Sei sulla pagina 1di 43
Allegato M COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia Regionale di Palermo Nota integrativa al bilancio di previsione 2016 1, Premessa La nota integrativa allegata al bilancio di previsione presenta un contenuto n a) icriteri di valutazione adottati per la formulazione delle prevision}; b) Velenco analitico delle quote vincolate e accantonate del risultato di amministrazione presunto al 31 dicembre dell’esercizio precedente, distinguendo: i vincoli derivanti dalla legge e dai principi contabili; | vincoli derivanti dai trasferimenti; i vincoli derivanti de mutui e altri finanziamenti; i vincoli formalmente attribuiti dall’ente. © Per vincoli derivanti dalla legge e dai principi contabili si intendono i vincolt previsti dalte leggi statali e regionali nei confront degli enti locali e quelli previsti dalla legge statale nei contronti delle regioni, esclusi i casi in cui la legge dispone un vincolo di destinazione su propri trasferimenti di risorse a favore di terzi, che si configurano come vincoll derivanti da trasferimenti. Con riferimento ai vincoli di destinazione delle entrate derivanti dalle sanzioni per violazioni del codice della strada, & indicato il totale degli accertamenti delle entrate da sanzioni, dedotto lo stanziamento definitive al fondo crediti di dubbia bilitd/fondo svalutazione credit riguardante tale entrate e gli impegni assunti per i ‘compenso al concessionario, © Per vincoli derivanti dai trasferimenti si intendono gli specifici vincoll di utiizzo di risorse trasferite per la realizzazione di una determinata spesa. E necessario distinguere le entrate vincolate alla realizzazione di una specifica spesa, dalle entrate destinate al finanziamento di una generale categoria di spese, quali la spesa sanitaria o la spesa UE. La natura vincolata dei trasferimenti UE si estende alle risorse destinate al cofinanziamento nationale. Pertanto, tali risorse devono essere considerate come “vincolate da trasferimenti’, ancorché derivanti da entrate proprie dell'ente. Per gli enti locali, la natura vincolata di tali risorse non rileva ai fini della disciplina dei vincoli cassa. ‘© Per vincoli derivanti da mutui e altri finanziamenti si intendono tutti 1 debiti contratti dall’ente, vincolati alla realizzazione di specifici investimenti. @ Per vincoli formalmente attribuiti dallfente si intendono quelli derivanti da “entrate straordinarie, non aventi natura ricorrente, accertate ¢ riscosse cui 'amministrazione ha formalmente attribuito una specifica destinazione. E possibile attribuire un vincolo di destinazione alle entrate straordinarie non aventi natura ricorrente solo se lente non ha rinviato la copertura del disavanzo di amministrazione negli esercizi successivi, ha proveduto nel corso dellesercizio alla copertura di tutti gli eventuali debiti fuori bilancio”. } ¥elenco analitico degli utilizz delle quote vincolate e accantonate del risultato di amministrazione presunto, distinguendo: i vincoli derivanti dalla legge e dai principi contabili; i vincoli derivanti dat trasferimenti; i vincoli derivanti da mutui e altri finanziamenti; i vincoli formalmente attribuiti dallente; 4d) Pelenco degli interventi programmati per spese di investimento finanziati col ricorso al debito e con le risorse disponiblli; fe) nel caso in cul gli stanziamenti riguardanti il fondo pluriennale vincolato comprendano anche investimenti ancora in corso di definizione, le cause che non hanno reso possibile porre in essere la programmazione necessaria alla definizione dei relativi cronoprogrammi; f} elenco delle garanzie principali o sussidiarie prestate dall’ente a favore di enti e di altri soggetti al sensi delle leggi vigenti; 8) all oneri e gli impegni finanziari stimati e stenziati in bilancio, derivanti da contratti celativi a strumenti finanziari derivati o da contratti di finanziamento che includono una componente derivata; h)_altre informazioni riguardanti le previsioni, richieste dalla legge 0 necessarie per interpretazione del bilancio. La prima parte della nota integrativa riguarda criteri adottati per la determinazione degli stanziamenti di entrata e di spesa di clascun esercizio finanziario considerato nel bilancio. Per le entrate una particolare attenzione & dedicata alle previsioni riguardanti le principall imposte e tasse, agli effetti connessi alle disposizioni normative vigenti, con separata indicazione di quelle oggetto di prima applicaztone e di quelle recanti esenzioni o riduzioni, con Findicazione della natura delle agevolazioni, dei soggetti e delle categorie dei beneficiari e degli obiettivi perseguiti. Per la spesa, relativamente al contenuto di ciascun programma di spesa, la nota integrativa lilustra i criteri di formulazione delle previsioni, con riguardo, in particolare: a) alle varie tipologie di spesa e ai relativi riferimenti legislativi, con indicazione dei corrispondenti stanzlamenti del bilancio triennale; b}_agli stanziamenti riguardanti gli accantonamenti ai fondi spese e ai fondi rischi, con particolare riferimento al fondo crediti di dubia esigibilita La nota analizza altresi Varticolazione e la relazione tra le entrate e le spese ricorrenti e quelle non Hleorrenti ‘Al riguardo si ricorda che le entrate sono distinte in ricorrenti e non ricorrenti a seconda se f'acquisizione delentrata sia prevista a regime ovvero limitata ad uno o pit: esercizi, e le spese sono distinte in ricorrente e non ricorrente a seconda se la spesa sia prevista a regime o limitata ad uno o pitt eserc ‘Sono, in ogni caso, da considerarsi non ricorrenti le entrate riguardanti: a) donazioni, sanatorie, abusi edilizi e sanzioni; b) condor ) gettiti derivanti dalla lotta all'evasione tributaria; d)_entrate per eventi calamitosi, ¢} alienazione di immobilizzazioni; #) le accensioni di prestiti; } i contributi agli investimenti, a meno che non siano espressamente defi prowedimento o dalla norma che ne autorizza lerogazione. ivi “continuativi" dat Sono, in ogni caso, da considerarsi non ricorrenti, le spese riguardanti: a}. le consultazioni elettorali o referendarie locall, b) iripiani disavanzi pregressi di aziende e societd e gli altr trasferiment in c/capitale, ¢) gli eventi calamitosi, d) le sentenze esecutive ed atti equiparatl, e} gli investimenti dirett, {) icontributi agli investimenti La nota integrativa indica relenco degli interventi programmati per spese di investimento finanziati col ricorso al debito e con le risorse disponibili, Uelenco degli interventi programmati per spese di investimento, articolato secondo {a differente natura delle risorse disponibili, & predisposto con riferimento a ciascun esercizio considerato nel bilancio di previsione, attraverso Vindicazione degli articoli/capitoli e del relativiinvestimenti Le risorse destinabilial finanziamento delle spese di investimento sono costituite da’ a) le entrate correnti (titoll 1, 2 e 3) non destinate al finanziamento delle spese correnti ¢ del rimborso dei prestiti b) le entrate in conto capitale (titolo 4); c) le entrate da riduzione di attivita finanziarie (titolo 5) eccedent delle attivitd finanziarie, destinabili al finanziamento degli anticipata dei prestiti d)_ le entrate da accensione prestit (titolo 5), che costituiscono il ricorso al debito.. rispetto alle spese per incremento westimenti oltre che all'estinaione Le risorse di cui alle lettere da b) a d) costituiscono copertura finanziaria degli impegni concernenti le spese di investimento a seguito dell'accertamento delle entrate, esigibili neli'esercizio in corso di gestione la cui esigibilita é nella piena discrezionalita dell'ente o di altra amministrazione publica. Le risorse di cut alla lettera a) costituiscono copertura finanziaria alle spese di investimento, con modalit’ differenti per impegni imputati all'esercizio in corso di gestione o per gli impegni imputati agli esercizi successivi. er gli impegni concernenti investimenti imputati al’esercizio in corso di gestione, la copertura & costituita dall’intero importo del saldo positivo di parte corrente previsto nel bilancio di previsione per Vesercizio in corso di gestione, Per gli impegni concernenti investimenti imputati agli esercizi successivi a quello in corso di gestione, la copertura & costituita da quota parte del saldo positivo di parte corrente previsto per ciascun esercizio, a patto che risultino rispettate una serie di condizioni previste dal principio contabile generale della competenza finanziarla, specificate nel principio applicato della contabilita finanalaria 2. Gli strumenti di programmazione II bilancio di previsione & stato redatto sulla base delle linee strategiche ed operative contenute nel Documento Unico di Programmazione (DUP). II DUP, predisposto nel rispetto di quanto previsto dal principio applicato dalla programmazione di cui allallegato n. 4/1 del dilgs. 118/2011 © successive ‘modificazioni, si compone di due sezion La Sezione Strategica (SeS) - La SeS sviluppa e concretizza le linee programmatiche di mandato di IVart. 46 comma 3 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 ¢ individua, in coerenza con il ‘quadro normativo di riferimento, gli indirizzi strategici dell'ente. iI quadro strategico di riferimento & definito anche in coerenza con Ie linee di indirizzo della programmazione regionale e tenendo conto del concorso al perseguimento degli obiettivi di finanza pubblica definiti in ambito nazionale in coerenza con le procedure e i criteri stabiliti dall'Unione Europea. {In particolare, la SeS individua, in coerenza con il quadto normativo di riferimento © con gli obiettivi generali di finanza publica, le principali scelte che caratterizeano il programma dell'amministrazione da realizzare nel corso del mandato amministrativo e che possono avere un impatto di medio e lungo periodo, le politiche di mandato che lente vuole sviluppare nel raggiungimento delle propre finalta istituzionali e nel governo delle proprie funzioni fondamentali gli indirizzi generali di programmazione riferiti al periodo di mandato. Nella SeS sono anche indicati gli strumenti attraverso i quali lente locale intende rendicontare i! 4 proprio operato nel corso del mandato in maniera sistematics e trasparente, per informare | cittadini del livello di realizzazione dei programmi, di raggiungimento degli obiettivi e delle collegate are di responsabilita politica o amministrativa. La Sezione Strategica ha un orlzzonte temporale di riferimento pari a quello de! mandato amministrativo del Sindaco e quindi fino al ese di maggio 2020. La Sezione Operativa (SeO) -La SeO ha carattere generale e costituisce Io strumento @ supporto del processo di previsione definito sulla base degli indirizzi generali e degli obiettivi strategici fissati nella SeS del DUP. In particolare, la SeO contiene la programmazione operativa dell’ente avendo riferimento un arco temporale sia annuale che pluriennale. Il contenuto della SeO, predisposto in base alle previsioni ed agli obiettivi fissati nella SeS, costituisce guida e vincolo ai processi di redazione dei documenti contabili di previsione delfente. La SeO & redatta, per il suo contenuto finanziario, per competenza con riferimento alfintero periodo considerato, e per cassa con riferimento al primo esercizio, si fonda su valutazioni di natura economico-patrimoniale e copre un arco temporale pari a quello del bilancio di previsione. La S20 supporta il processo di previsione per la prediisposizione della manovra di bilancio. La SeO individua, per ogni singola missione, i programmi che lente intende realizzare per conseguir gli obiettivi strategici definiti nella SeS. Per ogni programma, € per tutto il periodo dt riferimento del DUP, sono individuati gli obiettivi operativi annuali da raggiungere. Per ogni programma sono individuatl gli aspetti finanziari, sia in termini di competenza con riferimento all'intero periodo considerato, che di cassa con riferimento al primo esercizio, della manovra di bilancio. La SeOil cul arco temporale coincide con quello del bilancio di previsione e quindi fino al 31/12/2018. La Sezione Operativa che riveste un carattere generale, di contenuto programmatico, costituisce lo strumento a supporto del processo di previsione ed é strutturata in due parti fondamentali: * Parte 1 della Sezione Operativa che individua, per ogni singola missione e coerentemente agit inditizzi strategici contenuti nella Sezione Strategica, | programmi operativi che ente intonde realizeare nell’arco pluriennale di riferimento del Documento Unico di Programmazione e i relativi oblettivi annual; Parte 2 della Sezione Operativa che analiza: + “Programma pluriennale dei lavori pubbl = programmazione triennale det fabbisogno del _personale relativamente al triennio2016/2018"; » "Piano delle alienaziont e valorizzazioni dei beni patrimoniall”, 3, Gli stanziamenti del bitancio. | valori complessivi de! bilancio di previsione sono quelli riportati nella seguente tabella: ae sieecn| nn] a Lergeernaeteed sans] sean] sce] unexfocrenemn | ton onan] sana son acy [ eee of ed al fetes, | mts] tay] ay ae Sere, | ee eT eet emanmamen | enema] sonnel sine sone elms eet ps0 peter lett coe nor pl Prete Ja Sa wet sie Tene—r| — oa lala a | ee lensgenerrn| ssuaal soca] ana] snisafeeigeesetemer| came] sous] sun omnia Lae ncnca] smims| son] tone] acemrferstietanernn soar] tna] sei] som et ata mama me ea sacs [aasraa rename ear ara a a et a Go| saree rma oman maa ee meron a 1 Entrate e spese ricorrenti e non ricorrenti I legislatore introduce una distinzione tra entrate ricorrenti e non ricorrenti, meglio precisate nel punto 9.11.3 del Principio contabile applicato alla programmazione (allegato 4/1 al D. tgs. 118/2011) Dalla lettura del suddetto punto del principio contabile applicato si evince come lobiettivo del legislatore sia stato quello di tenere separate le entrate ordinarie o ripetitive da quelle straordinarie 0 “non ripetitive’, partendo dal presupposto che sono considerate “ricorrenti* quelle fonti di finanziamento che si caratterizzano per una ripetitivita nel corso degli anni. ‘Ad esempio si pud ritenere ricorrente un’entrata che si presenta con continuitd in almeno un certo numero di esercizi con importi costanti nel tempo. ‘Al contrarlo sono da considerare “non ricorrenti” quelle entrate la c eserci riguardanti: a) donazioni, sanatorie, abusi edilizi e sanzionl; b) condoni; ¢) gettiti derivanti dalla lotta all’evasione tributaria; d)entrate per eventi calamitosi; ¢} alienazione di immobilizzazioni, 4 fe accensioni di prestiti; g}i contributi agli investimenti, a meno che non siano espressamente definitvi. Le entrate non ricorrenti riguardano: RECUPERO IMU 2012-2013-2014 RECUPERO ICI 2011 ~ RECUPERO EVASIONE TARSU PROVEN! CODICE DELLA STRADA - RUOLI revisione & limitata ad uno o pitt Sono, in ogni caso, da considerarsi non ricorrenti ai sensi del richiamato principio le entrate Si evidenzia che Ja situazione finanziaria del Comune di isola delle Femmine @ caratterizeata dalla destinazione di 3.2 Gli equilibri di bilancio Per la parte corrente i risultati sono quelli riportarti nella seguente tabella: BILANCIO DIPREMSIONE "EQUILIBRY OI BLANCIO feast seinacronsenanct “ «a ewmnecntes reer tenes] tsa ert Caan tina eens muse] nasal sepercscioteet “ al EQUILIOR DI BILANCIO locemdpromadninngushadrshtan gion tonto ey et aa ss a |ocneten ct cveiinutvrsuan scents nents . ‘ even mons tanrecdrtnnnce o a on} Jarman marae eenarse into) ssn AILANCIO OF PREWSIONE EQUILIGRY DI ILANCIO en a 3 a Josmenerse srtntnarscyae 0 « ou spatter cnet tetris of f “| Criteri di valutazione adottati per Ja formulazione delle previsioni di bilancio. La formulazione delle previsioni & stata effettuata, per cid che concerne la spesa, tenendo conto delle spese sostenute in passato, delle spese obbligatorie, di quelle consolidate e di quelle derivanti da obbligazioni gia assunte in esercizi precedenti Analogamente, per la parte entrata, losservazione delle risultanze degli esercizi precedenti & stata alla base delle previsioni ovviamente tenendo conto delle possibili variazioni e di quelle causate con la manovra di principi derivanti dalla partecipazione alla nuova contabilita, ilancio. In generale sono stati applicati tutti 3.1.1 Titolo 1 Entrata ~Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequative Le entrate tributarie rappresentano la parte del bilancio nella quale (fente esprime la potest impositiva nel campo delle imposte e delle tasse, quale aspetto della propria autonomia, Sono, quindi, entrate che dipendono dalle volonta e dal’attivita dell'ente, che stanno assumendo sempre maggiore rilevanza e che richiedono Iattivazione di responsabilita politiche e direzionall di particolare efficacia. II Titolo 1 delt’entrata contiene tutti gli stanziamenti relativi alle entrate di natura tributaria e riporta per 'esercizio 2016. Ie previsioni cosi come riportati nella seguente tabella, once senor aamens | saw | Fesoad ryt nee mernt ca Ta oH eC 7a Jessorseei veomn on ai) aaron) wa [race eatees aaron] °% aa el ox} lotiecwnneres sso] °: re] aoe as} toi papmsoaesandecie one on 0} a a twine freeeraveapesionporanretineny ox on an 1} am trope |maairauie sinasaoaenamarens cl °: tual on a soot [mmentrew intact aesreces o too] canses on trom |seenemarnapaneeronmpin io wana oo eo} son om feet esornnesiee snes oa a a ae os soa fdeces on « ous} a | fen fosowensourntont peeves tos a an on oa] on two fener a es see | on sown fowaraene ea] « ax ore 0 tem _[etpan conn ae oo a Ter edges ven isan 9) Questo titolo & composto dalle seguenti categoris II gettito IMU & stato previsto in € 1.375.000,00 con una variazione in aumento in relacione alla minore quota di IMU trattenuta dallo Stato del FSC nel 2016 rispetto all'analoga quota de! 2015, Per esigenze di equilibri finanziari la previsione di tale entrata negli esercizi 2017-2018 abbandona il 9 criteri di cassa ancorandos! alle previsioni (minime) di gettito stimate dal Portale del Federalismo Fiscale del MEF con connessa incidenza di una quota al FCDE. Tale misura richiede la realizzazione delobiettivo strategic assegnato allufficio tributi della formazione delle liste di carico da confermare con Vaccertamento delle singole situazioni impositive dei contribuenti/cittadi Il gettito dell’ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF prevede un gettito di €. 375,000,00 corrispondente al valore complessivo degli incassi realizzati nel corso dell'esercizio 2015 allorquando Fentrata @ stata accertata per cassa. Il gettito TARI @ stato previsto in € 1.687.945,85 sulla scorta di quanto deliberazione in sede di approvazione del Piano Economico Finanziario e delle tariffe della TAR! 2016, glusta deliberazione di Consiglio Comunale n, 35 del 26/07/2016. Le tariffe della TARI sono state detern te sulla base del regolamento comunale adottato ai sensi dell'art. 1, commi da 641 2 668 della Legge n. 3147/2013. 3.1.2 Titolo 2 Entrata ~ Entrate da trasferimenti Sono fondi che lo Stato, la Regione la Provincia conferiscono al Comune in via continuativa o straordinaria per lesercizio delle sue funzioni. Iititolo 2 delentrata contiene i seguenti stanziamenti relativi a trasferimenti. [retentions zoom ee] ae ou} aaa 7 [isthe rms ai sf oc sa oa 7) [raerorstaresh [el cr sol ‘a 3 sg Fas ora ra | 35 ea 0 fonabiae a5) ea] 5 a 9 areccrmee ax suo ee | io Taser ea a eae a 25] ‘i Te arenes ei athe tae a a a Ce a | romeo > Fas eal aoa ea| —aewar si n particolare: i trasferimenti dello Stato sono stati rilevati sulla scorta delle informazioni ufficiali pubblicate sul sito del Ministero dell'interno. | trasferimenti correnti della Regione sicliana corrispondono alle assegnazioni comunicate dalla Regione con decreto 1.0.0.6. n, 200 /Serv. 4 del 21/09/2016 che vengono trasfuse in previsioni di bilancio nel 2016, in applicazione del principio della circolarizzazione del crediti tra i vari comparti della P.A. , nella misura del 75% delle assegnazioni 2016 ancorché incrementate della quota del 25% delle assegnazioni del 2015 stornate — in ragione del medesimo principio ~ all’esercizio 2016. 10 3.1.3 Titolo 3 Entrata ~ Entrate extratributarie Le entrate extratributarie comprendono tutte le fonti di finanziamento del comune che non sono direttamente collegabili alla riscossione di tributi; comprendono, ad esempio, i proventi ricavati dall’erogazione dei servizi pubblici o dall‘affitto di beni immobill comunali a soggetti terzi. Il titolo 3 dellentrata contiene tutti gli stanziamenti relativi ai servizi forniti dall'ente e riporta per le seguenti previsioni. fa TTA aaa Raat re soos dim aoe ‘wien eon tor ot st ‘ene we ‘cov Fomernbom Tenaga Venn aerate eeanore [SAN wat wo] mae ‘soe pease c cc “i 00} ‘al seme femmetesorsrmgezedsis rosea co] toms] on] sr} « sivas [rmesisneengrenaiter ‘ssiao} eof ean neo} en] wai |ipdeos RicPenniiotaTIN Aa | HOM eo] tora al cnven to stn ps erie sso eh cr «i c ‘ cr cr fsstcneaseagtet some foeracapannteres dencmnneinestcing a 0) “ oo] a veges sam |pemargmoitersisacmennaneatnes| on cn} enon oo] eon a oct [btantan sarin enaterditisersceni| | oT 0 ou on ore ponaiia Se tgs: aa wa 3 Lea 7 ‘soe frei eteevanet ocenee ui a 00 0) a coxa frensaniataacusetars pie u oa | oo 1} a som priest eo] ux aol es a [sig ae ‘a a aa ani ‘so [osmxeeainares ‘al 9] a rr cr si [rem asacanarain sans | a one soup few anesuverisieéukeaos 9 c 0} oa si fevransions 7 or on] Bs au “wees 3: Reta e ae rere wane o ‘a a) a ie peitniosive ‘a cr ‘on ea) tue a oe «a al cr wa seo roraz eo 3 rs eal masa a] ara ta Proventi derivanti dall’atti ita di controllo e repressione delle irregolarita e degli illeciti Con ato G.C.n.164 del 07/12/2016 & stato destinato il 50% del provento al netto delle spese di riscossione e della quota spettante ad altri enti, negli interventi di spesa, alle finalita di cui all” Cc atch eactsh nan PE 1a quota vincolata {al netto 8,00 ed é cosi ripartiti Titolo 1 spesa per €.61.928,00 @D Titolo 2 spesa per €. 226.050,00 GD 1 Altre entrate da redditi da capitale ace como ve | eT we | ome |e | OS™ Cannone aie Pes Vs er a] a cr F | (pers “ sl : S| some Ss ses Te ma 8 eave aaa = arian aa aa a fests va] ao] Leen) san] fa} ee) Fa net forearm re ae «| ee Pr Lear] vf tama] \asre ia) Escenas] aw aA capaetaaes “sl “aI mere [tre ‘ cs Fe seer caf sl iso ‘sl aa See ny a ae Se es Ess co] em] pee | ven) fee, bere ote terete ool ne Ee a seen veo} em] [en | cao} taffy pate ale manne i]t] Simm | cyl Mes] Saas a era Tari ee | aatl} — antl a Sars a KSfetieenen| aa sg aaa Wee eee amrasrema | —sar9] — rent — ay — a So) ae] cea) Ea] Sa] sar enema wale so] aol Kaien wo] ean) Come | eo] He fae emer ‘ “a leanne co] a] (erocaeen re 7 Rama & aT ial macwmee —| — sutra] antes] — sal — ar aaa ay aE Seem | ania] 3 a 7 a) a7 a] a rs cm) a] fea] te eo] sa] oof Oa ef I ‘eo] en] ee a aa minora va oy 7a : a ol or Se a aaa i oo ee ee ‘w] aa] a cemeewm | cad falta soon fentnocee cof ire St Ea] one oo] ol] Seema | em} tows] ons fee yenaewmdtrae afpetonserees ea oa te aa Speer ceo] [cote | raw Sa) tom, tel ae aT Tae a a fe a See Sat eal er ee a pan ein oT eran wap a a] —s a Sarre co] all sewn | aw] feos] fal i a te frnomne a a 3 aa ine so) aia} Lacon | cao} feos] tan] tl bewes Sal Ice | aa] cet! sam} tool feel 28 a we wpies= |) 8] 3 2a # & & oe st fesnene A 2 Eee} vn] a) pasa ieee met fosenmrentins Fe eee cere Fee | ve) at a a ama eae’ —wiafageeics | —auls] al] oa a eer 2 ey S ees | a eae eee Ean ce a Fran comme nteaper oe "Ganeset | psc panes moe ee ee ee eee fos I eee eee | eee] a} 3 oy : set ferent eee ge a e] 8 sam 3 TS sanfaateaee | —wns| gs} gl ag Eee ee ea fen] ed em I =e = 6H — sas — ai — wa ee a a ae ‘segs | at] — etl weg] og a = Sa] oa Geers ee eee anenr enemas —}— waft] wall | —a — ag eos gg Eee | nae) al 23 Been esa cinnouat a nrA Br fee Sr c wy 2a ieee wo] en] nto ‘| ‘ein tee ano Sara imme Those 3a] wal wl Scat brn ‘a ae Litres axl a Ee i @ Ea wna Tanna Pate Tt fr ‘aera a 2a co zai [ri eo] caso] opens | ro tom] am] rane © aang coon waco a] 3 zal 2a Sirpatannenena cise | wl oe bear : Fs : : {Brie tu fa frei anenea for enanN i ow a Na % wal c ca Lesion Po bsteanterenre a rane coos peor Seo | seo | mows | rmoe Fain @ ean rteataee aaerseeae sa al aI wai enue [ser Fe Fa Fe sos femorncnae eal ‘el ee ‘al paps omaha etude red wr Fomor Taipan aa zal ssn “Tae ao] ca pce eo] toy] teem) to aaa & eanoarie Tea sora sa) cal es ‘Sinner nim ‘a | | mda sa oa “| “| ed Tei fowhene Ta ws 3a a € _634.393,78 totale parte accantonata € 1.217.218,55, PARTE VINCOLATA Vincoli derivanti da legge e dai principi contabili (cds+pdg) QD |e 418.184,28 vincoli derivanti da trasferimenti € __15.050,16 vincoli derivanti dalla contrazione di mutui (anticipazioni di liquidita) € 1,238,072,02 altri vincoli (rimborsi oneri CS destinati ad investimenti) € _ 133,964,08' totale parte vincolata € 1,805.270,54 di cui destinata agli investimenti €__847.657,46 totale parte disponibile importo isc (0 tra le spese del bilancio di previsione 2016 -€ _776,000,26 Al Bilancio di previsione 2016-2018 sono state applicate le seguenti quote di avanza di amministra: vincolato ed accantonato: AVANZO F.DO RISCHI € — 77.000,00] € 100,000,00] € 100,000,00 AVANZO INVESTIMENTI € 133.964,08 IL RESPONSABILE DEL SE! Dott. Reese 43