Sei sulla pagina 1di 47

Città di Seveso

GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI


IMMOBILI E DELLE STRADE DEL
COMUNE DI SEVESO E DI ALTRI
SERVIZI SUL TERRITORIO
COMUNALE.

CONTRATTO DI SERVIZIO

Aggiornamento Settembre 2010


Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 2 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

CARATTERISTICHE GENERALI DEI SERVIZI

Art. 1 PREMESSE.................................................................................................................................................. 4
Art. 2 DEFINIZIONI ................................................................................................................................................ 4
Art. 3 OGGETTO DEL SERVIZIO .......................................................................................................................... 5
Art. 3.1 Servizi manutentivi a canone........................................................................................................................ 5
Art. 3.2 Interventi manutentivi straordinari................................................................................................................. 6
Art. 3.3 Servizio di pronto intervento ......................................................................................................................... 7
Art. 3.4 Gestione tecnica ........................................................................................................................................... 7
Art. 3.5 Controllo appalto servizio energia................................................................................................................. 8
Art. 4 AMMONTARE DELLA CONVENZIONE....................................................................................................... 8
Art. 5 SVILUPPO DEL SERVIZIO .......................................................................................................................... 8
Art. 5.1 Sistema informativo ...................................................................................................................................... 8
Art. 5.2 Funzioni ........................................................................................................................................................ 9
Art. 5.3 Gestione tecnica - Attività ............................................................................................................................. 9
Art. 5.4 Aggiornamento anagrafe degli immobili...................................................................................................... 10
Art. 5.5 Preventivi e progetti per gli interventi manutentivi extracanone .................................................................. 11
Art. 5.6 Sopralluoghi................................................................................................................................................ 11
Art. 5.7 Tempi di fornitura di preventivi, sopralluoghi e per l'esecuzione degli interventi......................................... 11
Art. 5.8 Ricezione richieste di intervento ................................................................................................................. 12
Art. 5.9 Pronto intervento ........................................................................................................................................ 12
Art. 5.10 Rendicontazione ......................................................................................................................................... 12
Art. 5.11 Interventi manutentivi a canone .................................................................................................................. 13
Art. 5.12 Interventi manutentivi extracanone ............................................................................................................. 13
Art. 5.13 Interventi urgenti e in reperibilità................................................................................................................. 13
Art. 5.14 Tempi di intervento ..................................................................................................................................... 13
Art. 5.15 Organizzazione e dotazioni ........................................................................................................................ 14
Art. 5.16 Personale ................................................................................................................................................... 14
Art. 5.17 Attrezzature ................................................................................................................................................ 14
Art. 5.18 Controlli per il servizio energia.................................................................................................................... 14
Art. 5.19 Servizio sgombero neve ............................................................................................................................. 14
Art. 5.20 Lavori di adeguamento normativo edifici e impianti .................................................................................... 15
Art. 5.21 Certificazione di qualità............................................................................................................................... 15
Art. 5.22 Utilizzo dei lastrici solari degli edifici comunali............................................................................................ 15
Art. 5.23 Conferimento mezzi, attrezzature e magazzino comunale ......................................................................... 15
Art. 6 CRITERIO INTERPRETATIVO DEL SERVIZIO ......................................................................................... 16
Art. 7 DURATA DELLA CONVENZIONE ............................................................................................................. 16
Art. 8 CONDIZIONI E MODALITÀ DI PAGAMENTO............................................................................................ 16
Art. 9 TERMINI DI PAGAMENTO......................................................................................................................... 17
Art. 10 AGGIORNAMENTO CANONE ................................................................................................................... 17
Art. 11 GARANZIE ................................................................................................................................................. 17
Art. 12 DANNI A TERZI E RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI........................................................................... 18
Art. 13 DOMICILIO, RECAPITO FISSO, RESPONSABILI DI ASPES E DEL COMUNE ....................................... 18
Art. 14 NORME GENERALI PER L’ESECUZIONE DEI SERVIZI .......................................................................... 19
Art. 15 REQUISITI DEL PERSONALE E NORME COMPORTAMENTALI ............................................................ 20
Art. 16 QUALITA’ DEI MATERIALI......................................................................................................................... 20
Art. 17 ORARIO DI LAVORO ................................................................................................................................. 21
Art. 18 PIANO DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA .............................. 22
Art. 19 AUTORIZZAZIONI E PERMESSI ............................................................................................................... 22
Art. 20 SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO ..................................................................................................... 22
Art. 21 ONERI E OBBLIGHI A CARICO DI ASPES ............................................................................................... 23
Art. 22 SPESE ED OBBLIGHI SPECIALI A CARICO DI ASPES ........................................................................... 24
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 3 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Art. 23 OBBLIGHI A CARICO DEL COMUNE........................................................................................................ 24


Art. 24 SORVEGLIANZA E CONTROLLO DEL SERVIZIO DA PARTE DEL COMUNE ........................................ 25
Art. 25 RISERVATEZZA......................................................................................................................................... 25
Art. 26 INADEMPIENZE- CONTESTAZIONI-PENALI - RIDUZIONI DI CORRISPETTIVO.................................... 25
Art. 27 ESTENSIONE, RIDUZIONE E VARIAZIONE DELLE PRESTAZIONI........................................................ 26
Art. 28 CESSIONE DEI CREDITI O DEL CONTRATTO ........................................................................................ 27
Art. 29 CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA ...................................................................................................... 27
Art. 30 SCIOPERI................................................................................................................................................... 28
Art. 31 DEROGHE.................................................................................................................................................. 28
Art. 32 CONTROVERSIE – FORO COMPETENTE ............................................................................................... 28
Art. 33 EFFETTI DELLA SCADENZA DELLA CONVENZIONE............................................................................. 28
Art. 34 LEGGE APPLICABILE. NORME APPLICABILI.......................................................................................... 30
ALLEGATO 1: ELENCO EDIFICI...................................................................................................................................... 31
ALLEGATO 2 : LUNGHEZZA RETE VIARIA .................................................................................................................... 33
ALLEGATO 3: ELENCO PRESTAZIONI A CANONE ....................................................................................................... 42
ALLEGATO 3 - bis: TIPOLOGIA DI INTERVENTI EXTRA CANONE ............................................................................... 44
ALLEGATO 4: ELENCO PREZZI SERVIZIO SMALTIMENTO NEVE............................................................................... 46
ALLEGATO 5: PROCEDURE OPERATIVE PER L’ESECUZIONE DEI LAVORI EXTRA CANONE ................................ 47
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 4 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVIZIO


Art. 1 PREMESSE
Il Comune di Seveso intende affidare con apposita convenzione ad ASPES l’esercizio del servizio
di manutenzione ordinaria e pulizia degli immobili e/o di complessi immobiliari, di proprietà o in uso
al comune stesso oltre ad altri servizi manutentivi riguardanti il territorio includendo attività
complementari necessarie e conseguenti, per una durata di anni 12 (dodici) rinnovabili.
A titolo esemplificativo ma non esaustivo, gli interventi di manutenzione ordinaria riguardano le
opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad
integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti; riguardano inoltre gli interventi,
anche di carattere innovativo, di natura edilizia ed impiantistica finalizzati ad adeguare all’uso
corrente l’edificio e le singole unità immobiliari.
Relativamente alle modalità di espletamento del servizio le manutenzioni saranno distinte in
manutenzioni a canone e manutenzioni extracanone.
L’obiettivo di questa convenzione è di mantenere gli immobili (di cui all’allegato Elenco Edifici) e le
strade comunali di proprietà del Comune di Seveso in un adeguato stato di uso e manutenzione
che ne permetta una corretta fruizione con l’obiettivo di migliorarne l’attuale stato di conservazione,
funzionalità, sicurezza e decorosità.
Per l’ottenimento di tali risultati ASPES intende operare con logiche riconducibili alla gestione di
servizi in Global Service.
Per Global Service si intende un contratto riferito ad una pluralità di servizi sostitutivi delle normali
attività di manutenzione con piena responsabilità sui risultati da parte dell’Assuntore (ASPES)
(Norma UNI 10685:1998).
Art. 2 DEFINIZIONI
Aggiornamento Anagrafe: l’aggiornamento del rilievo degli immobili, delle aree e degli impianti e
del loro stato manutentivo; il reperimento dei dati, la loro organizzazione e archiviazione.
Assuntore (ASPES): parte che assume l’obbligo di fornire il "Global Service" di manutenzione.
(Norma UNI 10685:1998, Manutenzione. Criteri per la formulazione di un contratto basato sui
risultati ("Global Service").
Corrispettivo a canone: corrispettivo per quei servizi il cui costo è riferito alla totalità dello stesso
servizio, quindi alla prestazione completa in ogni sua parte.
Corrispettivo extracanone: corrispettivo per servizi o lavori valutato secondo una unità di misura
(mc, ml, lt, kg eccetera)
Elemento; entità; bene: ogni parte, componente, dispositivo, sottosistema, unità funzionale,
apparecchiatura o sistema che può essere considerata individualmente.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 5 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Elenco prezzi: insieme dei prezzi unitari relativi alle voci (descrizione delle attività) che si
intendono utilizzare per contabilizzare e liquidare i lavori dedotti dall’ultimo listino della Camera di
Commercio scontato del 10%. Qualora la voce non fosse inclusa nel suddetto listino sarà
necessario procedere con l’analisi dei prezzi ai sensi del D.P.R. 554/1999.
Servizio: insieme di funzioni offerte ad un utilizzatore da un’organizzazione (Norma UNI
9910:1991 Terminologia sulla fidatezza e sulla qualità del servizio).
Verbali: atti che registrano fatti contrattualmente salienti sottoscritti dalle parti (Norma UNI
10146:1992).
Manutenzione ordinaria: tipologia di interventi manutentivi durante il ciclo di vita, che non
modificano le caratteristiche originarie del bene stesso, non modificano la struttura essenziale e la
loro destinazione d’uso. (Norma UNI 11063:2003)
Manutenzione straordinaria: tipologia di interventi non ricorrenti ad elevato costo in rapporto al
valore di rimpiazzo del bene e dei costi annuali di manutenzione ordinaria dello stesso. (Norma
UNI 11063:2003)
Art. 3 OGGETTO DEL SERVIZIO
Il servizio ha per oggetto le attività di manutenzione del patrimonio di proprietà o affidato in
gestione al Comune di Seveso, la cui consistenza è descritta nell’allegato ”Elenco degli Edifici” e
ad altri servizi “di territorio” a titolo esemplificativo ma non esaustivo (in quanto il comune potrà
ampliare la convenzione a servizi analoghi ed affini) quelli legati alla manutenzione delle strade. Il
contenuto delle prestazioni è illustrato dal presente documento (Contratto di Servizio)
Le attività sono suddivise tra:
1. Servizio di reperibilità e pronto intervento;
2. Servizio di controllo dell’appalto di gestione calore;
3. Servizio di manutenzione delle strade;
4. Servizio di manutenzione della segnaletica comunale;
5. Servizio di manutenzione dell’arredo urbano
6. Servizio di sgombero neve;
7. Servizi manutentivi degli edifici comunali.
Art. 3.1 Servizi manutentivi a canone
ASPES assumerà l’impegno di svolgere tutte le prestazioni atte ad assicurare la conservazione dei
beni/fabbricati oggetto del contratto nel miglior stato di efficienza possibile e con la massima
disponibilità d’uso, attraverso una gestione autonoma il tutto all’interno delle condizioni
economiche previste dalla convenzione per fornire un servizio che raggiunga il risultato
contrattuale previsto.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 6 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ASPES ha l'obbligo, nell'ambito dell'importo previsto a canone, di svolgere per ogni immobile e per
ogni impianto:
- l’aggiornamento con le modifiche apportate durante l’attività di manutenzione ordinaria;
- le ispezioni, verifiche, controlli, analisi, monitoraggi previsti, o che riterrà opportuno eseguire,
al fine di conoscere lo stato manutentivo di ogni elemento tecnico1;
- eseguire ogni intervento manutentivo necessario, che preveda anche la sostituzione di quegli
elementi tecnici non più riparabili o che non diano garanzia di sicurezza e durata1.
Ogni attività, comunque effettuata da ASPES o richiesta dal Comune di Seveso, deve tendere al
mantenimento della perfetta funzionalità, sicurezza e decorosità del patrimonio affidato.
ASPES si impegna ad eseguire le tipologie di interventi meglio specificati nell’allegato 3.
L’elenco degli interventi di cui al citato allegato 3, è indicativo e non esaustivo e può essere
integrato da parte dell’Amministrazione Comunale previa semplice comunicazione.
Di ogni singolo intervento verrà tenuta idonea contabilità analitica. Semestralmente verrà
trasmesso al comune un report contenente l’indicazione dei singoli interventi effettuati (gli importi
relativi ai lavori saranno indicati solo in caso di interventi extra canone).
Resta salva la facoltà da parte del Comune di Seveso di gestire direttamente gli interventi
manutentivi extra canone con le proprie risorse e le proprie procedure.

Art. 3.2 Interventi manutentivi straordinari


ASPES può accettare di svolgere, qualora richiesto dal Comune di Seveso, qualsiasi prestazione
straordinaria connessa agli oggetti che vengono dati in gestione dal Comune ad Aspes stessa. Tali
attività saranno di volta in volta comunicate dal Comune di Seveso assieme alla dotazione
finanziaria messa a disposizione per la loro realizzazione (in base alle necessità e alle disponibilità
finanziarie del Comune) e potranno a titolo esemplificativo ma non esaustivo consistere in:
- lavori di adeguamento normativo degli edifici e dei relativi impianti;
- lavori di riqualificazione degli edifici e riqualificazione tecnologica degli impianti;
- lavori di miglioramento funzionale degli edifici finalizzato al risparmio energetico;
- attività accessorie e prestazioni di noli e manovalanza, compreso operazioni di pulizia ed
eventuali opere di facchinaggio e trasporto;
- lavori per il ripristino di danni dovuti a calamità naturali, incendi, atti vandalici , ecc.
- lavori generali di ripristino;

1
ELEMENTO TECNICO (riferimento Norma UNI 7867 - parte IV):
“elemento che si identifica con il prodotto edilizio e/o impiantistico, più o meno complesso, capace di svolgere completamente o
parzialmente funzioni proprie di una o più unità tecnologiche”
1
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 7 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

- eseguire i lavori di manutenzione stradale;


- nuove realizzazioni sul patrimonio comunale o sul territorio comunale;
- predisposizione/rinnovo certificazioni di conformità sugli immobili esistenti previste dalle vigenti
normative.

All’accettazione dell’incarico ASPES si impegna a rispettare il limite di spesa posto dal Comune di
Seveso e a rinunciare a priori a qualsiasi ulteriore richiesta economica aggiuntiva per tali lavori.

Resta salva la facoltà da parte del Comune di Seveso di gestire direttamente gli interventi
manutentivi straordinari con le proprie risorse e le proprie procedure.

Per quanto riguarda il servizio di smaltimento neve (con esclusione del servizio “base”), questi
verrà fatturato a consuntivo sulla base dei costi calcolati utilizzando l’Allegato “Elenco prezzi –
Servizio smaltimento neve”. Tale elenco sarà soggetto ad adeguamento ISTAT ogni anno.

Art. 3.3 Servizio di pronto intervento


La finalità del servizio di pronto intervento è l'eliminazione immediata delle situazioni di pericolo
(anche in caso di calamità naturali) o di anomalo funzionamento dei componenti edilizi o
impiantistici che possono costituire pericolo per la pubblica incolumità e/o pericolo per la
circolazione stradale.
ASPES è obbligato a eseguire urgentemente, sia nelle ore diurne che notturne (in reperibilità),
relativamente a qualunque giorno dell'anno, tutte le attività di pronto intervento con un preavviso
massimo di 2 ore, provvedendo qualora necessario anche alle relative opere provvisionali,
transennature e segnaletica di sicurezza entro 4 ore dalla chiamata e a comunicare al Comune di
Seveso quanto riscontrato.
Il servizio di reperibilità e pronto intervento dovrà essere attivo ventiquattro ore su ventiquattro per
365 giorni l’anno.
Art. 3.4 Gestione tecnica
Si intende per Gestione Tecnica l’insieme integrato delle attività necessarie alla corretta e
completa manutenzione del patrimonio edilizio affidato.
In essa sono incluse tutte le prestazioni necessarie alla organizzazione delle attività manutentive e
alla conduzione degli impianti, all’esecuzione dei controlli e verifiche inerenti sia la sicurezza che
l’adeguamento normativo in relazione all’attività esercitata, alla gestione informatica e contabile ed
ogni altra prestazione non compensata in altre voci specifiche dell’elenco prezzi.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 8 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Tale gestione in tutte le sue articolazioni è interamente compensata nell’importo a canone.


Art. 3.5 Controllo appalto servizio energia
Le attività di cui al presente articolo riguardano le attività di controllo da espletare verso l’appalto di
servizio in global service fornito da un aggiudicatario terzo (Consorzio Alisei) al comune per la
fornitura dei beni e dei servizi necessari per assicurare i livelli di temperatura nei periodi, nelle
durate e con le modalità indicate dal contratto di servizio specifico. Il controllo dell’appalto servizio
energia si esplica puntualmente sia rispetto agli aspetti tecnici sia rispetto agli aspetti contabili
(liquidazione fatture).

Art. 4 AMMONTARE DELLA CONVENZIONE


Il corrispettivo annuo riconosciuto direttamente dal Comune di Seveso ad ASPES per i servizi
compresi nel canone contrattuale, è pari a Euro 200.000,00 (duecentomila/00) IVA esclusa,
soggetto ad adeguamento ISTAT.
Tale importo verrà contabilizzato dal Comune nel seguente modo:
- Euro 200.000,00 (duecentomila/00) + IVA in parte corrente;
ASPES fatturerà il corrispettivo annuo di 200.000,00 + IVA con le modalità di cui all’art. 8, comma
1°, in due rate anticipate, provvedendo ad evidenzi are la quota parte di servizi rilevanti ai fini IVA
per il Comune.
L’eventuale ammontare dei servizi di cui al punto 3.2, sarà determinato annualmente sulla base del
piano di manutenzione di cui all’art. 8 predisposto dal Comune di Seveso e in funzione delle
disponibilità finanziarie e di bilancio del Comune di Seveso.

Art. 5 SVILUPPO DEL SERVIZIO


Le procedure gestionali di seguito elencate rappresentano un obbligo minimo inderogabile per
ASPES.
Art. 5.1 Sistema informativo
ASPES dovrà dotarsi di un sistema informativo specifico per la gestione del processo manutentivo.
Tale sistema informativo, basato su tecnologia web permetterà l’accesso differenziato e controllato
di tutti i soggetti coinvolti nel processo manutentivo, mantenendo allineati in tempo reale tutti i dati
ad esso relativi. Si precisa che tutti i dati contenuti nel database del sistema informativo sono di
proprietà esclusiva del Comune di Seveso che ne concederà l’uso ad ASPES.
Tali dati saranno mantenuti all’interno di un server di proprietà di ASPES o di una server farm di
sua fiducia.
In particolare il sistema dovrà gestire i seguenti processi:
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 9 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

- Gestione richieste di intervento;


- Gestione degli ordini di lavoro;
- Gestione dei preventivi;
- Gestione e contabilizzazione degli interventi manutentivi a canone;
- Gestione e contabilizzazione degli interventi manutentivi extracanone;
- Aggiornamento anagrafe manutentiva;
- Inserimento e gestione foto, documenti, elaborati grafici ove richiesto.
Sono altresì a carico di ASPES le dotazioni hardware necessarie per il corretto utilizzo del sistema
informativo.
Art. 5.2 Funzioni
ASPES sarà rappresentato da un RESPONSABILE DEL SERVIZIO che dovrà essere in possesso
di adeguata esperienza nella gestione di attività di Global Service.
Il Responsabile delle attività ha la piena rappresentanza di ASPES ed in quanto tale dovrà
controfirmare i vari documenti amministrativi e contabili. Tale figura avrà il compito di interfaccia
unico con il Comune di Seveso e si occuperà in particolare di:
- coordinamento generale delle attività;
- interfaccia con il committente;
- valutazione dell’efficacia delle prestazioni fornite e del grado di soddisfazione dell’utenza;
- redazione e controllo della contabilità periodica dei lavori a misura accompagnata da tutti gli
allegati prescritti;
- predisposizione della fatturazione semestrale per le prestazioni a canone;
- predisposizione della fatturazione mensile per le prestazioni extracanone;
- analisi delle esigenze manutentive e formulazione di preventivi/proposte di intervento;
- supervisione aggiornamento dell’anagrafe patrimoniale;
- gestione e coordinamento delle risorse a disposizione.
Inoltre ASPES dovrà dotarsi di un COORDINATORE TECNICO per l’esecuzione delle attività che
si occuperà di:
- coordinare gli esecutori;
- pianificare le attività manutentive;
- recepire gli ordini di servizio per l'esecuzione dei lavori;
- recepire gli ordini di sopralluoghi, progetti o preventivi.
Art. 5.3 Gestione tecnica - Attività
ASPES avrà l’obbligo di effettuare le attività di seguito elencate in modo esemplificativo e non
esaustivo comprese all’interno della Gestione Tecnica e suddivise nelle seguenti fasi principali:
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 10 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

CONOSCENZA
- aggiornare la documentazione relativa all’Inventario e all’anagrafe degli immobili ed impianti da
trasmettere al comune.
- espletare e raccogliere le pratiche autorizzative di legge inerenti gli interventi oggetto
dell’appalto;
- rilevare la situazione normativa e di sicurezza;
- rilevare la situazione manutentiva delle varie unità tecnologiche2;
PIANIFICAZIONE
- individuare proporre e concordare con il comune le politiche di manutenzione opportune;
- concordare con il comune gli standard di qualità del servizio offerto;
- rispettare gli standard prestazionali e manutentivi da garantire individuati dal comune;
- rispettare gli obblighi relativi alle procedure ad evidenza pubblica per l’affidamento delle
commesse e per il reclutamento del personale così come previsto dalla normativa vigente;
- individuare, proporre e concordare con il comune le strategie manutentive applicabili
all’esecuzione delle gestioni operative;
- formulare proporre e concordare con il comune piani e programmi di manutenzione;
- rispettare i livelli temporali della programmazione proposta;
- elaborare i dati statistici ai fini dei controlli prestazionali.
PRESTAZIONI VARIE
- gestire le richieste di intervento;
- assicurare il servizio di reperibilità;
- predisporre D.I.A., permessi, nullaosta e quanto previsto dalla normativa vigente relativamente
agli interventi oggetto del servizio;
- gestire i certificati e collaudi, con l’onere di raccogliere, richiedere, rinnovare, produrre, ecc.
tutti i certificati e collaudi previsti dalle vigenti normative e rilasciati dagli Enti preposti.
Art. 5.4 Aggiornamento anagrafe degli immobili
ASPES dovrà effettuare tutte le attività di aggiornamento anagrafe inerenti le attività oggetto
dell’appalto che hanno comportato modifiche al patrimonio. Tale attività dovrà essere comunicata
al servizio finanziario e al settore Lavori Pubblici del Comune di Seveso per l’aggiornamento
dell’inventario dei beni immobili dell’Ente, nonché per la tenuta del fascicolo tecnico di ogni
immobile comunale.

2
UNITÀ TECNOLOGICA - (riferimento Norma UNI 7867 - Parte IV)
“Unità che si identifica con un raggruppamento di funzioni, compatibili tecnologicamente, necessarie per l’ottenimento di prestazioni
ambientali”
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 11 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

L’aggiornamento dovrà essere gestito per tutta la durata dell'appalto con l'introduzione di tutte le
variazioni conseguenti ad interventi di manutenzione realizzati durante il periodo di validità del
contratto.
Art. 5.5 Preventivi e progetti per gli interventi manutentivi extracanone
ASPES ha l'obbligo di:
- individuare le soluzioni tecniche per risolvere i problemi manutentivi proposti;
- individuare gli interventi da eseguire;
- redigere un preventivo di spesa analitico utilizzando i prezzi di Elenco;
- fornire documentazione tecnico-economica esaustiva tale da permettere al comune di
decidere se effettuare l'intervento;
- predisporre un progetto nei casi richiesti.
Il Comune si riserva di chiedere preventivi dettagliati e progetti per interventi di manutenzione extra
canone e Aspes è tenuto a fornirli nelle forme e con i dettagli richiesti.
Gli interventi extracanone dovranno sempre essere preventivati e autorizzati prima
dell’esecuzione.
I progetti possono essere redatti, prioritariamente da tecnici comunali, oppure da ASPES o da
tecnici abilitati regolarmente iscritti agli albi degli ordini professionali. Per prestazioni svolte
direttamente dalla struttura tecnica di ASPES, i compensi saranno commisurati in base a quanto
previsto dall’art. 92 del D.Lgs. 163/2006; qualora Aspes si avvalga di professionisti esterni, si darà
applicazione all’art. 92 comma 7 del D.lgs 163/06 e smi.
L’importo a misura previsto dai preventivi e dai progetti proposti da ASPES, una volta approvato
dal comune, verrà trasformato in importo a corpo con il quale verrà compensata ASPES per
l’esecuzione del lavoro.
Art. 5.6 Sopralluoghi
Potranno essere richiesti ad ASPES sopralluoghi che producano una relazione tecnica
accompagnata dalla necessaria documentazione.
Tali sopralluoghi comportano:
- individuazione degli interventi da eseguire;
- individuazione delle soluzioni tecniche da adottare;
- fornitura della documentazione tecnica, comprensiva di foto, necessaria per definire la fattibilità
o meno dell’intervento
Art. 5.7 Tempi di fornitura di preventivi, sopralluoghi e per l'esecuzione degli interventi
ASPES è obbligata, nei casi in cui il comune lo ritenesse necessario, e in genere per gli interventi
di una certa entità, a fornire le progettazioni richieste, entro una data stabilita, non superiore a 60
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 12 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

giorni e, parimenti è obbligato a dare inizio ai lavori relativi, una volta che il progetto sia stato
approvato dal comune ed abbia ottenuto le autorizzazioni di legge, entro 60 giorni
dall’approvazione.
I sopralluoghi su ordine del comune dovranno essere eseguiti nel più breve tempo possibile e i
risultati completi di relazioni, preventivi se richiesti, foto e documentazione dovranno essere
presentati entro 15 giorni dalla richiesta .
Il mancato rispetto dei tempi darà luogo a penale equiparata a quella prevista per l'esecuzione di
lavori urgenti, ferme restando le altre conseguenze legate alla mancata esecuzione dei lavori.
Art. 5.8 Ricezione richieste di intervento
Le richieste di intervento saranno ricevute da ASPES tramite numero verde, attivo 24 ore su 24 per
365 giorni all’anno.
Durante il normale orario d’ufficio, giorni feriali dal lunedì al venerdì, ASPES garantirà la presenza
di un operatore che avrà il compito di raccogliere le segnalazioni, registrarle nel sistema
informativo ed inoltrarle al tecnico competente. Al cittadino che effettua la segnalazione l’operatore
comunicherà il numero della richiesta di intervento (RDI) in modo da garantire la tracciabilità della
segnalazione.
Fuori dal normale orario di ufficio le richieste di intervento dovranno essere gestite in modo da
garantire che le segnalazioni d’emergenza che richiedano l’attivazione del servizio di pronto
intervento pervengano direttamente al tecnico reperibile, garantendo la tracciabilità.
Art. 5.9 Pronto intervento
I lavori di pronto intervento riguardano a titolo esemplificativo:
1. frane o smottamenti di terreno che potrebbero ostacolare la viabilità;
2. gravi allagamenti di qualsiasi natura;
3. incendio;
4. evidenti pericoli per l’incolumità pubblica
Per la messa in sicurezza ASPES dovrà intervenire entro 4 ore dalla ricezione della chiamata
eliminando la causa del danno o pericolo, oppure mettendo in sicurezza l’area e, se necessario,
ritornare sul posto in orario di lavoro per risolvere definitivamente il problema.
Gli interventi realizzati in regime di pronto intervento sono compensati nel canone contrattuale.
Art. 5.10 Rendicontazione
ASPES produrrà, con cadenza semestrale, un report analitico descrittivo dei lavori effettuati
nell’ambito degli interventi manutentivi a canone.
Degli interventi manutentivi extracanone, ASPES presenterà fattura, accompagnata dalla relativa
contabilità lavori.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 13 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Art. 5.11 Interventi manutentivi a canone


Gli interventi manutentivi dovranno essere effettuati durante il normale orario di lavoro da ASPES e
saranno compensati all’interno del canone semestrale.
Tutti i lavori dovranno essere eseguiti a regola d'arte e secondo specifiche di Contratto.
ASPES programmerà ed eseguirà in autonomia i relativi lavori, sulla base del piano di
manutenzione di cui all’art. 20, provvedendo, nel contempo, a dare corso alla richieste di intervento
ricevute. Nel caso una richiesta di interventi configuri un intervento extra corrispettivo Aspes, una
volta messa in sicurezza l’area, contatterà il comune per le necessarie autorizzazioni.
Art. 5.12 Interventi manutentivi extracanone
Si tratta di interventi eseguiti da ASPES a seguito di un incarico conferito da parte del comune e
accettato da ASPES.
All’accettazione dell’incarico ASPES si impegna a rispettare il limite di spesa posto dal Comune di
Seveso e a rinunciare a priori a qualsiasi ulteriore richiesta economica aggiuntiva per tali lavori.
Tutti i lavori dovranno essere eseguiti a regola d'arte e secondo specifiche del Contratto e delle
prescrizioni tecniche ad esso allegate.
Resta salva la facoltà da parte del Comune di Seveso di gestire direttamente gli interventi
manutentivi extracanone con le proprie risorse e le proprie procedure.
Art. 5.13 Interventi urgenti e in reperibilità
Si prevede che al di fuori dell'orario normale di lavoro operi un servizio di reperibilità per interventi
sul patrimonio edile ed impiantistico.
Gli interventi riguarderanno generalmente emergenze impiantistiche o situazioni di possibile
pericolo alla pubblica incolumità.
Tali interventi sono comunque di sola "eliminazione del pericolo o danno incombente"
(transennature, segnalazioni luminose, chiusura accessi, interruzione erogazione energia elettrica,
acqua, ecc...)
ASPES è autorizzato ad intervenire autonomamente per gli interventi a carattere d'urgenza che in
ogni caso saranno compensati all’interno del canone.
ASPES ha l'obbligo di organizzare una struttura tale da garantire che ogni intervento in reperibilità
sugli immobili ed impianti oggetto del presente appalto venga iniziato entro il limite fissato in
precedenza per la richiesta di intervento.
Art. 5.14 Tempi di intervento
Per la realizzazione degli interventi manutentivi vengono definiti i seguenti tempi di intervento:
- interventi non urgenti: 10 giorni lavorativi dalla richiesta;
- interventi urgenti: 2 giorni lavorativi dalla richiesta;
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 14 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

- pronto intervento: 2 ore dalla richiesta;


- messa in sicurezza : 4 ore dalla richiesta.
Art. 5.15 Organizzazione e dotazioni
L'esecuzione dei lavori dovrà avvenire a perfetta regola d'arte. Gli oneri relativi alle dotazioni ed
organizzazione per l'esecuzione dei lavori e i rapporti con il comune sono a completo carico di
ASPES.
Art. 5.16 Personale
ASPES si doterà di una struttura minima composta da:
- Un Responsabile del servizio
- Un Tecnico operativo
- Un Addetto contabilità industriale
- Una squadra operativa composta da almeno 3 operai
Il personale necessario, per quanto possibile, sarà trasferito, con il conferimento del servizio, dal
Comune ad ASPES.
Art. 5.17 Attrezzature
Attrezzature e tecnologie saranno trasferite dal Comune di Seveso ad ASPES all’atto del
conferimento del servizio.
Tutte le macchine ed attrezzature impiegate dovranno essere conformi alle prescrizioni
antinfortunistiche vigenti (D. Lgs. 81/08, D.p.R. 459/1996 ed il D.Lgs 359/99).
Gli attrezzi e le macchine da utilizzare all’interno degli edifici non devono essere eccessivamente
rumorose o inefficienti; compatibili altresì, ai fini del collegamento alla rete elettrica, con la tensione
e la potenza a disposizione nell’ambiente dove si dovrà lavorare.
Art. 5.18 Controlli per il servizio energia
ASPES assume l’incarico di controllare il rispetto da parte dell’aggiudicatario del contratto del
servizio energia del Comune di Seveso e degli indicatori delle prestazioni del servizio erogato,
stabiliti dal relativo contratto di appalto.
ASPES potrà, pertanto, nel corso dei lavori nonché dell’esercizio degli impianti termici effettuare
verifiche ed ispezioni, prendere visioni dei dati contenuti nel Libretto di centrale e dei registri di
manutenzione, senza obbligo di preavviso all’aggiudicatario del contratto del servizio energia.
ASPES potrà incaricare un terzo esperto nella specifica materia affinché coordini le attività di cui
sopra.
Art. 5.19 Servizio sgombero neve
Le prestazioni consistono in:
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 15 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

1) Spazzamento della neve dalla sede viabile onde garantirne la completa percorribilità compreso
lo slargo delle sponde sui bordi in modo da consentire , per ogni strada , la completa percorrenza
della sezione viabile , nonché il raschiamento di eventuali strati di neve “battuta” che sciogliendo e
gelando potrebbe creare pericoli alla circolazione;
2) Lo spargimento di graniglia di piccola pezzatura o sabbia e/o sale antigelo anche in assenza di
precipitazioni nevose ma in presenza di condizioni meteorologiche che favoriscano la formazione
di gelo.
ASPES ha l’obbligo nel periodo delle nevicate (novembre – marzo) di tenere a disposizione mezzi
e personale adeguati per garantire l’espletamento del servizio, che deve avvenire in qualunque
ora del giorno e della notte, in giornata festiva o feriale, onde consentire la transitabilità delle
strade.
ASPES deve iniziare le operazioni al verificarsi delle seguenti condizioni:
- non appena la neve raggiunga i cm 5 di spessore.
In ogni caso l’agibilità stradale dovrà essere garantita e mantenuta in caso di eccezionali nevicate
con periodiche passate.
ASPES deve assicurare lo sgombero in modo perfetto il più possibile raso della superficie stradale,
per una larghezza minima di m 5, eccezione fatta per i tratti stradali che non consentono uno
sgombero di tale ampiezza.
Art. 5.20 Lavori di adeguamento normativo edifici e impianti
ASPES si impegna nel corso dei validità del presente contratto ad adeguare gli edifici comunali e i
relativi impianti alle vigenti disposizioni normative, secondo il piano di manutenzione e
programmazione degli interventi di cui all’art. 20.
I lavori di adeguamento normativo saranno compensate a “misura” all’interno degli interventi
manutentivi extracorrispettivo.
Art. 5.21 Certificazione di qualità
ASPES si impegna ad adottare e far certificare, secondo la norma ISO 9001:2000 (vision 2000), il
proprio sistema di gestione della qualità del settore manutentivo entro due anni dall’inizio del
servizio.
Art. 5.22 Utilizzo dei lastrici solari degli edifici comunali
ASPES concorderà con il Comune l’utilizzo dei lastrici solari ed i tetti degli edifici comunali, di cui
all’allegato “Elenco Edifici”, per installare degli impianti fotovoltaici finalizzati alla produzione di
energia elettrica e produzione di acqua calda.
Art. 5.23 Conferimento mezzi, attrezzature e magazzino comunale
All’atto del conferimento del servizio il comune trasferirà gratuitamente ad ASPES i mezzi, le
attrezzature, le autovetture e gli autocarri utilizzati per svolgere il servizio, unitamente al
magazzino comunale con le dotazioni in essere.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 16 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Dai beni trasferiti verrà redatto apposito elenco, sottoscritto da un rappresentante del comune e da
un tecnico ASPES.
Al termine del contratto si applicheranno le disposizioni di cui all’art. 36.

Art. 6 CRITERIO INTERPRETATIVO DEL SERVIZIO


Il Comune di Seveso affidando ad ASPES la gestione della manutenzione ordinaria (e,
all’occorrenza, anche quella straordinaria) del proprio patrimonio immobiliare, intende avvalersi
non solo delle singole prestazioni riguardanti le varie attività individuate nel presente Contratto, che
potrebbe ottenere con singoli appalti, bensì della capacità organizzativa di ASPES.
ASPES pertanto assume anche l’impegno di assistere il comune per consentirgli di raggiungere
l’obiettivo dell’ottimale conduzione del patrimonio, mettendogli a disposizione la sua professionalità
ed operando in modo da assicurare il crescente miglioramento dell’organizzazione e
dell’erogazione dei Servizi, privilegiando la prevenzione dei danni e la programmazione degli
interventi.
Il Comune di Seveso si riserva il controllo sull’andamento del servizio compiendo delle valutazioni
a campione. Inoltre ASPES e Comune di Seveso, prima della realizzazione di ogni intervento extra
canone, dovranno concordare il “valore” complessivo dell’intervento.
ASPES, per l’espletamento del servizio, potrà avvalersi di soggetti terzi di propria fiducia e
tecnicamente qualificati, rimanendo comunque unico responsabile nei confronti del Comune di
Seveso per tutti gli obblighi discendenti dal presente contratto.

Art. 7 DURATA DELLA CONVENZIONE


La convenzione ha la durata di dodici anni a decorrere dal 1 aprile 2008 e con scadenza al 31
marzo 2020.

Art. 8 CONDIZIONI E MODALITÀ DI PAGAMENTO


Il corrispettivo sarà erogato in due rate, con cadenza semestrale anticipata, entro il mese di
febbraio e luglio di ogni anno.
L’erogazione del corrispettivo sarà subordinata alla corretta riconciliazione tra comune di Seveso e
ASPES delle posizioni riguardanti il totale delle prestazioni effettuate di cui all’Allegato 3 e in base
a quanto disposto dall’Allegato 5.
Il compenso relativo ad eventuali lavori effettuati per prestazioni sarà preventivamente concordato
con ASPES prima della formalizzazione dell’incarico e extracanone sarà erogato con cadenza
trimestrale .
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 17 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

All’accettazione dell’incarico ASPES si impegna a rispettare il limite di spesa posto dal Comune di
Seveso e a rinunciare a priori a qualsiasi ulteriore richiesta aggiuntiva per tali lavori.

Art. 9 TERMINI DI PAGAMENTO


I pagamenti di cui al precedente articolo saranno effettuati entro 60 (sessanta) giorni dal
ricevimento delle fatture ed in ogni caso avverranno previa verifica da parte del settore Lavori
Pubblici del Comune di Seveso dei report semestrali di cui all’art. 3.1.
In caso di contestazioni circa l’ammontare del pagamento richiesto il comune provvederà
comunque nel termine sopra indicato a corrispondere ad ASPES la somma non contestata.

Art. 10 AGGIORNAMENTO CANONE


Il canone annuo per i servizi manutentivi a corrispettivo è adeguato per gli anni successivi al primo
in rapporto alle variazioni dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo (indice nazionale dei prezzi al
consumo per le famiglie di operai e impiegati).
Il canone potrà essere modificato (sia in aumento sia in diminuzione) ad insindacabile giudizio del
Comune di Seveso in seguito a maggiori o minori servizi venutisi a creare nel tempo e connessi
all’attività di ASPES così come stabilito dal precedente articolo 3.

Art. 11 GARANZIE
A garanzia delle obbligazioni contrattuali, ASPES è obbligata, contestualmente alla sottoscrizione
dei contratti, a produrre una polizza assicurativa (ai sensi dell’art.1891 C.C.) che la tenga indenne
contro tutti i rischi e danni di esecuzione e gestione da qualsiasi causa determinati e che
prevedano anche una garanzia di responsabilità civile per danni causati a terzi nell’esecuzione
delle prestazioni; a tali fini il Comune di Seveso è da intendersi, così come i suoi dipendenti, quale
soggetto terzo. Tale polizza dovrà essere stipulata nella forma «Contractors All Risks» (C.A.R.),
dovrà prevedere una somma assicurata non inferiore a Euro 2.000.000,00 (euro duemilioni/00)
I massimali sono da intendersi per ogni sinistro e per ogni anno, per tutta la durata del contratto.
La polizza assicurativa è prestata da un’impresa di assicurazione autorizzata alla copertura dei
rischi ai quali si riferisce l'obbligo di assicurazione.
Le garanzie di cui al presente punto, prestate da ASPES coprono senza alcuna riserva anche i
danni causati da eventuali imprese subappaltatrici e subfornitrici.
Nel caso in cui ASPES avesse già provveduto a contrarre assicurazione per il complesso delle sue
attività, dovrà comunque fornire la prova di cui sopra, attestante che un importo pari alla cifra sopra
richiamata è destinato alla copertura dei Contratti.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 18 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Le polizze non dovranno prevedere pattuizioni che direttamente o indirettamente si pongano in


contrasto con quelle contenute nel presente Contratto di Servizio.
Il costo della suddetta garanzia è da ritenersi completamente compreso nell’importo contrattuale e
pertanto ogni onere relativo è di esclusiva imputazione ad ASPES.
La durata di tutte le garanzie, siano esse di natura contrattuale come assicurativa, dovranno
essere mantenute per tutto il periodo di esecuzione delle prestazioni contrattuali e fino al momento
della loro definitiva verifica ed accettazione da parte delle Amministrazioni. Le stesse polizze
devono inoltre recare espressamente il vincolo a favore del Comune di Seveso e sono efficaci
senza riserve.
Art. 12 DANNI A TERZI E RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI
ASPES è responsabile, secondo le leggi civili e penali per danni alle cose ed alle persone che
derivassero da motivi direttamente imputabili ad ASPES stesso quali: imperizia, negligenza,
inadempienza .
ASPES sarà così considerato responsabile dei danni che per fatto suo e/o dei suoi dipendenti, dei
suoi mezzi o per mancata previdenza venissero arrecate alle persone ed alle cose, sia di ASPES
che di terzi, durante il periodo contrattuale, tenendo al riguardo sollevato il comune da ogni
responsabilità ed onere.
Qualora il comune dovesse corrispondere indennizzi di qualsiasi entità per i titoli di cui sopra,
ASPES dovrà rimborsare al comune la spesa sostenuta. Dette somme verranno recuperate dal
comune sui pagamenti dovuti ad ASPES.
ASPES in ogni caso dovrà provvedere immediatamente a proprie spese alla riparazione e
sostituzione delle parti o oggetti danneggiati, L’accertamento dei danni sarà effettuato dal comune
in contraddittorio con i rappresentanti di ASPES stesso.

Art. 13 DOMICILIO, RECAPITO FISSO, RESPONSABILI DI ASPES E DEL COMUNE


Per tutti gli effetti della convenzione al domicilio di ASPES si intendono ritualmente effettuate tutte
le intimazioni, le assegnazioni di termini e ogni altra notificazione o comunicazione dipendente
dalla convenzione. Ogni variazione del domicilio dovrà essere tempestivamente comunicata al
comune.
Prima della consegna dei servizi ASPES dovrà comunicare al comune il nominativo del
Responsabile del servizio.
ASPES dovrà comunicare tempestivamente al comune ogni modificazione intervenuta negli
organismi tecnici e amministrativi..
Per parte sua, il comune nominerà un proprio Responsabile quale corrispondente del
Responsabile delle Attività di ASPES al quale saranno delegati i seguenti compiti e responsabilità:
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 19 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

- Responsabilità dei procedimenti nella fase di gestione;


- Controllo delle attività erogate da ASPES e sopralluoghi in cantiere;
- Emissione degli ordini di servizio ritenuti necessari per il buon andamento della gestione;
- Direzione dei lavori (salvo incarico a professionista esterno) ove previsto per legge;
- Contabilizzazione dei lavori/servizi;
- Controllo della documentazione prodotta (programmi, disegni, computi, certificazione, ecc.;) da
ASPES;
- Liquidazione delle fatture presentate da ASPES applicando le eventuali detrazioni economiche;
- Controllo della qualità e quantità dei servizi svolti e la corretta corrispondenza tra questi e le
specifiche prescrizioni di Contratto;
- Verifica presso gli utenti della qualità del servizio erogato da ASPES.

Art. 14 NORME GENERALI PER L’ESECUZIONE DEI SERVIZI


ASPES è responsabile verso il comune del buon andamento dei servizi da esso assunti, nonché
della disciplina, dell’operato e del contegno dei suoi dipendenti.
Ferma restando la facoltà di ASPES di svolgere i servizi previsti dalla presente convenzione e di
organizzare il personale ed i mezzi secondo criteri e modalità proprie, la loro esecuzione dovrà
comunque avvenire con modalità e termini tali da non arrecare pregiudizio - o comunque limitarlo
al minimo ragionevole - alle attività svolte in relazione al tipo ed entità degli interventi.
Nella organizzazione dei servizi si dovranno adottare tutti i provvedimenti e le cautele atte a evitare
danno alle persone e alle cose, con espresso impegno di provvedere che gli impianti, le
apparecchiature e i mezzi meccanici impiegati nelle attività corrispondano alle norme di sicurezza
e di prevenzione infortuni.
In caso di situazioni di pericolosità per l’incolumità degli addetti impegnati nell’esecuzione delle
prestazioni, accertate da ASPES o dal rappresentante del comune, è fatto assoluto obbligo di
sospendere immediatamente i servizi fino alla rimozione delle cause di pericolo, provvedendo nel
contempo e ove necessario, all’adeguata protezione dell’area dal pericolo.
ASPES è obbligato ad avvertire subito gli uffici competenti, ove abbia conoscenza di inconvenienti,
ad esso non imputabili, che impediscano il regolare svolgimento dei servizi. Malgrado la
segnalazione fatta, ASPES dovrà, sempre nell’ambito della normale esecuzione delle prestazioni
che gli competono adoperarsi, per quanto possibile, affinché i servizi abbiano il loro regolare corso.
In caso di interventi programmati o di guasto, in particolar modo per quelli da eseguirsi all’interno
degli edifici, ASPES dovrà informare con congruo anticipo gli eventuali utenti al fine di concordare,
ove possibile, modalità ed orari dell’intervento stesso. Ove necessario ASPES installerà all’interno
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 20 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

dell’edificio, un cartello informativo riportante l’oggetto dell’intervento, il giorno di inizio e la data di


fine intervento.

Art. 15 REQUISITI DEL PERSONALE E NORME COMPORTAMENTALI


Tutto il personale di ASPES addetto alle attività oggetto d’appalto dovrà essere capace e
fisicamente valido ed in possesso delle idoneità alle mansioni.
ASPES mantiene la disciplina nelle attività e ha l’obbligo di osservare e di far osservare ai suoi
dipendenti le leggi, i regolamenti e le prescrizioni eventualmente impartire dal comune per il tramite
dei propri uffici, nonché un comportamento decoroso ed improntato alla massima educazione e
rispetto nei rapporti con gli Utenti.
ASPES ha l’obbligo di dotare le proprie maestranze di tesserino di riconoscimento atto
all’identificazione di identità e qualifica.
Tutto il personale di ASPES dovrà economizzare nell’uso di energia elettrica spegnendo le luci non
necessarie e, inoltre, non dovrà fumare nelle aree vietate. Ogni addetto consegnerà al proprio
responsabile ogni cosa perduta che avrà ritrovato ed il responsabile provvederà a restituirla al
comune.
Gli addetti hanno l’obbligo di attenersi a tutte le norme inerenti la sicurezza sul lavoro.
Il dipendente o personale di ASPES dovrà mantenere il segreto d’Ufficio su fatti o circostanze
concernenti l’organizzazione e l’andamento delle attività delle quali abbia avuto notizia durante
l’espletamento dei servizi.
Il personale tecnico addetto alle attività dovrà comunque possedere tutte le peculiarità e le
abilitazioni richieste dalla normativa vigente.
Tutte le macchine ed attrezzature impiegate dovranno essere conformi alle prescrizioni
antinfortunistiche vigenti (D. Lgs. 81/08, D.p.R. 459/1996 ed il D.Lgs 359/99).

Art. 16 QUALITA’ DEI MATERIALI


Nell'esecuzione di tutte le prestazioni, le opere, le forniture, i componenti, anche relativamente a
sistemi e subsistemi oggetto dell'appalto, devono essere rispettate tutte le prescrizioni di legge e di
regolamento in materia di qualità, provenienza e accettazione dei materiali.
Ove richiesto dalla legge i prodotti devono essere certificati o conformi al prodotto tipo omologato
e/o essere accompagnati dalla dichiarazione di conformità del prodotto alle disposizioni di
riferimento o al tipo certificato (vedi per esempio i prodotti afferenti la sicurezza).
Inoltre, ove richiesto dalle disposizioni di legge vigenti, i fornitori dei prodotti medesimi devono
adottare il sistema di qualità aziendale rispondente alle norme internazionali della serie UNI EN
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 21 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ISO 9000 con certificazione rilasciata da enti certificatori riconosciuti e/o accreditati ai sensi delle
norme europee internazionali della serie EN ISO 45000.
Qualora sia impossibile reperire il prodotto in commercio, ASPES dovrà provvedere alla
sostituzione dello stesso con uno avente le stesse caratteristiche e il più possibile simile a quello
da sostituire.
In tutti i casi dovrà perseguirsi l’obiettivo della standardizzazione dei componenti sostituiti.
Le forniture, a discrezione del comune, potranno essere sottoposte a prove e controlli al fine di
accertarne la conformità ai requisiti richiesti. I campioni saranno prelevati dal Rappresentante del
comune in contraddittorio con ASPES che sarà tenuto a sottoscrivere il verbale di prelievo. I
campioni saranno custoditi dal comune che provvederà ad inviarli ai laboratori specializzati di suo
gradimento per l’effettuazione delle prove a proprie spese. Le forniture che al controllo risulteranno
non rispondenti ai requisiti tecnici prescritti o alle caratteristiche fissate, saranno rifiutate.
In caso i risultati delle prove di laboratorio evidenziassero caratteristiche non conformi con quanto
previsto nel Contratto, il comune provvederà ad applicare le competenti penali.
L'accettazione dei materiali da parte del comune non esonera ASPES dalle responsabilità che gli
competono per la buona riuscita degli interventi e di ogni responsabilità cui è tenuto in virtù delle
norme del presente Contratto.

Art. 17 ORARIO DI LAVORO


In via del tutto generale è previsto che le prestazioni vengano eseguite in orari diurni, dalle 8,00
alle 18,00, in giorni non festivi e possibilmente secondo una programmazione che arrechi il minor
intralcio o disturbo possibile.
L’articolazione dell’orario di lavoro dovrà comunque essere tale da assicurare l’esecuzione a
regola d’arte delle operazioni previste dal presente Contratto.
ASPES dovrà comunque uniformarsi alle prescrizioni del comune per quanto concerne le eventuali
variazioni dell'orario quotidiano generale di svolgimento delle prestazioni, con facoltà riconosciuta
alla stessa di cambiare con congruo anticipo i programmi delle attività secondo le proprie esigenze
di servizio.
Nel caso di particolari e comprovate esigenze di carattere eccezionale, il comune potrà richiedere
che le prestazioni vengano rese al di fuori del normale orario di lavoro, riconoscendo ad ASPES le
relative maggiorazioni previste dalle consuetudini di mercato.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 22 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Art. 18 PIANO DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA


Il Comune sottopone ad ASPES un Piano degli Interventi di manutenzione extracanone che dovrà
essere aggiornato annualmente, con le modalità e la tempistica di cui all’art. 3.1 del presente
contratto.
Il Comune potrà proporre in corso d’anno modifiche ed integrazioni al Piano che, una volta
approvato, definirà il sistema di controlli e di interventi che ASPES dovrà eseguire a cadenze
temporali prefissate, al fine di una corretta gestione del bene e delle sue parti nel corso degli anni.
Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria, tali attività saranno di volta in volta comunicate
dal Comune di Seveso assieme alla dotazione finanziaria messa a disposizione per la loro
realizzazione (in base alle necessità e alle disponibilità finanziarie del Comune).

Art. 19 AUTORIZZAZIONI E PERMESSI


ASPES ha l’obbligo di provvedere a propria cura e spese all’ottenimento di tutte le autorizzazioni e
permessi da richiedersi a terzi (Enti Statali, Regionali, Provinciali, ecc.) che si rendessero
necessarie per lo svolgimento delle mansioni previste dal presente Contratto.

Art. 20 SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO


Il Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 “Testo Unico per la sicurezza e la salute sul lavoro”
prevede precise responsabilità a carico del Committente, dell’Appaltatore e del Subappaltatore.
In particolare, l’articolo 26 e l’articolo 90 del D.Lgs. 81/2008 indicano gli obblighi nel caso,
rispettivamente, di “contratti d’appalto o d’opera o di somministrazione” e di “cantiere temporaneo
o mobile” (meglio definito, quest’ultimo, dall’ Allegato X del già citato D.Lgs. 81/2008).
In virtù del presente Contratto di servizio e della normativa succitata ASPES dovrà predisporre e
mettere in atto quanto necessario in materia di sicurezza e salute sul lavoro per i singoli
ambienti/immobili oggetto degli interventi, ed in particolare:
APPALTI D’OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL’ARTICOLO 26 DEL
D.LGS. 81/2008
− Predisposizione del “DUVRI” (“Documento Unico di Valutazione dei Rischi derivanti da
Interferenze”) ed esplicitazione contrattuale degli oneri per la sicurezza relativamente a ciascun
intervento
− Verifica dei requisiti tecnico-professionali delle Imprese appaltatrici e dei Lavoratori autonomi
incaricati delle opere
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 23 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

− Coordinamento delle misure di prevenzione e protezione con i Datori di lavoro delle Aziende
presenti negli ambienti oggetto delle opere
− Ogni altro documento e/o provvedimento indicato dall’articolo 26 del D.Lgs. 81/2008.

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI DI CUI AL TITOLO IV DEL D.LGS. 81/2008


− Notifica preliminare agli Organi Ispettivi
− Nomina del Coordinatore in materia di sicurezza e di salute durante la progettazione dell'opera
− Nomina del Coordinatore in materia di sicurezza e di salute durante la realizzazione dell'opera
− Predisposizione del “PSC” (“Piano di Sicurezza e Coordinamento”)
− Verifica dei requisiti tecnico-professionali delle Imprese appaltatrici e dei Lavoratori autonomi
incaricati delle opere
− Eventuale fascicolo Tecnico dell’opera (ex Allegato XVI D.Lgs. 81/2008)
− Ogni altro documento e/o provvedimento indicato dal Titolo IV del D.Lgs. 81/2008.
In relazione agli adempimenti di cui sopra in materia di sicurezza e salute sul lavoro il Comune di
Seveso si riserva di verificare il puntuale rispetto delle normative vigenti anche mediante
sopralluoghi e/o riunioni appositamente convocati.

Art. 21 ONERI E OBBLIGHI A CARICO DI ASPES


Oltre agli oneri previsti nel presente Contratto di Servizio, nonché a quanto previsto da tutti i piani
per le misure di sicurezza fisica dei lavoratori, sono a carico di ASPES gli oneri e gli obblighi che
seguono:
a) la fedele esecuzione di quanto previsto nel presente Contratto in conformità alle pattuizioni
contrattuali, in modo che i servizi risultino a tutti gli effetti conformi all’eventuale progetto e a
perfetta regola d’arte. In ogni caso ASPES non dovrà dare corso all’esecuzione di aggiunte o
varianti non ordinate per iscritto ai sensi dell’articolo 1659 del codice civile;
b) l’assunzione in proprio, tenendo indenne il comune da ogni responsabilità risarcitoria e delle
obbligazioni relative connesse all’esecuzione delle prestazioni di ASPES a termini di contratto;
c) l’esecuzione di foto, prima e/o dopo gli interventi;
d) le responsabilità sulla non rispondenza degli interventi eseguiti rispetto a quelli previsti dal
Contratto;
e) la pulizia del cantiere e delle vie di transito e di accesso allo stesso;
f) la fornitura e l'installazione, ove obbligatorio, di cartello riportante tutte le indicazioni relative ai
lavori oggetto d'appalto, in conformità alla Circolare del Ministero dei Lavori Pubblici n.
1729/UL del 1/6/1990;
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 24 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

g) la richiesta, prima della realizzazione dei lavori, presso tutti i soggetti interessati direttamente o
indirettamente ai servizi (consorzi, rogge, privati, provincia, ANAS, ENEL, Telecom e altri
eventuali), tutti i permessi necessari e a seguire tutte le disposizioni emanate dai suddetti per
quanto di competenza, in relazione all’esecuzione degli interventi;
h) la redazione del piano operativo di sicurezza.

Art. 22 SPESE ED OBBLIGHI SPECIALI A CARICO DI ASPES


ASPES è tenuto contrattualmente alla esatta osservanza delle norme stabilite, in via
esemplificativa ma non esaustiva od esclusiva:
a) delle leggi e disposizioni in materia di appalti di servizi e lavori;
b) delle leggi e disposizioni vigenti circa l’assistenza sociale, le assicurazioni dei lavoratori e la
prevenzione infortunio;
c) delle disposizioni vigenti sulle assunzioni obbligatorie;
d) delle norme igieniche sanitarie vigenti in materia di pulizie e sanificazione;
e) delle leggi e disposizioni vigenti sulla disciplina della circolazione stradale e sulla tutela e
conservazione del suolo pubblico.
Sono inoltre a carico di ASPES le seguenti spese:
a) le spese e tasse per eventuali autorizzazioni e permessi da richiedersi a terzi, enti statali,
regionali, provinciali ecc. che si rendessero necessari per lo svolgimento delle mansioni
previste dalla presente convenzione, con esclusione della TOSAP e/o COSAP;
b) tutte le spese di bollo inerenti

Art. 23 OBBLIGHI A CARICO DEL COMUNE


Sono a carico del comune:
a) l’onere fiscale conseguente all’applicazione dell’I.V.A. (imposta sul valore aggiunto) sul tipo di
opere e servizi oggetto della convenzione;
b) l’onere, per tutto il periodo di affidamento del Servizio, di consentire ad ASPES di utilizzare,
senza alcun addebito di TOSAP e/o COSAP od altre imposte e tributi, il suolo pubblico per gli
scopi attinenti alla gestione ed erogazione del Servizio;
c) l’impegno a cooperare pienamente con ASPES anche attraverso il puntuale e tempestivo
svolgimento delle pratiche amministrative inerenti il Servizio che rientrino nella sua
competenza.
d) l’impegno ad informare ASPES tempestivamente su piani e programmi d’intervento e/o
sviluppo urbanistico, al fine di acquisirne eventuali osservazioni relative al servizio e consentire
un’opportuna pianificazione e programmazione degli eventuali interventi.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 25 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

e) l’impegno a nominare un unico referente comunale, che dovrà interfacciarsi con ASPES e che
monitorerà il flusso informativo da e per ASPES, nonché la riconciliazione delle posizioni.

Art. 24 SORVEGLIANZA E CONTROLLO DEL SERVIZIO DA PARTE DEL COMUNE


I Responsabili del comune (o loro delegati come di volta in volta opportunamente individuati e
comunicati ad ASPES) potranno accedere, in qualsiasi momento salvo il preavviso eventualmente
necessario per il corretto espletamento dei servizi, ad ogni luogo di esecuzione delle prestazioni.

Art. 25 RISERVATEZZA
ASPES dovrà mantenere riservata e non dovrà divulgare a terzi, ovvero impiegare in modo diverso
da quello occorrente per realizzare l’oggetto della convenzione, qualsiasi informazione relativa al
Progetto che non fosse stata resa nota direttamente o indirettamente dal comune o che derivasse
dall’esecuzione dei servizi o dei lavori.
Quanto sopra avrà validità fino a quando tali informazioni non siano divenute di dominio pubblico,
salvo la preventiva approvazione alla divulgazione da parte del comune.
Quanto sopra non si applica a informazioni che, prima di essere state ottenute dal comune,
fossero già in possesso di ASPES, o ad informazioni a questi trasmesse da un terzo il quale non
impegni o abbia impegnato ASPES a considerarle riservate, a meno che il terzo non le abbia
ricevute direttamente o indirettamente dal comune stesso.

Art. 26 INADEMPIENZE- CONTESTAZIONI-PENALI - RIDUZIONI DI CORRISPETTIVO


In caso di inosservanza delle prescrizioni previste nel presente Contratto, qualora il comune
constati insufficienze e comunque carenze aventi evidenza oggettiva, potrà contestare le violazioni
attraverso comunicazione scritta, che equivarrà a una contestazione di inadempimento
contrattuale, fissando un termine per l'effettuazione delle previste azioni correttive.
Entro 5 (cinque) giorni lavorativi dal ricevimento della comunicazione, ASPES potrà presentare per
iscritto al comune proprie deduzioni difensive, eventualmente richiedendo di essere dalla stessa
ascoltato.
La scadenza di tale termine senza che ASPES abbia presentato le proprie controdeduzioni
equivale all’accettazione definitiva della contestazione avanzata dal comune.
Nel caso in cui il comune respinga le argomentazioni difensive presentate da ASPES ovvero
quest'ultimo non formuli difese nei termini prescritti, ASPES sarà tenuto a dare comunque
esecuzione alle prescrizioni impartite dal comune nei termini impartiti dal comune stesso.
Il recupero delle somme quantificate come penali, verrà operato dal comune con rivalsa sui
mandati di pagamento dovuti ad ASPES a partire dal primo in scadenza e fino al completamento
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 26 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

del recupero e in subordine mediante escussione della garanzia, che successivamente ASPES
provvederà ad integrare.
Per le detrazioni ASPES non potrà opporre alcuna eccezione, una volta accertate le inadempienze
da cui sono scaturite.
L’importo complessivo delle penali irrogate ogni anno da ASPES non può superare il 10 per cento
dell’importo contrattuale dello stesso anno; qualora i ritardi nell'adempimento siano tali da
comportare una penale di importo superiore alla predetta percentuale trova applicazione l’articolo
che prevede la risoluzione della convenzione.
Nel caso di recidiva (ovvero dalla terza applicazione della stessa tipologia di penale nel corso
dell’anno) le penalità verranno raddoppiate.
In via del tutto generale e salvo diversamente specificato oltre, per tutti i servizi oggetto della
convenzione si applicheranno le seguenti penali:
1. Mancata o ritardata esecuzione degli interventi con corrispettivo a corrispettivo:
applicazione di una penale pari a 100,00 euro (cento) per ogni giorno lavorativo di ritardo e
per ogni infrazione;
2. ritardo nella conclusione degli interventi manutentivi extracanone: applicazione di una
penale pari all’0,1% dell’importo dell’intervento e con un minimo di 25,00 (venticinque) euro
per ogni giorno lavorativo di ritardo rispetto ai tempi fissati nei documenti contrattuali, nei
programmi o negli ordini di servizio;
3. indisponibilità ingiustificata dei sistemi operativi relativi al servizio di reperibilità, salvo cause
non imputabili ad ASPES, applicazione di una penale pari a 100,00 (cento) euro per ogni
infrazione al giorno;
4. mancato rispetto dei tempi previsti per l’attivazione e l’esecuzione delle attività di pronto
intervento, applicazione di una penale pari a 100,00 (cento) euro ogni 30 minuti di ritardo

Art. 27 ESTENSIONE, RIDUZIONE E VARIAZIONE DELLE PRESTAZIONI


Il comune si riserva la facoltà di:
a) estendere, ridurre, sospendere o annullare le singole prestazioni per variazione della
consistenza del patrimonio affidato in gestione (vendita, dismissioni, trasferimenti, acquisizioni,
ampliamenti, ecc.);
b) modificare modalità e periodicità di esecuzione delle prestazioni per adeguarle a nuove
esigenze.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 27 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Qualora il comune richieda la variazione degli standard qualitativi od operativi previsti (p.e.
variazione delle modalità e periodicità di esecuzione), la variazione del corrispettivo sarà
concordata sulla base dei maggiori o minori impegni previsti.
L’affidamento delle estensioni di prestazioni nei confronti di ASPES rimane, in ogni caso, una
libera ed insindacabile facoltà e non un obbligo da parte del comune.
Rimangono fermi i vincoli previsti in materia dalle disposizioni di legge inderogabili.

Art. 28 CESSIONE DEI CREDITI O DEL CONTRATTO

ASPES è il solo responsabile di tutti gli obblighi del contratto.


E’ ammessa la cessione dei crediti, a condizione che il cessionario sia un istituto bancario o un
intermediario finanziario iscritto nell’apposito Albo presso la Banca d’Italia.

Art. 29 CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA


Il presente contratto sarà risolto di diritto su dichiarazione del comune nei seguenti casi:
a) nel caso di sospensione non giustificata di anche solo uno dei servizi o lavori oggetto del
presente Contratto per un periodo continuativo superiore a trenta giorni ovvero per un periodo
temporale complessivo, anche non continuativo, superiore a sessanta giorni all’interno di un
periodo pari a 360 giorni;
b) in caso di negligenza di ASPES. Lo stesso sarà considerato negligente qualora nell’anno
cumulasse penali per un importo pari o superiore al 10 % del valore annuo di manutenzione
ordinaria;
Nel caso in cui si sia verificata una delle circostanze predette, il comune potrà avvalersi della
clausola risolutiva espressa mediante comunicazione in forma scritta da inviarsi ad ASPES entro
30 giorni dal verificarsi della condizione. Il mancato esercizio della facoltà nei predetti termini non
costituisce comunque in alcun modo rinuncia al diritto risarcitorio, alla formulazione di ogni
domanda o eccezione, ivi compresa quella di risoluzione, da parte del comune.
Avvenuta la risoluzione, ASPES comunicherà al comune la data in cui dovrà aver luogo la
consegna della frazione dei Servizi eseguiti.
Tale data potrà essere differita dal comune per un termine necessario al perfezionamento delle
procedure per individuare un nuovo o nuovi Assuntori e consentire l’affidamento delle prestazioni,
comunque non oltre 180 giorni dalla comunicazione da parte del comune di avvalersi della
clausola risolutiva espressa; ASPES rimane tenuto a svolgere le prestazioni di cui al presente
Contratto fino a tale termine, assicurando la continuità del servizio e la massima collaborazione
nella fase di consegna al nuovo od ai nuovi Assuntori.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 28 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ASPES sarà obbligato all’immediata consegna dei servizi nello stato in cui si trovano.
La consegna avverrà con un verbale di constatazione, redatto in contraddittorio, dello stato di
avanzamento dei vari servizi eseguiti e della loro regolare esecuzione. Avvenuta la consegna, si
darà corso alla compilazione dell’ultima situazione dei servizi, al fine di procedere al conto finale di
liquidazione.
Il comune si riserva ogni diritto al risarcimento dei danni subiti ed in particolare si riserva di esigere
da ASPES il rimborso di ogni eventuale maggiore spesa sostenuta a causa di inadempienze di
ASPES; comunque il comune avrà facoltà di differire il pagamento del saldo dovuto in base al
conto finale di liquidazione, sino alla quantificazione del danno che ASPES è tenuto a risarcire,
nonché di operare la compensazione tra i due importi. Fino a regolazione di ogni pendenza con
ASPES, il comune tratterrà in garanzia quanto a qualsiasi titolo risultasse a credito dello stesso.
Rimane salva la generale facoltà di risoluzione in caso di inadempimento.
In ogni caso il Comune dovrà garantire l’assunzione di tutto il personale impiegato da ASPES nello
svolgimento del servizio.

Art. 30 SCIOPERI
In caso di scioperi dei propri dipendenti, ASPES sarà tenuto a darne immediata comunicazione
scritta al comune in via preventiva e tempestiva.

Art. 31 DEROGHE
Eventuali modifiche dell’oggetto della convenzione o deroghe alle disposizioni della convenzione
devono risultare da appendici contrattuali sottoscritte dalle parti.

Art. 32 CONTROVERSIE – FORO COMPETENTE


Tutte le controversie tra il comune ed ASPES, sia durante l’esecuzione dei lavori sia al termine del
contratto, quale che sia la loro natura tecnica, amministrativa o giuridica, che non siano state
definite, sono rimesse in via esclusiva alla competenza del Tribunale di Monza, quale Autorità
Giudiziaria Ordinaria.

Art. 33 EFFETTI DELLA SCADENZA DELLA CONVENZIONE


Alla scadenza della convenzione, qualora il comune intenda gestire direttamente il servizio, il
comune si riserva la facoltà, senza che da ciò risulti un diritto di indennità ad ASPES, di prendere,
durante gli ultimi tre mesi di durata della convenzione, tutte le misure utili per assicurare la
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 29 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

continuità dei servizi e, genericamente, tutte le misure necessarie per effettuare il passaggio
progressivo degli stessi al nuovo regime.
Al termine del contratto ASPES dovrà:
a) restituire al comune tutti i dati aggiornati in proprio possesso, nonché tutta la documentazione,
legata all’attività di gestione, in qualunque forma si trovi;
b) riconsegnare al comune tutte le attrezzature, i macchinari e le dotazioni utilizzati per l’attività di
gestione del servizio;
c) procedere alla ricognizione, in contraddittorio, dello stato di conservazione delle classi di unità
tecnologiche e/o degli impianti. La mancata riconsegna in contraddittorio autorizzerà il comune
a riprenderne possesso, senza alcuna formalità od ulteriore preavviso, redigendo il verbale di
constatazione dello stato di manutenzione delle entità alla presenza di due testimoni e a
notificare ad ASPES eventuali addebiti.
d) collaborare con il comune per ogni adempimento riguardante i sopralluoghi e la valutazione
quali/quantitativa del patrimonio mettendo a disposizione il numero di addetti necessari per le
relative attività.
Alla riconsegna, gli impianti, le attrezzature, i macchinari e le dotazioni, come anche quanto
concesso in uso ad ASPES, dovranno risultare efficienti e funzionanti, mantenuti e conservati
senza alcun logorio o deprezzamento superiore a quello dovuto al normale uso.
I casi di rilevate mancanze, attribuite a negligenza o trascuratezza di ASPES, saranno oggetto di
stima da parte del comune in contraddittorio con ASPES stesso.
Gli importi risultanti da dette stime potranno essere detratti da quanto a qualsiasi titolo risultasse a
credito di ASPES.
Terminate positivamente le verifiche finali di cui sopra, verrà redatto fra le parti il “verbale di
cessazione dei rapporti di convenzione” nel quale verranno riconosciuti ad ASPES i corrispettivi,
determinati a valori di mercato, delle attrezzature, dei macchinari e delle dotazioni trasferite al
Comune.
Il predetto verbale, una volta ratificato dal Comune, avrà le funzioni e conseguenze di documento
finale nei rapporti contrattuali e di autorizzazione all’emissione della fattura per il saldo
eventualmente dovuto per le prestazioni nel frattempo erogate e non ancora liquidate e per le
attrezzature, i macchinari e le dotazioni trasferite al Comune.
Il Comune dovrà garantire l’assunzione di tutto il personale impiegato da ASPES nello svolgimento
del servizio.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 30 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

Art. 34 LEGGE APPLICABILE. NORME APPLICABILI


La legge applicabile alla convenzione è quella italiana.
Per tutto quanto non sia stabilito o comunque non sia in contrasto con le norme della presente
convenzione, si fa riferimento alle vigenti disposizioni di legge e regolamentari.
ASPES è tenuto alla esatta osservanza di tutte le leggi, regolamenti e norme vigenti in materia
comprese quelle che potessero essere emanate in corso di convenzione.
La sottoscrizione della convenzione da parte di ASPES equivale a dichiarazione di perfetta
conoscenza delle suddette norme e della incondizionata accettazione delle stesse. L'esecuzione
della convenzione è soggetta all'osservanza delle norme della presente convenzione nonché delle
norme contenute:
- nelle leggi, regolamenti, disposizioni e circolari governative, prefettizie, regionali, comunali e di
ogni altra autorità legalmente riconosciuta, che comunque abbiano attinenza con la
convenzione in oggetto, siano esse in vigore all'atto della sottoscrizione, siano esse emanate
durante il corso dei lavori;
- nelle prescrizioni in materia di standards tecnici;
- nelle prescrizioni in materia di standards qualitativi.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 31 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ALLEGATO 1: ELENCO EDIFICI

n° d'inventario
n° tipologia del bene descrizione/denominazione indirizzo
comunale

1 001_ISA edificio Poliambulatorio via Martiri d'Ungheria


2 002_ISA edificio Centro Diurno Disabili via Marsala
3 003_SCA edificio Asilo Nido via Monte Rosa
4 004_SCE edificio scuola materna G. Rodari via E. Fermi
5 005_SCE edificio scuola elementare B. Munari via Monte Bianco
6 006_ISP edificio Palazzo Municipale viale Vittorio Veneto
7 007_ISP edificio Ex villa Orsenigo (Polizia Locale) P.za XXV Aprile
8 008_SCE edificio scuola Elementare Carlo Collodi via Adua
9 009_SCD edificio Scuola media L. Da Vinci via De Gasperi
10 010_ISS edificio Piscina Comunale via Ortles
11 011_ISS edificio Palestra Comunale via Redipuglia
12 012_ISA edificio Centro Diurno Anziani via Redipuglia
13 013_SCE edificio Scuola Elementare E. Toti via Gramsci
14 014_ISS edificio Palazetto dello Sport via Gramsci
15 015_SCD edificio Scuole media Don Giussani via Cavalla
16 016_ISP edificio Villa del Sole (Biblioteca) via Garibaldi
17 017_ISP edificio Palazzina Civica (LL.PP) P.za Roma
18 018_SCS edificio Scuola media superiore via C. Colombo
19 019_ISP edificio Palazzina Civica via Trento Trieste
20 020_ISS edificio Centro Sportivo E. Colombo via Monte Rosa
21 021_ISS edificio Campo da Calcio via Ortles
22 022_ISS edificio Centro Sportivo via Cuoco
23 023_ISS edificio Campo sa Baseball via delle Querce
24 024_ISS edificio Bocciodromo via Redipuglia
25 025_ISP edificio sala polifunzionale via Silvio Pellico
26 026 DIS edificio piattaforma ecologica via Eritrea
27 027_ISD Monumento ai Caduti P.za IV Novembre
28 01_ISP edificio Caserma Guardia di Finanza via Monte Rosa
29 002_ISP edificio villa Dhò via Cacciatori delle Alpi
30 003_ALL immobile alloggio n°1 via Laforet, 11
31 004_ALL immobile alloggio n°2 via Laforet, 11
32 005_ALL immobile alloggio n°3 via Laforet, 11
33 006_ALL immobile alloggio n°4 via Laforet, 11
34 007_ALL immobile alloggio n°5 via Laforet, 11
35 008_ALL immobile alloggio n°6 via Laforet, 11
36 009_ALL immobile alloggio n°7 via Laforet, 11
37 010_ALL immobile alloggio n°8 via Laforet, 11
38 011_ALL immobile alloggio n°9 via Laforet, 11
39 012_ALL immobile alloggio n°10 via Laforet, 11
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 32 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

40 013_ALL immobile alloggio n°11 via Laforet, 11


41 014_ALL immobile alloggio n°12 via Laforet, 11
42 015_ALL immobile alloggio n°13 via Laforet, 11
43 016_ALL immobile alloggio n°14 via Laforet, 11
44 017_ALL immobile alloggio n°1 via Carducci, 35
45 018_ALL immobile alloggio n°2 via Carducci, 35
46 019_ALL immobile alloggio n°3 via Carducci, 35
47 020_ALL immobile alloggio n°4 via Carducci, 35
48 021_ALL immobile alloggio n°1 via San Carlo, 9/b
49 022_ALL immobile alloggio n°1 via Trento Trieste, 13
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 33 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ALLEGATO 2 : LUNGHEZZA RETE VIARIA

n. Codice Via STRADA TRATTO LUNGH. metri

1 10 via ABETI, degli tratto principale 224,52


2 20 via ACERI, degli tratto principale 347,62
3 20 via ACERI, degli tratto secondario: prima trasversale 52,93
4 30 via ACQUEDOTTO tratto principale 441,62
5 40 via ADAMELLO tratto principale 113,20
6 50 via ADUA tratto principale 460,32
7 60 via ALBANIA tratto principale 45,63
8 530 via ALBERTO da GIUSSANO tratto principale 478,03
9 70 via ALFIERI, Vittorio tratto principale 71,57
10 550 via ALIGHIERI, Dante tratto principale 82,12
11 80 via ALPINI, degli tratto principale 129,49
12 2716 via AMBROSOLI, Giorgio tratto principale 389,40
13 2708 via APRICA tratto principale 165,39
14 90 via ARCHIMEDE tratto principale 111,23
15 100 via ARESE, Bartolomeo tratto principale 139,57
16 110 via ARISTOTELE tratto principale 615,12
17 120 via ARNO tratto principale 149,16
18 130 via ASIAGO tratto principale 262,21
19 140 via ASPROMONTE tratto principale 153,39
20 2717 via BACHELET, Vittorio tratto principale 109,50
21 150 via BANDE NERE, Giovanni delle tratto principale 289,72
22 160 via BARACCA, Francesco tratto principale 246,18
23 170 via BARSANTI, Eugenio tratto principale 132,33
24 180 via BATTISTI, Cesare tratto principale 85,87
25 190 via BELLINI, Vincenzo tratto principale 139,43
26 200 via BELLUNO tratto principale 151,95
27 210 via BETULLE, delle tratto principale 306,09
28 220 via BIZZOZERO, Luigi tratto principale 78,77
29 230 via BORGHETTO tratto principale 144,88
30 240 via BORROMEO, Federico tratto principale 165,88
31 2712 vicinale BOSCHI, dei tratto principale 131,45
32 250 via BOVES tratto principale 186,91
33 260 via BRENNERO tratto principale 629,42
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 34 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

34 270 via BRESCIA tratto principale 46,14


35 280 via BRIANZA tratto principale 64,31
36 290 piazza BUONARROTI, Michelangelo tratto principale 126,35
37 320 via CA' NOVA tratto principale 168,98
38 300 via CABOTO, F.lli tratto principale 68,11
39 310 via CACCIATORI DELLE ALPI tratto principale 1239,31
40 310 via CACCIATORI DELLE ALPI tratto secondario: prima trasversale 69,41
41 310 via CACCIATORI DELLE ALPI tratto secondario: seconda trasversale 102,81
42 10223 via CADORE tratto principale 240,55
43 2736 piazza CAMAGNI, Ernesto Monsignor tratto principale 60,56
44 330 via CANTU', Cesare tratto principale 123,17
45 340 via CAPRIOLI, dei tratto principale 134,87
46 350 via CARDUCCI, Giosue' tratto principale 400,79
47 350 via CARDUCCI, Giosue' tratto secondario: prima trasversale 56,45
48 350 via CARDUCCI, Giosue' tratto secondario: seconda trasversale 67,05
49 360 via CASCINA ROSSA tratto principale 538,71
50 370 via CASTAGNI, dei tratto principale 260,87
51 380 via CATANIA tratto principale 86,51
52 390 via CAVALLA tratto principale 992,54
53 390 via CAVALLA tratto secondario: prima trasversale 205,14
54 400 via CAVOUR, Camillo Benso tratto principale 62,50
55 410 via CEREDO tratto principale 275,01
56 410 via CEREDO tratto secondario: prima trasversale 96,80
57 2726 via CERTESA tratto principale 265,04
58 420 via CERVI, F.lli tratto principale 100,77
59 430 via CHIESA, Damiano tratto principale 109,62
60 440 via CIMAROSA, Domenico tratto principale 138,64
61 450 via COL DI LANA tratto principale 416,19
62 460 via COLLEONI, Bartolomeo tratto principale 430,64
63 470 via COLOMBO, Cristoforo tratto principale 718,88
64 470 via COLOMBO, Cristoforo tratto secondario: prima trasversale 133,62
65 480 via CONFALONIERI, Attilio tratto principale 734,25
66 2721 piazza CONFALONIERI, Carlo Card tratto principale 166,10
67 490 via CORRADI, Preposto tratto principale 211,17
68 500 via CORRIDONI, Filippo tratto principale 180,77
69 510 via CUNEO tratto principale 63,20
70 2715 via CUOCO, Vincenzo tratto principale 183,36
71 560 piazza DA VINCI, Leonardo tratto principale 102,70
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 35 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

72 520 via D'ACQUISTO, Salvo tratto principale 181,32


73 540 via D'ANNUNZIO, Gabriele tratto principale 94,93
74 580 via DE GASPERI, Alcide tratto principale 384,79
75 580 via DE GASPERI, Alcide tratto secondario: prima trasversale 72,07
76 590 via DIOGENE tratto principale 158,08
77 600 via DOMODOSSOLA tratto principale 166,37
78 610 largo DONEGANI, Guido tratto principale 79,23
79 620 via DONIZETTI, Gaetano tratto principale 133,47
80 630 via DORIA, Andrea tratto principale 544,87
81 640 via EDISON Thomas Alva tratto principale 153,17
82 650 via EMILIA tratto principale 64,39
83 660 via ENNA tratto principale 100,01
84 670 via ERITREA tratto principale 379,14
85 2714 vicolo ERODOTO tratto principale 83,79
86 680 via ESCULAPIO tratto principale 473,86
87 680 via ESCULAPIO tratto secondario: prima trasversale 116,74
88 690 via EUCLIDE tratto principale 184,60
89 700 via EUROPA UNITA tratto principale 246,10
90 710 via FANTONI, Giovanni tratto principale 214,60
91 720 via FARGA tratto principale 139,84
92 730 via FELTRE tratto principale 276,44
93 730 via FELTRE tratto secondario: prima trasversale 40,41
94 740 via FERMI tratto principale 274,06
95 750 piazza FERRARI, Cardinal tratto principale 96,90
96 760 via FERRINI, Contardo tratto principale 323,04
97 770 via FILZI Fabio tratto principale 120,71
98 790 via FORNACI, delle tratto principale 142,12
99 800 via FRANCIOLI tratto principale 69,18
100 810 via GAGGIN, del tratto principale 234,57
101 820 via GALENO tratto principale 115,50
102 830 via GALILEI, Galileo tratto principale 55,76
103 840 via GALIMBERTI, Generoso tratto principale 187,14
104 850 via GALVANI, Luigi tratto principale 239,22
105 860 corso GARIBALDI, Giuseppe tratto principale 1792,67
106 870 via GAVIRAGHI Angelo Don tratto principale 103,08
107 2706 via GELSI, dei tratto principale 161,80
108 880 vicolo GIANI, Felice tratto principale 78,31
109 880 vicolo GIANI, Felice tratto secondario: prima trasversale 76,80
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 36 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

110 890 via GIOBERTI, Vincenzo tratto principale 226,96


111 890 via GIOBERTI, Vincenzo tratto secondario: prima trasversale 82,58
112 900 via GIOTTO tratto principale 65,78
113 910 via GOITO tratto principale 173,36
114 920 via GOLGI, Camillo tratto principale 158,94
115 930 via GORIZIA tratto principale 356,48
116 930 via GORIZIA tratto secondario: prima trasversale 79,45
117 930 via GORIZIA tratto secondario: seconda trasversale 76,89
118 940 via GRAMSCI, Antonio tratto principale 414,77
119 950 via GRANDI, Achille tratto principale 96,00
120 960 via GRASSI, Giovanni Battista tratto principale 47,81
121 970 via GRIGNE, delle tratto principale 448,08
122 980 via GROANE tratto principale 226,72
123 1000 corso ISONZO tratto principale 1561,87
124 1010 vicolo ISONZO tratto principale 106,49
125 1020 piazza ITALIA tratto principale 121,42
126 1840 piazza IV NOVEMBRE tratto principale 406,87
127 1030 via JACINI, Stefano tratto principale 56,13
128 1040 via LAFORET, Alessandro tratto principale 56,27
129 1050 via LAMBRO tratto principale 152,11
130 1060 via LARIO tratto principale 362,65
131 2731 via LECCO tratto principale 388,83
132 1070 via LENTATE tratto principale 102,57
133 1080 via LEONCAVALLO, Ruggero tratto principale 168,47
134 1090 via LEOPARDI, Giacomo tratto principale 288,61
135 1100 via LIGURIA tratto principale 226,48
136 1110 via LONGONI, Emilio tratto principale 139,30
137 1120 via MADERNA, Augusto tratto principale 226,54
138 1130 via MADERNA, Luigi tratto principale 172,37
139 1140 via MADONNA tratto principale 80,18
140 1140 via MADONNA tratto secondario: prima trasversale 52,87
141 2718 via MAGELLANO, Ferdinando tratto principale 146,33
142 1150 via MANZONI, Alessandro tratto principale 280,56
143 1160 via MARCHE tratto principale 207,66
144 1170 corso MARCONI, Guglielmo tratto principale 329,44
145 1180 via MARSALA tratto principale 103,87
146 1190 via MARTIRI D'UNGHERIA tratto principale 445,89
147 1200 via MARZABOTTO tratto principale 127,89
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 37 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

148 1210 via MARZIALI tratto principale 76,08


149 1220 via MASCAGNI, Pietro tratto principale 258,41
150 1220 via MASCAGNI, Pietro tratto secondario: prima trasversale 130,41
151 1230 corso MATTEOTTI, Giacomo tratto principale 241,86
152 1240 piazza MAZZINI, Giuseppe tratto principale 56,31
153 1250 via MEDA tratto principale 95,02
154 1260 via MEDA, Filippo tratto principale 175,87
155 1270 via MEREDO tratto principale 584,03
156 1270 via MEREDO tratto secondario: prima trasversale 159,50
157 1270 via MEREDO tratto secondario: seconda trasversale 97,02
158 1270 via MEREDO tratto secondario: terza trasversale 78,29
159 1270 via MEREDO tratto secondario: quarta trasversale 84,56
160 1270 via MEREDO tratto secondario: quinta trasversale 65,90
161 1270 via MEREDO tratto secondario: sesta trasversale 89,01
162 1290 via MESSINA tratto principale 72,60
163 1300 via MESTRE tratto principale 94,83
164 1310 via MEZZERA, Preposto tratto principale 810,43
165 1320 vicolo MEZZERA, Preposto tratto principale 176,14
166 1310 via MEZZERA, Preposto tratto secondario: prima trasversale 130,78
167 1310 via MEZZERA, Preposto tratto secondario: seconda trasversale 59,80
168 2709 via MIGLIOLI, Guido tratto principale 503,24
169 1330 via MILITE IGNOTO tratto principale 174,91
170 1340 via MINZONI, Giovanni Don tratto principale 65,17
171 1350 via MODENA tratto principale 131,03
172 1360 via MONCENISIO tratto principale 59,62
173 1370 via MONTE BIANCO tratto principale 105,89
174 1400 via MONTE CERVINO tratto principale 50,01
175 2734 via MONTE CEVEDALE tratto principale 117,72
176 1410 via MONTE GRAPPA tratto principale 206,42
177 2711 via MONTE PALANZONE tratto principale 170,59
178 1440 via MONTE ROSA tratto principale 265,81
179 2710 via MONTE SAN PRIMO tratto principale 93,29
180 1380 via MONTECASSINO tratto principale 516,61
181 1390 via MONTECATINI tratto principale 79,78
182 1420 viale MONTELLO tratto principale 367,95
183 1420 viale MONTELLO tratto secondario: prima trasversale 74,77
184 1430 via MONTENERO tratto principale 95,15
185 1450 via MONTI, Antonio tratto principale 174,78
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 38 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

186 1460 via MURATORI, Ludovico Ant tratto principale 124,24


187 1470 via NECCHI, Vico tratto principale 156,80
188 1480 via NEGRELLI, Luigi tratto principale 152,65
189 1490 via NEGRI, Ada tratto principale 104,20
190 1500 via NOVARA tratto principale 104,61
191 1510 via OLMI, degli tratto principale 94,28
192 1520 via ORTIGARA tratto principale 117,67
193 1530 via ORTLES tratto principale 219,82
194 1540 via OZANAM, Federico tratto principale 221,11
195 1550 via PACE, della tratto principale 153,93
196 1560 via PACINOTTI, Antonio tratto principale 132,28
197 1570 via PADOVA tratto principale 309,34
198 2730 via PADRE MASCIADRI tratto principale 413,00
199 1580 via PALERMO tratto principale 170,16
200 1590 via PALESTRINA, Pierluigi tratto principale 307,38
201 1600 via PARETO, Vilfredo tratto principale 355,21
202 1610 via PARINI, Giuseppe tratto principale 124,78
203 1620 via PARMA tratto principale 127,83
204 1630 via PASCOLI, Giovanni tratto principale 83,46
205 1640 via PASUBIO tratto principale 81,71
206 1650 via PAVIA tratto principale 436,04
207 1650 via PAVIA tratto secondario: prima trasversale 180,25
208 1660 via PELLICO Silvio tratto principale 171,02
209 1660 via PELLICO Silvio tratto secondario: prima trasversale 65,53
210 1670 via PEROSI, Lorenzo tratto principale 139,51
211 1680 via PIACENZA tratto principale 125,73
212 1690 viale PIAVE tratto principale 195,96
213 1700 via PIEMONTE tratto principale 380,25
214 1710 via PINI, dei tratto principale 81,22
215 1720 via PIO XI tratto principale 476,54
216 1720 via PIO XI tratto secondario: prima trasversale 98,67
217 1720 via PIO XI tratto secondario: seconda trasversale 82,38
218 1730 via PIOPPI, dei tratto principale 81,22
219 1740 via PITAGORA tratto principale 167,86
220 1750 via PLATANI, dei tratto principale 81,45
221 1760 via PLATONE tratto principale 166,59
222 1770 via PO tratto principale 160,20
223 1770 via PO tratto secondario: prima trasversale 71,82
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 39 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

224 1780 via POLO, Marco tratto principale 243,53


225 1790 via PORDENONE tratto principale 518,05
226 1790 via PORDENONE tratto secondario: prima trasversale 28,63
227 1810 vicolo POZZO, del tratto principale 16,69
228 1820 via PREALPI tratto principale 809,20
229 1830 via PUCCINI, Giacomo tratto principale 67,58
230 2735 largo QUATTROCCHI, Fabrizio tratto principale 37,28
231 1850 via QUERCE, delle tratto principale 175,79
232 1850 via QUERCE, delle tratto secondario: prima trasversale 98,76
233 1860 viale REDIPUGLIA tratto principale 1081,54
234 1870 via REPUBBLICA, dello tratto principale 739,11
235 1880 via RESEGONE tratto principale 217,70
236 1890 via RESPIGHI, Ottorino tratto principale 180,34
237 1900 viale RIMEMBRANZE tratto principale 213,28
238 1910 via ROBINIE, delle tratto principale 416,03
239 1920 via ROGGIA, della tratto principale 1028,34
240 2725 piazza ROMA tratto principale 71,99
241 1940 via RONCO NUOVO tratto principale 472,50
242 1950 via ROSMINI, Antonio tratto principale 307,77
243 1960 via ROSSINI, Gioacchino tratto principale 167,26
244 1970 via ROVIGO tratto principale 139,96
245 2704 via RUFFILLI, Roberto tratto principale 214,55
246 1980 via SABOTINO tratto principale 550,62
247 1990 via SAN CARLO tratto principale 796,78
248 2000 piazza SAN CLEMENTE tratto principale 80,55
249 2010 piazza SAN CLEMENTE tratto principale 121,02
250 2020 via SAN FERMO, della battaglia tratto principale 100,09
251 2020 via SAN FERMO, della battaglia tratto secondario: prima trasversale 68,53
252 2030 via SAN FRANCESCO, d'Assisi tratto principale 284,91
253 2040 via SAN GABRIELE tratto principale 58,32
254 2050 via SAN GIOVANNI BOSCO tratto principale 85,74
255 2060 via SAN MARCO tratto principale 205,58
256 2070 via SAN MARTINO tratto principale 191,56
257 2080 via SAN MATTEO tratto principale 352,74
258 2080 via SAN MATTEO tratto secondario: prima trasversale 93,97
259 2090 via SAN MICHELE DEL CARSO tratto principale 208,57
260 2100 via SANT'AGOSTINO tratto principale 61,03
261 2110 via SANT'AMBROGIO tratto principale 104,91
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 40 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

262 2120 via SANT'ANNA tratto principale 35,08


263 2733 via SANT'ANTONIO tratto principale 316,43
264 2130 via SANZIO, Raffaello tratto principale 506,22
265 2140 via SAURO, Nazario tratto principale 122,98
266 2140 via SAURO, Nazario tratto secondario: prima trasversale 73,90
267 2140 via SAURO, Nazario tratto secondario: seconda trasversale 68,24
268 2150 via SCOGLIO di QUARTO tratto principale 73,13
269 2160 via SEGALINI, Edoardo tratto principale 86,55
270 2170 piazza SEMINARIO, del tratto principale 179,22
271 2180 via SENOFONTE tratto principale 180,77
272 2180 via SENOFONTE tratto secondario: prima trasversale 53,02
273 2190 via SEREGNO tratto principale 79,46
274 2200 via SFORZA, Francesco tratto principale 384,73
275 2210 via SOCRATE tratto principale 427,50
276 2220 via SOLFERINO tratto principale 327,11
277 2230 via SONDRIO tratto principale 203,64
278 2240 via SPALLANZANI, Lazzaro tratto principale 150,47
279 2250 via SPRELUNGA tratto principale 606,12
280 2260 via STELVIO tratto principale 149,85
281 2270 via STOPPANI, Antonio tratto principale 145,70
282 2280 via STURZO, Luigi Don tratto principale 1124,52
283 2290 via TAGLIAMENTO tratto principale 149,95
284 2300 via TALETE tratto principale 185,58
285 2310 via TASSO, Torquato tratto principale 140,79
286 2723 largo TERRAGNI, Giuseppe tratto principale 49,13
287 2320 via TEVERE tratto principale 163,64
288 2330 via TIGLI, dei tratto principale 172,85
289 2340 via TIZIANO, Vecellio tratto principale 184,04
290 2719 via TOBAGI, Walter tratto principale 203,34
291 2350 via TOMMASEO, Nicolo' tratto principale 141,01
292 2360 via TONALE tratto principale 440,78
293 2370 via TONIOLO, Giuseppe tratto principale 176,34
294 2380 via TORINO tratto principale 145,67
295 2390 via TORRENTE, al tratto principale 129,81
296 2400 via TOTI, Enrico tratto principale 174,56
297 2410 via TRAMONTO, del tratto principale 228,37
298 2410 via TRAMONTO, Del tratto secondario: prima trasversale 101,47
299 2410 via TRAMONTO, Del tratto secondario: seconda trasversale 287,87
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 41 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

300 2420 via TRAPANI tratto principale 59,94


301 2430 via TRENTO E TRIESTE tratto principale 399,21
302 2440 via TREVISO tratto principale 126,55
303 2450 via TURATI, Filippo tratto principale 172,93
304 2460 via UDINE tratto principale 106,28
305 2470 via UMBRIA tratto principale 282,38
306 2480 via VENEZIA tratto principale 142,39
307 2480 via VENEZIA tratto secondario: prima trasversale 61,92
308 2530 piazza VERDI, Giuseppe tratto principale 79,62
309 2707 via VERGA, Giovanni tratto principale 158,07
310 2540 via VERONA tratto principale 510,19
311 2540 via VERONA tratto secondario: prima trasversale 80,23
312 2540 via VERONA tratto secondario: seconda trasversale 79,49
313 2550 via VESPUCCI, Amerigo tratto principale 89,99
314 2560 via VICENZA tratto principale 378,28
315 2570 via VICO, Giovanni Battista tratto principale 118,74
316 2580 via VIGNAZZOLA tratto principale 2014,59
317 2580 via VIGNAZZOLA tratto secondario: prima trasversale 137,12
318 2713 via VIGNEE, dei tratto principale 308,50
319 2720 via VIGNONE tratto principale 938,67
320 2720 via VIGNONE tratto secondario: prima trasversale 202,18
321 2590 via VIGORELLI, F.lli tratto principale 474,16
322 2600 via VISCONTI tratto principale 121,24
323 2610 viale VITTORIO VENETO tratto principale 455,67
324 2620 via VIVALDI, Antonio tratto principale 139,46
325 2630 via VOLTA, Alessandro tratto principale 153,70
326 2500 via XX SETTEMBRE tratto principale 125,61
327 2520 via XXIV MAGGIO tratto principale 154,91
328 2510 piazza XXV APRILE tratto principale 140,27
329 2640 via ZANELLA, Giacomo tratto principale 103,54
330 2650 via ZARA tratto principale 295,46
331 2660 via ZEUNER, Federico tratto principale 224,60
totale 75.120,18
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 42 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ALLEGATO 3: ELENCO PRESTAZIONI A CANONE

Nr. ELENCO PRESTAZIONI A CANONE

1 MANUTENZIONE ORDINARIA ASCENSORI ED OROLOGI

Impianto Orologio (Palazzo Comunale Via V.Veneto)


Impianto ascensore matricola 38373 (Palazzo Comunale Via V.Veneto)
Impianto ascensore matricola 5375 (Palazzo Comunale Via V.Veneto)
Impianto ascensore matricola M6N01790 (Biblioteca Comunale Via Garibaldi)
Impianto ascensore matricola 10452214 (CDA Via Redipuglia)
Impianto ascensore matricola 1136 (Scuola Elementare Via Montebianco)
Impianto ascensore matricola 1111 (Scuola Elementare Via Adua)
Impianto servoscala matricola CTRMAS2024 (Scuola Elementare Via Adua)
Impianto servoscala matricola CTRMAS2025 (Scuola Elementare Via Adua)
Impianto ascensore matricola 10452215 (Scuola Media Via De Gasperi)
Impianto ascensore matricola 61002 (Scuola Media Via Cavalla)
Impianto ascensore matricola 61003 (Scuola Media Via Cavalla)
Impianto ascensore matricola 97/101404/MI (Scuola Elementare Via Gramsci)
INTERVENTI A CANONE ASCENSORI: servizio di reperibilità e di pronto intervento. Visite periodiche
semestrali di verifica dei freni, delle funi di trazione, degli apparati motore-argano di sollevamento i componenti e
delle apparecchiature elettriche
INTERVENTI A CANONE OROLOGIO COMUNALE: N.1 Visita annuale di verifica degli apparati motore e dei
componenti elettrici

INTERVENTI DI RIPARAZIONE ORDINARIA

2 VISITE PERIODICHE ASCENSORI

Verifiche periodiche (Art. 13 e 14 D.P.R.30.04.1999 n. 162)


Interventi di sistemazione ed adeguamento

3 MANUTENZIONE ESTINTORI E MANICHETTE E QUOTA SOSTITUZIONE CARICA

N° 2 visite semestrali 46/90 per 177 estintori + N ° 51 manichette


Interventi di ricarica
REVISIONE PERIODICA POMPE, RUBINETTI, VALVOLE, FILTRI E DISCONNETTORI PER IMPIANTI
4 ANTINCENDIO E SOLLEVAMENTO ACQUE BIANCHE E NERE DI FONTANE E POZZI NERI,
SVUOTAMENTO E PULIZIA FOSSE BIOLOGICHE E VASCHE

A) Svotamento e pulizia fosse biologiche e vasche (N. 2 interventi annuali per fossa)

B) Fontana piazza Confalonieri e piazza Italia: N. 1 revisione annuale delle pompe + n. 4 interventi di pulizia
generale degli impianti + n. 12 interventi controllo degli ugelli di pulizia dell'acqua con aggiunta antialga e/o
sostituzione dell'acqua

C) Impianti di sollevamento scuola media di via De Gasperi: N. 1 revisione annuale delle 4 pompe con
pulizia generale dei 2 impianti
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 43 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

D) Impianti antincendio scuola elementare di via Gramsci: N. 1 revisione annuale dei rubinetti, valvole e
pulizia filtri disconnettore
E) Pulizia canali e converse (n°2 interventi annuali)

5 REPERIBILITÀ SERVIZIO SGOMBERO NEVE

Reperibilità stagione invernale (ALLEGATO 4)

6 LAVORI SUL PATRIMONIO

a) Lavori di pronto intervento per il mantenimento della sicurezza stradale e della sicurezza negli edifici di cui
all’ALLEGATO 1);
b) Ripasso segnaletica orizzontale stradale (strisce pedonali, zebrature, linee di arresto e scritte) e
sostituzione segnali verticali ammalorati;
c) Manutenzione ordinaria semafori ed elementi di arredo urbano;
d) Manutenzione ordinaria delle opere di finitura e degli impianti degli edifici (opere edili, da idraulico,
elettricista, fabbro e falegname (porte e serramenti).
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 44 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ALLEGATO 3 - bis: TIPOLOGIA DI INTERVENTI EXTRA CANONE

n TIPOLOGIA DELL'INTERVENTO

su sedi stradali/spazi pubblici


a Asfaltature
b ripristini stradali
c segnaletica orizzontale
d segnaletica verticale
e semafori
f ordinanze
g arredo urbano
h fontane

su immobili
a opere edili
b verniciature
c opere impiantistiche
d opere da vetraio
e opere da falegname
f opere da fabbro/serramentista
g orologi
h estintori
i ascensori/servoscala
l spurgo biologiche
m pulizia canali
n impianti di sicurezza (antincendio, rilevazione fumi anti intrusione)

su sedi stradali/spazi pubblici


e) Asfaltature: la voce comprende la fresatura per uno spessore medio di cm. 10 (3 cm tappetino d’usura e
7 cm sottofondo) pulizia del fondo, emulsione bituminosa e fornitura e stesa di tappetino spessore
medio cm.10 (7cm tout venant + 3 cm tappetino d’usura).
f) Ripristini stradali: la voce riguarda interventi per il risanamento radicale di buche stradali che durante il
corso dell’anno hanno causato disagi alla circolazione stradale. L’intervento si sviluppa nella fresatura
della porzione di strada interessata e nella realizzazione dell’intervento di cui al punto a);
g) Segnaletica orizzontale: esecuzione di segnaletica stradale (linee, attraversamenti pedonale ecc..);
h) Segnaletica verticale: integrazione della segnaletica verticale esistente;
i) Semafori: manutenzione straordinaria degli impianti semaforici presenti sul territorio comunale,
consistenti nella loro totale sostituzione o nella sostituzioni di parti e componenti elettroniche non
indispensabili al corretto funzionamento;
j) Ordinanze: la voce riguarda tutti gli interventi necessari al fine di dare attuazione alle ordinanze emesse
dal Comune di Seveso;
k) Arredo urbano: la voce riguarda interventi manutentivi sull’arredo urbano presente sul territorio
comunale di Seveso;
l) Fontane: riguardano interventri di manutenzione straordinaria volti al ripristino di parti murarie ed alla
sostituzioni di componenti elettroniche necessarie al funzionamento delle stesse.
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 45 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

su immobili
a) opere edili: la voce comprende opere edili necessarie e programmate con il Comune, lavorazioni e
prezzi unitari desumibili e descritte dal capitolo A2 del Listino CCIAA, ultimo trimestre anno precedente;
b) Verniciature: la voce comprende l’esecuzione della completa tinteggiatura di locali presso gli edifici
comunali. L’intervento riguarda stuccatura, lisciatura, preparazione alla tinteggiatura, tinteggiatura,
carteggio di parti in fero, verniciatura ecc… lavorazioni e prezzi unitari desumibili e descritte dal capitolo
B13 del Listino CCIAA, ultimo trimestre anno precedente;
c) Opere impiantistiche: la voce riguarda interventi di manutenzione straordinaria sugli impianti (elettrici,
idrico-sanitari,meccanici ecc..) degli immobili comunali, e comprende l’emissione di certificazioni ai
sensi della normativa vigente, qualora contemplati dalla medesima normativa. Le lavorazioni ed i prezzi
unitari sono desumibili e descritte dal capitolo C1/2, C3, C4 del Listino CCIAA ultimo trimestre anno
precedente;
d) Opere da vetraio: la voce comprende le opere riguardanti la sostituzione di vetri, lavorazioni e prezzi
unitari desumibili e descritte dal capitolo B12 del Listino CCIAA ultimo trimestre anno precedente;
e) Opere da falegname: la voce comprende le opere relative la manutenzione ordinaria di parti in legno
quali porte o serramenti, degli edifici pubblici;
f) Opere da fabbro: la voce riguarda le opere da fabbro o serramentista da eseguirsi quale manutenzione
straordinaria sugli immobili comunali. Le lavorazioni ed i prezzi unitari sono desumibili e descritte dal
capitolo B11 del Listino CCIAA ultimo trimestre anno precedente;
g) Orologi: la voce riguarda la manutenzione straordinaria dell’orologio posto sulla torre del palazzo
comunale, intesa quale sostituzione degli apparati motore e dei componenti elettrici;
h) Manutenzione estintori: la voce comprende la sostituzione di mezzi d’estinzione che, a fronte della
verifica periodica da effettuarsi su tutti gli estintori presenti sugli edifici comunali, si dovesse rendere
necessaria per assicurare i livelli minimi di sicurezza dei luoghi di lavoro;
i) Manutenzione ascensori/servoscala: la voce riguarda gli interventi straordinari necessari al fine del
corretto funzionamento degli impianti, non compresi negli interventi previsti nell’allegato 3);
j) Spurgo biologiche: la voce comprende lo spurgo e la pulizia delle fosse biologiche e dei pozzetti interni
alle proprietà comunali, oltre quello già previsto all’interno dell’allegato 3);
k) Pulizia canali e gronde: la voce comprende interventi straordinari di pulizia dei canali e delle gronde
degli edifici pubblici, oltre quelli che già sono inclusi nel programma di lavori da attuarsi in via ordinaria
sul patrimonio comunale, come specificato nell’allegato 3);
l) Manutenzione e verifica impianti di sicurezza: la voce comprende gli interventi manutentivi eccezionali
necessari ad assicurare il corretto funzionamento degli impianti di sicurezza installati presso gli edifici
pubblici.

Il sopra riportato elenco e le successive specifiche, sono indicativi e non esaustivi.


Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 46 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ALLEGATO 4: ELENCO PREZZI SERVIZIO SMALTIMENTO NEVE

Codice Descrizione Importo


N01 Compenso stagionale. Reperibilità e messa a disposizione
di pala gommata caricatrice oltre 90Hp, completa di lama € 3.500,00
sgombraneve ripartibile e orientabile. Per l’intera stagione
invernale
N02 Compenso stagionale. Reperibilità e messa a disposizione
di trattore, completo di lama sgombraneve ripartibile e € 3.000,00
orientabile. Per l’intera stagione invernale
N04 Compenso stagionale. Reperibilità e messa a disposizione
di autocarro a trazione integrale, completo di impianto € 6.000,00
spargisale da 4 mc, sgombraneve ripartibile e orientabile.
Per l’intera stagione invernale
N05 Compenso stagionale. Reperibilità e messa a disposizione
di autocarro, completo di impianto spargisale da 7mc. Per € 5.500,00
l’intera stagione invernale
N06 Compenso stagionale. Reperibilità e messa a disposizione
di autocarro a 4 assi, per trasporto neve. Per l’intera € 4.500,00
stagione invernale
N07 Compenso stagionale. Reperibilità e messa a disposizione
di trattore, completo di lama sgombraneve ripartibile e € 2.500,00
orientabile fornita da ASPES. Per l’intera stagione
invernale

Per quanto riguarda l’elenco prezzi unitario relativo al noleggio di mezzi ed attrezzature necessarie
al fine di assicurare un corretto svolgimento del servizio sgombero neve, si farà riferimento al
listino CCIAA ultimo trimestre anno precedente, capitolo B/7, eventualmente paragonando per
analogia la tipologia del mezzo effettivamente utilizzato per il servizio. Il succitato elenco prezzi è
soggetto alle seguenti tariffazioni:

− tariffa ordinaria3: corrispondente al prezzo riportato dal Listino CCIAA ultimo trimestre anno
precedente, eventualmente paragonando per analogia la tipologia del mezzo effettivamente
utilizzato per lo svolgimento del servizio;
− tariffa pre-festiva: maggiorazione del 25% rispetto la tariffa ordinaria;
− tariffa festiva: maggiorazione del 50% rispetto la tariffa ordinaria;
− tariffa notturna4: maggiorazione del 100% rispetto la tariffa ordinaria

3
tariffa ordinaria, dalle ore 6.00 alle 22.00
4
tariffa notturna, dalle ore 22.00 alle ore 6.00 e feste comandate (Natale, Capodanno, Epifania)
Versione CONTRATTO DI SERVIZIO Pagina
03/02/2009 47 di 47
GESTIONE MANUTENTIVA DEGLI IMMOBILI, DELLE
STRADE ED ALTRI SERVIZI

ALLEGATO 5: PROCEDURE OPERATIVE PER L’ESECUZIONE DEI LAVORI EXTRA CANONE

Per ogni intervento di cui al precedente Allegato 3bis, si dovrà procedere come segue:

1. Il Comune di Seveso, tramite il Funzionario/dirigente dei Lavori Pubblici, previa autorizzazione


da parte dell’Amministrazione Comunale5, formalizzerà (via mail, fax o lettera) ad ASPES di
volta in volta gli interventi da effettuare;

2. ASPES e Comune di Seveso concordano per iscritto (via mail, fax o lettera) il “valore”
dell’intervento (a tal riguardo possono concordare specifiche misurazioni “in loco” degli
interventi da eseguire); in caso di controversie che non si risolvono entro 5 giorni lavorativi
dall’invio della richiesta di effettuazione dell’intervento, si ritiene valida la valutazione del
Comune di Seveso; ogni valutazione al riguardo deve sempre seguire il principio della
diligenza e dell’equità;

3. Su base semestrale ASPES e Comune di Seveso riconciliano le loro posizioni con riferimento
al “valore” degli interventi effettuati.

5
La formalizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale può avvenire mediante approvazione di un progetto da parte
della Giunta Comunale, o mediante comunicazione della Giunta Comunale, previo reperimento delle necessarie risorse economiche.