Sei sulla pagina 1di 1

Ammon

Il dio di Tebe era solitamente raffigurato in forma umana. Considerato assieme alla
consorte Amaunet come il dio della creazione primordiale. Fino alla 12ma dinastia
era solo una divinit� locale. Quando Tebe divenne capitale, Amon fu considerato il
"re degli dei".
Amon era una divinit� molto popolare: considerato il difensore dei poveri e
difendeva i poveri dai ricchi. Chi chiedeva il suo aiuto doveva prima confessare ad
Amen i sui peccati.
I sacerdoti di Amen erano molto influenti: quando la regina Hatshepsut volle il
loro appoggio, rese omaggio ad Amen erigendo il tempio di Deir el-Bahri in suo
onore e dichiarandosi sua figlia. Lo si vede rappresentato praticamente su tutti i
templi.
A partire dal regno di Thutmosis IV, inizio' una decadenza del dio Amon: si inizio'
ad adorare Aton, (disco solare) Con il regno di Akhenaton (il faraone "eretico") si
ha la prima forma di monoteismo della storia. Akhenaton abbanono' Tebe e fondo una
nuova capitale, Akhetaten. In seguito il culto di Amon venne ristabilito, e si
tent� in tutti i modi di distruggere il ricordo del faraone ma "l'eresia" di
Akenaton dar� i suoi frutti decine di secoli dopo.
Dopo la morte di Akhenaten, il suo successore Tutankhamon (anche se dopo Akhenaton
vi fu un breve regno di due anni di Semenkhara) riport� la capitale a Tebe e
ripristin� il culto di Amon. Cambio anche il suo nome da Tutankhaton a Tutankhamon.
La radice della parola "amen" significa: invisibile, segreto, sconosciuto.
Espressione della profonda venerazione nei suoi confronti sono gli Inni di Amon:
"Chinati davanti a te stanno gli dei, lodando la forza del creatore. Re e capo di
ogni dio, noi celebriamo la tua forza perch� tu ci hai creati. Ti veneriamo perch�
tu ci hai formati. Cantiamo inni di lode perch� tu ci protegga".