Sei sulla pagina 1di 145
COPIA, a COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE (Provincia di Palermo) Ema dane: VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sxpagatan-NON RENeAWNA 43 del 29/12/2017 SEEEINNNABSL S279 Mot: Bata 20112018 09:12:50 pprovazione Rendiconto della Gestione dell'esercizio 2016, (Giunta tunicipale) Lanno 2017, il giorno ventinove del mese di dicembre, con inizio alle ore 16.00 nella sala delle adunanze Padre Bagliesi del Comune di Isola delle Femmine, convocato con Fosservanza delle modalita di legge si riunito il Consiglio Comunale con procedura ordinarla. Presiede la seduta: ! Avy, Rappa Pletro Salvatore All’appello risultano: Fe i IMIMEDIATAMENTE ESECUTIVA RAPPA PIETRO SALVATORE GUERCIO BARTOLA CALTANISSETTA GIUSEPPE. GIAMBONA DANIELA NEVOLOSO BENEDETTO. PALAZZOLO ANTONINO DOMENICO: BILLECI ORAZIO LUCIDO ANNA GAIA GRADINO VIVIANA, CROCE GIOVANNA PROVENZA ANNA PUCCIO MARIA GRAZIA. PAGANO GIUSEPPE CATANIA MARIA ROSA NEVOLOSO ORAZIO _ Presentin, 13 Assenti n.2 Sono presenti in aula: {SINDACO) BOLOGNA STEFANO {ASSESSORI) MANNINO ANGELO, CALTANISSETTA GIUSEPPE, LUCIDO ANNA MARIA, PUCCIO. ROSSELLA Scrutatori i Consiglieri Signor: GRADINO VIVIANA, PUCCIO MARIA GRAZIA, NEVOLOSO. BENEDETTO. Risultato che gli intervenuti sono in numero legale, il Presidente Avy. Rappa Pietro Salvatore, dichiara aperta la discussione sull’argomento in oggetta, Partecipa Il Segretario Comunale Anna Genova, il quale prowede alla redazione del presente verbale La seduta é pubblica, I Responsabile del Settore Economico Finanziario, propone al Consiglio Comunale di approvare la seguente proposte di deliberazione ad oggetto: APPROVAZIONE RENDICONTO DELLA GESTIONE DELUESERCIZIO 2046. IL RESPONSABILE DEL SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO PREMESSO = che, ai sensi delist. 227 del D.gs. 267/200, come aggiomato dal D.1gs. 118/2011 e dal Dilgs.126/2014, il rendiconto della gestione & deliberato dall'organo consiliate entro il 30 aprile delfanno successivo e si compone del conto di bilancio, del conto econotnico ¢ del conto del atrimonios «= Ehe a sal degli artt. 151 ¢ 231 del D.Lgs. 267/2000 il rendiconto & completato dalla relazione ilusteativa del!attivith delfente; = che liter di approvazione del rendiconto della gestione & disciplinato dagli articoli 35 e seguenti del vigente regolamento di contabiliti dell'ente; = che dal 2015 2 operativo il principio contabile applicato alla. contabiliti finanziaria, mentre Tattuazione delle disposizioni tiguardanti la contabilitk economica-pattimoniale & obbligatotia dal 31 Iuglio 20175 + che pertanto git dal 2015 trovano applicasione i nuovi schetni di tendiconto atmonizeato di oui allatt. 9 del DPCM 28 dicembre 2011; RICHIAMATO = Ia deliberazione di Consiglio Comunale n, 53 del 29 dicembre 2016 con la quale & stato approvato bilancio di previsione 2016-2018 ed i relativ allegatis = la delibetazione di Giunta Comunale m, 92 del 28 tuplio 2017 con la quale si & provveduto al siaccestamento dei residui attivi e passivi esistenti alla fine dell'esercizio © da iscrivere nel conto del bilancio, previa verifica, pet ciascuno di ess delle motivazioni che ne hanno compottato la cancelluzione ¢ delle sagioni che ne hanno consentito il mantenimento, nonché della conetta imputazione in bilancio, secondo le modaliti di cui allart. 3, comma 4, del D.Lgs. 25 giugao 2011, 1, 118, ¢ successive modificazioni, in conformiti allat, 228 del D-Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, = ln deliberazione della Giunta 1. 94 del 31 luglio 2017 con Ia quale & stato approvato lo schema di rendiconto della gestione 2016, = lh delberazione della Giunta n.115 dell settembre 2017, con'la quale & stato modificato lo schema di sendiconto 2016 con contestuale approvazione della Contabilitt Economica ¢ dello Stato Pattimoniales + Ja deliberazione della Giunta n. 126 dell ottobre 2017, di modifica della citata deliberaaione 1. 115/2017 e siapprovazione dello schema di Rendiconto di Gestione 2016 con la nuova composizione del Risultato di Amministrazione di cui all All, 6 della presente proposti, il Conto Beonomico lo Stato patsimoniale; DATO ATTO = che con la sopta tichiamata deliberazione, Ia Giunta Comunale ha altresl approvato la vatiazione agli stanziamenti del fondo phuriennale vincolato a-valere sull'altimo bilancio (2016-2018), ai sensi degli arte. 3 e 4 del D-Lgs. 18/2011 cost come modificato dal D.Lgs. 126/2014, ¢ sul bilancio 2017-2019 e che in seguito a tale vatiazione sono mantenuti gli equilibsi di finanza pubblica come tisulta da allegato prospetto; = che il Tesotiete comunale, Banca Nuova, ha teso il conto dalfatticolo 226 del Digs. 18 agosto 2000, n. 267 e la proposta di rendiconto 2016 chiude con tisultati contabili concotdanti con quelli del Tesotieres = che i conti presentati dagli agenti contabili a denato nei tetmini di legge sono cottispondenti alle risultanze della contabilit’ finanziatia; = che sono stati verificati da parte dei sesponsahili dei sevviei del'Ente i debiti fuosi bilancio da finanziate e riconoscete alla data del 31 dicembre 2016; che le rsultanze del rendiconto della gestione 2016 sono evidensiati negli uniti prospetti contabili; = che il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2016 al netto del Fondo Platiennale Vincolato & stato accantonato ¢ vincolato secondo le ptocedute previste dalla normna: che Iavanzo accantonato, vincolato ¢ destinato ad investimenti potra essere utilizzato solo per le finalita costitutive dello stesso; mentte Ja patte di avanzo disponibile pati dovri essere utilizeata pHioritatiamente per la veriica degli equilibti di bilancio 2017 o per il finanziamento di eventual debiti fuori bilancio e, solo in subordine a tali verifiche, pot essere utilizzato per spese una tantum, rimborso anticipato di prestiti ¢ spese di investimento; = che nella relazione e nei prospetti allegati al zendiconto: a) @ stato evidenziato, nella patte dedicata al saldo di finanza pubblica, che il Comune di Isola delle Femmine ha sispettato Yobiettivo progrimmatico fiseato dalle vigenti disposizioni legislative; b) @ stato quantificato, secondo i modelli previsti daft. 11, comma 4 lett. C, del DIgs. 118/2011, seguendo principi ¢ modalitt collegati alla riforma della contabiliti, un fondo ctediti di dubbia esigibilitd, per controbilanciate i ctediti in sofferenza che rimangono iscritti in bilancio ¢ concoztono alla determinazione del risultato della gestione, utilizzando a tal fine, pet la quantificazione, il metodo semplificatos ¢) sono stati declinati gli appositi accantonamenti pet fondo indennita di fine mandato nonché i vincoli da legge, indebitamento, trasferimenti e le relative quote che dovianno mantenete la destinazione ad investimenti; 4) sono stati predisposti gli ulteriori prospetti ministeriali relativamente alla suddivisione per iissioni ¢ programm sia del Fondo plutiennale vincolato che delle tisultanze economiche; €) sono state siportate le silevazioni degli indicator! generali di gestione finanzintia, nonché attestaaione selativa ai parametti di individuazione degti enti defictati, di cui al Decteto del Ministezo dell'Interno del 18/2/2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 6/3/2015, dalla quale si evince che dei dieci parametsi previsti, sete sisultano negativi, come da tabella allegata; = che il Comune ha provveduto alla siclassificazione delle singole voc delfinventatio, il cui aggiomamento mediante ticognizione dei beni mobiliati ¢ immobiliati & stato effettuato con delibernzione della Giunta .47 del 28 aprile 2017, secondo il Piano dei Conti pattimoniale e delle yori dello stato pattimoniale chiuso il 31 dicembre 2015, nel tispetto del D.P-R. n°194/1996, secondo Particolazione prevista dallo stato patrimoniale di cui alfallegato 4/3 del D-gs 1n°{18/2011 e smi, con il relativo raccordo tua Ia vecchia e la nuova classificaziones ~ che 2 scguito del?applicazione dei critesi di valutezione delt'attivo e del passivo previsti dal principio applicato della contabilith economico pattimoniale allinventatio e allo stato pattimoniale siclssificato, Je sisultanze dello stato pattimoniale al 1° gennaio delfesercizio di avvio della nuova contabilita (esercizio 2016) di cui al Decteto Legislative 0°118/2011 ¢ simi, sono quelle evidenziate nei prospetti allegati i cui importi specificati, per ciascuna delle voci delVinventatio e dello stato patsimoniale riclassificato, sono stati calcolati sulla base degli impotti di chiusura del precedente esercizio, di quelli conseguenti il processo di tivalutazione, nonché delle differcaze di valutazione negative e positive avvenute nel corso dellesercizio 2016; VISTO = il conto del Tesoriere relativo alla gestione di cassa al 31 dicembre 2016; {l prospetto dei dati SIOPE al 31 dicetmbre 2016; = iconti resi dai consegnatari dei beni patrimoniali ¢ dagli agenti contabili a denato sottosetitti daghi stessi e presentati entro i termini di legge; = a cettificazione inviata al Ministero dell/Economia e delle Finanze il 29 matzo 2017 che mostea il tispetto degli obiettivi posti dal saldo di finanza pubblica per il 2016 come esplicitato nella selazione illusteativa; = le tisultanze delle rilevavioni effetiuate dal Servizio Finanziatio sulle entiate accertate ¢ le spese impegnate, a consuativo 2016, che determinano il tasso di copettuta tatiffaria dei servizi a domanda individuale; = la dichiarazione sostitutiva del prospetto di cui alatt. 11 del D.Lgs. 118/2011, relativo alla nota informativa di verifica debiti ccediti del Comune con i proptl enti strumentali e societi partecipate; + Fallegeto tendiconto defatnmontate delle spese di sappresentanza sostenute dagli organi dell'Ente di cui alfast, 16, comma 26 D.L. 138/2011 convertito in I. 148/2011; = iLDLgs. 18/2011 e in patticolate W'Allegato schema di rendiconto; = gliallegati alla presente proposta di seguito elencati: = Conto de! hilancio e selativi allegati di cui all'articolo 11, comma 4, del D-Lgs. 0.118/20113 All. data 13) «= tabella dei parametti di siscontzo della situazione di deficitarieti strutturale redatta si sensi det DM 18 febbraio 2013; (All, 14) ~ piano degli indicatori e dei sisultat di bilancio; (All, 18) = elenco delle spese di sappresentanza, sostenute dagli organi di governo nellesercizio 2016, previste dallatticolo 15, comma 26, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni dalla legge n. 148/2011, secondo il modello approvato con DM Intetno del 23 sgennaio 2012; (All, 16) ~ Conto Eeonomico; (All, 17) Stato Patrimoniale attivo; (All. 18) Stato Patritoniale passivo; (All. 19) Riclassificxzione voci delPinventatio; (All. 20) Elenco riepilogativo per titoli dei residui attivd e passivi pet anno di provenienza; (All. 24) Relazione al conto finanziatio di cui allatt. 151; (All. 22) PRESO ATTO ~ della selazione del Collegio dei Revisosi dei conti che si conclude con il parere non favorevole; = della rcluzione prot. 13649 del 23 settembre 2017, a fitma del Responsabile del Settor Economic Finanziatio delespetto del Sindaco in matetie economiche, con la quale controdeduce sulle ossetvazioni e tilievi sollevati, nonché sul patere conclusivo non favorevol allapprovazione del rendiconto di gestione del 2016 tilasciato dalPorgano di tevisione; = della delibera n. 120 del 25 settembre 2017 con la quale la Giunta ha pteso atto dell controdeduzioni citate; = della deliberazione della Ginata , 126 dell’11 ottobre 2017 con Ja quale si 2 provveduto a rettificate Ia precedente delibes .115/2017 ed a siapptovare lo schema di Rendiconto di Gestione 2016 con la nuova composizione del Risultato di Amministrazione di-cui all All. 6 della presente proposta, il Conto Economico e lo stato Patrimoniale; PROPONE DI DELIBERARE 1) APPROVARE il rendiconto della gestione del Commune di Isola delle Femmine pet lesercizio finanziatio 2016 nelle risultanze contabili indicate nel Conto del Bilancio, nel Conto Economico- Pattimoniale e nei relativi allegati di seguito specificati: 2) Conto del bikincio e selativi allegati di cui alfasticolo 11, comma 4, del D.Lgs. 0.118/2011; (All. da 1a 13) 3) tabella dei parametti di tiscontro della situnzione di deficitarieta struttutnle redatte ai sensi del DM 18 febbraio 2013; (All. 14) 4) pinao degit indicator e dei tisultati di bilancio; (AM, 15) 5) elenco delle spese di tappresentanza, sostenute dagl organi di governo nell'esetcizio 2016, pteviste dallarticolo 15, comma 26, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni dalla legge n. 148/201, secondo il modello approvato con DM Intemno del 23 gennaio 2012; (All. 16) 6) Conto Economico; (All 17) 7) Stato Patzimoniale attivo; (All. 18) 8) Stato Pattimoniale passivo; (All. 19) 9). Riclssifiearione voci detinventacio; (AIL. 20) 10) Blenco tiepilogativo pet ttoli dei tesidui attivi e passivi per anno di provenienza; (All, 21) 11) Relazione al conto finanziatio di cui all'atticolo 151; (All. 22) 12) DARE ATTO: a) che con Papprovazione del tendiconto dellesercizio 2016, vengono contestualmente approvati: ~ i sisultatied i provvedimenti connessi alloperezione di riaccertamento dei residui attivi e passivdiscsiti nel conto del bilancio; ~ i sisultati del operazione di aggiornamento degli inventati dei beni comunali; le operazion! effettuate in adempimento a quanto prescritto dagli artt. 228 e 230 del Dilgs. n. 267/2000 e simi, ed in conformita a quanto dagli stessi stabilitos 1b) che il Comune ba rspettato le disposizioni del Paregsio di Blancio per Vesetcizio 2016; ) che in base ai nmovi parametei di deficitarieti strutturale di cui al decteto ministeriale 18 febbraio 2013, questo Comune non tisulta deficitatio; ¢) che i Comune ha provveduto alla riclassificazione delle singole voci delfinventario, il cui aggiomamento mediante sicognizione dei beni mobiliati e immobiliat!& stato effettuato con deliberazione delln Giunta 2.47 del 28 apsile 2017, secondo il Piano dei Conti pattimoniale © delle voci dello stato patrimoniale chiuso il 31 dicembre 2015, nel sispetto del DPR. 1n°194/1996, secondo Fatticolazione prevista dallo stato pattimoniale di cui alfallegato 4/3 del D.lgs, n°118/2011 e simi, con il relativo raccordo tra Ja vecchia e la nuova classificazion 6) che la detezminazione di slaccertamento dei residui attivi e dei residui passivi sark inviata al Tesotiere ‘Comunale ai sensi delfatt. 216, 3° comma del Digs n. 267/200; IL RESPONSABILE DEL SETTORE, Fito Dr. Antonio Croce Il Presidente constatata la presenza del numero legale (Presenti 13 Consiglieri Comunali-Asser 1uercio Bartola e Giambona Daniela) dichiara aperta la seduta. Vengeno nominati scrutatori i Consiglieri Comunali: Nevoloso Benedetto, Puccio Maria Grazia, e Gradino Viviana. Il Presidente introduce l'argomento, rileva che la proposta & corredata di tutti | parerl e ricorda al Consiglio Comunale la diffida del Commissario ad Acta ed Il cul termine per adempiere scade domani, Da atto delle presenze del Collegio del Revisor dei Conti. i seguito ricorda i tempi degit interventi previsti dal Regolamento, Il Segretario Comunale deposita una relazione consegnata in seduta dal Responsabile Ufficio Finanziario Dott. Croce ¢ momentaneamente ne viene rinviata la lettura, in attesa del Rag. Colletto, esperto del Sindaco, Prende la parola il Consigliere Nevoloso Orazio, rileva di voler discutere la relazione del Dott, Croce in risposta alla presunta elusione del Patto di stabillt2 essendo propedeutico agli argomenti posti all’ordine del giorno e per fare magglore chiarezza. Rileva che ll D, Ministerlale n, 36991 del 06.03.2017 all’art e) prevede che il ed il Dott. Croce, Responsable dot Settore Finanziario & colul che certifica il Patto di stabi quindi, avrebbe dovuto nei termini certificare questa dato, per cui, chiede, se si ottemperato a questa norma di legge e se il Dott. Croce Responsabile dell'Ufficio Finanziario che doveva certificare II rispetto del Patto di stabilita sia incompatibile con fa verifica richiesta dal Segretario Comunale. Secondo me, afferma, doveva essere una persona terza e chiede al Segretario se vi@ un conflitto d’interesse. Risponde il Segretarlo Comunale, afferma la legittimita della richiesta allufficio Finanziario in quanto il Commissario ad Acta l'aveva invitata a promuovere con riguerdo all'obiettivo programmato per I'esercizlo 2026, i! procedimento sotteso alla verifica delI'ipotes! di elusione del Patto di stabilita, Poiché un procedimento inizia con richiesta allufficio competente per materia, il Segretario Comunale ha chlesto la verifica all’ufficio Finanziario non essendo certamente Il Segratario Comunale a doverlo verificare personalmente. I Consigliere Nevoloso Orazio, chiede cosa ha verbalizzato il Segretario Comunale In merito alla risposta della stessa. I Segretarlo Comunale ribadisce quanto gia esplicitato sopra e che non rientrava nelle sue competenze verificare personalmente quanto richiesto dal Commissario ad Acta e clo’ un eventuale nan rispetto del Patto di stabilita e che non vi é stato nessun conflitto d’interesse nell'avere chiesto all'ufficio preposto una verifica. Prende la parola il Consigliere Pagano Giuseppe, rileva che vi & necessita di avere chiarimenti da parte sla dei Revisori dei Conti che da parte del Responsabile dell'Ufficio Finanziario, stante che le ultime relazioni sono appene pervenute e chiede al Responsabile dell Ufficio Finanzlario di ilustrare la nota appena consegnata. Prende Ia parola il Dott. Croce Responsabile dell’Uffi Finanziario che legge la relazione al rendiconto di gestione 2016 (qui allegato "A"). Entra in aula il Rag, Colletto esperto del Sindaco. ESCE IL Consigliere Croce Giovanna, presenti 12 Consiglieri Comunali Prende le parola il Consigliere Orazio Nevoloso, rileva che la relazione non aggiunge nulla a quello che gia si sapeva in quanto mette in ordine cronologico 1 fatti attinenti il Rendiconto 2016 e afferma di voler iniziare il suo intervento traendo spunto dalla fine della proposta di deliberazione del rendiconto e precisamente il comma c) che recita: “ in base ai nuovi parametri di deficitarieta strutturale di cui al Decreto Ministeriale 18.02.2013, questo Comune non risulta deficitario”, Di segulto, parte della nota n* 16923 de} 9.12.2026 a firma della Rag. Deborah Puccio che evidenzia a tutti gli organl Istituzionali, una situazione di disavanzo strutturale le cui misure ordinarie non erano bastevoli a superare certe criticita e che oggi, afferma, sono presenti anche nel bilancio 2047. La stessa, poneva l’accento sulla causa Lo lacono che nonostante fosse stata notificata a Maggio 2016 all’Ente, veniva comunicata all'Ufficio Finanzlarlo ad Ottobre 2016, per cul ci si chiedeva essendo in fase di elaborazione al bilancio, come arginare questo debit. {I Responsabile Dott. Puccio rilevava che unico modo di intervenire era estrapolare detto debito dal bilancio 2046 ed inserirlo in un processo di riequilibrio finanziario plurlennale attivando la procedura di cui al'art. 243 bis da sottoporre al Consiglio Comunale, tale decisione era confermata da altri parametrl deficitari e proponeva altri drastici interventi che dovevano essere agganciati al predissesto, quali l'innalzamento delle aliquote, una forte riduzione delle spese e cos! via, La nota concludeva dicendo che quel bilancio, mancante di una parte debitoria che nol sapevamo, era unicamente funzionale rispetto all’esigenza di assicurare la formazione dello strumento 2016 quale presupposto imprescindibile al fine di accedere alla procedura di riequilibrio ai sensi dell’art, 243 bis. Questa relazione, prosegue, veniva adottata anche dalla G.M. con delibera n. 1165/2016 venendo posta come primo punto. ll percorso delineato aveva anche Il benestare del Collegio dei Revisorl che esprimevano I parere favorevole al bilancio 2046 nell'esclusiva ipotesi che Ente facesse ricorso Imminentemente alla procedura prevista dall'art. 243 bis. 1a proposta arrivava in Consiglio Comunale e veniva fortemente criticata dall’Opposizione in quanto a nostro parere vi erano gia tutti | presupposti per attuarla, in quanto fa situaztone era gia strutturalmente compromessa, nonostante | tecnici confortatt dal parere del Revisori volessero fare questo tentativo. Tale situaztone trovava responsabilita e consapevolezza nei Consiglieri di Maggioranza (legge gli Intervent! di alcunl Consiglieri di Maggloranza in sede di approvazione del Bilancio2016), rilevando che la problematica dei debiti non era da imputare all'amministrazione In carica quindi la maggioranza era consapevole di quest! debit. Sempre in sede di approvazione del bilancio 2026 il Gruppo di Opposizione avevano chiaramente evidenziato che i Bilancio era in predissesto e che accesso alla procedura di rlequllibrio avrebbe comportato un’ammissione formale delle responsabilita moturate dall'Ente (legge lIntervento Inserito nell’atto n. 53/2026). Ed ancora, il Consigliere Caltanissetta assicurava che avrebbero con immediatezza proweduto al ricorso alla procedura di riequilibrio. Ma cosa succedeva pol? Rileva, nulla, li 18.01.2017 la Dott.ssa Puccio presentava fa proposta per Iattivazione del predissesto, ma veniva stoppata dal Sindaco che camblava il Responsabile dell'Ufficio Finanziario, dando 30 giorni di tempo al nuovo Responsabile per relazionare sulla situazione contabile e verificare i passaggi da fare. Cosa strana il 17.01.2017 Il Segretario, su nostra richlesta, invia una nota a firma del Responsabile Dott.ssa Puccio, Il Segretario risponde che fa richlesta era stata fatta a Dicembre quando ancora la Responsabile dell'Ufficio Finanzlarlo era la Dott.ssa Puccio che stante tutte le incombenze dettate dal bilancio, rispondeva successivamente. DI segulto, il Consigliere Nevoloso, prosegue, chiedevano un incontro con | Revisori 2 Febbraio ed Aprile, dove manifestavamo tutte la nostra preaccupazione condivisa dai Revisor! € dalfo stesso Presidente del Consiglio. Alla richiesta fatta al nuovo Responsabile del'Ufficio Finanviario perché non si 8 ancora attivata fa procedura delfart. 243/bis ci veniva detto che vi erano stati dei problemi con il cambio del sistema informatico contabile e che stava lavorando alle misure correttive richieste dalla Corte dei Conti. ‘Tutto cambia, prosegue con la deliberazione n, 14/2017, il 18 maggio 2017 il nostro é un Comune dissestato, i! 19 maggio il nostro Comune in avanzo d’Amministrazione. Questo, afferma, per noi @ una cosa gravissima perché su una delle procedure, definite dall’Ass. Caltanissetta routinarie, dirichieste di chiarimenti da parte della Corte dei Conti, noi andiamo a fare un cambio di un risultato d’amministrazione e di un bilanclo consolidato de! 2014.10 chiedo al Segretario Comunale se era possibile camblare un risultato consolidate 2014 senza una preventiva autorizzazione della Corte dei Conti e se questa delibera n.14/2027 poteva arrivare al Consiglio Comunale senza il parere dei Revisori dei Conti, Il Presidente rileva che si risponderé non appena finito l'intero intervento del Consigliere Orazio Nevoloso. Prosegue Il Consigliere Nevoloso Orazio, he I'Ente da Maggio passa da un dissesto ad un avanzo. Di seguito, riferisce che il gruppo di Opposizione ha segnalato alle autorita delle irregolarit’ sulla data inerente lincarico al nuovo Responsabile dell Ufficio Finanziario e che vi sono delle indaginl in corso. A seguito di questo esposto, I'Assessorato Entl Locali chiede al Segratario Comunale una relazione ( che viene in parte letta in pubblico) sul fatti ed in cul in premessa viene rimarcata la “ faziosita” e che il Segretario Comunale definisce “Minoranza’ Opposizione. Prosegue, inoltre che per meglio capire cosa stesse succedendo & stato chiesto al Dott, Tabone se poteva spiegare perché l’Amministrazione non stava pitt facendo ricorso alla procedura di cui all/art, 243/ bls con propria nota, afferma, II Dott. Tabone in risposta alle nostre richieste, sollevava dubbi e perplessit in ordine al’iniziativa assunta dall’Amministrazione attraverso ’approvazione dell'atto deliberativo n. 14/2017, costituendo ur“alterazione illegittima della destinazione dei proventi del Codice della Strada, che concorrono a modificare artificiosamente il risultato di amministrazione al 34/12/2015 e di seguito legge la nota del Dott, Tabone. Tale nota, prosegue é stata girata al Commissario ad Acta Dott, Garofalo che tra ’altro dava incarico al Segretario Comunale di promuovere una verifica di ipotesi di elusione del patto di stabilita ed ancora il Consigliere contesta dandone una lettura del tutto personale, una nota del Segretario Comunate alta Corte dei Conti, su debito Lo lacono, Alla fine, prosegue, vi & II lieto fine e cio che non vi @ stata elusione del Pato di Stabilita. Quel disogno fatto dalla Dott.ssa Puccio, dal Dott, Tabone con il parere favorevole dei Revisori ed approvato prima in Glunta e pol in Consigito Comunale & un disegno corretto e se & corretto, il Rendiconto di Gestione 2016 non pud essere approvato, polché nulla ha a che vedere con la gestione 2016 € con Ia realta. La ricostruzione storica, conclude, va fatta con la consapevolezza del pass che si sono fatti. La data di Maggio & molto importante quando da un disavanzo ci si trovati con un avanzo. In merito alle domande poste al Segretarlo Comunale sulla delibera n. 14/2017 misure correttive, la stessa rilevando che non era presente in quel Consiglio Comunale siferisce che sull’obbligatorietd o meno del parere dei Revisor! dei Conti sulla proposta, era stata evidenziata la facoltativita dello stesso, Per quanto concerne la preventiva autorlzzaztone della Corte det Conti, appare evidente che sara la stessa Corte, qual ora fosse stata necessaria, tale autorizzazione ¢ rilevare la non richiesta con le conseguenze del caso In esame. Prende la parota Il Consigliere Pagano Gluseppe, rileva preliminarmente la complessit® di questo bilancio consuntivo, la mole di documenti in allegato che ha determinato una grande quantita di lavoro, Vavvicendamento di tecnici e quant‘altro che ha creato non poca confusione, pet cui, non ci vedo chiaro. Not , oggi, siamo venuti qui per dire la nostra, saranno gli organi competenti a fare chiarezza facendo | dovuti accertamenti. Entrando nel merito della proposta, vorrei del chiarimenti da parte dei Revisori e dal Responsabile deli’Ufficio Finanziario, Chiarimenti su una nota pervenutaci stamattina a firma del Presidente del Consiglio con allegata una relazione del Responsabile dell’Ufficio Fnanziarlo, Vorrel chiarito il punto 2) Pag. 3 che dice: “Inoltre sulla determinazione dei vincoli atteso inopportunita di mantenere inutili queste quote accantonate dall'avanzo di amministrazione, il Consiglia Comunale & direttamente chiamato ad esprimersi in sede di approvazione del rendiconto della gestione dell’esercizio 2016 in considerazione del fatto che uno degli allegati obbligatori al predetto documento contabile & II prospetto dimostrativo dell’avanzo di amministrazione con ta specifica della destinazione. -Parte accantonata, -Parte vincolata. -Parte destinata a investimenti, -Parte disponibile, Spetta quindi al Consiglio attribuire ad entrate libere o destinate uno specifico vincolo di destinazione. A tal fine, gli atti deliberativi che il Consiglio Comunale dovra porre in essere, costituiscono uno specifico obbligo rispetto al quale il Bilancio dovra essere coerente. Da questa lettura, sembrerebbe che I'Ufficlo si spogli da ogni responsabllita per poi trasferirla al Consiglio Comunale. Chiede ai Revisori dei Conti, noi abbiamo un disavanzo d’Amministrazione di 400milaeuro, oltre il Debito Lo tacono che ci determina un imminente dissesto firianziario. DI quel correttivi adottati con la delibera_n. 14/2017 non abbiamo ancora nessuna risposta da parte della Corte dei Conti, né se sono corretti, né se nan lo sano, Noi, prosegue, chiediamo al Revisorl, se avremmo dovuto prima di utlizzare V'avanzo d’amministrazione nel bilancio Consuntivo 2016, modificare in sede di Consiglio Comunale il Bilanclo Consuntivo 2024, in considerazione che siamo passati da un disavanzo di 400milaeuro ad un avanzo di 300milaeuro, E se 8 si la risposta, prosegue, se necessitava che questa operazione venisse fatta previa autorizzazione da parte della Sez. di controllo della Corte dei Conti? Perché se nol stiamo operando senza la necessarla autorkzzazione e senza prima aver modificato Il Bllancio Consuntivo 2014, adesso ci ritroviamo con un avanzo d’amminlstrazione che non & certo. In attesa della risposta il Consigliere Pagano Giuseppe prosegue con il suo intervento, Vorrel, partire, rileva dalla delibera del C.C. de! 29/12/2016 quando adottando quella delibera si determinava di adottare subito la procedura del plano di riequilibrio, La Dott.ssa Puccio con nota n. 598/2017 predisponeva V'apposita proposta per la procedura di riequilibrio ed II plano di rotazione e le trasmetteva al Presidente de! Consiglio Comunale per portarle in Consiglio Comunale. 1! Sindaco nel frattempo con una nota al Presidente ed ad altri Ufficl, comunicava che i! 16/01/2017 la Dott.ssa non poteva predisporre quel’atto in quanto veniva sostituita dal nuovo Responsabile Dott. Croce. Vi é da dire che, prosegue, che la Dott.ssa Puccio aveva chiesto di non essere pid nominata Responsabile dell'Ufficio Finanziario, ma il Regolamento dell’Ente prevede che in ‘ane Responsabile pro-tempore. Noi, attesa della nuova nomina, lo stesso soggetto riteniamo opportuno andare a verificare nel file quando é stata redatta la lettera del Sindaco ci accorgiamo che Il file riporta non il 13 ma 17. Sembrerebbe, prosegue, che la nota non & del 13 ma del 47. Se il Sindaco ha redatto la sua nota il 17 Gennaio, in realta la proposta di delibera trasmessa il 16 Gennaio era valida ed efficace. A tal proposito, rileva, abbiamo ritenuto opportuno informare la Procura della Repubblica, il Prefetto e Assessorato Enti Locali- Ufficio Ispettivo, che si sono attivati ciascuno perla propria competenza, Sapptamo che la Procura ha aperto prima un fascicolo contro ignoti, mentre adesso, vi sono dagli Indagati. Chiede al Segretario Comunale se & a conoscenza di qualcuno dell’Amministrazione che @ indagato. I Segretario Comunale risponde che ad oggi non vi sono awisi di garanzia. Prosegue, citando la nota di risposta del Segretario Comunale alla richiesta di relazione da parte dell’Assessorato Ent Locall, Per tutto quanto, mi pongo dei dubbi su questo bilancio e sulla sua validita, Ancor oggi, non sappiamo qual @ il Debito ATO e nessuna partecipata ha comunicato la propria situazione contabile, to ritengo che la mancanza del debito sentenza Lo lacono all interno del Conto Consuntivo 2016, la mancata presentazione quale debito fuori Bilancio In Consiglio Comunale del Debito Lo tacono e altri e di tutti gli altri debiti fuor! bilancio che non sono stati portati in Consiglio Comunale e che sono stati riportati nella relazione a pag. 39 dal Revisori , determinerebbero un faisi incio. Quindi, rileva, ritengo necessario alla luce di questi miei dubbi e perplessitd la delibera di Bilancio vada alla Procura della Repubblica per verificare se vi @ un falso. Il Responsabile dell’Ufficio Finanziarlo risponde alle domande del Consigliere Pagano Gluseppe, evidenziando che per ogni ato si & assunto la responsabilita e che per quanto riguarda la destinazione dell'avanzo d’Amministrazione & i! Consiglio Comunale ad attribuire uno specifico vincolo di destinazione. Per quanto riguarda | proventi del Codice della Strada si @ ritenuto opportuno non riportare dei vincoli non necessari in quanto di fatto erano stati Impegnati. {1 Presidente del Collegio del Revisori Dott. Albanese sulla modalita della delibera 14/2017, correttivi richiesti dalla Corte dei Conti, rileva che é l'esame che la Corte del Conti fa sugii atti che ci dard una risposta su quanto operato. Prende la parofa il Consigliere Nevoloso Orazio, si riallaccia alla parola del Dott. Croce i, & vero che il funzionario predispone la riferita alla prerogativa dei Consigileri Comun: proposta ma sta al Consiglieri decidere, emendare, completare lo studlo e liberi nel recepire le Indicazioni te norme. Ma non si pud stare tranquil, rileva, di fronte ad una risposta che rimanda ad un responso della Corte det Conti polché @ meglio prevenire avendo pol a disposizione dei funzionari prepost! ciascuno per le proprie competenze. Quando mi siedo in Consiglio Comunale per affrontare il tema del Rendiconto della Gestione e verifico tutto quello che & successo in un anno e dopo che non sono stato messo In condizione di utilizzare tutti gli strumenti di salvaguardia degli equilibri di Bilancio previsti dalla Legge, non si pud essere tranquil II Bilancio 2016 & stato approvato a fine anno e cos) anche per I 2017 con un anno di ritardo, Se tutto fosse fatto nei tempi dettati dalla Legge, allora si che si pud essere partecipi e tlentrare nel perimetro di responsabilité dello strumento Economico-Finanziario e di indirlzzo che @ il Bilancio, Non certamente quando i documenti arrivano in forte ritardo accompagnatl da tutti i parer| sfavorevoli, per tutto questo Io non posso votare. lo, prosegue, non devo convincere nessuno e quello che ho letto non mi piace, spero che | Revisor! sl siano sbagliati e che Mesperto de! Sindaco insieme al Dott. Croce abbiano fatto un ottimo lavoro, perché da una situazione di dissesto si @ passati ad una situazione di avanzo d’amministrazione, Questo, conclude , per il mlo paese & i! top e non posso che essere contento ma non attraverso queste carte, dove credo che vi sia un falso . Esauriti gli interventi, il Presidente da atto che rientra il Consigliere Croce Glovanna: Presenti 13, 1 Presidente dichiara chiusa la discussione ed invita i Capigruppo alle dichiarazioni di voto: Per iI Gruppo di Maggtoranza tl Consigliere Antonino Palazzolo legge ta sua dichiarazione di voto favorevole (qui allegato “B”); Per il Gruppo di Opposizione 1! Consigliere Nevoloso Orazio : Tenuto conto det doppio parere del Collegio dei Revisori dei Conti, tenuto conto delle criticita evidenziate a pag. 49 della relazione degli stess! al Bilancio Consuntivo 2016 e considerato fondamentale che la situazione al 31/12/2016 secondo questo rendiconto , non rispecchia correttamente { risultat! della gestione e tenuto conto delle diverse indagini che insistono su argomenti correlati a questo tems del Rendiconto 2046, esprimiamo parere contrario all’ approvazione. Presidente invita | Consiglier| alla votazione. Presenti 13 Consiglieri Comunali Voti favorevoli 9; Voti contrari 4; 41 Consiglio Comunale APPROVA. DiI Seguito il Consigliere Palazzolo Antonino sottopone al Consiglio Comunale ta proposta di immediata esecuzione della delibera, Per dichiarazione di voto: Gruppo di Maggloranza : Favorevol. Gruppo di Opposizione: Contrai La proposta messa ai voti ottiene il seguente risultato: Vol -avorevoli 9; Voti Contrari 4; {1 CONSIGLIO COMUNALE APPROVA. Di seguito; 1 CONSIGLIO COMUNALE Vista la superiore discussione; Vista la superiore votazione favorevole espressa nelle forme di legge dai Consiglier! presenti e votanti, accertati dal Presidente del Consiglio; Visti | pareri favorevoll di regolarita tecnica e contabile, espressi, al sensi dell'art, 49, comma 1 del Digs. 18.08.2000 n. 267, dai relativi Responsabili di Settore sulla proposta 43 del 20.12.2017 che si riportano in sintesi dopo il dispositivo del presente prowedimento; DELIBERA Di Approvare la sopracitata proposta di deliberazione: Approvazione Rendiconto della gestione dell’esercizio 2016. (Giunta Municipale); Indi, con n. 9 voti favorevoli e n. 4 voti contrari espressi nelle forme di legge dai Consiglieri presenti e votanti, accertati dal Presidente del Consiglio, dichiarare il presente Atto Immediatamente Esecutivo. Leto, confermato e sotoscritt, fe Presidente Ui Segretarf Comunale F.to (Avy. Rapa Pietro Salvatore) F.to (Dott.ssa/Anna Genova ) Consigliere Anziano F.to (Dottsa Puccio Maria Grazia) CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE, (at. 124, comma 1, DILgs. 0, 26772000) Si cettifica cho il presente atto viene pubblicato all’ Albo Pretorio on-line di questo Comune da oggi © vi rimarra pubblicato per 15 giorni consecutivi. U Segretario Comunale Faso (Dottssa Anne Genova) CERTIFICATO DI ESKCUTIVITAY (jt. 134 del D. Lg 2672000) Si certifica che la presente deliborazione & divemuta esecutiva il giorno 29/12/2017 in quanto dichiarata immediatamente eseguibiles Dats, a I Segretario Comunale Fo (Dott.ssa Anna Genova) ed Oe ; AW A Comune di Isola delle Femmine Citta Metropolitana di Palermo 2° Settore Economico Finanziario 71000 OGGETTO: rendiconto di Gestione Anno 2016. RELAZIONE ESPLICATIVA. In ordine allargomento in oggetto, al fine di rappresentare al meglio la situazione di fatto, si premette: — con delibetazione n. 94 del 31 luglio 2017 la Giunta ha approvato la telazione che illustra il Rendiconto di Gestione delfanno 2016, nonché tutti gli elaborati necessari alla successiva approvazione del medesitno da patte del Consiglio Comunale ad eccezione del conto economico ¢ dello stato patrimoniale, considerato che per gli stessi erano ancora in corso le operazioni di ticlassificazione sispetto alla nuova codifica prevista dal D.Lgs. n. 18/2011; ~ con successive atto n. 115 dell’l settembre 2017, la Giunta ha provveduto a modificare la citata deliberazione n. 94/2017, tiapprovando le risultanze del Rendiconto di Gestione 2016, Is relazione illustrativa, aonché il Conto Economico e lo Stato Pattimoniale; — Ie citate deliberazioni, complete di tutti gli allegati, sono state trasmesse con nota 1520/2017 e nota 12710/2017, al? Organo di Revisione per lg presctitta telazione di competenza; ~ con nota dell'l1 agosto 2017, POrgano di Revisione ha tichiesto all’ Ufficio Economico Finanziasio, documentazione integrativa propedeutica alla formulazione detla medesima relazione, nota riscontrata in data 21 agosto e 6 settembre 2017; — POrgano di tevisione ha depositato la Relazione al Rendiconto di gestione 2016, introitata al n. 13127 di protocollo in data 15 settembre 2017, con la quale espritne parere non favotevole allapptovazione del Rendicontos ~ con relazione Prot. 13649 del 23 settembre 2017, il Responsabile del Servizio Beonomico Finanziatio ePBsperto del Sindaco in materia economico finanziatia, hanno controdedotto in ordine ai contenuti, alle osservazioni ed ai silievi mossi dai Revisori dei Conti e che stavano alla base del loto patete non favorevole alapprovazione del Rendiconto di Gestione 2016; = la Giunta con proprio atto n. 120 del 25 settembre 2017, ha preso atto della citata relazione prot. 13649/2017, confermando nei contenuti e nei risultati, la proptia deliberazione n. 115/2017 di approvazione dello schema di rendiconto 2016; = con nota introitata al prot. N. 14392 in data 9 ottobre 2017, il Collegio dei Revisori, nel prendete ato delle controdeduzioni sopra citate, ha confermato i contenuti della Relazione al Rendiconto di Gestione 2016; — nel frattempo stante il ritardo nelapprovazione del Rendiconto, Ia regione ha nominato un Commissatio ad acta pet Papprovazione degli stramenti finanziari suddett, il quale in forza di D.A. di nomina n, 239/S.3/2017, in data 22 settembre 2017 si & insediato per Papprovazione del Readiconto 2016; ~ il Commissario ad acta, preso atto della telazione dell'Organo di Revisione ¢ relative controdeduzioni alla stessa da parte dell'Uifficio e presa Patto della Giunta, sopra citate, nonché dellntero carteggio telativo allapprovazione dello schema di Rendiconto 2016 messo a disposizione dalP Ufficio Economico Finanziatio, ha convocato, pet il giorno 9 ottobre 2017, una riunione tenutasi presso la sede comunale, chiamando ad intervenire il Segretatio dell'Ente, PUfficio Finanziatio ¢ i Revisoti i quali, comunicavano la propria indisponibiliti a partecipare per impegni pregressi; Palazzo Coriunale - Larga G. Colombo ~ 90040 isola dele Femmine (PA)~ Tel. 081.0676.212 — Fax 087.0070.204 > MAIL: servziofinanziario@comune isoladellefemmine palit - PEC: ne isoladellefemmire Comune di Isola delle Femmine Citta Metropolitana di Palermo 2° Settore Economico Finanziario 100 ~ nel corso di detta tiunione, il Commissatio ad acta disponeva, con la massima urpenza, Padozione da parte della Giunta di'un atto di modifica dells deliberazione n.115/2017, di apptovazione dello schema di Rendiconto 2016, al fine di climinare le ctiticita evidenziate dall’Organo di tevisione nella relazione a detto schema, giusta verbale di tiunione appositamente redatto tra le parti intetvermte; — 1a Giunta, con atto n, 126 dell'11 ottobre 2017, nel prendere atto di quanto disposto dal Commissario ad acta nel corso della suddetta riunione, relativamente alla modifica della deliberazione della ‘Giunta .115/2017, di approvazione dello schetna di Rendiconto 2016, al fine di eliminate le criticita evidenziate dall’Organo di tevisione nella telazione sul citato schema di Rendiconto, riscontrava punto pet punto le citate criticita, destituendole di ogni fondamento tecnico-contabile, procedendo, altresi, alla riapprovazione dello schema di Rendiconto ¢ della contabiliti economico-patrimoniale, con particolare riferimento al prospetto di dimostrazione dellavanzo di amministrazione dell’esercizio 2016, in considerazione della destinazione delPavanzo libero determinatosi, alla copertura di parte del debito Lo Bianco A., in quanto elemento che maggiormente ha pesato sul giudizio negativo espresso dai Revisoris ~ che in data 13 ottobre 2017, In suddetta deliberazione .126/2017 completa di tutti gli allegati approvati ¢ stata trasmessa al Collegio dei Revisor per P'adozione della nuova zelazione di competenza stante Yavvio diun nuovo procedimento; — con nota introitata al n, 15663 di protocollo in data 30 ottobre 2017, T'Organo di revisionc ha confermato la valutazione negativa riguarda la gestione dell'esercizio 2016; Quanto sopra premesso, si rappresentano le seguenti considerazioni e conclusioni: T)uno degli elementi su cui POrgano di Revisione pone Vaccento nella propria relazione al Rendiconto, @ il mancato ricorso alla proceduta di riequilibrio finanziario, ex articolo 243 bis e seguenti del TUEL. Tale problematica, in effetti, non ha alcuna attinenza con il contesto della valutazione del Rendiconto di gestione, cosi come espressamente indicato sia acl competente principio contabile i cui al DI gs. n. 118/2011, sia alleeticolo 239, comtna 1, lettera d), del'TUEL che espressamente prevede, quale elemento essenziale della Relazione al tendiconto, Vattestazione della corrispondenza del rendiconto di gestione (conto del bilancio, conto economico ¢ stato patrimoniale) con il bilancio di previsione. Tutto quanto esula dalla valutazione di tale cottispondenza, comprese le richieste di adozione misure squisitamente tipiche della fase previsionale non gestionale. Vi é da dire fra Paltro, che questo Ufficio ha pit volte sottoscritto © sbadito che nelVatco delfesercizio finanziario 2017, sono stati evidenziati degli elementi che hanno portato a ritenere che non sussistono piti quelle condizioni di ctiticita che nel 2016 aveva indotto la Giunta ed il Consiglio a dare mandato all’Ufficio di predispotre gli atti per il ricorso alla ptocedura di siequilibtio. Tali attestazioni la Giunta le ha fatte proprio sia nella deliberazione a. 120/2017, sia nella n. 126/2017. Tali clementi di valutazione possono riassumetsi nella nuova composizione del tisultato ci amministrazione ¢ dellavanzo di gestione risultante dal Rendiconto (vedi punto successivo) nel? affidamento della siscossione dei tsibuti degli anni precedenti a ditta cesterna specializzata che compottera il recupeto di buona parte dei tributi non tiscossi quantificati {n € 8.000.000,00, la sentenza di primo grado tclativa al contenzioso con la societi @'ambito ATO- PAI (ed oggi non sisulta presentata ricorso in appello i eui tetmini sono scaduti il 19 dicembre us) con ia quale @ stato ticonosciuto al Comune Leliminazione del debito fino al 2012 nonché ‘un credito di circa € 800,000,00 ¢ la conclusione delfattivith transattiva del debito detivante dalla Pag. 2 di 4 Palazzo Comunale - Largo C. Colombo ~ 60040 leola dello Femmine (PA)- Tel, 001.0670.212 — Fax O81 BOTS 204 (MAIL: servisofinenziario@comune.isoladellefemmine.pa! - PEC: finanziaia@pec.comune isoladellefermine.pa it Comune di Isola delle Femmine Citta Metropolitana di Palermo 2° Settore Economico Finanziario _ 100 sentenza esecutiva tclativa alla causa Lo Bianco, che ha consentito all/Ente un tisparmio di circa € 780.000,00. 2)Altzo elemento di silievo nella relazione al Rendiconto di gestione 2016, @ la differenza del sisultato di amministrazione, rispetto agli esercizi ptecedenti che si sono chiusi con un disavanzo, che si é chiuso con un avanzo libero di € 2,827.25, al netto di consistenti accantonamenti effettuat, fen i quali quello di€ 300.000,00 da destinare al pagamento di parte del debito detivante dalla sentenza causa Lo Bianco. “Tale inversione di tendenza si@ resa possibile geavie ad aleuni importanti fattor. Primo fa tutti una politica oculata posta in essere sia dall’amministrazione comunale che dallintero apparato burocratico, improntata sul risparmio e Pottimizzazione delle risorse. Elemento fondamentale é stato la rivalutazione effettuata dal? Ufficio finanziario, nella fase di preparazione del rendiconto di gestione, dei vincoli posti negli esercizi precedenti, che effettivamente sono stati erroneamente sovrastimati e che conseguentemente hanno condotto ad un tisultato negativo. In patticolare é stato evidenziato che in sede di predisposizione del Bilancio di previsione 2015, non sié tenuto conto della completa e diversa destinazione dei proventi delle sanzioni al CdS che haa portato ad una extata determinazione dei vincoli delle entrate derivanti dal?’applicazione delle sanzioni per violazione delle nome del codice della strada per € 404.539,55 e dei vincoli telativi al rimborso degli oneri della commissione straordinaria da destinate ad investimenti ai sensi delPart. 1 c. 704 della legge n. 296/06 per € 55.000,00. Tale erronea valutazione é stata dovuta al fatto che la determinazione dei fondi vincolati componenti Pavanzo, per le poste sopra indicate, stata effettuata tenendo conto dei dati preventivi e non degli effettivi impegni registrati nel corso della gestione. Hi come se da un lato si fossero accantonate risorse per realizzare delle opere ¢ poi pet tealizzare le medesime opere si fossero impegnate somme dal bilancio senza utilizzare quelle ‘accantonato, con il risultato che sono state utilizzate il doppio delle risorse necessarie. In sede di ptedisposizione dei documenti contabili pet il Rendiconto 2016, si é tenuto conto, invece, delleffettivo impiego nel corso della gestione dellesercizio 2014 dei fondi vincolati di che tattasi, tanté che da un lato il Readiconto dell'esercizio 2014, nei. suoi prospetti contabili predisposti dallufficio, non evidenzia i predetti vincoli delfavanzo e dalPaltro, il bilancio di previsione dell’esercizio 2015, correttamente, non riporta la quota di ripiano del disavanzo di amministrazione evidenziato in sede di errata applicazione degli stessi vincoli. Proprio allo scopo di alineare i dati alPeffettiva realea delle case, la Giunta Comunale, con proprio atto n. 46/2017, hha provveduto a modificare la propria deliberazione n. 15/2014, con la quale venne effettuata la ripartizione dei proventi da sanzioni al CdS, nonché a sideterminare Ja destinazione dei medesimi proventi e di quelli da timborso degli oneri della commissione straordinatia da destinate ad investimenti, prendendo atto cost del reale impiego dei fondi vincolati in sede di programmazione. 3)Per quanto riguarda il debito Lo Bianco scaturente da sentenza di cassazione notificata allente il 4 maggio 2016, nessuna misura poteva essere intrapresa dall’Ente in sede di rendiconto di gestione, essendo ogni provvedimento adottabile in sede di bilancio di previsione, anche pet le motivazioni espresse con la nota ptot. 18306 che in data 27 dicembte questo Ufficio ha trasmesso, al Segtetario Generale che ne aveva fatto tichiesta. Palazzo Comunale - Largo ©. Colombo — 00040 Isola delle Fammine (PA) - Tel 091,8670.212 — Fax 001.8679.204 MAIL: serviziofinanziario@comune isoladellefemmine.pa.it - PEC: fnangiaria@pec comune isoladellefermine.pa it