Sei sulla pagina 1di 25

Costi della qualità e della non qualità

Costi per la qualità

“costi sostenuti con il


fine di evitare insuccessi
qualitativi”
Costi della
qualità Costi della non
qualità
“costi sostenuti perché
non si riesce a garantire
al 100% la qualità del
prodotto”

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (1)


Costi della qualità e della non qualità
La rilevazione e gestione dei Costi della Qualità come
strumento per:
– Il miglioramento dell’efficienza interna (produttività);
– Il miglioramento dell’efficienza esterna (competitività);
– Il conseguimento di una riduzione dei costi globali.

L’utilità è dimostrata sia in fase di programmazione degli


investimenti, sia in fase di controllo della redditività degli
stessi.
Il valore medio dei Costi della Qualità rende chiara
l’importanza:
– 4% del fatturato
– 9,5 % del valore aggiunto
Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (2)
Costi della qualità e della non qualità
Misure economico-finanziarie
La direzione dovrebbe prendere in esame la conversione dei dati
ricavati dai processi in informazioni di tipo economico-finanziario per
disporre di misure comparative tra i processi e per facilitare il
miglioramento dell'efficacia e dell'efficienza dell’organizzazione.
Esempi di misure economico-finanziarie sono:
- le analisi dei costi di prevenzione e di accertamento,
- le analisi dei costi delle non conformità,
- le analisi dei costi di carenze interne ed esterne,
-le analisi del costo del ciclo di vita.

UNI EN ISO 9004:2000 par. 8.2.1.4

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (3)


Differenti approcci al problema
Occidente
Conoscere i C.N.Q. per valutare la redditività degli
investimenti

Giappone
• Inutile valutare la convenienza dell’investimento
• Investire in qualità significa sempre maggior profitto

In ogni caso, conoscere i CNQ significa disporre di


informazioni per identificare le priorità d’intervento
Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (4)
Alcune riflessioni

“Un sistema efficace di contabilità dei costi


della qualità serve soltanto ad evidenziare l’oro
della miniera, non ad estrarlo”.
JURAN

“Un sistema controllo costi della qualità è


efficace in un contesto che persegue la qualità
come obiettivo primario: è sempre un errore cercare
di impiantare l’analisi dei costi della qualità nel
vuoto.”
FEIGENBAUM

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (5)


Classificazione dei costi
Costi di
Costi per la prevenzione
Qualità Costi di
valutazione
AZIENDALI
Costi per difetti
interni
Costi della
non Qualità Costi per difetti
esterni
COSTI DELLA
QUALITÀ

Costi sostenuti per


inefficienza fornitori
EXTRA Costi sostenuti per
AZIENDALI insoddisfazione clienti

Costi sostenuti per perdita di


immagine

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (6)


Costi di prevenzione
Costi sostenuti per:
– Prevenire l’insorgere di carenze qualitative (difetti) in
tutte le funzioni aziendali;
– Ottenere la qualità prevista facendo le cose bene la
prima volta.
Connessi ad attività quali:
– Pianificazione della qualità
– Audit sul sistema qualità
– Valutazione preventiva fornitori
– Riesami progetto
– Formazione e addestramento ufficio qualità
– Costruzione e prova prototipi
– Ecc.

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (7)


Costi di prevenzione
Voce di costo Contenuti
Pianificazione della qualità MdQ, Procedure, istruzioni – Piani di progetto – Piano
dei Controlli – Piano manutenzioni e tarature
Revisione nuovi prodotti Prototipi, campioni, pre-serie – Analisi FMEA – Riesami
progetto
Valutazione preventiva Raccolta dati – valutazione – piani di miglioramento –
fornitori piano degli obiettivi
Progettazione Produzione sperimentale – Test di laboratorio
apparecchiature controllo
Controllo del processo Studi di process capability e process reliability
Tracciabilità materiali Individuazione legami – progettazione sistema –
procedure informatiche e operative
Formazione per la qualità Piano di formazione – Lezioni – Addestramenti – Circoli
della qualità
Audit interni Pianificazione audit interni
Miglioramento della qualità Definizione azioni preventive

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (8)


Relazione tra costi di prevenzione e difetti

Costi di prevenzione

Costi di
prevenzione

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (9)


Costi di valutazione
Costi sostenuti per:
– Accertare, mediante ispezione e valutazione la
conformità dei processi e del prodotto ai requisiti di
qualità definiti;
– Verificare se le cose sono state fatte bene la prima
volta.
Connessi ad attività quali:
– Controllo materie prime, semilavorati e prodotto finito
– Formazione e addestramento tecnico controllo qualità
– Acquisto strumenti di misura
– Taratura strumenti di misura
– Ecc.

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (10)


Costi di valutazione
Voce di costo Contenuti
Controllo MP Attività di controllo sul prodotto o sul processo –
Settaggio strumenti – Attività di prova
Controllo WIP
Controllo PF
Approvazioni esterne Predisposizione documentazione e campioni

Valutazione stock Ispezione in magazzini esterni e interni


Valutazione periodica Verifica obiettivi – piani di miglioramento
fornitori
Audit di Clienti Visite dei Clienti – Prove sul campo
Audit interni Esecuzione audit inetrni

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (11)


Relazione tra costi di valutazione e difetti

N° TOT

DE

TOT
DE
DI

DI
Costi di valutazione

Costi di valutazione

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (12)


Costi di difetti interni
Costi sostenuti per:
– Errori sui processi o carenze qualitative di materiali,
componenti o prodotti finiti rilevati prima della
consegna o dell’installazione
Connessi ad attività quali:
– Scarti
– Rilavorazioni e riparazioni
– Ricontrolli
– Declassamenti Lo
– Ecc. stabilimento
nascosto

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (13)


Costi di difetti interni
Voce di costo Contenuti
Scarti Conteggio, classificazione e reporting – Test di
accertamento – Valorizzazione – Perdite di produzione –
Gestione resi a fornitori – Riprogrammazione produzione
Ricontrolli, rilavorazioni e Rilavorazioni e riparazioni di materiali – Successivi
riparazioni ricontrolli
Declassamenti Trattative con Cliente – Perdita di valore
Insuccessi dei fornitori Supporto per soluzioni NC
Analisi difetti interni Analisi causa difetti – Definizione azioni correttive
Autorizzazioni impiego Verifiche per autorizzazione impiego NC – Richieste di
scarti deroga
Impiego di materiali Surplus di utilizzo materiali per scarsa qualità
Errori di progettazione Modifiche alla progettazione
Recupero attrezzature Modifiche stampi, maschere e dime
Stock fuori controllo Mantenimento scorte eccessive – Straordinari per
reintregro materiali – Oneri di acquisto aggiuntivi

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (14)


Costi di difetti esterni
Costi sostenuti per:
– Carenze qualitative di prodotti finiti rilevati dopo la
consegna o durante l’installazione
Connessi ad attività quali:
– Resi da Clienti
– Riparazioni in garanzia
– Campagne di richiamo
– Penali su consegne
– Ecc.

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (15)


Costi di difetti esterni

Voce di costo Contenuti


Resi Interventi c/o Clienti – Perdita vendita – Gestione del
reso
Rivalse Scarti e perdite del Cliente – Penali per ritardi o per non
conformità
Analisi difetti esterni Analisi causa difetti – Definizione azioni correttive –
Analisi lotti coinvolti
Assistenza Interventi in garanzia
Riprogettazioni Modifiche alla progettazione
Perdite di mercato Analisi e individuazione perdite di mercato

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (16)


La valutazione dei costi occulti

Indagine Sincert su circa 2000 aziende con SGQ certificato:

Avete realizzato una riduzione dei costi?


SI 25% NO 66% NR 9%

Avete realizzato una riduzione dei reclami?


SI 61% NO 32% NR 7%

Avete realizzato una riduzione degli scarti?


SI 55% NO 34% NR 11%

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (17)


Composizione complessiva dei CNQ

Totale

Prevenzione e
valutazione

Difetti interni e
esterni

Livello di qualità

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (18)


Ciclo di vita del prodotto e CNQ

Difetti

Valutazione
Prevenzione

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (19)


Composizione complessiva dei CNQ


Nuovo costo
totale

Prevenzione e
valutazione

Costi occulti

Nuovo punto di Livello di qualità


minimo

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (20)


Iniziare la gestione dei CNQ

Considerazioni generali:
– Relazione con i sistemi di contabilizzazione dei
costi
– Sistema parallelo o sistema integrato
– Approccio manuale o procedure informatiche
– Livello di coinvolgimento dell’intera
organizzazione
Alta direzione → il convincimento
Controllo di gestione → l’appoggio
Altre funzioni → il coinvolgimento

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (21)


Le fasi del progetto

1. Costituzione del gruppo di lavoro


2. Pianificazione del progetto
3. Scelta dell’area di sperimentazione:
– La più tipica possibile
– Segmento naturale del sistema globale
– Elementi di costo per ciascuna categoria
– Unità relativamente indipendente
– Unità che deve migliorare la qualità
– Base di dati di costo già disponibili
– Management disponibile
4. Identificare e classificare gli elementi del costo della “non
qualità” in tale area

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (22)


Le fasi del progetto

4. Identificare e classificare gli elementi del costo della “non


qualità” in tale area
– Identificare le voci di costo più significative
– Valori già disponibili
– Facilità di stima delle voci non disponibili ma rilevanti
5. Stabilire i dati da raccogliere
– Concentrarsi sulle voci di costo dei difetti interni ed esterni per poter
dare prova del primo step di miglioramento
– Dati tempestivi ancor più che precisi (usare Pareto)
6. Definire procedure per la raccolta di dati
– Coinvolgere le funzioni Amministrazione e Personale o, se presente,
Controllo gestione
– Sensibilizzare tutti alla correttezza delle registrazioni
– Definire tempi e responsabilità per raccolta ed elaborazione
Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (23)
Le fasi del progetto

7. Stabilire le modalità di presentazione dei dati


– No a valori assoluti dei CNQ
– Utilizzo di basi di riferimento (almeno due):
Volume di produzione (omogeneizzare linee di prodotto diverse)
Ore di lavoro (attenzione all’inflazione)
Valore aggiunto (complesso da ricostruire)
Fatturato (meglio il valore della produzione)
Costo industriale

Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (24)


Le fasi del progetto
8. Definire il programma di miglioramento

Difetti esterni
Difetti esterni
Difetti esterni
Difetti interni Difetti interni
Difetti interni
Valutazione Valutazione
Valutazione

Prevenzione Prevenzione
Prevenzione
Situazione attuale Primo step Secondo step

9. Allineare il programma sulla base dei risultati ottenuti


10. Estendere la gestione dei CNQ a tutte le aree aziendali
Costi della Qualità e della Non Qualità rev. 05/02/07 (25)