Sei sulla pagina 1di 2

GIULIANO PISAPIA

COMUNICATO STAMPA

PISAPIA: LE CASE SEQUESTRATE A MAFIA E


‘NDRANGHETA AI ROM

Milano 27 settembre 2010 – Giuliano Pisapia – candidato Sindaco alle


Primarie della Coalizione di Centro SInistra – ha dichiarato a seguito
dell’incontro tenutosi oggi presso la Prefettura di Milano tra il Ministro degli
Interni Roberto Maroni, il Sindaco di Milano Letizia Moratti, il Prefetto Gian
Valerio Lombardi, il Presidente della Provincia di Milano Guido Podestà e il
Presidente della Regione Roberto Formigoni al riguardo della vertenza rom:
“mi pare che la Giunta di Milano guidata dal Sindaco Moratti si dimostri una volta
di più sotto scacco della Lega. Siamo davanti a una piena e plateale sconfessione
dell’operato dell’Assessore Moioli che finalmente aveva posto attenzione a un
problema drammatico sollevato da tantissime personalità di Milano, in particolare il
Cardinale Tettamanzi. Non è con le ordinanze di sgombero, gli slogan alla Salvini
che si può risolvere un problema che merita tutta la dovuta attenzione. Milano deve
rilanciare rispetto alle politiche di accoglienza favorendo quelle realtà come il CEAS
– Centro Ambrosiano di Soldarietà – da me visitato ieri al Parco Lambro. Sono
queste strutture che favoriscono l’accoglienza e il reinserimento di persone in
difficoltà (compresi i rom) che devono trovare sempre più aiuti fattivi da parte
dell’Amministrazione Comunale. Una società più vera ed uguale passa per queste
vie. Oggi, in questo giorno in cui le forze dell’ordine hanno condotto sul nostro
territorio un’importante azione di contrasto della criminalità organizzata propongo
che gli immobili che verranno sequestrate ai mafiosi e ai membri dell’ ‘ndrangheta
ad oggi assicurati alla Giustizia vengano destinate come strutture di accoglienza per
i rom che intendono essere inseriti in un vero cammino di integrazione e
accoglienza”.
Edoardo Caprino
SEC Relazioni Pubbliche e istituzionali

Tel. 3395933457

Email caprino@secrp.it

Giovanni Zanchi

Pisapia x Milano

Tel. 3665977869

Email ufficio zanchi.giovanni@libero.it