Sei sulla pagina 1di 17

ISTITUTO COMPRENSIVO di CASTEL MELLA

CURRICOLO DI
SCIENZE
Anno scolastico 2016-2017
SCHEMA DELLA DISCIPLINA - SCIENZE

FINALITÀ FORMATIVA
L’insegnamento delle Scienze ha come finalità generale l’acquisizione del metodo scientifico per comprendere l’uomo,
l’ambiente e le loro relazioni anche attraverso esperienze significative. Promuove atteggiamenti di curiosità verso il mondo e i
fenomeni naturali; sviluppa la capacità di osservare, ricercare e stabilire confronti, collegamenti, relazioni, condividendo con un
linguaggio appropriato il percorso effettuato. È essenziale che lo studio delle scienze favorisca atteggiamenti di cura e di rispetto
verso se stessi e verso l’ambiente sociale e naturale di cui si conosce e si apprezza il valore.

COMPETENZE CHIAVE EUROPEE


• Competenza in campo scientifico
• Senso di iniziativa
• Imparare ad imparare

ABILITÀ/PROCESSI COGNITIVI
fondamentali che connotano la disciplina
• Osservare, porre domande, formulare ipotesi
• Sperimentare
• Confrontare e trarre conclusioni
• Comunicare quanto esperito (produrre sintesi)

2
CURRICOLO DISCIPLINARE DI SCIENZE – SCUOLA PRIMARIA
CLASSE PRIMA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI


declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina
• L’alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimola a cercare → Osservare, porre domande e formulare
spiegazioni di quello che vede succedere. ipotesi
• Esplora i fenomeni attraverso esperienze concrete; con l'aiuto dell'insegnante assume un iniziale → Sperimentare
approccio scientifico → Confrontare e trarre conclusioni
• Individua negli elementi proposti somiglianze e differenze → Comunicare
• Riconosce elementari caratteristiche degli organismi vegetali e animali
• Ha atteggiamenti di cura verso l'ambiente naturale e di rispetto per l'ambiente scolastico

PROFILO DI COMPETENZA
Il bambino è in grado di
• Osservare fatti e fenomeni partendo dalla propria esperienza quotidiana, manipolando materiali per coglierne proprietà e qualità.
• Sperimentare: esplorare il mondo attraverso i 5 sensi.
• Confrontare e trarre conclusioni in base ad alcune caratteristiche degli esseri viventi e non viventi.
• Comunicare con le immagini e brevi didascalie le fasi di un esperimento.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE, PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Esplorare il mondo attraverso i 5 − Analizzare e classificare gli oggetti − Distinguere l’essere vivente dal − Verbalizzare con immagini o parole
sensi , analizzando le in base alle loro proprietà. non vivente. le conclusioni di un esperimento o
caratteristiche. − Cogliere le sequenze fondamentali − Classificare ed ordinare oggetti in di un’osservazione.
− Uscire sul territorio per osservare del ciclo vitale di un vivente nel base alle loro proprietà. − Usare i cinque sensi come via
le trasformazioni fisiche della contesto ambientale attraverso la − Osservare, confrontare e riflettere privilegiata per conoscere dati ed
materia ad opera degli agenti sperimentazione diretta. sui cambiamenti stagionali elementi della realtà circostante.
atmosferici e dell’ambiente ad

3
opera dell’uomo.
− Rilevare quotidianamente il tempo
atmosferico tramite semplici
grafici.
− Osservare e descrivere le principali
parti del corpo

4
CLASSE SECONDA – SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI


declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina
• L'alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a → Osservare, porre domande e formulare
cercare spiegazioni di quello che vede succedere ipotesi
• Esplora i fenomeni attraverso esperienze concrete; con l'aiuto dell'insegnante assume un → Sperimentare
approccio scientifico → Confrontare e trarre conclusioni
• Individua negli elementi proposti somiglianze e differenze → Comunicare
• Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali .
Individua nei fenomeni somiglianze e differenze , fa semplici misurazioni e registrazioni di dati.
• Ha atteggiamenti di cura verso l'ambiente naturale e di rispetto per l'ambiente scolastico

PROFILO DI COMPETENZA
Il bambino è in grado di
• Osservare piante ed animali, individuarne le caratteristiche e l’adattamento all’ambiente e alle condizioni atmosferiche.
• Sperimentare in concreto le fasi di vita di un vivente e la trasformazione della materia.
• Confrontare e trarre conclusioni: la struttura di oggetti semplici, analizzare qualità e proprietà, riconoscere funzioni e modo d’uso.
• Comunicare attraverso semplici grafici o verbalizzare oralmente.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE,PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Cogliere le principali − Individuare le fasi di vita di un − Osservare, confrontare e riflettere − Cogliere le principali
caratteristiche dei tre stati della vivente, attraverso la sui cambiamenti stagionali nel caratteristiche dei tre stati della
materia. sperimentazione pratica. regno vegetale e animale. materia.
− Osservare e descrivere le − Sperimentare la trasformazione − Compiere una prima − Rilevare quotidianamente il tempo
caratteristiche e i principali della materia. classificazione generale di animali atmosferico tramite semplici
bisogni di animali e piante. e vegetali. grafici o con osservazioni orali.

5
CLASSE TERZA – SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI


declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina

• L'alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a → Osservare, porre domande e formulare
cercare spiegazioni di quello che vede succedere ipotesi
• Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: osserva da solo o aiutato lo svolgersi dei fatti e → Sperimentare
lo descrive , formula domande , anche sulla base di ipotesi personali ; propone e realizza → Confrontare e trarre conclusioni
semplici esperimenti. → Comunicare
• Individua negli elementi proposti somiglianze e differenze
• Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali
• Ha atteggiamenti di cura verso l'ambiente naturale e di rispetto per l'ambiente scolastico
• Risponde a semplici domande con frasi corrette

PROFILO DI COMPETENZA
Il bambino è in grado di
• Osservare fenomeni atmosferici.
• Sperimentare le fasi del metodo scientifico: porsi domande, formulare ipotesi, verificarle e trovare conclusioni.
• Confrontare e trarre conclusioni relative alla realtà del mondo animale e vegetale in base ad alcune caratteristiche comuni.
• Comunicare attraverso schemi e mappe .

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE,PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Osservare nell’ambiente il − Effettuare esperimenti finalizzati − Confrontare , riconoscere e − Comunicare e rappresentare
comportamento della materia e i alla scoperta della composizione di riflettere sulle cause di fenomeni registrando i risultati in
suoi cambiamenti di stato in vari tipi di terreno e alle loro inquinamento diverse modalità: tabelle, grafici,
relazione agli agenti atmosferici. proprietà. − Acquisire maggior consapevolezza schemi.
− Classificare la materia in base a − Individuare, attraverso interazioni e verso la cura e il rispetto per − Descrive un ambiente e registrare i
criteri osservabili: organica, manipolazioni, qualità e proprietà di l’ambiente naturale e i suoi rapporti che si stabiliscono tra gli

6
inorganica, naturale, artificiale, oggetti . elementi e adotta atteggiamenti esseri viventi con l’ambiente stesso.
semplice, composta. − Sperimentare, descrivere e corretti.
rappresentare situazioni di fusione,
solidificazione, evaporazione,
condensazione dell’acqua.

7
CLASSE QUARTA – SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI


declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina

• L'alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a → Osservare, porre domande e formulare
cercare spiegazioni di quello che vede succedere ipotesi
• Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l'aiuto dell'insegnante e dei compagni → Sperimentare
osserva e descrive lo svolgersi dei fatti e formula domande pertinenti → Confrontare e trarre conclusioni
• Individua nei fenomeni somiglianze e differenze, registra dati significativi, identifica relazioni → Comunicare
• Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi vegetali
• Ha atteggiamenti di cura verso l’ambiente scolastico che condivide con gli altri.
• Rispetta e apprezza il valore dell’ambiente sociale e naturale.
• Espone in forma corretta ciò che ha appreso

PROFILO DI COMPETENZA
Il bambino è in grado di
• Osservare i più evidenti fenomeni celesti attraverso l’osservazione del cielo.
• Sperimentare i vari stati della materia facendo riferimento alla struttura esterna dei vari corpi.
• Confrontare e trarre conclusioni: gli esseri viventi in base alla morfologia.
• Comunicare i risultati degli esperimenti.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE,PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Osservare i comportamenti di − Realizzare semplici esperimenti − Riconoscere il valore dell’acqua − Interpretare e rappresentare i
materiali comuni in molteplici finalizzati al riconoscimento di come un bene da tutelare. fenomeni osservati in forma
situazioni per individuare alcuni concetti scientifici − Conoscere il processo di grafica e matematica.
proprietà e trasformazioni. fondamentali. potabilizzazione e depurazione − Comunicare, registrare e
− Osservare ed individuare la rete di dell’acqua. rappresentare situazioni di
relazioni tra i viventi e l’influenza − Realizzare esperimenti per misurazione di temperatura.

8
su di essi di fattori fisici ed conoscere e confrontare la diversa
ambientali composizione del suolo.

9
CLASSE QUINTA SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI


declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina
• L'alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a → Osservare, porre domande e formulare
cercare spiegazioni di quello che vede succedere ipotesi
• Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l'aiuto dell'insegnante e dei compagni → Sperimentare
osserva e descrive lo svolgersi dei fatti e formula domande pertinenti → Confrontare e trarre conclusioni
• Individua nei fenomeni somiglianze e differenze, registra dati significativi, identifica relazioni → Comunicare
• Espone in forma chiara ciò che ha sperimentato utilizzando un linguaggio appropriato. Trova da
varie fonti ( libri, internet, discorsi degli adulti, ecc…) informazioni e spiegazioni sui problemi che
lo interessano.
• Ha consapevolezza della struttura e dello sviluppo del proprio corpo, nei suoi diversi organi e
apparati, ne riconosce il funzionamento coordinato ed ha cura della sua salute.
• Ha atteggiamenti di cura verso l’ambiente scolastico che condivide con gli altri; rispetta e
apprezza il valore dell’ambiente sociale e naturale.
• Espone in forma chiara ciò che ha sperimentato utilizzando un linguaggio appropriato

PROFILO DI COMPETENZA
Il bambino è in grado di
• Osservare la struttura della Terra e i suoi movimenti interni.
• Sperimentare le diverse forme di energia e comprendere le possibilità di sfruttamento anche in relazione ai problemi ambientali.
• Confrontare e trarre conclusioni relative alle caratteristiche ed il funzionamento del corpo umano e ai fattori utili per la salute.
• Comunicare oralmente i risultati di osservazioni e sperimenti pratici attraverso il linguaggio specifico.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE,PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Osservare ambienti naturali e − Realizzare semplici esperimenti − Conoscere le fonti di energia( − Comunicare la struttura ed i
antropizzati circostanti e riflettere finalizzati al riconoscimento di termica ,luminosa,elettrica), principali componenti della cellula.

10
su alcuni interventi operati alcuni concetti scientifici rinnovabili e non rinnovabili. − Rappresentare i fenomeni
dall’uomo. fondamentali. − Riconoscere eventuali cause di osservati in forma grafica e
− Conoscere il funzionamento inquinamento. matematica.
dell’organismo umano in
particolare di alcuni apparati :
conoscere la struttura e le funzioni
di alcuni i apparati/ sistemi del
corpo umano e le relazioni che
intercorrono tra gli stessi.

11
CURRICOLO DISCIPLINARE SCIENZE
CLASSE PRIMA–SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI


declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina
• L’alunno esplora e sperimenta, in laboratorio e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni fenomeni, → Osservare, porre domande e formulare
ne immagina e ne verifica le cause; ricerca soluzioni ai problemi, utilizzando le conoscenze ipotesi
acquisite. → Sperimentare
• Sviluppa semplici schematizzazioni di fatti e fenomeni ricorrendo, quando è il caso, a misure → Confrontare e trarre conclusioni
appropriate e a semplici formalizzazioni → Comunicare
• Ha una visione della complessità del sistema dei viventi e riconosce nella loro diversità i bisogni
fondamentali di animali e piante, e i modi di soddisfarli negli specifici contesti ambientali.
• Rafforza la coscienza del proprio ruolo sulla Terra e del carattere finito delle risorse.
• Ha curiosità verso i principali problemi legati all'uso della scienza nel campo dello sviluppo
scientifico.

PROFILO DI COMPETENZA
Il ragazzo è in grado di :
• Porre domande verso i principali problemi legati all'uso della scienza nel campo dello sviluppo scientifico. Osservare e sperimentare, in
laboratorio e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni fenomeni. Formulare ipotesi e verificarne le cause;
• Ricercare soluzioni ai problemi, utilizzando le conoscenze acquisite.
• Avere una visione della complessità del sistema dei viventi e attraverso il confronto riconoscere la loro diversità.
• Comunicare con semplici schematizzazioni e formalizzazioni i fatti e fenomeni osservati.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE,PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Comprendere il concetto di − Ricavare i concetti di temperatura, − Raccogliere dati e rappresentarli − Descrivere le caratteristiche e la
trasformazione fisica e chimica calore, calore specifico , in varie graficamente. composizione di acqua, aria e
attraverso osservazioni di semplici situazioni di esperienza. − Classificare i viventi valutando suolo e le loro interazioni in un
esperimenti − Realizzare esperienze su: differenze e somiglianze fra le ecosistema locale.

12
− Comprendere e conoscere galleggiamento, vasi comunicanti, diverse categorie dei viventi. − Descrivere le caratteristiche dei
l’origine e la funzione del suolo cambiamenti di stato. − Assumere comportamenti e scelte viventi e di un ecosistema.
come ecosistema e come una personali ecologicamente corrette.
risorsa a disposizione − Rispettare e preservare la
− Esaminare al microscopio di biodiversità nei sistemi.
cellule vegetali e cellule animali
verificando le differenze e le
somiglianze.

13
CLASSE SECONDA SCUOLA SECONDARIA
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI
declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina
• L’alunno esplora e sperimenta, in aula e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni fenomeni, ne → Osservare, porre domande e formulare
immagina e ne verifica le cause; ricerca soluzioni ai problemi, utilizzando le conoscenze acquisite ipotesi
• Sviluppa semplici schematizzazioni e modellizzazioni di fatti e fenomeni ricorrendo, quando è il → Sperimentare
caso, a misure appropriate e a semplici formalizzazioni. → Confrontare e trarre conclusioni
• Riconosce nel proprio organismo strutture e funzionamenti a livelli macroscopici e microscopici, → Comunicare
è consapevole delle sue potenzialità e dei suoi limiti.
• Collega lo sviluppo delle scienze allo sviluppo della storia dell’uomo con particolare attenzione
nei confronti delle più comuni malattie.
• Ha curiosità e interesse verso i principali problemi legati all’uso della scienza nel campo dello
sviluppo scientifico e tecnologico

PROFILO DI COMPETENZA
Il ragazzo è in grado di:
• Osservare e sperimentare, in laboratorio e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni fenomeni. Formulare ipotesi e verificarne le cause; ricercare
soluzioni ai problemi, utilizzando le conoscenze acquisite.
• Riconoscere nel proprio organismo strutture e funzionamenti a livelli macroscopici e microscopici, essere consapevole delle sue potenzialità e
dei suoi limiti.
• Mostrare curiosità e interesse verso i principali problemi legati all’uso della scienza nel campo dello sviluppo scientifico e tecnologico.
• Comunicare fatti e fenomeni con gli strumenti opportuni.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE,PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Stimolare riflessioni − Realizzare alcune semplici − Leggere e interpretare grafici − Descrivere l’anatomia e la
sull’educazione alimentare , sulla trasformazioni della materia, − Interpretare lo stato di benessere fisiologia dei principali apparati
prevenzione all’uso di alcool, reazioni chimiche con formazione e di malessere del corpo che può del corpo umano.
tabacco e droghe, attraverso di composti chimici. derivare dalle sue alterazioni.

14
l'osservazione di differenti stili di − Attuare scelte e riconoscere i
vita. rischi di una cattiva alimentazione
− Comprendere e conoscere i rischi e dell’uso di sostanze dannose.
ambientali
− Riconoscere le conseguenze di
scelte sostenibili in relazione alla
salute dell’uomo.

15
CLASSE TERZA SCUOLA SECONDARIA
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ABILITÀ e PROCESSI COGNITIVI
declinati a partire dalle Indicazioni nazionali fondamentali che connotano la disciplina
• L’alunno esplora e sperimenta, in aula e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni fenomeni, ne → Osservare, porre domande e formulare
immagina e ne verifica le cause; ricerca soluzioni ai problemi, utilizzando le conoscenze ipotesi
acquisite. → Sperimentare
• Sviluppa semplici schematizzazioni e modellizzazioni di fatti e fenomeni ricorrendo, quando è il → Confrontare e trarre conclusioni
caso, a misure appropriate e a semplici formalizzazioni. → Comunicare
• Riconosce nel proprio organismo strutture e funzionamenti a livelli macroscopici e microscopici,
è consapevole delle sue potenzialità e dei suoi limiti e dell'importanza della prevenzione.
• È consapevole del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle risorse,
nonché dell’ineguaglianza dell’accesso a esse, e adotta modi di vita ecologicamente responsabili.
• Ha una visione dell’evoluzione dei viventi nel tempo.
• Collega lo sviluppo delle scienze allo sviluppo della storia dell’uomo.
• Ha curiosità e interesse verso i principali problemi legati all'uso della scienza nel campo dello
sviluppo scientifico e tecnologico.

PROFILO DI COMPETENZA
Il bambino è in grado di:
• Porre domande mostrando interesse verso i principali problemi legati all'uso della scienza nel campo dello sviluppo scientifico e tecnologico.
Osservare e sperimentare, in aula e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni fenomeni; ipotizzare e verificarne le cause; ricercare soluzioni ai
problemi, utilizzando le conoscenze acquisite.
• Essere consapevole del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle risorse.
• Avere una visione dell’evoluzione dei viventi nel tempo.
• Comunicare fatti e fenomeni con gli strumenti opportuni.

16
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
OSSERVARE,PORRE DOMANDE E CONFRONTARE E TRARRE
SPERIMENTARE COMUNICARE
FORMULARE IPOTESI CONCLUSIONI
− Osservare e interpretare i − Attraverso simulazioni pratiche o − Osservare e riconoscere − Esporre verbalmente, con
fenomeni celesti attraverso al computer comprendere Il attraverso vari campioni raccolti cartelloni o presentazioni le
l’osservazione diretta del cielo meccanismo delle eclissi di sole e in laboratorio, o al museo, i caratteristiche dell'universo, del
diurno. di luna, principali tipi di rocce e i processi Sistema Solare del pianeta Terra
− Individuare le cause dei fenomeni − Ricavare i concetti di pressione, geologici da cui hanno avuto con i suoi fenomeni endogeni ed
sismici, vulcanici, e idrogeologici volume, forza, peso e peso origine. esogeni.
della terra e della nostra regione. specifico , moto e velocità e carica − Dedurre dall'osservazione dei − Presentare i rischi sismici ,
− Acquisire informazioni corrette elettrica attraverso varie fossili le trasformazioni vulcanici, e idrogeologici della
sullo sviluppo puberale e la situazioni di esperienza. dell’ambiente fisico l’evoluzione nostra regione.
sessualità. Sviluppare la cura e il delle specie. − Esprimere l'importanza della
controllo della propria salute biodiversità per la sopravvivenza
attraverso l'osservazione di sul nostro pianeta.
differenti stili di vita.
− Attraverso lo studio degli
esperimenti di Mendel ricavare le
leggi che regolano la trasmissione
dei caratteri ereditari.

17