Sei sulla pagina 1di 2

CORSO DI ASTRODIAGNOSI

Introduzione

Questo corso si occuperà di astro-diagnosi e non un corso di astrologia.


Non verrà insegnata l’astrologia, perché prima di tutto non sarebbe pensabile farlo in
6 serate, in secondo luogo perché non tutta l’astrologia è necessaria per fare astro-
diagnosi, infine perché se volete studiare Astrologia vi è di meglio per approfondire
questa materia. Vi consiglio di visitare il sito www.cieloeterra.it e il corso di
Astrologia Classica che contiene.
Il presente corso è stato pensato proprio per insegnarvi quelle cose che io
personalmente ritengo indispensabili per arrivare a fare una diagnosi di un tipo
specifico. Si tratta di una diagnosi spagirica proprio perché l’astrologia può essere
uno strumento decisivo nella scelta di rimedi spagirici.
Fermo restando che l’astrologia è applicabile ad una infinità di altre cose, nemmeno
pretendo in questo corso di dare tutti gli strumenti che io stesso ritengo indispensabili
per giungere in ogni caso ad una conclusione diagnostica. Ci saranno sempre dei casi
che vi sfuggiranno e, per questa ragione, soprattutto nei primi tempi, io mi renderò
disponibile a scopo didattico a supportarvi durante le prime terapie, nelle quali
potrete essere insicuri su che rimedio scegliere o quale è la cosa da considerare in
quel preciso caso e in quel preciso momento.
Questo è un corso di astrodiagnosi spagirica nel senso che l’astrologia consente una
miriade di applicazioni diagnostiche. Per esempio, i greci, di cui noi abbiamo oggi
ancora testimonianze certe, a partire da Tolomeo utilizzano proprio l’astrologia (e in
questo caso un’astrologia la cui complessità è di molto superiore a quella che
studieremo noi in questa sede) per fare diagnosi. Un tipo di diagnosi, naturalmente,
che era utile nella medicina greca, quindi il tipo di astro-diagnosi che è appunto
chiamata iatromatematica. È una metodica astrologica che utilizzavano i greci e che
conduce alla diagnosi basata sulla teoria umorale. Conoscerete il sistema Umorale
(dei 4 umori) che conduce direttamente alla medicina Ippocratico-Galenica, che noi,
ignorantemente, affermiamo essere allopatica ma che non era affatto allopatica. La
medicina greca si basava su due precisi e differenti metodiche di intervento. Una
prima metodica che possiamo chiamare effettivamente allopatica, contraria e
biochimica (c’è caldo, raffreddo, c’è freddo riscaldo se è secco uso l’umido se è
umido uso il secco). Questa metodica si impiegava quando si riteneva di dover
scacciare dal sistema i demoni o comunque gli invasori esterni. Quindi per scacciare
l'invasore esogeno si usava il contrario. Quando invece si riteneva che una persona
era nata debole di fegato, allora si usava il simile fisiologico, si usava un rimedio che
inducesse un buon funzionamento nel fegato. Su come fossero preparati questi rimedi
dei simili presso i greci non so nulla, però so che c’era questa metodica dei simili che
evidentemente non poteva essere impiegata con rimedi che non avessero un potere
anche energetico.
Noi invece ci rivolgeremo ad una metodica prettamente spagirica che non si basa
assolutamente sulla metodica umorale, nonostante questa sia stata utilizzata da
personaggi come Raimondo Lullo, ad esempio. Se leggete i suoi libri trovate spesso
riferimenti alla teoria umorale. In realtà, invece, a noi interessa quasi esclusivamente
la questione del simile perché ci occuperemo di una metodica spagirico-alchemica la
cui tradizione è molto più remota di quella greca e che comunque, in quel filo rosso
invisibile che ci conduce dai Greci e dagli Arabi fino ai giorni nostri, è sempre
sopravvissuta. Questa metodica di cui vi parlo va chiarita e contestualizzata proprio
prima di addentrarci nelle questioni filosofiche che riguardano l’astrologia, perché
altrimenti non ci capiremmo bene.
Prima però diremo ancora che c’è una terza applicazione dell’astrologia, alla
diagnosi, ed è una applicazione che consente di utilizzare i rimedi omeopatici con
l’astrologia. Anche di ciò noi non tratteremo. Questo non toglie che per cultura se uno
di voi conosce uno di questi sistemi di indagine non guasterà, anzi, sarà favorito nelle
nostre metodiche.

Quello che è importante capire è che l’astrologia è "giudiziaria"; nell’astrologia si


traggono dei giudizi, si fa una valutazione sulla base di qualche cosa. Quando io
faccio una valutazione, la prima valutazione che faccio è sempre esatta e non può
essere contraddetta dalle valutazioni a seguire, può essere meglio precisata, meglio
contestualizzata, posso ricevere informazioni di contorno che me la possono
completare, di fatto però, per intenderci con chi già se ne intende, un pianeta in esilio
è un pianeta in esilio, in brutta posizione. Non c’è discussione su questo: sicuramente
quel raggio è debilitato, rispetto agli altri. Quando quella persona avrà dei problemi
quasi sicuramente in quella direzione è scoperta e quindi quasi sicuramente
manifesterà i suoi sintomi in tale direzione. Quindi per poco che apprendiate, quel
poco è subito applicabile, in astrologia non ci vogliono 10 anni per stabilire quale è il
pianeta messo male in un tema se ce ne è uno.
Poi adesso nel corso dell'esposizione vedremo che non c’è solo quello da considerare
ma tante altre cose.
Fino ad ora abbiamo parlato di tre precise metodiche terapeutiche, quella omeopatica,
quella spagirica e quella allopatica. Bisogna che sappiamo bene queste tre metodiche
in cosa consistono. Prima di tutto dobbiamo parlare di tre tipi di rimedio, di tre forme
di rimedio che sono differenti, che hanno caratteristiche diverse e che si adattano
proprio per le loro caratteristiche ad una di queste metodiche, non all’altra. Non si
può fare omeopatia con l’aspirina o allopatia con Lachesis 30 CH: è impossibile!