Sei sulla pagina 1di 8

ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE TRA

ASSOSTUDIO s.r.l. ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA


SERING s.r.l. S O C I E TA’ D I I N G E G N E R I A

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO ED AGRICOLTURA DI MILANO

R I C O N F I G U R A Z I O N E E R I A LLE ST IMENTO DEL L A SEDE DISTACCATA DI M O N Z A


A SEDE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MONZA E DELLA BRIANZA

PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI

DVV maggio 2006

RELAZIONI SPECIALISTICHE
RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI
ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE TRA
ASSOSTUDIO s.r.l. ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA
SERING s.r.l. S O C I E TA’ D I I N G E G N E R I A

INDICE

-OBIETTIVO DELL’INTERVENTO
-INQUADRAMENTO NORMATIVO
-DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO

RELAZIONI SPECIALISTICHE
00 RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI
ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE TRA
ASSOSTUDIO s.r.l. ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA
SERING s.r.l. S O C I E TA’ D I I N G E G N E R I A

OBIETTIVO DELL’INTERVENTO

Oggetto dell’intervento è l’installazione degli impianti meccanici (riscaldamento/


condizionamento e idrosanitario) nella sistemazione ed ampliamento della Camera di
Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura in piazza Cambiaghi a Monza (MI), nel
rispetto delle normative vigenti e della buona esecuzione a regola d’arte dei lavori.

INQUADRAMENTO NORMATIVO
Nella progettazione degli interventi da realizzare si è fatto riferimento alle normative
vigenti con particolare attenzione a:

IMPIANTI TERMICI

D.M. 12.04.96, “Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la proget-
tazione, la costruzione e l’esercizio degli impianti termici alimentati da combustibili
gassosi”.
C.M.I. 31.07.1970, n° 59, “Chiarimenti alla circolare n° 68 del 25.11.1969”;
D.P.R. 22.12.1970, n° 1391, “Regolamento per l’esecuzione della Legge 13.07.1966, n°615,
recante provvedimenti contro l’inquinamento atmosferico, limitatamente al settore
degli impianti termici”;
C.M.I. 29.07.1971, n° 73, “Impianti termici ad olio combustibile od a gasolio. Istruzioni per
l’applicazione delle norme contro l’inquinamento atmosferico. Disposizioni ai fini della
prevenzione incendi”;
C.M.I. 19.04.1972, n° 28, “Chiarimenti circa l’applicazione delle norme vigenti riguardanti
gli impianti termici”;
C.M.S. 05.10.1972, n° 135, “Chiarimenti circa la Legge 13.07.1966, n° 615”;
D.M. 21.11.1972, “Norme per la costruzione degli apparecchi a pressione”;
D.M. 21.05.1974, “Norme integrative del regolamento approvato con Regio Decreto
12.05.1927, n° 824;
C. A.N.C.C. 05.12.1974, “Direttive per l’approvazione di impianti termici ad acqua calda
alimentati da combustibile liquido”;
D.M. 01.12.1975, “Norme di sicurezza per apparecchi contenenti liquidi caldi sotto pres-
sione”;
C. A.N.C.C. 05.12.1977, n°29, “Chiarimenti sulle norme di sicurezza per apparecchi
contenenti liquidi caldi sotto pressione”; C. ISPESL 30.05.1985, n° 36/85; “Posizionamento
dei dispositivi termici di sicurezza e protezione in impianti ad acqua calda con sistema
d’espansione e vaso chiuso e valvola termoregolatrice posta sulla tubazione di man-
data”;
D.M.I. 29.02.1988, “Regole tecniche riguardanti i dispositivi di sicurezza termici atti ad
intercettare il fluido negli scambiatori di calore”

RELAZIONI SPECIALISTICHE
01 RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI
ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE TRA
ASSOSTUDIO s.r.l. ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA
SERING s.r.l. S O C I E TA’ D I I N G E G N E R I A

CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI

D.M. 26.01.1981, “Valori di riferimento del rendimento di combustione degli impianti di


riscaldamento”;
D.M. 23.11.1982, “Direttive per il contenimento del consumo di energia relativo alla
termoventilazione ed alla climatizzazione di edifici industriali ed artigianali”
Legge 09.01.1991, n° 9, “Norme per l’attuazione del nuovo piano energetico nazion-
ale: aspetti istituzionali, centrali idroelettriche ed elettrodotti, idrocarburi e geotermia,
autoproduzione e disposizioni fiscali”
Legge 09.01.1991, n° 10, “Norme per l’attuazione del piano energetico nazionale
materia di uso razionale dell’energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti
rinnovabili di energia”
D.P.R. 26.08.1993 n. 412 Regolamento di attuazione Legge n.10 sugli impianti termici e
successivo aggiornamento (D.P.R. n. 551/99).
Norma UNI 10339 Impianti aeraulici a fini di benessere - Generalità, classificazione e
requisiti.
Norme UNI 10381 Condotte - Classificazione, progettazione, dimensionamento e posa
in opera.
Tutte le norme UNI-CIG in vigore
Tutte le norme UNI-CTI in vigore
Le caratteristiche degli impianti e la rispondenza a Leggi, regolamenti, norme in vigore
saranno accertati in corso d’opera ed in fase di collaudo.

IMPIANTI IDROSANITARIO

Norma UNI 9182, Impianti di alimentazione e distribuzione d’acqua fredda e calda.


Criteri di progettazione, collaudo e gestione.
Norma UNI EN 12056-5, Sistemi di scarico delle acque usate. Criteri di progettazione,
collaudo e gestione.
Norma UNI 4542 Apparecchi sanitari di materiali ceramici, classificazione e definizione
dei materiali.
D.P.R. n. 503 del 24.07.1996 Regolamento di attuazione dell’art. 27 della Legge n. 118
a favore di mutilati e invalidi civili, in materia di bariere architettoniche e trasporti
publici.
Norme UNI 8884 Caratteristiche e trattamento delle acque dei circuiti di raffred-
damento e umidificazione.
Tutte le norme UNI in vigore
Le caratteristiche degli impianti e la rispondenza a Leggi, regolamenti, norme in vigore
saranno accertati in corso d’opera ed in fase di collaudo.

02
RELAZIONI SPECIALISTICHE
RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI
ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE TRA
ASSOSTUDIO s.r.l. ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA
SERING s.r.l. S O C I E TA’ D I I N G E G N E R I A

DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO

Gli impianti oggetto della presente relazione tecnica termica, sono sinteticamente
sotto elencate:

CENTRALE TERMICA E FRIGORIFERA

E’ previsto l’adeguamento della centrale termica e frigorifera esistenti in copertura


alla nuova sistemazione con i seguenti interventi:
- Creazione di nuovo circuito acqua calda con partenza dal collettore generale
esistente per la alimentazione delle unità trattamento aria al piano interrato, completo
di elettropompa gemellare ed intercettazioni.
- Sostituzione dell’elettropompa gemellare esistente di circolazione circuito ventil-
convettori con altra di caratteristiche adeguate.
- Inserimento di valvole di taratura sui circuiti acqua refrigerata esistenti per
consentire la circolazione dell’acqua stessa nel nuovo circuito di alimentazione delle
unità trattamento aria al piano interrato.

IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO A VENTILCONVETTORI E ARIA PRIMARIA AI PIANI

E’ prevista la sistemazione ed ampliamento dell’impianto ventilconvettori e aria prima-


ria esistente alle nuove esigenze, con i seguenti interventi:
- Stacco ventilconvettori esistenti e loro riposizionamento con rifacimento delle
tubazioni di alimentazione acqua calda e/o refrigerata con partenza dai collettori
esistenti sotto pavimento galleggiante.
- Installazione nuovi ventilconvettori negli spazi in ampliamento con loro col-
legamento alle tubazioni esistenti.
- Realizzazione rete di scarico condensa ventilconvettori esistenti riposizionati e
nuovi alla rete esistente.
- Smontaggio canali aria esistenti con eventuale riutilizzo di parte degli stessi,
previo pulizia.
- Installazione di nuovi canali aria in lamiera zincata coibentata esternamente,
bacchette di mandata, diffusori lineari e griglie di ripresa.

IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO PIANO INTERRATO

Realizzazione di un impianto di condizionamento a tutta aria per le sale riunioni,


composto da unità di trattamento aria a sezioni componibili orizzontali posizionate a
soffitto, complete di regolazione automatica della temperatura e umidità ambiente,
canali a sezione rettangolare di mandata ripresa e presa aria esterna in lamiera di

RELAZIONI SPECIALISTICHE
03 RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI
ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE TRA
ASSOSTUDIO s.r.l. ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA
SERING s.r.l. S O C I E TA’ D I I N G E G N E R I A

alluminio, bocchette di mandata aria in ambiente e griglie di ripresa in alluminio.


Nelle sale riunioni sono attualmente presenti dei radiatori sui quali verranno installate
valvole con testine termostatiche di regolazione temperatura ambiente.
Verranno realizzate due linee indipendenti di alimentazione acqua calda e refrigerata
in tubo di acciaio coibentato con partenza dalla centrale termica e frigorifera esistenti
in copertura.
Verra inoltre realizzata la linea di alimentazione idrica alla sezione di umidificazione delle
unità di trattamento aria e la rete di scarico condensa.

IMPIANTI ESTRAZIONE ARIA

Per i servizi igienici e il locale catering al piano interrato verranno realizzati impianti di
estrazione aria composti da estrattori d’aria del tipo a cassonetto, canali in lamiera
zincata, griglie di aspirazione ed espulsione in alluminio.
Per il servizio al piano soppalco verrà realizzata la canalizzazione di estrazione collegata
a quella esistente del piano terra.

IMPIANTO IDROSANITARIO

Verrà realizzato l’impianto idrosanitario per i servizi igienici al piano interrato e al piano
soppalco con partenza dalla tubazione idrica e dalla rete di fognatura generale esist-
enti.
L’impianto sarà del tipo tradizionale con tubazioni di alimentazione idrica in acciaio
zincato o polipropilene e tubazioni di scarico in polietilene alta densità .
La produzione di acqua calda sanitaria verrà assicurata da scaldabagni elettrici del tipo
ad accumulo uno per ogni gruppo di servizi.
Per ogni servizio sono previsti rubinetti da incasso di intercettazione generale alimentazi-
one acqua fredda e calda sanitaria.
Ogni servizio sarà completo di apparecchi sanitari e rubinetterie come indicato dai
disegni esecutivi.
Sulla linea di alimentazione umidificatori unità di trattamento aria è prevista la real-
izzazione della predisposizione per il futuro inserimento di un gruppo di trattamento
dell’acqua stessa.

Ad ultimazione dei lavori la Ditta Appaltante dovrà rilasciare tutte le documentazioni di


Legge compreso ai disegni esecutivi aggiornati e ai manuali tecnici di uso e manutenzi-
one di tutte le apparecchiature.

RELAZIONI SPECIALISTICHE
04 RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI
ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE TRA
ASSOSTUDIO s.r.l. ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA
SERING s.r.l. S O C I E TA’ D I I N G E G N E R I A

DATI TECNICI DI RIFERIMENTO


Gli impianti sono dimensionati per mantenere le seguenti condizioni termoigrometriche
e di ventilazione:
CONDIZIONI TERMOIGROMETRICHE ESTERNE
Inverno -5 °C 80 % UR
Estate +32 °C 50 % UR

CONDIZIONI TERMOIGROMETRICHE INTERNE INVERNALI


Sale riunioni piano interrato +20 °C UR 50%
Locali ai vari piani +20 °C UR 50%
Servizi igienici +20 °C UR n.c.

CONDIZIONI TERMOIGROMETRICHE INTERNE ESTIVE


Sale riunioni piano interrato +26 °C UR 50%
Locali ai vari piani +26 °C UR 50%
Servizi igienici n.c. °C UR n.c.

DATI RIGUARDANTI IL FABBRICATO, CARICHI INTERNI E RICAMBI D’ARIA


Il fabbricato e’ realizzato nelle sue strutture, conformemente a quanto previsto dalla
Legge n. 10 del 1991

Ricambi d’aria meccanici sale riunioni p. interrato 36 mc/h x persona


Ricambi d’aria locali ai vari piani 1,5 Vol/h
Ricambi d’aria meccanici servizi piano interrato 6,0 Vol/h
Grado di filtrazione EU 8
Velocità massima dell’aria zone occupate 0,20 m/s
da persone
Le prese aria esterna verranno realizzate in modo da non interferire con i camini esistenti
nelle vicinanze ed a una quota da piano calpestio non inferiore a tre metri.

Tolleranza regolatori di temperatura +/- 1 °C


Tolleranza regolatori di umidita’ +/- 5 % U.R.

Caratteristiche fluidi ed energie di alimentazione:


- acqua calda temperatura + 80 °C
- acqua refrigerata temperatura + 7 °C
- energia elettrica V-f-Hz 380-3-50

Caratteristiche impianto idrosanitario:


- acqua fredda dall’acquedotto temperatura + 12 °C
- acqua calda prodotta temperatura + 50 °C
- alimentazione idrica dall’acquedotto pressione 3,0 bar

RELAZIONI SPECIALISTICHE
05 RELAZIONE IMPIANTI MECCANICI
ASSOSTUDIO s.r.l.
ARCHITETTURA INGEGNERIA URBANISTICA Associato OICE
20052 Monza / Corso Milano 45 / tel. ric. autom. 039-389753 / telefax. 039-324251
E.mail:assostudio@assostudiosrl.it

via dei Mestieri 13 - 20049 Concorezzo (Milano) Italia


partita IVA - C.F. 02280620960
tel. 0039.039.68.86.381 - fax 0039.039.68.86.380
sering@seringsrl.it - www.seringsrl.it

Potrebbero piacerti anche