Sei sulla pagina 1di 113

ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo: Insieme Per Crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Cervo Angela Italiano Ottobre/Novembre


Pennino Anna Bombino Silvia
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’allievo partecipa a scambi Progettare
comunicativi con compagni Dimostra una padronanza della lingua italiana Comunicare X
rispettando il turno e formulando tale da consentirgli di comprendere enunciati e Collaborare e partecipare X
messaggi chiari e pertinenti, in un testi di una certa complessità, di esprimere le Agire in modo autonomo e responsabile
registro il più possibile adeguato alla proprie idee, di adottare un registro linguistico Risolvere problemi
situazione. appropriato alle diverse situazioni. Individuare collegamenti e relazioni
Ascolta e comprende testi orali Acquisire ed interpretare le informazioni X
“diretti”.
Legge e comprende vari tipi di testo
individuandone il senso globale e le
informazioni principali, utilizzando
strategie di lettura adeguate agli
scopi.
Scrive testi corretti nell’ortografia,
chiari e coerenti, legati
all’esperienza e alle diverse
occasioni di scrittura che la scuola
offre.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ITALIANO
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Ascolto e parlato
1.1 Interagire in una conversazione formulando Gli scambi comunicativi. Esperienze laboratoriali di
1. Padroneggiare gli strumenti espressivi domande e dando risposte pertinenti. L’ascolto di consegne e vario tipo
per gestire l’interazione comunicativa 2.1 Comunicare rispettando i turni di parola. semplici testi. (manipolative/grafiche/cor
verbale nei vari contesti. 3.1 Comprendere l’argomento e le informazioni La ricostruzione di storie poree).
2. Ascoltare e comprendere testi orali. principali dei discorsi affrontati in classe. reali o fantastiche. Attività di circle-time.
3. Ascoltare e memorizzare fonemi e 3.2 Ricostruire verbalmente una storia seguendo L’abbinamento di fonemi e Attività metafonologiche
filastrocche. un ordine cronologico. grafemi. globali e analitiche: rime/
3.3 Comprendere semplici consegne ed istruzioni La competenza Filastrocche e spelling.
su un gioco o su un’attività. metafonologica. Lettura corale e
Lettura La fusione delle unità individuale alla lavagna.
fonematiche. Realizzazione dei grafemi
1. Riconoscere la corrispondenza 1.1 Associare le parole alle immagini. La lettura di sillabe dirette e con semplici materiali e
fonema/grafema 2.1Combinare le unità fonematiche per leggere inverse. loro rappresentazione con
2. Acquisire la tecnica strumentale della parole e semplici frasi. Lettura di parole e frasi per il corpo
lettura. 3.1Combinare le unità fonematiche per leggere immagini. Il tratto grafico libero e
3. Leggere parole, frasi e semplici testi parole e semplici frasi. Prima della scrittura: il strutturato.
cogliendone il senso globale. pregrafismo. Il paese delle consonanti
I simboli alfabetici: vocali e Consonanti e vocali si
Scrittura consonanti. prendono per mano.
1.1 Organizzare graficamente la comunicazione Affinità e differenze di
1. Acquisire le capacità manuali, scritta. scrittura: i diversi caratteri.
percettive e cognitive per 2.1 Operare, a livello cognitivo, la Sillabe dirette e inverse per
l’apprendimento della scrittura. segmentazione/sintesi fonemica. scrivere le parole.
2. Scrivere semplici parole e frasi
significative.

Riflessione linguistica e acquisizione del


lessico
1. Svolgere attività esplicite di riflessione
linguistica. 1.1 Combinare le unità fonematiche per
2. Comprendere che la lingua italiana è un scrivere sillabe, parole e frasi.
sistema ordinato di suoni e segni. 2.1 Scrivere semplici parole sotto dettatura ed
3. Attivare semplici riflessioni sulle prime autonomamente.
convenzioni ortografiche. 3.1 Scrivere semplici parole sotto dettatura ed
autonomamente rispettando le prime
convenzioni ortografiche

Contenuti

Le interazioni comunicative
L’ascolto attivo e produttivo
Le storie di Verde Bosco
Il pregrafismo
Le vocali e le consonanti
Sillabe dirette ed inverse
Immagini e parole
La lettura e la scrittura
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Italiano Dicembre/Gennaio


Alunni delle classi prime Pennino Anna M.
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’allievo partecipa a scambi Progettare
comunicativi con compagni e Comunicare X
insegnanti rispettando il turno, Dimostra una padronanza della lingua italiana Collaborare e partecipare X
formulando messaggi chiari e tale da consentirgli di comprendere enunciati e Agire in modo autonomo e responsabile
pertinenti, in un registro adeguato testi di una certa complessità, di esprimere le Risolvere problemi
alla situazione. proprie idee, di adottare un registro linguistico Individuare collegamenti e relazioni X
Ascolta e comprende testi orali appropriato alle diverse situazioni. Acquisire ed interpretare le informazioni X
cogliendone il senso, le informazioni
principali e lo scopo.
Legge e comprende testi di vario
genere appartenenti alla letteratura
per l’infanzia, sia a voce alta sia in
lettura silenziosa e autonoma.
Scrive testi corretti nell’ortografia,
utilizza vocaboli fondamentali, usa
scelte linguistiche in base alla
situazione comunicativa, comprende
che nella comunicazione si usano
varietà diverse di lingua e lingue.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: ITALIANO
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

ASCOLTO/PARLATO
1. Mantenere l’attenzione sul messaggio orale. 1.1 Attivare opportune strategìe di ascolto.
2. Ascoltare storie e riconoscere la successione 2.1 Raccontare in ordine logico/cronologico i L’ascolto
temporale degli eventi. vari momenti di una storia. attivo/produttivo Circle-time
3. Recitare filastrocche con espressione ed 3.1Partecipare opportunamente negli scambi Sequenze iconiche per Attività metafonologiche
intonazione. comunicativi. raccontare. globali e analitiche: rime/
4. Comunicare esperienze personali ed intervenire 4.1Partecipare opportunamente negli scambi Poesie e filastrocche. filastrocche e spelling.
in modo pertinente in una conversazione. comunicativi. Le strategie di lettura. Verbalizzazioni orali e
Il messaggio veicolato dal turni di parola.
LETTURA 1.1 Leggere utilizzando la strumentalità di testo Ascolto di storie e
1. Trovare la corrispondenza tra immagine e base. Parole, frasi e messaggi. rappresentazioni iconiche.
linguaggio verbale. 2.1 Decodificare il messaggio veicolato da frasi Affinità di scrittura: dallo Uso della linea
2. Leggere e comprendere frasi e semplici testi. e semplici testi. stampato al corsivo. dell’abbraccio per
La comunicazione scritta combinare le unità
SCRITTURA Il dettato e l’auto-dettato. fonematiche.
1. Organizzare graficamente la produzione scritta. 1.1 Scrivere i grafemi della lingua italiana. Le vocali e le consonanti Affinità di scrittura: il
2. Scrivere autonomamente, e sotto dettatura, utilizzando il corsivo. del nostro alfabeto. corsivo.
parole e frasi per comunicare. 2.1 Utilizzare la scrittura per comunicare i I suoni duri e dolci. Parole e frasi per
propri vissuti. Gli articoli ed i nomi. comunicare.

RIFLESSIONE SULLA LINGUA/ACQUISIZIONE


DEL LESSICO
1.1 Individuare le parti del discorso nel
1. Riconoscere le parti più semplici del discorso. linguaggio orale e scritto.
2. Ampliare il patrimonio lessicale di base. 2.1 Arricchire il lessico di base attraverso
molteplici esperienze cognitive.
Contenuti

Il messaggio orale
Storie in sequenze
La strumentalità del leggere
Scrittura di parole e frasi
Poesie e filastrocche
Prove di corsivo
Espansione del lessico di base
Le prime categorie grammaticali
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo: Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Italiano Febbraio/Marzo


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno partecipa a scambi Progettare X
comunicativi con compagni ed Comunicare X
insegnanti rispettando il turno e L’alunno dimostra una padronanza della lingua Collaborare e partecipare X
formulando messaggi chiari e italiana tale da consentirgli di comprendere Agire in modo autonomo e responsabile
pertinenti, in un registro il più enunciati e testi di una certa complessità, di Risolvere problemi
possibile adeguato alla situazione. esprimere le proprie idee, di adottare un Individuare collegamenti e relazioni X
registro linguistico appropriato alle diverse Acquisire ed interpretare le informazioni X
Ascolta e comprende testi orali situazioni.
cogliendone il senso globale e lo
scopo.

Legge e comprende testi di vario


tipo, ne individua le informazioni
principali, utilizzando strategie di
lettura adeguate agli scopi.
Scrive testi corretti nell’ortografia
legati all’esperienza e alle diverse
occasioni di lettura che la scuola
offre.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: ITALIANO
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

ASCOLTO E PARLATO
1. Ascoltare, comprendere, eseguire consegne ed 1.1 Ascoltare un testo letto da un adulto. L’attenzione e la
istruzioni. comprensione del
2. Comprendere, ricordare e riferire i contenuti 2.1 Verbalizzare oralmente il contenuto di un linguaggio verbale.
essenziali dei testi ascoltati o memorizzati. testo. Testi poetici e filastrocche.
3. Intervenire in modo pertinente in una 3.1 Rispettare le regole della comunicazione I turni di parola.
conversazione. autonomamente. La narrazione.
4. Esprimere emozioni e sentimenti relativi ai 4.1 Riconoscere nell’altro le emozioni che Lettura di brevi testi,
propri vissuti. prova. filastrocche e testi poetici.
L’uso della memoria a
LETTURA 1.1 Leggere per il piacere di leggere. lungo termine per trattenere
1 Scoprire il piacere della lettura. 2.1Leggere e comprendere i contenuti di brevi quanto appreso o
2 Leggere ed individuare l’idea centrale di un testo. testi corredati da immagini. memorizzato.
3 Ricostruire l’ordine temporale di una storia letta. 3.1 Riferire oralmente seguendo un ordine La frase per comunicare.
4 Scrivere semplici e brevi testi. logico/cronologico. Frasi/Non frasi.
5 Riconoscere e utilizzare le fondamentali 4.1Usare la struttura della frase per la Le doppie.
convenzioni di scrittura. produzione scritta. La divisione in sillabe.
5.1Applicare conoscenze ortografiche. La punteggiatura.

Contenuti

Linguaggi verbali e non verbali


Poesie e filastrocche
Le interazioni comunicative
La lettura di semplici testi
La memorizzazione
La frase
Prime convenzioni ortografiche
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo: Un Mondo Di Emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Italiano Aprile/Maggio


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’allievo partecipa a scambi Progettare X
comunicativi con compagni e Dimostra una padronanza della lingua Comunicare X
insegnanti rispettando il turno, italiana tale da consentirgli di comprendere Collaborare e partecipare X
formulando messaggi chiari e enunciati e testi di una certa complessità, di Agire in modo autonomo e responsabile
pertinenti, in un registro adeguato alla esprimere le proprie idee, di adottare un Risolvere problemi
situazione. registro linguistico appropriato alle diverse Individuare collegamenti e relazioni X
Ascolta e comprende testi orali situazioni. Acquisire ed interpretare le informazioni X
cogliendone il senso, le informazioni
principali e lo scopo.
Legge e comprende testi di vario
genere appartenenti alla letteratura per
l’infanzia, sia a voce alta sia in lettura
silenziosa e autonoma.
Scrive testi corretti nell’ortografia,
utilizza vocaboli fondamentali, usa
scelte linguistiche in base alla
situazione comunicativa, comprende
che nella comunicazione si usano
varietà diverse di lingua e lingue.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ITALIANO
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

ASCOLTO E PARLATO 1.1 Porsi in atteggiamento d’ascolto attivo e


1 Prestare attenzione all’interlocutore nelle diverse finalizzato. La comunicazione
situazioni comunicative. 2.1 Utilizzare gli elementi funzionali efficace. Brainstorming
2 Riferire il contenuto di testi letti. all’esposizione di quanto ascoltato. Lo scambio intenzionale Prodotti comunicativi per
3 Ascoltare e rispettare le opinioni altrui. 3.1Raccontare fatti ed eventi secondo un ordine dei messaggi. una visione integrata del
4 Ricostruire verbalmente le fasi di un’esperienza logico e cronologico. La lettura fluente ed sapere
vissuta. 4.1 Ricostruire fatti ed eventi secondo un espressiva. Il processo, il prodotto e la
ordine cronologico Lettura silente e lettura ad riflessione
alta voce. sull’apprendimento
LETTURA 1.1 Leggere rispettando la punteggiatura e L’esposizione e la sintesi
1. Leggere con espressività ed intonazione. l’intonazione. orale.
2. Leggere e comprendere semplici testi di 2.1 Padroneggiare la lettura strumentale e le Il testo scritto per narrare,
diverso tipo. sue modalità. descrivere, informare e
2.1 Leggere un testo e sintetizzarne oralmente dare istruzioni.
le informazioni principali.

SCRITTURA

1. Scrivere autonomamente semplici e brevi testi 1.1 Comunicare con frasi semplici e compiute
di diverso tipo. strutturate in brevi testi.

RIFLESSIONE SULLA LINGUA ED


ACQUISIZIONE DEL LESSICO 1.1 Utilizzare opportunamente le convenzioni
di scrittura apprese
1. Riconoscere ed utilizzare alcune fondamentali
convenzioni di scrittura.
Contenuti
Gli elementi della comunicazione
I messaggi intenzionali
Le diverse modalità di lettura
Le tipologie testuali
La frase e la sua struttura per comunicare
L’ortografia e le convenzioni di scrittura

Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo: Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Scigliano Giovanna Inglese Ottobre/Novembre

Traguardi per lo sviluppo Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
delle competenze ciclo
Imparare ad imparare X
L'alunno comprende brevi Progettare
messaggi orali e scritti riferiti L’alunno, nell’incontro con persone di diversa Comunicare X
ad ambiti familiari. nazionalità, è in grado di esprimersi a livello Collaborare e partecipare X
Descrive, in modo semplice, elementare in lingua inglese e di affrontare una Agire in modo autonomo e responsabile X
aspetti del proprio vissuto. comunicazione essenziale, in semplici situazioni di Risolvere problemi X
Comunica con espressioni e vita quotidiana. Individuare collegamenti e relazioni X
frasi memorizzate. Allo stesso modo riesce ad utilizzare una lingua Acquisire ed interpretare le informazioni X
Esegue consegne secondo le europea nell’uso delle tecnologie dell’informazione e
indicazioni fornite della comunicazione: posta elettronica, navigazione
dall'insegnate nelle lingue web, social network, blog.
straniere.
Individua elementi
culturali/forme linguistiche e
usi della lingua straniera.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Inglese
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Ascolto (comprensione orale) 1.1 Comprendere semplici domande; Presentazioni; Attività di Circle time
Comprendere vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di 1.2 Comprendere i comandi correlati alla vita istruzioni e consegne, Attività metafonologiche,
uso quotidiano pronunciate chiaramente e lentamente. della classe. espressioni di saluto. globali e analitiche: rime,
Sviluppo della filastrocche, canzoncine.
2. Lettura (comprensione scritta) competenza Realizzazione di prodotti
Comprendere cartoline, biglietti e brevi messaggi, 2.1 Associare le parole all’immagine. metafonologica. espressivi individuali e di
accompagnati preferibilmente da supporti visivi o Interazioni orali riferite ai gruppo.
sonori, cogliendo parole e frasi già acquisite a livello vari contesti;
orale. i colori primari e
secondari;
3. Parlato (produzione e interazione orale) 3.1 Formulare semplici domande e rispondere. i numeri entro il 10.
Produrre frasi significative riferite ad oggetti, luoghi, 3.2 Nominare i colori primari e secondari e i
persone, situazioni note. numeri fino a 10. Parole e frasi di uso
Interagire con un compagno per presentarsi e/o giocare, quotidiano.
utilizzando espressioni e frasi memorizzate adatte alla
situazione.

4. Scrittura (produzione scritta) 4.1Copiare e scrivere parole e semplici frasi. Tradizioni britanniche: il lessico
Copiare e scrivere parole e semplici frasi di uso relativo ad Halloween
quotidiano attinenti alle attività svolte in classe e ad
interessi personali e del gruppo. Apprendere le tradizioni britanniche:
Halloween

Contenuti

Presentazioni e saluti (Hello, my name is….What’s your name?........Hello….Goodbye…)


Colori (red, yellow, blue, green, pink, orange ecc…..)
I numeri entro il 10
Gli elementi caratteristici della festa di Halloween
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n.2 Titolo “ B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Scigliano Giovanna Inglese Dicembre/Gennaio

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
competenze ciclo
Imparare ad imparare X
L'alunno comprende brevi messaggi Progettare
orali e scritti riferiti ad ambiti L’alunno, nell’incontro con persone di diversa Comunicare X
familiari. nazionalità, è in grado di esprimersi a livello Collaborare e partecipare X
Descrive, in modo semplice, aspetti elementare in lingua inglese e di affrontare una Agire in modo autonomo e responsabile X
del proprio vissuto. comunicazione essenziale, in semplici Risolvere problemi X
Comunica con espressioni e frasi situazioni di vita quotidiana. Individuare collegamenti e relazioni X
memorizzate. Allo stesso modo riesce ad utilizzare una Acquisire ed interpretare le informazioni X
Esegue consegne secondo le lingua europea nell’uso delle tecnologie
indicazioni fornite dall'insegnate dell’informazione e della comunicazione: posta
nelle lingue straniere. elettronica, navigazione web, socialnetwork,
Individua elementi culturali/forme blog.
linguistiche e usi della lingua
straniera.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Inglese
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Ascolto (comprensione orale) 1.1 Ascoltare e memorizzare canti e Canti e filastrocche Attività di Circle time
Comprendere vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di filastrocche. ispirati al Natale. Attività metafonologiche,
uso quotidiano pronunciate chiaramente e lentamente. Sviluppo della globali e analitiche:storie,
competenza meta rime, filastrocche,
2. Lettura (comprensione scritta) fonologica; canzoncine.
Comprendere cartoline, biglietti e brevi messaggi, corretta pronuncia di un Realizzazione di prodotti
accompagnati preferibilmente da supporti visivi o repertorio di parole e espressivi individuali e di
sonori, cogliendo parole e frasi già acquisite a livello 2.1 Associare le parole alle immagini frasi. gruppo.
orale. Formule di augurio e di
cortesia; gli elementi
3. Parlato (produzione e interazione orale) simbolici del Natale; gli
Produrre frasi significative riferite ad oggetti, luoghi, 3.1 Usare semplici espressioni per interagire oggetti scolastici.
persone, situazioni note. con i compagni e con l’insegnante. Parole e frasi relative al
Interagire con un compagno per presentarsi e/o giocare, 3.2 Riconoscere e nominare alcuni elementi contesto; lessico di base
utilizzando espressioni e frasi memorizzate adatte alla simbolici del Natale. su argomenti di vita
situazione. 3.3 Identificare e nominare alcuni oggetti quotidiana.
scolastici.
4. Scrittura (produzione scritta)
Copiare e scrivere parole e semplici frasi di uso 4.1 Copiare e scrivere parole e semplici
quotidiano attinenti alle attività svolte in classe e ad frasi relative al lessico presentato.
interessi personali e del gruppo. Le tradizioni britanniche legate
Apprendere le tradizioni britanniche: al Natale: Christmas
Christmas

Contenuti

Christmas: canti, filastrocche, rime e storie


I simboli del Natale.
Il lessico riferito agli oggetti scolatici
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n.3 Titolo: Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Scigliano Giovanna Inglese Febbraio/Marzo

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del primo ciclo Competenze di cittadinanza attiva
competenze
Imparare ad imparare X
L'alunno comprende brevi L’alunno, nell’incontro con persone di diversa Progettare
messaggi orali e scritti riferiti nazionalità, è in grado di esprimersi a livello Comunicare X
ad ambiti familiari. elementare in lingua inglese e di affrontare una Collaborare e partecipare X
Descrive, in modo semplice, comunicazione essenziale, in semplici situazioni Agire in modo autonomo e responsabile X
aspetti del proprio vissuto. di vita quotidiana. Risolvere problemi
Comunica con espressioni e Allo stesso modo riesce ad utilizzare una lingua Individuare collegamenti e relazioni X
frasi memorizzate. europea nell’uso delle tecnologie Acquisire ed interpretare le informazioni X
Esegue consegne secondo le dell’informazione e della comunicazione: posta
indicazioni fornite elettronica, navigazione web, socialnetwork,
dall'insegnate nelle lingue blog.
straniere.
Individua elementi
culturali/forme linguistiche e
usi della lingua straniera.
Disciplina/e: Inglese
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Ascolto (comprensione orale) 1.1 Comprendere il significato globale di una Breve storia sugli
Comprendere vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di breve e semplice storia. argomenti studiati. Attività di Circle time
uso quotidiano pronunciate chiaramente e lentamente. Sviluppo della Attività metafonologiche,
competenza meta globali e analitiche:storie,
2. Lettura (comprensione scritta) fonologica; rime, filastrocche,
Comprendere cartoline, biglietti e brevi messaggi, corretta pronuncia di un canzoncine.
accompagnati preferibilmente da supporti visivi o 2.1 Associare le parole all’immagine repertorio di parole e Realizzazione di prodotti
sonori, cogliendo parole e frasi già acquisite a livello frasi. espressivi individuali e di
orale. Istruzioni e consegne; gruppo.
gli animali della fattoria e
3. Parlato (produzione e interazione orale) il loro verso;
Produrre frasi significative riferite ad oggetti, luoghi, lessico di base su
persone, situazioni note. argomenti di vita
Interagire con un compagno per presentarsi e/o giocare, 3.1 Eseguire semplici istruzioni e procedure. quotidiana.
utilizzando espressioni e frasi memorizzate adatte alla 3.2 Identificare e nominare alcuni animali Parole e frasi relative al
situazione. domestici e associarli ai versi che producono. contesto.

4. Scrittura (produzione scritta)


Copiare e scrivere parole e semplici frasi di uso 4.1 Copiare e scrivere parole e semplici frasi
quotidiano attinenti alle attività svolte in classe e ad relative al lessico presentato.
interessi personali e del gruppo.

Contenuti

Canzoncine, storie, rime e filastrocche.


Lessico relativo agli animali della fattoria (horse, dog, cat, duck, pig, cow…)
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n.4 Titolo Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Scigliano Giovanna Inglese Aprile/Maggio

Traguardi per lo sviluppo Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
delle competenze ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare
L'alunno comprende brevi Comunicare X
messaggi orali e scritti riferiti Collaborare e partecipare X
L’alunno, nell’incontro con persone di diversa
ad ambiti familiari. Agire in modo autonomo e responsabile X
nazionalità, è in grado di esprimersi a livello
Descrive, in modo semplice, Risolvere problemi X
elementare in lingua inglese e di affrontare una
aspetti del proprio vissuto. comunicazione essenziale, in semplici situazioni Individuare collegamenti e relazioni X
Comunica con espressioni e di vita quotidiana. Acquisire ed interpretare le informazioni X
frasi memorizzate. Allo stesso modo riesce ad utilizzare una lingua
Esegue consegne secondo le europea nell’uso delle tecnologie
indicazioni fornite dell’informazione e della comunicazione: posta
dall'insegnate nelle lingue elettronica, navigazione web, socialnetwork,
straniere. blog.
Individua elementi
culturali/forme linguistiche e
usi della lingua straniera
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Inglese
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Ascolto (comprensione orale) 1.1 Comprendere il significato globale di una Breve storia e filastrocca Attività di Circle time
Comprendere vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di breve e semplice storia e filastrocca a tema. sugli argomenti studiati. Attività metafonologiche,
uso quotidiano pronunciate chiaramente e lentamente. Sviluppo della globali e analitiche:storie,
competenza meta rime, filastrocche,
2. Lettura (comprensione scritta) fonologica; canzoncine.
Comprendere cartoline, biglietti e brevi messaggi, 2.1 Associare le parole all’immagine. corretta pronuncia di un Realizzazione di prodotti
accompagnati preferibilmente da supporti visivi o repertorio di parole e espressivi individuali e di
sonori, cogliendo parole e frasi già acquisite a livello frasi. gruppo.
orale. 3.1 Eseguire semplici istruzioni e procedure. Le forme geometriche
3.2 Identificare e nominare le forme
3. Parlato (produzione e interazione orale) piane;
Produrre frasi significative riferite ad oggetti, luoghi, geometriche. gli elementi simbolici
persone, situazioni note. 3.3 Riconoscere e nominare i principali simboli della Pasqua.
Interagire con un compagno per presentarsi e/o giocare, della Pasqua. Parole e frasi relative al
utilizzando espressioni e frasi memorizzate adatte alla contesto; lessico di base
situazione. su argomenti di vita
4.1 Copiare e scrivere parole e semplici frasi quotidiana.
4. Scrittura (produzione scritta)
relative al lessico presentato.
Copiare e scrivere parole e semplici frasi di uso
quotidiano attinenti alle attività svolte in classe e ad
interessi personali e del gruppo. Le tradizioni britanniche legate
Apprendere le tradizioni britanniche: Easter
alla Pasqua: Easter

Contenuti

Forme geometriche (triangle, rectangle, square, circle).


Easter: rime, canzoncine, storie e filastrocche
I simboli della Pasqua
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo: Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Cervo Angela Musica Ottobre/Novembre


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
delle competenze ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno esplora, discrimina Progettare
ed elabora eventi sonori dal In relazione alle proprie potenzialità e al proprio Comunicare X
punto di vista qualitativo, talento si impegna in campi espressivi, motori ed Collaborare e partecipare X
spaziale e in riferimento alla artistici che gli sono congeniali. Agire in modo autonomo e responsabile
loro fonte. Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire ed interpretare le informazioni
Esplora diverse possibilità
espressive della voce, di
oggetti sonori e strumenti
musicali, imparando ad
ascoltare se stesso e gli altri.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: MUSICA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Ascoltare, analizzare e rappresentare 1.1 Classificare i fenomeni acustici in suoni e Fenomeni acustici: Attività propedeutiche
fenomeni sonori. rumori. silenzio/rumore/silenzio. all’ascolto del silenzio per
1.2Distinguere suoni naturali e artificiali. La sonorità dei fonemi la percezione
della lingua italiana. suoni/rumori.
2. Utilizzare la voce, oggetti vari, 2.1 Rappresentare i suoni ascoltati in forma L’espressione Esercizi per educare la
movimenti del corpo per produrre grafica, con la parola o il movimento. vocale(giochi vocali, voce nelle diverse
eventi sonori. 2.2 Usare la voce nelle espressioni parlate, recitate filastrocche, canti di vario situazioni espressive e
e cantate. genere). nell’esatta pronuncia delle
parole.

Contenuti

L’ascolto finalizzato
I fenomeni sonori
I suoni vocalici e consonantici
L’uso consapevole della voce
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo: “ B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Musica Dicembre/Gennaio


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno esplora diverse possibilità Progettare
espressive della voce, di oggetti In relazione alle proprie potenzialità e al Comunicare X
sonori e strumenti musicali, proprio talento si impegna in campi espressivi Collaborare e partecipare X
imparando ad ascoltare se stesso e che gli sono congeniali. Agire in modo autonomo e responsabile
gli altri. Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni
Esegue, da solo o in gruppo, Acquisire ed interpretare le informazioni X
semplici brani vocali, appartenenti a
generi e culture differenti,
utilizzando anche strumenti didattici
e auto-costruiti.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: MUSICA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Esplorare le diverse possibilità 1.1 Utilizzare la sonorità della voce per parlare, L’aspetto fonico Circle-time.
espressive della voce. leggere, recitare e cantare. dell’alfabeto. Prove di ascolto e produzione
La sonorità di poesie e per favorire lo sviluppo della
2. Eseguire, da soli o in gruppo, 2.1 Controllare il tono della voce. filastrocche. musicalità che è in ogni
semplici brani vocali curando 2.2Cantare all’unisono brani di vario genere e La lettura e le sue modalità alunno.
l’espressività. provenienza. vocali.
Il canto corale: risvolti
cognitivi e relazionali.

Contenuti

L’espressività vocale nei vari contesti


L’intonazione e le pause
Il canto all’unisono
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo: “Dalla fantasia alla realtà”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Musica Febbraio/Marzo


Alunni classi prime Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare
Comunicare X
L’alunno esplora, discrimina ed In relazione alle proprie potenzialità e al Collaborare e partecipare X
elabora eventi sonori dal punto di proprio talento si impegna in campi espressivi, Agire in modo autonomo e responsabile
vista qualitativo, spaziale ed in motori ed artistici che gli sono congeniali. Risolvere problemi
riferimento alla loro fonte. Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Articola combinazioni timbriche,
ritmiche e melodiche, applicando
schemi elementari; le esegue con la
voce,il corpo e gli strumenti, ivi
compresi quelli della tecnologia.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: MUSICA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Esplorare e discriminare suoni in base ad 1.1 Conoscere alcune caratteristiche proprie del La fonte, il timbro, Esperienze
alcuni parametri. suono. l’intensità e la durata dei multidirezionali.
suoni. Costruzione dello
2. Conoscere eventi sonori prodotti da 2.1 Utilizzare oggetti vari per produrre suoni. Gli strumenti musicali ed strumentario di classe.
oggetti e da strumenti musicali. il loro suono. Esecuzioni corali a corredo
Gli oggetti sonori intorno di eventi.
a noi.
3. Eseguire individualmente e 3.1 Conoscere canti legati al nostro patrimonio L’Inno d’Italia.
collettivamente brani musicali. culturale.

Contenuti

Le caratteristiche del suono


Gli strumenti e gli oggetti sonori
L’identità nazionale nella musica
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo: Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Musica Aprile/Maggio


Alunni classi prime Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno esplora le diverse Progettare
possibilità espressive della voce, di Comunicare X
oggetti sonori e strumenti musicali In relazione alle proprie potenzialità e al Collaborare e partecipare X
imparando ad ascoltare se stesso e proprio talento si impegna in campi espressivi Agire in modo autonomo e responsabile
gli altri. ,motori e artistici che gli sono congeniali. Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni
Improvvisa liberamente e in modo Acquisire ed interpretare le informazioni X
creativo suoni e silenzi.

Esegue, da solo e in gruppo,


semplici brani vocali appartenenti a
generi e culture differenti.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: MUSICA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Esplorare le diverse possibilità espressive 1.1 Utilizzare la sonorità della voce per L’aspetto fonico Esercizi metafonologici.
della voce. espressioni parlate, recitate e cantate. dell’alfabeto. Produzione individuale e
L’italiano standard. collettiva di rime.
2. Ascoltare semplici brani individuandone il 2.1 Migliorare la pronuncia delle parole. La sonorità di poesie e Esecuzioni corali a corredo
tema. filastrocche. di eventi.
Il canto corale.
3. Eseguire, da soli e in gruppo, semplici 3. 1Controllare il tono della voce.
brani vocali curando l’espressività e
l’intonazione. 3.2 Cantare all’unisono semplici brani
musicali.

Contenuti

Le espressioni parlate, lette e recitate


L’esatta pronuncia delle parole
L’ascolto di brani di vario genere
La voce simultanea e condivisa: il canto corale
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Arte ed immagine Ottobre/Novembre


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno utilizza le conoscenze e le Progettare X
abilità relative al linguaggio visivo In relazione alle proprie potenzialità e al Comunicare X
per produrre varie tipologie di testi proprio talento si impegna in campi espressivi Collaborare e partecipare X
visivi e rielaborare in modo creativo ed artistici che gli sono più congeniali. Agire in modo autonomo e responsabile
le immagini con molteplici tecniche, Risolvere problemi
materiali e strumenti. Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ARTE E IMMAGINE


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Esprimersi e comunicare

1. Elaborare creativamente produzioni 1.1 Esprimere la propria creatività utilizzando i I colori primari e Esperienze con i colori a
personali per esprimere sensazioni ed colori in contesti di esperienza. secondari. tempera.
emozioni. l segno, la linea, la forma, Produzioni iconiche per
lo raccontare esperienze
spazio grafico. significative: Noi a
Lettura La lettura delle immagini. teatro…
Illustrazioni iconiche di Osservazione di immagini
1. Osservare e leggere immagini di diverso 1.1 Osservare con consapevolezza un’immagine e parole e frasi. per decifrare il messaggio
tipo. gli oggetti presenti nell’ambiente. Immagini e colori veicolato.
dell’autunno.
Produzione Halloween: simboli e
colori della festa.
1. Sperimentare strumenti e tecniche per 1.1 Produrre rappresentazioni libere e a tema. Le immagini per
realizzare prodotti grafici. 1.2 Trasformare immagini e materiali. raccontare…

Contenuti

I colori
Gli elementi del linguaggio visivo
Il linguaggio iconico
I colori delle stagioni
Materiali e tecniche per creare
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo “B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Cervo Angela Arte e immagine Dicembre/Gennaio


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare X
L’alunno utilizza le conoscenze e le Comunicare X
abilità relative al linguaggio visivo In relazione alle proprie potenzialità e al Collaborare e partecipare X
per produrre varie tipologie di testi proprio talento si impegna in campi espressivi Agire in modo autonomo e responsabile
espressivi e rielaborare in modo ed artistici che gli sono congeniali. Risolvere problemi
creativo le immagini con molteplici Individuare collegamenti e relazioni
tecniche, materiali e strumenti. Acquisire ed interpretare le informazioni X

E’ in grado di osservare, esplorare,


descrivere e leggere immagini e
messaggi multimediali.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ARTE E IMMAGINE


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Utilizzare i colori in contesti di esperienza. 1.1 Usare creativamente i colori.


L’inverno e i suoi colori. Prodotti espressivi
Colori caldi/colori freddi. individuali e di gruppo.
Colori e simboli del Rappresentazioni iconiche
2. Utilizzare materiali bidimensionali sulla base 2.1 Realizzare semplici prodotti espressivi a Natale. per raccontare emozioni
di indicazioni verbali. tema. Decorazioni e biglietti
augurali(Natale è…).
L’arte sacra e i suoi
3. Riconoscere gli elementi significativi di 3.1 Leggere immagini di vario tipo e coglierne messaggi.
un’immagine. i diversi messaggi.

4. Individua gli aspetti formali di un’opera d’arte; 4.1 Leggere immagini di vario tipo e coglierne
5. apprezza opere artistiche ed artigianali i diversi messaggi.
provenienti da culture diverse dalla propria.

Contenuti

Le tipologie di colore
I colori delle stagioni e delle festività
I biglietti augurali per veicolare messaggi
Gli aspetti formali di un’opera d’arte
I materiali bidimensionali
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Arte e immagine Febbraio/Marzo


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
competenze ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno è in grado di e osservare, Progettare X
esplorare, descrivere e leggere Comunicare X
immagini di diverso tipo. Collaborare e partecipare X
Lo studente, in relazione alle proprie
potenzialità e al proprio talento, si impegna in Agire in modo autonomo e responsabile
campi espressivi, motori ed artistici che gli Risolvere problemi
Rielabora in modo creativo le Individuare collegamenti e relazioni X
sono congeniali.
immagini con molteplici tecniche, Acquisire ed interpretare le informazioni X
materiali e strumenti.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ARTE E IMMAGINE


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Esplorare immagini, forme e oggetti per 1.1 Individuare nella realtà le forme spaziali. Il foglio da disegno e lo Prove pratiche.
cogliere le relazioni spaziali. spazio. Realizzazione di prodotti
I campi di un’immagine. espressivi a tema per
2. Realizzare elaborati con tecniche e materiali 2.1 Seguire semplici istruzioni per creare I colori e le immagini raccontare esperienze e
bidimensionali. oggetti polimaterici. della Primavera. vissuti collettivi.
2.2 Rappresentare figure tridimensionali con Le tecniche di
materiali plastici. colorazione.
Figure tridimensionali: i
librotti per raccontare…

Contenuti

Lo spazio grafico
Immagini e campi
I colori delle stagioni
Tecniche di colorazione
Ricerca e produzione di immagini tridimensionali
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Arte e immagine Aprile/Maggio


Alunni delle classi prime Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare X
L’alunno utilizza le conoscenze e le Comunicare X
abilità relative al linguaggio visivo per Collaborare e partecipare X
produrre varie tipologie di testi visivi Agire in modo autonomo e responsabile
In relazione alle proprie potenzialità e al Risolvere problemi
e rielaborare in modo creativo le proprio talento si impegna in campi
immagini con molteplici tecniche, Individuare collegamenti e relazioni X
espressivi, motori ed artistici che gli sono
materiali e strumenti. Acquisire ed interpretare le informazioni X
congeniali.
Conosce i principali beni
artistico/culturali del proprio territorio
manifestando sensibilità e rispetto per
la loro salvaguardia.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ARTE E IMMAGINE


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Riconoscere in un testo iconico-visivo i vari 1.1 Riconoscere gli elementi significativi di Forme, colori e messaggi Ricerca di immagini.
elementi grammaticali e tecnici. un’immagine. delle immagini. Produzione di testi visivi.
Il LAB espressivo. Prodotti espressivi
2. Individuare nel linguaggio del fumetto e nel 2.1 Produrre immagini ed oggetti a tema. Il fumetto. individuali e di gruppo.
linguaggio filmico le diverse tipologie di La fotografia.
codici, le diverse sequenze narrative Il linguaggio filmico.
decodificandone in forma elementare i diversi I beni culturali del nostro
significati. territorio.
3.1 Sperimentare tecniche e codici propri del
3. Sperimentare l’approccio alle opere d’arte linguaggio visivo ed audiovisivo.
attraverso esperienze dirette nel proprio 3.2 Comprendere il significato di un’opera
territorio. d’arte e apprezzare i beni culturali.

Contenuti

Le immagini per veicolare messaggi


I segni dei codici iconici e non iconici
Il linguaggio del fumetto e del cinema
I beni culturali del proprio territorio
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Educazione Fisica Ottobre/Novembre


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare
L’alunno acquisisce consapevolezza Comunicare X
di sé attraverso la percezione del In relazione alle proprie potenzialità e al Collaborare e partecipare X
proprio corpo e la padronanza degli talento si impegna in campi espressivi e motori Agire in modo autonomo e responsabile X
schemi motori e posturali nel che gli sono congeniali. Risolvere problemi
continuo adattamento alle variabili Individuare collegamenti e relazioni
spaziali e temporali. Acquisire ed interpretare le informazioni X

Utilizza il linguaggio corporeo e


motorio per comunicare ed
esprimere i propri stati d’animo,
anche attraverso le esperienze
ritmico-musicali.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ED. FISICA


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Coordinare ed utilizzare diversi schemi motori 1.1 Utilizzare gli schemi motori di base. Lo schema corporeo. Esperienze di percezione
combinati tra di loro. Le parti del corpo. del corpo nello spazio.
I movimenti naturali. Rappresentazione dei
2. Consolidare la coordinazione oculo-manuale e 2.1 Controllare la motricità manuale fine per I giochi con l’uso degli fonemi con il corpo.
la motricità fine. tracciare i grafemi. indicatori spaziali. Rappresentazione iconica
Ritmo e movimento. del proprio corpo.
3. Orientarsi nello spazio seguendo opportune 3.1 Gestire l’orientamento del proprio corpo in Combinazione dei vari
consegne e indicazioni. riferimento alle coordinate spaziali e a strutture schemi motori.
ritmiche. Giochi e riproduzione di
ritmi con il corpo.

Contenuti

Le parti del corpo


Il corpo e il movimento
Gli schemi motori di base
La musica e il movimento
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo ”B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Ed. Fisica Dicembre/Gennaio


Alunni classi prime Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Utilizza il linguaggio corporeo e Progettare X
motorio per comunicare ed In relazione alle proprie potenzialità e al Comunicare X
esprimere i propri stati d’animo, proprio talento si impegna in campi espressivi Collaborare e partecipare X
anche attraverso la e motori che gli sono congeniali. Agire in modo autonomo e responsabile X
drammatizzazione, le esperienze Risolvere problemi
ritmico-musicali e coreutiche. Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Sperimenta, in forma diversificata,
diverse gestualità tecniche.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ED. FISICA


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Coordinare il corpo nel movimento spaziale e 1.1 Coordinare i propri movimenti in relazione Il corpo nello spazio. Esercizi per la
nella dinamica temporale. allo spazio, agli altri ed agli stimoli sonori. Mimesi corporea nel coordinazione degli
canto corale e nella schemi motori di base nel
danza. movimento e nella danza.
2. Riconoscere e valutare traiettorie, percorsi, 2.1 Elaborare le varie informazioni per
distanze, ritmi esecutivi e successioni eseguire un movimento.
temporali delle azioni motorie.
3.1 Eseguire movimenti in sequenza
3. Interpretare la musica co i movimenti corporei. utilizzando codici espressivi.

Contenuti

I movimenti nello spazio


La mimesi corporea in rapporto agli stimoli sonori
La danza per esprimere emozioni
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Ed. Fisica Febbraio/Marzo


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
delle competenze ciclo
Imparare ad imparare
Progettare
L’alunno sperimenta, in Comunicare X
forma semplificata e Collaborare e partecipare X
In relazione alle proprie potenzialità e al proprio
progressivamente sempre più Agire in modo autonomo e responsabile X
talento si impegna in campi espressivi e motori che gli
complessa, diverse gestualità Risolvere problemi
sono congeniali.
tecniche. Individuare collegamenti e relazioni X
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ED. FISICA


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Utilizzare in modo personale il corpo e il 1.1 Conoscere il proprio corpo attraverso Il corpo per esprimere Esercizi espressivi per
movimento per esprimersi. l’esercizio fisico. creatività. realizzare fantasie motorie
La disponibilità motoria individuali e collettive.
globale.
2. Eseguire semplici sequenze di movimento o 2.2 Coordinare i propri schemi motori in
semplici coreografie individuali e collettive. situazione combinata e simultanea.

Contenuti

Il movimento nella drammatizzazione


Il corpo e l’esercizio fisico
Movimenti sincronizzati per esprimere la propria corporeità
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di e emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Ed. Fisica Aprile/Maggio


Alunni classi prime Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno comprende, all’interno Progettare X
delle varie occasioni di gioco e di In relazione alle proprie potenzialità e al Comunicare X
sport, il valore delle regole e proprio talento si impegna in campi espressivi Collaborare e partecipare X
l’importanza di rispettarle. e motori che gli sono congeniali. Agire in modo autonomo e responsabile X
Risolvere problemi
Agisce rispettando i criteri base di Individuare collegamenti e relazioni
sicurezza per sé e per gli altri, sia nel Acquisire ed interpretare le informazioni X
movimento che nell’uso degli
attrezzi e trasferisce tale competenza
nell’ambiente scolastico ed
extrascolastico.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: ED: FISICA


o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Conoscere e applicare correttamente modalità 1.1 Applicare modalità esecutive di un gioco di Educazione al gioco. Giochi di gruppo per la
esecutive di diverse proposte di giocosport. squadra interagendo positivamente con gli altri. Gioco-sport. cooperazione e
I giochi di squadra. l’interazione positiva fra
2.1 Svolgere un ruolo attivo nelle attività di I ruoli e le regole del gli alunni.
2. Partecipare attivamente alle varie forme di gioco collettivo. gioco. Gioco collettivo nel
gioco organizzato nel rispetto delle regole. Movimento e sicurezza… rispetto delle consegne e
3.1 Partecipare al gioco rispettando indicazioni delle regole stabilite.
3. Utilizzare giochi derivanti dalla tradizione e regole. Conversazione collettiva
popolare applicandone indicazioni e regole. guidata sul rispetto delle
norme di sicurezza a
4. Assumere comportamenti adeguati per la 4.1 Individuare, descrivere e adottare scuola.
prevenzione degli infortuni e per la sicurezza comportamenti di sicurezza nei vari spazi
nei vari ambienti di vita. vissuti.

Contenuti

Il gioco e le sue regole


Le relazioni con il gruppo
Il fair-play
Lo sport come sana competizione
I giochi di squadra
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Storia Ottobre/Novembre


Alunni delle classi prime Cerzoso G.
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare
L’alunno usa la linea del tempo per Lo studente si orienta nel tempo dando Comunicare X
organizzare informazioni, espressione a curiosità e ricerca di senso. Collaborare e partecipare
conoscenze, periodi e individuare Agire in modo autonomo e responsabile
successioni, contemporaneità, Risolvere problemi
durate, periodizzazioni. Individuare collegamenti e relazioni X
Acquisire ed interpretare le informazioni X

Organizza le informazioni e le
conoscenze, tematizzando e usando
la concettualizzazione pertinente.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: STORIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Orientarsi nel tempo utilizzando correttamente 1.1 Utilizzare correttamente gli indicatori La successione Attività guidata per
gli indicatori temporali. temporali. cronologica in azioni ed l’acquisizione dei concetti.
eventi. Rappresentazione iconica
2. Rappresentare verbalmente e graficamente le 2.1 Prendere coscienza dei cambiamenti Gli indicatori temporali di storie o esperienze
attività, i fatti vissuti e narrati. Personali e dell’ambiente nel tempo. (Prima/Dopo/Infine, vissute in ordine
Ieri/Oggi/Domani). cronologico.
3. Riconoscere relazioni di successione e 3.1 Rappresentare i concetti appresi mediante La successione ciclica: il
contemporaneità nelle esperienze vissute. grafismi, racconti orali e disegni. giorno e la notte.
Storie in sequenze.

Contenuti

Le parole del tempo


La successione in azioni ed eventi
La successione ciclica
La sequenzialità
La durata
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Cervo Angela Storia Ottobre/Novembre


Cerzoso G.
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare
L’alunno riconosce elementi Comunicare X
significativi del passato nel suo Collaborare e partecipare X
L’alunno si orienta nel tempo dando espressione Agire in modo autonomo e responsabile
ambiente di vita. a curiosità e ricerca di senso.
Risolvere problemi
Organizza informazioni, Individuare collegamenti e relazioni X
individua contemporaneità e Acquisire ed interpretare le informazioni X
durate nelle azioni e negli eventi.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: STORIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Organizzazione delle informazioni 1.1 Usare correttamente gli indicatori Le durate temporali.
temporali. Il concetto di Ricostruzione temporale di
2. Conoscere e utilizzare le parole del tempo. contemporaneità. esperienze e di vissuti
2.1 Usare correttamente gli indicatori Il giorno e la notte. personali seguendo un
3. Comprendere la contemporaneità delle azioni e temporali. I momenti della giornata. ordine logico/cronologico.
delle situazioni. 3.1 Rilevare i rapporti di successione e di Rappresentazioni grafiche
contemporaneità in eventi diversi. e iconiche dei concetti
4. Riconoscere i rapporti di successione temporale 4.1 Rilevare i rapporti di successione e di appresi.
nell’arco della giornata. contemporaneità in eventi diversi.

Cittadinanza e Costituzione
Natale nel mondo…
1. Conoscere culture ed esperienze diverse. 1. Confrontare abitudini di vita La geografia della nostra
appartenenti a culture diverse classe.

Contenuti

Il tempo e la sua durata


La contemporaneità delle azioni
Le parti della giornata
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi


Storia Febbraio/Marzo
Alunni classi prime Cervo Angela, Cerzoso G. Settembrini M. C.

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
competenze ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare
L’alunno usa la linea del tempo per Comunicare X
organizzare informazioni , Si orienta nel tempo dando espressione a Collaborare e partecipare X
conoscenze, periodi e individuare curiosità e ricerca di senso. Agire in modo autonomo e responsabile X
successioni, durate, periodizzazioni. Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Organizza le informazioni e le
conoscenze, tematizzando e usando le
concettualizzazioni
pertinenti.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: STORIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Acquisire il concetto di 1.1 Intuire la durata del tempo. La linea del tempo. Realizzazione della striscia
durata nelle azioni. L’orologio e il calendario. del tempo.
2. Valutare e misurare la durata di 2.1Conoscere gli strumenti per misurare il tempo. La settimana. Rappresentazioni grafiche
eventi. I mesi dell’anno. e schemi.
3. Rilevare la ciclicità e la durata nei 3.1 Conoscere il nome dei mesi dell’anno e la loro durata. Costruzione della ruota dei
fenomeni temporali. giorni e dei mesi.

Contenuti

La durata delle azioni


La misurazione del tempo
La ciclicità degli eventi
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Cervo Angela Storia Aprile/Maggio


Cerzoso G.
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
delle competenze ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno riconosce elementi Progettare
significativi del passato nel Comunicare X
suo ambiente di vita. Lo studente si orienta nel tempo dando espressione a Collaborare e partecipare X
curiosità e ricerca di senso. Agire in modo autonomo e responsabile X
Organizza le informazioni e Risolvere problemi
le conoscenze usando le Individuare collegamenti e relazioni X
concettualizzazioni Acquisire ed interpretare le informazioni X
pertinenti.

Riconosce ed esplora in
modo via via più
approfondito le tracce
storiche presenti nel
territorio.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: STORIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Riconoscere i cambiamenti prodotti dal 1.1 Individuare il cambiamento stagionale Tutto cambia… Verbalizzazioni orali e
trascorrere del tempo su persone, animali, dell’ambiente circostante. La ruota delle stagioni. scritte, ricerca di
piante ed ambienti. La causalità degli eventi. immagini, attività guidate,
La storia personale. rappresentazioni grafiche e
2. Conoscere la ciclicità e la durata di fenomeni 2.1 Riconoscere relazioni di successione e C’era una volta… iconiche,uso di materiali
naturali. ciclicità delle stagioni. bidimensionali.
Scoperta ed uso dei primi
3. Riconoscere il rapporto di causalità tra due 3.1 Comprendere il rapporto causa/effetto nelle strumenti di
situazioni. azioni. “rappresentazione
temporale” degli eventi.
4. Utilizzare semplici fonti per ricostruire il 4..1 Ricavare conoscenze su momenti del
passato. passato attraverso fonti di tipo diverso.

Contenuti

Come si cambia
Modalità convenzionali della periodizzazione
Il rapporto causa-effetto
La ricostruzione del passato
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Cervo Angela Geografia Ottobre/Novembre


Cerzoso G.
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare
L’alunno si orienta nello spazio Comunicare X
circostante e sulle carte geografiche, Lo studente si orienta nello spazio dando Collaborare e partecipare X
utilizzando riferimenti topologici e espressione a curiosità e ricerca di senso. Agire in modo autonomo e responsabile
punti cardinali. Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni X
Utilizza il linguaggio della geo- Acquisire ed interpretare le informazioni X
graficità per interpretare il globo
terrestre, realizzare semplici schizzi
cartografici e carte tematiche,
progettare percorsi e itinerari di
viaggio.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: GEOGRAFIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Orientarsi nello spazio circostante utilizzando 1.1 Muoversi consapevolmente nello spazio Lo spazio grafico per Attività pratiche per la
punti di riferimento ed indicatori di posizione. circostante. scrivere, disegnare e percezione dello spazio-
1.2Usare correttamente gli indicatori colorare. rigo e spazio-foglio.
topologici. Il concetto di spazio Conoscenza del mondo in
cosmico e spazio vissuto. termini spaziali e relative
2. Riconoscere le delimitazioni di uno spazio. 2.1 Distinguere spazi aperti e spazi chiusi. Gli indicatori illustrazioni.
spaziali(vicino/lontano,dx
/sn.dentro/fuori,sopra/sott
o,davanti/dietro).
La linea di confine e di
3. Rappresentare oggetti e ambienti noti. 3.1 Disegnare la posizione degli oggetti nello contorno.
spazio.

Contenuti

Lo spazio grafico
Gli indicatori topologici
Le delimitazioni dello spazio
La rappresentazione dello spazio e degli oggetti
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela Geografia Dicembre/Gennaio


Alunni delle classi prime Cerzoso G.
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare X
L’alunno si orienta nello spazio Comunicare
circostante e sulle carte geografiche, Lo studente si orienta nello spazio dando Collaborare e partecipare X
utilizzando riferimenti topologici e espressione a curiosità e ricerca di senso. Agire in modo autonomo e responsabile X
punti cardinali. Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni X
Acquisire ed interpretare le informazioni X

Utilizza il linguaggio della geo-


graficità, progetta semplici percorsi
e itinerari viaggio.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: GEOGRAFIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Localizzare elementi nello spazio usando gli 1.1 Conoscere ed utilizzare correttamente gli Gli indicatori topologici Percorsi di orienteering.
indicatori topologici. indicatori topologici. (davanti/dietro,vicino/lont Uso delle informazioni da
an, collegare all’esperienza.
2. Localizzare ed analizzare elementi dello spazio 2.1 Riconoscere gli elementi caratteristici di a sinistra di/a destra di,di Rappresentazioni grafiche
vissuto. uno spazio vissuto. fronte). e iconiche.
Gli spazi vissuti e le
3. Tracciare percorsi effettuati nello spazio 3.1 Comprendere che per muoversi nello relative funzioni.
circostante. spazio si esegue un percorso definito. Descrivere semplici
percorsi negli spazi della
scuola.

Contenuti

Il corpo e gli oggetti nello spazio


Gli spazi vissuti
I percorsi
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Cervo Angela Geografia Febbraio/Marzo


Cerzoso G.
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare X
L’alunno si orienta nello spazio Comunicare X
circostante e sulle carte geografiche, Lo studente si orienta nello spazio dando Collaborare e partecipare
utilizzando riferimenti topologici e espressione a ricerca di senso e curiosità. Agire in modo autonomo e responsabile
punti cardinali. Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni X
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Utilizza il linguaggio della geo-
graficità, realizza semplici schizzi
cartografici, progetta percorsi e
itinerari di viaggio.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: GEOGRAFIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Muoversi consapevolmente nello spazio 1.1 Conoscere il mondo in termini spaziali. Gli spostamenti nello Percorsi negli spazi
circostante, orientandosi attraverso gli 1.2 Scoprire gli elementi di uno spazio e spazio. scolastici/extrascolastici
indicatori topologici e le mappe di spazi noti collegarli tra loro. I percorsi. secondo la consegna.
che si formano nella mente. Le orme. Dettati topologici.
La realtà sulla carta. Riproduzione dall’alto di
2. Riconoscere semplici forme di 2.1 Localizzare, in una rappresentazione Gli spazi organizzati e la ambienti noti (la casa, la
rappresentazione dello spazio. grafica, gli elementi osservati nello spazio. loro funzione. scuola,l’aula).

3. Riconoscere gli spazi vissuti e la loro funzione. 3.1 Individuare la struttura funzionale di un
ambiente.

Contenuti

I punti di riferimento
La funzione degli spazi
L’orientamento
I movimenti nello spazio
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Cervo Angela
Alunni delle classi prime Cerzoso G. Geografia Aprile/Maggio
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno utilizza il linguaggio della Progettare X
geograficità e realizza semplici Lo studente si orienta nello spazio dando Comunicare X
schizzi. espressione a curiosità e ricerca di senso. Collaborare e partecipare X
Agire in modo autonomo e responsabile
Ricava informazioni geografiche da Risolvere problemi
una pluralità di fonti. Individuare collegamenti e relazioni X
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Riconosce e denomina i principali
“oggetti”geografici.

Individua i caratteri che connotano i


paesaggi con particolare riferimento
a quelli italiani.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: GEOGRAFIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Descrivere e rappresentare oggetti e ambienti 1.1 Produrre la rappresentazione grafica di uno La pianta e la mappa per Rappresentazioni
noti. spazio. rappresentare un individuali e collettive
ambiente. dello spazio.
2. Leggere e interpretare la pianta dello spazio 2.1Utilizzare una simbologia condivisa per Legende e simbologie. Esplorazione dello spazio
vicino. rappresentare uno spazio. Lo spazio percepito. attraverso i cinque sensi.
Tanti ambienti. Osservazione di immagini
3. Conoscere il territorio circostante attraverso 3.1 Individuare i sensi che ci permettono di La tutela del paesaggio. per il riconoscimento dei
l’approccio percettivo e l’osservazione diretta. esplorare la realtà circostante. diversi ambienti.

4. Individuare elementi fisici e antropici di un 4.1 Scoprire gli elementi caratterizzanti di un


paesaggio. ambiente.

Contenuti

Lo spazio codificato
L’esplorazione percettiva dello spazio
Il paesaggio e i suoi elementi
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Matematica Ottobre/Novembre


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L'alunno si muove con sicurezza nel L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Progettare X
calcolo scritto e mentale. scientifiche e tecnologiche per analizzare dati Comunicare X
Riconosce e rappresenta forme del e fatti della realtà verificandone l’attendibilità Collaborare e partecipare X
piano e dello spazio. delle analisi quantitative e statistiche Agire in modo autonomo e responsabile X
Utilizza rappresentazioni di dati per proposte da altri. Risolvere problemi X
ricavarne informazioni. Possiede un pensiero razionale per affrontare Individuare collegamenti e relazioni X
Risolve facili situazioni problematiche problemi e situazioni sulla base di elementi Acquisire ed interpretare le informazioni X
nei diversi ambiti di contenuto usando certi.
procedimenti e strategie risolutive. Utilizza le TIC per ricercare e analizzare
Sviluppa un atteggiamento positivo dati/informazioni ma anche per interagire con
rispetto alla matematica. soggetti.
Comprende che gli strumenti
matematici sono utili per operare nella
realtà.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Matematica
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Numeri I numeri in cifra e in Manipolazione e giochi


1. Contare oggetti con la voce e mentalmente in L’alunno: lettere da 0 a 5. con materiale strutturato e
senso progressivo e regressivo. 1.1 (3.1) Confronta e ordina i numeri fino a 5 I binomi locativi (destra, non, blocchi logici e
2. Leggere e scrivere i numeri naturali sia in cifre collocandoli sulla retta; sinistra, sopra, sotto, numeri in colore.
che in lettere e associarli alla relativa quantità. 2.1 individua il precedente e i successivo di un vicino, lontano, davanti, Risoluzione di semplici
3. Confrontare e ordinare numeri e collocarli sulla numero e usa i simboli >/</= dietro) in rapporto a se situazioni problematiche.
retta numerica 4.1 Usa correttamente i binomi locativi. stessi e ad altri. Classificazioni di oggetti
Spazio e figure 5.1 Costruisce e confronta insiemi; Gli insiemi in base ad attributi stabiliti.
4. Conoscere e usare i binomi locativi. 5.2 usa il numero per contare raggruppamenti
Relazioni, dati e previsioni di oggetti.
5. Classificare oggetti in base a caratteristiche
comuni.

Contenuti

I numeri da 1 a 5.
La successione numerica.
La linea dei numeri..
I binomi locativi: Classificazioni.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Matematica Dicembre/Gennaio


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L'alunno si muove con sicurezza nel Progettare X
calcolo scritto e mentale. L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Comunicare X
Riconosce e rappresenta forme del scientifiche e tecnologiche per analizzare dati Collaborare e partecipare X
piano e dello spazio. e fatti della realtà verificandone l’attendibilità Agire in modo autonomo e responsabile X
Utilizza rappresentazioni di dati per delle analisi quantitative e statistiche Risolvere problemi X
ricavarne informazioni. proposte da altri. Individuare collegamenti e relazioni X
Risolve facili situazioni problematiche Possiede un pensiero razionale per affrontare Acquisire ed interpretare le informazioni X
nei diversi ambiti di contenuto usando problemi e situazioni sulla base di elementi
procedimenti e strategie risolutive. certi.
Sviluppa un atteggiamento positivo Utilizza le TIC per ricercare e analizzare
rispetto alla matematica. dati/informazioni ma anche per interagire con
Comprende che gli strumenti soggetti.
matematici sono utili per operare nella
realtà.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e:Matematica
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Numeri
1. Leggere e scrivere i numeri naturali sia in La successione numerica Costruzione della linea dei
cifre che in parole associandoli alla 1.1 Confronta e ordina i numeri fino a 9 da 0 a 9 e viceversa. numeri sulla quale
relativa quantità. 2.1 colloca sulla retta i numeri La posizione dei numeri muoversi avanti/dietro.
2. Confrontare e ordinare numeri e collocarli 3.1 individua il precedente e il successivo di in una sequenza. Classifiche di gare per
sulla retta numerica. un numero; I numeri ordinali. individuare la differenza di
3. Confrontare numeri e usare 3.2 utilizza i simboli >,<,=. Il sottoinsieme. significato tra numeri
opportunatamente i simboli >, <, =. 4.1 Usa i numeri ordinali Mappe e coordinate. ordinali e numeri cardinali.
4. Conoscere e usare i numeri ordinali. 5.1 Abbina un calcolo di addizione e di Classificazioni per
5. Esplorare, rappresentare e risolvere sottrazione ad una situazione problematica. individuare sottoinsiemi di
situazioni problematiche che richiedono 5.2 Comprende la relazione tra addizione e un insieme dato.
l’uso dell’addizione e della sottrazione. sottrazione come operazioni inverse. Osservazioni della spazio
Spazio e figure 6.1 Completa una mappa con l’utilizzo di per localizzare elementi
6. Individuare la posizione di caselle in una coordinate. con l’uso delle coordinate.
mappa utilizzando le coordinate. 7.1 Forma un sottoinsieme.
Relazioni, Dati e Previsioni
7. Classificare elementi in base a una
proprietà, individuando ulteriori criteri di
classificazione all’interno di un insieme.

Contenuti
Addizione e sottrazione
Numeri ordinali.
Mappe e coordinate.
Insiemi e sottoinsiemi.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Matematica Febbraio/Marzo


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L'alunno si muove con sicurezza nel L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Progettare X
calcolo scritto e mentale. scientifiche e tecnologiche per analizzare dati e Comunicare X
Riconosce e rappresenta forme del fatti della realtà verificandone l’attendibilità Collaborare e partecipare X
piano e dello spazio. delle analisi quantitative e statistiche proposte Agire in modo autonomo e responsabile X
Utilizza rappresentazioni di dati per da altri. Risolvere problemi X
ricavarne informazioni. Possiede un pensiero razionale per affrontare Individuare collegamenti e relazioni X
Risolve facili situazioni problemi e situazioni sulla base di elementi Acquisire ed interpretare le informazioni X
problematiche nei diversi ambiti di certi.
contenuto usando procedimenti e Utilizza le TIC per ricercare e analizzare
strategie risolutive. dati/informazioni ma anche per interagire con
Sviluppa un atteggiamento positivo soggetti.
rispetto alla matematica.
Comprende che gli strumenti
matematici sono utili per operare
nella realtà.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e:Matematica
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Numeri Il concetto di decina.


1. Raggruppare in base 10 e registrare i 1.1 raggruppa in base 10. Il valore posizionale delle Raggruppamenti e
raggruppamenti con strumenti diversi. 2.1 Confronta e ordina i numeri fino a 20 cifre. registrazioni.
2. Leggere e scrivere i numeri naturali sia in cifre collocandoli sulla retta ; Le operazioni di Giochi ed attività per
che in parole e associarli alla relativa quantità. 2.2 indica il precedente e il successivo di addizione e sottrazione. proporre diversi modelli
3. Esplorare e risolvere situazioni problematiche un numero; I numeri pari e dispari. intuitivi. Osservazione e
che richiedono l’uso dell’addizione e della 2.3 utilizza i simboli >,<,=. Gli strumenti misurazione di oggetti con
sottrazione 2.4 Scompone i numeri in decina e unità. convenzionali di strumenti non
3.1 Calcola addizioni e sottrazioni entro il misurazione. convenzionali.
Spazio e Figure venti. Le relazioni. Seriazione di oggetti in
4. Individuare grandezze misurabili. 4.1 Utilizza unità di misura arbitrarie per relazione alla lunghezza.
misurare lunghezze. Confronto di elementi
Relazioni, Dati e Previsioni. 5.1 Usa le frecce per rappresentare concreti per stabilire
5. Stabilire relazioni tra elementi. relazioni. relazioni tra essi:.le frecce
parlanti.

Contenuti
Raggruppare in base 10.
La decina.
I numeri da 10 a 20.
Addizioni fino a 20. Sottrazioni entro il 20.
Numeri pari e dispari.
Misurare per confronto.
Le relazioni.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Matematica Aprile/Maggio


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
L'alunno si muove con sicurezza nel Imparare ad imparare X
calcolo scritto e mentale. L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Progettare X
Riconosce e rappresenta forme del scientifiche e tecnologiche per analizzare dati Comunicare X
piano e dello spazio. e fatti della realtà verificandone l’attendibilità Collaborare e partecipare X
Utilizza rappresentazioni di dati per delle analisi quantitative e statistiche Agire in modo autonomo e responsabile X
ricavarne informazioni. proposte da altri. Risolvere problemi X
Risolve facili situazioni problematiche Possiede un pensiero razionale per affrontare Individuare collegamenti e relazioni X
nei diversi ambiti di contenuto usando problemi e situazioni sulla base di elementi Acquisire ed interpretare le informazioni X
procedimenti e strategie risolutive. certi.
Sviluppa un atteggiamento positivo Utilizza le TIC per ricercare e analizzare
rispetto alla matematica. dati/informazioni ma anche per interagire con
Comprende che gli strumenti soggetti.
matematici sono utili per operare nella
realtà.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e:Matematica
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Numeri La linea dei numeri fino a


L’alunno: 20. Lettura,
1. Calcolare addizioni e sottrazioni usando 1.1 esegue addizioni e sottrazioni Composizione e drammatizzazione,rappresenta
metodi e strumenti diversi. usando metodi e strumenti diversi. scomposizione dei numeri zione grafica di situazioni
2. Esplorare, rappresentare e risolvere 2.1 Esplora, rappresenta e risolve fino a 20. problematiche con e senza
situazioni problematiche che richiedono situazioni problematiche che Le relazioni. numeri.
l’uso di addizioni e sottrazioni. richiedono l’uso di addizioni e La regione interna, Attività per il rafforzamento
3. Individuare i dati e la domanda nel testo sottrazioni. esterna, confine. delle abilità di calcolo, la
di un problema aritmetico. 3.1 Individua i dati e la domanda nel conoscenza della scrittura del
testo di un problema aritmetico numero, la capacità di
Spazio e Figure 4.1 Esegue un percorso partendo dalla ordinamento dei numeri stessi.
descrizione verbale o dal disegno e Attività manipolative e giochi
4. Eseguire un percorso partendo dalla viceversa. per introdurre i concetti
descrizione verbale o dal disegno e 5.1 Applica i concetti di regione topologici di regione e
viceversa. interna, regione esterna, confine. confine.
5. Comprendere e applicare i concetti di 6.1 Raccoglie dati. Attività, a partire da situazioni
regione interna, regione esterna e confine. 7.1 Legge un istogramma. concrete, per comprendere
Relazioni, Dati e Previsioni qual è la funzione di un
istogramma, come si
6. Raccogliere dati riferiti ad esperienze costruisce, come si legge.
vissute e organizzarli in istogrammi.
7. Leggere un istogramma.

Contenuti
Risolvere problemi utilizzando addizioni e sottrazioni.
I percorsi.
Rappresentare i dati utilizzando istogrammi..
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Scienze Ottobre/Novembre


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
competenze ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno sviluppa Progettare X
atteggiamenti di curiosità e Comunicare X
modi di guardare il mondo L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Collaborare e partecipare X
che lo stimolano a cercare scientifiche e tecnologiche per analizzare dati e fatti Agire in modo autonomo e responsabile X
spiegazioni di quello che della realtà verificandone l’attendibilità delle analisi Risolvere problemi X
vede succedere. quantitative e statistiche proposte da altri. Individuare collegamenti e relazioni X
Ha atteggiamenti di cura di sé
Acquisire ed interpretare le informazioni X
e verso l’ambiente scolastico
che condivide con gli altri;
rispetta e apprezza il valore
dell’ambiente sociale e
naturale.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Scienze
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Nomenclatura delle parti


1. Riconoscere, denominare e localizzare le 1.1 Conosce le parti del corpo e le loro del corpo umano e loro
principali parti del corpo e le loro funzioni. funzioni. funzioni. Modellizzazione del corpo
2. Rappresentare graficamente lo schema 2.1 Rappresenta graficamente lo schema umano a partire dal
corporeo. corporeo associando ad ogni parte la rispettiva disegno a grandezza reale
3. Cooperare con i compagni per una più funzione. della sagoma di un
completa conoscenza del corpo. 3.1 Individuare le parti del corpo sugli altri. bambino.
Il gioco dello specchio.

Contenuti

Le parti del corpo..


ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Scienze Dicembre/Gennaio


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno sviluppa atteggiamenti di Progettare X
curiosità e modi di guardare il mondo L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Comunicare X
che lo stimolano a cercare spiegazioni scientifiche e tecnologiche per analizzare dati Collaborare e partecipare X
di quello che vede succedere. e fatti della realtà verificandone l’attendibilità Agire in modo autonomo e responsabile X
Ha atteggiamenti di cura di sé e verso delle analisi quantitative e statistiche Risolvere problemi X
l’ambiente scolastico che condivide proposte da altri. Individuare collegamenti e relazioni X
con gli altri; rispetta e apprezza il Acquisire ed interpretare le informazioni X
valore dell’ambiente sociale e
naturale.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Scienze
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Esplorare la realtà circostante attraverso i 1.1 utilizza i sensi per provare alcune I cinque sensi e le loro Analisi guidata
cinque sensi. caratteristiche di oggetti e materiali. funzioni. plurisensoriale alla
2. Scoprire, individuare, conoscere le 2.1 Analizza e verbalizza un’esperienza scoperta di un particolare
proprietà di oggetti utilizzando i cinque attraverso gli organi di senso; momento scolastico.
sensi. 2.2 identifica l’organo con il senso Giochi senso-percettivi.
corrispondente.

Contenuti

Vista – occhi; udito –


orecchie; olfatto – naso;
gusto – lingua;
tatto – pelle.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Scienze Febbraio/Marzo


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno sviluppa atteggiamenti di Progettare X
curiosità e modi di guardare il mondo L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Comunicare X
che lo stimolano a cercare spiegazioni scientifiche e tecnologiche per analizzare dati Collaborare e partecipare X
di quello che vede succedere. e fatti della realtà verificandone l’attendibilità Agire in modo autonomo e responsabile X
Ha atteggiamenti di cura di sé e verso delle analisi quantitative e statistiche Risolvere problemi X
l’ambiente scolastico che condivide proposte da altri. Individuare collegamenti e relazioni X
con gli altri; rispetta e apprezza il Acquisire ed interpretare le informazioni X
valore dell’ambiente sociale e
naturale.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Scienze
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

Esseri viventi e non viventi .


1. Discriminare caratteristiche di viventi e L’alunno: Lo sviluppo dei viventi. Osservazione della crescita di un
non viventi. 1.1 2.1 3.1 classifica esseri viventi e non La trasformazione dei non viventi vegetale:
2. Distinguere un essere vivente da un non vivente in base alle loro caratteristiche. da parte dell’uomo e della natura. Costruzione di grafici e tabelle per
vivente. ricercare le caratteristiche degli
3. Distinguere gli animali dai vegetali. animali e dei vegetali.

Contenuti

I non viventi naturali e non viventi artificiali.


ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Pennino Anna Maria Scienze Aprile/Maggio


Greco Rachele

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare x
L’alunno sviluppa atteggiamenti di L’alunno utilizza le conoscenze matematiche, Progettare x
curiosità e modi di guardare il scientifiche e tecnologiche per analizzare dati e Comunicare x
mondo che lo stimolano a cercare fatti della realtà verificandone l’attendibilità Collaborare e partecipare x
spiegazioni di quello che vede delle analisi quantitative e statistiche proposte Agire in modo autonomo e responsabile x
succedere. da altri. Risolvere problemi x
Ha atteggiamenti di cura di sé e Individuare collegamenti e relazioni x
verso l’ambiente scolastico che Acquisire ed interpretare le informazioni x
condivide con gli altri; rispetta e
apprezza il valore dell’ambiente
sociale e naturale.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Scienze
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Osservare e descrivere animali comuni 1.1 Cogliere le differenza tra le varie Le caratteristiche fisiche e Osservazioni e
2. Cogliere le relazioni tra ambiente e specie viventi biologiche degli animali. classificazioni di animali
animali. Gli animali e loro habitat. seconda un criterio
2.1distingue gli esseri viventi dai non Gli animali del bosco. assegnato.
viventi, gli animali dalle piante. Carta d’identità di alcuni
animali.
Esplorazione di un
ambiente particolare: il
bosco.

Contenuti

L’animale preferito.
Che cosa mangiano gli animali, come si muovono e dove vivono.
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Tecnologia Ottobre/Novembre


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine Competenze di cittadinanza attiva
competenze del primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno riconosce e identifica Le sue conoscenze tecnologiche gli Progettare X
nell’ambiente che lo circonda consentono di analizzare dati e fatti della Comunicare X
elementi e fenomeni di tipo artificiale. realtà e di verificare l’attendibilità delle Collaborare e partecipare
analisi quantitative e statistiche. Agire in modo autonomo e responsabile
Risolvere problemi X
Individuare collegamenti e relazioni X
Conosce e utilizza semplici oggetti e Acquisire ed interpretare le informazioni X
strumenti di uso quotidiano ed è in
grado di descriverne la funzione
principale e la struttura e di spiegarne
il funzionamento.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: TECNOLOGIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Comprendere la dimensione tecnologica della 1.1 Riconoscere oggetti d’uso quotidiano e la Gli oggetti d’uso
realtà circostante. loro funzione. Osservazione e
quotidiano. rappresentazione iconica
Gli oggetti scolastici. di un
2. Osservare ed analizzare oggetti d’uso comune. 2.1 Denominare le caratteristiche di oggetti I materiali degli oggetti. oggetto(forma,materiale e
noti.
funzione).

Contenuti

La realtà tecnologica
Oggetti e materiali diversi
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo B come “Bravura”

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Tecnologia Dicembre/Gennaio


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
L’alunno riconosce e identifica Progettare X
nell’ambiente che lo circonda Le sue conoscenze tecnologiche gli consentono Comunicare X
elementi e fenomeni di tipo di analizzare dati e fatti della realtà e di Collaborare e partecipare X
artificiale. verificare l’attendibilità delle analisi Agire in modo autonomo e responsabile
quantitative e statistiche. Risolvere problemi X
Individuare collegamenti e relazioni X
Conosce e utilizza semplici oggetti e Acquisire ed interpretare le informazioni
strumenti di uso quotidiano ed è in
grado di descriverne la funzione
principale e la struttura e di
spiegarne il funzionamento.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: TECNOLOGIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Seguire istruzioni per realizzare semplici 1.1Costruire semplici oggetti sulla base di Costruiamo il cerchio dei Attività pratiche attraverso
oggetti. istruzioni orali. colori… l’uso di materiali
Gli oggetti e le loro parti. bidimensionali.
Gli oggetti che producono
2. Osservare oggetti e strumenti ideati dall’uomo 2.1 Comprendere la funzione di oggetti e calore. Rappresentazioni grafiche
per soddisfare i suoi bisogni. strumenti costruiti dall’uomo. e iconiche.

Contenuti

Le caratteristiche degli oggetti


Oggetti duri, morbidi, caldi, freddi, lisci, ruvidi
Oggetti di uso comune per soddisfare i bisogni primari
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni classi prime Cervo Angela Tecnologia Febbraio/Marzo


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo Profilo delle competenze al termine del primo Competenze di cittadinanza attiva
delle competenze ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare X
Comunicare X
Si orienta tra i diversi mezzi Collaborare e partecipare X
di comunicazione ed è in Agire in modo autonomo e responsabile
Ha buone competenze digitali, usa con
grado di farne un uso Risolvere problemi
consapevolezza le TIC per ricercare e analizzare dati
adeguato a seconda delle Individuare collegamenti e relazioni X
ed informazioni, per distinguere informazioni
diverse situazioni. Acquisire ed interpretare le informazioni X
attendibili da quelle che necessitano di
approfondimento, di controllo e di verifica e per
interagire con soggetti diversi nel mondo.
Produce semplici modelli o
rappresentazioni grafiche del
proprio operato utilizzando
elementi del disegno tecnico
o strumenti multimediali.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: TECNOLOGIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Identificare il computer come “macchina” 1.1 Conoscere le principali parti del PC. Le parti del computer e la Verbalizzazioni orali e
ideata dall’intelligenza dell’uomo. loro funzione. scritte.
Il lessico informatico. Visita al LAB Informatico
2. Acquisire la nomenclatura informatica di base. 2.1 Utilizzare termini specifici del linguaggio Accensione/Spegnimento e prova pratica.
informatico. del PC.

Contenuti

Gli elementi che compongono un computer


La procedura di accensione e spegnimento
Istruzioni in forma algoritmica
Il lessico informatico
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di emozioni

Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Alunni delle classi prime Angela Cervo Tecnologia Aprile/Maggio


Pennino Anna
Settembrini Maria Carmela

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare X
Progettare X
L’alunno riconosce e identifica Le sue conoscenze tecnologiche gli Comunicare X
nell’ambiente che lo circonda consentono di analizzare dati e fatti della Collaborare e partecipare X
elementi e fenomeni di tipo artificiale. realtà e di verificare l’attendibilità delle Agire in modo autonomo e responsabile
analisi quantitative e statistiche. Risolvere problemi X
Individuare collegamenti e relazioni X
Acquisire ed interpretare le informazioni X
Conosce e utilizza semplici oggetti e
strumenti di uso quotidiano ed è in
grado di descriverne la funzione
principale e la struttura e di spiegarne
il funzionamento.
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina: TECNOLOGIA
o Area:
Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Eseguire semplici procedure d’uso del 1.1 Sperimentare semplici procedure I programmi e le loro Prodotti espressivi e
computer. informatiche. icone. semplici prove pratiche.
1.2 Usare il PC per eseguire giochi, anche Le risorse del computer. L’uso del PC e della LIM
didattici. per apprendere.

Contenuti

Il linguaggio iconico del pc


Dati, suoni e immagini nel computer
I giochi didattici
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati saranno: Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
colloqui / interrogazioni, opportunamente abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
integrati da osservazioni sistematiche L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
significative; Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo
questionari; studente.
prove scritte soggettive (prove descrittive); Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
prove scritte oggettive o strutturate (test di concetti.
profitto); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte semi strutturate. Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere
affidato ad uno studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 1 Titolo Insieme per crescere


Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Pirillo Religione Cattolica OTTOBRE-NOVEMBRE


Dio e l'uomo
La Bibbia e le altre fonti

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo

L’alunno riflette su Dio Creatore Imparare ad imparare


del mondo e Padre degli uomini. Progettare
L 'alunno sa che per la religione cristiana Dio è Comunicare
L'alunno riflette sugli elementi Creatore e Padre; Collaborare e partecipare *
fondamentali della vita di Gesù e Agire in modo autonomo e responsabile
collega i contenuti principali del suo L’alunno esprime stupore per le meraviglie del Risolvere problemi
insegnamento alle tradizioni creato in quanto opera di Dio. Individuare collegamenti e relazioni *
dell’ambiente in cui vive. Acquisire ed interpretare le informazioni *
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e: Religione

o Area:

Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è 1.1 Riconoscere Dio come Creatore e Padre di Dio creatore e Padre di A partire da immagini e foto
Creatore . tutti gli uomini tutti gli uomini . esprimere i propri sentimenti
2. Sviluppare sentimenti di rispetto e cura verso 2.1.Cogliere nell’ambiente che ci circonda i La natura opera di Dio. ed emozioni
le cose e la natura create da Dio segni che richiamano ai cristiani e ai tanti
credenti la presenza di Dio Creatore.

Contenuti

Intorno a me tutto è bello e vive


Nella Bibbia il segreto della vita
Distinzione tra esseri viventi e inanimati
Tante persone al mondo dicono : “Dio è Padre”-
L 'uomo, collaboratore di Dio
San Francesco canta la creazione
Rispettiamo il mondo
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 2 Titolo B come “Bravura”


Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Pirillo – Rota Religione Cattolica DICEMBRE – GENNAIO


Il linguaggio religioso
Dio e l’uomo

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare
L’alunno riflette sul vero significato Progettare
del Natale; L 'alunno riconosce alcuni linguaggi simbolici Comunicare *
L’alunno riconosce che Gesù di e figurativi tipici della vita dei cristiani (feste, Collaborare e partecipare
Nazareth è stato un bambino come preghiere, canti, spazi, arte), per esprimere con Agire in modo autonomo e responsabile *
tutti e ricostruisce alcuni aspetti creatività il proprio vissuto religioso. Risolvere problemi
della vita di Gesù. Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire ed interpretare le informazioni *
Articolazione dell’U.d.A.
Disciplina/e: Religione Cattolica

Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi


Obiettivi di Apprendimento

Leggere e commentare brani


1. Conoscere Gesù di Nazareth come 1.1 Saper riconoscere il valore sociale e La festa del Natale : usi e biblici di riferimento
Emmanuele e Messia e cogliere il senso religioso della festa in generale e del Natale in tradizioni.
particolare. Cartelloni e canti
religioso e umano del Natale.
La figura di Gesù di
2. Cogliere la specificità della struttura familiare 2.1 Ricostruire gli aspetti generali della vita di Nazareth: ambiente e stile
, partendo dalla famiglia di Gesù. Gesù più vicini all’esperienza personale e saper di vita nei suoi aspetti
operare un confronto. quotidiani.

Contenuti

Carattere sociale e religioso della festa.


Simboli e tradizioni del Natale
Il tempo dell’attesa: l’Avvento.
Il presepe e i Magi.
L’ambiente di vita di Gesù.
I gesti e le parole amorevoli di Gesù.
Gesù e i suoi amici presentati nei racconti del Vangelo.
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 3 Titolo Dalla fantasia alla realtà


Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Pirillo Religione Cattolica FEBBRAIO - MARZO


La Bibbia e le fonti
I valori etici e religiosi

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare *
L’alunno riflette sui dati Progettare
fondamentali della vita di Gesù e sa L 'alunno riconosce che le religioni Comunicare *
collegare i contenuti principali del testimoniano la dimensione della trascendenza Collaborare e partecipare
suo insegnamento alle tradizioni e l’incontro con l’unico Dio. Agire in modo autonomo e responsabile *
dell’ambiente in cui vive; riconosce Risolvere problemi
il significato cristiano della Pasqua, Individuare collegamenti e relazioni
traendone motivo per interrogarsi Acquisire ed interpretare le informazioni
sul valore di tale festività
nell’esperienza personale, familiare
e sociale.
Disciplina/e: Religione Cattolica

Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi

1. Conoscere la vita terrena di Gesù e 1.1. Cogliere nella vita e negli Gesù di Nazaret, Lettura di testi:
comprendere che la missione speciale di Gesù insegnamenti di Gesù proposte di L’Emmanuele ”Dio con verbalizzazione orale e
consiste nel portare a tutti la Buona Novella , scelte responsabili per un personale noi”.,compimento delle scritta.
attraverso i gesti e le parole. progetto di vita. promesse di Dio.
Ascolto di musiche e canti
2. Conoscere i primi seguaci di Gesù. 1.2. Conoscere la Pasqua e le tradizioni ad Gesù e i suoi amici: gli religiosi.
essa collegate. apostoli.
La morte e la risurrezione Attività di animazione
di Gesù come momento di
comunione cristiana.

Contenuti

L’ambiente di vita di Gesù.


I gesti e le parole amorevoli di Gesù.
I miracoli di Gesù
Gesù e i suoi amici presentati nei racconti del Vangelo.
Simboli e tradizioni della Pasqua
Prepararsi alla Pasqua: la Quaresima
Gesù risorge
ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - ZUMBINI

Scuola primaria U.d.A. n. 4 Titolo Un mondo di emozioni


Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi

Classi prime Pirillo Religione Cattolica APRILE – MAGGIO

Traguardi per lo sviluppo delle Profilo delle competenze al termine del Competenze di cittadinanza attiva
competenze primo ciclo
Imparare ad imparare *
L’alunno identifica nella Chiesa la Progettare
comunità di coloro che credono in L 'alunno conosce il significato di gesti e segni Comunicare *
Gesù Cristo liturgici propri della religione cristiana (modi di Collaborare e partecipare *
pregare, di celebrare…) Agire in modo autonomo e responsabile
Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire ed interpretare le informazioni
Articolazione dell’U.d.A.

Disciplina/e:Religione

o Area:

Obiettivi di Apprendimento Abilità/capacità Conoscenze Compiti significativi


I Valori Etici E Religiosi
Dio E L'uomo
1. Individuare i tratti essenziali della 1.1 Saper percepire la preghiera come La Chiesa, il suo credo e la Lettura di brani biblici di
Chiesa e della sua missione dimensione di dialogo con Dio. sua missione. riferimento.
2.1 Sapersi accostare con rispetto ai gesti, ai Visita della Chiesa.
2. Scoprire gli elementi presenti simboli e ai luoghi religiosi presenti La Chiesa, il suo credo e la Cartelloni.
all’interno dell’edificio “chiesa”. nell’ambiente in cui vive.. sua missione. Ascolto di canti
3.1 Saper comprendere l’importanza del
3. Scoprire il valore del gesto del Battesimo.
segno di croce e del Battesimo . 4.1 Saper comprendere l’importanza di Maria
4. Comprendere l’importanza di Maria nella Chiesa.
nella Chiesa.

Contenuti

La festa continua: ogni domenica è Pasqua.


Chiesa edificio, Chiesa comunità.
Gesti e simboli cristiani .
La croce: segno e simbolo della religione cristiana.
Il Battesimo: sacramento dell’iniziazione cristiana.
Maria: Madre di Dio e della Chiesa.
Competenze trasversali

Fare uso di materiali conoscitivi per esemplificare, generalizzare;


separare gli elementi conoscitivi evidenziandone relazioni, principi organizzativi;
relativizzare le proprie opinioni;
interpretare e riorganizzare informazioni;
utilizzare di metodi di lavoro efficaci;
mettere in pratica del pensiero creativo personalizzandolo e adattando strategie in modo da renderle efficaci;
applicare il metodo disciplinare anche in altri ambiti non disciplinari;
sapersi adattare a nuove situazioni con atteggiamento positivo sia cognitivo che sociale;
saper concepire modalità d’azione diversamente strutturate e personalizzate per raggiungere uno scopo;

L’Ambiente di apprendimento

Valorizzazione dell’esperienza e delle conoscenze degli alunni


Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere
Attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità
Problematizzazione, esplorazione e scoperta
Sensibilizzazione all’apprendimento collaborativo
Realizzazione di percorsi in forma di laboratorio
La Valutazione

Modalità di valutazione: Recupero/riallineamento/consolidamento, potenziamento:


Le tipologie degli strumenti di verifica utilizzati Il “recupero/riallineamento/consolidamento” avverrà per mezzo di “correttivi” da introdurre nel caso in cui non tutti gli allievi
saranno: abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati all’interno dell’UdA. I “correttivi” potranno essere:
colloqui / interrogazioni, opportunamente L’uso di test alternativi, per offrire all’allievo una presentazione diversa del contenuto.
integrati da osservazioni sistematiche Gli eserciziari a uso individuale, che hanno lo scopo di rendere più familiare il contenuto del libro di testo allo studente.
significative; Le schede, in cui vengono riassunti sinteticamente i punti essenziali dell’unità didattica e semplificati termini, fatti e
questionari; concetti.
prove scritte soggettive (prove descrittive); La ripetizione dell’argomento da parte dell’insegnante o di un allievo che già lo padroneggi.
prove scritte oggettive o strutturate (test di Il materiale audiovisivo, preparato dall’insegnante con schemi, mappe concettuali, fotografie, diapositive, lucidi,
profitto); filmati; l’uso appropriato delle tecnologie multimediali.
prove scritte semi strutturate. Il tutoring, “correttivo”, che consiste in un coinvolgimento individuale. Tale compito può essere affidato ad uno
studente che padroneggi bene un determinato argomento.

L’osservazione, nelle sue diverse modalità, rappresenterà uno strumento fondamentale per conoscere e accompagnare il bambino in tutte le sue dimensioni di sviluppo, rispettandone
l’originalità, l’unicità, le potenzialità attraverso un atteggiamento di ascolto, empatia e rassicurazione. La pratica della documentazione verrà utilizzata come processo che produce tracce,
memoria e riflessione, negli adulti e nei bambini, rendendo visibili le modalità e i percorsi di formazione e permettendo di apprezzare i progressi dell’apprendimento individuale e di
gruppo.