Sei sulla pagina 1di 12

Atlasul

Toponomastic al
Piemontului Montan (ATPM)
propuneri, metode și rezultate


Alberto Ghia
Università degli Studi di Torino
atpmdsl@unito.it

Obbiettivi dell’ATPM
•  Raccogliere i nomi di
luogo dell’area
montana piemontese
•  553 comuni (55% del
territorio regionale)
•  quattro aree
linguistiche principali:
FRANCOPROVENZALE
OCCITANO,PIEMONTES
E, WALSER
La raccolta sul campo
L’ATPM ricorre di preferenza a raccoglitori LOCALI, che
conoscono bene il territorio e il dialetto, e fornisce loro
alcuni strumenti per procedere a una raccolta efficace:
a) un sistema di ortografia semplice…
Una carta muta
la scheda toponimo
Alcun risultati (dal 1983 ad oggi)

•  158 comuni coinvolti


•  55 monografie
pubblicate
•  76000 toponimi
archiviati
•  220 raccoglitori
•  2800 informatori
Le nostre pubblicazioni

55 volumi (1990 - 2017); in pubblicazione VIOLA e CERES


ogni pubblicazione è formata da un dizionario e da un set di carte
Toponimi e lessico comune
La maggior parte dei toponimi che abbiamo raccolto sono
trasparenti (cioè nomi di luogo che gli informatori collegano
al lessico dialettale comune); a livello popolare il numero
dei toponimi trasparenti supera di gran lunga il numero dei
toponimi opachi.
Alcuni studi sul materiale ATPM
CUSAN Federica
(2006): La fitotoponomastica della Valle di Susa, Tesi di dottorato inedita discussa
presso l’Università degli Studi di Torino. Tutor: prof. Lorenzo Massobrio.
(2008): La fitotoponomastica della Valle di Susa: un sistema di denominazione del
paesaggio locale, in L’onomastique gallo-romane alpine, Actes de la conférence
annuelle (Saint-Nicolas, 15-16 décembre 2007), Région Autonomme de la Vallée
d’Aoste, Aoste: 309-339.
(2009): La designazione dello spazio vissuto. Analisi strutturale del sistema toponimico
della comunità di Massello (Val Germanasca, Piemonte), in «Bollettino dell’Atlante
Linguistico Italiano», III serie, 33: 87-107.
(2013): Funzione e motivazione dell’aggettivo nei repertori toponimici orali: un’analisi
dei dati pubblicati dall’Atlante Toponomastico del Piemonte Montano, in Bouvier J.-C.
(a cura di), Le nom propre a-t-il un sens? Les noms propres dans les espaces
méditerranéens. Actes du XVe Colloque International d’onomastique (Aix-en-Provence,
9-11 juin 2010), Presses Universitaires de Provence, Aix-en-Provence: 105-123.
(2014): Specie di spazi. Le reti toponimiche tra nodi, margini, confini e riferimenti. In
Cugno F./Mantovani L./Rivoira M./Specchia M.S. (a cura di), “Studi linguistici in onore
di Lorenzo Massobrio”, Istituto dell’Atlante Linguistico Italiano, Torino: 325-338.


CUSAN Federica/2
(2017): I cromotoponimi tra semantica del colore e semantica referenziale. Un caso di
studio offerto dai materiali dell’Atlante Toponomastico del Piemonte Montano. In:
«Caietele Sextil Puşcariu», III, 2017, Cluj-Napoca, p. 181–193

CUSAN Federica/RIVOIRA Matteo
(2015): Conoscere i nomi, conoscere i luoghi: dinamiche di trasmissione dei saperi
toponimici. In Porcellana V./Gretter A./Zanini R.C. (a cura di): Alpi in mutamento.
Continuità e discontinuità nella trasmissione delle risorse in area alpina. Edizioni
dell’Orso, Alessandria: 79-109.
(2016a): Restituire il sapere. L’esperienza dell’Atlante Toponomastico tra ricerca
scientifica e interesse comunitario, in Porcellana, V./Stefani, S. (a cura di), Processi
partecipativi ed etnografia collaborativa nelle Alpi e altrove, Edizioni dell’Orso,
Alessandria: 61-84.
(2016b): Nomi e luoghi della montagna piemontese, in Fantoni R./Cerri R./Carlesi P./
Rivoira M./Cusan F. (a cura di), I nomi delle montagne prima dei cartografi alpinisti,
Atti dei Convegni e Guida all’escursione (Varallo Sesia 16 ottobre, Milano 24 ottobre,
Val Vogna 25 ottobre 2015), CAI sezione di Milano/CAI Sezione di Varallo Sesia/Istituto
dell’Atlante Linguistico Italiano, Milano/Varallo Sesia/Torino: 109-122.
GHIA Alberto
(2017): Animali da allevamento e toponimia del Piemonte montano: prime
osservazioni, in G. Marcato (a cura di) Dialetto uno nessuno centomila, Clueb, Padova:
287-294.
(in stampa): Geonimi tra toponimia e lessicografia, in Stella Medori (a cura di), Actes
du Colloque Internationale à la memorie de Domenico Falcucci (Corte, Octobre 2015).

RAIMONDI Gianmario
(2010): La pianura in montagna. I toponimi correlati al tratto semantico /+orizzontale/
nei dati dell’Atlante Toponomastico del Piemonte Montano, in Franco Finco, Federico
Vicario (acd): Il mestri dai nons. Saggi di toponomastica in onore di Cornelio Cesare
Desinan, Società Filologica Friulana, Udine, pp. 435-448.

RIVOIRA Matteo
(2012a): Classer l’espace: le patrimoine toponymique oral d’une communauté de la
Vallée du Pélis, in Dalla Bernardina S. (a cura di) Analyse culturelle du paysage: le
paysage comme enjeu, Édition du CTHS, Neuchâtel: 113-125.
(2012b): Nomi di luogo, in Duberti N./Miola E. (a cura di), Alpi del Mare tra lingue e
letterature. Pluralità storica e ricerca di unità, Edizioni dell'Orso, Alessandria: 107-136.


RIVOIRA Matteo/2

(2013a): Système onymique et signification. Le cas de la Coumba di Charbounî dans la
Vallée du Pélis (Piémont), in Bouvier J.-C. (a cura di), Le nom propre a-t-il un sens?
Actes du XVème colloque d'onomastique (Aix-en-Provence, 2010), Presses
Universitaires de Provence, Aix-en-Provence: 93-104.
(2013b): L’identità sul cartello. Esperienze di toponomastica bilingue nelle valli
occitane del Piemonte, in «Géolinguistique», 14: 57-88.
(2014): L'identità sul cartello. Esperienze di toponomastica bilingue nelle valli occitane
del Piemonte, in Finco F./Iannàccaro G. (a cura di): Nomi, luoghi, identità.
Toponomastica e politiche linguistiche. Atti del Convegno Internazionale di Studi
(Cividale del Friuli, 17-19 novembre 2011), Società Filologica Friulana, Udine: 307-326.
(2016a): Note sulla toponimia di tradizione orale in margine alle ricerche dell’Atlante
Toponomastico del Piemonte Montano, in Del Puente P. (a cura di), Dialetti: per
parlare e per parlarne. Atti del Quarto Convegno Internazionale di Dialettologia
(Potenza, 6 novembre 2014; Castelmezzano 7 novembre 2014, Lagopesole 8
novembre 2014), Osanna Edizioni, Venosa: 259-271.