Sei sulla pagina 1di 1

Fisica Tecnica – Esercizio del 08/9/2015 – Ing.

Civile, Edile, CEA, Gestionale, Elettrica

In figura 1 sono rappresentate due stanze, R e NR, la prima riscaldata da una sorgente di calore interna
alla stanza, la seconda non riscaldata. Le due stanze hanno pavimento e soffitto adiabatici ed hanno la
muratura perimetrale e la parete divisoria costituite dalla sequenza di strati come indicato in tabella 1.
Le dimensioni dei vani sono indicate in figura 1 e l’altezza degli ambienti è pari a metri 3. Ciascun
vano ha una porta finestra di altezza pari a metri 2 composta schematicamente da un vetro di
conducibilità termica pari a v=1 W(m K)-1 e spessore sv=6mm. Sulla parete che divide i due ambienti
sono installati due ventilatori che permettono di trasferire ciascuno una portata in massa m’A, nei due
versi, come indicato in figura 1. I lati non in comune fra i due vani sono esposti verso l’ambiente
esterno, e le porte finestre sono ermeticamente chiuse.

1m 1m
m'A

2m R NR
m'A

3m 3m
Figura 1: pianta dei vani R e NR

Tabella 1: sequenza di strati componenti il muro


Strati spessore conducibilità termica
mm W(m K)-1
intonaco interno 15 0,87
Isolante termico 40 0,045
blocco cemento 200 1,8
intonaco esterno 15 0,87

Considerando che all’interno del vano R la sorgente interna di calore mantiene una temperatura
costante dell’aria pari a 20°C, all’esterno vige una temperatura costante di 0°C, calcolare la potenza
termica Q’R della sorgente di calore interna al vano R (10 punti) e la portata d’aria necessaria m’A ai
ventilatori (10 punti) affinché la temperatura dell’aria nell’ambiente NR sia pari a 10°C. Per i punti
precedenti considerare l’aria come gas ideale (costante del gas ideale R=287 J(kgK)-1, calore specifico
a pressione costante cp=1005 J(kgK)-1, densità =1.2 kg m-3), condizioni stazionarie e coefficienti di
convezione sulle strutture verticali, rivolte verso un vano interno e verso l’ambiente esterno pari
rispettivamente a 8 W m-2K-1 e 25 W m-2K-1 .
Calcolare inoltre l’umidità relativa dei due ambienti affinchè non si formi condensa superficiale sulle
pareti opache o trasparenti dei vani, considerando che la presenza dei ventilatori rende uniforme il
valore dell’umidità assoluta nei due ambienti (10 punti).
Per calcolare la pressione di saturazione del vapor d’acqua dell’aria umida riferirsi alla relazione:
ps(t)=611,85*EXP[17,502t/(240,1+t)]. Con la temperatura t in °C si ottiene la pressione di saturazione
ps in Pascal.