Sei sulla pagina 1di 8

I

UN COLPO AL CERCHIO
Dopo i dubbi sulla
Pellegrini, quelli su Bolt: ma
forse è amletica leggera
LONDRA
2012 OLIMPIADI
LONDRA2012
LA STAMPA

Il fiume dell’oro
Canoa rosso Ferrari Wojdan, la judoka con l’hijab
Molmenti trionfa che sfida i fondamentalisti
e ridà il sorriso all’Italia GIANNI RIOTTA
LONDRA

W
ojdan Shaherkani e Margaret Bergmann Lambert non po-
MARCO ANSALDO trebbero essere più diverse. Wojdan ha 16 anni, anche se ne
INVIATOA LONDRA dimostra di più col volto paffuto, gli occhiali e il velo che le
ricopre modesto i capelli. Margaret, vivacissima zazzera
l rosso è in Italia il colore della velocità. Nelle auto veste la bianca, non lascia immaginare l’età, 98 anni. Wojdan non

I
Ferrari. Nelle moto la Ducati. Nelle barche il kayak di Da- parla inglese, è musulmana, vive in Arabia Saudita e per lei
niele Molmenti che ieri è sceso più veloce di tutti tra le parla il padre, allenatore di judo. Margaret parla tedesco e
rapide artificiali di Lee Valley, il bacino costruito nella inglese, vive a New York col marito, 101 anni compiuti, è
campagna a nord est di Londra dove in futuro gli inglesi ebrea. I meriti sportivi di Wojdan sono mediocri, nel judo
proveranno le emozioni del rafting o lo vedranno decadere nessun titolo. Margaret è stata campionessa tedesca, in-
nell’inutilità. L’oro di Molmenti non è inatteso. A Pechino glese e americana di salto in alto dal 1931 al 1938.
l’aveva tradito l’emozione mentre andava a medaglia. La Eppure Wojdan e Margaret, la judoka musulmana del-
delusione ha nutrito per quattro anni la sua voglia di rivin- l’Arabia Saudita e la saltatrice ebrea oggi cittadina ameri-
cita al punto da investire nella preparazione olimpica quel- cana, sono legate dal destino nella storia delle Olimpiadi,
lo che aveva. Moto e guadagni. Questa volta il friulano è dell’emancipazione femminile, dei diritti, delle religioni,
stato perfetto. È partito per terz’ultimo e ha spazzato la Sport&Politica. Domani Wojdan Shaherkani, timidissima
concorrenza: ha scalzato dalla classifica il ceco e il tedesco con i giornalisti, il padre che le tiene un braccio sulle spalle
scesi prima di lui e ha costretto il polacco e lo sloveno, il coperte dall’abito tradizionale, combatterà nel judo, cate-
favorito Kauzer, a confrontarsi con un tempo mostruoso, goria 78 chili. Il suo incontro non durerà più di 5 minuti, la
fino a sbagliare. «Siamo grande» ha urlato. Voleva dire «so- ragazza non ha mai incontrato rivali forti. Né s’è qualifica-
no» perché questa è una vittoria molto personale per come ta sul tatami. Desiderando che ogni squadra avesse per la
l’ha costruita: dal modo in cui si è finanziato al progetto prima volta atlete donne, dopo una campagna di Human
della barca, che Molmenti ha disegnato nei particolari cor- Rights Watch, il Comitato olimpico ha invitato alcune
rendo persino a Maranello per studiare con i tecnici del sportive pur senza esperienza. Tra loro la debuttante
Cavallino pedivelle più resistenti e leggere. Un aiutino pre- Wojdan. I sauditi chiedono però che la ragazza competa
zioso. «Se ho scelto il rosso è anche in omaggio alla Ferrari, con il volto coperto dall’hijab, il tradizionale velo, sostenen-
oltre che alla Ducati, che spero mi faccia avere una moto do, correttamente, che non si tratta di simbolo religioso
che sostituisca quella che ho dovuto vendere», ha detto ma di modestia. Un funzionario saudita spiega: «Le atlete
Molmenti, uomo genuino, solare ma affatto timido. E’ il ter- a Londra 1948 vestivano castamente, eppure nessuno le
zo oro azzurro in cinque giorni che ci ripaga del fallimento escluse dai Giochi. Come loro le nostre», Wojdan e Sarah
di chi si è preparato per Londra senza metterci niente di Atter, che studia in America.
tasca sua. Anzi incassando. CONTINUA A PAG. VII
R

II .LA STAMPA
GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

LONDRA
2012
CANOA K1 SLALOM
L’UOMO DELLE RAPIDE

Molmenti, compleanno d’oro


MARCO ANSALDO
INVIATO A LONDRA

D
aniele Molmenti è l’Italia
del prosecco. Quella che
non si permette bollicine

“Per vincere ho venduto la moto”


costose, quella che sa co-
sa è un Cud, quella che
impegna il quinto dello stipendio per
robe concrete: l’auto, la casa, una me-
daglia d’oro alle Olimpiadi. Molmenti è
il nuovo campione olimpico di slalom,
sport che ogni 4 anni diciamo «però,
quanto è divertente» e il giorno dopo Dal soprannome Calimero al lavoro in palestra dove arriva a sollevare 270 chili
non lo cerchiamo manco alla Playsta-
tion: in sintesi la canoa sostituisce gli “Avevo una Ducati, è servita per pagarmi tre mesi di allenamento in Australia”
sci e l’acqua la neve in un percorso ar-
tificiale che imita il torrente di monta-
gna con le rapide tumultuose e i muli-
nelli traditori. Nel mondo sono un cen- FRASI
tinaio a praticarlo da professionisti
ma che siano cento o un milione per DI GIOIA
vincere devi sempre essere il più bra-
vo. Lui lo è. Ieri è caduto l’ultimo dub-
bio: ha vinto la gara più importante.

EN PLEIN
Dopo Europei e Mondiali
è arrivato il successo olimpico
«Ma in Italia mancano impianti»
Per diventare il migliore questo
friulano di Pordenone ha investito tut-
to se stesso e persino la moto cui tene- L’investimento Le fidanzate Il colpo di fulmine
va moltissimo. «Avevo una Ducati
Monster e l’ho venduta per pagarmi «Per giocarmela da protagonista «Ne avevo un po’, le ho lasciate «Da ragazzino mi portarono
tre mesi di allenamenti in Australia, al
bacino olimpico di Sydney - racconta
ho speso tutto. Adesso spero tutte per potermi concentrare su un fiume e mi fecero
Molmenti, che ha la torrenzialità nel di riuscire a migliorare il Cud» meglio sulla medaglia» provare. Lì' scattò la scintilla»
parlare -. Non si può fare sport pesan-
do sulla spalle dei genitori. Perciò la
moto, la busta paga della Forestale, i per levarsi i sassolini. L’uomo è un con- che, ma noi ci siamo». Se il canottaggio
premi, tutto è finito nel calderone per centrato di allegria. Un’eruzione di sbuf- evoca aristocratiche università inglesi,
sostenere le spese e arrivare a Londra fi, smorfie e parole. Strabuzza gli occhi, INVITO A CENA ALLA PENNETTA lo slalom è molto più informale. «Siamo
per giocarmela da protagonista: fino- mostra i bicipiti e i pettorali che allena un gruppo di amici - risponde l’azzurro
ra sono andato in pari, adesso dovrei in palestra alzando fino a 270 chili sulla La tennista: «Si può fare» allo stupore nel vedere tutti gli avversa-
migliorare il Cud». Non si illuda. Non panca, una delle ragioni per cui sconsi- 1 «Mi piace Flavia Pennetta, vorrei ri attorno a lui per complimentarsi, e
ci si arricchisce a scendere con la bar- gliamo di farsi abbracciare da un canoi- festeggiare con lei», ha detto Daniele sembrano sinceri -. Forse è perchè sia-
ca nell’aquafan: «In altri sport ci rie- sta se ci si tiene alle costole. Molmenti. «Davvero ha vinto l’oro? mo pochi e ci frequentiamo da 15 anni. O
scono e sono sempre sui giornali an- Al presidente Napolitano che l’ha Che bravo - ha commentato la tennista forse è che le ristrettezze creano i lega-
che quando dovrebbero pensare ad al- chiamato per complimentarsi ha detto: -. Abbiamo passato la settimana insie- mi più forti. Quando andiamo ad alle-
lenarsi. Noi sui giornali non ci siamo ««Questa medaglia è dedicata a tutti i me a fare la terapia Tecar, si chiacchiera- narci lontano, in Cina o in Australia, af-
mai e per questo ci alleniamo di più» giovani come me, negli ultimi giorni sui va. Se andrò a cena con lui? Perché no, è fittiamo un appartamento in quattro o
dice ma senza rabbia. Non è il giorno giornali sono uscite cose poco simpati- simpatico, ed è anche un bel ragazzo». cinque per limitare le spese: si convive».
R

LA STAMPA
GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012 . III

Regalo
Daniele Molmenti
ha compiuto ieri
Nuoto, nella 4x200
Pellegrinieleragazzesettime
28 anni. A Pechi-
no 2008 aveva
chiuso al decimo
posto. Due anni

Bastapertornareasorridere
dopo ai Mondiali
di Lubiana (Slove-
nia) si era rifatto
vincendo l’oro
individuale
e il bronzo
a squadre GIULIA ZONCA dono trionfali in 7’42”92 davanti a Rimonta
INVIATA A LONDRA Australia e Francia. Lontano da noi Federica
che giocavamo un’altra partita. La Pellegrini viene

9
Chili
D iletta Carli saltella, Alice
Mizzau sorride, Alice Nesti
canticchia, sorpresa l’Italia è
ancora capace di divertirsi. Le ragaz-
ze della 4x200 danno il meglio al
coreografia azzurra è perfetta, il ri-
sultato meno, però con l’Italia a pezzi
ripescare un minimo di buon umore
e prospettiva vale più del piazzamen-
to: «Siamo creative, per il resto cre-
affettuosamente
ringraziata da
Alice Nesti
Il suo rush ha
evitato l’ultimo
Il peso dell’im- mattino in qualificazione, alla sera sceremo». Esiste per lo meno un do- posto. Alice
barcazione in sono cotte e si piazzano settime ma mani. Mizzau osserva.
fibra di carbonio l’obiettivo era entrare in finale: visto Mizzau in qualifica piazza il perso-
progettata da il momento di depressione ci si ac- nale e nel bel mezzo della litania sia-
Molmenti e co- contenta della boccata di vivacità. moarrivatiquifuorifase dà esuberan-
struita in Porto- ti garanzie per la finale «ne ho tanta,


gallo (gli stessi ne ho ancora tanta», troppo slancio dormito serenamente, non sono
DOPO LE POLEMICHE
cantieri che co- visto il parziale di qualche ora dopo, traumatizzata» solo che fino a mar-
struirono la barca Magnini si cancella da twitter però la sparata alza la cappa di pessi- tedì i podi sembravano impossibili
di Antonio Rossi) «I social network mismo e fastidio caduta sul movi- causa fisico stanco e testa provata da
sono pieni di gente cattiva» mento. Nel giorno in cui Filippo Ma- 10 anni ai massimi livelli mentre 24
gnini abbandona twitter «i social posto ore dopo la versione cambia: «No, al
Dietro le quinte invece si prendo- network sono pieni di gente cattiva» primo posto non si arrivava, le meda-
A Roma nel 2009 con 7’46”57
2000 Euro
no in giro: «Ci siamo stremate al
mattino», «Parla per te». Federica
Pellegrini dà il consiglio di ingresso:
e lo sprinter Orsi (in gara oggi nei 50
sl) si rattrista per «la nazionale cu-
pa», questa staffetta prova almeno a
fu stabilito il record italiano
della 4 x 200
glie mi sa si potevano prendere, pur-
troppo abbiamo steccato la forma».
Sempre più complicato, nel blob del-
«Non guardate in alto, qualsiasi cosa costruire. Diletta, la più giovane del- le spiegazioni si perde il senso della
Il costo della succeda, fissate la corsia», poi c’è il la squadra, regala uno sguardo da sconfitta e trovare un filo è inutile:
canoa, che inclu- gingle del Re Leone testato agli Eu- adolescente: «Cavoli, non mi sono «Basta chiedermi se dovevo restare
dendo la proget- ropei di Debrecen dove le ragazze neanche emozionata quando sono con Lucas, non cambiare o chissà.
tazione raggiun- hanno vinto l’oro e imparato a stare arrivata al bordo vasca tra luci e urli, della svolta da chioccia che garegge- Sono felice delle mie scelte e quando
ge i 20 mila euro insieme in acqua e fuori. Per l’uscita sono fiera di me». In assenza di me- rà anche in staffetta mista: «Peccato si sbaglia si sbaglia tutti, noi siamo i
La Ferrari ha londinese c’è pure un extra nello daglie è una botta di energia. che noi non avessimo cambi perché front man, dietro ogni risultato posi-
collaborato nella show, un mini balletto con mosse La sorellanza disintossica anche siamo qui in 4, forse meglio così, han- tivo o negativo però c’è una squadra
ideazione di un break dance, molto spavalde consi- Federica Pellegrini, pronta a un anno no tutti tirato al mattino e potevamo di allenatori e dirigenti». Purché
sistema più leg- derate le avversarie fameliche in at- di ospitate tv e reality però felice di restare fuori». Il tonfo olimpico non qualcuno capisca gli errori e si ripar-
gero di pedivelle tesa di tempi strepitosi, gli Usa chiu- guidare il gruppo, tanto contenta sembra aver lasciato strascichi: «Ho ta da questi sorrisi.

E le donne? «Avevo un po’ di fidanzate e


le ho lasciate tutte per dedicarmi alla
medaglia». Un po’ bluffa e un po’ no. Da-
niele è piccoletto, tarchiatissimo, scuro
di pelle e di pelo. Per questo si inventa-
Vince i 100 sl, la gara regina
Adrian,pescesiluro
rono il soprannome Calimero. «Da ra-
gazzino - prosegue - mi portarono su un
fiume a Cordenons e mi fecero provare:
scattò la scintilla. Oggi sui fiumi si va po-
chissimo, qualche volta in Francia a

chemetted’accordo
Bourg-en-Bresse, ma bisogna modifica-
re il tracciato, spostare le pietre e poi c’è
sempre meno acqua: i bacini artificiali
invece sono più regolari». Dice che in
Italia gli amministratori e gli imprendi-

StatiUnitieCina
tori sono miopi. «E poi dicono che biso-
gna incrementare il turismo. Un im-
pianto del genere lo sfrutti per gli alle-
namenti e ne fai un’attrazione per tutti:
si può fare rafting anche con i bambini
perché non c’è pericolo, pensi che per
divertirci, dopo gli allenamenti, ci but-
tiamo sul percorso a nuoto. Al Sud, con GUIDO BOFFO
il bel tempo, sarebbe perfetto costruir-
ne uno. Ma non credo che lo faranno».
Lui ha altri progetti. Con i 140 mila
euro del premio vorrebbe acquistare
L 2 INVIATO A LONDRA

a guerra fredda del nuoto tra Stati


Uniti e Cina ha forse trovato una so-
luzione. Il re dei 100 metri stile libe- Record
PROGETTI ro, la gara per definizione, è un ragazzo-
ne californiano alto 201 centimetri per
mondiali
Con i 140 mila euro del premio 102 chili con gli occhi a mandorla. La Nei 200 rana: Daniel Gyurta
comprerà un vigneto: « Un mio madre di Nathan Adrian è nata infatti a (Ung) 2’07’’28 (precedente
antenato inventò il Chiaretto» Hong Kong. «Cavolo ce l’ho fatta, ecco 2’07’’31); Rebecca Soni (Usa)
cosa ho pensato». Come se vincere le 2’20’’00 (2’20’’12)
del terreno in Friuli e coltivarlo a vite. Olimpiadi - riportando gli Usa sul tetto Nathan Adrian, 23 anni, americano, 2,01 per oltre cento kg
«Il fratello di un mio bisnonno è stato olimpico dei 100 dopo 24 anni - fosse un
l’inventore del Chiaretto. Certo, mi pia- esame superato all’Università di Berke-
cerebbe anche ricomprarmi la moto: è ley, dove lui è iscritto, facoltà di medici- no. Ieri ha fermato il cronometro a mezzo cinese. il nuovo american hero. Cogli l’attimo,
una mia passione, nel 2007 ho rischiato na. Diventerà un dottore e tornerà a ca- 47’’52. E visto che tre indizi fanno una Phelps e Lochte hanno seguito l’im- sembrano suggerirgli i compagni. L’at-
la pelle volando in un burrone profondo sa, a Bremerton. Non prima di aver ro- prova, alla fine nessuno si è stupito presa di Adrian dalla Camera di chia- timo sfuggito a Magnussen per un cen-
sette metri che chi l’ha visto si chiede vinato la festa al grande favorito dei troppo che a ricevere la medaglia d’oro mata, in tv. «Siamo impazziti dalla gio- tesimo e all’Australia, che non vince un
come faccia a essere ancora qui. Il mio 100, l’australiano James Magnussen, dal mostro sacro Alexander Popov ci ia», racconta il fenomeno, sfruttando la oro olimpico nei 100 metri dal 1968, Cit-
angelo personale fece il primo miracolo: campione del mondo in carica, il più ve- fosse lui, mister California. Ventiquat- finale dei 100 metri per lanciare un tà del Messico: l’ultimo a riportare la
riuscii a guarire in tempo per le Olimpi- loce di tutti nell’era tro ore prima, più o meno messaggio al mondo: «Abbiamo avuto patria del nuoto in cima al podio fu Mi-
adi di Pechino, e avrei potuto vincerle se post-costumoni, au- USA D’ORO DOPO 24 ANNI alla stessa ora della sera una grande settimana. Nella riunione chael Vincent Wenden. L’attimo che
fossi stato un po’ più freddo e maturo. straliano nato sul- Il re dello sprint londinese, il compagno di tecnica ci siamo detti che siamo soltan- Cielo ha perso per sempre, tenendosi
Sentii che stavo scendendo con un tem- l’Oceano, insomma il squadra Michael Phelps to a metà percorso e che è ora di pren- però i fischi ogni volta che entra in pi-
po da medaglia e mi distrassi: uno sba- prototipo del nuotato- ha la mamma nata incassava la medaglia nu- dere velocità». Lochte parla di un scina per la nota vicenda del doping-
glio fatale». A Londra è stato perfetto. re ideale. a Hong Kong mero 19, quella che ne ha «grandissimo finale, siamo contenti per non doping e un record del mondo
«Da 4 anni qualcosa mi rodeva dentro. Adrian non era arri- fatto l’atleta più titolato lui». E il gioco di squadra sembra final- (46”91) realizzato in piena epoca costu-
Ora è passata. Ho vinto l’oro nel giorno vato a Londra con le stesse credenziali. delle Olimpiadi. Ma nessuno appassi- mente funzionare, non è più l’Olimpia- moni. L’attimo dimenticato da Agnel, il
in cui ho compiuto 28 anni, di solito non Le ha conquistate in acqua, con una fra- sce più all’ombra del cannibale, dispen- de dello one-man-show, come quattro francesino super nei 200 e della 4X100,
festeggio i compleanni per sentirmi zione nella staffetta 4X100 per la prima satore di consigli e pacche sulle spalle, anni fa, dentro il nuoto a stelle e strisce stavolta staccato da Nathan Adrian,
sempre giovane ma stavolta è diverso». volta nella sua carriera sotto i 48 secon- pigmalione di una nazionale che con- si respira una ventata di democrazia. l’uomo che in piscina mette d’accordo
Che sia festa. «Mi faccio di prosecco». E di e una semifinale in 47.97, secondo mi- tende alla Cina lo strapotere in piscina. «Mi godo il momento, non ero così Stati Uniti e Cina. E questa forse è la
chi ne dubitava? glior tempo proprio dietro all’australia- E lo fa con ogni mezzo, persino con un convinto di farcela a metà gara», spiega vera impresa.
IV .LA STAMPA
GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

LONDRA
2012
BOXE
SPERANZE AZZURRE

ANDREA MALAGUTI
Mirko e Vincenzo preservativi perché mi piacciono le sca-
toline con i cinque cerchi. Li regalo agli

la vita è come un ring


CORRISPONDENTE DA LONDRA
amici». A lui di Pechino è rimasta nella
he cos’è la cazzimma? testa la sconfitta contro il cubano Ugas.

C «Non te lo voglio dire. Ec-


co cos’è la cazzimma».
Giusto. E a questo punto,
se sei di Marcianise, un
posto che sta alla boxe come la Silicon
Valley sta ai computer, ti prendi una
pausa da bullo e la fai seguire da una
“Abbiamo la cazzimma”
Gli si è piantata alla radice del cervello.
E in queste ore spinge come il bisturi di
un chirurgo. Erano gli ottavi. «Stavolta
non mi faccio fregare dal clima del vil-
laggio. Sul ring la testa conta quanto il
corpo». E come sta la tua testa? «Alla
grande. Mi sento imbattibile. Vediamo
risata da cinema. «Noi siamo così. se ho ragione». E’ un ragazzo adulto che
Siamo nati con la furbizia addosso». X
Factor da palestra. Una sorta di po-
Via all’avventura di Valentino e Mangiacapre, ragazzi di Marcianise si porta addosso una gran tenacia, il
senso di tutti i limiti che ha dovuto su-
zione magica perare. Questa è la
campana. Biso- Rivincita sua ultima Olimpi-
gna finirci den-
tro da piccoli.
Vincenzo
Mangiacapre
Avanza Russo, l’avversario da forfait ade. Non vuole
chiudere la carrie-
«Non è una cosa
da malavita.
tira
dopodomani
Cammarelle:«Diventoinvisibileesaràoro» ra da dilettante.
Lui e Russo, che
Ma, insomma, contro 1 «Per vincere queste Olimpiadi bisogna che diventi in- praticamente è un
devi avere respi- l’ungherese visibile». Roberto Cammarelle, oro a Pechino, ha appena suo vicino di casa,
rato l’aria di cer- Gyula Kate finito il match contro Ytalo Perea. Buon pugile. Forte. Gros- hanno firmato un
ti quartieri». E che due anni fa so. Rapido. Ma Camarelle l’ha demolito. Anche se per i giu- contratto di cin-
poi a Marcianise lo ha battuto dici ha fatto fatica: 18 a 10, dopo tre round a senso unico e que anni con la
la regola è ugua- Perea contato due volte. «Mi ha fatto sudare un po’ alla APB. Professioni-
le per tutti: o fine. Gli ho risposto. Volevo dare spettacolo. A lui bastava sti. Il grande salto.
passi dalla pale- sfiorarmi per fare punti. Per questo dico che devo diventa- Più soldi. Più fati-
stra o non sei un re invisibile». Più facile il passaggio al secondo turno per ca. Pugni veri. Un
uomo. Semplice. Clemente Russo. Tumba Silva, il suo avversario angolano, destino che cerca
Villaggio non si è presentato al peso. Squalificato. [A.MALA.] anche Mangiaca-
Olimpico, piaz- pre. «Tra i dilet-
zetta della zona tanti basta un toc-
internazionale, co che ti segnano un punto». Roba trop-
Mirko Valentino, 60 chili, campione po tenera per i loro denti. Solo Camma-
del mondo nel 2009 e Vincenzo Man- relle, il massimo che a Londra vuole ri-
giacapre, 64 chili, la Grande Speranza petere l’oro cinese, resterà inchiodato
di questa spedizione azzurra, si ap- alle tre riprese. «Roberto è un campio-
poggiano molli sulle sedie. Non osser- ne. Ha il fisico. Ha i colpi. Ma non è fatto
vano. Studiano. Le parole, il tono, i ge- 23
tatuaggi
per i professionisti». Perché? «Gli man-
ca la cazzimma». Ovvio.
CONTRO I LUOGHI COMUNI Mirko si è colorato le unghie di bian-
per Mirko Valen- co rosso e verde. E si è fatto tatuare an-
«Siamo pugili, ma se non lo tino sul ring oggi che una bandiera italiana. «Sono orgo-
fossimo non saremmo criminali Il più importante glioso del mio Paese. Ma di tatuaggi ne
Ognuno fa le sue scelte» (pettorale destro) ho 23». Quelli importanti sono due. Il
è una frase di Alì: primo è una frase di Alì: «Volo come una
sti. Un’abitudine da strada prima an- «Volo come una farfalla, pungo come un’ape». Il suo sti-
cora che da ring. Controllo ambienta- farfalla, pungo le. Il secondo è un rap di J-Ax: «Ci sono
le. Hanno facce da duri in bianco e ne- come un’ape» certe sere che sono più dure, dove serve
ro e se ne fregano se quando si parla bere e via le paure. E dentro ci si sente
del loro paese la prima parola che si piccoli per sempre». La sua vita. Si gira
dice è pugilato e la seconda è camor- verso Mangiacapre. «Facci attenzione
ra. «Siamo pugili. Ma se non lo fossi- all’euforia olimpica». La Grande Spe-
mo non saremmo criminali. Ognuno ranza stira un sorriso sicuro. «A me
fa le sue scelte». Sarebbe bello. non mi distrae niente».
Valentino sale sul ring oggi, contro Quando aveva nove anni Vincenzo
il britannico Josh Taylor, uno che gio- Mangiacapre era alto un metro e qua-
ca in casa e mena pesante. Mangiaca- ranta e pesava sessantacinque chili.
pre, che è la controfigura sputata di Una botte. «A Marcianise c’era la pale-
De Niro ventenne, tira dopodomani stra. Ci andai. Dopo tre mesi ero inna-
contro l’ungherese Gyula Kate. «Due morato di questo mondo». E quel mon-
anni fa mi ha battuto. Ma non è più do era innamorato di lui. Talento natu-
forte di me». Chi è più forte di te? rale. «Vedo arrivare i pugni in anticipo.
«Nessuno». E ho un gran movimento di tronco».
Ragazze bellissime con la tuta del- Meni forte? «Adesso sì». Grasso. A
l’Olanda attraversano la piazza. Die- guardarlo ora sembra impossibile.
tro di loro le nigeriane. Fisici scolpiti. «Mia madre aveva paura del pugilato.
Il trionfo dell’estetica unita alla forza. Le dicevo: vado a giocare a pallone. Tor-
Un concentrato di energia che fa gira- navo con un occhio nero». Lei faceva fin-
re la testa. Il comitato olimpico ha di- ta di non capire. Meglio le regole dei pu-
stribuito centocinquantamila preser- gni che le risse da strada. Ora, quando
vativi. «Il villaggio è fatto così. Ma la sale sul ring, Vincenzo svuota la testa.
storia del sesso è una leggenda. Una Per non sentire la paura. Si chiude nel
calciatrice americana ha raccontato suo mondo e picchia. Non importa
che a Pechino ha visto gente fare roba chi sia davanti. È il profumo della sua
in mezzo al prato. Io no. Io compro i terra che gli ha insegnato come si fa.

ha chiamato mentre stavo avviandomi


La nuotatrice Usa Purdue ha rifiutato un invito a cena alla cerimonia di premiazione. Però gli
ho detto che l’avrei richiamato appena

E LeBron James prese un due di picche fosse finita». Il barone tennista Gott-
fried von Cramm nel ‘37 fece ritardare
l’inizio di una finale di Wimbledon per
rispondere a Hitler, ma fortunata-
STEFANO SEMERARO vinto la prima medaglia olimpica nel mente in democrazia si può anche far
LONDRA
judo per la Colombia (bronzo nella ca- Deluso aspettare il potente di turno. Oppure,
e la ricordiamo tutti Marilyn tegoria sotto i 70 chilogrammi), ha de- a scelta, dire no al cestista più famoso

C
LeBron James.
Monroe, inguainata nel famo- ciso di impugnare la cornetta e com- stella del Dream del mondo, LeBron James. A rifiutare
so e supersexy vestito rosa porre il numero della sua atleta per Team Usa credeva un invito a cena dalla stella di Miami, a
carne, che davanti al microfono can- congratularsi. Non gli è andata però di aver vita facile Londra con il Dream Team Usa, mer-
tava languida e gattosa «happy bir- benissimo. Dall’altra parte infatti si è invitando la coledì scorso, è stata - a stare a quello
thday, mister president» per il suo sentito rispondere «sorry, mister Pre- nuotatrice che la stessa interessata ha postato su
John Fitzgerald Kennedy. Altri tem- sident», e poi un imbarazzante click Lauren Purdue Twitter - la nuotatrice americana
pi, altre discipline. E soprattutto al- ha messo fine alla conversazione. Mo- Lei gli ha risposto Lauren Purdue. «Mi ha chiesto, vuoi
tri presidenti, probabilmente meno tivo: la Alvear era troppo occupata negativamente e venire a cena con me al ristorante del
carismatici: stiamo parlando di Juan per fare due chiacchiere con il Capo poi l’ha postato Villaggio?», ha spiegato. «Ma gli ho ri-
Manuel Santos – JMS se preferite - il (dello Stato). «Non potevo proprio su Twitter sposto che non potevo perché al vil-
Presidente della Colombia, che dopo parlargli – ha spiegato Yuri, metà fra il laggio c’è il coprifuoco». Forse è una
aver appreso che Yuri Santos aveva divertito e l’imbarazzato – perché mi tifosa dei Cleveland Cavaliers.
LA STAMPA
GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012 . V
LONDRA
2012
TRADIZIONE E SUCCESSI
LA GRAN BRETAGNA ROMPE IL GHIACCIO

Eton, culla del canottaggio


Eton Boat
club
Fondato
nel 1840
detiene
ancora

Gli inglesi trovano l’oro perfetto il record


del maggior
numero
di iscritti

La prima vittoria nel bacino del college dove nacque lo sport del remo
VITTORIO SABADIN maniere e di club esclusivi, che anco- principi William e Henry, forse per non Ma il canottaggio britannico ha nel doppio femminile il primo oro della
LONDRA ra conserva. rischiare, hanno fatto fare una impec- smesso da tempo di essere una espres- Gran Bretagna a queste Olimpiadi.
E quando si tratta di regole e buone cabile incisione da un professionista. sione delle sue scuole più esclusive. Stanning è una soldatessa della Royal

Q
uando Carlo II tornò a maniere, per l’Inghilterra l’Eton Colle- Buona parte del museo del college è Oxford e Cambridge, per la loro massa- Artillery che ha servito in Afghanistan
Londra per reclamare ge è ancora il punto di riferimento. Nel- dedicata agli albori del canottaggio, con i crante sfida di 6,8 chilometri ingaggia- e tornerà al suo reparto in settembre;
il trono nel maggio del la scuola, non c’è un centimetro qua- cappelli di paglia ornati di fiori che i ra- no ormai ex olimpionici stranieri, e la Glover ha cominciato a remare solo nel
1660, c’era un solo pon- drato di legno delle pareti o delle porte gazzi portavano (e ancora portano) il 4 di leggenda vivente Steve Redgrave, che 2008, dopo essere stata scelta all’inter-
te sul Tamigi. Se si vo- che non abbia inciso in caratteri maiu- luglio per onorare il compleanno del loro ha vinto l’oro in cinque consecutive no di un programma finanziato da una
leva attraversare il fiu- scoli un nome degli studenti dell’alta grande protettore, Giorgio III, e il lungo Olimpiadi, non ha imparato a remare in lotteria nazionale per cercare nuovi ta-
me altrove, risalirlo o scenderlo, biso- società che l’hanno frequentata e che elenco dei campioni olimpici che si sono un college o in una università. Come lenti nel volley e nel canottaggio. Ieri ha
gnava noleggiare una barca e un re- da generazioni formano la classe diri- formati all’Eton Boat Club. Sempre tan- Heather Stanning e Helen Glover, che ricordato che c’erano più di 4000 can-
matore. Ce n’erano 10.000 sempre in gente del Paese. L’unico che incise il suo ti, ma sempre meno nel corso degli anni ieri a Eton Dorney hanno conquistato didati con lei e che a un certo punto ha
attesa sulle banchine, ed era più facile cognome in minuscolo, il poeta Percy perché, spiegano al college, all’inizio del sentito una voce che diceva: pensate,
trovarne uno allora che un taxi oggi. Bysshe Shelley, sperimentò per questo 900 i ragazzi praticavano solo cricket e tra noi c’è qualcuno che vincerà una
Quando due inglesi stanno per fare una delle dure punizioni del tempo. I canottaggio, e ora la scelta è più vasta. medaglia alle Olimpiadi di Londra.
una stessa cosa che richieda un mini-
mo di impegno e di abilità, ci scappa
spesso una scommessa. Fu proprio ai
tempi di Carlo II che i gentlemen co-
minciarono a puntare sulla propria
imbarcazione contro quella di un al-
tro mentre attraversavano il fiume.
Fu allora che cominciarono a essere
ingaggiati i migliori «waterman», che
le gare divennero sempre più combat-
tute e che nacque il canottaggio.
Il bacino di Eton Dorney, sul quale
si disputano le competizioni di Lon-
dra 2012, appartiene all’Eton College,
che può essere raggiunto a piedi con I cappelli degli studenti per il 4 luglio
una bella passeggiata lungo il Tamigi Cappelli dell’epoca vittoriana, ornati di fiori di campo,
che termina ai piedi del castello di che gli studenti di Eton portavano (e portano) in barca
Windsor. Gli allievi della scuola più ogni 4 luglio per festeggiare il compleanno di Giorgio III

LA COPPIA VINCITRICE
Ma qualcosa è cambiato:
Stanning è una soldatessa,
Glover arriva da una lotteria
esclusiva del mondo sono stati i primi,
nel 1760, a passare un po’ di tempo li-
bero sul fiume, lasciandosi portare
dalla corrente all’andata e gareggian-
do fra di loro al ritorno. Ma niente che
divertisse troppo i ragazzi era am-
messo all’epoca, e solo decine di anni Il poeta Shelley e i caratteri minuscoli
dopo, nel 1829, la squadra di Eton fu Il poeta Percy Bysshe Shelley violò le regole di Eton
autorizzata dalle autorità del college incidendo il suo nome su una parete in caratteri minu-
a sfidare la scuola di Westminster. scoli invece che maiuscoli e fu punito per questo
Il fair play britannico nello sport è
un’abitudine recente. All’inizio del-
l’800 quello che il pubblico apprez-
zava di più nelle competizioni erano
botte e sangue, e quando in città fu-
rono aboliti i combattimenti di galli
e di orsi, migliaia di persone andava-
no ad assistere alle prime regate di
professionisti, dove si potevano am-
mirare scontri fra barche, remi
spaccati sulla testa degli avversari e
gare di lotta libera in acqua. Era ora
che i rudi uomini del mestiere la-
sciassero il posto ai gentlemen, che Il ricordo dei principi William e Henry
avrebbero stabilito un po’ di regole, I nomi dei principi di Galles William e Henry sono stati
dando al canottaggio quella caratte- incisi su una porta del College. William è ricordato come Le regine del remo
ristica amatoriale, fatta di buone un ottimo scolaro, Henry non ha lasciato buoni ricordi Helen Glover (a destra) e Heather Stanning festeggiano dopo aver vinto l’oro

Flash da Londra

Pennetta-Schiavone fuori Wiggins nessuno come lui Setterosa ancora ko Volley donne, Italia-Gb 3-0 Ginnastica, italiani lontani Doping, uzbeka esclusa
1 Doppio ko per Flavia Pennet- 1 Colpisce anche a cronometro 1 Seconda sconfitta per il Set- 1 L’Italia femminile infila la 1 Il giapponese Kohei Uchi- 1 Esclusa dai Giochi l’uzbeka
ta, fuori in singolo con la Kvitova il team inglese di ciclismo. Brad- terosa di pallanuoto a Londra terza (e finora più agevole) vitto- mura, già re di Pechino 2008, ha Luiza Galiulina. Anche le controa-
(6-3, 6-0) ed eliminata in doppio ley Wiggins primo e Chris Froome 2012. L’Italia è stata battuta 7-4 ria per 3-0 (27-25, 25-12, 25-12) vinto l’oro nella ginnastica arti- nalisi (fatte il 25 luglio) del test an-
con Francesca Schiavone dalle secondo, tra i due si è inserito il dalla Russia in una partita del contro la Gran Bretagna e resta in stica individuale All-Around tidoping hanno dato esito positi-
taiwanesi Chia-Jung Chuang e campione del mondo Martin. Wig- gruppo B. Domani alle 19.20 af- testa alla classifica del girone alla (92.690 pt). Argento a Marcel vo al furosemide, un diuretico che
Su-Wei Hsieh per 6-7 (3-7), 7-5, gins, ha già conquistato 7 meda- fronteranno la Gran Bretagna. Il pari con la Russia. Domani c’è l’Al- Nguyen (Ger), bronzo a Danell viene utilizzato dagli atleti perché
6-4. Ai quarti Serena Williams, glie tra cui 4 ori in passate Olimpia- ct Fabio Conti non è allarmato: geria, lunedì prossimo il primo Leyva (Usa). Gli italiani: Enrico permette di perdere peso molto
avanti Federer e Djokovic. di. Nessun inglese ha fatto meglio. «Il gioco c’è, possiamo farcela». test significativo con la Russia. Pozzo è 18° e Paolo Ottavi 22°. rapidamente.
VI .LA STAMPA
GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012

LONDRA eeee
e
2012 44
BADMINTON Le medaglie
della zona euro
PARTITE FARSA, FUORI LE CAMPIONESSE 13 medaglie d’oro
17 medaglie d’argento
14 medaglie di bronzo

“Biscotto” in salsa orientale Triplo flop nel tiro con l’arco


CANOTTAGGIO

4 coppie espulse dai Giochi


2 senza U, semifinale: 2° posto per Carboncini-Mornati, pro- HOCKEY SU PRATO
mossi in finale. 9,30-23,45 (D)
4 di coppia U, semifinale: 6° posto per Stefanini-Fossi-Fratti- BADMINTON
ni-Raineri, eliminati.
10,00-21,00 (U, D)
NUOTO
ROBERTO CONDIO tra connazionali prima di 200 dorso U, batterie: Ranfagni 19°, eliminato. BEACH VOLLEY
INVIATO A LONDRA un’eventuale finale, insomma. Ne 200 rana D, batterie: Boggiatto 22a, eliminata. 10,00-00,50 (U, D)
sono venute fuori due partite far- 200 misti U, batterie: Turrini 20°, eliminato. Lupo-Nicolai vs. Emanuel-Alison (Bra)

G
li europei, che nel sa, con gli arbitri a tirar fuori in- PALLANUOTO Cicolari-Menegatti vs. Lessard-Martin (Fra)
badminton di me- vano cartellini e con il pubblico a Eliminatorie D: Russia-Italia 7-4 (Italia eliminata). PALLACANESTRO
daglie ne pigliano fischiare e ululare. «Comporta- PALLAVOLO 10,00-01,00 (U)
pochine, sono tut- mento deprimente e inaccettabi- Torneo D: Italia-Gran Bretagna 3-0.
SCHERMA
ti d’accordo: «Nel le», lo ha subito definito Seba- PUGILATO
nostro sport gli asiatici con- stian Coe, grande capo di Londra 56 Kg, ottavi: Parrinello (Ita) eliminato da Campbell (Gbr). 10,00-17,30 (D)
trollano tutto. Specie la Cina. 2012. Il tecnico coreano Sung 91 Kg, ottavi: Russo (Ita) accede ai quarti perché l’avversario Fioretto a squadre Di Francisca-Errigo-Vezzali-Salvatori
Fanno quel che gli pare». Que- Han-Kook ha ammesso che le Silva (Ang) non si è presentato alla prova del peso ed è stato TIRO A VOLO
sta volta, però, hanno esagera- sue due coppie hanno giocato per eliminato. 10,00-16,55 (U) Di Spigno, D’Aniello
to. Martedì sera, nell’ultimo perdere dicendo, come il bimbo +91 Kg, ottavi: Cammarelle (Ita) batte Perea Castillo (Ecu),
TIRO CON L’ARCO
turno dei gironi del doppio che ha fatto una marachella, accede ai quarti.
femminile, hanno confezionato «che hanno cominciato prima gli TIRO CON L’ARCO 10,00-11,45 (D) Leonetti vs. Tan (Tpe)
due bei «biscotti» pensando di Le cinesi Yu e Wang, espulse altri». Ovvero i cinesi. Imbaraz- Individuale U, primo turno: Yu-Cheng Chen (TPE)-Nespoli CANOTTAGGIO
farla ancora franca. Ma erano zante. Come la scusa di Yu Yang, (Ita) 6-2 (Nespoli eliminato). 10,30-14,10 (U, D)
in mondovisione, erano alle troppo furbi sono i migliori al oro olimpico nel 2008 nella sua Individuale D, primo turno: Choi (Kor)-Tomasi (Ita) 6-5 (To- Quattro senza Danesin-Caianello-Miani-Goretti
Olimpiadi, con una Wembley mondo. Escono indegnamente Pechino: «Perché avremmo do- masi eliminata). Quattro senza Venier-Paonessa-Agamennoni-Capelli
Arena piena di spettatori che si una coppia cinese (le campiones- vuto sprecare energie?». Morale: Individuale D, sedicesimi: Perova (Rus)-Valeeva (Ita) 6-2 (Va- Doppio Luini-Ruta
Due di coppia Sartori-Battisti
sono incavolati a vedere tutti se mondiali in carica Wang Xiaoli 8 atlete punite assieme. Mai suc- leeva eliminata).
quei servizi tirati in rete appo- e Yu Yang), due sudcoreane e cesso ai Giochi. A perdere appo- TENNIS JUDO
sta, tutti quei punti regalati per un’indonesiana. Tre nazioni che sta, invece, erano già stati nel Singolo D, ottavi: Kvitova (Cze)-Pennetta (Ita) 6-3, 6-0 (elimi- 10,30-13,30 (U, D)
evitare scontri fratricidi nel- insieme hanno vinto 23 ori su 24 e 2004 i brasiliani del volley. Sem- nata). Doppio D, ottavi: Chuang/Hsieh (Tai)-Pennetta/Schia- PALLAMANO
l’eliminazione diretta. 65 medaglie su 76 di uno sport pre per poi trovare un tabellone vone (Ita) 6-7, 7-5, 6-4 (eliminate). Misto, primo turno: Ray-
10,30-23,45 (U)
Così, la federazione interna- olimpico solo dal 1992. più comodo. Non la fecero così mond/Brian (Usa)-Seppi/Errani (Ita) 7-5, 6-3 (eliminati);
zionale dello sport del volano La botta di ieri sarà dura da di- sporca e nessuno potè punirli. Bracciali/Vinci (Ita)-Arvidsson/Lindsted 6-3, 4-6, 10-8 (quali- PALLAVOLO
s’è finalmente fatta sentire. Ha gerire. Le 4 coppie erano già qua- Ma, da Pechino in poi, nei quarti ficati al secondo turno). 10,30-00,30 (U) Italia - Gran Bretagna (22,00)
picchiato duro. Ha squalificato lificate ai quarti ma tanto le cine- del volley sono fissi solo gli incro- VELA NUOTO
dal torneo le 4 coppie coinvolte. si quanto le coreane avevano in- ci tra primi e quarti. Secondi e RS-X U (dopo 4 regate): Esposito 33°. RS-X D (4): Sensini 11a.
11,00-13,10 (U, D)
Uno scandalo clamoroso per il teresse a entrare nel tabellone terzi vengono abbinati per sor- 49er U (6) Angilella-Sibello 15°. Laser Radial D (6): Clapcich Batterie 50 stile libero U Orsi, Dotto
mondo del badminton. Perché i dalla parte giusta. Non sfidarsi teggio. Barare non ha più senso. 15a. Laser U (6): Regolo 29°. Batterie 100 farfalla U Rivolta
Batterie 200 dorso D Filippi
PALLANUOTO
IL MEDAGLIERE 11,00-22,00 (U) Italia - Croazia (19,40)
I RISULTATI TOTALE
DEGLI TENNIS TAVOLO
ORO
RO A
ARGENTO
T
TO BRONZO
ZO
ITALIANI ORO ARGENTO BRONZO
11,00-13,00 (U)
1 Cina 17 9 4 30 SPORT EQUESTRI
CANOA 2 Stati Uniti 12 8 9 29 12,00-16,30 (U, D) Dressage Individuale Truppa
Slalom K1 Molmenti Hradilek Aigner
(U) 3 Corea del Sud 6 2 4 12 TENNIS
(ITA) (CZE) (GER)
13,00-21,00 (U, D)
CANOTTAGGIO 4 Francia 5 3 5 13
Due senza Glover-Stanning Hornsey-Tait Haigh-Scown VELA
(D) (GBR) (AUS) (NZL) 5 Corea del Nord 4 0 1 5 13,00-19,00 (U, D)
Quattro di coppia 6 Germania 3 8 2 13 Zandonà-Zucchetti, Angilella-Sibello,
(D) UCRAINA GERMANIA STATI UNITI Baldassari, Sensini, Esposito
7 ITALIA 3 4 2 9
Otto con GRAN PUGILATO
(U) GERMANIA CANADA BRETAGNA 8 Kazakhistan 3 0 0 3 14,30-23,30 (U) Valentino vs. Taylor (Gbr)
CICLISMO 9 Giappone 2 4 11 17
Cronometro Armstrong Arndt Zabelinskaya 21° Guderzo
(D) (USA) (GER) (RUS) 22° Cantele 10 Russia 2 4 5 11 Azzurri in gara Medaglie

Cronometro Wiggins Martin Froome 11 Gran Bretagna 2 3 4 9 TIRO A VOLO


(U) 5° Pinotti
(GBR) (GER) (GBR) 12 Ungheria 2 1 1 4 10,00-16,55
GINNASTICA ARTISTICA Double Trap (U)
Uchimura Nguyen Leyva 18° Pozzo 13 Ucraina 2 0 4 6
Individuale CANOTTAGGIO
all around (U) (GIA) (GER) (USA) 22° Ottavi 14 Sudafrica 2 0 0 2 10,30-14,10
JUDO 15 Australia 1 6 2 9 Due di coppia (U)
70 kg Decosse Thiele Alvear (COL) Barbieri eliminata Quattro senza (U)
(D) (FRA) (GER) Bosch (OLA) al 1° turno 16 Romania 1 3 2 6 Otto con (D)
90 kg Dae-Nam Gonzalez Iliadis (GRE) Meloni eliminato 17 Brasile 1 1 1 3 CANOA
(U) (KOR) (CUB) Nishiyama (GIA) agli ottavi
14,30-18,00
17 Olanda 1 1 1 3
NUOTO Doppio (U)
19 Georgia 1 0 0 1 Kayak K1 (D)
200 rana Gyurta Jamieson Tateishi
(U) (UNG) (GBR) (GIA) 19 Lituania 1 0 0 1 JUDO
200 farfalla Jiao Garcia Hoshi 19 Slovenia 1 0 0 1 15,00-17,50
(D) (CIN) (SPA) (GIA) 100 Kg (U)
100 sl Adrian Magnussen Hayden 19 Venezuela 1 0 0 1 78 Kg (D)
(U) (USA) (AUS) (CAN) 23 Colombia 0 2 1 3 TIRO CON L’ARCO
4x200 sl 15,00-17,20 (D)
(D) USA AUSTRALIA FRANCIA 7° ITALIA 23 Cuba 0 2 1 3
25 Messico 0 2 0 2 TENNISTAVOLO
PESI
15,30-17,30
69 kg Sim Rin Cocos Shkermankova 26 Canada 0 1 5 6 Individuale (U)
(D) (PKR) (ROM) (BIE)
27 Indonesia 0 1 1 2 GINNASTICA ARTISTICA
77 kg Xiaojun Haojie Rodriguez
(U) (CIN) (CIN) (CUB) 27 Norvegia 0 1 1 2 17.30-19,30
Individuale (D)
SCHERMA 29 Danimarca 0 1 0 1
Spada Gascon Piasecki Jung Pizzo CICLISMO SU PISTA
(U) (VEN) (NOR) (KOR) eliminato ai quarti 29 Egitto 0 1 0 1 18,50 Sprint a squadre (D)
Sciabola Kim Velikaya Kharlan Marzocca, Vecchi 29 Polonia 0 1 0 1 19,10 Sprint a squadre (U)
(D) (KOR) (RUS) (UCR) eliminate ai quarti
29 Repubblica Ceca 0 1 0 1 SCHERMA
TENNISTAVOLO 19,00-21,50
Singolare Xiaoxia Ning Tianwei 29 Spagna 0 1 0 1 Fioretto a squadre (U)
(D) (CIN) (CIN) (SIN) 29 Svezia 0 1 0 1 NUOTO
TIRO A SEGNO 29 Taiwan 0 1 0 1 20,39 200 rana (D)
Pistola 25m Jangmi Ying Kostevich 20,46 200 dorso (U)
(D) (KOR) (CIN) (UCR) 29 Thailandia 0 1 0 1
21,15 200 misti (U)
TUFFI 37 Nuova Zelanda 0 0 2 2 21,31 100 sl (D)
Trampolino 3m Kai-Yutong Sakharov-Kuznetsov Ipsen-Dumais 37 Slovacchia 0 0 2 2
sincro (U) (CIN) (RUS) (USA) DIRETTE TV
IN TV
39 Azerbaijan, Belgio, Bielorussia, Grecia, India, Dalle 9,30 sui 12 canali
Moldavia, Mongolia, Qatar, Singapore, Sky sport Olimpiadi
Serbia, Uzbekistan
1 bronzo Dalle 10 su Raidue ed Eurosport
LA STAMPA
GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012 . VII
LONDRA
2012
POTENZA DEI GIOCHI
CADONO LE BARRIERE

GIANNI RIOTTA La sfida


LONDRA per i diritti
SEGUE DA PAGINA I La judoka
araba Wojdan
a burocrazia olimpica te-

L
Shaherkani,
meva che il velo fosse peri- 16 anni
coloso, negli atterramenti, Sopra
negli strangolamenti, nelle la saltatrice
prese e negli hippon del ju- ebrea Margaret
do. Una ditta olandese ha subito Bergmann
prodotto un velo sportivo, tessuto Lambert
Lycra fermato da strisce di Velcro e che oggi
il permesso è arrivato. All’ExCel ha 98 anni
Center, dove domani combatterà e vive
Wojdan Shaherkani, sotto gli occhi a New York
trepidi del padre, l’australiana Ren-
zi, judoka atea confessa, dice: «Che
indossi quel che vuole, figuriamoci
se mi fa male un velo!». Il principe
ereditario saudita vigila da lontano,
lo staff si raccomanda: «Nessun con-

DESTINI INCROCIATI
Wojdan sul tatami con l’hijab
La sua «sfida»ricorda quella
della saltatrice ebrea Lambert
che nel ’36 fu esclusa dai nazisti
tatto con uomini al Villaggio, abiti
per stendere i pregiudizi
modesti, mai in pubblico senza il pa-
dre». I conservatori ortodossi salafi- Domani l’esordio della judoka araba Shaherkani che gareggerà con il velo
ti reagiscono online, hanno perfino
una voce su twitter con lo sceicco e libertà per le donne, che non solo tero nel salto a forbice, batte nel 1931 lettera minacciosa: «Niente Olimpia- 1999, quando la Federazione riam-
Abdullah bin Jebreen che risponde non possono competere nello sport, il record tedesco, 1 e 51. Hitler va al di, troppo scarsa». «Fu durissima, mette i suoi record e intitola lo stadio
ai fedeli sui casi dubbi di sessualità, ma nemmeno guidare l’auto. Tifano potere nel ’33, Margaret ebrea ripara passavo la giornata ad imprecare» ri- di Laupheim.
castità, pudore, in accordo col Cora- Wojdan e ne fanno simbolo. a Londra e nel 1934 vince i campiona- corda. Vince un’ungherese con la mi- Tra Arabia Saudita ed ebrei l’ani-
no. Sulla judoka Wojdan lo sceicco In cinque minuti di judo Wojdan ti inglesi con un nuovo record 1 e 55. sura di Margaret. Prima delle tede- mosità è fortissima: nessuno dirà a
sembra negativo: e poco importa dovrà atterrare, se non l’avversaria, i Per i nazisti, racconta da New York, è sche, quarta, Dora Ratjen, che nel Wojdan di Margaret. Chissà cosa pas-
che sia morto da tempo, i seguaci re- pregiudizi. Dovrebbero farle cono- uno smacco, un’ebrea vincerà la me- 1938 si scoprirà essere un uomo. sa dietro i suoi occhi semplici, lenti da
plicano alle domande ricorrendo a scere la storia di una ragazza ebrea, daglia d’oro ai Giochi di Berlino 1936. Margaret fugge in America e vince i miope, le guance coperte dal velo.
citazioni dai suoi scritti. Web e radio Margaret, il papà dovrebbe accom- Ricattandola con la famiglia, ostag- campionati di salto ’37 e ’38 e di lan- Chissà se è consapevole, come Mar-
fondamentaliste hanno per la ragaz- pagnarla al Free Word Center di gio in Germania, i gerarchi obbligano cio del peso ’37. Le prossime Olimpia- garet alla sua età, dei simboli, dello
za Wojdan un solo giudizio: «Putta- Islington, vecchio quartiere laburi- Margaret a tornare: «Eravamo pri- di, Londra 1948, una guerra mondiale sport, della storia, chissà quando sa-
na». I riformisti, come lo sceicco Sal- sta, alla mostra Olympics&Politics. gionieri, non potevamo muoverci. Io dopo, sono troppo lontane: Margaret rà infine libera. Di certo oggi tifiamo
man al Odah, 120.000 followers twit- Margaret Lambert, nata nel 1914 a mi allenavo come un’ossessa finché non avrà la sua medaglia, e neppure i per lei, come per Gretel-Margaret e le
ter e 500.000 amici Facebook, chie- Laupheim, in Germania col nome di non stabilii ancora un record 1 e 60»: 5 minuti di competizione concessi og- sue medaglie d’oro al coraggio.
dono monarchia costituzionale, voto Gretel Bergmann, gambe da fenicot- oro certo. La federazione le invia una gi a Wojdan. Tornerà in Germania nel Twitter @riotta

Intervista
“Mi hanno scannerizzato in partenza sono lento, vorrei esse-
re il secondo o il terzo, deciderà il
tecnico».
I suoi compagni sono preoccupati

Ma ora sono pronto”


di dover scambiare il testimone
con lei?
«Scherzate? Mi alleno con que-
sti ragazzi dal 2000, ci sfidiamo
a ogni campionato nazionale.
Voi vi immaginate che stiano lì a
GIULIA ZONCA
Pistorius in gara nei 400 e nella staffetta: “Con i ragazzi punto al podio” farmi domande sulle gambe in
carbonio invece non è così. È
INVIATA A LONDRA
tutto molto più naturale. Io non
Quindi perché ci ha messo tanto a di- chiedo a loro se cambiano mar-
ovrebbero rimpiazzare il chio di scarpe e loro non hanno

D motto di De Coubertin con


la faccia di Oscar Pistorius
perché ha dato un nuovo significa- 25
anni
VIVE
A PRETORIA
mostrare di non avere vantaggi.
«Tutto quello che è diverso viene
guardato con sospetto. Mi hanno mo-
nitorato, schedato, scannerizzato,
curiosità sulle mie. Sono cre-
sciuto bene, mia madre diceva
ai miei fratelli: mettete le scar-
to alla parola «partecipare» esalta-
ta dall’inventore delle Olimpiadi e 45” SUDAFRICA provato in accelerazione, al rallenta-
tore, avanti e indietro. Ora hanno la
pe, Oscar metti le protesi. Non
mi sono mai sentito diverso».
trasformata dal sudafricano. Per il certezza che posso gareggiare. E so-
primo uomo senza gambe che cor- RECORD no disponibile per qualsiasi scienzia-
re i 400 metri ai Giochi partecipa- to abbia nuovi test». L’IDOLO VALENTINO
PERSONALE
re significa rivoluzionare, inven- NEI 400 M. Eppure gli scettici persistono. Anche «Ridere aiuta, la vita non è mai
tarsi un nuovo modo di esserci, sfi- Michael Johnson ha dei dubbi. seria quanto sembra. Apprezzo
dare le convenzioni e sotterrare i «Ci conosciamo, ne abbiamo parlato Rossi e il suo buon umore»
limiti con un record che resterà in
eterno. 2,8 un sacco di volte e lui non ha sospetti
su di me, teme che in un futuro ci sia-
no atleti che useranno le protesi per
Arrivare qui per lei è già stata una
maratona, sono cinque anni che kg ottenere risultati super, cercheran-
Considera già una vittoria essere a
Londra?
cerca di convincere lo sport che le no un equipaggiamento evoluto. Non «Credevo sarebbe stato così, invece
sue protesi non sono doping tecno- QUANTO è il mio caso, io non voglio protesi più no. Ho degli obiettivi, ai Mondiali ho
logico. PESANO veloci, quelle che ho da più di 10 anni pagato l’inesperienza. Qui vorrei fare
«Nonmiaspettavochesarebbestatofa- mi vanno benissimo e ogni mattina il mio personale nella semifinale dei
cile, ho avuto momenti di amarezza pe- mi sveglio e penso ad allenarmi più 400 e punto al podio con i ragazzi del-
rò sono anche felice di tutti i test che duro non a scovare ingegneri che mi la staffetta».
hanno fatto. Ora sono il più controllato modifichino le leve». Lei è uno dei pochi atleti sempre sor-
ditutti.Questeprotesiesistonodal1996,
se bastasse il materiale a quest’ora le
corsiesarebberogiàpienediatletichele
92 ENERGIA
Ai Mondiali non ha potuto gareggia-
re in staffetta nella finale perché era
ridenti. Immune alle tensioni?
«Ridere aiuta, la vita non è mai seria
quanto sembra e apprezzo i campioni
portano. Non sono state fatte per me, le
usa l’80 per cento dei paralimpici».
% ELASTICA confinato in prima frazione. Qui sarà
libero.
«Finalmente, un altro traguardo. Io
capaci di usare il buon umore, quelli
come Valentino Rossi».
VIII .LA STAMPA
GIOVEDÌ 2 AGOSTO 2012
LONDRA
2012

IL PODIO
DI MASSIMO GRAMELLINI

Pirla via cavo


E meno male che gli inglesi ci accusano di avere
appaltato la politica ai buffoni. Immaginate Silvio B, Pierluigi B, Umberto
B (Formigoni non lo dovete neanche immaginare) mentre arrivano allo
stadio appesi a una carrucola, brandendo caschi, bandiere e calzini in
bella vista sotto il pantalone svolazzante. Li seppelliremmo di pernacchie.
Invece il sindaco di Londra, Boris Johnson, è in corsa per la successione a
Tutancameron e un giorno di questi potremmo ritrovarcelo in visita
ufficiale a Roma aggrappato a una teleferica di Montemario (inteso
come Monti, il quale sopporta già poco le oscillazioni dello spread,
figuriamoci quelle del Boris d’alta quota).

Facce biscottate Mamma Felpa


E meno male che gli asiatici ci accusano di truccare le partite. E meno male che gli americani ci accusano di essere mammoni.
Ecco cosa succede nel paradiso del badminton, il tennis Guardate la signora Deborah Phelps, genitrice del venti volte
angelicato con il volano al posto della pallina nel quale eccellono medagliato Michael, colta nell’atto di ricevere o forse di
cinesi, coreane, indonesiane e scommesse clandestine. Tutte fuori ipnotizzare il mazzolino di fiori lanciatole dal figlio adorante. La
dai Giochi (tranne le scommesse) per avere giocato a perdere pur signora è un modello di tenacia e discrezione: ha assistito a tutte
di evitare l’avversario più forte nel turno successivo. Gira voce che le venti imprese natatorie della creatura senza urlargli neanche
le otto ragazze abbiano chiesto asilo politico al Bari. una volta di mettersi la maglietta.