Sei sulla pagina 1di 45

Corso Integrato di PATOLOGIA GENERALE E MICROBIOLOGIA

a.a. 2016-2017

Insegnamento di Microbiologia e Microbiologia Clinica

6 CREDITI FORMATIVI

Paola Rappelli
Dipartimento di Scienze Biomediche
Viale S.Pietro 43/B
079 229981
rappelli@uniss.it
Programma dell'Insegnamento di Microbiologia (6CFU)
Introduzione
Corso di base di Microbiologia Medica che comprende: microbiologia generale,
batteriologia, virologia, micologia, parassitologia con particolare enfasi
all’ecosistema orale e alle patologie dentali.

Obiettivi
Obiettivo primario
Comprensione della biologia dei microrganismi, dell’interazione microrganismi-
ospite e dei meccanismi di patogenicità microbica

Obiettivi principali
Fornire le conoscenze delle basi cellulari e molecolari della patogenicità
microbica e delle interazioni microrganismo-ospite nel campo della batteriologia,
virologia, micologia e parassitologia, e degli aspetti diagnostico-clinici dell'analisi
microbiologica con particolare riguardo agli aspetti odontoiatrici.
Descrizione del programma
Caratteri generali della cellula batterica
Origine della microbiologia ed evoluzione dei microrganismi.
Principali differenze tra cellule eucariotiche e procariotiche.
Struttura e funzione dei costituenti della cellula batterica: parete batterica, membrana,
ribosomi, fimbrie, pili, capsula, cromosoma, plasmidi, inclusioni. Batteri Gram positivi e Gram
negativi.
I biofilm.
Locomozione: flagelli e chemiotassi.
La spora: struttura e funzione, meccanismi di sporulazione e germinazione.

Metabolismo batterico
La crescita batterica: la replicazione batterica e le caratteristiche di crescita di una popolazione
batterica. Effetti dell’ambiente sulla crescita microbica. Curva di crescita. Misurazione della
crescita microbica.

Genetica dei microrganismi


Meccanismi di replicazione del DNA. I plasmidi: struttura e funzione dei principali tipi di
plasmidi. I trasposoni e le sequenze di inserzione. Trasferimento e ricombinazione del DNA nei
batteri. Trasduzione, coniugazione, trasformazione. Mutazioni: principali tipi di mutazione;
significato biologico.

Farmaci antibatterici
I farmaci antibatterici: caratteri generali. Meccanismi di azione e bersagli molecolari delle
principali classi di antibiotici.
Meccanismi molecolari di resistenza agli antibiotici. Determinazione dell’antibiotico-resistenza.
Rapporti ospite-parassita
Le associazioni simbiotiche: commensalismo, mutualismo, parassitismo. La popolazione microbica
residente nell’organismo. Interazione tra flora residente e sito anatomico. La popolazione microbica
normale dei vari distretti dell'organismo.
Patogenicità e virulenza. Principali vie di infezione dei microrganismi patogeni. Adesione ed
interazione con le mucose; colonizzazione batterica. Invasione. Tossine batteriche: esotossine ed
endotossine. Controllo genetico della patogenicità batterica. Interazione con gli effettori della
risposta immunitaria dell’ospite. Meccanismi di “fuga” dalle difese immunitarie dell’ospite.

Virus
Definizione di virus. Caratteristiche generali dei virus. Classificazione e struttura dei virus. I
batteriofagi. Replicazione virale. Rapporti virus-cellula: replicazione dei virus animali, latenza e
persistenza.

Miceti
Caratteri generali dei miceti responsabili di infezione nell’uomo. Struttura e replicazione dei funghi e
dei lieviti. Meccanismo dell’azione patogena dei Miceti. Diversi tipi di micosi.

Protozoi ed elminti
Caratteri generali dei principali parassiti di interesse medico. Classificazione e struttura dei protozoi e
degli elminti. Meccanismi di azione patogena e interazioni ospite-parassita.
Principali microorganismi di interesse medico
Per ciascun microorganismo: caratteri generali, modalità di trasmissione, meccanismi patogenetici,
sindromi cliniche associate e diagnosi.

BATTERI: stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, micobatteri, enterobatteri, neisserie,


Pseudomonas, vibrioni, yersinie, legionelle, clostridi, clamidie, micoplasmi.
VIRUS: HIV, herpes virus, virus delle epatiti, virus dell’influenza, HPV.
MICETI: Candida, Aspergillus, Cryptococcus.
PARASSITI: Plasmodium spp., Giardia intestinalis, Toxoplasma gondii, amebe intestinali, Trichomonas
vaginalis, leishmanie e tripanosomi, Taenia spp., Echinococcus granulosus, Enterobius vermicularis,
Schistosoma spp.

Microbiologia del cavo orale


Ecosistema microbiologico orale. La cavità orale come habitat. I principali microorganismi indigeni del
cavo orale. Caratteristiche degli streptococchi orali. Ruolo dei fattori batterici nella colonizzazione del
cavo orale, fattori di adesività, interazioni tra batteri. Acquisizione della popolazione batterica del
cavo orale. Placca dentale: formazione e composizione microbica della placca, proprietà biochimiche
dei batteri della placca, loro interazione e potenziale patogeno. Eziologia, patogenesi ed immunità
della carie, delle parodontopatie e delle endodontopatie.

Diagnosi delle infezioni microbiche


Diagnosi diretta ed indiretta. Il campione clinico, raccolta e trasporto. L’esame microscopico. L’esame
colturale. Terreni di coltura per la coltivazione, l’isolamento e l’identificazione dei microorganismi.
Tecniche immunologiche per la diagnosi diretta ed indiretta. Diagnostica molecolare.
Testi consigliati

• G. Antonelli: Principi di Microbiologia Medica (Casa Editrice Ambrosiana)

• La Placa: Principi di Microbiologia Medica (Casa Editrice Ambrosiana)

•M.T. Madigan: Brock-Biologia dei microorganismi (Casa Editrice Ambrosiana)

• K.J. Ryan: Sherris-Microbiologia Medica (EMSI)


Modalità di esame

Modulo di Microbiologia e Microbiologia Clinica

Due prove parziali scritte

1° Parte (microbiologia generale)

2° Parte (microbiologia speciale e clinica)


La microbiologia è la branca della biologia che studia la struttura
e le funzioni dei microrganismi, cioè di tutti quegli organismi
viventi non visibili ad occhio nudo
Cosa studia la microbiologia

BATTERI MICETI PROTOZOI

ELMINTI VIRUS
yottametro = Ym = 1024 m
zettametro = Zm = 1021 m
exametro = Em = 1018 m
petametro = Pm = 1015 m
terametro = Tm = 1012 m
gigametro = Gm = 109 m
megametro[1] = Mm = 106 m
chilometro = kilometro = km = 103 m = 1000 m
ettometro = hm = 102 m = 100 m
decametro = dam = 101 m = 10 m
metro = m
decimetro = dm = 10−1 m = 0,1 m = 1/10 m
centimetro = cm = 10−2 m = 0,01 m = 1/100 m
millimetro = mm = 10−3 m = 0,001 m = 1/1000 m
micrometro = micron = μm = 10−6 m
nanometro = nm = 10−9 m
picometro = pm = 10−12 m
femtometro = fm = 10−15 m
attometro = am = 10−18 m
zeptometro = zm = 10−21 m
yoctometro = ym = 10−24 m
Le dimensioni degli esseri viventi
Le dimensioni dei microorganismi
La massa di microorganismi sulla Terra è di gran lunga
superiore al peso totale di tutti gli altri organismi viventi
In un grammo di terra ci sono 2.5 miliardi di batteri
Le prime forme di vita erano rappresentate da antenati dei batteri
La vita sarebbe comparsa sulla Terra poco dopo il suo
raffreddamento e la comparsa degli oceani
Le condizioni ambientali sulla Terra erano molto particolari

Assenza di ossigeno
Presenza di:
• Acqua (H2O)
• Anidride carbonica (CO2)
• Metano (CH4)
• Azoto (N2)
• Ammoniaca (NH3)
•Idrogeno (H2)
• Acido sulfidrico (H2S)

Temperature elevate
Forti sorgenti di energia
Nel 1953 Stanley Miller riuscì ad ottenere sostanze
organiche da composti inorganici
… il brodo
primordiale
L’origine della vita

Assenza di O2
Presenza di H2O, CH4, CO2, NH3
Alte temperature
Forti sorgenti di energia

Prime molecole organiche

polimerizzazione

MACROMOLECOLE
EVOLUZIONE CHIMICA
Formazione spontanea di polinucleotidi e polipeptidi per
polimerizzazione casuale

La formazione abiotica di polimeri e’ stata verificata facendo sgocciolare soluzioni di


monomeri su sabbia, argilla o rocce calde
EVOLUZIONE CHIMICA

Replicazione abiotica dell’RNA

Riproduzione di polinucleotidi a partire da stampi precostituiti, in base


all’appaiamento spontaneo delle basi complementari
Origine spontanea di protobionti

Formazione spontanea di membrane di fosfolipidi


I fosfolipidi sono molecole anfipatiche, che in presenza d’acqua formano
spontaneamente aggregati ordinati in doppi strati, vescicole in grado di racchiudere
una soluzione acquosa
CELLULA - unità fondamentale della materia vivente
L’ORIGINE DELLA CELLULA EUCARIOTICA

Comparsa del NUCLEO Ripartizione dell’informazione


genica in unità distinte

CELLULA BATTERIO
EUCARIOTICA
PRIMITIVA + AEROBIO
Procariote ancestrale

ARCHAEBACTERIA EUBACTERIA

Condizioni limite: “nostre” nicchie ecologiche


• acque sulfuree
• altissime temperature
• alta salinità
Gli Archaea

• sono stati identificati negli anni 1970

• costituiscono un Domino distinto

• sono tra le più antiche forme di vita


• si sono evoluti nelle difficili condizioni ambientali della giovane Terra
• si trovano soprattutto in ambienti “estremi” (per temperature, pH, salinità, etc.)
• hanno proprietà biochimiche eccezionali
BACTERIA ARCHAEA EUKARYA
Unicellulari Unicellulari Unicellulari e
pluricellulari
membrana NO NO SI
nucleare
Cromosoma Circolare Circolare Lineare
Plasmidi SI SI NO
Istoni NO SI SI
Steroli di NO NO SI
membrana
Peptidoglicano SI NO NO
Inizio traduzione Formilmetionina Metionina metionina
DEFINIZIONE DI SPECIE

ZOOLOGIA la specie è rappresentata da quegli


individui che incrociandosi tra loro
generano potenzialmente una prole
illimitatamente feconda

MICROBIO Un insieme monofieltico e coerente di


organismi che possiedono un grado
LOGIA elevato di omologia in numerose
caratteristiche indipendenti
1684 – Antony van Leeuwenhoek

Descrive i microorganismi che vede in


preparati allestiti dalla patina dei denti, da
goccie d’acqua stagnante…
LA GENERAZIONE SPONTANEA

La materia non vivente può dare origine a organismi viventi?

• i terreni umidi danno origine alle rane

Aristotele (384-322 a.C.)

I topi possono essere generati mettendo a contatto


biancheria sporca e grano

Van Helmont (1577-1644)


La seconda metà del XIX secolo è stata
fondamentale per lo sviluppo della moderna
microbiologia

GENERAZIONE SPONTANEA

NATURA DELLE MALATTIE INFETTIVE


1822-1895 – Louis Pasteur

Risolve la controversia sulla GENERAZIONE SPONTANEA


1822-1895 – Louis Pasteur
1843-1910 – Robert Koch

Sviluppa la TEORIA MICROBICA delle malattie