Sei sulla pagina 1di 2

Milano, 4 dicembre 2014

Caro Amico, Cara Amica,

mi permetto di rivolgermi a Lei seguendo l’ispirazione di Papa Francesco che, dall’inizio del suo
Pontificato, ha voluto esprimersi così ai fratelli e alle sorelle di fede islamica ed ebraica, richiamando tutti
al valore dell’amicizia che nel Corano viene attribuita proprio ad Abramo chiamato KhalilAllah, l’Amico di
Dio.

I recenti incontri di Papa Francesco ad Istanbul con il Patriarca Ecumenico del Cristianesimo Ortodosso
Bartolomeo I e con il Mufti Rahmi ci incoraggiano nella ricerca di questa amicizia che ricollega Oriente e
Occidente, tradizione e attualità, autenticità e sviluppo, religioni e culture.

In questa nostra azione di rappresentanza e servizio, siamo stati onorati di convergere con Papa Francesco
già a Maggio nella città santa di Gerusalemme dove siamo stati ricevuti anche dal Rabbino capo d’Israele
David Lau e dal Presidente e premio Nobel per la Pace Shimon Peres.
Proprio come il Dalai Lama che, ancor prima di venire nel 1986 ad Assisi su invito di San Giovanni Paolo
II, ha voluto integrare la meditazione interiore sulla Dimora Ultima e sull’Unità dell’Essere in una
testimonianza pubblica e mondiale, anche i membri della COREIS (Comunità Religiosa Islamica) Italiana
hanno cercato di imparare e ritrasmettere il gusto della spiritualità e della intellettualità come valori
fondanti della vita del credente.
In questo nostro cammino che adesso ha compiuto 20 anni di storia Lei, e tanti amici, ci avete seguito e
sostenuto con grande sensibilità, una amicizia per noi preziosa e coraggiosa, soprattutto in tempi dove
l’indifferenza e l’odio sembrano prevalere nei lati oscuri dell’anima di alcuni falsificatori della Verità e
della Conoscenza di Dio.

Per la Sua fedele vicinanza, desideriamo ringraziarLa di cuore e augurare un prossimo ventennio di
amicizia più profonda che sappia costruire un futuro di ordine e conoscenza, libertà e responsabilità,
giustizia e pace.

Come avrà visto, si tratta di un lavoro che in vent’anni ci ha chiamato ad assumere ruoli di mediazione,
pacificazione, prevenzione, chiarimento, approfondimento, formazione, orientamento, cittadinanza,

1
internazionalizzazione, da Milano a San Remo, Vicenza, Piacenza, Torino, Genova, Bologna, Padova,
Venezia, Roma, Agrigento, Palermo, dall’Italia alla Commissione Europea, all’UNESCO e all’IMA di
Parigi, all’ISESCO di Rabat, al KAICIID di Vienna, all’assemblea delle Nazioni Unite di New York, alla
riunione dell’OCI in Senegal, alle cerimonie durante il Ramadan dal Re del Marocco, al Forum Cattolico
Musulmano in Vaticano, al World Peace Forum in Indonesia, in collaborazione Istituzionale con il Senato
della Repubblica e la Camera dei Deputati, il Ministero Italiano dell’Interno, Affari Esteri, Istruzione,
Politiche Sociali, Sviluppo Economico, Beni Culturali ed Ambientali, il Comune di Milano.

Ciò che alla fine del secolo scorso era iniziato come un coordinamento di poche decine di credenti devoti
allo studio di religioni comparate e di dottrina metafisica è diventato in vent’anni un network di referenti
religiosi con esperienze sulla declinazione armoniosa del culto islamico in molti campi della società
occidentale contemporanea e con competenze serie sul dialogo interreligioso e l’educazione interculturale
in collaborazione con le principali realtà accademiche e culturali locali.
Per affrontare le sfide intellettuali che la società italiana sta vivendo in un periodo di prolungata crisi
economica, politica e valoriale facciamo affidamento sulle forze generose dei nostri membri e volontari che
ci permettono tuttora di garantire l’autonomia italiana e islamica da qualsiasi condizionamento ideologico o
straniero.

Con l’intenzione di realizzare insieme a Lei questo nobile risultato, Le chiedo di contribuire al sostegno
delle nostre attività tramite una gentile donazione che potrà destinare con un bonifico intestato a:

COREIS Italiana
Banca Popolare Commercio Industria – Filiale Milano-Meda
IBAN: IT11T0504801657000000011812 - SWIFT/BIC: BLOPIT22

In attesa di avere il piacere di ritrovarLa nei prossimi appuntamenti del 2015, voglia ricevere i nostri auguri
più sinceri per un benedetto periodo di festività natalizie.

Yahya Pallavicini
Vice Presidente