli avvocati di Tulliani osservano che la pa- gatorio per tutti i voli civili in decollo. Per tutti, ma mangia quell’affermazione, ma resta curiosa la
conferenza stampa a orologeria. È solo uno scena- rola “cliente”contenuta nella mail non significa per non per il Cessna del facilitatore Valter. coincidenza delle gaffe: la sua e quella di Francis
rio, si badi bene, e niente più. Ma provate a imma- forza beneficial owner, ma anche semplicemente af- Ecco, questo sembra il suo ruolo: un facilitatore fol- che parla di notizie uscite tre-sei mesi fa. A giugno
ginare ancora. fittuario (Tulliani paga un affitto per l’appartamen- cloristico ma in grado di connettere tutti i terminali la tensione fra Berlusconi e Fini sta arrivando al cul-
Il Cessna targato N441BP è fermo sulla pista dell’ae- to di Montecarlo). Ma, soprattutto, c’è il jet Citation e indurre il cortocircuito fatale a Fini. Deciso a gio- mine. Serviva l’arma totale in vista della rottura de-
che dà a quella conferenza stampa di lunedì l’aria di finitiva? Ecco allora entrare in campo il facilitatore:
un’accurata messinscena. Le risposte di Francis su “My name is Valter, I solve problems”, parafrasando
perché e modalità dell’indagine non convincono: una mitica scena di Pulp Fiction.
La pistola fumante data urge spostare di nuovo l’attenzione su Tulliani e la La telefonata di David Il racconto di David è strano, un po’zigzagante. Dis-
in pasto ai media proprietà della casa di Montecarlo. Serve una prova durante Annozero seminato di inesattezze. Come quando ci dice che
concreta da dare in pasto alla stampa. Spiega La- il primo ministro e il ministro degli Esteri di St Lucia

“ Dall’isola spiegano:
la verità su Tulliani
vitola che, aspettandosi da un momento all’altro la
chiusura dell’inchiesta a St Lucia, aveva pronto sul-
la pista di Santo Domingo il Citation di un amico im-
prenditore, tale Rogelio Oruna. Ma lo dice dopo es-
sere stato scoperto dalle telecamere di Annozero.
“ Qualcuno ha fabbricato
un documento falso sulla
sono fuori dall’isola a tempo indeterminato. Invece
mercoledì 29 settembre erano entrambi a St Lucia,
come testimonia il direttore della Dbs Pete Ninval-
le. Ma è altrettanto vero che la questione più im-
portante che abbia mai investito St Lucia nella sua
per liberare il Paese Prima aveva sostenuto di essere arrivato con Ame-
rican Airlines il giorno prima, domenica 26 settem-
casa di Montecarlo: storia e che rischia di distruggere per sempre la sua
reputazione di paradiso fiscale, viene gestita da Ru-
caraibico da pressioni bre. Anche Torres e il misterioso interprete aveva-
no mentito, ma in modo differente, citando la com-
falso perché non proviene dolph Francis in totale solitudine. Nelle ore deci-
sive, quando la stampa preme e il facilitatore sbarca
e sospetti pagnia aerea American Eagle. Pasticcioni questi
dal governo caraibico col suo Citation sull’isola, il ministro della Giustizia

” ”
tre, non si mettono d’accordo sulle bugie da dire. In si muove in un inquietante vuoto di potere.
compenso nascondono in tutti i modi il jet privato. (con la collaborazione di Filippo Barone)
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 4

S
AD PERSONAM

iamo qui, ancora insieme, anche se libertà al Castello Sforzesco. Durante il suo “buon compleanno” – ha continuato il Cavaliere –
Il desiderio qualcuno ha tentato di non farmi discorso il premier prende di mira ancora una E io ho detto qualche cosa che è oggettivo. In
venire”. Così il presidente del Consiglio volta i magistrati: “In queste condizioni la sovranità magistratura c'è chi vuole eliminare dalla vita
Silvio Berlusconi inizia domenica scorsa il suo è trasferita dal popolo ai pm”. Ma il meglio deve politica un protagonista che non gli va bene".
mai nascosto discorso di chiusura della Festa nazionale del Pdl di ancora venire: più avanti nel suo discorso, torna a Parla quindi di giustizia. “Non vogliamo fare una
Milano riferendosi a indiscrezioni, poi seccamente parlare delle polemiche seguite al video registrato riforma contro i giudici, come ha stoltamente
smentite, che per motivi di sicurezza fosse in forse sotto casa sua. “L'altra sera sotto casa mia alcuni sostenuto qualcuno nei giorni scorsi. Vogliamo
di inquisire i giudici la sua partecipazione alla Festa del Popolo delle ragazzi hanno esposto un manifesto con scritto fare una riforma per i giudici onesti e i cittadini”.

MAGISTRATI IN RIVOLTA
B. vuole la Commissione d’inchiesta
L’Anm: “Così si sovvertono le istituzioni”
di Sara Nicoli politano e da Fini con le oppo- stretta osservanza d’Oltreteve- Intervista a Jole Santelli Qualche mese fa abbia-
sizioni per cambiare la legge re. Per questo ha dato mandato mo recuperato e presen-

È
quando le difficoltà sono
più forti e il nervosismo è
alle stelle che i toni si esa-
elettorale e traghettare il Paese
verso elezioni a giugno con un
nuovo sistema. Una possibilità
al ministro Sacconi, con la longa
manus di Eugenia Roccella (che
quando bestemmia il premier, la “UNA RIFORMA tato un testo di Fabrizio
Cicchitto ispirato al '94.
Siamo fermi in Commis-
sperano fino a minacciare
di “sovvertire” gli equilibri del-
lo Stato. Ma il Cavaliere ormai
tanto concreta (la maggioranza
“tecnica” in Parlamento c’è ec-
come e c’è già pure chi sarebbe
pensa come monsignor Fisichel-
la) di mettere nero su bianco
un’agenda stretta che metta a
CONTRO LE TOGHE ROSSE” sione, serve un appunto
sul calendario dei lavori.
Il presidente ha fretta.
sente odore di “idi di marzo” e gradito nel ruolo di presidente ferro e fuoco la tenuta del laici- Ne ha parlato a Milano, so
pare aver dismesso ogni residua del Consiglio, ovvero Beppe Pi- smo finiano su temi come il bio- di Carlo Tecce stia”. bene.
prudenza, aizzato dai suoi co- sanu, eletto nel Pdl tanto per testamento, l’ulteriore boicot- Ha firmato con il colle- Per ora non è previsto.
lonnelli che ormai vedono solo non far parlare di “ribaltoni”) da taggio della Ru486, il quoziente 'avvocato Jole Santelli ga Giorgio Stracquada- Aspettiamo indicazioni
una cosa: la vendetta contro Fi-
ni. Domenica pomeriggio a Mi-
indurre sempre Maroni a svilirla
in modo netto: “Mi sembra
familiare e l’applicazione “fer-
rea” della prima parte della leg-
Ltrafila
conosce la materia:
in Forza Italia, sta-
nio una proposta di leg-
ge.
dal partito. Non è un pro-
blema di tempo né di nu-
lano, infatti, Berlusconi sem- un’ipotesi fantascientifica”. ge 194 sull’aborto. Un modo, se- ge da Cesare Previti, sot- Simile. Non uguale. Abbia- meri.
brava davvero molto serio condo i berluscones (colonnelli tosegretario al ministero mo anticipato Berlusconi E di cosa?
quando ha annunciato di nuovo IL GOVERNO tecnico rappre- per primi) per spaccare il fronte della Giustizia. Silvio Ber- e posticipato una sua vec- La Commissione d'inchie-
e per la seconda volta nel giro di senterebbe la morte politica di finiano e vedersi correre incon- lusconi ordina la Com- chia richiesta. sta sarà utile per scoprire
pochi giorni, la sua volontà di Berlusconi: non potrebbe sfrut- tro le truppe guidate da Pier Fer- missione d'inchiesta sul- Scrivete: il Parlamento qualcosa che conosciamo:
andare fino in fondo nella ri- tare l’effetto propaganda per le dinando Casini che non manca- la magistratura? Già fatto: indaghi sull'uso politico la magistratura va male,
chiesta di una commissione urne, sarebbe inevitabilmente no mai all’appello quando c’è da “Ammetto con mode- della giustizia. dobbiamo riformare tut-
d’inchiesta contro la magistra- messo alla gogna per le velleità obbedire al Papa scontentando to.
tura. Per molti – e persino per i sulla giustizia (e non solo), sa- gli uomini. Tutte strategie che Il mito delle toghe ros-
suoi – le parole pronunciate alla rebbe sotto scacco della magi- mostrano, tuttavia, un fiato mol- se.
festa del Pdl possono essere in- stratura per i processi di Milano to corto. Infatti la macchina elet- Mito? È la storia italiana: ci
terpretate solo come l’inizio di e non potrebbe fare nulla per im- torale del Cavaliere è già partita: sono dei magistrati di si-
una campagna elettorale dove il pedire che i finiani si organizzi- stanno per entrare in scena “i nistra che si comportano
Cavaliere alzerà di parecchio il no nel nuovo partito che sulla missionari delle libertà” a capo di conseguenza.
tiro proprio per mettere sotto carta (e non solo lì) è in grado di di 61 mila “team delle libertà” Voi aprite la caccia
pressione i suoi avversari, a co- erodere pesantemente il con- per far conoscere a tutti "i risul- Noi prenderemo atto di
minciare dai finiani che non vo- senso elettorale. I sondaggi de- tati dell'azione del governo". Si una cosa ovvia.
gliono andare alle elezioni trop- gli ultimi giorni (copyright Euro- salvi chi può. Un legittimo impedi-
po presto perché hanno biso- media della Ghisleri) parlano di mento.
gno di tempo per formare il par- un partito finiano ben oltre il 4%, Peggio. Fanno funzionare
tito. ossia molto vicino al 9%. Ecco Palamara: “Non male la giustizia.
perché il Cavaliere l’ha buttata lì Non contate sui finiani.
QUANDO Berlusconi parla, e con le elezioni da anticipare il si può mettere Perché ascoltare i due o
in quel modo, un fondo di verità più possibile. Nella strategia di tre che dichiarano ogni
c’è sempre. E così ieri l’Amn ha
preferito interrompere un silen-
guerriglia che attanaglia la men-
te di Berlusconi, da giorni però
in discussione giorno ai quotidiani? I fi-
niani sono tanti e diversi:
zio che si era imposta per non
scendere in continuazione sul
si muove anche un altro possi-
bilità d’attacco: dividere i finiani
un potere fanno parte della maggio-
ranza, possiamo discute-
terreno della polemica e ha
commentato le parole del Cava-
sul fronte della bioetica. Dopo la
bestemmia e il conseguente ge-
dello Stato re.
Ma nessun segnale
dall’alto?
liere lanciando un allarme: “Non
si può mettere in discussione un
lo delle alte gerarchie vaticane, il
Cavaliere ha la spasmodica ne-
in modo Solo l’intervento di Mila-
potere dello Stato in modo così cessità di recuperare anche sul no. Dobbiamo accelerare?
violento – ecco la riflessione di fronte dei cattolici e dei poteri di tanto violento” I magistrati si ribellano (FOTO EMBLEMA) Possiamo.
Luca Palamara, presidente
dell’Associazione – si vuole una
magistratura docile che non di- IL MAGAZINE DI FILIPPO ROSSI
sturbi il manovratore; gli insulti
rischiano di sovvertire gli equi-
libri”. Ma la questione del nuovo
– e più robusto – attacco alla ma-
gistratura è solo il punto più alto
UN PO’ DI CAFFEINA A PALAZZO GRAZIOLI
di una situazione politica che sta artito? Troppo generico. pei e italiani daranno nume- 38 amministratori locali. La Arrivate in fondo all'editoria-
sfuggendo di mano ogni giorno
di più a Berlusconi, come testi-
Pgero.Movimento? Troppo leg-
Associazione? Per ca-
ri e peso al comitato pro-
motore, coordinato dal mi-
rete è pure Caffeina, il ma-
gazine culturale di Filippo
rina, giornalista e deputata.
Nel prossimo numero di Caf-
feina, tanto per fare un'intro-
le: “Conflitti tra interessi.
Conflitti di interessi. E a noi
monia anche il forte nervosismo rità. Cos'è Futuro e libertà? nistro Adolfo Russo, il car- Rossi, direttore del sito di duzione, Rossi anticipa pa- piacciono quei fertili, ma-
che aleggia nelle stanze di Palaz- Flavia Perina, direttore del burante di quel manifesto FareFuturo. Caffeina e Cur- role che suoneranno male gnifici, liberi conflitti di idee
zo Grazioli e, in particolare, tra i Secolo d'Italia, srotola lenta- per l'Italia che sarà presen- rent organizzano una tavola per Berlusconi, proprio a e di passioni. Con lo sguardo
colonnelli. La paura del Cavalie- mente il progetto: “Sarà una tato a Perugia (verso no- rotonda, e qui normale. E pochi metri dal lettone di lontano. Lontano pure dal
re è quella che i sondaggi con- rete che raccoglie energie e vembre, la crisi orienta il ca- poi il titolo: “Dalla parte del Putin: “Il conflitto fa bene. Il portafogli. E dalle aziende di
tinuino ad andare in picchiata idee in vista di una campa- lendario). conflitto. Senza interessi”. conflitto delle idee, il con- famiglia, tanto per capirci”.
senza che lui sia in grado di rad- gna elettorale: strutture pre- E ieri i finiani d’Abruzzo C'entra un editore, forse. flitto dei cervelli, il conflitto Caffeina ospita un articolo e
drizzare la china nonostante cise sì, organigramma clas- hanno annunciato il gruppo Fuoco, fuoco. Sottotitolo: delle parole. Fa bene, serve. una proposta di Arianna Cic-
l’appoggio della Lega. Che, tut- sico no”. Oggi 50 parlamen- nel Consiglio regionale e i “Il futuro dell'informazione Il bianco e il nero, il maschio cone, mente e braccio del
tavia, scalpita e chiede le urne tari euro- piemontesi hanno contato oltre la logica proprietaria”. e la femmina, il sole e la luna: “Festival internazionale del
per capitalizzare il proprio netto Ci siamo. E dove? Roma, il conflitto delle diversità, e Giornalismo” di Perugia:
vantaggio (13%). Anche ieri il martedì 12 ottobre (ore 17), poi la congiunzione degli “C’è una fondazione che in
ministro Maroni è tornato sulla
questione delle elezioni antici-
Ecco il comitato terrazza di Palazzo Grazioli,
un appartamento di Clau-
opposti, e poi di nuovo il
conflitto. Ecco il motore del
America finanzia progetti
editoriali. Sarebbe il caso di
pate con una frase che non ha
bisogno di commenti: “Sarebbe
per il partito dio Velardi (ex consigliere
di D’Alema) accanto alle
mondo. Il conflitto è vita.
Fuori e dentro di sé, con noi
copiarla subito da noi”.
La rete finiana è così: nuova,
terrificante fare la fine di Prodi”. E il direttore stanze di Silvio Berlusconi. e con gli altri. Il conflitto – ampia, curiosa. “Noi voglia-
Essere ostaggio della propria Bingo. Rossi ha invitato ma qui si parla sempre di mo discutere, mai imporre”.
maggioranza è una questione di FareFuturo Gianfranco Fini, doppio idee e mai di corpi, nessuna Li chiamano futuristi. E per il
che nel Carroccio non si vuole bingo: “Viene non viene? confusione – rigenera, spaz- simbolo del partito che ver-
prendere neppure in considera- organizza Chissà”. za via le certezze ammuffite, rà, convocato il pubblicita-
zione, ma sia dalle parti di Bossi smuove le paludi del pensie- rio Massimo Arlechino, pen-
che da quelle non meno attente, un convegno SARÀ un convegno (an- ro... Ecco perché ce ne vor- sano a un tricolore in stile
del Cavaliere, si profila chiara- che) sulla politica, non (per rebbe di più, di conflitto. E moderno. Di Giacomo Balla,
mente un altro incubo concreto sul conflitto forza) dei politici: Lucia An- ci vorrebbero più parole, pittore, scultore, scenogra-
all’orizzonte: l’ipotesi di un go- nunziata, Antonio Padellaro, più pensieri, più sconfitte e fo. E futurista.
verno tecnico sostenuto da Na- d’interessi Caterina Soffici. E Flavia Pe- più vittorie”. Non è chiaro? C .Tec.
pagina 5 Martedì 5 ottobre 2010

I
STORIE SICILIANE

l presidente del Senato Renato Schifani Schifani parla di ''accuse ripetute, infami e false, umana, deontologica e professionale i principi
Passato che ritorna: è indagato dalla Dda di Palermo per destituite di qualsiasi fondamento. Sono un irrinunciabili della mia esistenza''.
concorso esterno in associazione cittadino e un politico onesto che ha sempre L'inchiesta secondo L’espresso, sarebbe ''un
mafiosa. Questo ha scritto L’espresso venerdì combattuto la mafia con fatti e atti legislativi atto dovuto'' dopo le dichiarazioni di Gaspare
le rivelazioni scorso. Il capo della Procura, Francesco concreti, che hanno consentito allo Stato Spatuzza sui rapporti tra il presidente del Senato
Messineo, smentisce: ''Il nome del presidente del importanti successi nella lotta alla criminalità e l'imprenditore indiziato di mafia Giuseppe
Senato non è iscritto nel registro delle notizie di organizzata. Considero e ho sempre Cosenza, assistito dall'allora avvocato
dell’Espresso reato di questa Procura''. L’espresso conferma. considerato la trasparenza, la correttezza amministrativista Schifani.

A CENA CON SCHIFANI


Il Procuratore Messineo prima nega l’inchiesta
e poi incontra il presidente “coinvolto”
di Benny Calasanzio Schifani a Palazzo SONIA ALFANO
Madama. A destra,
alermo, caserma “Cangia-

P
Sonia Alfano
losi” della Guardia di Fi-
nanza di Via Cavour. Sono
le 23.45 e all’apertura dei
dell’Idv (FOTO ANSA)
“COSÌ ABBANDONA I PM
cancelli dall’interno iniziano a
defluire una decina di auto blu
con lampeggiante. Ci sono
IL GUARDASIGILLI
quelle delle autorità, alcune
con i vetri oscurati e quelle di
scorta. All’interno della struttu-
DEVE CHIARIRE SUBITO”
ra è appena terminata una cena
che ha avuto molti invitati e tut- di Marco Lillo personalità indagate. Comunque, a prescinde-
ti di grande spessore politi- re dall’iscrizione, la Procura sta indagando sul-
co-istituzionale. Ma i riflettori si omani stesso Antonio Di Pietro presen- le sue attività passate e non è possibile vedere
sono accesi su due di loro; se-
duti allo stesso tavolo c’erano
“D terà un’interrogazione parlamentare per
chiedere conto di questa cena degli orrori al
una scena del genere. Per di più nella caserma
della Guardia di Finanza, proprio la forza che
Renato Schifani, presidente del ministro della Giustizia Alfano. Chi meglio di ha indagato fino al 2002 Schifani per concorso
Senato e Francesco Messineo, a lui può rispondere, visto che c’era?”. Sonia Al- esterno in associazione mafiosa, come avete
capo della Procura di Palermo. fano ha appena finito di parlare al telefono con scritto voi del Fatto e potrebbe magari tornare a
Il primo, secondo L’espresso, è il suo leader ed è un fiume in piena. Tanti anni farlo. E proprio alla presenza del ministro della
indagato dalla Procura di Paler- fa ha fatto la giornalista sulle orme del padre, Giustizia e del presidente della Corte d’Appel-
mo. Il secondo quella Procura la Beppe Alfano, assassinato dalla mafia nel lo, massima autorità del distretto giudicante. È
dirige. Il primo in passato è sta- 1993. E, quando ieri mattina ha saputo da una una cosa che si commenta da sé. Sono saltati
to socio, nel 1979, nella società fonte che preferisce mantenere anonima la tutti i ruoli.
di brokeraggio assicurativo Si- storia della cena tra il capo della Procura e un Il procuratore capo ha detto che si tratta-
cula Brokers, di personaggi suc- suo (possibile futuro?) indagato eccellente ha va di un’occasione mondana e che si è par-
cessivamente incriminati per subito cercato conferme nei Palazzi palermi- lato per lo più del Papa.
associazione mafiosa e concor- tani. Ma è proprio questo il punto. Non si fanno ce-
so esterno come Benny D’Ago- Sonia Alfano, cosa ha saputo di questa ce- ne mondane con gli indagati. L’occasione con-
stino, amico del boss Michele di Palermo che stanno in questi dalà a Villabate e sul ruolo del na e perché la ritiene così scandalosa? viviale fa saltare le barriere tra istituzioni che
Greco e Nino Mandalà, favoreg- giorni indagando sulle vicende consulente Renato Schifani che Partiamo dai fatti: sabato sera a Palermo, allo hanno ruoli diversi. Il procuratore capo e il
giatore di Bernardo Provenza- professionali del passato dell’av- di quella giunta era l’esperto giu- stesso tavolo, da quello che dicono le mie fonti presidente della Corte d’Appello sono nomi-
no. Il secondo coordina la pro- vocato Renato Schifani, fossero ridico in materia urbanistica. più che affidabili, c’erano il ministro della Giu- nati dal Csm e potrebbero domani essere sot-
cura che ha condannato Totò all'oscuro della cena e quindi del- All’esito di quella riunione si so- stizia Alfano, il presidente del Senato Schifani, toposti al suo giudizio. E nel Csm ci sono anche
Cuffaro e Marcello Dell'Utri per la partecipazione di Messineo. no decisi i passi da fare per veri- il presidente dell’assemblea regionale France- i politici che influenzano le carriere e i pro-
mafia e che sta indagando sulla ficare i rapporti di Schifani con sco Cascio, il sindaco di Palermo Diego Cam- cedimenti disciplinari, come insegna il caso
trattativa Stato-mafia; è stato Le preoccupazioni Nino Mandalà e la famiglia di Vil- marata, il Prefetto, il Questore, il presidente De Magistris. A maggior ragione in un momen-
proprio Messineo a smentire dei magistrati labate da un lato e con il costrut- della Corte d’appello Leonardo Guarnotta e il to in cui i politici sono soggetti al giudizio dei
con una nota l’indagine a carico tore Giuseppe Cosenza e con il procuratore capo Messineo. pm e dei giudici, i capi degli uffici dovrebbero
di Schifani: “il nome del presi- mondo della mafia di Brancaccio Perché la definisce una cena degli orrori? evitare le situazioni conviviali. Anche perché
dente del Senato Renato Schifa- MENTRE nelle stanze del Palaz- dall’altro. Il procuratore capo È una cena degli orrori e degli errori perché in così espongono i sostituti che indagano.
ni non è iscritto nel registro de- zo di Giustizia i magistrati Anto- Francesco Messineo è a cono- una città nella quale si indaga sulle infiltrazioni Lei vuole accusare il procuratore capo di
gli indagati di questa procura”. nino Di Matteo, Antonio Ingroia scenza di questa attività e sa bene della mafia nella politica erano seduti allo stes- avere lasciati soli i suoi pm?
Sappiamo però quanto questa e Paolo Guido e Ignazio de Fran- che –se pure veramente Schifani so tavolo investigatori e investigati. Diego Io dico di più: Messineo ha messo a rischio i
formula sia d’obbligo nelle in- cisci stanno verificando le di- non è indagato formalmente – la Cammarata è indagato a Palermo per la vicen- suoi sostituti. Voglio essere brutale: il messag-
dagini per mafia. chiarazioni di Francesco Campa- sua posizione è al vaglio dei suoi da della discarica di Bellolampo e anche Re- gio che passa all’esterno è che solo alcuni ma-
nella e Gaspare Spatuzza, il loro sottoposti. Il passato di Renato nato Schifani è sotto indagine. A me sembra gistrati come Antonio Ingroia o Antonino Di
Attorno capo cenava allegramente (in Schifani è oggetto di accerta- assurdo che il procuratore capo che dirige l’uf- Matteo sono interessati seriamente a capire se
alla tavola compagnia di altre cariche istitu- menti. E per questa ragione ab- ficio che dovrà decidere le sorti di due uomini Schifani ha avuto rapporti con i mafiosi. Men-
zionali) con il soggetto che – al di biamo chiesto a Messineo se la così potenti si sieda al tavolo con loro. E devo tre il loro capo va a cena con il presidente a
là della sua po- dire che anche la presenza del parlare del Papa. Se Di Matteo e Ingroia fossero
ALLA CENA, assieme ai due sizione forma- presidente della Corte di appello eliminati con un procedimento disciplinare o
“pesi massimi” c’erano anche il
ministro della Giustizia Angelino
le – è il fulcro
di quell’in-
Il giudice: “Abbiamo parlato quasi mi ha lasciato perplessa.
Proprio Messineo ha smenti-
con un trasferimento o con qualcosa di peggio
che non voglio pensare nemmeno, i problemi
Alfano, il prefetto di Palermo
Giuseppe Caruso, il questore
chiesta.
L’iscrizione
esclusivamente della imminente to che Schifani sia indagato.
Sappiamo tutti che L’espresso ha
di Schifani sarebbero risolti. Questo è un mes-
saggio pericoloso. I pm non devono essere la-
Alessandro Marangoni, il presi- del nome di confermato e poi da sempre ci sciati soli e anche per questo presenteremo
dente dell'Assemblea regionale Renato Schifa- visita del Sommo Pontefice” sono le smentite rituali per le alte l’interrogazione parlamentare.
siciliana, Francesco Cascio, il ni (o magari
presidente della Corte di Appel- più probabil-
lo Francesco Oliveri, Leonardo mente di uno pseudonimo o di cena fosse davvero avvenuta e se
Guarnotta, presidente del Tribu- una lettera, tipo alfa e beta) non è non la ritenesse per lui un passo IL CASO BELPIETRO di Davide Vecchi
nale di Palermo già membro del determinante. Anche a voler falso. Il procuratore si è limitato a
pool Antimafia di Caponnetto as-
sieme a Falcone e Borsellino, ol-
tre agli ufficiali superiori della
prendere per buona la mancata
iscrizione del presidente Schifa-
ni sul registro degli indagati a Pa-
una risposta via mail in cui scrive
che “la cena organizzata dal Co-
mandante Interregionale della
RADIO PADANIA, LA VOCE DI MARONI
unedì pomeriggio sarò in tenuti a distanza dai poliziotti, non hanno
Guardia di Finanza e dei Carabi-
nieri, tutti con le rispettive mo-
gli.
lermo, i motivi di opportunità
che avrebbero dovuto tenere
lontano il procuratore capo Mes-
Guardia di Finanza si è svolta
presso il Circolo Ufficiali della
stessa Guardia di Finanza”. “La
“L prefettura a Milano anche per fare
il punto” sul presunto attentato ai danni
potuto porre domande al ministro.
Neanche dopo le due ore di incontro con il
Dopo la conferma da parte di al- sineo dalla caserma Cangialosi conversazione durante la cena – del direttore di Libero, Maurizio Belpietro. Prefetto. A quell’incontro hanno
tre fonti, molto attendibili, che restano intatti. Proprio la posi- ci scrive ancora Messineo – ha L’aveva annunciato sabato il ministro partecipato anche uomini della Digos che
effettivamente Renato Schifani zione di Schifani è stata al centro avuto per oggetto quasi esclusi- dell’Interno, Roberto Maroni. E ieri stanno seguendo le indagini, cercando
sarebbe indagato a Palermo per di un incontro tra i magistrati del- vamente la imminente visita del l’incontro con il prefetto del capoluogo riscontri al racconto di Alessandro N., il
concorso esterno in associazio- la Direzione distrettuale Antima- Sommo Pontefice nonché altri
ne mafiosa, questa cena rischia fia che si occupano del caso e argomenti consueti in tali occa- lombardo, Gian Valerio Lombardi, c’è caposcorta che avrebbe sventato
ora di creare tensione all'interno che si è tenuto quest’estate. Sul sioni mondane”. stato. Ma il punto, il titolare del Viminale l’agguato giovedì sera. Nei video delle
della procura siciliana: può Mes- tavolo c’erano i verbali di Gaspa- Nessuna dichiarazione invece l’ha fatto con Radio Padania: “Abbiamo telecamere della zona si cerca, ancora
sineo, seppur nel corso di una re Spatuzza resi davanti ai pm di dall'ufficio di Guarnotta la cui se- effettuato una verifica della situazione per senza esito, un uomo vestito con pantaloni
cena con alti dirigenti politici e Firenze e Palermo, nei quali il greteria era stata contattata nella studiare le misure per far dormire sonni della tuta bianchi e camicia militare con
militari, sedere allo stesso tavolo collaboratore parla delle fre- mattinata di ieri. Messineo non tranquilli a tutti”. Questo dice al telefono mostrine, come descritto dal caposcorta di
con colui il quale potrebbe esse- quentazioni comuni dei Gravia- ha invece risposto rispetto all’emittente leghista, dall’auto che lo Belpietro. Ieri sera, gli inquirenti, hanno
re indagato dai suoi sostituti? Al no e di Renato Schifani; c’era il all’opportunità o meno della sua
porta via dalla prefettura. I giornalisti, “simulato” la fuga da casa Belpietro.
Fatto Quotidiano risulta che pro- memoriale di Francesco Campa- partecipazione all’evento “mon-
prio loro, i sostituti procuratori nella sugli affari della cosca Man- dano”.
pagina 6 Martedì 5 ottobre 2010

C
TONACHE DELLA LIBERTÀ

ome era prevedibile, la barzelletta su Rino Fisichella. Il presidente del Pontificio pronunciare il nome del Signore invano. È una
La battuta Rosy Bindi con bestemmia finale, Consiglio per la rievangelizzazione profonda, intima convinzione della mia fede”.
raccontata da Berlusconi a un dell’Occidente, infatti, ha affermato che “Sarò all’antica - continua l’onorevole Pd - ma mi
gruppo di militari impegnati nella ricostruzione “l'episodio è spiacevole ma, in questi momenti, amareggia profondamente che per un pastore
di Berlusconi dopo il terremoto in Abruzzo, ha provocato una bisogna sempre saper contestualizzare le cose, della mia Chiesa, anche se voce isolata, ci
serie di polemiche, soprattutto negli ambienti evitando le strumentalizzazioni politiche. sarebbero occasioni e circostanze nelle quali è
cattolici. Ma, tra le tante critiche, è arrivata La reazione della Bindi non si è fatta attendere: possibile derogare anche dal secondo
e la sua assoluzione anche un’assoluzione da parte dell'arcivescovo “Fin da piccola mi hanno insegnato a non comandamento”.

MONS. FISICHELLA: QUANDO


UNA BESTEMMIA È MEGLIO DEI “DICO”
Per il più politico degli arcivescovi la blasfemia va contestualizzata,
ma guai a legittimare le coppie di fatto. Per lui un dicastero ad hoc
di Marco Politi sogna sempre, in questi mo- Boffo si è permesso di criticare pontificia per la Vita nel 2008. spirituali bipartisan dei deputa- ineccepibilmente edificante.
menti, contestualizzare le co- – per il settore puttane – e per Fino alla nomina papale, avve- ti nei Luoghi santi del cristiane- Ma al temperamento non si co-
edificante che tra i primi se…”, ha sentenziato. Poteva

È
cui prontamente è stato decapi- nuta quest’anno, a presidente simo o – come l’ultimo a Mosca, manda. Fisichella è passional-
annunci del responsabile continuare ad analizzare il “con- tato e mollato anche dalle gerar- di un dicastero nuovo di zecca, poche settimane fa – alle sor- mente partigiano in politica. Ri-
vaticano per la Nuova testo”, se voleva, raccontando chie ecclesiastiche. creato quasi apposta per lui: il genti della religiosità ortodossa gorosissimo nell’annunciare
Evangelizzazione – mon- un po’ di cose ai reporter che gli Monsignor Fisichella non è uno Consiglio per la promozione di Russia. che non darebbe mai la comu-
signor Rino Fisichella – vi sia la chiedevano un commento sulle sprovveduto. Ha percorso con della Nuova Evangelizzazione. nione a due divorziati che si so-
spiegazione urbi et orbi che un ultime allucinanti esternazioni determinazione i gradini di una E’ l’anticamera del cardinalato. UN SUO FAN , il deputato Pdl no rifatti una coppia (meno che
robusto “Orcod…” può essere di Berlusconi (bestemmie, anti- carriera ecclesiastica brillante. Lo sanno tutti in Va- Alessandro Pagano, descrive mai con i Dico, da lui strenua-
contestualizzabile e comun- semitismo, insulti inqualificabi- Vescovo ausiliare di Roma a qua- ticano. Fisichella nel suo blog l’intensa emozione mente combattuti), diventa im-
que (mai sia!) non va criticato e li alla magistratura). Raccontare rantasette anni, magnifico ret- è colto, è un vi- mistica provata ad essere ac- provvisamente morbido quan-
strumentalizzato. ad esempio che dal suo posto di tore della Pontificia università vace e interes- compagnati da un tale cappel- do si tratta di spiegare (è avve-
Non è forse questo che si atten- osservazione a Montecitorio si Lateranense a cinquantuno, e sante interlo- lano. “Mons. Fisichella ha preso nuto nell’aprile scorso) che il
deva papa Ratzinger, così cali- era accorto che era cominciata nel frattempo anche cappella- cutore nei pub- per mano 70 parlamentari e i lo- “presidente Berlusconi essen-
brato nella scelta delle sfuma- una stagione in cui il premier, no di Montecitorio e blici dibattiti, ro cari e li ha condotti in un sen- dosi separato dalla seconda mo-
ture quando si rivolge alle élites autoproclamatosi erede di Stur- poi presidente scrive libri, gui- tiero difficile ma elevato. Verità. glie, la signora Veronica, con la
europee nel Castello di Praga o zo e De Gasperi, aveva introdot- dell’Acca- dava sino a poco fa Lievito della società. Responsa- quale era sposato civilmente, è
a Wesminster Hall di Londra? to l’abitudine di dare di “coglio- demia i pellegrinaggi bilità. Comprensione dell’altrui tornato ad una situazione, dicia-
ni” agli elettori degli altri partiti Persona. Fisichella ha esortato mo così, ex ante”. E quindi può
FINO a pochi giorni fa mons. e che i suoi alleati esibivano ad essere ‘sale del mondo’, per- tranquillamente tornare a fare
Fisichella era anche cappellano mortadelle alla Camera e le sue ché se una classe dirigente non la comunione. “Esattamente”.
di Montecitorio. Ma in genere truppe parlamentari gridavano riesce a dare sapore a cosa ser- Perché solo al fedele separato e
erano i cappellani degli Alpini “pannoloni, pannoloni” a una ve?”. risposato è vietata l’eucaristia,
ad essere burberi e comprensivi scienziata premio Nobel ultra- Ecco se di tali altezze monsigno- “poiché sussiste uno stato di
dispensatori di assoluzioni. Una noventenne, Rita Levi Montalci- re si ricordasse anche quando è permanenza nel peccato”.
bestemmia tirata su per le mu- ni, colpevole di venire a votare in gioco Berlusconi, sarebbe
lattiere o nelle steppe gelate del- in Senato. PECCATO non sono, eviden-
la ritirata di Russia… una scap- temente, le frequentazione di
patella in fienile con una conta-
dinotta… suvvia, ci voleva un
RINO FISICHELLA è abba-
stanza giovane dal punto di vista
Da cappellano minorenni e l’utilizzazione fina-
le di escort. Niente moralismi e
cuore largo per portare i sacra-
menti ai ragazzi in divisa e man-
ecclesiastico (è nato nel 1951
ed è stato ordinato nel 1976) ma
di Montecitorio strumentalizzazioni. Fisichella
con eleganza ha sempre chiuso
tenere forte la loro fede nelle av-
versità.
può ricordare abbastanza bene
che questo stile in Parlamento
accompagnava entrambi gli occhi sullo scem-
pio del comportamento del pre-
Ma in Europa e in Occidente la era sconosciuto persino nei mo- mier. Benchè il prelato sia stato
Camera dei deputati e la presi- menti più aspri di scontro tra
Mons.
Rino
i parlamentari uno dei più attivi promotori del
denza del Consiglio si distin- democristiani e comunisti. Non Fisichella Family Day contro il governo di
guono dalle caserme e se, inve- vengono da Marte queste ma- (FOTO ANSA)
in pellegrinaggio quel noioso monogamo di Pro-
ce, il buon cristiano Silvio li por- niere da caserma, non sono nate di.
ta a livello di naja, le reazioni di bipartisan, nascono da un mo- Nel suo futuro Con queste premesse l’appello
un prelato colto come Fisichella do di atteggiarsi preciso, che ha di sua futura eminenza a “con-
potrebbero essere diverse. “Bi- nome e cognome. Che Dino il cardinalato testualizzare” la bestemmia ver-
rà certamente assolto con le at-
tenuanti del delitto di passione

Quadri e bigliettini: l’ultima fiamma di B. politica. Anche se si è trovato in


flagrante contrasto con le dure
proteste dell’Osservatore Roma-
no e dell’Avvenire, il perdono gli
VIVIANA ANDREOLI PUBBLICA LA SUA CORRISPONDENZA COL PREMIER: “UN RAPPORTO ARTISTICO” verrà certamente accordato,
perché monsignore è sempre
di Caterina Perniconi fare!! Grazie di cuore per gli Ci tengo che lo scriva, i miei viene esplorato in ogni suo nero ci sono Silvio Berlusconi stato attivissimo nel tessere tra-
auguri, Silvio Berlusconi”. avvocati sono già informati. aspetto, sono dei veri orgasmi e la madre Rosa, vestiti in abiti me in parlamento per sabotare
on devo proprio dire tut- Ah, e soprattutto niente cosmici. Sono piaciuti anche a nobili e una frase che impegna qualsiasi legge sulle coppie di
“N to, non so se a lui fa pia-
cere. Ma è solo una questione
L’ENNESIMA ragazza alla
corte del Caimano? Lei giura di
strip-tease”. Infatti durante la
promozione di un libro scritto
Vittorio Sgarbi. Ha detto che è
la prima volta nella storia
il resto del quadro: “Amato Sil-
vio sei sbocciato come una
fatto, i diritti della madre nel
non impiantare un embrione
di arte la nostra. Io gli ho fatto no, ma qualcosa non torna. Il a quattro mani con la madre dell’arte che vede la gnocca gemma da una rosa mistica, malato, l’autodeterminazione
un quadro e a lui è piaciuto bigliettino è datato 29 settem- Lucienne (a sua volta pittrice, spirituale”. Ma raggiunto tele- una madre pia profetica per il del paziente nel testamento bio-
molto”. bre 2008, il compleanno del anzi, “due donne una sola ar- fonicamente il critico ricorda: nome ispirato che ti ha dato, logico. Ma quelli, si sa, sono
Lei, l’artista, è Viviana An- premier di due anni fa. Ma rag- tista” come amano definirsi), “Bè, più che spirituale direi nome di selve e boschi nome “principi non negoziabili”. Sul
dreoli, 32 anni, biondissima, giunta telefonicamente dal che neanche a dirlo parla di un materiale. Lei e la madre fanno di vere speranze”. Le sue? resto, se po’ fa’.
genovese , maggiorata, pittri- Fatto Quotidiano Viviana affer- rapporto lesbo proprio tra ge- un’arte borderline, apparten-
ce di quadri erotici e ritratti ma di aver incontrato Berlu- nitore e figlia, le due dichiara- gono a quelle persone che de-
vip. Lui è Silvio Berlusconi. sconi per una mostra a Milano vano di spogliarsi di mestiere. vono stupire per affermarsi,
Sul sito Internet della pittrice
è stata pubblicata una sua foto
a via Tortona “l’anno scorso”.
Non solo, la ragazza tituba an-
E anche il libro lasciava poco
all’immaginazione: “Ah, come
come Cattelan. Ricordo una
ragazza sessualmente molto li- CIARRAPICO E
abbracciata al premier e un bi- cora di più quando deve spie- quel bocciolo si abbandona fi- bera ma non credo sia l’aman-
glietto di ringraziamento sul-
la carta intestata della presi-
gare se l’incontro è stato uno
solo: “Ssssì, ma insomma, non
ducioso alla mia bocca! Ansi-
ma. Respira forte. Ma è pro-
te di Berlusconi”. i famosi probiviri?
denza del Consiglio. Dagospia devo dire tutto. E comunque prio vero? É proprio lei... mia IL SITO DELLE DUE donne er il Pdl Gianfranco Fini è “assolutamente incom-
ha fatto rimbalzare la notizia
in poche ore: “La mia mamma
ci siamo incontrati solo per
questioni d’arte. Gli ho fatto
figlia, attaccata così stretta-
mente al mio corpo? ...Ditemi
spiega che a dipingere inizia la
madre, e il soggetto preferito è
Prispetto
patibile” con l’attività politica del partito. E “nel
e in ossequio al regolamento e alle norme di
diceva che c’è un solo modo un quadro dopo la morte della che sto sognando!”. Per Vivia- la figlia. “La raffigura in tutti i garanzia” anche Fabio Granata, Carmelo Briguglio e
per non invecchiare: ringio- madre e non sono mai stata né na “è stata una cosa esagerata modi – si legge sulla loro pre- Italo Bocchino sono stati deferiti al Collegio dei pro-
vanire. È quello che cerco di a Palazzo Grazioli né alle feste. dai promotori e comunque la sentazione – con indosso sol- biviri. Tanto scandalo per loro, ma niente da dire su
vita di un’artista è particolare, tanto la maliziosa ingenuità di Giuseppe Ciarrapico? Chi insulta gli ebrei, oltre agli
L’artista Viviana Andreoli. A sinistra col premier, a destra con un suo quadro io scrivo, dipingo, vorrei en- una giovane ninfa dei boschi, avversari politici, dagli scranni del Parlamento è invece
trare nel mondo dello spetta- come provocante Lolita o “compatibile” col Pdl?
colo, adesso dovrei fare una splendente Cicciolina dai lun- Dal presidente del Collegio, Vittorio Mathieu, neanche
parte in un film”. La notizia ghi capelli biondi”. Poi comin- una parola. E nemmeno esposti presentati. Il presi-
non stupisce. Ed era proprio cia a dipingere anche la figlia, dente, infatti, non ha poteri di indagine, ma solo pos-
lei che ospite in varie trasmis- che confessa “di aspirare ad sibilità di ascoltare il denunciato e il denunciante e
sioni raccontava dieci anni fa una apparizione in un reality decidere le pene, che possono essere sospensione o
come tra lei e la madre ci fosse televisivo”. Nel frattempo, per espulsione dal partito. Possibile che nel Pdl nessuno
“molta complicità. Perché sia- avvicinarsi ai vip, li ritrae. Il abbia niente da dire?
mo delle artiste. I nostri qua- quadro regalato a Berlusconi è
dri, in cui il mio corpo nudo sul sito della ragazza. Sul fondo
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 7

U
RACCOMANDATI

na vita tutta spesa tra la politica e la specializzata in contenuti cinematografici, poi Dipartimento Nazionale Informazione Radiotelevisiva
Una vita televisione, quella di Paolo Romani, il trasformatasi in Rete A, di cui è direttore generale fino Forza Italia. Nella legislatura successiva entra nella
nuovo ministro dello Sviluppo al 1985. Dal 1986 al 1990 è amministratore delegato di Commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni (di
economico che succede a Claudio Scajola e che fino a Telelombardia. Nel 1990 è editore di Lombardia 7, cui diventa presidente nella legislatura successiva) e in
tutta dedicata ieri era viceministro alle Comunicazioni. Nato a Milano emittente che cede nel 1995, con lo sbarco in politica e quella per la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. Nel
il 18 settembre 1947, nel 1974 fonda TVL l'elezione a deputato con Forza Italia. Entra nella 2005 è nominato sottosegretario alle Comunicazioni.
Radiotelevisione Libera, di cui assume la carica di Commissione speciale per il riordino del settore Si occupa in prima persona delle vicende legate alla Rai
alla televisione presidente fino al 1976, quando dà vita a Milano TV, radiotelevisivo e assume la responsabilità del e all'ingresso di Sky sul digitale terrestre.

IL MINISTRO
zione constata: “Con Romani -
Paolo spiega il capogruppo Idv alla Ca-
Romani mera Massimo Donadi - siamo al
visto da trionfo del conflitto d’interessi. È
Emanuele stato il braccio armato di Media-
Fucecchi set nelle istituzioni, l’uomo al

ALLO SVILUPPO
quale Berlusconi ha affidato la tu-
tela dei suoi interessi nell’etere. E
ora si occuperà della banda larga
e delle frequenze televisive”.
Conclude: “Se è vero che Napo-
litano aveva perplessità in merito

DI MEDIASET
alla sua nomina, allora questa no-
mina è un grave errore”.
La pensa così anche Stefano Cec-
canti, senatore e costituzionali-
sta del Pd, che è arrivato a pre-
sentare in queste settimane
una sessantina di interroga-
Dopo 154 giorni di interim, te un diverbio,
l’avesse colpita con
zioni chiedendo di riempi-
re la “vacanza” del ministe-
un cazzotto facen- ro: “È la soluzione più
il premier nomina Romani dole scoppiare una
tetta finta. Altri tem-
semplice per il centro-
destra - afferma - Ma è
pi. ovvio che siamo davanti
di Eduardo Di Blasi vate). Ma appare scontato che lombardia di Salvatore Ligresti, a un enorme conflitto di
quello che da dieci anni viene dal quale poi si sganciò per anda- Un interesse. Il Quirinale ave-
lla fine Berlusconi si è ri- chiamato “il ministro delle tv” re a fondare Lombardia7. Fu lui problema immobiliare di Paolo va sottolineato l’inopportunità

A
imprenditore
presentato al Quirinale (e il sottinteso è “di Berlusco- (che anni dopo, al governo con Berlusconi, risolto con un’auda- di questa scelta. Non hanno
con Paolo Romani. È a lui ni”) o “ministro allo sviluppo di Berlusconi, proverà ad imbava- poco brillante ce variante urbanistica che sarà ascoltato”. Sulla stessa linea la
che il presidente del Con- Mediaset”, lo farà per conto del gliare la rete con apposito decre- questa volta a lui intitolata. presidente del gruppo Pd a Palaz-
siglio cede l’interim tenuto per capo della televisione privata to) a lanciare sull’emittente un QUELLA TELEVISIONE, an- zo Madama Anna Finocchiaro:
oltre venti settimane. È lui il nazionale, Silvio Berlusconi. programma, “Vizi privati e pub- ni dopo, ormai decotta, fallirà, Le reazioni “Romani è senz’altro un esperto
nuovo ministro dello Sviluppo bliche visioni”, a base di spoglia- seppure in mano ad altri proprie- politiche di politiche della comunicazio-
economico. Ha giurato ieri sera Una carriera relli caserecci e numeri di telefo- tari. Ma farà in tempo a tenersi e ne, essendo stato editore, diri-
davanti al presidente della Re- nell’etere no fuorilegge (i famosi “144” che poi a rivendere a un buon prezzo gente di Mediaset, poi uno dei
pubblica Giorgio Napolitano, gonfiavano le bollette degli ero- a mamma Rai, le frequenze che MENTRE LA DESTRA festeg- principali autori della sciagurata
che già cinque mesi fa aveva mo- tomani notturni). Conduceva ancora deteneva. gia l’unica soluzione in grado di legge Gasparri. Non credo, inve-
strato le proprie perplessità su D’ALTRONDE Romani di tele- Maurizia Paradiso, nota nell’am- Oggi, di fatto, Romani “incarna il non fracassarne ancora la fragile ce, si intenda molto di vertenze
quel nome. Prende il posto di visione privata è esperto, essen- biente del porno. Nel libro “Il conflitto di interessi”, per dirla consistenza (le opzioni Urso o aziendali e di crisi d’impresa”.
Claudio Scajola, cui qualcuno do uno di quelli che per primo mucchio selvaggio” sull’ascesa con il Pd Stefano Fassina. È lui ad addirittura Brambilla avrebbero Casini, dall’Udc, chiude con una
aveva comprato parte della casa (aveva 27 anni) si cimentò nella delle tv locali in Italia, Giancarlo aver dato corpo alla legge sulle te- dato il colpo di grazia all’esangue battuta velenosa: “Avrei preferito
con vista sul Colosseo. Lo fa con grande battaglia dell’etere a bor- Dotto e Sandro Piccinini, ripe- lecomunicazioni che poi è anda- maggioranza), e di allontanare la Confalonieri: sia per la sua cono-
cinque mesi di ritardo e una cri- do della scialuppa di Telelivorno, scano un’intervista all’Indipen- ta sotto il nome di Gasparri. Così possibile caduta su una sfiducia scenza del mondo dell’impresa,
si politica della maggioranza che condivideva con Marco Tara- dente in cui la stessa Paradiso rac- come, da assessore all’Urbanisti- presentata contro l’interim sullo sia per la sua conoscenza del
evidente. dash. Fu poi a Rete A e alla Tele- contava di come Romani, duran- ca a Monza, sarà lui a risolvere un Sviluppo economico, l’opposi- mondo televisivo”.
Paolo Romani, così ha certifica-
to l’antitrust alla Presidenza del-
la Repubblica, formalmente
non è portatore di alcun conflit-
to di interesse proprio. La ri-
chiesta di una conferma scritta,
Nomi ricorrenti: il Pd e l’opzione Montezemolo
il Colle l’aveva fatta mesi fa, con- CESARE DAMIANO: “LA SUA SAREBBE UNA CANDIDATURA SIGNIFICATIVA”
segnando al governo anche l’in-
vito a una maggiore “rif lessio- di Wanda Marra una leadership degna di che settimana fa a lanciare Partito democratico a Cor- abbia in testa”, rilanciava
ne” su quella scelta. Dal Quiri- questo nome e le voci ri- l’idea di un Papa straniero tona. “Non credo alla logi- Pier Luigi Bersani, pur sen-
nale oggi fanno sapere che la let- iste le difficoltà della correnti ormai da anni che alla guida della coalizione ca del Papa straniero”, pre- za esporsi fino in fondo.
tera dell’autorità competente è
arrivata, ma non nascondono
“V politica, una candida-
tura di Luca Cordero di
danno per imminente,
scontata, necessaria, auspi-
di centrosinistra. Vecchie
tentazioni che si riempiono
metteva il vicesegretario
del Pd, Enrico Letta. Sotto-
E allora la riunione della
Fondazione Italia Futura
quanto non si sia “rif lettuto” ab- Montezemolo avrebbe un cabile - a seconda dei mo- di nuovi nomi. Tant’è vero lineando però di ritenere dell’11 ottobre si veste di
bastanza. Paolo Romani, infatti, senso”. Parola di Cesare Da- menti - la discesa in campo che dopo l’uscita di Ales- “molto utile che Monteze- nuovi significati. Ma qual-
non essendo ufficialmente un miano, ministro del Lavoro dell’ex capo di Confindu- sandro Profumo da Unicre- molo si impegni in politica. siasi voce viene smentita:
“editore tv”, può andare a con- nel governo Prodi e attual- stria. dit, qualcuno nel Pd aveva Sarebbe solo il benvenuto - “Non c'è alcun vertice che
trollare il dicastero che ha in ma- mente parlamentare Pd. Af- “Potrebbe essere allettato, preso in considerazione aggiungeva - e aiuterebbe la prelude a un impegno po-
no la partita vera delle teleco- fermazioni nelle quali con- interessato - conferma in l’ipotesi che questo Papa politica italiana”. litico”, puntualizza il diret-
municazioni nazionali (dalle vergono due linee portanti questo caso Damiano - è straniero potesse essere “L'impegno in politica è tore Andrea Romano. “In
frequenze del digitale terrestre, del dibattito un po’ distorto chiaro che la sua sarebbe lui. sempre una buona cosa in questa fase ogni iniziativa
alla battaglia di Sky, alla possibi- dei tempi nostrani: la ormai una candidatura di qualche Il nome di Cordero è poi un momento in cui bisogna dell’Associazione viene ri-
le alienazione della linea Tele- patologica difficoltà dei significato”. D’altra parte uscito un’altra volta dome- darsi tutti da fare. Io però collegata a Montezemolo,
com che fa gola anche alle tv pri- Democratici di esprimere era stato Veltroni solo qual- nica alla scuola politica del non so cosa Montezemolo ma non vi è nulla di poli-
tico. Si tratta di un appun-
tamento ordinario, nel sen-
so che ogni due-tre mesi

Conflitto di di Loris Mazzetti


italiani, il suo modo di raccontare ricorda quello di
l’associazione riunisce i so-
ci benemeriti, ovvero quel-
li che versano diecimila eu-
interessi da Oscar Ermanno Olmi e di Pietro Germi, tanta gavetta, pic-
cola produzione, la bolognese Arancia Film in proprietà
ro per promuovere la no-
stra attività, a cui viene il-
con Simone Bachini, con l’aiuto importante di Rai Ci- lustrato il bilancio delle ini-
nema. Mi dispiace anche per tutti quelli che si sono
Scuiessantasei anni fa tra il 29 settembre e il 5 ottobre 1944
i nazifascisti a Marzabotto trucidarono 770 civili tra
tanti bambini. Uno dei più gravi crimini di guerra
schierati o per un film o per l’altro, ma era già tutto
scritto.
ziative e si fa il punto sul
programma dei prossimi
mesi". Su un eventuale can-
compiuti contro l’umanità. La scelta del film italiano da Qualcuno ricorda cosa era successo alla Mostra del Ci- didatura di Montezemolo
mandare all’Academy per gli Oscar del cinema poteva nema di Venezia 2009? I film italiani in concorso erano non si esprime.
proseguire quel messaggio lanciato al mondo in prece- quattro, e come al solito, avrebbero dovuti essere due L’interessato, interpellato
denza da Spielberg con “Schindler’s list” e da Benigni con Medusa, “Baarìa” di Tornatore, “Il grande sogno” di Pla- direttamente al salone del-
“La vita è bella”. Siccome il signor B. deve piazzare sem- cido, due Rai Cinema, “Lo spazio Bianco” di Cristina l'auto di Parigi, sull’impe-
pre il suo bel conflitto d’interessi senza mai guardare in Comencini e il film di Diritti. gno in politica ha smentito
faccia a nessuno (d’altra parte gli affari sono affari),
questa volta è intervenuto in qualità di padrone della più
Alla vigilia della Mostra arriva all’Arancia film un fax del
direttore Muller (neanche lo sforzo di una telefonata),
ItaliaFutura decisamente.
L’ultima incursione “politi-
importante casa di produzione e distribuzione italiana:
Medusa.
che comunica che “L’uomo che verrà” è stato sostituito
da “La doppia ora di Giuseppe Capotondi”, prodotto
smentisce ca” della Fondazione Italia
Futura risale al 12 agosto
Al posto del film “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti,
che racconta la strage di Marzabotto vista con gli occhi
(guarda i casi della vita), anche questo da Medusa. E vai:
B. batte Rai Cinema tre a uno.
qualsiasi scorso, quando venne lan-
ciato un appello a Berlusco-
di una bambina, è stato mandato “La prima cosa bella” Il gossip da Palazzo racconta che il cambio è avvenuto ni, Fini e Bossi perchè evi-
del bravo Virzì. Il suo film, prodotto da Medusa (che grazie alla solita, gentile, telefonata di Gianni Letta. ipotesi tassero le elezioni anticipa-
coincidenza), pur di qualità non è assolutamente al li- Sicuramente c’è stato un malinteso perché il sottose- te. E ha picchiato duro su
vello di quello di Diritti, superato anche da “Io sono gretario del premier queste cose non le fa. “L’uomo che concreta Berlusconi dicendo che
l’amore” di Luca Guadagnino, l’altro contendente che verrà” non è solo uno straordinario film per come è stato “un leader si misura sulla
avrebbe meritato il viaggio verso Los Angeles. Mi di- scritto, girato, recitato e montato, è soprattutto un mes- di discesa base dei risultati che nei
spiace molto per Giorgio Diritti, uno dei migliori registi saggio importante che serve per non dimenticare. giudizi dei cittadini sono
in politica deludenti”.
pagina 8 Martedì 5 ottobre 2010

CRONACHE

SPIONAGGIO CAPITALE
Abusivo da due anni, il servizio di ‘ intelligence’
LIGURIA

P
Violenta ondata
di maltempo
iogge torrenziali,
mare e fiumi in
tempesta. Giornata di
violento maltempo ieri in
Liguria. L'emergenza è

smantellato solo dopo la denuncia di Bocchino cominciata nei dintorni di


Savona, nei comuni di
Varazze e Cogoleto, per
arrivare fino a Genova,
di Gianni Barbacetto (Dipartimento informazioni per la zione, è stata sovente utilizzata per Il Dos, con sede in quel pentago- che non fosse un “addetto ai lavo- dove è stato chiuso
sicurezza), l’organismo di coordi- attività di addestramento sul terre- no di strade tra via Sallustiana, ri” è naturalmente mai riuscito a l'aeroporto ed è crollato
a denuncia di Italo Bocchi- namento dell’intelligence italiana no”. Ma è una piazza ad altissima piazza Sallustio, via Nerva, via penetrare all’interno del “penta- uno stand all'interno del

L no, che ha sostenuto di es-


sere stato spiato da uomini
dei servizi segreti, ha avuto
una conferma ufficiale e una pri-
ma conseguenza: il Dos, la Divi-
diretto da Gianni De Gennaro. La
relazione finale, firmata da Liliana
Ferraro, che fu direttore degli Affari
penali nei primi anni Novanta, è
stata nei giorni scorsi presentata al
densità di politici e parlamentari: è
mai possibile, si chiedono ora alcu-
ni dei parlamentari del Copasir, che
proprio in quella piazza vadano ad
“allenarsi” gli agenti che dovrebbe-
Boncompagni e via Quintino Sel-
la a Roma, è una struttura con una
lunga storia. È l’erede dell’Rccs
(Raggruppamento centri contro-
spionaggio) che fu diretto dal ge-
gono” di piazza Sallustio. Si sa pe-
rò che il generale Cogliandro, do-
po tanti anni passati in quelle pa-
lazzine, era ritenuto un uomo pre-
zioso: tanto che una vecchia vol-
Salone Nautico. Nessun
ferito, anche se si è tenuto
il fiato sospeso per un
uomo e la figlia di tre anni,
dispersi nel tragitto tra
sione operativa speciale del Con- Copasir da Gianni Letta, il sottose- ro occuparsi invece delle attività nerale Demetrio Cogliandro. L’in- pe dei servizi come l’ammiraglio casa e l'asilo e ritrovati poi
trospionaggio, ai primi di settem- gretario del governo con delega ai d’intelligence all’estero? segna, fuori dall’edificio principa- Fulvio Martini, nome in codice nel pomeriggio. Bloccata
bre è stato smantellato. Ora è servizi segreti. Nella relazione, l’in- le del complesso, diceva “Ente na- “Ulisse”, appena diventato diret- anche l'autostrada A10 e la
chiaro a che cosa si riferiva la de- telligence ammette la presenza in ‘Fuorilegge’ zionale zolfi”. Ma all’interno ope- tore del Sismi richiamò al lavoro, ferrovia, dove un treno è
nuncia di Bocchino, capogruppo piazza San Silvestro, il 16 aprile, di dall’agosto del 2007 ravano gli uomini che raccoglie- al suo fianco, il pensionato Co- rimasto intrappolato tra
alla Camera di Futuro e libertà. Da alcuni agenti dell’Aise, il servizio vano tutte le informazioni prove- gliandro. Poi all’Rccs è succeduto due frane. Lo stato di
tempo aveva l’impressione di es- d’intelligence per l’estero (l’ex Si- nienti dai cinque centri Cs (con- il Dos, che faceva “addestramen- allerta – classificato di
sere seguito e spiato, tanto che smi). La spiega però sostenendo LA RELAZIONE di Letta con- trospionaggio) del Sismi di Roma. to” nei luoghi della politica roma- livello 2 – rimane in vigore
aveva espresso i suoi dubbi anche che la zona, “per la sua configura- tiene però un’altra notizia: dopo C’è chi racconta che nei sotterra- na e spiava e filmava – ma forse so- fino a mezzogiorno di
all’ammiraglio Bruno Brancifor- l’indagine interna di Liliana Ferra- nei di una delle sette palazzine del lo come “esercitazione” – il depu- oggi.
te, ultimo direttore del Sismi (il ro, che ha accertato l’attività di complesso ci fosse una cassaforte tato Italo Bocchino.
servizio di sicurezza militare) e,
dall’ottobre 2007, primo diretto-
Da Gladio al controspionaggio del Dos, l’orga-
nismo è stato sciolto. Non perché
illuminata notte e giorno, con
all’interno i segreti della politica Il Pdl non si fida più
re dell’Aise (il servizio segreto per
l’estero che ha preso il posto del
sequestro Moro, siano stati provati comportamen-
ti scorretti o illegali, ma perché il
romana. Di certo da quegli uffici
sono passate le carte che conte-
del Copasir
Sismi). Il 16 aprile, Bocchino ave-
va un appuntamento in piazza
nel cuore di controspionaggio dentro i confi-
ni nazionali è, dopo la riforma dei
nevano i segreti di Gladio, la rete
Stay behind in Italia che doveva ORA IL DOS non c’è più. Questa
San Silvestro, a un passo da Mon- servizi dell’agosto 2007, compito essere attivata in caso di invasione mattina il Copasir era convocato al-
tecitorio. L’uomo che doveva in- Roma il fortino dell’Aisi, l’agenzia dell’intelligen- dei paesi dell’Est o di vittoria co- le 9 per comunicazioni del suo pre-
contrare era Marco Mancini, ex ce interna (l’ex Sisde). Per niente munista alle elezioni. Si racconta sidente, Massimo D’Alema. Sareb-
responsabile del controspionag- dei segreti soddisfatti Briguglio e Bocchino, anche che negli armadi blindati be stato difficile non parlare anche
gio nel Sismi di Nicolò Pollari e si chiedono come mai i vertici dei del sedicente “Ente nazionale zol- del caso Bocchino-Dos. Ma i parla-
poi imputato (prosciolto) nei e la palestra servizi si siano accorti solo dopo fi” fossero conservati i segreti del- mentari Pdl del comitato, Fabrizio
processi per il rapimento di Abu due anni di quell’incongruenza la prigionia e della morte di Aldo Cicchitto, Maurizio Gasparri e Giu- ROMA
Omar e per i dossier Telecom. degli spioni istituzionale rimasta dal 2007 nel Moro. seppe Esposito, hanno trovato il
cuore della nostra intelligence. Leggende inverificabili: nessuno modo di bloccare i lavori. Hanno Priebke: ho troppa
Gli spioni nelle
Il capogruppo di Fli alla Camera, Italo Bocchino ( FOTO DLM) In basso, lo sbarco di ieri mattina ( FOTO ANSA)
mandato una lettera ai presidenti di poca libertà
strade della politica Camera e Senato in cui sostengono

È STATO proprio Mancini ad ac-


che il Copasir non è più rappresen-
tativo degli equilibri politici dopo
la nascita di nuovi gruppi parla-
E sce di casa per
“esigenze di vita
indispensabili” come
corgersi di strane “presenze” attor- mentari. Per questo non partecipe- “fare la spesa e andare a
no a loro, in piazza San Silvestro, e a ranno alla seduta di oggi: per “ra- messa”. Lo fa da un
individuarle: erano i suoi colleghi gioni di prudenza istituzionale”, anno, Erich Priebke, l'ex
del Dos. Dopo quell’episodio, Boc- come hanno comunicato anche al ufficiale delle SS
chino ha denunciato di essere pedi- presidente D’Alema. condannato
nato e spiato, proprio mentre cre- all’ergastolo per
sceva la polemica tra uomini di l’eccidio delle Fosse
Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi.
Un altro deputato di Fli, Carmelo
Il Copasir è Ardeatine e ai
domiciliari a Roma, ma
Briguglio, componente del Copasir
(il comitato di controllo sui servizi
convocato per si lamenta “che la polizia
non lo lascia mai solo”.
di sicurezza), in un’intervista al Fatto
Quotidiano dell’11 agosto aveva di-
stamattina ma i “Non è libero, se vuole,
di andare a pregare in
chiarato: “Ogni qualvolta ci sono vi- chiesa da solo. Dove c'è
cende ad alta tensione politica, componenti del lui - spiega il legale - c'è
spunta sempre una manina... Ci so- sempre la polizia”.
no stati parlamentari di area finiana Pdl bloccano i
che sono stati spiati e filmati”. CARCERI
La denuncia, portata davanti al Co- lavori: non si
pasir, ha innescato un’indagine in- Detenuto suicida
terna ai servizi, realizzata dal Dis presenteranno a Poggioreale
I l 52esimo morto nelle

Sbarcano perfino a Latina carceri del 2010 si


chiama Antonio
Granata: 35enne,
incensurato, era stato
A CHE SERVONO GLI ACCORDI CON LA LIBIA? LA CARITAS: IL GOVERNO HA FALLITO fermato una settimana
fa con una valigia piena
di Roberta Zunini prova del fallimento della politica go- parla in Palestina infatti è diverso dal- di contanti e titoli di
vernativa in materia di immigrazio- l'arabo parlato in Nordafrica e parzial- credito per circa un
milione di euro che,
Sto igiornali
puliscono le mani con la carta dei
locali, dopo aver mangia-
i panini della mensa dei carabi-
ne. Nonostante il lungo viaggio in
mare, gli undici ragazzi non sembra-
no averne fisicamente sofferto. Se-
mente anche in Egitto. Tra di loro i
giovani clandestini non parlano, ri-
mangono a lungo assorti e il loro
secondo le accuse, va
ricondotto al clan
nieri di Anzio. Per i giovani clande- duti sui gradini della caserma aspet- sguardo non è mai inquieto, sembra- napoletano dei
stini, sbarcati ieri mattina sul litorale tano imperscrutabili che la loro vita no semmai rassegnati. Non ci è per- Mallardo.
laziale, le notizie dell'Italia, se solo prenda una direzione ma sul perchè messo parlare con loro. In serata il
sapessero comprenderle, non sareb- siano arrivati fin qui, non hanno fi- dipartimento di pubblica sicurezza MORTI BIANCHE
bero comunque interessanti. I loro nora dato spiegazioni. ha diramato una nota in cui sostiene
problemi sono altri: innanzitutto fa- che “l'approdo sul litorale a 70 chi- c'è stata anche una ripresa degli sbar- Marmista muore
re in modo di non essere espulsi. “So- SONO TUTTI giovani, nessuno ha lometri da Roma sia stato possibile chi in Puglia. Fino ad agosto si regi- vicino Lucca
stengono di essere palestinesi - dice più di vent’anni e c’è anche un mi- solo per la conformazione del natan- stravano mille arrivi nella regione, nu-
il colonnello Rinaldi del comando di
Latina - perchè sperano di ottenere
facilmente l'asilo politico, ma forse
norenne. A Latina i minorenni sareb-
bero due. Per loro le cose andranno
comunque in maniera diversa, di
te” e non perchè si sia aperta una nuo-
va rotta del traffico di clandestini.
meri in deciso aumento rispetto allo
scorso anno. In Calabria il periodo
estivo ha visto un susseguirsi di sbar-
È morto schiacciato
da una lastra di
marmo, Leonello
sono egiziani, comunque dovremo qualsiasi nazionalità siano, non ver- IN REALTÀ le cose non stanno chi di clandestini. E, anzichè le car- Amadei, 61 anni, in una
fare ulteriori accertamenti”. Anche ranno espulsi. I maggiorenni invece esattamente così e ultimamente ci so- rette del mare, in alcuni casi sono stati segheria di marmo
al comando di Anzio dicono la stessa potrebbero essere smistati nei vari no stati sbarchi anche in Sardegna, usati persino yacht e velieri. Segno di vicino Lucca. I lavoratori
cosa: anche se si trattasse di pale- centri di prima accoglienza o ripor- oltre che in Calabria. Bloccate le par- un cambiamento non solo di rotte, del comparto hanno
stinesi, “il fatto che abbiano deciso di tati nel loro paese, qualora venisse tenze dalla Libia verso Lampedusa - la ma anche di mezzi e di strategie. Altro indetto per oggi uno
sbarcare su questo litorale, non si- accertato con sicurezza. La prima via maestra per raggiungere l´Italia fronte aperto è quello con la Sarde- sciopero di 4 ore.
gnifica che sia stata inaugurata una notte per il gruppo arrivato, forse a fino a un anno e mezzo fa - stanno gna. A fine settembre diversi barconi
nuova rotta per l'immigrazione clan- piedi, forse in macchina, da Latina ad cambiando le rotte dei migranti. Una con migranti sono arrivati sulle coste
destina”. Secondo il colonnello Ri- Anzio, trascorrerà in ogni caso sulle delle direttrici attualmente privilegia- dell´isola provenienti da Tunisia e Al-
naldi, lo si potrà affermare solo dopo sedie della caserma perchè l'interpre- te dai trafficanti di uomini è quella geria. Il trattato di amicizia con la Li-
altri due o tre episodi analoghi. Men- te di arabo è arrivato solo nel tardo che parte dalla Turchia, attraversa la bia a quanto pare non è sufficiente
tre nelle caserme continua la proce- pomeriggio. Individuare la vera na- Grecia e finisce nei porti di Ancona e per sbarrare i mari ai clandestini.
dura di identificazione, la Caritas leg- zionalità per un interprete esperto di Bari; i migranti viaggiano su traghetti Gheddafi è un rais ma non è onni-
ge questo “sbarco anomalo”, come la arabo non è difficile. L'arabo che si di linea, spesso nascosti dentro tir. Ma potente, per gli altri.
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 9

ECONOMIA

WIND DEI MISTERI


I RUSSI COMPRANO
DA UN EGIZIANO
La Vimpelcom incorpora
la Weather di Naguib Sawiris Nella foto in alto Mikhail Fridman,
44 anni, l’oligarca russo che vale
di Giorgio Meletti l’Italia è una tessera assai signi- parte sua Sawiris conferirà al 12.7 miliardi e che insieme a ANCORA PIÙ interessante, mi (..) più volte mi manifestò il
ficativa. gruppo, oltre alla italiana Wind, German Khan e Alexej Kousmichoff se possibile, una successiva vi- disappunto e la sua ira, poiché
ista dall’Italia la notizia è L’operazione annunciata ieri po- le sue società di telefonia cellu- erano emersi dei contatti, nelle

V
controlla ora Wind (FOTO ANSA) cenda giudiziaria che ha illumina-
che la Wind, terzo operato- meriggio prevede la fusione so- lare in Algeria, Pakistan, Tunisia to la delicatezza strategica consulenze di Genchi, tra lui e al-
re mobile nazionale, passa cietaria tra la Vimpelcom e la e Bangladesh. Il gruppo egiziano dell’azienda telefonica che viene tri soggetti - anche Istituzionali -
dal magnate egiziano Na-
guib Sawiris alla multinazionale
Weather Investments di Sawiris.
Ne risulterà un gruppo interna-
si terrà le sue reti cellulari in Egit-
to e Corea del Nord.
Con la società oggi consegnata al sistema di po-
tere della Russia di Putin. Alla fine
dei quali ora non ricordo i nomi
(...). Il timore paventato dal Cira-
russo-norvegese Vimpelcom.
Ma allargando lo sguardo è facile
zionale di telefonia mobile con
174 milioni di clienti. Vimpel- A TESTIMONIANZA della
oggetto di due del 2009 è stato arrestato e posto
agli arresti domiciliari dalla pro-
fici era determinato dal fatto che
aveva a cagione del suo ruolo
rendersi conto che ci troviamo
di fronte a un grande riassetto
com è attiva nei seguenti Paesi:
Kazakistan, Uzbekistan, Tagiki-
delicatezza della vicenda va nota-
to come fino a ieri pomeriggio ve-
inchieste cura di Crotone l’ex carabiniere
Salvatore Cirafici, che a Wind si
presso la Wind la disponibilità di
schede telefoniche Wind non in-
nel mosaico geo-politico delle stan, Georgia, Armenia, Kyrgyz- nisse accreditata l’idea che l’an- occupava delle intercettazioni testate e non riconducibili ad al-
telecomunicazioni, nel quale stan, Vietnam e Cambogia. Da nuncio ufficiale dell’operazione venduti anche telefoniche effettuate su richie- cuno: erano quindi delle schede
sarebbe stato rinviato a domani, sta della magistratura. coperte, pertanto di pressoché
quando il presidente russo Dimi- i telefonini Ricordiamo tra parentesi che impossibile riconducibilità a un
tri Medvedev giungerà in visita ad Wind, anche grazie al suo origi- soggetto, qualora fosse stata inol-
CONFINDUSTRIA E SINDACATI Algeri. Nel nuovo raggruppa- di Algeria nario dna “pubblico”, ha conqui- trata specifica richiesta di intesta-
mento Sawiris avrà una parteci- stato negli ultimi anni molti con- tario da parte dell’Autorità Giudi-
e Pakistan
RIFORME, PRIMO ROUND pazione di minoranza, mentre il
controllo resterà alla conbinazio-
ne tra la società telefonica norve-
tratti di fornitura della telefonia
cellulare a pezzi di amministra-
zione dello Stato, compresi nu-
ziaria”.

IN PIÙ, SPIEGAVA agli inqui-


o ha fortemente voluto la presidente di
L Confindustria, Emma Marcegaglia che lo ha
proposto nel maggio scorso e lavorando per avere al
gese Telenor e il gruppo Alfa, una
conglomerata russa che fa capo a
tre oligarchi quarantenni, tra i più
tati dalla finestra.
L’acquisto fu portato a termine nel
2005 da Sawiris, in una vicenda in-
merosi ministeri e forze di poli-
zia.
Ma perché viene arrestato Cirafi-
renti Grazioli, “ulteriore e ben
più grande timore del Cirafici,
sempre verso le indagini di cui al-
tavolo anche la Cgil accanto agli altri sindacati, alle ricchi del Paese di Putin: Mikhail tricata sfociata tre anni dopo in ci? Il sospetto del pubblico mini- la consulenza di Genchi, era de-
associazioni dei commercianti e artigiani, delle Fridman, German Khan e Alexej un’inchiesta giudiziaria. L’acquisto stero di Crotone Pierpaolo Bruni terminato dal fatto che la tipolo-
piccole imprese, delle banche. Ieri sera c’è stato il Kousmichoff. da parte del magnate egiziano fu fi- era che Cirafici avesse congegna- gia di schede Wind di cui sopra,
primo round del Patto sociale per le riforme Il segmento italiano della vicenda nanziato quasi interamente dalla to un sistema per coprire alcune fossero state da lui consegnate e
serve a capire, a titolo di esem- banca Intesasampaolo, che adesso utenze telefoniche, affidate an- date per l’uso anche a soggetti ri-
incaricato di stilare una lista di priorità tra le parti pio, la delicatezza dell’intera vi- diventerà creditrice, a quanto è da- che a uomini delle istituzioni, e coprenti ruoli istituzionali di pri-
poi avviare una trattativa con il governo. Ma arrivare cenda. La Wind è nata dentro to sapere, dei magnati russi. E i pro- mirato a confondere le indagini mo piano. Quindi temeva che,
a una sintesi non sarà facile: gli industriali chiedono l’Enel quando il gruppo elettrico curatori della Repubblica di Roma delle procure. In sostanza schede dagli accertamenti curati dal con-
la riforma del contratto nazionale, l’aumento della era statale al cento per cento. L’al- Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli sim anonime, non riconducibili a sulente Genchi, si potessero sve-
produttività e nuovi aiuti allo sviluppo; le categorie lora amministratore delegato iscrissero nel registro degli indaga- un nome e cognome cui addebi- lare e far emergere tali gravi cir-
intermedie vogliono meno tasse, mentre i sindacati Franco Tatò avviò questa “diver- ti 11 persone, accusate di corruzio- tare le conversazioni intercetta- costanze e le sue relative respon-
sono divisi: Cisl e Uil sono più in linea con governo e sificazione” nel 1997, spenden- ne. Tra essi l’amministratore dele- te. sabilità”.
do per lanciare il terzo operatore gato dell’Enel Fulvio Conti (succes- Interrogato dagli inquirenti in Anche di questa inchiesta, come
Condindustria mentre la Cgil ha presentato la sua mobile dopo Tim e Omnitel-Vo- sore di Scaroni e direttore finanzia- quanto indagato, il maggiore dei di quella sulla vendita di Wind, le
riforma degli ammortizzatori sociali proponendo dafone ben 17 miliardi di euro. Il rio all’epoca della vendita di Carabinieri Enrico Grazioli, met- cronache hanno perso le tracce
l’estensione dell’indennità di disoccupazione e di suo successore Paolo Scaroni mi- Wind), lo stesso Sawiris, e l’ammi- tendo a verbale timori per la sua negli ultimi mesi. Eppure basta ri-
una cassaintegrazione più garantista. Una spesa di 4 se in vendita l’azienda a circa 11,5 nistratore delegato di Wind Luigi incolumità personale, raccontò, chiamare questi scampoli di cro-
miliardi da recuperare con la tassazione delle rendite miliardi di euro, dichiarando Gubitosi. Dopo un interrogatorio come ricostruito su Il Fatto Quoti- naca giudiziaria per guardare con
e l’allargamento della base imponibile. (sal. can.) pubblicamente che l’avventura in cui Conti si dichiarò del tutto diano da Antonio Massari: “Cono- una certa curiosità al passaggio
telefonica era costata al colosso estraneo ai fatti, dell’inchiesta non scevo Cirafici sin dal corso nei Ca- della Wind dal magnate egiziano
elettrico 5,5 miliardi di euro but- si sono più avute notizie. rabinieri. (...). Fu lui a contattar- ai magnati russi.

RIFORMA GELMINI

SCUOLA, COME TAGLIARE 87 MILA CATTEDRE


di Marina Boscaino basato sul fatto che su questo finiti – e potenziale caos per i viale manifestazione del 30 ot-
colpo di bisturi “in corso 750 mila ragazzi interessati. tobre del 2008 e il fenomeno
comprensibile. Lui era d’opera” il governo non aveva dell'Onda), alle vicende che
Ètaretroppo impegnato a evi-
la guerra tra Russia e
acquisito il parere –obbligato-
rio, anche se non vincolante –
Illegittime riguardano la superiore - pos-
sano realmente essere ferma-
alcune iscrizioni
Georgia e a convincere Oba- del Consiglio della Pubblica te da chi ha questo potere.
ma ad intervenire dopo il Istruzione. Avevamo quasi perso le spe-
crac della Lehman Brothers. Che il 26 agosto ha espresso SAREBBERO circa 5 mila le ranze.
E, mentre B. dirigeva la po- parere sull'illegittimità del cattedre soppresse per la ri- Ma ancor di più colpisce l’as-
litica mondiale, Tremonti fa- provvedimento, perché priva duzione dell'orario. Ricordo soluta indifferenza che tale
ceva fuori 87 mila cattedre. gli studenti di un diritto fonda- che pende sul destino delle notizia determina in una gran
Con le buone o con le cat- mentale: completare senza superiori un altro ricorso parte dei mezzi di (dis)infor-
tive. Tra le “cattive” il mini- modifiche il corso di studi (Scuola della Repubblica) sul mazione e anche del mondo Studenti durante una lezione (FOTO ANSA)
stro dell'Economia ne ha scelto e iniziato. In quella fatto che i ragazzi si sono della scuola, la cui capacità di
escogitata una davvero sofi-
sticata: abbassare il numero
scuola - che nello show al Se-
nato il premier ha definito ciò
iscritti a nuovi ordinamenti
che non erano (al momento
prendere in mano il proprio
destino continua a dipendere
Ma il Consiglio obbligatorio delle Conferen-
za Stato Regioni Enti Locali”
di ore settimanali non solo
alle classi prime - “beneficia-
che “la sinistra ha trasformato
in un gigantesco ammortizza-
della conclusione delle stesse
iscrizioni) ancora testo di leg-
(sic!) dagli annunci del Tg1.
L'assuefazione a arbitrio, aggi-
di Stato afferma Corrado Mauceri, av-
vocato dei ricorrenti di Scuola
te” dalla “epocale riforma” -
ma anche a II, III e IV del
tore sociale, senza permette-
re ai ragazzi di entrare nel
ge. Il Tar del Lazio in luglio ha
dichiarato illegittime le circo-
ramento truffaldino, violazio-
ne sprezzante sono tanto con-
boccia della Repubblica.
Quanto a coloro che dovreb-
Tecnico e del Professionale. mondo del lavoro. Adesso, in- lari sulle iscrizioni e – di con- naturati in una parte dei do- bero rappresentarci in Parla-
Insomma, i ragazzi di quelle vece, c’è la rivoluzione del seguenza – sono da ritenere centi italiani (anche in alcuni il governo: mento, la situazione è davve-
scuole hanno cominciato a merito” - Gelmini & Company tali tutti i provvedimenti ap- di quelli che continuano osti- ro imbarazzante. Sembrano
vedere un film ma, al secon- hanno pensato di “premiare” plicativi (mancate nomine, natamente la mobilitazione) “Rifate non rendersi conto - al di là
do tempo, il film è diventato i ragazzi sottraendo loro so- trasferimento dei soprannu- da impedire loro anche di ri- dello sloganismo di maniera e
improvvisamente un altro. prattutto materie come Mate- merari). Impressionano due levare che, per una volta, po- l’orario l’impegno di un paio di perso-
matica e Informatica. elementi: per la prima volta, trebbe venir ristabilito un ne - che la scuola sta boccheg-
Ricorso Il Consiglio di Stato ha respin- in questi tristissimi anni della principio di legittimità: le nor- scolastico” giando e la democrazia vacil-
respinto to il ricorso del governo con- scuola-Gelmini, sembra che me esistono e vanno rispetta- lando. Molti di noi stanno pro-
tro la sospensiva del Tar, inti- le violazioni normative che te. “Particolarmente grave, fondendo con coerenza il
mando “il rideterminarsi sulla costellano il percorso dell'E- sotto il profilo politico, è stata hanno preso alcuna autono- proprio impegno. Ma deve es-
LO SCORSO luglio il Tar ha definizione dell'orario com- pocale Riforma – dall'abuso l’assenza delle Regioni di cen- ma iniziativa, nemmeno a tu- sere chiaro che senza un forte
accolto in sede cautelare un plessivo annuale delle lezio- del decreto-legge sulla scuola tro-sinistra che non solo non tela delle loro prerogative. Il sostegno politico è difficile
ricorso presentato da ni” per le classi intermedie. primaria (che non aveva al- hanno finora ritenuto di ade- ministro difatti, violando la ottenere risultati concreti:
Snals-Confsal, Cgil-Fp e due Decisione clamorosa –a scuo- cun carattere di “necessità e rire al ricorso proposto da- normativa vigente, non ha non c'è peggior sordo di chi
comitati di docenti e famiglie, le già iniziate e organici già de- urgenza” e che scatenò la flu- vanti al Tar del Lazio, ma non nemmeno acquisito il parere non vuole sentire.
pagina 10 Martedì 5 ottobre 2010

CARROCCIO SBANDATO

PADANIA LADRONA? “UNA CRISI DI CRESCITA


MA NON DOBBIAMO DIVENTARE LA DC”
La questione morale secondo il leghista vicentino Davide Lovat
di Erminia della Frattina all’Agricoltura e dottore in Filo- zezza e insomma della scarsa cul-
sofia col massimo dei voti e come tura, e rimontarli lucidati e quasi
e telecamere inquadra- altri folgorati sulla via di Dama- nuovi. Il tutto per preparare il ter-

“L no sempre qualche le-


ghista allo stand della
birra con in testa il cap-
pello da vichingo con le corna.
Ci sono anche quelli, ma ci siamo
sco dal Carroccio di Alberto da
Giussano, sono la futura classe
dirigente della Lega: giovani, col-
ti, dai toni moderati e spesso cre-
denti. Quelli appunto della se-
reno della successione (“Quando
Bossi non ci sarà più, per carità, tra
mille anni”).
Insomma per rendere più accat-
tivanti alcuni bocconi difficili da
anche noi”. Con “noi” Davide in- conda generazione. “Zaia e Cota digerire Davide ha scritto un
tende i leghisti “di seconda gene- sono le prime file, la punta pamphlet assieme a un giornali-
razione”. Vicentino, 39 anni, due dell’iceberg; dietro ci siamo sta, Antonio Gesualdi, capouffi-
lauree, una in Scienze politiche e noi”. cio stampa del Pdl in Regione e
l’altra in arrivo in Teologia, Da- nel testo il suo contraltare non le-
vide Lovat è titolare di un’agen- Come ti preparo ghista. Gesualdi punta il dito sui
zia immobiliare (“Fino all’anno la successione padani che gridavano contro Ro-
scorso ne gestivo tre”) e respon- ma ladrona e ora sono “attova-
sabile provinciale degli enti loca- gliati” tutte le sere in qualche
li della Lega Nord di Vicenza. Co- L’IDEA nuova di Davide, quoti- trattoria trasteverina.
sa vuol dire? “Che se un sindaco dianamente alle prese con gli sbal- Ma il libro Tu sarai leghista! Leghista
o un amministratore del vicenti- zi del mercato immobiliare, è sem- sarai tu! edito dalla casa editrice
no hanno un problema si rivol- plice e suggestiva: una ristruttura- Linee infinite di Lodi (“Gli editori
gono a me”. Tutto qui? “Sono un zione del Carroccio, metro più, sono di idee diverse e ci hanno
pesce piccolo, ma sono iscritto metro meno. Si tratta di smontare i tenuto a dirmelo, sono di sini-
da diciotto anni alla Lega Nord, la pezzi di Carroccio a cui siamo più stra, ma il libro è un buon prodot-
conosco nel profondo”. abituati, i luoghi comuni della xe- to e me l’hanno pubblicato”) è
Lovat come Manzato, assessore nofobia, del razzismo, della roz- una dotta conversazione model-
lo Socrate e Platone sui valori Militanti della Lega a Pontida (FOTO ANSA)
fondativi del Carroccio. Quali?
“La Lega difende il senso comu- Nel suo libro avanzamento così rapido che si è mo essere capaci di sviluppare
SENZA LAVORO nitario, pensa al bene comune,
contesta il relativismo etico e il si parla di padani
trovata in due anni ad essere il
primo partito di governo in Ve-
un dibattito interno – anche
questo sembra sinistrese – per
contrattualismo”. Sembra la de- neto e Piemonte”. E quindi? superare i difetti della prima ge-
si lancia dal treno scrizione del vecchio Partito co-
munista. “In parte, ma il comu-
che si sono “Quindi tanti sono saltati sul car-
ro (o meglio sul Carroccio) del
nerazione. Si devono smussare
gli angoli e scegliere i valori fon-
veva 38 anni, una laurea in economia e fino al nismo è fallito perché si basava vincitore per fare affari. Ma non danti rinunciando a tutto il re-
Acenter
dicembre 2009 era stato impiegato in un call
di Milano. Poi, più nulla, nonostante al-
troppo sull’immanente”.
Sì, ma come la mettiamo con
“attovagliati” deve diventare come la vecchia
Dc, che serviva per andare a cer-
sto”. Tradotto: “Non sarà mai
ammesso dalle forze meridiona-
cuni tentativi (anche recenti) di trovare un nuovo l’etica? Dopo aver fatto della tutte le sere in care posti”. Ma l’idea di Gobbo, liste il federalismo come lo in-
lavoro. Ieri Cosimo Damiano Nardelli si è lanciato questione morale l’ossatura del sindaco di Treviso, di farsi con- tende la Lega Nord. Quindi o si
dal treno che lo riportava dal capoluogo lombar- partito la Lega oggi si scopre vul- qualche trattoria segnare una lista dei colleghi di alleggerisce quel modello o ci si
do nella sua Ostuni, la “città bianca” in provincia nerabile dopo i tanti casi di leghi- partito che hanno pendenze con scontrerà in Parlamento soprat-
di Brindisi. Non c’è ancora la certezza che all’ori- sti indagati per reati più o meno trasteverina la giustizia ed espellerli le piace? tutto con i finiani”. La maggio-
gine del gesto ci sia la mancanza di occupazione, gravi. Si va dal senatore vicenti- “Io sono più garantista di Gobbo. ranza inciamperà sul federali-
ma molti indizi portano in questa direzione e gli no Alberto Filippi, coinvolto Ma in alcuni casi, come quello smo e si andrà alle elezioni? “Vor-
stessi inquirenti sembrano ipotizzarlo. Nardelli nell’inchiesta sulla maxi-evasio- in Regione Friuli perché usava del sindaco che affittava alle pro- rei sbagliarmi ma credo di sì”. E
nei mesi scorsi aveva cercato invano un lavoro ne fiscale delle imprese della l’auto blu per andare a trovare i stitute o l’assessore di San Miche- la Lega come andrà? “Farà il pie-
stabile, attraverso domande e concorsi; negli ul- concia, al sindaco di Silea che af- suoceri. le al Tagliamento, l’espulsione none di voti, è sicuro: la gente ci
timi giorni era stato ospite di alcuni parenti a Mi- fittava il suo appartamento a Insomma “Roma è sempre la- deve essere immediata. Gli altri li incoraggia, ci applaude per stra-
lano, forse proprio per tentare di nuovo. Ieri ha trans e prostitute, a David Codo- drona o c’è anche qualche leghi- discuteremo uno per uno”. da. Sarà un plebiscito per la Le-
aperto il finestrino dell’Espresso che lo riportava gnotto assessore di San Michele sta che è pronto alla svolta ma- È il momento dei buoni propo- ga. Intanto i giornalisti continue-
a casa e si è lanciato sui binari. Inutili il tentativo di al Tagliamento arrestato per una gnona?” come si legge nell’in- siti. “Dobbiamo imparare a di- ranno a riempire i giornali se un
trattenerlo da parte di un altro passeggero. tangente di 15 mila euro, a Edo- troduzione al libro. ventare un partito guida”. Spie- leghista ha ruttato”. Insomma il
uard Ballaman costretto a dimet- “È normale che la Lega soffra una gazione. “Ora che siamo diven- leghismo non è ancora stato
tersi da capogruppo della Lega crisi di crescita, ha avuto un tati un partito di massa, dobbia- compreso. Prosit.

“Adro, ora sciogliete il Comune”


LA REAZIONE DI ITALO BOCCHINO AL SOLE DELLE ALPI NELLA SCUOLA BRESCIANA
di Elisabetta Reguitti zione politica chiara, all’inter- pure rimangono le vetrofanie diazione per raggiungere una
no dello stesso Pdl, che evi- all’ingresso della mensa, gli soluzione, che nella mia fanta-
on possiamo tollerare denzia il disaccordo alle ormai sia speravo potesse esserci an-
“N una situazione come
quella di Adro. Se il sindaco
note decisioni del sindaco
Lancini. Bocchino ha parlato
zerbini e i cestini della raccolta
differenziata. Nulla di fatto
neppure dall’incontro che c’è
che oggi; bisognerà invece at-
tendere ancora del tempo, non
non toglierà i simboli dalla di un “federalismo responsabi- stato in Prefettura tra i dirigenti posso dire ora quanto”.
scuola, come gruppo di Futu- le, solidale e nazionale”, auspi- scolastici, regionale e provin- Chi non attende sono alcuni
ro e libertà proporremo in Par- cando però che i simboli del ciale, il sindaco e il prefetto, le genitori che, insieme al corpo
lamento una mozione per im- sole delle Alpi vengano rimos- cui dichiarazioni sono state: insegnanti, hanno deciso di
pegnare il governo a verificare si e a carico di chi li ha messi. “Abbiamo affrontato la que- mettere nero su bianco i nume-
se esistono le condizioni per stione dei Soli delle Alpi pre- ri rispetto all’effettiva presen-
lo scioglimento del Consiglio DOPO 24 GIORNI, da senti nella scuola, che in que- za dei decori leghisti e l’even-
comunale per atti contrari alla quando sono stati apposti i sim- sto momento rappresentano tuale spesa da sostenere per ri-
Costituzione”. L’annuncio lo boli, nel nuovo polo scolastico una criticità. Stiamo valutando pristinare la “neutralità” in
ha fatto, nei gironi scorsi, il ca- non è cambiato nulla. la razionalizzazione dei simbo- quegli ambienti pubblici. Ri- La scuola di Adro
pogruppo di Fli, Italo Bocchi- Nonostante l’annuncio fatto li, ma serviranno altri incon- mangono poi alcuni nodi da e sotto i simboli leghisti
no in un passaggio del suo in- dal ministro Gelmini (“lunedì tri”. Al termine, il rappresen- sciogliere sulle intenzioni del
tervento davanti all’assem- potrebbe essere il giorno deci- tante del governo, Livia Narci- sindaco, riprese dal prefetto e mo dei problemi, ma è ormai l’ingresso alla scuola materna,
blea dei circoli del Lazio di Ge- sivo”), i banchi sono ancora sa Brassesco Pace, ha detto: “Io tradotte in quel voler “raziona- chiaro che Lancini sta pren- fatto praticamente a ridosso
nerazione Italia. Una dichiara- timbrati con il marchio. Così mi sto impegnando nella me- lizzare” la presenza dei simboli dendosi gioco di tutti. dell’accesso al parcheggio del-
nella scuola. Nel frattempo è stato reso noto la auto.
Che significa esattamente? il contenuto di un documento
I bimbi entrano Possibile che al primo cittadi-
no di Adro sia anche permesso
sulle osservazioni fatte dal
Consiglio di istituto sul proget-
SENZA CONTARE che per
andare a scuola i bambini cam-
dal parcheggio di mercanteggiare persino con
chi rappresenta il braccio ope-
to del polo scolastico Gianfran-
co Miglio.
minano lungo una strada, per-
corsa da auto, senza marciapie-
e manca l’aula rativo del ministero dell’Istru-
zione?
Sembra insomma che i nuovi
edifici scolastici pubblici - fe-
de. Manca un’aula insegnanti
per le medie e che dire rispetto
deralisti per il sindaco Lancini - al fatto che i membri del colle-
insegnanti, che UNA COSA è certa per chi non siano poi così adeguati alle gio docenti e del Consiglio di
nella scuola c’è effettivamente reali esigenze degli oltre 600 istituto, durante l’ultima riu-
si riuniscono entrato: la cifra necessaria per ospiti. nione, si siano dovuti riunire
togliere ciò che è stato apposto Tornando al merito del docu- nel salone della casa di riposo
in una casa è inferiore ai 30 mila euro dif- mento, verrebbero rilevate del paese? Informazioni utili
fusi nei giorni scorsi. Detto delle carenze strutturali rispet- magari anche per il ministro
di riposo questo, i soldi sarebbero l’ulti- to agli accessi, in particolare Gelmini.
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 11

PADANIA PADRONA

MARCELLO SALA
(quella di Gianpiero Fiorani)
e poi il Banco Popolare di Ve-
tolo dell’ingloriosa storia di
Credieuronod era impegna-
Nell’istituto
rona che ne ha raccolto l'e-
redità, hanno assorbito quel
to in un’altra importate par-
tita ai vertici di Intesa. Giusto
di Bazoli è
che restava della banca tar-
gata Lega. Al timone c'era Sa-
un anno fa, infatti, il consi-
glio di gestione doveva de-
vicepresidente
la, nominato liquidatore di cidere che fare dei Tremonti
Credieuronord nel 2006. È bond, cioè, di fatto, gli aiuti E investe i suoi

Il brianzolo che
stato lui, il vicepresidente di di Stato offerti dal governo ai
Intesa, a firmare il bilancio di gruppi creditizi messi alle soldi nella Itb,
liquidazione della popolare strette dalla crisi. Alla fine
padana datato ottobre passò la linea di Passera: “No la banca
2009. grazie, niente soldi pubblici,
non ne abbiamo bisogno”. dei tabaccai
A SALVARE I CONTI è Una decisione che all’epoca

piace a Tremonti
arrivato un sostanzioso asse- fu interpretata dai più come
gno staccato dal Banco Po- una scelta di autonomia nei tecnici spicca Enrico Vitali,
polare, che ha pagato 1,5 mi- confronti della politica. Al già socio di studio di Tre-
lioni per rilevare un immo- momento del voto tutti i con- monti. Come membro del
bile a Bergamo, alcuni cre- siglieri si espressero per il comitato di tutela Sala do-
diti fiscali e i futuri proventi no. Tutti salvo uno, Sala, che vrebbe darsi da fare per di-
di alcune cause contro ex di- chiese venisse messa a ver- fendere gli interessi naziona-
rigenti. Bingo. Credieuro- bale la sua astensione. Il mi- li dall’assalto dei colossi stra-

Da Credieuronord a Intesa nord è scampata al fallimen-


to. E con i soldi del Banco
Popolare ha potuto perfino
nistro, di sicuro, avrà apprez-
zato.
nieri. Un esempio: Unicredit
scalato dai libici. Compito
delicato. A dir poco. Ma
avviare un primo rimborso DEL RESTO IL LEGAME mentre si applica sulle que-
storia del banchiere di Bossi di centinaia di piccoli soci
che rischiavano di perdere i
con Tremonti è così forte
che Sala ha trovato posto nel
stioni di alta finanza interna-
zionale Sala trova anche il
loro risparmi. Va detto che il “Comitato strategico per la tempo di fare affari in pro-
Banco Popolare non se la tutela degli interessi nazio- prio. Ha investito, per esem-
di Vittorio Malagutti LE CRONACHE, infatti, In futuro si vedrà, ma intanto passa benissimo. I conti van- nali in economia”. Ne fanno pio, nella Banca Itb, la banca
continuano descrivere Sala, Sala resta dov’è, ai vertici del no male, ma un milioncino parte un massimo di dieci dei tabaccai promossa da
suoi colleghi, maligni, colosso bancario guidato per salvare una banca cara al tecnici dotati di “elevata spe- una decina di soci. E tra que-

I
42 anni, brianzolo di Lisso-
gli hanno cucito addos- ne, come uno dei consiglieri dall'amministratore delega- governo si trova sempre. Sa- cializzazione”, scelti dal mi- sti, sorpresa, spunta anche
so l’etichetta di banchie- più ascoltati di Giancarlo to Corrado Passera. Certo, la invece proprio nei giorni nistro dell’Economia e da Intesa. Amministrata dallo
re della Lega. Uno dei Giorgetti, il plenipotenziario quando la politica chiama, il in cui scriveva l’ultimo capi- quello degli Esteri. Tra questi stesso Sala.
più importanti, visto che in padano nel mondo dell’eco- vicepresidente vicario di In-
maggio ha conquistato la nomia. E molti ricordano tesa non si tira indietro.
poltrona di vicepresidente che il suo nome è stato
vicario nel consiglio di ge- proiettato ai vertici di Intesa LA LEGA, PER DIRE, gli BANCHE, DOVE CONTA LA LEGA
stione di Banca Intesa. Ma da una vigorosa spinta di ha già affidato nel recente
lui, Marcello Sala, proprio Giuseppe Guzzetti, il grande passato un compito delicato,
non ci sta. Non vuol essere vecchio della Fondazione delicatissimo. Si trattava di
confuso con uno dei tanti Cariplo, l’ex democristiano chiudere una volta per tutte
professionisti che sgomita- che, si dice, avrebbe scelto con il disastro della Credieu-
no per portare il verbo di Sala per coprirsi le spalle sul ronord, la banchetta inven-
Umberto Bossi ai piani alti fronte leghista e rafforzare tata dagli onorevoli padani
delle banche. E allora, appe- l’asse con il ministro per raccogliere i risparmi
na può, sfodera con orgo- dell’Economia Giulio Tre- della loro gente. Fu un disa- 2 3
glio il suo curriculum per- monti. Ecco perché, ogni stro, come sappiamo, tra
sonale che elenca esperien- volta che la giostra perdite, debiti e inda- 1
ze da banchiere d’affari an- delle poltrone ri- gini della magistra-
che in campo internaziona- comincia a gira- tura su alcuni diri-
le. Fatica sprecata, almeno re, il vicepresi- genti del piccolo
finora. dente di Intesa istituto di credi-
torna in corsa to. E così, per evi-
per una nomina tare il crac e l’ine-
42 anni, in quota Lega in vitabile inchiesta

di Lissone,
qualche grup-
po di Stato,
dall’Eni all’Enel ai
penale si apriro-
no un paio di
provvidenziali pa-
PIEMONTE
Giovanna Tealdi (Fondazione Cr Cuneo)
Giovanni Quaglia (Fondazione Crt Torino)
1
è uno dei grandi enti previ-
denziali.
racadute. Prima la
Popolare di Lodi
Domenico De Angelis (Popolare Novara)

consiglieri
più ascoltati
LOMBARDIA
Massimo Ponzellini (Popolare di Milano)
Luca Galli (Fondazione Cariplo)
2
di Giancarlo Rocco Corigliano (Fondazione Cariplo)
Marcello Sala (Intesa San Paolo)
Giorgetti
Marcello Sala, vicepresidente del consiglio
generale di Intesa, visto da Manolo Fucecchi
VENETO
Amedeo Piva (Fed. Bcc Veneto)
Cesare Locatelli (Fondazione Cariverona)
3
Giuliano Lunardi (Fondazione Cariverona)

Assalto al mondo del credito: Giuseppe Dalle Mulle (Fondazione Cariverona)

il Carroccio di lotta e di poltrona


di Ferruccio Sansa Dove il Pdl si ritira, subito subentra la tore sia visto di buon occhio da Gianni che poltrona riservata a leghisti o ami- rigliano. Marcello Sala invece è l’uo-
Lega. Non senza qualche scintilla, per- Zonin, numero uno della Banca Popo- ci del Carroccio. Ecco allora che, ac- mo vicino alla Lega in Intesa Sanpaolo

PMarima provarono a mettersi in pro-


prio. A creare una banca padana.
finirono con le ossa rotte e capi-
ché tra il potere lombardo (azzurro
formigoniano) e i giovani leoni veneti
non tutto fila sempre liscio.
lare di Vicenza, e da Vincenzo Consoli
(Veneto Banca).
Un’invasione che approfitta della de-
canto a Giovanna Taldi, in Crt (Cassa
di Risparmio di Torino) è arrivato Gio-
vanni Quaglia, mentre alla Popolare di
(altro colosso nel mirino del Carroc-
cio).
Insomma, la Lega è nelle stanze dei
rono che c’era una strada molto più E torniamo al golpe Profumo: la bolezza del Pdl, che non si lascia scap- Novara, è approdato Domenico De bottoni delle banche. Sembrano pas-
semplice e meno rischiosa: conquista- fondazione Cariverona con il 4,98 del- pare nemmeno un tassello. Angelis. sati secoli da quando, appena dieci an-
re il ponte di comando di banche già le azioni di Unicredit ha pesato molto Anche in Piemonte i consigli di am- In Lombardia il potere bisogna con- ni fa, i salotti buoni della finanza guar-
esistenti e solide. nella sostituzione dell’amministrato- ministrazione di banche e fondazioni tenderlo anche ai formigoniani e a Co- davano con malcelata ironia a quei po-
La defenestrazione di Alessandro re delegato. Ma il primo passo dell’as- bancarie sono sempre più verdi. Pren- munione e liberazione. Però, la Lega litici calati dalle montagne con fazzo-
Profumo ha portato alla luce del sole salto a piazza Cordusio è partito all’ini- dete Cuneo, dove sulla Provincia go- non si fa problemi. E neanche la Com- letti verdi e cravatte dai colori impro-
quello che nel mondo bancario ormai zio di settembre quando sono scaduti verna Gianna Gancia, compagna di pagnia delle Opere. Nuove alleanze babili.
era un segreto di Pulcinella: la Lega è 25 dei 32 consiglieri della Cariverona. Roberto Calderoli. È stata lei la grande potrebbero presto profilarsi, anche in Così nel 2000 nacque Credieuro-
scesa in campo e sta facendo incetta di Tra i nominati ben 10 sono di area le- sponsor di Giovanna Tealdi, sua col- barba a Formigoni, storicamente l’ani- nord: tremila sottoscrizioni, fino a
poltrone negli istituti di credito. ghista, compresi ex assessori e capi laboratrice, che ha battuto i candidati ma politica di Cl. cento milioni di lire l’una. Bossi era il
Un ruolo che ha portato Pier Ferdinan- gruppo nei consigli comunali. del Pdl nella corsa per un posto del Intanto la Lega qui ha messo in campo grande sponsor dell’istituto che pre-
do Casini a bollare Bossi come “traf- Anche Amedeo Piva, presidente del consiglio della fondazione Caricuneo. i suoi calibri più grossi. Bossi ha de- sto rischiò di finire a gambe all’aria.
ficante di banche e di quote latte”. Federazione Veneta delle Banche di Un piccolo strapuntino senza valore? legato direttamente il suo fido Gian- Fino all’arrivo di Gianpiero Fiorani, il
E non soltanto in Lombardia, la cul- Credito Cooperativo, è di area Carroc- Macché, le poltrone nelle fondazioni carlo Giorgetti. re dei Furbetti. Se non ci fosse stato
la del Carroccio. La strategia si è rapi- cio. di provincia muovono leve molto lun- Ecco allora proliferare i banchieri lui, con i suoi fidi e finanziamenti, il
damente diffusa in tutto il Nord. Lot- Ma Luca Zaia non perde di vista le ban- ghe, arrivano a Ubi Banca. del Carroccio. A cominciare da Mas- Carroccio forse neanche esisterebbe
tizzazioni in salsa padana, verrebbe da che “minori”. Si dice che il governa- Non c’è banca del Nord senza qual- simo Ponzellini. Proprio l’ex prodia- più: tutti i simboli del partito - dalla
dire. La strategia parrebbe simile a no che ha conquistato la presidenza scuola leghista di Varese al prato di
quella della Dc che governava proprio della Popolare di Milano. Bossi dixit: Pontida - sono stati comprati con i sol-
il Veneto bianco. Ma il piglio è più de-
ciso. E il paradosso è evidente: la Lega
In Veneto, Lombardia e Piemonte “Con loro – le banche – faremo la gal-
leria del Gottardo. Sta seguendo il pro-
di del banchiere di Lodi.
Ma ormai il Carroccio ha imparato la
si presenta ancora come partito di lot-
ta eppure pochi altri movimenti stan-
istituti colonizzati dai finanzieri del Senatùr getto uno che abbiamo messo lì noi,
Ponzini, Ponzoni, o come si chiama?
lezione e ha un nuovo potentissimo
alleato in Giulio Tremonti. Insomma,
no occupando ugualmente le stanze Sì, sì, Ponzellini”. Nella fondazione Ca- la Lega ha sempre più credito. La vi-
del potere. Fondazione Cariverona: 10 verdi su 25 riplo troviamo Luca Galli e Rocco Co- cenda Profumo insegna molto.
pagina 12 Martedì 5 ottobre 2010

DAL MONDO

N
ANATEMA VATICANO OLANDA
A processo lo
xenofobo Wilders

SUL NOBEL L a giustizia olandese


processa la “libertà di
espressione di molti”: così
il deputato di estrema
destra Geert Wilders
all’apertura del processo a
suo carico per incitazione

PER LA VITA
all’odio razziale. “Ho
espresso le mie opinioni
in un dibattito pubblico e
siate certi che continuerò
a farlo”, ha aggiunto il
leader xenofobo.

PREMIO A EDWARDS, PADRE


DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA
di Stefano Citati ti lo difendono dalle accuse che Il premio Nobel per la Medicina
il presidente della Pontifica acca- Robert Edwards
uello a Robert Edwards, è demia per la vita monsignor

Q
in una foto del 1990 (FOTO OLYCOM)
un Nobel fuori luogo”, giu- Ignacio Carrasco de Paula elen-
dica il Vaticano dopo l’an- ca: essere la causa “del mercato
nuncio del premio per la degli ovociti”, degli embrioni ab- coro in questi casi; mi domando primi passi della fecondazione ar- dell’uso dei gameti. Non ci sarà bi-
medicina al genetista britanni- bandonati che “finiranno per qual è la competenza scientifica tificiale, ricordando che l’idea ini- sogno di ulteriori battaglie”, so- FRANCIA
co, “padre” della fecondazione morire” e anche dello “stato con- di personalità che rappresenta- ziale risale al ‘68-69, quando - a stiene Flamigni anche se di parere
in vitro. L’intera comunità scien- fusionale della procreazione as- no in questo momento un’istitu- Londra - si discuteva dei primi test diverso è naturalmente il sottose- Brucia il Corano su
tifica festeggia le ricerche e le sistita”, con “figli nati da nonne o zione piena di scandali, morali e in vitro su animali (il primo, anzi, gretario alla Salute Eugenia Roc- Internet
scoperte dell’85enne professo- mamme in affitto”. materiali. E comunque il lavoro e la prima fu la coniglia del profes- cella che si dice certa che non ci
re emerito di Cambridge e in tan- “Credo serva anche un po’ di de- l’importanza di Edwards si difen-
dono da soli, con i 4 milioni di
bambini nati dal 1978 (la prima
sor Chang, già nel 1959).
“E poi - continua Flamigni - le ac-
cuse vaticane sono errate anche
saranno scossoni alla legge, per-
ché “è saggia e lungimirante”.
Qual è dunque la prossima
L a comunità
musulmana di
Strasburgo, nell’est della
fu Louise Brown, fatta nascere in perché è come condannare le frontiera della ricerca sulla Francia, ha denunciato un
CENTINAIA vitro dal medico britannico,
ndr), e soprattutto attraverso tut-
scoperte di Einstein perché alcu-
ne di esse possono aver portato al-
procreazione assistita?
È già presente ed è quella di aiu-
clip “postato” su Internet
nel quale un uomo brucia
ti quei genitori divenuti tali gra- lo sviluppo di armi distruttive: un tare le donne non più giovani: so- una pagina del Corano e
di grazie on line zie all’evoluzione scientifica”. esercizio poco ragionato, impe-
tuoso e stupido. Anche perché
no sempre di più le donne quaran-
tenni che cercano di avere figli; le
poi urina sulla cenere “in
nome della libertà”.
ongratulazioni e grazie da un bambino in provetta” Edwards non è solo uno scienzia- gravidanze sono sempre più tardi L'uomo, 30 anni, abitante a
“C questa una mail anonima, ma proveniente dall’Italia,
arrivata in questa ore alla Fondazione Nobel per Robert
Il ginecologo Flamigni
e l’impegno umanitario to, ma anche un uomo attento alle
ricadute morali delle sue ricer-
e modificare le leggi della biologia
è una pratica lunga e complessa
Bishheim, alla periferia di
Strasburgo, è stato fermato
Eward, padre della fecondazione assistita e fresco di No- che, che ha sempre sostenuto ma non impossibile. I tempi delle e interrogato dalla polizia.
bel. Anche dal nostro paese sono centinaia i messaggi spe- “PERCHÉ , in queste battaglie, con il dibattito il valore della tec- ricerche sono lunghe, ma nei
diti da genitori ed ex “bambini in provetta”: “Grande!! alla fine hanno ragione sempre le nica. La reazione della Chiesa mi prossimi 25 anni si faranno passi FRANCIA
Congratulazioni!!”, è il messaggio di Elisabetta; “Congra- persone sofferenti, che combat- pare la solita abitudine a demoniz- avanti notevoli.
tulazioni e grazie per avermi reso possibile diventare mam- tono con motivazioni personali zare chi la pensa diversamente”. Anche in Italia, nonostante le A Parigi sciopero a
ma”, scrive Monica; Nicola dice che il premio è “proprio profondissime”: così risponde il Le polemiche sul Nobel pos- limitazioni dell’attuale legisla- oltranza del metrò
ben meritato... Senza tutto il suo lavoro io non potrei avere professor Carlo Flamigni, il gine- sono riaccendere quelle sulla zione italiana?
avuto i miei bambini. Non potrò mai ringraziarla abbastan-
za! Congratulazioni!”. Ancora più numerosi sono coloro
che scrivono da Paesi nei quali l’accesso alla fecondazione
cologo che Edwards conosce da
decenni e i cui lavori ha seguito
dall’inizio.
legge 40, che regola la pro-
creazione assistita in Italia?
La legge 40 si sta autodistruggen-
La legge italiana limita le cellule
staminali embrionali, ma non vie-
ta l’importazione da paesi esterni.
I rappresentanti
sindacali della Cgt,
principale sigla francese,
assistita è più recente, come Cina, India, Vietnam, Iran e Flamigni tratteggia la scienza do, ormai oltre metà dell’impian- E i contatti e le collaborazioni tra i hanno preannunciato uno
Turchia. Si calcola che la scoperta di Eward abbia permes- umanitaria di Edwards con il toc- to giuridico è stato smantellato e grandi istituti di ricerca interna- sciopero a oltranza dei
so a quattro milioni di persone di venire al mondo. co personale di chi condivide la la Corte costituzionale si esprime- zionali fanno sì che questo sia solo mezzi di trasporto pubblico
missione procreatrice e parla dei rà anche sulla proibizione un inciampo relativo”. di Parigi (metropolitana e
autobus) a partire dal 12
ottobre, per protesta
PAKISTAN contro la riforma delle
pensioni.

IL DRONE E LA STRAGE DEI “TEDESCHI DI AL QAEDA” LIBANO


La Siria contro
rende sempre più consi- sui paesi a rischio. Ha colpito il negli Usa è che in realtà il mes- il processo Hariri
P stenza la pista degli estremi-
la una lista di possibili obiettivi,
dalla Torre Eiffel (evacuata a
“non ha nessun rapporto con
gli Usa”. messaggio stesso, attraverso un saggio fosse diretto ai potenzia-
sti islamici tedeschi pronti a
colpire aeroporti e monumen-
ti europei in simultanea, in un
ben due riprese la scorsa setti-
mana) alla porta di Brandenbur-
go; mentre la Abc, la prima ad
ALL’ALLARME americano
di domenica si è aggiunto quel-
veicolo più che altro sfruttato
per le calamità naturali (come il
vulcano islandese), non per i ri-
li terroristi e non ai turisti ame-
ricani, visto che l’ipotesi di at-
tacco “alla Mumbai” era solo
L a vicenda
dell’assassinio dell'ex
premier libanese Rafiq
drammatico ripetersi degli at- avere parlato di allarme in cin- lo giapponese di ieri, che ha schi di terrorismo. agli stadi iniziali. È certo un’ot- Hariri si complica, con il
tacchi del 2008 a Mumbai in In- que paesi europei (Gb, Francia, chiesto ai suoi turisti di stare at- Il Dipartimento di Stato possie- tima maniera per prevenire gli mandato d’arresto emesso
dia, con oltre 160 morti. La Germania ma anche Italia e Bel- tenti in Europa, sempre per il de un altro tipo di avvertimen- attentati, riconoscono fonti di dalle autorità giudiziarie
convinzione che si tratti di una gio) la scorsa settimana, segna- rischio di attentati. La stampa to, il “travel warning”, l’allarme intelligence Usa, ma così facen- siriane a carico di 33
cellula tedesca si rafforza negli la che secondo fonti di polizia Usa è rimasta stupita dalla so- che sconsiglia di viaggiare in un do alcune pedine importanti di persone, tra cui molti
Stati Uniti, mentre in Europa americane ci sarebbero cinque stanza dell’avvertimento, il co- dato paese a rischio, ma questo al Qaeda o di organizzazioni lo- libanesi, autorità e
l’allarme resta alto ma a Parigi, aeroporti europei a rischio, ma siddetto “travel alert”, emesso tipo di messaggio è stato con- cali ad essa affiliata potrebbero personalità della società
a Londra e a Berlino non vi so- senza citarli. ieri dal Dipartimento di Stato. siderato troppo forte visti i ri- essere sfuggite all’arresto ed es- civile; una misura che a
no indicazioni di minacce con- Scambiando alcune battute Hanno colpito i suoi termini ge- schi, e quindi scartato a priori. sere pronte a colpire di nuovo, Beirut viene percepita
crete e imminenti. con Mark Knoller, il corrispon- nerici, senza riferimenti precisi Una delle ipotesi che circolano nei prossimi mesi o anni. come una manovra di
A confermare la pista tedesca Damasco per indurre il
sembra anche l’ennesimo at- premier Saad Hariri ad
tacco di un drone americano,
un piccolo aereo automatico
Un aereo Guai a 360°
abbandonare il Tribunale
internazionale che deve
telecomandato, in Pakistan,
dove ha ucciso oggi otto citta-
senza pilota Basta un poco di sudicio
indagare sulla morte del
padre.
dini tedeschi a Mir Ali, nel uccide 8 RUSSIA
Nord Waziristan. e Napoli va giù
CIRCA 24 ORE dopo l’emis- miliziani venuti Suicida ex capo
sione di un avvertimento del Di-
dalla Germania BASTA UN POCO DI SUDICIO e Napoli va mangiata né l’Osservatore Romano né servizi segreti
partimento di Stato che chiede giù: come in un ritornello di Mary Poppins, l’Avvenire. E la stampa internazionale va
agli americani in Europa di ri-
manere vigili, nuove rivelazioni
da fonti di intelligence rilancia-
I dubbi dei i cumuli di spazzatura riportano la capitale
della Campania sulla stampa
internazionale, con il Time che racconta lo
loro dietro: Times, Guardian, Telegraph e Le
Figaro citano la ramanzina degli organi di
stampa della Chiesa; e Libération ironizza
L’ ex capo dei servizi
segreti interni russi,
Viktor Tchevrizov, si è
te dalla Cnn confermano il ruo- servizi europei scontro sui rifiuti. Una storia di camorra e (“Il Vaticano fa il sermone a Berlusconi”). ucciso a Mosca sparandosi
lo della “cellula di Amburgo”. di malaffare, ma non solo, perchè, scrive il Ma poi, come El Mundo, s’indigna per la alla testa; il generale s’è
Viene considerata vicina ad al settimanale, “a Napoli la spazzatura è storia delle case: “La sinistra mi vuole suicidato nell’ingresso
Qaeda ed è verosimilmente gui- dente della Cbs alla Casa Bianca, diventata problema politico e piaga mandare a casa. Ma quale?, ne ho 20!”. della sua abitazione usando
data da Naamen Meziche, un il portavoce del presidente ricorrente”, oltre che strumento di S’indignano di meno gli italiani, visto che il una pistola Makarov che
franco-algerino di 40 anni che Obama Robert Gibbs ha detto scaricabarile per Mr B, che una volta era No B. day non è stato proprio un successo aveva ricevuto in regalo
conosceva Mohammed Atta, che contro al Qaeda ed i suoi colpa della Regione, quand’era di sinistra, e di partecipazione, anche se gli slogan come ricompensa del suo
uno degli attentatori dell’11 amici “rimaniamo vigili per la adesso è colpa del Comune, che è di anti-berlusconiani hanno trovato eco lavoro. Il suicidio avviene
settembre, morto nello schian- protezione del nostro paese”, sinistra. Il Time non mangia la foglia, come, internazionale (El Pais , El Mundo, Daily Mail, dopo la morte misteriosa
to contro le Torri Gemelle. ma ha aggiunto che l’allarme di sulle battute blasfeme di quel buon Les Echos). del generale Iuri Ivanov,
Le altre emittenti tv americane questi giorni si rivolge solo a cattolico del premier, non l’hanno Giampiero Gramaglia vice dei servizi militari,
non sono da meno. FoxNews sti- potenziali minacce in Europa e annegato in agosto in Siria.
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 13

DAL MONDO

La signora in Verde
prattutto la praticità del sinda-
calista che faceva il tornitore e
sotto il tornio ha perso un dito.
“Nelle campagne elettorali tutti
parliamo dei poveri, ne invo-
chiamo la dignità, ma quante
volte un capo di Stato frequenta

o la Lula in Rosa
i diseredati, non nelle cerimo-
nie ma col mescolarsi un giorno
ogni tanto alla loro vita?”. Nella
notte di Natale, assieme al car-
dinale Hulmes col quale in gio-
vinezza ha condiviso scioperi di
protesta dalla parte degli ope-
BALLOTAGGIO AL FEMMINILE rai, Lula va sotto il
ponte di una fave-
PER LA PRESIDENZA DEL BRASILE la di San Paolo per
cenare fra la gen-
te degli stracci.
Lontano dal po-
di Maurizio Chierici ai loro interessi di imprendito- dario, Marina abitava con sette pulismo: con la
ri e la soya mangia la foresta. Le fratelli una baracca di palafitte. stessa concretez-
ue donne decidono ultime settimane della campa- Dilma studia nei supercollegi Un comico il più votato za incontra gran-

D l’eredità di Lula. Dilma


Rousseff, non ce l’ha fat-
ta al primo turno. Ri-
manda la presidenza al 31 ot-
tobre. I voti che mancano sono
gna elettorale sono state scan-
dite dallo slogan “Marina con-
tro Dilma”. Adesso Dilma ha
bisogno dei voti di Marina e la
ricucitura in apparenza sem-
dove matura la vocazione
all’estremismo armato, Marina
analfabeta va in città adolescen-
te, domestica a ore. Dilma di fa-
miglia bulgara; il colore di Ma-
Il pagliaccio televisivo Tiririca ha
ottenuto 1,1 milioni di voti. Nelle
due foto piccole, Dilma Rousseff e
Marina Silva Foto Ansa
di impresari e di-
seredati, militari e
banchieri. Il Bra-
sile delle banche,
otto anni fa lo ave-
andati a Marina Silva, altro bra difficile, ma non lo è. Per- rina è nero. A 15 anni impara a va scelto mentre l’economia
amore politico del leader che ché la loro attenzione sociale è leggere, dieci anni dopo si lau- sono come i mobili cinesi: a po- stava traballando. Adesso vola.
va in pensione. Come Dilma, più forte della vanità politica, rea in Pedagogia. Diventa l’om- co a poco diventano ingom- Doveva essere un presidente
Marina ha accompagnato Lula non solo nella difesa dell’am- bra di Chico Mendes, sindacali- branti. Graziosi, ripetono chi li promissorio, è diventato il capo
dal sindacato alla fondazione biente, ma nel voler cambiare sta dei seiringueiros che raccolgo- guarda, ma inutili dicono dopo di Stato più popolare della sto-
del Pt, partito dei lavoratori il destino di milioni di donne, no il caucciù e difendono la sa- un po’. Quattro anni fa, prima ria dell’America latina: 80 per
dove è rimasta per 30 anni fantasmi senza speranza dalle cralità delle piante alle quali de- della rielezione, l’ho incontrato cento di gradimento alla fine de-
nell’angolo verde degli ecolo- favelas all’Amazzonia. vono la vita. Chico Mendes vie- per la prefazione di un libro sul gli otto anni. Qualche mese fa Ti-
gisti arrabbiati col governo: ne ucciso, Marina continua la Brasile. Sapeva di vincere ma curezza? Rappresenta l’Ameri- me lo ha definito il leader più in-
non difendeva “come promes- Famiglie lontane lotta al fianco di Lula. Poi la se- metteva in conto la sconfitta. ca Latina; ogni continente do- fluente del mondo, Obama solo
so” l’Amazzonia. Dà le dimis- anni luci parazione, forse il riabbraccio. “Fuori c’è ancora tanto da fa- vrebbe far parte della struttura al quarto posto. Influente per la
sioni da ministro dell’Ambien- Ma la Dilma che maneggia la ma- re…”. che decide il bene e il male pazienza e la furbizia di chi sa
te nel 2007. Rimprovera Lula croeconomia dovrà tener con- dell’umanità. Manca anche come parlare alla gente. E ades-
di non aver affrontato, come SONO CRESCIUTE in fami- to dei 13 milioni di ragazzi bra- Il chiodo fisso l’Africa ed è ingiusto che la vec- so? Desiderio neanche nasco-
promesso, i governatori che glie dal profilo sociale lontano siliani impegnati nella difesa dell’Onu chia storia assegni due seggi sto di diventare segretario delle
piegavano le leggi dei loro stati anni luce: Dilma, padre miliar- dell’ambiente con l’entusiasmo all’Europa, tre se mettiamo la Nazioni Unite ma il Palazzo di
squattrinato dell’idealismo sul Russia, uno all’Asia, niente a 6 Vetro si difende dal ciclone che
quale Marina continua a soffia- L’ONU, IL CHIODO fisso. miliardi di persone. E poi quel ne sconvolgerebbe la burocra-
Da una parte Marina Silva, sorpresa re.
Lula, sempre il perno di tutto: la-
“Assemblea invecchiata, da ag-
giornare, riorganizzare se deve
potere di veto dei cinque vinci-
tori della vecchia guerra, loro,
zia. Forse lo dirottano al gover-
no della Fao. Ma Lula che si tra-
ecologista del primo turno, dall’altra scia a Natale, cosa farà? A 62 an-
ni non è tipo da pensione. “Per
rappresentare un mondo cam-
biato dagli anni di Yalta. Allora
solo loro, nel 2000 che senso
ha?”. Governare il paese conti-
sferisce a Roma e comincia a
mediare nel Mediterraneo ha
carità, una Fondazione: roba di perché il Brasile non ha una pol- nente dell’America latina non l’aria di un’ipotesi lontana. Pe-
Dilma Rousseff, la delfina designata un secolo fa”. Gli ex presidenti trona stabile nel Consiglio di Si- gli ha cambiato il carattere, so- rò, non si sa mai.
pagina 14 Martedì 5 ottobre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out
GUERRE DI CARTA

Il Pansa convertito Romario Prandelli Riccardo Muti Maradona

che vede Conquistato


un posto di
deputato nel
Parlamento
“In queste
giornate non
ho visto
giovani da
Rifiuta la
direzione
musicale
del Teatro
Si esibisce in
Russia per
beneficenza:
500 mila

il mondo in nero
brasiliano Nazionale” dell’Opera euro raccolti

Nella sua ultima opera: “I vinti non


dimenticano”, lo scrittore torinese
mette definitivamente da parte la Storia per virare sulle ossessioni
di Luca Telese tantomeno la consideravo il ter- gi è un antifascista d´acciaio. Ma
mine adatto a raccontare quello prima di fare il partigiano è stato

E
che pensavo di avere fatto. "Il re- anche un fascista e un antisemita.
visionismo" sul dopoguerra ave- Oggi è tra i più aspri nemici di
va partorito come estrema filia- Berlusconi, ma ha lavorato per le
zione il "negazonismo", ed era televisioni del Cavaliere, e con
sempre e comunque un estre- ottimi contratti. L´ho fatto per
mo. Ovvero - secondo una defi- soldi´, ha spiegato.
nizione che mi costruii proprio
nel dialogo con Giampaolo - "il ri- La Storia
baltamento di un luogo comune abbandonata
storiografico nel suo contrario".
Ma era davvero questo il senso
del suo lavoro? Si poteva afferma- L´ARMA più micidiale di Pansa,
re che la Resitenza era ancora og- il suo archivio, usato con uguale
gi una "patria morale", e subito capacità contundente sia nella
con questo siamo a sei. Esce do- dopo ribaltare lo stereotipo dei contemporaneità che nelle sto-
mani il sesto volume della co- "fascisti bestire feroci" in quello riografia. Poi accadono due epi-
stellazione di saggi dedicati da dei partigiani assassini? sodi di cui sono in qualche modo
Giampaolo Pansa alla Resisten- testimone oculare. Il quarto libro
za e alla guerra civile del Quando il polemista del ciclo "I gendarmi della me-
1943-‘45. Una vera e propria sovrasta il quadro moria", riproduce esattamente la
"pentalogia", distillata in una formula del terzo, proprio come
miscela esplosiva difficilmente questo ultimo segue la falsariga
incasellabile tra i generi lettera- IL TERZO VOLUME della se- del primo.
ri. Un po’ romanzo, un po’ feuil- rie "La grande bugia" (Sperling & E´ un libro "autofago" e autoge-
leton, un po’ pamplhet e molto Kupfer 2006) era uno squillo di nerante. Perché come in un gio-
scavo saggistico: con questo li- tromba che lasciava questa do- co di specchi Pansa può raccon-
bro il "pansismo" si fa saga. Così, manda in sospeso. Era il polemi- tare dei Militanti che a Reggio
l’uscita de I vinti non dimenticano, sta a prendere il sopravvento su Emilia contestano la presentazio-
può diventare l’occasione per
riflettere sul senso, il merito (e i
sinistre, la Liberazione è un to-
tem intoccabile, "Il sangue" inci-
rio è lei, la bibliotecaria di Firen-
ze che mi affianca nella resa dei
“Forse sarebbe tutto: "A me è successo di imbat-
termi in tre sorprese. La prima è
ne del suo libro precedente. Pan-
sa, sul cassero del suo vascello di
limiti) di una battaglia storiogra-
fica che è allo stesso tempo fi-
de nella carne viva perché per la
prima volta costringe gli storici a
conti dopo il 25 aprile. Tutto il re-
sto - recita il folgorante attacco di
ora che di essere aggredito dalla mia par-
te culturale, quella antifascista.
carta, composto ormai da più di
un milione di copie diventa co-
glia e debitrice del carattere del
suo autore: eclettica, sangui-
confrontarsi con qualcosa che
hanno sempre ignorato. Ci sono
quel primo libro - è vero". Infine
c’è l’anomalia dell’autore. In tut-
dimenticasse il Non da tutti, ma da molti ì. La sti-
ma è scomparsa. E al suo posto è
me Achab, alla caccia di Moby
Dick. La "patria morale" è sempre
gna, appassionata e condotta state ai margini della lotta parti- ta la campagna promozionale del emersa l´ostilità". Le nuove sto- più sullo sfondo, sempre più ra-
senza rete, tra polemiche, duel- giana, stragi e misfatti perpetrati libro e anche nei primi anni suc- fratello ‘nero’ di rie che continuano ad emergere refatta. Anzi, ad un tratto scom-
li, scambio di fendenti e persino all’ombra del Cln? Apriti cielo. La cessivi il padre del bestiario con- dai lettori che gli scrivono si com- pare.
spedizioni punitive (A Reggio prima accusa che si abbatte sulla tinua a ripetere: "La Resistenza Prodi e il nonno binano con il duello contro i suoi "I Tre inverni della paura" segna
Emilia, nel 2006, intervenne testa di Pansa - che all’epoca, non era e rimane la mia patria mora- detrattori (ad esempio lo storico un altro passaggio. Qui la resi-
contro di lui un drappello di va dimenticato - è ancora condi- le". Il libro fa divampare la pole- fascista di Angelo D´Orsi) e l´autobiografia stenza è diventata "cattiva". Cat-
contestatori). rettore de L’espresso - è quella di mica e trova subito un seguito. Si (con l´irresistibile aneddoto del tivi i fattori comunisti, ideologici
aver recuperato le vecchie tesi tratta di "Sconosciuto 1945". Sia- Franceschini” direttore Italo Pietra che a Il Gior- e feroci, umanissimi i ragazzi che
Fenomenologia di un dei libri di Giorgio Pisanò, indo- mo nel 2005, la casa editrice è no chiedeva: "Chi di voi ha bru- scelgono Salò. "Il Revionista" tor-
ammutinamento mabile storiografo missino. Ma è sempre la Sperling & Kupfer, è fin ciato la mia casa in quel rastrel- na al saggio storico-autobiografi-
già la prima balla: Pansa tornava dal primo capitolo di nuovo si in- dere era vero che Pansa (e lo di- lamento sul monte Penice?" ("La co-pamphlettistico. Le storie so-
sui suoi passi a ben 43 anni dalla crociano gli ingredienti che han- chiara esplicitamente in questo grande bugia", pp.24). Aneddo- no tutte vere, rigorosamente ve-
MA PROCEDIAMO con ordi- sua tesi di laurea, che era dedica- no prodotto il primo successo. libro, dialogando con la solita bi- to folgorante: voleva dire che rificate, ma a senso unico. Cer-
ne: prima di assumere la sua stra- ta proprio alla Resistenza nel Molti degli storici progressisti bliotecaria), stava cambiando: parlava a dei redattori che nella cando di rincorrere tuti i fili e tut-
tigrafica monumentalità, il "ciclo Nord Italia e che era già diventata non presero bene né il primo né "Scrivere Il sangue de vinti e i libri guerra del ´45 avevano combat- te le storie, Pansa abbandona di-
dei vinti" (quello di Pansa, non un libro a metà degli anni Ottanta il secondo libro. "Mancano le successivi mi ha molto cambiato. tuto sui fronti opposti e che chiaratamente La Storia.
quello di Giovanni Verga) si apre (L’esercito di Salò, Mondadori). fonti", scrissero (ma non era ve- Ho smesso di essere manicheo, nell´Italia spensierata degli anni Sublima il suo revisionismo or-
nel 2003 con un libro-choc. "Il ro, perché erano sempre indica- di dividere il mondo in due, di sessanta la linea di demarcazione gogliosamente proclamato in
sangue dei vinti", primo folgo- Tratti distintivi e te). "La vena narrativa compro- qua i buoni, di là i cattivi" (I vinti dell´odio sembrava finalmente un paradosso relativistico in cui
rante episodio della serie, esau- patenti di fede mette l’attendibilità scientifica", non dimenticano, pag. 33). Ma era sepolta. Il libro conteneva pas- ci sono solo le atrocità dei Vin-
risce trecentomila copie in un aggiunsero (e non era vero, per- davvero solo questo? Quando saggi irresistibili contro l´ex sin- citori. E arriva a paragonare i par-
anno e poi diventa un libro car- ché come abbiamo visto, Pansa nel 2006 avevo scritto Cuori neri daco di Milano Aniasi, contro la tigiani ai terroristi: "Cosa sareb-
sico, un exemplum, un long sel- MA I TRATTI distintivi del San- dichiarava con nettezza la sepa- (un libro in cui raccontavo gli an- codardìa verificata dall´autore ri- be accaduto se il partito clande-
ler, un tascabile e persino un film gue dei vinti erano altri, e li ritro- razione tra le due dimensioni). ni di piombo partendo dalle sto- spetto ad alcuni dirigenti ( Fassi- stino di Curcio e Moretti avesse
(prima in sala e poi sul piccolo viamo tutti anche nel prossimo Dissero infine che attingeva a rie delle vittime "di destra", Pan- no, Veltroni, prodighi di solida- potuto contare su centinaia di
schermo). Il libro scatena da su- volume della serie, I vinti non di- una storiografia di parte, squali- sa, che tutti i colleghi conoscono rietà in privato, ma assai avari in uomini diposti a sparare e ad uc-
bito un inferno di polemiche. I menticano. Pansa non usa note. ficata e inattendibile. Ma con per la sua proverbiale generosità, pubblico) strali micidiali contro cidere in tutte le regioni italia-
"Vinti" del 1945 sono ovviamen- Pansa usa espedienti dichiarata- l’istinto del cronista, Pansa era mi chiamo per farmi dei compli- Bocca, il rivale di sempre, che si ne?". Forse adesso sarebbe ora
te loro, "i fascisti", le "carogne ne- mente drammaturgici: ad esem- già diventato una macchina da menti, e aggiunse: "Adesso sei un era autoproclamato difensore che Pansa fermasse il timone,
re". E nel mirino di Pansa, con un pio l’invenzione di Livia Bianchi, guerra: loro riportavano de relato revisionista pure tu". Nacque al- della Resistenza: "Bocca - raccon- schiodasse dall´albero maestro
libro che si alimenta scientifica- ipotetica bibliotecaria che lo aiu- da fonti ufficiali (e talvolta cele- lora una lunga discussione, tra ta Pansa a una immaginaria Em- il doblone che ha inchiodato,
mente di una storiografia minore ta nella ricerca e che in realtà altri brative del dopoguerra) lui setac- noi, che abbiamo completato a ma - non è stato solo un campio- mettesse da parte il nonno fasci-
messa al bando dagli storici, ma non è che l’alter ego narrante del- ciava già i registri anagrafici. Dis- cavallo di due o tre anni, ai mar- ne della carta stampata: è stato sta di Franceschini e il fratello
che è frutto di una minuziosa ri- lo scrittore. Ma è un gioco dichia- sero allora che Pansa era "diven- gini di diverse presentazioni. Io anche, e lo è ancora, un campio- nero di Prodi e smettesse di in-
cerca personale c’è il mito buo- rato fin dalla prima pagina: tato di destra" e lui si arrabbiò ero convinto che "revisionismo" nissimo delle contraddizioni". E seguire la balena bianca della Re-
nista della Resistenza. Governa le "L’unico personaggio immagina- sempre di più. Anche se a ben ve- non fosse una bella parola. Né poi, con lo stiletto tra i denti: "Og- sistenza.
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

OGNI MALEDETTA D OMENICA

IL TRIONFO
DEL SOR LOTITO
di Oliviero Beha
Ecco Brontolo
alla traiettoria prima ar- Su Rai 3

D cuata e poi rotonda del


calcio da lontano di An-
drea Pirlo, con relativo
gol vincente al Parma, che cosa
possiamo ricavare? Che il Milan
Riprende dopo la
pausa estiva il
programma di Oliviero
Beha “Brontolo”, nella
prima puntata, ieri
di Allegri stia cominciando a
prender forma uscendo dall’al-
bum di figurine degli acquisti e
In un torneo che promuove l’equilibrio, mattina alle 11.30,
Beha ha ospitato Luigi
De Magistris dell’Idv.
riguadagnando con Gattuso
“carne e sangue”? Che quindi
con l’Inter ecco una seconda
pretendente seria allo scudet-
vince il folklore del patron laziale
to? Che il Milan di Berlusconi o la Fiorentina si sbraca in giù... navigatori del braccio e del dito e
punti a guidare la classifica en- Nel frattempo le provinciali si ri- vedete un po’ che trovate con
tro il mese, per affrontare la ca- provincializzano un pochino e la “Allodi, orologi, Inter ecc.”.
duta del governo, i processi al Lazio gode come non accadeva
Cavaliere Inarrestabile e le ele- da una decina d’anni. È la rivin- L’antico dissidio
zioni 2011 (dette anche le ele- cita di Lotito, vedremo se dura. Se tra Inter e Juventus
zioni dell’Unità d’Italia) da po- funziona, ricordiamoci che co-
sizione popolar-milanista di fa- munque il buffo Lotito del latino-
vore? Sì, dalla traiettoria di Pirlo rum non ha sperperato i denari E GIACCHÉ prima del sum-
in un Paese di quasi omonimi si che ci vollero a Cragnotti per la menzionato buon derby d’Italia
può dedurre tutto questo. Real Lazio, con tutti i debiti Cirio sul campo se l’erano dette di san-
E che deduciamo dal derby collegati. E non stiamo parlando ta ragione sia il nuovo Andrea
d’Italia ben giocato comunque di un’anima bella, riandando alle Agnelli che il “vecchio” Massimo
a Milano da Inter e Juventus? cose di Calciopoli. Di cui si dice e Moratti a botte di scudetti di car-
Che essendo finito senza reti sia scrive però malvolentieri: forse tone, aggiunti, tolti, rivoluti, ru-
stata la “partita perfetta” cioè perché qualcuno teme che ap- bati ecc., invito entrambe le no-
“senza errori” di Brera, il Gadda profondendo la questione si ria- bili prosapie a farsi un esame di
dei poveri sempre più gigante- biliti Moggi mentre non ha altret- coscienza storico, nel Paese dei
sco alla memoria tra i nani con- tanta paura che salti fuori un mar- mangiatori di loto che azzera la
temporanei (e pensare che an- cio generalizzato che non assol- memoria perché dà fastidio.
che il “Giuan fu qualcosa” ne ha verebbe nessuno ma getterebbe Questo è riabilitare Moggi? Non
fatte di cotte di crude...)? Che una luce fosca su chi da quattro mi pare e comunque non è il pun-
abbiamo visto due squadre in sa- anni ha fatto il “pio” sui bordi del- L’aquila laziale, domenica pomeriggio all’Olimpico, sotto Roberto Baronio, ora all’Atletico Roma (FOTO ANSA) to in discussione, perché Moggi
lute, che giocavano a pallone – la “discarica” di tutti mali del cal- con la giustizia sportiva ha già pa-
ormai una rarità o quasi... – il cio italiano, alias sempre Moggi. così ha elogiato il suo “nemico” e “succede”. E stavolta qualche un Paese di lotofagi, di mangiato- gato. La domanda è invece: e gli
che se è normale per l’Inter di Anche per questo, un paio di no- invece la “discarica” se ne sareb- giornale ha riportato fedelmente ri di loto, di gente senza memoria altri? E coloro che hanno commi-
Benitez meno “cattiva” agonisti- te a margine della prima udienza be compiaciuto. E poi, soprattut- tutto ciò. Come ci è stato raccon- se avanti negli anni e/o senza in- nato le pene con un occhio aper-
camente ma altrettanto forte e di venerdì scorso alla ripresa del to, Baldini è stato costretto ad am- tato anche che Collina, altro teste formazioni e obnubilata dal tifo to e uno chiuso, leggasi la giusti-
più equilibrata di quella di Mou- processo di Napoli e poi un’esor- mettere più volte e a colpi di importante ma come Baldini pro o contro se si tratta di giovani zia sportiva? Moggi Al Capone
rinho, è quasi sorprendente per tazione. Le note. Intanto il prin- “non ricordo bene”, esattamente convocato in aula udite udite dal- di primo o secondo pelo. La fiaba erede di Allodi (prestidigitatore
il “cantiere Juve”? Che comun- cipale accusatore di Moggi, il ma- come l’ufficiale dei carabinieri la difesa, ha detto “tutto regolare, per tutti potrebbe iniziare così: dell’Inter anni ’60) sì e gli altri gi-
que la prima, il team di Moratti, nager dell’Inghilterra Franco Bal- Auricchio protagonista dell’inda- arbitri e assistenti di linea”. E che “C’era una volta Allodi...”, ma sì gli immacolati? Ma via, davvero
tra una fuga di Muntari dalla tri- dini, lo ha definito in aula “un uo- gine sulla base di molta docu- volevate che dicesse, “mi incon- Italo Allodi maestro o superiore vogliamo continuare a prenderci
buna e il piedino flebile a volte mo senza qualità”. Moggi ha an- mentazione fornita dal medesi- travo nei ristoranti chiusi di notte di Moggi al Napoli ma anche e so- per i fondelli? E pensare che
in campo, se non stringe i gar- nunciato querele. Evidentemen- mo Baldini, di “essersi sbagliato”. a Lodi con l’uomo di Galliani, tal prattutto uomo di fiducia di Mo- all’Inter sono legato per memo-
retti rischia brusche disillusio- te nessuno dei due ha letto Musil, Il presidente del Tribunale, Caso- Meani”? E suvvia... L’esortazione: ratti senior, Angelo, quello della rie familiari... Ma che c’entra con
ni? Che comunque la seconda, il altrimenti Baldini saprebbe che ria, benevolmente ha concesso che cosa ne deduco? Che siamo grande Inter. Cliccate su Google la ricerca della verità?
team di Agnelli, deve ancora te-
stimoniare per svariate partite
una continuità e un’armonia tat-
tica quali giustamente pretende
il mentore Delneri (una via di
mezzo come sagomatura tra il
Quell’Atletico presidente di nome Ciaccia
Del Bosque spagnolo, assai più LA TERZA SQUADRA DI ROMA SOGNA LA PROMOZIONE IN SERIE B: LA GUIDA UN RAGAZZO DI 41 ANNI
bravo di lui da giocatore e i ge-
nitori di Woody Allen masche- di Malcom Pagani e oggi, abbandonate le dirette in lissimo Ciaccia ha evitato di fermar- pochi anni, sarà nel posto che più
rati in Prendi i soldi e scappa)? e Carlo Tecce mondovisione, vestono la maglia si. Quindi compra, spande, parla compete a un club impegnato in
dell’Atletico. Le stelle divenute poco, accumula cariche. Alla came- una questione capitale. Raggiunge-
alazzi, villette bifamiliari deno- meteore trasmigrano in terza se- ra di commercio di Roma infatti, le
Una Fiorentina da
pianto greco Pdell’Anas,
minate ‘Paradiso’, cantieri
società di consulenza,
rie, perché (come si pontifica in
questi casi) conta il progetto ed
società riconducibili ai Ciaccia (tut-
to in famiglia, con il fratello Davide
re Roma e Lazio, stabilirsi nella parte
Nord della città dove affari, ministe-
ri, attici ed edifici a sei zeri fanno ri-
centri medici sparsi sul territorio, esiste il rischio concreto di torna- Ad dell’Atletico Roma) sono undici. ma con potere (Parioli e dintorni) e
SÌ, DALL’ULTIMO posticipo vacanze in Costa Smeralda abbrac- re a brillare. Poi, oltre gli ideali al Nove srl, una Spa e la Ciaccia costru- lasciare stadi non a norma e provin-
regale prima della sosta della Na- ciato a Manuela Arcuri e inverni a vento, i soldi. Investimenti mul- zioni, classificata come “Costruzio- ce polverose per confrontarsi con
zionale, nel trionfo del calcio Miami, come in certi film dei fra- tiformi, bilanci notevoli, utili che ni di edifici residenziali e non resi- platee diverse da quelle di Siracu-
criptato con ascolti risucchiati telli Vanzina. Mario Ciaccia, nato all’alba del 2009, denunciavano denziali”, in liquidazione. Ciaccia sa sa.
dal satellite e dal digitale, possia- alla vigilia del Natale 1969, ama le per la Fratelli Ciaccia, l’holding difendere la sua privacy. La segreta- Per farlo i Ciaccia non perdono tem-
mo arguire tutto ciò. E ce ne sa- epifanie. La neo-divinità, natural- del gruppo, milioni di euro di se- ria, gelida, respinge con garbo: “Il po. Firmano preliminari di acquisto
rebbe, dal campo, per la Roma mente, è lui. Presidente dell’Atle- gno positivo e ben cinque di ca- dottor Ciaccia è in riunione”, l’ad- per costruzioni di centri commer-
quasi degli Angelucci, ormai più tico Roma, costruttore, un uomo pitale sociale. Se chiedi agli storici detto stampa allontana gentilmen- ciali a Pomezia (30.000 mq), strin-
viva in Borsa che non ligia ai ri- fortunato. La squadra che rilevò palazzinari romani, del rampante te: “Si renda conto, colloquiare in gono accordi con la Regione Lazio
chiami di Ranieri, defenestrata dagli amici Alessandro e Pierino erede del patriarca Romualdo, giornata non è semplice, il presi- (Prima Marrazzo, ora Polverini, la li-
dal Napoli di De Laurentiis. E per Tulli un anno fa è la sorpresa dei nessuno sa dirti nulla di preciso. dente ha molti impegni e il telefoni- nea è dialogare proficuamente con
la Fiorentina il cui giocatore più campionati professionistici. Sei Lo confondono con Danilo Cop- no spento”. tutti), assumono cassintegrati e pa-
mobile è sembrato negli spoglia- vittorie, nessun pareggio, nean- pola e quando si rendono conto gano stipendi a 250 dipendenti che
toi Sky del prepartita il presiden- che l’ombra di una sconfitta. Un dell’equivoco, salutano. Alemanno, un amico vero giurano sulla “correttezza” del loro
te Andrea Della Valle, in quelle allenatore Peppino Incocciati, allo Stadio Flaminio datore di lavoro.
immagini tristi e inutili che fanno che abbandonata la politica a de- Tante società, una fede, Per l’Atletico Roma (Ex Cisco), il bi-
strame dell’adrenalina e che non stra nella sua Fiuggi e le partite di qualche dubbio lancio del 2009 prevedeva spese
mi sembra abbiano suscitato golf con Maradona, ha indossato CIACCIA è così. Solidi rapporti per personale e stipendi pari a quasi
qualche reazione dell’Aic di tuta e si è messo a disposizione con le banche (Intesa San Paolo, cui due milioni di euro. Il debito d’eser-
Campana: Sergio, ma la decenza come in un Napoli di qualche lu- COMUNQUE dopo aver cambia- ha recentemente versato nove mi- cizio testimoniava una volontà di in-
ha questo prezzo per i diritti tv? stro fa. Giocatori come Baronio, to in estate la denominazione della lioni di euro per acquistare un im- vestire. Qualcuno insinua che l’Atle-
Davvero non vi accorgete che è Esposito e Franceschini che fino a società calcistica in seguito a demo- mobile in Viale Kant, tra le vie No- tico sia solo un trampolino per arri-
una china scandalosa e già ridico- pochi mesi fa duellavano con Totti cratico referendum sul Web, il lazia- mentana e Tiburtina) il sindaco Ale- vare all’Olimpo.
la? Tornando alla Fiorentina, con manno (che abbraccia il presidente, La Roma, prima del campionato co-
la Roma la nobile più decaduta di riceve in regalo magliette con il nu- stava centoquaranta milioni di euro.
questo autunno “del nostro scon-
tento”, è evidente l’equivoco. Il
Palazzi, cliniche, centri mero dieci e il proprio nome e non
perde occasione per lodare il lavoro
Oggi, con una classifica che lacrima
e una prospettiva europea incerta
patron Diego pensava non alla
Cittadella da costruire a Firenze
commerciali e una di “due fratelli che stanno dando lu-
stro alla città”), brame sullo stadio
se non drammatica, almeno cin-
quanta di meno. “Vuoi vedere che i
al Castello, meglio se sui terreni Flaminio, di cui vorrebbe “sfruttare
sequestrati a Ligresti e in odore e realtà in volo: l’ex Cisco l’indotto commerciale”, profilo da
fratelli Ciaccia, sviluppati i sensi,
conquisteranno l’impero?”. La bat-
rumore di aeroporto, bensì al Cit- playboy, iniziative di beneficenza tuta è di un tifoso. Nel pallone, esa-
tadella, compagine cadetta assai somiglia da vicino (molte e non sempre pubblicizzate, gerando come d’abitudine un pez-
animosa ma per giocare contro la di farlo si incarica il primo cittadino zo di città è già andata comunque.
quale o il Cittadella si sforza in su al suo proprietario di Roma) e idee chiare. L’Atletico, in
pagina 16 Martedì 5 ottobre 2010

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TG PAPI

Ministro
TELE COMANDO + tutti gli antiberlusconiani
sparsi riescono a costruire
una nuova maggioranza “tec-
nica”. Berlusconi nomina mi-
nistri, vuole “processare” tut-
ta la magistratura con funam-
di Fulvio Abbate

Iti”linviolato,
Il passato
che convince
titolo, va detto, è catacombale, da sacello
suggerisce anzi gli “alberi pizzu-
della televisione, del cinema, una ad una le
foglie morte della memoria spettacolare di via
glio, c’era Gassman nei panni di un proble-
matico dirigente comunista che, intellettuale
organico tormentato, approfitta del podio di
un congresso nazionale del Pci datato 1979
boliche e pericolose inven- Teulada. Il meglio cui si possa aspirare in tem- per raccontare i propri cavoli amari persona-

senza conflitto zioni istituzionali, Bondi si la-


menta per il “trasformismo
partitocratico” (cosa signifi-
ca?). Diciamo che è stata una
giornata “interlocutoria”, ma
pi in cui l’intrattenimento prevalente è degno
di un trucido circoletto anche se benedetto
dall’alto, forse addirittura dal presidente del
Consiglio in persona, dal propalatore di bar-
zellette al limite del vilipendio, di più, a ri-
li, sentimentali, epocali, chiudendo il tutto
con un interrogativo assoluto: “può il diritto
alla proprio felicità causare l’infelicità altrui?”
Posso dire che, come era già accaduto mesi fa
con quel pastone delle Teche Rai chiamato
di Paolo Ojetti nota politica (riecco la Ber- mica tanto. schio scomunica, se solo ci fosse davvero giu- “Da da da” anche in questo caso c’è voluto lo
nini e Capezzone: help) gal- stizia. Il titolo cui ci riferiamo è “Memorie spettro del passato per sentire sincera parte-
g1 leggia sull’ipotesi dell’ “ese- g3 dal bianco e nero” (tutti i sabati su Raiuno, cipazione con il presente televisivo? Dai, di-
T Dopo l’oscuro e assai tor-
bido “attentato” contro Mau-
cutivo dei 90 giorni” per ri-
formare la legge elettorale:
T Non c’è alluvione ligure
che tenga: la politica batte
purtroppo oltre la mezzanotte), da un’idea
(scritta) di Maurizio Costanzo, e prontamente
temi se è possibile? E lo stesso ritrovando
quella sorta di “torrone” per alcuni indigesto
rizio Belpietro, continua la senza Berlusconi. Una fine di tutti e appare in primissimo narrata da Enrico Vaime. A smistare il traffico che prendeva il nome di “Specchio segreto” e
persecuzione dei giornalisti regime che, al confronto, la piano. La grandi manovre so- dei filmati, delle idee, delle suggestioni, delle aveva il volto di Nanni Loy: uno scomparti-
del Cavaliere. Si tratta, infatti, caduta dei Romanov appare no in corso da tempo, ma af- lacrime, delle suppliche, delle preci che ne mento ferroviario, i volti, gli abiti, i gesti, le
di intercettazioni sulle linee come un videogame per bim- fiorano solo da pochi giorni conseguono troviamo comunque sia l’uno sia montature degli occhiali che da lì a poco
fisse e portatili di Alessan- bi. con chiarezza. L’accelerazio- l’altro, Costanzo & Vaime. avremmo visto fra piazza Fontana e le strade
dro Sallusti, direttore del ne è stata sicuramente data Ma proviamo a concentrarci sull’emozione. vuote dell’Austerity, indizi umani, gli stessi
Giornale e del suo vice. Al g2 dagli attacchi dissennati alla L’altra sera, d’improvviso, lì fra gli alberi piz- che altrove Pier Paolo Pasolini avrebbe mo-
Tg1 (Enrico Castelli non
chiede, forse non gliene im-
T Da vice a ministro. La no-
mina di Paolo Romani ha
magistratura da parte di Ber-
lusconi e dei suoi pretoriani:
zuti di cui sopra, un istante dopo che il Vaime
si è manifestato con la stessa eleganza del
strato soffermandosi un giorno d’inverno sul-
le mura di Orte, e guai a pensare che l’inte-
porta niente e guarda il neo- meritato un servizio di Da- attacchi così pericolosi che Giulio Bosetti narra- resse suscitato da queste sequenze abbia a
direttore come si guarda una niela Vergara. Non c’era al- persino Gasparri gira a vuo- tore in Lebole beige che fare con un sentimento regressivo.
tartaruga capovolta) Sallusti cun “secondo” servizio per to. Il Tg3 non tira le somme e Enrico Vaime conduce nel bel mezzo dello Alla fine, intanto che le ultime perle custodite
ha esternato le sue “impres- spiegare che questa promo- nessuno si mette a pesare la “Memorie del bianco e nero” sceneggiato in costu- nel deposito-forziere del bianco e nero
sioni”, i suoi “sospetti”: sono zione si porta dietro una bar- “nuova maggioranza”. Si av- con Maurizio Costanzo me d’epoca su Leo- dell’azienda, ideale sportello destinato al pre-
magistrati nemici che – con ca di conflitti d’interessi, al- verte, sempre con l’estrema nardo Da Vinci-Phi- stito della ricostruzione della memoria nazio-
questa furbata – vogliono meno nel settore televisivo prudenza del notiziario, che lippe Leroy, proprio nale, ecco è stato proprio a quel punto che ho
ascoltare quello che Berlu- del rinnovo delle concessio- però – sotto sotto – c’è un un istante dopo il lan- provato a immaginare i tenutari del program-
sconi confida ai suoi dipen- ni. Dopo il maltempo e la fa- certo entusiasmo all’idea di cio ho visto spuntare ma, il Costanzo e il Vaime, come portantini,
denti. Castelli incassa e se ne miglia di pachistani assassini, mettere Berlusconi in angolo. un Vittorio Gassman come barellieri che hanno scelto di portare in
va. Speriamo che gli “intercet- ecco la politica. Anche il Tg2 Il Tg3 segue anche il giura- d’annata, giunto fino salvo le “pizze”, i rulli, del migliore dei mondi
tatori” abbiano nel frattempo si addentra nei primi passi mento di Paolo Romani e non a me, spettatore ca- televisivi possibili. Potrà sembrare una cosa
cestinato le inutili chiacchie- all’aria aperta della Grande dimentica di evocare i suoi suale della notte fon- da nulla rispetto a un Bruno Vespa che mi-
re di Gasparri, La Russa, Bon- Svolta, basta fare i conti: Ber- “conflitti d’interesse”. Forse da, direttamente da naccia di conquistare il festival dei fiori, e in-
di e di tutti quelli che hanno il sani, Casini, Di Pietro, i fi- proprio per questo, Berlusco- “La terrazza” di Etto- vece…
filo diretto con il Giornale. La niani, Lombardo, i rutelliani e ni lo ha unto. re Scola. Nel detta- www.teledurruti.it
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedbac$
k
MONDO
PREMIATO ANCHE UN TEAM ITALIANO
WEB
di Federico Mello
è LA CENSURA PER “I LOVE MILINGO”
A PALERMO DURANTE LA VISITA DEL PAPA
La visita del Papa a Palermo ha comprensibilmente
raccolto l’attenzione di tutti i media. Ma in Rete si è
parlato soprattutto dei casi di censura a innocui messaggi
esposti dai cittadini. Per rimuovere uno striscione con
una frase del Vangelo: “La mia casa è casa di preghiera, ma
voi ne avete fatto una spelonca di ladri”, esposto su un
Commenti al post su
ilFattoQuotidiano.it:
“Debito pubblico, ci
aspetta una maxi
manovra?” di
Superbonus
terrazzo, sono intervenuti addirittura i vigili del fuoco.

Quando vince è FIREFOX INCALZA EXPLORER


IL BROWSER MICROSOFT AL 60 PER CENTO
Sempre più giù Internet Explorer, il browser
Ieri, invece, il quarto video più visto su
YouTube, era quello dell’irruzione delle forze
dell’ordine nella libreria “Altroquando” di
Palermo per rimuovere un cartello “I love
Milingo” esposto in vetrina all’interno del
è ECCO, parliamo di cose
serie, va! cose che ci
interessino e tocchino
molto più da vicino…

l’ig-Nobel per navigare su Internet targato Microsoft,


(nonostante il recente rilascio della versione
9 in beta). Questo quanto emerge dai dati
dell’istituto di ricerca Net Applications sul
mercato mondiale dei browser di
negozio. Sul suo sito, Micromega ha lanciato
una raccolta di firme per una appello alla
Procura e al Capo dello Stato, mentre su
Facebook molto utenti hanno sostituito
l’immagine del profilo con il cartello rimosso.
Lele

è È INUTILE continuare a
pagare interessi di un debito
se questo è diventato
eri è arrivato il primo Nobel mostrando un’intuizione che navigazione: a settembre Internet Explorer

I
insostenibile. Meglio
di quest’anno: è andato a ogni lavoratore dipendente ha (IE), nelle sue varie versioni è utilizzato dal prenderne una parte,
Robert Edwards, padre del- sicuramente avuto: aumentare 59,65 degli utenti Internet; Firefox di Mozilla poniamo quei 1.044 miliardi
la fecondazione assistita. il numero di promozioni e avan- è ormai a un solido 22,93 per cento; al terzo e consolidarla, cioè
Ma mentre nei prossimi giorni zamenti di carriera, migliora i ri- posto Google Chrome, che è salito al 7,98; rinegoziarne i termini con i
verranno snocciolati i premi a sultati di qualsiasi azienda. Non quindi Safari di Apple con il 5,27 per cento e creditori in una società
tute le categore (a giorni, inol- manca la cura contro l’asma a infine Opera al 2,39. apposita, in modo da
tre, si capirà se il comitato di suon di “giri sulle montagne sgravare il cosiddetto
Stoccolma accetterà la candida- russe” che creano uno “stress servizio del debito. Questo
tura di Internet a premio Nobel emotivo positivo” (Ig-Nobel al- permetterebbe di pagare
per la Pace) all’Università di la “Medicina”); e la scoperta interessi più bassi e diluiti
Harvard sono stati assegnati dei che “sudare aiuta a rispondere a nel tempo e la mole stessa
premi singolari: sono i “2010 momenti di panico”. Si ride an- del debito è una pressione
Ig-Nobel Prizes”, i Nobel per le che amaramente: Goldman Sa- fortissima sui creditori: o
scoperte – serie – che “prima chs, Lehman Brothers e le altre accettano questo
fanno sorridere e poi pensare”. banche che hanno dato il via al- compromesso, o non
Gli Ig Nobel (dove Ig per “Igno- la crisi del 2008, hanno vinto vedranno mai piu’ i loro
ble) vengono organizzati ogni l’Ig Nobel all’Economia visti “i soldi.
anno da una rivista satirica An- nuovi metodi d’investimento” Mar tino
nals of Improbable Research, che promossi; la Bp responsabile
dà conto di tutte le ricerche “im- della “Marea Nera”, ha vinto di- è SONO SEMPRE più
probabili” realizzate nel mon- mostrando che “il petrolio non preoccupato, non vedo
do. L’Ig Nobel alla categoria si scioglie nell’acqua”. Sembra- progetti, non vedo la voglia
“Trasporti”, quest’anno, è anda- no premi inutili. Ma in realtà la di crescere, non vedo
to ad uno studio, già pubblicato ricerca scientifica prevede an- futuro... ecco questo mi
sulla rivista Science, che afferma che la “serendipity”, ovvero la preoccupa ancora di più!
l’utilità dell’osservazione di “al- gioia di scoprire qualcosa men- Stiamo andando a picco e
cuni tipi di muffe” per analizza- tre si cerca... qualcos’altro: l’in- l’inerzia del nostro peso ci
re la disposizione dei binari del novazione e l’evoluzione passa- sta portando sul fondo.
treno. Un team dell’Università no anche da vie “improbabili”. Il sito Improbable Research; Firefox Forse è vero che ormai ci
di Catania, invece, ha vinto di- f.mello@ilfattoquotidiano.it “mangia” Explorer; lo striscione alla libreria resta solo che sperare in un
Altroquando; la copertina di Wired Usa con santo... ma quale?
Dennis Crowley, co-fondatore di Foursquare Emiliano

è NESSUN problema, si
andrà alle elezioni prima o
GRILLO DOCET poi e vinceranno le
MARCHIONNE E... opposizioni. Rimetteranno a
KENNEDY posto i conti, prelevando di
Marchionne ha citato nuovo dal lavoro dipendente
senza alcuna vergogna il celebre e dalle classi medie, e
discorso di Robert Kennedy sulla riconsegneranno il paese a
felicità e sull’inganno del Pil. Lo ha questa cricca che avrà di
fatto al Convegno fiorentino dei nuovo una torta da
Cavalieri del Lavoro a sostegno spartirsi. Il debito crescerà
della sua politica industriale (a proposito... di nuovo ed il gioco si
qualche operaio è mai stato insignito di questa ripeterà all’infinito. Che
onorificenza?). Marchionne rivendica il merito di aver pena.
dato “uno scossone all’obsoleto sistema di relazioni Sx2
industrial”", forse lo ha fatto ignorando la sentenza
della magistratura che gli imponeva di riammettere è ASSURDO. Se penso a
tre operai in fabbrica. E fa pure il sermone agli italiani, tutti i soldi che si buttano
ci ricorda la carità pelosa degli Agnelli di cui, va via (pensate ai soli
ricordato, lui è solo un impiegato molto ben contributi all’editoria), a
pagato “Investiamo 20 miliardi in Italia quando quelli che non si vogliono
la razionalità economica ci spingerebbe a recuperare (l’evasione, per
spostarci altrove e prendiamo anche schiaffi, ci dirne una), a quelli che non
dicono che attentiamo alla Costituzione. È si vuole smettere di
falso. L’unica cosa che chiediamo è la garanzia di spendere (costi della
poter lavorare. Noi e le nostre persone. E il politica, le provincie) e che
Paese”. La Fiat che investe è una barzelletta. Chi non si osa chiedere (le tasse
ha investito sulla Fiat sono state generazioni di che B. non vuole pagare). se
tecnici e operai italiani che vi hanno lavorato e lo penso a tutto questo e poi
Stato, per decenni, con le rottamazioni, la cassa sento parlare Tremonti o
integrazione, le defiscalizzazioni. Tutto a carico dei Berlusconi, mi chiedo come
contribuenti. Se la Fiat vuole andarsene, faccia pure, potremo sopravvivere ai
ma prima prossimi due anni. Questo
restituisca i è NON È TEMPO PER “NEWS PASS” Paese andrà definitivamente
miliardi di euro LO STORE ONLINE DEI SINGOLI ARTICOLI in pezzi.
di aiuti statali. E Lo aspettano tutti i possessori di iPad e FrancescoP
le fabbriche le tablet vari. Lo aspettano gli editori dei
lasci qui, sono giornali di tutti il mondo che sperano di è IO DI matematica non ci
è PERICOLO FOURSQUARE
dello Stato Italiano. uscire dalla crisi della carta stampata capisco nulla ma ho capito
L’AVVERTIMENTO DELL’ESERCITO UK
Pagate e strapagate. grazie a servizi a pagamento su Internet. che siamo uno dei Paesi più
Problemi della geo-localizzazione:
Questa è “razionalità Eppure, come annuncia Google, per indebitati. E noi paghiamo!!!
come abbiamo raccontato, con
economica”. avere un sistema simile ad Apple Store – Francesca
Foursquare e Facebook Place adesso
sul quale sia possibile comprare i singoli
sui social network si possono
articoli da diverse testate – bisogna è MAH!!! Ogni volta che
condividere e commentare i luoghi
attendere. “Da diversi mesi, Google ha sento Tremonti dire il tv che
della nostra vita quotidiana (utilizzando i cellulari Gps ). Il
manifestato la volontà di aprire un tavolo non ci sarà bisogno di
successo ottenuto da queste applicazioni però si trascina
di discussioni con gli editori di giornali nessuna finanziaria
dietro dei problemi di privacy per i cittadini, ancora di più
per riuscire a capire come le tecnologie aggiuntiva, ecco che di li a
per coloro che sono a conoscenza di informazioni sensibili.
possano essere d’aiuto per sviluppare dei poco si prospetta l’ipotesi,
Il ministero della Difesa britannico ha allora chiesto ai
modelli di business diversi per questa che puntualmente diventa
membri del Forze armate di non utilizzare servizi simili per
editoria” ha detto Gino Mattiuzzo, certezza, di mettere mano
non “compromettere involontariamente luoghi e
Strategic partner development di Google, ai conti pubblici.
operazioni militari”. L’avvertimento dei I funzionari della
durante un recente convegno. Per ora Enzo
Sicurezza ai membri del Forze armate è chiaro: Foursquare
però, è tutto a livello di esperimenti: lo
e Facebook Places possono essere usati dai terroristi per
stesso Mattiuzzo ha smentito che Google è LA LOTTA all’evasione
colpire i potenziali obiettivi. (Pasquale Rinaldis)
stia per lanciare applicazioni tipo “news penso sia l’ultimo pensiero
pass”, un sistema di micro pagamenti per di questo Governo di
l’accesso alle notizie on line del quale si irresponsabili.
era parlato negli scorsi mesi. Angela
pagina 18 Martedì 5 ottobre 2010

SECONDO TEMPO

Noi&loro
PIAZZA GRANDE É di Maurizio Chierici

ALTA MODA, MADE


IN BANGLADESH
L’Iran, gli Usa e la pena di morte C hi racconta le ragazze che zampettano nelle passerelle
dell’alta moda (Milano, Parigi) arpeggia meraviglie
irraggiungibili. Eppure non sono irraggiungibili: “Compra
meno, scegli meglio, indossa più volte un abito e divertiti a
di Sergio D’Elia con uno o due colpi in modo da Ahmadinejad Brown un rinvio di soli 2 giorni, reinterpretarlo”, buonsenso distribuito alle giovani donne
poter provocare una morte len- sufficienti però a superare il 1° che al mattino timbrano in fabbrica o dondolano sui treni
l presidente iraniano ta e dolorosa. paragona il caso ottobre, data di scadenza

I
pendolari. I flauti delle poetesse della moda cantano i
Mahmoud Ahmadinejad Questo accade solo in Iran, ma dell’unica dose di sodio tiopen-
ha accusato l’occidente di nel resto del mondo-boia il pas- Sakineh a quello di tale a disposizione del boia ca-
deserti verdi di Armani o gli uccelli del paradiso Dior
mescolando “l’opulenza dei faraoni all’innocenza delle
avere un doppio standard, saggio dall’età della pietra alla Teresa Lewis, ma il liforniano.
vergini”. Ma è un’arcadia concreta. Fa girare miliardi,
avendo criticato il regime ira- “civiltà” dell’iniezione letale L’unico a non avere problemi
distribuisce lavoro. Purtroppo nelle etichette firmate dalle
niano per la vicenda di Sakineh non può essere considerato una confronto non regge: col Pentotal sembra essere il Te-
grandi firme manca la piccola informazione bene in vista
Ashtiani, mancando invece di conquista. xas, campione americano di pe-
mobilitarsi per Teresa Lewis, Il 28 settembre scorso negli Stati a differenza del na di morte. “Abbiamo tre ese- nei supermercati: sulla plastica che avvolge carne, uova,
giustiziata nella civile e demo- Uniti è successo qualcosa di sur- cuzioni previste entro la fine pere due righe fanno sapere se arrivano dal Piemonte o dal
cratica America. reale e più incomprensibile del monolitico regime dell’anno e abbiamo provviste Cile. L’alta moda lascia perdere. Attraversa i tropici
Al di là dell’apparente somi- caso di Teresa Lewis. Un giova- sufficienti per eseguirle”, ha di- cancellando le tracce. Distrazione o vergogna? Poco prima
glianza dei casi giudiziari, il ne bianco di 31 anni, Brandon
iraniano, nella chiarato Michelle Lyons, porta- che “avvolti nelle nebbie sfilassero divertenti abiti
confronto tra Sakineh e Teresa Joseph Rhode, è stato giustizia- burocrazia yankee , a voce del Texas Department of fantasma” uno sciopero ha minacciato di paralizzare la
non regge da molti punti vista. to nel penitenziario di Jackson Criminal Justice di Huntsville. gran boucle. Tre milioni e mezzo di operaie al lavoro nelle
La Lewis è stata condannata a in Georgia mediante iniezione volte, si può bloccare Alcuni fautori della pena capita- 4500 fabbriche d’abbigliamento hanno bloccato la
morte per aver pianificato l’as- letale. La settimana prima aveva le negli Stati Uniti sospettano produzione e agitato le piazze del Bangladesh. Cartelli
sassinio del marito e del figlio tentato di suicidarsi tagliandosi la macchina che la casa farmaceutica Hospi- disperati: pretendono il raddoppio della busta paga.
adottivo di lui. La Ashtiani è en- con una lametta le vene e la gola. ra ha orchestrato la penuria di
trata in carcere per subire 99 Era stato salvato grazie all’inter- mostruosa Pentotal perché contraria
Sgobbano 12-14 ore; guadagnano 1.600 taka al mese, 25
dollari, meno di un bottone degli abiti che sciolgono la
frustate per “relazioni illecite”, vento del personale carcerario e all’uso del suo prodotto nel si-
prosa di chi ne canta la bellezza. Non ce la fanno più con 83
poi è stata imputata di compli- al ricovero in ospedale. Poi è tor- stema della pena di morte. La
cità nell’omicidio del marito e, nato sul lettino dell’iniezione le- ditta ha spiegato che la carenza centesimi al giorno. Qualche tempo fa una sindacalista mi
ad oggi, non sappiamo con cer- tale e agli addetti sono serviti cir- deriva dalla carenza di un altro ha accompagnato in una fabbrica non lontana da Dacca.
tezza se il processo contro Sa- ca 30 minuti per trovare le vene farmaco, il Propofol, di più co- Piccola, “solo 215 dipendenti”, subappalto di un
kineh si è concluso oppure no, dove iniettare il cocktail morta- mune uso nelle sale operatorie, subappalto. Le operaie vivono praticamente lì. Solo poche
se sarà condannata per adulte- le che a sua volta ha impiegato il che avrebbe indotto diversi ore di sonno nelle baraccopoli cresciute attorno.
rio o per omicidio, se sarà la- 14 minuti prima di fare effetto. È anestesisti a ripiegare sul Pento- Figuriamoci se c’è la mensa. Arrivano con la scodella di riso
pidata o, bontà loro, solo im- stato giustiziato dagli stessi ad- tal, generando così la scarsità da scaldare sui fornelli ad alcol. Verdure nel cartoccio.
piccata. Non è neanche vero detti che erano meritoriamente del barbiturico. La Hospira ha L’acqua del rubinetto. Anche l’islam non ossessivo del
che Teresa non aveva suscitato intervenuti per salvargli la vita. assicurato che le scorte potreb- Bangladesh non gradisce “l’impurità” delle donne che
interesse e scatenato reazioni Mentre in Ohio i funzionari pe- bero essere ripristinate nei pri- sudano mescolate agli uomini. Nessuno se la sente di
come è avvenuto per Sakineh. L’America dura che nitenziari stanno decidendo il mi mesi del 2011, forse a marzo, sposare una svergognata. Ecco un esercito di figli senza un
Il suo caso aveva fatto arrivare (forse) sa valutare calendario delle esecuzioni pro- ma ha anche ribadito che “la dit- padre riconosciuto. Accanto al deschetto o al telaio di
sul tavolo del governatore del- prio basandosi sulla difficoltà a ta produce questo farmaco per madri o sorelle grandi, bambine di dieci anni imparano il
la Virginia 4.000 richieste di reperire il Pentotal, in Oklaho- migliorare o salvare una vita mestiere, apprendistato che la H&M svedese, gigante
grazia, tra le quali anche quelle QUESTA È (ANCHE) l’Ame- ma un’esecuzione è stata rinvia- umana e che il suo uso va limi-
dell’abbigliamento, sta formalizzando nei corsi annunciati
di rappresentanti dell’Unione rica, dove però un fatto recente ta dopo che un giudice federale tato esclusivamente alle indica-
europea e personalità come lo potrebbe dare un po’ di respiro ha imposto un’udienza pubbli- zioni scritte sull’etichetta del con cerimonie solenni. Adolescenti sedute sui banchi perché
scrittore John Grisham o Bian- ai detenuti del braccio della ca per discutere la richiesta del- farmaco”, il quale “non è indica- “l’analfabetismo resiste e noi le aiutiamo così”. Aiutano a
ca Jagger. morte. Da qui alla fine dell’anno lo Stato di sostituire il Pentotal to per la pena capitale”. guadagnare meno di un dollaro quando l’export bengalese
sono 17 i candidati a finire sul con un farmaco considerato A differenza del tetro e monoli- fattura dodici miliardi. Buona parte dei proprietari delle
Due diverse facce lettino dell’iniezione mortale, equivalente. Da qui alla fine tico (in ogni senso) regime dei industrie dove nasce il made in Italy siedono nel Parlamento
ma la maggior parte di loro po- dell’anno, il Missouri giustizierà Mullah, nel complesso e con- nazionale. Onorevoli che non si formalizzano a proposito
dello stesso dolore
trebbe ricevere uno stop un solo detenuto, Roderick Nu- traddittorio sistema americano del conflitto di interessi. Ritagliano le leggi sui loro guadagni
dell’esecuzione di diversi mesi nley. La sua esecuzione è previ- della pena di morte, a volte ba- e per non perdere i clienti che illuminano le vetrine delle
DETTO QUESTO, Sakineh e per la penuria di sodio tiopen- sta per il 20 ottobre, le altre slit- sta un granello di sabbia o di sale nostre città hanno pianificato un paradiso industriale dai
Teresa restano le due diverse tale (Pentotal), il barbiturico teranno perché il Pentotal scade in zucca, per bloccare il mecca- prezzi stracciati come ogni imprenditore del mondo libero
facce della stessa, fasulla e arcai- presente in tutti i protocolli di a gennaio e altro non se ne trova. nismo. sogna e pretende. L’esempio dell’H&M fa ridere ma
ca medaglia della pena di morte. iniezione letale dei vari Stati L’Arizona ha annunciato la fine solo un po’: c’è un giudice a Stoccolma che vuol
I principi, eguali e contrari, del- Usa. delle scorte del farmaco e che capire come mai i manager del profondo Nord
la legge islamica del taglione da Il 25 agosto il Kentucky ha reso sarà difficile riesca a procurarse- pagano niente di tasse nel Bangladesh dove nascono
un lato e della legge biblica noto di avere in magazzino solo ne una dose per procedere a
le loro carissime meraviglie. Appena 63 euro nel
dell’occhio per occhio dall’al- 9,5 grammi del farmaco. Per una un’esecuzione programmata
tro, si infrangono nella stessa esecuzione servono 3 grammi, per la fine di ottobre. 2009. “Abbiamo rispettato le regole”, rispondono gli
aberrante logica secondo cui la più altri 3 come “emergenza” In California è successo qualco- avvocati. E i politici o ex ministri proprietari delle
vita si difende infliggendo la nel caso di complicazioni. Que- sa di inimmaginabile fino a poco fabbriche un po’ si scusano perché la moda in crisi e
morte. Né il metodo di esecu- sto ha indotto il governatore de- tempo fa. Il 30 settembre, il giu- la concorrenza cinese spietata. Devono arrangiarsi;
zione può fare la differenza. Cer- mocratico Steve Beshear a fir- dice federale Jeremy Fogel ha re- contenere gli stipendi necessità irrinunciabile.
to, la lapidazione è il più terribi- mare solo uno dei tre ordini di spinto le pressioni di governato- L’Italia è un buon cliente: ogni anno compra di più,
le. Il condannato viene avvolto esecuzione e a disporre un rin- re e autorità penitenziarie per- affari che crescono del 13 per cento nel 2009. I nomi
da capo a piedi in un sudario vio per gli altri due. I funzionari ché convalidasse in extremis il dei traghettatori sfavillano a ogni passo dello
bianco e interrato, la donna fino penitenziari del Kentucky non nuovo protocollo dell’iniezione shopping: Oviesse, Coin, Zara, nani e giganti
alle ascelle, l’uomo fino alla vita. avevano trovato altro Pentotal letale dello Stato che avrebbe nell’elenco che non finisce più. E la gente che fa
Un carico di pietre viene porta- né sul mercato né in prestito da consentito la sera stessa l’esecu- spesa non ha voglia di pensare all’agonia delle
to sul luogo e funzionari incari- altri Stati; anzi, hanno racconta- zione di Albert Greenwood Bro- donne costrette a mendicare pochi centesimi per
cati o semplici cittadini autoriz- to che mentre loro stessi contat- wn, un nero di 56 anni condan- consolare le nostre vanità. Con le tasche quasi vuote
zati effettuano la lapidazione. Le tavano altri Stati alla ricerca di nato a morte per aver stuprato e impossibile preoccuparci delle loro tristezze. In
pietre non devono essere così Pentotal, altri avevano contatta- ucciso una ragazza. In mattinata fondo, poi, chi sono ? mchierici2@libero.it
grandi da provocare la morte to loro per lo stesso problema. il giudice Fogel ha concesso a

Di insopportabile
La blasfemia nell’Italia di
Berlusconi non c’è
tero Paese. E poi se è l'ora di
finirla con l'impresentabile
Berlusconi, per ben altri
motivi delle sue barzellette,
tri. Perché noi oltre che di
Santi, di Poeti e di Naviga-
tori, siamo anche un popolo
di Bestemmiatori (si pensi

del Paese reale la sua bestemmia


ma il tartufismo
è anche l'ora di finirla con
Papi, Cardinali, Cei, Bagna-
schi, preti di tutte le risme
che, con un pretesto o con
un altro, entrano ogni gior-
alle "madonne", quasi liri-
che, dei toscani).
Monsignor Fisichella ha det-
to che la blasfemia di Ber-
lusconi va giudicata all'in-
peloso del Vaticano no a piedi uniti negli affari terno del contesto in cui è
di Massimo Fini procedimenti, attraverso si indigna per una mezza be- interni dello Stato italiano avvenuta.
una settantina di società che si indigna per stemmia inserita in una bar- (se Sarkozy, in una cena fra Una volta tanto siamo d'ac-
n questi anni Silvio Ber- off-shore è autore di un'eva- zelletta detta da Berlusconi amici, avesse raccontato cordo e speriamo che la

I lusconi ha aggirato nel sione fiscale colossale, tutti


una parola , ma in privato un anno fa. E i una barzelletta blasfema, pseudobestemmia di Berlu-
modo più turpe un'orfa- atti oltre che penalmente ri- dimentica l’orrore giornali gli vanno pedisse- nessun Osservatore Romano sconi serva almeno a evitare
na di padre e di madre, levanti, moralmente ripu- quamente dietro. Questo è sarebbe intervenuto). Se le un grottesco cartellino ros-
minorenne, sfilandole qual- gnanti, e l'Osservatore Roma- dei gesti quotidiani un Paese che ha perso ogni opposizioni e i giornali che, so al calciatore che, preso
che decina di miliardi, ha no, alias il Vaticano, non solo senso della gerarchia dei va- in modo diverso, la fian- un tremendo pestone dal-
giurato il falso in Tribunale, non ha mai mosso orecchia di un eversore lori e delle cose che sono cheggiano vogliono rendere l'avversario, sacramenta co-
ha commesso gravi reati da ma, soprattutto sotto la di- importanti e di quelle che l'ennesimo favore a Berlu- me dio comanda.
cui è uscito assolto solo per rezione di Mario Agnes, ma non lo sono affatto. “Insop- sconi insistano pure, invece Perché questo è il nuovo re-
prescrizione, ha corrotto un anche dopo, ha attaccato rispetto della legge cui tutti portabile” non è la pseudo- che sulla sentenza Mills, su golamento della Figc in
testimone in giudizio per- costantemente la Magistra- siamo tenuti e in particolare bestemmia di Berlusconi, questa sciocchezza dell'"or- omaggio all'ipocrisia di un
ché desse una falsa testimo- tura italiana quando si è per- chi ricopre alte e altissime ma l'ipocrisia, il tartufismo, chidea" che se allarma alcu- Paese che è cattolico a pa-
nianza che gli è servita per messa di richiamare il Cava- cariche pubbliche. Insorge il moralismo un tanto al chi- ne beghine cattoliche lo role e nelle parole e profon-
salvarsi in un paio di altri liere e i suoi accoliti a quel improvvisamente adesso e lo che permeano ormai l'in- rende simpatico a tutti gli al- damente blasfemo nei fatti.
Martedì 5 ottobre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

MAIL BOX
LA VIGNETTA

Berlusconi, la sua laurea


e le inesattezze che dice
Berlusconi dice che l’Università
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO
va riformata se è vero che ha
dato la laurea ad uno come Di IL FEDERALISMO
Pietro. Anche lui però la laurea
in giurisprudenza non è che se la
sia proprio meritata. Continua a
IN CORSIA
ripetere ossessivamente che i aro Colombo, pochi ma che sono in grado di funzionare solo
PM fanno abrogare le leggi dalla
Corte Costituzionale: ma che
C si avvicina il fatidico federalismo
e già è cominciata la corsa alla
se continuamente e adeguatamente sostenuti.
Il problema di un simile piano si riproduce in
voto ha avuto in Diritto Pub- chiusura degli ospedali. Tutto quello ogni regione, e, prima della politica, riguarda
blico? Non sono i PM, ma i giu- che vedono i cittadini è che i servizi la logistica, l’organizzazione, la competenza,
dici che rinviano le leggi alla diminuiscono, insieme con il lavoro e la coscienza, da un lato; e i diritti dei cittadini
Corte e questa non abroga un i diritti dei cittadini. Possibile che dall’altro. Ogni giorno vengono annunciati
bel nulla (questo è un potere tanti non se ne accorgono, non si nuovi tagli alla spesa medica e chiusura di
che compete al Parlamento o, in siano ancora risvegliati? ospedali, buttando nello stesso cesto sprechi,
caso di referendum, al popolo). Angela disonestà e liquidazione di centri di grande
La Corte dichiara semplice- qualità medica. Sentite un caso italiano. A
mente che la legge viola un prin- IL MIO problema più grande non è con Roma il governo regionale di centrosinistra ha
cipio fissato dalla Costituzione, chi si è messo in tutti questi anni dalla parte chiuso l’ospedale San Giacomo, l’unico nel
che – come un laureato in giu- di Berlusconi, si vergogna a dirlo e non si fida centro storico e dunque turistico di Roma, e
risprudenza dovrebbe sapere – a dissociarsi. Il fenomeno del distacco è ha disperso alcuni reparti ritenuti di grande
contiene norme di rango supe- sempre molto più lento dell’atto di fede. Ma il valore ( rianimazione, cardiologia, dialisi). Ha L’abbonato Precisazione
riore alle leggi ordinarie. Dica mio problema, ovvero ansia, incertezza, spostato molti medici e tecnici all’ospedale
dunque qualche sciocchezza in dubbio, disorientamento che forse tanti Regina Margherita. In questi giorni la regione del giorno Rispetto all’articolo “Lo-
meno e abbia più rispetto della condividono, è verso il partito democratico. di centrodestra chiude il Regina Margherita, do Lega, la banda armata
Costituzione e dei suoi custo- Non vorrei essere frainteso. Non è una disperdendo di nuovo medici e infermieri. non è più reato” pubblica-
di. questione di critica, che è vita e sistema Come in mille altri casi in tutta Italia niente GRAZIELLA RAVAGNI to sul Fatto di sabato, pre-
Nevio Pelino nervoso di ogni associazione umana. Provo a piano, niente strategia, non si ascoltano voci di ciso che il decreto
dire così la mia obiezione al Pd, del cui gruppo esperti,non si formano comitati di persone che Ciao ragazzi, siamo n.66/2010 che abolisce il
La verità di Presadiretta parlamentare faccio parte alla Camera. Vorrei sanno, compresi i medici e i tecnici che in Claudio e Gaia, e questa delitto previsto dal decre-
vederlo vivo. Un partito vivo dovrebbe avere quegli ospedali lavorano. Solo politici che nella foto è la nostra to 43/1948 comprende
della crisi in Italia un piano sanitario. Un piano sanitario vuol commettono errori e contabili che si simpatica nonnina da 2272 articoli e che la nor-
Dopo aver assistito, non senza dire prima affrontare il problema della salute affannano a rimediare tagliando. Tagliano a Rovereto (TN). ma abrogativa è contenuta
angoscia, alla trasmissione di Ia- (prevenzione, cura specializzazione, chirurgie, caso. Il presente dei pazienti italiani del È abbonata al Fatto nell'articolo 2268 comma
cona, desidero sapere se è a vo- patologie che durano una vita) come Paese. I sistema sanitario pubblico è incerto. Legato al Quotidiano e lo legge 297.
stra conoscenza il fatto che an- punti di eccellenza, di ricerca, di caso, al valore individuale, di un pronto sempre con piacere. Marco Travaglio
che il buon Sacconi, o l'eclettico sperimentazione, di interventi d’avanguardia, soccorso o di un reparto di ginecologia. Il Oggi è il suo compleanno e
Tremonti, l'energica Gelmini e non possono moltiplicarsi in ciascuna regione futuro, con questo tipo di federalismo e le vogliano augurarle tanti
così via nella nomenclatura po- del paese. Già adesso, sia pure a costi molto sperequazioni paurose che porterà, un auguri. Siete fantastici,
litica di questo Paese, a loro vol- alti, il mondo cura il mondo. Allo stesso modo incubo. continuate Rosy Bindi è stata offesa
ta hanno assistito alla decima- l’Italia cura (dovrebbe) l’Italia senza stupidi così: a
zione scientifica delle facoltà co- centralini che rispondono in dialetto e con Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano darci un così come tutte le donne
gnitive e imprenditoriali in cui certi pazienti di tutto il paese che sono accolti 00193 Roma, via Orazio n. 10 bel Gentile redazione,
versa l'Italia. Se hanno assistito in certi centri avanzati che potranno essere lettere@ilfattoquotidiano.it giornale, vi scrivo in merito alla bestem-
alla trasmissione, vorrei anche con le mia del nostro premier. Ma è
sapere se sono ancora del pa- notizie possibile che nessuna donna si
rere circa l'ormai "evidente ri- che sia sentita offesa? Si parla del
presa" del sistema economi- altrimenti mondo cattolico, ma per me è
co-intellettuale dell'Italia. In
pocchissime paole: chi mente al IL FATTO di ieri 5 ottobre 1969 nesima barzelletta misogina su
Rosy Bindi. Pensare ad una spe-
non si trovano. più preoccupante l'offesa rivol-
ta al mondo femminile, a quelle
Paese? Silviano Forte “E ora qualcosa di completamente diverso !”. Sul filo di cie di zona franca per il re Sole di Raccontati e manda una foto a: donne che rivendicano una lo-
questo tormentone, quasi un grido di battaglia contro il Arcore, a cui è permesso di an- abbonatodelgiorno@ ro identità. Mi dispiace tanto
Il movimento 5 Stelle “politically correct”, i Monty Pyton’s irruppero il 5
dare contro il secondo coman- ilfattoquotidiano.it che sia stata fatta una battuta
damento per tutelare i vari aiuti del genere nei confronti di una
e gli altri partiti ottobre ’69 sulla BBC col loro Flying Circus e da quel economici che questo governo signora di una certa età e di un
Caro "Fatto Quotidiano", ho momento, nel mondo dei comic-show , nulla fu più anticristiano ha dato alla chiesa determinato spessore umano e
letto la risposta della signora uguale a prima. A colpi di nonsense , di di Roma, è scandaloso tanto so con certezza che il lupo perde politico. Tralasciamo il fatto
Aurelia Del Vecchio al signor understatement, di satira “demenziale”, il terribile quanto la bestemmia del re So- il pelo ma non il vizio, mi ter- che personaggi pubblici do-
Danilo Rigosa, nella quale si in- sestetto britannico smonterà, nelle 45 puntate della le. rorizza il pensiero che un giorno vrebbero avere un minimo di
vita il Movimento 5 stelle ad es- serie più anarchica della storia della tv, tutti i codici Anilo Castellarin il Cavaliere possa essere eletto buon senso nell'evitare battute
sere realista e pragmatico in della comicità british, e non solo. Uno humour surreale Presidente della Repubblica. di pessimo gusto, ormai è la
modo da contribuire a salva- che i sei ragazzacci di Cambridge affideranno al loro Corna, battute e barzellette Che cosa potrà succedermi? Di- norma.
guardare quel poco di buono Circus, irresistibile mix di sketch dissacranti, in cui, venterò uno dei misteriosi casi Susi Zorzi
che ancora sussiste. Cara signo- dall’establishment alla piccolo-borghesia rampante,
Berlusconi ha esagerato di SHC (Spontaneous Human
ra, il Movimento 5 stelle ha in alla working-class, nessuno verrà risparmiato. Prelati, Credo di essere una bestia rara, Combustion)? In ogni modo, è
programma una profonda tra- uomini della City, travet in carriera, pseudo proletari, un tipo da prendere in giro, una forse un peccato che perlomeno
sformazione della politica e del- personaggi spacconi, stolti o impacciati, tutto un mosca bianca, uno quasi da bar- in Italia io sia una rarità. IL FATTO QUOTIDIANO
la vita degli italiani, tutto il resto universo umano e sociale, con i suoi tic, i suoi tabù e le
zelletta. Nonostante la mia età, Renato Pierri via Orazio n. 10 - 00193 Roma
è aria fritta. Secondo me sono ancora non ci ho fatto l'osso e, lettere@ilfattoquotidiano.it
sue nevrosi, verrà sbertucciato, in un gioco di
gli altri partiti che devono venire cosa da non credere, ancora ar-
a noi, facendo proprio integral- disarticolazione della realtà, in equilibrio tra caricatura, rossisco (nel vero senso del ter-
mente il programma del Movi- burlesque e cabaret d’autore. Una piccola rivoluzione mine), ogni volta che il presiden-
mento. Ma quale partito sareb- culturale firmata Monty Pyton’s, i sei “svitati” dello te del Consiglio se n'esce con
spettacolo destinati a far scuola, col loro senso lunare Direttore responsabile
be tanto pazzo o suicida da fare una delle sue. Corna in pubblico,
a meno di rimborsi elettorali, dell’idiozia comica. battute sulle donne da far con- Antonio Padellaro
grassi stipendi, pensioni parla- Giovanna Gabrielli correnza ad uno scaricatore di
Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
mentari dopo due anni e mezzo porto, barzellette antiebraiche,
di Parlamento come noi propo- ed ora anche una bestemmia. Ed Progetto grafico Paolo Residori
niamo e applichiamo? Ai po- sempre in questi momenti saper tuazioni politiche”, è stupefa- io che, pur essendo vissuto da Redazione
stiueri l'ardua sentenza. Un caro contestualizzare le cose, e cer- cente. Fisichella, presidente del piccolo in una città dove le im- 00193 Roma , Via Orazio n°10
saluto a tutti. tamente non bisogna diminuire Pontificio consiglio per la pro- precazioni si sprecavano, non ho tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
Paolo Lovera la nostra attenzione quando sia- mozione della nuova evangeliz- mai bestemmiato in vita mia (i sito: www.ilfattoquotidiano.it
mo persone pubbliche, a non zazione, secondo il mio punto di ragazzi a scuola non mi volevano
Editoriale il Fatto S.p.A.
B. come bestemmia venire meno a quello che il no- vista, dovrebbe cominciare ad credere), io che ho sempre ri-
Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
stro linguaggio e la nostra con- evangelizzare la propria co- preso gli alunni quando li sentivo
e le scuse mancate dizione; dall’altra credo che in scienza cristiana. E’ incredibile bestemmiare, come posso non Presidente e Amministratore delegato
Giorgio Poidomani
Una bestemmia rimane una be- Italia dobbiamo essere capaci di che questo monsignore cerchi arrossire qualora l'autore del-
stemmia. Sempre. Dire come fa non creare delle burrasche ogni di scusare Berlusconi per aver l'atto incivile sia un presidente Consiglio di Amministrazione
Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
monsignor Fisichella: “Bisogna giorno per strumentalizzare si- bestemmiato raccontando l’en- del Consiglio? E adesso, poiché
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
• Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A.,
Per qualsiasi altra informazione in merito Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo
può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Ag. 105 Via Sardegna Roma
• Abbonamento PDF annuale +39 02 66506795 - +39 02 66505026 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
• Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739
Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail
• Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
POWERED BY

OLTRE LE SOLITE STORIE