Sei sulla pagina 1di 19

INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Lezioni di acustica

Il Fenomeno Sonoro
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1
Cos’è il suono?

Una perturbazione di carattere oscillatorio che si propaga in un mezzo elastico


INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Perché si verifichi il fenomeno sonoro è necessario:

Sorgente  Mezzo elastico  Ricevitore

generatore Solido o fluido Qualcosa “sensibile”


di perturbazione, attraversato dalla alla perturbazione
di vibrazioni perturbazione
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

L’oscillazione si propaga nel mezzo senza trasporto di materia

Le particelle oscillano intorno a posizioni di equilibrio


INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1
Le onde sonore: perturbazioni di pressione

La sorgente sonora trasmette il moto alle particelle d’aria a suo diretto


contatto. Il moto vibratorio di queste particelle intorno ad una posizione di
equilibrio si trasmette ad altre adiacenti e la così la perturbazione si propaga
nel mezzo a distanze sempre più grandi.
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1
Pistone che genera un’onda piana all’interno di un lungo condotto a pareti rigide

Min Max

Pressione atmosferica

Pressione MASSIMA

Pressione atmosferica

Pressione MINIMA

Il fenomeno sonoro corrisponde ad una variazione oscillatoria di pressione.


Le diverse sorgenti sono dispositivi o fenomeni che sono in grado di indurre un
movimento oscillatorio alle particelle del mezzo considerato.
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Pressione acustica,  p , [Pa]:

si denomina pressione acustica la differenza tra la pressione in un punto nel


mezzo attraversato dall’onda acustica e la pressione nello stesso punto in
assenza dell’onda.

 p = p – p0

In conseguenza delle variazioni di pressione si hanno variazioni di densità per


le quali si ha:

 =  – 0

Le perturbazioni di pressione e di densità hanno valori molto limitati rispetto ai


valori medi delle due grandezze:

p 
 1  1
p0 0
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Pressione
[Pa]

Pressione
atmosferica New York
100 000
pascal

Mexico City
Variazioni
Pressione
Sonora
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Sorgente Mezzo elastico Ricevitore


INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Sorgente

generatore di perturbazione, di vibrazioni


La superficie del pistone si muove di moto
armonico semplice:
s0

Spostamento: s = so cos(t)

so rappresenta il valore dello spostamento massimo della


superficie del pistone.
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Sorgente

f frequenza, numero di cicli compiuti dalla superficie piana in un


secondo e viene espressa in Hertz [Hz];

T periodo, tempo necessario a compiere un ciclo;

 velocità angolare;
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Mezzo elastico

lunghezza
d’onda, 

Velocità di propagazione, c
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Molecole d’aria
indisturbate

Periodo T Ampiezza A

Pmax

P0

Pmin

Lunghezza
d’onda λ
Massima compressione delle molecole d’aria
Molecole d’aria
in movimento
Minima compressione delle molecole d’aria
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1
Le grandezze che caratterizzano le onde

ampiezza, A
è l’entità della variazione intorno a un valore medio della grandezza che oscilla

lunghezza d’onda,  , [m]:


è la lunghezza che intercorre tra due punti in cui in un certo istante si hanno
fasi omologhe dell’onda.

periodo, T , [s]:
è il tempo che intercorre tra i passaggio in un determinato punto dello spazio di
due fasi omologhe dell’onda.

frequenza, f , [Hz]:
è il numero di oscillazioni complete che l’onda compie nell'unità di tempo.
Unità di misura sono i cicli per secondo ovvero gli hertz [Hz].

1
Essa corrisponde all’inverso del periodo: f 
T
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1
Le grandezze che caratterizzano le onde

Velocità (celerità), c , [m/s]:


è la velocità con cui la perturbazione si propaga nello spazio. (in area il suono si
propaga approssimativamente a 340m/s; nei solidi e liquidi la velocità è maggiore)

frequenza angolare o pulsazione, , [rad/s] :


per un oscillazione di tipo sinusoidale o cosinusoidale corrisponde all’angolo in
radianti descritto in un unità di tempo dal corrispondente oscillatore armonico.

 2 f
Numero d’onda k [m-1] :
Corrisponde al rapporto tra la frequenza angolare e la lunghezza d’onda:


k
c
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1
Le grandezze che caratterizzano le onde

nota la velocità di propagazione dell’onda, c, valgono le seguenti relazioni tra


lunghezza d’onda, , pulsazione, , il periodo, T, e la frequenza, f, esistono
le seguenti relazioni:

1 c 2
f      c T  2 f T 
T f 
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Velocità del suono nei fluidi

La velocità dell’onda acustica dipende essenzialmente dalla densità e dalla


deformabilità (modulo di Young) del mezzo.

c: velocità del suono [m / s]


Gas  p0 
c  k   po: pressione atmosferica
 0  k: cp / cv
 0: densità del mezzo

Ammettendo p R oT
pV  mR oT da cui: 
comportamento ideale:  m

Ro : costante universale dei gas


Risulta allora:
kR oT m : massa
c 
M M : massa molare
T: temperatura termodinamica
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Un esempio: l’aria

Nel caso dell'aria in condizioni atmosferiche standard, 0°C e 101325 Pa, la


densità  è pari a 1.21 [Kg/m3].

Essendo k = 1.4 e M = 29 kg/kmole si ottiene una velocità del suono pari a:

1 . 4  8314  273 . 15
co   331 ,1 [m\s]
29

A partire dalla velocità c0 a 0°C si può ottenere la velocità ad altre temperature:

t
c  co 1   331.4  0.6 t [m\s]
273.15
INTRODUZIONE ALL’ACUSTICA_1

Velocità del suono in mezzi diversi

Velocità del suono in aria 20°C Velocità del suono in mezzi diversi
 340 m/s

Velocità del suono in acqua


distillata

E
c

E  m.elastico ( N / m2 )
  densità (kg / m 3 )