Sei sulla pagina 1di 39
USE AND MAINTENANCE USO E MANUTENZIONE EMPLOI ET ENTRETIEN BETRIEBSANLEITUNG USO Y MANUTENCIÓN 8000 SERIES
USE AND MAINTENANCE
USO E MANUTENZIONE
EMPLOI ET ENTRETIEN
BETRIEBSANLEITUNG
USO Y MANUTENCIÓN
8000
SERIES
INDUSTRIAL
ENGINES

Iveco SpA PowerTrain Publication edited by Marketing - Adv. & Promotion Print L31022018 - 01/05

ENGINES Iveco SpA PowerTrain Publication edited by Marketing - Adv. & Promotion Print L31022018 - 01/05
I
I

Vi ringraziamo per aver preferito Iveco Motors e al tempo stesso ci

complimentiamo con Voi per la scelta effettuata.

Prima di effettuare qualsiasi operazione sul motore, leggere attenta- mente le norme riportate su questo manuale. Seguendole, Vi assicurerete il suo perfetto funzionamento e una lun-

ga

durata.

Vi

ricordiamo che la Rete Assistenziale Iveco Motors ovunque Vi tro-

viate è al Vostro fianco per offrirVi la massima competenza e profes- sionalità.

Garanzia

Per ottenere il migliore rendimento dal motore ed usufruire della ga- ranzia è necessario osservare scrupolosamente le indicazioni ripor- tate nella presente pubblicazione.

La mancata o errata esecuzione delle operazioni indicate può far de-

cadere la garanzia stessa.

Ricambi

L'impiego esclusivo dei Ricambi Originali Iveco Motors è una condi- zione assolutamente necessaria per il mantenimento del motore nel-

la sua integrità originaria.

L'impiego di ricambi non originali oltre a far decadere la garanzia, esonera l'Iveco Motors da qualsiasi responsabilità nel tempo.

39

Responsabilità

La responsabilità del Costruttore è subordinata all'esecuzione delle operazioni di "Controlli e Manutenzione" menzionati in questo ma- nuale. Allo scopo, dovrà essere dimostrata I'avvenuta effettuazione delle operazioni di manutenzione che, per quanto riguarda la manutenzio- ne straordinaria, dovranno essere effettuate da officine autorizzate.

Avvertenze

Il contenuto del presente manuale si riferisce al solo motore; in par- ticolare le illustrazioni sono puramente indicative e alcune istruzioni sono descritte in modo puramente funzionale, allo scopo di far com- piere al motore le operazioni desiderate. Le modalità d'esecuzione delle suddette istruzioni dipendono dalla configurazione dei comandi e/o accessori della macchina in cui il mo- tore è installato ed al cui manuale si rimanda. Le informazioni contenute in questo manuale sono corrette alla data di pubblicazione. Il Costruttore si riserva il diritto di attuare modifiche senza preavvi- so, in qualunque momento, per ragioni di natura tecnica o commer- ciale nonché per adattamento ai requisiti di legge nei diversi Paesi e declina ogni responsabilità per eventuali errori od omissioni.

INDICE GENERALE

Avvertenze generali Requisiti di sicurezza Etichette di avvertenza Operazioni di manutenzione Dati per l'identificazione del motore

Motori industriali

Viste motori Dati motori Prima dell'avviamento Avviamento del motore Arresto del motore Preriscaldo acqua Precauzioni per il funzionamento normale del motore Rodaggio Controlli e manutenzione Controlli periodici Manutenzione periodica

Motori per gruppi elettrogeni

Viste motori Dati motori Generalità Avviamento con regolatore meccanico

Pagina

39

41

42

43

43

47

47

47

48

49

49

50

51

52

54

58

59

61

61

62

40

Avviamento con regolatore elettronico

62

Arresto del motore

62

Precauzioni per il funzionamento normale del motore

63

Controlli e manutenzione

63

Motori per pompe antincendio

Viste motori

64

Dati motori

64

Generalità

65

Prima dell’avviamento

65

Avviamento del motore

65

Arresto del motore

66

Diagnosi degli inconvenienti del motore

67

Norme di manutenzione per lunga inattività del motore

70

Dati principali per la regolazione e la riparazione

71

Rifornimenti

72

Movimentazione del motore

74

Dismissione

74

Comportamenti in emergenza

75

REQUISITI DI SICUREZZA

Avvertenze fondamentali

Le seguenti raccomandazioni vengono fornite per ridurre i rischi di pericolo per le persone e le cose quando un motore è in servizio o fuori servizio. I motori non devono essere usati per applicazioni diverse da quelle dichiarate dal Costruttore. Manomissioni, modifiche e uso di parti non originali possono com- promettere la sicurezza. Avere cura, nella movimentazione del motore, di utilizzare mezzi idonei da applicare ai punti predisposti appositamente sul motore (vedere paragrafo "Movimentazione del motore"). Questa pubblicazione si riferisce al componente motore; la macchi- na in cui questo è installato deve soddisfare i requisiti di sicurezza specifici.

41

ETICHETTE DI AVVERTENZA

Sul motore sono presenti delle etichette d'avvertenza, installate a cura del costruttore della macchina, di cui si riporta il significato. N. B. Le etichette che riportano il punto esclamativo indicano pos- sibilità di pericolo.

il punto esclamativo indicano pos- sibilità di pericolo. Indicazione punto di sollevamento del solo motore.
il punto esclamativo indicano pos- sibilità di pericolo. Indicazione punto di sollevamento del solo motore.

Indicazione punto di sollevamento del solo motore.

Indicazione introduzione combustibile su ser- batoio (se presente).

Indicazione introduzione olio lubrificante.

Indicazione asta di livello olio lubrificante.

42

Indicazione asta di livel lo olio lubrificante. 42 Pericolo di ustioni: Espulsione acqua calda in pressione.
Indicazione asta di livel lo olio lubrificante. 42 Pericolo di ustioni: Espulsione acqua calda in pressione.

Pericolo di ustioni:

Espulsione acqua calda in pressione.

Pericolo di ustioni:

Indicazioni parti calde.

Pericolo di incendio:

Per presenza di combustibile.

Pericolo di impigliamento e di taglio:

Indicazione di parti rotanti (pulegge, cinghie, ventilatore).

OPERAZIONI DI MANUTENZIONE

Ai fini della sicurezza, è importante che le operazioni di manutenzio- ne indicate in questo manuale vengano effettuate secondo le seguen- ti indicazioni:

- operazioni di controllo, sono eseguibili sia dall'officina che dall'utente della macchina;

- operazioni di manutenzione periodica, contraddistinte

dai simboli della chiave (vedi grafico in calce), richiedono l'esecuzio- ne da parte di personale qualificato e dotato d'opportuni mezzi di la- voro e di protezione;

- operazioni di manutenzione straordinaria, data la loro

particolarità, richiedono l'esecuzione da parte di officine autorizzate, dotate d'opportune attrezzature e di adeguate informazioni tecni- che. Per "officine autorizzate" s'intendono sia quelle officine appartenenti all'organizzazione assistenziale Iveco Motors che quelle dell'organiz- zazione assistenziale del costruttore della macchina se autorizzate da Iveco Motors.

costruttor e della macchina se autorizzate da Iveco Motors. 43 DATI PER L'IDENTIFI CAZIONE DEL MOTORE

43

DATI PER L'IDENTIFICAZIONE DEL MOTORE

La sigla tecnica ed il numero di matricola sono stampigliati su una tar- ghetta posizionata, a seconda del modello, sul carter coprivolano o sul coperchio punterie.

MOTORI INDUSTRIALI

MOTORI INDUSTRIALI Motore 8035E00: vista lato destro 1. Collettore aspirazione - 2. Filtro combustibile - 3.

Motore 8035E00: vista lato destro

1. Collettore aspirazione - 2. Filtro combustibile - 3. Motorino di av- viamento - 4. Pompa iniezione - 5. Sede termostato - 6. Tappo intro- duzione olio - 7. Pompa ailimentazione.

44

6. Tappo intro- duzione olio - 7. Pompa ailimentazione. 44 Motore 8035E00: vist a lato sinistro

Motore 8035E00: vista lato sinistro

1. Alternatore - 2. Cinghia comando pompa acqua-alternatore - 3. Asta livello olio - 4. Occhiello di sollevamento motore - 5. Collettore scarico - 6. Filtro olio - 7. Sfiatatoio vapori olio motore - 8. Tappo scarico olio.

Motore 8045E00: vista lato destro 1. Collettore aspirazione - 2. Filtri combustibile - 3. Motorino

Motore 8045E00: vista lato destro

1. Collettore aspirazione - 2. Filtri combustibile - 3. Motorino di av- viamento - 4. Pompa iniezione - 5. Sede termostato - 6. Tappo intro- duzione olio - 7. Pompa alimentazione.

45

- 6. Tappo intro- duzione olio - 7. Pompa alimentazione. 45 Motore 8045E00: vist a lato

Motore 8045E00: vista lato sinistro

1. Alternatore - 2. Cinghia comando pompa-acqua-alternatore - 3. Asta livello olio - 4. Occhiello di sollevamento motore - 5. Collettore scarico - 6. Filtro olio - 7. Sfiatatoio vapori olio motore - 8. Tappo scarico olio.

Motore 8045SE00 - 8045SRE10: vista lato destro 1. Collettore aspirazione (8045 SRE 10) - 2.

Motore 8045SE00 - 8045SRE10: vista lato destro

1. Collettore aspirazione (8045 SRE 10) - 2. Filtri combustibile - 3. Motorino di avviamento - 4. Collettore aspirazione - 5. Pompa inie- zione - 6. Sede termostato - 7. Bocchettone introduzione olio 8. Pompa di alimentazione.

46

Bocchettone introduzione olio 8. Pompa di alimentazione. 46 Motore 8045SE00 - 8045SRE10: vista lato sinistro 1.

Motore 8045SE00 - 8045SRE10: vista lato sinistro

1. Alternatore - 2. Cinghie comando pompa acqua-alternatore - 3. Asta livello olio - 4. Occhiello di sollevamento motore - 5. Collettore di scarico - 6. Turbocompressore - 7. Filtro olio - 8. Scambiatore di calore olio-acqua - 9. Tappo scarico olio.

DATI GENERICI MOTORI

- Ciclo Diesel a 4 tempi, iniezione

- Cilindri, numero e disposizione (modelli 8035)

- Cilindri, numero e disposizione (modelli 8045)

-

- Cilindrata totale (modelli 8035)

- Cilindrata totale (modelli 8045)

- Senso di rotazione motore (visto lato volano)

Alesaggio x corsa

104

diretta 3, in linea 4, in linea x 115 mm 2,9 l 3,9 l antiorario
diretta
3, in linea
4, in linea
x 115 mm
2,9 l
3,9 l
antiorario
AVVERTENZA
E' severamente vietato, pena la decadenza della garanzia
e della responsabilità dell'Iveco Motors, alterare le carat-
teristiche suddette, ed in particolare alterare la regolazione della
pompa di iniezione e, ove presente, della valvola waste-gate.
PRIMA DELL'AVVIAMENTO
Ogni giorno, prima di avviare il motore:

DATI SPECIFICI MOTORI INDUSTRIALI

Descrizione

8035

8045

8045

8045

E00

E00

SE00

SRE10

- Pompa iniezione tipo

Rotat.

Rotat.

Rotat.

Rotat.

- Aspirazione

NA

NA

TC

TCA

Potenza Massima (*) kW (CV)

-

44 (60)

59 (80)

79,5 (108)

92 (125)

-

Regime corrispondente

giri/min.

2500

2500

2300

2300

-

Peso a secco kg

335

415

400

400

- Controllare il livello dei rifornimenti (combustibile, olio motore e

acqua di raffreddamento).

- Verificare che il filtro aria in aspirazione non sia intasato, control-

lando che l'indicatore meccanico sul filtro non presenti il segnale "rosso". In caso di intasamento procedere alla pulizia del filtro aria secondo le istruzioni riportate nel paragrafo "Controlli e Manutenzione Periodi- ca".

Nota Bene: Nel caso di segnalatore elettrico (a richiesta), l'indica- zione di intasamento avviene immediatamente tramite spia luminosa sul pannello comandi; in questo caso bisogna provvedere immedia- tamente alla pulizia del filtro.

(*) ISO FueI Stop Power; condizioni ambientali di riferimento: ISO 3046/1; 25 °C; 100 kPa; 30% umidità relativa

ISO 3046/1; 25 °C; 100 kPa; 30% umidità relativa Attenzione! Prima di avviare il motore, accertarsi

Attenzione!

Prima di avviare il motore, accertarsi che l'ambiente in cui dovrà operare sia idoneo allo smaltimento dei gas di sca- rico nocivi. Assicurarsi inoltre che non siano presenti nell'aria ambiente gas combustibili (esempio idrocarburi).

47

AVVIAMENTO MOTORI INDUSTRIALI

Motori con pompa iniezione rotativa - dotati di quadro stru- menti Iveco Motors (a richiesta)

A MOTORE FREDDO

1)Portare la leva dell'acceleratore a ½ della sua corsa massima; 2)Ruotare la chiave dalla posizione "A" alla posizione "B". Le spie al- larmi e suoneria si attivano per circa 2 secondi.

In presenza di sistemi di preriscaldo aria;

3)Ruotare la chiave dalla posizione "B" alla posizione "C", mantenen- dola per 20 secondi circa; 4)Premere a fondo la chiave e ruotarla nella posizione "D", fino ad avviamento avvenuto. Nel caso il motore non dovesse avviarsi, ripo-

sizionare la chiave in posizione "A" e ripetere l'operazione dal punto

3;

5)Avviato il motore, agire immediatamente sull'acceleratore portan- do la leva in posizione tale che la velocità del motore sia leggermente sopra al minimo.

A MOTORE CALDO

1)Mantenere la leva dell'acceleratore al minimo;

2)Ruotare la chiave dalla posizione "B" alla posizione "D", rilasciando-

la non appena il motore si avvia.

ATTENZIONE: La spia "7D" di preriscaldo avvenuto non è collegata.

48

"7D" di preriscaldo avvenuto non è collegata. 48 1. Suoneria 2. Manometro olio 3. Termometro acqua
"7D" di preriscaldo avvenuto non è collegata. 48 1. Suoneria 2. Manometro olio 3. Termometro acqua

1. Suoneria

2. Manometro olio

3. Termometro acqua

4. Voltmetro

5. Contagiri / Contaore

6. Pulsante di arresto motore

7. Commutatore di avviamento/arresto

8. Spie allarmi.

MOTORI SENZA QUADRO STRUMENTI IVECO MOTORS

Nel caso i motori non siano dotati di quadro strumenti Iveco Motors, le modalità di avviamento precedentemente descritte possono varia- re in funzione dell'esecuzione del quadro comando presente sulla macchina in cui è installato il motore (vedere le relative istruzioni for- nite dal costruttore della macchina).

AVVERTENZE GENERALI PER L'AVVIAMENTO (valide per tutti i motori)

Non insistere sul comando di avviamento a motore avviato per non danneggiare il motore ed il motorino di avviamento. Si ricorda che non è efficace, al fine di raggiungere le temperature di esercizio, mantenere il motore al minimo. Dopo circa 1 minuto procedere all'impiego del motore, evitando l'utilizzo a potenza elevata.

ARRESTO DEL MOTORE

1. Prima di arrestare il motore, lasciarlo girare per alcuni minuti al minimo, senza carico; ciò consente una riduzione uniforme della temperatura dell'acqua e dell'olio, evitando seri danneggiamenti al motore causati da shock termici. 2. L'arresto del motore avviene secondo le seguenti modalità.

- diseccitare l'elettromagnete di stop incorporato nella pompa.

49

Nel caso di motori equipaggiati di quadro strumenti Iveco Motors (a richiesta), l'arresto del motore si effettua premendo il pulsante di stop (6) o riportando la chiave di avviamento in posizione " A ".

PRERISCALDO ACQUA (elettrico a 220 V, monofase - a richiesta)

Questo dispositivo, fornito a richiesta, è previsto per l'ausilio nell’av- viamento a basse temperature o in impieghi in cui è necessaria una immediata erogazione di potenza. E' dotato di un termostato che in- terrompe l'alimentazione al raggiungimento della temperatura impo- stata.

al raggi ungimento della temperatura impo- stata. Attenzione! Curare bene il collegamento ad un sicuro

Attenzione!

Curare bene il collegamento ad un sicuro impianto di terra.

PRECAUZIONI PER IL FUNZIONAMENTO NORMALE DEL MOTORE

- Il regime di giri del motore dal minimo al massimo e viceversa de-

vono essere raggiunti gradualmente onde garantire una perfetta combustione ed il regolare funzionamento di tutti gli organi del mo- tore.

- Nell'uso del motore, i valori di regime/potenza dovranno essere

conformi a quanto specificato sulla documentazione tecnico/com- merciale.

- Durante il funzionamento, tenere sotto controllo i seguenti punti:

Circuito di raffreddamento motore - Controllare che la

temperatura dell'acqua si mantenga entro i valori massimi ammessi indicati nella tabella "Dati principali per la regolazione e la riparazio- ne". Se la temperatura dell'acqua è eccessiva, verificarne la causa consultando la tabella "Diagnosi degli inconvenienti del motore". In caso di rabbocco dell'acqua nel circuito di raffreddamento, seguire le istruzioni riportate nel paragrafo "Controlli e Manutenzione"

riportate nel para grafo "Controlli e Manutenzione" Attenzione! Non aprire mai il tappo del bocche ttone

Attenzione!

Non aprire mai il tappo del bocchettone di riempimento del circuito refrigerante, a motore caldo, poiché i circuiti di raffreddamento sono in pressione ed il liquido, caldo, fuoriesce violentemente se la pressione viene scaricata troppo velocemente, provocando ustioni.

Circuito di lubrificazione - Controllare che la pressione dell'olio, a motore caldo e funzionante a regime nominale, rientri nei limiti indicati nella tabella "Dati principali per la regolazione e la ripa- razione". Se la pressione dell'olio non corrisponde ai valori indicati verificarne la causa consultando la tabella” Diagnosi degli inconve- nienti del motore". In caso di rabbocco dell'olio nel circuito di lubrificazione, seguire le istruzioni riportate nel paragrafo "Controlli e Manutenzione"

Circuito combustibile - Evitare di operare con il serbatoio del combustibile ai livelli minimi di riserva onde evitare possibile forma- zione di condensa e disinnesco dell'impianto in caso di aspirazione di aria, con conseguente arresto del motore.

di aspirazione di aria, con conseguente arresto del motore. Attenzione ! Durante il rifornimento del combustibile

Attenzione !

Durante il rifornimento del combustibile prestare la mas- sima attenzione affinché con il combustibile non entrino nel serbatoio agenti inquinanti sia solidi che liquidi. Rammentiamo inoltre che è vietato fumare o accendere fiamme.

Circuito di aspirazione e scarico - Ispezionare regolarmen-

te Io stato di pulizia del circuito di aspirazione aria. Gli intervalli di manutenzione variano secondo le condizioni di lavoro. In ambienti particolarmente polverosi è necessario effettuare una manutenzione più frequente; seguire le istruzioni riportate nel paragrafo "Controlli e Manutenzione".

50

Attenzione! Controllare visivamente che il circuito di scarico non sia ostruito o danneggiato per ev

Attenzione!

Controllare visivamente che il circuito di scarico non sia ostruito o danneggiato per evitare esalazioni pericolose.

Sistema di avviamento elettrico - Controllare periodica-

mente, ed in particolare modo nella stagione invernale, Io stato di ca- rica delle batterie. In caso di rabbocco dell'elettrolita nelle batterie, seguire le istruzioni riportate nel paragrafo "Controlli e Manutenzione".

riportate nel paragrafo "C ontrolli e Manutenzione". Attenzione! Non fumare o portare fiamme libere in

Attenzione!

Non fumare o portare fiamme libere in prossimità delle batterie per evitare esplosioni.

RODAGGIO (50 ore)

Evitare di impiegare il motore per lunghi periodi, a potenza elevata. Dopo il periodo di rodaggio si rammenta di effettuare le operazioni indicate nel paragrafo "Controlli e Manutenzione"

51

CONTROLLI E MANUTENZIONE

PREMESSA

Le operazioni di controllo, indicate in questo capitolo, sono eseguibili sia dall'officina che dall'utente della macchina.

Le operazioni di manutenzione periodica, contraddistinte

dal simbolo della chiave, richiedono l'esecuzione da parte di perso-

nale qualificato e dotato di opportuni mezzi di lavoro e di protezio-

ne.

Le operazioni di manutenzione straordinaria, contraddi-

stinte dal simbolo della chiave, data la loro particolarità, richiedono l'esecuzione da parte di officine autorizzate, dotate di opportune at- trezzature e di adeguate informazioni tecniche.

DURANTE LA MANUTENZIONE

- Non indossare mai abiti svolazzanti, anelli, bracciali e/o catenine quando si lavora in prossimità di motori o parti in movimento.

-

Usare guanti protettivi ed occhiali:

.

durante il riempimento delle batterie con acido

.

durante il rifornimento con inibitori o antigelo

. durante la sostituzione o il rifornimento dell'olio lubrificante (l'olio motore caldo può causare bruciature quando viene scaricato. Lascia- re raffreddare l'olio sotto i 50°C).

- Usare occhiali se si usa aria in pressione (in questo caso la max.

pressione dell'aria, impiegata per pulire, deve essere al di sotto di 2

Atm (30 psi, 2 kg/cm 2 ).

-

Usare il casco protettivo se si lavora in un'area con carichi sospesi

o

con impianti all'altezza del capo.

-

Indossare sempre scarpe antinfortunistiche e la tuta.

-

Usare creme protettive per le mani.

-

Sostituire immediatamente tute bagnate.

le mani. - Sostituire immediatamente tute bagnate. Attenzione! Evitare interventi di manutenzione in presenza

Attenzione!

Evitare interventi di manutenzione in presenza di tensione elettrica: controllare comunque l'efficace collegamento a terra della apparecchiatura. Durante le operazioni di regolazione assicurarsi di avere mani e piedi asciutti e usare pedane isolanti.

- Non cercare di fare riparazioni che non si conoscono. Seguire

sempre le istruzioni, ed in mancanza di queste contattare il fornitore

o personale qualificato detto sopra.

- Tenere il motore sempre pulito, eliminando macchie di olio, gaso- lio e/o liquidi di raffreddamento.

- Riporre gli stracci unti in contenitori antifiamma.

- Non lasciare stracci sul motore.

- Dotarsi di recipienti adeguati e sicuri per l'olio usato.

- Quando si avvia un motore dopo una riparazione, prendere prov-

vedimenti per arrestare l'aspirazione dell'aria nel caso in cui ci sia un

fuorigiri all'avviamento.

52

CONTROLLI

Cadenza

Controllo livello olio nella coppa

ogni

giorno

Controllo livello acqua nel radiatore (1)

ogni

giorno

Controllo intasamento filtro aria (1)

ogni

giorno

ogni

giorno

Controllo stato intas. radiatore/intercooler (1) Controllo livello elettrolita delle batterie (1) (2)

ogni 300 ore

MANUTENZIONE PERIODICA Cadenza

MANUTENZIONE PERIODICA

Cadenza

Sostituzione olio nella coppa (2) (4) (5)

300 ore

Sostituzione filtri olio (2) (4)

300 ore

Sostituzione filtro combustibile (2)

300

ore (3)

Pulizia filtro pompa alimentazione combustibile (2)

300

ore (3)

Tensionamento cinghie di trasmissione (2)

300 ore

Regolazione gioco valvole-bilancieri

900 ore

Taratura iniettori

900 ore

53

bilancieri 900 ore Taratura iniettori 900 ore 53 MANUTENZIONE STRAORDINARIA Il motore, durante la sua vita,

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Il motore, durante la sua vita, richiede anche l'esecuzione di opera- zioni specialistiche come ad esempio: ripassatura sedi/valvole, pulizia turbocompressori e scambiatori di calore, revisione pompa iniezio- ne, pompe acqua e parti elettriche etc. Rivolgersi alla Rete Assistenziale Iveco Motors che è a disposizione per consigliare ed eseguire tempestivamente le suddette operazioni, con la completa istruzione e professionalità per garantire lunga vita ed efficienza al motore. Sostituzione smorzatore albero motore (1):

- motore 8045SE/SRE10

10.000 ore (6)

(1)La cadenza di queste operazioni può variare in funzione dell'impiego e delle condizioni ambientali in cui il motore opera. (2)Queste operazioni devono essere effettuate annualmente anche nel

caso non vengano raggiunte le ore di funzionamento previste.

(3)Periodo massimo, con combustibile di buona qualità; può variare in dipendenza della contaminazione del combustibile. (4)Sostituire dopo le prime 50 ore di funzionamento (rodaggio). (5)In caso di utilizzo del combustibile con percentuale di zolfo superiore allo 0,5%, la cadenza di sostituzione dell'olio motore deve essere dimez- zata. (6)Comunque in caso di revisione generale del motore.

CONTROLLI PERIODICI

CONTROLLO LIVELLO OLIO NELLA COPPA

Eseguire il controllo a motore spento, freddo e a macchina in piano. Controllare che il livello dell'olio sia compreso fra i limiti "Min" e "Max" incisi sull'asta di controllo. Se necessario, rabboccare attraver- so il bocchettone introduzione olio, dopo aver ruotato in senso an- tiorario il relativo tappo.

, dopo aver ruotato in senso an- tiorario il relativo tappo. AVVERTENZA Il livello non deve

AVVERTENZA Il livello non deve mai superare il segno "Max" inciso sull'asta di controllo. Dopo il controllo, riposizionare cor- rettamente l'asta di controllo e serrare a fondo Il tappo del bocchet- tone di riempimento ruotandolo in senso orario fino all'arresto completo. E’ indispensabile che il livello dell’olio sia mantenuto tra il Min. ed il Max. durante il funzionamento del motore, specialmente durante lunghi periodi di funzionamento.

CONTROLLO LIVELLO ACQUA NEL RADIATORE

Eseguire il controllo a motore spento e freddo. Rimuovere il tappo della vaschetta di introduzione acqua nel radiato- re svitandolo in senso antiorario e controllare visivamente il livello dell'acqua. Il livello non deve superare i 2/3 dell'altezza della vaschetta per per- mettere l'aumento del volume, a motore caldo. Rabboccare, se necessario, tenendo presente che un riempimento eccessivo della vaschetta può, durante il funzionamento del motore,

causare una normale fuoriuscita di acqua in eccesso dal tubo di dre- naggio o della valvola di sovrapressione.

causare una normale fuoriuscita di acqua in eccesso dal tubo di dre- naggio o della valvola

54

causare una normale fuoriuscita di acqua in eccesso dal tubo di dre- naggio o della valvola
causare una normale fuoriuscita di acqua in eccesso dal tubo di dre- naggio o della valvola
Per il rifornimento, usare una miscela di acqua pulita e antigelo/inibi- tore di corrosione del
Per il rifornimento, usare una miscela di acqua pulita e antigelo/inibi- tore di corrosione del
Per il rifornimento, usare una miscela di acqua pulita e antigelo/inibi- tore di corrosione del

Per il rifornimento, usare una miscela di acqua pulita e antigelo/inibi- tore di corrosione del tipo descritto nella tabella "Rifornimenti". Nella stagione invernale, assicurarsi della corretta percentuale di an- tigelo per evitare danni al motore causati dal gelo. Diverse procedure di controllo livello acqua possono essere neces- sarie secondo le varie configurazioni dell'impianto di raffreddamento della macchina in cui è installato il motore.

della macchina in cui è installato il motore. Attenzione! Non aprire mai il tappo del bocche

Attenzione!

Non aprire mai il tappo del bocchettone di riempimento del circuito refrigerante, a motore caldo, poiché i circuiti di raffreddamento sono in pressione ed il liquido, caldo, fuoriesce violentemente se la pressione viene scaricata troppo velocemente, provocando ustioni.

CONTROLLO INTASAMENTO FILTRO ARIA

Come precedentemente segnalato nel paragrafo "Prima dell'avvia- mento", nel caso si rendesse necessaria la pulizia del filtro aria, pro- cedere nel modo seguente:

- arrestare il motore e lasciarlo raffreddare;

- levare il coperchio A del filtro svitando la vite a galletto B, in senso antiorario;

- estrarre la cartuccia esterna D, dopo aver svitato in senso antiora-

rio il dado di ritegno C; durante questa operazione fare attenzione che non entri polvere nel manicotto. Per la manutenzione della cartuccia, prestare attenzione alle seguen- ti avvertenze:

55

- non battere mai la cartuccia con attrezzi;

- effettuare la pulizia con aria compressa asciutta dall'interno verso

l'esterno (la pressione non deve essere superiore a 2 bar per non danneggiare la cartuccia);

- verificare Io stato della cartuccia prima di rimontarla, illuminando

la parte interna con una lampada:

se presenta lacerazioni o fori, deve essere sostituita;

- controllare che la guarnizione sulla base della cartuccia sia in buo-

ne condizioni. Alcuni filtri aria sono dotati di cartuccia di sicurezza (a richiesta); que- sta cartuccia (E) non deve essere mai pulita, ma sostituita almeno ogni 3 sostituzioni della cartuccia esterna. Per il rimontaggio, svolgere le operazioni secondo la successione in- versa dello smontaggio, verificando il corretto posizionamento della cartuccia nella sua sede.

il corretto posi zionamento della cartuccia nella sua sede. AVVERTENZA In caso di montaggio non perfetto,

AVVERTENZA In caso di montaggio non perfetto, l'ingresso di aria non filtrata nel motore provoca seri danni. Ove possibile, si consiglia di far effettuare le suddette operazioni da personale quali- ficato. Eseguita la manutenzione della cartuccia si dovrà rimettere in esercizio l'indicatore di intasamento meccanico (vedi figura a lato), premendo l'apposito pulsante situato sulla parte superiore dell'indicatore. L'indicatore elettrico non necessita di questa operazione.

te situato sulla parte superiore dell'indicatore. L'indicatore elettrico non nece ssita di questa operazione. 56

56

te situato sulla parte superiore dell'indicatore. L'indicatore elettrico non nece ssita di questa operazione. 56
te situato sulla parte superiore dell'indicatore. L'indicatore elettrico non nece ssita di questa operazione. 56
te situato sulla parte superiore dell'indicatore. L'indicatore elettrico non nece ssita di questa operazione. 56
CONTROLLO STATO INTASAMENTO RADIA- TORE/INTERCOOLER (ARIA/ARIA) Verificare che le superfici di entrata aria nei radiatori
CONTROLLO STATO INTASAMENTO RADIA- TORE/INTERCOOLER (ARIA/ARIA) Verificare che le superfici di entrata aria nei radiatori

CONTROLLO STATO INTASAMENTO RADIA- TORE/INTERCOOLER (ARIA/ARIA)

Verificare che le superfici di entrata aria nei radiatori siano libere da sporcizia (polvere, fango, paglia etc.) e provvedere immediatamente alla loro pulizia mediante aria compressa/vapore. L'impiego di questi mezzi di pulizia necessita di adeguate precauzioni alle mani ed al volto e agli occhi.

CONTROLLO LIVELLO ELETTROLITA DELLE BAT- TERIE

A batterie riposate e fredde, controllare che il livello dell'elettrolita sia compreso tra i limiti "Min" e "Max"; se il livello è inferiore al mini- mo, ripristinarlo con acqua distillata. Nella stagione estiva verificare più frequentemente il livello. Se il motore rimane inoperoso, effettuare ogni mese il controllo dell'elettrolita e, nel caso la batteria necessitasse di ricarica, rivolgersi ad una officina specializzata. Verificare inoltre che i terminali ed i morsetti siano accuratamente puliti, ben serrati e protetti con vaselina.

57

puliti, ben serrati e protetti con vaselina. 57 Attenzione! Le batterie contengono acido solforico altamente

Attenzione!

Le batterie contengono acido solforico altamente corro- sivo; durante il rabbocco con acqua distillata, indossare guanti protettivi ed occhiali. Ove possibile, si consiglia di far effet- tuare le suddette operazioni da personale qualificato. Non fumare o portare fiamme libere in prossimità delle batterie per evitare esplosioni.

MANUTENZIONE PERIODICA Si rammenta di far eseguire queste operazioni da officine specializza- te/autorizzate,

MANUTENZIONE PERIODICA

Si rammenta di far eseguire queste operazioni da officine specializza- te/autorizzate, rispettando gli intervalli prescritti, tenendo presente che le cadenze possono variare in funzione dell'impiego e delle con- dizioni ambientali in cui il motore opera.

SOSTITUZIONE FILTRI COMBUSTIBILE COMMU- TABILI A MOTORE IN MOTO (A RICHIESTA)

I motori equipaggiati di questi filtri sono normalmente destinati ad applicazioni ad impiego continuo e permettono la sostituzione del fil- tro combustibile a motore in moto. Questa operazione deve essere eseguita dal personale delle officine tenendo presente:

1. Al primo avviamento del motore, con levetta di commutazione in posizione verticale (0), spurgare completamente i due filtri dall'aria presente in essi per assicurare il completo riempimento di combusti- bile.

2. Durante il funzionamento tenere la levetta in una delle due posi-

zioni orizzontali.

3. In anticipo alla scadenza di sostituzione periodica del filtro (vedere

tabella "Manutenzione Periodica"), eseguire la commutazione del cir- cuito, ruotando la levetta di 180°. In questo modo si esclude il pas-

saggio di combustibile dal filtro intasato.

4. Fare sostituire il filtro intasato.

58

5. Montare il nuovo filtro combustibile dopo averlo riempito di com-

bustibile.

6. Spurgare il circuito combustibile (punto 1).

il nuovo filtro combustibile dopo av erlo riempito di com- bustibile. 6. Spurgare il circuito combustibile
il nuovo filtro combustibile dopo av erlo riempito di com- bustibile. 6. Spurgare il circuito combustibile

MOTORI PER GRUPPI ELETTROGENI

MOTORI PER GRUPPI ELETTROGENI Motori 8031i06: vista lato destro 1. Filtro aria - 2. Asta livello

Motori 8031i06: vista lato destro

1. Filtro aria - 2. Asta livello olio - 3. Filtro combustibile - 4. Collet- tore di aspirazione - 5. Pompa di iniezione - 6. Pompa di alimenta- zione - 7. Motorino di avviamento.

59

6. Pompa di alimenta- zione - 7. Motorino di avviamento. 59 Motori 8031i06: vista lato sinistro

Motori 8031i06: vista lato sinistro

1. Radiatore acqua - 2. Tappo introduzione acqua - 3. Collettore di scarico - 4. Alternatore - 5. Occhiello di sollevamento motore - 6. Filtro olio - 7. Tappo scarico olio.

Motori 8041i06: vista lato destro 1. Filtro aria - 2. Filtri combustibile - 3.Collettore di

Motori 8041i06: vista lato destro

1. Filtro aria - 2. Filtri combustibile - 3.Collettore di aspirazione - 4. Pompa di iniezione- 5. Pompa di alimentazione - 6. Motorino di av- viamento

60

5. Pompa di al imentazione - 6. Motorino di av- viamento 60 Motori 8041i06: vista lato

Motori 8041i06: vista lato sinistro

1. Radiatore acqua - 2. Tappo introduzione acqua - 3. Collettore di scarico - 4. Alternatore - 5. Occhiello di sollevamento motore 6. Fil- tro olio - 7. Tappo scarico olio - 8. Asta livello olio.

DATI GENERICI MOTORI

- Ciclo Diesel a 4 tempi, iniezione

- Cilindri, numero e disposizione(modelli 8031)

- Cilindri, numero e disposizione(modelli 8041)

diretta

3, in linea

4, in linea

- Alesaggio x corsa

104 x 115 mm

- Cilindrata totale(modelli 8031)

2,9

l

- Cilindrata totale(modelli 8041)

3,9

l

- Senso di rotazione motore (vista lato volano)

antiorario

DATI SPECIFICI MOTORI PER GRUPPI

Descrizione

8031

i06

8041

i06

- Pompa iniezione tipo

- Regolatore di giri

- Aspirazione

- Potenza netta al volano: Maximum standby power (fuel stop power) - ISO3046

Rotativa

meccanico

NA

Rotativa

elettronico

NA

1500

giri/min

32 KW (43 CV)

41 KW (56 CV)

1800

giri/min

36 KW (49 CV)

48 KW (65 CV)

- Peso a secco

370 Kg

415 Kg

61

KW (49 CV) 48 KW (65 CV) - Peso a secco 370 Kg 415 Kg 61

AVVERTENZA E' severamente vietato, pena la decadenza della garanzia e della responsabilità dell'Iveco Motors, alterare le carat- teristiche suddette ed in particolare alterare le regolazione della pompa di iniezione.

GENERALITA'

Il motore per gruppo elettrogeno è derivato dal motore industriale

e se ne differenzia per il funzionamento a regime fisso (1500 o 1800 giri/min.).

A questo scopo le pompe di iniezione sono dotate di specifico rego-

latore di giri di tipo meccanico.

Il regolatore meccanico prevede, di norma (ISO 3046/IV classe A1),

uno scarto di giri del 5% tra vuoto e pieno carico. Qui di seguito si riportano tutte le indicazioni specifiche di uso e ma- nutenzione dei motori per gruppo elettrogeno che differiscono ri- spetto alla versione dei motori industriali.

AVVIAMENTO CON REGOLATORE MECCANICO

Il motore raggiunge immediatamente il regime di taratura (1500 o 1800 giri/min.)

AVVIAMENTO CON REGOLATORE ELETTRONICO (a richiesta)

Il motore può avviarsi e portarsi ad un regime di taratura, secondo richiesta, diverso da 1500 giri/min o 1800 giri/min., a seconda delle caratteristiche costruttive del quadro di comando.

delle caratteristiche costruttive del quadro di comando. Attenzione! Nel caso il motore sia parte di un

Attenzione!

Nel caso il motore sia parte di un gruppo elottrogeno ad avviamento automatico, l'avviamento può avvenire in qualsiasi momento e pertanto, al fine della sicurezza, si rimanda alle raccomandazioni indicate sulla documentazione del costruttore del gruppo elettrogeno o dell'impianto completo.

ARRESTO DEL MOTORE

1. Prima di arrestare il motore, lasciarlo girare per alcuni minuti, sen- za carico; ciò consente una riduzione uniforme della temperatura dell'acqua e dell'olio, evitando seri danneggiamenti al motore causati da shock termici. 2. L'arresto del motore avviene secondo le seguenti modalità:

Diseccitare la valvola elettromagnetica di intercettazione combusti- bile, togliendo la corrente (il sistema di comando dipende dalla con- figurazione del quadro di controllo).

62

PRECAUZIONI PER IL FUNZIONAMENTO NORMALE DEL MOTORE

Valgono le medesime precauzioni indicate nella corrispondente se- zione dei motori industriali, ad eccezione del punto "1" come qui di seguito specificato. 1. Con l'esclusione dei motori per gruppi elettrogeni di emergenza, per i quali valgono le limitazioni d'uso indicate nella documentazione commerciale e per i quali deve essere previsto il preriscaldo elettri- co, si raccomanda di riscaldare il motore a carichi ridotti prima di ap- plicare il pieno carico.

CONTROLLI E MANUTENZIONE

Valgono le medesime norme indicate nella corrispondente sezione dei motori industriali.

63

MOTORI PER POMPE ANTINCENDIO

VISTE MOTORI

Valgono le viste dei motori per gruppi elettrogeni corrispondenti e più precisamente:

8031i06 per 8031i40 8041i06 per 8041i40.

DATI GENERICI MOTORI

Ciclo Diesel a 4 tempi, iniezione Cilindri, numero e disposizione (modelli 8031) Cilindri, numero e disposizione (modelli 8041) Alesaggio x corsa Cilindrata totale (modelli 8031) Cilindrata totale (modelli 8041)

-

-

-

-

-

-

- Senso di rotazione motore (vista lato volano)

diretta 3, in linea 4, in linea

104 x 115 mm.

l

l

2.9

3.9

antiorario

DATI SPECIFICI MOTORI PER POMPE ANTINCENDIO

 

8031

8041

Descrizione

i40

i40

- Pompa iniezione tipo

rotativa

rotativa

64

-

- Aspirazione

- Potenza lorda max al volano ISO 3046/1

Regolatore di giri

meccanico

NA

2940 giri/min.

48 kW (65 CV)

meccanico

NA

64 kW (87 CV)

NA 2940 giri/min. 48 kW (65 CV) meccanico NA 64 kW (87 CV) AVVERTENZA E’ severamente

AVVERTENZA

E’ severamente vietato, pena la decadenza della garanzia e della responsabilità dell’Iveco Motors, alterare le carat- teristiche suddette ed in particolare alterare le regolazioni della pompa di iniezione.

GENERALITA’

Il motore per pompa antincendio è derivato dal motore industriale e se ne differenzia per potenze e regimi di taratura. Qui di seguito si riportano tutte le indicazioni specifiche di uso e ma- nutenzione dei motori per pompe antincendio che differiscono ri- spetto alla versione dei motori industriali.

PRIMA DELL’AVVIAMENTO

Prima del test periodico (settimanale o in accordo con altre cadenze imposte dalle norme che regolano l’impianto), eseguire i controlli della sezione “Prima dell’avviamento dei motori industriali”.

“Prima dell’avviam ento dei motori industriali”. ATTENZIONE ! Per motori dotati di dispositivo di protezione

ATTENZIONE !

Per motori dotati di dispositivo di protezione turbocom- pressore (Turbosafe), limitatamente al primo avviamento (a motore nuovo), occorre avviare il motore a vuoto mantenendolo a ~ 1000 giri/min. per circa 5 minuti senza spegnerlo. Questa procedura consente di accumulare l’olio lubrificante nel ser- batoio del dispositivo che da questo momento è operativo. Successivi avviamenti non richiederanno più tale procedura.

65

AVVIAMENTO

Le modalità di avviamento (manuale o automatico), possono variare in funzione dell’esecuzione del quadro di comando presente nell’im- pianto antincendio o sul gruppo motopompa al cui manuale di istru- zione si rimanda. Nel caso di raffreddamento motore mediante acqua spillata dall’im- pianto, assicurarsi che questa circoli effettivamente attraverso lo scambiatore di calore e verificare che la pressione sia quella prescrit- ta dal costruttore dell’impianto. Durante le prove periodiche, devo- no essere tenuti sotto controllo i parametri di funzionamento del motore indicati sul quadretto strumenti.

funzionamento del motore indicati sul quadretto strumenti. AVVERTENZA Per assicurare un pronto avviamento, il circuito

AVVERTENZA

Per assicurare un pronto avviamento, il circuito combusti- bile deve essere sempre ben spurgato dall’aria e pieno di combustibile. Si raccomanda inoltre di mantenere il serba- toio combustibile sempre pieno al fine di garantire la massima eco- nomia e ridurre i fenomeni di condensa.

la massima eco- nomia e ridurre i fenomeni di condensa. ATTENZIONE ! Nel caso in cui

ATTENZIONE !

Nel caso in cui il motore sia parte di un gruppo antincen- dio, ad avviamento automatico, l’avviamento può avvenire in qualsiasi momento e pertanto, al fine della sicurezza, si rimanda alle raccomandazioni indicate sulla documentazione del costruttore dell’impianto completo.

ARRESTO DEL MOTORE

Prima di arrestare il motore, togliere il carico e lasciarlo girare per alcuni minuti a vuoto; ciò consente una riduzione uniforme della temperatura dell’acqua e dell’olio evitando seri danneggiamenti al motore causati da repentine escursioni termiche.

66

DIAGNOSI DEGLI INCONVENIENTI DEL MOTORE

La ricerca degli inconvenienti qui di seguito riportata, si riferisce alle cause generali valide per la maggior parte delle applicazioni; non pos- sono essere previsti inconvenienti causati da specifiche configurazio- ni della macchina o dell'impianto in cui è installato il motore. Gli inconvenienti sul motore possono essere rimediati, a seconda della loro tipologia da:

- utente

- personale qualificato

- officina autorizzata.

67

Nel prospetto che segue, sono descritte le sole operazioni che l'utente ed il personale qualificato sono autorizzati a svolgere per eli- minare l'inconveniente. Per tutti gli altri casi, si rimanda all'intervento da parte di un'officina autorizzata, dotata di opportune attrezzature e di adeguate informa- zioni tecniche.

Inconveniente

Causa possibile

 

A cura/rimedio

Inconveniente

Causa possibile

 

A cura/rimedio

Il motore non si avvia

Batterie

parzialmente

Personale qualificato:

Il motore non si avvia

Altre

Rivolgersi ad un'officina autorizzata.

cariche.

controllare e ricaricare le batterie.

 
 

Se necessario sostituire le batterie.

 

Il motore si arresta

Intasamento

dei

filtri

Personale qualificato:

 

combustibile

smontare gli elementi filtranti e se necessario sostituirli.

 

Connessioni ai terminali delle batterie corrose od allentate.

Personale qualificato:

 

pulire, esaminare e ser-

rare i dadi ai terminali delle batterie. Sostituire

 

Presenza d'aria nel cir- cuito combustibile

Personale qualificato:

 

i

capicorda ed i dadi se

controllare le tubazioni, i raccordi, la pompa di alimentazione, i filtri e la pompa di iniezione per accertare la presenza di aria; infine eseguire Io spurgo del circuito.

eccessivamente corrosi.

 
 

lnsufficiente

riserva

di

Utente: Effettuare il ri- fornimento.

combustibile.

Tipo di combustibile non adatto per tempe- ratura sotto 0° C.

Personale qualificato:

sostituire il filtro del combustibile; quindi uti- lizzare un combustibile del tipo invernale.

 

Altre

Rivolgersi ad un'officina autorizzata.

Presenza d'aria nel cir- cuito del combustibile.

Personale qualificato:

Il motore scalda ec- cessivamente

Radiatore/intercooler

Utente: liberare le su- perfici di entrata aria nei radiatori da sporcizia (polvere, fango, paglia etc.)

controllare le tubazioni,

intasati

 

i

raccordi, la pompa di

alimentazione, i filtri e la pompa di iniezione per accertare la presenza di aria; infine eseguire lo

 

spurgo del circuito.

 

68

Inconveniente

Causa possibile

A cura/rimedio

Inconveniente

Causa possibile

A cura/rimedio

Il motore scalda ec- cessivamente

Insufficiente tensione cinghia comando pom- pa acqua e ventilatore

Personale qualificato:

Il motore

fuma in

Filtro aria intasato o de- teriorato

Personale qualificato:

controllare e registrare la tensione della cinghia.

modo anormale:

pulire o sostituire l'ele- mento filtrante.

 

Fumosità nera o grigia scura.

 

Livello eccessivamente basso del liquido di raf- freddamento

Utente : rifornire d'ac- qua il radiatore, ripristi- nando il livello con liquido prescritto.

Iniettori difettosi

Personale qualificato:

 

verificare gli iniettori.

Filtro aria ostruito

Personale qualificato:

Fumosità azzurra, gri- gia-azzurra cospicua e persistente.

Varie

Rivolgersi ad un'officina autorizzata.

 

pulire il filtro aria e tutto l'impianto ad esso con- nesso.

 
 

Varie

Rivolgersi ad un'officina autorizzata.

Il motore manca di potenza ed il funzio- namento è irregolare

Impurità o acqua nel si- stema di alimentazione ed iniezione.

Personale qualificato:

Il motore non si arre- sta

effettuare una accurata pulizia ed eseguire un nuovo rifornimento di combustione.

 

Intasamento filtri com- bustibile

Personale qualificato:

smontare gli elementi filtranti e, se necessario, sostituirli.

Filtro aria ostruito

Personale qualificato:

 

pulire il filtro aria e tutto l'impianto ad esso con- nesso.

Il

motore

denuncia

Varie

Rivolgersi ed un'officina autorizzata.

 

battiti anormali

69

NORME DI MANUTENZIONE PER LUNGA INATTIVITA' DEL MOTORE

Se il motore dovesse rimanere disattivato per un periodo di oltre 2 mesi, occorre proteggerlo da ossidazioni ed avarie procedendo nel modo seguente:

1. Scaricare l'olio dalla coppa motore e riempirlo con olio per lavag-

gio (es. olio FIAT L 20). Questa operazione vale solo per i motori che

hanno già funzionato oltre 200 ore.

2. Far girare il motore per 15 min. al regime di 500 - 800 g/min,; fer-

mare il motore e scaricare l'olio. Questa operazione vale solo per i motori che hanno già funzionato oltre 200 ore.

3. Drenare tutto l'olio contenuto nella pompa di iniezione in linea.

4. Immettere nella coppa motore olio FIAT Prot.30/M fino al livello

"Min" indicato sull'asta di controllo. Se non si dispone di olio Prot.30/

M, utilizzare un olio di marca rispondente alle specifiche MlL-2160B - tipo 2.

5. Immettere nella pompa iniezione in linea olio Prot.30/M.

6. Dopo aver svuotato i filtri del combustibile, scollegare la tubazione

di alimentazione dell'apparato iniezione a monte della pompa di ali-

mentazione, e collegarla con un opportuno serbatoio contenente olio CFB (ISO 4113)

7. Far girare il motore per 15 min. al regime di 500 - 800 g/min.; al

termine, impiegando una siringa, nebulizzare lentamente (in circa 1 min.) nel collettore di aspirazione la seguente quantità di olio Prot.

30/M:

-

60 g nei motori a 3 - 4 cilindri

8.

Scaricare, a motore caldo, l'olio Prot.30/M immesso nella coppa

motore; l'olio potrà essere reimpiegato per altre due o tre volte.

Allentare tutte le cinghie trapezoidali.

9. .Staccare la tubazione di alimentazione dell'apparato iniezione dal

serbatoio contenente l'olio CFB e ricollegarla al serbatoio combusti- bile.

10. Sigillare con nastro adesivo, sul motore e sul tubo di scarico, tutte

le luci di accesso, di aerazione e di sfiato.

11. Munire il motore di un cartellino ben visibile, indicante che trat-

tasi di unità "SENZA OLIO MOTORE".

12. Scollegare le batterie e riporle in luogo asciutto, tenendole sem-

pre cariche.

13. Drenare l’acqua di raffreddamento se non dotata di liquido anti-

gelo/inibitore di corrosione.

IMPORTANTE: QUESTO TRATTAMENTO DEVE ESSERE RIPE- TUTO OGNI 6 MESI.

70

RIPRISTINO CONDIZIONI DI FUNZIONAMENTO

RIPRISTINO CONDIZIONI DI FUNZIONAMENTO DATI PRINCIPALI PER LA REGOLA- ZIONE E LA RIPARAZIONE Per ripristinare le

DATI PRINCIPALI PER LA REGOLA- ZIONE E LA RIPARAZIONE

Per ripristinare le normali condizioni di funzionamento del motore, effettuare le operazioni seguenti:

Ordine di accensione (modelli 8035/8031)

1-2-3

1) Drenare tutto l'olio Prot. 30/M contenuto nella pompa iniezione.

Ordine di accensione (modelli 8045/8041)

1-3-4-2

2) Immettere nella coppa motore e nella pompa iniezione l'olio di im-

Giuoco di funzionamento tra valvole e bilancieri, a motore freddo:

piego, al livello prescritto.

- aspirazione e scarico

0,30 mm

98°C

3) Tendere tutte le cinghie trapezoidali.

- Taratura iniettori (8035/8045)

260 + 12 kg/cm 2

4) Rimuovere i sigilli dalle luci di accesso, di aerazione e di sfiato.

-

Taratura iniettori (8031/8041)

230 + 8 kg/cm 2

5) Togliere il cartellino con l'indicazione "SENZA OLIO MOTORE".

Max. temperatura acqua

Pressione olio minima (motori industriali) :

- a regime max

3

kg/cm

2

- a regime min

0,7 kg/cm 2

Pressione olio minima (motori per gruppi elettrogeni):

-

a regime di taratura

2 kg/cm 2

Coppie di serraggio

Testa cilindri:

- 1a fase (precoppia)

- 2a fase (controllo precoppia)

70 Nm (7,1 kgm)

70 Nm (7,1 kgm)

- 3a fase (angolo)

 

90°

- 4a fase (angolo)

90°

- Cappelli di biella

- Cappelli di banco

40 Nm (4,1 kgm) + 60°

80 Nm (8,2 kgm) + 90°

71

- Dado fissaggio mozzo puleggia-smorzatore

- Viti fissaggio volano

294 Nm (30 kgm)

40 Nm (4,1 kgm) + 60°

RIFORNIMENTI

Parti da rifornire

Quantità

Prodotto

I

kg

Circuito acqua (8035/8031) Circuito acqua (8045/8041)

~5

-

Miscela acqua e Paraflu 11 al 50% (1)

~6,7

Coppa motore e filtro (5) (capacità totale) - 8035/8031 (capacità totale) - 8045/8041 (capacità totale) - 8045SE/SRE

7,7

7

11,5

10,5

10,5

9,5

Solo coppa motore: (5)

 

olio lubrificante (3)

- a livello minimo - 8035/8031

4,4

4

- a livello minimo - 8045/8041

7,2

6,5

- a livello minimo

- 8045SE/SRE

6,4

5,8

- a livello max (2) - 8035/8031

6,6

6

- a livello max (2) - 8045/8041

10,5

9,5

- a livello max (2) - 8045SE/SRE

9

8,2

Serbatoio combustibile

-

-

Gasolio (4)

1)Utilizzare miscela di acqua e Paraflu 11 al 50% anche nella stagio- ne estiva per la protezione ottimale del circuito di raffreddamento. In alternativa al PARAFLU 11, può essere utilizzato un prodotto ana- logo purché corrisponda alle specifiche internazionali SAE J 1034.

2)La quantità indicata è quella necessaria per la sostituzione periodi- ca dell'olio.

3)Utilizzare lubrificanti corrispondenti alle seguenti specifiche inter- nazionali: ACEA E3/API CF4/MIL L 2104E/F per motori sovralimen- tati; ACEA E2/API CF4/MIL L 2104E/F per motori aspirati.

Quanto sopra è valido per una cadenza di sostituzione dell’olio mo- tore ogni 300 ore. Per la qualità dell'olio da usare in rapporto alla temperatura atmosfe- rica, vedere tabella nella pagina seguente.

4)Con temperatura atmosferica sotto 0°C, utilizzare combustibile di tipo invernale.

5)Per motori per pompe antincendio, aggiungere alla quantità indi- cata di olio ~ 0,7 l (0,6 kg).

72

AVVERTENZA In caso di utilizzo del combustibile con percentuale di zolfo superiore allo 0,5% o utilizzo di olii del tipo ACEA E2/API CF4/MlL L2104E/F per motori sovralimentati, la cadenza di sostituzione dell'olio motore deve essere ridotta a 200 ore.

L2104E/F per motori sovralimentati, la cadenza di sostituzione dell'olio motore deve essere ridotta a 200 ore.
USO DELL'OLIO MOTORE In rispetto delle specifiche indica te nel paragrafo "Rifornimenti", per il corretto

USO DELL'OLIO MOTORE

In rispetto delle specifiche indicate nel paragrafo "Rifornimenti", per il corretto funzionamento del motore occorre che la viscosità SAE dell'olio corrisponda ai valori indicati in rapporto alla temperatura esterna.

73

MOVIMENTAZIONE DEL MOTORE

In caso di smontaggio e successivo rimontaggio del motore sulla

macchina, è necessario che le relative operazioni vengano eseguite esclusivamente da officine autorizzate, dotate di apposite attrezza- ture di sollevamento e movimentazione.

Gli occhielli da utilizzare per il sollevamento del solo motore sono in- dicati, in questo manuale, nella sezione "viste motori" e, sul motore,

da appositi adesivi.

Tutti gli occhielli di sollevamento disponibili devono essere utilizzati

contemporaneamente; l'utilizzo di un solo occhiello è vie- tato.

Non è permesso sollevare il motore prima di aver rimosso gli organi

di trasmissione ad esso collegati o altri componenti della macchina

che gravano sul motore.

Il sistema di sollevamento del motore deve avere portata e dimen- sioni adeguate al peso ed agli ingombri del motore; in particolare ve- rificare che non vi siano interferenze tra il sistema di sollevamento e

gli

organi del motore.

E'

importante l'utilizzo di un bilancino di sollevamento che mantenga

parallele le funi metalliche di sollevamento.

74

DISMISSIONE

Si segnala che nel motore e nei suoi componenti necessari per il fun- zionamento, sono presenti materiali che, se dispersi nell'ambiente, possono creare danni ecologici. I materiali seguenti devono essere consegnati ad appositi centri di raccolta autorizzati:

- batterie di avviamento;

- olii lubrificanti esausti;

- miscele di acqua e antigelo;

- filtri;

- materiale ausiliario per la pulizia (es. stracci unti o imbevuti di

combustibile). Pene severe sono previste per i trasgressori, secondo le leggi vigenti in ogni Paese.

COMPORTAMENTI IN EMERGENZA

L'utente della macchina realizzata secondo i regolamenti di sicurezza che segue le istruzioni riportate nel presente manuale e che osserva le indicazioni delle etichette adesive posizionate sul motore, opera in condizioni di sicurezza. Nel caso in cui errati comportamenti causassero situazioni di inci- denti, richiedere immediatamente l'intervento di personale specializ- zato in pronto soccorso. In caso di emergenza, ed in attesa dell'arrivo del personale di soccor- so, si suggeriscono le seguenti istruzioni di massima per prestare i primi aiuti.

Incendio

Spegnere l'incendio mediante estintori consigliati dal costruttore del- la macchina o dell'impianto.

Ustioni

1) Spegnere le fiamme sull'abbigliamento dell'ustionato mediante:

- inondazione di acqua;

- uso di estintore a polvere, evitando di dirigere il getto sul volto;

- coperte o rotolamento della vittima per terra.

2) Non staccare brandelli di tessuto aderenti alla pelle; 3) Nel caso di scottatura da liquidi, togliere rapidamente ma con cau- tela gli abiti bagnati; 4) Coprire l'ustione con apposito pacchetto antiustione o con ben- daggio sterile.

75

Intossicazioni da ossido di carbonio (CO)

L'ossido di carbonio contenuto nei gas di scarico del motore è ino- doro e pericoloso sia perché provoca intossicazione sia perché, con l'aria, costituisce una miscela esplosiva. Nei locali chiusi, l'ossido di carbonio è molto pericoloso perché può raggiungere la concentrazione critica in breve tempo. In caso di soccorso all'intossicato in un locale chiuso, procedere im- mediatamente alla ventilazione del locale per ridurre la concentra- zione del gas. Nell'accedere al locale, il soccorritore dovrà trattenere il respiro, non accendere fiamme, luci, o attivare campanelli elettrici o telefoni per evitare esplosioni. Portare in salvo l'intossicato in luogo arieggiato o all'aria aperta, ada- giandolo su un fianco se in stato di incoscienza.

Causticazioni

i) La causticazione cutanea è causata dalla fuoriuscita dell'acido dalle batterie:

- togliere gli indumenti;

- lavare con acqua corrente, facendo attenzione a non interessare le parti sane;

2)La causticazione agli occhi è causata sia dall'acido della batteria, sia dall'olio di lubrificazione che dal gasolio :

- lavare l'occhio con acqua per almeno 20 minuti mantenendo aper-

te le palpebre in modo che l'acqua scorra sul bulbo oculare e muo- vendo l'occhio in tutte le direzioni.

Folgorazioni

La folgorazione può essere causata da:

1)impianto elettrico del motore (12/24V); 2)impianto del generatore elettrico (gruppi elettrogeni). Nel primo caso, il valore basso di tensione non comporta elevati pas- saggi di corrente attraverso il corpo umano, tuttavia nel caso di corto circuito provocato, come ad esempio da un utensile metallico, pos- sono sorgere sfiammature e ustioni. Nel secondo caso, il valore di tensione elevato provoca correnti in- tense che possono essere altamente pericolose. In questi casi, interrompere la corrente agendo sull'interruttore pri- ma di toccare l'infortunato. Se ciò non fosse possibile, tenere presente che qualsiasi altro tenta- tivo è altamente pericoloso anche per il soccorritore; pertanto il ten- tativo di salvataggio deve essere effettuato utilizzando mezzi sicuramente isolanti.

Ferite e fratture

La vastità delle casistiche e la specificità degli interventi comporta ne- cessariamente l'intervento delle strutture mediche. In caso di sanguinamento comprimere dall'esterno la ferita, fino all'arrivo dei soccorsi. In caso di frattura non muovere la parte del corpo interessata dalla frattura e spostare l'infortunato con estrema cautela, solo in caso di estrema necessità.

76